close

Enter

Log in using OpenID

Brochure dei corsi (pdf) - Cognetti de Martiis

embedDownload
Dipartimento di Economia e Statistica Cognetti de Martiis
Campus Luigi Einaudi, Lungo Dora Siena 100/A, 10153 Torino
www.didattica-est.unito.it
CORSI E PROGRAMMI
A.A. 2014-2015
-1-
Università degli Studi di Torino
Corsi di studio del Dipartimento di Economia e Statistica "Cognetti de Martiis"
Analisi dei dati e probabilità
Data analysis and probability
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0007
Docenti:
Alessandra Durio (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116709632, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Di base
Crediti/Valenza:
12
SSD attvità didattica:
SECS-S/01 - statistica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Scritto ed orale
MODALITÀ D'ESAME
Esame scritto e orale.
PREREQUISITI
Gli Studenti debbono aver frequentato e possibilmente superato il corso di Matematica per le scienze
sociali del primo semestre.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone di fornire agli Studenti le basi metodologiche ed applicative della statistica. I contenuti
prevedono l'analisi statistica descrittiva di dati univariati e bivariati e l'introduzione alla teoria del calcolo
delle probabilità e agli strumenti necessari per affrontare problemi decisionali in condizioni di incertezza.
English
The course aims to provide students with the main methodological and application tools of statistics. The
contents include the descriptive statistical analysis of univariate and bivariate data and the introduction to
the theory of probability theory and tools needed to deal with decision-making problems under uncertainty.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Conoscenza della terminologia scientifica e capacità di comprensione degli aspetti teorici ed applicativi
contenuti nel libro di testo.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione nell'interpretazione e nella valutazione critica di
risultati di analisi statistiche descrittive nonché nell'elaborazione di dati aziendali economici e finanziari.
Autonomia di giudizio e conseguente possibilità di sviluppare considerazioni logiche e deduttive
indispensabili per lavorare autonomamente nella ricerca e nella selezione dei dati a supporto di analisi
statistiche e nell'utilizzo delle fonti statistiche ufficiali.
-2-
Abilità comunicative per divulgare in forma scritta e orale i risultati delle analisi condotte utilizzando
adeguate forme comunicative a seconda degli interlocutori.
Capacità di apprendimento per essere in grado di applicare i metodi e gli strumenti acquisiti per
aggiornare ed approfondire i contenuti studiati, anche in contesti professionali, e per intraprendere studi
successivi.
Esame: scritto e orale.
English
Knowledge of the scientific terminology and understanding capability of the theoretical and applicative
aspects contained in the textbook.
The capability of applying knowledge and understanding in the interpretation and critical evaluation of the
results of descriptive statistical analysis, as well as in the processing of financial technical data.
Autonomy of judgment and the subsequent possibility of developing logical and deductive considerations
which are essential to work independently in the research and selection of data to support statistical
analyses and to make use of the official statistical sources.
Communication capabilities to disclose in a written and oral form the results of analyses conducted
making use of appropriate forms of communication according to the interlocutors.
Learning capability to enable one to apply the methods and tools acquired to update and expand on the
contents studied, also in a professional framework, and to undertake further studies.
Written and oral Test.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Durante tutto il corso le lezioni frontali saranno affiancate da attività in laboratorio informatico, tese a
sviluppare la capacità di applicare gli strumenti acquisiti in modo appropriato tramite l'utilizzo di software
statistico e l'analisi di dati reali.
English
The lectures will be complemented by activities in the computer lab, aimed at developing the ability to
apply in a suitable way the tools acquired through the use of statistical software and analysis of real data.
CONTENUTI
Italiano
Il corso si propone di fornire agli Studenti le basi metodologiche ed applicative della statistica. I contenuti
prevedono l'analisi statistica descrittiva di dati univariati e bivariati e l'introduzione alla teoria del calcolo
delle probabilità e agli strumenti necessari per affrontare problemi decisionali in condizioni di incertezza.
Inglese
The course aims to provide students with the main methodological and application tools of statistics. The
contents include the descriptive statistical analysis of univariate and bivariate data and the introduction to
the theory of probability theory and tools needed to deal with decision-making problems under uncertainty.
PROGRAMMA
Italiano
Statistica descrittiva: Collettivo e unità statistiche. Caratteri statistici e loro modalità. Scale di misura.
-3-
Statistica descrittiva: Collettivo e unità statistiche. Caratteri statistici e loro modalità. Scale di misura.
Mutabili e variabili statistiche. Distribuzioni di frequenza. Raggruppamento in classi. La funzione di
ripartizione. Misure di posizione: medie, modo, mediana quantili. Misure di variabilità: la differenza
interquartilica, le differenze medie, la varianza e lo scarto quadratico medio. Il diagramma a "scatola e
baffi". La diseguaglianza di Tchebychev. Mutabili e Variabili statistiche bivariate. Distribuzione di frequenze
congiunte, marginali e condizionate. Valor medio e varianza delle distribuzioni condizionate. La
covarianza e il rapporto di correlazione lineare. Combinazioni lineari di variabili statistiche. L'indipendenza
statistica e misure di dipendenza. L'indipendenza in media e misura della dipendenza in media. Cenni sulla
regressione lineare. Calcolo delle probabilità: Esperimenti casuali. Insieme dei possibili esiti. Eventi ed
algebra degli eventi. Differenti approcci al calcolo delle probabilità. Definizione assiomatica di misura di
probabilità. Probabilità condizionata. Indipendenza stocastica. Regola di Bayes. Prove ripetute. Variabili
casuali discrete e continue. Funzioni di ripartizione, di distribuzione e di densità di probabilità. Momenti di
una variabile casuale. Variabili casuali notevoli. Trasformazioni di variabili casuali. Variabili casuali doppie.
Covarianza e correlazione tra variabili casuali. Legge dei grandi numeri. Teorema limite Centrale. Elementi
di teoria della simulazione.
English
Descriptive statistics: the statistical population and the statistical units. Characters and their statistical
modes. Measurement scales. Univariate analysis. Frequency distributions. Grouping into classes. The
frequencies cumulative function of a statistical variable. Measures of position: mean, mode, median,
quantiles. Measures of dispersion: interquartile range, variance, standard deviation. Box-plot diagram.
Tchebychev's inequality. Bivariate analysis. Bivariate statistical variates and bivariate statistical variables.
Definitions, conjoint frequencies distribution, marginal distributions and conditional distributions. Mean and
variance of a conditional variable. The covariance and its properties. The analysis of depencence.
Statistical dependence (and its measures). Dependence in mean (and its measures). Elements of linear
regression. Probability: random experiments and their nature. The set of all the possible outcomes of a
random experiment and the Algebra of events. The axiomatic definition of probability. Conditional
probability. Independent and dependent events. The Bayes' rule. Repeated trials of a random experiment.
Random variables, definitions and classifications. Expected values of a random variable, the moments and
the moments generating function of a random variable. Some outstanding random variables (Bernoulli,
Binomial, Gaussian, ...). Random variable transformations. Bivariate random variables. Covariance and
correlation. Large numbers low. Central limit theorem. Elements of simulation theory.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Libri di testo:
Durio, E.D. Isaia, 2009, Elementi di statistica descrittiva, sul sito del corso (http://www.didatticaest.unito.it/do/didattica.pl/Quest?corso=p0eb).
Durio, E.D. Isaia, 2009, Elementi di calcolo delle probabilità, sul sito del corso (http://www.didatticaest.unito.it/do/didattica.pl/Quest?corso=p0eb).
Piccolo, 2004, "Statistica per le decisioni", capitolo 9 (par. 9.7-9.9) e capitolo 11.
Dispense fornite dal docente.
Letture suggerite:
H. Darrel, 2007, Mentire con le Statistiche, Monti & Ambrosini.
A.M. Paganoni, F. Ieva, V. Vitelli, 2012, Laboratorio di statistica con R. Eserciziario, Pearson. G. Espa, R.
Micciolo, 2012, Analisi esplorativa dei dati con R, Apogeo.
English
Textbooks
Durio, E.D. Isaia, 2009, Elementi di statistica descrittiva, sul sito del corso (http://www.didatticaest.unito.it/do/didattica.pl/Quest?corso=p0eb).
Durio, E.D. Isaia, 2009, Elementi di calcolo delle probabilità, sul sito del corso (http://www.didatticaest.unito.it/do/didattica.pl/Quest?corso=p0eb)
Piccolo, 2004, "Statistica per le decisioni", Chapter 9 (sections 9.7-9.9) and Chapter 11.
-4-
Lecture notes.
Suggested readings:
H. Darrel, 2007, Mentire con le Statistiche, Monti & Ambrosini.
A.M. Paganoni, F. Ieva, V. Vitelli, 2012, Laboratorio di statistica con R. Eserciziario, Pearson.
G. Espa, R. Micciolo, 2012, Analisi esplorativa dei dati con R, Apogeo.
NOTA
Italiano
Si invitano gli Studenti a consultare periodicamente le pagine del sito del corso all'indirizzo:
http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=p0eb
English
Students are invited to consult on a regular basis the pages of the course's website
http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=p0eb
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=p0eb
Analisi economica aggregata
Macroeconomics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0444
Docenti:
Mario Cedrini (Titolare del corso)
Matteo Migheli (Titolare del corso)
Contatti docente:
011 6704975, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
12
SSD attvità didattica:
SECS-P/01 - economia politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
Per affrontare con profitto il corso, si ritiene che gli studenti debbano aver sostenuto e superato l'esame dei
corsi di "Introduzione al sistema economico" e di "Matematica per le scienze sociali" del primo anno del
corso di laurea.
English
We strongly recommend that students follow this course after having passed the exams "Introduction to
the economic system" and "Mathematics for Social Sciences" taught in the first year of this bachelor
degree.
OBIETTIVI FORMATIVI
-5-
Italiano
Il corso intende fornire gli strumenti teorici di base per la comprensione dei fenomeni macroeconomici,
nonché una prospettiva storica sull'evoluzione delle teorie della macroeconomia, che consenta agli
studenti di orientarsi nell'attuale dibattito nella disciplina sui principali indirizzi di politica economica.
English
The course aims at providing the basic theoretical instruments for the comprehension of macroeconomic
issues, as well as an historical perspective on the evolution of macroeconomic theories, allowing students
to understand the current debate within the discipline and the main paradigms and orientations as regards
economic policy.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Al termine del corso, gli studenti saranno in grado di utilizzare i metodi della macroeconomia per la
comprensione dei fenomeni economico-sociali aggregati e del dibattito contemporaneo sulle scelte di
politica economica nel contesto europeo e internazionale.
English
On completion, students will be able to use the methods of macroeconomics to analyse aggregate socioeconomic issues, as well as to understand the current debate on economic policies in the international and
European context.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La verifica dell'apprendimento dei contenuti del corso avverrà con modalità scritta. Sarà possibile, per gli
studenti che lo desiderino e abbiano conseguito una valutazione minima di 16/30 nella prova scritta,
integrare l'esame scritto con una prova orale.
English
In this course assessment is through a written exam. Students who wish it can take an additional oral
exam, provided that they have reached a minimum mark of 16/30 in the written examination.
PROGRAMMA
Italiano
Il corso intende fornire, anche in prospettiva storica, i fondamenti delle principali teorie macroeconomiche,
e gli strumenti per la comprensione della politica economica. Particolare attenzione sarà dedicata
all'analisi della congiuntura economica europea e internazionale. In particolare, saranno affrontati i
seguenti argomenti: Analisi economica aggregata in economia chiusa - Contabilità nazionale - Il modello
macroeconomico dell'economia neoclassica - La rivoluzione keynesiana - Il modello IS-LM - Il modello ASAD - Il monetarismo e la nuova macroeconomia classica - La nuova macroeconomia keynesiana Strumenti e obiettivi della politica economica - Disoccupazione, inflazione, debito pubblico - Politiche
monetarie e fiscali Analisi economica aggregata in economia aperta - Commercio con l'estero e tassi di
cambio - La politica economica in un contesto di globalizzazione - La politica economica nell'Unione
Europea - Cenni sulle teorie e i modelli di crescita e sviluppo
English
The course aims at providing, even in historical perspective, the foundations of the main macreconomic
theories, and the theoretical tools necessary to understand economic policies. Special attention is devoted
to the analysis of the current European and international economic situation. In particular, the course
covers the following topics: Closed-economy macroeconomics - National accounts - The neoclassical
macroeconomic model - The Keynesian revolution - The IS-LM model - The AS-AD model - Monetarism
and new classical macroeconomics - The new Keynesian macroeconomics - Tools and aims of economic
policies - Unemployment, inflation, public debt - Monetary and fiscal policies Open-economy
macroeconomics - Foreign trade and exchange rates - Economic policies and globalization - Economic
policies in the European Union - Introductory elements of growth theories and models
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Il corso si baserà sui seguenti libri di testo: - Nicola Acocella, "Fondamenti di politica economica", quinta
-6-
Il corso si baserà sui seguenti libri di testo: - Nicola Acocella, "Fondamenti di politica economica", quinta
edizione, Roma: Carocci, 2011 - Michael Burda e Charles Wyplosz, "Macroeconomia. Un'analisi europea",
nuova edizione italiana a cura di Marcello Messori e Lorenzo Carbonari, Milano: Egea, 2014 (in stampa)
English
The course is based on the following textbooks: - Nicola Acocella, "Fondamenti di politica economica", fifth
edition, Roma: Carocci, 2011 - Michael Burda and Charles Wyplosz, "Macroeconomia. Un'analisi europea",
new Italia edition edited by Marcello Messori and Lorenzo Carbonari, Milano: Egea, 2014 (forthcoming)
NOTA
Italiano
Il corso potrà includere attività seminariali e di laboratorio, che prevedano il coinvolgimento attivo degli
studenti.
English
The course may include seminars and laboratory activities that involve students actively.
Orario Lezioni
Moduli didattici:
Analisi economica aggregata 1
Analisi economica aggregata 2
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=pt9p
Analisi economica aggregata 1
Macroeconomics 1
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0011
Docente:
Mario Cedrini (Titolare del corso)
Contatti docente:
011 6704975, [email protected]
Corso integrato:
Analisi economica aggregata
Anno:
2
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/01 - economia politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
italiano
Per affrontare con profitto il corso, si ritiene che gli studenti debbano aver sostenuto e superato l'esame dei
corsi di "Introduzione al sistema economico" e di "Matematica per le scienze sociali" del primo anno del
corso di laurea.
english
We strongly recommend that students follow this course after having passed the exams "Introduction to
the economic system" and "Mathematics for Social Sciences" taught in the first year of this bachelor
degree.
OBIETTIVI FORMATIVI
italiano
Il corso intende fornire gli strumenti teorici di base per la comprensione dei fenomeni macroeconomici,
nonché una prospettiva storica sull'evoluzione delle teorie della macroeconomia, che consenta agli
-7-
nonché una prospettiva storica sull'evoluzione delle teorie della macroeconomia, che consenta agli
studenti di orientarsi nell'attuale dibattito nella disciplina sui principali indirizzi di politica economica.
english
The course aims at providing the basic theoretical instruments for the comprehension of macroeconomic
issues, as well as an historical perspective on the evolution of macroeconomic theories, allowing students
to understand the current debate within the discipline and the main paradigms and orientations as regards
economic policy.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
italiano
Al termine del corso, gli studenti saranno in grado di utilizzare i metodi della macroeconomia per la
comprensione dei fenomeni economico-sociali aggregati e del dibattito contemporaneo sulle scelte di
politica economica nel contesto europeo e internazionale.
english
On completion, students will be able to use the methods of macroeconomics to analyse aggregate socioeconomic issues, as well as to understand the current debate on economic policies in the international and
European context.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
italiano
La verifica dell'apprendimento dei contenuti del corso avverrà con modalità scritta. Sarà possibile, per gli
studenti che lo desiderino e abbiano conseguito una valutazione minima di 16/30 nella prova scritta,
integrare l'esame scritto con una prova orale.
english
In this course assessment is through a written exam. Students who wish it can take an additional oral
exam, provided that they have reached a minimum mark of 16/30 in the written examination.
PROGRAMMA
italiano
Il corso intende fornire, anche in prospettiva storica, i fondamenti delle principali teorie macroeconomiche,
e gli strumenti per la comprensione della politica economica. In particolare, saranno affrontati i seguenti
argomenti: Analisi economica aggregata in economia chiusa - Contabilità nazionale - Il modello
macroeconomico dell'economia neoclassica - La rivoluzione keynesiana - Il modello IS-LM - Il modello ASAD - Il monetarismo e la nuova macroeconomia classica - La nuova macroeconomia keynesiana
english
The course aims at providing, even in historical perspective, the foundations of the main macreconomic
theories, and the theoretical tools necessary to understand economic policies. In particular, the course
covers the following topics: Closed-economy macroeconomics - National accounts - The neoclassical
macroeconomic model - The Keynesian revolution - The IS-LM model - The AS-AD model - Monetarism
and new classical macroeconomics - The new Keynesian macroeconomics
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
italiano
Il corso si baserà sui seguenti libri di testo: - Nicola Acocella, "Fondamenti di politica economica", quinta
edizione, Roma: Carocci, 2011 - Michael Burda e Charles Wyplosz, "Macroeconomia. Un'analisi europea",
nuova edizione italiana a cura di Marcello Messori e Lorenzo Carbonari, Milano: Egea, 2014 (in stampa)
english
The course is based on the following textbooks: - Nicola Acocella, "Fondamenti di politica economica", fifth
edition, Roma: Carocci, 2011 - Michael Burda and Charles Wyplosz, "Macroeconomia. Un'analisi europea",
new Italia edition edited by Marcello Messori and Lorenzo Carbonari, Milano: Egea, 2014 (forthcoming)
NOTA
italiano
Il corso potrà includere attività seminariali e di laboratorio, che prevedano il coinvolgimento attivo degli
studenti.
english
-8-
english
The course may include seminars and laboratory activities that involve students actively.
Pagina web del modulo: http://www.didattica-est.unito.it/do/moduli.pl/Show?_id=cf09
Analisi economica aggregata 2
Macroeconomics 2
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0020
Docente:
Matteo Migheli (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116709630, [email protected]
Corso integrato:
Analisi economica aggregata
Analisi economica aggregata
Anno:
2
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
italiano
Per affrontare con profitto il corso, si ritiene che gli studenti debbano aver sostenuto e superato l'esame dei
corsi di "Introduzione al sistema economico" e di "Matematica per le scienze sociali" del primo anno del
corso di laurea.
english
We strongly recommend that students follow this course after having passed the exams "Introduction to
the economic system" and "Mathematics for Social Sciences" taught in the first year of this bachelor
degree.
PROPEDEUTICO A
italiano
Nessun corso.
english
No course.
OBIETTIVI FORMATIVI
italiano
Il corso intende fornire gli strumenti teorici di base per la comprensione dei fenomeni macroeconomici,
nonché una prospettiva storica sull'evoluzione delle teorie della macroeconomia, che consenta agli
studenti di orientarsi nell'attuale dibattito nella disciplina sui principali indirizzi di politica economica.
english
The course aims at providing the basic theoretical instruments for the comprehension of macroeconomic
issues, as well as an historical perspective on the evolution of macroeconomic theories, allowing students
to understand the current debate within the discipline and the main paradigms and orientations as regards
economic policy.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
italiano
Al termine del corso, gli studenti saranno in grado di utilizzare i metodi della macroeconomia per la
-9-
Al termine del corso, gli studenti saranno in grado di utilizzare i metodi della macroeconomia per la
comprensione dei fenomeni economico-sociali aggregati e del dibattito contemporaneo sulle scelte di
politica economica nel contesto europeo e internazionale.
english
On completion, students will be able to use the methods of macroeconomics to analyse aggregate socioeconomic issues, as well as to understand the current debate on economic policies in the international and
European context.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
italiano
La verifica dell'apprendimento dei contenuti del corso avverrà con modalità scritta. Sarà possibile, per gli
studenti che lo desiderino e abbiano conseguito una valutazione minima di 16/30 nella prova scritta,
integrare l'esame scritto con una prova orale.
english
In this course assessment is through a written exam. Students who wish it can take an additional oral
exam, provided that they have reached a minimum mark of 16/30 in the written examination.
PROGRAMMA
italiano
Il corso intende fornire i fondamenti delle principali teorie macroeconomiche, e gli strumenti per la
comprensione della politica economica. Particolare attenzione sarà dedicata all'analisi della congiuntura
economica europea e internazionale. In particolare, saranno affrontati i seguenti argomenti: Analisi
economica aggregata in economia chiusa - Strumenti e obiettivi della politica economica Disoccupazione, inflazione, debito pubblico - Politiche monetarie e fiscali Analisi economica aggregata in
economia aperta - Commercio con l'estero e tassi di cambio - La politica economica in un contesto di
globalizzazione - La politica economica nell'Unione Europea - Cenni sulle teorie e i modelli di crescita e
sviluppo
english
The course aims at providing the foundations of the main macreconomic theories, and the theoretical
tools necessary to understand economic policies. Special attention is devoted to the analysis of the
current European and international economic situation. In particular, the course covers the following topics:
Closed-economy macroeconomics - Tools and aims of economic policies - Unemployment, inflation,
public debt - Monetary and fiscal policies Open-economy macroeconomics - Foreign trade and exchange
rates - Economic policies and globalization - Economic policies in the European Union - Introductory
elements of growth theories and models
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
italiano
Il corso si baserà sui seguenti libri di testo: - Nicola Acocella, "Fondamenti di politica economica", quinta
edizione, Roma: Carocci, 2011 - Michael Burda e Charles Wyplosz, "Macroeconomia. Un'analisi europea",
nuova edizione italiana a cura di Marcello Messori e Lorenzo Carbonari, Milano: Egea, 2014 (in stampa)
english
The course is based on the following textbooks: - Nicola Acocella, "Fondamenti di politica economica", fifth
edition, Roma: Carocci, 2011 - Michael Burda and Charles Wyplosz, "Macroeconomia. Un'analisi europea",
new Italia edition edited by Marcello Messori and Lorenzo Carbonari, Milano: Egea, 2014 (forthcoming)
NOTA
italiano
Il corso potrà includere attività seminariali e di laboratorio, che prevedano il coinvolgimento attivo degli
studenti.
english
The course may include seminars and laboratory activities that involve students actively.
Pagina web del modulo: http://www.didattica-est.unito.it/do/moduli.pl/Show?_id=8evs
- 10 -
Antropologia economica
Economic anthropology
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0494
Docenti:
Roberto Marchionatti (Titolare del corso)
Mario Cedrini (Titolare del corso)
Dott. Pierluigi Conzo (Titolare del corso)
Contatti docente:
011 6704042, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
M-DEA/01 - discipline demoetnoantropologiche
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
conoscenze base di economia e antropologia
English
Basic principles of economics and anthropology
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
La finalità del corso è far comprendere i complessi termini del dibattito interdisciplinare tra economisti e
antropologi
English
The aim of the course is to provide students an advanced understanding of the complex terms of the
interdisciplinary discussion between economists and other sociali scientists, anthropologists in particular.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Capacità di comprendere le problematiche legate alla relazione tra economia e antropologia nello sviluppo
storico delle due discipline
English
Ability to understand the main issues of the relationship between economics and anthropology in the
historical development of the two disciplines
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
esame orale
English
- 11 -
English
oral examination
PROGRAMMA
Italiano
Oggetto del corso è l'analisi delle società primitive da parte di economisti, antropologi e altri scienziati
sociali.
La prima parte del corso è dedicata alla trattazione dei seguenti temi:
1. Smith, l'economia primitiva e la fondazione dell'imperialismo economico
2. Marx e le società precapitalistiche
3. Boas, Malinowski e Mauss: gli antropologi e la scoperta delle economie primitive reali
4. La teoria economica neoclassica e l'economia primitiva: Robbins e gli antropologi formalisti
5. Polanyi e la scuola sostanzialista
6. Sahlins e l'"economia dell'età della pietra"
7. L'economia contemporanea e le economie primitive
8. Sul concetto di dono e la fondazione di una scienza economica non imperialista
Nella sua seconda parte l corso presenta una parte monografica dedicata al concetto di dono. In
particolare, si proporrà un'analisi del "Saggio sul dono" di Marcel Mauss, e dell'influenza avuta dall'opera
nelle principali discipline sociali del Novecento. Uno studio delle diverse letture, antropologiche e
sociologiche, del saggio di Mauss si concluderà con la proposta di cogliere la rilevanza delle tesi espresse
nel "Saggio sul dono" per il mondo contemporaneo.
English
The course is devoted the the analysis of primitive societies by economists, anthropologists and other
social scientists.
In the first part the course deals with the following topics:
1. Smith, the primitive economies and the foundation of economics' imperialism
2. Pre-capitalistic societies in Marx's analysis
3. Boas, Malinowski and Mauss: the discovery of real primitive economies
4. Neoclassical economics and the primitive economies: Robbins and the formalist anthropologists
5. Polanyi's substantist school
6. Sahlins's "Stone Age Economics"
7. Contemporary economics and the primitive economies
In the second part the course includes a monography on the concept of gift. In particular, it offers an
analysis of the essay "The Gift" by Marcel Mauss, and of the influence of this latter on social disciplines
throughout the twentieth century. By revisiting the various (sociological and anthropological) readings
offered of "The Gift", the course will elaborate on the continuing relevance of Mauss' vision for today's
world.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Roberto Marchionatti, Gli economisti e i selvaggi. L'imperialismo della scienza economica e i suoi limiti,
Milano, Bruno Mondadori, 2008
Roberto Marchionatti, "The economists and the primitive societies. A crique of economic imperialism", The
Journal of Socio-Economics, 41, 2012, 529-540
Mario Cedrini e Roberto Marchionatti, "On the Theoretical and Practical Relevance of the Concept of Gift to
the Development of a Non-Imperialistic Economics", CESMEP Working Paper, Dipartimento di economia e
Statistica Cognetti de Martiis, Università di Torino, 3/2013
Matteo Aria e Fabio Dei (a cura di), Culture del dono, Roma, Meltemi, 2008 (scaricabile gratuitamente a:
http://www.fareantropologia.it/sitoweb/index.php?option=com_content&view=cat egory&id=47&Itemid=68
In particolare il saggio di Matteo Aria, "Dono, hau e reciprocità. Alcune riletture antropologiche di Marcel
Mauss", in Culture del dono, a cura di M. Aria e F. Dei, Roma, Meltemi, 2008.
English
Roberto Marchionatti, Gli economisti e i selvaggi. L'imperialismo della scienza economica e i suoi limiti,
Milano, Bruno Mondadori, 2008
Roberto Marchionatti, "The economists and the primitive societies. A crique of economic imperialism", The
Journal of Socio-Economics, 41, 2012, 529-540
Mario Cedrini and Roberto Marchionatti, "On the Theoretical and Practical Relevance of the Concept of Gift
- 12 -
Mario Cedrini and Roberto Marchionatti, "On the Theoretical and Practical Relevance of the Concept of Gift
to the Development of a Non-Imperialistic Economics", CESMEP Working Paper, Dipartimento di economia
e Statistica Cognetti de Martiis, Università di Torino, 3/2013
Matteo Aria and Fabio Dei (editors), Culture del dono, Roma, Meltemi, 2008 (downlodable:
http://www.fareantropologia.it/sitoweb/index.php?option=com_content&view=cat egory&id=47&Itemid=68
See in particular Matteo Aria's paper: "Dono, hau e reciprocità. Alcune riletture antropologiche di Marcel
Mauss", in Culture del dono, edited by M. Aria e F. Dei, Roma, Meltemi, 2008.
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=acj7
Applicazioni empiriche di microeconomia
Empirical application of microeconomics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0436
Docenti:
Prof. Ugo Colombino (Titolare del corso)
Steinar Strom (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703860, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Scienze Statistiche, Economiche e Manageriali - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-P/01 - economia politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano e Inglese
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
Modelli Microeconomici Applicati a Analisi dei dati economici.Economici(I anno).
English
Applied Microeconomic Models and Analysis of Economic Data(I year).
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Apprendimento attraverso case-studies
English
Learning though case-studies
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Capacita' di applicare e sviluppare modelli empirici in una ampia varita' di casi.
English
- 13 -
Ability to apply and develop empirical models in a large variety of cases.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame scritto.
English
Written exam.
PROGRAMMA
Italiano
Offerta di lavoro Disoccupazione Politiche per il mercato del lavoro Riforme pensionistiche Diseguaglianza
Migrazioni Prostituzione Organizzazione industriale Mercato dei farmaci Mercato dell'energia Analisi costibenefici Investimento in infrastrutture Preferenze intertemporali Cambiamento climatico Tassazione
Sostegno del reddito Telecomunicazioni
English
Labor supply Unemployment Evaluation of labor market programs Pension reforms Inequality Migration
Prostitution and trafficking Industrial organization Market for pharmacueticals Energy markets Cost-benefit
analysis Investments in infrastructure Discounting Climate change policies Taxes Income support
Telecommunications
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Materiali didattici forniti durante le lezioni.
English
Teaching resources provided during the lectures.
NOTA
Italiano
Consultare anche la pagina personale: http://www.personalweb.unito.it/ugo.colombino/
English
Visit also the homepage: http://www.personalweb.unito.it/ugo.colombino/
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=fz7k
Bilancio e analisi finanziaria
Accounting
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0004
Docente:
Vera Palea (Titolare del corso)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
- 14 -
SSD attvità didattica:
SECS-P/07 - economia aziendale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
No prerequisiti
PROPEDEUTICO A
Italiano
Nessuna propedeuticità
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Mettere lo studente in grado di comprendere il bilancio delle società e fornire alcuni strumenti di analisi per
la valutazione del loro equilibrio economico-patrimoniale-finanziario.
English
To provide basic tools for understanding and analyzing a firm's financial statements
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente dovrà essere in grado di leggere e interpretare un bilancio e di valutare la solvibilità e
redditività di un'impresa.
English
Students should be able to understand and analyze firms' financial statements.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Test scritto + Orale obbligatorio
English
Written + oral exam
PROGRAMMA
Italiano
L'impresa e il sistema economico. Impieghi e fonti di finanziamento dell'impresa.
Il ruolo dell'informativa di bilancio sul mercato dei capitali.
Il sistema contabile delle imprese: obiettivi, strumenti e procedure. Principi contabili fondamentali, metodo
della partita doppia, rilevazioni contabili.
Il bilancio: contenuto, struttura e criteri di valutazione secondo le norme del Codice Civile e secondo gli
IAS/IFRS.
Elementi fondamentali dell'analisi di bilancio: i principali indicatori di liquidità, solidità e redditività di
un'impresa.
English
Corporate financing. The role of financial information in the capital market.
Financial statements: balance sheet, income statement and cash flow statement according to the Italian
Civil Code and IFRS.
Introduction to financial statement analysis: corporate liquidity, solvency and profitability ratios.
- 15 -
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
R. Anthony et al., Il bilancio ? analisi economiche per le decisioni e la comunicazione della performance ,
McGraw-Hill, ultima edizione; V. Palea, Rischio, rendimento e fondamentali d?impresa, Pearson ?Prentice
Hall, 2010; Materiale distribuito dal docente.
English
R. Anthony et al., Il bilancio ? analisi economiche per le decisioni e la comunicazione della performance ,
McGraw-Hill, ultima edizione; V. Palea, Rischio, rendimento e fondamentali d?impresa, Pearson ?Prentice
Hall, 2010; Materiale distribuito dal docente.
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ptfp
Cambiamento climatico:strumenti e politiche (docente da designare)
Climate change: methods and policies
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0454
Docente:
Contatti docente:
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
1° anno 2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
M-GGR/02 - geografia economico-politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
MODALITÀ D'ESAME
Per gli STUDENTI FREQUENTANTI la valutazione finale verrà fatta sulla base di esoneri scritti e/o di un
esame orale. Per gli STUDENTI NON FREQUENTANTI la valutazione finale verrà fatta tramite esame orale.
PREREQUISITI
.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Riflettere criticamente sui cambiamenti climatici attraverso le chiavi di lettura sviluppate dalla riflessione
geografica, con particolare attenzione verso le relazioni locali e globali che caratterizzano i rapporti tra le
società e l'ambiente, verso l'influenza che le diverse modalità di territorializzazione hanno sul clima; verso
le azioni e le politiche che possono essere intraprese per contrastare tali cambiamenti
English
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente dovrà possedere una buona conoscenza degli argomenti trattati durante il corso ed essere
- 16 -
Lo studente dovrà possedere una buona conoscenza degli argomenti trattati durante il corso ed essere
in grado di utilizzare consapevolmente gli strumenti acquisiti. Il possesso di tali competenze sarà oggetto
di verifica secondo quanto indicato alla voce Modalità d'esame.
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
English
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Il corso è composto da:
-lezioni frontali;
-interventi di esperti;
-seminari.
PROGRAMMA
Italiano
Parte 1. Aspetti "tecnici": il funzionamento del sistema climatico e le sue perturbazioni
1.
Il bilancio radiativo della terra
Le leggi della termodinamica,
Equilibrio e stato stazionario
L'energia in entrata
L'energia in uscita
2.
La circolazione atmosferica
L'atmosfera terrestre: le principali caratteristiche
Un pianeta piatto e fermo: la pentola che bolle
Un pianeta sferico e fermo: la cella di Hadley
Un pianeta sferico e in rotazione: il sistema a tre celle
L'Inter Tropical Convergence Zone e la "geografia dei climi"
3.
Le correnti marine
I mari e gli oceani: le principai caratteristiche
Analogie e differenze tra atmosfera e oceano
- 17 -
Mare, ghiaccio, vapore: criosfera e ciclo dell'acqua
La scoperta delle correnti marine da parte dei navigatori
Le correnti superficiali
Le correnti verticali: upwelling e downwelling
Le correnti profonde: la circolazione termoalina
La corrente del golfo
Younger Dryas: il blocco della corrente del golfo
4.
Forcing e feedback
Forcing di origine naturale
Forcing di origine antropica
Feedback positivi
Feedback negativi
Caos e dinamiche del clima
5.
I gas serra e il ciclo del carbonio
L'effetto serra: modificare il bilancio radiativo terrestre
I gas serra
Il ciclo del carbonio
Le modificazioni antropiche del ciclo del carbonio, il ruolo dell'oceano
6.
I metodi della climatologia e della paleoclimatologia
Agassiz: il primo climatologo.
Utilizzare gli alberi e altre proxi: dendrologia, lichenologia, varve, stalattiti, fondali marini, ecc.
Gli archivi contenuti nei ghiacci
L'utilizzo degli isotopi
Satelliti e remote sensing
I modelli al computer
7.
Breve storia del clima sulla terra
Le principali ere glaciali
La terra "palla di neve"
L'era glaciale del quaternario
L'ultimo periodo interglaciale: l'antropocene
La "regionalizzazione" dei cambiamenti climatici
- 18 -
Parte 2. Aspetti socio-economico-politico-culturali legati al CC
8.
Gli impatti del CC
Gli scenari dell'IPCC
Gli impatti diretti del CC
Le conseguenze del CC sugli ecosistemi
Gli impatti del CC sugli esseri umani
9.
Geopolitica del CC
Introduzione alla geopolitica
Geopolitica, risorse e CC
Nuove opportunità: la rotta a NW
Nuove opportunità: giacimenti sotto l'artico
L'innalzamento dei mari: la cancellazione di intere nazioni
Regioni assetate
Produzione di cibo a rischio
Migrazioni e conflitti
10. Le politiche di mitigazione del CC
Riconoscimento del problema (fino a Kyoto)
L'IPCC
Il protocollo di Kyoto
I meccanismi di flessibilità
Punti di forza e limiti del protocollo di Kyoto
Il post-Kyoto
11. Le politiche di adattamento al CC
Storia delle politiche di adattamento
Politiche di adattamento: regionalizzare e territorializzare
Esempi di politiche di adattamento e relativi problemi
12. I costi economici del CC
Combattere il CC: un problema intertemporale
- 19 -
Lo Stern Report
Limiti e critiche allo Stern Report
13. Politiche e strumenti per il CC (approfondimenti)
L'equilibrio climatico: un commons da gestire
Nuove architetture per i trattati sul CC
Come ripartire equamente i costi delle politiche contro il CC?
14. Costruzione culturale del CC e narrazioni sul CC
Gli attori in gioco
Le dinamiche in atto
Cosa è scienza e cosa non lo è?
English
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- Il testo di T. FLANNERY, I SIGNORI DEL CLIMA, CORBACCIO
- Materiale didattico consigliato a lezione
LE MODALITA' D'ESAME PER STUDENTI FREQUANTANTI E NON FREQUANTANTI SONO SCARICABILI DALLA
PAGINA "MATERIALE DIDATTICO
English
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=1ba8
Cattedra Enrico Luzzati In Cooperazione E Sviluppo
Enrico luzzati chair in cooperation and development
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0415
Docente:
Mario Cimoli (Titolare del corso)
Dott. Pierluigi Conzo (Titolare del corso)
Contatti docente:
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
- 20 -
SSD attvità didattica:
SECS-P/02 - politica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
MODALITÀ D'ESAME
To be defined with the instructors
PREREQUISITI
Italiano
Familiarità con tecniche quantitative e con gli strumenti di analisi micro economici.
English
Familiarity with quantitative methods and with the analytical tools of microeconomics.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Mettere in pratica i concetti teorici di economia e cooperazione allo sviluppo attraverso l'apprendimento di
tecniche quantitative e sperimentali di valutazione dei progetti di sviluppo.
____
DA DEFINIRSI - consultare versione campusnet del sito.
English
Practicing the multifaceted concepts studied at a theoretical level during the courses of development and
cooperation. After a short introduction on how to create a research project, the focus will be on the
quantitative and experimental tools for the evaluation of development project.
______
TO BE DEFINED - please visit the campus-net version of the course website.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Da definirsi in classe con i docenti
English
To be defined with the instructors during the lectures
CONTENUTI
Structural determinants of economic development and growth (7 cfu, 42h)
M. CIMOLI
- 21 -
Part I: Classical ideas
- Historical paths
- Market size and externalities
- Unlimited labour and dualism
- Industry and technology
- Trade and specialization
Part II: Recovering classical ideas: the North-South models
- Convergence vs. divergence
-Preconditions for Macroeconomic Stability
Part III: A introductory map to microfoundation and demand-led growth
- Heterogeneity, institutions and technology
- Cumulative causation and evolutionary dynamics
- Surveys
__________
Microfinance & Development (2 cfu, 12h)
P. CONZO
First part: Why lending to the poor? •Financial exclusion and microfinance in developing countries •Credit
market failures •How microfinance mitigates market failures
When? 12-14 November (Wed, 8-10 am and Thur/Fri 2-4pm)
Second part: Does microfinance really work? •Quantitative methods for impact evaluations •The impacts
of microfinance •Case studies (Argentina, Sri Lanka, etc.)
When? 3-5 December (Wed, 8-10 am and Thur/Fri 2-4pm)
PROGRAMMA
Italiano
Structural determinants of economic development and growth (7 cfu, 42h)
M. CIMOLI
Part I: Classical ideas
- Historical paths
- Market size and externalities
- Unlimited labour and dualism
- Industry and technology
- Trade and specialization
Part II: Recovering classical ideas: the North-South models
- Convergence vs. divergence
- 22 -
-Preconditions for Macroeconomic Stability
Part III: A introductory map to microfoundation and demand-led growth
- Heterogeneity, institutions and technology
- Cumulative causation and evolutionary dynamics
- Surveys
__________
Microfinance & Development (2 cfu, 12h)
P. CONZO
First part: Why lending to the poor? •Financial exclusion and microfinance in developing countries •Credit
market failures •How microfinance mitigates market failures
When? 12-14 November (Wed, 8-10 am and Thur/Fri 2-4pm)
Second part: Does microfinance really work? •Quantitative methods for impact evaluations •The impacts
of microfinance •Case studies (Argentina, Sri Lanka, etc.)
When? 3-5 December (Wed, 8-10 am and Thur/Fri 2-4pm)
English
Structural determinants of economic development and growth (7 cfu, 42h)
M. CIMOLI
Part I: Classical ideas
- Historical paths
- Market size and externalities
- Unlimited labour and dualism
- Industry and technology
- Trade and specialization
Part II: Recovering classical ideas: the North-South models
- Convergence vs. divergence
-Preconditions for Macroeconomic Stability
Part III: A introductory map to microfoundation and demand-led growth
- Heterogeneity, institutions and technology
- Cumulative causation and evolutionary dynamics
- Surveys
__________
Microfinance & Development (2 cfu, 12h)
P. CONZO
First part: Why lending to the poor? •Financial exclusion and microfinance in developing countries •Credit
market failures •How microfinance mitigates market failures
When? 12-14 November (Wed, 8-10 am and Thur/Fri 2-4pm)
- 23 -
Second part: Does microfinance really work? •Quantitative methods for impact evaluations •The impacts
of microfinance •Case studies (Argentina, Sri Lanka, etc.)
When? 3-5 December (Wed, 8-10 am and Thur/Fri 2-4pm)
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Vedi materiale allegato
English
See course materials
NOTA
Orario Lezioni
Si raccomanda agl studenti del corso di seguire il pre-corso di "Introduzione all'Economia". Gli orari sono
riportati al seguente link:
Students are strongly encouraged to attend the pre-course "introduction to economics":
http://www.didattica-est.unito.it/do/avvisi.pl/Show?_id=s3or
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=4h14
Citta' creative e multiculturalismo
Creative cities and multiculturalism
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0470
Docente:
Dott. Ugo Rossi (Titolare del corso)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
M-GGR/02 - geografia economico-politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Orale o scritta a scelta dello studente
PREREQUISITI
Italiano
Nessuno
English
none
PROPEDEUTICO A
- 24 -
Italiano
Nessuno
English
none
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Ci si attende che gli studenti acquisiscano la conoscenza necessaria tanto alla comprensione in chiave
comparata quanto alla gestione pratica delle città creative e multiculturali in diversi contesti nazionali e
culturali.
