close

Enter

Log in using OpenID

CARTA DEI SERVIZI

embedDownload
CARTA DEI SERVIZI
Istituto C.S.S. Mendel
Viale Regina Margherita 261 - 00198 – Roma
Tel + 39 06 44160503/515 - Fax + 39 06 44160548
sito web: www.css-mendel.it
XV Edizione del 20 Marzo 2014
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
Gentile utente,
la Carta dei Servizi è una guida per coloro che desiderano usufruire delle prestazioni
offerte dal nostro Istituto. La Carta è uno strumento per la regolamentazione del rapporto tra il
paziente e la struttura, con la quale si dichiarano pubblicamente i fini istituzionali dell’azienda, i
servizi offerti al paziente, la loro qualità, la trasparenza dei propri obiettivi. Può essere considerata,
inoltre, come uno strumento a tutela del diritto alla salute, in quanto attribuisce al CittadinoUtente la possibilità di un controllo effettivo sui servizi erogati e sulla loro qualità.
L’Istituto C.S.S. Mendel di Roma è un presidio multifunzione, autorizzato quale Laboratorio
Specializzato di Genetica Medica e Poliambulatorio Specialistico; il Laboratorio Specializzato è
accreditato con il Servizio Sanitario Regionale del Lazio.
L’Istituto CSS-Mendel adotta standard di qualità del servizio secondo la norma UNI EN ISO
9001:2008 e lo standard Bureau Veritas “Qualità in Medicina di Laboratorio rev. 13” e ritiene che
un servizio di qualità debba essere efficiente ed efficace, erogato in maniera equa a tutte le persone
che si rivolgono alla struttura, alle quali riconosce uguali diritti alla salute.
Obiettivo dell’Istituto è quello di soddisfare le richieste del paziente, di cui gli operatori della
struttura si fanno carico con umanità e professionalità.
Con la diffusione di questa Carta, l’Istituto CSS-Mendel si impegna a svolgere la propria attività in
modo da garantire ad ogni persona di effettuare le proprie scelte e ad offrire la massima
disponibilità ed accessibilità alle informazioni sui servizi offerti.
Le informazioni contenute nel presente documento sono aggiornate a Marzo 2014.
La Direzione
2
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
INDICE
1. PRESENTAZIONE DELL’ ISTITUTO CSS-MENDEL ................................. 4
1.1 Presentazione e mission .................................................................................................. 4
1.2 Organizzazione .............................................................................................................. 5
1.3 Come raggiungere l’Istituto CSS-Mendel ....................................................................... 6
2. PRINCIPI FONDAMENTALI ..................................................................... 7
3. INFORMAZIONI SULLA STRUTTURA E SUI SERVIZI FORNITI .............. 8
3.1 Tipologia delle prestazioni fornite ................................................................................. 8
3.2 Modalità di accesso alle prestazioni …………………………………………………………………..10
3.3 Elenco delle analisi eseguibili ....................................................................................... 12
3.4 Modalità di accoglienza ................................................................................................ 23
3.4.1 Il personale............................................................................................................. 23
3.4.2 Diffusione delle informazioni ................................................................................ 23
3.4.3 Scheda valutazione del grado di soddisfazione ..................................................... 23
3.5 Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP)....................................................................... 23
4. STANDARD DI QUALITA’, IMPEGNI
E PROGRAMMI DI MIGLIORAMENTO .................................................. 24
5. MECCANISMI DI TUTELA E VERIFICA ............................. …………………26
5.1 Diritti e doveri degli utenti ……………………………………………………………………………….26
5.2 Reclami ......................................................................................................................... 27
5.3 Verifica e aggiornamento ……..…………………………………………………………………………..27
6. IL SISTEMA GESTIONE QUALITA’ ........................................................ 28
NOTIZIE UTILI
Organi di tutela dei pazienti ………………………………………………………………….29
Associazioni ………………………………………………………………………………………..32
Portali Internet ……………………………………………………………………………………32
3
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
1. PRESENTAZIONE DELL’ ISTITUTO CSS-MENDEL
1.1 PRESENTAZIONE E MISSION
L’Istituto Mendel è stato fondato nel 1953 dal Prof. Luigi Gedda, che lo ha reso famoso per gli studi
e le ricerche nel campo della Genetica Medica e della Gemellologia.
Nel 1997 l’Istituto è stato donato alla Fondazione di Religione e Culto “Casa Sollievo della
Sofferenza”, Opera di San Pio da Pietrelcina, con sede legale in San Giovanni Rotondo (FG).
L’Istituto CSS Mendel, quindi, dipende sotto il profilo funzionale, organizzativo, scientifico,
gestionale e dei processi certificativi della qualità e della prevenzione e sicurezza dalle Direzioni
Centrali della Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza.
La Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza gestisce anche l’omonimo ospedale “Casa Sollievo
della Sofferenza” che per l’Istituto rappresenta un punto di riferimento imprescindibile per quanto
attiene la genetica, la clinica e l’attività assistenziale in generale.
La Mission dell’Istituto CSS-Mendel è
Studiare, diagnosticare e prevenire le malattie genetiche ed eredo-familiari.
Infatti, l’Istituto è impegnato nella ricerca rivolta ad identificare le basi biologiche delle suddette
malattie, e a contribuire alla loro diagnosi e al loro controllo attraverso la prevenzione e la terapia.
Dunque, le attività dell’Istituto CSS-Mendel sono rivolte allo sviluppo della ricerca scientifica, alla
diagnosi e alla consulenza clinica, nell’ambito della genetica medica.
A queste si affiancano le attività ambulatoriali di Endocrinologia, Cardiologia, Neurologia,
Pediatria, Medicina Legale, Dermatologia ed Ostetricia e Ginecologia.
L’Istituto è, altresì, coinvolto nella formazione di giovani medici e biologi attraverso le convenzioni
stipulate con varie Istituzioni e nell’ambito della collaborazione con Sapienza Università di Roma,
di cui ospita la Scuola di Specializzazione in Genetica Medica.
L’Istituto è fortemente integrato in una rete di attività svolte in collaborazione con Istituti di
Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) e con numerosi servizi di Genetica Medica,
Pediatria, Neurologia e Ostetricia e Ginecologia di diversi ospedali italiani e stranieri.
E’ dotato di strumentazioni moderne e di alta tecnologia, per diagnosi e ricerche ad alta
specializzazione dedicate alle malattie genetiche.
E’ impegnato quotidianamente a ridurre le barriere fisiche e linguistiche che possono ostacolare
l’accesso ai servizi e l’erogazione degli stessi. In particolare la struttura ha installato apposita
segnaletica atta a facilitare l’accesso agli utenti. Per tutti i servizi è disponibile, a richiesta,
4
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
personale in grado di dialogare con il paziente in inglese o francese. In questo modo viene facilitato
anche l’orientamento degli utenti stranieri.
1.2 ORGANIZZAZIONE
Presidente
S.E.R. Monsignor Michele Castoro
Vice Presidente
Dott. Domenico Crupi
Direttore Generale
Dott. Domenico Crupi
Direttore Sanitario
Dott. Domenico Di Bisceglie
Direttore Scientifico e Rappresentante della Direzione
Prof. Angelo L. Vescovi
Direttore Amministrativo
Dott. Michele Giuliani
Direttore Risorse Umane
Dott. Raffaele Ciuffreda
Direttore Tecnico
Dott. Giuseppe Lamorte
L’Istituto CSS-Mendel ha definito la sua struttura organizzativa in un organigramma, esposto
all’ingresso della struttura.
Il personale che opera nei diversi settori è identificato attraverso il cartellino di riconoscimento.
5
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
1.3 COME RAGGIUNGERE L’ISTITUTO CSS-MENDEL
L’Istituto CSS-Mendel è ubicato in prossimità del Policlinico Universitario Umberto I e dei più
importanti collegamenti stradali e ferroviari.
Come raggiungere l’Istituto
In metropolitana:
Dalle stazioni Tiburtina e Termini è possibile prendere la Metro B in direzione Rebibbia o
Laurentina, scendere alla fermata “Policlinico”, proseguire su Viale Regina Margherita (in
direzione di Via Nomentana) fino al civico 261.
In aereo:
Da Fiumicino Aeroporto si può raggiungere l’Istituto per mezzo di treni che collegano l’aeroporto
con la stazione Termini (treno Leonardo Express) o con la stazione Tiburtina.
In macchina:
Dall’Autostrada (A1 e A24) raggiungere il G.R.A. (Grande Raccordo Anulare), imboccare l’uscita
n.13 di Via Tiburtina, seguire in direzione “Centro/Policlinico” fino al Piazzale del Verano. Girare a
destra su Viale Regina Elena e quindi immettersi su Viale Regina Margherita fino al civico 261
