close

Enter

Log in using OpenID

Club Fossacesia, 33 anni portati bene L

embedDownload
VENERDI 23 GENNAIO 2015 • CORRIERE CANADESE
8
SPETTACOLI
COMUNITÀ
Club Fossacesia, 33 anni portati bene
L’Associazione famiglie fossacesiane, fondata nel 1982, ha avuto sei presidenti e un solo manager ma la forza motrice sono le donne
TORONTO - Nata 33 anni or sono da una costola del Club Abruzzi, l’Associazione Famiglia
Fossacesiana di Toronto continua a tenere unita la sua gente,
conservando tradizioni, usi e costumi della cittadina balneare la
cui caratteristica spiaggia non ha
sabbia ma sassi, pietre di diversa grandezza. Una volta a Fossacesia andava a trascorrere l’estate nientedimeno che Gino Bartali. “Ginettaccio” era ospite del
compianto Art La Caprara, il secondo presidente dell’Associazione torontina, che al ciclismo
si era avvicinato grazie al fossacesiano più famoso del dopoguerra, Sandrino Fantini. Fantini, professionista dal 1954 al
1961, quando morì tragicamente per una caduta in corsa, vinse sette tappe al Giro d’Italia e
due al Tour De France. A tutt’oggi al club si parla spesso di Fantini con il quale sembra che tutti i fossacesiani abbiano pedalato da ragazzi.
Nella sede di Signet Drive, una
fotografia gigante del corridore
domina la sala addobbata anche
con vedute panoramiche di Fossacesia.
L’associazione fu fondata il
primo dicembre del 1982, Peppino Nicolucci fu il suo primo
presidente. Oggi il presidente in
carica è Valeria Rossi figlia del
“mitico” Giovanni Paglietta che
insegnò il gioco delle carte ad
almeno tre generazioni di fossacesiani. La signora Rossi ha assunto la carica di presidente da
Maria Greco, consorte di Matteo che fu il vice di Nicolucci nei
primi anni di gestione. Tra i presidenti del passato il già ricordato Art La Caprara, Armando Di
Girolamo che ha retto la carica
per oltre un decennio e la signora Iola Bada. In tutti questi anni
l'Associazione ha avuto sei presidenti, ma un solo general manager, Mario Lanza. L’omonimo del grande tenore ha svolto
le funzioni di caposala-tuttofare dal primo giorno e continua a
farlo con zelo e dedizione come
ha sempre fatto.
«Alt, basta con tutti questi
complimenti, diamo merito al
merito: chi ha tenuto, tiene e terrà il club in piedi sono le donne,
grazie a loro siamo ancora in esistenza», dice Lanza.
Le signore fossacesiane di nascita o per aver sposato un fossacese, infatti, si sono sempre a-
doperate in tutti i modi, organizzando feste grandi e festa piccole, cucinando, servendo e inventandosi mille modi per racimolare i soldi per le spese. Il tutto
gratis et amore dei, come si dice.
«Nessuno di noi prende una
lira, siamo tutti volontari», spiega il manager dal cognome famoso che nella conduzione giorno per giorno della sede si avvale della collaborazione di Dome-
nic Frutti, Domenico Cacchione
e Cesare Mancini. Il club apre ogni giorno da mezzogiorno alle 5
pm, il venerdì tutto il giorno. Il
sabato è il giorno in cui ci sono
più entrate, grazie a festa e cene.
«Ci manteniamo – spiega Lanza - grazie alla tavolate che organizzaimo due volte al mese.
Ad agosto c’è la grande festa
per il santo patrono, san Donato, a gennaio la cena della caccia, poco dopo quella del baccalà. In mezzo la serata dedicata
alle sagnette e fagioli, la cena del
pesce, la polenta con le quaglie,
seppie e piselli e party di Natale. Ogni scusa è buona per ritrovarci e tenere vivo il ricordo del
passato».
La festa del baccalà si terrà domani, sabato 24, quando il pesce
“povero” della gioventù di tanti
italiani verrà servito in tutte le
salse. I posti di questa cena, con
ballo, sono quasi tutti prenotati, ma qualche tavolo libero c’è.