English
Students are expected to acquire comparative knowledge required for the critical understanding and the
management of creative and multicultural cities in a variety of national and cultural contexts.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Ci si attende che gli studenti acquisiscano familiarità con un approccio critico agli studi urbani dal punto
di vista dei dibattiti sul multiculturalismo e sulle economie creative.
English
Students are expected to become familiar with a critical approach to urban studies from the viewpoint of
debates on multiculturalism and creative economies.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame orale o scritto a scelta dello studente
English
Oral or written examination
CONTENUTI
Italiano
Il corso studia come le città contemporanee affrontano le sfide del multiculturalismo e delle economie
creative nell'attuale scenario di globalizzazione e neoliberalismo.
English
This course will deal with the ways in which contemporary cities engage with multiculturalism and
creative-class issues under conditions of globalisation and neoliberalism.
PROGRAMMA
Italiano
Introduzione: città e globalizzazione
- La politica della rappresentazione
- 25 -
- Le città creative: dibattito ed evidenza empirica
- Le tesi di Richard Florida (reading & seminario)
- La cittadinanza urbana: riconoscimento e diversità socio-cultural
English
Introduction: cities and globalisation
- The politics of representation
- Creative cities: debates and empirical evidence
- Debating Richard Florida (reading and seminar)
- Urban citizenship: recognition and socio-cultural diversity
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- U. Rossi, A. Vanolo (2012), Urban Political Geographies. A Global Perspective. Sage: London and Los
Angeles (chapters 1, 2, 6).
- R. Florida (2014), The Rise of the Creative Class – Revisited. Basic Books, New York.
English
- U. Rossi, A. Vanolo (2012), Urban Political Geographies. A Global Perspective. Sage: London and Los
Angeles (chapters 1, 2, 6).
- R. Florida (2014), The Rise of the Creative Class – Revisited. Basic Books, New York.
NOTA
Italiano
Durante le lezioni il docente leggerà ampie parti della nuova versione del best-seller di Richard Florida.
Frequentando, gli studenti hanno dunque l'opportunità di conoscere a fondo il significato di un libro tanto
influente quanto controverso nelle attuali scienze sociali e nel più ampio dibattito pubblico.
English
Students are warmly encouraged to attend this course as the lecturer will read large parts of the newly
published version of Richard Florida's best seller. This is an opportunity to actively engage with a highly
influential but also controversial book in contemporary social sciences and in wider public debates.
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=0wlr
Comparative economic development
Comparative economic development
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0067
- 26 -
Docente:
Prof. Vittorio Valli (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703887, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-P/02 - politica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
Mutuato da: COMPARATIVE ECONOMIC DEVELOPMENT (LAUREA MAGISTRALE) (SCP0067)
Corsi di Studio del Dipartimento di Culture, Politica e Società
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=f62b
Contabilità ambientale (non attivo a.a. 2014/2015)
Environmental accounting
Anno accademico:
Codice attività didattica: SCP0245
Docente:
Contatti docente:
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/06 - economia applicata
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso mira a fornire una panoramica quanto più aggiornata possibile dei sistemi di contabilità ambientale
presenti, con particolare riferimento ai sistemi di contabilità integrata economica ed ambientale.
Il corso ha carattere sia teorico che pratico. Esso è inoltre impostato in modo tale da essere quanto più
possibile interattivo.
English
The aim of the course is to provide students with an updated overview of current the environmental
accounting systems, with specific reference to integrated environmental economic accounting systems.
The course is both theoretical and practical and it is going to be as interactive as possible.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
- 27 -
Italiano
Al termine del corso, gli studenti sapranno orientarsi nell'ambito delle diverse metodologie che rientrano
nella macro definizione 'contabilità ambientale' potendo distinguere chiaramente fra: conti satellite ad
integrazione dei conti nazionali, indicatori compositi, bilanci ambientali delle pubbliche amministrazioni,
bilanci ambientali d'impresa,.
Avendo il corso una forte componente applicativa, gli studenti saranno in grado di compilare moduli
contabili che mettono in relazione le attività economiche con gli impatti ambientali che producono e
analizzare i contenuti delle tabelle ottenute.
English
At the end of the course, students will know the different approaches and methodologies belonging to the
macro-definition 'environmental accounting', and thus clearly distinguish between: satellite accounts of
SNA, composite indicators, the environmental balance sheet for public administrations and environmental
management accounting.
The course has a strong focus on the practical side. Students will be able to compile flow environmental
accounting modules recording the environmental impacts of economic activities.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
English
PROGRAMMA
Italiano
Il corso si apre con la definizione di tutto ciò che rientra nella definizione di 'contabilità ambientale'
dall'ambito pubblico, a quello privato. Sono esplorate le varie esperienze condotte a vari livelli e con i
maggiori riconoscimenti a livello internazionale.
Una parte considerevole del corso è applicata:
-si procederà infatti alla compilazione effettiva, guidata dalla docente, dei conti di flusso relativi alle
emissioni di inquinanti in atmosfera, la generazione di rifiuti (sia speciali, che solidi-urbani) ed il consumo di
energia alla cui origine si collocano le attività economiche dei settori produttivi;
-una volta compilate le tabelle, si procede ad un'ulteriore elaborazione attraverso l'utilizzo di strumenti
analitici quali l'Analisi Shift-Share e la costruzione di Indicatori.
English
The first part of the course is about the descriptions of all that is defined as 'environmental accounting'
ranging from the public to the private sector. The main experiences available at national and international
levels are explored.
A considerable part of the course is based on exercises:
First the compilation of accounting modules concernine air emissions, wastes and energy will take
place;
Second, analytical tools will be employed, such as Shift-Share Analysis and Indicators building.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Verranno indicati all'inizio del corso.
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=c066
- 28 -
Cooperazione allo sviluppo (laboratorio) (non attivo a.a. 2014/2015)
Development Cooperation (laboratory)
Anno accademico:
Codice attività didattica: SCP0201
Docente:
Dott. Pierluigi Conzo (Titolare del corso)
Prof. Egidio Dansero (Assistente)
Contatti docente:
011/6703892, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
Tipologia:
Altre attività
Crediti/Valenza:
3
SSD attvità didattica:
M-GGR/02 - geografia economico-politica
SECS-P/02 - politica economica
SECS-P/06 - economia applicata
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Prova pratica
MODALITÀ D'ESAME
Lavoro di gruppo per la stesura di una "Offerta Tecnica" per la valutazione di progetti selezionati durante il
corso
PREREQUISITI
Conoscenza di tecniche econometriche e statistiche (ripassare modelli di regressione standard, variabili
strumentali, propensity score matching e in generale le tecniche di valutazione di politiche pubbliche).
Conoscenza di tematiche connesse all'economia dello sviluppo e della cooperazione allo sviluppo. Buona
conoscenza della lingua Inglese, scritta e parlata.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il laboratorio ha la finalità di mettere in pratica in modo trasversale i concetti studiati in linea teorica nelle
lezioni dei corsi di Sviluppo e Cooperazione.
Dopo una breve introduzione sulla costruzione di un progetto di ricerca per fornire allo studente alcune
linee guida per l'articolazione dell'elaborato di tesi finale, la tematica affrontata nelle lezioni del laboratorio
sarà la valutazione dei progetti di sviluppo.
Tale tema sarà tratto secondo alcuni diversi punti di vista: in particolare si affronterà in modo seminariale
ed interattivo il tema della valutazione sotto il profilo sia quantitativo-accademico sia istituzionale (ONG,
istituzioni internazionali ed enti locali).
Inglese
The "laboratory of development and cooperation" aims at implementing in practice the multifaceted
concepts studied at a theoretical level during the courses of development and cooperation. After a short
introduction on how to create a research project, the focus of the lab. will be on the evaluation of
development project.
Such a topic will be examined interactively under different viewpoints, i.e. following the academicquantitative approach as well as the institutional one (NGOs, International Institutions, Local Institutions,
etc.).
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
- 29 -
Il laboratorio sarà uno spazio i) per approfondire il tema della valutazione con strumenti in parte già
appresi all'interno del corso di laurea, ii) per imparare ad usare le tecniche di valutazione all'interno del
progetto di ricerca dello studente, e iii) per conoscere il modus operandi degli attori dello sviluppo
relativamente alla valutazione.
Il laboratorio sarà altresì luogo di incontro e dibattito tra gli studenti ed attori impegnati nell'ambito della
cooperazione allo sviluppo internazionale, nazionale e locale.
Inglese
The lab. will be an open space in which students can i) go deeper in the analysis of the topic of the
evaluation with the multi-disciplinary tools already acquired during their own academic career, ii) learn
how to use evaluation methods within their own research project, iii) get familiar with the modus operandi
of the actors of development with respect to project evaluation.
The lab. will also serve as a meeting and debate arena between students and the actors involved in
development and cooperation at a national and international al level.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Stestura in gruppo di un'Offerta Tecnica per la valutazione di progetti selezionati durante il corso.
Inglese
Group preparation of a Technical Offer for the evaluation of projects selected during the course.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Inglese
PROGRAMMA
Italiano
Calendario provvisorio (consultare il sito di frequente per aggiornamenti)
Data Docente
Egidio Dansero
3
Mar
(UniTo)
Tema
Costruire un progetto di ricerca
Introduzione al Laboratorio: LA VALUTAZIONE
Angelo Miramonti
4
Gonzalo Guerra
Mar
Il Ciclo di Progetto e la Valutazione
UNSSC
Pierluigi Conzo
10
Mar
UniTo
La valutazione quantitativa di un progetto di sviluppo: indicatori
e tecniche econometriche.
Pierluigi Conzo
11
Mar
UniTo
La valutazione quantitativa di un progetto di sviluppo: tecniche
sperimentali e studio di casi.
Massimo Tommasoli
17
Mar Permanent Observer for
International IDEA to the UN
Un approccio antropologico alla valutazione di progetto
Federico Perotti
18
Mar
CISV
La valutazione di progetto nelle ONG
24
Alessandro Patrone ITCILO
Mar
La valutazione di progetto nelle Istituzioni Internazionali.
- 30 -
31
Giorgio Garelli Regione Piemonte
Mar
La valutazione di progetto nella cooperazione decentrata.
Emanuele Fantini
1
April
UniTo
Valutazione e Università: l'esperienza UNICOO.
Inglese
Very tentative schedule (please visit frequently this page for updates)
Date Speaker
Topic
Egidio Dansero
3
Mar
UniTo
Creating a research project
Introduction to the lab: the EVALUATION
Angelo Miramonti
4
Gonzalo Guerra
Mar
The project cycle and the evaluation.
UNSSC
Pierluigi Conzo
10
Mar
UniTo
The quantitative evaluation of a developing project: indicators
and econometric techniques.
Pierluigi Conzo
11
Mar
UniTo
The quantitative evaluation of a developing project:
experimental techniques and case studies.
Massimo Tommasoli
17
Mar Permanent Observer for
International IDEA to the UN
An Anthropological Approach to Project Evaluation
Federico Perotti
18
Mar
CISV
Project evaluation in the NGOs.
24
Alessandro Patrone ITCILO
Mar
Project evaluation in the international institutions
31
Giorgio Garelli Regione Piemonte
Mar
Project evaluation in the local institutions.
Emanuele Fantini
1
April
UniTo
Academia and Evaluation: the case of UNI.COO
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Suggerita durante le lezioni
Inglese
Suggested during the lectures.
NOTA
Italiano
LEZIONI: 3 MARZO - 1 APRILE 2013 - lun-mar, h14-16, CLE - aula B2
LINGUA DEL CORSO: Inglese
ORGANIZZATORI: P. Conzo, E. Dansero, E. Fantini
Inglese
- 31 -
TIMETABLE: 3 MARCH - 1 APRIL 2013 - Mon-Tue, h14-16, CLE - Room B2
LANGUAGE: English
ORGANIZERS: P. Conzo, E. Dansero, E. Fantini
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=z444
Demografia
Demography
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0144
Docente:
Elisa Cisotto (Titolare del corso)
Contatti docente:
0110915779, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Scienze statistiche - a Torino
Anno:
3° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-S/04 - demografia
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
English
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
English
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
- 32 -
English
PROGRAMMA
Italiano
English
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
English
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=62f7
Diritto dei beni culturali
Law and cultural heritage
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0465
Docente:
Dott. Cristina Videtta (Titolare del corso)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
IUS/10 - diritto amministrativo
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
NOTA
Orario Lezioni Mutuato da: Diritto dei beni culturali (GIU0448)
Corsi di Laurea del Dipartimento di Giurisprudenza
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=r0a1
Diritto internazionale dell'ambiente
International environmental law
- 33 -
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0450 - SCP0243
Docente:
Elisa Ruozzi (Titolare del corso)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6o9
SSD attvità didattica:
IUS/13 - diritto internazionale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
Al fine di frequentare il corso, è indispensabile una buona conoscenza del diritto internazionale generale
(vedi testi consigliati)
English
In order to attend the course, a good knowledge of general international law is necessary (see textbooks).
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Mettere lo studente in condizione di comprendere le principali problematiche giuridiche legate alla tutela
dell'ambiente a livello internazionale.
English
Enable students to understand the main legal problems and issues relating to the protection of
environment at the international level.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
L' esame é incentrato non solo sulle nozioni trasmesse, ma altresì sulla capacità dello studente di metterle
in relazione fra loro. Per i frequentanti, le presentazioni realizzate dagli altri studenti costituiranno parte
integrante dell'esame.
English
Those attending the course will be assessed on the basis of oral presentation (50% of the final mark) and
of the oral exam.
Those who are not attending the course will be exclusively assessed on the basis of the oral exam.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
I frequentanti saranno valutati sulla base delle presentazioni (50% del voto finale) e dell'esame orale. I non
frequentanti saranno esclusivamente valutati sulla base dell'esame orale.
- 34 -
English
Those attending the course will be assessed on the basis of oral presentation (50% of the final mark) and
of the oral exam.
Those who are not attending the course will be exclusively assessed on the basis of the oral exam.
PROGRAMMA
Italiano
Per i frequentanti: Il corso comprende una prima parte di lezioni frontali, dedicata agli attori e ai principi del
diritto internazionale dell'ambiente. La seconda parte consiste in presentazioni di gruppo da parte degli
studenti. Per i non frequentanti il programma consiste nello studio del manuale (vedi sotto).
English
For those who attend the course: The course comprises traditional lectures, devoted to principles and
actors of international environmental law, as well as presentations by groups of students. Those who do
not attend the course, the program consists of the textbook (see below).
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Per coloro che devono preparare o ripassare diritto internazionale pubblico: B. Conforti, Diritto
internazionale, ultima edizione.
Per i non frequentanti: International law and the environment / Patricia Birnie, Alan Boyle, Catherine
Redgwell. - 3. ed. - Oxford [etc.] : Oxford university press, [2009] (solo i capitoli 1,2,3,4,5,7,14) oppure
Fodella, Pineschi, La protezione dell'ambiente nel diritto internazionale, Giappichelli, 2009.
English
For those who have to study general international law : Brownlies principles of public international law. - 8.
ed. / by James Crawford. - Oxford [etc.] : Oxford university press, 2012. For those who do not attend the
course: International law and the environment / Patricia Birnie, Alan Boyle, Catherine Redgwell. - 3. ed. Oxford [etc.] : Oxford university press, [2009] ( chapter 1,2,3,4,5, 7,14)or Fodella, Pineschi, La protezione
dell'ambiente nel diritto internazionale, Giappichelli, 2009.
NOTA
Orario Lezioni Mutuato da: http://www.giurisprudenza.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=aa03
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=lxt3
Diritto pubblico dell'economia
Public law for economics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0008
Docente:
Prof. Fabrizio Cassella (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703214, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Di base
Crediti/Valenza:
6
- 35 -
SSD attvità didattica:
IUS/09 - istituzioni di diritto pubblico
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale o scritta (componimento) a scelta dello studente
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
le prime lezioni saranno dedicate ad esporre ed organizzare le definizioni di "Stato" e di "mercato" nella
letteratura giuridica; saranno quindi illustrati i casi di intervento dei poteri pubblici teso ad orientare i
comportamenti del mercato, in chiave di effettività del rapporto mezzi/fini, con particolare attenzione alle
iniziative poste in essere per garantire negli Stati membri dell'Unione Europea l'esistenza di un'economia di
mercato affidabile e l'equilibrio tra le forze del mercato in regime concorrenziale (i cosiddetti criteri
economici di Copenhagen). Offrire la spiegazione delle categorie e degli strumenti giuridici utilizzati in
ambito economico attraverso l'esposizione di casi concreti.
English
First lessons will be dedicated to explain and organize "state" and "market" definitions in the legal literature
and to describe cases of intervention by public authorities influencing market behaviour, in terms of
effectiveness of the means / purposes relationship. Particular attention will be dedicated to initiatives put in
place to ensure in the EU the existence of an efficient market economy and the balance between
competitors (the so-called Copenhagen economic criteria). Explain cathegories and legal instruments
used in the economic sphere through the presentation of actual cases.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Orale o scritta (componimento) a scelta dello studente
English
PROGRAMMA
Italiano
1. costituzione economica: definizione e pluralità di significati – 2. i rapporti tra Stato ed economia:
dall'unità d'Italia alla Comunità Economica Europea, attraverso il Trattato di Versailles, i Trattati di Roma,
Maastricht e Lisbona – 3. in particolare: la Cassa depositi e prestiti, le Ferrovie dello Stato, l'Istituto nazionale
delle assicurazioni, la Banca Nazionale del Lavoro e la Cassa Nazionale di Previdenza – 4. AGIP, IRI, ENI ed
ENEL – 5. gli strumenti della pianificazione e del controllo dello stato sull'economia – 6. I Trattati di Roma,
Maastricht e Lisbona – 7. Gli strumenti per la creazione del mercato interno europeo – 8. La circolazione
delle merci, dei lavoratori e dei capitali – 9. La tutela della concorrenza – 10. La limitazione degli aiuti alle
imprese – 11. Le politiche agricole ed industriali - 12. La tutela dei consumatori – 13. La politica monetaria –
14. La stagione delle privatizzazioni – 15. I patti di stabilità.
- 36 -
English
1. Economic Constitution: definition and plurality of meanings - 2. Relations between state and economy:
from the unification of Italian State to the European Economic Community, through the Treaty of Versailles,
the Treaties of Rome, Maastricht and Lisbon- 3. in particular: the Deposits and Loans Fund, the State
Railways, the National Insurance Institute, the Banca Nazionale del Lavoro and the National Social Security
Fund - 4. AGIP, IRI, ENI and ENEL - 5. tools for state planning and control on the economy - 6. The Treaties of
Rome, Maastricht and Lisbon - 7. The tools for the creation of the European internal market - 8. The
movement of goods, labor and capital - 9. The protection of competition - 10. The limitation of aid to
enterprises - 11. Agricultural and industrial european policies - 12. Consumer Protection - 13. Monetary
policy - 14. The season of privatizations - 15. The stability agreements.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
S. Cassese (a cura), La nuova costituzione economica, Laterza, Bari, 2012 (V ed.) (con esclusione dei
capitoli 4, 5 e 6).
English
S. Cassese (ed.), La nuova costituzione economica, Laterza, Bari, 2012 (V ed.) (a part from ch. 4, 5 and 6)
NOTA
Italiano
In relazione ad argomenti oggetto del corso che rivestono il carattere di attualità nel periodo di
svolgimento delle lezioni saranno organizzati incontri con docenti esterni e saranno comunque segnalate
iniziative di interesse per gli studenti della materia. Durante le lezioni saranno segnalate letture e
documenti utili per lo studio degli argomenti del corso.
English
Meetings with experts could be organized related to course subjects which are of topical interest in the
period of the lessons. Any initiative of interest to students on the course subjects will be reported, such as
readings and documents useful for the study of the course topics.
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=jko8
Diritto societario europeo
European company
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0059
Docente:
Eva, Raffaella Desana (Titolare del corso)
Dott. Barbara Petrazzini (Titolare del corso)
Contatti docente:
011/2170911, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
IUS/13 - diritto internazionale
- 37 -
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
E' altamente consigliato sostenere l'esame dopo aver superato quello di Diritto commerciale
English
It is highly recommended to take the exam after having passed Commercial law
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si prefigge di far apprendere agli studenti le nozioni fondamentali in tema di impresa e società (3
cfu), nonchè nella seconda parte (6 cfu) di far apprendere la nozione di impresa comunitaria, i fondamenti
del diritto societario europeo e taluni aspetti del diritto dei mercati finanziari (in particolare le OPA e gli
abusi di mercato)
English
Students should become familiar with the foundations of business law (3 cfu), and with undartakings and
foundations of european company law and some aspects of securities law (in particular takeover and
market abuses)
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisizione delle nozioni fondamentali in tema di impresa e società (3 cfu), di impresa comunitaria,
acquisizione dei principi fondamentali di diritto societario europeo, dei meccanismi di funzionamento delle
OPA e della regolamentazione degli abusi di mercato (6 cfu)
English
Basic concepts of business law (3 cfu). Knowledge of undertakings, european company law, takeover and
market abuses (6 cfu)
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame orale
English
Oral examination
PROGRAMMA
Italiano
Nozioni in tema di impresa e società (3 cfu)
L'impresa comunitaria. Fondamenti del diritto societario europeo. OPA e abusi di mercato (6 cfu)
English
- 38 -
Foundations of business law (3 cfu).
Undertakings. Principles of European company law. Take over and market abuses (6 cfu)
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
AAVV Trattato di diritto europeo. Le società (a cura di Paolo Montalenti), Giappichelli, in corso di
pubblicazione
English
AAVV Trattato di diritto europeo. Le società (a cura di Paolo Montalenti), Giappichelli (in printing)
Mutuato da: Diritto societario europeo (GIU0574)
Corsi di Laurea del Dipartimento di Giurisprudenza
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=wioj
Ecologia industriale e certificazione integrata (non attivo a.a.
2014/2015)
Industrial ecology and integrated certification
Anno accademico:
Codice attività didattica: ECO0141
Docente:
Prof. Riccardo Beltramo (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116705718, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/13 - scienze merceologiche
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
English
OBIETTIVI FORMATIVI
Tutte le informazioni sono disponibili nella pagina del corso.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
- 39 -
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
English
PROGRAMMA
Italiano
English
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
English
Mutuato da: http://www.ecoman.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=yhh7
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=tg5i
Econometria
Econometrics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0455
Docente:
Roberto Leombruni (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116709600, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Scienze Statistiche, Economiche e Manageriali - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-P/05 - econometria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
- 40 -
L'obiettivo del corso è quello di introdurre lo studente ai concetti e a una pratica avanzata dell'analisi
econometrica, imparando ad affrontare i casi più rilevanti in cui non sono applicabili direttamente gli
strumenti dell'analisi di regressione lineare classica. Tra gli esempi più rilevanti di violazione delle
assunzioni classiche verranno considerati il caso di errori non omoschedastici, non indipendenti, non
ortogonali, e di errori di misura. Gli argomenti verranno presentati facendo un uso estensivo di simulazioni
monte carlo, per conseguire una migliore comprensione dei concetti discussi, e per introdurre lo studente
alla pratica delle tecniche di stima e di validazione basata su modelli computazionali.
English
The aim of the course is to introduce the students to the theory and the practice of econometric models in
contexts in which the classical assumptions of the Ordinary Least Squares estimator do not hold. Among
the issues that will be considered during the course there are: non-homoskedastic errors; non-indepentent
errors; non orthogonal errors; errors in variables. The arguments will be presented by means of an
extensive use of monte-carlo studies, to achieve a better understanding of the concepts presented, and to
introduce the students to the practice of computational-based estimation and validation techniques.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente dovrà essere in grado di svolgere e discutere autunomamente analisi empiriche basate sul
modello di regressione lineare ordinaria quando le sue assunzioni son verificate, nonché di affrontare
alcuni casi notevoli di violazione delle assunzioni, tra cui il caso di osservazioni non IID, di problemi di
qualità dei dati, di errori non ortogonali tramite l'uso di variabili strumentali.
English
The studente shall be able to conduct and comment analyses based on regression model under the OLS
assumptions, and in selected cases in which the latter are violated, such as non-IID errors using WLS, GLS
and instrumental variables.
PROGRAMMA
Italiano
Dati e modelli economici.
Il modello dei minimi quadrati ordinari.
Errori non IID: minimi quadrati ponderati e generalizzati.
Qualità dei dati: outliers, dati mancanti, dati misurati con errore.
Errori non ortogonali: metodo delle variabili strumentali.
English
Economic data and models.
The ordinary least squares model.
Non IID errors: WLS and GLS.
Data quality: outliers, missing data, measurement errors.
Non orthogonal errors: the instrumental variables method.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Come materiale didattico, verrà utilizzato il testo Stock J.H., Watson M.W. (vari anni), Introduzione
all'econometria, Pearson Education Italia, Milano; nonché i codici e i risultati commentati dei laboratori in
aula informatica svolti durante il corso.
English
As teaching materials, the textbook by Stock J.H. and Watson M.W. (Introduzione all'econometria, Pearson
Education Italia, Milano) will be used, plus the computer codes and commented results from the
- 41 -
Education Italia, Milano) will be used, plus the computer codes and commented results from the
laboratories organized during the course in the computer lab.
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=mq0b
Econometria (non attivo 2014/2015)
Econometrics
Anno accademico:
Codice attività didattica: SCP0167
Docente:
Prof. Ugo Colombino (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703860, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Scienze statistiche - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/05 - econometria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
I seguenti insegnamenti del corso di laurea in Scienze Statistiche: Statistica Probabilita' e inferenza
statistica Economia Politica
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Introdurre lo studente ai concetti, alla teoria e alla pratica econometrica, portandolo a:
1. Capire la relazione tra teorie/modelli economici e dati empirici;
2. Interpretare le relazioni tra una variabile 'da spiegare' (dipendente) e una o più variabili 'che spiegano'
(indipendenti);
3. Svolgere una analisi di regressione ordinaria, interpretandone i risultati;
4. Effettuare semplici esperimenti Monte Carlo per approfondire i concetti affrontati.
English
Introduction to the concepts, the theory and the practice of econometrics:
1. Understanding the relationship between hypothesis/models and empirical evidence ;
2. Explaining variables with other variables;
3. Estimating and interpreting a regression function;
4. Exploring data and theoretical concepts using Monte Carlo experiments.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente dovrà possedere una buona padronanza dei concetti fondamentali dell'analisi econometrica,
ed essere in grado di svolgereun'analisi di regressione ordinaria multivariata e di interpretarne
correttamenti i risultati. Il possesso di tali competenze sarà oggetto di verifica con esame scritto.
English
The student is expected to master the basic principles of econometrics and to be able to perform a
- 42 -
The student is expected to master the basic principles of econometrics and to be able to perform a
multivariate regression analysis and to interpret correctly its results. This competence will be tested with a
written exam.
PROGRAMMA
Italiano
I dati economici: tipologia e fonti;
Stimatori e loro proprietà proprietà;
Stima a minimi quadrati ordinari della funzione di regressione univariata;
Stima a minimi quadrati di una funzione di regressione multipla;
Test di ipotesi su coefficienti singoli e su insiemi di coefficienti;
Assunzioni per la validità delle stime e problemi posti dalla violazione delle assunzioni.
English
Economic data and their sources;
Estimators and their properties;
Ordinary Least Squares of univariate regression functions;
Ordinary Least Squares of multivariate regression functions;
Test of hypothesis on coefficients and sets of coefficients;
Assumptions for the validity of OLS estimates and problems posed by their violation.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Stock J.H., Watson M.W., Introduzione all'econometria, Pearson Education Italia, Milano
Edizione 2005: capitoli 1-5 (escluse le Appendici 3.3, 5.3), 7, 11.1 - 11.6 (escluse le Appendici 11.2, 11.3 e
11.4).
Edizione 2009 o seguenti: capitoli 1-7 (escluse le Appendici 3.3, 5.2, 6.3, 7.1 e 7.2), 9, 13.1 - 13.5 (escluse le
Appendici 13.2 e 13.3; escluso l'argomento Differenze di differenze usando dati sezionali ripetuti, da metà
di pag. 377 all'inizio di pag. 378).
English
Stock J.H., Watson M.W., Introduzione all'econometria, Pearson Education Italia, Milano.
2005 edition: chapters 1-5 (excluding Appendixes 5.2 and 5.3), 7, 11.1 - 11.6 (excluding Appendixes 11.2,
11.3 and 11.4).
2009 edition or later: chapters 1-7 (excluding Appendixes 7.2 and 7.3), 9, 13.1 - 13.6 (excluding
Appendixes 13.2, 13.3 and 13.4).
NOTA
Italiano
Consultare anche la pagina personale: http://www.personalweb.unito.it/ugo.colombino/
English
Visit also the homepage: http://www.personalweb.unito.it/ugo.colombino/
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=1080
Economia
- 43 -
Economics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0065
Docente:
Prof. Ugo Colombino (Titolare del corso)
Chiara Daniela Pronzato (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703860, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Scienze Statistiche, Economiche e Manageriali - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
12
SSD attvità didattica:
SECS-P/01 - economia politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano e Inglese
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto
MODALITÀ D'ESAME
italiano
Esame scritto.
english
Written exam.
PREREQUISITI
Italiano
Le lezioni presuppongono che lo studente abbia seguito un corso di microeconomia a livello intermedio ,
ad esempio: Besanko - Breutigam, Microeconomia, McGraw-Hill; Varian, Microeconomia, Cafoscarina;
Pindyck - Rubinfeld, Microeconomia, Zanichelli; Perloff, Microeconomia, Apogeo; Shotter, Microeconomia,
Giappichelli;
English
The lectures require a previous knowledge of microeconomics at an intermediate level e.g., among others:
Besanko - Breutigam, Microeconomia, McGraw-Hill; Varian, Microeconomia, Cafoscarina; Pindyck Rubinfeld, Microeconomia, Zanichelli; Perloff, Microeconomia, Apogeo; Shotter, Microeconomia,
Giappichelli;[[.]
PROPEDEUTICO A
Italiano
Applicazioni Empiriche di Microeconomia (II anno).
English
Empirical Microeconomic Applications (II year).
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
II corso illustra a livello avanzato i temi principali della microeconomia: teoria del consumatore e della
produzione, informazione e forme organizzative, meccanismi di allocazione, valutazione delle prestazioni
dei sistemi economici. Particolare attenzione è dedicata alla specificazione e all'uso di modelli empirici per
il disegno e la valutazione di politiche. Lo studente viene inoltre introdotto all'uso di STATA in vista di
applicazioni empiriche.
English
The course treats at an advanced level the main topics of microeconomics: consumer and production
theory, information and organization, al location mechanisms, evaluation of the performance of economic
- 44 -
theory, information and organization, al location mechanisms, evaluation of the performance of economic
systems. A special attention will be dedicated to the specification and use of empirical models in policy
design and evaluation. Moreover, the student is introduced to the use of STATA in view of empirical
applications.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Essere in grado di leggere le riviste scientifiche rilevanti, di usare la modellistica microeconomica
applicata e di utilizzare il software STATA.
English
Ability to read the relevant scientic journals and use the applied microeconomic literature and the software
STATA.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame scritto.
English
Written exam.
PROGRAMMA
Italiano
Teoria del consumatore, della produzione e del mercato. Meccanismi di allocazione. Informazione e forme
organizzative. Criteri di valutazione delle prestazioni dei sistemi economici. Specificazione empirica di
modelli utili per il disegno e la valutazione delle politiche. Software per l'analisi dei dati economici (STATA).
English
Consumer theory, Production theory, Markets. Allocation mechanisms. Information and organization.
Criteria for evaluating the performance of economic systems. Empirical specifications of models for policy
design and evaluation. Software for the analysis of economic data (STATA).
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
H. Varian, Analisi Microeconomica, CaFoscarina; Dispense e altro materiale a cura dei docenti saranno
disponibile nel corso delle lezioni.
English
H. Varian, Analisi Microeconomica, CaFoscarina; Lecture notes and other materials will be made available
during the lectures.
NOTA
Orario Lezioni
Moduli didattici:
Analisi dei dati economici
Modelli microeconomici applicati
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=hb8j
Analisi dei dati economici
Analysis of economic data
Anno accademico:
2014/2015
- 45 -
Codice attività didattica: ECM0065B
Docente:
Chiara Daniela Pronzato (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704972, [email protected]
Corso integrato:
Economia
Anno:
1
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
3
SSD attvità didattica:
SECS-P/01 - economia politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Orale
PROGRAMMA
italiano
Il corso di Stata è diviso in tre parti. Nella prima parte, gli studenti impareranno la struttura del software,
come organizzare il lavoro, come scrivere ed osservare la matrice dei dati, come scrivere i comandi,
come leggere e salvare i risultati. Nella seconda parte, gli studenti avranno l'opportunità di far pratica con
un numero di comandi utilizzando dati reali, di analizzare i dati con statistiche descrittive e con modelli di
regressioni, e di imparare ad interpretare i risultati. Gli studenti impareranno anche ad organizzare e
descrivere i dati di natura panel. Infine, nella terza parte, gli studenti familiarizzeranno con comandi utili in
caso di dataset complessi.
english
The Stata course is divided in three parts. In the first part, students will learn the structure of the software,
how to organize the work, how to edit and observe the data, to write the commands, to read and save the
results. In the second part, students will have the opportunity to practice a number of commands with real
data, to analyze the data through descriptive statistics and regression models, and to learn how to interpret
the results. They will also learn how to organize and describe panel data. In the third part, students will
familiarize with commands useful to manage complex datasets.
Pagina web del modulo: http://www.didattica-est.unito.it/do/moduli.pl/Show?_id=kqrv
Modelli microeconomici applicati
Applied microeconomic models
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0065A
Docente:
Prof. Ugo Colombino (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703860, [email protected]
Corso integrato:
Economia
Economia
Anno:
1
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-P/01 - economia politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano e Inglese
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
MODALITÀ D'ESAME
- 46 -
italiano
Esame scritto
english
Written exam
PREREQUISITI
italiano
Le lezioni presuppongono che lo studente abbia seguito un corso di microeconomia a livello intermedio ,
ad esempio: Besanko - Breutigam, Microeconomia, McGraw-Hill; Varian, Microeconomia, Cafoscarina;
Pindyck - Rubinfeld, Microeconomia, Zanichelli; Perloff, Microeconomia, Apogeo; Shotter, Microeconomia,
Giappichelli;
english
The lectures require a previous knowledge of microeconomics at an intermediate level e.g., among others:
Besanko - Breutigam, Microeconomia, McGraw-Hill; Varian, Microeconomia, Cafoscarina; Pindyck Rubinfeld, Microeconomia, Zanichelli; Perloff, Microeconomia, Apogeo; Shotter, Microeconomia, Giappichelli;
PROPEDEUTICO A
italiano
Applicazioni Empiriche di Microeconomia (II anno)
english
Empirical Microeconomic Applications (II year)
OBIETTIVI FORMATIVI
italiano
I corso illustra a livello avanzato i temi principali della microeconomia: teoria del consumatore e della
produzione, informazione e forme organizzative, meccanismi di allocazione, valutazione delle prestazioni
dei sistemi economici. Particolare attenzione è dedicata alla specificazione e all'uso di modelli empirici per
il disegno e la valutazione di politiche.
english
The course treats at an advanced level the main topics of microeconomics: consumer and production
theory, information and organization, al location mechanisms, evaluation of the performance of economic
systems. A special attention will be dedicated to the specification and use of empirical models in policy
design and evaluation.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
italiano
Essere in grado di leggere le riviste scientifiche rilevanti e di usare la modellistica microeconomica
applicata.
english
Ability to read the relevant scientic journals and use the applied microeconomic literature.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
italiano
Esame scritto
english
Written exam
PROGRAMMA
italiano
Teoria del consumatore, della produzione e del mercato. Meccanismi di allocazione. Informazione e forme
- 47 -
Teoria del consumatore, della produzione e del mercato. Meccanismi di allocazione. Informazione e forme
organizzative. Criteri di valutazione delle prestazioni dei sistemi economici. Specificazione empirica di
modelli utili per il disegno e la valutazione delle politiche.
english
Consumer theory, Production theory, Markets. Allocation mechanisms. Information and organization.
Criteria for evaluating the performance of economic systems. Empirical specifications of models for policy
design and evaluation.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
italiano
H. Varian, Analisi Microeconomica, CaFoscarina; Dispense e altro materiale a cura del docente saranno
disponibile nel corso delle lezioni.
english
H. Varian, Analisi Microeconomica, CaFoscarina; Lecture notes and other materials will be made available
during the lectures.
NOTA
italiano
Consultare anche la pagina personale: http://www.personalweb.unito.it/ugo.colombino/
english
Visit also the homepage: http://www.personalweb.unito.it/ugo.colombino/
Lingua:
italiano
Italiano (lezioni) e Inglese (dispense e slides)
english
Italian (lectures) and English (lecture notes and slides)
Pagina web del modulo: http://www.didattica-est.unito.it/do/moduli.pl/Show?_id=u74o
Economia aziendale (non attivo 2014/2015)
Business administration
Anno accademico:
Codice attività didattica: SCP0212
Docente:
Contatti docente:
Corso di studio:
Laurea in Scienze statistiche - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-P/07 - economia aziendale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
Mutuato da: ECONOMIA AZIENDALE (LAUREA TRIENNALE) (SCP0212)
Corsi di Studio del Dipartimento di Culture, Politica e Società
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=he54
- 48 -
Economia degli ecosistemi agrari
Economics of agro-ecosystems
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0453
Docente:
Prof. Alessandro Corsi (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704409, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone di fornire agli studenti le capacità di: 1) comprendere le relazioni fra agricoltura e
ecosistemi; 2) valutare i meccanismi economici che regolano queste relazioni; 3) valutare le possibilità di
intervento attraverso meccanismi di mercato o regolatori per favorire un minor impatto ambientale
negativo dell?agricoltura ed aumentare le esternalità positive fornite da essa; 4) conoscere e valutare
criticamente gli attuali interventi pubblici, in particolare da parte dell?Unione Europea
English
The course aims at providing students with the capacity: 1) to understand the relationships between
agriculture and ecosystems; 2) to evaluate the economic mechanisms underlying these relationships; 3)
to evaluate the possibilities by public bodies to intervene through market or regulatory mechanisms to
favour a lower environmental impact of agriculture and to increase its provision of positive externalities; 4)
to be acquainted and to critically evaluate present interventions by public bodies, in particular by the
European Union
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti dovranno avere una buona conoscenza degli argomenti trattati; in particolare, dovranno
essere in grado di comprendere i meccanismi economici sottostanti i rapporti fra agricoltura ed ambiente,
e di valutare criticamente i possibili interventi in questo campo
English
Students will have a good knowledge of the topics taught during the classes. In particular, they will be able
to understand the economic mechanisms underlying the reletionship between agriculture and the
environment, and to critically evaluate interventions by public bodies in this field.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame scritto al termine del corso. Sarà possibile organizzare una prova intermedia durante il corso
English
Written exam at the end of the classes. An intermediate test might be organised.
PROGRAMMA
- 49 -
Italiano
Rapporti fra agricoltura e ambiente. Utilizzo di servizi ambientali da parte dell?agricoltura ed effetti
dell'agricoltura sull'ambiente. Il ruolo dell'evoluzione delle tecniche sull'impatto ambientale dell?agricoltura.
Esternalità negative e positive prodotte dall?agricoltura. Beni pubblici prodotti dall?agricoltura.
Caratteristiche delle esternalità prodotte dall?agricoltura. La multifunzionalità e la produzione congiunta di
beni di mercato e beni ambientali. Contratti agrari, diritti di proprietà e impatto ambientale. Incentivi alla
produzione di esternalità positive e alla cura ambientale da parte degli agricoltori. La produzione di
esternalità positive attraverso il mercato: l'agricoltura biologica, le etichette dei prodotti a basso impatto
ambientale. Le politiche di intervento pubblico. Le possibili politiche di incentivo alla produzione di
esternalità positive e alla fornitura di beni pubblici da parte degli agricoltori e alla riduzione delle esternalità
negative. Le politiche agrarie e i loro effetti sull?ambiente. Politiche europee di sostegno dei prezzi agricoli.
L'evoluzione della politica agraria europea ed il greening. Le politiche agroambientali dell'Unione Europea.
English
Relationships between agriculture and the environment. Ecosystem services utilized by agriculture and
environmental impacts of agriculture. Evolution of agricultural techniques and environmental impact of
agriculture. Positive and negative externalities produced by agriculture. Multifunctionality and joint
production of market and environmental goods. Land tenure, property rights and environmental impact.
Incentives to the production of positive externalities and to environmental stewardship by farmers.
Production of positive externalities through the market: organic agriculture, labels on low environmental
impact products. Public policies. Possible policies supporting the production of positive externalities and of
public goods by farmers, and to reduce their environmental impact. Agricultural policies and their impact
on the environment. European policies of agricultural price support. Evolution of the Common Agricultural
Policy and its greening. Agro-environmental policies of the European Union.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Zilberman D., Marra M., Agricultural Externalities, in G.A. Carlson, D. Zilberman and J.A. Miranowski (eds)
Agricultural and Environmental Resource Economics, New York, Oxford University Press, 1993 Romano, D.