(angolo con Piazza Galeno).
6
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
2. PRINCIPI FONDAMENTALI
L’Istituto CSS-Mendel, per la tutela dell’utente, si ispira ai principi sanciti dalla Direttiva del
Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 gennaio 1994, dal Decreto del Presidente del Consiglio
dei Ministri del 19 maggio 1995 ed alla Carta europea dei diritti del malato del 15 novembre 2002,
relativi a:
-
Uguaglianza: la dignità della persona deve essere rispettata in tutti i momenti del vissuto
quotidiano, senza distinzione di sesso, razza, lingua, nazionalità, religione, opinioni
politiche o condizione economica.
-
Imparzialità: devono essere evitati atteggiamenti di parzialità e ingiustizia nei confronti
degli utenti, i quali hanno diritto a trattamenti obiettivi.
-
Continuità: il servizio offerto dall’Istituto CSS-Mendel viene svolto in maniera regolare e
continuativa, tranne nei casi di astensione che rientrino negli aspetti organizzativi del
servizio o siano regolati o annunciati ufficialmente da leggi.
-
Diritto di scelta: gli utenti sono liberi di scegliere sul territorio nazionale la struttura
sanitaria a cui preferiscono accedere.
-
Partecipazione:
deve
essere
assicurata
l’informazione,
la
personalizzazione
e
l’umanizzazione del servizio tutelando l’utente nell'accesso alle informazioni che lo
riguardano.
-
Efficienza ed efficacia: i servizi, gli interventi e le attività svolte devono raggiungere
risultati ottimali utilizzando al meglio le risorse con il minimo di sprechi e duplicazioni.
7
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
3. INFORMAZIONI SULLA STRUTTURA E SUI SERVIZI FORNITI
3.1 TIPOLOGIA DELLE PRESTAZIONI FORNITE
I servizi assistenziali previsti dall’Istituto CSS-Mendel e svolti nell’ambito del Sistema Sanitario
Nazionale sono i seguenti:
 Consulenza Genetica – Responsabile: Dott. A. Ferraris
 Diagnosi citogenetica (prenatale e postnatale) – Responsabile di Struttura Semplice: Dott.. A.
Novelli
 Diagnosi genetica molecolare (prenatale e postnatale) – Referente: Dott. A. De Luca
Gli oneri a carico degli utenti sono quelli previsti dal Nomenclatore della Regione Lazio,
periodicamente aggiornato e disponibile sul sito internet dell’Agenzia di Sanità Pubblica Lazio.
In particolare:
TABELLA DI PARTECIPAZIONE ALLA SPESA SANITARIA
SOGGETTI
VISITE, ANALISI ED ESAMI
STRUMENTALI
a pagamento fino a 36,15 € a
Soggetti in età intermedia
ricetta
+
14,00
€
di
quota
aggiuntiva
Esenti per patologia ed invalidi parziali (Invalidi per
servizio cat.6-8, invalidi per lavoro con invalidità inferiori a Gratuite
2/3, infortunati INAIL)
Invalidi di guerra titolari di pensione diretta vitalizia
Invalidi servizio per cat.1 Invalidi del lavoro cat.1 Invalidi Gratuite
civili al 100%
Portatori di patologie neoplastiche maligne ed altri invalidi
con esenzione generale (Invalidi per servizio cat. 2-5,
invalidi civili e per lavoro con invalidità dal 67 al 99%, ciechi
Gratuite
parziali e sordomuti)
8
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
CATEGORIE ESENTI PER CONDIZIONI ECONOMICHE
N°
Tipologia di esenzione
Cod
Sub
cod
1
Bambini fino a 6 anni ed anziani oltre 65 anni con reddito familiare E
01
complessivo inferiore a 36.151,98 €
2
Disoccupati e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare E
02
con reddito complessivo inferiore a 8.263,31 €, incrementato fino a
11.362,05 € in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 € per
ogni figlio a carico
3
Titolari di assegno (ex pensione) sociale e loro familiari a carico (art. 8 E
03
comma 16 legge 537/93 e s.m.e.i.)
4
Titolari di pensioni al minimo, di età superiore a sessant’anni e loro E
04
familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito
complessivo inferiore a 8.263,31 €, incrementato fino a 11.362,05 € in
presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 € per ogni figlio a
carico
Per quanto non specificato si fa riferimento alle codifiche di esenzione indicate dall’Agenzia di
Sanità Pubblica (ASP) della Regione Lazio.
Le prestazioni fornite in regime privatistico sono:
 Consulenza genetica – Responsabile: Dott. A. Ferraris
 Analisi di Citogenetica (prenatale e postnatale) – Responsabile di Struttura Semplice: – Dott.
A. Novelli
 Analisi di Genetica Molecolare (prenatale e postnatale) – Referente: Dott. A. De Luca
 Amniocentesi ed Ecografie ostetriche e ginecologiche – Responsabile: Dott. E. Maggi
 Ambulatorio di Endocrinologia – Responsabile Prof. V. Trischitta
 Ambulatorio di Cardiologia – Responsabile Dott.ssa Cristina Chimenti
 Ambulatorio di Neurologia – Responsabile Prof.ssa Enza Maria Valente
 Ambulatorio di Pediatria – Responsabile Prof. Tarani Luigi
 Ambulatorio di Medicina Legale – Responsabile Dott. Giuseppe Fasanella
 Ambulatorio di Dermatologia – Responsabile Dott. Caldarola Giacomo
 Ambulatorio di Ostetricia e Ginecologia Responsabile Dott. Eugenio Maggi
Il tariffario per le suddette prestazioni è disponibile in Accettazione.
9
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
3.2 MODALITA’ DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI
L’Istituto CSS-Mendel è aperto al pubblico dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle 18.00.
Prenotazione
I servizi offerti dall'Istituto si effettuano su prenotazione presso l’Ufficio di Segreteria, fornendo i
propri dati anagrafici.
Per informazioni sull’Istituto CSS-Mendel contattare il numero
+39 06 44160515
Le modalità di prenotazione, sia per le prestazioni a carico del SSR, che per quelle in regime
privatistico, sono le seguenti:
 dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle 12.00; il Lunedì e il Mercoledì dalle 14.00 alle 16.00 al
numero:
+39 06 44160503 (tasto 1)
 Solo per le amniocentesi e le ecografie ostetriche e ginecologiche dal Lunedì al Giovedì dalle
8.30 alle 14.30 ed il Venerdì dalle 8.30 alle 12.30.
+39 06 44160524 o +39 06 44160503 (tasto 2)
Accettazione
Per usufruire delle prestazioni erogate in regime di accreditamento con il Sistema Sanitario
Regionale, è necessario presentare una impegnativa contenente le seguenti informazioni:
- nome, cognome, indirizzo, codice fiscale ed eventuale specifica del diritto di esenzione dal
pagamento della prestazione;
- specifica delle prestazioni richieste (con relativo codice numerico del nomenclatore, obbligatorio
per i test genetici);
- timbro e firma del medico e data della prescrizione.
In caso di richieste non conformi viene suggerita la corretta modalità di compilazione e si rinvia ad
una nuova impegnativa oppure verrà accettata la correzione validata da firma e timbro del medico
prescrittore.
Per usufruire delle prestazioni in regime privatistico è sufficiente presentare un documento di
identità in corso di validità ed il tesserino sanitario.
È possibile effettuare il pagamento delle prestazioni utilizzando contanti, assegno, bancomat e
carta di credito.
L’accesso ai servizi è subordinato alla presa in visione delle modalità di trattamento dei dati
personali e del materiale biologico e alla sottoscrizione di un modulo di consenso informato
10
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
relativo al trattamento dei dati e alla specifica indagine.
In caso di prestazioni non disponibili presso l'Istituto, il personale può dare indicazione al paziente
di altre strutture, oppure, se è a conoscenza di un gruppo di lavoro/ricerca dedicato, può mettere
in contatto le due parti, potendosi far carico dell’invio del campione.
In casi particolari l’Istituto CSS-Mendel è disponibile ad eseguire le prestazioni in orari e giorni
diversi da quelli indicati, previo appuntamento.
Ritiro dei referti
I referti possono essere ritirati dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle 18.00.
I tempi di consegna dei referti relativi alle diagnosi postnatali sono indicati nelle tabelle
riassuntive delle diagnosi eseguibili, riportate nelle pagine successive.
In casi particolari i referti possono essere spediti per posta, previa autorizzazione del paziente
(scritta e firmata).
I referti relativi alle diagnosi prenatali vengono consegnati non appena disponibili (entro 21 giorni
per le indagini citogenetiche e 15 giorni per indagini molecolari su villi coriali) direttamente
all’interessata, e/o al medico di riferimento e/o al centro di invio.
Il referto e l’esito dell’indagine di laboratorio vengono consegnati al paziente o a persona diversa,
se munita di delega e di documenti di identità del delegato e del delegante (per i quale è accettata
anche la fotocopia). Quando necessario i risultati dei test sono spiegati ai pazienti in sede di
consulenza post-test.
Per le prestazioni erogate in regime di Accreditamento con il S.S.R., i referti devono essere ritirati
entro 30 giorni dal momento della refertazione. In caso di mancato ritiro la struttura, a norma di
legge, e’ tenuta ad avvisare la ASL di riferimento che addebiterà il costo dell’intera prestazione al
