close

Enter

Log in using OpenID

18/01/2014 - Il Nuovo Torrazzo

embedDownload
SABATO 18 GENNAIO 2014
ANNO 89 - N. 3
UNA COPIA € 1,20
ABBONAMENTO ANNUO € 42
DIREZIONE: ☎ 0373 256350
VIA GOLDANIGA 2/A CREMA
SETTIMANALE
CATTOLICO
CREMASCO
D’INFORMAZIONE
FONDATO NEL 1926
POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN
ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003
(CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46)
ART. 1, COMMA 1, DCB CREMONA
GIORNALE LOCALE ROC
www.ilnuovotorrazzo.it
Sorpresa
N
on mi sarei aspettato un intervento del sindaco di
Crema così pienamente allineato all’istituzione del
registro delle unioni di fatto, proposta da Sel e Rc, e approvata in Consiglio Comunale. Nessun dubbio, molta
enfasi, anche fuori luogo, soprattutto quando si parla
di “sacralità laica”, e una debolezza argomentativa che
sorprende.
La Bonaldi elenca tante forme di convivenza oggi
diffuse e che andrebbero “registrate”. Ma ve ne sono
tante altre ancora: le associazioni, i gruppi, gli amici,
e via di seguito. Tutte sono già tutelate dall’art. 2 della
Costituzione. Non è vero che sono lasciate a se stesse.
Le convivenze civili poi hanno ancora ulteriori tutele: ad esempio la famiglia anagrafica. Il problema vero
sta nell’equipararle, comprese quelle omosessuali, alla
famiglia, tutelata dall’art. 29 della Costituzione.
Non è possibile perché le unioni etero non hanno
la caratteristica della stabilità e le omo sono anche impossibilitate a procreare. Perché vogliamo considerare
uguali realtà diverse? È un vero proprio vulnus al diritto. Altro che “trovo francamente imbarazzante – come
dice il sindaco – solo immaginare che il riconoscimento
delle unioni civili possa ledere o indebolire il modello
tradizionale di famiglia.”
Certo che ci sarebbe un indebolimento in uno Stato
che tratta alla stessa maniera chi si assume dei doveri
a favore della società e chi invece no. E poi, i più danneggiati sarebbero i figli (sempre dimenticati!!) i quali
hanno bisogno della stabilità della famiglia per crescere
ed essere educati adeguatamente; perché soffrirebbero
(e soffrono già) le separazioni dei genitori; perché hanno diritto ad avere un padre e una madre e ciò non può
avvenire in un’unione omo. Perché sarebbe favorita la
piaga degli uteri in affitto, drammatico sfruttamento
della donna, declassata a far la fabbrica di figli per soldi!
Ma il sindaco non sa che Renzi – come precisa Castagnetti su Europa – “ha escluso di voler introdurre il
riconoscimento di forme equiparabili al matrimonio,
peraltro escluse dalla Costituzione, oltreché di forme di
filiazione e di adozione di minori per le coppie omosessuali, su cui lo stesso associazionismo gay è diviso.”?
Non è l’istituzione dei registri (che peraltro non tocca ai sindaci!) la strada per trovare un punto di convergenza. La strada è quella dei diritti individuali, non
dell’equiparazione dei vincoli, ma delle persone. Dialoghiamo su questo punto, perché noi non siamo contro
i diritti delle persone, ma vogliamo difendere anche i
diritti della famiglia.
MARTEDÌ 21 GENNAIO - ORE 21.00
ORATORIO... LA STRADA!
PRESENTAZIONE DELLA NOTA PASTORALE
IL LABORATORIO DEI TALENTI
Centro Giovanile San Luigi
Presentazione a cura di Mons. Giuliodori e dibattito fra Oratori
pagina 5
A pagina 3
Commissione ecumenica
e per il dialogo interreligioso
SETTIMANA
DI PREGHIERA
PER L’UNITÀ
DEI CRISTIANI
insieme a
don EMILIO
LINGIARDI
18-25 gennaio 2014
“Cristo non può
essere diviso”
(1 Cor 1,1-17)
Sabato 18 gennaio
Giovedì 23 gennaio - ore 21
Centro San Luigi
via Bottesini, 4 - Crema
IL LIBANO
ore 21
È ANCORA
UN MESSAGGIO?
Veglia di preghiera ecumenica
Una serata di laboratorio, nel mese
tradizionalmente dedicato alla pace,
per approfondire, la situazione
attuale insieme a un suo recente
e attento visitatore
Chiesa della SS. Trinità - Crema
concelebrata dal vescovo Oscar
e dal pastore Giuseppe Platone
della comunità Evangelica Valdese di Milano
Servizio a pagina 11
Festa
Fotografica
edizione
invernale
Regolamento
completo sul nostro sito
www.ilnuovotorrazzo.it
OGGI
Il nostro
Confartigianato
CREMA
povero suolo
Un’inchiesta sulla
imperante monocoltura
A cura dell’Associazione
Autonoma Artigiani
Patrono dei giornalisti e degli operatori della stampa
San Francesco di Sales
S. Messa
Sabato 25 gennaio ore 18
celebrata
dal vescovo Chiesa Fondazione Manziana (ex seminario)
Oscar
ingresso in via Goldaniga, 4 - Crema
Energia: paralizzati dai veti
Facciamoci del male: ora arrivano i no Tap
di NICOLA SALVAGNIN
l’impatto ambientale di questi tubi ha vinto su
tutto.
entre il presidente del Consiglio vola in
Siamo nel 2014, esploriamo Marte e non
Messico anche per caldeggiare maggiori af- riusciamo ancora oggi a coniugare la bellezza del
fari tra il nostro e quel Paese, qui tocca registrare territorio con la necessità di centraline e tubature,
che l’invocazione “continuiamo così, facciamoci perlopiù interrate? Ed è la seconda volta che la
del male!” trova sempre spunti per autoalimenPuglia boccia il gasdotto (un niet non vincolante
tarsi.
ma pesante poi quando si dovrà dire l’ultima
La Regione Puglia ha bocciato – per incomparola come Italia) perché farebbe danni alla
patibilità ambientale dell’opera – il gasdotto che
posidonia marina e, forse, alla nidificazione delle
porterà metano dal lontano Azerbaijan all’Italia e tartarughe.
quindi all’Europa. Il Trans Adriatic Pipeline (Tap)
Posidonia e tartarughe vanno salvaguardate,
attraverserà il Caucaso, gli altipiani e le steppe
ma dobbiamo riuscire a salvare la natura senza
anatoliche, il Mar di Marmara, l’intera Grecia
finire schiantati dalla stessa. Tutelare il paesagda est a ovest, le montagne albanesi, addirittura
gio, le bellezze architettoniche senza impedire
l’Adriatico ma si è già spiaggiato davanti alla
che un minimo di progresso avanzi anche in
costa salentina. Un’opera imponente che allevierà quest’Italia bloccata da No Tav e ora da No Tap.
la dipendenza di un intero continente dalle
Come sta accadendo pure in un Veneto affaesportazioni russe, che farà arrivare in Italia ben
mato di energia elettrica, dove un black out cau10 miliardi di metri cubi di gas azero (e noi lo
sa neve delle antiquate linee elettriche in piene
rivenderemo in parte al resto d’Europa), che nel
feste natalizie ha rispedito Cortina nelle caverne
suo piccolo creerà centinaia di posti di lavoro in
per un paio di giorni. Dove le zone industriali
loco – e 400mila euro annui per le casse del
hanno fame di elettricità (il Veneto ne importa
Comune di Melendugno – ma no,
quasi la metà del suo fabbisogno) ma si fatica a
la mobilitazione contro
produrla in loco perché le centrali a combustili
fossili inquinano (e quindi chiudono), perché i
termovalorizzatori non devono essere costruiti, perché i pannelli
M
solari rubano spazio all’agricoltura e gli impianti
eolici sono brutti. Non si riesce nemmeno a
importarla da Austria e Slovenia: più facile appunto esplorare Marte che realizzare elettrodotti
che scavalchino le Alpi.
E non si riesce nemmeno a realizzare un
nuovo, più potente elettrodotto in pianura, da
Dolo alla vicina Padova, perché per un paio di
chilometri questo costeggia una peraltro splendida villa veneta.
Il Consiglio di Stato ha bloccato tutto, ha
bloccato cioè sei anni di progettazione e burocrazia, il lavoro di Terna e di una cinquantina
di imprese coinvolte, un investimento da 290
milioni di euro, l’eliminazione di cinque vecchie
linee quelle sì disordinate e brutte, un risparmio
per tutti stimato in 40 milioni di euro all’anno,
migliaia di case e centinaia di ettari liberati dalla
servitù di elettrodotto, l’alimentazione energetica dei progetti di reindustrializzazione di Marghera dopo la progressiva sparizione di chimica
e petrolchimica. Ma la villa veneta non verrà
offesa da simile bruttura. E aggirarla comporterà
qualche annetto in più di nuova burocrazia,
nuovi lavori, nuove spese… Impossibile mettere
d’accordo ville, tartarughe e modernità senza la
quale le ville rimarrebbero buie e fredde, e le tartarughe mangiate per fame? Salvare il bello che
c’è in Italia senza tornare alle candele: una sfida
che dobbiamo vincere se non vogliamo
finire vinti.
2
SABATO 18 GENNAIO 2014
In primo piano
SABATO 18 GENNAIO 2014
3
ORATORIO... A TEATRO!
ALLA SCOPERTA DEGLI STILI
DI ANIMAZIONE E DEI LINGUAGGI
DEI NOSTRI ORATORI
L
a nota pastorale ci invita a promuovere e conoscere le diverse esperienze animative che vivono i nostri oratori. Un’esperienza da scoprire è l’accademia “Cre-Arti” attiva presso l’oratorio di Offanengo. La
“CRE-Arti, Accademia del Musical” della compagnia teatrale amatoriale
“Caino & Abele” è un progetto culturale ed educativo nato e sviluppato in
oratorio che ha portato alla messa in scena di Sussurro nel Vento. La storia
è ambientata nella Louisiana del 1959, appena prima di Natale. La quindicenne Swallow scopre, nascosto nel suo fienile, un uomo ferito, che, alla
domanda “chi sei tu?” risponde spaventato “Gesù Cristo!”. Per Swallow,
in attesa del ritorno del Salvatore, è come se tutte le sue preghiere fossero
state esaudite e, insieme ai bambini della città, promette di proteggere
lo straniero da quanti – genitori compresi – stanno, invece, cercando un
pericoloso criminale. L’appuntamento è quindi per sabato 25 gennaio alle
ore 21 presso il Teatro San Domenico. I biglietti sono disponibili presso
l’Ufficio per la Pastorale Giovanile e degli Oratori. Di seguito i costi dei
biglietti per i tesserati Noi 2014 e per i non tesserati:
Poltrona: Intero (18 +) € 8 (tesserati)/10 (non tesserati); ridotto (018) € 6 (tesserati)/8 (non tesserati); oratori (min. 20) € 6 (tesserati)/8
(non tesserati)
Poltronissima: Intero (18 +) € 10 (tesserati)/12 (non tesserati); ridotto
(0-18) € 8 (tesserati)/10 (non tesserati); oratori (min. 20) € 8 (tesserati)/10 (non tesserati)
ORATORIO... CHE PENSA!
ORATORIO... LA STRADA!
CONVEGNO DIOCESANO DEGLI ORATORI
PRESENTAZIONE DIOCESANA
DELLA NOTA PASTORALE
“IL LABORATORIO DEI TALENTI”
L’
N
egli orientamenti pastorali decennali della Chiesa italiana sul tema Educare alla vita buona del Vangelo, si fa esplicito riferimento al peculiare contributo che viene offerto dagli
oratori: “la necessità di rispondere alle loro esigenze porta a
superare i confini parrocchiali e ad allacciare alleanze con le
altre agenzie educative”. A seguito di queste autorevoli indicazioni stiamo assistendo a un
crescente interesse da parte di molte comunità parrocchiali nei confronti dell’oratorio quale risposta
concreta e dinamica alle nuove e
complesse sfide che si riscontrano
nell’educazione delle giovani generazioni. Molte realtà ecclesiali si
stanno impegnando per qualificare
gli oratori già esistenti mentre altre
si stanno adoperando per ridare
vita a esperienze che nel tempo si
erano perse. La nota pastorale “Il
laboratorio dei talenti”, sul valore
e la missione degli oratori, vuole
in primo luogo ribadire l’impegno
educativo delle nostre comunità Mons. Claudio Giuliodori
ecclesiali nei confronti dei ragazzi,
degli adolescenti e dei giovani, riconoscendone la soggettività
e valorizzando i talenti di cui sono portatori. Si vuole pertanto incentivare e sostenere l’oratorio quale via privilegiata per
educare alla vita buona del Vangelo.
Per promuovere la diffusione di queste preziose indicazioni
MARTEDÌ 21 GENNAIO
ALLE ORE 21
PRESSO IL CENTRO
GIOVANILE SAN LUIGI OSPITEREMO
MONS. CLAUDIO GIULIODORI
presidente della Commissione episcopale per la cultura e
le comunicazioni sociali della CEI, vescovo di Macerata e assistente generale dell’Università Cattolica, che ha curato l’elaborazione della nota pastorale insieme alla Commissione
episcopale per la famiglia e la vita.
Sarà un momento importante per i nostri oratori poiché
avranno l’opportunità di porre domande e questioni al nostro
ospite, e un momento di crescita per le proposte educative
oratoriane. Introduce l’incontro il vescovo Oscar Cantoni.
Oratorio che riflette è un oratorio che cresce! Tutti i giorni ci troviamo di fronte a nuove sfide! L’urgenza emersa dal primo convegno
diocesano degli oratori è l’avvio di una riflessione sulle figure educative
in oratorio. Questo sarà il focus del convegno in programma l’8 febbraio presso l’oratorio di Trescore Cremasco. Rifletteremo insieme, anche
attraverso l’aiuto di esperti, sulle figure educative dei nostri oratori, sul
rapporto tra volontari e figure retribuite, sulle esperienze in atto, sul ruolo
e il mandato che l’educatore assume nella comunità. Ecco il programma:
ore 9.00-9.30
Accoglienza e registrazione
ore 9.30-9.45
Preghiera iniziale
ore 10.00-10.45 Intervento “Oratorio e figure educative”
ore 10.45-11.15 Break
ore 11.15-12.30 Lettura della situazione cremasca e gruppi di lavoro
ore 12.30-13.00 Restituzione e prospettive
Per partecipare al convegno è necessario iscriversi presso la Pastorale
Giovanile entro venerdì 31 gennaio. Durante il convegno sarà inoltre possibile conoscere e confrontarsi con alcune esperienze educative promosse
da altri oratori, associazioni e movimenti.
ORATORIO... IN PELLEGRINAGGIO!
DON BOSCO È QUI: L’URNA DEL SANTO
L
a nostra diocesi accoglierà l’urna contenente le spoglie di don Bosco
martedì 12 febbraio presso la Chiesa di San Bernardino in Crema.
Da più di quattro anni la Peregrinazione dell’urna di San Giovanni Bosco ha percorso migliaia di chilometri, toccando tutti e cinque i continenti e oltre 130 paesi nel mondo. Ora don Bosco è tornato in Italia per
le celebrazioni del bicentenario della sua nascita (1815-2015). Nella nostra diocesi incontrerà i sacerdoti, i ragazzi delle scuole, gli adolescenti,
i giovani, gli educatori e tutti i membri delle “comunità educanti”. Don
Bosco sosterà per tutta la giornata presso la Chiesa di San Bernardino e
sono previsti alcuni momenti importanti:
ore 9.45
Celebrazione con tutti sacerdoti della diocesi
ore 11.00-13.00 Visita delle scuole
ore 15.00-18.00 Visita degli oratori
ore 21.00
Veglia per i giovani e testimonianza salesiana
La peregrinazione dell’urna del Santo chiuderà la Settimana dell’oratorio e dell’educazione e sarà l’opportunità per rinnovare il nostro impegno e la passione educativa delle nostre comunità nei confronti dei ragazzi e dei giovani, proprio davanti al “padre e maestro della gioventù”.
Gli appuntamenti sono tanti e variegati uniti da una parola comune:
passione educativa! Sicuri di offrire un servizio sempre più adatto alle
richieste degli oratori, vi auguriamo con gioia sin da ora buona settimana dell’oratorio!
Team Oratorio
Ufficio per la Pastorale Giovanile e degli Oratori
Diocesi di Crema
nuova apertura
J
A
P
Un nastro
trasportatore
porterà
direttamente
al vostro tavolo
sushi e le altre
nostreNUOVA
specialità
A
N
E
S
E
MENÙ ILLIMITATO
· I bambini da 1 a 4 anni GRATIS
· Quelli da 4 a 8 anni PAGANO LA METÀ
APERTURA
NUOVA
NUOVA
APERTURA
APERTURA
30
PRANZO 9,90 €
bevande escluse
CENA 16,80 €
bevande escluse
MELAROSSA KAITEN MULTISALA PORTANOVA | VIA INDIPENDENZA 44 | CREMA
APERTO TUTTI I GIORNI 12.00-15.00 / 19.00-23.30 - TEL. 0373 500357 | WWW.MELAROSSA.NET
Dall’Italia e dal mondo
4
SABATO 18 GENNAIO 2014
DOPO LE ELEZIONI
LA STRATEGIA DEL GOVERNO
Bangladesh: regna la violenza
S
ono stati 19 i morti accertati nel giorno delle elezioni
in Bangladesh. Un bilancio
pesantissimo, che si aggiunge
a quello dei 300 manifestanti
uccisi nel corso dell’intero 2013,
che chiedevano le dimissioni del
Governo, presieduto da Sheikh
Hasina. La leader dell’Alleanza
Popolare Bengalese ha vinto le
consultazioni, alle quali ha però
partecipato solo il 22% degli
elettori. L’opposizione, costituita
dal Bangladesh Nationalist Party
e dai suoi alleati – guidata da
Khaleda Zia, agli arresti domiciliari nella sua abitazione, a Dacca
– oltre a proclamare uno sciopero
generale di 48 ore, ha chiesto al
popolo di boicottare il voto e ha
anche agito con violenza perché
l’obiettivo si realizzasse, attaccando e incendiando decine di
seggi elettorali. La situazione, già
tesa tra Governo e opposizione, è
degenerata quando il Primo Ministro uscente, nel dicembre scorso,
ha deciso di non seguire una
prassi consolidata – in vigore dal
1996 – che prevede le dimissioni
del Governo in carica in caso di
consultazioni elettorali. Dopo
l’esito del voto, che ha visto la
conferma di Hasina – a causa della mancanza di candidati del Bnp
e dei partiti che lo appoggiano, si
è votato solo in 147 delle 300 circoscrizioni equivalenti ai seggi del
Parlamento, mentre nelle restanti
153 la vittoria è stata assegnata al
partito di maggioranza – l’opposizione ha proclamato uno sciopero
generale di protesta di 48 ore, nel
corso del quale sono state bloccate strade, ferrovie, comunicazioni
fluviali e marittime.
Esiste il pericolo dell’islamismo
militante e radicale. Nel corso
di un colloquio con l’Agenzia
Fides, l’arcivescovo di Dacca,
monsignor Patrick D’Rozario,
descrivendo la situazione all’indomani delle elezioni, ha affermato:
“La situazione sociale e politica
resta tesa. Come cristiani, non
abbiamo vissuto particolari problemi ma un ordigno ha colpito
una chiesa di Dacca, causando
pochi danni e nessuna vittima. I
cittadini cristiani bengalesi vivono
questo momento tormentato per
il Paese con tutti gli altri, pregando e sperando”. L’arcivescovo si è
anche soffermato sul pericolo che
deriva dall’islamismo militante e
radicale, definendolo “reale” ed
ha aggiunto: “Nei mesi scorsi,
organizzazioni islamiche radicali
hanno alzato la voce e alzato il
tiro verso la politica: staremo a
vedere come evolverà la situazione. L’appello della Chiesa è
sempre un appello di pace e di
riconciliazione per il Paese che,
attraversa una stagione di violenza, disordine e instabilità”.
In Bangladesh i cristiani sono
lo 0,5% su 165 milioni di abitanti.
Una piccolissima minoranza,
spesso oggetto di violenza.
Proprio durante i giorni delle
elezioni, nel distretto di Barisal, a
sud, sono stati ritrovati i cadaveri
di due cristiani, madre e figlio,
che avevano ricevuto colpi di
arma da taglio su collo e testa.
Un secondo figlio della donna, è
scomparso. Il segretario generale
dell’Associazione dei cristiani del
Bangladesh, ha detto ad AsiaNews: “Chiunque sia stato, ha
approfittato del clima di impunità
e di violenza delle elezioni. Chiediamo una punizione esemplare”. I parenti delle vittime hanno
accusato alcuni vicini della
famiglia – di fede musulmana –
che avrebbero ucciso i due per
motivi di terre. Tutto è ancora da
verificare. L’unica cosa per ora
certa – come ha dichiarato il responsabile del centro pastorale di
Barisal – è che “la gente è molto
preoccupata per questi omicidi;
vive nella paura. Noi preghiamo
per la pace”.
Il fronte del no al modello gender
di LUIGI CRIMELLA
LE SENTINELLE IN PIEDI
NO ALLA LEGGE SULL’OMOFOBIA
DOMANI VEGLIA A CREMONA
Q
uale sarà l’impatto della teoria del “gender” e dell’iniziativa
del Dipartimento per le pari opportunità del Governo italiano, tramite l’Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali), chiamata “Strategia nazionale per combattere le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere”
a livello scolastico, sociale, culturale? Essa prevede alcune azioni
mirate a diffondere nelle scuole, negli ambienti di lavoro, a livello
delle istituzioni sanitarie, sportive, nei mass media ecc. alcune “regole” antidiscriminatorie nei confronti di gay, lesbiche, bisessuali,
transgender (Lgbt), basate sulla teoria del “gender”. Il Sir lo ha
chiesto ad alcuni esponenti di associazioni di ispirazione cristiana
Azzolini (presidente Age), cosa ne pensate di questa “strategia” governativa?
“Quando combattere l’omofobia diventa rieducazione di Stato
alla teoria del gender, noi genitori non ci stiamo e faremo sentire
forte la nostra voce per tutelare i nostri figli. In gioco c’è la responsabilità educativa delle famiglie verso i figli, la libertà di pensiero,
di espressione come cittadini, la società che vogliamo lasciare alle
nuove generazioni. Non abbiamo nulla contro le persone omosessuali, nessuno mette in discussione i loro diritti, condanniamo l’omofobia in modo netto. Ma è inaccettabile questa invasione della
cultura gender, questa imposizione di un pensiero unico che squalifica il diritto di chiunque la pensi diversamente. Un’imposizione
che avviene in modo subdolo, ma che nei fatti diviene un diktat
con conseguenze su tutta la società. L’idea che non ci sia differenza di natura tra uomo e donna è una distorsione culturale”.
Gontero (presidente Agesc), perché avanzate delle riserve?
“Perché se da un lato l’intenzione è giusta in quanto vuole educare i giovani al rispetto di persone con tendenze diverse, dall’altro viene attuata da organizzazioni esclusivamente omosessuali
o lgbt. La nostra perplessità deriva anche dal fatto che, pur operando da diversi anni col Ministero tra l’altro su temi quali bullismo, discriminazioni ecc., su questo argomento non siamo stati
minimamente consultati. Mi pare che dietro questa ‘strategia’ ci
sia, più o meno larvatamente, il tentativo di inserire una ideologia
gender nell’educazione dei ragazzi. Difatti i 10 milioni di euro
previsti saranno destinati solo a un certo tipo di associazioni. Il
che la dice lunga”.
Belletti (presidente Forum famiglie), qual è il parere dell’associazionismo familiare di ispirazione cristiana?
“Da parte nostra abbiamo assunto un atteggiamento molto
attento a tutto ciò che riguarda l’omofobia perché vediamo
dei pericoli piuttosto seri in tema di libertà di pensiero, di
opinione e di manifestazione dei propri valori di riferimento
ad ogni livello, compreso quello scolastico. I nostri dubbi risalgono ai tempi del ministro Fornero: varò alla chetichella
la ‘strategia nazionale’ contro le discriminazioni sessuali, con
l’adozione di un piano pluriennale dettato dalle associazioni
gay, lesbiche ecc., senza alcun dibattito pubblico e senza un
confronto con altre realtà associative. Penso non sia accettabile un regresso delle realtà associative pro-famiglia, sia di
ispirazione cristiana sia laiche, per dare spazio soltanto ad
ltre 20 veglie in poco più di 5 mesi, più di 20 città mobilitate, miO
gliaia di persone scese in piazza. Sono i numeri della crescita rapidissima ed entusiasta delle Sentinelle in Piedi, movimento di cittadini
che spontaneamente vegliano, chiedendo tutela per la libertà d’espressione e d’opinione messa in discussione dal ddl Scalfarotto, già approvato dalla Camera e ora in discussione al Senato.
Come è accaduto alla Camera, sia in aula che in Commissione, il
dibattito sul testo sull’omofobia avviene in orario notturno, in sordina,
nel tentativo di tenerlo lontano dall’occhio vigile della stampa e dell’opinione pubblica, ma le Sentinelle in Piedi vegliano anche quando le coscienze riposano. Il provvedimento viene presentato come necessario
per fermare atti di violenza nei confronti di persone omosessuali, ma il
nostro ordinamento giuridico punisce già qualunque atto di aggressione e la Costituzione tutela già tutte le persone in quanto tali.
Questo testo è invece liberticida e incostituzionale in quanto non
specifica che cosa si intende per reato d’omofobia e dunque potrebbe essere denunciato chiunque affermi pubblicamente che la famiglia
naturale è fondata sull’unione tra uomo e donna, chiunque si esprima
pubblicamente come contrario al matrimonio tra persone dello stesso
sesso, chiunque affermi pubblicamente che un bambino per crescere
ha bisogno di un papà e di una mamma e dunque sia contrario alle
adozioni da parte di coppie omosessuali.
Per questo le Sentinelle in Piedi sono scese in piazza sabato 11 a
Roma alla Manifestazione in difesa della famiglia organizzata da Manif Pour tous Italia; sempre sabato 11 gennaio a Trieste, domenica 12
gennaio a Modena. Mentre organizzano oggi, sabato 18 gennaio, una
veglia a Bergamo alle 16.30 sul Sentierone.
Domani, domenica 19 gennaio, veglia a Cremona alle 16.30 in
piazza Duomo.
associazioni lgbt. Si intravvede il rischio di voler imporre un
‘pensiero unico’ che non è nelle tradizioni del nostro Paese”.
Marcellino (Faes, Associazione Famiglia e Scuola), perché siete critici?
“Siamo molto critici sulla strategia e la sua attuazione nelle
scuole, prevista dal decreto 104. L’educazione all’affettività e
quindi anche alla sua manifestazione sessuale è una materia
propria della famiglia, come riconoscono i principali trattati
internazionali. Deve essere fatta in ambiente di intimità famigliare, secondo i valori e i principi che la famiglia ritiene
di offrire ai propri figli. Se ciò non avviene, si realizza di fatto
una espropriazione da parte dello Stato di uno dei principali
diritti e doveri della famiglia nei confronti dei figli. Da questo
punto di vista trovo interessante l’atto di diffida al Governo
proposto dai ‘Giuristi per la vita’ circa la realizzazione concreta di questa strategia”.
Evento speciale da non perdere!
SOLO DOMENICA 26 GENNAIO
con solo
10,
MAXI OFFERTA
€
00
(Fino ad esaurimento scorte)
con solo
10,
€
00
ZAMPONE 1 KG
SALAMELLE 1 KG
RAVIOLI 1 KG
MORTADELLA GR. 500
SALAME GR. 600
STRACChINO
CuOR DI CREMA GR. 250
FORMAGGIO DI CAPRA
MIRTO BIANCO GR. 300
(Peso variabile)
ENNAI
ICA 26 G
O
(Peso variabile di circa 3 Kg)
S
I
T
A
GR
DOMEN
CON
PANINO
COTECh
INO
con solo
10,
€
00
MELE 3 KG
PERE ABATE 2 KG
ARANCE TAROCCO 2 KG
CLEMENTINE 2 KG
(Peso variabile)
Crema Via mercato, 49 Tel. 0373 203032
ORARI: da Martedì a Sabato 8,30-13,00 / 15,30 - 19,30 Domenica 8,30-12,30
APERTI TuTTE LE DOMENIChE 8,30 - 12,30
(Lunedì chiusi tutto il giorno)
In primo piano
SABATO 18 GENNAIO 2014
PRATI PERMANENTI:
SIAMO A UN 10% IN
MENO NEGLI ULTIMI 10
ANNI NEL CREMASCO.
DA UNO STUDIO
DELL’UNIVERSITÀ
CATTOLICA: IL CREMASCO
COSTITUISCE L’AREA
PROVINCIALE
PROBLEMATICA PER LA
ZOOTECNIA DA LATTE
QUESTO NOSTRO
“POVERO” SUOLO
a cura di MARA ZANOTTI
QUEL MAIS PER BIOGAS...
5
O
termini sopra specificati già per cinque anni
sullo stesso appezzamento (dal 2008 al 2013),
con le prossime semine dovrà interromperla
per non incorrere in violazione della norma.
situazioni di mercato. Sempre rispetto a dieci
anni fa sono aumentate del 50% le coltivazioni
legnose agrarie e diminuite del 40% le ortaglie
familiari, percentuali comunque riferite a superfici limitate.
La rottura dei prati, l’abbandono della rotazione, il sistema a mais con arature annuali,
CONFERME E NOVITÀ
lavorazioni primaverili-estive, l’uso dell’irrigaNel complesso la provincia di Cremona ri- zione con turbine che hanno effetto dilavante
sulta essere la provincia con il maggiore grado e, non da ultimo, la diffusione degli impianti di
di utilizzo agricolo del territorio in Lombardia, biogas, stanno mettendo a dura prova la secolacon una SAU (superficie agricola utilizzata) su- re fertilità dei terreni cremaschi, intaccando gli
periore al 75%.
elevati contenuti in sostanza organica e quindi
In questo contesto il Cremasco conferma un la quantità di carbonio organico esistente nei
utilizzo del territorio, a fini agricoli, inferiore suoli. Va ricordato che il suolo contiene circa
alla media cremonese e guarda caso i Comuni il doppio del carbonio presente nell’atmosfera
cremaschi che riducono questo “utilizzo agri- e tre volte quello trattenuto dalla vegetazione.
colo” sono quelli posizionati lungo la fascia di Preservare gli stock di carbonio esistenti nei
percorrenza della strada Paullese, a dimostra- suoli è dunque la prima e più efficace azione da
zione della minore importanza dell’agricoltu- perseguire allo scopo di mantenere la fertilità e
ra e della maggiore presenza di attività legate indirettamente mitigare gli effetti del cambiaall’industria e ai servizi che trovano più facile mento climatico, ricordando che 1 tonnellata
sviluppo nelle vicinanze di questa importante di carbonio risulta uguale a 3,6 tonnellate di
via di comunicazione con l’area milanese.
anidride carbonica, gas a effetto serra.
Interessante il dato strutturale relativo alla
Tra i sistemi di correzione praticabili vi è
superficie media delle aziende agricole. La innanzitutto il mantenimento della zootecnia
SAU media delle aziende cremasche si attesta da latte legata alla praticoltura. Attenzione
sui 30 ettari, un livello intermedio tra i 20 ettari perché, un recentissimo studio dell’Università
del Casalasco e i 37 ettari del Cremonese. La Cattolica dimostra che il Cremasco costituisce
media della provincia di Cremona è di 31 et- l’area provinciale problematica per la zootectari (dati del 6° censimento dell’agricoltura del nia da latte.
2010), superiore alla media della regione LomPiù della metà delle aziende agricole con
bardia (18,16 ettari) e dell’Italia (7,93 ettari).
allevamento di vacche da latte della provincia
La consistente crescita dimensionale delle è nel Cremasco, ma il loro peso sulla produaziende agricole cremasche, più che triplicata zione di latte è inferiore al 45%. Nel Cremasco
negli ultimi cinquant’anni, passando da 8,9 et- prevalgono i conferimenti a privati industriali,
tari del 1961 ai 30 ettari del 2010, permette di mentre nel Cremonese-Casalasco sono le coguardare verso sistemi produttivi e organizzati- operative a fare la parte del leone. Il prezzo
vi moderni e traghettare l’agricoltura cremasca medio ponderato del latte nell’area Cremasca
verso l’agricoltura della imprenditorialità, della è inferiore rispetto a quello medio Cremoneseconoscenza e della innovazione.
Casalasco di quasi il 13%.
Il Cremasco, rispetto agli altri circondari
Le aziende socie di cooperative (Cremonesecremonesi, mantiene la maggiore presenza di Casalasco) hanno mediamente una maggiore
In ottemperanza
alle
prati permanenti, pur con una diminuzione
superficie aziendale,
piùattuali
vacche danormative
latte e una
di un ulteriore 10% negli ultimi 10 anni. Sono
percentuale
elevata di ditte
che negli ultimi
vigenti
sulla più
sicurezza
nell’ambiente
in crescita le superfici investite in seminativi, 15 anni ha avuto un rapporto di conferimento
di lavoro
a percentuale
tutela dell’operatore
all’interno dei quali risulta assolutamente prestabile. e
Una
maggiore di coope-in
ponderante il mais. La scelta colturale nell’amratorididichiara
di voler incrementare
numero e
materia
antinquinamento
acustico
bito dei seminativi sfugge, oggi, ai criteri della di vacche da latte e superficie aziendale nei
ambientale
rotazione e viene condizionata da particolari
prossimi cinque anni, mentre la percentuale di
Dei 140 impianti attivi in provincia di
Cremona, 50 sono ubicati nel Cremasco con
una potenza installata di 31 MW (30% della
produzione provinciale). Quindi nel nostro
territorio prevalgono gli impianti di taglia più
piccola rispetto al resto della provincia.
Secondo i rilievi effettuati dal Dipartimento
di Agraria dell’Università Statale di Milano
l’alimentazione dei digestori cremaschi risulta
data per il 46% effluenti zootecnici; 34% cereali estivi/mais; 11% cereali vernini/triticale e
9% sottoprodotti. Pertanto tenendo conto che
il 50% delle aziende cremasche con biogas effettua la doppia coltura cereali vernini/cereali estivi (triticale/mais), il rapporto ettari di
mais per biogas/ SAU totale cremasca risulta
uguale all’11%, un dato ancora sufficientemente sostenibile.
Attenzione perché l’alimentazione del megadigestore cremasco di 31 MW trasforma
il carbonio organico della biomassa in metano (CH4) che viene bruciato da un motore
per produrre energia elettrica e calore. Per la
pratica di sottoporre la biomassa, compresi i
reflui zootecnici, a trattamento anaerobico
con produzione di biogas e successivo spandimento del digestato, se dal punto di vista del
carbonio complessivamente sequestrato ( ossia sottratto all’atmosfera) il bilancio è attivo
(beneficio ambientale), dal punto di vista del
bilancio umico (stock di carbonio nel suolo)
si verifica un deficit ( costo ambientale), questo per la scarsa resa in humus dei digestati.
In pratica la produzione di biogas avviene a
scapito delle riserve di carbonio contenute
nel terreno.
Appare evidente che gli agricoltori che si
dedicano alla produzione di biogas devono
innanzitutto ragionare in termini di agricoltura conservativa, nell’ottica di conservare
una maggiore quantità di carbonio nei suoli
coltivati, dato che l’agricoltura conservativa
o “agricoltura blu” è pienamente compatibile
con il sistema agricolo cremasco basta mantenere una permanente copertura del suolo
(doppia coltura) con semina diretta o minima
lavorazione, nel rispetto di un minimo avvicendamento colturale (come previsto dalla
condizionalità PAC).
Riscopriamo i sovesci. Mettiamo in pratica
gli insegnamenti del compianto dott. Ernesto
Cervi Ciboldi, agronomo e agricoltore cremonese. Spesso ripeteva che l’imprenditoria
agricola attuale avesse dimenticato la cura del
suolo: la rotazione delle colture, la gestione
dei prati, il sovescio, un sistema irriguo rispettoso delle esigenze delle colture e, da ultimo,
la valorizzazione della minima lavorazione a
tutela della fertilità dei suoli.
gni giorno, o quasi, corriamo in macchina, in bicicletta, in motorino, per le vie e le
strade della nostra bella campagna... a nostro
fianco scorrono campi seminati in inverno e
coltivati in estate; lo spettacolo è sempre quello: granturco appena nato, più maturo, pronto
alla raccolta... mais, mais, mais trionfante in
ogni dove nella nostra campagna cremasca che
è uguale a quella cremonese o lodigiana. Una
monocoltura imperante. Al di là della monotonia paesaggistica questa scelta agricola porta a
conseguenze su cui riflettere ed è figlia di scelte
che lasciano perlomeno perplessi. Abbiamo
dunque voluto approfondire questo aspetto
della nostra economia agricola. Ringraziamo
fin da ora il prof. Alessandro Noci, docente di
Economia Agraria dell’Istituto Agrario “Stanga” di Crema, che ha collaborato alla stesura di
questa nostra inchiesta.
NOVITÀ BIOGAS
GRU ELETTRICA
69
1-12-19
13
0
-2
1-12
la n
esperostra
ien
da za
anni
44
GRU ELETTRICA
In ottemperanza alle attuali normative vigenti sulla sicurezza
nell’ambiente di lavoro e a tutela dell’operatore in materia
di antinquinamento acustico e ambientale
aziende che sarà venduta o chiusa è più alta tra
i conferenti a privati dell’area Cremasca. Tutto questo è verosimilmente legato alla minore
presenza di cooperative nell’area Cremasca,
che indebolisce la concorrenza sul mercato di
approvvigionamento degli acquirenti. Si tratta
di una situazione di debolezza da prendere in
seria considerazione.
AGRICOLTURA CONSERVATIVA
Un altro sistema correttivo praticabile nei
seminativi è l’agricoltura conservativa o “agricoltura blu” basata su tre principi fondamentali: semplificare le lavorazioni, senza inversione
degli strati (eliminare l’aratura con minima
lavorazione); irrigazioni precise senza dispersione di acqua; uso di sovesci per produrre sostanza organica.
Per quanto riguarda gli avvicendamenti,
l’attuale regime della PAC e della condizionalità, al fine di mantenere l’ottimale livello di
sostanza organica nel suolo, prevede il divieto
di praticare la monosuccessione sul medesimo
appezzamento per più di 5 anni, dei seguenti
cereali: frumento duro, frumento tenero, triticale, spelta, segale, orzo, avena, miglio, scagliola, farro, mais e sorgo. Le colture intercalari in
secondo raccolto (es. loiessa), non interrompono la monosuccessione. La successione dei
cereali a paglia di specie diversa, è comunque
considerata monosuccessione. È quindi evidente che, chi ha fatto monosuccessione nei
NOVITÀ
La nostr
a
•Autogru
escompletamente
perienz
a da
elettrica
•Attrezzatura
per
al voselettrica
tmovimentazione
ro serv
capacità izio
di spinta q.li 250
GRU ELETTRICA
GRU ELETTRICA
NOVITÀ
Autogru | Movimentazione industriale
In
ottemperanza
alle
attuali
normative
· Autogru completamente elettrica
Piattaforme aeree | Trasporti | Traslochi
vigentiIn ottemperanza
sulla sicurezza
nell’ambiente
alle attuali normative
Noleggio carrelli elevatori
· Attrezzatura
elettrica
persicurezza
movimentazione
di lavoro
e asulla
tutela
dell’operatore
in
vigenti
nell’ambiente
Via
Giandini,
16
|tutela
26010 dell’operatore
Offanengo
(CR)
materia
di
antinquinamento
acustico
e |inTel. +39 0373 65354 - 0373 780264
con elevata
dicapacità
lavoro
edi
aspinta
www.brazzoli.net
| [email protected]
ambientale
materia di antinquinamento acustico
e
Autogru | ambientale
Movimentazione
industriale | Piattaforne aeree
la nos
tra
69 esp
1-12-19
e|rieTraslochi
| Trasporti
| Noleggio
carrelli elevatori
laza
NOVITÀ
n
3
nostra
1
0
-2
2
9
6
d
1-1
9
e
a
-1
s
2
p
-1
1
erienz
NOVITÀ
•Autogru
13
da a
1-12-20
44
Via Giandini, 16 Offanengo (CR)
- 0373 780264
anni Tel. +39 0373 65354
•Autogru
completamente
44 anni [email protected]
www.brazzoli.net
completamente
elettrica
elettrica
•Attrezzatura
•Attrezzatura
elettrica
per
elettrica per
6
Opinioni e commenti
SABATO 18 GENNAIO 2014
La penna ai lettori✍
Le chiese sono sacre
Egregio Direttore,
attraverso Il Nuovo Torrazzo, giornale della nostra diocesi, voglio
esprimere il disappunto e l’amarezza mia e di tanti fedeli per l’utilizzo
della chiesa di S. Bernardino in città, che da anni svolge la funzione
di Cattedrale e di Parrocchia, con
iniziative legate all’auditorium “B.
Manenti”, di alto profilo religioso,
culturale e pastorale.
Abbiamo letto sui manifesti
esposti in città che domani (domenica per chi legge) nella nostra
chiesa si terrà il conferimento del
titolo “il cremasco dell’anno”.
Questa proposta non è certamente in linea con la sacralità di una
chiesa dove si celebrano i misteri
della salvezza, dove nel tabernacolo continua la presenza dell’Eucarestia, dove sono pregati i segni
della nostra fede dal Crocifisso alla
Madonna ai santi.
Entrando ieri in Chiesa per una
breve visita sono stato colpito dalla lettura, proclamata nel giorno
che ricorda la consacrazione della
nostra Cattedrale, dove Salomone
ringrazia, ammirato e stupito, il
Signore per aver scelto un piccolo lembo di terra per abitarvi ad
ascoltare le suppliche dei suoi figli. Questa è la Chiesa, dimora di
Dio aperta a tutti i fedeli educati al
rispetto della santità del luogo sacro che dobbiamo tutti difendere e
conservare, anche per i nostri figli
e nipoti.
Ci stiamo preparando e rientrare
nella nostra Cattedrale, e speriamo
presto, e dal Vescovo ai sacerdoti
siamo invitati a recuperare il senso
del mistero divino visibile in tanti
segni; non pare che l’iniziativa denunciata sia di sostegno e di incoraggiamento a tale visione!
lettera firmata
La favola di Filippo
Don Giorgio,
voglio ringraziare Lei e la sua
Redazione per il bellissimo spazio
dato alla “Favola di Filippo” sul
suo giornale. Ritengo “Il Nuovo
Torrazzo” un’importante e seguita
guida per l’informazione cattolica
del nostro comprensorio e ne ho
avuto la testimonianza dalle molte
telefonate ed e-mail di apprezzamento che mi sono giunte. Grazie
di cuore.
Angelo Pisati
Fiume Serio e diritti di pesca
Egr. direttore,
sul suo giornale in tempi diversi
si è scritto del degrado delle rive
del nostro fiume Serio – inquinamenti, scarichi abusivi, ecc. – anche per le immondizie abbandonate da incivili nel tratto cittadino
e poi rimosse da gruppi di volontari, come successo ad esempio
nel luglio del 2012 su iniziativa
organizzata dal Nuovo Torrazzo
stesso. Qualcuno, gli Amici del
Serio, spinge da sempre per la ciclabile lungo il fiume e per tante
altre iniziative.
Vorrei però porre alla sua attenzione un’altra questione, che
molti cremaschi e, forse, anche i
nostri amministratori poco conoscono o ritengono un non problema: il diritto esclusivo di pesca,
N
ell’approvazione in Consiglio Comunale di Crema della mozione che avvia
l’iter procedurale per l’istituzione del registro delle cosiddette “unioni civili” anche
nel nostro Comune capoluogo, si fa sovente riferimento alle “innovative aperture” in
ordine al riconoscimento giuridico e alla
tutela delle unioni omosessuali contenute
nelle sentenze n. 138/2010 e 4184/2012
pronunciate rispettivamente dalla Corte
Costituzionale e dalla I Sezione della Corte
di Cassazione Civile.
In realtà, altro è affermare che alla stabile convivenza tra due persone delle stesso
sesso spetti “il diritto fondamentale di vivere
liberamente una condizione di coppia, ottenendone – nei tempi, nei modi e nei limiti stabiliti
dalla legge – il riconoscimento giuridico con i
connessi diritti e doveri” (Corte Cost. sent.
138/2010); altro è trarne conseguenze che
omologhino di fatto – con pari diritti e benefici – dette unioni alla famiglia, in assenza di norme di legge.
È la stessa Corte Costituzionale, nella
medesima sentenza 138/2010, a precisare:
“La questione delle unioni omosessuali rimase
del tutto estranea al dibattito svoltosi in sede di
Assemblea [costituente], benché la condizione
omosessuale non fosse certo sconosciuta. I costituenti, elaborando l’art. 29 della Costituzione,
discussero di un istituto che aveva una precisa
conformazione e un’articolata disciplina nell’ordinamento civile. Pertanto, in assenza di diversi
riferimenti, è inevitabile concludere che essi tennero presente la nozione di matrimonio definita
dal codice civile entrato in vigore nel 1942, che
stabiliva (e tuttora stabilisce) che i coniugi dovessero essere persone di sesso diverso. (...) Questo significato del precetto costituzionale non può
essere superato per via ermeneutica, perché non
si tratterebbe di una semplice rilettura del sistema
o di abbandonare una mera prassi interpretativa,
bensì di procedere ad un’interpretazione creativa.
Si deve ribadire dunque, che la norma non prese
in considerazione le unioni omosessuali, bensì
intese riferirsi al matrimonio nel significato
tradizionale di detto istituto.”
Spetta dunque al Parlamento, nell’esercizio della sua piena discrezionalità, stabilire forme di garanzia e di riconoscimento
per le unioni civili, annoverabili tra le formazioni sociali di cui all’art. 2 della Costituzione, ma di diversa natura rispetto alla
famiglia, formazione sociale riconosciuta
come società naturale fondata sul matrimonio dall’art. 29 della Costituzione.
Sembra pertanto paradossale riconoscere diritti economici e benefici in via amministrativa a titolari di status giuridici
che il legislatore non ha ad oggi né riconosciuto, né costituito, né tantomeno regolamentato; soprattutto quando tali diritti
e benefici vengano poi distribuiti in concorso con altri legittimati – tra cui le famiglie
– invece costituzionalmente riconosciuti e
garantiti. Oltretutto, stante l’interpretazione dell’art. 29 della Costituzione operata
dalla Corte Costituzionale nella predetta
sentenza, molti costituzionalisti ritengono
preclusa al Parlamento la mera estensioche risale ai tempi in cui, oltre
all’estrazione di ghiaia, dal fiume si prelevavano anche argento
e piccole quantità d’oro. Il fiume
Serio, di fatto, ha un vincolo di
diritto esclusivo o di proprietà
che si perde nei tempi: tali diritti
appartengono a conosciuti nobili
(ora degli eredi) e comprendono il
tratto che dal ponte di Mozzanica
sfocia nell’Adda in località Boccaserio. Dei diritti sopracitati, oggi è
rimasta solo la pesca.
Attraverso una convenzione,
gestisce da parecchi anni questo
diritto esclusivo della famiglia no-
Unioni civili, tra diritti e interessi
ne del regime matrimoniale alle coppie
omosessuali perché il legislatore ordinario
non potrebbe attribuire al concetto di matrimonio altro significato che quello di fondamento della famiglia tradizionale.
Infine, quanto alla sentenza n. 4184/2012
della Corte di Cassazione Civile – che pur
riconosce alle coppie omosessuali, anche
in assenza di normativa ad hoc, il diritto di
rivolgersi all’autorità giudiziaria “per far valere, in presenza (...) di specifiche situazioni,
il diritto a un trattamento omogeneo (ma non
uguale, ndr) a quello assicurato dalla legge alla
coppia coniugata” la stessa ribadisce comunque come spetti al Parlamento in virtù di
una “riserva assoluta di legislazione nazionale”,
legiferare sul tema. Quanto al trattamento amministrativo di status giuridici non
legiferati, non resta che rinviare alle considerazioni svolte. In un’interpretazione
costituzionalmente orientata, dunque, e
nel rispetto dei diritti di tutti – compresi,
non da ultimi (per una volta), quelli della
famiglia – considerata l’esiguità delle risorse economiche a disposizione e quindi la
necessità di graduare opportunamente interventi – anche amministrativi – secondo
una prioritaria scala di valori costituzionali,
pare auspicabile attendere che sia affrontato in sede legislativa propria l’importante
tema del riconoscimento e della tutela delle
unioni civili, senza precursioni sospette di
dubbia legittimità. Con l’augurio, comunque, che tutti ci si spenda per il giusto riconoscimento dei diritti delle persone e non
per cedimenti a lusinghe di interessi.
Angelo Tassoni
*******
on sono un cattolico “adulto”. Sono
semplicemente cattolico, un peccatore
come tutti e non pretendo certo di possedere la verità. Adesso, però, basta!!! È indispensabile che la mia Chiesa metta qualche
paletto riconfermando a voce alta le certezze che ci ha insegnato nel corso di millenni.
Su un tema del genere non credo sia possibile per i cattolici avere posizioni diametralmente opposte. Se invece tutto quello
che mi è stato insegnato non ha radici profonde e poggia su sabbie mobili allora tutto
questo mi sarebbe difficilmente accettabile
ed i valori che personalmente continuo a
ritenere non negoziabili buttati alle ortiche.