Agricoltura e ambiente: vincoli, opportunità e strumenti per la politica agraria del 2000, in B. Giau (a cura
di) L?agricoltura italiana alle soglie del XXI secolo, Atti del XXXV Convegno di Studi SIDEA, Correras,
Palermo, 2003, disponibile a:
http://www.coreras.it/Upload/allegatipubblicazioni/L_agricoltura%20italiana%20al
le%20soglie%20del%20XXI%20secolo%20-%20I%20Vol.pdf Altre indicazioni bibliografiche, materiali
didattici e il programma definitivo saranno forniti durante il corso e inseriti sul sito del corso
English
Zilberman D., Marra M., Agricultural Externalities, in G.A. Carlson, D. Zilberman and J.A. Miranowski (eds)
Agricultural and Environmental Resource Economics, New York, Oxford University Press, 1993 Romano, D.
Agricoltura e ambiente: vincoli, opportunità e strumenti per la politica agraria del 2000, in B. Giau (a cura
di) L?agricoltura italiana alle soglie del XXI secolo, Atti del XXXV Convegno di Studi SIDEA, Correras,
Palermo, 2003, disponibile a:
http://www.coreras.it/Upload/allegatipubblicazioni/L_agricoltura%20italiana%20al
le%20soglie%20del%20XXI%20secolo%20-%20I%20Vol.pdf Other refrences, teaching materials and the
final program will be made available during the course, and uploaded to the course website
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=0wdz
Economia dei mercati globali
Economy of global markets
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0499
Docente:
Prof. Lino Sau (Titolare del corso)
Contatti docente:
011 6704974, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
- 50 -
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/01 - economia politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
Mutuato da: Economia dei mercati globali
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=udgb
Economia del sistema finanziario
Economics and financial system
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0005
Docente:
Maela Giofre' (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704980, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Di base
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/11 - economia degli intermediari finanziari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
Nessuno
English
None
PROPEDEUTICO A
Italiano
nulla
English
nothing
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso ha l'obiettivo di fornire gli strumenti di base per la comprensione delle dinamiche che
caratterizzano il sistema finanziario e delle interrelazioni tra le sue diversi componenti, in una logica di
globalizzazione economica e finanziaria.
English
This course is aimed to explain the role of the financial system in satisfying investment and financing
needs deriving from the economic system. The core of the course will be devoted to the analysis of
markets, intermediaries, financial instruments and their respective regulation needs.
- 51 -
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Ci si attende che lo studente sia in grado di applicare gli strumenti forniti a lezione per lo svolgimento
autonomo di problemi e quesiti: a tal fine è richiesto uno sforzo di comprensione delle dinamiche
economico-finanziarie che va al di là dell'acquisizione nozionistica dei concetti. Ci si attende che lo
studente sia in grado di utilizzare gli strumenti cognitivi acquisiti per comprendere sia contributi di
carattere accademico sia contributi di tipo divulgativo in modo consapevole e critico.
English
Students are expected to autonomously solve problems and understand both academics and divulgative
contributions in a critical way.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame sarà in forma scritta.
Si potrà sostenere la prova d'esame 3 volte nel corso dell'anno accademico.
English
The exam is in written form only.
The exam can be sustained 3 times per academic year.
CONTENUTI
Italiano
L'insegnamento si propone di illustrare il ruolo del sistema finanziario alla luce dei bisogni di investimento e
finanziamento del sistema economico, analizzandone le caratteristiche in termini di mercati, intermediari
e strumenti finanziari e le rispettive modalità di regolamentazione.
English
This course is aimed to explain the role of the financial system in satisfying investment and financing
needs deriving from the economic system. The core of the course will be devoted to the analysis of
markets, intermediaries, financial instruments and their respective regulation needs.
PROGRAMMA
Italiano
Il programma si articolerà in due parti. Nella prima parte verrà fornita una visione d'insieme del sistema
finanziario: attività finanziarie, tassi di interesse, intermediari finanziari, funzioni svolte dal sistema
finanziario. Verranno fornite le basi di matematica finanziaria necessarie a comprendere il funzionamento
dei mercati e degli strumenti finanziari. La seconda parte tratterà più in dettaglio le caratteristiche formali
ed economiche degli strumenti finanziari e le istituzioni del mercato finanziario: gli intermediari finanziari,
gli investitori istituzionali e i mercati finanziari, con particolare attenzione al ruolo delle banche centrali.
English
This course is articulated in two parts. The first part will provide an introductory framework of the financial
system in terms of financial activities, interest rates, financial intermediaries. Basics of mathematical
finance needed to understand the functioning of markets and financial instruments will be provided. The
second part will analyze the formal and economic characteristics of financial instruments and will deal with
financial markets' institutions: financial intermediaries, institutional investors and financial markets, with
emphasis on the role played by central banks.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- 52 -
Italiano
Libro di testo: F. MISHKINS, S. EAKINS AND G. FORESTIERI Istituzioni e Mercati Finanziari, Pearson 2012
Indicazioni bibliografiche più precise verrano fornite dal docente durante il corso.
Nel "Materiale didattico" del corso è presente un file con aggiornamento periodico del programma di
esame (ed eventuali errori di stampa del libro di testo)
English
Textbook: F. MISHKINS, S. EAKINS AND G. FORESTIERI Istituzioni e Mercati Finanziari, Pearson 2012
More detailed information will be provided during the course. In the folder "Materiale didattico" you can find
a file, regularly updated, with details on the program covered (and textbook typos).
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=3wf8
Economia dell'ambiente
Environmental economics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0063/SCP02042
Docente:
Silvana Dalmazzone (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704410, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno 2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9o6
SSD attvità didattica:
SECS-P/02 - politica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
MODALITÀ D'ESAME
Esame scritto al termine del corso, della durata di 90 minuti. Il testo d'esame include (a) una serie di
domande nel formato Vero/Falso, il cui scopo è valutare la copertura estensiva della preparazione dello
studente; (b) un breve esercizio che intende verificare la capacità di applicare gli strumenti concettuali
appresi; (c) una domanda aperta, a scelta fra due, il cui obiettivo è verificare la profondità della
preparazione acquisita, gli approfondimenti svolti, la capacità critica maturata nello studio. Intorno ai 2/3
del corso verrà fornità l'opportunità di svolgere un test di autovalutazione intermedio, per familiarizzare col
formato d'esame e verificare il proprio livello di apprendimento.
PREREQUISITI
Italiano
È richiesta una buona conoscenza di base dei fondamenti di microeconomia e di metodi matematici. Per
sostenere l?esame di Economia dell?ambiente occorre aver superato Metodi Quantitativi per l?Economia
(propedeutico a tutti gli insegnamenti economici del CdL).
English
The course assumes that the students have a reasonable grounding in microeconomics and
mathematical methods. To sit for the Environmental Economics exam students must have passed
Quantitative Methods for Economics (required before all economic courses in the degree programme).
- 53 -
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone di portare all'acquisizione di competenze relative agli strumenti e ai concetti
fondamentali delle aree più importanti dell'economia dell'ambiente, e di sviluppare la capacità di trasferire
tali strumenti e concetti in applicazioni a problemi reali.
English
Objective of the course is acquiring competence on the fundamental concepts and instruments of
environmental economics, and developing the capacity to transfer such competence into real world
applications.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Al termine del corso si sarà acquisita competenza sui fondamenti di un approccio economico ai problemi
ambientali e sugli obiettivi e strumenti delle politiche di controllo dell'inquinamento. La conoscenza dei
temi classici di un corso di economia dell'ambiente sarà inserita nella più ampia cornice concettuale di un
approccio interdisciplinare alla sostenibilità. Si conosceranno gli strumenti di base del 'project appraisal'
(analisi costi-benefici e tecniche di valutazione economica). Si sarà inoltre ottenuta una visione aggiornata
e critica delle grandi tematiche ambientali internazionali (la relazione fra commercio internazionale e
ambiente, i grandi accordi internazionali sulle piogge acide, sull'ozono stratosferico, sul cambiamento
climatico).
English
At the end of the course students will have acquired competence on the foundations of an economic
approach to environmental issues and on the objectives and instruments of pollution control policies.
Knowledge of the typical topics of an environmental economics course will be developed in the wider
conceptual framework of an interdisciplinary approach to sustainability. Students will know the basic
instruments of project appraisal (cost-benefit analysis and techniques of environmental valuation). They
will have also obtained an up-to-date and critical vision of the main international environmental isses
(suche as the relationship between international trade and the environment, and the international
agreements on acid rain, the ozone layer, climate change).
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame scritto al termine del corso, della durata di 90 minuti. Il testo d'esame include (a) una serie di
domande nel formato Vero/Falso, il cui scopo è valutare la copertura estensiva della preparazione dello
studente; (b) un breve esercizio che intende verificare la capacità di applicare gli strumenti concettuali
appresi; (c) una domanda aperta, a scelta fra due, il cui obiettivo è verificare la profondità della
preparazione acquisita, gli approfondimenti svolti, la capacità critica maturata nello studio.
Intorno ai 2/3 del corso verrà fornita l'opportunità di svolgere un test di autovalutazione intermedio, per
familiarizzare col formato d'esame e verificare il proprio livello di apprendimento.
English
Written exam (allotted time 90 minutes). The exam includes (i) 12 questions in the true/false format, whose
objective is testing the coverage by students of all main critical issues; (ii) a brief exercise, aimed at
verifying the capacity to apply the conceptual tools acquired in the course; (iii) an open question (out of a
choice of two) whose objective is to allow studnets to show the depth of their competence and the critical
ability they have developed by reading extensively through the suggested literaure.
A mock exam is proposed around 2/3 of the course to allow students to test their level of learning and
become familiar with the exam format.
- 54 -
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Modalità Didattiche
Il corso si articola in lezioni frontali con proiezione di materiale didattico. Sul sito internet è possibile
saricare il materiale utilizzato a lezione e reperire informazioni aggiornate relative alla didattica, riferimenti
bibliografici, links a risorse internet attinenti l'argomenti del corso. [il corso potrà essere tenuto in lingua
inglese in presenza di studenti stranieri o di una preferenza della classe per l'insegnamento in lingua
inglese].
English
PROGRAMMA
Italiano
I principali temi trattati sono:
Fondamenti dell'approccio economico ai problemi ambientali. Interazioni fra sistema economico e sistemi
naturali. Modelli input-output estesi all'ambiente. Analisi sistemica.
- Scelte intertemporali in materia di ambiente. Discounting. Scelta del tasso di sconto da applicare a
progetti con impatti ambientali di lungo periodo. Effetti redistributivi ed inter-generazionali.
- Sostenibilità. La regola di Solow-Hartwick. Indicatori: Impronta ecologica, carrying capacity, Capacità
assimilativa, indicatori energetici. Sostituibilità delle risorse naturali e irreversibilità.
- Economia dell'inquinamento. La fissazione degli obiettivi. Strumenti per le politiche di controllo delle
emissioni. Standard, tasse sulle emissioni, sussidi, permessi trasferibili, strumenti volontari, sistemi di
cauzioni e assicurazioni. Inquinamento da fonti mobili. Controllo dell'inquinamento in condizioni di
informazione imperfetta. Principio di Precauzione nella regolamentazione europea.
- Problemi di inquinamento internazionale e globale. Accordi e trattati internazionali sull'ambiente. Piogge
acide, distruzione dell'ozono nella stratosfera, cambiamento climatico. I meccanismi di flessibilità del
Protocollo di Kyoto: Clean Development Mechanism, Joint Implementation, il sistema di emission trading
dell'Unione Europea. Il Carbon Capture and Storage e la sua inclusione nel CDM. Post-Kyoto: l'evoluzione
delle negoziazioni internazionali (Bali roadmap, Cancun agreements, Copenhagen Conference, Durban
Platform, Doha final decisions) e il futuro dell'accordo.
- Commercio internazionale e ambiente. Effetti ambientali delle politiche commerciali. Politiche ambientali
e competitività internazionale.
- Crescita economica, crescita demografica e ambiente. Il legame fra reddito e inquinamento: l'ipotesi
della curva di Kuznets. Povertà e degrado ambientale.
- Analisi costi-benefici applicata all'ambiente
Tecniche di valutazione monetaria di beni ambientali: prezzi edonici, valutazione contingente, sistema dei
costi di trasporto, approccio della funzione di produzione.
Modalità didattiche: Il corso si articola in lezioni frontali, proiezione di materiale multimediale e alcuni
seminari tenuti da studiosi di problematiche ambientali. Il sito internet dedicato al corso consente di
scaricare il materiale didattico utilizzato a lezione e reperire informazioni aggiornate relative alla didattica,
riferimenti bibliografici, links a risorse internet attinenti l'argomenti del corso.
English
Main topics covered:
- Foundations of an economic approach to environmental issues. Interactions between economic and
ecological systems. Input-output models including the environment. Systems analysis.
- Intertemporal choices and discounting. Choosing the discount rate to be applied to projects with long run
environmental impact. Redistributive and inter-generational effects.
- Sustainability. The Solow-Hartwick rule. Indicators: ecological footprint, carrying capacity, assimilative
capacity, energy indicators. Substitutability of natural resources and irreversibility.
- Economics of pollution. Setting the targets. Instruments for pollution control: standards, emission taxes,
- 55 -
- Economics of pollution. Setting the targets. Instruments for pollution control: standards, emission taxes,
subsidies, transferable permits, voluntary instruments, insurance and deposit systems. Mobile source
pollution. Pollution control under imperfect information. Precautionary principle.
- International and global pollution issues. International environmental agreements. Acide rain, ozone
depletion, climate change. The Kyoto Protocol. Flexibility mechanisms: Clean Development Mechanism,
Joint Implementation, European Union emission trading. Carbon Capture and Storage and its inclusion in
the CDM. Post-Kyoto: the evolution of international negotiations (Bali roadmap, Cancun agreements,
Copenhagen Conference, Durban Platform, Doha final decisions) and the future of the agreement.
- International trade and the environment. Environmental impact of trade policies. Environmental policies
and international competitiveness. Effetti ambientali delle politiche commerciali. Politiche ambientali e
competitività internazionale.
- Economic growth, population growth and the environment. The link between income and pollution: the
Kuznets curve hypothesis. Poverty and environmental degradation.
- Cost-benefit analysis applied to the environment.
- Techniques of monetary environmental valuation: hedonic prices, contingent valuation, travel cost
method, production function approach.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Il libro di testo principale del corso è:
• Perman R., Ma Y., Mc Gilvray J., Common M. (2011), Natural Resources and Environmental Economics, 4rd
edition, Harrow, UK: Longman.
Il programma d'esame includerà anche articoli tratti da riviste scientifiche, documenti di organizzazioni
internazionali e alcuni capitoli del volume: Panella G. (2002), Economia e Politiche dell'Ambiente, Roma:
Carocci
English
The main taxtbook is:
Perman R., Ma Y., Mc Gilvray J., Common M. (2011), Natural Resources and Environmental Economics, 4rd
edition, Harrow, UK: Longman.
The exam programme include salso articles from scientific journals, report by international organizations,
and a few chapters from: Panella G. (2002), Economia e Politiche dell'Ambiente, Roma: Carocci. The
detailed programme will be made available during the lectures and on the course webpage.
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=la8b
Economia dell'innovazione
Economics of innovation
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0495
Docente:
Cristiano Antonelli (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704403, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-P/02 - politica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
- 56 -
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
FORNIRE GLI ELEMENTI UTILI ALLA COMPRENSIONE DEI DETERMINANTI DEI PROCESSI DI GENERAZIONE DI
NUOVA CONOSCENZA TECNOLOGICA E INTRODUZIONE DI INNOVAZIONI E DELLE LORO CONSEGUENZE DAL
PUNTO DI VISTA DELL'ANALISI ECONOMICA.
English
TO PROVIDE THE TOOLS TO ANALYSE THE CAUSES AND EFFECTS OF THE GENERATION OF
TECHNOLOGICAL KNOWLEDGE AND THE THE INTRODUCTION OF INNOVATIONS AS ECONOMIC PROCESSES.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Redazione di un componimento di 4000 parole.
English
te will elaborate an essay of 4000 word.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Redazione di un componimento di 4000 parole.
English
te will elaborate an essay of 4000 word.
PROGRAMMA
Italiano
1. INTRODUZIONE E DEFINIZIONI
LE CINQUE DEFINIZIONI DI INNOVAZIONE. LA DISTINZIONE TRA INNOVAZIONE, INVENZIONE, IMITAZIONE,
ADOZIONE E DIFFUSIONE
IL CAMBIAMENTO TECNOLOGICO NELL'ANALISI NEOCLASSICA
PROCESSI DI AGGIUSTAMENTO DOPO LO SHOCK ESTERNO: SENTIERI DI DEPRESSIONE/EUFORIA E CRISI
LA NOZIONE DI PRODUTTIVITA' TOTALE DEI FATTORI
IL q DI TOBIN
IL PROBLEMA DELLA DIREZIONE DEL CAMBIANENTO TECNOLOGICO: EFFETTO SHIFT E EFFETTO BIAS.
RIDEFINIZIONE DEL CALCOLO DELLA PRODUTTIVITA' TOTALE DEI FATTORI
BIAS E DISCONTINUITA' NELLA SCELTA DELLE TECNOLOGIE E SUI MERCATI DEI FATTORI
- 57 -
BIAS E DISCONTINUITA' NELLA SCELTA DELLE TECNOLOGIE E SUI MERCATI DEI FATTORI
I PROCESSI D I APPRENDIMENTO ALLA ARROW
CENNI AI MODELLI DELLA NEW GROWTH THEORY
IL CAMBIAMENTO TECNOLOGICO NELL' ANALISI DEI CLASSICI
ADAM SMITH
English
THE FOUNDATIONS OF THE ECONOMICS OF INNOVATION: FROM THE CLASSICAL LEGACIES TO THE
ECONOMICS OF COMPLEXITY
INTRODUCTION
1. THE DISCOVERY OF THE RESIDUAL: TOTAL FACTOR PRODUCTIVITY
2 THE DIRECTION OF TECHNOLOGICAL CHANGE
3.THE CLASSICAL LEGACIES: MARX AND ADAM SMITH
4. INNOVATION AND COMPETITION: THE SCHUMPETERIAN LEGACY
5. THE MARSHALLIAN LEGACY: KNOWLEDGE EXTERNALITIES
5. INNOVATION AND KNOWLEDGE: THE ARROVIAN LEGACY.
6. THE EVOLUTIONARY APPROACHES
7. IRREVERSIBILITY
8. PROCEDURAL RATIONALITY
9. LOCALIZED LEARNING
10. TECHNOLOGICAL CHANGE AS A META-FACTOR SUBSTITUTION
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
ANTONELLI, C. (2008), LOCALIZED TECHNOLOGICAL CHANGE. TOWARDS THE ECONOMICS OF COMPLEXITY,
ROUTLEDGE, LONDON.
ANTONELLI, C. (2011), THE ECONOMIC COMPLEXITY OF TECHNOLOGICAL CHANGE, EDWARD ELGAR,
CHELTENHAM.
English
ANTONELLI, C. (2008), LOCALIZED TECHNOLOGICAL CHANGE. TOWARDS THE ECONOMICS OF COMPLEXITY,
ROUTLEDGE, LONDON.
ANTONELLI, C. (2011), THE ECONOMIC COMPLEXITY OF TECHNOLOGICAL CHANGE, EDWARD ELGAR,
CHELTENHAM.
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=vkkf
- 58 -
Economia della complessita'
Complessity economics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0467
Docente:
Magda Fontana (Titolare del corso)
Contatti docente:
011 6703888, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/03 - scienza delle finanze
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
Nessuno
English
None
PROPEDEUTICO A
Italiano
Nessuno
English
None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Acquisire la capacità di programmare modelli ad agenti ed analizzarne i risultati
English
The course is meant to provide the ability to program an ABM and to analyze its results.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
- fondamenti di programmazione in Netlogo
- principi di analisi di dati simulati
English
- Basic programming skills in Netlogos
- Basic skill in ABM analysis
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
- 59 -
Elaborazione di un progetto di simulazione concordato con la docente
English
Implementation of an ABM under the supervision of the instructor
PROGRAMMA
Italiano
Il corso introduce gli studenti alle teorie e agli strumenti propri dell'Economia della Complessità. Nel corso –
tenuto nell'aula informatica – si approfondiranno le tecniche di simulazione ad agenti.
In particolare si tratteranno i seguenti temi:
- Quando e perché utilizzare una simulazione ad agenti: l'economia come sistema adattivo complesso.
- Come progettare un modello ad agenti: proprietà emergenti, generazione di numeri casuali, stocasticità.
- Programmare e condurre simulazioni in Netlogo: parametrizzazione e calibrazione
- Analisi dei modelli di simulazione: serie storiche di dati simulati, sensitivity analysis, robustness analysis,
uncertainty analysis.
Netlogo è disponibile gratuitamente sul sito Netlogo: http://ccl.northwestern.edu/netlogo/download.shtml
English
The course covers the fundamental theories and methods of Complexity Economics. A particular
emphasis will be given to Agent-based modelling (ABM).
In details, lectures will deal with:
- When and why to use ABMs: the economy as a complex adaptive system.
- How to design an ABM: emergent properties, stochasticity.
- Programming models and conducting simulation experiments in Netlogo: parametrization and calibration.
- How to analyse and ABM: simulated time series, sensitivity analysis, robustness analysis, uncertainty
analysis.
NetLogo is freely available from the NetLogo website:
http://ccl.northwestern.edu/netlogo/download.shtml
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Steven F. Railsback and Volker Grimm (2012), Agent-based and Individual Based Modeling - A practical
Introduction, Princeton University Press
English
Steven F. Railsback and Volker Grimm (2012), Agent-based and Individual Based Modeling - A practical
Introduction, Princeton University Press
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=1lvs
Economia della conoscenza
Knowledge economics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0022
Docente:
Aldo Geuna (Titolare del corso)
Marco Guerzoni
Contatti docente:
0116703891, [email protected]
- 60 -
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-P/02 - politica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto ed orale
MODALITÀ D'ESAME
Student will be required to work in groups of two to prepare the presentation and a term paper of 30004000 words. Class presentation (20%) Term paper (30%) Written exam (50% - 20 multiple answer
question and 3 open questions).
PREREQUISITI
English
15 credits in Economics
OBIETTIVI FORMATIVI
English
The course aims to develop a critical knowledge of the fundaments of the economics and policy of
knowledge production with particular emphasis on university research. The course will introduce the
student to the principal institutions and policies in the area of research and innovation in the G7 countries
and other BRIC countries. Particular attention will be devoted to the comparative analysis.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
English
The course provides detailed knowledge on the development and implementation of science and
technology policies. Students will acquire the needed theoretical and empirical knowledge to critically
evaluate market failure situations that would justify the development specific policies. The analysis of the
rationale behind policy action and the problems associated to the development and implementation of
specific policies will help the students to develop a critical knowledge of the difficulties inherent to the
development of science and technology policy.
There will be a "role play" class in which the two professors will debate a policy topic "as if" they were
presenting their case for a specific policy development in front of a governmental committee. Students will
be split into two groups and required to prepare questions for the presenters.
Students (groups of two students can be formed) will be asked to produce a term paper enabling them to
improve their reporting skills. The text should be placed at the cross border between academic research
and policy report. Each student will be asked to present the summary results of her/his work during the last
classes.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
English
Student will be required to work in groups of two to prepare the presentation and a term paper of 30004000 words.
Class presentation (20%)
Term paper (30%)
Written exam (50% - 20 multiple answer question and 3 open questions).
- 61 -
PROGRAMMA
English
The course is structured into five main modules. The first present a brief introduction to the economics of
innovation paying particular attention to the concepts of knowledge and information (this topic will be
develop in detail in the second semester course by Prof Antonelli). The second module focuses on the
higher education and research systems in a set of European countries the US and a few other countries
(depending on the interests of the students). The third module focuses on the understanding and use of
Science and Technology (S&T) Indicators for economic analysis and policy making. Some time will be
devoted to the analysis of scientific production and the academic labour market. The fourth module is
devoted to the critical analysis of important policy instruments such as the research assessment (REF in
the UK and VQR in Italy). How was this policy developed? How has been adapted in other countries? Is it
effective? In which conditions can it be applied? The last module examines in details the relationships
between science and technology. Particular attention will be given to the analysis of university-industry
interactions, academic patenting and other channels of knowledge transfer.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
English
Aldo Geuna e Federica Rossi, (2013), L'universita' ed il sistema economico, Bologna: Mulino Aldo Geuna
and Federica Rossi, (2014), The University and the Economy: Pathways to growth and development,
Cheltenham: Edward Elgar
NOTA
Orario Lezioni
It is mandatory to register to the course. The course stars on October 25 and finishes on December 12.
Room F3.
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ofnh
Economia della cultura
Cultural economics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0463
Docente:
Enrico Eraldo Bertacchini (Titolare del corso)
Contatti docente:
+39 011670 4982, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone di illustrare i fondamenti di economia dell'arte e della cultura. Particolare enfasi sarà
- 62 -
Il corso si propone di illustrare i fondamenti di economia dell'arte e della cultura. Particolare enfasi sarà
dedicata alle politiche pubbliche e al legame tra risorse culturali e sviluppo economico e sociale.
English
The aim of the course is to provide a basic The objective of the course is to provide a theoretical
understanding of the markets of cultural goods and of creative industries and the institutions and public
policies aimed at supporting the cultural and creative sector.
PROGRAMMA
Italiano
Il programma del corso si sviluppa secondo le seguenti tematiche: - Teoria dei beni culturali e dei loro
mercati - Il capitale culturale - La catena di produzione culturale - Patrimonio Culturale e Musei - Creatività
e Atmosfere Creative - Distretti Culturali - Diritti di proprietà intellettuale collettivi - Industrie culturali e
creative - Internet e la rivoluzione digitale nella produzione e consumo di contenuti culturali
English
The course will present the main issues concerning the markets for cultural goods and the analysis of
creative industries. Particular attention will be given to the notion of material cultural goods and cultural
districts.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
D. Throsby, Economia e Cultura, Il Mulino, Bologna 2005 W. Santagata, La Fabbrica della Cultura, Il Mulino,
Bologna 2007. Materiale fornito dal docente
English
D. Throsby, Economia e Cultura, Il Mulino, Bologna 2005 W. Santagata, La Fabbrica della Cultura, Il Mulino,
Bologna 2007. Reading material provided by the lecturer.
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=weed
Economia delle diseguaglianze (non attivo a.a. 2014/2015)
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica:
Docente:
Contatti docente:
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/02 - politica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=irgj
Economia delle ICT e dei media
Economy of ICT and media
Anno accademico:
2014/2015
- 63 -
Codice attività didattica: SCP0478
Docente:
Pier Paolo Patrucco (Titolare del corso)
Contatti docente:
011 6704970, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno 2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/02 - politica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
Mutuato da: Economia delle ICT e dei media
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=d8sh
Economia delle istituzioni
Economics of institutions
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0475
Docente:
Prof. Gilberto Turati (Titolare del corso)
Prof. Massimiliano Piacenza (Titolare del corso)
Contatti docente:
+39.011.6706046, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/03 - scienza delle finanze
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto
NOTA
Orario Lezioni Mutuato da: Economia delle Istituzioni (ECO0145)
Corso di studio in Economia e Management
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=fnfb
Economia delle migrazioni
Economy of migration
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0496
Docente:
Alessandra Venturini (Titolare del corso)
Contatti docente:
011 6704041, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
- 64 -
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/02 - politica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
Mutuato da: Economia delle migrazioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=x66m
Economia ed etica
Economics and ethics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0404
Docente:
Prof. Roberto Burlando (Titolare del corso)
Contatti docente:
011.670.3872, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/02 - politica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
Mutuato da: Economia ed etica
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=3b50
Economia globale e imprese multinazionali
Global economy and multinational companies
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0068
Docente:
Francesco Quatraro (Titolare del corso)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-P/02 - politica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
- 65 -
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
English
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
COMPRENSIONE DEI PROCESSI DINAMICI DI SPECIALIZZAZIONE. Analisi della natura delle imprese
multinazionali e del loro ruolo nello sviluppo economico.
English
UNDERSTANDING OF THE DYNAMICS OF SPECIALIZATION. Analysis of the nature of multinational
corporations and their role in economic development.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
REDAZIONE DI UN SAGGIO
English
ESSAY
PROGRAMMA
Italiano
Internationalization of product systems and globalization
Theories about vertical and horizontal integration
Modes of production and technoeconomic paradigms
Readings:
F. Guy, The Global Environment of Business, Oxford University Press. (Chapters 2-3; 7-8)
What is a multinational corporation
Historical account and definitions
Readings:
- 66 -
G. Ietto-Gillies, Transnational Coporation and International Production, Edward Elgar. (Chapters 1-2)
Theories about MNCs
The origins: Stephen Hymer
Product lifecycle
Oligopoly and FDIs
Internationalization and TNC
Dunning's eclectic framework
Readings:
G. Ietto-Gillies, Transnational Coporation and International Production, Edward Elgar. (Chapters 5-7; 9-10)
Teece, D. 1986. Transactions cost economics and the multinational enterprise. Journal of Economic
Behavior and Organization, 7, 21-45.
Teece, D. (2014). A Dynamic Capabilities-Based Entrepreneurial Theory of the Multinational Enterprise,"
Journal of International Business Studies, 45, 8-37.
MNC and technological change
The impact of distance-shirking technologies
Absorptive capacity and use of knowledge
Technological proximity and TNC
Technological lifecycle and TNC
Readings:
Kogut, B. and Zander, U., 1993. Knowledge of the firm and the evolutionary theory of the multinational
corporation. Journal of International Business Studies, 4; 625-645.
Teece, D. (2014). A Dynamic Capabilities-Based Entrepreneurial Theory of the Multinational Enterprise,"
Journal of International Business Studies, 45, 8-37.
Zhang, F., Jiang, G. and Cantwell, JA. (2014). Subsidiary exploration and the innovative performance of large
multinational corporations. International Business Review, in press.
Cantwell, J.A. and Piscitello, L. (2013). Historical changes in the determinants of the composition of
innovative activity in MNC subunits. Industrial and Corporate Change, in press.
MNCs and Economic geography
Readings:
Cantwell, J. and Iammarino, S. (2001) EU Regions and Multinational Corporations: Change, Stability and
Strengthening of Technological Comparative Advantages. Industrial and Corporate Change, 10, 4, 10071037.
Iammarino, S., Padilla, R. and von Tunzelmann, N. (2008) Technological capabilities and global-local
interactions. The electronics industry in two Mexican regions. World Development, 36, 10, 1980-2003.
Kramer J., Marinelli E., Iammarino S. and Revilla Diez J. (2011), Intangible Assets, Multinational Enterprises
and Regional Systems of Innovation, Technovation, 31, 447-458.
Iammarino S. and McCann P. (2013), Multinationals and Economic Geography. Location, Technology, and
Innovation, Edwar Elgar.
English
Internationalization of product systems and globalization
Theories about vertical and horizontal integration
Modes of production and technoeconomic paradigms
- 67 -
Readings:
F. Guy, The Global Environment of Business, Oxford University Press. (Chapters 2-3; 7-8)
What is a multinational corporation
Historical account and definitions
Readings:
G. Ietto-Gillies, Transnational Coporation and International Production, Edward Elgar. (Chapters 1-2)
Theories about MNCs
The origins: Stephen Hymer
Product lifecycle
Oligopoly and FDIs
Internationalization and TNC
Dunning's eclectic framework
Readings:
G. Ietto-Gillies, Transnational Coporation and International Production, Edward Elgar. (Chapters 5-7; 9-10)
Teece, D. 1986. Transactions cost economics and the multinational enterprise. Journal of Economic
Behavior and Organization, 7, 21-45.
Teece, D. (2014). A Dynamic Capabilities-Based Entrepreneurial Theory of the Multinational Enterprise,"
Journal of International Business Studies, 45, 8-37.
MNC and technological change
The impact of distance-shirking technologies
Absorptive capacity and use of knowledge
Technological proximity and TNC
Technological lifecycle and TNC
Readings:
Kogut, B. and Zander, U., 1993. Knowledge of the firm and the evolutionary theory of the multinational
corporation. Journal of International Business Studies, 4; 625-645.
Teece, D. (2014). A Dynamic Capabilities-Based Entrepreneurial Theory of the Multinational Enterprise,"
Journal of International Business Studies, 45, 8-37.
Zhang, F., Jiang, G. and Cantwell, JA. (2014). Subsidiary exploration and the innovative performance of large
multinational corporations. International Business Review, in press.
Cantwell, J.A. and Piscitello, L. (2013). Historical changes in the determinants of the composition of
innovative activity in MNC subunits. Industrial and Corporate Change, in press.
MNCs and Economic geography
Readings:
Cantwell, J. and Iammarino, S. (2001) EU Regions and Multinational Corporations: Change, Stability and
Strengthening of Technological Comparative Advantages. Industrial and Corporate Change, 10, 4, 10071037.
Iammarino, S., Padilla, R. and von Tunzelmann, N. (2008) Technological capabilities and global-local
interactions. The electronics industry in two Mexican regions. World Development, 36, 10, 1980-2003.
Kramer J., Marinelli E., Iammarino S. and Revilla Diez J. (2011), Intangible Assets, Multinational Enterprises
and Regional Systems of Innovation, Technovation, 31, 447-458.
Iammarino S. and McCann P. (2013), Multinationals and Economic Geography. Location, Technology, and
Innovation, Edwar Elgar.
- 68 -
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Iammarino, S. and McCann, P. (2013) Multinationals And Economic Geography. Cheltenham, Edward Elgar.
Guy, F. (2009) The Global Environment of Business. Oxford, Oxford University Press.
Ietto-Gillies, G. (2008) Transnational corporations. London, Routledge
Cantwell, J. and Iammarino, S. (2001) EU Regions and Multinational Corporations: Change, Stability and
Strengthening of Technological Comparative Advantages. Industrial and Corporate Change, 10, 4, 10071037.
Iammarino, S., Padilla, R. and von Tunzelmann, N. (2008) Technological capabilities and global-local
interactions. The electronics industry in two Mexican regions. World Development, 36, 10, 1980-2003.
Kramer J., Marinelli E., Iammarino S. and Revilla Diez J. (2011), Intangible Assets, Multinational Enterprises
and Regional Systems of Innovation, Technovation, 31, 447-458.
English
Iammarino, S. and McCann, P. (2013) Multinationals And Economic Geography. Cheltenham, Edward Elgar.
Guy, F. (2009) The Global Environment of Business. Oxford, Oxford University Press.
Ietto-Gillies, G. (2008) Transnational corporations. London, Routledge
Cantwell, J. and Iammarino, S. (2001) EU Regions and Multinational Corporations: Change, Stability and
Strengthening of Technological Comparative Advantages. Industrial and Corporate Change, 10, 4, 10071037.
Iammarino, S., Padilla, R. and von Tunzelmann, N. (2008) Technological capabilities and global-local
interactions. The electronics industry in two Mexican regions. World Development, 36, 10, 1980-2003.
Kramer J., Marinelli E., Iammarino S. and Revilla Diez J. (2011), Intangible Assets, Multinational Enterprises
and Regional Systems of Innovation, Technovation, 31, 447-458.
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ip1j
Economia politica: introduzione al sistema economico
Principles of economics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0002
Docente:
Roberto Marchionatti (Titolare del corso)
Dott. Angela Ambrosino (Esercitatore)
Contatti docente:
011 6704042, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Di base
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-P/01 - economia politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
- 69 -
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Italiano
nessuno
PROPEDEUTICO A
Italiano
corsi successivi di economia
English
next courses in economic field
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
La finalità del corso è fornire una approfondita introduzione ai principi necessari per comprendere il
dibattito economico odierno.
English
The course offers an introduction to the principles of economics. It covers both microeconomic and
macroeconomic topics, in order to provide students with tools for understanding the contemporary
economic debate.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Capacità di maneggiare gli strumenti teorici utili a comprendere il dibattito economico odierno.
English
Ability to handle the main theoretical tools for understanding the contemporary economic debate.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
prova scritta e orale
English
next courses in economic field
PROGRAMMA
Italiano
In primo luogo si introducono i modelli economici tradizionalmente insegnati in un corso introduttivo (il
modello di concorrenza perfetta e le imperfezioni della concorrenza). In secondo luogo si dà spazio ai
nuovi sviluppi della teoria economica, dall?informazione imperfetta, alla razionalità limitata e alla
razionalità strategica, all?economia comportamentale. 1. Introduzione storica: nascita e sviluppo della
scienza economica A. L?approccio microeconomico 2. Il modello microeconomico neoclassico base 2.1.
Scambio e mercato 2.2. Domanda e offerta 2.3. Le decisioni del consumatore 2.4. Le decisioni del
produttore 2.5. La decisione di offrire lavoro 2.6. La decisione di risparmiare 2.7. La scelta in condizioni di
incertezza 2.8. Benessere, efficienza e concorrenza 3. Il modello microeconomico neoclassico allargato
3.1. Il monopolio 3.2. La concorrenza monopolistica 3.3. L?oligopolio 3.4. Esternalità, beni pubblici, risorse
collettive 3.5. L?intervento pubblico 3.6. La teoria della scelta pubblica 4. Oltre il modello neoclassico 4.1. L?
informazione imperfetta e le sue implicazioni 4.2. La razionalità limitata e le sue implicazioni 4.3. La
razionalità strategica e la teoria dei giochi 4.4. Sviluppi nell?economia dei mercati finanziari. Cenni 4.5. Le
teorie economiche della giustizia. Cenni B. L?approccio macroeconomico 5. Contabilità nazionale 6. La
macroeconomia pre-keynesiana 7. La macroeconomia keynesiana: il modello di economia chiusa 8. La
curva di Phillips 9. La macroeconomia dopo la macroeconomia keynesiana. Cenni
- 70 -
English
1. Historical Introduction A. Microeconomics 2. Neoclassical Model 2.1. Exchange and market 2.2. Supply
and Demand 2.3. The consumer decision 2.4. The producer decision 2.5. The labour supply decision 2.6.
The saving decision 2.7. Choice in condition of uncertainty 2.8. Welfare, efficiency and competition 3. The
enlarged neoclassical model 3.1. Monopoly 3.2. Monopolistic competition 3.3. Oligopoly 3.4. Externalities,
public goods, collectove resources 3.5. Publis sector 3.6. The theory of public choice 4. Beyond the
neoclassical model 4.1. Imperfect information 4.2. Bounded rationality 4.3. Strategic rationality and the
theory of games 4.4. The economics of financial markets 4.5. Economic theories of justice B.
Macroeconomics 5. National accounting 6. Pre-keynesian maacroeconomics 7. Keynesian
macroeconomics 8. Phillips curve 9. Macroeconomics aftyer Keynesian macroeconomics
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
R. Marchionatti e F. Mornati, Principi di economia politica, seconda edizione, Giappichelli, Torino, 2012
English
R. Marchionatti e F. Mornati, Principi di economia, seconda edizione, Giappichelli, Torino, 2012
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=4thi
Economic History
Economic History
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica:
Docente:
Stefano Fenoaltea (Titolare del corso)
Contatti docente:
011 091 4038, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Non previsto
Crediti/Valenza:
SSD attvità didattica:
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
OBIETTIVI FORMATIVI
knowledge and understanding
-- knowledge of the stylized facts of Europe's economic development from the Stone Age on
-- understanding of the use of economic analysis to explain historical change
-- knowledge of the various schools of thought, of their underlying ideology, and of the relations among
them
applying knowledge and understanding
-- the course provides training in the deconstruction of "facts" and interpretations across the entire
spectrum of the social sciences
Making judgements
-- the course develops the capacity to make informed, independent judgements by training the
reader/listener to search for, identify, and evaluate the author's hidden assumptions
Communication skills
-- the course aims to develop the capacity to communicate one's knowledge and arguments in a coherent
and comprehensible manner
Learning skills
- 71 -
Learning skills
The course teaches a sophisticated approach to the social sciences, thus developing the capacity for
independent study
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Knowledge of a basic outline of economic history; capacity to read critically in the social sciences;
capacity to apply economic analysis to empirical problems
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Written exam, with essays on broad themes that bring out the student's ability to synthesize and argue, as
well as her/his knowledge
CONTENUTI
discussion of production, trade, and economic organization from the late Stone Age to the recent past; use
of economic theory to understand reality; the nature of the social sciences and the role of ideology
PROGRAMMA
Class timetable:
02/10/2014 18:00 AULA E2
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
14/10/2014 18:00 AULA E2
selected readings (journal articles, book chapters)
16/10/2014 18:00 AULA E2 (43 POSTI)
21/10/2014 17:00 AULA E2 (43 POSTI)
The reading matter for the course can be found here.
NB: students should bring a hard copy of the first
reading (00 course notes) to the first class meeting,
C3 P. FARNETTI (43 POSTI) on October 2.