paziente.
11
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
3.3 ELENCO DELLE ANALISI ESEGUIBILI
Diagnosi di Genetica Molecolare
Referente di Settore: Dr Alessandro De Luca
PATOLOGIA
TEST GENETICO POSTNATALE
TEMPI DI
TIPOLOGIA
REFERTAZIONE CAMPIONE
n.
nome
TEST GENETICO
metodo
giorni
1
Acondroplasia
FGFR3-SEQ
PCR/SEQ
30
S.ED.
FGFR3-RE
PCR/2RE
30
S.ED.
Epidermolisi Bollosa
Ereditaria
EBE-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED
EBE-STRs
PCR/STR
30
S.ED.
3
Analisi forensi
FOR-STRs
PCR/STR
30
S.ED.
4
Angelman, Sindrome
di
PWS/AS-UPDcr15
PCR/STR
30
S.ED.
PWS/AS-DEL/MET
MLPA
30
S.ED.
ATM-DEL
MLPA
30
S.ED.
ATM-STRs
PCR/STR
30
S.ED.
ATM-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
ATM-GENE
PCR/SEQ
180
S.ED.
SMN1-DEL
MLPA
30
S.ED.
SMN1-RE
PCR/RE
30
S.ED.
SMN1-STRs
PCR/STR
30
S.ED.
BWS-UPDcr11
PCR/STR
30
S.ED.
BWS -DEL/MET
MLPA
30
S.ED.
Branchio-Oto-Renale,
Sindrome
EYA1-GENE
PCR/SEQ
120
S.ED.
EYA1-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
Cardiofaciocutanea,
BRAF-GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
Sindrome
BRAF-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED
Diabete MODY
MODY2/GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
MODY3/GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
2
5
6
7
8
9
10
Atassia-teleangiectasia
Atrofia muscolare
spinale
Beckwith-Wiedemann,
Sindrome di
12
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
PATOLOGIA
TEST GENETICO POSTNATALE
TEMPI DI
TIPOLOGIA
REFERTAZIONE CAMPIONE
n.
nome
TEST GENETICO
metodo
giorni
11
Disomia Uniparentale
UPDcr2-STRs
PCR/STR
30
S.ED.
UPDcr6-STRs
PCR/STR
30
S.ED.
UPDcr14-STRs
PCR/STR
30
S.ED.
UPDcr16-STRs
PCR/STR
30
S.ED.
UPDcr20-STRs
PCR/STR
30
S.ED.
GJA1-SEQ
PCR/SEQ
30
S.ED.
GJA1-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
SGCE-GENE
PCR/SEQ
90
S.ED.
SGCE-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
DYT1-STR
PCR/STR
30
S.ED.
DYT6/THAP1/GENE
PCR/SEQ
30
S.ED
DMPK-STRs
PCR/STR
30
S.ED.
DMPK-LONG
PCR-STR
60
S.ED.
DMPK-SHORT
PCR/STR
30
S.ED.
DMPK-BLOT
PCR-S.BLOT
60
S.ED.
Distrofia muscolare
dei cingoli di tipo 1C
CAV3-GENE
PCR/SEQ
30
S.ED.
CAV3-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
Ellis-Van
Creveld,Sindrome di
EVC-GENE
PCRSEQ
90
S.ED.
EVC2-GENE
PCR/SEQ
90
S.ED.
EVC/EVC2-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
EVC/EVC2-STRs
PCR/STR
30
S.ED.
EXT1-GENE
PCR/SEQ
90
S.ED.
EXT1-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
EXT2-GENE
PCR/SEQ
90
S.ED.
EXT2-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
EXT1/EXT2-STRs
PCR/STR
30
S.ED.
12
13
14
15
16
17
18
Displasia
OculoDentoDigitale
Distonia mioclonica
Distonia primaria
Distrofia miotonica di
Steinert
Esostosi multiple
ereditarie
13
Carta dei Servizi
PATOLOGIA
n.
19
nome
Fibrosi cistica
XV Ed. 2014
TEST GENETICO POSTNATALE
TEMPI DI
REFERTAZIONE
TIPOLOGIA
CAMPIONE
TEST GENETICO
metodo
giorni
CFTR-NLM 38
PCR/REV DOT
BLOT
30
S.ED
30
S.ED.
30
S.ED.
30
S.ED.
30
S.ED.
30
S.ED.
15
S.ED.
CFTR-NLM PLUS
CFTR-RDB-17+19
CFTR-RDB-17
CFTR-RDB-19
CFTR-RDB-IT
CFTR-MUT
PCR/REV DOT
BLOT
PCR/REV DOT
BLOT
PCR/REV DOT
BLOT
PCR/REV DOT
BLOT
PCR/REV DOT
BLOT
PCR/SEQ
20
Hallervorden-Spatz,
Sindrome di
PANK2-GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
PANK2-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
Insensibilità agli
androgeni
AR-GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
AR-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
22
Ipocondroplasia
FGFR3-SEQ
PCR/SEQ
30
S.ED.
23
Joubert, Sindrome di
SJ-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
24
Kennedy, Malattia di
AR-STRs
PCR/STR
30
S.ED.
25
Legius, Sindrome di
SPRED1-GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
SPRED1-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
21
14
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
PATOLOGIA
n.
26
27
TEST GENETICO POSTNATALE
nome
Leopard, Sindrome di
Martin Bell,Sindrome
di
TEMPI DI
REFERTAZIONE
TIPOLOGIA
CAMPIONE
TEST GENETICO
metodo
giorni
PTPN11-GENE
PCR/SEQ
90
S.ED.
PTPN11-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
RAF1-GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
RAF1-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
BRAF-GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
BRAF-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
FMR1-S.BLOT
PCR-S.BLOT
90
S.ED.
FMR1-STR
PCR/STR
30
S.ED.
FMR1-STR-Ab
PCR/STR
30
S.ED.
FMR1-STRs-AmpX
PCR/STR
30
S.ED.
FMR1-mPCR AmpX
PCR/STR
30
S.ED.
FMR1-MS-MLPA
MS-MLPA
28
Microdelezioni
cromosoma Y
AZFc-PCR
PCR
30
S.ED.
29
Microftalmia
sindromica 3
SOX2-GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
SOX2-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED
Miotonia congenita di
Thomsen/Becker
CLCN1-GENE
PCR/SEQ
90
S.ED.
CLCN1-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
Neoplasie endocrine
multiple tipo 2
RET-GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
RET-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
Neurofibromatosi
NF1-MLPA
MLPA
30
S.ED.
tipo 1
NF1-GENE
PCR/SEQ
180
S.ED.
NF1-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
NF1-STRs
PCR/STR
30
S.ED.
30
31
32
15
Carta dei Servizi
PATOLOGIA
n.
33
34
35
36
nome
Noonan, Sindrome di
Norrie, Sindrome di
Parkinson, Malattia di
Prader Willi, Sindrome
di
XV Ed. 2014
TEST GENETICO POSTNATALE
TEMPI DI
REFERTAZIONE
TIPOLOGIA
CAMPIONE
TEST GENETICO
metodo
giorni
PTPN11-GENE
PCR/SEQ
90
S.ED.
PTPN11-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
RAF1-GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
RAF1-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
SOS1-GENE
PCR/SEQ
90
S.ED.
SOS1-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
SHOC2-SEQ
PCR/SEQ
30
S.ED.
BRAF-GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
BRAF-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
NDP-GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
NDP-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
PARK-MLPA
MLPA
30
S.ED.
PARK2-GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
PARK2-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
LRRK2-EX41-SEQ
PCR/SEQ
30
S.ED.
PWS/AS-UPD-cr15
PCR/STR
30
S.ED.
PWS/AS-DEL/MET
MLPA
30
S.ED.
37
Rene policistico
dell’adulto
PKD1-PKD2-STRs
PCR/STR
60
S.ED.
38
Rene policistico
infantile
PKHD1-STRs
PCR/STR
60
S.ED.
39
Retinite pigmentosa di
tipo 2
RP2-STRs
STR
30
S.ED.
RP2-GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
RP2-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
16
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
PATOLOGIA
TEST GENETICO POSTNATALE
TEMPI DI
REFERTAZIONE
TIPOLOGIA
CAMPIONE
n.
nome
TEST GENETICO
metodo
giorni
40
Retinite pigmentosa
di tipo 3
RPXL-STRs
PCR/STR
30
S.ED.
41
Retinite pigmentosa
di tipo 7
RDS-GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
RDS-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
Silver-Russell,
Sindrome di
SRS_UPD-cr7
PCR/STR
30
S.ED.
SRS-DEL/MET
MLPA
30
S.ED.
42
43
Sinpolidattilia 1
HOXD13-GENE
PCR/STR
60
S.ED.
44
Sordità indotta da
streptomicina
MTRNR1-SEQ
PCR/SEQ
30
S.ED.
MTRNR1-RE
PCR/RE
30
S.ED.
MTTS1-SEQ
PCR/SEQ
30
S.ED.
GJB2-GENE
PCR/SEQ
30
S.ED.
GJB2-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
GJB2-EX1
PCR/SEQ
30
S.ED.
CX26-CX30
PCR/STR
30
S.ED
TRB-RDB-3
PCR-REV DOT
BLOT
15
S.ED.
15
S.ED.
15
S.ED.
15
S.ED.
15
S.ED.
45
46
Sordità
neurosensoriale AR1
Trombofilia
TRB-RDB-4
TRB-RDB-14
FV Leiden-MUT
PCR-REV DOT
BLOT
FII – MUT
PCR-REV DOT
BLOT
MTHFRA-MUT
RT-PCR
15
S.ED.
MTHFRC-MUT
RT-PCR
15
S.ED.
RT-PCR
RT-PCR
47
Wolfram, Sindrome
di
WFS1-GENE
PCR/SEQ
60
S.ED.
WFS1-MUT
PCR/SEQ
15
S.ED.
17
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
N.B.:
 Su richiesta possono essere eseguite le diagnosi prenatali per le sopraelencate patologie, per
le quali è previsto un tempo di refertazione di 15 giorni, ad eccezione di quei test che
necessitano di campione di DNA estratto da amniociti coltivati (come ad esempio, la S. di
Martin Bell e l’Atrofia Muscolare Spinale).
 In caso di test di screening del portatore o diagnostico su pazienti che hanno in corso una
gravidanza, i tempi di refertazione sono di 21 giorni.
 Se il test di screening del portatore o diagnostico è eseguito su pazienti che hanno in corso
una gravidanza, ma hanno una familiarità e/o un sospetto diagnostico o altra segnalazione
del medico inviante, i tempi di refertazione sono di 15 giorni.
In ogni caso è’ indispensabile un accordo preliminare con il Referente del Settore Diagnostico.
LEGENDA:
S.ED.  da 2 a 10 ml sangue periferico in
STR: micro satelliti
EDTA
MLPA: dosaggio genico
PCR: reazione polimerasica a catena
S. BLOT: Southern Blot
SEQ: sequenziamento automatico
REV DOT BLOT: Reverse Dot Blot
2RE: restrizioni enzimatiche
18
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
DIAGNOSI CITOGENETICA
Responsabile di Struttura Semplice: Dr Antonio Novelli
Indagini
Citogenetiche
Campione
Tipo
Test rapido