Continuerei a difendere la famiglia e a
credere in Dio, ma non potrei continuare a
sentirmi cattolico, per quanto la mia Chiesa
mi mancherebbe molto. Il silenzio di tanti movimenti cattolici, rimasti lontano dal
prendere una posizione pubblica in un momento così delicato, mi ha lasciato perplesso. Non posso immaginare di dover andare
a trovare quei sacerdoti e vescovi che mi
N
bile una Società di pesca dilettantistica di Crema. A sua volta, la
Società da anni concede in affitto
l’esercizio della pesca alla FipsasConi (la Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee)
ricevendone in contropartita un
canone d’affitto annuo. Pertanto,
per poter pescare lungo il Serio
si deve avere, oltre alla Licenza
di pesca, con relativo versamento
annuo di € 22,72, pure il tesserino
Fipsas che va rinnovato ogni anno
e che attualmente costa € 30.
Come è possibile che, ancora
oggi giorno, un fiume sia sogget-
hanno formato per dire loro con le parole
della Bonaldi che quello che mi è stato insegnato era tutto sbagliato perché la “sacralità laica” vale più della nostra concezione
“sacra” di famiglia, che è naturalmente
formata da un uomo e da una donna.
Non è in discussione il rispetto di chi è
diverso da me, ma sarebbe, anche al di la
della questione religiosa, un “regresso antropologico assimilare l’omosessualità al
matrimonio”. Condivido fino in fondo
l’affermazione che: “Di fronte a un’unione
privata non c’è un terzo o una società danneggiati. Se invece le si attribuisce dignità
di matrimonio e le si dà accesso all’adozione, ciò implica il rischio di danneggiare dei
bambini. Ogni individuo ha bisogno di un
padre maschio e di una madre femmina che
lo aiutino a plasmare la propria identità”.
Questo il mio obiettivo culturale che non
è certo quello di SEL e Rifondazione comunista che, purtroppo, il sindaco di Crema ha fatto proprio definendosi cattolica
“adulta” di prodiana memoria, dopo aver
carpito la buona fede di tanti cattolici in
campagna elettorale. Restare in silenzio
da parte della mia Chiesa in questa società
molto più egoista ed edonista di ieri creerebbe qualche scossone culturale di troppo
nelle famiglie cattoliche e non aiuta i genitori a trasmettere facilmente la “giusta”
visione della famiglia, fattore irrinunciabile
e indispensabile per la crescita civile, democratica e solidarista della società stessa.
Simone Beretta
*******
a recente proposta di Renzi di introdurre in Italia le civil partnership rappresenta
l’ennesimo attacco alla famiglia fondata sul
matrimonio tra un uomo e una donna. Tale
iniziativa si colloca all’interno di un progetto ben preciso, nel cui solco si inseriscono
numerosi provvedimenti liberticidi tra cui
i DDL contro l’omofobia attualmente in
discussione in Parlamento, il quale, introducendo di fatto un reato di opinione, presenta rilevanti profili di incostituzionalità,
e le Linee guida per i giornalisti in materia di
omofobia redatte dall’Unar, consistenti in un
vero e proprio bavaglio per i giornalisti.
È indubbio, infatti, che tali provvedimenti abbiano come beneficiari le lobby gay, le
quali, potendo contare su ingenti sostegni
finanziari, politici e mediatici, sono impegnate in una massiccia campagna cristianofoba finalizzata a promuovere l’ideologia
gender, che, come già denunciava Benedetto XVI, rappresenta un grave pericolo.
I sostenitori di tale concezione, infatti, affermano che il sesso biologico è un’invenzione culturale, che solo il genere esiste e
che quindi ciascuno può scegliere se essere
L
to a questi vincoli? I diritti sopra
menzionati sono rinnovabili? È rimasto solo quello della pesca? Gli
altri sono decaduti o tolti con delle
leggi? Chi li rinnova?
Vorrei tornare sul discorso della Fipsas-Coni, che continua con
insistenza a rinnovare il canone
d’affitto per il fiume Serio. Lungo
il tratto fluviale i pescatori si contano in poche decine e, nel caso
nostro, pagano un canone a una
“proprietà privata” amministrata
dalla Società di pesca dilettantistica che, in parte, lo usa per le sue
attività agonistiche…
uomo o donna indipendentemente dal sesso di nascita. È evidente che una tale ideologia, qualora si affermasse, minerebbe
alla radice l’essenza stessa dell’uomo, con
effetti distruttivi per la società. Le lobby gay
vedono la famiglia naturale come un ostacolo alla realizzazione dei loro obbiettivi
e per questo vorrebbero privarla della sua
specificità, equiparandola alle più diverse e indistinte relazioni affettive che con
la famiglia non hanno niente a che fare.
Occorre dunque opporsi con forza a queste iniziative e sostenere la centralità della
famiglia naturale, cellula primaria dello
Stato, anche alla luce del dettato costituzionale che, all’art. 29, la definisce come
“società naturale fondata sul matrimonio”
tra un uomo e una donna, riconoscendone
i diritti e il ruolo insostituibile. È necessario
riaffermare che l’unica famiglia esistente
è quella che nasce dal matrimonio tra un
uomo e una donna aperta alla vita, caratterizzata da diritti e doveri reciproci in capo
ai coniugi. Si comprende dunque come una
destabilizzazione di questo fondamentale
istituto avrebbe effetti altamente dannosi
per la società ed è per questo che bisogna
combattere i tentativi di distruggere la famiglia che provengono da chi vorrebbe introdurre le unioni civili, che, come insegna
l’esperienza europea, sono l’anticamera dei
matrimoni omosessuali, artificiose imitazioni della famiglia contrarie al diritto naturale, dal momento che la vita può nascere
solo dall’unione tra un uomo e una donna.
Inoltre le unioni civili, ponendo l’accento
solo sui diritti e trascurando completamente gli obblighi delle parti, comporterebbero
una totale deresponsabilizzazione foriera
di ulteriori conseguenze negative. È dunque auspicabile che tutti i cattolici, e in particolare coloro che siedono in Parlamento,
si impegnino con coraggio nella difesa della
famiglia e dei valori non negoziabili.
In tal senso il fatto che iniziative quali
One of Us del MpV, la Marcia per la vita, la
Manif pour tous Italia, le Sentinelle in piedi,
i Comitati Sì alla Famiglia abbiano avuto un
successo straordinario, nonostante siano
state oscurate dai media, mostra come il
popolo della vita e della famiglia sia forte
e radicato, poiché in armonia con il sentire
della grandissima maggioranza degli italiani. Il sostegno alle battaglie a favore della
vita, della famiglia, della libertà religiosa e
di espressione del pensiero, che potrebbero essere irrimediabilmente lese da siffatti
provvedimenti negativi, sono un dovere
morale per tutti i credenti, certi che i valori
e il diritto naturale non saranno sovvertiti
da minoranze esigue.
Alla luce del magistero di Papa Francesco, che esorta soprattutto i giovani a
mettersi in gioco per i grandi ideali, non
si può che guardare all’esempio luminoso
della Chiesa che, senza lasciarsi intimorire
da intimidazioni, continua a guidare le coscienze nella difesa degli autentici valori e
dell’uomo stesso.
Marco Rapetti
Non vedo, invece, a parte qualche eccezione, nessun investimento da parte della Fipsas-Coni per
realizzare strutture, come ad esempio laghetti di pesca di cui possano
usufruire bambini, anziani, diversamente abili e semplici cittadini
per le loro manifestazioni.
Su questo tema il Comune di
Crema, con le sue diverse giunte,
era ed è interessato (ricordiamo
come esempio la Pierina), ma ha
sempre dato risposte inconsistenti
o evasive, adducendo la mancanza
di soldi e l’assenza di investitori
privati. Ricordiamo che il Coni lo
è ed è un suo dovere contribuire
alla realizzazione di questi impianti sportivi.
Concludo dicendo che per il futuro mi auguro che la Fipsas-Coni
non rinnovi più contratti con proprietà private: il suo fine, infatti,
dovrebbe essere ben altro! Sarebbe
un gesto di grande stile se i nobili
in questione lasciassero libero il
vincolo, dando così benefici alla
cittadinanza. E ai nostri politici
amministratori chiedo un impegno
concreto affinché tutto questo accada molto presto.
Lettera firmata
11 MAGGIO 2013
CREMONA
CREMA
convegno
25
GENNAIO
2014
NEO-VECCHIAIA
E FAMIGLIE
11 MAGGIO 2013
ore 10.00: intervento del prof. Secondo Giacobbi “Neo-vecchiaia e famiglie”
ore 10.30: intervento della dr.ssa Silvia Lovetere: “I familiari del vecchio
privo di autonomia. Necessità di sostegno e strumenti di elaborazione”
ore 11.00: presentazione del progetto “Instant SOS Card” per la garanzia
del Pronto Soccorso, a cura del dr. Roberto Provana
ore 11.30: conclusioni
SO
INGRES
ITO
GRATU
presso Riabilita Fisiokinesiterapia
viale Repubblica, 20-22 Crema
sopra il supermercato BILLA - Tel. 037387974
www.riabilitacrema.it
SOLO MATERASSI DELLE MIGLIORI MARCHE PRODOTTI IN ITALIA
SCONTI REALI
su listino ufficiale aziende
fino al
30%
PAGAMENTO 10 MESI
Interessi ZERO
Ritiro usato GRATIS
LA QUALITÀ CHE CERCAVI AL PREZZO CHE SOGNAVI
MATERASSO MEMORY
sfoderabile
cm 80x190
€ 290
RETE MOTORIZZATA
5 snodi
cm 80x190
€ 490
MATERASSO A MOLLE
indipendenti sfoderabile
cm 80x190
€ 290
Venite in negozio per un preventivo
CREMA via Del Macello, 28 - Tel. 0373 85858
CREMONA piazza Della Libertà, 34 - Tel. 0372 455144
sabato 18 gennaio 2014
CONSIGLIO COMUNALE
LA MOZIONE
APPROVATA DALLA
MAGGIORANZA
CON 12 VOTI
PIÙ 2 GRILLINI.
CONTRARI IN 9: FI,
NCD, SOLO COSE
BUONE PER CREMA
E LEGA, PIÙ
VINCENZO CAPPELLI,
EMILIO E SEBASTIANO
GUERINI DELLA
MAGGIORANZA
Sì all’iter per il registro
delle unioni civili
di ANGELO MARAZZI
D
opo tre ore di dibattito, con 14 voti a favore, 9 contrari e 1 astenuto il
consiglio comunale cittadino ha approvato la mozione presentata dai
consiglieri Emanuele Coti Zelati di Sel, Beppe Bettenzoli e Mario Lottaroli di Rifondazione Comunista in merito all’istituzione anche a Crema
del cosiddetto registro delle unioni civili.
A favore si sono espressi 11 consiglieri della maggioranza più il sindaco
e i 2 del Movimento 5 Stelle; contro 6 esponenti delle minoranze – Simone Beretta e Renato Ancorotti di Forza Italia, Laura Zanibelli del Nuovo
centro destra, Tino Arpini e Paolo Patrini della civica Solo cose buone per
Crema e Alberto Torazzi della Lega – più 3 componenti della maggioranza: Vincenzo Cappelli ed Emilio Guerini del Pd e Sebastiano Guerini di
Buongiorno Crema. Antonio Agazzi ha invece optato per l’astensione.
L’argomento, toccando “molte sensibilità”, ha registrato una lunga serie di interventi. Che han visto contrapporsi coloro che attribuiscono a
questo strumento la valenza di un passo avanti nel processo di garanzia
dei diritti civili e chi invece lo ritiene totalmente inutile, essendo privo di
validità giuridica in assenza di una specifica norma legislativa.
A sostegno delle rispettive argomentazioni ci si è appellati alla Costituzione e qualcuno anche a papa Francesco: in entrambi i casi con citazioni
parziali, che si prestano inevitabilmente a essere... addomesticate.
Il voto di ieri sera segna – ed era l’obiettivo dei proponenti – una tappa
sul piano culturale: abbattere il tabù nei confronti delle unioni civili, etero
o omosessuali che siano. Di fatto è solo avviato l’iter che vedrà impegnata
la commissione consiliare Statuto e Regolamenti nell’elaborazione appunto di un regolamento che definisca nello specifico modalità costitutive
e di gestione di tale registro. Che andrà poi sottoposto all’approvazione
del consiglio comunale, restando comunque pressoché inefficace nella
pratica; ma solo funzionale a sollecitare il Governo a legiferare in materia.
Al di là di rimarcare i valori fondamentali della “coppia formata sull’unione per amore e dedizione incondizionata ai frutti che la famiglia può
generare” (Tino Arpini), a rafforzare la contrarietà alla mozione anche il
rilievo che “non porta niente in termini di tutela dei diritti, oltre a tutto
quanto già previsto a tutela dei diritti della persona in base alla normativa
vigente e ai regolamenti in essere” (Laura Zanibelli). Dimostrato anche
dalle scarse adesioni – appena 704 a Milano, su oltre 2 milioni di iscritti
all’anagrafe, come riferito dallo stesso Coti Zelati – al registro in altri Comuni in cui è stato deliberato e ai quali ci si vuole allineare “per far passare
non tanto un diritto a livello amministrativo ma un passaggio ‘culturale’
rivolto a ben altre istituzioni”, è la forte perplessità espressa dai contrari.
Mentre Agazzi ha motivato il suo voto d’astensione sottolineando il
“carattere più simbolico che pratico” della mozione, oltre tutto anche
“dall’applicabilità alquanta incerta dal punto di vista giuridico”. Dichiarando di non avere “niente in contrario alle unioni civili di persone dello
stesso sesso”, ha comunque evidenziato come “tale registro si rivolga più
che altro alle coppie omo, perché quelle etero hanno già il matrimonio religioso e civile”. Ribadendo in ogni caso – mostrando la debolezza argomentativa di chi ha cercato di far passare la scelta come un “ampliamento
dei diritti” – che “in assenza di un testo del legislatore nazionale non se
ne può far nulla”.
Nei diversi interventi è stato evidenziato come molti diritti civili delle coppie e delle famiglie di fatto siano già presenti nella legislazione e
nell’ordinamento giuridico: come la possibilità di registrarsi all’anagrafe,
di disciplinare contrattualmente alcuni aspetti della loro vita – acquisti
effettuati in comune, casa, assistenza medica, figli, mantenimento... – e,
dal 2 dicembre scorso, anche di stipulare il contratto di convivenza. Tutte
possibilità, ha segnalato la Zanibelli, che il Comune di Milano ha sentito
di dover illustrare nel “Vademecum dei diritti delle coppie di fatto” – redatto da Laura Logli, avvocato del Foro di Milano – consapevole dell’inefficacia del “registro”.
Per quanto quella votata lunedì sera sia solo una “delibera d’indirizzo”,
di fatto s’è avviato l’iter che porterà all’istituzione del “registro”, aggiungendo Crema ai 145 Comuni che già l’han fatto per esercitare
pressione sul legislatore.
7
Immagine notturna
del palazzo comunale
SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE
FI e Ncd indignati: snobbato dalla maggioranza
L
’approvazione, lunedì sera, della mozione
che avvia l’iter per l’istituzione del registro
delle unioni civili è salutata all’indomani dal capogruppo di Sinistra Ecologia Libertà, Emanuele Coti Zelati – primo firmatario del documento
– come “una ‘piccola’ vittoria”, che ha aperto
il percorso per porre “la nostra città nell’ancora troppo piccolo numero di quei Comuni che
cercano e trovano sistemi di legittimazione dei
diritti civili”.
“Resta l’amarezza – scrive Coti Zelati nella
nota diffusa martedì – per alcuni interventi di
vari consiglieri di minoranza che hanno trasmesso uno scarso senso di riconoscimento del
valore di quei numerosi concittadini, etero ed
omosessuali (nella mozione, invero, l’ordine è
– lapsus freudiano? – invertito, ndr), che avanzano giuste istanze di riconoscimento pubblico: è
d’altra parte anche in questo senso che si segna
la differenza tra la nostra politica per la gente e
quella loro sulle spalle delle persone.”
E s’è sentito in dovere – come han tenuto a
fare anche il parlamentare di Sel Franco Bordo,
che s’è impegnato a portare l’istanza a Roma, e
il presidente Arcigay provinciale Gabriele Piazzoni – di rivolgere “un ringraziamento particolare alla sindaca Bonaldi che ha sottolineato il
suo appoggio, oltre che con il voto, anche con
un appassionato e chiaro intervento”.
Dal canto loro i consiglieri di minoranza Renato Ancorotti e Simone Beretta di FI e Laura
Zanibelli di Ncd – che hanno votato contro la
mozione – sempre nella giornata di martedì hanno voluto invece evidenziare, alquanto indignati,
come nel consiglio della sera precedente la maggioranza si sia prodotta in “interventi a iosa per
regalare alla città di Crema un futuribile registro
delle coppie di fatto, di cui nessuno avvertiva l’esigenza tranne qualche attivista di Sel e Rifondazione comunista unitamente a qualche incoerente ‘grillino’ che fino a ieri non votava mozioni la
cui competenza spettava al Parlamento”; mentre
si son registrati “zero interventi” dagli stessi banchi “sulla nostra mozione per ridare slancio allo
Sportello Unico Attività Produttive e alla nostra
disponibilità a collaborare rispetto a un tema
così importante e assolutamente prioritario”.
E stigmatizzando il comportamento della
maggioranza – che s’è ricreduta dopo essersi
inizialmente dichiarata decisa a respingere la
mozione, per non trovarsi all’angolo sul tema, di
reale e vitale interesse per la cittadinanza – hanno
ribadito d’aver poi accolto l’invito a ritirarla per
riproporne una condivisa e unitaria, proprio perché “ritenevamo e riteniamo che un obiettivo così
importante per le imprese in essere, per quelle che
potrebbero nascere, per il lavoro e per l’occupazione più è condiviso e partecipato meglio è”.
“Questo meritava ieri sera un lungo dibattito
– è la chiosa con una punta polemica di Renato
Ancorotti, Simone Beretta e Laura Zanibelli –
perché questa è una priorità e su questa non vi
è mai stata da parte nostra alcuna preclusione a
collaborare fattivamente.”
Mercoledì, il capogruppo del Pd Giossi ha
cercato di metterci una pezza, spiegando che
“l’unico intervento fatto a nome della maggioranza dal consigliere Guerini Sebastiano voleva
indicare ai proponenti che, se avessero veramente voluto affrontare questo argomento, avrebbero dovuto modificare per tempo la mozione,
coinvolgendo tutti i consiglieri sia di maggioranza che di minoranza”?!?.
Da quando le mozioni che anche un singolo
consigliere può presentare devono essere concordate con tutti gli altri? E anche ammesso
che questo sia auspicabile su temi di particolare
valenza, com’è che non è stato fatto su quella
affrontata la medesima sera sul registro delle
unioni civili?
Siamo seri.
Caserma PS nel tribunale?
A che costi di gestione?
I
l sindaco Stefania Bonaldi
pare aver ripreso l’idea –
espressa un po’ precipitosamente, e “improvvidamente”,
a giudizio di alcuni – di allocare nell’ex tribunale la sede del
Commissariato cittadino.
L’ipotesi sembra però presentare criticità in ordine alle
condizioni strutturali dell’immobile.
Al di là che gli spazi all’interno – anche destinandone
solo una parte a sede della
Polizia di Stato – per essere
adeguati alle nuove funzioni
richiedono interventi alquanto
consistenti, l’edificio risulta
completamente privo delle
attuali tecnologie per i contenimenti energetici. E dunque
presenta costi di gestione esorbitanti – la bolletta del riscaldamento sarebbe già di 180
mila euro – oltre a richiedere
parecchia spesa anche solo per
gli interventi di pulizia delle
ampie vetrate. Che sembra
improbabile la PS sarà in grado di sostenere, essendo già in
difficoltà a ottenere dal Ministero gli adeguamenti economici relativi alla locazione.
Per quanto l’operazione
possa risultare vantaggiosa per
il Comune – incasserà il canone di locazione dal Ministero,
liberandosi al contempo della
gestione ordinaria dell’immobile – stimabile in circa 300
mila euro, le criticità evidenziate rendono la soluzione
difficilmente praticabile.
A.M.
Aemme
FEDERFARMA CREMONA
(Associazione Titolari di Farmacia
della provincia di Cremona)
Vuoi risparmiare tempo?
PRENOTA GRATUITAMENTE
LE TUE VISITE
IN FARMACIA
PROMOZIONE CLIMA...
Collection Inverter DC HE 9000 btu
pompa di calore - filtro alla vitamina C - R 410 C
€ 735,00*
SCONTO 40% € 439,00*
* IVA E INSTALLAZIONE ESCLUSA
Aria sana,
per un clima perfetto
VISITA A DOMICILIO PER PREVENTIVO GRATUITA
CREMA: via Everest 24/26
Tel. 0373 86856 - [email protected]
CALDAIA ECOBLU 25 CPR
€
1.130,00 *
8
La Città
SABATO 18 GENNAIO 2014
SCOUT CREMA
LUNEDÌ 20 GENNAIO
Banca etica “riapre”
l’ufficio a Crema
IL ‘BANCHIERE AMBULANTE’ RICEVERÀ SU
APPUNTAMENTO IN VIA SANTA CHIARA, 30
di ANGELO MARAZZI
S
oci, clienti e simpatizzanti del movimento per la finanza etica tornano ad avere un
punto di riferimento in città, dopo un periodo
di difficile riorganizzazione e alcuni necessari
interventi di adeguamento del locale in via Santa Chiara 30.
Lunedì 20 gennaio alle 18,30 sarà infatti riaperto il rinnovato ufficio del “banchiere ambulante” di Banca etica a Crema. Alla semplice
cerimonia interverranno il responsabile dell’area commerciale della banca dottor Nazareno
Gabrielli e il responsabile d’area Nord Ovest
territoriale dottor Paolo Cominini; oltre ai
rappresentanti dell’amministrazione comunale
cittadina, della Caritas diocesana, del coordinamento antimafia promosso da Libera e al presidente delle Acli di Cremona. Concluderà il dottor Alberto Hoch, responsabile culturale d’area.
“Siamo decisi a continuare e magari intensificare quell’opera di informazione e sensibilizzazione – tengono a sottolineare i responsabili
locali – verso i valori della finanza etica e, più
in concreto, nell’impegno di sostenere il radicamento di Banca Etica anche qui da noi.”
“Il nostro territorio – fa osservare Piero Cattaneo – ha espresso da sempre testimonianze
di impegno, solidarietà, legalità e anche di spiritualità. Esse sono sempre presenti, ma anche
pressate da una sfida in più: il forte condizionamento sulla vita collettiva delle vicende finanziarie e dei suoi nodi irrisolti.”
Nata per porsi a servizio del terzo settore,
Banca etica è oggi osservata con molta attenzione da un gran numero di cittadini che cercano strumenti per esercitare in concreto una
loro responsabilità nel gestire i propri risparmi,
o addirittura per poter contare nel correggere le
regole dei mercati.
Con l’invito per lunedì rivolto ad amministrazione comunale, Acli provinciali, coordinamento antimafia promosso da Libera e Caritas
diocesana, precisano i responsabili cremaschi
del movimento, “si riconosce a ciascuna di queste realtà una soggettività interessante per chi
sostiene la finanza etica, e nello stesso tempo
si chiede loro di esplicitare un’attenzione per
l’esperimento Banca Etica, a partire da quella
che è la propria sfida principale, più urgente. Se
si riesce a parlare di ciò che più conta – sostengono con forte convinzione – più facilmente si
ASSOCIAZIONE PREVITERA
Musica in Hospice: si
ripeterà nei prossimi anni
L’esibizione delle coriste in una camera dell’Hospice
S
abato 25 gennaio prossimo
l’Airc-Associazione italiana
per la ricerca sul cancro ripropone l’ormai tradizionale giornata
delle Arance della salute. L’appuntamento, giunto alla 25a edizione,
ritroverà i volontari dell’associazione presenti in oltre 2.000 piazze di tutta Italia per distribuire
– a fronte di un contributo di 9
euro – una reticella con 2,5 chili
di arance rosse, simbolo dell’alimentazione sana e protettiva contro il cancro.
“È ormai noto – sottolineano
i promotori – che le arance racchiudono un grande patrimonio
di antiossidanti e di vitamina
C. L’arancia rossa, in particolare, contiene il 40% circa in più
di vitamina C rispetto agli altri
agrumi, e gli antociani, pigmenti
naturali dagli straordinari poteri
antiossidanti. Ecco perché è il
frutto più indicato per simboleggiare la prevenzione del cancro.”
Alcuni grandi studi internazionali hanno per altro confermato
che alcuni tumori – dell’apparato
gastrointestinale, e in particolare
quelli dell’esofago, dello stomaco
e del colon-retto – risentono di
più della quantità e qualità dei
cibi e potrebbero essere prevenuti
con stili di vita corretti.
Dalla Madonna delle
Nevi a quella del Fonte
L
L’ingresso all’ufficio territoriale
di Banca etica in via Santa Chiara 30
trovano anche alleanze e compagni di strada”.
La serata terminerà a Lodi alle ore 21, presso
il liceo Verri, dov’è previsto un incontro pubblico con il professor Leonardo Becchetti, ordinario di Economia politica a Roma, presidente del
Comitato etico di Banca Etica: un momento
forte per parlare di crisi sì, ma anche delle ragioni per sperare.
Il 28 febbraio prossimo, inoltre, sempre a Crema il movimento per la finanza etica, insieme
all’associazionismo cattolico – con cui lo scorso
anno è stato organizzato lo spettacolo-riflessione Popeconomy presso il San Luigi – presenterà
esperienze di imprese recuperate al lavoro, nonostante la crisi, anche con il contributo della
finanza etica.
“Sarà anche un modo – osserva ancora Piero
Cattaneo – per festeggiare i 15 anni della banca.
I cui soci, in primavera, si riuniranno in assemblea provinciale per rinnovare e rilanciare la
loro partecipazione.”
E conclude informando che per contattare
Banca Etica sul territorio il “banchiere ambulante” a Crema riceve su appuntamento (tel.
333 2796902) in via Santa Chiara 30: il martedì
e il venerdì dalle 9.30 alle 12.30.
I
nedito e significativo evento
musicale all’Hospice della
Fondazione Benefattori Cremaschi in via Kennedy, promosso
dai volontari dell’Associazione
Cremasca Cure Palliative Alfio
Privitera. Le coriste dell’Ensemble vocale “Concinentes”, dirette dal maestro Daniele Scolari,
si sono dapprima esibite in un
breve concerto per le persone ricoverate non-allettate, familiari
e volontari. E sono poi entrate
in Hospice – ed è questa la parte
innovativa e pionieristica dell’iniziativa – guidate dal medico
in servizio, passando di camera
in camera, su precedente invito
espresso dagli ammalati stessi
e/o dai loro parenti, offrendo a
ciascuno alcuni canti eseguiti a
cappella (vedi foto allegata).
Questa modalità, pensata
espressamente per l’Hospice, si
ispira alla tradizione anglosassone dei Carols natalizi offerti
porta a porta, adattandola al
contesto particolare di questa
struttura. Oltre al dolore fisico e
morale per la malattia, infatti, i
malati allettati e i loro familiari
si trovano esclusi da ogni forma
di festeggiamento.
I positivi riscontri dell’iniziativa hanno indotto i volontari
AIRC
Sabato 25 tornano
“Le arance della salute”
“Importante è la scelta dei cibi
anche per il tumore del fegato, organo – si fa osservare – attraverso cui passano tutte le sostanze
assorbite dall’intestino e quindi
particolarmente esposto ai danni
provocati da eventuali elementi
cancerogeni.”
Studi più recenti hanno evidenziato come l’azione del cibo sul
rischio di cancro sia molto estesa:
il tipo di alimentazione influisce
infatti sullo stato di infiammazione che può predisporre a ogni
forma di cancro e sull’equilibrio
ormonale che può favorire od
ostacolare lo sviluppo dei tumori
della prostata, del seno, dell’ovaio, della superficie interna dell’utero e dell’endometrio.
E proprio per diffondere una
PER AIUTARE
LA RICERCA A
METTERE IL CANCRO
ALL’ANGOLO
sempre maggiore attenzione ad
adottare abitudini sane a tavola,
contestualmente alla reticella delle Arance della salute sarà inoltre
consegnata la speciale pubblicazione “Il cibo giusto per ogni età.
Consiglio per una sana alimentazione”, realizzato con la consulenza di Anna Villarini, biologa
nutrizionista e ricercatrice dell’Istituto nazionale dei tumori di
Milano. All’interno sono riportate anche alcune ricette dello chef
Sergio Barzetti, in collaborazione
Hospice a strutturare un vero e
proprio progetto, al quale hanno
aderito sei tra i migliori cori presenti nel nostro territorio e precisamente, oltre all’Ensemble
Concinentes, il Collegium Vocale, il Coro Pregarcantando, la
Corale Marinelli, il Coro Giovanile Folcioni e il Coro Armonia,
che nei prossimi anni si avvicenderanno, in occasione delle
festività natalizie, selezionando
al proprio interno un gruppo
ristretto di cantori che porterà
una nota di letizia ai sofferenti, in particolare a quelli che si
trovano nel delicato momento
di avviarsi al termine della loro
vita.
A loro i volontari Hospice
rivolgono “un sincero ringraziamento per aver accettato,
aderendo a questo progetto, la
sfida dell’emozione e della solidarietà, lontano dai clamori
degli applausi”.
I volontari Hospice, che sperimentano, nel loro agire quotidiano accanto ai malati terminali, il grande arricchimento di
questo “esserci”, sono convinti
che anche ai coristi arriverà
l’onda di ritorno di una rinnovata consapevolezza del valore
della vita.
con Cucina Italiana, per mettere
in pratica i consigli degli esperti.
Naturalmente i promotori
s’aspettano la tradizionale accoglienza entusiastica da parte dei
cittadini, per proseguire nell’importante attività di ricerca.
All’iniziativa partecipa anche
il mondo della scuola con Cancro,
io ti boccio: insegnanti di ogni ordine e grado diffondono nelle classi
le conoscenze sugli stili di vita salutari e il significato della ricerca
scientifica.
In città Le arance della salute sabato 25 gennaio prossimo saranno in distribuzione, come ogni
anno, in piazza Duomo; nel cremasco si potranno trovare invece
a: Castelleone in via Roma, Casaletto di Sopra in piazza Roma,
Fiesco in piazza della Chiesa,
Izano in piazza Marconi, Madignano in piazza Portici, Montodine sul sagrato della chiesa di S.
Maria Maddalena, Offanengo in
piazza Patrini, Ripalta Cremasca in piazza della Posta, Rivolta
d’Adda in piazza Vittorio Emanuele II, Romanengo in piazza
Matteotti, Salvirola in piazza del
Comune, Soncino in piazza del
Comune e Trigolo in piazza Europa.
Aemme
’associazione scoutistica cremasca rinnova per sabato 25
gennaio prossimo la proposta
del pellegrinaggio al santuario
della Beata Vergine di Caravaggio giunto alla 67a edizione.
Il programma prevede il ritrovo alle 19.30 presso il santuario
di Santa Maria della Croce, le
consuete tappe intermedie di riflessione e ristoro a Campagnola
Cremasca e Capralba, l’arrivo
previsto a Caravaggio verso l’una con preghiera e conclusione e
il rientro con mezzi propri.
Per il gruppo Agesci Crema 3 l’appuntamento segue l’esperienza appena vissuta al rifugio Madonna delle Nevi in Mezzoldo,
alta Val Brembana ai piedi del passo San Marco, suggestiva location scelta per vivere 5 intense giornate all’insegna del divertimento, della riflessione ma soprattutto della voglia di stare insieme.
Come da tradizione, anche quest’anno, gli scout dell’Agesci Crema
3 hanno allestito un campo invernale di gruppo. Nel corso dell’esperienza è stata proposta una rivisitazione del cartone animato Disney
Mulan, ponendo l’accento su una conclusione estemporanea che potesse soddisfare le esigenze di tutte le parti in causa senza sottolineare
una netta distinzione tra vincitori e vinti. È emerso chiaramente da
questa scelta il riferimento alla più ampia tematica del bene comune
che funge da filo conduttore delle attività dell’intero anno.
Tanti i momenti da ricordare, dalle battaglie e le scivolate nella
neve, ai cerchi di gioia e le cene a tema, senza dimenticare le Messe
nel piccolo santuario, colorate e partecipate. Per la prima volta nella
storia recente degli scout di Crema la spedizione invernale ha raggiunto e superato le cento unità (102 partecipanti).
Nel pellegrinaggio al santuario di Caravaggio verrà proposta una
riflessione sul tema della fraternità traendo spunto dal messaggio del
Papa e dal Patto Associativo Agesci. Sarà inoltre l’occasione gradita
per festeggiare i 90 anni del decano della marcia nonché pioniere dello scoutismo cremasco Vittorio Barboni.
Micro stage alla Scuola Edile
S
i è svolto martedì
mattina il micro
stage presso la Scuola Edile Cremonese.
Una mattinata di
conoscenza del corso
per Operatore Edile
(nella foto: alcune ragazze in un momento di
lavoro nell’ambito del
micro stage
stage) per i giovani che concluderanno la terza media
il prossimo giugno.
Ragazze e ragazzi
interessati a iscriversi a un corso ricco di opportunità formative e professionali che spaziano dall’attività di costruzione in cantiere alle finiture – soprattutto nel recupero e
restauro edilizio – alla decorazione.
È un corso unico in tutta la provincia di Cremona. I ragazzi e le ragazze di Crema e del Cremasco possono usufruire del servizio gratuito di trasporto con pullman riservato
per raggiungere tutte le mattine la Scuola Edile a Cremona
e ritorno pomeridiano.
Il corso triennale è gratuito – finanziato con le doti della
Regione Lombardia – le iscrizioni si raccolgono dal prossimo 2 febbraio.
Per informazioni: 0372 560824, segreteria didattica (signora Iottini) al mattino dal lunedì al venerdì.
PROVINCIA-SERVIMPRESA: due corsi
gratuiti di base per aspiranti babysitter
L
’amministrazione provinciale, in collaborazione con ServimpresaAzienda Speciale della Camera di Commercio di Cremona, promuove due corsi di formazione gratuiti per aspiranti babysitter con l’obiettivo di fornire ai/alle partecipanti le competenze di base necessarie
all’iscrizione all’Elenco Provinciale Babysitter (consultabile anche
online sul sito www.provincia.cremona.it/babysitter, contenente i nominativi di persone disponibili a fornire servizi di babysitting per bambini
da 0 ai 14 anni).
L’Elenco è uno strumento che consente alle persone iscritte di farsi
conoscere e di valorizzare il proprio profilo professionale. Per le famiglie rappresenta un’opportunità in più, a integrazione dei servizi
educativi già presenti nel territorio, per rispondere a esigenze di conciliazione tra tempo di lavoro e tempo dedicato alla cura e alla gestione
dei figli minori.
I corsi si svolgeranno presso le sedi di Servimpresa: a Crema, in via
IV Novembre 6, il 25 e 27 febbraio e il 4, 6, 11, 13, 18 e 20 marzo, dalle
ore 9 alle 13 e dalle ore 14 alle 16.
Possono presentare la domanda di iscrizione tutti i cittadini italiani
e stranieri, regolarmente presenti nel territorio italiano, che al momento dell’iscrizione abbiano compiuto 18 anni e siano residenti o domiciliati in provincia di Cremona.
I corsi di formazione sono gratuiti. Per partecipare è necessario presentare il modulo di iscrizione (disponibile presso gli uffici di Servimpresa oppure scaricabile dai siti web) firmato in originale e compilato
in tutte le sue parti, con allegato il documento di identità in corso di
validità attraverso una delle seguenti modalità: tramite e-mail (in formato pdf o jpg) a: [email protected] - via fax al numero 0372
490322 - a mano presso la sede di Crema, in via IV Novembre, 4 - per
posta ordinaria.
Le iscrizioni dovranno pervenire entro venerdì 24 gennaio prossimo.
SABATO 18 GENNAIO 2014
PAULLESE
REGIONE
Nuova legge per
la competitività
letto un anno fa al Pirellone, Carlo Malvezzi,
consigliere regionale ora del Nuovo Centro
Destra, è relatore del progetto di legge 111 contenente nuove, importanti misure per la competitività delle imprese. Presentata l’altro ieri in
commissione, il testo a metà febbraio sarà portato
in Consiglio regionale per l’approvazione. “Le
imprese ripartono se sono liberate dai lacci della
burocrazia. Con questa legge – spiega Malvezzi
– i tempi per le pratiche amministrative si riducono all’osso, si alleggerisce la pressione fiscale e si
agevola l’accesso al credito anche con soluzioni
innovative.”
Il rilancio delle aziende è un punto cardine di
questa legislatura regionale. Ma una legge sulla
competitività esiste dal 2007. Come mai questo
nuovo testo normativo?
“La legge 1 del 2007 è una buona legge, ma
va aggiornata secondo un contesto sociale ed economico profondamente mutato. La crisi di questi
ultimi anni, poi, ha tolto occasioni di sviluppo a
tante aziende. Loro stesse, insieme alle associazioni di categoria ci chiedono il coraggio di scelte
importanti. Il progetto di legge 111 raccoglie pienamente questo grido d’aiuto.”
Il testo della legge è nato da un confronto serrato con le imprese. Qual è il principale ostaco-
lo al loro sviluppo su cui siete intervenuti con
più urgenza?
“La burocrazia. Pensi che il titolare di una
piccola impresa lavora (direttamente) 45 giorni
all’anno per lo svolgimento di adempimenti burocratici. E 28 sono quelli utilizzati, per lo stesso
scopo, dai suoi dipendenti.”
Che soluzioni avete introdotto?
“Una massiccia semplificazione. Per l’avvio di
nuove attività, ad esempio, sarà sufficiente una
comunicazione unica resa in via telematica. In
questo modo, si uniformano procedure e modulistica, dando certezza all’azienda di una partenza immediata. Non solo unica comunicazione,
ma anche unico interlocutore: i Suap-Sportello
Unico per le Attività Produttive. Vogliamo evitare che l’impresa si interfacci con una pletora di
soggetti. Ne avrà uno solo che, a sua volta, si relazionerà con tutti gli altri, anche quelli preposti
al controllo.”
A proposito di controlli, che cos’è il Fascicolo elettronico di impresa previsto nella legge?
“È un contenitore telematico presso cui l’azienda conserva i documenti e gli atti concernenti
la propria vita. I soggetti preposti ai controlli troveranno lì ciò che serve ad attestare la correttezza
dei requisiti d’impresa. Le aziende possono così
A
lavorare in un clima di maggior fiducia, evitando di subire ripetute visite che ne interrompono
l’attività. Anzi, le verifiche in corso non potranno
sospendere il lavoro dell’impresa anche qualora
siano riscontrate difformità, poiché l’azienda avrà
fino a 180 giorni per sanare i vizi rilevati.”
Tra le misure introdotte vi sono gli accordi
per la competitività. Di cosa si tratta?
“È lo strumento negoziale cardine della legge.
Un patto tra tutti i soggetti interessati: impresa,
enti locali, sistema camerale, associazioni di categoria, parti sociali e fondazioni bancarie per
definire diritti e obblighi reciproci finalizzati alla
crescita competitiva delle aziende.”
Attraverso quali interventi?
“La progressiva riduzione del carico fiscale,
regionale e locale. La Regione, ad esempio, potrà
abbattere fino al 25% dell’Irap e i Comuni fare
altrettanto con imposte, tributi e tariffe di propria
competenza. Un altro intervento fortemente atteso è la maggior facilitazione all’accesso al credito.
Lo otterremo attraverso il potenziamento degli
interventi di garanzia con la riorganizzazione dei
Confidi, la sperimentazione di modelli alternativi
all’accesso al credito delle medie e grandi aziende
(ad esempio i mini bond) e la sperimentazione
della moneta complementare.”
ULTRASETTANTACINQUENNI: possibilità
d’esenzione dal pagamento del canone RAI
Bollo auto: pagamento
semplice con le Poste
Il comitato interpella
il ministro Delrio
l presidente del Comitato pro velodromo “Pierino Baffi”, Luciano Ricci, non si rassegna. Anzi,
quello che senza giri di parole definisce “l’assenteismo della Federazione Ciclistica Italiana” oltre a
indignarlo e lo sprona ad alzare il tiro e puntare,
persa una battaglia, a vincere la guerra.
Non avendo ricevuto risposta dalla Coni Servizi
alla richiesta di riconcedere una convenzione d’uso dell’impianto di via IV Novembre al Comune di
Crema, Ricci s’è ora rivolto direttamente al ministro
per lo Sport, Graziano Delrio. Al quale ha inviato
una lettera – cui ha allegato copia delle comunicazioni inviate il 18 e 20 maggio scorso e ancora il 1°
giugno al Coni e alla Coni Servizi, nonché all’allora
ministro Josefa Idem – per informarlo dell’attuale
situazione del velodromo cremasco.
“Nella nota – ha spiegato Ricci lunedì, illustrando l’iniziativa alla stampa – lo informiamo che
sull’impianto grava il vincolo di tutela del ministero
dei Beni e delle Attività culturali, per cui è pressoché impossibile che si trovino acquirenti privati.”
ll’ordine del giorno della commissione Trasporti del Consiglio regionale mercoledì mattina c’era l’audizione delle
associazioni “Paullese Libera” e il “Coordinamento Pendolari
Cremaschi” sui problemi della ex statale 415 Paullese, sulla quale
si stanno perpetuando pesanti condizioni di disagio. E la situazione potrebbe addirittura farsi ancor più insostenibile con l’avvio
– previsto a giugno – dei lavori per il secondo lotto in territorio
milanese.
“Diverse sono le questioni – sottolinea il consigliere regionale
del Pd Agostino Alloni, presente all’incontro al quale per i pendolari cremaschi è intervenuto Stefano Begozzi – che si incrociano
sul territorio: la riqualificazione della Paullese, il tema del trasporto pubblico locale su gomma, la viabilità anche alla luce delle nuove opere infrastrutturali e l’annoso tema del prolungamento della
M3 e dello snodo e dell’hub di San Donato.”
“Per risolvere i tanti problemi della Paullese non si può solo
‘sperare nella provvidenza’ come ha detto l’assessore provinciale
milanese alla Mobilità e Infrastrutture De Nicola”, fa osservare
all’unisono con il capogruppo del Pd in Provincia di Milano Bruno Ceccarelli. Per i due è pertanto necessario “avviare al più presto
un tavolo congiunto tra la Regione Lombardia le province di Milano, Cremona e Lodi, il Comune di Milano, i sindaci e le aziende
che si occupano del trasporto pubblico interessati dalla tratta”.
“Bisogna puntare sulla mobilità sostenibile – aggiunge Alloni –
e lavorare per connettere le diverse offerte del trasporto pubblico.
Tante sono le soluzioni possibili, ad esempio potenziando la mobilità ciclabile e avviando un sistema di navette per la metropolitana
in grado di disincentivare l’utilizzo del mezzo privato.”
“La Provincia e il Comune di Milano – auspica Ceccarelli – lavorino in un’ottica metropolitana per affrontare il tema della mobilità verso il capoluogo. La Paullese è un’arteria importante e un
punto nevralgico del sistema stradale del sud Milano. Per questo
avviare un tavolo con le istituzioni è il primo passo per affrontare il
problema in maniera organica e in un’ottica metropolitana.”
“Ricordiamo all’assessore De Nicola – conclude – che è inutile
continuare a giustificarsi dando la colpa alle precedenti amministrazioni. La Provincia di Milano si rimbocchi le maniche e assuma un ruolo di regia, convocando subito il tavolo sulla Paullese.”
Carlo Malvezzi, consigliere regionale
ora del Nuovo Centro Destra
VELODROMO
I
I
l parlamentare cremasco di Sel Franco Bordo ha inviato lunedì una lettera ai sindaci del territorio per segnalare una opportunità fiscale per i loro cittadini dai 75 anni in su, prevista
dall’articolo 1, comma 132, della legge 248 del 24 dicembre
2007, che è pressoché sconosciuta.
“Si tratta – spiega Bordo – della esenzione dal pagamento del
canone RAI per questa fascia di cittadini che rientrano in determinati parametri di reddito. La stessa legge concede fra l’altro
la possibilità a chi ha già pagato, nonostante rientrasse nei parametri per l’esenzione, di chiedere il rimborso per gli anni dal
2008 a oggi.”
“Considerata l’età dei soggetti aventi diritto e l’oggettiva difficoltà a reperire informazioni (la RAI non è prodiga di notizie in
tal senso) e a orientarsi nel percorso burocratico necessario alla
richiesta di rimborso e di esenzione – fa osservare Bordo – tale
opportunità è usufruita da un minimo numero di utenti aventi
diritto.”
Il parlamentare invita pertanto i sindaci, qualora il loro Comune non abbia già provveduto, “a valutare la possibilità di
utilizzare gli uffici comunali per informare e aiutare i cittadini
che rientrano in questa categoria a conoscere e sfruttare l’opportunità”.
“In un momento così difficile – sottolinea sempre il deputato
cremasco di Sel – tutte le azioni per salvaguardare il già insufficiente reddito ‘di pensione minima’ penso che non possano che
essere ben accolte dai nostri anziani.”
L’auspicio è che i Comuni si organizzino per dare le opportune informazioni e assistenza ai cittadini intenzionati a esercitare
l’eventuale diritto all’esenzione, nonché quello di recupero degli
importi versati in precedenza.
P
“Ma gli abbiamo anche evidenziato – incalza –
che lasciarlo in stato di abbandono, oltre a destinarlo a inevitabile degrado, è anche contrario alle finalità statutarie del Coni, centrate sulla promozione
dello sport e la formazione di nuovi atleti.”
Nell’incontro con la stampa di lunedì, Ricci ha
puntato l’indice anche contro il Comune, sollecitando l’amministrazione a un’azione più solerte e
decisa. Ribadendo la propria convinzione che se la
Coni Servizi riconcedesse l’uso del “Baffi”, l’impianto potrebbe essere ripristinato dal Comitato e
dalle società ciclistiche locali con poca spesa.
Dal canto suo il segretario dell’Unione ciclistica
cremasca Giuseppe Maccalli ha confermato che,
senza la possibilità di girare in pista per gli allenamenti, la società ha visto dimezzarsi il numero dei
ragazzi, da 80 che erano, essendo estremamente rischioso fare attività sulle strade. E non senza una
certa qual realistica rassegnazione ha espresso forti
preoccupazione sul futuro del ciclismo su pista.
A.M.
FERRAMENTA VOLTINI di G. Dossena
dal 1923
agare il bollo auto in scadenza venerdì 31 gennaio
è sempre più semplice e veloce
con Poste Italiane.
I versamenti possono essere
effettuati in tutti i 123 uffici
postali presenti nella provincia di Cremona grazie al collegamento diretto con l’archivio
regionale/provinciale
delle
tasse automobilistiche.
Per corrispondere il pagamento non è più necessario
che il cliente conosca l’importo dovuto: è infatti sufficiente
compilare l’apposito modulo,
disponibile allo sportello, indicando tipo, targa del veicolo e regione (10 per la regione
Lombardia). Sarà l’ufficio
postale, attraverso il collegamento in tempo reale con
l’archivio delle tasse automobilistiche, a verificare la correttezza dei dati e comunicare
l’importo da pagare. La commissione applicata al servizio
è pari a 1,50 euro.
SOLO
SALDI
DI QUALITÀ
senza gas
senza canna fumaria
senza installazioni
semplice da usare
massima sicurezza
Via IV Novembre, 33 - CREMA
Tel. 0373 25.62.36 - Fax 25.63.93
9
Serve un tavolo congiunto
Regione-Province-Comuni
PRESENTATA L’ALTRO IERI
DAL CONSIGLIERE CARLO MALVEZZI
E
La Città
ABBIGLIAMENTO MASCHILE
FORMEN
SCEL TA DI STILE
IO
9 GENNA
1
A
C
I
N
E
DOM
APER TO
RIGGIO
IL POME
CREMA
GALLERIA V. EMANUELE, 5
(PIAZZA ALDO MORO)
10
La Città
SABATO 18 GENNAIO 2014
CENTRO SAN LUIGI E SCUOLE
Castelnuovo: che mercatino!
RICCARDI
VUOLE ANDARE
A SINISTRA
IN ALTO
SONO AL VIA I LABORATORI DELLA SECONDA EDIZIONE
“In cerca
di gloria”
DELLA “GIORNATA DELL’ARTE”: SETTE LE PROPOSTE
Da sinistra:
don Lorenzo,
Benedetta
Barbieri,
Paola Orini
e Gabriele
Pendola
durante
la conferenza
stampa
mo corso per diventare esploratori del mondo,
in particolare delle bellezze della nostra città,
attraverso la musica e l’arte. L’appuntamento
è dalle ore 10.30 alle ore 12 in via Bottesini,
dove due animatori guideranno i bambini in
nuovissime esperienze (info e iscrizioni Ester
347.9182500, Gabriele 328.5413313).
La Giornata dell’arte è stata presentata nei
giorni scorsi al San Luigi alla presenza del direttore don Lorenzo Roncali, del coordinatore
dell’iniziativa Gabriele Pendola, dell’assessore
provinciale e insegnante Paola Orini e di Benedetta Barbieri, l’anno scorso partecipante,
Spazio salute
Dott. Fugazza Damiano - dietista
Luca Guerini
Studio medico dott.ssa Golfari Maria Giulia
esperta in medicina naturale e nutrizione biologica
Riceve su appuntamento cell. 349 1868192
Ripalta Cremasca - via Civerchio 2
[email protected]
- Diete ipocaloriche personalizzate per patologie, allergie e intolleranze
- Consulenze ed educazione alimentare
- Alimentazione per lo sportivo e in gravidanza
Riceve a Crema e Castelleone - Per appuntamento tel. 320 0553951
Dott. Giuseppe Inama
quest’anno promotrice dell’evento nella veste
di rappresentante d’istituto del Racchetti. La
proposta nasce proprio da una stretta collaborazione con i referenti delle diverse scuole
della città, che hanno fatto rete per stimolare
questa bella attività extrascolastica; il tutto è
stato pubblicizzato a dovere negli istituti scolastici grazie all’ospitalità di presidi e docenti.