E2 (43 POSTI)
Pagina web del corso: http://www.didatticaC3 P. FARNETTI (43 POSTI) est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=3hhi
E2 (43 POSTI)
23/10/2014 18:00 AULA E2 (43 POSTI)
04/11/2014 17:00 AULA
06/11/2014 18:00 AULA
11/11/2014 17:00 AULA
13/11/2014 18:00 AULA
18/11/2014 17:00 AULA C3 P. FARNETTI (43 POSTI)
20/11/2014 18:00 AULA E2 (43 POSTI)
25/11/2014 17:00 AULA C3 P. FARNETTI (43 POSTI)
27/11/2014 18:00 AULA E2 (43 POSTI)
02/12/2014 17:00 AULA C3 P. FARNETTI (43 POSTI)
04/12/2014 18:00 AULA E2 (43 POSTI)
09/12/2014 18:00 AULA E2 (43 POSTI)
11/12/2014 18:00 AULA E2 (43 POSTI)
16/12/2014 17:00 AULA E2 (43 POSTI)
18/12/2014 18:00 AULA E2 (43 POSTI)
Epidemiologia
Epidemiology
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0473
Docente:
Prof. Giuseppe COSTA (Titolare del corso)
Contatti docente:
011-40188202/221, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Scienze Statistiche, Economiche e Manageriali - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-S/05 - statistica sociale
- 72 -
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
- Comprendere i principali strumenti e metodi quantitativi che permettono di identificare e misurare i
fattori di rischio e di valutarne l'associazione con gli effetti sulla salute, dimostrando di saperne interpretare
i risultati
- Saper partecipare al processo di valutazione del rischio con la propria osservazione, dimostrando di
sapere identificare gli elementi costitutivi e le fasi
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Esame scritto
PROGRAMMA
Italiano
Metodo e disegni di studio:
- Funzione di occorrenza, determinanti, confondenti e modificanti.
- Misure di occorrenza e associazione, definizioni concettuali e operative.
- Popolazioni e campionamento selettivo.
- Validità e precisione.
- Modelli di studio di coorte.
- Modelli di studio caso controllo.
- Valutazione di efficacia e impatto di interventi di prevenzione: l'effetto come differenza nell'outcome dei
trattati e i non trattati, stime di effetto basate sul matching, serie temporali interrotte.
- Introduzione al Datawarehouse epidemiologico.
- Introduzione alle banche dati bibliografiche.
Esempi di applicazione:
• Valutazione del sistema sanitario
• Politiche del lavoro e sicurezza
• Determinanti sociali
• Ambiente
English
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
ROTHMAN KJ. 2012. Epidemiology - an introduction, 2nd edition. Oxford University Press.
MARTINI A., SISTI M. 2009. Valutare il successo delle politiche pubbliche. Il Mulino.
SLIDE e MATERIALI distribuiti dal docente
NOTA
Le slide e i materiali aggiuntivi saranno distribuiti dal docente direttamente a lezione
Orario Lezioni
- 73 -
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=bw7e
Finanza etica e microcredito
Finance, ethics and microcredit
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0252
Docente:
Contatti docente:
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/02 - politica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
Mutuato da: Finanza etica e microcredito
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=c89e
Geografia applicata e cooperazione allo sviluppo
Applied geography and co-operation for development
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0176
Docente:
Elisa Bignante (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704112, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
M-GGR/02 - geografia economico-politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
Prerequisiti Il corso richiede il possesso delle nozioni di base della geografia dello sviluppo. Richiede inoltre
una formazione di base sui temi della cooperazione allo sviluppo. Chi non fosse in possesso di tali
conoscenze è invitato a studiare i seguenti testi: - E. Bignante, F. Celata, A. Vanolo (2014), Geografie dello
sviluppo: una prospettiva critica e globale, Utet, Torino. - A. Raimondi, G. Antonelli (2001), Manuale di
Cooperazione allo sviluppo, SEI. - V. Ianni (2011), Dizionario della cooperazione internazionale allo
sviluppo, Carocci.
- 74 -
English
Knowledge in geography of development and international aid is required. Students who are not familiar
with such concepts are kindly requested to study the following books: - E. Bignante, F. Celata, A. Vanolo
(2014), Geografie dello sviluppo: una prospettiva critica e globale, Utet, Torino. - A. Raimondi, G. Antonelli
(2001), Manuale di Cooperazione allo sviluppo, SEI. - V. Ianni (2011), Dizionario della cooperazione
internazionale allo sviluppo, Carocci.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Obiettivo del corso è fornire allo studente concetti e strumenti per un'analisi geografica funzionale alla
comprensione critica di temi e problemi di geografia dello sviluppo e della cooperazione allo sviluppo. Il
corso intende inoltre stimolare nello studente la capacità di leggere in modo critico le esperienze di
cooperazione allo sviluppo e di applicare le conoscenze apprese in contesti di ricerca e programmazione
di interventi nel Sud globale.
English
The aim of the course is to provide students with concepts and tools which will enable them to better
understand different interventions of international aid in the Global South. It also seeks to stimulate the
student's ability to critically investigate international aid interventions and to apply the knowledge in the
context of research and planning in the Global South.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente dovrà possedere una buona conoscenza degli argomenti trattati durante il corso ed essere in
grado di utilizzare consapevolmente gli strumenti acquisiti. Il possesso di tali competenze sarà oggetto di
verifica secondo quanto indicato alla voce Modalità di verifica dell'apprendimento.
English
The aim of the course is to provide students with concepts and tools which will enable them to better
understand, monitor and evaluate different interventions of international aid in the Global South. It also
seeks to stimulate the student's ability to critically investigate international aid interventions and to apply
the knowledge in the context of research and planning in the Global South.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame finale è scritto con domande aperte e discorsive (3 domande, 1
ora di tempo)
English
Written with open questions (3 questions, 1 hour time)
PROGRAMMA
Italiano
Il corso introduce una serie di concetti e strumenti geografici per indagare e comprendere le geografie
dello sviluppo e della cooperazione allo sviluppo. Nella prima parte del corso verranno prese in esame le
geografie della cooperazione allo sviluppo, intese come flussi, attori e logiche d?azione attraverso cui le
attività di cooperazione allo sviluppo connettono tra loro i diversi luoghi della Terra. Successivamente ci si
soffermerà sugli strumenti che l?analisi geografica offre alla cooperazione allo sviluppo, e cioè i metodi
che la geografia utilizza per analizzare i contesti geografici alle diverse scale, come conoscenza
indispensabile ai programmi e progetti di cooperazione. Nella seconda parte del corso l'attenzione si
concentrerà sul continente africano. Attraverso letture, approfondimenti, dibattiti ed esposizioni degli
studenti si esploreranno temi e questioni legate allo sviluppo africano e al ruolo dell'Africa nel mondo
globalizzato odierno.
English
- 75 -
English
The course introduces concepts and geographical tools to better understand geographies of development
and development cooperation. In the first part of the course the attention will concentrate on geographies
on developments cooperation (flows, actors and logics of international aid). Geographical tools used within
international aid projects and programs will also be investigated. The second part of the course will focus
on the African continent exploring (through debates, readings, discussion and student group works)
themes and perspectives linked to Africa?s role in a globalized World.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
PROGRAMMA STUDENTI NON FREQUENTANTI 9 CFU:
A) Bignante E., Dansero E., Scarpocchi C., "Geografia e cooperazione allo sviluppo", FrancoAngeli, Milano,
2008.
B) Power M., "Rethinking Development Geographies", Routledge,London, 2003.
C) Ferguson J., "Global Shadows", Africa in the Neoliberal World Order, Duke University Press, Durham and
London, 2006.
PROGRAMMA STUDENTI NON FREQUENTANTI 6 CFU:
A) Bignante E., Dansero E., Scarpocchi C., "Geografia e cooperazione allo sviluppo", FrancoAngeli, Milano,
2008.
B) Un testo a scelta tra:
- Power M., "Rethinking Development Geographies", Routledge,London, 2003.
- Ferguson J., "Global Shadows", Africa in the Neoliberal World Order, Duke University Press, Durham and
London, 2006.
English
9 CFU:
A) Bignante E., Dansero E., Scarpocchi C., "Geografia e cooperazione allo sviluppo", FrancoAngeli, Milano,
2008.
B) Power M., "Rethinking Development Geographies", Routledge,London, 2003.
C) Ferguson J., "Global Shadows", Africa in the Neoliberal World Order, Duke University Press, Durham and
London, 2006.
6 CFU:
A) Bignante E., Dansero E., Scarpocchi C., "Geografia e cooperazione allo sviluppo", FrancoAngeli, Milano,
2008.
B) One of the following books:
- Power M., "Rethinking Development Geographies", Routledge,London, 2003.
- Ferguson J., "Global Shadows", Africa in the Neoliberal World Order, Duke University Press, Durham and
London, 2006.
NOTA
Italiano
Il corso è basato su lezioni frontali, interventi di esperti esterni, discussioni collettive in aula, visione di
documentari, giochi di ruolo lavoro di gruppo degli studenti.
English
Lectures, discussions, vision and analyisis of documentaries, role-playing games, student group work will
- 76 -
Lectures, discussions, vision and analyisis of documentaries, role-playing games, student group work will
all be part of the learning method.
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=bupb
Gestione dei progetti comunitari/culturali
Management of eu and cultural projects
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0464
Docente:
Prof. Corrado Antonio Di Fazio (Titolare del corso)
Prof. Carlo Colomba (Titolare del corso)
Alessio Re (Titolare del corso)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
12
SSD attvità didattica:
SECS-P/08 - economia e gestione delle imprese
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano e Inglese
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Orale
MODALITÀ D'ESAME
italiano
La valutazione dello studente viene effettuata per il 50% nel lavoro di esercitazione da svolgersi in aula e
per il 50% dalla preparazione e presentazione di un progetto individuale da discutere in sede di esame. Le
domande verteranno inoltre su dispense e materiali di lavoro presentati durante le lezioni.
english
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Lo scopo del corso è fornire gli strumenti necessari a riconoscere le determinanti del valore della cultura
nel quadro dell'economia della conoscenza, con particolare riferimento alla pianificazione e gestione di
progetti, programmi e siti culturali.
English
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
italiano
Capacità di selezionare, preparare e gestire le fasi di un progetto culturale.
english
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
italiano
- 77 -
italiano
La valutazione dello studente viene effettuata per il 50% nel lavoro di esercitazione da svolgersi in aula e
per il 50% dalla preparazione e presentazione di un progetto individuale da discutere in sede di esame. Le
domande verteranno inoltre su dispense e materiali di lavoro presentati durante le lezioni.
english
PROGRAMMA
Italiano
MODULO I: PROGETTAZIONE E GESTIONE DI PROGETTI COMUNITARI (6 CFU)
1) Il background della progettazione europea. Breve storia della politica regionale della Commissione
Europea e delle principali istituzioni Comunitarie. Le iniziative e i programmi comunitari a gestione diretta
ed indiretta.
2) Tecniche e metodi di redazione dei progetti comunitari. La Logical Framewok ed il Project Cycle
Management. La costruzione del paternariato transnazionale.
3) La valutazione dei progetti. Modelli e metodi di valutazione e selezione multicriteriale. Modalità di
elaborazione di graduatorie e applicazione di regole di selezione.
4) La negoziazione e la fase contrattuale con la Commissione. Il contratto con la Commissione europea.
Indicazioni per la negoziazione. Termini per le relazioni intermedie e finale. Diritti di proprietà intellettuale.
Modalità e strumenti di comunicazione con la Commissione.
5) EuroProject Management. Europroject and Risk Management. Il monitoraggio del progetto. Il ruolo
dell'EuroProject Manager. Processi e strumenti di comunicazione interna. Gestione del paternariato
Esperienze concrete di gestioni progettuali d'eccellenza.
6) La rendicontazione. Tecniche di rendicontazione. L'ammissibilità delle spese. L'archiviazione della
documentazione. Gestione degli scostamenti dal bilancio preventivo. La distribuzione del contributo
comunitario. L'audit finanziario al termine del progetto.
Il modulo è mutuato da STRATEGIE INTERNAZIONALI E GESTIONE DEI PROGETTI COMUNITARI - MODULO:
GESTIONE DEI PROGETTI E DEI FINANZIAMENTI COMUNITARI (SEM0028B)
MODULO II
Il corso è basato su un insieme di lezioni frontali tese a fornire i fondamenti concettuali e metodologici,
oltre ad esempi e casi studio, per la preparazione e gestione di progetti culturali, e da un insieme di
esercitazioni per mettere in pratica tali principi su un caso di lavoro concreto. Il modulo tratterà da un
punto di vista teorico, metodologico e attraverso l'analisi di casi studio italiani ed internazionali, i seguenti
argomenti:
strumenti e metodi per il management culturale
principi di pianificazione strategica
progettazione di iniziative culturali
fasi del project cycle management
attività di enti internazionali nel campo del settore culturale
piani di gestione di realtà culturali
le fasi del management planning
valutazione e monitoraggio dei progetti culturali
English
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
ILO coop Africa, Project design manual
Alessio Re, Valutare la gestione dei siti UNESCO, Celid 2011
- 78 -
CE, Project Cycle Management Guidelines
English
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=sn5r
Gestione delle risorse naturali: energia, acqua, biodiversita'
Natural resource management: energy, water, biodiversity
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0451
Docente:
Silvana Dalmazzone (Titolare del corso)
Giovanna Garrone (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704410, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-P/02 - politica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Students should have passed Mathematical Methods for Economics (strictly required), Applied
Microeconomic Models and Environmental Economics (recommended)before sitting for the exam of
Natural Resource Management
OBIETTIVI FORMATIVI
English
The NATURAL RESOURCE MANAGEMENT course is co-taught by S. Dalmazzone and G. Garrone. It aims at
providing the basic economic concepts of natural resource management along with the analytical tools
needed to make them operational. The course presupposes competences acquired in the courses of
Governance of economic processes, Quantitative Methods for the Social Sciences, Environmental
Economics.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
English
Students should reach a good knowledge of the course topics and be able to thoughtfully use the tools
acquired. The acquisition of these skill will be subject to verification as described in the exam section.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
English
The final evaluation is based on a written examination at the end of the course (+ interim self-assessment
tests).
- 79 -
PROGRAMMA
English
The programme covers the following topics:
- Socio-ecological systems and ecosystem services.
- Role of natural resources in economic development.
- Efficient and optimal use of natural capital: non-renewable resources.
- Fossil fuels: scarcity, environmental impacts, costs and prospects of exhaustion. Security of supply.
Efficient and optimal management of reserves.
- Alternative energies: hydrogen, renewables, biofuels. Technological innovation and competitiveness.
- Efficient and optimal use of natural capital: renewable resources.
- The state of world marine resources and their management policies
- The state of global forest resources and their management policies.
- Water supply. Scarcity: models and management scenarios. Water pollution: policies and instruments.
- Biodiversity loss, resilience and stability of ecosystems.
- International agreements: Convention on Biological Diversity, Biosafety Protocol, and national strategies
and Clearing House Mechanism.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
English
The bibliography will consist of articles published in scientific journals, documents of international
organizations and chapters from the following textbooks, according to specific instructions that will be
provided during the course.
- Perman R., Ma Y., J. Mc Gilvray, Common M. (2011), Natural Resources and Environmental Economics,
Harrow, UK: Pearson education, 4th edition.
- Millennium Ecosystem Assessment (2005), Washington: Island Press
- Baland JM and JP Platteau (1996), Halting Degradation and Natural Resources, Oxford: OUP.
A detailed syllabus will be provided during the classes and will be available on the course website.
NOTA
The course is taught in English and encompasses a few lectures and seminars by external scholars on
applied environmental issues.
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=q4x4
Global Industry (laboratorio) (non attivo a.a. 2014/2015)
Global Industry
Anno accademico:
Codice attività didattica: SCP0505
Docente:
Giovanni Balcet (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704404, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
Tipologia:
Altre attività
Crediti/Valenza:
3
SSD attvità didattica:
SECS-P/02 - politica economica
Erogazione:
Tradizionale
- 80 -
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il Laboratorio si propone di fornire gli strumenti per analizzare i processi di globalizzazione che
interessano l'industria, la produzione e le imprese.
Inglese
The workshop provides the instruments to analyse the processes of globalization involving industry,
production and coporations.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti dovranno produrre una relazione che dimostri le capacità acquisite di analisi e di sintesi sui
temi della globalizzazione dell'industria.
Inglese
Students will be asked to write a paper on a global industry issue.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Seminari. Interventi di esperti e casi di impresa.
Inglese
Seminars. Experts' contributions, company case studies.
PROGRAMMA
Italiano
Industria globale:casi di paese, settore, impresa.
1. Tecnologia globale e imprese multinazionali.
2. Il caso dell'industria dell'auto:globalizzazione e regionalizzazione.
3. Le multinazionali dei paesi emergenti: Cina e India.
4. Le politiche di attrattività.
5. Traiettorie di internazionalizzazione delle imprese italiane.
Inglese
Global Industry: Country, Industry and Company Case Studies
1. Global technology and multinational corporations.
2. The automotive industry: globalisation and regionalization.
3. Emerging country multinationals: China and India.
4. Attractivity policies.
5. Trajectories of internationalization of Italian companies.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- 81 -
Italiano
I riferimenti bibliografici verranno forniti all'inizio di ogni seminario.
Inglese
References will be given for each seminar.
NOTA
Italiano
In italiano e in inglese
Inglese
in English and in Italian
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=rvc6
Governance dei processi economici
Governance of economic processes
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0007
Docente:
Federico Revelli (Titolare del corso)
Enrico Eraldo Bertacchini (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704920, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-P/03 - scienza delle finanze
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
Si presuppone la familiarità con i concetti fondamentali dell'economia politica. La conoscenza della lingua
inglese non è obbligatoria per il superamento dell'esame, ma vivamente consigliata.
English
Economic principles
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Illustrare meccanismi fondamentali e casi di insufficienza e malfunzionamento dei mercati e discutere
modalità, intensità e limiti dell'intervento pubblico nell?economia.
English
The objective of the course consists in illustrating and explaining the fundamental causes of market failure
and discussing the role of government.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
prova scritta finale
- 82 -
prova scritta finale
Volontariamente, gli studenti possono partecipare alla attività di redazione di un blog
(http://governanceprocessieconomici.wordpress.com/) in cui è richiesta periodicamente la stesura di brevi
saggi sui temi affrontati durante il corso. I criteri di valutazione di questa attività vengono stabiliti dai
docenti a inizio del corso.
English
final written exam
Students, on a voluntary base, may integrate the final examination by participating at a blogging activity
(http://governanceprocessieconomici.wordpress.com/). In this case, the students are expected to write
regularly short essays applying the concepts and analytical tools learned in class.
PROGRAMMA
Italiano
Parte I (6 cfu): testi in lingua italiana I meccanismi di funzionamento delle economie di mercato; i casi di
insufficienza e fallimento dei mercati; modalità, intensità e limiti dell'intervento pubblico con particolare
riferimento al disegno dell'organizzazione dei moderni sistemi di welfare; processi di decisione collettiva
nei sistemi di governo a più livelli. Parte II (3 cfu): testo in lingua italiana Il ruolo delle istituzioni e delle
organizzazioni nei processi economici; teorie economiche della proprietà; teoria economica dei contratti.
English
Part I: readings in Italian Mechanisms of resource allocation in market economies; market failures;
government intervention and welfare; collective choice processes in multi-level government. Part II:
readings in Italian and English The role of the Institutions and organizations in economic processes;
Economics of Property Rights; Contract Theory.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Parte I (6 cfu) - G. Mankiw e M. Taylor, Principi di Economia, Zanichelli 2012. Capitoli: 5, 6, 7, 8, 10, 11, 20, 21,
22. - J. Stiglitz, Economia del Settore Pubblico, Hoepli 2004, vol. I. Capitoli: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 8; vol. II. Capitoli: 4,
5, 6, 11. Parte II (3 cfu) - Cooter, Mattei, Monateri, Pardolesi, Ulen, Il Mercato delle Regole. Analisi Economica
del Diritto Civile, vol. I Capitoli 2,3; - Materiale didattico fornito dal docente
English
Parte I (6 cfu) - G. Mankiw e M. Taylor, Principi di Economia, Zanichelli 2012. Capitoli: 5, 6, 7, 8, 10, 11, 20, 21,
22. - J. Stiglitz, Economia del Settore Pubblico, Hoepli 2004, vol. I. Capitoli: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 8; vol. II. Capitoli: 4,
5, 6, 11. Parte II (3 cfu) - Cooter, Mattei, Monateri, Pardolesi, Ulen, Il Mercato delle Regole. Analisi Economica
del Diritto Civile, vol. I Capitoli 2,3; - Materiale didattico fornito dal docente
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=2778
Green economy and innovation
Green economy and innovation
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0461
Docente:
Marco Guerzoni (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703874, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
- 83 -
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/01 - economia politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano e Inglese
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
English
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Capacità di scrivere e discutere di problemi di sostenibilità ambientale.
English
Ability to write and discuss about issue of environmental sustainability
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Tesina
English
Essay
PROGRAMMA
Italiano
Comprensione della relazione tra sviluppo economico, innovazione e sostenibilità ambientale.
English
Understanding of the relation among economic development, innovation and environmental sustainability.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
materiale fornito online
English
reading material will be available on line.
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ny24
Industrie culturali e mercati globali
- 84 -
Cultural industries and global markets
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0471
Docente:
Enrico Eraldo Bertacchini (Titolare del corso)
Contatti docente:
+39 011670 4982, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno 2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/03 - scienza delle finanze
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
NOTA
Orario Lezioni Mutuato da: Industrie culturali e mercati globali
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=4fb5
Informatica e sistemi informativi (docente da designare)
Information systems
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0009
Docente:
Contatti docente:
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Di base
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
INF/01 - informatica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
English
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
- 85 -
English
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
English
PROGRAMMA
Italiano
English
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
English
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=s7ua
Innovazione e crescita
Economics of innovation and growth
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0012
Docente:
Cristiano Antonelli (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704403, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/02 - politica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto ed orale
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
FORNIRE GLI ELEMENTI UTILI ALLA COMPRENSIONE DEI DETERMINANTI DEI PROCESSI DI GENERAZIONE DI
NUOVA CONOSCENZA TECNOLOGICA E INTRODUZIONE DI INNOVAZIONI E DELLE LORO CONSEGUENZE DAL
PUNTO DI VISTA DELL'ANALISI ECONOMICA.
- 86 -
English
TO PROVIDE THE TOOLS TO ANALYSE THE CAUSES AND EFFECTS OF THE GENERATION OF
TECHNOLOGICAL KNOWLEDGE AND THE THE INTRODUCTION OF INNOVATIONS AS ECONOMIC PROCESSES.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame verterà sulla discussione di un elaborato di almeno 10000 parole, scritto con un massimo di 3
autori, che il candidato dovrà presentare almeno 7 giorni prima della data dell'appello. Tutti i coautori del
medesimo elaborato dovranno partecipare congiuntamente allo stesso appello.
English
ESSAY
PROGRAMMA
Italiano
1. INTRODUZIONE E DEFINIZIONI 1.1. LE CINQUE DEFINIZIONI DI INNOVAZIONE. LA DISTINZIONE TRA
INNOVAZIONE, INVENZIONE, IMITAZIONE, ADOZIONE E DIFFUSIONE 1.2. INTENSITA? FATTORIALE 2. IL
CAMBIAMENTO TECNOLOGICO NELL?ANALISI NEOCLASSICA 2.1 PROCESSI DI AGGIUSTAMENTO DOPO LO
SHOCK ESTERNO: SENTIERI DI DEPRESSIONE/EUFORIA E CRISI 2.2 LA NOZIONE DI PRODUTTIVITA? TOTALE
DEI FATTORI 2.3 IL q DI TOBIN 2.4 L?EFFICIENZA DI FARRELL 2.5 IL PROBLEMA DELLA DIREZIONE DEL
CAMBIANENTO TECNOLOGICO: EFFETTO SHIFT E EFFETTO BIAS. 2.6 RIDEFINIZIONE DEL CALCOLO DELLA
PRODUTTIVITA? TOTALE DEI FATTORI 2.7 BIAS E DISCONTINUITA? NELLA SCELTA DELLE TECNOLOGIE E SUI
MERCATI DEI FATTORI 2.8 I PROCESSI D I APPRENDIMENTO ALLA ARROW 2.9 CENNI AI MODELLI DELLA NEW
GROWTH THEORY 3. IL CAMBIAMENTO TECNOLOGICO NELL? ANALISI DEI CLASSICI 3.1. ADAM SMITH 3.2.
ALFRED MARSHALL E ALLYN YOUNG 3.3. LA PRESSIONE DELLA DOMANDA: DA KALDOR E SCHMOOKLER 3.4.
IL CAMBIAMENTO TECNOLOGICO NELL?ANALISI DI MARX E IL RUOLO DEI PREZZI DEI FATTORI 3.5
SOSTITUZIONE E INNOVAZIONE IN MARX 3.6 I MODELLI DI INDUZIONE: HICKS, E RUTTAN 3.7 IL MODELLO DI
KENNEDY-SAMUELSON 3.8 IL MODELLO DI ACEMOGLU 3.9 ABBONDANZA RELATIVA E DIREZIONE 4. IL
CAMBIAMENTO TECNOLOGICO NELL?ANALISI SCHUMPETERIANA 4.1 IL RUOLO DELLA RIVALITA? 4.2. L
RUOLO DELLA FINANZA E DEL BANCHIERE INNOVATORE 4.3 IL PRIMO SCHUMPETER: L?IMPRENDITORE 4.4. IL
SECONDO SCHUMPETER: LA GRANDE IMPRESA (BERLE E MEANS, MARRIS, CHANDLER) BUSINESS CYCLES:
KONDRATIEFF E I GRAPPOLI DI INNOVAZIONI COMPLEMENTARI. I SISTEMI TECNOLOGICI 4.5. MONOPOLIO
TEMPORANEO: MODELLI DI CONCORRENZA MONOPOLISTICA E RIVALITA? OLIGOPOLISTICA 4.6. BARRIERE
ALL?ENTRATA STATICHE E IL MODELLO DELLE BARRIERE ALL?ENTRATA CON CONCORRENZA
MONOPOLISTICA 4.7. PROCESSI DI ENTRATA IMITATIVA E IL DECLINO DEL MONOPOLIO DELL?INNOVATORE
4.8. PROCESSI DINAMICI: DAL MONOPOLIO ALLA CONCORRENZA; LA SELEZIONE DELLA VARIETA?; IL
CONCETTO DI DOMINANT DESIGN 4.9. STRUTTURA-CONDOTTA-PERFORMANCE (t)/ STRUTTURACONDOTTA-PERFORMANCE (t+1) 4.10. LA SINTESI SCHUMPETERIANA: INNOVAZIONE COME REAZIONE
POTENZIALMENTE CREATIVA
English
THE FOUNDATIONS OF THE ECONOMICS OF INNOVATION: FROM THE CLASSICAL LEGACIES TO THE
ECONOMICS OF COMPLEXITY I. INTRODUCTION 1. THE DISCOVERY OF THE RESIDUAL: TOTAL FACTOR
PRODUCTIVITY 2 THE DIRECTION OF TECHNOLOGICAL CHANGE 3. THE CLASSICAL LEGACIES: MARX AND
ADAM SMITH 4. INNOVATION AND COMPETITION: THE SCHUMPETERIAN LEGACY 5. THE MARSHALLIAN
LEGACY: KNOWLEDGE EXTERNALITIES 5. INNOVATION AND KNOWLEDGE: THE ARROVIAN LEGACY. 6. THE
EVOLUTIONARY APPROACHES
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
ANTONELLI, C. (2008), LOCALIZED TECHNOLOGICAL CHANGE. TOWARDS THE ECONOMICS OF COMPLEXITY,
ROUTLEDGE, LONDON.
English
ANTONELLI, C. (2008), LOCALIZED TECHNOLOGICAL CHANGE. TOWARDS THE ECONOMICS OF COMPLEXITY,
ROUTLEDGE, LONDON.
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=5vhi
- 87 -
International political economy e political economy dell'Asia orientale
International political economy
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0317
Docente:
Giuseppe Gabusi (Titolare del corso)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SPS/04 - scienza politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
Mutuato da: International political economy e political economy dell'Asia orientale
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=vdo7
Laboratori di Diritto dell'innovazione e della proprieta' intellettuale
(laboratorio)
Intellectual property law
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0504/ECM0057
Docente:
Alessandro Enrico Cogo (Titolare del corso)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
Tipologia:
Altre attività
Crediti/Valenza:
3
SSD attvità didattica:
NN/00 - nessun settore scientifico
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
English
PROGRAMMA
Italiano
- 88 -
English
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=jd9p
Laboratorio Business club (Start up creation)
Laboratory business club (Start up creation)
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0050
Docente:
Dario Peirone (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704040, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
1° anno 2° anno
Tipologia:
Altre attività
Crediti/Valenza:
1
SSD attvità didattica:
NN/00 - nessun settore scientifico
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
PROPEDEUTICO A
Entrepreneurship
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Formare negli studenti competenze operative per prendere decisioni in contesti di alto contenuto
innovativo, incertezza e alto rischio potenziale
http://www.didattica-est.unito.it/do/home.pl/View?doc=business_club.html
English
Provide operational competencies to take strategic decisions in highly innovative, uncertain and risky
environments
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente dovrà essere in grado di padroneggiare le diverse fasi della redazione e presentazione di
un'idea d'impresa, anche attraverso la redazione di un business model canvas e di presentazioni grafiche.
English
- 89 -
Students will be able to command the different stages of making and pitching an entreprenerial idea,
trough a business model canvas and graphic softwares
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Attività applicate e di gruppo con l'obiettivo di realizzare business model e presentazioni di idee
d'impresa.
English
Practical activities in team working, aiming at the realization of business model of entrepreneurial ideas
PROGRAMMA
Italiano
Aspetti teorici e applicati dell'imprenditorialità
Start up d'impresa: dall'idea imprenditoriale al business plan
La comunicazione della nuova impresa
English
Theoretical and applied issues in entrepreneurship
Business start up: from entrepreneurial ideas to business plan
Communicating the new firm
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
I testi di riferimento e il materiale didattico verranno comunicati all'inizio dell'attività
English
Reading material will be given at the beginning of the activity
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=r34s
Laboratorio Data journalism
Laboratory data journalism
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0051
Docente:
Marco Guerzoni (Titolare del corso)
Alessandra Durio (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703874, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
1° anno 2° anno
Tipologia:
Altre attività
Crediti/Valenza:
1
SSD attvità didattica:
NN/00 - nessun settore scientifico
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
- 90 -
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Scritto ed orale
MODALITÀ D'ESAME
Il corso non prevede un esame tradizionale, essendo un laboratorio. Il corso prevede un lavoro di gruppo
da svolgersi durante tutto l'anno e una presentazione finale.
PREREQUISITI
nessuno
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Come in tutti i laboratori, l'obiettivo formativo generale è quello di sviluppare il pensiero critico attraverso
attività che pongono lo studente nella situazione di dover sviluppare delle soluzioni concrete.
In particolare questo laboratorio insegna a creare e a comunicare informazione giornalistica attraverso
l'utilizzo e l'analisi dei dati.
L'utilizzo dei dati e della statistica in ambito giornalistico è un fenomeno in ampia diffusione e le
competenze connesse sono spendibii sul mercato del lavoro.
English
The aim of the lab consist of developing the ability of critical thinking by using data analysis as a mean to
discover and convey information.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Capacità di produrre un lavoro di datajournalism seguendo tutte le fasi giornalistiche di raccolta dati,
analsisi dati, creazione della notizia, presentazione e comunicazione dei risultati.
English
Ability to follow the steps of the creation of data-based news.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'apprendimento e la sua verifica avvengono in modo contestuale durante l'attività didattica frontale e
durante l'attività di lavoro dei gruppi.
English
Team work and final presentation.
PROGRAMMA
Italiano
La prima lezione si terrà il 15 ottobre alle ore 15 nell'aula seminari 3-d1-01.
Durante la prima lezione verrà comunicato il calendario dettagliato.
Programma
Il dataJournalims: definizioni ed esempi
- 91 -
La ricerca del dato.
L'analisi del dato.
Scoprire la notizia.
Elaborare la notizia.
Presentare la notizia.
Elementi di Infografica
English
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
The Data Journalism Handbook
disponibile gratuitamente online
http://datajournalismhandbook.org/1.0/en/
English
The Data Journalism Handbook
freely available online
http://datajournalismhandbook.org/1.0/en/
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=94mg
Laboratorio Fare ricerca
Laboratory: research
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0049
Docente:
Cinzia Carota (Titolare del corso)
Mario Cedrini (Titolare del corso)
Matteo Migheli (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703867, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
1° anno 2° anno
Tipologia:
Altre attività
Crediti/Valenza:
1
SSD attvità didattica:
NN/00 - nessun settore scientifico
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
- 92 -
Il laboratorio vuole introdurre gli studenti al lavoro di ricerca (di base) scientifica. In generale, la
partecipazione alle attività di laboratorio condurrà gli studenti ad apprendere i metodi e le competenze di
base necessarie per la comprensione degli articoli scientifici in materie economico-statistiche, per la
formulazione di una domanda e di un programma di ricerca rilevanti, per la selezione e la gestione della
letteratura, per l'impostazione di un articolo scientifico.
English
This laboratory aims at introducing students to scientific research. In general, by participating in the
laboratory activities, students will learn methods and competences required for understanding papers in
statistics and economics, for generating relevant research questions and developing a research program,
for selecting and managing the related literature, and finally for writing a scientific article.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Al termine del laboratorio, gli studenti avranno appreso le nozioni di base relative al metodo della ricerca
scientifica, ed elaborato un documento – riassunto ragionato di uno o più articoli su un tema specifico,
rassegna della letteratura rilevante, o vero e proprio programma di ricerca – che attesti l'avvenuta
acquisizione delle competenze richieste per svolgere un lavoro di ricerca. Gli studenti impareranno inoltre
a presentare i contenuti dell'elaborato pubblicamente, nonché a lavorare in collaborazione: il prodotto
finale e la sua presentazione saranno opere di un intero gruppo di lavoro.
English
The laboratory activities will help students to acquire knowledge of the method of scientific research as
well as to prepare a document – in the form of a structured summary of one or more articles dealing with
a specific issue, a qualified survey of the relevant literature, or even a, however preliminary, research
program – giving evidence of success in learning the method. Furthermore, students will learn to present
the results of their work publicly, as well as to work cooperatively in small research groups: the final
outcome and its presentation are the result of teamworking.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Gli studenti del laboratorio dovranno consegnare ai tutor una prima versione del lavoro entro una data
stabilita tramite accordo dei tutor stessi del laboratorio; la consegna del lavoro definitivo avverrà prima
della sessione estiva degli esami del Corso di laurea. Il lavoro sarà presentato pubblicamente in un'unica
giornata all'inizio dell'anno successivo del corso di laurea.
English
Students are expected to submit a first written draft of their work by a specific date, one agreed on by all
tutors; the final draft must reach tutors before the first summer session of the academic calendar. Each
research group will present their work in a one day symposium to be held at the beginning of the new
academic year.
PROGRAMMA
Italiano
I responsabili del laboratorio offriranno agli studenti un ciclo di incontri (3 o più, da tenersi nei mesi di
novembre e dicembre) nei quali s'insegneranno le tecniche di base per la comprensione, il riassunto e
l'esposizione di un paper, le competenze necessarie per operare una rassegna della letteratura rilevante,
e gli strumenti utili alla creazione di un articolo accademico/scientifico.
Gli studenti si organizzeranno in piccoli team di ricerca, e saranno seguiti da un tutor. La scelta del tipo di
lavoro da compiere sarà effettuata dal tutor di ogni singolo gruppo, anche in base alle competenze
pregresse degli studenti; la scelta del tema generale sul quale compiere l'esercizio di ricerca spetta agli
- 93 -
pregresse degli studenti; la scelta del tema generale sul quale compiere l'esercizio di ricerca spetta agli
studenti stessi. I tutor potranno decidere autonomamente le modalità d'incontro con gli studenti.
English
Tutors are required to give general lectures (3 or more, in November and December) on basic notions and
techniques for comprehending, writing a summary of and presenting a paper, the competencies required
to make a survey of the relevant literature, and the theoretical tools needed for generating a scientific
article.
Students are organized in small research groups, and assigned to a tutor. Tutors will select objectives and
working modalities, taking into account students' backgrounds, while students themselves will propose a
specific research question. Each tutor schedules meetings with students to discuss the progress of their
work when deemed necessary.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Eventuali testi di riferimento saranno indicati durante il previsto ciclo d'incontri iniziale. Gli studenti
potranno consultare, per trarne informazioni generali, le linee-guida del Corso di laurea sulla formulazione
di un progetto di ricerca e di tesi.
English
Course material will be provided by tutors as necessary. Students are invited to look at the guidelines on
how to organize and write a dissertation made available by the course in economics and statistics.
NOTA
Italiano
Per altre informazioni, si veda, in generale, la pagina dei Laboratori CLEST.
English
For other general information, visit: http://www.didattica-est.unito.it/do/home.pl/View?
doc=laboratori_clest.html.
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=20cg
Laboratorio statistico (non attivo 2014/2015)
Statistics workshop
Anno accademico:
Codice attività didattica: SCP0170
Docente:
Andrea Scagni (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116705738, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Scienze statistiche - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Di base
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-S/01 - statistica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
- 94 -
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Prova pratica
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il laboratorio statistico si pone 4 diversi obiettivi di formazione delle competenze, legati dal riferimento
all'impiego di strumenti informatici in ambito statistico:
- La corretta redazione di espressioni matematico-statistiche per la stampa;
- l'utilizzo esperto delle tabelle pivot (data pilot) per la classificazione e la sintesi dei dati multivariati
- la simulazione come strumento per la verifica empirica delle proprietà delle variabili aleatorie e delle
procedure di inferenza statistica;
- l'introduzione all'impiego del software SPSS,con particolare attenzione alla preparazione, gestione e
trasformazione dei dati.
English
The statistical laboratory has 4 different goals of skills acquisition, linked by reference to the use of
computing tools in the field of statistics:
- Proper editing of mathematical and statistical expressions for printing;
- Expert use of pivot tables (data pilot) for the classification and synthesis of multivariate data
- Simulation as a tool for empirical evaluation of the properties of random variables and procedures of
statistical inference;
- Introduction to the use of SPSS software, with particular attention to the preparation, management and
processing of data.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente dovrà possedere una buona conoscenza degli argomenti trattati durante il corso ed essere in
grado di utilizzare consapevolmente gli strumenti acquisiti. Data l'importanza dell'acquisizione di capacità
di problem solving in contesti realistici, la prova d'esame propone degli esercizi semi-strutturati da
svolgersi al computer, che richiedano capacità di analisi preliminare del problema, sua formalizzazione e
traduzione in una strategia operativa di elaborazione. Come elaborato gli studenti forniscono al docente i
file creati durante la prova, che vengono valutati da diversi punti di vista: comprensione del problema e
impostazione della sua risoluzione, correttezza dei metodi di elaborazione, chiarezza e presentazione dei
risultati.
English
The student should have a good knowledge of the topics covered during the course and be able to choose
and use the proper tools in practical situations. To this end, the examination proposes semi-structured
exercises to be carried out on the computer, requiring the ability to perform a preliminary analysis of the
problem, to formalize it and translate it into an operational strategy. As a result students provide the
teacher with files created during the test, which are evaluated from different points of view: understanding
the problem and planning its resolution, the correctness of processing, the clarity of the
results presentation.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
English
- 95 -
PROGRAMMA
Italiano
1. La scrittura di espressioni matematiche mediante l'editor di formule di Libreoffice
- interfaccia visuale e codice associato alla formula
- utilizzo delle palette di strumenti
- sintassi e scrittura diretta del codice
- formattazione della formula
- comandi particolari: colore, dimensione, formule su più righe, allineamento
2. l'utilizzo delle tabelle pivot (data pilot)
- logica generale delle tabelle pivot
- caratteristiche tecniche delle tabelle pivot: impostazione, copia dati, spostamento
- distribuzioni di frequenza a più entrate
- distribuzioni condizionate
- indici di sintesi per combinazioni di classificazione
3. le procedure di simulazione come strumento per la valutazione empirica del comportamento di stime e
test nell'inferenza
- l'estrazione di valori casuali sul foglio elettronico
- la simulazione di estrazioni da distribuzioni particolari: Normale, chi quadrato, F, esponenziale, beta
- la legge dei grandi numeri
- il teorema centrale del limite e il caso particolare della v.a. binomiale
- la distribuzione delle principali statistiche campionarie
- i concetti di errore di prima e seconda specie nella verifica di ipotesi
4. Introduzione a SPSS
- la struttura del software: dati, sintassi e comandi guidati, output
- Importazione dati da fonti esterne
- labeling di variabili e casi; altre caratteristiche delle variabili
- ricodifica e trasformazione di variabili
- merge di dataset e aggregazione di casi
- ristrutturazione dei dataset
- introduzione alla sintassi di SPSS e sua derivazione dai comandi interattivi
English
1. Writing mathematical expressions using the Libreoffice Formula Editor
- Visual interfce of the editor and the code associated with the formula
- Use of the tools palette
- Writing syntax and code directly
- Formatting the formula
- Special commands: color, size, formulas on multiple lines, alignment
2. the use of pivot tables (data pilot)
- General logic of pivot tables
- Technical characteristics of pivot tables: setting, data copy, moving
- Multi-way frequency distributions
- Conditional distributions
- Synthetic indices for multiple classifications
3. Simulation procedures as a tool for empirical evaluation of the behavior of estimates and tests in
statistical inference
- Extraction of random values in the spreadsheet
- Simulation of extractions from particular distributions: Normal, chi-square, F, exponential, beta
- The law of large numbers
- The central limit theorem and the special case of the binomial r.v.