Tempi
di
attesa
Note tecniche
Valori di
riferimento
QF-PCR
(Quantitative
Fluorescent
Polymerase Chain
Reaction)
Identificazione delle
aneuploidie
numeriche dei
cromosomi 13,18,21
e XY mediante
microsatelliti
Assenza/Presenza
di aneuploidie dei
cromosomi
13,18,21 e XY
Coltura di linfociti,
bandeggio GTG(400
bande), analisi
cromosomi al
microscopio ottico
Identificazione di
aberrazioni
cromosomiche
numeriche e
strutturali
Assenza/Presenza
di aneuploidie e
aberrazioni
strutturali
Metodo diretto
(mitosi spontanee)
e/o indiretto [coltura
7 gg.
Diretta cellulare a medio e/o
lungo termine] ,
21 gg. In bandeggio GTG(400
coltura
bande), analisi
cromosomi al
microscopio ottico]
Identificazione di
aberrazioni
cromosomiche
numeriche e
strutturali
Assenza/Presenza
di aneuploidie e
aberrazioni
strutturali
Coltura di amniociti
(in situ e/o in
fiasca), bandeggio
GTG(livello di
risoluzione 400
bande), analisi
cromosomi al
microscopio ottico
Identificazione di
aberrazioni
cromosomiche
numeriche e
strutturali
Assenza/Presenza
di aneuploidie e
aberrazioni
strutturali
Quan
tità
5 ml
Liquido
amniotico
48-72
ore
Aneuploidie
cromosomi 13,
18, 21, X, Y