In conferenza stampa è stata sottolineata da
tutti la bontà dell’iniziativa che l’anno scorso
ebbe un discreto successo con 150 partecipanti
tra gli adolescenti… “in cerca di gloria”.
Dott.ssa
Pediatra - Gastroenterologo Pediatra
Per appuntamento tel. 335 36 51 44
www.docvadis.it/dottoressagolfarimariagiulia
D.ssa Giovanna Stellato
medico chirurgo - specialista in OSTETRICIA-GINECOLOGIA
[email protected]
visite ed ecografie ostetrico-ginecologiche
Dott. Gianfranco Beghi
Specialista in Malattie dell’Apparato Respiratorio
Direttore U.O. Riabilitazione Pneumoligica e U. O. Riabilitazione Generale Geriatrica
visite pneumologiche ed allergologiche per adulti e bambini
Per appuntamento telefonare al n. 0373 976129
Riceve per appuntamento 347 0195768
SPECIALISTA IN CARDIOLOGIA
E MEDICINA DELLO SPORT
Dott.
Professore a.c. Università degli studi di Brescia
Arancio Francesco
SpecialiSta
Primario Cardiologo - Casa di Cura
STUDIO PODOLOGICO
Dott.ssa
in oStetricia-ginecologia
Dr. Walter Fontanella
Riceve per appuntamento a CREMA in piazza Garibaldi 1 tel. 0373 83465
Specialista in Otorinolaringoiatria
Dott.ssa Emma Guerci
Elena Piovanelli PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA
- Schemi Dietetici Personalizzati
crema
Dr.ssa
Punto Salute Donna
via Suor Maria Crocifissa di Rosa, 8/B - CREMA
Dott.ssa
ANTONIA CARLINO
Medico Chirurgo - Specialista in Ostetricia e Ginecologia
TEL. 0373
80343 - FAX 0373 250123
Dott.ssa M.G. Mazzari
medico chirurgo
Specialista in ostetricia e ginecologia
Dirigente 1° livello Ospedale Maggiore di Crema
Visite ostetriche - ginecologiche
Ecografie - 3D e 4D
A) ginnastica perineale B) bio feed-back C) elettrostimolazione
Per info cell. 338 7329102
Dott. BONARA
DOTT. ALDA PILONI
Medico Chirurgo
Dermatologo
Specialista in clinica dermosifilopatica
via Diaz, 32 - CREMA
Tel. 0373 / 82357
Riceve per appuntamento: lun. - merc.- ven.- h. 14.30 - 18.00
DANIELE
MEDICO CHIRURGO
SPECIALISTA IN CARDIOLOGIA
SPECIALISTA IN MEDICINA INTERNA
PSICOTERAPEUTA
Riceve per appuntamento in via Urbino 32,
CREMA • Tel. 0373 / 82202
(si eseguono visite a domicilio)
Riceve per appuntamento al n. 0373 257706 via Mazzini, 65 - Crema
Autorizzazione n° 40/2000 Prot. n. 40/II°/AL/an
w Ecografie 3D e 4D
dott. FLORIN BOBOC
Riceve per appuntamento a Crema Tel. 349 5146325
w Visite ostetrico-ginecologiche:
adolescenza gravidanza menopausa
w Ecografie: traslucenza nucale e morfologica fetale
w Flussimetria materno fetale
w Profilo biofisico della gravidanza
w Ecografie pelviche t.a e transvaginali
w Monitoraggio follicolare per infertilità
w Duo pap per HPV test w Colposcopia - vulvoscopia
w Ecografie mammarie
w Riabilitazione del pavimento pelvico
per incontinenza urinaria:
Fisioterapia domiciliare
Autorizzazione n° 41/2000 Prot. n. 41/II°/AL/an
Aut. n. 946/2002
Riceve per appuntamento Via Verdelli 2/a - CREMA
Cell. 335 8338208
www.dietistapiovanelli.com
- via civerchi 22
Per appuntamenti 331-8662592
specializzata in: disturbi d’ansia,
depressione, disturbi alimentari
età evolutiva e adulta
- Percorsi di Educazione Alimentare
- Consulenza per Regimi Vegetariani
- Conteggio Carboidrati per diabetici
Chiara Caravaggi
Crema - Via Desti n. 7
☎ 0373 259432 - 338 5028139
Riceve per appuntamento a Crema via Marazzi n. 8
Tel. 0373 84197 - Cell. 335 6564860
Figlie di S. Camillo Cremona Tel. 0372 421111
Tiziana Guadagnini
Resp. Sanitario Dr. Marco Cesarini
Specialista in Oftalmologia
Chirurgia Rifrattiva Laser ad Eccimeri per:
CENTROMEDICO
s.r.l.
MIOPIA - IPERMETROPIA
ASTIGMATISMO
Visite Oculistiche - Visite Ortottiche
SI RICEVE SU APPUNTAMENTO
da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 19.00 il sabato dalle 9.00 alle 12.00
Crema - via Capergnanica, 8/h (zona Ospedale)
Tel. 0373.200520/0373.201767 - Fax 0373.200703
E-mail: [email protected]
64166 DEL 08/10/2004
a seconda Giornata dell’arte – In cerca di gloria sarà di nuovo realtà il terzo weekend
di maggio, sempre organizzata dal Centro
Giovanile San Luigi in collaborazione con le
scuole della città, il supporto di alcuni sponsor, la partecipazione dell’associaizone Libera
(novità di questa edizione) e il patrocinio di
Comune di Crema e Provincia di Cremona.
In questi giorni sono al via gli interessanti
laboratori 2014, che confluiranno nell’evento
finale. Sette le proposte, organizzate tra Centro giovanile di via Bottesini e Sant’Agostino,
tutte seguite da esperti delle diverse discipline:
Videomaker-corti+clip e Youtube con tutor Andrea Tadioli, On stage, pillole di recitazione con
Mattia Cabrini, Writing – Scrittura creativa con
Gianfranco Laureano, Pop art – L’arte di esplorare il mondo con Rocìo Perez Vallejo, Songwriting – Come nasce una canzone con Alberto Tazzina ed Elisa Parmigiani, Foto-Fumetto… da un
altro punto di vista con Valentina Guarneri.
La versione junior della Giornata dell’arte,
dal titolo Esplorarti si terrà, invece, in tre date
(oggi sabato 18 gennaio, sabato 1° febbraio e
sabato 15 marzo), per bambini dai 7 ai 10 anni
al costo di 5 euro a incontro. Si tratta di un pri-
nche quest’anno le amiche di Donata e il gruppo Caritas della parrocchia cittadina di Castelnuovo hanno
organizzato, presso il salone dell’oratorio, il mercatino
dell’artigianato. Le volontarie lavorano tutto l’anno per
confezionare oggetti con vari materiali che vengono venduti
come idea regalo, unitamente a prodotti dell’artigianato
peruviano provenienti dalla missione di padre Giuseppe
Mizzotti. Il ricavato della vendita va a sostenere le iniziative di Acqua, pane, vita, salute… Donata, un progetto nato
per ricordare la cara Donata, in aiuto alla missione di Lima
dove lavora padre Mizzotti.
I bambini del catechismo hanno voluto dare un contributo
all’iniziativa, realizzando loro stessi degli oggetti per le
bancarelle: bigliettini d’auguri, decorazioni e creazioni in
pasta di sale, frutto della loro creatività. L’idea è nata dopo
un incontro “via Skype” con padre Mizzotti, che i bambini
hanno intervistato attraverso il computer per conoscere le
necessità delle persone che vivono in un Paese povero e i
bisogni dei più piccoli.
In un secondo momento hanno incontrato Nadia e Ivana,
volontarie amiche di Donata, che hanno illustrato i risultati
raggiunti in questi anni e i progetti realizzati, offrendo
ai bambini l’opportunità di collaborare. L’entusiasmo ha
messo in moto le energie di bambini e catechisti che si sono
subito attivati per preparare degli oggetti da vendere.
La risposta all’appello non s’è fatta attendere: le vendite
sono andate bene e la cifra raccolta è significativa. Un grazie quindi a tutte le gentili persone, non solo di Castelnuovo, che hanno contribuito al successo dell’iniziativa.
AUT. PUBBLICITÀ SANITARIA N°
L
A
LE PAROLE DEL PAPA
sul nostro sito www.ilnuovotorrazzo.it
. Nomina di 19 nuovi cardinali
. Il discorso al Corpo diplomatico
sabato 18 gennaio 2014
11
AZIONE CATTOLICA - UFFICIO FAMIGLIA
Un sol grido
per la pace
di GIAMBA LONGARI
È
stata una festa colorata,
gioiosa e densa di significati
quella andata in scena la scorsa
domenica a Crema, dove più di
250 tra ragazzi, giovani educatori e genitori, provenienti dalle
parrocchie della nostra diocesi, si
sono messi In gioco per la pace. Era
questo, infatti, il titolo della bella
giornata organizzata dall’Azione
Cattolica Ragazzi (ACR) con
la collaborazione dell’équipe
famiglia dell’AC e dell’Ufficio
Famiglia Diocesano, inserita
come da tradizione nell’ambito
del Mese della Pace: e per questo
grande dono – la pace, appunto,
che parte innanzi tutto dalle
famiglie – s’è alzato un sol grido,
che ha raggiunto e scaldato il
cuore di tutti.
La giornata è iniziata di buon
mattino, intorno alle ore 9,
con l’arrivo e l’accoglienza dei
partecipanti presso il Centro
giovanile San Luigi di via Bottesini dove, dopo un momento di
preghiera, la mattinata è entrata
nel vivo grazie alle iniziative ben
programmate e curate. Le coppie
e i genitori, suddivisi in quattro
laboratori, hanno riflettuto sul
questionario diffuso in preparazione al Sinodo dei Vescovi del
prossimo ottobre, che avrà come
tema proprio la famiglia (il titolo
è Le sfide pastorali sulla famiglia nel
contesto dell’evangelizzazione).
“Per i ragazzi, invece – spiega
Antonio Crotti, responsabile
dell’ACR diocesana – c’è stato
il grande gioco legato al tema
dell’iniziativa di carità 2014.
Bambini dai 6 ai 14 anni hanno
scoperto delle realtà di cui
prendersi cura, in particolare in
Albania e in Romania, e se ne
sono fatti carico: questo grazie
anche alla collaborazione con
la Caritas della nostra diocesi e
con l’Associazione Papa Giovanni
XXIII, il tutto in una bella rete di
realtà cattoliche che si prendono
cura del prossimo”. Anche i bimbi da 0 a 6 anni hanno potuto trascorrere al meglio la mattinata,
grazie alla presenza di animatori
ed educatori che si sono messi a
loro disposizione.
Dopo il pranzo al sacco, la
chiusura dei lavori riservati ai
genitori e un ulteriore momento
d’animazione per i ragazzi, la
festa diocesana è proseguita
con una manifestazione che ha
acceso di calore e colore le vie
dalla città: dal Centro San Luigi,
infatti, s’è formato un corteo animato che ha dato vita alla Marcia
della Pace, percorrendo a piedi il
tratto di strada fino alla basilica
di Santa Maria della Croce.
Durante il cammino – scandito
da slogan e da messaggi lanciati
attraverso cartelloni colorati – le
famiglie e gli amici dell’ACR
hanno dimostrato la loro “voglia
di pace”, contagiando con il
loro entusiasmo tutte le persone
incontrate lungo il tragitto.
Nella basilica di Santa Maria,
poi, alle ore 15 il vescovo Oscar
ha presieduto la santa Messa,
concelebrata con gli assistenti
diocesani e con alcuni assistenti
parrocchiali: don Mario Botti,
don Stefano Savoia, don Remo
Tedoldi, don Angelo Frassi,
don Emanuele Barbieri, don
Angelo Pedrini. “Oggi – ha detto
monsignor Cantoni – siamo
riuniti insieme per una duplice
ricorrenza: la Festa della Pace e il
Battesimo di Gesù”. Il Vescovo,
durante l’omelia, ha citato alcuni
passaggi dei discorsi di papa
Francesco, che invita tutti “a far
scoppiare la pace nei cuori e nelle
nostre famiglie”: per questo motivo, ha rilevato il vescovo Oscar
sempre ricordando le parole del
Santo Padre, “dobbiamo abituarci in famiglia a usare ‘per favore’,
‘grazie’ e ‘scusa’, tre parole
determinanti per l’armonia e la
pace in famiglia”.
Commentando poi il brano
del Vangelo con il Battesimo del
Signore, monsignor Cantoni ha
detto che ogni battezzato “è un
figlio amato da Dio” e che non
esiste gioia più grande del sentirsi
chiamati per nome e amati: un
amore che va poi testimoniato e
condiviso nella vita.
La festa diocesana dei ragazzi
e delle famiglie è terminata presso l’oratorio di Santa Maria della
Croce, per una buona merenda
e per il momento conclusivo.
Ognuno è quindi tornato nelle
rispettive comunità, con tanta
gioia nel cuore e con la missione
di essere costruttore di pace.
UDITO
DOMENICA SCORSA PIÙ DI 250 TRA RAGAZZI,
EDUCATORI E GENITORI HANNO
PARTECIPATO ALLA FESTA DIOCESANA:
AL MATTINO LABORATORI E GIOCHI
AL CENTRO SAN LUIGI, POI LA COLORATA
MARCIA FINO A SANTA MARIA DOVE
IL VESCOVO HA PRESIEDUTO LA MESSA
A fianco, un momento della marcia dal San Luigi verso Santa Maria.
In alto, l’arrivo in basilica e la celebrazione della Messa del Vescovo
SETTIMANA DI PREGHIERA PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI
Uniti in Cristo, nostra salvezza: stasera la veglia ecumenica alla SS. Trinità
I
nizia oggi la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani e
proseguirà fino a sabato prossimo. Il cammino per l’unità, come
noto, ha registrato nei decenni del ventesimo secolo momenti di
primavera (Concilio Vaticano II) e speranza e altri di gelo e arretramento. Nella consapevolezza da parte di tutti che molto è stato
fatto e molto resta ancora da fare nel segno della testimonianza di
quanto annunciato da Gesù Cristo, anche quest’anno si rinnova
l’invito forte a tutti di pregare per l’unità dei cristiani. Il brano che
guida e illumina la Settimana per l’unità è quello della Lettera con
cui l’apostolo Paolo parla ai Corinzi (I, 1-17).
Due sono le parti principali con cui Paolo si rivolge a noi anche
oggi. Da un lato ci ricorda la grandissima grazia ricevuta da Dio
nella persona di Gesù Cristo. “Attraverso di Lui – ci dice – vi ha
arricchito con tutti i suoi doni: tutta la predicazione e tutta la conoscenza. Il Cristo che vi ho annunziato è diventato il solido fondamento della vostra vita. Perciò non vi manca nessuno dei doni
di Dio mentre aspettate il ritorno di Gesù Cristo, nostro Signore.
Egli vi manterrà saldi fino alla fine”. Dall’altro Paolo, oggi come
allora, scorge la divisione nei cristiani e con amore ci invita a superare superflue divisioni per ritrovarci, rincontrarci, riconciliarci in
Gesù Cristo, nel suo amore che è uno in tutti. “Fratelli, in nome di
Gesù Cristo, nostro Signore – ci esorta Paolo – vi chiedo che viviate
d’accordo. Non vi siano contrasti e divisioni tra voi, ma siate uniti:
abbiate gli stessi pensieri e le stesse convinzioni”. Cristo, ci ricorda
alla fine Paolo, ha dato la vita per la nostra salvezza.
Il vescovo Mansueto Bianchi per la Chiesa cattolica, il pastore
Massimo Aquilante per le Chiese evangeliche, il metropolita Gennadios Zervos per le Chiese ortodosse sottolineano: “…Abbiamo
bisogno dell’esperienza, dell’incoraggiamento e della critica reciproca per giungere a una conoscenza più profonda di Cristo. Cristo, infatti, non viene più a farsi crocifiggere: è venuto, una volta per
tutte, per la nostra salvezza, ma tocca a noi ora prendere il posto
di Cristo sulla croce e, crocifiggendo le nostre passioni e la nostra
mentalità mondana, sacrificarci per realizzare la volontà di Dio:
che tutti siano una cosa sola (Giovanni 17, 21)”.
R
lenti a contatto apparecchi acustici
La ragione più forte per passare al digitale al 100%
Anche per loro... oggi c’è la soluzione
Apparecchi Acustici
Digitali
Da noi troverai:
Ricci Group
Vip Crema
· Informazioni e consigli sull’udito
· Prova gratuita per un mese
· Mutuabili ASL
· Controllo gratuito specialistico
· Servizio Assistenza tutti i giorni
Graziella Mazzini
1. Veglia di preghiera ecumenica, sabato 18 gennaio, parrocchia SS. Trinità - Crema, ore 21: concelebrata dal vescovo monsignor Oscar Cantoni e dal pastore Giuseppe Platone, della Chiesa
evangelica valdese di Milano.
2. Veglia di preghiera animata dal gruppo Amici di Taizé di
Crema, parrocchia di Offanengo, presso l’oratorio di San Rocco
Confessore, sabato 25 gennaio, ore 20.45: è stato invitato padre
Doru Fuciu della Chiesa ortodosso romena di Cremona.
Padre Viorel Flestea
Commissione ecumenica e per il dialogo interreligioso
Diocesi di Crema
VISTA
ione
Una grande occaesre
da non perd
RICCI METTE FINE ALLE
ACROBAZIE DEGLI OCCHI
NUOVO APPARECCHIO ACUSTICO “NERA”
Bello fuori, Sensibile dentro
Vieni a provare...
sentirai la differenza!
Secondo questa visione e riallacciandosi a quanto sottolineato
dalle Chiese cristiane canadesi che hanno preparato la preghiera di
quest’anno – la diversità di confessioni religiose, di culture e quindi
anche di doni, presente in quell’area geografica – i tre rappresentanti hanno concluso l’invito, osservando: “Sia anche questo l‘orizzonte ecumenico della nostra ricerca di unità, rafforzata dalla nostra
continua e fervida preghiera di fraternità”.
L’invito è rivolto a vivere questo momento con grande partecipazione anche nella nostra diocesi, nelle singole parrocchie e nelle
varie zone pastorali. Su proposta della Commissione ecumenica,
guidata da padre Viorel Flestea, con la collaborazione delle parrocchie ospitanti, due momenti centrali saranno celebrati oggi e sabato
prossimi. Oggi, sabato 18 gennaio, alle ore 21, in Crema, via XX
Settembre, nella chiesa della SS.Trinità, vi sarà una celebrazione
ecumenica presieduta dal nostro vescovo Oscar Cantoni e dal pastore Giuseppe Platone della Chiesa evangelica di Milano.
Sabato 25 gennaio, invece, alle ore 20,45 a Offanengo, nell’antica chiesa-oratorio di San Rocco Confessore vi sarà una veglia di
preghiera, animata dagli Amici di Taizé di Crema (l’ecumenismo
è l’anima costitutiva della Comunità fondata da Frère Roger), con
l’intervento di padre Doru Fuciu della Chiesa ortodossa romena
di Cremona.
Il Centro benessere VIDEO INFRAL, costruisce su misura i tuoi occhiali
sconto
del 50%
Sul tuo occhiale con lenti progressive,
una lente la paghi e l’altra te la regaliamo noi
VIENI A PROVARE, NON TI COSTA NULLA! SIAMO GLI UNICI A CREMA
CREMA - via Mazzini, 82 - Tel. 0373 / 257055
SERGNANO (CR) - via Giana, 3 - Tel. 0373 / 4170
CASTELLEONE (CR) - via Garibaldi, 29 - Tel. 0374 / 350969 CARAVAGGIO (BG) - P.zza Locatelli, 14 - Tel. 0363 / 350322
TRESCORE CR. (CR) - via Carioni, 15 - Tel. 0373 / 274473
12
La Chiesa
SABATO 18 GENNAIO 2014
VERSO L’ASSEMBLEA DIOCESANA - 4
DOMANI LA GIORNATA DEI MIGRANTI E RIFUGIATI
La Chiesa chiama
tutti alla preghiera
Gli stimoli che arrivano
dalla Evangelii Gaudium
PAPA FRANCESCO INVITA A LEGGERE
LE MIGRAZIONI COME UNA RISORSA
di GIANCARLO PEREGO (*)
È
di DON GABRIELE FRASSI
P
LITURGIA DEL GIORNO DEL SIGNORE
er la nostra Chiesa diocesana è ormai in dirittura d’arrivo lo
strumento di lavoro per un’approfondita riflessione a livello di
comunità parrocchiali, gruppi e aggregazioni laicali sul tema della
Iniziazione Cristiana per i nostri ragazzi e adolescenti.
Nel corso di questo cammino preparatorio all’Assemblea Diocesana – che, come si sa, verrà celebrata non più a giugno, ma nel
prossimo settembre – un evento decisamente importante è accaduto: il dono da parte di papa Francesco della Esortazione Apostolica
Evangelii Gaudium.
Ecco, allora, che mi pare significativo rilevare alcuni spunti che
ci provengono dal documento sopracitato come aiuto ulteriore per
ampliare e integrare quello che è e sarà il nostro lavoro di Chiesa di
Crema. Sono moltissimi i temi, le stimolazioni che papa Francesco
ci offre e proprio per questo, cosciente di delimitare il campo, vorrei
riferirmi in questo articolo in modo sintetico ad alcuni aspetti che
direttamente intersecano il tema della Iniziazione Cristiana e più
in generale il tema della Catechesi.
Il terzo capitolo dell’esortazione ha questo titolo alquanto significativo: L’annuncio del Vangelo. Ripercorrendo i vari numeri che lo
compongono, a un certo punto il Papa riafferma la centralità di
una catechesi Kerygmatica e mistagogica. Con il termine kerygma
papa Francesco vuole riaffermare quello che è il cuore dell’annuncio evangelico che egli racchiude in questa bellissima espressione:
“Gesù Cristo ti ama, ha dato la sua vita per salvarti, e adesso è
vivo al tuo fianco ogni giorno, per illuminarti, per rafforzarti, per
liberarti”. Il Santo Padre esorta ogni catechista a tenere sempre
presente, a ribadire continuamente questo che è il fulcro centrale
dell’annuncio evangelico! E più avanti, specificando che cosa si intende per mistagogia, papa Francesco così la descrive: “La necessaria progressività dell’esperienza formativa in cui interviene tutta
la comunità e una rinnovata valorizzazione dei segni liturgici dell’iniziazione cristiana”. La Evangelii Gaudium dal n° 160 al n° 175
ribadisce quelli che sono i passaggi fondamentali dell’esperienza
del discepolo di Gesù: accogliere l’annuncio, celebrarlo nella grazia
sacramentale, viverlo e testimoniarlo nella quotidianità della vita.
È interessante quanto papa Francesco si soffermi a rimarcare la
centralità del coinvolgimento di tutta la comunità cristiana in quello
che è il cammino nell’educare alla fede. Abbiamo ribadito spesso,
anche nel progetto diocesano di IC del 2011, la centralità di questo
aspetto, a partire dal coinvolgimento più attivo e propositivo della
famiglia e in particolar modo dei genitori, per giungere a una maggiore attenzione e coinvolgimento di tutte le realtà parrocchiali a
quello che è il percorso di fede dei nostri ragazzi e dei nostri adolescenti.
L’esortazione apostolica rimarca, inoltre, la figura di colui che
accompagna in questo cammino di fede: accenna infatti all’accompagnatore spirituale. Ho parlato più sopra del coinvolgimento di
tutta la comunità cristiana in questo “pellegrinaggio” personale alla
fede; è importante ribadire però che proprio perché l’esperienza di
fede ha il suo fulcro centrale nella relazione personale con Cristo
che porta al Padre, è vitale che ogni persona, in particolar modo i
nostri ragazzi, possano trovare nel genitore, nel catechista, nell’educatore e nel sacerdote coloro che in modalità ancor più profonda
e personale si facciano “compagni di viaggio” nella entusiasmante
avventura della fede! Per “contagio”, infatti, l’incontro personale
con il Signore che mi parla nella sua Parola e mi fa sperimentare la
dimensione del suo amore oblativo può essere partecipato all’altro
poiché “la gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù” (EG. 1).
passato un secolo da quando, nel 1914,
allo scoppio della Prima Guerra mondiale, commosso dalla drammatica situazione di
migliaia di rifugiati e profughi e di persone e
famiglie espulse dai Paesi europei tra loro belligeranti, Benedetto XV scrisse a tutti i Vescovi
italiani invitandoli a celebrare in ogni parrocchia una Giornata di preghiera e di solidarietà
per i migranti. Da allora, ogni anno, in Italia
prima e poi in tutto il mondo, questa Giornata
è diventata una tappa fondamentale del magistero della Chiesa sulle migrazioni.
Quest’anno, papa Francesco, dopo averci
sollecitato nelle prime sue due visite in Italia, a
Lampedusa e al Centro Astalli di Roma, a guardare al cammino drammatico dei migranti e
dei rifugiati, nel suo messaggio per la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato c’invita a leggere le migrazioni come una risorsa per
costruire un mondo migliore. Di fronte alla
paura e ai pregiudizi, alle crescenti discriminazioni nei confronti dei migranti, allo sfruttamento che scade in una rinnovata tratta degli
schiavi, papa Francesco invita anzitutto le nostre comunità cristiane a costruire un alfabeto
e uno stile di vita diverso, che aiuti a passare
nelle nostre città “da una cultura dello scarto
a una cultura dell’incontro”.
Lo sviluppo integrale della persona e dei popoli chiede d’impegnarsi oggi, anche in Italia,
in due direzioni. Anzitutto rafforzare e non indebolire – come sta avvenendo nel nostro Paese e in Europa – le risorse della cooperazione
internazionale, che aiutano persone e famiglie
a non lasciare il proprio Paese. Inoltre, superare situazioni vergognose in cui vengono accolti o vivono i migranti anche in Italia.
Le drammatiche morti di 366 persone, uomini, donne e bambini, nel tratto di Mediterraneo di fronte a Lampedusa come i 7 operai
cinesi arsi vivi nell’azienda tessile di Prato ci
hanno ricordato l’incapacità di avere adeguate
strutture di accoglienza in un confine d’Italia
che è anche d’Europa; ma ancor più l’inazione se non la tolleranza visti i pochissimi casi
di denuncia – 80 riscontrati nel 2012 in sole 3
Regioni italiane (70 casi in Puglia, 7 in Campania e 3 in Emilia Romagna) – rispetto alle
situazioni di sfruttamento e di lavoro nero
di migliaia d’immigrati, uomini e donne, dal
Nord al Sud del nostro Paese: nelle aziende,
nei servizi alla persona, in agricoltura, nei
porti. In questi anni il mondo dei lavoratori
immigrati in Italia è cresciuto, arrivando a
2.300.000 unità: 1 lavoratore su 10 in Italia è
un lavoratore immigrato.
La crisi economica non può giustificare
una caduta così grave della nostra democrazia nella tutela dei diritti dei lavoratori e delle
loro famiglie: in Italia i lavoratori immigrati
sotto “inquadrati” sono il 61% contro il 17%
dell’Europa; le retribuzioni dei lavoratori immigrati è inferiore a quella degli italiani del
24,2%; 100mila infortuni sul lavoro denunciati riguardano lavoratori immigrati – con una
percentuale doppia e talora tripla rispetto a
quella degli italiani – senza contare i cosiddetti
“infortuni invisibili”.
L’incapacità legislativa di far incontrare domanda e offerta di lavoro nel mondo dell’im-
migrazione, oltre a generare continuamente
irregolarità di permanenza nel nostro Paese,
alimenta naturalmente lo sfruttamento lavorativo e il lavoro nero.
Per queste ragioni, il cammino “verso un
mondo migliore”, in compagnia dei migranti,
deve essere animato da una “sete di giustizia”,
perché la storia di molte persone diventi anche
la nostra storia sociale ed ecclesiale e il Mediterraneo sia, come amava dire Giorgio La
Pira, non una barriera, un presidio, ma “una
fontana”: un luogo comune su cui costruire il
domani.
Domenica 19 gennaio, con papa Francesco,
nelle nostre parrocchie siamo invitati a una
preghiera comune e a condividere gesti di solidarietà, perché il mondo della mobilità umana
sia almeno per un giorno al centro della comunità, nello spirito evangelico e conciliare della
preferenza per i poveri.
(*) direttore generale
della Fondazione Migrantes
Per la Giornata dei migranti e dei rifugiati
di domani, domenica 19 gennaio, il relativo
materiale è stato fornito a tutte le parrocchie.
La Commissione Migrantes Diocesana,
inoltre, offre alle parrocchie e/o alle zone
pastorali la disponibilità di persone per collaborare a eventuali iniziative di conoscenza
del fenomeno migratorio e per attività d’integrazione. Per contatti scrivere a [email protected], oppure telefonare al
numero 349 7152558.
IERI LA MEMORIA DI SANT’ANTONIO ABATE
Nella chiesa di via XX Settembre a Crema la tradizionale benedizione degli animali
S
i è rinnovata ieri, venerdì 17 gennaio, la tradizione della benedizione degli animali nella festa di sant’Antonio abate, di cui s’è
celebrata la memoria. A Crema, nella chiesa di via XX Settembre
dedicata al venerato Santo, il rettore don Emilio Redondi ha presieduto la Messa alle ore 9.30 e alle ore 15: in quest’ultima celebrazione, don Emilio ha benedetto gli animali che, ogni anno sempre
più numerosi, tante persone portano: soprattutto cani e gatti, ma
ieri c’era pure un coniglio!
Il sacerdote ha chiesto a tutti di saper cogliere il significato autentico della ricorrenza: un messaggio a vivere nell’armonia del
creato, dove al centro vi sia sempre l’uomo che, secondo il progetto
di Dio, vive in pace con tutte le creature che allietano l’esistenza e
che, come gli animali domestici, spesso tengono compagnia.
I fedeli hanno quindi potuto baciare la reliquia di sant’Antonio e
ricevere la benedizione, da estendere a tutti i loro cari.
Sempre ieri, nella chiesa cittadina di sant’Antonio abate ha celebrato anche il vescovo monsignor Oscar Cantoni, che ha presieduto
la Messa delle ore 17.
ECCO COLUI CHE TOGLIE IL PECCATO DEL MONDO
Prima lettura: IS 49,3.5-6
Salmo: 39
Seconda lettura: 1COR 1,1-3
Vangelo: GV 1,29-34
In quel tempo, Giovanni, vedendo Gesù
venire verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di
Dio, colui che toglie il peccato del mondo!
Egli è colui del quale ho detto: “Dopo di me
viene un uomo che è avanti a me, perché era
prima di me”. Io non lo conoscevo, ma sono
venuto a battezzare nell’acqua, perché egli
fosse manifestato a Israele».
Giovanni testimoniò dicendo: «Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e rimanere su di lui. Io non
lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell’acqua mi disse: “Colui
sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo”.
E io ho visto e ho testimoniato che questi è il
Figlio di Dio».
G
esù è colui che toglie il peccato
del mondo! Nel Vangelo odierno
c’è l’eco del Battesimo al Giordano.
Giovanni vede Gesù e lo addita come
l’agnello che toglie il peccato del mondo. Gesù non è venuto per i “bravi” che
non hanno bisogno di salvezza, ma per
i peccatori. È davvero consolante questo messaggio per chi si sente
peccatore ed è sinceramente
dispiaciuto di non aver risposto all’Amore. La coscienza
del proprio peccato è il primo passo per un cammino di
conversione e per accogliere il
perdono, la misericordia, la sovrabbondante grazia che Gesù
è venuto a portarci.
Dopo di me viene un uomo
che è avanti a me, perché era prima di
me. Il dito di Giovanni indica Gesù.
Normalmente si è facili a sottolineare il
negativo. Giovanni, al contrario, riconosce che Gesù è prima di Lui, è il Figlio
di Dio. Riconoscere il bello e il buono
in noi, negli altri, nell’Altro e ammirare,
gioire, ringraziare è rendere paradisiaca
la quotidianità, è vivere beati, in armonia e pace coi fratelli!
E io ho visto e ho testimoniato che
questi è il Figlio di Dio. Esiste un’unica Verità: Dio manifestato pienamente
in Gesù. E l’uomo, come a “tentoni”,
cerca questa Verità, si avvicina a essa,
non già per le sue capacità, ma
perché Colui che gli ha messo
nel cuore la sete di Verità, gliela rivela. E nella misura in cui
l’uomo si conserva “fanciullo”
è nella migliore condizione
per accogliere i “segreti” del
Padre. “Aprire le porte a Cristo” e lasciarlo vedere agli altri
è la missione di ogni cristiano.
Giovanni Paolo II affermava:
“Gli uomini del nostro tempo, magari
non sempre consapevolmente, chiedono
ai credenti di oggi non solo di parlare di
Cristo, ma in un certo senso di farlo loro
vedere” (Mt 11,25-27).
Si racconta che mostrarono a un
gruppo di persone un quadro tutto
bianco con un punto nero al centro e si
chiese loro: “Cosa vedete?” Risposero
SABBIONI: DOMANI
“Lectio in coppia”
tutti indistintamente: “Un punto nero”.
Nessuno aveva visto e menzionato l’abbondante bianco che circondava il punto
nero!
Molto spesso, anche noi cristiani, ci
soffermiamo sul male che ci abita e ci
circonda e fatichiamo a vedere il germoglio che sta per fiorire, nascosto nel
cuore di ogni uomo.
Preghiera
Signore mio Dio unica mia speranza,
fa che stanco non smetta di cercarti, ma
cerchi il tuo volto sempre con ardore.
Dammi la forza di cercare, tu che ti sei
fatto incontrare e mi hai dato la speranza di sempre più incontrarti. Davanti
a te sta la mia forza e la mia debolezza: conserva quella, guarisci questa;
davanti a te sta la mia scienza e la mia
ignoranza: dove mi hai aperto, accoglimi al mio entrare, dove mi hai chiuso,
aprimi quando busso. Fa che mi ricordi
di te, che intenda te, che ami te. Amen
(Sant’Agostino, Confessioni).
Seconda domenica del Tempo ordinario (Anno A) Domenica 19 gennaio 2014
Sr A.Z.
Q
ual è la “perla preziosa” per
la nostra coppia? Quale è il tesoro nascosto per cui vale la pena
acquistare il campo? Il Signore
vuole fare un regalo alle coppie di
sposi per rendere più fruttuosa la
loro storia, guidandole con la sua
Parola.
L’iniziativa arriva dalla parrocchia dei Sabbioni: domani, domenica 19 gennaio, alle ore 17, si
terrà il primo incontro per coppie
sul tema Il Vangelo nella coppia. “A
tutti – spiegano gli organizzatori
– è offerta la possibilità di vivere
un’esperienza di riflessione sulla
Parola di Dio specifica per le coppie di sposi”.
Gli incontri del gruppo si terranno ogni cinque settimane
presso l’oratorio dei Sabbioni. In
questo cammino si sarà introdotti
e accompagnati da alcune coppie
dell’Associazione Famiglia Buona
Novella di Cremona, che già hanno
guidato alcuni incontri anche nel
Cremasco.
Chi fosse interessato contatti il
parroco sabbionese fra’ Giuseppe
Fornoni (339.4922360).
amenti
Aggiorn ni
quotidia to
ro si
sul nost rrazzo.it
uovoto
www.iln

SONCINO
sabato 18 gennaio 2014
13
CREMA
Legano la titolare
e svuotano le slot
Serra per la marijuana
nella cantina di casa
BANDITI ALL’ASSALTO DELLA
SALA GIOCHI DI VIA MAZZINI
A
ssalto nella notte tra lunedì e martedì
alla sala slot di via Mazzini (situata
all’interno degli spazi dell’ex cinema Vittoria). Una banda di malviventi incappucciati ha immobilizzato la titolare, una
ragazza cinese di 26 anni,
nel momento in cui quest’ultima stava chiudendo il locale. Dopo averla legata i rapinatori hanno fatto razzia
svuotando le slot machines.
Bottino 5mila euro.
L’assalto si è concretizzato tra le 24 e le 4.30 della
notte. Solo a quell’ora la giovane è riuscita
a liberarsi e a chiamare la Polizia. Ad agire
è stato senza dubbi un commando di professionisti. Di questo sono certi gli agenti
della squadra investigativa del Commissariato di Crema nelle cui mani, purtroppo,
n casa i Carabinieri di Soncino gli hanno trovato oltre a 86
grammi di marijuana pronta all’uso, una vera e propria serra
ad alta tecnologia nella quale erano quasi giunte a maturazione
altre nove piante dall’inconfondibile foglia. Si sono materializzati così i guai per un 36enne soncinese disoccupato deferito per
produzione e detenzione di droga a fini di spaccio.
I controlli dei militari dell’Arma sono scattati a seguito di
alcune segnalazioni che indicavano un andirivieni sospetto di
giovani dalla dimora del 36enne. I Cc hanno quindi deciso di
rompere gli indugi e hanno bussato alla porta di L.M., per una
perquisizione. Nello scantinato i Cc hanno trovato una vera e
propria serra con sofisticati impianti per la coltivazione di marijuana. In casa sono stati anche rinvenuti semi della stessa sostanza, foglie di ‘maria’ già pronte all’uso e il manuale del perfetto
coltivatore di droga.
Il tutto è stato sequestrato e l’uomo è stato deferito.
DROGA: 16enne
16enne fa arrestare pusher creditore
Ombriano: muore nella roggia
M
inacciato per mesi da chi gli aveva fornito marijuana e
hashish, un minorenne residente nell’Alto Cremasco ha
avuto il coraggio di raccontare tutto alla famiglia consentendo
ai Carabinieri di arrestare il pusher.
I fatti. Il giovanissimo avrebbe accumulato un debito di
1.500 euro per il fumo acquistato e non pagato da un marocchino 21enne residente a Vailate. Quest’ultimo, visto crescere
il suo credito, ha iniziato a intimidire il minore per avere il
denaro arrivando anche a minacciarlo di morte.
Il ragazzo si è spinto a rubare soldi in casa per cercare di
sanare il debito. Giunto alla disperazione ha raccontato tutto
ai genitori che hanno informato i Carabinieri i quali sono entrati in azione nel fine settimana facendo scattare le manette ai
polsi dello spacciatore.
T
ragico epilogo alle ricerche di Augusta Dossena, 63enne
residente in via Lodi a Ombriano scomparsa da casa dalla giornata di giovedì. Il corpo privo di vita della donna è
stato recuperato ieri nelle acque di una roggia tra Capergnanica e Ombriano.
Il figlio non l’aveva trovata
al suo risveglio, dopo averla
salutata la sera precedente,
e giovedì, poco dopo l’ora di
pranzo, aveva lanciato l’allarme. Mobilitati Polizia,
Carabinieri e Vigili del Fuoco al lavoro anche con i cani
specializzati nella ricerca dei
dispersi.
Nel primo pomeriggio di ieri, a ricerche ancora in corso,
un passante ha avvistato un corpo nel corso d’acqua che bagna le campagne cremasche a ridosso della città. Senza indugiare ha chiamato immediatamente la Polizia di Crema
giunta sul posto con una squadra di Vigili del Fuoco. Loro il
compito di recuperare il cadavere.
CREMA: furto, ‘Dal ciclista’ via 10 superbici
F
urto di super biciclette nella notte tra giovedì e venerdì a
danno del negozio ‘Dal ciclista’ di via Cadorna a Crema.
Ignoti sono entrati nel punto vendita forzando una porta che
da sul retro dell’edificio e se ne sono andati con 10 due ruote
di alto valore.
Secondo le prime stime il danno ammonterebbe a 20mila
euro. La Polizia indaga. Potrebbero tornare utili i filmati di
telecamere di videosorveglianza a disposizione.
CREMA
VIA MILANO 59 B
 0373 31430
Sono
disponibili
Linea Pro26D e Pro34: scopri il prodotto giusto
per ogni esigenza dei tuoi amici.
Da oggi anche per gatti adulti sterilizzati
e cani di piccola taglia
presso
il nostro
negozio
i nuovi
prodotti
della
l
da
oi
rv
pe
Sono un
micio di casa
sterilizzato
lia
Ita
ll’
de
www.conagit.it
chiamato il 113 e la Polizia è giunta immediatamente per i rilievi di rito e per dare
avvio alla caccia ai tre rapinatori.
La donna, nel frattempo, è stata liberata
e portata presso il pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Crema per le verifiche
sul suo stato di salute. Fortunatamente, a
parte un comprensibile stato di shock, non
le sono state riscontrate lesioni.
Pochi gli elementi nelle mani degli inquirenti. I tre rapinatori, media corporatura vestiti con abiti scuri, avevano il volto
coperto e i guanti alle mani. Non hanno
quindi, almeno apparentemente, lasciato tracce. Neppure la testimonianza della
giovane è quindi stata d’aiuto così come le
telecamere del sistema di videosorveglianza comunale questa volta pare proprio non
possano fornire spunti utili. Gli agenti al
comando del dirigente Daniel Segre stanno lavorando sul caso.
L’INCURSIONE
LUNEDÌ, DOPO
MEZZANOTTE.
BOTTINO
5MILA EURO
I
Non riesco
a masticare
le crocchette
troppo grandi...
sono rimasti pochi elementi a supporto
delle indagini.
I banditi hanno atteso l’orario di chiusura per agire. Con volto coperto da sciarpa e cappello,
guanti indosso per non lasciare impronte, i tre malavitosi hanno immobilizzato
la 26enne imbavagliandola e
legandola allo sgabello della
cassa. Quindi hanno disattivato il sistema d’allarme per
potersi dedicare con tranquillità a ognuno dei videopoker presenti nel locale.
Li hanno aperti uno ad uno svuotandoli
dell’incasso. Al termine del raid se ne sono
andati con cinquemila euro in monete e
banconote di piccolo taglio.
La titolare dello ‘Slot Village’ è riuscita a liberarsi solamente intonro alle 4. Ha
Seguici su
facebook
linea
Giuntini
CASTELLEONE: chiuso laboratorio cinese
L
avoratori senza contratto e condizioni igienico-sanitarie non
conformi. Queste le presunte irregolarità che hanno portato
alla chiusura, a Castelleone in via Coelli, di un laboratorio di
imballaggio tessuti gestito da un cinese, Z.Y., 44enne residente
in paese. Operazione condotta da Carabinieri e Asl.
Il blitz è scattato al termine di un periodo in cui l’andirivieni
dal laboratorio era stato tenuto sotto stretta osservazione. Durante l’ispezione sarebbero state accertate irregolarità in materia
di sicurezza sul lavoro e in termini igienico-sanitari. Pare che in
quell’azienda i lavoratori mangiassero e dormissero.
Una quarantina le postazioni di lavoro presenti al pian terreno
dello stabile. Quindici i dipendenti trovati all’interno della ditta,
tutti cinesi con regolare permesso di soggiorno ma, almeno al
momento del blitz, senza regolare contratto d’assunzione. Per
queste ragioni l’attività dell’azienda è stata immediatamente sospesa.
CREMA: spaccata al Bar dei fiori
S
paccata nella notte tra mercoledì e giovedì a danno del Bar
dei fiori di via Brescia a Crema. Ignoti hanno sfondato la porta d’ingresso del locale e non curanti della sirena d’allarme che
aveva iniziato a suonare hanno arraffato sigarette, gratta e vinci
e contanti per circa diecimila euro di valore. Le Forze dell’Ordine indagano.
I
N
O
I
Z
E
F
N
SI CO
dal 1 9
GRAS
59
I
D
L
SONA
0
I
T
5
30
SC
NA
SORESI
DAL
AL
FU
O
T
T
U
Pelle
o
T
i
r
I
o
p
R
m
O
-E
cceria
i
l
l
e
P
o
ment
Abbiglia per la casa
ia
Biancher
018
2
4
3
4
7
TEL. 03

CHIUSO DOMENICA MATTINA E LUNEDÌ POMERIGGIO
20x20pro_rivistasettianalescaramuccia.indd 1
17/01/14 11.20
%
APERTO
DOMENICA
POMERIGGIO
14
Necrologi
A funerali avvenuti i familiari di
SABATO 18 GENNAIO 2014
La presidenza diocesana, il Consiglio e
il settore giovani dell'Azione Cattolica
di Crema, unitamente all'associazione
parrocchiale di San Carlo sono vicini a
Cristian e alla mamma Romilde per il
ritorno al Padre del caro papà
Roberto
promettendo un ricordo nella preghiera, certi che "la vita non è tolta ma trasformata".
Crema, 16 gennaio 2014
Carla Gramignoli
ringraziano tutti coloro che hanno partecipato al loro dolore. In particolare si
ringraziano l’affezionata Tonia e tutto il
personale del reparto Alzheimer della
Fondazione Kennedy per le cure amorevoli prestate.
Crema, 13 gennaio 2014
È mancata all'affetto dei suoi cari
Partecipano al lutto:
- Camillo e Carla Lucchi
I fratelli Luciano e Giovanni e i familiari ricordano con tanta tristezza la cara
sorella
Carla
Crema, 13 gennaio 2014
Don Giorgio è vicino a Paola e Gregorio, alle nipoti, ai fratelli, alle cognate in
questo momento di dolore per la scomparsa della cara
Carla
e assicura preghiere di suffragio nella
certezza che la sua vita continua nei
cieli nuovi e nella terra nuova.
Crema, 13 gennaio 2014
A funerali avvenuti i figli Carla, Federico con Monica, Donatella con Gian
Carlo, gli affezionati nipoti Luisa, Simone con Agnese, Gianmarco, Steve
e Alessio, la sorella Maria, le cognate
ed i parenti tutti, nell’impossibilità di
farlo singolarmente, ringraziano tutti
coloro che con preghiere, offerte, scritti
e la partecipazione ai funerali, hanno
condiviso il loro dolore per la perdita
della cara
di anni 86
Porgono un particolare ringraziamento
ai medici e al personale infermieristico
del reparto Neurologia dell’Ospedale
Maggiore di Crema, al dott. Mario Guerini e al dott. Enrico Lunghi per tutte le
premurose e amorevoli cure prestate.
Crema, 14 gennaio 2014
Domenica Cavalletti
(Minighina)
ved. Bombelli
"Quello che facciamo è soltanto una goccia nell'oceano.
Ma se questa goccia non ci
fosse... all'oceano mancherebbe".
di anni 79
Ne danno il triste annuncio i figli Fabrizio con Meri, Andrea con Clara,
Gianmaria con Roberta, Emanuele con
Marzia, Mario con Paola, Paolo con
Mara e Giorgio con Elena, i cari nipoti,
la sorella, i cognati, le cognate e tutti
i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Crema, 16 gennaio 2014
Gino Rossi
Mariuccia Ronchi
e porgono sentite condoglianze.
Madignano, 16 gennaio 2014
di anni 82
Ne danno il triste annuncio i nipoti
Mode, Gianni e Brunella.
Verrà celebrata in suo ricordo una s.
messa martedì 21 gennaio alle ore 18
nella chiesa parrocchiale della SS. Trinità.
San Paolo (Brasile), 14 gennaio 2014
È mancato all'affetto dei suoi cari
È mancata all'affetto dei suoi cari
di anni 87
Ne danno il triste annuncio i figli Anna,
Renato con Consuelo ed Edoardo e tutti
i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato al
loro dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare ai medici e al personale infermieristico del reparto Nucleo A dell'Ospedale Kennedy e del Nucleo Protetto
della Casa Albergo di via Zurla per le
premurose cure prestate.
Crema, 17 gennaio 2014
Partecipano al lutto:
- Gianni Risari e famiglia
di anni 48
Gli alunni della 1a E della scuola "A.
Galmozzi" di Crema, unitamente ai
genitori, abbracciano Maikol e partecipano al dolore della sua famiglia per
la prematura scomparsa del caro papà
Moreno Venturelli
Crema, 16 gennaio 2014
Il direttore e i collaboratori tutti del
Nuovo Torrazzo e di Radio Antenna 5
sono vicini a Renato e famiglia per la
scomparsa del caro papà
È mancato all'affetto dei suoi cari
Zia Lidia, Agostino con Emanuela, Maria Luisa con Emanuela e Alessandro,
Paolo con Alessandra e Andrea sono
vicini con tanto affetto a Renato e Anna
per la scomparsa del caro papà
Francesco
Crema, 17 gennaio 2014
Franca Firmi e famiglia partecipano al
lutto di Anna, Renato e familiari per la
perdita del carissimo
Franco
Crema, 17 gennaio 2014
Ne danno il triste annuncio i figli Lorenzo, Paolo e tutti i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti con fiori, scritti
e preghiere hanno partecipato al loro
dolore.
Crema, 17 gennaio 2014
Roberto, Irma, Barbara e Beatrice piangono la scomparsa della cara
Eleonora Freri Favalli
Veglia su di noi perché ne abbiamo
bisogno. Ciao ti porteremo sempre nei
nostri cuori.
Crema, 13 gennaio 2014
L'ANFFAS di Crema ricorda la signora
2008
19 gennaio
2014
"Nessuno muore sulla terra
finché vive nel cuore di chi
resta".
Nel sesto anniversario della scomparsa
della cara
Maria Bissa
Francesca Brazzoli
Panigada
2002
16 gennaio
2014
Nel dodicesimo anniversario della
morte la moglie, i figli e i nipoti ricordano il loro caro
A sei anni dalla scomparsa del caro
papà
Emma Martina Bombelli
ved. Ruffoni
di anni 77
Ne danno il triste annuncio le figlie
Teresa con Piero e Gioconda con Lorenzo, i cari nipoti Sabina con Bruno,
Mauro, Alessandra con Fabio, Matteo, i
pronipoti Ivan e Mara, il fratello Pietro,
la sorella Lina e tutti i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti hanno partecipato al loro
dolore.
Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose cure prestate ai
medici e al personale infermieristico
della casa di Riposo Brunenghi di Castelleone.