- The distribution of the most important sample statistics
- The concepts of error of the first and second type in hypothesis testing
4. Introduction to SPSS
- The structure of the software: data, syntax and command driven, output
- Import data from external sources
- Labeling of variables and cases, other characteristics of variables
- Recoding and transformation of variables
- Merging datasets and aggregation of cases
- Restructuring datasets
- Introduction to SPSS syntax and its derivation from interactive commands
- 96 -
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Il materiale didattico verrà fornito dal docente. Consisterà principalmente nei video multimediali delle
lezioni svolte in aula, disponibili per il download
(con password di accesso) agli studenti nella pagina dei materiali didattici della materia.
English
The course material will be provided by the teacher. It will mainly consist in multimedia renditions of
classroom lectures, downloadable by students
(with password) in the documentation page of the course in this website.
NOTA
Italiano
Le lezioni si svolgono in aula informatica. Il software impiegato è OpenOffice versione 3.4 (o l'equivalente
LibreOffice) ed SPSS 20.
Per motivi organizzativi (legati alla disponibilità delle aule) è indispensabile iscriversi all'esame utilizzando
la procedura di iscrizione on-line; non sarà possibile ammettere all'esame studenti non presenti nella lista
degli iscritti.
English
All classes are held in the computer lab. The software used is OpenOffice version 3.4.1 (or the
OpenOfficeequivalent ) and SPSS 20.
For organizational reasons (related to the availability of computer lab space) it is essential to register for
the exam using the on-line registration procedure. Students whe are not present in the list of registered
candidates will not be admitted.
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=8fy8
Laboratorio Valutazione della qualità
Laboratory quality valuation
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0048
Docente:
Rosaria Ignaccolo (Titolare del corso)
Anna Lo Presti (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703873, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
1° anno 2° anno
Tipologia:
Di base
Crediti/Valenza:
1
SSD attvità didattica:
NN/00 - nessun settore scientifico
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
nessuno
OBIETTIVI FORMATIVI
- 97 -
Italiano
Il laboratorio mira a sviluppare la capacità di raccolta, analisi dei dati e successiva interpretazione.
Il primo incontro si terrà GIOVEDI' 30 OTTOBRE dalle ore 13 alle ore 15 in sala lauree blu piccola.
English
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Capacità di svolgere un'indagine, di lavorare in gruppo, di presentare i risultati in pubblico.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Presentazione dei risultati in pubblico
PROGRAMMA
Italiano
Introduzione. Presentazione di Limesurvey. Preparazione del questionario e implementazione dello stesso
in LimeSurvey. Elaborazione delle risposte dell'indagine. Presentazione dei risultati dell'indagine.
English
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Materiale fornito dal docente.
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=s0ic
Lingua inglese online (docente da designare)
English
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0022
Docente:
Contatti docente:
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
L-LIN/12 - lingua e traduzione - lingua inglese
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
- 98 -
Italiano
Leggere con attenzione il documento.
English
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il Corso di Inglese è uno spazio on-line nel quale lo studente potrà svolgere attività finalizzate allo studio
ed al consolidamento di alcuni aspetti della lingua inglese, sviluppando la comprensione e la produzione
scritta e orale. Il calendario degli incontri in presenta verrà fissato dal docente del corso nel II secondo
semestre e comunicato agli studenti su questa pagina web.
English
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
English
PROGRAMMA
Italiano
English
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=0ffd
Matematica
Mathematics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0433
Docente:
Fabio Privileggi (Titolare del corso)
Alberto Turigliatto (Esercitatore)
Contatti docente:
+39-011-6702635, [email protected]
- 99 -
Corso di studio:
Laurea magistrale in Scienze Statistiche, Economiche e Manageriali - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-S/06 - metodi matematici dell'economia e delle scienze att. e finanz.
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
La frequentazione del corso presuppone la padronza dell'algebra lineare e del calcolo differenziale in più
variabili
English
A mastering of linear algebra and differential calculus for functions of several variables is required.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Dopo un breve ripasso su vettori, matrici e algebra lineare, viene discusso il calcolo differenziale per
funzioni di più variabili al fine di studiare prima problemi statici di ottimo libero e vincolato, e poi problemi di
ottimo dinamico
English
After a quick review of vectors, matrices and linear algebra, we discuss differential calculus for functions of
several variables aimed at studying first static unconstrained and constrained optimization problems, and
then dynamic optimization problems.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Capacità di formulare e risolvere problemi di ottimo statici e dinamici
English
Ability in defining and solving static and dynamic optimization problems
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame consta di una prova scritta unica della durata di 2 ore e mezza.
Un'eventuale prova orale aggiuntiva è facoltativa; vi è ammesso solamente chi abbia ottenuto un voto pari
ad almeno 25/30 nella prova scritta.
English
The exam is a written test of 2 hours and a half.
An additional oral exam is optional; only who took at least 25/30 in the written test will be admitted.
PROGRAMMA
Italiano
1. Ripasso su vettori, matrici e algebra lineare
2. Ripasso su calcolo differenziale per funzioni di più variabili
3. Ottimizzazione libera
4. Funzioni concave e convesse
5. Teorema della funzione implicita e sue appliazioni
- 100 -
5. Teorema della funzione implicita e sue appliazioni
6. Ottimizzazione con vincoli di uguaglianza
7. Ottimizzazione con vincoli di disuguaglianza
8. Teoremi di inviluppo e loro applicazione alla microeconomia
9. Ottimizzazione dinamica in tempo discreto: l'equazione di Eulero, l'equazione di Bellman,
programmazione dinamica stocastica
10. Applicazioni all'economia
English
1. Review on vectors, matrices and linear algebra
2. Review on differential calculus for functions of several variables
3. Unconstrained optimization
4. Concave and convex functions
5. Implicit Function Theorem and its applications
6. Optimization with equality constraints
7. Optimization with inequality constraints
8. Envelope Theorems and their application to Microeconomics
9. Dynamic optimization in discrete time: Euler equation, Bellman equation, stochastic dynamic
programming
10. Applications to Economics
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
L'esame si basa sui capitoli 8 - 14 del testo Privileggi, F., Compendio di Matematica per l'Economia: un
percorso esaustivo ma user-friendly (seconda edizione), Vol. 44/6, EsseLibri Simone: Napoli, 2012.
Un testo consultabile per approfondimenti è Simon, C. P. and L. Blume, Mathematics for Economists, Norton
& C.: New York, 1994.
Periodicamente verranno fornite dispense e altro materiale scaricabile dal sito web del corso.
English
The exam is based on Chapters 8 - 14 of Privileggi, F., Compendio di Matematica per l'Economia: un
percorso esaustivo ma user-friendly (second edition), Vol. 44/6, EsseLibri Simone: Napoli, 2012.
Complementary material can be found in Simon, C. P. and L. Blume, Mathematics for Economists, Norton &
C.: New York, 1994.
Additional handouts will be available for download from the course web-site.
NOTA
Italiano
Un esercitatore curerà le esercitazioni in aula per un totale di circa 20 ore
English
A T.A. will be available for help in solving exercises for additional 20 hours
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=0sb5
Matematica per le scienze sociali
Mathematics for social sciences
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0006
Docente:
Fabio Privileggi (Titolare del corso)
Vittorio Baritello (Esercitatore)
- 101 -
Contatti docente:
+39-011-6702635, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Di base
Crediti/Valenza:
12
SSD attvità didattica:
SECS-S/06 - metodi matematici dell'economia e delle scienze att. e finanz.
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
E' richiesta la conoscenza dei seguenti argomenti (affrontati durante il pre-corso offerto a settembre): 1.
Teoria degli insiemi e operazioni tra insiemi 2. Elementi di logica 3. Insiemi numerici, retta reale, intervalli,
intorni 4. Numeri e loro operazioni 5. Calcolo letterale 6. Radicali, potenze, esponenziali, logaritmi e loro
proprietà 7. Risoluzione di (sistemi di) equazioni e (sistemi di) disequazioni (di 1° e 2° grado, razionali
fratte, con radicali, con potenze, con esponenziali, con logaritmi) 8. Geometria analitica
English
A mastering of the following topics (discussed in the pre-course taught in September) is required: 1. Set
theory and operations among sets 2. Basic logic 3. Sets of numbers, real line, intervals, neighborhoods 4.
Numbers and their operations 5. Polynomials and their operations 6. Radicals, powers, exponentials,
logarithms and their properties 7. Solution of (systems of) equations and (systems of) inequalities (1° and
2° degree, rational, with radicals, with powers, with exponentials, with logarithms) 8. Analytic geometry
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
L'obiettivo dell'insegnamento è dotare lo studente di capacità logiche e tecniche necessarie allo studio di
modelli teorici al fine di risolvere problemi di scelte razionali in ambito economico
English
The main goal is to provide the student with logical and analytical tools for the study of theoretical models
applied to rational choice problems in Economics
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Alla fine del corso lo studente acquisirà la capacità di leggere e interpretare un articolo scientifico di natura
economica in cui sia presente un minimo di formalizzazione matematica.
English
At the end of the course the student will be able to read and interpret a scientific article on Economic
topics containing a minimum of Mathematics.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame è una prova scritta della durata di 2 ore formata da 3 parti:
1) Prerequisiti: 3 semplici domande per un totale di 4 punti, è indispensabile raggiungere almeno 3 punti
affinchè il resto dell'elaborato venga corretto.
2) 10 domande a scelta multipla per le quali è necessario riportare solo il risultato ritenuto corretto (senza i
calcoli svolti per ottenerlo), ciascuna domanda vale 1 punto se corretta, 0 altrimenti.
3) Una serie di domande a risposta aperta per le quali è richiesto di riportare l'intero svolgimento (ovvero
tutti i passaggi logici, gli eventuali grafici, e naturalmente i calcoli). Questa parte può contenere anche un
esercizio con affermazioni di cui bisogna stabilire se sono vere o false.
- 102 -
Un'eventuale prova orale aggiuntiva è facoltativa; vi è ammesso solamente chi abbia ottenuto un voto pari
ad almeno 25/30 nella prova scritta.
Durante la prova non è ammessa la consultazione di alcun materiale di supporto, eccetto un foglio
formato A4 scritto a mano; è ammesso l'utilizzo di una calcolatrice scientifica che non abbia capacità
grafiche. E' obbligatorio separarsi da tutti i gadgets elettronici (cellulari, smart phones, i-phones, i-pads,
tablets, ecc.) al momento dell'ingresso in aula.
English
The exam is a written test of 2 hours having 3 parts:
1) Prerequisites: 3 simple questions scoring a total of 4 points, it is necessary to earn at least 3 points to
have the rest of the exam evaluated.
2) 10 multiple-choice questions for which only the correct answer must be reported (without the
computations needed to reach it), each correct answer scores 1 point, 0 otherwise.
3) A number of questions envisaging open answers, for which the whole logical, mathematical and, in
case, graphical steps must be reported. Also a question with some statements that must be claimed as
either true or false may appear in this part.
An additional oral exam is optional; only who took at least 25/30 in the written exam will be admitted.
During the test no material is allowed for consultation, except for an A4 hand-written paper sheet; a
scientific calculator can be used, provided that it lacks graphical features. All electronic gadgets (cellphones, smart-phones, i-phones, i-pads, tablets, etc.) must be left at the door before entering the room.
PROGRAMMA
Italiano
1. Funzioni di una variabile e relativo grafico
2. Funzioni implicite, invertibili e composte
3. Limiti e continuità
4. Calcolo differenziale per funzioni di una variabile
5. Calcolo integrale
6. Ottimizzazione libera e vincolata per funzioni di una variabile
7. Vettori e loro operazioni
8. Matrici e loro operazioni, determinante
9. Funzioni di più variabili
10. Calcolo differenziale per funzioni di più variabili
11. Condizioni necessarie e sufficienti per ottimo libero di funzioni di più variabili
12. Funzioni concave e convesse
13. Condizioni necessarie per ottimo vincolato di funzioni di due variabili
14. Applicazioni all'economia
English
1. Real functions of real variable and their graph
2. Implicit, inverse and composite functions
3. Limitis and continuity
4. Differential calculus for functions of real variable
5. Integral calculus
6. Unconstrained and constrained optimization for functions of real variable
7. Vectors and their operations
8. Matrices and their operations, determinants
9. Functions of several variables
10. Differential calculus for functions of several variables
11. Necessary and sufficient conditions for unconstrained optimization for functions of several variables
12. Concave and convex functions
13. Necessary and sufficient conditions for constrained optimization for functions of two variables
14. Applications to Economics
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- 103 -
Capitoli 2, 4, 6, 7, 8, 9, 10, 11 e 12, esclusi i paragrafi 9.4.2, 9.4.3, 9.5.5, 10.4 e 12.3, ma con l'aggiunta dei
paragrafi 14.3 e 14.4 con le applicazioni economiche, del testo Privileggi, F., Compendio di Matematica per
l'Economia: un percorso esaustivo ma user-friendly (seconda edizione), Vol. 44/6, EsseLibri Simone:
Napoli, 2012.
Sono inoltre da studiare interamente le dispense scaricabili da sito del corso: "Precorso e Complementi di
Matematica" e "Calcolo Integrale". I capitoli 1 - 7 della prima dispensa sostituiscono il capitolo 1 del testo,
mentre i capitoli 8 - 10 della stessa sostituiscono il capitolo 3 del testo; tuttavia i paragrafi 3.1 e 3.2 del
testo contengono ulteriori commenti ed esempi che può valer la pena leggere. La seconda dispensa
sostituisce interamente il capitolo 5 del testo.
E' inoltre disponibile la piattaforma digitale di autoapprendimento online MyMathLab della Pearson, per
quest'anno in fase di sperimentazione. Se si ha a disposizione una licenza, per registrarsi alla suddetta
piattaforma inserire l'ID del corso di MATEMATICA PER LE SCIENZE SOCIALI: XL00-I1U5-5021-7914 (si
vedano le slides di supporto nella sezione "materiale didattico" sotto).
Un link (in inglese) utile in generale è il seguente: https://www.khanacademy.org/math/
English
Chapters 1, 2, 4, 6, 7, 8, 9, 10, 11 e 12, except paragraphs 9.4.2, 9.4.3, 9.5.5, 10.4 and 12.3, but including
paragraphs 14.3 and 14.4 for the economic applications, in Privileggi, F., Compendio di Matematica per
l'Economia: un percorso esaustivo ma user-friendly (second edition), Vol. 44/6, EsseLibri Simone: Napoli,
2012.
Also, two handouts available for download from the course web-site are compulsory: "Precorso e
Complementi di Matematica" and "Calcolo Integrale" (both in Italian). Chapters 1 - 7 in the former handout
substitute Chapter 1 in the text, while the following Chapters 8 - 10 substitute Chapter 3 in the text;
nonetheless, paragraphs 3.1 and 3.2 in the text contain further remarks and examples that may be worth
reading. The latter handout entirely replaces Chapter 5 in the text.
The MyMathLab digital platform for online learning is also available, on an experimental basis for this year.
Those who have a licence can register to this platform using the following ID for the course MATEMATICA
PER LE SCIENZE SOCIALI: XL00-I1U5-5021-7914 (see the explanatory slides in the section "materiale
didattico" below).
A useful link is the following: https://www.khanacademy.org/math/
NOTA
Italiano
Un esercitatore curerà le esercitazioni in aula per un totale di circa 30 ore
English
A T.A. will be available for help in solving exercises for additional 30
hours
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=s2oj
Metodi di simulazione per la statistica
Methods of simulation for statistics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0472
Docente:
Andrea Scagni (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116705738, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Scienze Statistiche, Economiche e Manageriali - a Torino
- 104 -
Anno:
2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-S/01 - statistica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Prova pratica
PREREQUISITI
Italiano
Conoscenze di medio livello di inferenza statistica e calcolo delle probabilità
English
Intermediate level knowledge of statistical inference and probability
PROPEDEUTICO A
Italiano
Nessuna propedeuticità
English
The course is not introductory to any other course
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si pone obiettivi di formazione delle competenze, legati dal riferimento all'impiego di strumenti
informatici in ambito statistico, relativi alle procedure di simulazione come strumento per la verifica
empirica delle proprietà delle variabili aleatorie e delle procedure di inferenza statistica, nonché come
strumenti per l'approssimazione del loro comportamento quando non sono disponibili al ricercatore
risultati analitici.
English
The course aims at the acquisition of skills linked to the use of computing tools in the field of statistics, to
correctly use simulation methods as a tool for empirical evaluation of the properties of random variables
and procedures of statistical inference.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Possesso delle competenze descritte alla voce "obiettivi"
English
To acquire the practical and analytical knowledge outlined in the "Objectives" section
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Il corso avrà carattere laboratoriale; la verifica dell'apprendimento verrà svolta con una prova pratica in
aula informatica, nella quale lo studente verrà chiamato a progettare, produrre e utilizzare dati statistici
simulati a fini di inferenza statistica e calcolo delle probabilità
English
The exam, as well as the course, will take place in the computer lab, where the student will be asked to
plan, produce and analyse simulated statstical data in probabilistic and inference practical contexts.
PROGRAMMA
Italiano
- 105 -
Il concetto di aleatorietà, numeri casuali e pseudo-casuali. Algoritimi di generazione di numeri pseudo
casuali: evoluzione ed esempi, test di casualità. Simulazione di estrazioni da distribuzioni arbitrarie,
discrete e continue. Verifica empirica dei principali teoremi del calcolo delle probabilità. L'approssimazione
simulata dello spazio campionario: studio empirico delle proprietà delle statistiche campionarie. Studio
simulato della funzione di verosimiglianza e delle proprietà delle stime di massima verosimiglianza.
Definizione di intervalli di confidenza mediante simulazione. Studio simulato della logica della verifica di
ipotesi. Introduzione ai metodi di ricampionamento; jacknife e bootstrap. Esempi e casi particolari.
English
The concept of randomness, random numbers and pseudo-random numbers. Algorithms for generating
pseudo-random numbers: evolution and examples, tests of randomness. Simulation of extractions from
arbitrary discrete and continuous distributions,. Empirical test of the main theorems of probability theory.
The simulated approximation of a sample space: an empirical study of the properties of the sample
statistics. Simulated study of the likelihood function and the properties of maximum likelihood estimates.
Definition of confidence intervals by simulation. Simulated study of the main concepts in hypothesis
testing. Introduction to resampling methods; jacknife and bootstrap. Examples and special cases.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Il materiale didattico verrà fornito dal docente. Consisterà principalmente nei video multimediali delle
lezioni svolte in aula, disponibili per il download (con password di accesso) agli studenti nella pagina dei
materiali didattici della materia.
English
The course material will be provided by the teacher. It will mainly consist in multimedia renditions of
classroom lectures, downloadable by students (with password) in the documentation page of the course in
this website.
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=p10y
Metodi di valutazione e dati longitudinali
Methods of evaluation and longitudinal data
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0471
Docente:
Dalit Contini (Titolare del corso)
Roberto Leombruni (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703890, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Scienze Statistiche, Economiche e Manageriali - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
12
SSD attvità didattica:
SECS-S/05 - statistica sociale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
Lo studente dovrebbe possedere conoscenze di livello intermedio di statistica inferenziale e di
- 106 -
Lo studente dovrebbe possedere conoscenze di livello intermedio di statistica inferenziale e di
econometria.
English
The student should have an intermediate knowledge of inferential statistics and econometrics.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Modulo sulla valutazione delle politiche:
L'obiettivo del modulo è quello di introdurre lo studente ai concetti e ai modelli utilizzati nella valutazione
empirica ex-ante ed ex-post delle politiche.
Modulo sull'analisi di dati longitudinali:
L'obiettivo del modulo è di introdurre lo studente ai modelli per dati longitudinali in ambiti disciplinari diversi
e ai vantaggi dell'impiego di questi dati per l'individuazione di effetti causali.
English
Part on policy evaluation analysis:
The aim of the course is to introduce the students to the theory and the practice of ex-ante and ex-post
policy evaluation methods.
Part on longitudinal data analysis:
Aim of this part is to introduce the students to longitudinal data modeling in different contexts and to
illustrate the advantages of longotudinal data fot the identification of causal effects.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Modulo sulla valutazione delle politiche:
Lo studente dovrà essere in grado di svolgere e discutere autonomamente semplici analisi di valutazione
delle politiche, utilizzando la notazione degli outcome potenziali, i modelli DID e il propensity score
matching.
Modulo sull'analisi di dati longitudinali:
Verifica scritta al termine del corso. inoltre durante il corso verranno proposte esercitazioni in laboratorio
nelle quali lo studente produrrà brevi relazioni scritte sul lavoro svolto.
English
Part on Policy evaluation:
The student shall be able to conduct and comment simple policy evaluation analyses, using the potential
outcomes notation, the DID models, and the propensity score matching.
Part on longitudinal data analysis:
Written test at the end of the course. Short written reports on lab sessions during the course.
PROGRAMMA
Italiano
Modulo sulla valutazione delle politiche
- 107 -
Modulo sulla valutazione delle politiche
Dati, esperimenti, e la notazione degli outcome potenziali.
Modulo sull'analisi di dati longitudinali.
1) Analisi della sopravvivenza:
Metodi parametrici e non-parametrici.
Modello semi-parametrico di Cox e piecewise constant.
Covariate variabili nel tempo.
Modello a rischi competitivi.
Modelli di durata per tempo discreto.
2) Modelli per l'analisi di dati panel (statici)
Effetti fissi e effetti random e relativi stimatori
Modelli per dati panel binari
English
Part on Policy evaluation analysis:
Data, experiments, and the potential outcomes notation.
Part on longitudinal data analysis:
1) Survival analysis:
Parametric and non-parametric methods
Cox and piecewise constant models.
Time varying covariates.
Competiting risks model.
Duration models for discrete time data.
2) Models for panel data (static)
Fixed and random effects
Panel data models for binary data
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Modulo sulla valutazione delle politiche:
Come materiale didattico, verrà utilizzato il testo Stock J.H., Watson M.W. (vari anni), Introduzione
all'econometria, Pearson Education Italia, Milano; nonché i codici e i risultati commentati dei laboratori in
aula informatica svolti durante il corso.
Modulo sull'analisi di dati longitudinali:
Materiale didattico della docente
Jenkins "Survival Analysis"
https://www.iser.essex.ac.uk/files/teaching/stephenj/ec968/pdfs/ec968lnotesv6.pd f
eventuale altro testo da definire
English
Part on policy evaluation:
As teaching materials, the textbook by Stock J.H. and Watson M.W. (Introduzione all'econometria, Pearson
Education Italia, Milano) will be used, plus the computer codes and commented results from the
laboratories organized during the course in the computer lab.
Part on longitudinal data analysis:
Lecture notes
Jenkins "Survival Analysis"
https://www.iser.essex.ac.uk/files/teaching/stephenj/ec968/pdfs/ec968lnotesv6.pd f
possible other texttbook (to be defined)
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=iwct
- 108 -
Metodi quantitativi per l'economia
Quantitative methods for economics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0062
Docente:
Claudio Mattalia (Titolare del corso)
Pierpaolo De Blasi (Titolare del corso)
Contatti docente:
011-6705755, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
12
SSD attvità didattica:
SECS-S/01 - statistica
SECS-S/06 - metodi matematici dell'economia e delle scienze att. e finanz.
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto
MODALITÀ D'ESAME
italiano
La modalità di verifica dell'apprendimento consiste in una prova scritta (della durata di 1 ora e 30 minuti
per ciascuno dei due moduli che compongono il corso), costituita da esercizi e da domande teoriche in
cui gli studenti devono procedere all'analisi di un problema, alla sua formalizzazione in termini quantitativi
e alla sua soluzione attraverso le tecniche illustrate durante il corso.
english
The final examination consists in a written exam (that lasts 1 hour and 30 minutes for each of the two parts
of the course), with exercises and theoretical questions, in which the students have to analyze a problem,
to formalize it in quantitative terms and to solve it using the techniques illustrated during the course.
PREREQUISITI
Italiano
E' richiesta la conoscenza degli argomenti di un corso di base di Matematica Generale e di uno di
Statistica.
English
The knowledge of the topics of a basic course of General Mathematics and of a basic course of Statistics is
required.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
L'obiettivo del corso è quello di fornire gli strumenti quantitativi utilizzati comunemente nella letteratura
economica, necessari per affrontare i corsi successivi previsti dalla Laurea Magistrale in Economia dell?
Ambiente, della Cultura e del Territorio. Il corso è costituito da due parti: la prima fornisce i necessari
strumenti di Matematica, la seconda quelli di Statistica.
English
The objective of the course is to provide the quantitative tools commonly used in the economic literature,
necessary to face the subsequent courses of the Laurea Magistrale in Environmental, Culture and Land
Economics. The course consists of two parts: the first one provides the necessary tools of Mathematics,
the second one those of Statistics and Econometrics.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
- 109 -
Italiano
Lo studente dovrà acquisire la conoscenza degli strumenti tradizionali dell'analisi matematica e della
statistica e la capacità di utilizzare tali tecniche per la costruzione di modelli quantitativi utilizzati nella
soluzione dei problemi riguardanti le scienze economiche.
English
The student is expected to acquire the knowledge of the traditional instruments of mathematical analysis
and of statistics and the ability of using such techniques for the construction of quantitative models used in
the solution of economic problems.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La modalità di verifica dell'apprendimento consiste in una prova scritta (della durata di 1 ora e 30 minuti
per ciascuno dei due moduli che compongono il corso), costituita da esercizi e da domande teoriche in
cui gli studenti devono procedere all'analisi di un problema, alla sua formalizzazione in termini quantitativi
e alla sua soluzione attraverso le tecniche illustrate durante il corso.
English
The final examination consists in a written exam (that lasts 1 hour and 30 minutes for each of the two parts
of the course), with exercises and theoretical questions, in which the students have to analyze a problem,
to formalize it in quantitative terms and to solve it using the techniques illustrated during the course
PROGRAMMA
Italiano
Parte 1: Matematica - Ripasso dei concetti di base: funzioni, derivate, calcolo differenziale per funzioni di
una e di più variabili, vettori e matrici. - Ottimizzazione libera per funzioni di una e di più variabili. Ottimizzazione vincolata per funzioni di più variabili. - Calcolo integrale per funzioni di una variabile:
integrali indefiniti, integrali definiti, metodi di calcolo. - Equazioni differenziali ordinarie. - Cenni di
ottimizzazione dinamica. - Capitalizzazione e attualizzazione. Parte 2: Statistica - Ripasso di calcolo delle
probabilità: variabili aleatorie e distribuzioni di probabilità, distribuzione Normale, Chi-Quadrato, t di Student
e F, campionamento aleatorio e distribuzione della media campionaria, approssimazioni asintotiche della
distribuzione campionaria. - Introduzione all'inferenza statistica: stima di massima verosomiglianza, test
d'ipotesi e intervalli di confidenza, inferenza sulla media della popolazione, confronto delle medie di
popolazioni differenti. - Regressione lineare semplice: metodo di stima ordinary least square (OLS), misure
di adeguatezza del modello, distribuzione campionaria degli stimatori OLS, test d'ipotesi e intervalli di
confidenza per un coefficiente di regressione, Analysis of Variance (ANOVA), outliers e osservazioni
influenti. - Regressione lineare multipla: stimatori OLS, misure di adeguatezza del modello, distribuzione
campionaria degli stimatori OLS, multicollinearità, test d'ipotesi e intervalli di confidenza per un singolo
coefficiente, test di ipotesi multipli, ANOVA, outliers e dati influenti, metodi di selezione del modello. Per una
lista aggiornata degli argomenti coperti a lezione, fare riferimento al materiale didattico scaricabile da
https://sites.google.com/a/carloalberto.org/pdeblasi/teaching.
English< br>Part 1: Mathematics - Review of basic concepts: functions, derivatives, differential calculus for
functions of one and of several variables. - Unconstrained optimization for functions of one and of several
variables. - Constrained optimization for functions of several variables. - Integral calculus for functions of
one variable: indefinite integrals, definite integrals, methods of calculation. - Ordinary differential equations.
- Notions of dynamic optimization. - Compounding and discounting. Part 2: Statistics - Review of probability:
random variables and probability distributions, the Normal, Chi-Squared, Student t, and F distributions,
random sampling and distribution of the sample average, large-sample approximations to sampling
distributions. - Introduction to statistical inference: maximum likelihood estimation, hypothesis test and
confidence intervals, inference on the population mean, comparing means from different populations. Linear regression with one predictor: ordinary least square (OLS) estimation, measures of fit, sampling
distribution of the OLS estimators, hypothesis test and confidence intervals for a regression coefficient,
analysis of variance (ANOVA), outliers and influential observations. - Linear regression with multiple
predictors: OLS estimation, measures of fit, sampling distribution of the OLS estimators, multicollinearity,
hypothesis tests and confidence intervals for a single coefficient, tests of joint hypotheses, ANOVA, outliers
and influential observations. For an updated list of topics covered in class, see lecture notes at
https://sites.google.com/a/carloalberto.org/pdeblasi/teaching.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- Dispense a cura dei docenti. - A. CHIANG, ?Fundamental Methods of Mathematical Economics?, McGrawHill, New York, 1984. - W. JANK, "Business Analytics for Managers", Springer, New York, 2011.
- 110 -
English
- Lecture notes of the instructors. - A. CHIANG, ?Fundamental Methods of Mathematical Economics?,
McGraw-Hill, New York, 1984. - W. JANK, "Business Analytics for Managers", Springer, New York, 2011.
NOTA
Italiano
I due moduli del corso sono da considerarsi come esami distinti. Di conseguenza, in corrispondenza di
ciascuna data di appello, lo studente può, a scelta, sostenere entrambi i moduli oppure uno solo dei due. In
occasione di ogni appello, l'esame relativo al modulo di Statistica avrà inizio per prima, mentre l'esame
relativo al modulo di Matematica avrà inizio 1h30' dopo l'inizio dell'appello. L'iscrizione (anche a solo uno
dei due moduli) va effettuata tramite il sistema ESSE3 Al momento dell'iscrizione, è necessario specificare
con una nota su ESSE3 o via email ai docenti Mattalia e De Blasi a quale esame (Matematica, Statistica o
entrambi) si intende partecipare. Vale il vincolo che ciascuno dei due moduli può essere sostenuto al
massimo 3 volte durante l'anno accademico - nel calcolo del numero di tentativi sostenuti non contano gli
eventuali ritiri dall'esame prima della fine dell'appello. Qualora il voto non sia ritenuto soddisfacente, è
possibile ridare l'esame del corrispondente modulo, intendendo che nel momento in cui ci si ripresenta
all'esame (dello stesso modulo) si rifiuta automaticamente la votazione precedente (anche in caso di
ritiro). La votazione finale sarà data dalla media dei voti conseguiti nei 2 moduli.
English
The two parts of the course must be considered as distinct exams. As a consequence, in correspondence
of each date of exam, the student can give the exam of both parts or of only one part.
In each exam, the test relative to the part of Statistics will begin for first, while the test relative to the part of
Mathematics will start 1h30' after the beginning of the exam.
The inscription (also to only one of the two parts) must be done using the system ESSE3.
At the moment of the inscription, the students have to specify on ESSE3 or with an e-mail to the teachers
Mattalia and De Blasi to which part (Mathematics, Statistics or both) they want to participate.
There holds the constraint according to which the exam of each of the two parts can be given at most 3
times during the academic year - in the calculation of the number of attempts given the retirements from
the exam before the end are not considered.
If the mark is considered not satisfactory, it is possible to redo the exam of the corresponding part, taking
into account that when a student gives again the exam (of the same part of the course) the mark obtained
previously (also in the case of retirement) is automatically refused.
The final mark of the exam is given by the average of the marks obtained in the 2 parts.
Orario Lezioni
Moduli didattici:
Matematica
Statistica
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=kncq
Matematica
Mathematics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0062A
Docente:
Claudio Mattalia (Titolare del corso)
Contatti docente:
011-6705755, [email protected]
Corso integrato:
Metodi quantitativi per l'economia
Anno:
1
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-S/06 - metodi matematici dell'economia e delle scienze att. e finanz.
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
- 111 -
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto
MODALITÀ D'ESAME
italiano
Lo studente dovrà acquisire la conoscenza degli strumenti tradizionali dell'analisi matematica e la
capacità di utilizzare tali tecniche per la costruzione di modelli quantitativi utilizzati nella soluzione dei
problemi riguardanti le scienze economiche.
english
The final examination consists in a written exam (that lasts 1 hour and 30 minutes), with exercises and
theoretical questions, in which the students have to analyze a problem, to formalize it in quantitative terms
and to solve it using the techniques illustrated during the course.
PREREQUISITI
italiano
E' richiesta la conoscenza degli argomenti di un corso di base di Matematica Generale.
english
The knowledge of the topics of a basic course of General Mathematics is required.
OBIETTIVI FORMATIVI
italiano
L'obiettivo del corso è quello di fornire gli strumenti quantitativi utilizzati comunemente nella letteratura
economica, necessari per affrontare i corsi successivi previsti dalla Laurea Magistrale in Economia
dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio.
english
The objective of the course is to provide the quantitative tools commonly used in the economic literature,
necessary to face the subsequent courses of the Laurea Magistrale in Environmental, Culture and Land
Economics.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
italiano
Lo studente dovrà acquisire la conoscenza degli strumenti tradizionali dell'analisi matematica e la
capacità di utilizzare tali tecniche per la costruzione di modelli quantitativi utilizzati nella soluzione dei
problemi riguardanti le scienze economiche.
english
The student is expected to acquire the knowledge of the traditional instruments of mathematical analysis
and the ability of using such techniques for the construction of quantitative models used in the solution of
economic problems.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
italiano
La modalità di verifica dell'apprendimento consiste in una prova scritta, della durata di 1 ora e 30 minuti,
costituita da esercizi e da domande teoriche in cui gli studenti devono procedere all'analisi di un problema,
alla sua formalizzazione in termini quantitativi e alla sua soluzione attraverso le tecniche illustrate durante
il corso.
english
The final examination consists in a written exam, that lasts 1 hour and 30 minutes, with exercises and
theoretical questions, in which the students have to analyze a problem, to formalize it in quantitative terms
and to solve it using the techniques illustrated during the course.
PROGRAMMA
italiano
- Ripasso dei concetti di base: funzioni, derivate, calcolo differenziale per funzioni di una e di più variabili,
vettori e matrici. - Ottimizzazione libera per funzioni di una e di più variabili. - Ottimizzazione vincolata per
funzioni di più variabili. - Calcolo integrale per funzioni di una variabile: integrali indefiniti, integrali definiti,
metodi di calcolo. - Equazioni differenziali ordinarie. - Cenni di ottimizzazione dinamica. - Capitalizzazione
- 112 -
metodi di calcolo. - Equazioni differenziali ordinarie. - Cenni di ottimizzazione dinamica. - Capitalizzazione
e attualizzazione.
english
- Review of basic concepts: functions, derivatives, differential calculus for functions of one and of several
variables. - Unconstrained optimization for functions of one and of several variables. - Constrained
optimization for functions of several variables. - Integral calculus for functions of one variable: indefinite
integrals, definite integrals, methods of calculation. - Ordinary differential equations. - Notions of dynamic
optimization. - Compounding and discounting.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
italiano
- Dispense a cura dei docenti. - A. CHIANG, "Fundamental Methods of Mathematical Economics", New York,
McGraw-Hill, 1984.
english
- Lecture notes of the instructors. - A. CHIANG, "Fundamental Methods of Mathematical Economics", New
York, McGraw-Hill, 1984.
Pagina web del modulo: http://www.didattica-est.unito.it/do/moduli.pl/Show?_id=eenx
Statistica
Statistics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0062B
Docente:
Pierpaolo De Blasi (Titolare del corso)
Contatti docente:
[email protected]
Corso integrato:
Metodi quantitativi per l'economia
Metodi quantitativi per l'economia
Anno:
1
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-S/01 - statistica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto
MODALITÀ D'ESAME
italiano
La modalità di verifica dell'apprendimento consiste in una prova scritta della durata di 1 ora e 30 minuti,
costituita da esercizi e da domande teoriche che riguardano l'analisi statistica di uno o più dataset forniti
da parte del docente. Gli studenti devono dimostrare di possedere capacità di analisi e di formalizzazione
in termini quantitativi di un problema, oltre alla sua soluzione attraverso le tecniche illustrate durante il
corso.
english
The final examination consists in a written exam (that lasts 1 hour and 30 minutes), with exercises and
theoretical questions about the analysis of one or more datasets provided by the instructor. The students
are expected to show the ability to analyze a problem, to formalize it in quantitative terms and to solve it
using the techniques illustrated during the course.
PREREQUISITI
italiano
E' richiesta la conoscenza degli argomenti di un corso di base di Statistica: - Statistica Descrittiva (Cap. 2) Elementi di Probabilità (Cap. 3) - Variabili aleatorie e valore atteso (Cap. 4, esclusi 4.3.4, 4.8) - Modelli di
variabili aleatorie (Cap. 5, esclusi 5.6.1, 5.7, 5.8.3, 5.9) - La distribuzione delle statistiche campionarie (Cap.
- 113 -
variabili aleatorie (Cap. 5, esclusi 5.6.1, 5.7, 5.8.3, 5.9) - La distribuzione delle statistiche campionarie (Cap.
6) I riferimenti tra parentesi di riferiscono al libro di testo: Ross, S.M. (2008). Probabilità e statistica per
l'ingegneria e le scienze. 2/ed. Apogeo
english
The knowledge of the topics of a basic course of Statistics is required. - Data analysis (Chap. 2) Introduction to probability (Chap. 3) - Random variables and expected value (Chap. 4, except 4.3.4, 4.8) Probability distributions (Chap. 5, except 5.6.1, 5.7, 5.8.3, 5.9) - Random sampling and distribution of sample
statistics (Chap. 6) References to book chapters are for: Ross, S.M. (2008). Probabilità e statistica per
l'ingegneria e le scienze. 2/ed. Apogeo
OBIETTIVI FORMATIVI
italiano
L'obiettivo del corso è quello di fornire gli strumenti quantitativi utilizzati comunemente nella letteratura
economica, necessari per affrontare i corsi successivi previsti dalla Laurea Magistrale in Economia
dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio.
english
The objective of the course is to provide the quantitative tools commonly used in the economic literature,
necessary to face the subsequent courses of the Laurea Magistrale in Environmental, Culture and Land
Economics.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
italiano
Lo studente dovrà acquisire la conoscenza degli strumenti tradizionali della statistica e la capacità di
utilizzare tali tecniche per la costruzione di modelli quantitativi utilizzati nella soluzione dei problemi
riguardanti le scienze economiche.
english
The student is expected to acquire the knowledge of the traditional instruments of statistics and the ability
of using such techniques for the construction of quantitative models used in the solution of economic
problems.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
italiano
La modalità di verifica dell'apprendimento consiste in una prova scritta della durata di 1 ora e 30 minuti,
costituita da esercizi e da domande teoriche che riguardano l'analisi statistica di uno o più dataset forniti
da parte del docente. Gli studenti devono dimostrare di possedere capacità di analisi e di formalizzazione
in termini quantitativi di un problema, oltre alla sua soluzione attraverso le tecniche illustrate durante il
corso.
english
The final examination consists in a written exam (that lasts 1 hour and 30 minutes), with exercises and
theoretical questions about the analysis of one or more datasets provided by the instructor. The students
are expected to show the ability to analyze a problem, to formalize it in quantitative terms and to solve it
using the techniques illustrated during the course.
PROGRAMMA
italiano
- Ripasso di calcolo delle probabilità: variabili aleatorie e distribuzioni di probabilità, distribuzione Normale,
Chi-Quadrato, t di Student e F, campionamento aleatorio e distribuzione della media campionaria,
approssimazioni asintotiche della distribuzione campionaria - Introduzione all'inferenza statistica: stima di
massima verosomiglianza, test d'ipotesi e intervalli di confidenza, inferenza sulla media della popolazione,
confronto delle medie di popolazioni differenti. - Regressione lineare semplice: metodo di stima ordinary
least square (OLS), misure di adeguatezza del modello, distribuzione campionaria degli stimatori OLS, test
d'ipotesi e intervalli di confidenza per un coefficiente di regressione, Analysis of Variance (ANOVA), outliers
e osservazioni influenti. - Regressione lineare multipla: stimatori OLS, misure di adeguatezza del modello,
distribuzione campionaria degli stimatori OLS, multicollinearità, test d'ipotesi e intervalli di confidenza per
un singolo coefficiente, test di ipotesi multipli, ANOVA, outliers e dati influenti, metodi di selezione del
modello. Per una lista aggiornata degli argomenti coperti a lezione, fare riferimento al materiale didattico
scaricabile da https://sites.google.com/a/carloalberto.org/pdeblasi/teaching.
english< br>- Review of probability: random variables and probability distributions, the Normal, ChiSquared, Student t, and F distributions, random sampling and distribution of the sample average, large-
- 114 -
Squared, Student t, and F distributions, random sampling and distribution of the sample average, largesample approximations to sampling distributions. - Introduction to statistical inference: maximum likelihood
estimation, hypothesis test and confidence intervals, inference on the population mean, comparing means
from different populations. - Linear regression with one predictor: ordinary least square (OLS) estimation,
measures of fit, sampling distribution of the OLS estimators, hypothesis test and confidence intervals for a
regression coefficient, analysis of variance (ANOVA), outliers and influential observations. - Linear
regression with multiple predictors: OLS estimation, measures of fit, sampling distribution of the OLS
estimators, multicollinearity, hypothesis tests and confidence intervals for a single coefficient, tests of joint
hypotheses, ANOVA, outliers and influential observations. For an updated list of topics covered in class, see
lecture notes at https://sites.google.com/a/carloalberto.org/pdeblasi/teaching.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
italiano
- Dispense a cura del docente - Jank, W. (2011). Business Analytics for Managers. Springer, New York
english
- Lecture notes - Jank, W. (2011). Business Analytics for Managers. Springer, New York
Pagina web del modulo: http://www.didattica-est.unito.it/do/moduli.pl/Show?_id=iizo
Metodi Quantitativi per l'economia
Quantitative Methods
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0016
Docente:
Paolo Chirico (Titolare del corso)
Fabio Berton (Titolare del corso)
Contatti docente:
011.6704165, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Di base
Crediti/Valenza:
12
SSD attvità didattica:
SECS-S/03 - statistica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
Esame di Analisi dei dati e probabilità
English
Exam of Data analysis and Probability
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Quantificare variazioni economiche nel tempo e nello spazio.