Cariotipo su
sangue
periferico (SP)
Sangue in 5 ml
eparina
sodica
20 mg

Villi
coriali

Liquido
> 16
amniotico ml
Cariotipo su villi
coriali (CVS)
Cariotipo su
liquido
amniotico (LA)
Metodo
28 gg.*
21 gg.
19
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
Indagini
Citogenetiche
Campione

Materiale
abortivo
Villi
Cariotipo su
materiale
abortivo (MA o
POC)
20 mg

Coltura cellulare (dal
sacco amniotico, dal
trofoblasto, dai
tessuti propri del
feto) , bandeggio
30 gg.
GTG(livello di
risoluzione 400
bande), analisi
cromosomi al
microscopio ottico
Ibridazione in situ
fluorescente (FISH)
Liquido
amniotico:
1.nuclei in
5 ml
7gg.
interfase
Studio dei
riarrangiamenti
cromosomici
metafas 2
i fissate su vetrini
2.
7gg.
vetrino
3.
Metodo
Note tecniche
Valori di
riferimento
Identificazione di
aberrazioni
cromosomiche
numeriche e
strutturali
Assenza/Presenza
di aneuploidie e
aberrazioni
strutturali
Analisi di
microdelezione o
microduplicazione
mediante
citogenetica
molecolare (sonda
locus-specifica,
sonde
subtelomeriche)
Assenza/Presenza
di microdelezione o
microduplicazioni
Caratterizzazione di
riarrangiamenti
strutturali (sonde
painting)
Assenza/presenza
segnale di
ibridazione
anomalo
Studio aneuploidie
mediante sonde
alfoidi
Numero dei segnali
di ibridazione
Quanti
tà
Tipo

Tem
pi di
attes
a
metafas 10-15ml 21gg
i da coltura
di
amniociti
20
Carta dei Servizi
Indagini
Citogenetiche
XV Ed. 2014
Campione
Tipo
Studio dei
riarrangiamenti
cromosomici
Tempi di Metodo
attesa
Note tecniche
Valori di
riferimento
Analisi di
microdelezione o
microduplicazione
mediante citogenetica
molecolare (sonda
locus-specifica, sonde
subtelomeriche)
Assenza/Presenza di
microdelezione o
micro duplicazioni
Quantità

Villi coriali
1.
metafasi
fissate su
vetrino
2.
metafasi da 20 mg
coltura di
villo
coriale
21 gg

Sangue in
eparina
sodica
21 gg*
2 vetrini
5ml
7gg
Caratterizzazione di
riarrangiamenti
strutturali (sonde
painting)
Assenza/presenza
segnale di
ibridazione anomalo
Studio aneuploidie
mediante sonde alfoidi
Numero dei segnali
di ibridazione

