close

Enter

Log in using OpenID

bra_schedaanticorruzione_agosto2014

embedDownload
Autorità Nazionale Anticorruzione
Il Ministero dell’Interno
Allegato A
PARTE I
Provincia/Comune di BRA
ADOZIONE P.T.P.C.
SI
(In caso di mancata adozione indicare i motivi)
DATA ADOZIONE P.T.P.C.
RESPONSABILE DELLA PREVENZIONE
DELLA CORRUZIONE e RESPONSABILE
DELLA TRASPARENZA(se diverso)
(Indicare nominativo e incarico)
EVENTUALI AGGIORNAMENTI P.T.P.C.
DATA AGGIORNAMENTO
NUMERO E DENOMINAZIONE DELLE
AREE DI RISCHIO
(Indicare quelle facoltative)
18/01/2014
dott. Fabrizio Proietti (Segretario generale) sino al 31.07.2014
dott. Claudio Chianese (Segretario generale) dal 01.08.2014
NO
____/_____/______
Le aree a rischio di corruzione comuni e obbligatorie (art.
1 comma 4, comma 9 lett. “a”), sono individuate nelle
seguenti: acquisizione e progressione del personale;
affidamento di lavori, servizi e forniture nonché
all’affidamento di ogni altro tipo di commessa o vantaggio
pubblici disciplinato dal d.lgs. n. 163 del 2006;
provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei
destinatari privi di effetto economico diretto ed immediato
per il destinatario; processi finalizzati all’adozione di
provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei
destinatari con effetto economico diretto ed immediato per
il destinatario.
Ciò premesso, va però precisato, che a fronte della
complessità organizzativa dell’Ente, si è ritenuto in fase di
prima elaborazione del Piano concentrate l’attenzione solo
sulle aree considerate a rischio dal Legislatore,
riservandosi di ampliare la mappatura delle aree e dei
processi sensibili ad una successiva e attenta analisi nel
corso del triennio 2014-2016.
MISURE DI PREVENZIONE INDIVIDUATE
PER CIASCUNA AREA (con indicazione di
Individuazione del soggetto cui compete il potere
1
Autorità Nazionale Anticorruzione
quelle ulteriori di cui alla pag. 14 All. 1, P.N.A.)
Il Ministero dell’Interno
sostitutivo di cui all’articolo 2, comma 9 bis, della legge n.
241/1990. Rotazione periodica negli incarichi dirigenziali.
Monitoraggio nella fase esecutiva dei contratti di lavori,
servizi e forniture. Monitoraggio tempi di conclusione del
procedimento. Monitoraggio attività e incarichi extraistituzionali del personale. Monitoraggio attività successive
alla cessazione del rapporto di lavoro. Definizione delle
modalità di comunicazioni al Responsabile per la
prevenzione.
1. Adozione programma triennale per la trasparenza e
l'integrità
2. Svolgimento controlli interni successivi di
regolarità amministrativa
INIZIATIVE ADOTTATE IN APPLICAZIONE
P.T.P.C.
3. Emanazione disposizioni in materia di
inconferibilità e incompatibilità
4. Emanazione Codice di comportamento
5. Elaborazione piano di formazione del personale
EVENTUALI CRITICITA’
NUMERO SENTENZE DI CONDANNA
PRONUNCIATE DA GIUDICI PENALI E/O
CONTABILI NEI CONFRONTI DI
DIPENDENTI NEL TRIENNIO 2011-2013
(con indicazione di: area e sotto-area di cui All.
2 P.N.A.: area e sotto-area facoltativa;
ammontare condanna per fatti corruttivi)
EVENTUALI CASI DI ESCLUSIONE DA
GARE D’APPALTO O RISULUZIONE DI
CONTRATTI PER MANCATO RISPETTO DI
PROTOCOLLI DI LEGALITA’ O INTEGRITA’
PROGRAMMA TRIENNALE SULLA
TRASPARENZA E L’INTEGRITA’ (Indicare se
costituisce una sezione del P.T.P.C.)
Nessuna criticità rilevata
0
0
Costituisce sezione del P.T.P.C. adottato in data 05.03.2013
e aggiornato in data 28.01.2014
2
Autorità Nazionale Anticorruzione
Il Ministero dell’Interno
PARTE II
Notizie relative a Enti partecipanti
3
FORMA GIURIDICA.
S.I.I.A.R.