Ripalta Cremasca, 11 gennaio 2014
Bortolo
Una s. messa sarà celebrata domenica
2 febbraio alle ore 10.30 nella parrocchia del Sacro Cuore di Crema Nuova.
Agostino Bombelli
il figlio Angelo, le figlie Angela e Giulia,
la cognata, i cognati, i nipoti e i pronipoti tutti lo ricordano con l'affetto di
sempre unitamente alla cara mamma
Nell'anniversario della scomparsa della
cara mamma
Circondata dall'affetto dei suoi cari è
mancata
Angela Barbaglio
Barbara Cortesi
i figli con le rispettive famiglie la ricordano con l'affetto e l'amore di sempre
unitamente al caro papà
a 22 anni dalla sua dipartita e al caro
fratello
Eleonora Freri Favalli
Crema, 13 gennaio 2014
di anni 89
Ne danno il triste annuncio le sorelle
Cecilia ed Emilia, i fratelli Paolo con
Teresa e Mario, i nipoti, i pronipoti e
tutti i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti hanno partecipato
al loro dolore. Esprimono un ringraziamento particolare per le premurose
cure prestate al medico curante dott.
Gianfranco Vaccari e alla signora Barbara e agli amici del Bar.
Chieve, 18 gennaio 2014
Nel ventitreesimo anniversario della
scomparsa della cara
la figlia, i generi, i nipoti e i cognati ne
rievocano la memoria con tanto amore
e tanta nostalgia.
Una s. messa sarà celebrata mercoledì 22 gennaio alle ore 18 nella chiesa
parrocchiale del Sacro Cuore di Crema
Nuova.
Gli alunni della classe di San Bernardino, nati nel '58, ricordano con tenerezza la loro cara maestra, in classe e
nella vita
Pietro Dendena
(Piero Campagnola)
"L'alba di ogni mattino ci regala il tuo ricordo e non c'è
nessun tramonto che lo possa
cancellare".
Gino Rossi
Eleonora Freri
ved. Favalli
e si stringe ai figli Paolo e Lorenzo e ai
parenti tutti con sincero affetto.
Crema, 13 gennaio 2014
assicurando preghiere di cristiano suffragio.
Crema, 17 gennaio 2014
Tua sorella con tuo cognato e i loro figli
ti ricordano sempre.
Verrà celebrata una s. messa domani,
domenica 19 gennaio presso la chiesa
parrocchiale di Zappello alle ore 11.
la figlia Roberta, Mario, Lorenzo, Alessandro e le sorelle la ricordano con
l'amore di sempre.
Una s. messa sarà celebrata oggi, sabato 18 gennaio alle ore 18 nella Basilica
di S. Maria della Croce.
Eleonora Freri Favalli
Francesco
Suor Letizia
Ogliar Badessi
Siamo vicini nel dolore a Paola, Mario,
Michela, Arianna e ai familiari tutti.
Angela e Giulio Bandirali
Luisa, Andrea, Giacomo
e Carolina Manzan
Crema, 13 gennaio 2014
Moreno Venturelli
Ne danno il triste annuncio la moglie
Emanuela, i figli Marina, Stefano e
Maikol, la mamma Lina, la suocera, il
fratello, le sorelle, la cognata, i cognati
e tutti i parenti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano di cuore quanti con fiori, scritti
e preghiere hanno partecipato al loro
dolore.
Crema, 16 gennaio 2014
Madre Maria Marelli
verrà celebrata una s. messa martedì 21
gennaio alle ore 18 nella chiesa parrocchiale di S. Giacomo Maggiore.
Ha raggiunto il Padre e la sua amata
Cristina
Circondata dall'affetto dei suoi cari è
mancata
Francesco Crotti
In occasione del compleanno della cara
Gino Rossi
Ambrogio, Mario, Alessandro, Pietro e
Giovanna Villa, insieme alle maestranze della Villa Scambiatori si uniscono
nel dolore ad Andrea per la perdita del
caro papà
di anni 93
È mancato all'affetto dei suoi cari
ANNIVERSARI • ANNIVERSARI
Giovannina (Gianna)
Panigada ved. Vailati
Martedì 14 gennaio a San Paolo (Brasile) è mancata all'affetto sei suoi cari
Ne danno il triste annuncio le figlie Rosetta, Andreina con Antonio, Brunella
con Francesco, il fratello Enrico, la cognata, i nipoti, i pronipoti e i parenti tutti.
A funerali avvenuti i familiari ringraziano quanti con fiori, scritti, preghiere e
la partecipazione al rito funebre hanno
preso parte al loro dolore.
Un particolare ringraziamento alle signore Bianca e Liviana, al medico curante dott. Coti per le amorevoli cure
prestate.
Moscazzano, 12 gennaio 2014
Circondato dall'affetto dei suoi cari è
mancato
Profondamente colpiti per la scomparsa della cara insegnante
Eleonora Freri Favalli
Debora e tutti gli alunni della Scuola
Elementare di Borgo S. Pietro presentano ai figli Lorenzo e Paolo le più sentite
condoglianze assicurando preghiere di
suffragio, ricordandola con immenso
affetto e stima.
Crema, 13 gennaio 2014
Maria Marta Avanzi
ved. Gamba
di anni 88
Ne danno il triste annuncio la sorella
Teresa, i fratelli Ernesto, Giovanni e
Mario, i cognati, le cognate, i nipoti e
tutti i parenti.
A funerali avvenuti, i familiari ringraziano di cuore quanti con fiori, scritti
e preghiere, hanno partecipato al loro
dolore.
Crema, 18 gennaio 2014
Pasquale Cantoni
Gianpietro
Crema, 20 gennaio 2014
Una s. messa in suffragio sarà celebrata
domani, domenica 19 gennaio alle ore
9.30 nella chiesa parrocchiale di Salvirola Cremasca.
sabato 18 gennaio 2014
15
CREMOSANO
Opere, tante idee
ma poche risorse
di LUCA GUERINI
I
l Piano triennale delle opere
pubbliche predisposto dall’amministrazione comunale per il
periodo 2014-2016 si compone
di alcuni importanti interventi,
nonostante il difficile periodo
economico. Tante idee e ipotesi
che sarà difficile realizzare –
soprattutto per i vincoli del
Patto di stabilità e la scarsità di
risorse – ma che il sindaco Marco
Fornaroli e i suoi collaboratori
hanno pensato per migliorare la
qualità della vita in paese.
Per l’anno appena iniziato, il
Comune vorrebbe risolvere una
volta per tutte l’annoso problema
dell’attraversamento della strada
provinciale n. 2 che taglia a metà
il paese. All’altezza della chiesetta di Santa Maria Asssunta, si
vorrebbe installare un semaforo
a chiamata: costo dell’intervento,
21.000 euro.
“La messa in sicurezza dell’attraversamento è uno dei punti
del nostro programma elettorale
e contiamo di portare a buon
fine il progetto. L’anno scorso,
la creazione di una nuova aula
alla scuola elementare ci ha fatto
dirottare lì le risorse a disposizione, impedendoci di posizionare la
colonnina semaforica”.
Negli orari di punta, l’incrocio
è sorvegliato dalla Polizia locale
e dai volontari dell’associazione
AUSER, ma con il semaforo la
sicurezza sarebbe totale.
La Giunta comunale ha in
mente anche altre opere: nuovi
loculi al cimitero (al costo di
525.000 euro), l’ampliamento
della strutture comunali per creare una zona dedicata ai servizi
(200.000 euro), la costruzione
di un nuovo campo da tenniscalcetto (160.000 euro), il tratto
nord della bretella per togliere
traffico dal centro del paese
(140.000 euro) e il trasferimento
della Biblioteca comunale.
“La scuola elementare ‘Spini’
necessita di nuovi spazi e, dunque, dovremo spostare la sala di
lettura – spiega Fornaroli –. Gli
altri interventi saranno, come
detto, di difficile attuazione per
il Patto di stabilità e la crisi del
mercato immobiliare, che porta
pochissimi introiti per il Comune
dagli oneri di urbanizzazione.
Per l’ampliamento del cimitero
abbiamo partecipato al bando
del Ministero 6.000 campanili e
speriamo in un esito positivo”.
Tra le novità di questi giorni,
anche i primi contatti con la società “Padania Acque” per la realizzazione di una Casa dell’acqua,
peraltro suggerita anche dalla
minoranza consiliare. “Abbiamo
già parlato con il presidente della
società Ercole Barbati, prendendo i primi accordi per avviare l’iter insieme ad altri due Comuni,
Casaletto Vaprio e Campagnola
Cremasca, e capire i costi e i
dettagli del progetto ”.
L’amministrazione ha individuato due siti sui quali edificare
la struttura, senza ancora aver definito il posizionamento preciso:
la “Casa” potrebbe sorgere in via
Bassa, nella zona dell’oratorio,
in una area verde già di proprietà
del Comune.
In questi giorni, poi, il Comune ha rinnovato la convenzione
con l’associaizone “Bit&Click”
di Capralba riguardante la
sala multimediale della scuola
primaria per la fornitura di PC,
server e stampanti, mentre presto
si provvederà alla convenzione in
materia di protezione civile con il
gruppo de “Lo Sparviere”, altra
funzione associata: il Consiglio
comunale è fissato per giovedì 30
gennaio e si voterà anche questo
argomento. Intanto, in settimana,
uno strano episodio ha allarmato
l’amministrazione. Una grande
nube chimica giallo-arancione è
stata avvistata in zona industriale,
creando allarme, subito rientrato.
Non ci sono stati rischi per la
popolazione e i tecnici dell’ARPA
hanno effettuato i controlli necessari; con il supporto del reparto
NCBR di Cremona e Milano e i
Vigili del fuoco di Crema l’intera
area è stata messa in sicurezza.
“Martedì, il comando provinciale
dei Vigili del Fuoco ha tenuto un
ulteriore sopralluogo, confermando il ripristino totale delle condizioni di sicurezza dei luoghi”,
afferma Fornaroli. L’azienda ha
quindi ripreso l’attività in modo
normale. Pare che due sostanze
chimiche siano venute a contatto
per un errore di stoccaggio in
un serbatoio: di lì la nube e un
intenso odore simile a quello di
un detersivo.
IL PIANO TRIENNALE DEI LAVORI PUBBLICI
PUNTA SU SEMAFORO A CHIAMATA IN
CENTRO, AMPLIAMENTO DEL CIMITERO
E INTERVENTI PER SCUOLA E BIBLIOTECA
A fianco, il municipio di Cremosano.
Sopra, il sindaco Marco Fornaroli
Offanengo: Biblioteca, un servizio pubblico d’eccellenza
L
a valutazione del funzionamento dei servizi pubblici riteniamo sia essenziale, utile per conoscerne l’efficacia, la crescita, le eventuali difficoltà o disservizi. Necessaria per sapere se il nostro “corposo” contributo
alla cosa pubblica (leggi “tasse”) venga ben impiegato. Ebbene, ogni anno,
anche a tal scopo, ma soprattutto per sottolineare l’importanza dell’attività culturale, riportiamo i dati inerenti all’attività della Biblioteca comunale
di Offanengo, una realtà, oggettivamente “fantastica”!
Ringraziamo subito la bibliotecaria Roberta Cirimbelli, che ci ha fornito i dati che attestano come nel corso del 2013 il numero dei prestiti si
sia attestato a 21.676, con un incremento complessivo dei prestiti rispetto
all’anno 2012, quando furono 19.518, di ben 2.158 unità (dunque questo
servizio funziona, e alla grande!). Gli utenti attivi nella Biblioteca, ossia
coloro che nel corso dell’anno hanno preso in prestito almeno un libro,
sono 1.355 mentre le acquisizioni (nuovi libri entrati a far parte del patrimonio bibliotecario nel 2013) ammontano a 1.000. Infine, gli iscritti al
prestito nel 2013 sono stati 1.355 di cui 849 adulti e 497 ragazzi.
Un ottimo bilancio, dunque, per l’attività 2013 di una Biblioteca dinamica e sempre propositiva. Rispetto a questo, segnaliamo, ad esempio, che
sono disponibili due e-book readers che possono essere presi in prestito
dagli utenti maggiorenni iscritti alla Biblioteca; il prestito dura 15 giorni.
Sui dispositivi sono disponibili circa 50 titoli tra novità editoriali e classici.
E, ancora, l’associazione “L’Aquilone” ha messo a disposizione nella
sede della Biblioteca quattro macchine da cucire che possono essere prese
in prestito gratuitamente per un mese.
Per quanto concerne le attività dell’assessorato alla Cultura e della
Commissione Biblioteca, il bilancio 2013 ricorda in particolare l’impegno
nei confronti delle attività di promozione alle lettura che hanno coinvolto
tutte le classi di Offanengo, dalla scuola materna fino alla terza media, per
la quali sono stati programmati incontri di lettura animata, laboratori e
incontri con gli autori.
La Commissione Biblioteca e l’assessorato alla Cultura hanno collaborato anche per la realizzazione di numerose attività culturali. Per bambini
e ragazzi sono stati organizzati incontri di cucito creativo a tema (Carnevale, Natale ecc.) e diversi laboratori. Tra questi, hanno riscosso particolare successo le attività dedicate alla creazione e alla cura di un orto e all’arte
circense. Inoltre, in occasione della Settimana Nazionale Nati per Leggere, per
la prima volta è stato realizzato un incontro di lettura animata per bambini
da 0 ai 6 anni, con una ventina di partecipanti. La buona riuscita di questa
iniziativa darà certamente vita ad altre esperienze simili nei prossimi mesi.
Al pubblico adulto sono stati proposti vari tipi di laboratori creativi. In
particolare, hanno riscosso molto successo gli incontri dedicati al “cake
design” e alle decorazioni floreali, realizzati in collaborazione con la pasticceria “La Delizia” e i fioristi Emilio Zilioli e “Due di fiori”. Sono state
La sede della Biblioteca di Offanengo
proposte anche delle serate dedicate al make-up, al cucito e al riciclo creativo.
Attenta anche all’espressività artistica, la Biblioteca ha ospitato due mostre. La prima è stata quella delle opere realizzate dagli allievi del corso
Arte per tutte le età del maestro F.M. Lodigiani, mentre la seconda, La poesia
è gioco e sogno è stata organizzata dalla Rete Bibliotecaria Cremonese e
ha proposto le tavole del colletivo di illustratrici Nie Wiem strutturare in
modo da condurre bambini e ragazzi alla scoperta della poesia.
Da ricordare anche le serate dedicate alla buona educazione dei cani e
alla dipendenza dal gioco d’azzardo nonché la tradizionale rassegna Estate
sotto le stelle, che ha previsto la proiezione di tre film. Come ogni anno, la
presenza di pubblico è stata significativa: circa 150/200 persone a sera.
E per il 2014? La Biblioteca di via Clavelli Marini ha già pensato a due
belle proposte per il mese di febbraio e marzo: l’11, 18 e 25 febbraio si
terranno tre incontri dedicati alla degustazione di vini. Le lezioni sono realizzate in collaborazione con Tania Baroni e con l’enoteca “Fuoriporta”.
Durante ciascuna delle lezioni è previsto l’assaggio nonché l’esposizione
di informazioni enologiche di tre calici.
Nel mese di marzo verrà invece organizzata una serata dedicata a té
e tisane il cui programma è ancora in fase di definizione. Per iscrizioni e
informazioni su queste attività, rivolgersi alla biblioteca (e-mail: biblioteca@
comune.offanengo.cr.it; tel. 0373-244084).
M.Z.
Onoranze Funebri
Servizio 24 ore Diurno - Notturno - Festivo
Abitazioni, Ospedali e Case di Riposo
Preventivi senza impegno
Tel.
0373 203020
Crema - Via Pascoli, 3 (zona S. Maria)
16
Necrologi
SABATO 18 GENNAIO 2014
ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI
Nel tredicesimo anniversario della
scomparsa del caro
2005
20 gennaio
2014
2000
24 gennaio
2014
2009
"Ella andò a raggiungere quelli che l'amarono e ad attendere
quelli che l'amano".
i familiari lo ricordano con immutato
affetto.
Una s. messa di suffragio sarà celebrata
oggi, sabato 18 gennaio alle ore 18 nella chiesa di Cascine Capri.
Nel settimo anniversario della scomparsa della cara
Non smettere mai di esserci vicino e dal
cielo continua a proteggerci come hai
fatto fino ad ora. Una s. messa in tuo ricordo verrà celebrata lunedì 20 gennaio
alle ore 17 nella chiesa parrocchiale di
Moscazzano.
Bruno e familiari
Moscazzano, 18 gennaio 2014
A cinque anni dalla scomparsa della cara
Carlo Cerioli
Da Roma
Vincenza Patrini
la figlia, il genero e i parenti tutti la ricordano sempre con grande affetto.
Ss. messe in memoria saranno celebrate.
Capergnanica, 24 gennaio 2014
15 gennaio
2014
Nel quinto anniversario della tua dipartita ti ricordano sempre nel loro cuore
tua moglie Tina, i figli Flavio con Annalisa, Barbara con Luigi e le tue amatissime nipoti Margherita e Francesca.
Si associano con nostalgia e affetto i
tuoi cognati e cognate di Offanengo.
Una s. messa plurintenzionale è stata
celebrata venerdì 17 gennaio nella
chiesa S. Maria Purificata di Offanengo.
1997
la famiglia la ricorda con l'amore di
sempre.
Una s. messa sarà celebrata domani,
domenica 19 gennaio alle ore 11 nella
chiesa parrocchiale di Castelnuovo.
Nel nono anniversario della scomparsa
del caro
A nove anni dalla scomparsa del caro
Nel diciannovesimo anniversario della
scomparsa del caro
i figli e i familiari tutti lo ricordano con
l'amore di sempre.
Una s. messa sarà celebrata domani,
domenica 19 gennaio alle ore 11.15
nella chiesa parrocchiale di Bagnolo
Cremasco. Accomunano nel ricordo la
cara mamma
15 gennaio
Adriana Lorena Botti
Una s. messa sarà celebrata sabato 25
gennaio alle ore 18 nella parrocchia di
Ombriano (Teatro dell'oratorio).
2014
Nel dodicesimo anniversario della
scomparsa della cara
2006
18 gennaio
2014
Nell'ottavo anniversario della scomparsa della cara
Giuseppina Luppi
in Manclossi
i fratelli Walter e Giuseppe, il cognato
Stefano, la cognata Pinuccia, lo zio Luigi, tutti i cugini, i nipoti e i parenti tutti
la ricordano con tanto affetto.
Crema, 15 gennaio 2014
2012
Nel quarto anniversario della scomparsa della cara
20 gennaio
2014
Domenico Paffuti
(Mimmo)
la moglie, i figli, le nuore, i generi, la
sorella Lina, Fausto, i nipoti, i pronipoti
e i parenti tutti lo ricordano con l'affetto
di sempre.
Un ufficio funebre di suffragio sarà celebrato.
Crema, 13 gennaio 2014
Giacomo Pandini
la moglie Angela, i figli Eleonora, Roberto e Moris, il genero, la nuora, i
fratelli, i cognati e gli adorati nipoti
Federico, Letizia, Filippo e Jacopo lo ricordano con una s. messa che verrà celebrata domenica 23 febbraio alle ore 10
nella chiesa parrocchiale di Sergnano.
2005
1995
21 gennaio
8 febbraio
2014
2014
Nell'anniversario della scomparsa della
cara mamma
Nel ventinovesimo anniversario della
scomparsa del caro
Ugo Spoldi
2002
il marito Domenico, i figli Andrea e Marianna, i parenti e gli amici tutti la ricordano con immutato affetto e nostalgia
con una s. messa che sarà celebrata
domani, domenica 19 gennaio, alle ore
10.30 nella chiesa di San Benedetto a
Crema.
i figli, i generi, i nipoti e i parenti tutti
lo ricordano con tanto affetto a quanti
lo conobbero.
Cremosano, 24 gennaio 2014
"Il vostro ricordo vive nei
nostri cuori; ogni giorno
là dove siete continuate ad
amarci".
fa nascere in tutti quanti l'hanno conosciuto, la sua sempre viva presenza,
quale fondatore e guida del Gruppo di
Preghiera Regina della Pace di Crema.
Lunedì 20 gennaio, 11° anniversario
della sua dipartita, nell'incontro settimanale delle ore 21 nella chiesa di
San Bartolomeo, verranno celebrati
in suo suffragio il S. Rosario e la s.
messa.
2014
Bianca Liliana Pagliari
Natale Riboli
Adolfo Lucini
13 gennaio
Nel diciassettesimo anniversario della
scomparsa del caro
Nel secondo anniversario della scomparsa del caro
la moglie Adele, i figli Erminio e Valeria, la nuora Rossana con la nipote
Stefania e i parenti tutti lo ricordano
sempre con affetto.
Una s. messa sarà celebrata giovedì 23
gennaio dalle ore 20 nella chiesa parrocchiale di Camisano.
"A due anni dalla tua partenza,
prosegue insieme il nostro
cammino, seppur in luoghi
diversi".
"Più passa il tempo e più ci
manca il tuo dolce sorriso a
illuminare il difficile cammino
della vita".
Elda Ghilardi
Nel trentanovesimo anniversario della
scomparsa del caro
23 gennaio 2014
Ferrante Chiodo
Nel terzo anniversario della scomparsa
della cara
il marito Gian Paolo, i figli Nicola e Marina, i fratelli, le sorelle e i parenti tutti
la ricordano con infinito amore.
Una s. messa in memoria sarà celebrata mercoledì 22 gennaio alle ore
9.30 nella chiesa parrocchiale di San
Benedetto.
Il ricordo del caro
Ciao carissima
Loredana Guindani
2011
Liliana Migliorati
in Salin
2014
"Più passa il tempo e più ci
manca il tuo dolce sorriso a
illuminare il difficile cammino
della vita".
Nel quattordicesimo anniversario della
scomparsa della cara
Francesco Marazzi
19 gennaio
Gian Maria Fusar Poli
le figlie Annalisa e Dina con Oscar e
Dylan, le sorelle, la cognata e tutti i
parenti lo ricordano con affetto e nostalgia.
Una s. messa verrà celebrata domani,
domenica 19 gennaio alle ore 11 nella
chiesa della SS. Trinità in Crema.
"Il silenzio che hai lasciato
nei nostri cuori ancora non si
colma, l'unica speranza è di
abbracciarsi quando insieme
saremo nella casa di Dio".
A quattro anni dalla scomparsa del caro
Patrizia Ferrari
De Maestri
le figlie Giulia e Irene e il marito Marcello la ricordano con immutato amore
e infinita nostalgia.
Una s. messa in suffragio sarà celebrata
domani, domenica 19 gennaio della ore
18 nella chiesa parrocchiale di Izano.
Agostino Assandri
i familiari lo ricordano con l'amore di
sempre nella s. messa che sarà celebrata domani, domenica 19 gennaio
alle ore 10.30 nella chiesa parrocchiale
di Pianengo.
2013
Angela Pasquali
ved. Barbieri
la mamma, il papà, la moglie, le figlie
Martina e Camilla lo ricordano con
sempre grande amore.
Accomunano nel ricordo l'indimenticabile
Mariuccia
Fasoli Doneda
24 gennaio
2014
"Tutto parla ancora di te ed è
bello immaginarti ancora con
noi. Ci manchi tanto!"
i familiari Maria Teresa, Angelo, Carla
e Lina con le rispettive famiglie la ricordano con amore unitamente al caro
papà
Leonardo Galmozzi
i familiari tutti lo ricordano con affetto
a quanti lo conobbero e l'ebbero caro.
Accomunano nella memoria la cara
mamma
Maria Fumagalli
ved. Pizzamiglio
Laura
e i cari figli
Luisella Fusar Poli
Giulia Facco
a due anni e mezzo dalla scomparsa.
Ombriano, 16 gennaio 2014
nel trentaduesimo della dipartita.
In loro suffragio sarà celebrata una santa messa domani, domenica 19 gennaio alle ore 18 nella chiesa parrocchiale
di Chieve.
Enrico
e
Agostina
Abbadia Cerreto, 5 gennaio 2014
Enrico Barbieri
Ss. messe in loro suffragio saranno celebrate mercoledì 22 gennaio e venerdì
7 febbraio alle ore 15 nella chiesa parrocchiale di Montodine.
Marika e Beppe con le rispettive famiglie ti ricordano con immenso affetto.
Un ufficio funebre in suffragio sarà celebrato venerdì 24 gennaio alle ore 20
presso la chiesa parrocchiale di Ripalta
Guerina. Sabato 25 gennaio alle ore
20.30 ti ricorderemo nella messa che
sarà celebrata nella chiesa parrocchiale
di S. Bartolomeo ai Morti di Crema.
Il Cremasco 17
SABATO 18 GENNAIO 2014
ROMANENGO
IZANO
“Nessuna ombra
sul nostro agire”
Alienazione ex scuola
Esposto in Procura
C
he la questione dell’alienazione dell’ex scuola elementare di via
De Brazzi da parte dell’amministrazione comunale retta dal sindaco Marco Cavalli non fosse stata digerita dal gruppo di minoranza
‘Romanengo Domani’ era chiaro. Interventi in Consiglio, volantinaggio e una presa di posizione precisa. In pochi, forse, si sarebbero
aspettati, però, che i consiglieri d’opposizione Marco Pozzi, Attilio
Polla, Ada Schiavini, Raffaele Salvi potessero andare oltre. I quattro
rappresentanti della minoranza hanno presentato giovedì mattina un
esposto alla Corte dei Conti della Procura Regionale con la richiesta
di far luce sulla vicenda che secondo i firmatari avrebbe portato a un
danno erariale.
Dopo aver ricostruito i fatti che hanno portato alla vendita dell’immobile abbandonato da tempo e aver indicato oltre al prezzo di alienazione (408mila euro) anche il valore stimato nel 2011 dall’Agenzia
delle Entrate (580mila euro), i consiglieri indicano quelle che a loro
dire sono state pesanti irregolarità nella condotta tenuta dall’amministrazione comunale: “Violazione del termine di pubblicazione dell’autorizzazione alla stipula dell’atto pubblico; reiterate dichiarazioni di
urgenza nelle delibere al fine di derogare ai termini previsti dal Regolamento comunale omettendo di indicare i motivi di urgenza, peraltro
inesistenti; vendita del bene immobile a trattativa privata e solo successivamente a una sola seduta di asta priva di offerte avvenuta il 21
ottobre 2013; trattativa privata iniziata ancor prima dell’espletamento
dell’asta e completata in data 22 novembre 2013; prezzo della vendita
determinato in € 408.000 in luogo di € 580.000”.
Queste le motivazioni che si leggono nell’esposto in chiusura del
quale i rappresentanti della minoranza aggiungono: “Evidente è il
danno alla collettività prodotto dalla condotta dei soggetti responsabili i quali hanno ingiustificatamente ridotto il prezzo da 580.000,00 a
408.00000, hanno omesso ingiustificatamente lo svolgimento di una
seconda asta e in spregio delle richieste anche scritte e protocollate di
annullamento di atti e procedure hanno alienato il bene che rappresenta una perdita per la collettività”.
Sul tema più volte il sindaco Cavalli si era espresso ripercorrendo gli
step che hanno portato alla vendita dell’ex scuola al Fondo provinciale Eridano, non ultima l’asta che andò deserta.
Ora sarà la Corte di Conti a doversi esprimere.
LUCA GIAMBELLI DICE ‘NO’
ALLA CULTURA DEL SOSPETTO
di SILVIA BISSA
D
opo aver letto ‘Il Nuovo Torrazzo’ di
sabato scorso e avere ricevuto alcune
telefonate di solidarietà da parte di alcuni
concittadini, Luca Giambelli, il sindaco di
Izano, sentitosi chiamato in
causa dal ‘J’accuse’ della minoranza, ha deciso di prendere carta e penna e scrivere ai
suoi concittadini. “Ma non
per rispondere alle accuse del
capogruppo di ‘Insieme per
Izano’ – ha specificato – lungi
da me continuare nella polemica, bensì semplicemente
per far comprendere a tutti i
miei concittadini le ragioni
delle mie scelte nell’ambito
dell’amministrazione. Innanzitutto voglio sgombrare il
campo dall’idea di essere già in campagna
elettorale, soprattutto in questo momento di
grande difficoltà economica, politica e amministrativa. Il mio operato non ha alcuna
attinenza rispetto a una mia possibile ricandidatura nel 2016”.
Giambelli ha sottolineato che già nelle
passate elezioni la candidatura non era certo
tra le sue primarie ambizioni “Ho semplicemente sentito il bisogno di impegnarmi in
prima persona per la mia comunità, in quanto cattolico praticante, da tempo impegnato
a livello sociale, a difesa della
famiglia, con tutti i suoi valori,
il lavoro e la cultura. Inoltre in
questi anni, chiunque ha voluto interloquire con me mi ha
sempre trovato molto disponibile”.
Ribattendo invece alle accuse della minoranza Giambelli
ha fatto presente la necessità di
superare l’atteggiamento “sospettoso che traspare da alcuni
comportamenti”.
“Avrei preferito che la minoranza fornisse il suo apporto in
modo disinteressato e teso all’assunzione di
scelte più condivise – ha detto –; sono sicuro
che anche nel gruppo di ‘Insieme per Izano’
ci siano competenze che potrebbero essere
utilizzate in modo più costruttivo per la comunità, di quanto sia avvenuto fino a oggi. Io
“OPERIAMO
SOLO PER IL
BENE DEL PAESE,
APERTI
AI CONTRIBUTI
ANCHE DELLA
MINORANZA”
IZANO
sono sempre pronto ad accogliere proposte,
purché appaiano serie e fattibili sotto il profilo della realizzabilità. Ritengo quindi che,
soprattutto con la situazione di crisi in cui
versa oggi l’intera nazione, l’impegno di noi
amministratori, maggioranza e minoranza,
debba essere sempre costruttivo e mai teso
alla demolizione dell’avversario, per essere
davvero un buon esempio per tutti i cittadini.
Il mio auspicio è che anche a Izano si
possa contribuire e superare l’idea di una
politica ‘urlata’, la cultura del sospetto e la
convinzione che chi decide di mettersi al servizio degli altri, lo faccia solo con un secondo fine”.
Il sindaco ha concluso precisando che
l’unico obiettivo perseguito dalla sua amministrazione, dall’insediamento a oggi, è
sempre stato quello di servire il paese per fare
in modo che, anche se piccolo, Izano si distinguesse sempre come una fiorente e vivace
comunità, con l’obiettivo per renderla sempre
più accogliente. “E potete stare certi che anche in futuro continuerò a farlo con la stessa
tenacia, determinazione e convinzione, fino
alla fine del mandato ricevuto dai miei concittadini”.
di LUCA GUERINI
Tutti a tavola
come in Valtellina
S
i mangiano i pizzoccheri a Izano. Sabato prossimo 25 gennaio, alle ore 19.30, chiunque volesse potrà partecipare
alla ‘Cena Valtellinese’. Organizzata dall’associazione ‘A.S.D
Overlimits’ in collaborazione l’associazione Acli di Sondrio e
con il patrocinio del Comune di Izano, è una proposta ad alto
tasso di golosità.
Presso la scuola elementare del paese, in piazza Giovanni
XXIII, i commensali potranno gustare il meglio dei piatti tipici valtellinesi, come i segalini, i sostanziosi pizzoccheri preparati con cura da mani esperte, la bresaola e altri formaggi
tipici, succose mele, il dolce tipico valtellinese e il vino ‘Rubino’. Il tutto allo speciale prezzo di 20 € da versare al momento
della prenotazione.
Per informazioni telefonare a Dario, al 333.3235297 o a Nicola al 349.0556725.
Così dopo i prodotti tipici del Conero, già sbarcati a Izano
attraverso la stretta collaborazione avviata dal Comune con
la verde terra di riviera che si affaccia sul basso Adriatico,
finestra aperta sulle specialità gastronomiche dell’Alta Lombardia.
Silvia Bissa
A
nche per il 2014, il gruppo
consiliare Condividere per
migliorarci guidato da Luciano
Costi intende essere propositivo.
“In queste prime settimane ci
siamo mossi per avanzare diverse proposte. Tra queste, abbiamo pensato di proporre la Casa
dell’acqua: un’opera che è già
stata realizzata in diversi paesi
a noi vicini e personalmente ho
raccolto pareri favorevoli di chi
ne fa uso. So che il sindaco se ne
sta interessando… spero abbia
modo di trovare al più presto un
luogo dove poterla realizzare”,
afferma il capogruppo dell’opposizione.
Secondo lui e i consiglieri Luciano Sabbioni e Leonardo Rizzo, diversi sarebbero i vantaggi, a
partire da un minor consumo di
bottiglie di plastica (quindi meno
rifiuti) e da una buona qualità
dell’acqua, con maggior risparmio.
La seconda proposta è quella
di utilizzare una parte dei soldi
derivanti dall’aumento dell’aliquota sulle aziende, seconde case
e terreni agricoli non strumentali, per finanziare “progetti lavoro” (voucher) da affidare ai citta-
Tib
CREMOSANO
Gruppo di minoranza,
proposte costruttive
CASA DELL’ACQUA,
PROGETTI LAVORO,
PASTI PER ANZIANI
E SICUREZZA
FRA I TEMI
PRESI IN ESAME
dini che vivono in una situazione
economica difficile o che hanno
perso il posto di lavoro.
“A nostro giudizio, è un’iniziativa importante e fattibile.
Consisterebbe nell’individuare
dei lavori da realizzare nel nostro
territorio e affidarli a coloro che
presentano una situazione economica grave dovuta a perdita di
lavoro o altro; i criteri d’accesso
a tale possibilità si discuteranno
poi, quando verrà, e se verrà, organizzato il tutto”.
Tra l’altro, sull’aumento dell’aliquota in Consiglio comunale la
minoranza aveva votato contro
“perché non ci sembrava il caso
di aumentarla proprio adesso che
le aziende stanno soffrendo la
crisi economica. Pensiamo che il
Comune possa fare di più per ridurre i costi dell’amministrazione. Dato l’aumento, sfruttiamo
almeno una parte di questi soldi
per aiutare chi è nella necessità”.
La terza proposta è la distribuzione di pasti caldi a tutti coloro
(sopratutto ad anziani soli) che
ne hanno la necessità. “Ci sembra una buona idea, soprattutto
in questo periodo invernale –
spiega Costi –. Già un commerciante del nostro paese ha dato la
sua disponibilità per preparare i
pasti. Ne ho parlato all’assistente sociale… speriamo che presto
l’amministrazione organizzi al
meglio questo servizio”.
Inoltre, in questi giorni la minoranza di Condividere per migliorarci sta mettendo a punto il
proprio programma in materia di
sicurezza e ha altro da proporre
all’amministrazione capeggiata
da Marco Fornaroli. Sono le voci
di quei cittadini che hanno condiviso le loro perplessità e le loro
esigenze.
“Tra Consigli comunali e articoli vari di giornale, sentiamo
tanti bei propositi, ma quest’anno staremo molto attenti che non
rimangano solo parole. Colgo
l’occasione per ringraziare tutti
i volontari che durante questo
periodo di feste si sono adoperati
per organizzare attività a favore
di anziani e non, in modo particolare ringrazio l’AUSER, che rimane una realtà significativa per
il nostro paese”, il pensiero finale
del capogruppo Costi.
#enjoyseat
Nuova Leon ST
Per quelli che vedono
sempre il bagagliaio
mezzo pieno.
CONCESSIONARIA ESCLUSIVA
MADIGNANO
ENJOYNEERING
Nuova Leon ST a 220€ al mese, TASSO ZERO e TAEG ZERO.
Scopri i vantaggi della formula SEAT Zero Pensieri su seat-italia.it.
FARI FULL LED
BAGAGLIAIO DA 587 LITRI ESPANDIBILI FINO A 1470 LITRI
SISTEMA MULTIMEDIALE
TOUCHSCREEN CON NAVIGATORE
Vieni a provarla il 18 e il 19 gennaio.
SEGUICI SU:
SE AT- ITA LIA .IT
Esempio finanziamento: SEAT LEON ST REFERENCE 1.2 TSI 86 CV, prezzo chiavi in mano IPT esclusa € 18.780 Anticipo € 7.047. Finanziamento € 13.100 (capitale finanziato comprensivo di pacchetto di manutenzione ordinaria 4 anni/80.000 Km, valore di € 983,00 e estensione di garanzia 2 anni/80.000 km, valore di € 384,00- in caso di adesione)
in 60 rate da € 218,33 (rata comprensiva di € 16,38 relativi al pacchetto manutenzione e € 6,40 relativi all’estensione di garanzia di cui sopra). 4 anni di assicurazione Incendio e furto (pacchetto First Trip) in omaggio. Interessi € 0,00. TAN 0,00% fisso, TAEG 0,00%. Importo totale credito € 13.100,00. Spese istruttoria pratica € 0,00; spese di
incasso rata € 0,00; costo comunicazioni periodiche € 0,00; imposta di bollo/sostitutiva € 0,00 (assolta da SEAT Financial Ser vices). Importo totale dovuto dal richiedente € 13.100. Informazioni europee di base/Fogli informativi, condizioni assicurative e condizioni ser vizio manutenzione disponibili presso le Concessionarie SEAT. Gli importi
fin qui riportati sono IVA inclusa ove applicabile. Salvo approvazione SEAT Financial Ser vices. Offerta valida sino al 19/01/2014. Consumo di carburante urbano/extraurbano/combinato l/100km: 6,5/4,4/5,2; emissione di CO 2 g/km: 119 (dai riferiti alla versione 1.2 TSI Reference 86 CV). L’immagine è puramente indicativa. N° verde: 800-100-300.
Via Oriolo, 41
Tel. 0373 65.82.83
CREMONA
Via Dante, 78
Tel. 0372 46.30.00
www.carulli.com
18
Il Cremasco
SABATO 18 GENNAIO 2014
ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI • ANNIVERSARI
"Voglio cantare al Signore finché ho vita, cantare al mio Dio
finché esisto.
A Lui sia gradito il mio canto;
la mia gioia è nel Signore!"
(Salmo, 103)
2000
2014
Nel decimo anniversario della scomparsa del caro
Gabriella con la famiglia ricorda la
mamma
Giuseppe Comelli
I familiari tutti lo ricordano con immutato affetto.
Una s. messa di suffragio sarà celebrata
oggi, sabato 18 gennaio alle ore 18.30
nella chiesa di San Benedetto in Crema.
don Giovanni Folcini
Sergio Guercilena
i familiari lo ricordano con immutato
affetto.
Una s. messa in suffragio sarà celebrata
domani, domenica 19 gennaio alle ore
11 nella chiesa parrocchiale di Capergnanica.
Nel primo anniversario della scomparsa della cara mamma
"Ogni giorno c'è per te un
pensiero e una preghiera".
Nel quattordicesimo anniversario della
scomparsa del caro papà
Rina Freri Piloni
venerdì 24 gennaio con una s. messa a
San Benedetto alle ore 9.30.
1990
20 gennaio
2014
Nell'anniversario della scomparsa del
caro
Nel secondo anniversario della scomparsa del caro
Luciana Cerioli
in Bergamaschini
Giulio Cristiani
e nel giorno del compleanno della cara
moglie Laura Piloni i familiari li ricordano a quanti li hanno amati con una s.
messa domani, domenica 19 gennaio
alle ore 11 nella chiesa parrocchiale di
Ripalta Nuova.
2004
14 gennaio
il figlio Alberto, la figlia Loredana, la
nuora, il genero, i nipoti e la sorella la
ricordano sempre con grande amore.
Una s. messa sarà celebrata oggi, sabato 18 gennaio alle ore 18 nella chiesa
parrocchiale di San Giacomo.
2007
Angelo Brignoli
il figlio lo ricorda sempre con grande
affetto.
Un ufficio di suffragio sarà celebrato
giovedì 23 gennaio alle ore 20 nella
chiesa parrocchiale di Casale Cremasco.
2014
"Non è vero che il tempo attenua il dolore. Il tempo ci rende solo certi della tua costante
presenza accanto a noi".
"Vorrei venire da te lassù...
per dirti che mi manchi... che
ti penso sempre... e che non
c'è istante che non senta la tua
mancanza".
2014
A 10 anni dalla scomparsa del caro
Comune, “rivoluzione”
informatica in arrivo
24 gennaio 2014
"Da due anni con le spalle
scoperte continuo a vivere
con la saggezza e il saper vivere che trasmettevi".
In occasione del primo anniversario
della scomparsa di
la comunità parrocchiale di Madignano
lo ricorda con tanto affetto e riconoscenza celebrando una s. messa martedì 21 gennaio alle ore 20.30 nella chiesa parrocchiale di San Pietro in Vincoli.
SPINO D’ADDA
Gianni Giroletti
la moglie e i figli con le rispettive famiglie, le sorelle, i cognati, i nipoti e
i parenti tutti lo ricordano con affetto.
Una s. messa sarà celebrata lunedì 20
gennaio alle ore 18 nella chiesa di Castelnuovo.
1987
23 gennaio
2014
“U
n Nuovo Sistema Informatico per un Comune che guarda
avanti. Forse entro il 2014 sarà possibile vedere un Consiglio comunale in diretta streaming via web, comodamente da casa.
Con la speranza che la politica e l’impegno per la nostra comunità
possano coinvolgere”. Firmato: Paolo Riccaboni e Luca Rossini,
rispettivamente sindaco e neo assessore alla Sostenibilità e all’Innovazione del Comune di Spino d’Adda.
Il Sistema Informatico Comunale “è obsoleto: un grande miscuglio
di vecchissimi computer collegati fra loro da una rete dati realizzata
‘a pezzi’, senza alcuna logica di riferimento, su cui operano softwares
di gestione non comunicanti tra loro (come a dire, ogni ufficio fa per
sé), senza adeguate garanzie sulla sicurezza del salvataggio dei dati.
Il tutto associato a rilevanti costi di manutenzione annua per guasti e
rotture. Sostanzialmente, un sistema su cui mai è stata adottata alcuna strategia di investimento, inadeguato a rispondere alle esigenze di
servizio dei cittadini di oggi e, soprattutto, di domani”.
La scelta dell’amministrazione comunale “è stata quella di ripartire da capo e progettare finalmente un Sistema moderno, con
un’idea e un obiettivo: rendere più efficiente la gestione dei dati del
nostro Comune e offrire nuovi servizi ai cittadini”.
In concreto, verrà realizzata “una nuova rete dati di collegamento dei PC: infrastruttura fondamentale affinché tutto possa ben funzionare. Un nuovo sistema di gestione centralizzato: i dati verranno
immagazzinati in appositi data center, remoto rispetto al Comune
per garantirne massima sicurezza e integrità degli stessi”.
È previsto un “software gestionale unico per tutti gli uffici: ogni
informazione non sarà fine a se stessa, ma inserita in un Sistema
informativo unico. Ciò permetterà di offrire vari servizi”.
Tra gli obiettivi da centrare, “la migliore operatività degli uffici
del nostro Comune, spesso rallentati (se non bloccati) da malfunzionamenti di ogni genere, ma soprattutto la possibilità di offrire
nuovi servizi. Una volta a regime, ci proporremo di offrire al cittadino un portale personale tramite il quale poter richiedere, ad
esempio, autocertificazioni, verificare dati anagrafici o catastali,
poter pagare con carte di credito le somme dovute all’Ente senza
recarsi in Posta, verificare lo stato di una pratica edilizia e molto
altro ancora”.
L’assessore Rossini puntualizza: “Ciò che stiamo facendo non
rappresenta nulla di eccezionale: è solo un requisito fondamentale
e basilare per stare al passo con il futuro. E noi ci crediamo, lo
facciamo” e sottolinea che si tratta di “un’opera di sostanza. Pur
onerosa, non viene realizzata, come molto spesso accade, a scopi
propagandistici, ma con l’idea di fare qualcosa di utile e di necessario, sebbene forse non tutti potranno capirne la portata e l’importanza. Siamo certi, tuttavia, che il futuro confermerà le nostre
buone intenzioni”.
El
CALCIO A CINQUE
Videoton, i cremaschi
rilanciano la sfida!
"Perché il ricordo rimanga
vivo nella memoria di chi lo
conobbe e ne apprezzò l'animo generoso e buono".
Sei e sarai sempre nei nostri cuori
Nell'anniversario della scomparsa del
caro
Antonio Spinelli
Eugenio
Forcati
Lodovica Basso Ricci
in Moroni
il fratello, la cognata e i nipoti lo ricordano con l'affetto di sempre.
Una s. messa in sua memoria sarà celebrata domani, domenica 19 gennaio
alle ore 11 nella chiesa parrocchiale di
Pieranica.
Il marito Mario, i figli Gabriele con Raffaella, Antonio e le tue nipoti Daniela e
Aurora, ti ricordano con una santa messa che verrà celebrata domani, domenica 19 gennaio alle ore 10 nella chiesa
parrocchiale di Bolzone.
Nel ventinovesimo anniversario con
profondo rimpianto lo ricordano la moglie Antonietta, le figlie Fiorenza, Rosa
con Stefano, le adorate nipoti Tanya
con Andrea e la piccola Emma, Alice,
i parenti e gli amici.
Sarà celebrata una s. messa di suffragio nella chiesa parrocchiale di San
Bernardino.
Crema, 19 gennaio 2014
2013
16 gennaio
Vittorio Giroletti
la moglie, i figli, i nipoti, i parenti tutti e
gli amici lo ricordano con tanto affetto.
Sergnano, 23 gennaio 2014
2014
Nel primo anniversario della morte della cara
2000
2014
Da quattordici anni ci ha lasciati il nostro caro
Marmi e graniti per edilizia
ed arte funeraria
Si eseguono sopralluoghi
e preventivi gratuiti
sabato mattina
aperto
CREMA - V. De Chirico, 8 (Zona P.I.P.)
☎ (0373) 20 43 39
Lucia Cecilia Carioni
ved. Cazzulli
la figlia Maria Teresa con Gian Battista,
le nipoti Giuditta e Ilaria la ricordano
con affetto e nostalgia, uniscono nel
ricordo il caro papà
Innocente Cazzulli
nel 36mo anniversario della sua morte.
Una santa messa in loro memoria sarà
celebrata domenica 19 gennaio alle ore
10.30 nella chiesa parrocchiale di San
Pietro.
Alfredo
Baldacci Martinengo
le figlie Daniela e Francesca con Maurizio, gli affezionati nipoti Angelo e Giorgia lo ricordano con immutato affetto e
infinita nostalgia.
Una Santa Messa in suffragio sarà celebrata lunedì 20 gennaio, alle ore 18,
nella Chiesa Parrocchiale del Sacro
Cuore di Crema Nuova.
Crema, gennaio 2014
I
l Videoton Crema torna da Renate con tre punti pesanti che lo rilanciano al terzo posto, a un passo dal Pavia, seconda forza del
Campionato. In casa dei monzesi neppure la capolista Bergamo e
l’ambizioso Pavia sono riuscite a salvare le ossa in questa stagione;
sul piccolo campo di casa, i ragazzi di Matteo Vergani stanno infatti cercando di costruire la loro permanenza nella massima serie
regionale e l’ennesima vittima predestinata sembrava essere proprio
il Videoton Crema.
Sì, perché se il tabellino segna la vittoria per 6 a 5 dei rossoblù, nel
primo tempo questi sembrava presagire tutt’altro epilogo, fermo sul 3
a 1 per i padroni di casa.
I cremaschi in realtà sono sempre in partita, sin dal primo minuto
di gioco, ma Paolo Mosca e compagni fanno valere tutto il loro cinismo e opportunismo andando a segno 3 volte in 4 tentativi nei primi
venti minuti, preferendo per lo più conclusioni dalla distanza.
A tenere in gioco un comunque dinamico Videoton è il redivivo
De Freitas che si rivelerà in seguito il gran mattatore della fredda
serata brianzola. Nella ripresa infatti i cremaschi tolgono la maschera
e buttano il cuore oltre l’ostacolo. A suonare la carica è Santabarbara
ma la Renatese allunga di nuovo. Poi è uno scatenato Pagano, con
una rete spettacolare in velocità, a riaprire i conti e una manciata di
minuti dopo a riacciuffare di forza i monzesi.
Il clima nel piccolo palazzetto di Renate si fa incandescente ed
entrambe le squadre commettono i rispettivi 5 falli rendendo lo spettacolo da lì in avanti entusiasmante. Le difese, per forza di cose, si
aprono e l’inerzia del match cambia grazie a De Freitas: in un giro di
lancetta il brasiliano scarica dalla distanza il gol del primo vantaggio
cremasco e poi allunga per i rossoblù scappando in contropiede.
La Renatese non ci sta e trova il quinto gol trasfromando un tiro
libero ma sarà l’ultima conclusione nello specchio della porta difesa da Sardi. Il triplice fischio suona come una liberazione mentre le
coronarie di patron Severgnini, presente in tribuna, reclamano una
vacanza premio per l’immenso sforzo patito!
a
d
n
Age
SABATO 18 GENNAIO 2014
CONCESSIONARIA
Auto Futura - Cassini
UNICA
CONCESSIONARIA
UFFICIALE DEL CREMASCO
www.cassiniauto.it
Inserto di informazioni
per usare la città e il circondario
SABATO 18
SABBIONI
MOSTRA PRESEPE
In via Rossi Martini Grande Presepe della civiltà contadina. Apertura tutti i
giorni ore 9-12 e 14-22. Esposizione visitabile fino al 28 gennaio.
CREMA
MOSTRA
Presso la sede della Fondazione Manziana mostra La fisica. Esposizione
sulla strumentazione antica della Fisica classica... Mostra visitabile fino al
16 maggio il sabato dalle 8,30 alle 12,30. Per le scuole ogni giorno su prenotazione. Scaricare il modulo dal sito: www.fondazionemanziana.it e inviarlo poi a: [email protected] o via fax allo 0373.80530.