Prevedere valori economici .
Comprendere la relazione tra teoria economica e analisi empirica.
Analizzare i dati attraverso il metodo della regressione lineare.
Stabilire l'affidabilità statistica dei risultati di una regressione.
English
Determine economic changes over time and over space.
- 115 -
Determine economic changes over time and over space.
Predict economic values.
Understand about the relationship between economic theory and empirical analysis.
Analyze data through linear regression.
Assess the statistical reliability of regression results.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Raggiungimento degli obiettivi formativi
English
Reaching the educational targets of the course
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame Scritto
English
Written exam
PROGRAMMA
Italiano
Numeri Indice: indici dei prezzi e delle quantità; inflazione e deflazione; cambi nominali e cambi reali; indici
di concentrazione
Analisi Classica delle Serie Storiche: trend, stagionalità, accidentalità.
Modelli Previsionali: Exponential Smoothing, modelli di Holt-Winters.
La regressione lineare semplice: stima e verifica d'ipotesi.
La regressione lineare multipla: stima e verifica d'ipotesi.
Regressione con funzioni non lineari.
English
Indices: price and volume indices; inflation and deflation; exchange rates and power parities.
Classic time series analysis: trends and seasonality.
Prediction models: Exponential Smoothing, Holt-Winters' methods.
Linear regression: estimates, tests.
Multiple linear regression: estimates, tests.
Nonlinear regression
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
P. Chirico, Lezioni di Statistica Economica, Giappichelli.
T. Di Fonzo T., F. Lisi, Serie Storiche Economiche, Carocci editore.
J.H. Stock e M.W. Watson, Introduzione all'econometria (terza edizione), Pearson. Capitoli 1-9.
English
P. Chirico, Lezioni di Statistica Economica, Giappichelli.
T. Di Fonzo, F. Lisi, Serie Storiche Economiche, Carocci editore. Chapters 1-4
J.H. Stock e M.W. Watson, Introduzione all'econometria (third edition), Pearson. Chapters 1-9.
NOTA
- 116 -
NOTA
Orario Lezioni
Moduli didattici:
Economia quantitativa
Statistica economica
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=u0v3
Economia quantitativa
Quantitative Economics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0018
Docente:
Fabio Berton (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704979, [email protected]
Corso integrato:
Metodi Quantitativi per l'economia
Anno:
2
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/01 - economia politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
• "Introduzione all'econometria" (terza edizione), di J.H. Stock e M.W. Watson, Torino: Pearson. Capitoli 1-3.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
• Comprendere la relazione tra teoria economica e analisi empirica
• Analizzare i dati attraverso il metodo della regressione lineare
• Stabilire l'affidabilità statistica dei risultati di una regressione
English
• Comprendere la relazione tra teoria economica e analisi empirica
• Analizzare i dati attraverso il metodo della regressione lineare
• Stabilire l'affidabilità statistica dei risultati di una regressione
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame scritto
- 117 -
English
Written exam
PROGRAMMA
Italiano
•
•
•
•
•
•
•
Come rispondere alle domande economiche attraverso l'analisi dei dati
La regressione lineare semplice
Test di ipotesi e intervalli di confidenza nella regressione lineare semplice
La regressione lineare multipla
Test di ipotesi e intervalli di confidenza nella regressione lineare multipla
Funzioni non lineari
Valutazione
English
•
•
•
•
•
•
•
How economic questions can be answered through data analysis
Simple linear regression
Hypothesis testing and confidence intervals in simple linear regression
Multiple linear regression
Hypothesis testing and confidence intervals in multiple linear regression
Non-linear functions
Evaluation
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
• "Introduzione all'econometria" (terza edizione), di J.H. Stock e M.W. Watson, Torino: Pearson. Capitoli 1-9.
English
• "Introduction to Econometrics" (3rd edition) by J.H. Stock e M.W. Watson, New York: Pearson. Chapters 1-9.
Pagina web del modulo: http://www.didattica-est.unito.it/do/moduli.pl/Show?_id=qvy6
Statistica economica
Economic Statistics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0019
Docente:
Paolo Chirico (Titolare del corso)
Contatti docente:
011.6704165, [email protected]
Corso integrato:
Metodi Quantitativi per l'economia
Metodi Quantitativi per l'economia
Anno:
2
Tipologia:
Base
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-S/03 - statistica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Esame di Analisi dei dati e probabilità. Exam of Analisi dei dati e Probabilità (Data Analysis and Probability).
- 118 -
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Capacità di calcolare indici temporali, semplici e complessi, stimare rapporti di parità di potere d'acquisto;
determinare il grado di concentrazione di un fenomeno economico; analizzare una serie storica e fare
previsioni con opportuni modelli previsionali.
English
Be able to calculate time indices, purchasing power parities, concentration indices; analyse time series
and use correctly several prediction methods.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Raggiungimento degli obiettivi formativi
English
Reaching the educational targets of the course
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame scritto
English
Written exam
PROGRAMMA
Italiano
1. Numeri Indice: indici semplici, indici composti (Laspeyres, Paasche, Fisher), inflazione e deflazione, tassi
di cambio e parità di potere d'acquisto.
2. Analisi Classica delle Serie Storiche: il trend di lungo periodo (teoria dell'interpolazione), il ciclo-trend,
(teoria delle medie-mobili), stagionalità e analisi dei residui.
3. La Concentrazione: la curva di Lorenz, il rapporto di concentrazione di Gini, altri indici di
concentrazione.
4. Modelli Previsionali: Exponential Smoothing, modelli di Holt-Winters.
English
1. Indices: simple indices, price and quantity indices (Laspeyres, Paasche, Fisher), inflation, exchange rates
and purchasing power parities.
2. Classic time series analysis: trend (interpolation methods), trend-cycle (moving average filters), analysis
of seasonality and analysis of residuals.
3. Concentration: Lorenz curve, Gini's concentration index, other concentration indices.
4. Prediction methods: exponential smoothing, Holt-Winters methods.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
P. Chirico, Lezioni di Statistica Economica, Giappichelli.
T. Di Fonzo, F. Lisi, Serie Storiche Economiche, Carocci editore. Capitoli 1-4
English
- 119 -
P. Chirico, Lezioni di Statistica Economica, Giappichelli.
T. Di Fonzo, F. Lisi, Serie Storiche Economiche, Carocci editore. Capitoli 1-4
Pagina web del modulo: http://www.didattica-est.unito.it/do/moduli.pl/Show?_id=gz13
Metodi quantitativi per le scienze sociali
Quantitative methods for social sciences
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0094
Docente:
Rosaria Ignaccolo (Titolare del corso)
Arianna Dal Forno (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703873, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
12
SSD attvità didattica:
SECS-S/01 - statistica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Previous knowledge of basics mathematics and statistics
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire gli strumenti quantitativi necessari a capire gli articoli economici, pubblicati su riviste internazionali,
che saranno oggetto di analisi nei successivi corsi previsti dalla laurea magistrale in sviluppo, ambiente e
cooperazione. Per questo motivo i testi di riferimento saranno in inglese. Il corso consisterà di due parti
(6+6 CFU): la prima parte fornirà i necessari strumenti di Matematica, la seconda i necessari strumenti di
Econometria.
Obiettivi specifici
1. Conoscere i concetti di derivata di una funzione, le derivate parziali, l'ottimizzazione e l'ottimizzazione
vincolata con il metodo di Lagrange.
2. Capire che cosa è un "modello econometrico". Interpretare una semplice relazione tra una variabile
"spiegata" (dipendente) e una o più variabili "che spiegano" (indipendenti).
3. Utilizzare al meglio dati economici che si rendano disponibili, e stimare una regressione,
comprendendone il significato e sapendone valutare la "credibilità" sotto il profilo statistico.
English
To provide quantitative tools to understand papers published on economic journals which will be reading
material of the Laurea Magistrale in Development, Environment and Cooperation. The textbook are in
English. The lectures course consists of math and econometrics.
- 120 -
Specific goals
Derivatives of a function, partial derivatives, optimization and constrained optimization with Lagrangean
method.
To understand an econometric model. To interpret a relationship between an explained variable
(dependent) and one or more explaining variables (independent).
To be able to use available economic data to run a regression, understanding what it is.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Essere in grado di leggere e capire articoli di economia pubblicati sulle maggiori riviste internazionali.
Questo implica apprendere gli strumenti base di matematica e di econometria utilizzati nelle scienze
economiche, come dal programma del corso.
La verifica dei risultati attesi si svolge in due modi: a) durante il corso con lo svolgimento di esercizi e
problemi, che devono essere consegnati al docente e fanno parte integrante della valutazione finale; b)
con la verifica finale (esame) che consiste in una parte di matematica e una parte di econometria.
L'esame serve a verificare la capacita' delle studentesse e studenti di applicare gli strumenti appresi e
pertanto consiste di esercizi e problemi da risolvere.
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Scritto
English
Written exam
PROGRAMMA
Italiano
Algebra. Funzioni e modelli lineari. Modelli non lineari. La derivata. L'integrale. Funzioni di più variabili.
Introduzione al Calcolo delle Probabilità. Variabili casuali discrete e continue. Introduzione all'inferenza
statistica. Campionamento e distribuzioni campionarie. Teoria della stima puntuale. Intervalli di confidenza.
Test delle ipotesi statistiche.
Introduzione all'Econometria. Modello di regressione lineare semplice. Stima intervallare e test d'ipotesi nei
modelli di regressione. Previsione e bontà di adattamento. Modello di regressione lineare multipla.
Inferenza nel modello di regressione multipla. Uso delle variabili binarie. Eteroschedasticità. Modelli per dati
panel. Modelli con variabili dipendenti qualitative e con variabili dipendenti limitate.
English
Algebra. Functions and Linear models. Nonlinear models. Derivatives. Integrals. Functions of several
- 121 -
Algebra. Functions and Linear models. Nonlinear models. Derivatives. Integrals. Functions of several
variables.
Introduction to probability. Discrete and continuous random variables. Introduction to inferential statistics.
Sampling procedure and sample distributions. Point Estimation. Interval Estimation. Hypothesis Testing.
Introduction to Econometrics. The simple linear regression model. Interval estimation and Hypothesis
testing in regression modelling. Prediction, Goodness-of-fit, and Modeling issues. The multiple regression
model. Further inference in the multiple regression model. Using indicator variables. Heteroskedasticity.
Panel data models. Qualitative and limited dependent variable models.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Testi di riferimento principali
R. Carter Hill, William E. Griffiths, Guay C. Lim,Principles of Econometrics, Fourth Edition, Wiley
English
Main textbooks:
R. Carter Hill, William E. Griffiths, Guay C. Lim,Principles of Econometrics, Fourth Edition, Wiley
NOTA
Italiano
Gli studenti e le studentesse che reputano di non avere basi di matematica o statistica sufficienti devono
ripassare (prima di iniziare a studiare per l'esame o di frequentare) un testo di matematica delle scuole
superiori e il testo di statistica del corso triennale.
Quest'anno viene data l'opportunità di frequentare il precorso di statistica che si svolgerà con i seguenti
orari:
8 settembre 9-12 -->aula C4
9 settembre 9-12 -->aula C4
10 settembre: ore 9-12 --> aula E4
11 settembre: ore 9-12 --> aula E3
12 settembre: ore 14.30-17.30 -->aula C4
15 settembre: ore 9-12 -->aula E3
16 settembre: ore 14.30 – 16.30 -->aula F3
English
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=88lo
Migrazioni, culture e territorio
- 122 -
Migrations, cultures and territory
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0472
Docente:
Antonio Stopani (Titolare del corso)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
M-GGR/02 - geografia economico-politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone di fornire gli strumenti concettuali e le prospettive interpretative suscettibili di fertilizzare
reciprocamente i campi di studi sulle migrazioni e dei border studies. In un primo tempo, verrà proposta
un'analisi delle principali riflessioni sui confini sviluppate nel corso del '900 all'interno delle scienze sociali:
dalla geografia all'antropologia, dalla storia alla sociologia. Si tratterà in seguito di esplorare le dinamiche
contemporanee attraverso lo studio delle politiche migratorie (nazionali, sovranazionali, regionali e locali),
dei dispositivi militari o burocratici e degli attori (il Center for Migration Policy Development, FRONTEX.) che
le incarnano, lo studio della moltiplicazione di spazi a statuto speciale entro (CIE, CARA.) e fuori (aree di
detenzione offshore) gli Stati nonché le forme di lotta e rivendicazioni da parte di migranti e associazioni. Il
corso vuol inoltre promuovere una riflessione consapevole sul ruolo e le conseguenze dei confini
nell'esperienza di dislocazione spaziale, di costruzione di identità diasporiche e transnazionali così come
nell'attribuzione di diritti, nella fabbricazione di categorie sociali e di statuti giuridici e nella produzione di
forme inedite di spazialità.
English
The course aims to provide the conceptual and interpretative tools bringing together migration and border
studies. In a first time, it will be analysed the main reflections on the boundaries which have been
developed over the XX century within the social sciences: anthropology, geography, history, sociology. It
will be later explored the contemporary dynamics of migration policies (national, supranational, regional
and local). We will point to the military and bureaucratic devices and actors (the Center for Migration Policy
Development, FRONTEX ...) which embody such policies, the multiplication of spaces endowed with special
status located within (CIE, CARA...) and outside (offshore detention areas) National States as well as the
different forms of struggles carried on by migrants and civil associations. The course also wants to
promote a conscious reflection on the role and consequences of dislocation and boundaries in the
experience of space, in the construction of diasporic and transnational identities as well as in the allocation
of rights, in the making of social categories and legal statutes and in the production of new forms of
spatiality.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Il corso si propone in un primo tempo di assicurare la conoscenza e l'uso critico delle nozioni e approcci
metodologici elaborati dalle scienze sociali per analizzare le pratiche e i dispositivi (tecnici, legislativi,
conoscitivi) di istituzione, regolazione, controllo e attraversamento dei confini. L'insieme di queste pratiche
saranno lette soprattutto attraverso le dimensioni culturale, economica e politica legate ai processi
migratori. Nella seconda parte, il corso proporrà delle letture seminariali destinate a sviluppare la capacità
di animare e partecipare ad una discussione, a incoraggiare lo sviluppo delle abilità interpretative e
comunicative degli studenti e a promuovere la capacità di comparare contesti sociali e periodi storici
servendosi di diverse prospettive teoriche. Gli studenti saranno invitati ad applicare le ipotesi interpretative
e gli strumenti concettuali a casi o temi specifici, anche a partire dalla propria esperienza.
- 123 -
e gli strumenti concettuali a casi o temi specifici, anche a partire dalla propria esperienza.
English
The course intends to implement the knowledge and the critical use of concepts and methodological
approaches drawn from the social sciences in order to analyze the practices and the technical, legislative,
cognitive devices connected to the regulation, control and crossing of boundaries. The combination of
these practices will be read mainly through its cultural, economic and political processes related to
migration. In the second part, the course will offer readings seminar designed to develop the ability to
animate and participate in a discussion, to encourage the development of interpretive and communicative
skills and to promote the ability to compare social contexts and historical periods using different theoretical
perspectives. Students will be invited to apply the interpretative hypotheses and the conceptual tools to
specific issues or cases, even from her own experience.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Gli studenti non frequentanti sono invitati a prendere contatto con il docente al fine di stabilire un
programma consono ai loro interessi e ai temi trattati durante il corso. Dato che la letteratura usata
durante il corso è essenzialmente in inglese e francese, per cominciare, essi dovranno conoscere il testo
di Gian Primo Cella, Tracciare confini. Realtà e metafore della distinzione, Il Mulino, 2006
English
The exam will be oral. Students having attended to the seminar will have to be able to discuss the
foregoing lectures and texts which will be proposed during the course.
Students not having attended are invited to get in contact with the teacher in order to establish a program
suited to their interests and the topics covered during the course. Given that the literature used in the
course is mainly in English and French, they must first of all study the book by Gian Primo Cella, Tracciare
confini. Realtà e metafore della distinzione, Il Mulino, 2006.
PROGRAMMA
Italiano
Il corso esplora i concetti e le teorie che hanno animato i dibattiti scientifici sui confini dall'inizio del '900. I
dibattiti e le nozioni che vi sono mobilitate saranno letti come un effetto e un'interpretazione dei maggiori
problemi politici e sociali, economici e culturali che hanno caratterizzato determinati contesti storici. I
mutamenti indotti dalle migrazioni internazionali, dai mutamenti della produzione e della finanza
(globalizzazione), dalle forme di governo e dai processi di de-territorializzazione e re-territorializzazione
saranno tenuto in considerazione più particolarmente.
English
The course investigates notions and theories that have animated the academic debates about the
boundaries since the beginning of the XX century. The concepts that are mobilized in the debates will be
read and interpreted as an effect of the major political and social problems, economic and cultural
conditions that have characterized particular historical contexts. The changes brought about by
international migration, the changes in production and finance (globalization) as well as in the forms of
government and in the processes of de-territorialization and re-territorialization will be taken into account
more particularly.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
English
NOTA
- 124 -
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=mx18
Modelli demografici
Demografic models
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0434
Docente:
Chiara Daniela Pronzato (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704972, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Scienze Statistiche, Economiche e Manageriali - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-S/04 - demografia
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto ed orale
MODALITÀ D'ESAME
italiano
Gli studenti in Scienze statistiche economiche e manageriali scriveranno un breve articolo di ricerca che
verrà discusso in un esame orale. Gli altri studenti affronteranno un esame scritto dove dovranno
dimostrare la capacità di interpretare tabelle, grafici, e stime da modelli di regressione. Lo studente sceglie
se sostenere l?esame in inglese o in italiano.
english
Students in Statistics Economics and Management will write a short research paper, which will be
discussed during an oral exam. All other students will carry out a written exam in which they will be asked
to interpret tables, figures, and sets of estimates. The student chooses whether to take the exam in English
or Italian.
PREREQUISITI
Italiano
Gli studenti in Scienze statistiche economiche e manageriali devono aver sostenuto l?esame di Analisi dei
dati economici. Gli altri studenti possono frequentare il corso di Analisi dei dati economici se interessati a
scrivere una tesi di ricerca empirica su temi demografici, di economia della famiglia, di economia del
lavoro.
English
Students in Statistics Economics and Management must take the course in Analysis of economic data. All
other students can attend the course in Analysis of economic data in case they want to carry out an
empirical thesis in Demography, Family and Labour Economics.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
- 125 -
Italiano
Gli studenti in Scienze statistiche economiche e manageriali scriveranno un breve articolo di ricerca che
verrà discusso in un esame orale. Gli altri studenti affronteranno un esame scritto dove dovranno
dimostrare la capacità di interpretare tabelle, grafici, e stime da modelli di regressione. Lo studente sceglie
se sostenere l'esame in inglese o in italiano.
English
Students in Statistics Economics and Management will write a short research paper, which will be
discussed during an oral exam. All other students will carry out a written exam in which they will be asked
to interpret tables, figures, and sets of estimates. The student chooses whether to take the exam in English
or Italian.
PROGRAMMA
Italiano
Il corso è organizzato in tre parti: una prima parte su temi demografici, una seconda parte sui metodi per
l?analisi dei dati demografici, una terza parte in laboratorio. Nella prima parte del corso, studieremo le
principali determinanti della crescita e della struttura delle popolazioni in termini di mortalità, fecondità, e
migrazioni. Nella seconda parte del corso, studieremo alcuni metodi statistici comunemente usati per
studiare i fenomeni demografici: l?analisi delle sequenze, l?analisi della sopravvivenza, i modelli multilevel, l?econometria spaziale, e i modelli di diffusione. Lo studio sarà, in parte, teorico ed, in parte, empirico
tramite la lettura di recenti articoli demografici. Infine, in laboratorio, studieremo alcuni fenomeni
demografici (fecondità, divorzio, convivenza, lasciar casa dei genitori,.) usando queste tecniche di analisi,
dati da indagini, e utilizzando il software Stata. Il corso è insegnato in inglese.
English
The course is organized in three parts: a first part on topics in Demography, a second part on Methods for
the analysis of demographic data, a third part in the Lab. In the first part of the course, we will cover the
main determinants of the growth and the structure of human populations in terms of mortality, fertility, and
migration. In the second part, we will study some statistical methods commonly used to study
demographic phenomena: sequence analysis, survival analysis, multi-level models, spatial econometrics,
and network models. We will go through some theory and some empirical examples from the recent
demographic literature. Finally, in the Lab, we will study some demographic phenomena (fertility, divorce,
cohabitation, leaving home,.) by applying the above techniques, using survey data, and elaborating them
with the software Stata. The course is taught in English.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Barbara A. Anderson (2014), World Population Dynamics: An Introduction to Demography, Pearson ed.
English
Barbara A. Anderson (2014), World Population Dynamics: An Introduction to Demography, Pearson ed.
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=v8lj
Modelli microeconomici applicati
Applied microeconomic models
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0476/SCP0430/ECM0065A
Docente:
Prof. Ugo Colombino (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703860, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
- 126 -
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-P/01 - economia politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
I corso illustra a livello avanzato i temi principali della microeconomia: teoria del consumatore e della
produzione, informazione e forme organizzative, meccanismi di allocazione, valutazione delle prestazioni
dei sistemi economici.
Particolare attenzione è dedicata alla specificazione e all'uso di modelli empirici per il disegno e la
valutazione di politiche.
Le lezioni presuppongono che lo studente abbia seguito un corso di microeconomia a livello intermedio ,
ad esempio:
Besanko - Breutigam, Microeconomia, McGraw-Hill;
Varian, Microeconomia, Cafoscarina;
Pindyck - Rubinfeld, Microeconomia, Zanichelli;
Perloff, Microeconomia, Apogeo;
Shotter, Microeconomia, Giappichelli;
English
The course treats at an advanced level the main topics of microeconomics: consumer and production
theory, information and organization, al location mechanisms, evaluation of the performance of economic
systems.
A special attention will be dedicated to the specification and use of empirical models in policy design and
evaluation.
The lectures require a previous knowledge of microeconomics at an intermediate level e.g., among others:
Besanko - Breutigam, Microeconomia, McGraw-Hill;
Varian, Microeconomia, Cafoscarina;
Pindyck - Rubinfeld, Microeconomia, Zanichelli;
Perloff, Microeconomia, Apogeo;
Shotter, Microeconomia, Giappichelli;
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
L'esame scritto prevede domande teoriche ed esercizi volti a verificare la padronanza dei concetti e degli
strumenti e la capacità di utilizzarli per risolvere problemi applicati.
English
- 127 -
The written exam envisages theoretical questions and exercises aimed at testing the ability to master
concepts and tools and to use them in applied problem solving.
PROGRAMMA
Italiano
Teoria del consumatore, della produzione e del mercato.
Meccanismi di allocazione.
Informazione e forme organizzative.
Criteri di valutazione delle prestazioni dei sistemi economici.
Specificazione empirica di modelli utili per il disegno e la valutazione delle politiche.
English
Consumer theory, Production theory, Markets.
Allocation mechanisms.
Information and organization.
Criteria for evaluating the performance of economic systems.
Empirical specifications of models for policy design and evaluation.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
H. Varian, Analisi Microeconomica, CaFoscarina;
Dispense e altro materiale a cura del docente saranno disponibile nel corso delle lezioni.
English
H. Varian, Analisi Microeconomica, CaFoscarina;
Lecture notes and other materials will be made available during the lectures.
NOTA
Italiano
Consultare anche la pagina personale: http://www.personalweb.unito.it/ugo.colombino/
English
Visit also the homepage: http://www.personalweb.unito.it/ugo.colombino/
Orario Lezioni Mutuato da: Modelli microeconomici applicati (ECM0065A)
- 128 -
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=wkkz
Modelli microeconomici applicati B (Stata)
Applied microeconomic models B (Stata)
Anno accademico:
Codice attività didattica: SCP0476B
Docente:
Chiara Daniela Pronzato (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704972, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Scienze Statistiche, Economiche e Manageriali - a Torino
Anno:
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
3
SSD attvità didattica:
SECS-P/01 - economia politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
NOTA
Nell'a.a. 2014-2015 far riferimento all'attività didattica "Analisi dei dati economici"
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=5n15
Pianificazione territoriale e strategica
Territorial and strategic planning
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0468
Docente:
Silvia Saccomani (Titolare del corso)
Contatti docente:
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
ICAR/20 - tecnica e pianificazione urbanistica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
NOTA
Orario Lezioni Mutuato da:
Pianificazione territoriale strategica
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=xjem
- 129 -
Politica e processi di globalizzazione
The politics and processes of globalization
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0069
Docente:
Fabio Armao (Titolare del corso)
Contatti docente:
011 0907447, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SPS/04 - scienza politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
PROGRAMMA
Mutuato da: Politica e processi di globalizzazione
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=wljs
Politiche del territorio e sostenibilita'
Territorial policies and sustainability
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0062
Docente:
Prof. Egidio Dansero (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704142, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
M-GGR/02 - geografia economico-politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
Mutuato da: Politiche del territorio e sostenibilità
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=u1t0
Politiche di promozione dei patrimoni culturali
- 130 -
Policies for the promotion of cultural heritage
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0469
Docente:
Prof. Sergio Conti (Titolare del corso)
Contatti docente:
0110907444, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
M-GGR/02 - geografia economico-politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
Nessuno
English
None
PROPEDEUTICO A
Italiano
Nessuno
English
None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Introduzione alle politiche di valorizzazione culturale
English
Introduction the the policies of cultural valorization
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame orale
English
Oral examination
PROGRAMMA
Italiano
I. Il quadro di riferimento: la coevoluzione società-territorio
II. Dal determinismo economico all'etica politica contemporanea
III. La convenzione europea del paesaggio
IV. Il patrimonio come motore turistico, culturale ed economico
V. Lo sviluppo patrimoniale e identitario
VI. Lo politiche: dai flagship projects alla urban renaissance
VII. Gestione e progetto: le agende strategiche
English
- 131 -
English
I. Foundations: the co-evolution between society and territory II. From economic determinism to the
contemporary political ethic III. The European convention IV. The cultural heritage: an economic instrument
V. Identity and cultural development VI. The political scenario: from flagship projects to urban renaissance
VII. The new strategies
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Dispense distribuite direttamente dal docente
English
Papers prepared by the professor
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ekj5
Politiche e processi di sviluppo internazionale
International development: policy and processes
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0416
Docente:
Matilde Adduci (Titolare del corso)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SPS/04 - scienza politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
Mutuato da: Politiche e processi di sviluppo internazionale
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=bg8w
Politiche pubbliche e processi decisionali
Public policy and decision-making process
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0460 - SCP0017
Docente:
Silvano Belligni (Titolare del corso)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
- 132 -
SSD attvità didattica:
SPS/04 - scienza politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
NOTA
Orario Lezioni Mutuato da: POLITICHE PUBBLICHE E PROCESSI DECISIONALI (LAUREA MAGISTRALE)
(SCP0017)
Corsi di Studio del Dipartimento di Culture, Politica e Società
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=cmx4
Politiche, istituzioni e culture del medio oriente
Politics, institutions and cultures of the middle east
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0402
Docente:
Dott. Rosita Di Peri (Titolare del corso)
Contatti docente:
011 6704137, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SPS/04 - scienza politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
Mutuato da: Politiche, istituzioni e culture del medio oriente
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=z0nj
Popolazione e ambiente
Population and environment
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0452
Docente:
Chiara Daniela Pronzato (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704972, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
1° anno 2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-S/04 - demografia
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
- 133 -
Tipologia esame:
Orale
NOTA
Orario Lezioni Mutuato da: Modelli demografici
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=xfmk
Popolazione, migrazioni e ambiente
Population, migration and the environment
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0298
Docente:
Chiara Daniela Pronzato (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704972, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-S/04 - demografia
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
Mutuato da: Modelli demografici
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=oys7
Pre-corso di Matematica per le Scienze Sociali
Pre-course of Mathematics for Social Sciences
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: .
Docente:
Dott. Giuseppe De Donno (Titolare del corso)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Di base
Crediti/Valenza:
0
SSD attvità didattica:
SECS-S/06 - metodi matematici dell'economia e delle scienze att. e finanz.
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno
OBIETTIVI FORMATIVI
- 134 -
Italiano
Fornire allo studente i concetti di base necessari per poter seguire proficuamente il successivo corso di
Matematica per le Scienze Sociali
English
Provides students with the basic notions of Mathematics required later to attend the course of Mathematics
for Social Sciences
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Saper risolvere equazioni, disequazioni e sistemi di equazioni e disequazioni lineari, con potenze,
esponenziali e logaritmiche, e saper disegnare semplici trasformazioni di grafici di funzioni non lineari
English
Being capable of solving equations, inequalities and systems of equations and inequalities with linear,
power, esxponential and logatithm terms, and being able to draw simple transformations of graphs of
nonlinear functions
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame è una prova scritta, ed è obbligatorio per tutti gli studenti che hanno ricevuto l'indicazione
"precorso necessario" come esito nella parte logico-matematica del TARM (Test di Accertamento dei
Requisiti Minimi)
English
The exam is a written test, which is compulsory for all students who have been graded as "pre-course
compulsory" in the logical-mathematical section of the TARM (Minimum Requisites Assessment Test)
PROGRAMMA
Italiano
1. Teoria degli insiemi e operazioni tra essi;
2. Elementi di logica;
3. Insiemi numerici, retta reale, intervalli, intorni;
4. Numeri e loro operazioni.
5. Elementi di calcolo letterale. Principali errori di calcolo numerico e algebrico;
6. Equazioni e disequazioni di primo, secondo grado e di grado superiore;
7. Sistemi di equazioni e disequazioni;
8. Concetto di funzione: grafico di una funzione e sua analisi qualitativa;
9. Funzioni potenza, esponenziali e logaritmiche e loro proprietà
10. Trasformazioni di grafici di funzioni elementari.
Il pre-corso di matematica si svolgerà secondo il seguente calendario:
Mercoledì 10 settembre 2014 ore 15-18 aula B2 - Campus Luigi Einaudi;
Giovedì 11 settembre 2014 ore 16-18 aula B2 - Campus Luigi Einaudi;
Venerdì 12 settembre 2014 ore 14-18 aula D4 - Campus Luigi Einaudi;
Lunedì 15 settembre 2014 ore 15-18 aula D4 - Campus Luigi Einaudi;
Martedì 16 settembre 2014 ore 15-18 aula D4 - Campus Luigi Einaudi;
Mercoledì 17 settembre 2014 ore 15-18 aula E4 - Campus Luigi Einaudi;
- 135 -
Mercoledì 17 settembre 2014 ore 15-18 aula E4 - Campus Luigi Einaudi;
Giovedì 18 settembre 2014 ore 15-18 aula 7 - Palazzina Luigi Einaudi;
Venerdì 19 settembre 2014 ore 15-18 aula 7 - Palazzina Luigi Einaudi test finale.
English
1. Set theory and operations with sets;
2. Elements of logic;
3. Numerical sets, real line, intervals, neighborhoods;
4. Numbers and their operations.
5. Monomials and polynoimials. Frequent computation mistakes;
6. Equations and inequalities of first, second and higher degree;
7. Systems of equations and inequalities;
8. Definition of real function of real variable and its graph, qualitative analysis;
9. Power, exponential, logarithm functions and their properties;
10. Graph transforms starting from nonlinear simple functions.T
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
D'Ercole, R., Precorso di Matematica per Economia e Scienze, Pearson-Italia: Milano-Torino, 2011. A questo
testo è associata la piattaforma digitale di autoapprendimento online MyMathLab della Pearson,
acquistabile assieme al testo. Per registrarsi alla suddetta piattaforma inserire l'ID di questo precorso:
XL00-I1JX-9020-7N14
E' inoltre scaricabile gratuitamente dal sito del precorso la dispensa "Precorso e Complementi di
Matematica"; le parti I e II, cioè i capp. 1-7, riguardano i contenuti di questo precorso.
Un link (in inglese) utile in generale è il seguente: https://www.khanacademy.org/math/
English
D'Ercole, R., Precorso di Matematica per Economia e Scienze, Pearson-Italia: Milano-Torino, 2011. To this
text it is associated the online learning digital platform MyMathLab by Pearson, which can be purchased
together with the book. To register to this platform use the following ID of this precourse: XL00-I1JX-90207N14
The handout "Precorso e Complementi di Matematica" (in Italian) can be downloaded from this web page;
Parts I and II, that is, Chapters 1-7, contain all the material relevant to this precourse
A useful link is the following: https://www.khanacademy.org/math/
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=u3ic
Reti globali e sviluppo economico locale
Global networks and local economic development
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0466
Docente:
Prof. Paolo Giaccaria (Titolare del corso)
Contatti docente:
0115647444, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
- 136 -
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
M-GGR/02 - geografia economico-politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
Nessuno
English
none
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
I temi e gli approcci sviluppati durante il corso potranno essere applicati a una maggiore comprensione
dei processi e delle politiche di sviluppo industriale e locale.
English
The themes and approaches developed during the course will be applied to a greater understanding of the
processes and policies of industrial development at the local scale.
Oral exam
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Al termine del corso gli studenti dovranno aver acquisito consapevolezza circa le relazioni che
intercorrono tra localizzazione delle attività economiche, radicamento territoriale e competitività
economica.
English
At the end of the classes, students should have acquired knowledge about the relationships between
location of economic activity, local embeddedness and economic competitiveness.
Oral exam
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame orale
English
Oral exam
PROGRAMMA
Italiano
- 137 -
Il corso si propone di indagare la relazione tra territorio e attività produttive, con particolare riferimento
alle modalità con cui determinati capitali territoriali (fiducia, istituzioni, economie di scala, processi di
apprendimento, capacità di innovazione) vengono messi a sistema dalle imprese e da altri soggetti
(università, associazioni di categoria, sindacati, pubbliche amministrazioni) per produrre valore aggiunto
(sia economico sia territoriale) e sviluppo locale.
Nel corso delle lezioni verranno affrontati i seguenti argomenti:
- scelte localizzative (modelli classici)
- economie e diseconomie esterne (di agglomerazione)
- economia della conoscenza e "learning regions"
- competitività territoriale (diretta e indiretta)
- radicamento territoriale e sviluppo regionale
La parte monografica verterà sul ruolo che l'industria eno-gastronomica e gli alternative food networks
possono svolgere nei processi di sviluppo locale.
English
The course aims to investigate the relationship between territory and production activities, with particular
reference to how certain forms of territorial capital (trust, institutions, economies of scale, learning
processes, innovation) are used by businesses and other actors (universities, trade associations, trade
unions, governments) in order to produce added value (both economic and territorial) and local economic
development (LED).
The lectures will address the following topics:
-
Location choices (classical models)
External economies and diseconomies (agglomeration)
The knowledge economy and "learning regions"
Territorial competitiveness (direct and indirect)
Local embeddedness and Regional Development
A special focus will concern the role that agro-industries and alternative food networks (AFN) can play in
sustaining LED processes.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Per gli studenti frequentanti saranno resi disponibili appunti e articoli per integrare le lezioni frontali.
Per gli studenti non frequentanti il libro di testo è il seguente:
Roberta Capello, Economia Regionale, Il Mulino, Bologna, 2004
English
For students attending, notes and articles will be made available to supplement the lectures.
For students not attending the textbook is:
Roberta Capello, Regional Economics, Il Mulino, Bologna, 2004
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=72o9
Risk management and uncertainity in environmental decision making
Risk management and uncertainity in environmental decision making
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0456
- 138 -
Docente:
Prof. Anna Maffioletti (Titolare del corso)
Contatti docente:
011 6706038, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/01 - economia politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
conoscenze base di micro e statistica e matematica
English
simple elementso of micro statisticd and maths
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
L'obbiettivo del corso è quello di rendere gli studenti familiari con in concetti di rischio , incertezza, utilità
attesa, percezione del rischio, comunicazione del rischio, valutazione del rischio e con le varie possibilità
con cui si può affrontare e prendere decisioni in situazioni il rischio in generale e in particolare nei riguardi
dell'ambiente che ci circonda. Gli studenti dovranno essere in grado di conoscere i concetti teorici sia
riguardo la teoria standard sia delle modifiche apportate dalla psicologia. Debbono essere in grado di
riconoscere l'impatto di entrambe nelle valutazioni e nella comunicazione del rischio ambientale e non
Debbono essere in grado di applicarle a situazioni particolari o di interpretare e valutare applicazioni altrui.
Oltre ad una conoscenza nozionistica si richiede capacità di argomentazione e di valutazione
English
The aim of the course is to make students familiar with the concepts of risk, uncertainty, utility, risk
perception, risk communication, risk evaluation. Students should know and manage theoretical concepts of
standard and psychological theories. In addition they should be able to apply and interpreter both of them
in environmental problems or in the communication of such problems. They should be able to apply the
given instruments to specific situation or to evaluate others application. Moreover a knowledge of notion
ability to make arguments and individual evaluation is requested.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Debbono essere in grado di applicare quanto appreso a situazioni particolari o di interpretare e valutare
applicazioni altrui. Oltre ad una conoscenza nozionistica si richiede capacità di argomentazione e di
valutazione.
English
Students should be able to apply the given instruments to specific situation or to evaluate others
application. Moreover a knowledge of notions ability to make arguments and individual evaluation is
requested.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
- 139 -
Italiano
I frequentanti potranno svolgere parte dell'esame con lavoro in classe come presentazioni o discussioni
articolate con la produzione di una mappa concettuale o di un saggio individuale o collettivo L'esame
consiste per i non frequentanti in una prova orale che non solo include domande sia di tipo nozionistico
ma cerca di valutare la capacità di argomentazione e valutazione. I frequentanti svolgeranno solo un
breve orale oltre il lavoro in classe
English
Exam will consist in an oral examination with the intent of appraise knowledge of the theory but also ability
to argument and evaluate problems. We suggest to follow classis in this case part of the exams is
constituted by coursework, discussion of papers, presentation of papers and brief report or conceptual
map.
PROGRAMMA
Italiano
Definizione di rischio Definizione di incertezza Modello della utilità attesa Violazioni del modello della utilità
attesa Rischio come emozione ed esperimenti Convenzioni sul ciclo di governo del rischio Identificazione
e valutazione del rischio Alberi decisionali Comunicazione del rischio Applicazioni sperimentali su
problemi ambientali.
English
Definition of risk Definition of uncertainty Expected utility model Violation of the expected utility model
Psychological interpretation of risk Kind of uncertainty Experiments Convention on the risk management
cycle Identification and evaluation of risk Decision trees Communication of risk Experimental and
Environmental Application
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
si userà parzialmente Risks And Decisions For Conservation And Environmental Management di Mark A.
Burgman Cambridge University Press e articoli o libri da definirsi
English
we will use partiallyRisks And Decisions For Conservation And Environmental Management di Mark A.
Burgman Cambridge University Press plus other references to be defined
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=wfbo
Seminario - Instabilità economica e organizzazioni internazionali
Seminar - Economic instability and international organisations
Anno accademico:
Codice attività didattica: .
Docente:
Roberto Panizza (Titolare del corso)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
Tipologia:
Non previsto
Crediti/Valenza:
SSD attvità didattica:
SECS-P/02 - politica economica
Erogazione:
Tradizionale
- 140 -
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
MODALITÀ D'ESAME
Orale
OBIETTIVI FORMATIVI
Fornire allo studente gli strumenti per comprendere le origini non solo finanziarie dell'attuale crisi: dalle
produzioni industriali, a livello mondiale, al trionfo della finanza. La descrizione storica dell'egemonia
britannica e statunitense: il loro irreversibile indebolimento, anche a causa dell'inadeguatezza delle teorie
economiche insegnate presso tutte le grandi università dell'Occidente. L'ascesa di nuove realtà come la
Cina. La fine del fordismo e del manifatturiero, stravolti dalla logica del breve periodo e dalla instabilità del
sistema.
PROGRAMMA
1. Deindustrializzazione, finanza e crisi
2. La grande prosperità degli Stati Uniti negli anni '50 e '60, e la crisi degli anni '70.
3. Da Reagan a Obama: la lenta erosione della potenza americana dopo l'imposizione del neoliberismo
e del monetarismo degli anni '80.
4. Gli strumenti finanziari globalizzati di fine secolo scorso e il loro impatto sull'economia mondiale.
5. L'inadeguatezza delle organizzazioni sovranazionali (Fmi, Banca mondiale etc.), condizionate dagli
interessi degli Stati Uniti.
6. Il crollo delle economie caratterizzate dall'eccessiva finanziarizzazione del sistema produttivo. La crisi
delle Borse nel 2008 e nel 2011.