Tessuto
incluso in
paraffina
Analisi su preparati
fissati in paraffina
5 fettine
di inclusi
in
paraffina
dallo
spessore
di 20μ
cadauno
21 gg.
Ibridazione in situ
fluorescente
(FISH)
Analisi di
microdelezione o
microduplicazione
mediante citogenetica
molecolare (sonda
locus-specifica)
Assenza/Presenza di
microdelezione o
microduplicazioni
Studio aneuploidie
mediante
Numero dei segnali di
ibridazione
sonde alfoidi
Allestimento di
linee linfoblastiche
mediante EBV
(Epstein Barr
Virus)

Sangue in
eparina
sodica
> 10 ml
EBV (Epstein Barr
Virus)
30 gg.
Separazione dei
linfociti da sangue
periferico mediante
Ficoll dopo
centrifugazione
Osservazione di
proliferazione cellulare
21
Carta dei Servizi
Indagini
Citogenetiche
XV Ed. 2014
Campione
Tipo

Sangue in
eparina
sodica
Tempi di
attesa
Metodo
Note tecniche
Valori di
riferimento
7 gg
lavorativi
CGH Array
(Comparative
Genomic
Hybridization)
Analisi di
microdelezione o
microduplicazione
mediante microarray
Assenza/Presenza di
microdelezione o
microduplicazioni
21gg
Risoluzione da 10
Kb a1,0 Mb
Quantità
5 ml
120 gg. *§
+


Studio dei
riarrangiamenti
genomici ad alta
risoluzione
Sangue in
EDTA
Liquido
amniotico
5ml
10 ml
1 Coltura di
liquido
Amniotico
2. .Flask a
confluenza

Villi coriali
7 gg
lavorativi
20 mg
1.frustolo di villo
2.coltura
cellulare di villo
7 gg.
lavorativi
21 gg.