CASTELLEONE
MOSTRA
Presso l’Ufficio del Turismo in via Roma 58 mostra di Giovanni Cappellini La Biro. Esposizione visitabile fino al 31 gennaio dal martedì alla
domenica dalle ore 9,30 alle 12, venerdì e sabato dalle 15 alle 19. Ingresso
libero.
ORE 10
CREMONA
MOSTRA
Fino a domenica 16 febbraio, da martedì a domenica ore 10-17, presso
il Museo della Storia naturale in via Ugolani Dati 4, mostra scientifica
interattiva tra storia e tecnologia organizzata dalle classi quinte del liceo
scientifico Aselli. Ingresso libero e gratuito.
ORE 15,30
BAGNOLO CREMASCO
MOSTRA
Presso il Centro culturale di piazza Roma, in occasione del Giorno della memoria che sarà ricordato il 27 gennaio, Mostra Binario 21. Esposizione
visitabile oggi dalle 15,30 alle 17,30 e domani, domenica 19 dalle ore 10
alle 12 e dalle 15,30 alle 17,30.
ORE 16
CREMA
INCONTRO
Al Museo civico per “Il sabato del Museo” serata sul tema Gli Austriaci a
Crema. Dalla 1° alla 4° Guerra d’indipendenza (1848-1915). Iniziativa a cura de
l’Araldo e del Touring club italiano. Relatori: Cristiano Crotti, Gianattilio
Puerari, Stefano Rizzetti, Mario Cassi.
ORE 18
CREMA
S. MESSA
ORE 21
CREMA
CONCERTO
Presso la chiesa parrocchiale di S. Giacomo una S. Messa celebrata
dal vescovo Oscar Cantoni in occasione del decennale dell’Associazione cremasca cure palliative “Alfio Privitera”. Tutta la cittadinanza è
invitata.
All’Istituto musicale Folcioni di via Verdelli concerto di beneficenza pro Avsi.
ORE 21
CAPERGNANICA
MUSICAL
ORE 21
SORESINA
BALLETTO
Al teatro S. Giovanni Bosco commedia musicale La rivincita delle ex, famose hit di Madonna in italiano. Spettacolo proposto da I
Guitti di Quintano.
Al Teatro sociale Lucifero con il Balletto di Siena. Ingresso platea/palchi € 20-18, loggione € 12. Per informazioni 0374.350944, 348.6566386,
www.teatrodelviale.it.
ORE 21
OFFANENGO
CONCERTO
Presso la Biblioteca comunale, Cristiano Vailati quartet in concerto,
Classici del jazz. Sabrina Sparti, Daniele Petrosillo, Cristiano Vailati e Gabriele Orsi. Ingresso libero.
ORE 8
CREMA
OFFANENGO
Lectio in coppia
Domani, domenica 19 gennaio alle ore 17 primo incontro per
coppie sul tema Il Vangelo nella coppia. Incontro di gruppo per vivere
un’esperienza di riflessione sulla
Parola di Dio specifica per le coppie di sposi. Questo sarà il primo di
una serie di incontri che si terranno
una volta ogni cinque settimane
presso l’oratorio dei Sabbioni. Per
informazioni contattare fra’ Giuseppe 339.4922360.
Messa per bambini 0-6 anni
Domenica 19 alle ore 16
presso la parrocchia dei Sabbioni s.
Messa per bambini da 0 a 6 anni.
Canti, gesti e un foglietto interattivo, preparato dal Gruppo Famiglia
della parrocchia aiuteranno i bambini a vivere al meglio l’incontro
con Gesù. L’invito è esteso a tutta
la Diocesi. Per informazioni chiamare fra’ Giuseppe 339.4922360.
ROMANENGO
ORE 16
PARROCCHIA CREMA NUOVA
Monaco, Praga, Linz...
La parrocchia del Sacro
Cuore organizza una gita a Monaco, Praga, Linz e Innsbruck
SPETTACOLO
ORZINUOVI
ORE 16
OFFANENGO
MUSICAL
All’oratorio don Bosco la compagnia teatrale “Caino e Abele” presenta La bella e la bestia, musical. Ingresso ridotto € 5 fino ai 18 anni, intero € 8. Prenotazioni 328.2936029 Chiara, informazioni 349.2845913.
ORE 16,30
CREMA
CONCERTO
Nella sala Pietro da Cemmo del Museo civico concerto cameristico a
cura dell’Ensemble Accademia Armonica. Pianoforte: Simone Bolzoni.
Ingresso libero. Iniziativa offerta alla Città di Crema dalla Commissione
culturale ripaltese.
LUNEDÌ 20
ORE 20,45
CREMA
CAFFÈ LETTERARIO
Al teatro S. Domenico in piazza Trento e Trieste presentazione del romanzo I sussurri dell’anima di Enrico Popolo. Intervista a cura di Cristina
Marinoni. Accompagnamento musicale di Massimiliano Difino pianoforte e Giovanni Carpani tenore de “La Scala” di Milano. Ingresso libero.
MARTEDÌ 21
ORE 16,30
CAPRALBA
FIABE
In Biblioteca Fiabe a merenda. Storie, fiabe e filastrocche raccontate
da Manuela Vairani. Incontro rivolto ai bambini dai 3 ai 6 anni. Partecipazione gratuita. Iscrizioni entro sabato 18 gennaio tel. 0373.452127.
CREMA
VIA MATTEOTTI, 17
TEL. 0373.256233
SEMPRE APERTO
ORARIO CONTINUATO 8.30 - 19.30
dal lunedì al sabato
OFFANENGO
CENTRO NATATORIO CREMA
Terra Santa e Giordania
Oggi, sabato 18 gennaio
aprono le iscrizioni al 3° corso di
nuoto e fitness acquatico 20132014. Le lezioni avranno inizio
lunedì 20 gennaio e termineranno
il 15 marzo. Iscrizioni presso la
cassa centrale del Centro natatorio
oggi dalle ore 9 alle 12 e dalle 14,30
alle 18,30. Quanti non avessero
frequentato i corsi di nuoto negli
ultimi due anni dovranno sostenere una prova di acquaticità prima
dell’iscrizione. La prova può essere
sostenuta durante gli orari di apertura al pubblico ed è gratuita.
Dal 15 al 22 maggio è stato
organizzato un viaggio in Israele e
Giordania. Si visiteranno i principali luoghi santi (Nazareth, Lago
di Tiberiade, Monte Tabor, Betlemme, Gerusalemme, Hebron...
Una guida spirituale aiuterà a rivivere gli indimenticabili episodi
biblici legati a queste località. In
Giordania ci si recherà a Petra,
la capitale dei Nabatei; a Gerasa, Amman, Madaba e al Monte
Nebo. Si scenderà al Mar Morto e
si effettuerà la salita alla “montagna spezzata” di Masada. Quota
di partecipazione € 1.390 in camera doppia, più € 300 in camera
Corso di degustazione vini
Martedì 11,18 e 25 febbraio
alle ore 20,45 in Biblioteca Siamo
anche quello che beviamo. Il vino. Corso di degustazione di vini a cura
della dott.ssa Tania Baroni e di una
nota enoteca cremasca. Iscrizioni
entro il 30 gennaio. Per iscrizioni
e informazioni contattare la Biblioteca di Offanengo 0373.244084,
e-mail: [email protected]
PALAZZO E CASCINE GANDINI
singola. Iscrizioni entro il 31 gennaio dietro versamento di € 700.
Per informazioni rivolgersi a don
Benedetto 338.2627865.
ROMANENGO
Gita sulla neve
Le associazioni Avis Aido
e Admo organizzano una gita sulla neve per domenica 2 febbraio
a Moena. Partenza da piazza del
Comune alle ore 5,30. Rientro
previsto per le ore 21. Per iscrizioni contattare il signor Rosolino
Giroletti 348.8294420 oppure passare dalle sedi Avis, Aido e Admo
di Romanengo in via F.lli de Brazzi Romanengo, ex asilo. Prezzo di
partecipazione € 15.
CENTRO GIOVANILE S. LUIGI
Musical Cats
Il Centro Giovanile S. Luigi organizza un pullman per assistere allo spettacolare musical
Cats al teatro Arcimboldi di Milano. Lo spettacolo si terrà venerdì
28 marzo in serata. Partenza da
via Bottesini alle ore 19. Quota di
partecipazione posto in platea alta
più viaggio in pullman € 66 per
tutti; per gli under 14 € 56. Iscrizioni e quota da consegnare entro
lunedì 27 gennaio alla segreteria
del S. Luigi; per informazioni tel.
339.4165585.
CENTRO DIURNO
Iniziative varie
Appuntamenti di novembre al Centro di via Zurla 1, tel.
CREMA
RÉPORTAGE DI VIAGGIATORI
Nella sala Alessandrini per “Il Viaggio attraverso le immagini” réportage di viaggiatori e videoproiezioni sulla Mongolia. Viaggio sulle orme di
Gengis Khan. Videoproiezione di Marco Fedeli ed Elena Granata.
MERCOLEDÌ 22
ORE 20,45
CAMPAGNOLA CREM.
INCONTRO
ORE 20
RIPALTA CREMASCA
BIBLIOTECA
Presso la Sala Polifunzionale del Comune incontro sul tema Bambini:
conoscerli per capirli, capirli per educarli. Relatore: dott. Domenico Barrilà.
Fino a mercoledì 26 febbraio apertura straordinaria della Biblioteca.
La struttura resterà aperta agli utenti oltre che nei classici giorni e orari
stabiliti, anche il mercoledì dalle ore 20 alle 22 e il sabato dalle 15 alle 18.
VENERDÌ 24
SPETTACOLO
Presso l’Auditorium Aldo Moro per teatro bambini e famiglie Cecco
l’orsacchiotto proposto dal Pandemonium teatro. Al termine merenda
presso il foyer. Ingresso € 5.
dal 22 al 27 aprile 2014. Si visiteranno: Monaco di Baviera,
Praga (Castello, Palazzo Reale,
la Cattedrale, Ponte Carlo, piazza
San Venceslao...) Linz, Wattens,
Innsbruck... Viaggio in bus granturismo, sistemazione hotel 4 stelle in camera doppia con servizi,
trattamento pensione completa...
Quota di partecipazione € 920.
L’importo non comprende quanto non specificato ed eventuale assicurazione facoltativa di € 35. Per
iscrizioni, P. Milani 0373.200752,
A. Fusarpoli 0373.203005. Acconto di € 300 da versare al momento dell’iscrizione.
Iscrizioni corso di nuoto
TOMBOLATA
Presso il teatro G. Galilei Nicola Pazzocco presenta Fior di teatro.
La luna di Hansel e Gretel dalla fiaba di J. e W. Grimm di e con Nicola
Pazzocco, teatro d’attore, di figura e di mimo. Biglietti: dai 4 ai 9
anni € 5, dai 10 in poi € 6, si consiglia prenotazione telefonica o via
e-mail entro le ore 17 del sabato. Info e prenotazioni 0373.729263.
[email protected] da lunedì a sabato ore 9-13.
i
t
a
c
i
n
u
Com
ORATORIO DEI SABBIONI
MERCATO
Al centro Eden tombolata con premi offerti dal Centro.
ORE 15,30
Bagnolo Cremasco - S.S. Paullese Km 31 - tel. 0373 648164
ORE 21
DOMENICA 19
Fino alle 12.30 in via Terni, Mercato di Campagna Amica. Vendita di
prodotti agricoli, miele, formaggi e altre prelibatezze... a chilometri zero.
ORE 14,30
Auto Futura - CASSINI
ORE 21
BAGNOLO CREMASCO
ORE 21
CASTELLEONE
INCONTRO
A ricordo del “Giorno della memoria” incontro Le farfalle non vivono nel
ghetto. Presso il Centro culturale di piazza Roma.
(ns. servizio pag. 26)
PROSA
Al teatro del Viale L’uomo del destino con Orso Maria Guerrini. Per informazioni 0374.350944, 348.6566386, www.teatrodelviale.it.
Scuole aperte
SABATO 18 GENNAIO
➦ Liceo linguistico Fides et Ratio via Macello 26 - ore 9,15-12,15
➦ Scuola second. Galmozzi via L. Partigiani 2 - ore 9,30-12
➦ Materna Trescore Cremasco via Marconi - ore 10-13
➦ Scuola primaria Ancelle della Carità-Canossa,
scuola secondaria di I grado e Liceo scientifico Dante
Alighieri in via D. Alighieri ore 10-12,30 e 14,30-17,30
➦ Istituto Sraffa di via Piacenza 52 c dalle ore 14 alle 17
➦ Liceo Racchetti: linguistico di viale S. Maria 10; classico
di via Palmieri 4; Scienze umane, Scienze umane opzione
economico-sociale di via Largo Falcone e Borsellino 2
tutti dalle ore 14,30 alle 17,30
➦ Scuola materna di Scannabue via U. Foscolo 12 - ore 15-18
➦ Liceo Sacra Familia Soncino dalle ore 15 alle 18
➦ Istituto Pacioli di via della Grazie 6 e via Dogali ore 9-17
➦ Liceo artistico Munari di via Piacenza dalle ore 18 alle 22
DOMENICA 19 GENNAIO
➦ Materna di S. Maria della Croce via Bergamo 7 - ore 15-17
VENERDÌ 24 GENNAIO
➦ Istituto Ispe, via C. Urbino 62, dalle ore 8,30 alle 12,30
SABATO 25 GENNAIO
➦ Istituto CR.Forma, via Pombioli 2, dalle ore 10 alle 16
➦ Itis G. Galilei via M. di Canossa 21 dalle ore 14,30 alle 18
0373.257637: ✔ lunedì 20 ginnastica con cassetta alle ore 15; ✔
martedì 21 gioco delle carte; ✔
mercoledì 22 tombola; ✔ giovedì
23 ore 15,15 ginnastica con Carlo
Curci; ✔ venerdì 24 pomeriggio
in musica con “Gino”.
ASD OVER LIMITS
Cena valtellinese
L’Asd “Over limits” organizza per sabato 25 gennaio alle
ore 19,30 presso la scuola elementare di Izano, piazzale Papa Giovanni XXIII 1, una cena valtellinese. Iniziativa in collaborazione
con Us Acli di Sondrio e con il
patrocinio del Comune di Izano,
assessorato allo Sport. Quota €
20, prenotazioni entro domani,
domenica 19 gennaio. Per informazioni e prenotazioni Dario
tel. 333.3235297 oppure Nicola
349.0556725.
GUARDIA DI FINANZA
Arruolamento 53 allievi
È stato pubblicato il bando
di concorso, per esami, per l’ammissione di 53 allievi ufficiali del
“ruolo normale” al 1° anno del
114 corso dell’Accademia della
Guardia di Finanza, per l’anno
accademico 2014-2015. Al concorso possono partecipare i cittadini italiani che abbiano compiuto, alla data del 1° gennaio 2014,
il 17° anno di età e non superato
il 22° e siano in possesso del diploma di istruzione secondaria
di secondo grado che consenta
l’iscrizione ai corsi di laurea specialistica o magistrale, ma anche
coloro che, pur non essendo
il possesso del previsto diploma alla data di scadenza per la
prestazione delle domande, lo
conseguano nell’anno scolastico
2013-2014. La domanda di partecipazione va compilata esclusivamente mediante la procedura
informatica disponibile sul sito
www.gdf.gov.it, area “Concorsi
Online” entro 30 giorni dalla
data di pubblicazione del bando
e quindi entro il 3 febbraio 2014.
Sul sito Internet sopra indicato è possibile acquisire ulteriori e
più complete informazioni.
CENTRO GIOVANILE S. LUIGI
Numeri vincenti
In occasione del S. Natale è
stata organizzata una sottoscrizione a premi.
Numeri estratti: 354, 396, 609,
519, 348, 24, 350, 325, 372, 13. I
premi possono essere ritirati presso
il S. Luigi entro il 15 febbraio. Referente don Lorenzo.
Sabato 25 gennaio
ore 18.00
S. Messa
pesieduta dal vescovo
mons. Oscar Cantoni,
nella chiesa della Fondazione Manziana (ex
seminario), con ingresso
in via Goldaniga 4
A seguire rinfresco
L’Approdo
Associazione Gruppi di Alcolisti in Trattamento
Alcool-Parliamone insieme 800 010886
Libreria
Editrice
Buona Stampa Srl
via Dante, 24 - CREMA
0373 257312 -  0373 80530
☎
0373 256265
via Civerchi, 7 - Crema
 0373 256994
Per altre info: Il Nuovo Torrazzo
Fondazione “Carlo Manziana”
SCUOLA DIOCESANA
www.fondazionemanziana.it

via Mazzini, 12
CREMA
Bonifico bancario: Banco Popolare
via XX Settembre Crema
IT 32N0503456841000000584575
DUOMO (S. BERNARDINO)
Lunedì ore 8.30-10.30 e 16-17.30
Martedì ore 8.30-10 e 16-18
Mercoledì ore 8.30-10 e 16-17.30
Giovedì ore 8.30-10.30
Venerdì ore 8.30-10 e 16-18
Sabato ore 8.30-10.30 e 16-18.30
Domenica ore 9-11 e 18-19
SANTA MARIA DELLA CROCE
Giovedì ore 10-12 e 15-18
Sabato ore 15-18
MADONNA DELLE GRAZIE
Dal lunedì al sabato ore 9-12 e 16-17.15
SANTUARIO DEL PILASTRELLO
Sabato ore 9-12
Tutte le sere ore 21-24
AZIENDA OSPEDALIERA
“OSPEDALE MAGGIORE”
DI CREMA
CONSULTORIO FAMILIARE
tel. 0373 82723
e-mail: [email protected]
Distribuzione
numeri e attività
di sportello
le biologico avviene dalle ore 7.30 alle ore 9.30. Le restanti attività inizieranno alle ore 7.15 con la distribuzione dei numeri e termineranno alle ore 12.30
• Prenotazioni telefoniche al numero verde 800.638.638 (SENZA
prefisso): dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle 20, esclusi festivi
OSPEDALE VIA KENNEDY ☎ 0373 2061 (centralino)
Feriale: ore 11.30-13.30 e 17-19.30 • Festivo: 11-13 e 16.30-19.30
CAMERA ARDENTE: lun.-sab. ore 8-18.15. Dom. ore 8-19.15
OSPEDALE RIVOLTA D’ADDA ☎ 0363 3781 (centralino)
TRIBUNALE PER LA TUTELA DELLA SALUTE www.tribunaletutelasalute.it
CIMITERI DELLA CITTÀ Uff. Cimiteriale ☎ 0373 202807 via Camporelle
Maggiore - S. Maria della Croce - S. Bernardino - S. Bartolomeo: i cimiteri cittadini sono aperti tutti i giorni con orario continuato dalle ore 8 alle ore 17
PIATTAFORMA RIFIUTI via Colombo - ☎ 0373 89711 - SCS ☎ 800 904858:
Lun., mar., giov., sab. 8-12 e 13.30-17.30. Merc. e ven. 13.30-17.30. Domenica 8-12
UFFICI TRIBUTI COMMERCIO E CATASTO ☎ 0373 894239
Presso il palazzo comunale in piazza Duomo (2° piano)
e-mail: [email protected] - www.comunecrema.it
Dal lunedì al venerdì ore 9-12 - Martedì 14.30-16.30 - Mercoledì 14-17
INPS - CREMA ☎ 0373 281111
via Laris, 11 Crema - [email protected]
Dal lun. al ven 8,45-12. Il mercoledì anche al pomeriggio 14-15
BIBLIOTECA COMUNALE ☎ 0373 893331-329
Via Civerchi, 9 - Crema. Lunedì 14.30-18.30; dal martedì al venerdì
9.30-18.30 (continuato). Sabato ore 9-12.30. Sala ragazzi da lunedì a
venerdì 14.30-18. Sabato 9-12.
ORIENTAGIOVANI ☎ 0373.893325-324 - fax 0373.893323
Via Civerchi, 9 - Crema - Lunedì ore 15-18, martedì-giovedì-venerdì
10-12 e 15-18, mercoledì 10-18, sabato 10-12.
MUSEO CIVICO ☎ 0373 257161-256414 - fax 0373 86849
www.comunecrema.it e-mail: [email protected]
Da mart. a vener. ore 9-12.30 e 14-17.30; sab., dom. e festivi ore
10-12 e 15.30-18.30. Lun. chiuso.
ARCHIVIO STORICO DIOCESANO ☎ 0373 85385
Via Matteotti 41, Crema - al 1° piano. Martedì ore 9.30-12,
giovedì ore 15.30-18, sabato ore 9.30-12.
CENTRI SPORTIVI CREMA
Piscina comunale, via Indipendenza ☎ 0373.202940
Palestra PalaBertoni, via Sinigaglia 6 ☎ 0373.84189
Stadio Voltini, viale De Gasperi 67 ☎ 0373.202956
Campi sportivi: via Serio 1 (S. Maria) ☎ 0373.257728
via Ragazzi del ’99 n. 14 ☎ 0373.200196
PRO LOCO CREMA - UFFICIO IAT
Piazza Duomo, 22 - Crema - ☎ 0373.81020: lunedì 15-18; dal martedì al
sabato 9-12.30 e 15-18; domenica e festivi 10-12.
TURNI D’APERTURA
FARMACIE
Dalle ore 8.30 di venerdì 17/1 fino 24/1:
DISTRIBUTORI CREMA
Apertura con presenza del gestore
– Farm. Bruttomesso p.za Marconi 20 Domenica 19 gennaio: TAMOIL
CREMA tel. 0373 256286
viale Europa, TAMOIL via Mila– Dovera
no
– Castelleone (farm. Pesadori)
– Camisano turno fino h. 24,00.
EDICOLE
Riapre tutto il giorno dopo
anche se festivo
CREMA: via Verdi - piazza Giovanni
Dalle ore 8.30 di venerdì 24/1 fino 31/1: XXIII - piazza Garibaldi - Ospedale
Maggiore - piazza Mons. Manziana – Farmacia Bertolini
Stazione - via Kennedy. S. M. DELLA
piazza Garibaldi 49 - CREMA
CROCE: via Bramante. OMBRIANO:
tel. 0373 256279
v.le Europa 129; piazza Benvenuti 13.
– Izano
SABBIONI: via Cappuccini. S. BER– Vailate
NARDINO: via Brescia.
9.30 Villette Ferriera, S. Giacomo
9.45 Vergonzana, Casalbergo
10.00 Cattedrale, SS. Trinità, Ombriano
Cappella Cimitero Maggiore, S. Maria dei Mosi
10.30 S. Benedetto, S. Pietro, S. Stefano, Sabbioni, S. Carlo,
S. Bernardino, Kennedy,
S. Maria della Croce, Santuario delle Grazie,
Crema Nuova
10.45 S. Angela Merici - via Bramante,
S. Bartolomeo ai Morti, S. Giacomo
11.00 Cattedrale, Castelnuovo, SS. Trinità,
Ospedale, Ombriano
12.00 Santuario delle Grazie
17.30 Santuario delle Grazie
18.00 S. Benedetto, S. Giacomo,
Ombriano, SS. Trinità, Cattedrale
S. Carlo, Crema Nuova, S. Stefano,
S. Bernardino, S. Maria della Croce,
19.00 Cattedrale
20.30 Sabbioni
Libera
Libera
Libera
professione
Libera
professione
Libera
professione
Libera
individuaLe
professione
individuaLe
professione
individuaLe
professione
come
individuaLe
come
individuaLe
come
individuaLe
prenotare
come
prenotare
come
prenotare
come
prenotare
prenotare
Liberaprenotare
professione
individuaLe
come
prenotare
La Libera Professione Individuale è l’attività svolta dai medici e
La dalle
Libera
Professione
Individuale
l’attività svolta
dai sanitario
medici e
altre
professionalità
dellaèdirigenza
del ruolo
dalle altre
professionalità
della
dirigenza
del ruolodisanitario
a rapporto
esclusivo,
al di
fuori dell’orario
lavoro e
La Libera Professione Individuale è l’attività svolta dai medici e
a rapporto esclusivo,
fuori dell’orario
di lavoro
e
dell’impegno
di servizio,alindiregime
ambulatoriale.
Sono
dalle altre professionalità della dirigenza del ruolo sanitario
dell’impegno
di
servizio,
in
regime
ambulatoriale.
Sono
comprese
anche
le
attività
di
diagnostica
strumentale
e di
laLa Libera aProfessione
Individuale
è l’attività
svolta dai
rapporto esclusivo,
al di
fuori dell’orario
di medici
lavoro ee
comprese
le attività
diagnostica
strumentale
di laboratorio,
dianche
day
hospital,
di di
day
surgery
o di
ricovero,
inefavore
dalledell’impegno
altre
professionalità
della
dirigenza
del
ruolo
sanitario
diIndividuale
servizio, inèregime
ambulatoriale.
Sono
La
Libera
Professione
svolta
daidimedici
e
boratorio,
day hospital,
di dayal
surgery
ricovero,
in
favore
e su
libera
dell’assistito,
con
oneri
adicarico
dell’assistito
adiscelta
rapporto
esclusivo,
dil’attività
fuoriodell’orario
lavoro
comprese
anche
le attività
di
diagnostica
strumentale
e di la-e
dalle
altre
professionalità
della
dirigenza
del ruolo
sanitario
e su
libera
scelta
dell’assistito,
con
oneri aintegrativi
carico
dell’assistito
stesso
odell’impegno
di assicurazioni
o di fondi
del
S.S.N.
diIndividuale
servizio,
inèsanitari
regime
ambulatoriale.
Sono
La
Libera
Professione
l’attività
svolta
dai
medici
e
boratorio,
dirapporto
day hospital,
di dayalsurgery
odell’orario
di
ricovero,
in
favore
a
esclusivo,
di
fuori
di
lavoro
e
stesso
o di assicurazioni
o di di
fondi
sanitari integrativi
deleS.S.N.
anche
le attività
diagnostica
strumentale
di ladalle
altre
professionalità
della
del ruolo
sanitario
e comprese
su
libera
scelta
dell’assistito,
condirigenza
oneri aambulatoriale.
carico
dell’assistito
dell’impegno
di servizio,
regime
Sono
L’attività
libero
professionale
ambulatoriale
boratorio,
dirapporto
day hospital,
di fondi
dayalin
surgery
odell’orario
di ricovero,
in
favore
a
esclusivo,
di
fuori
di
lavoro
e
stesso
o
di
assicurazioni
o
di
sanitari
integrativi
del
S.S.N.
anche dell’assistito,
leL’attività
attività di
diagnostica
strumentale
e di lalibero
professionale
può essere
svolta
presso:
ecomprese
su libera
scelta
con
oneri
aambulatoriale.
caricoambulatoriale
dell’assistito
dell’impegno
di servizio,
in
regime
Sono
boratorio,
day hospital,
day
surgery
di
ricovero,
inpresso:
favore
puòoessere
svolta
stesso
o di di
assicurazioni
o di
dilibero
fondi
sanitari
integrativi
del
anchedell’assistito,
le
attività
di
diagnostica
eS.S.N.
di laL’attività
ambulatoriale
ecomprese
su libera scelta
conprofessionale
oneri del
astrumentale
carico
dell’assistito
il nuovo poliambulatorio
Presidio
di Crema
boratorio,
day hospital,
di
day
surgery
di ricovero,
inpresso:
favore
puòoessere
svolta
stesso
o di di
assicurazioni
o
di
fondi
sanitari
integrativi
del
S.S.N.
il nuovo
poliambulatorio
del Presidioriservata;
di Crema
nella
parte appositamente
L’attività
libero
e su libera scelta dell’assistito,
conprofessionale
oneri a caricoambulatoriale
dell’assistito
nella parte può
appositamente
riservata;
essere
svolta
stesso o di assicurazioni
opoliambulatorio
di libero
fondi sanitaridel
integrativi
del
S.S.N.
il nuovo
Presidio
di presso:
Crema
L’attività
ambulatoriale
i Poliambulatori periferici
di Rivoltaprofessionale
d’Adda, Soncino
e Soresina.
nella parte può
appositamente
riservata;
essere
svolta
i Poliambulatori ilperiferici
di Rivolta d’Adda,
Soncino
e Soresina.
nuovo
poliambulatorio
del
Presidio
dipresso:
Crema
L’attività
libero professionale
ambulatoriale
nella
parte
appositamente
può
essere
svolta
i Poliambulatori ilperiferici
di
Rivolta
d’Adda,
Soncino
e riservata;
Soresina.
nuovo poliambulatorio
del
Presidio
dipresso:
Crema
nella
parted’Adda,
appositamente
riservata;
i Poliambulatoriilperiferici
di
Rivolta
Soncino
Soresina.
nuovo poliambulatorio del Presidioe di
Crema
parte
appositamente
i Poliambulatori periferici nella
di Rivolta
d’Adda,
Soncino e riservata;
Soresina.
La Libera Professione Individuale è l’attività svolta dai medici e
i Poliambulatori
dalle altre professionalità della dirigenza
del ruoloperiferici
sanitariodi Rivolta d’Adda, Soncino e Soresina.
GlI appUntamentI potranno eSSere prenotatI al nUmero
GlI appUntamentI potranno eSSere prenotatI al nUmero
Prenotazioni telefoniche
0373 280180
0373
280180
0373
280180
0373
280180
0373 280180
280180
0373
0373 280180
GlI appUntamentI potranno eSSere prenotatI al nUmero
al GlI
n. appUntamentI potranno eSSere prenotatI al nUmero
dal lunedì
al venerdì
GlI appUntamentI
potranno
eSSere prenotatI al nUmero
dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle ore 14 alle 17.30
GlI appUntamentI potranno eSSere prenotatI al nUmero
sabato
ore
8 alle 12.30
attivo nel
solo mese dalle
di dicembre
2011
a rapporto esclusivo, al di fuori dell’orario di lavoro e
dell’impegno di servizio, in regime ambulatoriale. Sono
comprese anche le attività di diagnostica strumentale e di laboratorio, di day hospital, di day surgery o di ricovero, in favore
e su libera scelta dell’assistito, con oneri a carico dell’assistito
stesso o di assicurazioni o di fondi sanitari integrativi del S.S.N.
dal
lunedì
al venerdì
dalle
9:30 alle
11:30 e dalle 15:30 alle 16:30
attivo
nel solo
mese di
dicembre
2011
dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 11:30 e dalle 15:30 alle 16:30
attivo nel solo mese di dicembre 2011
dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 11:30 e dalle 15:30 alle 16:30
attivo nel solo mese di dicembre 2011
dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 11:30 e dalle 15:30 alle 16:30
attivo nel solo mese di dicembre 2011
dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 11:30 e dalle 15:30 alle 16:30
attivo nel solo mese di dicembre 2011
dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 11:30 e dalle 15:30 alle 16:30
Prenotazioni allo sportello
L’attività libero professionale ambulatoriale
può essere svolta presso:
a partire dalpresso
mese lo
di sportello
gennaio 2012
Le prenotazioni
accoglienza
a
partire
dal
mese didalle
gennaio
2012
il nuovo poliambulatorio del Presidio di Crema
dal
lunedì
al venerdì
14:00
alleessere
20:00
dell’area
libera
professione potranno
nella parte appositamente riservata;
ae
partire
mese
didalle
gennaio
2012
dal
lunedìdal
al
venerdì
14:00
alle 20:00
il sabato
dalle
alle
14:00
effettuate
dal lunedì
al8:00
venerdì
dalle
ore 14 alle 20
dal
al
venerdì
14:002012
alle 20:00
a partire
mese
didalle
gennaio
e
il lunedì
sabatodal
dalle
8:00
alle
14:00
i Poliambulatori periferici di Rivolta d’Adda, Soncino e Soresina.
il sabato dalle ore 8 alle 12.30
e
il sabato
dalle
8:00
alle
14:00
lunedìdal
al
venerdì
14:00
alle 20:00
adal
partire
mese
didalle
gennaio
2012
radiologia
otorinolaringoiatria
medica
medicina generale
chirurgia Generale
DIrIGentI meDIcI
eoncologia
il lunedì
sabato
dalle
8:00
alle
14:00
dal
al
venerdì
dalle
14:00
alle
20:00- Soresina
a
partire
dal
mese
di
gennaio
2012
CESAROTTI-ROBERTO
BARBESTI FABRIZIO
GRASSI MAURIZIO
FIORINI GIANFRANCESCO
BELTRAMIGenerale
STEFANO
Broncopneumologia
radiologia
Soresina
otorinolaringoiatria
oncologia
medica
medicina
generale
chirurgia
DIrIGentI meDIcI
GIUSEPPE
riabilitazione
alcologica
INZOLI
ALESSANDRO
SERESINI
MONICA
FAYER
FILIBERTO
AIOLFI STEFANO
CESAROTTI
ROBERTO
BARBESTI
FABRIZIO
GRASSI
MAURIZIO
FIORINI GIANFRANCESCO
BELTRAMI
STEFANO
Broncopneumologia
eoncologia
il sabato
dalle
8:00
alle
14:00
GlI appUntamentI
potranno
eSSere
prenotatI
al
nUmero
dal
lunedì
al
venerdì
dalle
14:00
alle
20:00
BONELLI
ANTONIO
GIUSEPPE
CERIZZA
GIORGIO
medica
Day
Hospital
VALSECCHI
CESARE
FLORIDI
ANTONIO
D’ELIA
TOMMASO
radiologia
- Soresina
otorinolaringoiatria
oncologia
medica
medicina
chirurgia
Generale
DIrIGentI
meDIcI
riabilitazione
alcologica
INZOLI ALESSANDRO
SERESINIgenerale
MONICA
FAYER FILIBERTO
AIOLFI STEFANO
PAGLIARI
ANGELO
VIRGILIO
BONELLI ANTONIO
riabilitazione
cardiologica
INCARDONA
SALVATORE
neurologia
GIULIANI
DOMENICO
LA
PIANA
GIUSEPPE
CESAROTTI
ROBERTO
BARBESTI
FABRIZIO
GRASSI
MAURIZIO
FIORINI
GIANFRANCESCO
BELTRAMI
STEFANO BENVENUTO
Broncopneumologia
CERIZZA GIORGIO
oncologia
medica
Day Hospital
VALSECCHI
CESARE
FLORIDI ANTONIO
D’ELIA
TOMMASO
e
il
sabato
dalle
8:00
alle
14:00
pediatria
nido VIRGILIO
GIUSEPPE
PAGLIARI -ANGELO
DIACO TOMMASO
TACCONI
FIORENZO
BRUSAFERRI
FABIO
LONGOFILIBERTO
ALBERTO
MAURI
FABRIZIO
riabilitazione
alcologica
INZOLI
ALESSANDRO
SERESINI
MONICA
FAYER
radiologia
- Soresina
AIOLFI
STEFANO
otorinolaringoiatria
oncologia
medica
medicina
generale
chirurgia
Generale BENVENUTO
DIrIGentI
meDIcI
riabilitazione
cardiologica
INCARDONA
SALVATORE
neurologia
GIULIANI
DOMENICO
LA
PIANA
GIUSEPPE
ANNA CHIARA BERGAMI – Appuntamento con il legale
0373 280180
CAIMMI SILVIA
BONELLI
ANTONIO
pediatria
- FABRIZIO
nidoMARIA ELENA
MILANESI
GEREMIA
ortopedia
traumautologia
CAGNANA
ANTONIO
MONTI
MARCO
CERIZZA
GIORGIO
oncologia
medica
Day Hospital
VALSECCHI
CESARE
FLORIDI
ANTONIO
CESAROTTI
ROBERTO
BARBESTI
GRASSI MAURIZIO
FIORINI GIANFRANCESCO
BELTRAMI
STEFANO
DIACO
TOMMASO
TACCONI
FIORENZO
BRUSAFERRI
FABIO
LONGO
ALBERTO
CHIARA
ALBERTO
PAGLIARI
ANGELO
VIRGILIO
GIUSEPPE
CAIMMI SILVIA
MARIA
ELENA
ROTIROTI
AGOSTI
ALBERTO
D’ADDA ELISABETTA
PISANO
GRAZIANO
riabilitazione
cardiologica
INCARDONA
SALVATORE
neurologia
GIULIANI
DOMENICO
riabilitazione
alcologica
INZOLI ALESSANDRO
SERESINI
MONICA
FAYER FILIBERTO
MILANESIGIUSEPPE
GEREMIA
ortopedia
traumautologia
CAGNANA
ANTONIO
MONTI
MARCO
radiologia
- Soresina
otorinolaringoiatria
oncologia
medica
medicina
generale
chirurgia
Generale BENVENUTO
LEPRE
pediatria
-ANTONIO
nido
BONELLI
CHIARAALBERTO
ALBERTO
ZANIBONI
DANIELA
ARALDI
MASSIMO
FERRO’
MARIA
TERESA
SAVOIA
AGOSTINO
DIACO
TOMMASO
TACCONI
FIORENZO
BRUSAFERRI
FABIO
LONGO
CERIZZA
GIORGIO
oncologia
medica Day Hospital
VALSECCHI
CESARE
FLORIDIALBERTO
ANTONIO
ROTIROTI
GIUSEPPE
AGOSTI MAURIZIO
ALBERTO
D’ADDA
ELISABETTA
PISANO
GRAZIANO
CESAROTTI
ROBERTO
BARBESTI FABRIZIO
GRASSI
FIORINI
GIANFRANCESCO
BELTRAMI
STEFANO
SOMENZI
ANNAMARIA
CAIMMI
SILVIA
MARIA
ELENA
PAGLIARI
ANGELO
VIRGILIO
LEPRE
ALBERTO
riabiitazione
neuromotoria
BOMBARI
AGOSTINO
GENNUSO
MICHELE
chirurgia
Vascolare BENVENUTO
GIUSEPPE
MILANESI
ortopedia
traumautologia
CAGNANA
ANTONIO
MONTI
MARCO
riabilitazione
cardiologica INCARDONA
SALVATORE
neurologia
GIULIANI
DOMENICO
ZANIBONIGEREMIA
DANIELA
ARALDI
MASSIMO
FERRO’ MARIA
TERESA
SAVOIAFILIBERTO
AGOSTINO
riabilitazione
alcologica
INZOLI
ALESSANDRO
SERESINI
MONICA
FAYER
radiologia
otorinolaringoiatria
oncologia
medica
medicina
generale
chirurgia
Generale
Fisiatria - Soresina
pronto
Soccorso
CHIARA
ALBERTO
pediatria
-ANNAMARIA
nido
SOMENZI
GUERINI
ROBERTO
PRELLE
ALESSANDRO
BERGAMASCHI
LEONARDO
BONELLI
ANTONIO
ROTIROTI
GIUSEPPE
AGOSTI
ALBERTO
D’ADDA
ELISABETTA
PISANO
GRAZIANO
DIACO
TOMMASO
TACCONI
FIORENZO
BRUSAFERRI
FABIO
LONGO
ALBERTO
riabiitazione
neuromotoria
BOMBARI
AGOSTINO
GENNUSO
MICHELE
chirurgia
Vascolare
CERIZZA
GIORGIO
oncologia
medica
Day
Hospital
VALSECCHI
CESARE
FLORIDI ANTONIO
CESAROTTI
BARBESTI
FABRIZIO
GRASSI MAURIZIO
FIORINI
GIANFRANCESCO
BELTRAMI
GROPPELLIROBERTO
CATERINA
GUERRA
CLAUDIA
GIUSEPPESTEFANO
LEPRE
CAIMMIALBERTO
SILVIA
MARIA
ELENA
Fisiatria
pronto
Soccorso
GUERRA
LUIGI
SAPONARA
RICCARDO
PAGLIARI
ANGELO
VIRGILIO
ZANIBONI
ARALDI
MASSIMO
FERRO’
TERESA
SAVOIA
AGOSTINO
MILANESI DANIELA
GEREMIA
ortopedia
traumautologia
CAGNANA
ANTONIO
MONTIFILIBERTO
MARCO
GIUSEPPE
GUERINI
ROBERTO
PRELLEMARIA
ALESSANDRO
BERGAMASCHI
LEONARDO
riabilitazione
cardiologica
INCARDONA
SALVATORE
neurologia
GIULIANI
DOMENICO
BENVENUTO
riabilitazione
alcologica
INZOLI
ALESSANDRO
SERESINI
MONICA
FAYER
LEGGIO
UGO
psichiatria
BERTICELLI
PIERANGELO
SOMENZI
ANNAMARIA
CHIARA
ALBERTO
GROPPELLI
CATERINA
GUERRA ANTONIO
CLAUDIA
GIUSEPPE
PALMIERI
MICHELE
neuropsichiatria
Infantile
pediatria
- nido
riabiitazione
neuromotoria BOMBARI
AGOSTINO
GENNUSO
MICHELE
chirurgia
Vascolare
ROTIROTI
GIUSEPPE
AGOSTI ALBERTO
D’ADDA ELISABETTA
PISANOALBERTO
GRAZIANO
BONELLI
GUERRA
LUIGI
SAPONARA
RICCARDO
DIACO
TOMMASO
TACCONI
FIORENZO
BRUSAFERRI
FABIO
LONGO
CERIZZA
GIORGIO
oncologia
medica Day Hospital
VALSECCHI
CESARE
FLORIDI
ANTONIO
MARIANI
LUCA
COGROSSI
SECONDO
Dialisi
Fisiatria
pronto
LEPRESoccorso
ALBERTO
LEGGIO
UGO
psichiatria
BERTICELLI
PIERANGELO
TANGO
BADOCCHI
SILVIA
attivo nel solo
mese
di dicembre
CAIMMI
SILVIA
MARIA
ELENA
GUERINI
ROBERTO
PRELLE
ALESSANDRO
BERGAMASCHI
LEONARDO
ZANIBONI
DANIELA
ARALDIADRIANO
MASSIMO
FERRO’
MARIA
TERESA
SAVOIAMARCO
AGOSTINO
PAGLIARI
ANGELO
VIRGILIO
PALMIERI
MICHELE
neuropsichiatria
Infantile 2011
MILANESI
GEREMIA
ortopedia
traumautologia
CAGNANA
ANTONIO
MONTI
riabilitazione
cardiologica
INCARDONA
SALVATORE
neurologia
GIULIANI
BENVENUTO
MEMELLI
LUIGI
DONARINI
NORI
DEPETRI DOMENICO
GIORGIO CARLO
GROPPELLI
CATERINA
GUERRA
CLAUDIA
GIUSEPPE
SOMENZI
MARIANI LUCA
COGROSSI
SECONDO
Dialisi
Ginecologia
FONTANILLAS
RODRIGUE
CHIARA
ALBERTO
GUERRA
LUIGI
SAPONARA
RICCARDO
riabiitazione
neuromotoria BOMBARI
AGOSTINO
dal lunedì al
venerdì
dalle
9:30 alle 11:30 TACCONI
eostetricia
dalleALBERTO
15:30
alle 16:30
GENNUSO
MICHELE
chirurgia
Vascolare
pediatria
-ANNAMARIA
nido
TANGO
ADRIANO
BADOCCHI
SILVIA
ROTIROTI
GIUSEPPE
AGOSTI
D’ADDA
ELISABETTA
PISANO
GRAZIANO
DIACO
TOMMASO
FIORENZO
BRUSAFERRI
LONGO
ALBERTO
riabilitazione
respiratoria
GALATI
SALVATORE
ROSARIO
LUIS MIGUEL FABIO
Gastroenterologia
LEGGIO
UGO
psichiatria
BERTICELLI
PIERANGELO
Fisiatria
pronto
Soccorso
MEMELLI
LUIGI
DONARINI
NORI
DEPETRI
GIORGIO
CARLO
AMORUSO
STEFANIA
LEPRE
ALBERTO
PALMIERI
MICHELE
neuropsichiatria
Infantile
GUERINI
ROBERTO
PRELLEMARIA
ALESSANDRO
BERGAMASCHI
LEONARDO
CAIMMI
SILVIA
MARIA ELENA
ostetricia
Ginecologia
FONTANILLAS
RODRIGUE
ZANIBONI GEREMIA
DANIELA
ARALDI
MASSIMO
FERRO’
TERESA
SAVOIA
AGOSTINO
MILANESI
ortopedia
traumautologia
CAGNANA
ANTONIO
MONTI
MARCO
CHIESA
LODOVICO
PEGORARO
MARCO
FOPPA
PEDRETTI
DE
GRAZIA
FEDERICO
MARIANI
LUCA
COGROSSI
SECONDO
Dialisi
GROPPELLI
CATERINA
GUERRA
CLAUDIA
GIUSEPPE
riabilitazione
respiratoria
GALATI
SALVATORE
ROSARIO
LUIS
MIGUEL
Gastroenterologia
ANTOLINI
CARLO
SOMENZI
ANNAMARIA
TANGO
ADRIANO
BADOCCHI
SILVIA
GUERRA
LUIGI
SAPONARA
RICCARDO
CHIARA
ALBERTO
AMORUSO
STEFANIA
riabiitazione
neuromotoria BOMBARI
AGOSTINO
GENNUSO
MICHELE
chirurgia
Vascolare
ALESSANDRA
ROTIROTI
GIUSEPPE
AGOSTI
ALBERTO
D’ADDA
ELISABETTA
PISANO
GRAZIANO
RONCHI
LUCA
radiologia
-MARCO
crema
MENOZZI
FERNANDA
TINA
MEMELLI
LUIGI
DONARINI
NORI
DEPETRI
GIORGIO
CARLO
LEGGIO UGO
psichiatria
BERTICELLI
PIERANGELO
CHIESA
LODOVICO
PEGORARO
FOPPA PEDRETTI
DE
GRAZIA
FEDERICO
ARCIDIACONO
FRANCESCA
Fisiatria
pronto
Soccorso
ostetricia
Ginecologia
FONTANILLAS
RODRIGUE
PALMIERI
MICHELE
neuropsichiatria
Infantile
LEPRE
ALBERTO
ANTOLINI
CARLO
GUERINI
ROBERTO
PRELLE
ALESSANDRO
BERGAMASCHI
LEONARDO
oculistica
ZANIBONI
DANIELA
ARALDI
MASSIMO
FERRO’
MARIA
TERESA
SAVOIA
AGOSTINO
ALESSANDRA
SCARTABELLATI
ALESSANDRO
BENELLI
GIAMPAOLO
ZAMBELLI
ALESSANDRO
riabilitazione
respiratoria
GALATI
SALVATORE
LUIS
MIGUEL
Gastroenterologia
MARIANILUCA
LUCA
COGROSSI
SECONDO
Dialisi
RONCHI
radiologia
- cremaROSARIO
MENOZZI FERNANDA
TINA
BAUDINO
GIANNI
FRANCO
GROPPELLI
CATERINA
GUERRA
CLAUDIA
GIUSEPPE
AMORUSO
STEFANIA
TANGO
ADRIANO
BADOCCHI
SILVIA
SOMENZI
ANNAMARIA
ARCIDIACONO
FRANCESCA
GUERRA
LUIGI
SAPONARA
RICCARDO
BAZZIGALUPPI
MATTEO
riabiitazione neuromotoria BOMBARI AGOSTINO
GENNUSO
MICHELE
chirurgia Vascolare
oculistica
BORGHETTI
MAURIZIO
CHIESA
LODOVICO
PEGORARO
MARCO
FOPPA
PEDRETTI
DE
GRAZIAGIORGIO
FEDERICO
MEMELLI
LUIGI ALESSANDRO
DONARINI
NORI
DEPETRI
CARLO
SCARTABELLATI
BENELLI
GIAMPAOLO
ZAMBELLI
ALESSANDRO
CAVALLONE
MARIA
LEGGIO
UGO
psichiatria
BERTICELLI
PIERANGELO
ANTOLINI
CARLO
ostetricia
Ginecologia
FONTANILLAS
RODRIGUE
Fisiatria
pronto
Soccorso
BAUDINOROBERTO
GIANNI
FRANCO
PALMIERI
MICHELE
neuropsichiatria
Infantile
BIANCHI
RENZO
GUERINI
PRELLE
ALESSANDRO
BERGAMASCHI LEONARDO
ALESSANDRA
BAZZIGALUPPI
SPINAZZOLA
ANGELO
RONCHI
LUCA
radiologia
- crema
MENOZZI
FERNANDA TINA
riabilitazione
respiratoria
GALATI SALVATORE
ROSARIO
LUIS
MIGUEL MATTEO
Gastroenterologia
BORGHETTI
MAURIZIO
GATTI
GIORGIA
MARIANI
LUCA
COGROSSI
SECONDO
Dialisi
ARCIDIACONO
FRANCESCA
AMORUSO
STEFANIA
GROPPELLI
CATERINA
GUERRA
CLAUDIA
GIUSEPPE
CAVALLONE
MARIA
TANGO
ADRIANO
BADOCCHI
SILVIA
GUERRINI
ROCCO
GRAZIA
GUERRA
LUIGI
SAPONARA
RICCARDO
oculistica
BIANCHI
RENZO
SCARTABELLATI
BENELLI
GIAMPAOLO
ZAMBELLI
ALESSANDRO
CHIESAUGO
LODOVICO
PEGORARO
MARCO
FOPPA PEDRETTI
DE GRAZIA
FEDERICO
SPINAZZOLA
ANGELO
MEMELLI
LUIGI ALESSANDRO
DONARINI
NORI
DEPETRI
GIORGIO
CARLO
BAUDINO
GIANNI
ANTOLINI
CARLO FRANCO
LEGGIO
psichiatria
BERTICELLI
PIERANGELO
GATTI GIORGIA
ostetricia
Ginecologia
FONTANILLAS
RODRIGUE
PALMIERI
MICHELE
neuropsichiatria
Infantile
BAZZIGALUPPI
MATTEO
ALESSANDRA
GUERRINI ROCCO
GRAZIA
BORGHETTI
RONCHI LUCA
radiologia
-MAURIZIO
cremaROSARIO
MENOZZI FERNANDA TINA
riabilitazione
GALATI
SALVATORE
LUIS MIGUEL
Gastroenterologia
CAVALLONE
MARIA
ARCIDIACONO
FRANCESCA
MARIANI
LUCArespiratoria
COGROSSI
SECONDO
Dialisi
AMORUSO
STEFANIA
TANGO
ADRIANO
BADOCCHI
SILVIA
BIANCHI
oculisticaRENZO
SPINAZZOLA
ANGELO
SCARTABELLATI
BENELLI GIAMPAOLO
ZAMBELLI
ALESSANDRO
CHIESA
LODOVICO
PEGORARO
MARCO
FOPPA PEDRETTI
DE
GRAZIA
FEDERICO
GATTI
GIORGIA
BAUDINO
GIANNI FRANCO
MEMELLI
LUIGI ALESSANDRO
DONARINI
NORI
DEPETRI
GIORGIO
CARLO
ANTOLINI
CARLO
ostetricia
Ginecologia
FONTANILLAS
RODRIGUE
GUERRINI
ROCCO
GRAZIA
BAZZIGALUPPI
MATTEO
ALESSANDRA
BORGHETTI
MAURIZIO
RONCHI
LUCA
radiologia
crema
MENOZZI
FERNANDA
TINA
CAVALLONE
MARIA
riabilitazione respiratoria
GALATI SALVATORE ROSARIO
LUIS MIGUEL
Gastroenterologia
ARCIDIACONO
FRANCESCA
AMORUSO
STEFANIA
BIANCHI RENZO
oculistica
SPINAZZOLA
ANGELO
SCARTABELLATI
ALESSANDRO
BENELLI
GIAMPAOLO
ZAMBELLI
GATTI GIORGIA
CHIESA
LODOVICO
PEGORARO
MARCO
FOPPA PEDRETTI
DE
GRAZIA ALESSANDRO
FEDERICO
BAUDINO
GIANNI
ANTOLINI
CARLO FRANCO
GUERRINI ROCCO
GRAZIA
BAZZIGALUPPI
MATTEO
ALESSANDRA
BORGHETTI- MAURIZIO
TOVENA DANIELA
MARIA
RONCHI LUCA
radiologia
crema
MENOZZI FERNANDA TINA
PEDRINAZZI
CLAUDIO
CAVALLONE MARIA
ARCIDIACONO
FRANCESCA
BIANCHI RENZO
oculistica
SPINAZZOLA
ANGELO
VALENTINI PAOLO
SCARTABELLATI ALESSANDRO
BENELLI
GIAMPAOLO
ZAMBELLI ALESSANDRO
ROMAGNOLI
PIERGIULIO
GATTI GIORGIA
BAUDINO
GIANNI FRANCO
Urologia
radiologia - Soresina
GUERRINI ROCCO
GRAZIAotorinolaringoiatria
oncologia medica
medicina generale
chirurgia Generale
BAZZIGALUPPI
MATTEO
BORGHETTI MAURIZIO
TOVENA DANIELA MARIA
CAVALLONE MARIA
AVIO MASSIMO
CESAROTTI ROBERTO
BARBESTI FABRIZIO
GRASSI MAURIZIO
FIORINI GIANFRANCESCO
BELTRAMI STEFANO
BIANCHI RENZO
SPINAZZOLA ANGELO
VALENTINI PAOLO
GIUSEPPE GATTI GIORGIA
BARESI ALESSANDRO
riabilitazione alcologica
INZOLI ALESSANDRO
SERESINI MONICA
FAYER FILIBERTO
GUERRINI ROCCO GRAZIA
BONELLI ANTONIO
DE CENZO SILVIO
CERIZZA GIORGIO
oncologia medica Day Hospital
VALSECCHI CESARE
FLORIDI ANTONIO
PAGLIARI ANGELO VIRGILIO
FRAGAPANE GIUSEPPE
riabilitazione cardiologica
INCARDONA SALVATORE
neurologia
GIULIANI DOMENICO BENVENUTO
pediatria - nido
PUPILLO RENZO LUCA
DIACO TOMMASO
TACCONI FIORENZO
BRUSAFERRI FABIO
LONGO ALBERTO
CAIMMI
SILVIA
MARIA
ELENA
SALINITRI GIUSEPPE
MILANESI
GEREMIA
ortopedia traumautologia
CAGNANA ANTONIO
MONTI MARCO
CHIARA
ALBERTO
ROTIROTI GIUSEPPE
AGOSTI ALBERTO
D’ADDA ELISABETTA
PISANO GRAZIANO
medico competente
LEPRE ALBERTO
ZANIBONI DANIELA
ARALDI MASSIMO
FERRO’ MARIA TERESA
SAVOIA AGOSTINO
VAN WESTERHOUT GIUSEPPE
SOMENZI ANNAMARIA
riabiitazione neuromotoria BOMBARI AGOSTINO
GENNUSO MICHELE
chirurgia Vascolare
RANA
D’ELIA
TOMMASO
Broncopneumologia
MAURIEMANUELE
FABRIZIO
cardiologia
LA
PIANA
GIUSEPPE
AIOLFI
STEFANO
RANA
EMANUELE
DIrIGentI
meDIcI
AGRICOLA
PIETRO MARIA
MAURI
FABRIZIO
D’ELIA
TOMMASO
cardiologia
Broncopneumologia
GIOVANNI
RANA
EMANUELE
LA
PIANA
GIUSEPPE
AGRICOLA
PIETRO MARIA
AIOLFI
STEFANO
DIrIGentI
meDIcI
CACUCCI MICHELE
GIOVANNI
cardiologia
MAURI
FABRIZIO
D’ELIA TOMMASO
Broncopneumologia
CATANOSO
ANTONIO
CACUCCI
MICHELE
AGRICOLA
PIETRO MARIA
RANA
EMANUELE
LA
PIANA
GIUSEPPE
AIOLFI
STEFANO
DONATO
GIORGIO
GIOVANNI
CATANOSO ANTONIO
cardiologia
MAURI
FABRIZIO
D’ELIA
TOMMASO
DURIN
ORNELLA
CACUCCI
MICHELE
DONATO
GIORGIO
AGRICOLA
PIETRO MARIA
RANA
EMANUELE
LA
PIANA
GIUSEPPE
FOFFA ANTONIO
CATANOSO
ANTONIO
GIOVANNI
DURIN
ORNELLA
cardiologia
MAURI
FABRIZIO
LODI
RIZZINI
ANGELO
DONATO
GIORGIO
CACUCCI
MICHELE
FOFFA
ANTONIO
AGRICOLA
PIETRO MARIA
RANA
EMANUELE
NANETTI
MASSIMILIANO
DURIN
ORNELLA
CATANOSO
ANTONIO
LODI RIZZINI
ANGELO
GIOVANNI
cardiologia
PEDRINAZZI
CLAUDIO
FOFFA
ANTONIO
DONATO
GIORGIO
NANETTI
MASSIMILIANO
CACUCCI
MICHELE
AGRICOLA
PIETRO
MARIA
ROMAGNOLI
PIERGIULIO
LODI
RIZZINI
ANGELO
DURIN
ORNELLA
PEDRINAZZI
CLAUDIO
CATANOSO
ANTONIO
GIOVANNI
TOVENA
DANIELA
MARIA
NANETTI
MASSIMILIANO
FOFFA
ANTONIO
ROMAGNOLI
PIERGIULIO
DONATO
GIORGIO
CACUCCI MICHELE
VALENTINI
PAOLO
PEDRINAZZI
CLAUDIO
LODI
RIZZINI
ANGELO
TOVENA
DANIELA
MARIA
DURIN ORNELLA
CATANOSO
ANTONIO
ROMAGNOLI
PIERGIULIO
NANETTI
MASSIMILIANO
VALENTINI
PAOLO
FOFFA
ANTONIO
DONATO
GIORGIO
TOVENA
DANIELA
MARIA
PEDRINAZZI
CLAUDIO
LODI
RIZZINI
ANGELO
DURIN
ORNELLA
VALENTINI
PAOLO
ROMAGNOLI
PIERGIULIO
NANETTI
MASSIMILIANO
FOFFA
ANTONIO
TOVENA
DANIELA
MARIA
PEDRINAZZI
CLAUDIO
LODI RIZZINI ANGELO
VALENTINI
PAOLO
ROMAGNOLI
PIERGIULIO
NANETTI
MASSIMILIANO
Lun.-Merc.-Ven.-Sab. dalle 12.30 alle 13.30. Dal lun. al sab.