7. Le economie in ascesa: la Cina, l'India, la Russia, il Brasile e il Sudafrica.
8. Valutazioni critiche dei modelli neoclassici insegnati nelle principali università del mondo.
9. Quali prospettive per il futuro dell'economia capitalistica?
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Dispensa, del sottoscritto, disponibile nella pagina web "Materiale Didattico", Deindustrializzazione, finanza
e crisi. Il rilancio del manifatturiero e il ruolo dell'Italia.
Il testo R. Panizza, L'instabilità economica mondiale, Selcom editoria, Torino 2001 (in vendita solo presso la
Libreria Stampatori, via Sant'Ottavio n.15, Torino) sostituendo i capitoli 2 e 3 di questo testo con i nuovi
disponibili sempre nel materiale didattico, con il titolo Capitolo II.La ricostruzione postbellica fino alla crisi
degli anni '70, e Capitolo III. Dalla restaurazione neoliberista ai nostri giorni.
Di questo testo portare solo i seguenti capitoli : 1,4, 5 (eccetto 5.2.2), 6 (eccetto 6.2), 7,9, 10.3, 13 (eccetto
13.2.1), 14 (eccetto 14.1), 16 (eccetto 16.2), 17 e 20.
NOTA
Il seminario si svolgera' in Aula LL6 (41 POSTI)
con orario 14-15
dal 3 marzo 2014 al 30 aprile 2014
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=y1q1
Serie temporali
Time series
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0435
Docente:
Paolo Chirico (Titolare del corso)
Contatti docente:
011.6704165, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Scienze Statistiche, Economiche e Manageriali - a Torino
Anno:
1° anno
- 141 -
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-S/03 - statistica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
MODALITÀ D'ESAME
italiano
Esame scritto.
english
Written examination.
PREREQUISITI
Italiano
Esame di Statistica Avanzata
English
Exam of Advanced Statistics successfully performed.
PROPEDEUTICO A
Italiano
nulla
English
nothing
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Obbiettivo del corso e fornire strumenti metodologici per prevedere il valore atteso futuro e la variabilità
attesa futura di serie temporali. Particolare attenzione verrà data all?utilizzo dei modelli in ambito
finanziario.
English
The goal of the course is to illustrate some statistical models (ARIMA and GARCH models) for prediction in
time series. It will be described the use of these models for financial market predictions.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Alla fine del corso lo studente dovrà essere in grado di prevedere il valore atteso futuro e la variabilità
attesa futura di serie temporali.
English
After the course, students should be able to make predictions about the expected future value of a
process and its future range of variability.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame scritto.
English
Written examination.
- 142 -
PROGRAMMA
Italiano
1. I processi stocastici: serie temporali e processi stocastici, processi stazionari, il processo white noise; il
correlogramma: significato, stima, verifica (test Q); rappresentazione di un processo stazionario: il teorema
di Wold. 2. Modelli per processi univariati: modelli Autoregressivi, modelli Media Mobile e misti. 3. Processi
Integrati: modelli ARIMA; Test a radice unitaria. 4. Modelli per la volatilità: modelli ARCH, GARCH, T-GARCH,
E-GARCH. 5. Modelli per processi multivariati: modelli VAR; cenni di cointegrazione: la regressione spuria.
English
Fundamentals of stochastic process. ARIMA models for the expected future value of a process; GARCH
models for the future range of variability of a process.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Paolo Chirico, Lezioni di Statistica Economica, Giappichelli Editore Riccardo "Jack" Lucchetti, Appunti di
analisi delle serie storiche (scaricabile in materiale didattico)
English
Paolo Chirico, Lezioni di Statistica Economica, Giappichelli Editore Riccardo "Jack" Lucchetti, Appunti di
analisi delle serie storiche (download in materiale didattico)
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=j6vy
Sistemi informativi
Information systems
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: MFN0618
Docente:
Prof. Rosa Meo (Titolare del corso)
Contatti docente:
+39 011 670 68 17, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Scienze Statistiche, Economiche e Manageriali - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
INF/01 - informatica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
NOTA
Orario Lezioni Mutuato da: Sistemi informativi
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=72y0
Sistemi informativi geografici
Geographical information systems
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0455
Docente:
Angelo Besana (Titolare del corso)
- 143 -
Contatti docente:
011.090.7446 - 011.670.6104, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
M-GGR/02 - geografia economico-politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto
MODALITÀ D'ESAME
test nozioni teoriche e prova pratica di utilizzo del software GIS
PREREQUISITI
Italiano
Nozioni informatiche di base
English
Computer-based notions
PROPEDEUTICO A
Italiano
nessun corso
English
no course
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si prefigge di fornire le competenze di base per l'analisi territoriale e la produzione di cartografia
tematica in ambiente GIS.
English
The course provide the base competences for the territorial analysis and the production of thematic maps.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
1) Conoscenza e capacità di comprensione.
Gli studenti apprenderanno le principali caratteristiche e funzioni dei programmi GIS ed i loro campi di
applicazione.
2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione.
Il corso consentirà di apprendere come produrre appropriate analisi territoriali attraverso l'organizzazione,
l'interrogazione ed elaborazione di dati geo-riferiti.
3) Autonomia di giudizio.
Il corso intende portare gli studenti a saper costruire e gestire autonomamente data-base geo-riferiti.
4) Abilità comunicative.
Gli studenti apprenderanno come costruire e produrre carte tematiche, strumento fondamentale di
comunicazione di informazioni territoriali.
5) Capacità di apprendimento.
Tra le precise finalità del corso vi è anche quella di sviluppare le capacità di auto-apprendimento degli
studenti, attraverso attività di studio e di esercitazione individuali, sia per quanto riguarda la conoscenza
del programma GIS utilizzato che per quanto concerne la sua applicazione.
- 144 -
English
1) Knowledge and understanding ability
The students will learn the principal characteristics and functions of the GIS softwares and their fields of
application.
2) Capability to apply knowledge and understanding
The course will learn whether to produce appropriate territorial analyses through the organization, the
query and the elaboration of spatial data.
3) Capability to approach the subject in a critical manner
The students will learn whether to build and manage autonomously spatial data-base.
Communication skills.
4) Communication abilities
The students will learn whether to produce thematic maps, fundamental tools of communication of
territorial information.
5) Learning ability
The course is resolved particularly to develop the abilities of self-learning of the students, through
individual activity of study and exercise, both as it regards the knowledge of the program GIS used that as
it regards its application.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esercizi di ricapitolazione degli argomenti principali svolti nell'ambito delle lezioni del corso
English
Recapitulation exercises carried out in the context of the lessons of the course
PROGRAMMA
Italiano
I software GIS (Geographical Information Systems) rappresentano gli strumenti informatici più potenti a
supporto della raccolta, elaborazione, analisi e rappresentazione cartografica di dati territoriali. Gli
argomenti principali del corso sono: 1. la cartografia numerica 2. la georefenziazione dei dati statistici 3. le
query spaziali 4. statistiche ed indicatori territoriali 5. le carte tematiche
English
The GIS are the computer tools more powerful to support of the collecting, elaboration, analysis and
mapping of territorial data. The principal matters of the course are: 1. digital cartography 2. data geocoding
3. spatial queries 4. statistics and territorial indicators 5. thematic maps
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
1) Materiali a cura del docente. 2) Favretto A., Strumenti per l'analisi geografica. G.I.S. e telerilevamento,
Pàtron Editore, Bologna, 2006 (Capp. 1-4; Strumenti 2).
English
1) a collection of slides and readings edited by the teacher on "Campusnet" 2) Favretto A., Strumenti per
l'analisi geografica. G.I.S. e telerilevamento, Pàtron Editore, Bologna, 2006 (Capp. 1-4; Strumenti 2).
NOTA
Italiano
Il software GIS utilizzato nel corso è QGIS: http://www.qgis.org/it/site/
English
the software is adopted QGIS: http://www.qgis.org
- 145 -
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=8j2v
Sociologia comparata dei mercati del lavoro
Comparative sociology of labour markets
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0107
Docente:
Prof. Roberto Di Monaco (Titolare del corso)
Contatti docente:
011.6702659, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SPS/09 - sociologia dei processi economici e del lavoro
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
Mutuato da: Sociologia comparata dei mercati del lavoro
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=gr9m
Sociologia dello sviluppo internazionale
Sociology of international development
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0095
Docente:
Prof. Francesco Ramella (Titolare del corso)
Contatti docente:
[+39] 011 6702676, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SPS/09 - sociologia dei processi economici e del lavoro
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
Mutuato da: Sociologia dello sviluppo internazionale
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=p7sf
Statistica
Statistics
- 146 -
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0126
Docente:
Anna Lo Presti (Titolare del corso)
Cinzia Carota (Titolare del corso)
Elena Siletti (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704162, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Scienze Statistiche, Economiche e Manageriali - a Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
12
SSD attvità didattica:
SECS-S/01 - statistica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
MODALITÀ D'ESAME
italiano
Modulo di inferenza classica (3 cfu): test scritto Modulo di statistica multivariata (6 cfu): Al termine del
corso è prevista una prova scritta, nella quale agli studenti verrà richiesto di svolgere esercizi e rispondere
a domande di carattere teorico. Part 3°- Inferenza bayesiana(3cfu): test scritto
english
Classical Inference (3 cfu): written test Multivariate Analysis (6 cfu): At the end of the course there is a
written examination, with open questions. Students will have to solve exercises and answer questions on
the theory. Part 3°- Bayesian statistics(3 cfu): written test
PREREQUISITI
Italiano
Modulo di inferenza Classica (3 cfu): conoscenze di base sulla stima e verifica di ipotesi Modulo di
statistica multivariata (6 cfu): Le lezioni presuppongono una buona conoscenza dei metodi di analisi
statistica univariata e bivariata e della teoria statistica delle decisioni.
English
Classical Inference (3 cfu): basic knowledge of estimation and hypothesis testing theory Multivariate
Analysis (6cfu): The lectures require a good Knowledge of univariate and bivariate statistics and statistical
inference.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Modulo di inferenza Classica (3 cfu): Approfondimento degli argomenti di teoria dell'inferenza per mettere
lo studente in grado di affrontare correttamente problemi di stima anche in contesti non standard.
Modulo di statistica multivariata (6 cfu): Scopo del corso è introdurre lo studente all' utilizzo di strumenti di
analisi multivariata e data mining per estrarre informazioni da dati multidimensionali a fini scientifici e
applicativi.
Part 3°- Bayesian statistics (3cfu) - Cinzia Carota: arricchimento degli strumenti analitici disponibili allo
studente
English
Classical Inference (3 cfu): The further treatment of theory of inference will put the student in a position to
properly address the estimation problems in non-standard cases.
Multivariate Analysis (6cfu): The course aims to introduce the student to use tools for multivariate analysis
and data mining to extract information from multidimensional data for scientific and applicative purposes.
Part 3°- Baysian statistics- (3cfu)- Cinzia Carota
- 147 -
Part 3°- Baysian statistics- (3cfu)- Cinzia Carota
enrichment of the analytical tools available to students
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Modulo di inferenza classica (3 cfu): conoscenza approfondita dei metodi di inferenza anche nei casi non
standard
Modulo di statistica multivariata (6 cfu): Attraverso l'apprendimento degli argomenti di cui si compone il
corso lo studente acquisisce le capacità di:pulire e organizzare la matrice dati, utilizzare metodi di
classificazione delle unità e delle variabili, -ridurre la dimensione della matrice dati.
Part 3°- Bayesian statistics- (3cfu)-Cinzia Carota: conoscenza degli elementi di base per l'inferenza
bayesiana
English
Classical Inference (3 cfu): to allow the student to acquire a thorough knowledge of estimation and
hypothesis testing techniques
Multivariate Analysis (6cfu): Through the learning of the subjects of the course, the
students acquire the ability to: 1) perform data cleaning, 2) use statistical classification methods, 3) use
reduction data techniques.
Part 3°- Bayesian statistics- (3cfu)- Cinzia Carota: knowledge of basic elements in Bayesian inference
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Modulo di inferenza classica (3 cfu): test scritto
Modulo di statistica multivariata (6 cfu): Al termine del corso è prevista una prova scritta, nella quale agli
studenti verrà richiesto di svolgere esercizi e rispondere a domande di carattere teorico.
Part 3°- Inferenza bayesiana(3cfu): test scritto
English
Classical Inference (3 cfu): written test
Multivariate Analysis (6 cfu): At the end of the course there is a written examination, with open questions.
Students will have to solve exercises and answer questions on the theory.
Part 3°- Bayesian statistics(3 cfu): written test
PROGRAMMA
Italiano
Modulo di inferenza classica:
- Variabili casuali appartenenti alla famiglia esponenziale;
- approfondimento della teoria della stima puntuale;
- approfondimento della teoria dei test statistici.
Modulo di statistica multivariata (6 cfu) :
- Misure di variabilità multidimensionale;
- cograduazione, trattamento preliminare dei dati,
- rappresentazione grafica di dati multidimensionali;
- metodi di classificazione dei dati;
- metodi di riduzione delle dimensioni della matrice dati.
Modulo 3°- Inferenza bayesiana (3cfu)- Cinzia Carota
Temi trattati:
- 148 -
Temi trattati:
- logica induttiva bayesiana
- distribuzioni a priori
- funzione di verosimiglianza
- distribuzioni a posteriori
- stima puntuale e intervalli di credibilità
- prova delle ipotesi bayesiana
- scelta del modello
English
Classical inference:
- Random variables belonging to the exponential family;
- Advanced topics in point estimation theory;
- Advanced topics in hypothesis testing theory
Multivariate Analysis (6cfu): Measures of multidimensional variability, data cleaning, graphic representation
of multidimensional data; methods of statistical classification and data reduction.
Part 3°: Bayesian statistics(3cfu)- Cinzia Carota
List of topics:
- Bayesian approach to inference
- prior distributions
- likelihood function
- posterior distributions
- point estimation and credible intervals
- Bayesian hypothesis testing
- model choice
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Modulo di Inferenza classica (3 cfu): MOOD A.M., GRAYBILL F.A., BOES D.C., 1991, Introduzione alla statistica,
McGraw-Hill, Milano;
Modulo di statistica multivariata (6 cfu): Il libro di testo verrà indicato alla prima lezione.
Part 3°- Bayesian statistics (3 cfu)-Cinzia Carota:
- L. Piccinato, Metodi per le decisioni statistiche,
2009, XIII-470, 2 ed.
Editore Springer Verlag
- B. Liseo Introduzione alla statistica bayesiana
2008 Springer
English
Classical Inference (3 cfu) MOOD A.M., GRAYBILL F.A., BOES D.C., 1991, Introduzione alla statistica, McGrawHill, Milano
Multivariate Analysis (6 cfu): Textbook will be indicate at the first lesson.
Part 3°- Bayesian statistics (3 cfu)- Cinzia Carota:
- L. Piccinato, Metodi per le decisioni statistiche,
2009, XIII-470, 2 ed.
Editore Springer Verlag
- B. Liseo Introduzione alla statistica bayesiana
2008 Springer
NOTA
Italiano
Frequenza:
- 149 -
Modulo di inferenza classica (3 cfu): raccomandata
Modulo di statistica multivariata (6 cfu): raccomandata
Part 3°- Bayesian statistics- (3cfu)- Cinzia Carota: raccomandata
English
Frequency:
Classical inference (3 cfu): recommended
Multivariate statistics (6 cfu): recommended
Part 3°- Bayesian statistics- (3cfu)- Cinzia Carota: recommended
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=3nat
Statistica ambientale-territoriale
Environmental territorial statistics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0457
Docente:
Rosaria Ignaccolo (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703873, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
1° anno 2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-S/01 - statistica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Orale
MODALITÀ D'ESAME
italiano
L?esame consiste di una prova orale con discussione di analisi di dati reali realizzate tramite il software R.
english
Oral exam and discussion of a case study that students will analyze using R software.
PROPEDEUTICO A
Italiano
Nessun corso.
English
No other course.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
I fenomeni ambientali, ma non solo, presentano molto spesso una componente temporale e/o spaziale
- 150 -
I fenomeni ambientali, ma non solo, presentano molto spesso una componente temporale e/o spaziale
che non può essere trascurata nella loro analisi. L'obiettivo del corso è quello di introdurre lo studente alle
tecniche statistiche di descrizione ed analisi dei dati temporali e spaziali e di consentire agli studenti di
acquisire le competenze tecniche per affrontare il problema della gestione ed elaborazione di dati reali; le
lezioni saranno integrate da esercitazioni svolte in aula informatica.
English
Environmental phenomena, but not only environmental, are very often featured by a temporal and/or
spatial component that cannot be neglected in analyzing them. The main objective of this course is to
introduce students to statistical techniques for describing and analysing temporal and spatial data.
Moreover, students will learn how to deal with management and analysis of real data, and indeed lectures
will be complemented by practice in computer labs.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame consiste di una prova orale con discussione di analisi di dati reali realizzate tramite il software R.
English
Oral exam and discussion of a case study that students will analyze using R software.
PROGRAMMA
Italiano
Introduzione alle serie temporali e strutture di correlazione nel tempo.
Tipologia di dati spaziali (dati areali, dati di processi di punto, dati geostatistici). Analisi esplorativa e
visualizzazione grafica di dati spaziali. Misure di dipendenza spaziale. Modelli statistici per dati spaziali.
Alcune librerie del software R per la rappresentazione e l'analisi di dati ambientali (con struttura temporale
e/o spaziale).
English
Introduction to time series and temporal correlation.
Types of spatial data (areal data, point patterns, geostatistical data). Exploring and visualizing spatial data.
Measures of spatial dependence. Statistical modeling of spatial data.
R software libraries for visualizing and analysing environmental data (with temporal and/or spatial
structure).
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Materiale fornito dal docente
Bailey, Gatrell (1995) Interactive Spatial Data Analysis, Longman
Bivand, Pebesma, Gomez-Rubio (2008) Applied Spatial Data Analysis with R, Springer
English
Notes provided by the professor.
Bailey, Gatrell (1995) Interactive Spatial Data Analysis, Longman
Bivand, Pebesma, Gomez-Rubio (2008) Applied Spatial Data Analysis with R, Springer
NOTA
Frequenza:
Italiano
Vivamente consigliata (le lezioni si terranno in laboratorio informatico).
English
Strongly recommended (lectures will be held in the computer lab).
Orario Lezioni
- 151 -
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=vxar
Statistica economica (non attivo 2014/2015)
Economic statistics
Anno accademico:
Codice attività didattica: SCP0066
Docente:
Paolo Chirico (Titolare del corso)
Contatti docente:
011.6704165, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Scienze statistiche - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-S/03 - statistica economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Obbiettivo del corso e fornire strumenti metodologici per calcolare indici temporali, semplici e complessi,
stimare rapporti di parità di potere d'acquisto; determinare il grado di concentrazione di un fenomeno
economico; analizzare una serie storica e fare previsioni con opportuni modelli previsionali.
English
The goal of the course is to illustrate some statistical models (ARIMA and GARCH models) for prediction in
time series. It will be described the use of these models for financial market predictions.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Alla fine del corso, lo studente dovrà essere in grado di calcolare indici temporali, semplici e complessi,
stimare rapporti di parità di potere d'acquisto; determinare il grado di concentrazione di un fenomeno
economico; analizzare una serie storica e fare previsioni con opportuni modelli previsionali.
L'esame consiste in una prova scritta.
English
After the course, students should be able make predictions about the expected future value of a process
and its future range of variability.
Examination: written examination
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Lezioni in aula con esercitazioni in aula multimediale.
- 152 -
English
Lectures and exercises.
PROGRAMMA
Italiano
Contenuti
Numeri indice per serie temporali e spaziali. Indici di concentrazione. Analisi classica delle serie storiche.
Modelli previsionali: exponential smoothing, metodi di Holt-Winters, modelli autoregressivi.
Programma dettagliato
1. I numeri indici:
a. indici semplici,
b. indici composti (Laspeyres, Paasche, Fisher),
c. l'inflazione,
d. tassi di cambio e parità di potere d'acquisto
2. Analisi Classica delle Serie Storiche:
a. il trend di lungo periodo (teoria dell'interpolazione)
b. il ciclo-trend, (teoria delle medie-mobili)
c. stagionalità e analisi dei residui
3. La concentrazione:
a. la curva di Lorenz
b. il rapporto di concentrazione di Gini
c. altri indici di concentrazione
4. I modelli previsionali:
a. l'Exponential Smoothing
b. i modelli di Holt-Winters
5. I modelli Autoregressivi
a. processi stocastici e processi stazionari
b. rappresentazione autoregressiva di un processo stocastico
c. previsioni con i modelli autoregressivi
English
Contents
Indices for time series and territorial series. Concentration indices. Classic time series analysis.
Prediction Methods: exponential smoothing, Holt-Winters methods, autoregressive models.
- 153 -
Detailed list of contents
1. Indices:
a. simple indices,
b. price and quantity indices (Laspeyres, Paasche, Fisher),
c. inflation,
d. exchange rates and purchasing power parities
2. Classic time series analysis:
a. trend (interpolation methods)
b trend-cycle (moving average filters)
c. analysis of seasonality and analysis of residuals
3. Concentration:
a. Lorenz curve
b. Gini's concentration index
c. other concentration index
4. prediction methods:
a. exponential smoothing
b Holt-Winters methods
5. Autoregressive models
a. stochastic processes and stationary processes
b. autoregressive representation of a stochastic process
c. prediction by means of AR models
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- P. Chirico, Lezioni di Statistica Economica, Giappichelli.
- Materiale didattico a cura del docente.
English
P. Chirico, Lezioni di Statistica Economica, Giappichelli.
Lecture notes available on the web page of the course.
NOTA
Italiano
Ai fini di una buona comprensione degli argomenti trattati, è essenziale aver superato un esame base di
statistica.
- 154 -
English
The Exam of Statistics should have been successfully performed.
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=abe3
Statistica medica (docente da designare)
Medical statistics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0173
Docente:
Contatti docente:
Corso di studio:
Laurea in Scienze statistiche - a Torino
Anno:
3° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
MED/01 - statistica medica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
English
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
English
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
English
PROGRAMMA
- 155 -
Italiano
English
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
English
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=1c72
Statistica sociale
Social statistics
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0305
Docente:
Dalit Contini (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703890, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Scienze statistiche - a Torino
Anno:
3° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
Si prevede che lo studente abbia già sostenuto l'esame di Teoria delle decisioni ed Econometria 1.
English
Informal prerequisites: Decision theory ("Teoria statistica delle decisioni") and Econometrics.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Conoscenze e capacità di comprensione Obbiettivo del corso è far comprendere i fondamenti logici
dell'analisi multivariata. Particolare attenzione verrà posta all'uso di dati qualitativi: come variabili
indipendenti nella regressione lineare e come variabili dipendenti nei modelli di regressione logistica e
logistica multinomiale. Utilizzo delle conoscenze e capacità di comprensione Obiettivo del corso è
contribuire a sviluppare la capacità di formalizzare un modello per affrontare una domanda di ricerca
empirica. Lo studente dovrà essere in grado di scegliere quale modello usare, quali variabili esplicative
includere nel modello, come interpretare con piena consapevolezza i risultati delle analisi empiriche.
English
- 156 -
English
Knowledge and comprehension The course offers knowledge on the rationale of multivariate analysis. Why
and when do we want to keep other variables under control? The course will focus on qualitative data: as
independent variables in linear regression and as dependent variables in logistic and multinomial
regression. Use of knowledge and comprehension Aim of the course is to contribute to the development of
the ability to formalize a model to address an empirical research question. The student will have to be able
to choose the model and the appropriate independent variables, and to intepret with full awareness the
empirical results.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Risultati attesi
Lo studente dovrà possedere una buona conoscenza degli argomenti trattati durante il corso ed essere in
grado di utilizzare consapevolmente gli strumenti acquisiti. In particolare, dovrà dimostrare di aver
compreso i fondamenti logici dell'analisi multivariata e dell'impiego di modelli per dati qualitativi.
English
Expected results
By the end of the course we expect students to have acquired good knowledge of the topics of the course
anad have understood the rationale of multivariate analysis and the theoretical fundamentals of regression
models for qualitative data.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Modalità di verifica
I risultati di apprendimento sono valutati in itinere a livello di gruppo-classe, tramite lo svolgimento di
esercitazioni e simulazioni di esame, e frequenti domande di controllo in aula.
Al termine del corso è prevista una prova scritta, nella quale agli studenti verrà richiesto di intepretare i
risultati di analisi statistiche, scrivere la appropriata funzione di verosimiglianza, rispondere a quesiti di
carattere teorico.
English
Evaluation of achievement
Achievement is assessed during the course at the class-level; exercises and problems are proposed and
solved together in class every lecture.
At the end of the course there will be a written examination with open questions. Students will have to
intepret the results of statistical analyses, write the relevant likelihood function and answer to questions on
the theory.
PROGRAMMA
Italiano
Prima parte: Associazione bivariata e multivariata (3 cfu) - test di indipendenza X2 di Pearson - odds ratio
e rischio relativo - modelli di associazione tra 3 e più variabili - logica dell'analisi multivariata: dipendenza
causale e spuria, legami causali indiretti - cenni sui modelli loglineari per l'analisi di tabelle di contingenza
multidimensionali - variabili esplicative qualitative e effetti di interazione nella regressione lineare Seconda
parte: Modelli per dati qualitativi (5 cfu) - modelli per variabili binarie (regressione logit e probit) interpretazione dei coefficienti di regressione con odds ratio, marginal effects e average sample effects modelli per variabili nominali (regressione multinomiale) Terza parte: Analisi di un caso studio (1 cfu)
English
Part 1: Bivariate and multivariate association (3 cfu) - X2 independence test - odds ratio and relative risk association models between three and more variables - rationale of multivariate analysis: causal and
spurious dependence, indirect effects - introduction to loglinear modelling for the analysis of multivariate
contingency tables - use of qualitative explanatory variables and interaction effects in linear regression
Part 2: Models for qualitative dependent variables (5 cfu) - models for binary data (logit e probit regression)
- interpretation of regression coefficients with odds ratio, marginal effects and average partial effects models for nominal data (multinomial regression) Part 3: Analysis of a case study (1 cfu)
- 157 -
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Materiale didattico on-line preparato dalla docente. I seguenti testi possono essere utili per la preparazione
dell'esame: Stock J.H., Watson M.W., Introduzione all'econometria, Pearson Education Italia, Milano Pisati:
L'analisi dei dati. Tecniche quantitative per le scienze sociali, Il Mulino Agresti, Finlay. Statistical methods for
the social sciences. Pearson Ed.
English
Material available on-line The following texts are useful: Stock J.H., Watson M.W., Introduction to
econometrics Pisati: L'analisi dei dati. Tecniche quantitative per le scienze sociali, Il Mulino Agresti, Finlay.
Statistical methods for the social sciences. Pearson Ed.
NOTA
Italiano
Esercitazioni in aula informatica: analisi di casi studio ed esercizi con dati simulati per favorire la
comprensione di alcuni concetti teorici (massimo della verosimiglianza, effetti marginali e average partial
effects nella regressione logit e probit). Gli studenti NON FREQUENTANTI sono invitati a prendere contatto
con la docente prima di preparare l'esame, in modo da esssere guidati nella preparazione dello stesso, e
per ritirare eventuali materiali didattici presentati durante il corso e non presenti on-line.
English
Laboratory sessions: analysis of case studies and exercises with simulated data designed to help the
understanding of some theoretical issues (maximization of the likelihood, marginal and average partial
effects in logit and probit regression). Students not attending classes are invited to contact the teacher.
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=bb12
Storia contemporanea dell'America latina
Contemporary history of latin america
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0250
Docente:
Marco Bellingeri (Titolare del corso)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SPS/05 - storia e istituzioni delle americhe
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Spagnolo
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
OBIETTIVI FORMATIVI
Offrire gli strumenti indispensabili per comprendere le mutazioni in atto nell'emisfero americano, anche al
fine di formulare possibili scenari futuri, alle luce delle tensioni esistenti fra dimensioni nazionali, forme di
integrazione regionale ed il nuovo scenario internazionale.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Prova scritta e difesa orale dell'elaborato
- 158 -
PROGRAMMA
América Latina en el siglo XXI
1.Le conseguenze e i limiti della modernizzazione e della democratizzazione.
2.I risultati di un decennio: crescita e sviluppo.
3.Le nuove sfide della rappresentanza.
4.Due Americhe: l'asse del nord e l'integrazione sudamericana.
5.Europa-America Latina: fra partenariato strategico, asse sud-atlantico e regionalismi in tensione.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
I testi, anche sotto forma di reader e per la maggior parte in lingua spagnola ed inglese, saranno indicati
durante il corso.
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ybdn
Storia del capitalismo e dell'impresa
History of capitalism and business
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0498
Docente:
Fiorenzo Mornati (Titolare del corso)
Contatti docente:
011 6703830, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/01 - economia politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso mira a fornire agli studenti le nozioni storiche necessarie per comprendere, con la necessaria
profondità, i macro-fenomeni economici del presente.
English
The course aims to provide students with the historical knowledge necessary to understand, with the
required depth, the macro-economic phenomena of the present.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
esame scritto
English
Written examination
PROGRAMMA
- 159 -
Italiano
Il programma si articola sui seguenti argomenti: la rivoluzione industriale: la nascita in Inghilterra e la sua
diffusione nel mondo occidentale; la politica economica dell'ottocento: il confronto tra libero scambio e
protezionismo; la prima globalizzazione e gli aspetti economici dell'imperialismo; l'economia delle due
guerre mondiali; il capitalismo dal primo dopoguerra alla grande crisi; l'economia del comunismo;
l'integrazione del capitalismo post-seconda guerra mondiale: da Bretton Woods all'OMC; case studies su
argomenti puntuali quali la storia di imprese, organizzazioni economiche internazionali, importanti
decisioni di politica economica, singoli settori produttivi.
English
The program is divided into the following topics: the industrial revolution: the birth in England and its spread
in the Western world; the economic policy of the nineteenth century: a comparison between free trade and
protectionism; the first globalization and economic aspects of imperialism; the economy of the two world
wars; capitalism from the First World War to the Great Depression; the economy of communism; the
integration of the post-World War II capitalism: from Bretton Woods to the WTO; case studies on topics
such as the history of businesses, international economic organizations, major economic policy decisions,
individual industry sectors.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
G.Feliu, C.Sudrià, Introduzione alla storia economica mondiale, Padova, Cedam, 2013 Dispense che il
docente metterà a disposizione in moodle
English
G.Feliu, C.Sudrià, Introduzione alla storia economica mondiale, Padova, Cedam, 2013. Lecture notes that
the teacher will provide students in moodle.
NOTA
Orario Lezioni
E' possibile seguire in alternativa all'insegnamento di Storia del capitalismo e dell'impresa il corso di
Economic History. Tale insegnamento ha un limite di accesso di 30 studenti. Chi opterà per Economic
History dovrà comunque iscriversi all'appello di Storia del capitalismo e dell'impresa e la registrazione
dell'esito avverrà a cura del prof. Mornati
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=sioa
Storia economica del patrimonio culturale
Economic history of cultural heritage
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0473
Docente:
Prof. Leila Picco (Titolare del corso)
Contatti docente:
011 6706033, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/12 - storia economica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
- 160 -
Italiano
Lo studente deve essere in possesso di conoscenze di base di economia.
English
The student must be in possession of basic knowledge of economy
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso ha come obiettivo formativo la conoscenza del quadro storico nel quale sono state realizzate le
più significative opere artistiche e culturali esistenti, lo studio della gestione delle stesse, l'apprendimento
della metodologia della ricerca e un alto livello di competenza sul ruolo che il patrimonio artistico e
culturale di un luogo ha svolto nello sviluppo e nella gestione del turismo.
English
The teaching objective of the course is to create knowledge of the historical framework within which the
most important artistic and cultural works existing were realized, the study of their management, learning
the research methodology and a high level of competence in the role played by the artistic and cultural
heritage in the development and management of tourism.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Conoscenza e capacità di comprensione I laureati raggiungono un livello di conoscenza storica del turismo e delle strutture che incidono sulla
valorizzazione dello stesso tale da poter comprendere il ruolo che queste hanno svolto e che oggi
rivestono nell'incentivazione del flusso di persone.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione I laureati sono in grado di applicare il bagaglio culturale delle conoscenze storiche acquisite ai singoli casi
pratici che inevitabilmente sono correlati al patrimonio artistico e culturale del territorio.
Autonomia di giudizio I laureati sono in grado di formulare giudizi autonomi e di far emergere ed interpretare i dati utilizzabili per
ricostruire quadri storico-culturali di riferimento, con particolare interesse per i temi gestionali relativi al
patrimonio artistico e culturale e per la ricaduta sulla popolazione turistica.
Abilità comunicative I laureati sono in grado di comunicare gli aspetti storici del patrimonio artistico e culturale del territorio, i
problemi e le soluzioni a categorie di soggetti varie e composite, sia all'interno delle strutture operative sia
all'esterno delle stesse, con particolare riferimento alle istituzioni pubbliche.
Capacità di apprendimento I laureati raggiungono conoscenze e competenze metodologiche sufficienti per poter proseguire in piena
autonomia il loro percorso di studio e di crescita culturale.
English
Knowledge and understanding
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
- 161 -
L'esame finale consiste in una prova orale
English
Oral examination
PROGRAMMA
Italiano
In assenza di un testo specifico, il corso si svolgerà seguendo un percorso che potrà essere documentato
dalle spiegazioni e dagli appunti che saranno forniti nel prosieguo delle lezioni. La parte iniziale del corso
sarà dedicata all'individuazione degli ambiti di riferimento che saranno di guida per gli argomenti che
verranno successivamente trattati. Dopo aver delineato gli elementi storici fondamentali, gli strumenti
metodologici a disposizione e le tecniche da impiegare, con particolare riferimento agli aspetti patrimoniali
e gestionali, si passerà all'analisi esemplificativa e applicativa delle realtà desumibili dal territorio. Sarà
svolto un beve excursus sulle vicende storiche che hanno influenzato la formazione, la gestione
economica e la conservazione del patrimonio artistico e culturale cartaceo e monumentale, nonché le
manifestazioni relative, per poter introdurre le nozioni necessarie per la comprensione della consistenza
attuale. Regge, palazzi, edifici civili e religiosi, monumenti, musei, archivi e biblioteche, senza dimenticare
le forme e le istituzioni pubbliche e private che si dedicano alla gestione e al restauro, saranno esaminati
sotto vari aspetti al fine di esaltare il loro ruolo primordiale nel contesto dei flussi turistici.
English
The course will follow a pathway which will include documentation of explanations and notes to be
provided during lessons. The first part of the course will be devoted to the identification of reference areas
which will form the guidelines for the arguments to be dealt with later. After outlining the basic historical
and economic elements and those on the historical evolution of tourism, as well as the methodological
instruments available and techniques to be applied, with particular importance paid to ownership and
managerial aspects, the course will move on to the analysis of examples and applications drawn from the
reality found in the area. There will be a short excursus on historical events which have contributed to the
creation, financial management and conservation of the written and monumental artistic and cultural
heritage along with the exhibitions concerning them so as to be able to introduce the concepts required in
the understanding of their present-day status. Royal residences, palaces, civil and religious buildings,
monuments, museums, archives and libraries will all be examined from various view points, without
forgetting the forms and institutions, both public and private, which are dedicated to their management and
restoration, so as to underline their primary role in the context of tourist visits.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
PATRIZIA BATTILANI, Vacanze di pochi vacanze di tutti. L'evoluzione del turismo europeo. Il Mulino, Bologna
2009. Nel corso delle lezioni verranno forniti eventuali elementi integrativi LEILA PICCO, Il Savoia
sordomuto. Emanuele Filiberto di Savoia Carignano 1628-1709, Giappichelli, Torino 2010.
English
PATRIZIA BATTILANI, Vacanze di pochi vacanze di tutti. L'evoluzione del turismo europeo. Il Mulino, Bologna
2009 LEILA PICCO, Il Savoia sordomuto. Emanuele Filiberto di Savoia Carignano, 1628-1709, Giappichelli,
Torino 2010.
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=hsmi
Sviluppo locale
Local development
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0177
Docente:
Prof. Filippo Barbera (Titolare del corso)
- 162 -
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell'Economia
Globale - a Torino
Anno:
1° anno 2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SPS/09 - sociologia dei processi economici e del lavoro
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
Nessuno
English
None
PROPEDEUTICO A
Italiano
Nessuna propedeuticità
English
None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Conoscenze e capacità di comprensione Il corso intende: 1) fornire allo studente strumenti avanzati per l?
analisi delle forme, dei processi e delle politiche concernenti lo sviluppo locale; 2) mettere lo studente in
grado di comprendere criticamente i contributi della ricerca scientifica sulle tematiche inerenti lo sviluppo
locale; Applicazione delle conoscenze e capacità di comprensione: Il corso intende mettere lo studente in
grado di: 1) applicare le conoscenze e la capacità di comprensione acquisita in: ricerche empiriche
qualitative e quantitative; consulenze a pubbliche amministrazioni, imprese e organizzazioni di
rappresentanza degli interessi; valutazione e controllo delle politiche pubbliche. 2) adeguare le
conoscenze e competenze apprese alla futura evoluzione della domanda di ricerca e conoscenza
sociologica, favorendo così l?auto-apprendimento. I risultati di apprendimento attesi sono: 1) possedere
una conoscenza critica avanzata delle più moderne versioni delle teorie dello sviluppo locale, una
consapevolezza dei nessi fra teoria e ricerca empirica, una confidenza con disegno delle politiche
pubbliche; la capacità di comprendere la produzione scientifica sugli argomenti trattati; 2) abbiano
consolidato abilità nell?utilizzo delle conoscenze acquisite, riuscendo ad applicarle in modo autonomo su
casi concreti di ricerca trattati nel corso;
English
At the end of the course students are expected to: 1) demonstrate a critical knowledge of the most
advanced versions of local development theories, an awareness of the links between theory and empirical
research, the ability to understand the scientific production about the topics covered; 2) have established
skills in the use of knowledge, being able to apply them on case studies covered in the course; The
learning outcomes are assessed during the course and at the end. During the course, in its second part,
there will be work group on texts and articles agreed with the teacher. In particular in this part will be asked
to submit a report which will be discussed in the classroom. In the course of this trial the ability of critical
understanding and the ability of independent use of the concepts learned will be assessed. At the end of
the course is scheduled, at the request of the student, also an oral examination. Questions will be
addressed to ensure the mastery of the concepts, the ability to apply them to the issues covered in the
course.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
- 163 -
Il corso ha tre principali obiettivi formativi: (i) fornire allo studente la capacità di comprendere in modo
critico i fenomeni e i processi dello sviluppo locale; (ii) mettere lo studente in grado di applicare le
conoscenze apprese in contesti di ricerca, progettazione e implementazione di azioni collettive e politiche
per la promozione dello sviluppo locale; (iii) permettere allo studente di adeguare le conoscenze e
competenze apprese ai cambiamenti e dinamiche future, favorendo così l'auto-apprendimento.
English
The course has three main learning outcomes: (i) provide the student with the ability to critically
understand the phenomena and processes of local development, (ii) make the student able to apply the
knowledge learned in the context of research, design and implementation of collective actions and policies
for the promotion of local development, (iii) enable the student to adapt the knowledge and skills learned to
change and future dynamics, thus promoting self-directed learning.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Per i frequentanti, l'esame consiste nella presentazione in aula di una relazione su materiale che verrà
concordato con il Docente. Per i non frequentanti l'esame si svolge in forma orale, con il programma
indicato.
English
For attending students the examination consists of the presentation of a report on classroom material to be
agreed with the teacher. For not attending students the examination will be oral, with the program
indicated.
PROGRAMMA
Italiano
Il corso è diviso in tre parti, parzialmente sovrapposte ma analiticamente distinte. Nella prima parte si
analizzeranno i temi classici dello sviluppo locale, dai distretti industriali, ai sistemi locali ad alta tecnologia,
allo sviluppo urbano e regionale, al ruolo delle aree marginali, alle politiche pubbliche. Tali temi verranno,
nella seconda parte, declinati in chiave analitica attraverso l'uso di concetti come: azione collettiva,
capitale sociale, fiducia, apprendimento e innovazione, reti sociali, diffusione, istituzioni. Infine, nella terza
parte, si tratteranno le tematiche emergenti nello sviluppo locale, come: innovazione sociale, monete
locali, sistemi agro-alimentari, autogoverno delle risorse energetiche, smart cities.
English
The course is divided in three overlapping but autonomous parts. In the first part the classical issues of
local development will be addressed, such as: industrial districts, local high-tech systems, urban and
regional development, marginal areas. In the second part, these issues will then be framed through the use
of concepts such as: collective action, social capital, trust, learning and innovation, social networks,
diffusion, institutions. Finally, in the third part, the emergent problems and phenomena of local
development will be addressed: social innovation, local currencies, agro-food systems, self-management
of renewable energies
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Studenti frequentanti: 1) appunti del corso; 2) F. Barbera e N. Negri, Mercati, reti sociali, istituzioni, Bologna, Il
Mulino, 2008 Studenti non frequentanti: 1) F. Barbera e N. Negri, Mercati, reti sociali, istituzioni, Bologna, Il
Mulino, 2008 2) C. Trigilia, Sviluppo locale. Un progetto per l'Italia, Bari,Laterza, 2006 3) C. Trigilia, Non c'è
nord senza sud, Bologna, Il Mulino, 2012 4) A. Bagnasco, Tracce di comunità, Bologna, Il Mulino, 1998
NOTA
Italiano
Per essere considerato come "frequentante" è necessario aver frequentato almeno il 75% delle lezioni
English
Attending the course is not compulsory, but to be considered as an "attendant student" at least 75% of the
classes must be accomplished.