«Un altro socio particolarmente importante - continua Lanza è il vice presidente Renato Marcucci. Renato si fa in quattro da
anni e anni per tenere in vita il
club al quale dona - grazie anche
ai suoi fratelli - tutti i prodotti
della sua “farm”, dall’insalata, ai
broccoletti, ai peperoncini amari. Inoltre tutta la salsa che adoperiamo viene dalle pomodori
che coltiva quasi esclusivamente per il nostro club».
Nella foto in alto il messaggio del presidente Giuseppe Nicolucci sulla prima rivista del
sodalizio nel 1982; sopra il compianto Art
La Caprara, che è stato uno dei presidenti
del club e a sinistra il ciclista Alessandro
Fantini, premiato dopo la tappa del Giro
1955 Savona-Acqui Terme
LA SCHEDA
Un sodalizio con
110 famiglie
L’Associazione Famiglie Fossacesiane, sita al 430 di Signet
Drive, tel. 416-746-5346, al momento ha circa 110 famiglie registrate. Ogni nucleo familiare paga 75 dollari (appena aumentati da 50) come tassa d'iscrizione annua.
Questo il quadro societario del
club:
Presidente: Valeria Rossi.
Primo vice presidente: Anna
Ruffolo (sorella del presidente, manager della Bmo, Bank
of Montreal, si occupa degli aspetti finanziari e amministrativi dell’Associazione).
Secondo vice presidente: Renato Marcucci.
Tesoriere: Mario Carbone.
Segretaria: Maria Zangolli.
General manager: Mario Lanza.
Direttori sala: Domenico Cacchione, Cesare Mancini, Domenic Frutti.
Ricreazione & Pubbliche Relazioni: Renato Marcucci, Dolores Campitelli, Maria G. Martelli, Phil De Luca.
Cucina: Nicoletta Marcucci,
Maria G. Martelli, Eva Martelli, Fanny Natale, Marcello Peca.
Tesseramento: Mario Carbone.
Assistente 1º V-P: Nino Campitelli.
Revisore dei conti: Ernesto
Polsoni.
* Fossacesia è un cittadina, in
provincia di Chieti, che attualmente ha circa seimila residenti.
GLI AUGURI
DOMENICA
Paolo Paoletta ha festeggiato cento primavere
Prima presentazione
della Sacra Sindone
TORONTO - Paolo Paoletta ha
festeggiato assieme alla sua famiglia il traguardo di 100 anni.
Una festa alla quale hanno partecipato i figli Maria, Antonietta,
Raffaele, Attilio e Vito oltre agli
undici nipoti e nove pronipoti.
Paoletta, originario di Faeto,
in provincia di Foggia, è emigrato in Canada nel 1967 con la moglie e quattro figli: ad attenderli a Toronto c’era il primo figlio
Vito. Paolo Paoletta, che nel suo
paese di origine faceva il contadino, a Toronto ha lavorato in una ditta di cibi congelati.
Al centenario, che è stato felicissimo di essere festeggiato
dalla sua famiglia, è giunto anche un attestato di auguri dal
sindaco di Toronto John Tory.
Anche il Corriere Canadese
formula tanti auguri a Paolo Paoletta.
Nella foto a sinistra il festeggiato con la sua famiglia; a destra Paolo Paoletta con l’attestato di auguri del sindaco Tory
(Foto Tony Pavia)
TORONTO - La presentazione
della Sacra Sindone di Torino in
Canada a cura del ricercatore sindonologico indipendente Walter
Pezzo inizierà domenica 25 gennaio alle 7 pm. dalla St. Peter’s Parish (100 Bainbridge Avenue, Woodbridge). Questa sarà la prima di
nove presentazioni, l’ultima delle quali è in programma il 28 marzo presso la St. David’s Parish di
Maple: ad organizzarle è Società
Unita fondata da padre Claudio
Piccinini. «Speriamo di far felici
tante persone, abbiamo scoperto
che non tutti conoscono la Sindone - dice padre Claudio - questa
è la più importante reliquia della
cristianità. A parlarne sarà Walter
Pezzo, giunto da Torino, che illustrerà la storia e il signiicato di
questo telo per noi cristiani».
Per informazioni 416-243-7319.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
172 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content