dalle 19 alle 20. Dom. e festivi dalle 10 alle 11 e dalle 15 alle 17
Presso l’ospedale di Crema (venerdì dalle ore 9 alle 11) ☎ 0373 280873
PREFESTIVE
16.30 Kennedy
17.00 S. Antonio Abate
17.30 Ospedale, Santuario delle Grazie
18.00 SS. Trinità, S. Maria della Croce, Cattedrale,
S. Pietro, S. Carlo, Crema Nuova, S. Giacomo,
Ombriano, S. Bernardino, Castelnuovo,
S. Stefano, Sabbioni, Vergonzana,
18.30 S. Benedetto, S. Angela Merici via Bramante
20.30 S. Bartolomeo ai Morti
23.00 Santuario Madonna del Pilastrello
FESTIVE
7.00 S. Benedetto
7.30 Cattedrale
8.00 SS. Trinità, S. Carlo, Sabbioni,
S. Bernardino, S. Maria della Croce
8.30 S. Antonio Abate, Crema Nuova, Ospedale,
Ombriano
9.00 Cattedrale, S. Benedetto, Castelnuovo,
S. Bartolomeo ai Morti
REGIONE LOMBARDIA
L’apertura del palazzo non comporta automaticamente anche l’apertura al pubblico dei vari uffici
Crema - via Frecavalli 16 (a pochi passi dal Duomo): al mattino ore 9-12
il lun., merc., ven. e sab. Il pomeriggio ore 14-18,30 dal mart. al ven.
OSPEDALE MAGGIORE CENTRALINO 0373 2801
ORARI VISITA PAZIENTI: lun., mart., giov. e ven.: ore 19.15-20.15
• Merc. e sab.: ore 15-16 e 19.15-20.15 • Domenica e festività infrasettimanali: ore 11-12 e 15-18. Rianimazione: tutti i giorni dalle ore 11 alle 23.
CAMERA ARDENTE: ore 8-18 (orario continuato tutti i giorni, festivi
compresi). Entrata solo da via Capergnanica.
ATTIVITÀ DEGLI SPORTELLI CUP
• Ore 7: PRELIEVI ingresso 1, AMBULATORI TAO (ingresso
2). Distribuzione numeri fino alle ore 9.30
• Ore 7.30: ACCETTAZIONI ESAMI DI
LABORATORIO
• Ore 8.00: RITIRO REFERTI, ACCETTAZIONE
AMMINISTRATIVA DELLE PRENOTAZIONI
TELEF., REGISTRAZIONE PRESTAZIONI
ESEGUITE, ATTIVITÀ DI CASSA
• Ore 9.15: PRENOTAZIONI DIRETTE
PER PRESTAZIONI AMBULATORIALI
E DI LABORATORIO
• Ore 16.45: FINE DELL’EROGAZIONE DEI NUMERI
• IL SABATO: non vengono effettuati i prelievi. La consegna del materia-
SANTE MESSE IN CITTÀ
CONFESSIONI
Il reato di “stalking”
Il reato di stalking è stato istituito attraverso l’inseri- che entri nella sfera di volizione del soggetto agenmento dell’articolo 612 bis nel c.p. in seguito all’ap- te uno degli eventi descritti dalla norma, come, ad
provazione del D.L. n.11/09 convertito poi nella
L. dalesempio,
il grave2012
e perdurante stato di ansia, oppure
a partire
mese di gennaio
38/09 ed è caratterizzato dalla presenza di una
con- alilvenerdì
cambiamento
abitudini della vita quotidiadal lunedì
dalle 14:00delle
alle 20:00
dotta tipica costituita dalla reiterazione di minacce
o dalle
na. Tra
persecutore
e la vittima si instaura dunque
e il sabato
8:00 il
alle
14:00
molestie posta in essere dallo stalker.
una relazione“forzata”caratterizzata, a mero titolo
Il termine“stalking”, infatti, indica una serie di at- esemplificativo, da appostamenti, pedinamenti ecc.
teggiamenti/comportamenti (c.d. atti persecutori) poiché lo stalker considera la vittima non più come
che un soggetto (c.d. stalker) pone in essere nei con- “soggetto”, ma bensì come “oggetto” su cui rivestire
fronti di un altro soggetto (vittima) e che si concre- la propria morbosa attenzione. In relazione all’aspettizzano in persecuzioni e minacce volte a ingenerare to procedurale, tale reato viene punito a querela delin quest’ultimo paura e ansia tali da compromettere la persona offesa, con termine di proposizione della
il normale svolgimento della vita quotidiana. È evi- stessa di 6 mesi.
dente, dunque, come l’intento del legislatore sia stato Vi sono, tuttavia, ipotesi in cui è possibile che si
quello di voler tutelare l’incolumità individuale in proceda d’ufficio, ad esempio, quando il fatto viene
tutte le ipotesi in cui tali comportamenti provochi- commesso nei confronti di un minore di età, di una
no la messa in pericolo della integrità psico-fisica del persona con disabilità, nonché quando il fatto viene
soggetto offeso, senza che sia necessario il verificarsi connesso con altro delitto per cui debba procedersi
di un danno alla salute sotto il profilo del c.d. danno d’ufficio e infine quando il soggetto sia stato ammobiologico.
nito ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 8 del D.L.
Tale reato consta di due elementi: quello oggettivo n. 11/2009, convertito in L. n. 38/2009, secondo cui
e quello soggettivo. Per ciò che concerne l’elemento fino a quando non viene proposta querela per il reaoggettivo: viene incriminata la condotta di chi minac- to di stalking la persona offesa ha facoltà di esporre
cia o molesta taluno con condotte reiterate; pertanto, per i fatti all’autorità di pubblica sicurezza, avanzando
espressa previsione normativa, la reiterazione delle richiesta al questore di ammonimento nei confronti
condotte poste in essere dallo stalker costituisce un dell’autore della condotta.
requisito essenziale nella configurazione della fattiApprofondimenti nel corso del programma
specie in oggetto. Mentre l’elemento soggettivo è invece rappresentato dalla presenza del dolo generico
FILO DIRETTO
consistente nella volontà e coscienza di porre in essein onda giovedì 23 gennaio su
re – volontariamente – ogni singolo atto e condotta
Radio Antenna 5, FM 87.800, alle ore 11
risultante dall’insieme di tutti i comportamenti. Non
www.livestream.com/antenna5crema
occorre, quindi, un particolare animus e nemmeno
DIrIGentI meDIcI
Broncopneumologia
AIOLFI STEFANO
D’ELIA TOMMASO
LA PIANA GIUSEPPE
MAURI FABRIZIO
RANA EMANUELE
cardiologia
AGRICOLA PIETRO MARIA
GIOVANNI
CACUCCI MICHELE
CATANOSO ANTONIO
DONATO GIORGIO
DURIN ORNELLA
FOFFA ANTONIO
LODI RIZZINI ANGELO
NANETTI MASSIMILIANO
PEDRINAZZI CLAUDIO
ROMAGNOLI PIERGIULIO
TOVENA DANIELA MARIA
VALENTINI PAOLO
BERGAMASCHI LEONARDO
GIUSEPPE
BERTICELLI PIERANGELO
Dialisi
DEPETRI GIORGIO CARLO
Gastroenterologia
DE GRAZIA FEDERICO
MENOZZI FERNANDA TINA
ZAMBELLI ALESSANDRO
PRELLE ALESSANDRO
SAPONARA RICCARDO
neuropsichiatria Infantile
BADOCCHI SILVIA
FONTANILLAS RODRIGUE
LUIS MIGUEL
FOPPA PEDRETTI
ALESSANDRA
oculistica
BAZZIGALUPPI MATTEO
BIANCHI RENZO
GUERRINI ROCCO GRAZIA
GUERINI ROBERTO
GUERRA LUIGI
PALMIERI MICHELE
TANGO ADRIANO
ostetricia Ginecologia
AMORUSO STEFANIA
ANTOLINI CARLO
ARCIDIACONO FRANCESCA
BAUDINO GIANNI FRANCO
CAVALLONE MARIA
GATTI GIORGIA
pronto Soccorso
GUERRA CLAUDIA
psichiatria
COGROSSI SECONDO
DONARINI NORI
GALATI SALVATORE ROSARIO
PEGORARO MARCO
radiologia - crema
BENELLI GIAMPAOLO
BORGHETTI MAURIZIO
SPINAZZOLA ANGELO
Fisiatria
GROPPELLI CATERINA
LEGGIO UGO
MARIANI LUCA
MEMELLI LUIGI
riabilitazione respiratoria
CHIESA LODOVICO
RONCHI LUCA
SCARTABELLATI ALESSANDRO
DIrIGentI SanItarI
centro oncologico
PILONI SUSANNA
centro psico Sociale (cpS)
CASTAGNA MARCO
riabilitazione alcologica
CORRADI BEATRICE
Servizio di psicologia clinica
FACCHI GIUSEPPINA
MADERI MANUELA VIRGINIA
opzioni al 30/11/2011
PREVISIONI METEO
EVOLUZIONE GENERALE
Fino a domenica condizioni moderatamente perturbate
su tutta la regione per la persistenza di un sistema depressionario di origine atlantica con precipitazioni diffuse, prevalentemente moderate, anche forti sulle Prealpi.
Lunedì debole flusso meridionale debolmente instabile
ma con precipitazioni in rapida e forte attenuazione.
Martedì temporaneo passaggio a tempo stabile con flusso nordoccidentale. Mercoledì correnti occidentali con
variabilità.
SABATO 18 GENNAIO
Coperto ovunque. Nella notte e fino al primo mattino
occasionali precipitazione, molto deboli sparse su settori
meridionali e occidentali, dalla mattina deboli diffuse sui
settori meridionali, in rapida estensione a tutta la regione; in generale intensificazione dal pomeriggio. Nel complesso moderate o localmente forti su Oltrepò e Prealpi
Centro-orientali, da deboli a moderate altrove; anche a
carattere di rovescio. Temperature minime e massime
senza variazioni rilevanti. In pianura minime intorno a
4 °C, massime intorno a 7 °C
DOMENICA 19 GENNAIO
Coperto ovunque. Precipitazioni diffuse ovunque già
dalla notte, moderate o localmente forti sulle Prealpi e
fascia pedemontana, da deboli a moderate altrove, anche
a carattere di rovescio. Più intense nella notte e al primo
mattino, in graduale attenuazione dal tardo pomeriggio.
Neve oltre 1.200 metri. Temperature minime e massime
stazionarie o in lieve aumento ma con scarsa escursione
termica. In pianura minime intorno a 7 °C, massime a
10 °C
LUNEDÌ 20 GENNAIO
Ovunque da molto nuvoloso a coperto. Precipitazioni
deboli sparse e intermittenti ovunque, più frequenti su
Alpi, Prealpi e alta pianura fino al mattino. Neve oltre
1.400 metri. Temperature minime e massime stazionarie.
TENDENZA PER MARTEDÌ E MERCOLEDÌ
Martedì ovunque da poco nuvoloso a temporaneamente
nuvoloso, con foschie o banchi di nebbia al primo mattino. Precipitazioni assenti. Temperature minime in lieve
calo, massime stazionarie. Venti da deboli a moderati settentrionali od occidentali. Mercoledì inizialmente poco
nuvoloso con nebbie in pianura, dal pomeriggio variabile
con addensamenti sui settori meridionali. Precipitazioni
molto deboili sparse dal pomeriggio sui settori meridionali. Temperature minime in lieve calo, massime stazionarie. Venti deboli variabili.
IL S
ERV
CINEMA
IZI
FA
LA O
DIF
FER
Crema fino alE22Ngennaio
ZA
Urologia
AVIO MASSIMO
Urologia
BARESI
ALESSANDRO
AVIO
MASSIMO
DE
CENZO
SILVIO
Urologia
BARESI
ALESSANDRO
FRAGAPANE
GIUSEPPE
AVIO
MASSIMO
DE
CENZO
SILVIO
PUPILLO
RENZO
LUCA
BARESI
ALESSANDRO
Urologia
FRAGAPANE
GIUSEPPE
SALINITRI
GIUSEPPE
DE
CENZO
SILVIO
AVIO
MASSIMO
PUPILLO
RENZO
LUCA
FRAGAPANE
GIUSEPPE
BARESI
ALESSANDRO
SALINITRI
GIUSEPPE
Urologia
medico
competente
PUPILLO
RENZO
DE CENZO
SILVIOLUCA
AVIO
VAN MASSIMO
WESTERHOUT
GIUSEPPE
medico
competente
SALINITRI
GIUSEPPE
FRAGAPANE
GIUSEPPE
BARESI
ALESSANDRO
Urologia
VAN WESTERHOUT
GIUSEPPE
PUPILLO
RENZO
LUCA
DIrIGentI
SanItarI
DE
CENZO
SILVIO
AVIO
MASSIMO
medico
competente
SALINITRI
GIUSEPPE
centro
oncologico
FRAGAPANE
GIUSEPPE
DIrIGentI
SanItarI
BARESI
ALESSANDRO
VAN
WESTERHOUT
GIUSEPPE
PILONI
SUSANNA
PUPILLO
RENZO
LUCA
centro
oncologico
DE
CENZO
SILVIO
medico competente
centro
psico
Sociale (cpS)
SALINITRI
GIUSEPPE
DIrIGentI
SanItarI
PILONI
SUSANNA
FRAGAPANE
GIUSEPPE
VAN WESTERHOUT
GIUSEPPE
CASTAGNA
MARCO
centro
oncologico
centro
psico
Sociale
PUPILLO
RENZO
LUCA(cpS)
medico
competente
riabilitazione
alcologica
PILONI
SUSANNA
DIrIGentI
SanItarI
CASTAGNA
MARCO
SALINITRI
GIUSEPPE
VAN
WESTERHOUT
GIUSEPPE
CORRADI
BEATRICE
centro
psico
Sociale
(cpS)
centro
oncologico
riabilitazione
alcologica
medico
Servizio
diBEATRICE
psicologia clinica
CASTAGNA
MARCO
PILONI competente
SUSANNA
CORRADI
DIrIGentI
SanItarI
VAN
WESTERHOUT
GIUSEPPE
FACCHI
GIUSEPPINA
riabilitazione
alcologica
centro
psico
Sociale
(cpS)
Servizio
di psicologia
clinica
centro
oncologico
MADERI
MANUELA
VIRGINIA
CORRADI
BEATRICE
CASTAGNA
MARCO
FACCHI
GIUSEPPINA
PILONI
SUSANNA
DIrIGentI
SanItarI
opzioni
al 30/11/2011
Servizio
di
psicologia
clinica
riabilitazione
alcologica
MADERI
MANUELA
VIRGINIA
centro
psico
Sociale
(cpS)
centro
oncologico
FACCHI
GIUSEPPINA
CORRADI
BEATRICE
opzioni
al
30/11/2011
CASTAGNA
MARCO
PILONI SUSANNA
MADERI
MANUELA
VIRGINIA
Servizio
di psicologia
clinica
riabilitazione
alcologica
centro
psico
Sociale
(cpS)
FACCHI
GIUSEPPINA
opzioni
al 30/11/2011
CORRADI
BEATRICE
CASTAGNA
MARCO
MADERIdi
MANUELA
VIRGINIA
Servizio
psicologia
clinica
riabilitazione
alcologica
Porta Nova ☎ 0373 218411
Il giornale non è responsabile degli eventuali cambiamenti di programmazione
Fanfulla ☎ 0371 / 30740
• Philomena • Bling Ring (21, 22 e
23 gennaio. Il 21 in vers. originale con
sottotitoli in italiano)
Moderno ☎ 0371 / 420017
• The counselor - Il procuratore • Il capitale umano • Peppa, vacanze al sole
e altre storie • Nuovo cineclub tempi
moderni mart. (21 gennaio) ore 21:
Il passato
Treviglio fino al 22 gennaio
Ariston ☎ 0363 419503
• The counsoler - Il procuratore • Angry games - La ragazza con l’uccello di
fuoco • Lo sguardo di satana - Carrie
(vm 14) • Disconnect • Peppa: vacanze
al sole e altre storie • Il capitale umano
• Un boss in salotto • The butler - Un
maggiordomo alla casa bianca • American hustle - L’apparenza inganna •
Frozen: il regno di ghiaccio • Capitan
Harlock • Il castello magico • Original
Movie Passion: Blue Jasmine (v.o. inglese con sottotitoli in italiano mar. 21/1
ore 21) • Il film d’essai: Zoran - Il mio
nipote scemo (merc. 22/1 - ore 21.15)
• The butler • The counsoler • Un
boss in salotto • Philomena • Il capitale umano • Angry games: la ragazza dall’uccello di fuoco • Sapore
di te • Peppa Pig • Il castello pagico
• Over 60 merc. (22 gennaio) ore Pieve Fissiraga (Lodi)
15.30: The butler
• Cinemimosa lun. (20 gennaio) Cinelandia ☎ 0371 237012
• Peppa Pig - Vacanza al sole e altre
ore 21.30: The counselor
storie • Frozen • Angry games - La ragazza con l’uccello di fuoco • Lo sguar- Spino d’Adda
Castelleone
do di satana - Carrie • Il procuratore Vittoria ☎ 0373 980106
Cineteatro ☎ 0374 350882
• Sapore di te • Il grande match • Un • Sapore di te • Capitan Harlock (19
Chiuso per lavori di ristrutturazione
gennaio ore 15.15)
boss in salotto • Il capitale umano
a
Classe 1a A, scuola di Meccanica-Agraria di Crem
Gita a Sabbioneta. Anno 1963
CRONACA D’ORO
- Per il Centro di Aiuto alla Vita: in memoria
della signora Enrichetta Guerini ved. Soccini,
i vicini e le amiche della figlia Giovanna € 70,
NN in memoria della piccola Vittoria € 500
- Per l’Associazione Cremasca Cure Palliative “Alfio Privitera” Onlus: dalle amiche di
Angioletta in ricordo di Daniele Ghisoni € 135
opzioni al 30/11/2011
FACCHI
GIUSEPPINA
CORRADI
BEATRICE
MADERI di
MANUELA
VIRGINIA
Servizio
psicologia
clinica
opzioni al 30/11/2011
FACCHI
GIUSEPPINA
MADERI MANUELA VIRGINIA
opzioni al 30/11/2011
Offerte ricevute in Caritas
al 16/12/2014
Lodi
Via Antonietti, 1
CAPERGNANICA (CR)
Tel. 0373 76022
[email protected]
· I · M · M · A · G · I · N · I ·
COMUNE DI CREMA CENTRALINO 0373 8941 www.comunecrema.it
Apertura Palazzo Comunale: lun., mart., giov. 8.30-12/14.3016.30. Merc. 8.30-17.30. Ven. 8.30-12. Sab. 9-12
cinema · ricetta · meteo · orari uffici · notizie utili · farmacie di turno
VENDITA E ASSISTENZA
TECNICA
SABATO 18 GENNAIO 2014
· I · M · M · A · G · I · N · I ·
Guida Utile
Emergenza sanitaria..................................................118
Carabinieri .........................................112 - 0373.893700
Polizia ................................................113 - 0373.897311
Vigili del fuoco ...................................115 - 0373.256222
Soccorso stradale ................................................ 803803
Ospedale Maggiore (centralino).......................... 0373 2801
Polizia stradale ........................................... 0373 897311
Vigili urbani................................................ 0373 894212
Associazione Fraternità.................................0373 80756
SCS ..............................................................800-904858
Linea Più (gas) - via Stazione 9 - Crema ........800-189600
Guasti elettrici (ENEL) ....................................... 803500
Etiopia e Oltre ............................................ 0373 255847
Giudici di Pace ........................ 0373 250571-0373 250587
Treni: Stazione ferroviaria di Crema:
piazzale Martiri della Libertà 1 (senza prefisso) 892021
Autobus: Autoguidovie
piazzale Martiri della Libertà 8 - Crema ......... 0373 204524
Taxi Crema: ................................................ 333 1212888
Miobus: Prenotazioni: ....................(gratuito) 800-907700
0373 287728 da cellulare - Informazioni: 840-620000
Via Antonietti, 1 - CAPERGNANICA (CR)
Tel. 0373 76022 - [email protected]
Per Emergenza Filippine parrocchie: Moscazzano € 600, Palazzo Pignano € 160
Per Emergenza Filippine e Sardegna parrocchie:
Ricengo € 250, Bottaiano € 200
Per progetti Avvento cimitero Maggiore di Crema € 150, Ospedale Kennedy € 200. Parrocchie: Ripalta Vecchia € 300, Madignano €
500, Moscazzano € 150, Castel Gabbiano €
100, Palazzo Pignano € 800, Cascine € 300,
Vidolasco € 272, Credera € 260, Rovereto
€ 370, Rubbiano € 455, Ombriano € 600,
Scannabue € 955, Capergnanica € 250, Casale Cremasco € 200
Per Seminario NN € 200
Per Caritas NN € 100, le sorelle Adina e
Ornella Miffoleri in memoria del sig. Gino
Rossi € 50
INVITO A PRANZO
Preparazione
Preparate la frolla impastando velocemente gli ingredienti e lasciandola
riposare in frigorifero per circa 20 minuti avvolgendola nella pellicola.
Per la crema: amalgamate la scorza e il succo dei limoni, le uova, il
burro e lo zucchero. Fate cuocere la crema fino ad addensarla e fatela
raffreddare.
Dividere la pasta in due dischi, uno più grande: quest’ultimo adagiatelo
in una tortiera foderata di carta forno avendo cura di ricoprire bene i
bordi. Versateci la crema fredda. Ricoprite la torta con il disco di pasta
più piccolo, sigillando bene i bordi. Cuocete in forno a 180° per circa 35
minuti. A piacere spolverizzate con dello zucchero a velo
Fotografalo e invaiaci
foto e ricett e
n
per la pubblicazio
IL NOSTRO GIORNALE LASCIA LO SPAZIO DELLA RICETTA AI NOSTRI LETTORI
Invitiamo quindi tutti i lettori a consegnare le loro ricette presso i nostri uffici
in via Goldaniga 2/a - Crema
Vi ringrazieremo con un omaggio
I MERCATI DI CREMONA
Della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura
CEREALI: Frumenti nazionali teneri con 14% di umidità Varietà speciali n.q.;
Fino (peso specifico da 79) 202-206; Buono mercantile (peso specifico da
75 a 78) 195-202; Mercantile (peso specifico fino a 74) 185-191 Frumenti
nazionali duri (produzione Nord Italia): Fino (peso specifico da 80 e oltre) n.q.;
Buono mercantile (peso specifico 77/79) n.q.; Mercantile (p.s. 74/76) n.q.
Cruscami franco domicilio acquirente: Farinaccio alla rinfusa 186-188; Tritello
alla rinfusa 185-187; Crusca alla rinfusa 169-171; Crusca in sacchi n.q; Cruschello alla rinfusa 178-180. Granoturco ibrido nazionale (con il 14% di umidità):
Comune 177-179; Semivitreo n.q. Orzo nazionale: peso specifico da 61 a 64
196-200; peso specifico da 55 a 60 188-194 Orzo estero pesante (da commerciante-franco acquirente) n.q. Semi di soia nazionale n.q. Semi da prato selezionati
(da commerciante): Trifoglio violetto 2,80-3,20; Ladino nostrano (Lodigiano
gigante) 8-9; Erba medica di varietà 2,90-3,30; Lolium italicum 1,40-1,70;
Lolium italicum tetraploide 1,40-1,70.
BESTIAME BOVINO: Vitelli da allevamento baliotti (peso vivo in kg): Da incrocio (50-60 kg) 3,00-4,00; Frisona (50-60 kg) 0,80-0,90. Maschi da ristallo
biracchi (peso vivo): Frisona (180-250 kg) 1,30-1,50. Bovini da macello (prezzo
indicativo - peso morto in kg): Cat. B - Tori (maggiori di 24 mesi) P2 (50%) - O3
(55%) 2,20-2,45; Cat. E - Manze scottone (fino a 24 mesi) P3 (47%) - O3
(50%) 2,20-2,70; Cat. E - Manze scottone (sup. a 24 mesi) P2 (45%) - O3
(48%) 2,05-2,40; Cat. E - Vitellone femmine da incrocio O3 (54%) - R3
(57%) 3,25-3,75; Cat. D - Vacche frisona di 1° qualità P3 (44%) - O2/O3
(46%) 2,05-2,30; Cat. D - Vacche frisona di 2° qualità P2 (42%) - P3 (43%)
1,55-1,75; Cat. D - Vacche frisona di 3° qualità P1 (39%) - P1 (41%) 1,00-
…a metà Genàr vé aànti i mercànt da néf.
Isé “al nòst dialèt” al ga ‘à ‘ncùntra, con le mà sö la cunsulàda però con i òc pié da lüs, perché
comunque i è Sànt che rìa. San Mauro, Sant Antòne, Sant’Agnés... e fórse püsé che purtàm al
frèt i ma urarès riparà, magàre cumudàs con nuàltre sö la cadrega vizì al camì… e sculdàs töc
ansèma, sensa tànte diferénse, antànt che la nóna la ma cünta sö le pastucìne…
Nóna, cünta sö… cünta sö…
Gói da cuntàla?
1,20; Cat. D - Vacche frisona di 1° qualità (peso vivo) 0,90-1,06; Cat. D
- Vacche frisona di 2° qualità (peso vivo) 0,65-0,75; Cat. D - Vacche frisona
di 3° qualità (peso vivo) 0,39-0,49; Cat. A - Vitelloni incrocio nazionali di 1°
qualità R3 (55%) - U3 (56%) 3,15-3,40; Cat. A - Vitelloni incrocio nazionali
di 2° qualità O3 (53%) - R2 (54%) 2,80-3,00; Cat. A - Vitelloni frisona di
1° qualità O2 (51%) - O3 (52%) 2,90-3,15; Cat. A - Vitelloni frisona di 2°
qualità P1 (49%) - P3 (50%) 2,15-2,55.
FORAGGI: Fieno e paglia (da commerciante-franco azienda acquirente): Fieno
maggengo 165-185; Loietto 165-185; Fieno di 2a qualità 140-150; Fieno di
erba medica 205-240; Paglia 105-120.
SUINI: Suini vivi (escluso il premio) da allevamento (muniti di marchio di tutela):
15 kg 4,10; 25 kg 2,95; 30 kg 2,58; 40 kg 2,02; 50 kg 1,75; 65 kg 1,61; 80 kg
1,57; 100 kg n.q. Magri da macelleria: 90-115 kg n.q. Grassi da macello (muniti
di marchio di tutela): 130-145 kg 1,470; 145-160 kg 1,500; 160-180 kg 1,560;
oltre 180 kg 1,530.
CASEARI: Burro: pastorizzato 3,70; zangolato di creme fresche n.q.; crema di latte centrifugata e pastorizzata (reg. Cee n. 1547/87) n.q. Provolone
Valpadana: dolce 5,50-5,65; piccante 5,70-5,95 Grana: stagionatura tra 60-90
giorni fuori sale n.q. Grana Padano: stagionatura di 9 mesi 7,35-7,55; stagionatura tra 12-15 mesi 7,90-8,10; stagionatura oltre 15 mesi 8,20-8,80.
LEGNAMI: Legna da ardere (franco magazzino acquirente): Legna in pezzatura da stufa: 60% forte e 40% dolce 100 kg 12-13; legna in pezzatura da stufa:
forte 100 kg 14-15 Pioppo in piedi: da pioppeto 4,80-6,70; da ripa 2,70-3,20
Tronchi di pioppo: trancia 21 cm 9,70-12,20; per cartiera 10 cm 4,00-4,50.
- indovinelli -
Gh’è lé ‘n tripé
con sö du pé,
ve ‘n quàtre pé,
‘l pòrta via ‘l du pé,
e resta lé ‘l tripé ......................................................................= il trepiede, il pollo e il gatto
Só bianca, só tùnda,
só biùnda, só fòrte,
ce ma cópa
piàns la me mòrte ...................................................................= la cipolla
Al va dent pié e ‘l vé fò ót ......................................................= il cucchiaio
Gh’è quàtre surèle che quant sa ‘n móf öna le sa móf töte .......= le ruote del carro
Nóna, cünta sö… cünta sö…
Fóra, fóra sùl
co le ciàf dal Signùr
co le ciàf da la Madòna
fóra sùl che ‘l ma bizògna.
Quèi da Vaià
i màsa ‘l cà;
quei da Bagnól
i cór a tól;
quei da Pustì
i la fa rustì;
quei da Mùc
i lèpa l’ùc;
quei da Caargnàniga
i màngia la lügànega.
Gói da cuntàla?
- filastrocche Tòne balòne,
cunfèsa le dòne
cunfèsa i umègn
Tòne da lègn.
Sùl, sùl vé fóra
con la campàna dóra,
col campanèl d’argént
sùl, sùl fà bèl témp.
Pir, póm, pèrsech,
la brügnàga dùlsa
cinch ghèi a l’ùnsa…
ce la ól cumprà?
La rabia, la stésa
la é trè ólte al dé:
matìna e séra
e l’ùra dal mesdé.
Mé só da Bèrghem
té ta sét da Cóm,
a mé ma piàs i pèrsech
a té ta piàs i póm…
Nóna, cünta sö… cünta sö… E amò adès ma par da séntela, chèla ùs culma da puezìa che la ma cünta:
“La chìchera bröta” di Rosetta Marinelli Ragazzi
Gh’ó ‘na chìchera bröta, ma ‘l cafè,
(sebé ga n’ó ‘n quai d’öna püsé bèla,)
an fin che scàmpe e ‘n fina che la gh’è,
me ‘l só da cèrto, ‘l bearó dentre ‘n quèla…
Al ma par püsé bù: al par ‘na màna…
L’è déntre lé, che l’al biìa me màma!....
ADORAZIONE COMUNITARIA
Della signora Luisa
Domenica ore 12:
l’arrosto che hai cucinato
ti è riuscito meglio delle altre volte?
‘N dal mès dal més rìa i mercànt da néf
Iniziative Ecclesiali
Ricetta dei nostri lettori
Torta con crema al limone
Ingredienti
Per la pasta:
– 300 gr di farina
– 150 gr di zucchero
– 100 gr di burro
– 1 uovo + 1 tuorlo
– ½ bustina di lievito
per dolci
Per la crema:
– 2 limoni, il succo più
la scorza (non trattati)
– 2 uova
– 30 gr di burro
– 90 gr di zucchero
AL NÒST DIALÈT
■ Nella chiesa di S. Giovanni (tranne il sabato mattina e la domenica) ore 9-12 e 15-18.
■ Lunedì 20 ore 17,30 Rosario e vespri per la vita.
...va salüda i “Cüntastòrie”
SCUOLA DELLA PAROLA A OMBRIANO
■ Lunedì 20 gennaio alle ore 21 all’oratorio di
Ombriano incontro guidato da don Pierluigi Ferrari.
Tema Il Vangelo di Matteo.
SCUOLA PER ANIMATORI DI ORATORIO
■ Lunedì 20 alle ore 21 al centro S. Luigi scuola
per animatori di oratorio.
ACCOGLIENZA DELLA PAROLA NEL SILENZIO INCONTRO CON GIULIODORI
■ Oggi sabato 18 ore 16 - 17 al Centro di Spiritualità accoglienza della Parola nell’ascolto e nel silenzio.
PREGHIERA PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI
■ Oggi 18 gennaio alle ore 21 presso la parrocchia
della SS. Trinità veglia di preghiera ecumenica concelebrata dal vescovo Oscar e dal pastore Giuseppe
Platone della comunità Evangelica Valdese di Milano.
GIORNATA DEL SEMINARIO
■ Domenica 19 gennaio in tutte le parrocchie della
diocesi Giornata del Seminario.
100 GIORNATA MIGRANTE E RIFUGIATO
a
■ Domenica 19, nelle zone pastorali, 100a Giornata
del Migrante e Rifugiato. Tema Migranti e rifugiati: verso
un mondo migliore.
INCONTRO CATECHISTI BATTESIMALI
■ Domenica 19 dalle ore 16 alle 18 presso il Seminario di Vergonzana incontro formativo per Catechisti battesimali.
CAMMINO PROFESSIONE FEDE 19ENNI
■ Domenica 19 gennaio dalle ore 16,30 alle 20,30
al Centro di spiritualità cammino di professione di
fede per i 19enni a cura della Pastorale Giovanile.
Municipio di Crema
Autoguidovie- Modifica corse linea K520
■ Domenica 19 gennaio, per tutto il giorno, causa chiusura di via Crispi in Crema, i percorsi della
linea K520 Crema-Milano (locale) verranno così
modificati. Direzione Milano: Stazione FS, piazzale Rimembranze, via Stazione, largo Partigiani
d’Italia, quindi normale percorso. In arrivo a Crema: percorso inverno. Non verranno effettuate le
fermate poste sulle via IV Novembre, Diaz e Crispi.
Autoguidovie: linee extraurbane
■ Venerdì 24 gennaio è stato proclamato uno sciopero nazionale di 24 ore. Pertanto non potranno essere
■ Martedì 21 gennaio alle 21 al S. Luigi incontro
di riflessione sugli oratori Il laboratorio dei Talenti. Relatore il vescovo mons. Claudio Giuliodori.
VERO SU BIANCO PERCORSO FORMATIVO
■ Giovedì 23 gennaio alle ore 21 al centro S. Luigi incontro Il Libano è ancora un messaggio? Incontro
insieme a don Emilio Lingiardi.
IL VESCOVO VISITA LA ZONA CITTÀ
■ Giovedì 23 il Vescovo visita la Zona Città. Al
mattino il presbiterio e alla sera il Consiglio pastorale zonale.
APOSTOLATO DELLA PREGHIERA
■ Domenica 19 gennaio alle ore 15 nella chiesa
parrocchiale di Castelnuovo incontro di preghiera
con adorazione Eucaristica, s. Rosario e s. Messa.
RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO
■ Il Rinnovamento nello Spirito vi invita ogni sabato alle 16 all’oratorio della SS. Trinità.
GRUPPO REGINA DELLA PACE
■ Ogni lunedì dalle 21 nella chiesa di San Bartolomeo, incontro di preghiera, Rosario e s. Messa.
L’URP INFORMA...
garantite le corse in partenza dai Capolinea da inizio
servizio alle ore 5,29, dalle ore 8,30 alle 14,59 e dalle
ore 18 a fine servizio.
Autoguidovie - Miobus: servizio urbano
■ Venerdì 24 gennaio è stato proclamato uno sciopero nazionale pertanto non potranno essere garantite
le corse in partenza dai Capolinea dalle ore 9 alle
11,29 e dalle ore 14,30 a fine servizio.
Consulenza materie giuridiche notarili
■ All’Urp giovedì 23 e 31 gennaio dalle 9,30 alle
12 un notaio sarà gratuitamente a disposizione di
ogni cittadino per consultazioni in materia notarile.
SABATO 18 GENNAIO
ANNO 2014 - NUMERO 1
“2014: scelte coraggiose per la ripresa”
Per il presidente Soffientini quest’anno dovrà essere decisivo per uscire dalla crisi
I
Il presidente Pierpaolo Soffientini
“Continua a mancare il coraggio
da parte della classe politica per
compiere finalmente delle scelte radicali e strutturali in grado di rimettere in moto investimenti e consumi.
Mi auguro che il ricambio generazionale della classe dirigente – ha
precisato il presidente dell’Autonoma Artigiani Cremaschi – non si
limiti a una mera questione anagrafica, ma possa portare veramente a
un nuovo modo di intendere e gestire la politica e il governo del Paese. Perché malgrado le promesse
sino a oggi fatte non si intravedono
ancora progetti e azioni che possano modificare questo momento di
grave difficoltà, a fronte invece dei
grandi sforzi e del notevole impegno che le nostre imprese mettono
ogni giorno per riuscire ad andare
avanti e per non lasciare a case i
loro collaboratori, contribuendo al
mantenimento di benessere sociale
e alla tranquillità di molte famiglie.
L’augurio è che il 2014 possa davvero rappresentare il punto di svolta di questa situazione, per poter
davvero cogliere le possibilità di
ripresa che si intravedono in lontananza, facendo trovare al Paese e,
soprattutto alle nuove generazioni,
quella fiducia necessaria per poter
guardare al futuro con serenità senza mortificare ulteriormente il voler
essere ottimisti a oltranza che è proprio del dna degli artigiani e degli
imprenditori.”
Lettera aperta di Giorgio Merletti al presidente del Consiglio Enrico Letta
N
elle scorse settimane il presidente di Confartigianato Giorgio Merletti ha inviato una
lettera aperta al Presidente del Consiglio
Enrico Letta per manifestare le preoccupazioni degli imprenditori artigiani e delle Pmi rispetto alla
disattenzione della politica nei confronti delle esigenze di sviluppo delle imprese.
Questo il testo della lettera aperta.
«Caro Presidente del Consiglio, nella stagione
della protesta legittima e comprensibile che si
manifesta in molteplici espressioni, capaci di occupare la scena e catturare l’attenzione dei media, sento il dovere di far sentire la nostra voce
che, pur avendo un timbro propositivo, è spesso
inascoltata, nonostante rappresenti una platea ben
più vasta di quella dei movimentisti dell’ultima ora.
Nel nostro Paese si passa con eccessiva disinvoltura dallo scandalo dei “forchettoni“ (penso alla
vergognosa greppia dei rimborsi regionali) al fenomeno dei “forconi” portatori di istanze in parte
condivisibili e di sentimenti diffusi di indignazione.
Nel contempo, i soggetti che ogni giorno provano a elaborare un progetto per il Paese e per le
sue imprese si vedono penalizzati e persino umiliati da una politica disattenta e spesso sorda, con
il risultato che diventiamo anche noi bersaglio di
una lamentazione crescente e rischiamo di perdere la nostra credibilità.
Ne deriva un senso di frustrazione accentuato dal rito dei riconoscimenti verbali al ruolo delle PMI,
ai quali non corrispondono provvedimenti concreti ed efficaci di
Governo e Parlamento: per dirla in
soldoni, Presidente, a volte abbiamo l’impressione che di noi si parli
bene, ma ci si occupi di altri.
Le norme “taglia” tariffe per l’assicurazione auto offrono lo spunto
per una riflessione concreta. Sono
in molti a ritenere che finalmente il
Governo ha avuto il coraggio di rompere il monopolio delle grandi imprese assicurative che, con il
loro comportamento poco trasparente, vessano gli
automobilisti a suon di tariffe ingiustificate e molto
più salate di quelle europee. Addentrandoci invece nel provvedimento, si scopre che le norme limitano la libertà di scegliersi il proprio riparatore di
fiducia e di fatto consegnano migliaia di artigiani
nelle mani di quello stesso monopolista, il quale
avrà la forza di dettare, a suo tornaconto, le condizioni.
L’elenco di questa dicotomia tra il dire e il fare è
purtroppo assai nutrito. Ricordiamo i reiterati annunci sulla riduzione del prezzo dell’energia per
le famiglie e per le imprese, per poi accorgerci
che il sistema premia la solita industria decotta che lucra il sussidio di
una esenzione di imposta caricata,
invece, sulle famiglie e sulle piccole
imprese. Per tacere del rilancio delle PMI e la contemporanea approvazione di norme che finanziano i
grandi progetti industriali e dell’accesso al credito contraddetto, nella
realtà, da provvedimenti che favoriscono e garantiscono le banche.
Vogliamo continuare, signor Presidente?
Predicate che è ora di tornare a difendere la
qualità delle nostre produzioni nazionali, ma omettete di adottatore il principio, conosciuto anche dai
cinesi, diretto a garantire il consumatore attraverso
la tracciabilità obbligatoria dei prodotti.
Non ci siamo mai tirati indietro nel fare proposte e se ora ho deciso di scriverLe è per garantire
che non smetteremo di lottare per lo sviluppo e la
crescita delle imprese artigiane e delle Pmi del nostro Paese, ma anche che il “resistere, resistere,
resistere” pronunciato in altri tempi e contesti, ha
un limite: o meglio ha il limite della pazienza degli
uomini.»
Giorgio Merletti
Presidente Confartigianto Imprese
Mensile dell’Associazione
Autonoma Artigiani Cremaschi
una volta le attese per scelte della
politica che avrebbero dovuto dare
nuovo impulso e slancio al sistema
produttivo, invertendo un trend da
troppi anni pesantemente negativo,
sono andate deluse o non sono destinate a incidere in maniera forte e
qualificante.”
“È il caso della recente legge
di stabilità – ha proseguito il rappresentante cremasco della Confartigianato – dove, a voler essere
ottimisti, è possibile salvare solo i
provvedimenti legati alla riqualificazione del patrimonio immobiliare, al risparmio energetico e difesa
dell’ambiente. Una proroga di agevolazioni destinata a produrre sicuramente effetti positivi per la aziende delle filiere interessate, come già
registrato nel corso del 2013, ma
che determinerebbe vantaggi e ricadute ancor maggiori se fosse supportata anche da azioni concrete
di agevolazione creditizia a favore
delle famiglie e dei soggetti potenziali fruitori di questi benefici.”
“Del resto il problema della
contrazione del credito resta uno
dei maggiori ostacoli al recupero
di competitività delle imprese. Le
banche – ha evidenziato Soffientini – si dimostrano sempre più severe e i prestiti sempre più scarsi,
come rilevato anche da una recente indagine effettuata dalla nostra
Confederazione. Un credito sempre più scarso e costoso blocca le
opportunità di sviluppo, scoraggia
gli investimenti e rallenta i processi di innovazione tecnologica. Tutto ciò mentre le aziende sono alle
prese anche con i ritardi di pagamento degli Enti pubblici e privati
che costringono a chiedere prestiti
per compensare i mancati incassi.
E questo nonostante gli importanti
strumenti di sostegno, come il sistema dei Confidi, che il mondo imprenditoriale è disposto a mettere
in campo per garantire il credito.
Viene dunque da chiederci quando
le banche decideranno di sostenere
la ripresa se anche in presenza di
qualche timido segnale di fiducia
da parte del mondo imprenditoriale
continuano a essere adottati criteri
di severità e selettività da parte del
sistema bancario?”
