close

Enter

Log in using OpenID

Campionato Mediterraneodi Tiro Ex-Ordinanza e

embedDownload
Campionato
Mediterraneo di
Tiro Ex-Ordinanza e
Sportivo
Anno 2014
Il Campionato Mediterraneo di Tiro Ex-Ordinanza e Sportivo della Federazione Siciliana Tiro
Sportivo (FSTS), ha visto svolgere l’11 maggio un’altra giornata di gara, la terza, presso lo
Sniperclub di Pedalino (RG). Tutte le categorie in gara: Cat. A Ex-Ordinanza “Mire metalliche”
con armi ex-ordinanza a canna lunga, rigata, con l’uso delle sole mire metalliche originali montate
nell’arma; Cat. B “Sniper” con armi ex-ordinanza a canna lunga rigata con l’uso di ottiche originali
e Cat. C “Sport”, con armi lunghe a canna rigata
moderne e liberamente personalizzabili.
Le gare si sono svolte alle distanze, impegnative, di
200 metri per le due categorie ex-ordinanza e 300
metri per la categoria C e hanno visto fronteggiarsi
quattro squadre di tiratori: i padroni di casa dello
Sniperclub, i tiratori del siracusano facenti parte
della squadra di San Demetrio, la consueta
delegazione maltese che è quasi sempre presente e
la nuova squadra della Sicilia occidentale dei Black
Lion che fa capo al Poligono Cavafuoco di
Castelvetrano
(TP).
(nella foto a fianco Gaetano Brancato)
In Categoria A Ex-Ordinanza “Mire metalliche”,
nella gara di tiro al tabellone, hanno dettato legge
due tiratori di casa: Giovanni Canzonieri con
Mosin Nagant conquista il primo posto con 94
punti e una mouche. Alle sue spalle Santo
Dibennardo con un Carl Gustaf M96 e 93 punti
ma ben quattro mouches (il più alto numero di
mouches realizzato in questa categoria nella
giornata di gara). Al terzo posto si piazza Pietro
Profeta, palermitano dei Black Lion, con un Mosin
Nagant 91/30 e 90+2. Nella prova di rosata si è
assistito ad una “lezione” di esperienza: Gian
Bernardo Selleri, un signore modenese di 73 anni,
che vive a Siracusa da qualche anno, esperto di armi ex-ordinanza, in un’unica prova di rosata ha
raggruppato 5 colpi, con un Enfield N.4 MK1 a 200 metri, in 73 millimetri, unico tiratore restare
entro i 10 cm, aggiudicandosi il gradino più alto del podio. Alle sue spalle ancora Giovanni
Canzonieri e il suo Mosin Nagant con una rosata di 121,2mm e, in terza posizione, Rosario
Iacono (Ispica, RG) con Carl Gustaf M96 e 156mm. La consueta prova di Solidarietà (Prova
IOM) che, ricordiamo, è pensata per raccogliere fondi destinati alla ricerca sulle cellule staminali
tumorali condotta dall’Istituto Oncologico del Mediterraneo di Viagrande (CT), è stata eseguita otto
volte, superata con successo solo da Rosario Iacono che aggiunge così 5 punti al suo bottino.
La gara di Categoria B “Sniper”, non ha avuto un gran numero di partecipanti, ma il livello è stato
alto. Ancora lui, Giovanni Canzonieri, sempre con un Mosin Nagant 91/30 questa volta Sniper,
conquista la prima posizione nella gara al tabellone con l’importante punteggio di 96 punti e quattro
mouches. Segue Santo Dibennardo con Mosin Nagant 91/30 Sniper e 88+1 punti e, in terza
posizione, Rosario Iacono, anch’egli con un Mosin Nagant 91/30 Sniper e 87 punti. Ancora
un’ottima prestazione nella prova di rosata. Questa volta è Rosario Iacono a realizzarla piazzando 5
colpi in soli 46,4mm, impostando il nuovo record di rosata in questa categoria a 200 metri, prima
detenuto da Giuseppe “Fifì” Carbone con 46,55mm. La prova IOM è stata eseguita quattro volte,
superata da Canzonieri e Dibennardo. (nella foto sotto Gian Bernardo Selleri)
Decisamente più partecipata e avvincente la gara della Categoria C “Sport” realizzata alla distanza
di 300 metri. La gara di tiro al tabellone è stata definita sin dal primo turno di tiri in cui il campione
in carica FSTS della categoria C, nonché più volte campione italiano LRI (Long Range Italia)
Gaetano Brancato di Ravanusa (AG), impone il suo notevole punteggio di 99 punti (su 100) con
un BCM SLR 222. Dietro a Brancato, sempre sin dal primo turno di tiri, Santo Dibennardo con un
Sabatti Black Eagle e 96+1 punti. In terza posizione Alfio Musumeci di Lentini (SR) con Tikka
T3 in .308Winchester e 95 punti. Unico brivido per Brancato è stato provocato dal delegato della
FSTS per Malta Herbert Sammut che alla sua seconda prova con un STL Custom, in un orario
terribile per l’effetto “miraggio” che rende poco visibili i bersagli, piazza i primi nove colpi sul 10 e
strappa l’ultimo che va a colpire il cerchio del “5” fermandosi così a 95 punti in quarta posizione.
Nella prova di rosata Sammut si prende la rivincita su tutti: con una sola prova realizza la misura di
47mm battendo, seppur di pochissimo, Giovanni Canzonieri (47,3mm) e Gaetano Brancato
(48,2mm).
La prova di solidarietà è stata tentata 31 volte e superata da sei tiratori.
Il prossimo appuntamento col Campionato Mediterraneo 2014 della FSTS è per domenica 25
maggio presso il poligono Cavafuoco a Castelvetrano (TP) alle distanze di 100 metri per la
categoria A, 200 metri per la categoria B e 50 metri per la Categoria C con carabine in 22LR su
banco. (nella foto sotto Herbert Sammut)
Il responsabile dei rapporti con i media della FSTS
Cristiano Nasta
[email protected]
www.fsts.it
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
337 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content