close

Enter

Log in using OpenID

Campionato Mediterraneo di Tiro Ex-Ordinanza e

embedDownload
Campionato
Mediterraneo
di Tiro Ex-Ordinanza
e Sportivo 2014
Il 30 Marzo 2014 ha preso il via il Campionato di Tiro Ex-Ordinanza e Sportivo della
Federazione Siciliana Tiro Sportivo (FSTS), che da quest’anno prende il nome di Campionato
Mediterraneo. Novità importanti nel regolamento: da quest’anno le associazioni partecipanti
avranno molta più libertà nell’organizzazione delle gare e nuovi campi si sono affiliati, come quello
dell’Associazione Sportiva Black Lion di Castelvetrano, riportando l’interesse della FSTS verso
la Sicilia occidentale.
Lo scenario della prima gara è stato quello dell’Etna Shooting Club di Sigonella (CT) con tutte le
tre categorie di gara coinvolte:
-
Cat. A, armi Ex-Ordinanza utilizzate con le sole mire metalliche in dotazione;
-
Cat. B “Sniper”, armi Ex-Ordinanza con uso di ottica originale;
-
Cat. C “Sport”, armi moderne personalizzabili senza limiti sugli ingrandimenti dell’ottica.
Si è sparato alla distanza di 100 metri, con appoggio anteriore dell’arma.
NELLA FOTO: Herbert Sammut
Tanti i tiratori presenti, veterani del Campionato FSTS, campioni nazionali, come Gaetano
Brancato sponsorizzato quest’anno dalla BCM e dalla Sabatti e il Top Shooter 2013 Rosario
Iacono che porta i colori del Team Sako/Tikka ma anche tanti nuovi tiratori alla loro prima
esperienza che hanno però ben figurato nelle loro prestazioni.
In Categoria A, quelle riservata alle armi Ex-Ordinanza con le mire metalliche, inizia Giuseppe
“Fifì” Carbone, tiratore di casa, con un bel 92 e due mouches realizzato con uno Schmidt Rubin
K31, subito superato da Giovanni Canzonieri del poligono Sniper Club di Pedalino (RG) che con
un Mosin finlandese M39, realizza ben 98 punti e due mouches, risultato che lo manterrà al primo
posto fino alla fine. A proposito di nuovi tiratori, lodevole il risultato di Andrea Lucca di Augusta
(SR) che, alla sua prima prova, si piazza al terzo posto con 93+1 ottenuto con un Mosin Nagant
91/30, subito alle spalle di Rosario Iacono con 94+2 ottenuti con un Carl Gustafs 96. Al quarto
posto, Fifì Carbone con 93 punti.
Non molto diversa la classifica della prova di rosata: Canzonieri ancora primo con una rosata di
44,40mm, Rosario Iacono in seconda posizione con 81,10 mm e terzo Carbone con 83,80mm.
Novità da quest’anno, il Bonus Distanza, ovvero punti bonus dati ai tiratori in funzione della
distanza chilometrica dal poligono di appartenenza: praticamente prendono tutti 2 punti, da
sommare a quelli conquistati in gara, eccetto Carbone.
NELLA FOTO: Salvo Petta
La Categoria B “Sniper” vede protagonista Ettore Arrigo, anch’egli appartenente all’Etna Shooting
Club di Sigonella, che guida la gara con 96+3 ottenuti con Carl Gustafs M41B, fino a che il maltese
Herbert Sammut, con uno Schidt Rubit K31/55 prestatogli da Carbone, non realizza 97+3,
punteggio vincitore della giornata. Stesso punteggio, 94+1, per Carbone e Iacono, con
assegnazione del terzo posto a Iacono dopo la misurazione delle distanze dei colpi dal centro.
Nella prova di rosata, denominata “Sharp Shooter” (rosate di 5 colpi su bersaglio ufficiale FSTS),
si riscatta Santo Dibennardo, Sniper Club, Pedalino) che si impone in testa con una rosata di
55,5mm realizzata con Mosin Nagant 91/30 Sniper. Alle sue spalle Sammut e Carbone, entrambi
con K31/55, con rosate rispettivamente di 59,1 e 59,5 mm.
Per quel che riguarda i bonus, Sammut prende 5 punti, Iacono, Canzonieri e Dibennardo ne
prendono 2, ovviamente zero punti bonus per i tiratori di casa Arrigo e Carbone.
La gara più combattuta è stata senz’altro quella della Categoria C “Sport” riservata alle armi
moderne. Inizia alla grande uno dei più quotati tiratori della categoria: Gaetano Brancato dello
Sniper Club di Pedalino, che realizza 98+2 con una Sako in .308Win. La gioia della prima posizione
gli viene subito spenta da Alfio Musumeci del poligono di San Demetrio (SR) che ottiene lo stesso
punteggio ma con 5 mouches con la sua Tikka T3 Tactical in .308Win. Anche Santo Dibennardo
scavalca il compagno di squadra Brancato con 98+4 realizzato con una Sabatti. In quarta posizione
Canzonieri con Sabatti Tactical 222. Lodevole la prestazione di Salvo Petta, presidente della
FSTS, che ritorna a gareggiare dopo anni di assenza dovuta al fatto di essere sempre stato il cuore
dell’organizzazione dei campionati FSTS, impegnato costantemente nel presiedere le gare,
conteggio dei punti, assegnazione dei premi e valutazione delle contestazioni. Petta, che corre con i
colori del poligono San Demetrio, si pone in quinta posizione con 97+2 ottenuti con un Remington
40XB Tactical.
La prova Sharp Shooter (prova di rosata) è anch’essa avvincente: è sempre Brancato che tenta il
colpaccio con uno splendido 15mm netti. Sembra essere sua la prima posizione, ma nel pomeriggio
prima Paolo Mancarella e poi Rosario Iacono, si avvicinano pericolosamente con 15,2 e 15,9 mm,
fino a che proprio Iacono, nella seconda prova, realizza una rosata di 14,6mm superando Brancato.
Sembra tutto finito ma Giovanni Canzonieri, non contento della sua rosata iniziale, si rimette in
gioco e realizza uno splendido 13,5mm che lo porta direttamente al primo posto.
Non sono mancate le prove di solidarietà, quelle prove pensate e realizzate per raccogliere fondi da
destinare alla ricerca sulle cellule staminali tumorali condotta dall’Istituto Oncologico del
Mediterraneo (IOM). Ne sono state realizzate complessivamente 27.
Il prossimo appuntamento con il Campionato Mediterraneo 2014 di Tiro Ex-Ordinanza e Sportivo
della FSTS, è per il 13 aprile presso la nuova struttura affiliata dei Black Lion presso il poligono
Cavafuoco a Castelvetrano (TP). Si svolgeranno gare a 100 e 200 metri per tutte le categorie,
riportando l’interesse della FSTS verso la Sicilia occidentale.
Il responsabile dei rapporti coni media della FSTS
Cristiano Nasta
[email protected]
www.fsts.it
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
295 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content