ONFARTIGIANATO
REMA
deboli segnali positivi
che giungono in questo
periodo da alcuni macro indicatori e le dichiarazioni di ottimismo
sempre più frequenti provenienti da fonti governative, che
sembrerebbero indicare che la via
per uscire dalla crisi economica sia
stata imboccata anche dal nostro
Paese, contrastano impietosamente
con dati e i riscontri che pervengono dall’economia reale, da quella
parte di Paese che ancora lavora e
che fa impresa, costretta a una dura
lotta quotidiana per la sopravvivenza in un contesto sempre più difficile e asfittico.
Una situazione alquanto difficile
anche per il nostro territorio, dove
il numero di aziende costrette a cessare l’attività continua ad aumentare, così come risulta in continua
crescita il ricorso agli ammortizzatori sociali e il numero dei lavoratori
che hanno perso definitivamente la
certezza di un’occupazione. Con
tutte le pesanti e gravi implicazioni
di carattere umano e sociale, oltre
che economico, che tutto questo
comporta.
“La sensazione è che anche il
2014 appena iniziato – ha sottolineato il presidente dell’Associazione Autonoma Artigiani Cremaschi
Pierpaolo Soffientini – sia ancora un
anno di grandi difficoltà e sacrifici
per imprese e le famiglie. Ancora
via IV Novembre, 121
Crema
Tel. 0373 87112
Fax 0373 84826
E-mail:
[email protected]
www.autonomartigiani.it
II SABATO 18 GENNAIO 2014
CONFARTIGIANATO
REMA
IL NUOVO TORRAZZO
CUPLA: sconti in farmacia per anziani Autotrasporto: divieti circolazione 2014
nche i Soci Anap possono beneficiare della convenzione con
l’Azienda Farmaceutica di Crema.
Con l’inizio del nuovo anno
è andata pienamente a regime
la Convenzione stipulata tra l’Azienda
Farmaceutica Municipalizzata di Crema
(AFM) e il C.U.P.L.A provinciale di Cremona, il Coordinamento Unitario Pensionati
del Lavoro Autonomo, organismo di cui fa
parte anche l’Anap di Crema.
Constatato che l’Azienda Farmaceutica di Crema intende sviluppare ulteriori
azioni, sinergie e progetti innovativi in
collaborazione con le associazioni e gli
enti del territorio, in continuità con quanto
già attivato negli ultimi anni relativamente
ai servizi offerti alla popolazione quali la
consegna a domicilio per fasce protette,
interventi di fornitura di farmaci a persone in forte difficoltà economica e interventi
di varia natura nell’ambito sociale, Afm e
Cupla hanno convenuto sulla necessità di
perseguire alcuni obiettivi comuni quali:
✓ consentire ai cittadini, in questo particolare momento di crisi, l’acquisto di prodotti farmaceutici a condizioni favorevoli;
✓ consolidare e valorizzare il ruolo sociale della farmacia comunale quale presidio territoriale che offre assistenza, ascolto
e consulenza al cittadino e svolge una specifica funzione di educazione alla salute;
✓ implementare occasioni di confronto
per lo sviluppo di azioni integrate in campo socio-assistenziale.
Per il raggiungimento degli obiettivi sopra indicati i due soggetti hanno convenuto
che gli iscritti al Cupla provinciale potranno beneficiare di uno sconto del 10% minimo sull’acquisto di parafarmaci, farmaci
da banco, presidi sanitari e integratori alimentari (con esclusione dei farmaci per i
on il decreto n. 443
dell’11 dicembre 2013
il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha diramato
le direttive e il calendario per le limitazioni alla
circolazione stradale fuori dai
centri abitati per l’anno 2014
per i veicoli e i complessi di
veicoli, per il trasporto di cose,
di massa complessiva massima
autorizzata superiore a 7,5 tonnellate.
Ecco nel dettaglio il calendario completo:
a) tutte le domeniche dei mesi di
gennaio, febbraio, marzo, aprile, maggio, ottobre, novembre e
dicembre, dalle 8 alle 22;
b) tutte le domeniche dei mesi di
giugno, luglio, agosto e settembre, dalle 7 alle 23;
c) dalle 14 alle 22 del 18 aprile;
d dalle 8 alle 16 del 19 aprile;
e) dalle 8 alle 22 del 21 aprile;
f) dalle 8 alle 14 del 22 aprile;
g) dalle 8 alle 22 del 25 aprile;
h) dalle 8 alle 22 del 1 maggio;
i) dalle 8 alle 22 del 2 giugno;
j) dalle 7 alle 14 del 5 luglio;
k) dalle 7 alle 22 del 12 luglio;
l) dalle 7 alle 22 del 19 luglio;
m) dalle 7 alle 22 del 26 luglio;
n) dalle 16 del 1 agosto alle 22
del 2 agosto;
o) dalle 14 alle 22 del 8 agosto;
p) dalle 7 alle 22 del 9 agosto;
q) dalle 7 alle 22 del 15 agosto;
r) dalle 7 alle 22 del 16 agosto;
s) dalle 7 alle 22 del 23 agosto;
t) dalle 8 alle 22 del 30 agosto;
u) dalle 8 alle 22 del 1 novembre;
v) dalle 8 alle 14 del 6 dicembre;
x) dalle 8 alle 22 del 8 dicembre;
y) dalle 8 alle 22 del 25 dicembre;
z) dalle 8 alle 22 del 26 dicembre.
Tra le varie deroghe e precisazioni si ricorda che:
a) per i veicoli provenienti
C
A
quali deve essere corrisposto il solo ticket
sanitario soggetti al SSN).
Per beneficiare dell’agevolazione, che
non potrà essere sommata a promozioni o
altre scontistiche proposte autonomamente
da Afm, il socio Cupla dovrà esibire apposita tessera di iscrizione al Cupla.
I soggetti beneficiari potranno ottenere
l’applicazione delle agevolazioni previste
in tutti i punti vendita dell’AFM che sono
localizzati a Crema Nuova, Ombriano,
Gallignano, Pieranica e Casaletto Vaprio.
Soddisfazione per l’accordo raggiunto è
stata espressa dal presidente dell’Anap cremasca Gian Paolo Moroni, principale fautore dell’accordo poi definito e sottoscritto
dal presidente dell’Afm Agostino Guerci e
da quello del Cupla Antonio Borghesi.
Si ricorda che tutti i soci aderenti all’Anap-Associazione Nazionale Anziani e
Pensionati di Confartigianato territoriale di
Crema, sono automaticamente iscritti anche al Cupla Provinciale e potranno quindi
beneficiare della convenzione sopra descritta.
La tessera per fruire della scontistica è
disponibile presso la sede Anap di Crema
(Associazione Autonoma Artigiani Cremaschi – via IV Novembre 121/123) dove è
possibile rivolgersi per tutte le informazioni
e le spiegazioni del caso, anche da parte
di chi non è ancora associato.
dall’estero e dalla Sardegna,
muniti di idonea documentazione l’orario di inizio del divieto è
posticipato di 4 ore;
b) per i veicoli diretti all’estero, muniti di idonea documentazione attestante la destinazione del viaggio, l’orario di
termine del divieto è anticipato
di due ore, così come per i veicoli diretti in Sardegna l’orario
di termine del divieto è anticipato di 4 ore;
c) è possibile, in base alle di-
sposizioni del Decreto n. 443
dell’11 dicembre scorso, ottenere deroghe particolari dalle Prefettura che, accertata la reale
rispondenza di quanto richiesto
ove non sussistano motivazioni
contrarie, rilascia il provvedimento autorizzativi.
Presso l’Associazione Autonoma Artigiani Cremaschi
(tel. 0373 87112) è possibile
consultare il testo completo del
Decreto e ottenere le necessarie
informazioni.
PETRA
COMMERCIO PIETRE
SETTORE
OU TLET
PORTONI SEZIONALI
SEZIONALI PER
PER GARAGE
GARAGE
PORTONI
PORTONISEZIONALI
SEZIONALIPER
PERGARAGE
GARAGE
PORTONI
PORTONI SEZIONALI PER GARAGE
UN GRANDE
ASSORTIMENTO DI
ARTICOLI, LASTRE
E LAVORATI A
PREZZI SCONTATI
LEGNA
DA
CANCELLI EE RECINZIONI
RECINZIONI SU
SU MISURA
MISURA
CANCELLI
CANCELLI
RECINZIONI
SU
MISURA
CANCELLI
E ERECINZIONI
SU
MISURA
CANCELLI
SCORREVOLI
SENZA GUIDA
A PAVIMENTO
CANCELLI
SCORREVOLI
SENZA
GUIDA
A
PAVIMENTO
CANCELLI
E
RECINZIONI
SU
MISURA
CANCELLI
SENZA
GUIDA
A PAVIMENTO
Via
A.
Canova, 14
–SCORREVOLI
26010 – Fiesco SENZA
(CR)
Tel
347 0136014
CANCELLI
SCORREVOLI
GUIDA
A PAVIMENTO
Via
A. [email protected]
Canova, 14
– 26010 – Fiesco (CR)
Tel 347
0136014
mail:
0374
770075
CANCELLI
SCORREVOLI
SENZA
PAVIMENTO
A. Canova,
1426010
– 26010
– Fiesco
(CR) GUIDA A Fax
Tel
0136014
ViaVia
A.
Canova,
14 –
– Fiesco
(CR)
Tel
347347
0136014
mail:
[email protected]
Fax
0374
770075
sito
internet:
www.fiescoautomazioni.com
Visitaci
su
appuntamento
mail:
[email protected]
Fax
0374
770075
Via
A.
Canova,
14
–
26010
–
Fiesco
(CR)
Tel
347
0136014
mail:
[email protected]
Fax
0374
770075
sito internet: www.fiescoautomazioni.com
Visitaci su appuntamento
sito
internet:
www.fiescoautomazioni.com
Visitaci
su
appuntamento
mail:
[email protected]
Fax
0374 770075
sito internet:
www.fiescoautomazioni.com
Visitaci su
appuntamento
sito internet: www.fiescoautomazioni.com
Visitaci su appuntamento
NOVITA’
ARDERE
FIERA DI S. APOLLONIA
9 e 10 febbraio
RIVOLTA D’ ADDA
VI ASPETTIAMO/STAND 19 PAD. B
Petra s.r.l. - Crema-San Bernardino (Cr) via Izano, 12 / [email protected] - www.petra.bg.it
tel. 035 8444920 fax. 0354490399
CONFARTIGIANATO
IL NUOVO TORRAZZO
PEC: rinnovo servizio 2014
al 30 giugno scorso per le
imprese individuali è scattato
l’obbligo di iscrivere al Registro
Imprese la propria casella di Posta Elettronica Certificata (PEC).
Tale obbligo era già in vigore
dal 29 novembre 2011 per tutte le società.
L’Associazione Autonoma Artigiani Cremaschi, grazie al vantaggioso accordo
Confartigianato-Telecom, ha provveduto
all’adempimento per tutte le ditte associate
tenute a questo adempimento.
Il 31 dicembre 2013 è scaduto il periodo
di gratuità promozionale della casella di
Posta Elettronica Certificata, come previsto
dall’accordo sopra ricordato.
Il rinnovo del servizio, da effettuarsi
esclusivamente tramite il portale Impresa
Semplice, potrà essere effettuato a partire
dal 10 gennaio 2014 e, comunque, entro
30 giorni dal ricevimento di apposito avvisto da parte di Telecom Italia (tramite Pec)
riportante tutte le istruzioni operative per
procedere.
Il costo previsto per l’anno 2014 è stato
fissato in 9 euro + Iva (contro i 12 euro +
D
REMA
Iva dell’offerta standard di Certific@ in corso di validità). Il rinnovo del servizio avrà
validità per 12 mesi a partire dalla data del
pagamento.
Le modalità di pagamento previste per il
rinnovo sono:
1. addebito su conto Telecom Italia (se
all’azienda risulta intestata almeno una linea fissa Telecom). In questo caso l’importo
dovuto sarà evidenziato, in unica soluzione, sulla bolletta telefonica relativa alla linea di addebito scelta.
2. addebito su Carta di Credito (Visa,
Visa Electron, MasterCard, Maestro, Diners
Club e American Express) o sui circuiti PostePay e PayPal.
L’Associazione Autonoma Artigiani Cremaschi è a disposizione sia per procedere
al rinnovo annuale del canone che alla gestione della casella Pec delle singole aziende, tramite controllo quotidiano, stampa
della documentazione ricevuta e adempimenti conseguenti.
Per ulteriori informazioni e chiarimenti
è possibile contattare i nostri uffici (Marco
Donida 0373-87112).
SABATO 18 GENNAIO 2014
Autotrasporto: rimborso
accisa 4° trimestre 2013
S
i comunica alle imprese di autotrasporto che l’Agenzia delle Dogane
ha pubblicato il software per la presentazione della domanda di rimborso delle accise sul gasolio professionale per quanto riguarda il quarto
trimestre del 2013.
Hanno diritto al beneficio le imprese
di autotrasporto che utilizzano veicoli
con massa superiore a 7,5 tonnellate.
L’importo
rimborsabile
è
di
214,18609 euro per mille litri di gasolio consumato tra il 1° ottobre e il
31 dicembre 2013 e la domanda deve
essere presentata entro il 31 gennaio
2014 (termine ordinatorio e non perentorio).
Come sempre gli Uffici dell’Associazione Autonoma Artigiani Cremaschi
sono a disposizione per la gestione
delle pratiche per le domande di rimborso.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’ufficio Segreteria
dell’Associazione: Alessandro Torrisi,
0373/87112.
Sconti Inail per le “aziende sicure” con il modello OT24
ome ogni anno l’Inail ha diffuso la nuova versione del modello OT24 per la
C
presentazione della domanda di riduzione
del tasso Inail per interventi di prevenzione
dopo i primi due anni di attività. In tempi
di difficoltà di tagli al bilancio e di revisione della spesa è ancora più importante
valutare e perseguire tutte le opportunità di
risparmio, anche le più piccole. È il caso
della riduzione del tasso Idi premio Inail
previsto per le aziende che hanno fatto,
nel corso dell’anno solare precedente (in
questo caso il 2013), interventi di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro in aggiunta a
quelle minime previste dalla legge.
La riduzione del tasso è sensibilmente
aumentata ed è riconosciuta in misura fissa, in relazione al numero dei lavoratorianno: fino a 10 lavoratori riduzione del
30%; da 11 a 50 lavoratori riduzione del
23%; da 51 a 100 dipendenti riduzione
del 18%; da 101 a 200 dipendenti riduzione del 15%; da 201 a 500 dipendenti
riduzione del 12%; oltre 500 dipendenti
riduzione del 7%.
Per poter beneficiare della riduzione
l’azienda deve avere i seguenti requisiti:
essere in attività da più di 2 anni e avere regolarità contributiva, assicurativa e
conformità con le norme obbligatorie in
materia di prevenzione infortuni.
La riduzione eventualmente riconosciuta dall’Inail opera solo per l’anno nel quale è stata presentata la domanda ed è applicata in sede di regolazione del premio
dovuto per il medesimo anno.
La domanda deve essere presentata entro il 28 febbraio 2014 ma riguarda gli
interventi di miglioramento della sicurezza e salute dei lavoratori realizzati entro
il 31 dicembre 2013.
Per maggiori informazioni contattare il
consulente o responsabile della Sicurezza
sul lavoro aziendale.
III
Formazione
Corsi per alimentaristi (ex Libretti sanitari)
er consentire di adempiere alla formazione obbligatoria
Pciazione
prevista per tutti gli addetti del settore alimentare, l’AssoAutonoma Artigiani Cremaschi propone dei Corsi
specifici di 4 ore sulle materie previste dalla vigente normativa che si terranno:
GENNAIO: lunedì 20 dalle ore 14 alle 18
FEBBRAIO: lunedì 17 dalle ore 14 alle 18
Corsi Sicurezza sul Lavoro
FORMAZIONE OBBLIGATORIA LAVORATORI: RISCHIO BASSO
(8 ore), venerdì 21 febbraio (8.30-12-30/14-18); RISCHIO
MEDIO (12 ore), venerdì 21 (8.30-12.30/14-18) e venerdì 28 febbraio (8.30-12.30); RISCHIO ALTO (16 ore), venerdì 21 (8.30-12.30/14-18) e venerdì 28 febbraio (8.3012.30/14-18).
ANTINCENDIO: RISCHIO BASSO (4 ore),mercoledì 12 febbraio
(14-18); RISCHIO MEDIO (8 ore): iscrizioni aperte.
ANTINCENDIO AGGIORNAMENTO: RISCHIO BASSO (2 ore),
mercoledì 12 febbraio (14-18); RISCHIO MEDIO (5 h): iscrizioni aperte.
AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO: aziende gruppo
B-C (4 h), giovedì 13 febbraio (14-18); aziende gruppo A
(6 h), giovedì 13 (14-18) e mercoledì 19 febbraio (14-16);
PREPOSTI: (8 ore in aggiunta a quelle svolte come lavoratore), martedì 18 febbraio (8.30-12.30/14-18).
CORSO PES/PAV: 24 e 25 febbraio.
Ricordiamo che sono aperte anche le iscrizioni ai seguenti
corsi: aggiornamento formazione lavoratori; RLS; aggiornamento RLS; RSPP; aggiornamento RSPP: Primo soccorso;
PLE; GRU; Carrelli e telescopici; Macchine movimentazione
terra.
Tutti i corsi saranno garantiti con un minimo di 24 iscritti
per tipologia.
* * * * *
Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare la
segreteria dell’Autonoma Artigiani Cremaschi, tel.
0373-87112; fax 0373-84826; [email protected]
La tua sicurezza è la nostra priorità
IMPIANTI D’ALLARME
E VIDEOSORVEGLIANZA
Alcuni esempi di impianti base:
ALLARME
1 Centrale
2 Rilevatori apertura
1 Rilevatore movimento
1 Radiocomando
1 Sirena civetta
€ 1.500,00 + iva
Under Security
Partner dei migliori Istituti di Vigilanza

a
concorrenz
da € 35,00
al mese
VIDEOSORVEGLIANZA (TVCC)
2 Telecamera Dome portata 20 mt infrarossi
1 Videoregistratore digitale
con visione da remoto
1 Monitor 17”
€ 1.600,00 + iva
Tutti i prezzi sono comprensivi di installazione, certificazione, collaudo e garanzia
offre servizi di:
· Pattugliamento notturno e diurno
· Pronto intervento
· Videoronde
Riduzione
· Antitaccheggio
del 20%
sul canone
· Portierato
a
della nostr
Possibilità
pagamento
rateale
con POSSIBILITÀ DI ESTENSIONE DELLA GARANZIA A VITA
RECUPERO FISCALE DEL 50%
CREMA via Stazione, 68
Tel. 0373 · 250989
[email protected]
Richiedi subito
un sopralluogo e un preventivo
GRATUITO
CONFARTIGIANATO
IV SABATO 18 GENNAIO 2014
REMA
IL NUOVO TORRAZZO
Con noi maturano nuovi frutti.
Da oggi per la tua impresa fidi a breve termine:
» Fido di cassa
» Sconto portafoglio
» Anticipi fatture
» Anticipi export e import
Artigianfidi Lombardia Società Cooperativa - Via IV Novembre 121/123 - Crema - T_0373 87112 - [email protected]
www.artigianfidi.net
Sede territoriale _ Pandino - Piazza Vittorio Emanuele III, 2
www.citroen.it
LA FORMULA DEL RISPARMIO CITROËN HA UN RISULTATO VINCENTE.
5
ANNI
DI TRANQUILLITÀ
+ 5
CITROËN NEMO
A 7.631 EURO
FINO A
-37%
ANNI DI MANUTENZIONE
ORDINARIA E STRAORDINARIA INCLUSA
CITROËN BERLINGO
A 8.671 EURO
+5
FINO A
-39%
= 50%
FINO AL
ANNI DI ASSISTENZA
STRADALE
CITROËN JUMPY
A 11.763 EURO
FINO A
-43%
DI SCONTO
SULL’ACQUISTO
DEL VEICOLO
CITROËN JUMPER
A 11.139 EURO
FINO A
-50%
SOLO CITROËN TI FA LAVORARE NELLE MIGLIORI CONDIZIONI. SE ACQUISTI UN VEICOLO COMMERCIALE CITROËN
CON FINANZIAMENTO O LEASING A TASSO AGEVOLATO TAN 3,99% HAI LO SCONTO FINO AL 50% E:
5 anni di tranquillità (2 anni di garanzia e 3 anni di estensione di garanzia).
5 anni /180.000 Km di manutenzione ordinaria e straordinaria.
5 anni di assistenza stradale.
TI ASPETTIAMO XXXXXXXXXXXXXXXX.
DOMENICA 26
CRÉATIVE TECHNOLOGIE
Offerta netto IVA, MSS e IPT, valida in caso di rottamazione o permuta, comprensiva di sconto pari al listino Pack Cantiere/Mitica se disponibile a pagamento sul modello previsto o sconto sostitutivo. L’offerta è valida in caso di sottoscrizione di Leasing Finanziario o finanziamento
rateale rivolto ai Clienti Business possessori di partita IVA di Citroën Financial Services, comprensivo di servizio FreeDrive per la durata di 60 mesi/180.000 Km. Esempio di Leasing Finanziario rivolto ai Clienti Business possessori di partita IVA riferito a Citroën Jumper Furgone L1H1
28 2.2 HDi 110 FAP. Prezzo di vendita promozionato in caso di permuta o rottamazione e sottoscrizione di Leasing Finanziario di Citroën Financial Services comprensivo di servizio FreeDrive per la durata indicata (manutenzione ordinaria e straordinaria per 60 mesi/180.000 Km)
11.139€ IVA esclusa, messa su strada esclusa (IPT esclusa). Primo canone 2.637€ IVA esclusa + 59 canoni mensili da 346€ IVA esclusa – possibilità di riscatto 503€ IVA esclusa - nessuna spesa di istruttoria - spese di gestione contratto che ammontano allo 0,09% dell’importo
relativo al prezzo di vendita del veicolo decurtato del primo canone. TAN 3,99% TAEG/ISC 6,08%. Il canone include i servizi opzionali FreeDrive Business (manutenzione ordinaria e straordinaria 60 mesi/180.000 Km) e Azzurro Insieme (Antifurto con polizza furto e incendio, Prov.
Mi). Importo mensile dei servizi IVA esclusa 153 €. Esempio di finanziamento rateale rivolto ai Clienti Business possessori di partita IVA riferito a Citroën Jumper Furgone L1H1 28 2.2 HDi 110 FAP. Prezzo di vendita promozionato in caso di permuta o rottamazione e sottoscrizione di
finanziamento rateale Speciale B2B di Citroën Financial Services comprensivo di servizio FreeDrive per la durata indicata (manutenzione ordinaria e straordinaria per 60 mesi/180.000 Km) 14.965€ IVA inclusa, messa su strada inclusa (IPT esclusa). Anticipo 2.993 €. Imposta sostitutiva
sul contratto in misura di legge. Spese di incasso mensili 3,5€. Importo totale del credito 12.322€. Spese pratica 350€. Importo totale dovuto 13.650€. 60 rate mensili da 419€. TAN (Fisso) 3,99%, TAEG 6,19%. La rata mensile comprende il servizio facoltativo FreeDrive Business
(manutenzione ordinaria e straordinaria per 60 mesi/180.000 Km) e Azzurro Classic (Antifurto con polizza furto e incendio, Prov. Mi). Importo mensile dei servizi 188€. Note legali comuni: l’estensione di Garanzia triennale è ricompresa nel servizio FreeDrive Business. Vantaggio
economico riconosciuto al Cliente in entrambi gli esempi rappresentati pari a 10.981€, di cui 9.352,60€ riconosciuti per azione promozionale, permuta o rottamazione e 1.628€ nel caso di sottoscrizione del servizio FreeDrive per la durata indicata, su un prezzo di vendita di 22.120€
(IVA esclusa, messa su strada esclusa, IPT esclusa). Scade il 31/01/2014. Salvo approvazione Citroën Financial Services – divisione Banque PSA Finance – Succursale d’Italia. Fogli informativi analitici presso la Concessionaria. Le foto sono inserite a titolo informativo. Info su citroen.it.
CREMA - VIA INDIPENDENZA, 55 - TEL. 0373 200770
CONCESSIONARIA CITROËN
XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
LODI - VIALE PIACENZA, 67 - TEL. 0371 432722
SRL
PER CREMONA E PROVINCIA:
P R E M I AT O C O M E M I G L I O R C O N C E S S I O N A R I O
D ’ I TA L I A D E L 2 0 1 2 E 2 0 1 3 P E R L A Q U A L I TÀ D E L S E R V I Z I O
[email protected] 1
OFFICINA AUTORIZZATA - ASSISTENZA RICAMBI: F.lli Locatelli s.n.c.
Bagnolo Cremasco S.S. 235 km 47 (Crema-Lodi) - Tel. e Fax 0373 234869
13/01/14 14.55
26
Il Cremasco
SABATO 18 GENNAIO 2014
BAGNOLO CREMASCO
VAIANO CREMASCO
Corti: “Volti e idee
nuove per Udp”
Viaggio nella memoria,
per non dimenticare
IL GIOVANE CONSIGLIERE SI PRESENTA
ALLE PRIMARIE DEL SUO GRUPPO
di LUCA GUERINI
“V
O
gni storia ha un punto di partenza e uno di arrivo, ogni storia, dunque, è anche un viaggio. Quest’anno il Comune di
Bagnolo, in collaborazione con la Commissione Cultura, propone una mostra che ricostruisce questo Viaggio nella memoria (27
gennaio). Si tratta di una delle migliaia di storie che compongono il disperato quadro di quei terribili anni della Seconda guerra
mondiale che hanno prodotto il dramma della Shoah.
È il 30 gennaio 1944: un convoglio partito da un binario fantasma, il cosidetto “Binario 21” nascosto sotto la stazione centrale
di Milano, trasporta 605 persone alla fine della storia, ovvero ad
Auschwitz-Birkenau...
La mostra è aperta dal 13 gennaio e si potrà visitare anche oggi
e domani, sabato 18 e domenica 19, dalle ore 15.30 alle 17.30,
nel giorno festivo anche al mattino dalle 10 alle 12. Tutta la cittadinnaza è invitata. Nella mattina di giovedì e venerdì scorsi,
negli stessi locali della mostra, gli alunni della scuola media hanno assistito a una lettura animata del gruppo “PandemoniumTeatro” dal titolo …e d’intorno il filo spinato.
Venerdì prossimo, 24 gennaio, invece, verrà proposto, a bagnolesi e non, l’ncontro Le farfalle non vivono nel ghetto (ore 21), poesie
dei bambini dal campo di concentramento di Terezin, drammatica esperienza che durò dal 24 novembre 1941 fino alla liberazione dell’8 maggio 1945; vi passarono 140.000 prigionieri. A
Terezin perirono 35.000 detenuti. Relatori della serata, sempre
promossa in occasione del Giorno della Memoria, l’assessore alla
Cultura Vittorio Dornetti ed Emanuela De Gaudenzi. L’invito è
presso il Centro culturale di piazza Roma.
Il Giorno della Memoria non è pensato solo per ricordare. La
memoria da sola non basta, dato che è uno dei patrimoni “culturali” umani più fragili e più facilmente deformabili (tende, infatti, a fissarsi nel luogo comune). L’incontro prenderà le mosse
dal commento di alcuni passi e tematiche contenuti ne I sommersi
e i salvati di Primo Levi, forse il capolavoro dello scrittore, il suo
libro più immortale, nel quale non si limita a ricordare e raccontare, ma servendosi della sua esperienza getta luce su alcuni dei
comportamenti più terribili e inconfessabili dell’animo umano.
LG
CAPRALBA: sabato 25, spettacolo dialettale
L
a Biblioteca di Capralba organizza, per sabato prossimo,
25 gennaio, alle ore 20.30, presso la palestra comunale, lo
spettacolo dialettale Suced a Gnidel sobet dopo la guera, messo
in scena dalla Compagnia di Agnadello “I Barlafüss”. L’ingresso è gratuito.
La commedia – due divertenti atti scritti dai componenti
della suddetta Compagnia – si svolge in una cascina di Agnadello, appunto nei primi, difficili, anni dopo la Seconda guerra mondiale. In quella cascina, il cui ambito viene riproposto
sul palcoscenico (con tanto di mucche, fieno e atrezzi agricoli), arriva una persona, pure provata dagli eventi. Questa
persona viene accolta dalla famiglia di Cirillo e Pina e gli
esiti di tale caritatevole accoglienza si vedranno ben presto...
TRIBUNALE DI CREMONA
Esec. Immob. n. 134/2010 R.G.E. (Reg. Incarichi n. 47/2013)
G.E.: Dott. G. Borella
Estratto avviso di Vendita di Immobili (II esperimento)
Professionista Delegato: Avv. Corrado Locatelli con studio in Crema, P.zza Istria e
Dalmazia n. 20. Vendita senza incanto: 06 Marzo 2014 ore 15,00 presso lo studio del delegato. Lotto unico. In Comune di Crema (CR) Via Bramante n. 104/N,
appartamento posto al terzo piano di fabbricato edificato da cielo a terra su quattro piani residenziali e piano terra ad uso di accessori box e cantina composto da:
soggiorno, cucina, due bagni, tre camere, ingresso e disimpegno, due balconi. Al
piano terra trovasi locale cantina. Edificio conforme alla normativa urbanistica ed
edilizia. Lo stato di manutenzione è sufficiente. L’appartamento ha una superficie commerciale complessiva di 121 mq. mentre il cantinino di 6 mq. Per una
descrizione più dettagliata dell’immobile si rinvia alla perizia del Ctu incaricato
Geom. Giampiero Taino. Attualmente l’immobile è occupato da un terzo avente
un contratto di locazione registrato assolutamente non opponibile all’eventuale
aggiudicatario. Conseguentemente il G.E. con Ordinanza del 22.07.2013 ha disposto al terzo occupante l’immediata liberazione del compendio pignorato. Classe
energetica “G”. Indice di prestazione energetica (IPE): 491,57 Kw/m2a. Dati catastali
e confini come in atti. Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie ed all’Asta s.r.l. Prezzo base: €. 48.300,00=. Offerta da depositare in bollo ed in busta
chiusa presso lo studio del Professionista Delegato Avv. Corrado Locatelli (previo
contatto telefonico) in Crema (CR) P.zza Istria e Dalmazia n. 20, entro le ore 12,00
del 05.03.2014 con unito assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo
proposto dall’offerente intestato a “Tribunale di Crema – Procedura Esecutiva Immobiliare n. 134/2010 R.G.E.” Vendita con incanto: 25 Marzo 2014 ore
15,00 presso lo studio del delegato. Prezzo base: €. 48.300,00= con offerte in
aumento non inferiori ad €. 2.000,00=. La domanda di partecipazione all’incanto,
in bollo ed in busta aperta, dovrà essere depositata presso lo studio del Professionista Delegato Avv. Corrado Locatelli (previo contatto telefonico) in Crema (CR)
P.zza Istria e Dalmazia n. 20 entro le ore 12,00 del giorno non festivo precedente
la vendita, con unito assegno circolare, come sopra intestato, per cauzione di €.
4.830,00=. Maggiori informazioni: presso il professionista delegato, Avv. Corrado
Locatelli (tel. 0373 1970882), la Cancelleria Esec. Immob. Tribunale di Cremona e
l’Istituto Vendite Giudiziarie ed all’Asta s.r.l. (tel. 0373 80250). Ordinanza G.E., perizia ed avviso di vendita con modalità di partecipazione consultabili sui siti Internet
www.crema.astagiudiziaria.com, www.astegiudiziarie.it, www.tribunalecrema.it,
www.giustizia.brescia.it
Crema lì 10 gennaio 2014
Avv. Corrado Locatelli
aiano è da sempre il mio paese. Conosco
bene il suo territorio e molti dei nostri
concittadini. Ho la passione per l’amministrazione comunale da molti anni e ho avuto l’onore di essere capolista di Unione Democratica
Popolare nelle elezioni del 2009. Sono anche
stato eletto in Consiglio e dal 2011 sono capogruppo di UDP”. Marco Corti si presenta così
ai concittadini, proponendosi alle primarie del
suo gruppo consiliare per la scelta del candidato sindaco.
“Lo faccio con grande voglia e spirito costruttivo. Vaiano ha bisogno di una nuova amministrazione. La giunta Calzi ha fallito perché
non è riuscita a creare quella novità necessaria,
dopo i 34 anni di governo di UDP con Bombelli
prima e Alchieri poi”.
Per Corti, in paese “serve aprire una pagina nuova o, meglio ancora, serve cambiare il
libro. Perché, se è sì necessario cambiare amministrazione, questo passo non può essere però
un ritorno al passato. I tempi del Bombellismo e
dell’Alchierismo devono essere superati. Anche
se non rinnego l’ottimo lavoro svolto in 34 anni
di governo, siamo giunti a una nuova epoca.
L’
oratorio di Pianengo si sta
preparando, come ogni anno,
alla festa di San Giovanni Bosco,
di cui porta il nome. Grazie alla
sensibilità e intraprendenza di un
bel gruppo di volontari, alcune belle idee verranno tradotte in realtà.
“In programma ci sono diverse
iniziative tendenti al pieno coinvolgimento della popolazione
che, ne siamo convinti, darà una
risposta importante”, dicono gli
organizzatori. Il parroco don Gian
Battista Strada e i suoi collaboratori, nell’invitare i pianenghesi a
prendere in considerazione i vari
momenti, invitano la comunità a
riflettere su alcuni episodi verificatesi dall’autunno 2012 a oggi. Si
tratta di atti vandalici che vanno
“censurati senza esitazione” (difatti
è partita la denuncia alle forze dell’ordine, ndr), ma che meritano approfondimenti da parte un po’ di tutti,
genitori, educatori e non.
Come si sa, proprio dall’esempio di Don Bosco, l’oratorio è diventato sempre più luogo di aggregazione e formazione sia religiosa
che umana e proprio per questo
certi episodi lasciano maggiormente l’amaro in bocca.
Il tentativo, con bidone di spazzatura, di rompere il vetro della
finestra del bar, unitamente allo
Ritengo sia necessario un cambiamento di persone, più che di simboli. UDP può continuare il
suo percorso, ma con facce nuove al suo interno. Questa è la mia priorità”.
Come punto di partenza per la stesura del
programma, il consigliere propone dieci punti, “superando alcune barriere ideologiche che
per anni hanno diviso il centrosinistra a Vaiano. Ad esempio in tema ambientale. Sono per
una sospensione delle aree edificabili e per una
variante al PGT che le riduca quasi a zero. E le
uniche aree che eventualmente dovranno restare, dovranno essere di edilizia economica popolare, in modo da poter aiutare le giovani coppie
e le famiglie meno abbienti. Spiace non essere
riusciti a creare una lista unita di centrosinistra,
ma non chiudo la porta a nessuno”.
Per rendere più moderno e bello il Comune che vorrebbe amministrate, Corti presenta,
quindi, le sue idee concrete: “La scuola e il
disagio giovanile al primo posto, per non dimenticarsi dei nostri ragazzi e dei più deboli.
Libri di testo gratuiti per le famiglie con reddito
medio-basso alle medie, ripristino scuolabus
per tutti, buoni mensa con costi diversi in base
al grado di istruzione”.
Il lavoro da creare e da favorire. “Per quello
che può fare il Comune, esenzione dal pagamento di IMU e TARES per le aziende che intendano aprire sul nostro territorio, assumendo almeno il 40% del personale residente in paese”.
IRPEF comunale a scaglioni. “Attualmente
tutti pagano la stessa aliquota, sia chi ha un
reddito di 100.000 euro sia chi di 15.000, bisogna invece renderla più equa. Servizi sociali per
davvero, creando una commissione ad hoc che
possa, insieme all’assistente sociale, gestire e
discutere le problematiche sociali e di povertà”.
Riorganizzazione della macchina comunale,
con accorpamento di uffici e riorganizzazione
dei ruoli per avere un Comune più efficiente,
sempre disponibile e aperto al cittadino. Progetto 3 giorni: impegno firmato da tutti i candidati
a far sì che il cittadino che si rivolge al Comune, uffici, sindaco o assessori, riesca ad avere
una prima risposta al massimo in tre giorni.
Corti parla anche di un nuovo modo di gestire lo sport e gli impianti: “Chi li usa, è anche
responsabile e li gestisce”. Detto della revisione del PGT, si pensa anche a un nuovo studio di
viabilità, alla collaborazione con tutte le realtà
associative e alla realizzazione di un distributore di benzina automatico gestito dal Comune.
PIANENGO
Oratorio, festa in onore
di San Giovanni Bosco
L’oratorio “Don Bosco” in una foto di repertorio
scasso di un’altra finestra e al furto
di 30 euro, è l’ultimo atto vandalico in ordine di tempo (ne sono stati registrati sette in poco più di un
SALDI SALDI
SASLADI
SALDI
LDI
SALDI
SALDI
SALDI
Marco Corti, candidato
alle primarie di Udp
anno) che hanno indotto il parroco
alla denuncia.
“Non ci si limita però a condannare, bisogna cercare di compren-
dere perché si verificano queste
situazioni”.
Archiviato con successo il camposcuola in alta quota, a Roncobello, che ha registrato una buona
partecipazione (una trentina i ragazzi seguiti da don Giancarlo e
alcuni catechisti che hanno aderito
con entusiasmo), l’attenzione ora
è rivolta alla festa di don Bosco:
“Oltre ad aderire alle iniziative
programmate dalla Diocesi, il nostro oratorio propone momenti di
riflessione accanto a quelli di svago
e divertimento”.
Giovedì 30 gennaio verrà celebrata la Messa al centro giovanile
parrocchiale e, a seguire, i ragazzi
potranno stare insieme per una
pizza e per la visione delle foto
del camposcuola. Venerdì 31, alle
ore 15, la Messa in oratorio con gli
anziani e alla sera la Messa per tutti. Sabato 1° febbraio, una serie di
attività ludiche per i bambini delle
elementari nel pomeriggio, cena la
sera per la seconda Festa della polenta, con karaoke. Domenica 2 la festa continuerà col pranzo insieme,
cui farà seguito la tombolata riservata ai bambini.
Sono già aperte le adesioni per
cena e pranzo a base soprattutto di
prodotti nostrani.
RITIRO ORO
NNA
MENTO DO
ABBIGLIA
SALDI
DI QUALITÀ
10 - CREMA
Viale Repubblica
CREMA
Piazza Marconi, 36
Per info:
Tel 348.7808491
PAGO CONTANTI
el
SABATO 18 GENNAIO 2014
27
28
Il Cremasco
SABATO 18 GENNAIO 2014
CASALETTO CEREDANO
VAIANO: UDP contraria al canile consortile
Casorati, giorni
di riflessione
I
l canile consortile sorgerà, dunque, a Vaiano Cremasco. Dopo
una prima “candidatura” di Pieranica, il Comune che ospiterà
la struttura sarà proprio quello vaianese. Il Consiglio di SCRP ha
approvato il progetto pensato sull’area di proprietà dell’amministrazione provinciale che confina con la nuova Paullese.
“Nel mese di dicembre, a una nostra interrogazione sul canile a
Vaiano, il sindaco Domenico Calzi affermava che da parte dell’amministrazione comunale ‘non c’è mai stata una discussone sull’eventualità del canile in paese’, in quanto non era ancora stato presentato e neppure esaminato il progetto e le sue problematiche”,
afferma Marco Corti. Il quale si chiede se la società SCRP possa
approvare un progetto sul territorio di Vaiano Cremasco senza che
questo sia prima discusso in Consiglio comunale (?).
“L’area indicata oggi non è delle migliori come posizione e biglietto di visita per chi viene in paese, essendo a ridosso dell’entrata
principale del paese, ed è una scelta a nostro avviso errata di cattivo
gusto. Inoltre la zona non rispetta i vincoli del PGT e del regolamento d’igiene del Comune, in quanto non sono rispettate le distanze
dalle abitazioni e dalle attività produttive. La ditta Cabini “Icas” è
danneggiata nel suo futuro sviluppo”, spiega il giovane capogruppo. UDP presenterà un’interrogazione su questa notizia “e si batterà
perché l’area per il canile sia individuata in un sito più idoneo”.
IL SINDACO STA VALUTANDO
LA SUA RICANDIDATURA
di GIAMBA LONGARI
LG
TRESCORE: servizi, nuove fasce di reddito
L
e prestazioni sociali agevolate avranno nuove fasce per quanto
riguarda l’eventuale compartecipazione alla spesa da parte dei
cittadini. La proposta di Marco Rossi, delegato ai Servzi sociali,
ha avuto il benestare del Consglio comunale con voto unanime, e
questa è già una notizia. Prima le fasce del reddito prese in esame
erano due, da 0 a 9.000 euro annui e oltre i 9.000 euro. Ora, per
una maggiore equità, le fasce sono da zero a 5.000 euro con una
compartecipazione de 30%, da 5.001 a 9.000 euro al 40%, da 9.001
a 20.000 euro al 50%. Chi percepisce da 20.001 a 25.000 euro pagherà, invece, il 60% del servizio, oltre i 25.000 euro il 100%.
VAIANO: UDP apre la campagna elettorale
U
nità Democratica Popolare ha ufficialmente aperto la campagna elettorale in vista delle amministrative della prossima
primavera. Le forze politiche e indipendenti che sostengono la lista
di UDP hanno approvato un regolamento di comportamento e condivisione per lo svolgimento delle primarie, relative la candidatura
a sindaco. È stato, inoltre, nominato il Comitato di garanzia, composto da tre rappresentanti, che avrà il compito di sovrintendere
allo sviluppo delle varie attività e assicurare il rispetto delle regole.
La candidatura a sindaco è aperta a tutti i cittadini che aderiscono alla lista e ne sottoscrivono il regolamento: è possibile, pertanto,
contattare il Comitato all’indirizzo e-mail [email protected], per
avere la documentazione e le informazioni necessarie.
La chiusura della campagna per presentare la propria candidatura e la raccolta firme (minimo 30) è stata fissata per il 31 gennaio,
entro le ore 21.
LG
sindaco – a mantenere bassa l’imposizione fiscale sui nostri cittadini, offrendo contemporaneamente
servizi importanti e gratuiti per le
famiglie, i ragazzi, i giovani e gli
anziani, che difficilmente trovano
riscontro in altre realtà anche più
grandi della nostra. Siamo uno dei
pochi Comuni che è tornato all’applicazione della TARSU, la vecchia
tassa sui rifiuti, con un notevole
sforzo economico a carico del Bilancio: la tariffa, per la gente, è rimasta pertanto la stessa del 2012”.
Durante il mandato che volge al
termine numerosi sono stati gli interventi fatti, ponendo una grande
attenzione alla tutela dell’ambiente e al risparmio energetico e, allo
stesso tempo, dotando il paese di
impianti e attrezzature nuove che
sono ora al servizio di tutti.
“Per le manutenzioni straordinarie – ricorda il sindaco Casorati
– abbiamo investito più di 803.000
euro, una grossa fetta dei quali è
stata destinata al rifacimento della
copertura della palestra e del tetto
della scuola, con tanto di opere
di miglioramento energetico. Da
segnalare, poi, il rifacimento delle
fognature nella zona degli insediamenti produttivi, una serie d’asfaltature, la manutenzione del cimitero, la riqualificazione di piazza
San Pietro...”.
I
l sindaco Aldo Casorati, tornato
alla guida del Comune di Casaletto Ceredano cinque anni fa, non
ha ancora sciolto i dubbi circa una
sua ricandidatura alle elezioni della prossima primavera.
In lui c’è la consapevolezza d’aver fatto bene, ma pure l’amarezza per le difficoltà incontrate e gli
ostacoli che, quasi esclusivamente
imposti dall’alto, hanno reso veramente impervia l’opera di chi
amministra: in Casorati prevale
dunque il disagio, anche se l’attaccamento alla propria comunità
potrebbe alla fine spingerlo a rimettersi in gioco per un secondo
mandato.
“Penso che abbiamo amministrato in un periodo veramente
difficile – rileva il primo cittadino
casalettese – durante il quale lo
Stato ha progressivamente effettuato pesanti tagli ai trasferimenti
diminuendo considerevolmente le
risorse a nostra disposizione e moltiplicando gli adempimenti. Inoltre
la crisi economica, che ha avuto e
continua ad avere come punta di
diamante l’edilizia, non ha certo
reso un buon servizio alla nostra
situazione finanziaria. A tutto ciò
va aggiunta una legislazione farraginosa e spesso contraddittoria
Il municipio di Casaletto Ceredano
e il sindaco Aldo Casorati
che non semplifica, anzi aggrava
sempre di più, l’impegno di chi
amministra. Va poi detto che una
legge sciagurata, se non cambierà,
ridurrà a sei i consiglieri comunali,
privando così la comunità dell’apporto di persone che avrebbero voluto e potuto impegnarsi. In questo
scenario, diventa davvero complicato andare avanti…”.
Pur in un simile contesto, la
passione e l’esperienza di Casorati – abbinata alla collaborazione
di assessori e consiglieri tutti, oltre
che del segretario e dei dipendenti
comunali – ha permesso in questi
anni di centrare risultati assai pregevoli. “Siamo riusciti – osserva il
Ammonta, invece, a 1.445.835
euro l’investimento per nuove
opere che comprendono, tra l’altro, moderne dotazioni al centro
sportivo, impianti fotovoltaici su
palestra e scuole, il collegamento
fognario al Serio 2, una struttura
per il ricovero dei mezzi comunali
e della Protezione civile. Grazie a
una seria attenzione e a un incessante impegno, l’amministrazione
Casorati in questi cinque anni ha
ricevuto contributi pari a 910.167
euro, senza contare altri soldi a disposizione, ma bloccati dal “Patto
di Stabilità”.
Accanto alle opere, tanto è stato
fatto e garantito anche negli ambiti della scuola, dello sport e del
tempo libero, a favore del mondo
del volontariato e nel campo del
sociale.
Ora, in vista delle elezioni, è il
momento delle riflessioni: “Abbiamo dato il massimo – afferma
Aldo Casorati – badando al bene
dei singoli e della comunità, pur in
una situazione ultimamente molto difficile. Il gruppo civico Con la
gente, comunque, sarà presente alla
competizione elettorale: con me o
con un altro candidato, lo decideremo nei prossimi giorni”.
Alla fine, però, Casorati pare
orientato a confermare il proprio
impegno.
RIPALTA CREMASCA
Nei pressi della farmacia di via Roma
verrà installato il nuovo defibrillatore
CASE CON STRUTTURA IN LEGNO
• LE MIGLIORI TECNOLOGIE COSTRUTTIVE • RISCALDAMENTO A PAVIMENTO
• FINITURE DI PREGIO
• CLASSE ENERGETICA A
TA
VENDU
di GIAMBA LONGARI
P
n. 2 appartamenti
in villa bifamiliare
VENDESI
OFFANENGO via G. Leopardi
VILLA UNIFAMILIARE
in costruzione a
OFFANENGO
70
210
70
210
100
220
90
220
70
210
80
210
80
210
80
210
villa
120
220
100
150
120
220
90
210
40
80
100
150
90
210
270
220
80
210
80
130
80
210
8
21 0
0
80
210
80
210
80
210
Frigo
45
90
80
210
100
150
segnate già nelle scuole”. L’arresto cardiaco, infatti,
“è una delle principali cause che mettono a rischio
l’esistenza e il fattore tempo è decisivo: è quindi importantissimo intervenire subito e sapere cosa fare, utilizzando il defibrillatore per aumentare le possibilità di
scongiurare la morte”.
Sul nostro territorio si stanno facendo passi avanti
sostanziali: a Crema, ad esempio, il progetto salvavita
è partito con la posa di una ventina di defibrillatori in
luoghi pubblici e in punti strategici della città e con la
formazione di personale laico in grado di utilizzarli.
Ora, anche Ripalta Cremasca si pone su questa strada. Sarà organizzato il corso formativo per preparare
le persone al corretto uso del defibrillatore che, come
detto, sarà collocato nei pressi della farmacia: un apparecchio di ultima generazione, custodito in una teca
che, una volta aperta, attiva i soccorsi e consente a chi
è colpito da arresto cardiaco di avere una maggiore
speranza di vita.
270
220
In alto, la zona in cui verrà installato
il defibrillatore. Sopra, il sindaco, i dirigenti Avis
e della Croce Rossa e i medici relatori della serata
90
220
70
210
140
250
70
210
140
250
80
80
70
210
80
80
Frigo
resto sul territorio comunale di Ripalta Cremasca,
all’esterno della farmacia di via Roma, sarà installato un moderno defibrillatore, strumento che, nei casi
di arresto cardiaco, se utilizzato in tempo e in attesa
dei soccorsi avanzati, può contribuire a salvare la vita.
L’importante iniziativa è possibile grazie all’impegno
della locale sezione dell’AVIS che, in stretta sinergia
con il Comune, ancora una volta si rende protagonista di un’azione concreta che va a beneficio dell’intera
collettività.
Per presentare il progetto del defibrillatore, realizzato in collaborazione con l’Agenzia Regionale
Emergenza e Urgenza (AREU-118), l’AVIS e l’amministrazione comunale hanno organizzato, lo scorso
fine settimana, un incontro aperto alla cittadinanza e
alle associazioni sportive, che s’è tenuto presso la sala
pubblica della frazione di San Michele. Alla serata –
durante la quale ha portato i suoi saluti e manifestato
la propria soddisfazione il sindaco Pasquale Brambini
– sono intervenuti in qualità di relatori i dottori Romano Paolucci e Ugo Rizzi, rispettivamente responsabile medico e dirigente medico AAT 118 dell’Azienda
Ospedaliera Istituti Ospitalieri di Cremona.