Bra – Piazza Caduti per la libertà 14
Società a responsabilità limitata
OGGETTO SOCIALE
Ciclo idrico
DENOMINAZIONE
SEDE LEGALE
QUOTA SOCIALE POSSEDUTA
DATA INIZIO E FINE PARTECIPAZIONE
ALTRI SOGGETTI PUBBLICI ADERENTI
65%
Cessazione attività 30/06/2015
Comune di Pocapaglia
___________________________________
SOGGETTO VIGILANTE
APPROVAZIONE DA PARTE DELL’ENTE
DEL PIANO DI ORGANIZZAZIONE E
GESTIONE DEL RISCHIO, QUALORA
OBBLIGATO, EX D.Lgs. 231/2001
(in caso di mancata adozione, indicare i motivi)
NO. Non necessaria per questo tipo di società.
DATA APPROVAZIONE
INTEGRAZIONE DI DETTO PIANO CON
PREVISIONE EX L. 190/2012 (Piano di
prevenzione della corruzione)
DATA DI APPROVAZIONE E DATA DI
TRASMISSIONE DEL PIANO DI
PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE AL
SOGGETTO VIGILANTE (In caso di mancata
adozione, indicare i motivi)
RESPONSABILE DEL PIANO DI
PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE
(Indicare nominativo e incarico)
EVENTUALI CRITICITA’
____/_____/______
NO
____/_____/______
_______________________________________________
_______________________________________________
_______________________________________________
_______________________________________________
_______________________________________________
_______________________________________________
_______________________________________________
_______________________________________________
FORMA GIURIDICA.
Fondazione Politeama – Teatro del Piemonte
Bra – Piazza Caduti per la libertà 14
Fondazione
OGGETTO SOCIALE
Attività culturali
QUOTA SOCIALE POSSEDUTA
100%
DATA INIZIO E FINE PARTECIPAZIONE
21/01/1991 ora in liquidazione con decorrenza
1/1/2014
DENOMINAZIONE
SEDE LEGALE
ALTRI SOGGETTI PUBBLICI ADERENTI
SOGGETTO VIGILANTE
APPROVAZIONE DA PARTE DELL’ENTE DEL PIANO DI
ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO,
QUALORA OBBLIGATO, EX D.Lgs. 231/2001
(in caso di mancata adozione, indicare i motivi)
NO. Con deliberazione del Consiglio comunale
n. 41 del 16.07.2014, l'Amministrazione
comunale ha accolto l'invito del Consiglio di
amministrazione della Fondazione per la messa
in liquidazione della stessa dopo la prematura
scomparsa del Direttore della stessa. Al fine di
non aggravare i costi della struttura, tutte le
attività gestiste sono state internalizzate
dall'Amministrazione comunale, che opera
pertanto nei settori prima di interesse della
Fondazione con proprio personale.
DATA APPROVAZIONE
____/_____/______
INTEGRAZIONE DI DETTO PIANO CON PREVISIONE EX
L. 190/2012 (Piano di prevenzione della corruzione)
NO
DATA DI APPROVAZIONE E DATA DI TRASMISSIONE DEL
PIANO DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE AL
SOGGETTO VIGILANTE (In caso di mancata adozione,
indicare i motivi)
____/_____/______
_______________________________________
________
_______________________________________
________
_______________________________________
________
RESPONSABILE DEL PIANO DI PREVENZIONE DELLA
CORRUZIONE (Indicare nominativo e incarico)
EVENTUALI CRITICITA’
_______________________________________
________
_______________________________________
________
_______________________________________
________
_______________________________________
________
_______________________________________
________
FORMA GIURIDICA.
Coincre srl in liquidazione
Bra – Piazza Caduti per la libertà 14
Società a responsabilità limitata
OGGETTO SOCIALE
Servizio pubblico a domanda individuale di cremazione
DENOMINAZIONE
SEDE LEGALE
QUOTA SOCIALE POSSEDUTA
DATA INIZIO E FINE PARTECIPAZIONE
ALTRI SOGGETTI PUBBLICI ADERENTI
SOGGETTO VIGILANTE
APPROVAZIONE DA PARTE DELL’ENTE
DEL PIANO DI ORGANIZZAZIONE E
GESTIONE DEL RISCHIO, QUALORA
OBBLIGATO, EX D.Lgs. 231/2001
(in caso di mancata adozione, indicare i motivi)
12,87%
21/01/1991 ora in liquidazione con decorrenza 1/1/2014
Comuni di Alba, Borgo San Dalmazzo, Centallo, Ceva,
Cuneo, Fossano, Marene, Mondovì, Saluzzo, Savigliano,
Torre San Giorgio, Grinzane Cavour
____________________________________________
NO. Sulla base delle conoscenze del liquidatore si segnala
che a fronte dell’assenza di un’organizzazione articolata e
della presumibile assenza, valutata sino ad oggi, di rischi di
illecito amministrativo dipendenti da reato, la società non si
è dotata di piano di organizzazione e gestione del rischio. Il
liquidatore in relazione al mandato ricevuto e
all’impostazione della propria attività rigidamente orientata
alla liquidazione del patrimonio anche nel breve periodo
provvisorio di esercizio dell’attività, ritiene che i rischi di
reato più rilevanti siano adeguatamente presidiati dai
professionisti incaricati e non ritiene di adottare ulteriori
formali misure di organizzazione e gestione del rischio,
anche con l’obiettivo di non gravare sui costi della
liquidazione.