- 164 -
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=9hch
Sviluppo territoriale
Territorial development
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0477
Docente:
Prof. Carlo Salone (Titolare del corso)
Angelo Besana (Titolare del corso)
Contatti docente:
+39 011 5647446, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
1° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
15
SSD attvità didattica:
M-GGR/02 - geografia economico-politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto ed orale
MODALITÀ D'ESAME
italiano
Modulo 1: esame scritto (questionario a scelta multipla e domande aperte) e orale (presentazione dei
lavori degli studenti). Modulo 2: esercizi di ricapitolazione degli argomenti principali svolti nell'ambito delle
lezioni del corso.
english
Part 1: written examination (multiple choice and constructed response questions) and oral presentation of
students' works. Part 2: recapitulation exercises carried out in the context of the lessons of the course.
PREREQUISITI
Italiano
Nozioni informatiche di base. E' inoltre consigliabile avere sostenuto un esame di Geografia economica o
Geografia politica ed economica
English
Computer basics. It is furthermore advisable to have basics of economic and political geography.
PROPEDEUTICO A
Italiano
nessun corso
English
no course
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
- capacità di analizzare le principali dinamiche territoriali e di produrre cartografia tematica in ambiente
GIS (Geographical Information System)
- capacità di comprendere il ruolo della dimensione territoriale nei meccanismi di sviluppo
- 165 -
- capacità di analizzare criticamente le politiche di sviluppo territoriale attraverso i principali strumenti
operativi alle diverse scale (regionale e locale) e gli attori che le promuovono (istituzioni di governo
territoriale, istituzioni europee, agenzie tecniche di settore)
English
- ability to analyse the main spatial dynamics and produce thematic maps
- ability to understand the spatial dimension of development mechanisms
- ability to analyse in a critical perspective the territorial development policies through the main operational
tools at the different scales (local/regional) and the actors involved (local authorities, European institutions,
technical agencies)
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Vedi i singoli moduli.
English
See each part of the course.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Modulo 1: esame scritto (questionario a scelta multipla e domande aperte) e orale (presentazione dei
lavori degli studenti).
Modulo 2: esercizi di ricapitolazione degli argomenti principali svolti nell'ambito
delle lezioni del corso.
English
Part 1: written examination (multiple choice and constructed response questions) and oral presentation of
students' works.
Part 2: recapitulation exercises carried out in the context of the lessons of the
course.
PROGRAMMA
Italiano
Il corso integrato offre agli studenti gli elementi di base per la l'analisi e la progettazione dello sviluppo
territoriale.
English
This integrated course intends to provide the students with the basics of the analysis and design of
territorial development.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Modulo 1:
Salone C. (2005), Politiche territoriali. Azione collettiva e dimensione territoriale dello sviluppo, Torino, UTET.
Conti S., Giaccaria P., Rossi U., Salone C. (2014), Geografia economico-politica, Milano, Pearson.
Governa F., Salone C. (2005), "Italy and European Spatial Policies: Polycentrism, Urban Networks and Local
Innovation Practices", in A. Faludi and U. Janin Rivolin (eds), Southern Perspectives on European Spatial
Planning, European Planning Studies, special issue, 13: 2, pp. 264-283.
Modulo 2:
1) materiali a cura del docente.
2) Favretto A., Strumenti per l'analisi geografica. G.I.S. e telerilevamento, Bologna, Pàtron Editore, 2006
(Capp. 1-4; Strumenti 2).
English
- 166 -
Part 1:
Salone C. (2005), Politiche territoriali. Azione collettiva e dimensione territoriale dello sviluppo, Torino, UTET.
Conti S., Giaccaria P., Rossi U., Salone C. (2014), Geografia economico-politica, Milano, Pearson.
Governa F., Salone C. (2005), "Italy and European Spatial Policies: Polycentrism, Urban Networks and Local
Innovation Practices", in A. Faludi and U. Janin Rivolin (eds), Southern Perspectives on European Spatial
Planning, European Planning Studies, special issue, 13: 2, pp. 264-283.
Part 2:
1) materiali a cura del docente.
2) Favretto A., Strumenti per l'analisi geografica. G.I.S. e telerilevamento, Bologna, Pàtron Editore, 2006
(Capp. 1-4; Strumenti 2).
NOTA
Italiano
Il software gis utilizzato nel corso è QGIS:
http://www.qgis.org/it/site/
English
the adopted software is QGIS:
http://www.qgis.org
Orario Lezioni
Moduli didattici:
Sviluppo territoriale 1
Sviluppo territoriale 2
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=gplc
Sviluppo territoriale 1
Territorial development 1
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0477A
Docente:
Prof. Carlo Salone (Titolare del corso)
Contatti docente:
+39 011 5647446, [email protected]
Corso integrato:
Sviluppo territoriale
Anno:
1
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
M-GGR/02 - geografia economico-politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto ed orale
MODALITÀ D'ESAME
italiano
Esame scritto (questionario a scelta multipla e domande aperte) e orale (presentazione dei lavori degli
studenti).
english
Written examination (multiple choice and constructed response questions) and oral presentation of
- 167 -
Written examination (multiple choice and constructed response questions) and oral presentation of
students' works.
PREREQUISITI
italiano
E' consigliabile avere sostenuto un esame di Geografia economica o Geografia politica ed economica
english
It is advisable to have basics of economic and political geography.
PROPEDEUTICO A
italiano
Nessun esame
english
No exam
OBIETTIVI FORMATIVI
italiano
- capacità di comprendere il ruolo della dimensione territoriale nei meccanismi di sviluppo
- capacità di analizzare criticamente le politiche di sviluppo territoriale attraverso i principali strumenti
operativi alle diverse scale (regionale e locale) e gli attori che le promuovono (istituzioni di governo
territoriale, istituzioni europee, agenzie tecniche di settore)
english
- ability to understand the spatial dimension of development mechanisms
- ability to analyse in a critical perspective the territorial development policies through the main operational
tools at the different scales (local/regional) and the actors involved (local authorities, European institutions,
technical agencies)
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
italiano
1) Conoscenza e capacità di comprensione.
Gli studenti dovranno essere in grado di conoscere le principali teorie dello sviluppo territoriale e i
meccanismi di costruzione delle politiche territoriali.
2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione.
Gli studenti dovranno essere in grado di applicare le conoscenze acquisite all'analisi dell'impatto delle
politiche territoriali e di contribuire alla progettazione di programmi di sviluppo territoriale.
3) Autonomia di giudizio.
Gli studenti dovranno saper interpretare l'interazione tra fattori istituzionali, dinamiche economiche e
processi sociali che sono alla base delle politiche territoriali.
4) Abilità comunicative.
Gli studenti dovranno dimostrare l'acquisizione di un lessico corretto e di sapere esporre i contenuti
essenziali della materia in modo chiaro e maturo.
Eventuali approfondimenti individuali saranno presentati all'interno di specifici seminari, in cui gli studenti
dovranno mettere alla prova le proprie capacità di comunicazione.
- 168 -
5) Capacità di apprendimento.
Gli studenti dovranno essere in grado di affrontare la lettura dei processi economici contestualizzandoli
nella dimensione territoriale e mettendo in relazione i diversi fattori istituzionali, sociali e materiali che
influenzano i livelli e i ritmi dello sviluppo.
L'esame prevede una parte scritta (questionario) e una orale (sui temi di esercitazione)
english
1) Knowledge and understanding abilities.
Students should know the main regional development theories and the mechanisms of spatial policy
making.
2) Capabilities to apply knowledge and understanding
Students should be able to apply the acquired knowledge to the analysis of the impact of territorial policies
and contribute to the operation policies design.
3) Capabilities to approach the subject in a critical manner
Students should be able to interpret the interaction among institutional factors, economic dynamics and
social processes underpinning territorial policies.
4) Communication abilities
Students should manage the technical language and be able to present the core elements of the discipline
in a clear and mature manner. Further personal in-depths will be discussed in devoted seminars, in which
students should publicly shown their communication abilities.
5) Learning abilities
Students should be able to intepret economic processes unfolding within the territorial dimension,
connecting each other the different institutional, social and material factors affecting the levels of
development.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
italiano
Esame scritto (questionario a scelta multipla e domande aperte) e orale (presentazione dei lavori degli
studenti).
english
Written examination (multiple choice and constructed response questions) and oral presentation of
students' works.
PROGRAMMA
italiano
Il corso intende fornire gli strumenti interpretativi essenziali per comprendere contenuti, modalità d'azione
e campi di applicazione delle politiche di sviluppo territoriale. Queste sono considerate e analizzate non
come mere pratiche di trasformazione fisico-funzionale del territorio, bensì quali forme particolari di
azione orientate a trattare problemi di natura collettiva, come, per esempio, quello della produzione di beni
pubblici territoriali (infrastrutture, economie di localizzazione e urbanizzazione, ma anche capitale
- 169 -
pubblici territoriali (infrastrutture, economie di localizzazione e urbanizzazione, ma anche capitale
sociale).
Particolare attenzione verrà prestata al processo evolutivo che ha interessato il paradigma teorico dello
sviluppo, con il passaggio dagli approcci di ispirazione neo-keynesiana a quelli di matrice neoistituzionalista, che informano le attuali pratiche di sviluppo locale.
In questa prospettiva, che considera le politiche di sviluppo territoriale come il prodotto dell'interazione tra
sfera pubblica e sfera del mercato, con esiti differenziati a seconda dei regimi legali, degli assetti
istituzionali, delle forme di regolazione sociale e degli interessi coinvolti, il corso approfondirà le esperienze
di programmazione regionale e locale in atto nel contesto italiano, senza trascurare gli opportuni
riferimenti al quadro internazionale.
- Parte 1: Introduzione al corso
1.1 Presentazione
1.2 Il territorio della tradizione
1.3 Le teorie dello sviluppo regionale di matrice neokeynesiana
- Parte 2: Attori, territorio e politiche
2.1 Il territorio come attore collettivo
2.2 Modelli d'azione collettiva nelle politiche territoriali
2.3 La dimensione territoriale dello sviluppo: la "scoperta" dello sviluppo locale
- Parte 3: Le nuove forme della politica territoriale
3.1 La "Nuova" Programmazione come programmazione negoziata: strumenti giuridici e operativi
3.2 Politiche per la competitività territoriale
3.4 Il quadro di riferimento europeo: la Politica di Coesione
3.5 Riforma costituzionale e politiche regionali
english
The course aims at providing students with the basic analytical tools for understanding goals, ways of
action and practical applications of territorial development policies. These are considered and interpreted
not as mere practices which shape territory physically and functionally, but as particular forms of action
oriented to treat such collective issues as, for instance, the territorial collective goods (infrastructures,
localisation and urbanisation economies, social capital).
Particular attention will be payed to the evolutionary process of the theoretical paradigm of development,
from the neo-Keynesian approaches to the neo-institutionalist ones which inspire the current local
development practices.
Our perspective considers the territorial development policies as the outcome of the interaction between
the public sphere and the market, with different results according to legal frameworks, institutional
environment, social regulation modes ans involved interests.
The course will deepen the experiences of local and regional planning underway in the Italian context, with
some reference to the international one as well.
Programme
- Part 1: Introduction
- 170 -
1.1 Presentation
1.2 Territories of tradition
1.3 Neo-Keynesian theories of regional development
- Parte 2: Actors, territory and policies
2.1 Territory as a collective actor
2.2 Models of collective action in territorial policies
2.3 The territorial dimension of development: the 'discovery' of local development
- Part 3: New forms of territorial policy
3.1 The 'New Programming' as a negotiated planning: legal and operational tools
3.2 Policies for territorial competitiveness
3.3 The European Framework: the Cohesion Policy
3.5 Institutional reform and regional policies
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
italiano
Salone C. (2005), Politiche territoriali. Azione collettiva e dimensione territoriale dello sviluppo, Torino, UTET.
Conti S., Giaccaria P., Rossi U., Salone C. (2014), Geografia economico-politica, Milano, Pearson.
Governa F., Salone C. (2005), "Italy and European Spatial Policies: Polycentrism, Urban Networks and Local
Innovation Practices", in A. Faludi and U. Janin Rivolin (eds), Southern Perspectives on European Spatial
Planning, European Planning Studies, special issue, 13: 2, pp. 264-283.
english
Salone C. (2005), Politiche territoriali. Azione collettiva e dimensione territoriale dello sviluppo, Torino, UTET.
Conti S., Giaccaria P., Rossi U., Salone C. (2014), Geografia economico-politica, Milano, Pearson.
Governa F., Salone C. (2005), "Italy and European Spatial Policies: Polycentrism, Urban Networks and Local
Innovation Practices", in A. Faludi and U. Janin Rivolin (eds), Southern Perspectives on European Spatial
Planning, European Planning Studies, special issue, 13: 2, pp. 264-283.
Pagina web del modulo: http://www.didattica-est.unito.it/do/moduli.pl/Show?_id=4d2a
Sviluppo territoriale 2
Territorial development 2
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0477B
Docente:
Angelo Besana (Titolare del corso)
Contatti docente:
011.090.7446 - 011.670.6104, [email protected]
Corso integrato:
Sviluppo territoriale
Sviluppo territoriale
Anno:
1
Tipologia:
Caratterizzante
- 171 -
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
M-GGR/02 - geografia economico-politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Scritto
MODALITÀ D'ESAME
italiano
Prova scritta in due parti: - test nozioni teoriche - esercizio applicativo con il software GIS
english
double test: - theoretical - practical (exercise with the GIS)
PREREQUISITI
italiano
Nozioni informatiche di base
english
Computer-based notions
PROPEDEUTICO A
italiano
nessun corso
english
no course
OBIETTIVI FORMATIVI
italiano
Il modulo si prefigge di fornire le competenze di base per l'analisi territoriale e la produzione di cartografia
tematica in ambiente GIS (Geographical Information System).
english
The course provide the base competences for the territorial analysis and the production of thematic maps.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
italiano
1) Conoscenza e capacità di comprensione.
Gli studenti apprenderanno le principali caratteristiche e funzioni dei
programmi GIS ed i loro campi di applicazione.
2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione.
Il corso consentirà di apprendere come produrre appropriate analisi
territoriali attraverso l'organizzazione, l'interrogazione ed elaborazione di
dati geo-riferiti.
3) Autonomia di giudizio.
Il corso intende portare gli studenti a saper costruire e gestire
autonomamente data-base geo-riferiti.
4) Abilità comunicative.
Gli studenti apprenderanno come costruire e produrre carte tematiche,
strumento fondamentale di comunicazione di informazioni territoriali.
5) Capacità di apprendimento.
Tra le precise finalità del corso vi è anche quella di sviluppare le capacità
di auto-apprendimento degli studenti, attraverso attività di studio e di
esercitazione individuali, sia per quanto riguarda la conoscenza del
programma GIS utilizzato che per quanto concerne la sua applicazione.
english
1) Knowledge and understanding ability
- 172 -
1) Knowledge and understanding ability
The students will learn the principal characteristics and functions of the
GIS softwares and their fields of application.
2) Capability to apply knowledge and understanding
The course will learn whether to produce appropriate territorial analyses
through the organization, the query and the elaboration of spatial data.
3) Capability to approach the subject in a critical manner
The students will learn whether to build and manage autonomously
spatial data-base.
Communication skills.
4) Communication abilities
The students will learn whether to produce thematic maps, fundamental
tools of communication of territorial information.
5) Learning ability
The course is resolved particularly to develop the abilities of self-learning
of the students, through individual activity of study and exercise, both as
it regards the knowledge of the program GIS used that as it regards its
application.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
italiano
Esercizi di ricapitolazione degli argomenti principali svolti nell'ambito
delle lezioni del corso
english
Recapitulation exercises carried out in the context of the lessons of the
course
PROGRAMMA
italiano
Gli argomenti principali del modulo sono: 1. la cartografia numerica 2. la georefenziazione dei dati statistici
3. le query spaziali 4. statistiche ed indicatori territoriali 5. le carte tematiche
english
The principal matters of the course are: 1. digital cartography 2. data geocoding 3. spatial queries 4.
statistics and territorial indicators 5. thematic maps
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
italiano
1) materiali a cura del docente. 2) Favretto A., Strumenti per l'analisi geografica. G.I.S. e telerilevamento,
Pàtron Editore, Bologna, 2006 (Capp. 1-4; Strumenti 2).
english
1) a collection of slides and readings edited by the teacher on "Campusnet" 2) Favretto A., Strumenti per
l'analisi geografica. G.I.S. e telerilevamentoPàtron Editore, Bologna, 2006 (Capp. 1-4; Strumenti 2).
NOTA
italiano
Il software gis utilizzato nel corso è QGIS: http://www.qgis.org/it/site/
english
the software is adopted QGIS: http://www.qgis.org
Pagina web del modulo: http://www.didattica-est.unito.it/do/moduli.pl/Show?_id=k7yo
Tecniche di valutazione ambientale
Environmental valuation methods
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0458
- 173 -
Docente:
Vito Frontuto (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704977, [email protected]
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/03 - scienza delle finanze
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso intende orientare lo studente all'esercizio della scelta fra le diverse tecniche di valutazione
economica utilizzate come supporto alla decisione su progetti e politiche nel settore ambientale. In
particolare, si cercherà di stimolare un approccio critico al tema della valutazione, che consideri limiti e
potenzialità dei diversi metodi sia sotto il profilo applicativo che sotto quello teorico.
English
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
FREQUENTANTI: Valutazione di esercitazioni pratiche durante il corso ed esame scritto al termine del corso
(domanda aperta).
NON FREQUENTANTI: Esame scritto (domanda aperta).
English
PROGRAMMA
Italiano
- 174 -
Le lezioni iniziali introducono gli elementi teorici di base sulle analisi costi benefici, sulle componenti
economiche del valore dei progetti ambientali e sulle relazioni tra variazioni di qualità ambientale e le
misure del benessere individuale. Vengono trattati successivamente i metodi di valutazione monetaria,
che trovano potenziali spazi di applicazione sia nel decision making pubblico che nella gestione di
problematiche ambientali all'interno delle imprese. Gli strumenti su cui si focalizzano le attività
esercitative sono: 1) Gli esperimenti di scelta 2) Il metodo dei prezzi edonici 3) Il metodo della
valutazione contingente. 4) Il metodo dei costi di viaggio Vengono inoltre sviluppati alcuni temi specifici
attraverso l'analisi di casi studio ed esercitazioni su: -la valutazione degli impatti ambientali delle
infrastrutture, -la gestione dei processi di smaltimento dei rifiuti -la stima dei benefici di risorse naturali e
paesaggistiche.
English
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Consultare il documento "Materiali del corso.doc" per conoscere i materiali utili alla preparazione
dell'esame finale.
English
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ddg9
Teoria dei campioni
Sampling theory
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0171
Docente:
Anna Lo Presti (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116704162, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Scienze statistiche - a Torino
Anno:
3° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-S/01 - statistica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
- 175 -
Italiano
Aver superato l'esame di statistica, calcolo delle probabilità e teoria statistica delle decisioni.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Attraverso l'apprendimento degli argomenti di cui si compone il corso lo studente acquisisce le capacità
per: -progettare e realizzare indagini statistiche utilizzando tecniche probalilistiche; -scegliere la tecnica
campionaria più adeguata ai fini della ricerca e ai dati disponibili; -definire le stime dei più importanti
parametri della popolazione; - valutare l'errore campionario degli stimatori.
English
Through the study of the subjects of the course, students acquire the ability to: -design and implement
statistical surveys using probabilistic techniques; -choose the most appropriate sampling technique for the
research purposes and available data ; -define the estimates of the most important parameters of the
population; - assess the sampling error of the estimators.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Attraverso l'apprendimento degli argomenti di cui si compone il corso lo
studente acquisisce le capacità per:
-progettare e realizzare indagini statistiche utilizzando tecniche
probalilistiche;
-scegliere la tecnica campionaria più adeguata ai fini della ricerca e ai
dati disponibili;
-definire le stime dei più importanti parametri della popolazione;
- valutare l'errore campionario degli stimatori
English
Through the study of the subjects of the course, students acquire the
ability to:
-design and implement statistical surveys using probabilistic techniques;
-choose the most appropriate sampling technique for the research
purposes and available data ;
-define the estimates of the most important parameters of the
population;
- assess the sampling error of the estimators.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Modalità di verifica
L'esame consiste in una prova scritta divisa in due parti: la parte obbligatoria che riguarda le nozioni
fondamentali e che deve essere completamente svolta per avere la sufficienza (18/30) e una parte
opzionale (che permette di migliorare il voto) cui si accede se la parte obbligatoria è stata superata.
English
The exam consists of a written test divided into two parts: a first mandatory part that covers the basics and
must be fully held to have enough (18/30) and an optional part (which improves the vote) to which
accessed if the mamdatory part has been exceeded.
PROGRAMMA
Italiano
Porre lo studente in grado di utilizzare gli strumenti metodologici più importanti per progettare e realizzare
indagini campionarie su popolazioni finite.
English
The course makes the student able to use the most important methodological tools to design and
- 176 -
The course makes the student able to use the most important methodological tools to design and
implement surveys of finite populations.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Il libro di testo verrà indicato alla prima lezione.
English
Textsbook will be indicate during the first lesson
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=0he8
Teoria dei mercati
Markets
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0021
Docente:
Prof. Ugo Colombino (Titolare del corso)
Prof. Elisabetta Ottoz (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703860, [email protected]
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Di base
Crediti/Valenza:
12
SSD attvità didattica:
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
Economia Politica
English
Economics I year
PROPEDEUTICO A
Italiano
Insegnamenti economici del III anno.
English
Economics courses at the III year.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Microeconomia a livello intermedio
English
Intermediate Microeconomics
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
- 177 -
Italiano
Lo studente avra' acquisito gli strumenti fondamentali per affrontare corsi
economici applicati o piu' avanzati.
English
The student will have acquired the basic tools necessary to follow more
applied or advanced economic courses.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame scritto
English
Written exam
PROGRAMMA
Italiano
Teoria del consumatore
Teoria della Produzione
Mercati Concorrenziali
Efficienza Paretiana
Equilibrio Economico Generale.
Introduzione alla teoria dei giochi.
Mercati monopolistici.
Concorrenza imperfetta e comportamento strategico.
English
Consumer Theory
Production Theory
Competitive Markets
Pareto-Efficiency
General Equilibrium.
Introductory game theory
Monopoly.
Imperfect Competition,
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
D. A. Besanko e R. R. Braeutingam, Microeconomia, McGraw-Hill, 2a
edizione (2012). Il libro di testo è accompagnato da un codice che
permette agli studenti di accedere a materiali on-line: Appendice
matematica, Soluzione dei problemi proposti nel testo, Esercizi interattivi,
Tests, Approfondimenti.
English
D. A. Besanko e R. R. Braeutingam, Microeconomia, McGraw-Hill, 2nd
edtion (2012). A password allows the students to access on-line
resources: Math appendix, Solutions to problems, Interactive exercises,
Tests, Examples.
NOTA
Orario Lezioni
Moduli didattici:
Teoria dei giochi
- 178 -
Teoria dei giochi
Teoria delle scelte
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=t9ev
Teoria dei giochi
Game theory
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0451
Docente:
Prof. Elisabetta Ottoz (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703878, [email protected]
Corso integrato:
Teoria dei mercati
Anno:
2
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/06 - economia applicata
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa/Discretionary
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
italiano
Economia Politica
english
Economics I year
PROPEDEUTICO A
italiano
Insegnamenti economici del III anno.
english
Economics courses at the III year.
OBIETTIVI FORMATIVI
italiano
Microeconomia a livello intermedio
english
Intermediate Microeconomics
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
italiano
Lo studente avra' acquisito gli strumenti fondamentali per affrontare corsi
economici applicati o piu' avanzati.
english
The student will have acquired the basic tools necessary to follow more
applied or advanced economic courses.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
- 179 -
italiano
Esame scritto
english
Written exam
PROGRAMMA
italiano
Introduzione alla teoria dei giochi Mercati monopolistici
Concorrenza imperfetta e comportamento strategico
english
Introductory game theory
Monopoly
Imperfect competition
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
italiano
D. A. Besanko e R. R. Braeutingam, Microeconomia, McGraw-Hill, 2a
edizione (2012). Il libro di testo è accompagnato da un codice che
permette agli studenti di accedere a materiali on-line: Appendice
matematica, Soluzione dei problemi proposti nel testo, Esercizi interattivi,
Tests, Approfondimenti.
english
D. A. Besanko e R. R. Braeutingam, Microeconomia, McGraw-Hill, 2nd
edtion (2012). A password allows the students to access on-line
resources: Math appendix, Solutions to problems, Interactive exercises,
Tests, Examples.
Pagina web del modulo: http://www.didattica-est.unito.it/do/moduli.pl/Show?_id=aukk
Teoria delle scelte
Choice theory
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: SCP0450
Docente:
Prof. Ugo Colombino (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703860, [email protected]
Corso integrato:
Teoria dei mercati
Teoria dei mercati
Anno:
2
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/01 - economia politica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
italiano
Economia Politica
english
- 180 -
english
Economics I year
PROPEDEUTICO A
italiano
Insegnamenti economici del III anno.
english
Economics courses at the III year.
OBIETTIVI FORMATIVI
italiano
Microeconomia a livello intermedio
english
Intermediate Microeconomics
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
italiano
Lo studente avra' acquisito gli strumenti fondamentali per affrontare corsi
economici applicati o piu' avanzati.
english
The student will have acquired the basic tools necessary to follow more
applied or advanced economic courses.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
italiano
Esame scritto
english
Written exam
PROGRAMMA
italiano
Teoria del consumatore, Teoria della Produzione, Mercati Concorrenziali
english
Consumer Theory, Production Theory, Competitive Markets
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
italiano
D. A. Besanko e R. R. Braeutigam, Microeconomia, McGraw-Hill, 2a edizione (2012). Capitoli:
1, 2 (escluso 2.5.1), 3, 4 (esclusi 4.2.3, 4.3.1, 4.4 e 4.4.1)., 5 (esclusi 5.2.4, 5.3.2, 5.5 e 5.7), 6, 7, 8, 9 e 10.
Il libro di testo è accompagnato da un codice che permette agli studenti di accedere a materiali on-line:
Appendice matematica, Soluzione dei problemi proposti nel testo, Esercizi interattivi, Tests,
Approfondimenti.
english
D. A. Besanko e R. R. Braeutigam, Microeconomia, McGraw-Hill, 2nd edtion (2012). Chapters 1, 2 (except
2.51), 3, 4 ( except 4.2.3, 4.3.1, 4.4 and 4.4.1), 5 (except 5.2.4, 5.3.2, 5.5 and 5.7), 6, 7, 8, 9 and 10. A
password allows the students to access on-line resources: Math appendix, Solutions to problems,
Interactive exercises, Tests, Examples.
- 181 -
NOTA
italiano
Consultare anche la pagina personale: http://www.personalweb.unito.it/ugo.colombino/
english
Visit also the homepage: http://www.personalweb.unito.it/ugo.colombino/
Pagina web del modulo: http://www.didattica-est.unito.it/do/moduli.pl/Show?_id=8ecb
Teoria statistica delle decisioni
Statistical theory of decisions
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECM0013
Docente:
Cinzia Carota (Titolare del corso)
Dott. Consuelo Rubina Nava (Esercitatore)
Contatti docente:
0116703867, cinzia.carota@unito.it
Corso di studio:
Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-S/01 - statistica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Fortemente consigliata/Recommended
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
Buona conoscenza teorica ed applicata degli elementi di base di statistica descrittiva e calcolo delle
probabilità
English
Good knowledge of basic elements of Data Analysis and Probability
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Capacità di:
1. inferire sulle caratteristiche incognite di una popolazione statistica applicando i principali metodi di stima
puntuale e mediante intervalli;
2. verificare ipotesi usando appropriati test statistici;
3. comparare e discutere criticamente differenti soluzioni inferenziali ad un problema assegnato.
English
Students who complete this course will have the ability to:
1. infer population characteristics from sample data applying the most relevant methods of point and
interval estimation;
2. evaluate hypotheses using appropriate statistical tests;
3. compare and critically discuss different inferential solutions for a given problem.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
- 182 -
Italiano
Capacità di:
1. inferire sulle caratteristiche incognite di una popolazione statistica applicando i principali metodi di stima
puntuale e mediante intervalli;
2. verificare ipotesi usando appropriati test statistici;
3. comparare e discutere criticamente differenti soluzioni inferenziali ad un problema assegnato.
English
Students who complete this course will have the ability to:
1. infer population characteristics from sample data applying the most relevant methods of point and
interval estimation;
2. evaluate hypotheses using appropriate statistical tests;
3. compare and critically discuss different inferential solutions for a given problem.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La verifica dell'apprendimento avviene mediante un esame scritto in cui lo studente è chiamato a
risolvere due esercizi includenti alcune domande teoriche circa gli strumenti necessari alla soluzione. Il
tempo assegnato è di un'ora.
English
The final exam consists of a written test including two exercises and theoretical questions about the
statistical tools applied in the solutions (see point 3). Time: 1 hour.
PROGRAMMA
Italiano
Elenco dei temi trattati:
- forme elementari di campionamento da popolazioni statistiche
- costruzione di riassunti dei dati e loro distribuzioni
- Stima puntuale: metodo di stima basato sulla massimizzazione della verosimiglianza e metodo dei
momenti; metodi bayesiani
- principali proprietà degli stimatori
- metodo della quantità pivotale per la costruzione di intervalli di confidenza,
- intervalli di confidenza per i parametri di una popolazione normale,
- intervalli di confidenza asintotici,
- verifica delle ipotesi statistiche
English
List of topics:
Populations and samples.
Sample mean and sample variance.
Results on sampling from the Normal distribution.
Point estimation: method of moments and method of maximum likelihood.
Bayesian methods.
Properties of point estimators.
Confidence interval: definition and pivotal-quantity method.
Confidence intervals for means and variances of Normal populations.
- 183 -
Confidence intervals for means and variances of Normal populations.
Large-sample confidence intervals.
Confidence intervals for proportions.
Hypothesis testing
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Appunti del corso.
Testi di consultazione:
-Anna Clara Monti, «Introduzione alla statistica», Edizioni Scientifiche Italiane, 2003.
-Sheldon M. Ross Probabilità e Statistica per l'Ingegneria e le scienze McGraw-Hill, Milano, ultima edizione
-Douglas C. Montgomery, George C. Runger, Norma F. Hubele, Statistica per l'ingegneria Egea, Milano
-Giuseppe Cicchitelli, Statistica. Principi e metodi. Pearson Education, 2008. (Seconda Edizione 2012)
-P.Newbold, W.L. Carlson, B. Thorne, Statistica, Pearson/Prentice Hall, Milano, 2010, 2a ed.
- S. M. Iacus, G. Masarotto, «Laboratorio di statistica con R», McGraw-Hill,Milano, 2003.
-S.Iacus, Statistica, McGraw-Hill, seconda edizione
English
Lecture notes.
See also:
-Anna Clara Monti, «Introduzione alla statistica», Edizioni Scientifiche Italiane, 2003.
-Sheldon M. Ross Probabilità e Statistica per l'Ingegneria e le scienze McGraw-Hill, Milano, ultima edizione
-Douglas C. Montgomery, George C. Runger, Norma F. Hubele, Statistica per l'ingegneria Egea, Milano
-Giuseppe Cicchitelli, Statistica. Principi e metodi. Pearson Education, 2008. (Seconda Edizione 2012)
-P. Newbold, W.L. Carlson, B. Thorne, Statistica, Pearson/Prentice Hall, Milano, 2010, 2a ed.
- S. M. Iacus, G. Masarotto, «Laboratorio di statistica con R», McGraw-Hill,Milano, 2003.
-S.Iacus, Statistica, McGraw-Hill, seconda edizione
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=nl6i
Teoria statistica delle decisioni (non attivo 2014/2015)
Statistical theory of decision-making
Anno accademico:
Codice attività didattica: SCP0166
Docente:
Cinzia Carota (Titolare del corso)
Contatti docente:
0116703867, cinzia.carota@unito.it
Corso di studio:
Laurea in Scienze statistiche - a Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Di base
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
SECS-S/01 - statistica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Scritto
OBIETTIVI FORMATIVI
- 184 -
Italiano
Il corso approfondisce le diverse logiche che governano la costruzione degli strumenti di base
nell'inferenza statistica in modo da conseguirne una conoscenza critica adeguata sul piano teorico e una
padronanza sicura nelle applicazioni.
Inglese
This course is designed to provide a comprehensive critical knowledge of the main aspects of statistical
inference: point estimation, confidence intervals, hypothesis testing.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Capacità di:
1. inferire sulle caratteristiche incognite di una popolazione statistica applicando i principali metodi di stima
puntuale e mediante intervalli;
2. verificare ipotesi usando appropriati test statistici;
3. comparare e discutere criticamente differenti soluzioni inferenziali ad un problema assegnato.
La verifica dell'apprendimento avviene mediante un esame scritto in cui lo studente è chiamato a
risolvere due esercizi (uno sulla stima e l'altro sulla verifica di ipotesi) includenti alcune domande teoriche
circa gli strumenti necessari alla soluzione. Il tempo assegnato è di un'ora.
Inglese
Students who complete this course will have the ability to:
1. infer population characteristics from sample data applying the most relevant methods of point and
interval estimation;
2. evaluate hypotheses using appropriate statistical tests;
3. compare and critically discuss different inferential solutions for a given problem.
The final exam consists of a written test including two exercises (concerning points 1 and 2) and
theoretical questions about the statistical tools applied in the solutions (see point 3). Time: 1 hour.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Inglese
PROGRAMMA
Italiano
Elenco dei temi trattati:
-
forme elementari di campionamento da popolazioni statistiche,
costruzione di riassunti dei dati e loro distribuzioni,
metodo di stima basato sulla massimizzazione della verosimiglianza
metodo dei momenti,
principali proprietà degli stimatori e loro ruolo nell'inferenza statistica,
metodo della quantità pivotale per la costruzione di intervalli di confidenza,
intervalli di confidenza per i parametri di una popolazione normale,
intervalli di confidenza asintotici,
verifica delle ipotesi statistiche parametriche semplici mediante lemma di Neyman e Pearson,
verifica di ipotesi composte sui parametri di una popolazione normale,
verifica di ipotesi sulla media di una popolazione qualsiasi in presenza di campioni di grandi dimensioni,
test del rapporto delle verosimiglianze generalizzato,
il ruolo del p-value.
Inglese
- 185 -
List of topics:
Populations and samples.
Sample mean and sample variance.
Results on sampling from the Normal distribution.
Point estimation: method of moments and method of maximum likelihood.
Properties of point estimators.
Comparisons among estimators and optimality results.
Confidence interval: definition and pivotal-quantity method.
Confidence intervals for means and variances of Normal populations.
Large-sample confidence intervals.
Confidence intervals for proportions.
Hypothesis testing: criteria and construction of optimal tests within the Neyman-Pearson framework.
Power of tests.
Tests for the parameters of Normal populations and tests for proportions.
Tests based on the likelihood ratio.
The role of the p-value.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Appunti del corso a cura del docente.
MOOD A.M., GRAYBILL F.A., BOES D.C., 1991, Introduzione alla statistica, McGraw-Hill, Milano
PICCOLO D., 2000, Statistica, Il Mulino, Bologna, II edizione.
ROSS S. 2008, Introduzione alla statistica, Apogeo.
Inglese
Appunti del corso a cura del docente.
MOOD A.M., GRAYBILL F.A., BOES D.C., 1991, Introduzione alla statistica, McGraw-Hill, Milano
PICCOLO D., 2000, Statistica, Il Mulino, Bologna, II edizione.
ROSS S. 2008, Introduzione alla statistica, Apogeo.
NOTA
Italiano
Lezioni frontali, esercitazioni in aula ed in aula informatica.
E' obbligatorio aver seguito e studiato il corso di CALCOLO DELLE PROBABILITA' E INFERENZA STATISTICA
prima di segure il corso di TEORIA STATISTICA DELLE DECISIONI.
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=zb7u
Turismo culturale
Cultural tourism
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0474
Docente:
Prof. Maria Cristina Martinengo (Titolare del corso)
Contatti docente:
mariacristina.martinengo@unito.it
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Affine o integrativo
- 186 -
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SPS/09 - sociologia dei processi economici e del lavoro
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Trasmissione della conoscenza dei principali concetti di sociologia del turismo.
Creazione di capacità della loro applicazione a progetti concreti di valorizzazione del patrimonio e di
sviluppo locale.
English
Knowledge of the main concepts of the sociology of tourism, aimed at creating skills to apply these
concepts to real projetcts of endorsing of the heritage and local development.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Conoscenza dei principali concetti di sociologia del turismo.
Capacità di utilizzare i concetti appresi per costruire progetti di valorizzazione del patrimonio e di sviluppo
del territorio.
English
Knowledge of the main concepts of the sociology of tourism, aimed at creating skills to apply these
concepts to real projetcts of endorsing of the heritage and local development.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
esame orale
English
oral exam.
PROGRAMMA
Italiano
Teorie e metodi sociologici per lo studio dei fenomeni turistici.
Analisi del patrimonio culturale.
English
Sociological theories and methods for the study of touristic phenomena. Analysis of heritage.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- 187 -
Italiano
Dispense online a cura del docente.
C. Gelosi, Territori, patrimonio culturale, fruizione. Nuove reti per nuove relazioni, Franco Angeli, 2013.
English
On-line paper provided by the professor.
C. Gelosi, Territori, patrimonio culturale, fruizione. Nuove reti per nuove relazioni, Franco Angeli, 2013.
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=svl6
Weather risk management
Weather risk management
Anno accademico:
2014/2015
Codice attività didattica: ECO0459
Docente:
Alessandro Pezzoli (Titolare del corso)
Contatti docente:
+390110907448, alessandro.pezzoli@polito.it
Corso di studio:
Laurea magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio - a
Torino
Anno:
2° anno
Tipologia:
Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
GEO/04 - geografia fisica e geomorfologia
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria/Compulsory
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Italiano
English
PROPEDEUTICO A
Italiano
English
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso, suddiviso in tre parti, svilupperà nell'allievo le conoscenze di base del "Weather Risk Management"
ivi includendo lo studio della definizione di "rischio meteorologico", l'analisi dei principali settori industriali
interessati da questa tipologia di "incertezza e rischio" e la valutazione delle fondamentali strategie di
"management" e di "hedging" del rischio meteorologico. Completerà il corso un Laboratorio di Analisi Dati
Meteorologici che sarà sviluppato nella terza ed ultima parte.
English
Developing the knowledge about the "Weather Risk Management"
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
- 188 -
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
l'esame sarà orale e all'allievo sarà richiesto di presentare la tesina sviluppata nella terza parte del corso.
Completerà l'esame una domanda relativa alla prima o alla seconda parte del corso
English
Oral examination
PROGRAMMA
Italiano
I° Parte – Elementi di "Weather Risk Management" (13h)
• Definizione di "Weather Risk Management"
• Le diverse scale temporali nella previsione meteorologica
• I modelli di previsione meteorologica stocastici, deterministici e misti
• La gestione dell'errore previsionale
• Le tabelle di contingenza ed il valore economico delle previsioni meteorologiche e climatologiche
II° Parte – Comprendere e conoscere il "Weather Risk Management" (13h)
• "Hedging" meteorologico e valutazione dell'incidenza sul mercato
• L'evoluzione dei "weather derivatives" e delle tipologie di contratti
• Le variabili meteorologiche e gli indici di valutazione
• I prodotti derivati ed il concetto di "weather pricing"
• Esempi ed applicazioni di "Weather Risk Management" nei settori dell'Agricoltura e dell'Energia
III° Parte – Laboratorio di Analisi Dati Meteorologici (10h)
• Dove è possibile reperire i dati meteorologici?
• Dove è possibile reperire le previsioni meteorologiche?
• La valutazione del potenziale energetico di un campo eolico con l'utilizzo del software WindRose PRO3
di Enviroware (http://www.enviroware.com/portfolio/windrose-pro3/)
English
1) Elements of the Weather Risk Management (13h) 2) Improving the knowledge of the "Weather Risk
Management" (13h) 3) Laboratory of "Weather Risk Management" (10h)
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Agli allievi saranno consegnate le slide in .ppt proiettate in aula agli studenti.
I testi di riferimento sono:
1. Jewson S., Brix A. (2007). Weather derivative valuation: the meteorological, statistical, financial and
mathematical foundations. Ed. Cambridge University Press, Cambridge (UK)
2. Editor: Tang K. (2010). Weather Risk Management: a guide for corporations, hedge funds and investors.
Ed. Risk books, London (UK)
English
1. Jewson S., Brix A. (2007). Weather derivative valuation: the meteorological, statistical, financial and
mathematical foundations. Ed. Cambridge University Press, Cambridge (UK) 2. Editor: Tang K. (2010).
Weather Risk Management: a guide for corporations, hedge funds and investors. Ed. Risk books, London
(UK)
- 189 -
NOTA
Orario Lezioni
Pagina web del corso: http://www.didattica-est.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=faii
Stampato il 26/10/2014 05:31 - by CampusNet
- 190 -
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 720 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content