Materiale
abortivo
20 mg
30gg
* Quando l’analisi viene eseguita in regime di URGENZA I tempi di refertazione saranno ridotti a 7
giorni di calendario
§ I tempi di refertazione potranno subire variazioni in caso di necessità di approfondimenti sul
paziente o sui familiari:
più 21 gg per approfondimento tramite FISH
più 30 gg per approfondimento tramite RT-PCR
N.B.: in casi particolari, possono essere utilizzate anche altre tecniche di bandeggio.
22
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
3.4 MODALITA’ DI ACCOGLIENZA
3.4.1 IL PERSONALE
Il personale dell’Istituto CSS-Mendel pone grande attenzione all’accoglienza del paziente,
operando con cortesia e disponibilità.
Il personale assiste l’utente durante tutta la sua permanenza all’interno della Struttura, dal
momento dell’accettazione, al momento della consegna del referto, con l’impegno di migliorare
quotidianamente il servizio e la funzionalità delle prestazioni erogate.
3.4.2 DIFFUSIONE DELLE INFORMAZIONI
Curare la comunicazione e il dialogo qualifica il rapporto con l’utente e migliora l’efficienza dei
servizi offerti. A tale scopo l’Istituto CSS-Mendel promuove periodicamente lo sviluppo di adeguati
progetti di comunicazione finalizzati a garantire una migliore diffusione e accessibilità delle
informazioni sulle attività svolte e le prestazioni erogate.
3.4.3 SCHEDA VALUTAZIONE DEL GRADO DI SODDISFAZIONE
Al l’utente viene sottoposto un questionario anonimo di valutazione, allo scopo di acquisire il
grado di soddisfazione. Le informazioni ottenute grazie a questo strumento consentono al
personale dell’Istituto CSS-Mendel di elaborare delle statistiche utilizzate per ottimizzare e
migliorare la funzionalità e la qualità dei servizi offerti.
3.5 UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO (URP)
La missione dell’URP è assicurare all’utenza dell’Istituto CSS-Mendel l’aiuto e il supporto utili per
ogni tipo di necessità e richiesta.
Il personale dell’URP è a disposizione per:
 Fornire informazioni sulle prestazioni e sui servizi assistenziali;
 Garantire il diritto di essere ascoltati e di ricevere una risposta;
 Ricevere osservazioni, suggerimenti e reclami;
 Agevolare l’accesso e l’orientamento all’interno della struttura.
Tutte le informazioni relative alle attività dell’Istituto CSS-Mendel possono essere richieste o di
persona o contattando telefonicamente il servizio informazioni (URP), che è attivo dal lunedì al
venerdì al numero: +39 06 44160503 (tasto 5). E’ attivo anche un indirizzo di posta elettronica:
[email protected]
Ulteriori informazioni sono disponibili consultando il sito internet dell’Istituto www.css-mendel.it.
23
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
4. STANDARD DI QUALITA’, IMPEGNI E PROGRAMMI DI MIGLIORAMENTO
La Carta dei Servizi è il contratto tra l’Istituto CSS-Mendel e gli utenti, a cui attribuisce un potere
di controllo sulla qualità delle prestazioni erogate.
In particolare l’Istituto CSS-Mendel:
-
adotta standard di qualità del servizio;
-
rende pubblici gli standard e i programmi di miglioramento informandone sia il personale
operante che gli utenti del servizio;
-
verifica il rispetto di tali standard, riconoscendo all’utente lo stesso diritto di verifica;
-
verifica il grado di soddisfazione dell’utente;
-
assicura agli utenti la possibilità di reclamare, in tutti i casi in cui siano stati lesi i loro diritti
o non sia stato effettuato quanto dichiarato nella Carta dei Servizi e in tutti i casi in cui sia
possibile dimostrare che il servizio reso sia inferiore agli standard dichiarati.
Gli standard di qualità riguardano essenzialmente le caratteristiche e le modalità di erogazione dei
servizi, privilegiando il controllo degli aspetti organizzativi, percepibili facilmente dagli utenti.
Si permette in questo modo agli utenti del Servizio Sanitario, di interagire direttamente e
concretamente con la struttura per il soddisfacimento dei propri bisogni di salute.
4.1 Standard di Qualità
Per standard di qualità si intendono:
 risultati dei Controlli di Qualità Interni (CQI) e Verifiche Esterne di Qualità (VEQ)
 efficienza del parco macchine
 formazione continua del personale
 valutazione soddisfazione del paziente
 tempi di attesa e di indagine
Risultati di CQI e VEQ
L’Istituto CSS-Mendel assicura la qualità delle prestazioni eseguite, attraverso la partecipazione a
programmi di controlli di qualità esterni (VEQ), nazionali e internazionali. Nello stesso tempo
applica controlli di qualità interni (CQI), registrati durante le sedute analitiche e analizzati
secondo standard riconosciuti.
Per i Controlli di Qualità Interni di citogenetica si fa riferimento a quanto presentato nelle Linee
Guida della Società Italiana di Genetica Umana (SIGU), nelle quali vengono considerate le
percentuali di successo delle indagini, che devono essere superiori agli standard elencati nel
documento.
Per il settore di Genetica Molecolare l’Istituto applica degli indicatori proposti da SIGUCERT
(disciplinari della Società Italiana di Genetica Umana) e da Eurogentest (Best Practice Guidelines)
24
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
considerandoli standard per i propri controlli interni di qualità.
I controlli di qualità esterni vengono assicurati dalla partecipazione a programmi nazionali e
internazionali, quali le VEQ dell’Istituto Superiore di Sanità e i controlli europei di EMQN (per la
Genetica Molecolare) e di CEQA (per la Citogenetica).
Efficienza del parco macchine
La Direzione dell’Istituto CSS-Mendel assicura l’efficienza delle apparecchiature scientifiche,
necessarie allo svolgimento dell’attività assistenziale, attraverso:
 la pianificazione annuale della manutenzione preventiva;
 il monitoraggio costante del corretto funzionamento delle apparecchiature;
 adeguata modernizzazione ed ottimizzazione del parco macchine;
 programmazione di Audit Interni, secondo la norma ISO 9001:2008.
Formazione continua del personale
L’Istituto CSS-Mendel favorisce l’acquisizione dei crediti formativi, previsti dalla normativa
vigente, per il proprio personale, anche attraverso seminari interni all’Istituto e accreditati ECM.
Valutazione soddisfazione del paziente
La Direzione dell’Istituto CSS-Mendel garantisce la massima attenzione verso le esigenze del
cliente, predisponendo e analizzando questionari di soddisfazione rivolti ai pazienti che accedono
ai servizi offerti dalla struttura.
Tempi di attesa e di indagine
La gestione dei tempi di attesa e di indagine è svolta secondo specifiche procedure e comunicati ai
pazienti in fase di prenotazione e/o accettazione.
4.2 Programmi di Miglioramento
Le azioni di miglioramento che l’Istituto CSS-Mendel intende intraprendere tendono a:
 fornire al cliente servizi rispondenti pienamente alle sue esigenze e aspettative;
-
garantire l’affidabilità delle prestazioni attraverso l’applicazione di Controlli di Qualità
interni e esterni, secondo standard definiti a livello nazionale e internazionali;
-
migliorare il comfort e la sicurezza degli ambienti attraverso verifiche interne e misurando il
grado di soddisfazione degli utenti.
La Direzione si impegna quindi a mettere a disposizione le risorse umane, opportunamente
selezionate, addestrate e formate, le risorse informative e tecnologiche necessarie al
raggiungimento degli obiettivi prefissati.
25
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
5. MECCANISMI DI TUTELA E VERIFICA
5.1 DIRITTI E DOVERI DEGLI UTENTI
Diritto all’informazione
Ogni individuo ha il diritto di accedere a tutti i tipi di informazione che riguardano il suo stato di
salute e i servizi sanitari e come utilizzarli, nonché a tutti quelli che la ricerca scientifica e la
innovazione tecnologica rendono disponibili (art. 35 Carta Europea dei diritti del malato).
La consulenza genetica è un "processo di comunicazione che concerne i problemi umani legati
all’occorrenza, o al rischio di ricorrenza, di una patologia genetica in una famiglia" (Ad hoc
Commitee on Genetic Counselling, 1975).
A differenza di altre analisi in uso nella pratica clinica, i risultati di un test genetico possono avere
numerose implicazioni sul piano psicologico, sociale e riproduttivo, è quindi dovere del personale
informare il paziente su tutte le possibili implicazioni.
Diritto alla riservatezza e consenso informato