DATA APPROVAZIONE
INTEGRAZIONE DI DETTO PIANO CON
PREVISIONE EX L. 190/2012 (Piano di
prevenzione della corruzione)
____/_____/______
NO
DATA DI APPROVAZIONE E DATA DI
TRASMISSIONE DEL PIANO DI
PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE AL
SOGGETTO VIGILANTE (In caso di mancata
adozione, indicare i motivi)
____/_____/______
_______________________________________________
_______________________________________________
_______________________________________________
RESPONSABILE DEL PIANO DI
PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE
(Indicare nominativo e incarico)
_______________________________________________
EVENTUALI CRITICITA’
_______________________________________________
_______________________________________________
Autorità Nazionale Anticorruzione
dell’Interno
DENOMINAZIONE
Il Ministero
PARTE II
Notizie relative a Enti partecipanti
ENTE TURISMO ALBA BRA LANGHE E ROERO
ALBA 12051 PIAZZA RISORGIMENTO 2
SEDE LEGALE
FORMA GIURIDICA
SOCIETA’ CONSORTILE A RESPONSABILITA’ LIMITATA
.
PROMOZIONE TURISTICA
OGGETTO SOCIALE
QUOTA SOCIALE POSSEDUTA
DATA INIZIO PARTECIPAZIONE
ALTRI SOGGETTI PUBBLICI ADERENTI
____________________________________________
27/05/1996
COMUNI DI LANGHE E ROERO- REGIONE PIEMONTE
– PROVINCIA DI CUNEO – CAMERA DI COMMERCIO
DI CUNEO – COMUNITA’ MONTANA ALTA LANGA
____________________________________________
SOGGETTO VIGILANTE
____________________________________________
APPROVAZIONE DA PARTE DELL’ENTE
DEL PIANO DI ORGANIZZAZIONE E
GESTIONE DEL RISCHIO, QUALORA
OBBLIGATO, EX D.Lgs. 231/2001
(in caso di mancata adozione, indicare i motivi)
SI
_____________________________________________
_____________________________________________
_____________________________________________
10/11/2010
DATA APPROVAZIONE
INTEGRAZIONE DI DETTO PIANO CON
PREVISIONE EX L. 190/2012 (Piano di
prevenzione della corruzione)
DATA DI APPROVAZIONE E DATA DI
TRASMISSIONE DEL PIANO DI
PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE AL
Registro Protocollo
Numero 0026230
Data 21/08/2014
SI
NO
IN FASE DI PREDISPOSIZIONE
E SUCCESSIVA
ADOZIONE
____/_____/______
Autorità Nazionale Anticorruzione
dell’Interno
SOGGETTO VIGILANTE (In caso di mancata
adozione, indicare i motivi)
RESPONSABILE DEL PIANO DI
PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE
(Indicare nominativo e incarico)
EVENTUALI CRITICITA’
Registro Protocollo
Numero 0026230
Data 21/08/2014
Il Ministero
_______________________________________________
_______________________________________________
_______________________________________________
_______________________________________________
_______________________________________________
_______________________________________________
_______________________________________________
_______________________________________________
Autorità Nazionale Anticorruzione
Il Ministero dell’Interno
PARTE III
Considerazioni e proposte
Con riferimento alla informazioni trasmesse sulle partecipate, le stesse sono riferite unicamente
alle aziende/fondazioni con sede presso il Comune di Bra ovvero quelle sulle quali
l'Amministrazione comunale esercita il c.d. “controllo analogo”.
Si precisa altresì che il Piano di prevenzione della corruzione vigente ovvero il Programma
triennale per la trasparenza e l'integrità, così come il compiuto schema delle società ed enti
partecipati dal Comune di Bra, sono pubblicati sul sito web ufficiale dell'Amministrazione,
all'indirizzo www.comune.bra.cn.it, nella sezione “Amministrazione trasparente”.
4
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
521 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content