Il Consenso Informato è l’espressione della volontà dell’individuo i cui contenuti sono ricondotti
all’articolo 13 e 32 della Costituzione Italiana ed esprimono il diritto alla Salute e il diritto alla
Libertà individuale.
Il consenso informato al trattamento dei dati personali e/o a un test genetico è il risultato di un
processo che deve aiutare il soggetto a decidere se sottoporsi o meno a uno specifico esame.
Nell’Istituto CSS-Mendel tutti i dati personali, sensibili e genetici, acquisiti con il consenso
informato, vengono trattati in conformità a quanto previsto dal D.Lgs. 196/2003, che detta norme
ben precise sulla privacy e sull’utilizzo dei dati personali. Gli utenti, prima di accedere alle
prestazioni offerte dall’Istituto CSS-Mendel, vengono informati su come viene applicata, nella
struttura, la norma sulla privacy, attraverso un modulo di consenso informato da firmare e del
quale riceve copia per poter esercitare i propri diritti.
26
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
Doveri degli utenti
Gli utenti, dal momento in cui hanno accesso all’Istituto CSS-Mendel, sono invitati a mantenere un
comportamento responsabile in ogni momento, nel rispetto e nella comprensione dei diritti degli
altri , con la volontà di collaborare con il personale operante nella struttura.
Pertanto, gli utenti rispetteranno le norme di ”buon comportamento” che, a titolo di esempio,
seguono:
1. esibire, all’atto dell’accettazione, un documento di identità valido;
2. impostare i cellulari in “modalità silenziosa”, onde evitare di disturbare gli altri pazienti;
3. accedere in Istituto con non più di due familiari al seguito;
4. rispettare la privacy degli altri utenti;
5. non è consentito l’ingresso in ambienti diversi da quelli riservati al pubblico. In particolare,
i bambini possono accedere solo se accompagnati da almeno un adulto e, a tutela della loro
sicurezza, dovranno rimanere anch’essi solo nelle aree riservate.
Gli utenti, inoltre, possono aver accesso alle prestazioni solo dopo aver sottoscritto i Consensi
Informati al trattamento dei propri dati personali e all’esecuzione dei test genetici.
5.2 RECLAMI
L’Istituto CSS-Mendel garantisce la funzione di tutela degli utenti attraverso la possibilità, per
questi ultimi, di sporgere reclamo a seguito di disservizio, atto o comportamento che possa aver
limitato o impedito la fruibilità delle prestazioni.
I reclami possono essere presentati con lettera scritta inviata al seguente indirizzo:
Istituto CSS- Mendel - Ufficio U.R.P.
Viale Regina Margherita 261 - 00198 ROMA
e-mail: [email protected]
Entro 5 giorni lavorativi dal ricevimento del reclamo l’ufficio provvederà all’eventuale istruttoria e
alla predisposizione della relativa risposta.
5.3 VERIFICA E AGGIORNAMENTO
La “Carta dei Servizi” dell’Istituto CSS-Mendel è verificata e/o aggiornata almeno una volta
all’anno, non solo per il modificarsi degli aspetti organizzativi e/o strutturali, ma anche a seguito
dell’analisi dei dati sulla qualità percepita, ottenuti attraverso la registrazione dei reclami e le
indagini di soddisfazione.
27
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
6. IL SISTEMA GESTIONE QUALITA’
La Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza Istituto C.S.S. Mendel applica e mantiene attivo un
Sistema di Gestione della Qualità (SGQ), conforme alla Norma ISO 9001:2008 (Certificato
multisito n. IT 009908) ed allo standard Bureau Veritas “Qualità in Medicina di Laboratorio rev.
13” (Certificato n° .IT 240312).
I certificati vengono rilasciati per i seguenti scopi:
“Sviluppo della ricerca Scientifica, della diagnosi (di Citogenetica e Genetica Molecolare) e della
consulenza clinica nell’ambito della Genetica Medica applicata alla salute umana.”
Anche il Servizio di Ecografia e Amniocentesi è coperto dalla certificazione ISO 9001:2008.
Il Sistema di Gestione Qualità è anche un sistema documentato; tutta la documentazione e la
modulistica dell’Istituto sono tenute sotto controllo e revisionate periodicamente, fornendo
evidenza di quanto messo in atto a garanzia della qualità dei processi e dei prodotti/servizi forniti.
Ciò nondimeno è necessario sottolineare che il valore aggiunto delle Certificazioni sta nell’aver
introdotto e validato un metodo di lavoro che premia la sistematizzazione dei processi, creando
l’abitudine ad essere valutati, a fronte di regole comuni e standard precisi.
Nell’ ottica del miglioramento continuo, ogni anno l’ Ente Certificatore sottopone il Sistema
Gestione Qualità ad Audit
28
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
NOTIZIE UTILI
ORGANI DI TUTELA DEI PAZIENTI:
- Cittadinanzattiva onlus
Via Flaminia, 53 – 00196 Roma Tel. 06.367181
www.cittadinanzattiva.it
[email protected]
- Tribunale dei Diritti del Malato – Regione Lazio
Sezione di Roma e Provincia:
 c/o Ospedale San Camillo
Circonvallazione Gianicolense, 87
00152 Roma
Tel. 06 58704579
Resp. Gigliola De Santis
martedì, mercoledì, giovedì 10.00 - 13.00
 c/o Ospedale Sandro Pertini
Via dei Monti Tiburtini, 385
00157 Roma
Tel. 06 41433372
Resp. Silvana Ferrari
mercoledì 9.30 - 12.00
venerdì 9.30 -12.00
 c/o Ospedale San Filippo Neri - I piano
Via Martinotti, 20
00135 Roma
Tel. 06 33062422
giovedì 10.00 - 12.00
 c/o Policlinico Umberto I
Viale del Policlinico
00161 Roma
Tel. 06 49970286
Coord. Giorgio Chinigò
lunedì, martedì, giovedì 10.00 - 12.00
 c/o Sant'Eugenio
29
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
Piazzale dell'Umanesimo, 10
00144 Roma
 c/o Ospedale San Giovanni
Via Amba Aradam, 2
00184 Roma
Tel. 06 77055237, 06 77055921, 06 77055280, 06 70474579
Resp. Fulvio Paglia
lunedì e venerdì 16.00 - 18.00
martedì e giovedì 10.00 - 12.00
 c/o Ospedale Santo Spirito
Lungotevere in Sassia, 1
00193 Roma
Tel. 06 6875264, 06 6875264
martedì, giovedì 9,30-12
 Villa San Pietro
Via Cassia, 600
00189 Roma
Tel. 06 3312354
Resp. Luciano Montebello
 c/o Villa Betania
00100 Roma
Tel. 06 39900210
mercoledì 10.00 - 12.00
Fiumicino
 Via Federico Martinengo, 46
00054 Fiumicino (RM)
Tel. 06 6582344, 06 6580774
Resp. Stella Zaso
lunedì, venerdì 9.30 - 11.00
Ciampino
 Via Dalmazia, 13
00043 Ciampino (RM)
Tel. 06 7915275, 06 6690146
E-mail [email protected]
30
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
martedì 17.00 - 19.00
Ostia
 c/o Ospedale G.B. Grassi
Via Passeroni, 38
00122 Ostia (RM)
Tel. 06 56482074, 06 5664180 (ospedale)
Resp. Rossana Chigiotti
martedì, giovedì 10.00 - 12.00
Bracciano
 c/o Ospedale Civile
Via delle Coste
00062 Bracciano (RM)
Tel. 06 99890223
Resp. Anna Radicioni
martedì, giovedì 10.00 - 12.30
Pomezia
 c/o Camera del Lavoro
Via La Marmora, 32
Pomezia (RM)
Tel. 0691601196 - 91602396
lunedì, mercoledì, venerdì 9.30 - 11.30
Tarquinia
 c/o Ospedale
Viale Igea, 1
01016 Tarquinia (VT)
Tel. 0776846357
lunedì/venerdì 10.00 - 11.30
Sezione di Frosinone
 c/o Ospedale Civile Umberto I
Viale Mazzini
03100 Frosinone
Tel. 0775 207342, 0775 210410
Resp. Anna Piersanti
lunedì 16.30 - 18.30
31
Carta dei Servizi
XV Ed. 2014
venerdì 10.00 - 12.00
Sezione di Latina
 Centro per i diritti del malato "Giampiero Fanelli"
c/o Ospedale civile Santa Maria Goretti
Via Canova, s.n.
04100 Latina
Tel. 0773 655010, 0773 655010
Sezione di Rieti
 c/o Ospedale De Lellis
Viale Baroni
02100 Rieti
Tel. 0746 278439, 0746 278439
E-mail [email protected], [email protected]
Resp. Gabriella Rinaldi
lunedì/sabato 10.30 - 12.00
mercoledì 17.00 - 19.00
Sezione di Viterbo
 c/o Nuovo Ospedale Belcolle
Strada San Martinese
01100 Viterbo
Tel. 0761 339351, 0761 228234 (direzione sanitaria)
martedì e sabato 9.30 - 12.00
giovedì 16.30 - 18.00
ASSOCIAZIONI:
-
AISJAC (Associazione Italiana Sindrome di Joubert e Atassie Congenite) - www.aisjac.com
-
AISEA (Associazione Italiana per la Sindrome di Emiplegia Alternante) - www.aisea.org/
-
AISW (Associazione Italiana Sindrome di Williams) - www.sindromediwilliams.org
-
ANF (Associazione Neuro Fibromatosi) - www.neurofibromatosi.org
-
Associazione Italiana Sindrome X Fragile - www.xfragile.net
-
Uniamo (Federazione Italiana Malattie Rare) - www.uniamo.org
PORTALI INTERNET
 www.iss.it/cnmr - Istituto Superiore Sanità _ Centro Nazionale Malattie Rare
 www.orpha.net – Portale della Malattie Rare e Farmaci Orfani
32
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
485 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content