I due esperti medici si sono soffermati su una realtà
inconfutabile: la presenza e l’utilizzo di un defibrillatore fa la differenza tra una vita salvata e una no. Due
gli eventi, capitati durante una partita di calcio, noti
a molti e portati come esempio: uno è accaduto in
Inghilterra e ha avuto quale fortunato protagonista il
calciatore Fabrice Muamba, l’altro è accaduto in Italia
ed è costato la vita al giocatore Piermario Morosini.
Fabrice Muamba, centrocampista allora 24enne, ha
avuto un arresto cardiaco il 17 marzo 2012 durante la
gara di FA Cup tra Bolton Wanderers e Tottenham:
subito soccorso dal personale sanitario e sottoposto a
massaggio cardiaco con il defibrillatore, si è salvato.
Non è andata così, invece, il 14 aprile 2012 al centrocampista di 25 anni Morosini: accasciatosi sul campo
durante la partita del campionato italiano di Serie B
tra Pescara e Livorno, per lui i soccorsi sono stati inefficaci e, per un defibrillatore dimenticato, il giovane
calciatore ha perso la vita.
I due episodi, oltre a evidenziare una differenza
impietosa tra Italia e Inghilterra, fanno capire quanto
sia fondamentale una cultura del primo soccorso tanto
che, a detta anche dei medici intervenuti alla serata
ripaltese, “le tecniche di rianimazione andrebbero in-
A
villa
PRIMO PIANO
villa
A
PIANO TERRA
villa
B
PER INFORMAZIONI O APPUNTAMENTI: Tel. 348 2552550
B
Il Cremasco 29
SABATO 18 GENNAIO 2014
OFFANENGO
CHIEVE: “Agrimodel Chieve 2014”
Cineforum
parrocchiale
“A
grifest Cheve”, in collaborazione con l’amministrazione
comunale, organizza la prima edizione di Agrimodel Chieve
2014. L’appuntamento è per domenica prossima, 26 gennaio, dalle ore 10 alle 17 presso la sala multiuso di via Del Guado. Si tratta
di una bella esposizione di modellismo agricolo, non competitiva.
Informazioni all’indirizzo agrimodelchievemail.com.
TORLINO: il sindaco si ributta nella mischia
I
l sindaco Giuseppe Figoni farà ancora parte della squadra
di governo del paese, in caso di elezione della sua lista
(Progresso Torlinese), dopo le prossime amministrative di
primavera. Non potrà più candidarsi per il ruolo di sindaco in
quanto ha già svolto due mandati: è primo cittadino dal 2004,
in municipio da trent’anni, e le sue lettere al Ministero per
una modifica della legislazione sono state vane.
Nei piccoli Comuni – sostiene Figoni – è difficile trovare
candidati e per questo ha chiesto la possibilità di modificare
la legge. Il sindaco, ricevuto il “no”, ha comunque informato
che vestirà i panni del vicesindaco e che il nome dal candidato
alla “sua” poltrona è ancora da valutare. D’altronde, ha ancora molta voglia di impegnarsi per la propria comunità: bravo!
LG
OFFANENGO: tra concerti e fotografie...
I
l vivace paese di Offanengo propone due iniziative che meritano una segnalazione e naturalmente un’attenta partecipazione.
Oggi, sabato 18 gennaio, alle ore 21, presso la Biblioteca
comunale, su iniziativa della Pro Loco Offanengo e in collaborazione con l’assessorato alla Cultura e la Commissione
Biblioteca, si terrà il concerto Classici del jazz con il “Cristiano
Vailati Quartet” (Sabrina Sparti, Daniele Petrosillo, Cristiano Vailati e Gabriele Orsi). L’iniziativa si intitola A… Massimo ed è stata organizzata per ricordare Massimo Cogorno,
esperto e organizzatore di iniziative culturali e musicali venuto a mancare quattro anni fa.
Il programma della serata, organizzata anche lo scorso
anno con grande successo, prevede musica jazzistica molto
armonica, vicina allo swing e molto orecchiabile. A Offanengo, dunque, questa sera, a qualcuno piacerà... “caldo”!
Segnaliamo un’altra proposta ormai prossima alla partenza: il GFO-Gruppo Fotografico di Offanengo, in collaborazione con la Commissione comunale Biblioteca, organizza
un corso base di fotografia digitale che inizierà mercoledì 29
gennaio presso la sede del GFO di Offanengo. Il corso, costituito da 10 lezioni serali di due ore ciascuna, dalle 21 alle 23,
comprende lezioni teoriche, lezioni pratiche, tecniche di utilizzo dell’immagine, informazioni sull’acquisto delle fotocamere e brevi cenni sull’utilizzo di programmi di fotoritocco.
Verrà fornita dispensa dettagliata del corso. Non è necessario
possedere la macchina fotografica. Le iscrizioni termineranno al raggiungimento di un massimo di iscritti. Possibilità di
mostra finale.
Per informazioni e iscrizioni rivolgersi Biblioteca al n.
0373-244084 o al 338-4986172 e 349-8501778, oppure inviare una e-mail all’indirizzo [email protected] scaricando e compilando il modulo dal sito www.gfoffanengo.it. Le
iscrizioni rimarranno aperte fino al 20 gennaio.
M.Z.
MONTE: Fontanella si candida a sindaco
M
ancano pochi mesi alle
elezioni per il rinnovo
della squadra che governa
il paese. Il sindaco Achille
Zanini non potrà più essere
eletto, avendo completato
il suo secondo mandato,
ma nulla di ufficiale trapela
dalla maggioranza sul nome
che sarà chiamato a candidarsi al suo posto. L’attuale gruppo di governo, naturalmente, prenderà parte alle elezioni di maggio. C’è chi è pronto a
scommettere che il candidato sarà Oscar Danilo Porchera,
attuale assessore all’Istruzione, che bene ha lavorato in questi
anni, ma non mancano altri possibili nomi. Il vicesindaco
Salvatore Guzzardo abita a Lodi e la sua candidatura non
pare avere possibilità concrete. Staremo a vedere...
Divesi i gruppi che potrebbero proporre una propria lista.
Certa è, per ora, la candidatura di Giuseppe Fontanella, 59
anni, volto noto a Monte, dove è nato. Ha già occupato il
ruolo di sindaco, è stato anche in minoranza e, dopo l’esperienza presso l’amministrazione provinciale, ha deciso di
correre per la poltrona di primo cittadino.
Le voci hanno avuto conferma: Fontanella guiderà una lista che intende unire tradizione e volti nuovi. La corsa alle
elezioni amministrative, dunque, è partita.
LG
RIPALTA CREMASCA: Biblioteca, Extra Time
A
partire da oggi, sabato 18 gennaio e fino a mercoledì 26 febbraio, a Ripalta Cremasca s’avvia il progetto di apertura straordinaria della Biblioteca denominato Extra Time. L’attiva e fornita Biblioteca resterà aperta agli utenti anche il mercoledì sera dalle
ore 20 alle 22 e il sabato pomeriggio dalle ore 15 alle 18, passando
da un’apertura al pubblico di 15 ore a una di 20 ore alla settimana.
“Il progetto – spiega l’assessore Cristian Lusardi – è realizzato in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Cremonese e si
pone l’obiettivo di proporre aperture straordinarie che consentano
di rendere la Biblioteca un punto d’incontro e non solo uno sportello per il prestito dei libri. Ovviamente, l’aumento degli orari
di apertura consentirà un utilizzo del servizio anche alle persone
che lavorando sono in difficoltà ad accedere durante gli orari del
mattino e pomeridiani dei giorni feriali”.
Con l’avvio del progetto, dunque, la Biblioteca ripaltese – ben
gestita e curata da Nadia Lucini Paioni – sarà aperta dalle ore 20
alle 22 nei mercoledì 22 e 29 gennaio e nei mercoledì 5, 12, 19 e
26 febbraio, mentre sarà aperta dalle ore 15 alle 18 di sabato 18 e
25 gennaio e di sabato 1, 8, 15 e 22 febbraio.
Rimangono invariati, invece, i consueti orari di apertura ordinaria della Biblioteca: martedì e giovedì dalle ore 15 alle 18; lunedì, venerdì e sabato dalle ore 9 alle 12.
Giamba
QUATTRO FILM SUL TEMA
DELLE BEATITUDINI
T
orna anche quest’anno il cineforum organizzato dalla
parrocchia di Offanengo presso
la sala polifunzionale del nuovo
oratorio.
L’iniziativa s’inserisce nell’attività formativa della comunità
che, avvalendosi di linguaggi
diversi, punta anche su quello
cinematografico.
“Il Consiglio pastorale ha deciso di mettersi in ascolto del
Vangelo e alla scuola di papa
Francesco” si legge sul giornalino L’angelo in famiglia, appena
uscito in parrocchia. Sono dunque le Beatitudini che indicano
quegli stili di vita del discepolo
di Gesù e della comunità cristiana, scelte appunto quale
filo rosso dei film che vengono
proposti dal cineforum, un’ini-
ziativa intelligente, attenta alla
passione dei cinefili così come ai
messaggi che un ottimo cinema
è capace di trasmettere attraver-
LATO IN MEMORYBED
Termovariabile si adatta perfettamente
alla forma assunta dal corpo,
sostenendo in maniera corretta ogni sua parte.
Riduce i punti di pressione
e favorisce la circolazione
PROFILI SAGOMATI
Permettono un sostegno
differenziato del corpo
A
dicembre 2013 s’è conclusa la procedura che
ha portato l’amministrazione al riscatto di tutti i punti
luce comunali, operazione
intrapresa poiché la manutenzione era ancora in mano
a ENEL con un contratto del
1974, mai negoziato e rinnovato. Il Comune bagnolese
pagava a ENEL, per ognuno
degli 800 punti luce, 68 euro
l’anno. Una spesa ingente, se
rapportata ai prezzi odierni
di mercato: di qui l’avvio della riscossione. Al termine di
questa procedura, per la quale ENEL può richiedere entro
10 anni un arbitrato per la stima del valore dei punti luce
riscattati, il Comune assegnerà per un anno l’appalto della
manutenzione a SCS Servizi
Locali al costo 18 euro per
ogni punto luce, in attesa di
predisporre un apposito bando che potrà contenere, oltre
al servizio, anche l’adeguamento e messa a norma delle
lampade comunali.
“30.000 euro il risparmio
per il l’anno in corso, a dimostrazione che siamo quotidianamente impegnati a
diminuire i costi di gestione
dell’Ente, il tutto a beneficio
della popolazione”, il commento di Aiolfi.
M.Z.
LG
La tradizione del vero prodotto Italiano
Materasso ENERGIKA SOFT TOUCH
Materasso a 700 molle a 7 zone differenziate con lato in memorybed h. 21 cm ca.
Portanza Medioalta
Singolo
LATO IN ELASGUM
Materiale leggero, attivo e resistente a
celle aperte, incredibilmente elastico
in grado di donare il giusto sostegno
per un comfort ottimale
Bagnolo
Punti luce
so il suo incanto.
Le quattro beatitudini scelte per le altrettante proiezioni,
sempre alle ore 21, saranno riprese in seguito da altri incontri
dedicati a questi principi/atteggiamenti scelti per il cineforum.
Si tratta di un percorso logico
proposto dalla Parrocchia per la
formazione degli adulti.
Ieri sera, 17 gennaio, è stato
proposto il celebre film Il pranzo
di Babette (Beati i poveri in spirito): la ricchezza non è data dal
denaro o dai possedimenti materiali, bensì da ciò che l’Uomo
coltiva dentro di sé.
Venerdì 24 gennaio verrà invece proposto Il vento del perdono
(Beati i misericordiosi): il film
di Lasse Hallström (regista di
Chocolat e di Le regole della casa
del sidro) racconta con semplicità
il difficile equilibrio dei rapporti
umani.
Venerdì 14 febbraio sarà la
volta di Io sono con te (Beati i
puri di cuore), film italiano firmato da Guido Chiesa. Il film
si pone alla ricerca della storia
terrena di Gesù, alla cui base c’è
l’amore di una madre che gli ha
permesso la libertà.
Infine, giovedì 20 febbraio,
verrà proiettato Uomini di Dio
(Beati i perseguitati). La pellicola ha vinto il Gran Premio della
Giuria al Festival di Cannes nel
2010. Viene narrato il percorso
umano e spirituale di sette monaci benedettini verso un quasi
annunciato martirio.
Il cineforum si rivela, dunque,
un’occasione da non perdere per
conoscere e per crescere.
€ 399,00 - 33%
€ 267,00
Matrimoniale
€ 798,00 - 33%
€ 534,00
Disponibile in tutte le misure
Materasso PROGRESSIVE 3D
Struttura in ELASGUM a zone differenziate
con 2 livelli di memory h. 21 cm ca.
Portanza Media Graduale
Singolo
€ 429,00 - 33%
€ 287,00
matrimoniale
€ 858,00 - 33%
€ 574,00
Disponibile in tutte le misure
PREZZO ANTICRISI
Materasso singolo MEMORY SUN sfoderabile
+
PROGRESSIVE 3D
LATO IN MEMORYBED
Termovariabile si adatta perfettamente
alla forma assunta dal corpo,
sostenendo in maniera corretta ogni sua parte.
LATO IN ELASGUM
Materiale leggero, attivo e resistente
a celle aperte, incredibilmente elastico
in grado di donare il giusto sostegno
per un comfort ottimale.
€ 399
€ 239
%
0
4
O
T
N
O
C
S
Miglioriamo il riposo
via Macello, 40 Crema Tel. 0373 82295 - www.tessileriacavallini.it
30
Il Cremasco
SABATO 18 GENNAIO 2014
SERGNANO – TREZZOLASCO
CASALETTO VAPRIO
Regolamento
Polizia Urbana
Argine sul fiume Serio,
c’è il progetto definitivo
I
l progetto definitivo dell’argine che darà la massima tranquillità alla
frazione Trezzolasco è pronto, si tratta di tradurlo in concreto.
L’intervento che si andrà a compiere interessa quindi l’abitato a
confine con Mozzanica, con la provincia di Bergamo. Il tratto interessato va dal cimitero sino al Comune bergamasco limitrofo.
Sono appena state apportate poche modifiche rispetto alla proposta dell’amministrazione comunale e dei residenti dello scorso anno.
L’AIPO (Agenzia Interregionale per il Fiume Po) ha agito in modo
che l’opera protegga a dovere tutte le abitazioni. È stato corretto il
tracciato, tenuto conto di alcune esigenze.
Il sindaco Gianluigi Bernardi, che con i colleghi di Giunta, ha seguito l’iter da vicino ed è soddisfatto del lavoro svolto sin qui, oltretutto nel rispetto dei tempi prefissati.
Sono maturi dunque i tempi per la realizzazione dell’argine maestro, in terra battuta, coperto da manto erboso, lungo circa 900 metri.
L’altezza sarà di 94 metri sul livello del mare (per definire l’altezza
dell’argine si è tenuto conto dei livelli raggiunti negli ultimi 200 anni
dalle piene del fiume Serio, con l’aggiunta di un margine di sicurezza)
e questo sta a significare che l’opera spunterà dal piano della campagna di qualche decina di centimetri ai confini con il Comune di Mozzanica, per poi superare i due metri a sud con una larghezza di 3,5
metri: ciò favorirà la realizzazione di una strada di servizio che potrà
essere sfruttata come pista ciclabile e percorsa dai mezzi di manutenzione. Per questa operazione è prevista l’acquisizione di 14.000 metri
quadrati di aree, di cui 11.000 metri, che saranno occupate in modo
definitivo. Per questo obiettivo sono già state avviate le trattative con i
proprietari dei terreni, che non sono numerosi.
Per la definizione del tracciato, che potrebbe subire modifiche se
si riscontrerà la presenza di reperti storici (si potrebbero incontrare a
nord delle abitazioni), si è cercato di limitare proprio il numero delle
proprietà interessate. Il progetto predisposto dall’Agenzia Interregionale per il Po punta alla riqualificazione di tutta l’area che, è risaputo,
rientra tra quelle che maggiormente preoccupano in caso di piogge
intense. Attraverso questa operazione si vuole scongiurare il pericolo
di esondazioni. Nel corso degli anni, sono stati apportati alcuni “correttivi”, come l’impiego di idrovore per l’abbassamento del livello del
Serio, ma non sono ritenuti sufficienti. Da qui l’idea di intervenire
sulla sponda nel tratto del fiume che corre dal cimitero di Trezzolasco
al confine con Mozzanica.
el
BAGNOLO: “Befane danzanti”, che bello!
di LUCA GUERINI
D
a poco tempo il Comune ha un proprio regolamento di Polizia Urbana. Lo strumento normativo è stato predisposto dal comandante Fausto Tovo
e il Consiglio comunale lo ha approvato con il voto
favorevole della maggioranza. Il sindaco Marcello
Bergami ne ha parlato come di un buon punto di partenza per una corretta e civile convivenza in paese.
Il codice è stato predisposto infatti per disciplinare
i comportamenti e le attività influenti sulla vita della
comunità; si vogliono garantire la sicurezza dei cittadini e la più ampia fruibilità dei beni comuni.
Sono 52 gli articoli che compongono le diverse sezioni del regolamento, inerente la sicurezza e qualità
dell’ambiente urbano, l’occupazione di aree e spazi
pubblici, la quiete pubblica e privata, la protezione
degli animali e gli esercizi pubblici: gli articoli assorbono e integrano tutte le ordinanze emesse fino alla
data d’approvazione dello stesso, proponendosi di
completare tutti i regolamenti in vigore.
A salvaguardia della sicurezza e del decoro del territorio comunale, è vietato manomettere e danneggiare l’area pubblica o di uso pubblico, le attrezzature
o gli impianti su di esso o sotto di esso installati, imbrattare o danneggiare monumenti, edifici pubblici
o facciate di edifici privati, rimuovere, manomettere,
sporcare o far uso improprio di sedili, panchine, fontanelle, attrezzi per giochi, barriere, segnaletica stradale, cartelli recanti indicazioni di pubblico interesse,
dissuasori di traffico e sosta e altri elementi d’arredo
e manufatti destinati a pubblici servizi, o comunque
di pubblica utilità. I vandali sono avvisati.
Vietato anche appendere qualunque cosa sui beni
pubblici e sulle altrui proprietà, utilizzare gli impianti
o le attrezzature destinate al gioco dei bambini oltre
i 12 anni, ecc.
Una sezione riguarda poi la “nettezza del suolo
e dell’abitato”, perché ancora nel 2014 è necessario
precisare di non gettare, versare o depositare abusivamente sulle aree pubbliche qualsiasi rifiuto, immondizia, residuo solido, semisolido e liquido. Un articolo riguarda i rifiuti, un altro la pulizia dei fabbricati
e delle aree scoperte e dei terreni non edificati, ma si
parla pure di obblighi in caso di nevicate, dell’insediamento di nomadi, di attività consentite nei parchi,
dei divieti, della manutenzione del verde, fino alle
manifestazioni e ai rapporti tra uomo e cani-gatti.
Il Consiglio comunale ha anche chiesto a Comunità Sociale Cremasca di destinare risorse a favore delle
persone che dormono per strada e che si trovano in
grave difficoltà economica. L’odg è stato approvato
nell’ultima seduta del 2013, presentato da Marco Parolari di Insieme per progredire.
La discussione è stata avviata mentre si stava parlando del canile-rifugio consortile che sorgerà a Vaiano Cremasco. Per il consigliere d’opposizione le
priorità sono altre in paese.
Il sindaco Bergami ha, però, spiegato la necessità
di costruire la struttura a livello territoriale per gestire
il fenomeno del randagismo, pur confermando che
molti altri temi meritano attenzione.
CHIEVE
I
abato scorso, presso la palestra comunale, è andato in
scena lo show de le Befane danzanti. Promotrice dell’appuntamento, ormai una piacevole tradizione di gennaio,
l’associazione “Bagnolo Sport” in collaborazione con la locale scuola di ballo. Lo spettacolo, durato oltre due ore, ha
proposto musiche e danze varie delle scuole di Crema, Lodi,
Scannabue, Offanengo e, naturalmente, Bagnolo Cremasco.
Presentatore della serata Corrado Aielllo, che ha introdotto
i diversi gruppi, dalle allieve più piccole alle donne. Il numeroso pubblico non ha fatto mancare scroscianti applausi, anche quando la scuola offanenghese ha mostrato una lezone
di zumba, la danza che sta spopolando nelle palestre. Soddisfatto Giuseppe Premoli, presidente di “Bagnolo Sport”:
durante la serata ha consegnato un riconoscimento al collaboratore Francesco Festari. Arrivederci al 2015!
LG
L
MIGLIOR SICUREZZA E DECORO
La maggioranza
respinge gli attacchi
S
Chieve
Richiesta
fondi
l gruppo consiliare di maggioranza replica all’intervento della
minoranza di Davide Bettinelli che,
prima delle feste natalizie, aveva
evidenziato una serie di problemi e
inadempienze dell’amministrazione dalle colonne del suo periodico
La Voce di Chieve.
Tra le critiche, la mancata organizzazione della festa per gli anziani, il Bilancio di previsione 2013, i
mutui accesi nel corso degli anni,
la non partecipazione a bandi regionali per ottenere finanziamenti,
l’aumento del costo di alcuni servizi; e ancora, la sicurezza del paese e
problematiche viabilistiche.
Nella lettera aperta indirizzata al capogruppo di minoranza e,
quindi, a tutti i cittadini, Tradizione
e Innovazione spiega che “il nostro
gruppo consiliare, fino all’ultimo
giorno di questa tornata amministrativa, continuerà effettivamente
a lavorare – come lei temeva – su
tutto ciò che serve per la vita delle
persone, delle famiglie e della comunità. Lei invece, come si evince
dal suo autorevole volantino (un
capolavoro che andrebbe incorniciato e conservato a imperitura
memoria), continuerà a raccontare
‘balle’ e a fare pettegolezzi – balneari – sulla vita privata degli eletti”.
L’esordio è duro, ancor più il
seguito. “Vede, collega Bettinelli,
il suo gruppo di pensatori dovrebbe spiegarle che in difetto, e quindi
da criticare, non sono gli eletti che
vanno al mare ogni tanto, ma quelli
che vanno in Comune ogni tanto.
Lei, ad esempio, nel 2013 ha fatto
il consigliere varcando la soglia del
Comune di Chieve una (1) volta
ogni due (2) mesi”. Di qui, per la
maggioranza, la “naturale e superficiale conoscenza dei problemi e la
modesta competenza amministrativa”, che “consentono di fare solo
chiacchiere e pettegolezzi, recando
danno alle persone, al bene comune
e alla sua personale credibilità”.
Tra i temi trattati dall’opposizione, lo smaltimento dei rifiuti. Il
regolamento applicativo di questo
nuovo tributo – chiarisce il gruppo
di governo – fu approvato all’unanimità nella seduta consiliare del
26 giugno scorso (“quindi anche
da Bettinelli”).
“Leggiamo che la TARES sarebbe costata ai chievesi 112,58 euro
a testa, ma ciò non è affatto vero.
Le utenze domestiche, ovvero i
2.253 cittadini di Chieve, al netto
della maggiorazione statale, hanno sostenuto una spesa complessiva di 163.381 euro, equivalenti
esattamente 72,5 euro per ogni
abitante”.
“Il nostro gruppo consiliare, sui
temi in questione, promuoverà un
confronto pubblico allo scopo di
garantire la massima trasparenza
e consentire ai cittadini di formarsi liberamente la loro opinione”,
afferma la capogruppo di maggioranza Sara Pirola.
’art. 18 del Decreto
Legge n° 69 del 21 giugno 2013, prevede la destinazione di un finanziamento di 100 milioni di euro per
l’anno 2014 a favore dei Comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti per
interventi infrastrutturali
di adeguamento, ristrutturazione e nuova costruzione
di edifici pubblici, ovvero
di realizzazione e manutenzioni di reti viarie nonché
di salvaguardia e messa in
sicurezza del territorio.
Nello specifico, il contributo ottenibile, deve riguardare progetti il cui importo
non può essere inferiore ai
500.000 euro e maggiore di
1 milione di euro.
Anche il Comune di
Chieve ha partecipato al
bando attraverso una richiesta inviata il primo giorno
utile di trasmissione con un
progetto il cui costo complessivo ammonta a circa
900.000 euro, relativamente
agli interventi di messa in
sicurezza, rifacimento sedi
viarie e marciapiedi, nonché di rifacimento di sottoservizi tecnologici di alcune
vie del paese così meglio
specificati: via Zanelli, via
Panzetti, via dell’Industria
e via Statale, con rifacimento totale delle massicciate
stradali e dei marciapiedi,
con nuova riasfaltatura delle carreggiate e dei marciapiedi e dotazione di nuovi
cordoli di contenimento. In
più, il rifacimento della segnaletica.
In via Convento s’è ipotizzata la demolizione e
ricostruzione del tratto fognario e successiva nuova
riasfaltatura della carreggiata e dei marciapiedi con
relativi nuovi cordoli di
contenimento e rifacimento
della segnaletica. Nelle strade delle Colombare e per
Casaletto Ceredano è stata,
invece, prevista la riasfaltatura previa risagomatura e il
rifacimento della segnaletica. La relativa istruttoria di
richiesta di finanziamento è
stata effettuata dall’Ufficio
Tecnico comunale, mentre
la progettazione è stata effettuata in collaborazione
con l’ing. Paola Pianta Paola di Castelleone.
Tutti i costi previsti nel
quadro economico di spesa
sarebbero completamente
finanziati dal contributo
richiesto.
LG
Luca Guerini
Offerta valida per immatricolazioni entro il 31/01/2014; riferita alle versioni: Alto 1.0 VVT GL; a tutte le versioni
Splash; a tutte le versioni Swift 2WD (ad eccezione della versione Sport); presso i concessionari che aderiscono
all’iniziativa. Esempio di sconto pari al valore dell’IVA su Alto 1.0 VVT GL: prezzo listino senza IPT e senza
vernice metallizzata = €9.900; prezzo promo senza IPT e senza vernice metallizzata = €7.100; sconto
di €1.800 maggiore del valore dell’IVA pari a €1.785,25. *Garanzia Suzuki 3 anni o 100.000km.
Controlli gratuiti al di fuori della manutenzione periodica consigliata dal Costruttore. Per
ulteriori informazioni consultare il sito www.suzuki.it **Sono escluse dalla promozione
Splash 1.2 e Swift benzina. Gamma Suzuki City Generation: consumo ciclo combinato da
5,7 a 6,4 l/100 km. Emissioni CO2 ciclo combinato da 131 a 147 g/km. La foto è inserita a
titolo indicativo di riferimento.
VIENI A PROVARE
LA NUOVA S-CROSS
2X4 E 4X4
A PARTIRE DA € 15.900
CONCESSIONARIA ESCLUSIVA
Mod. GL da € 8.100
Mod. EASY 5 p da € 10.990
Con Suzuki Swift, Splash e Alto la città non sarà più la stessa. Scopri la Suzuki City Generation,
3 auto perfette per la città e per tutte le tasche, grazie all’iniziativa “Leva l’IVA” che sconta dal
prezzo delle vetture il valore corrispondente dell’IVA. Per lasciarti davvero senza parole e senza
pensieri, Suzuki ti offre anche il programma 3PLUS, con 3 anni di garanzia, 3 anni di assistenza
stradale e 3 anni di controlli, inclusi nel prezzo*. E per i neopatentati c’è il corso di guida
sicura Suzuki&Safe in omaggio fino al 31/01/14**. Imperdibile, no?
Mod. GL da € 8.990
MADIGNANO
Via Oriolo, 41
Tel. 0373 65.82.83
CREMONA
Via Dante, 78
Tel. 0372 46.30.00
www.carulli.com
Il Cremasco 31
SABATO 18 GENNAIO 2014
BAGNOLO CREMASCO
BAGNOLO CREMASCO
“Bagnolo Insieme”,
alcune precisazioni
Oratorio in festa: ricco
programma d’iniziative
LA MINORANZA PUNTUALIZZA
SULLA QUESTIONE RIPRESE AUDIO-VIDEO
di LUCA GUERINI
I
I
n vista della festa di San
Giovanni Bosco, patrono
degli oratori, la Parrocchia ha
stilato un denso programma di
iniziative per celebrare al meglio
la ricorrenza.
La copertina del pieghevole
realizzato da don Stefano Savoia
e dai suoi collaboratori mostra
una croce fatta con diverse mani
per sottolineare l’universalità
della salvezza e della proposta
di fede, anche riallacciandosi al
presepio realizzato in chiesa. Il
titolo (Non c’è amore più grande) e
le domande tratte dalla lettera ai
Romani (“Come crederanno in
Colui del quale non hanno sentito parlare? Come ne sentiranno
parlare senza qualcuno che lo
annunci?”), vogliono aiutare
a vivere un grande tempo missionario come papa Francesco
sta indicando anche nell’esortazione Apostolica “Evangelii
gaudium”. Importanti saranno
la celebrazione del 31 e la veglia
che durerà tutta la notte, il cuore
di questo intenso periodo. Ma
andiamo con ordine.
Le proposte partono da lunedì 20 gennaio con lo spettacolo
sul tema della Shoah, …non è
stato il freddo la cosa peggiore…, di
Marco Zappalaglio, al cineteatro
dell’oratorio alle ore 21.
Venerdì 24 gennaio una
cena a base di pizza con tutti i
volontari alle ore 19.30, seguita
da un laboratorio sul progetto
formativo del centro parrocchiale “Don Bosco”, sempre al
cineteatro alle ore 21. Sabato 25
gennaio la preghiera e la cena
con gli adolescenti e i giovani in
oratorio alle ore 19, poi lo spettacolo Secondo Orfea, la pettegola
vicina di casa di Maria, ore 21.
Domenica 26 gennaio, spazio
a un incontro dell’ACR alle ore
11, con pranzo in oratorio e
attività fino alle ore 16; seguirà
la rappresentazione per bambini
e famiglie in cartoon Abram e
Isac (ore 16). Lunedì 27 gennaio
sarà la volta della Scuola della
Parola guidata da don Pierluigi
Ferrari, nella sala sopra il MCL
alle ore 21, mercoledì 29 di un
Apericena in oratorio dalle ore 20
con ragazzi, adolescenti e giovani. Un bel concerto rock dei
“Game4live”, per adolescenti e
giovani dalle ore 21.15 chiuderà
la giornata.
Venerdì 31 gennaio, giorno
della ricorrenza di San Giovanni Bosco, la celebrazione
della santa Messa in memoria
del “padre degli oratori” (ore
20.15), con la veglia notturna di
adorazione; dalle ore 21 alle ore
23 sarà animata dal gruppo diocesano di Taizè (con possibilità
di confessione per i ragazzi).
Sabato 1° febbraio, in chiesa
alle ore 19, sono attesi i ragazzi
delle medie per un momento
di preghiera, seguito da una
“pizzata” in oratorio. La serata
sarà impreziosita dal musical
Sussurro nel vento proposto dalla
compagnia “Caino e Abele”
di Offanengo in cineteatro alle
ore 21. Liberamente ispirato a
Whistle down the wind, nella traduzione di don Marco Marelli,
il musical sarà proposto anche
sabato 8 febbraio (è necessaria
la prenotazione e l’acquisto dei
biglietti presso il bar dell’Oratorio, info al n. 347.2961396, don
Stefano). Domenica 2 febbraio,
infine, la catechesi in cartoon
con l’ACR alle ore 15 all’oratorio, martedì 4 lo spettacolo per
le scuole elementari della zona
pastorale Ovest sul tema della
Shoah in cineteatro alle ore 10.
Infine, la Parrocchia segnala
il pellegrinaggio Assisi-OrvietoRoma che si terrà dal 23 al 27
aprile in occasione della canonizzazione di Giovanni XXIII e
Giovanni Paolo II.
Il curato don Stefano e il
parroco don Mario Pavesi
invitano la comunità a vivere
unita questo forte periodo, partecipando alle diverse iniziative
e considerando anche quelle
organizzate a livello diocesano
(cfr. pag. 3).
Luca Guerini
l gruppo di minoranza consiliare Bagnolo Insieme interviene con alcune precisazioni sulla
propria posizione in merito al nuovo “Regolamento per la disciplina delle riprese audio-video
delle sedute del Consiglio comunale”.
In un nostro precedente articolo, parlando
della questione, avevamo ricordato il “no” della
minoranza in sede di voto.
Agostino Canidio, capogruppo di Bagnolo Insieme, chiarisce, però, il proprio pensiero.
“Il nostro gruppo consiliare – con lui, infatti,
anche Guido Groppelli – ritiene doveroso fare
alcune precisazioni su quanto scritto nell’articolo stesso, riportando le ragioni della posizione assunte relativamente all’approvazione
del ‘Regolamento per la disciplina delle riprese
audio-video delle sedute del Consiglio comunale’. Premettiamo che non siamo assolutamente
contrari alla richiesta del Movimento 5 Stelle (così
come confermato verbalmente ai rappresentati
del M5S e per iscritto al sindaco in data 3 luglio
2013)”, esordisce Canidio. Il voto contrario del
gruppo di opposizione è riferito “al regolamento di attuazione proposto dalla maggioranza
A
nche quest’anno – a un
passo dal termine del mandato amministrativo – il Comune di Monte Cremasco, nel
corso di una cerimonia organizzata per sabato prossimo, 25
gennaio, alle ore 15.30 in sala
consiliare, assegna le borse di
studio relative all’anno scolastico 2012-2013.
“Nel corso di questi cinque
anni si sono distribuiti circa
90 premi in denaro relativi allo
studio, per un importo totale di
16.000 euro – spiega l’assessore all’Istruzione Oscar Danilo
Porchera, che qualcuno indica
come possibile candidato sindaco per il gruppo di maggioranza
– riservate agli studenti universitari e della scuola superiore,
segno della nostra particolare
attenzione alle nuove generazioni meritevoli”.
Porchera ringrazia l’AIDO di
Palazzo Pignano, nella persona
di Paolo Corso, per aver sempre
garantito con il proprio supporto l’assegnazione di una borsa
di studio aggiuntiva, ma anche
“tutti i consiglieri comunali che
nel corso di questi anni, approvando l’annuale Piano del diritto allo studio, hanno permesso
il ripetersi dell’importante ini-
consiliare, che risulta confuso e contraddittorio”.
“Il 26 novembre 2013 – spiega il caprogruppo – durante la riunione di Consiglio comunale, Bagnolo Insieme ha chiesto chiarimenti al
sindaco Aiolfi su alcuni punti del regolamento
proposto che ci apparivano incomprensibili, oltre che non coerenti con la richiesta del M5S;
ricordiamo che la richiesta presentata era di videoriprendere autonomamente, quindi a costo
zero per la comunità di Bagnolo, il Consiglio
comunale e di pubblicare poi il tutto su Facebook
o altri social network. Ai dubbi da noi sollevati
sull’interpretazione di alcuni articoli del regolamento (uno per tutti, se le videoriprese dovessero essere pubblicate solo integralmente o anche in modo parziale), non è stata data alcuna
risposta, evidenziando la poca cura con cui il
regolamento stesso fosse stato stilato. Abbiamo
assistito anche a dei tentativi di dare spiegazioni
da parte di un consigliere di maggioranza che è
stato poi smentito dal sindaco con una interpretazione diametralmente opposta a quella data
dal suo consigliere che alla fine della discussione ha ritenuto di esprimere voto di astensione”.
La minoranza sostiene di non ricordare,
L’amministrazione
premia studenti e lettori
SABATO PROSSIMO
25 GENNAIO,
NEL POMERIGGIO,
LA CERIMONIA
PRESSO LA SALA
CONSILIARE
L’assessore all’Istruzione
Oscar Porchera
mierà anche gli “extralettori”
della Biblioteca, cioè coloro
che nel 2013 hanno effettuato
il maggior numero di prestiti
e frequentano assiduamente
Trescore: Mazzini, “La Lega sa solo distruggere”
agire di nascosto”, fa notare Mazzini.
La Giunta, con un’apposita delibera, ha proceduto ai lavori di rimozione in quanto la tensostruttura non era a norma, con rischi per atleti e responsabilità diretta del primo cittadino. Istantanea
la replica dell’assessore alla partita Carlantonio
Carpani, che ha puntato il dito contro i mancati
adeguamenti del pallone da parte delle precedenti
amministrazioni comunali. Sul tema, il presidente
della società bocciofila trescorese, Luigi Comolli, ha affermato che sarebbe stato meno oneroso
mettere a norma il pallone coperto, piuttosto che
eliminarlo: il rifacimento delle tre corsie di gioco,
infatti, sarebbe costato 45.000 euro.
LG
la nuova sala di lettura. Eccoi
loro nomi. Categoria “Adulti”:
Gianpaolo Del Fabbro, Maria
Assunta Oreglio, Anna Maria
Malgrati e Laura Donida Labati. Categoria “Ragazzi”: Camilla Maina, Letizia Contreras
e Margherita Del Fabbro.
Da settembre – come avevamo avuto modo di evidenziare
incontrando la cooperativa che
ha in gestione il servizio – l’apertura della sede della Biblioteca presso il nuovissimo e moderno palazzo municipale, ha
portato a un miglioramento del
servizio, con l’incremento dei
prestiti interbibliotecari (661
alla data del 16 dicembre scorso) e la messa a disposizione
del catalogo online, facilmente
accessibile, dunque, anche da
casa.
Questi gli assegnatari delle
borse di studio. Tra gli universitari, Domenico Daniele Esposito, Lucia Ferrarati, Martina
Parati, Ester Bombelli, Alessandra Agazzi, Diletta Fumagalli, Valentina Cupo, Alice
Cogorno, Nicolas Sangalli; per
le superiori Chiara Migliorati,
Marco Isgrò, Arianna Sangalli
e Mauro Bombelli.
Luca Guerini
LABORATORIO
MULTIMARCA
SPECIALIZZATO
“D
a quando si sono insediati, in otto mesi
non hanno costruito niente, ma solo distrutto tante cose ben fatte e che funzionavano.
Sembra trovino piacere a fare il contrario di chi
li ha preceduti, rovinando tutto”. A parlare in
questo modo è Gianmario Mazzini, capogruppo
della minoranza degli Uniti per Trescore Cremasco,
riferendosi chiaramente alla squadra leghista che
è al governo del paese.
Il sindaco Angelo Barbati, alle elezioni l’aveva
spuntata proprio su Mazzini. Il quale elenca “solo
una parte delle cose non fatte o stravolte senza ragione: la variante al Piano di Governo del Territorio che è stata revocata, la creazione dei parcheggi
in piazza della Chiesa, la non manutenzione della
sua pavimentazione, la rottura dei rapporti con
la scuola materna, l’annullamento della festa di
Santa Lucia dei bambini in municipio, il mancato
regalino agli oltre 130 ultraottantenni che il mio
assessorato era solito fare per le feste natalizie: un
piccolo segno, ma carico di significato e molto apprezzato”.
Tra gli ultimi scontri tra maggioranza e opposizione anche quello relativo al Centro sportivo,
dove la Giunta ha fatto rimuovere il pallone geodetico (nella foto di repertorio) in uso alla società
bocciofila “Vis Trescore”, che ha trasferito la propria attività a Crema: “La ditta incaricata dello
smantellamento della struttura ha lavorato intorno all’Epifania, quasi che la maggioranza volesse
durante i cinque anni di governo dell’amministrazione in carica, che un consigliere di maggioranza si sia “permesso” di votare in modo
difforme dal suo gruppo.
“Durante la discussione – prosegue Canidio – è emerso inoltre in maniera esplicita che
il regolamento, così come strutturato, di fatto
impedisce al Movimento 5 Stelle di videoriprendere le sedute di Consiglio; in questo modo,
tra l’altro, la videoripresa, invece di essere a
costo zero, impegna il Comune a farsi carico
sia dell’acquisto dell’attrezzatura che del costo del personale impiegato, con esborsi, peraltro non quantificati, per la comunità”.
Alla luce di quanto detto, secondo Canidio
e soci appare evidente che l’amministrazione
comunale non abbia “preso sul serio” la proposta del M5S, ma “abbia fatto di tutto per
salvare le apparenze, senza di fatto concedere
quanto richiesto. Come da noi sempre affermato, nell’amministrare una comunità non è
solo importante ‘fare’ le cose, ma è fondamentale ‘farle bene’, interpretando i reali bisogni
della comunità stessa, senza farsi influenzare
dalla preoccupazione dell’imminente campagna elettorale”.
MONTE CREMASCO
ziativa, che ci è sempre stata a
cuore”.
Nell’occasione,
l’amministrazione comunale guidata
dal sindaco Achille Zanini pre-
Agostino Canidio, capogruppo
di “Bagnolo Insieme”
DISPONIAMO DI UN
MODERNISSIMO
LABORATORIO
ATTREZZATO IN GRADO
DI GESTIRE TUTTE
LE PROBLEMATICHE
DEL TUO COMPUTER
CON ONESTÀ
E TRASPARENZA
www.mbstore.it
per la
riparazione
del tuo
notebook
o PC
CREMA - VIA CATERINA DEGLI UBERTI, 13
(nel cortile dietro il ristorante “El Dorado”, zona Basilica) Tel. 0373 85477 Fax 0373 630506
Il Cremasco 31
SABATO 18 GENNAIO 2014
RIVOLTA D’ADDA
VAILATE: Giornata della memoria
Sala Ariston
“si può fare”
I
l violino della speranza, questo il titolo della serata con cui venerdì
prossimo, 24 gennaio, Vailate celebrerà la Giornata della Memoria.
L’incontro di quest’anno è una conferenza-concerto il cui obiettivo
sarà quello di non dimenticare la più grande tragedia del XX secolo
attraverso l’insolito sguardo della musica.
Alle ore 21, presso il centro Civico Sala di via Dante, immagini,
filmati, racconti, testimonianze ed esecuzioni musicali riveleranno curiosi e inediti aspetti della politica culturale delle dittature nazi-fasciste
e degli orrori dei campi di concentramento in cui persero la vita milioni di uomini, donne e bambini. Particolare attenzione verrà data alla
contrapposizione di brani dell’inferno e brani della speranza.
La serata che vedrà Maurizio Padovan protagonista al violino è stata prodotta dall’Accademia Viscontea.
Ramon Orini
SPINO D’ADDA: i genitori aiutano la scuola
LE ASSOCIAZIONI DEL PAESE
VOGLIONO ACQUISTARLA
di ELISA LORENZETTI
N
ella tradizionale e importante Fiera di
Sant’Apollonia, che quest’anno vivrà i
momenti clou nei giorni 9 e 10 febbraio, si parlerà anche dell’ex cinema ‘Ariston’, che le associazioni di volontariato del paese vorrebbero
riconsegnare alla comunità. Serve una cifra
importante, diverse centinaia
di migliaia di euro, per centrare l’ambizioso obiettivo, ma a
quanto pare c’è chi ci crede e
si dà da fare per sensibilizzare
l’opinione pubblica, invitata a
contribuire.
Fra le realtà impegnate in
questa operazione c’è ‘Riolta
vegia’, che da tempo propone un’esposizione
di antiquariato e ricordi del paese organizzata
con passione da Carla Mondonico. L’iniziativa
è in calendario anche in occasione della fiera
di Sant’Apollonia e le offerte raccolte saranno
appunto destinate ad ‘AncoraAriston’, per l’acquisto della ex sala cinematografica.
Durante la Fiera, di interesse regionale, scenderanno in campo altre associazio-
I
ni per lo stesso scopo, come ad esempio la
‘Due+due=cinque’ che proporrà la vendita
di torte. Durante l’evento per Sant’Apollonia,
tutte le realtà ‘no profit’ del paese saranno in
azione presso il centro socio-culturale ‘La
Chiocciola’ poco distante dall’ Ariston.
Il progetto delle associazioni rivoltane è
quello di donare lo stabile al Comune di Rivolta o a un ente del territorio, con
il compito di gestire il funzionamento della struttura per gli
anni a venire e con il vincolo di
dedicare lo spazio ad attività di
interesse pubblico.
La voglia di riavere l’Ariston’ ha cominciato diffondersi in seguito alla rinuncia
del permesso di edificare da parte della società immobiliare che aveva acquistato la sala.
Molti cittadini rivoltani hanno incoraggiato
le associazioni del territorio a intraprendere il
percorso di acquisto e ristrutturazione dell’edificio, con lo scopo di trasformarlo in una sala
polifunzionale che fornisca un nuovo e utile
servizio alla comunità, oggi priva di strutture
di questo tipo.
ANCHE IN FIERA,
A FEBBRAIO,
RACCOLTA
FONDI
PANDINO: Bene la Motobefana alla Spinelli
A scuola Pc ok!
L
’amministrazione comunale ha erogato un contributo di 8.500 euro a
favore dell’Istituto ‘Calvi’ per ottimizzare il funzionamento della rete informatica delle scuole. Esaudita la richiesta
della direzione didattica che, dopo aver
provveduto all’acquisto del nuovo server
e al potenziamento della relativa strumentazione informatica, ha la necessità
di sistemare l’intera rete, considerato
che l’attuale non ha la potenzialità per
supportare la nuova strumentazione. Per
garantire l’ottimale funzionamento del
registro informatico delle lavagne interattive magnetiche (che sono state installate in tutte le classi) e di tutti i computer
comprese quelli indispensabili per far
girare al meglio gli uffici di segreteria
è necessario l’intervento programmato
dalla direzione scolastica che ha chiesto
ed ottenuto il contributo comunale.
PANDINO
Lavori al via in paese
e a Nosadello
G
A
nche quest’anno la Casa Spinelli di Rivolta ha ricevuto la
visita della Motobefana benefica L’iniziativa ha coinvolto
i Moto Club di Pandino, Gessate, Masate, Bussero, Pescate e
Albignano. 120 centauri in tutto, guidati dagli alfieri del team
pandinese organizzatore dell’iniziativa, hanno portato saluti e
doni agli ospiti dell’istituto rivoltano.
Il ritrovo dei motociclisti è avvenuto a Vignate presso l’oratorio. Dopo la Benedizione, il gruppo in sfilata si è trasferito
all’Istituto di Rivolta per la consegna dei pacchi della Befana,
contenenti generi di prima necessità, quali pannoloni detergenti
per l’igiene intima ecc.
Tib
AGNADELLO
Clima rovente
verso le elezioni
C
ontinua la battaglia a colpi
di volantini tra l’amministrazione Belli e il gruppo di
minoranza guidato da Giovanni Calderara. Tra gli argomenti
principe di questo botta e risposta il Bilancio comunale in pareggio, secondo il governo del
paese, senza la necessità di far
ricorso agli oneri di urbanizzazione. Questa scelta si “pone in
contrasto con la politica adottata in passato dagli avversari
politici” .
Secondo il gruppo di minoranza questa affermazione sarebbe completamente falsa, dal
momento che l’attuale amministrazione avrebbe utilizzato un
milione di euro ereditato dalla
precedente. “Entrato nelle casse comunali grazie agli accordi
concernenti i piani di sviluppo
urbanistico”.
Sempre in ambito urbanistico, la Giunta Belli annuncia
l’avvio dell’iter procedurale per
la revisione del Piano di governo del territorio. “La virtuosità
di bilancio consentirà, infatti,
di amministrare con un minimo
di respiro e permetterà di poter
prendere, se necessarie, decisioni importanti, rafforzando ulteriormente le promesse elettorali
fatte ai cittadini votanti e non”.
C’è poi la vicenda sulla gara
del gas, indetta dalla Provincia
di Cremona, a cui Agnadello
ha aderito, “senza spese, ma
con un introito di 90mila euro
annui, contro i 30mila stimati
dal gestore uscente. Grazie alla
convenzione stipulata dal Cal-
bilanci delle scuole sono ridotti all’osso, i contributi ministeriali
sono esigui, ma le esigenze sono tante e così il comitato genitori si
è dato da fare racimolando una bella cifra, 5mila euro, proprio niente
male considerato appunto il periodo. Le famiglie hanno così integrato
il Piano per il diritto allo studio, favorendo investimenti importanti.
Grazie all’impegno di mamme a papà è stato possibile acquistare
una lavagna interattiva multimediale; è stato finanziato lo sportello
di sostegno psicologico (‘Spazio ascolto’); è stato stanziato un fondo
gite; organizzato il progetto teatro. Esaudite anche altre richieste per il
buon funzionamento dell’attività didattica come l’acquisto di gessetti
e pennarelli nonché di alcuni premi legati ad alcune manifestazioni di
indubbio interesse collettivo.
Indubbiamente una bella risposta questa del comitato genitori, una
importante boccata di ossigeno per il bilancio della scuola.
El
iardini pubblici e palestra.
Questi i fronti sui quali
l’amministrazione comunale ha
deciso di concentrare la propria
attenzione.
Nosadello avrà un nuovo parco. L’amministrazione comunale ha deciso di realizzare un’area
verde attrezzata con arredo urbano e giochi in questa frazione
investendo 6mila euro tra le vie
Indipendenza e Gradella. In
sostanza sarà sfruttato un giardino pubblico esistente attraverso un’operazione adeguata che
ne consentirà la fruizione sia ai
bambini che alle famiglie.
La superficie verrà delimitata
attraverso una recinzione con
rete in plastica e paletti. Sarà installato un cancello per favorire
l’apertura e chiusura del polmo-
derara nel 2004 – rimarca l’amministrazione Belli – il gestore
entrante ha dovuto sobbarcarsi
l’onere degli errori insiti nella
convenzione stessa: se questi
sbagli non ci fossero stati, è ovvio che l’introito a favore del
Comune sarebbe stato indubbiamente maggiore”.
Chiamata in causa, Lista per
Agnadello controbatte che la
gara “è stata un errore madornale. È falso sostenere che non
è costata niente ai Comuni: lo
studio legale che se n’è occupato ha preso più di 300mila euro
di compenso. Per quanto riguarda Agnadello, alla scadenza del
contratto precedente il Comune
sarebbe diventato proprietario
di tutta la rete di distribuzione.
Col nuovo contratto, il Comune
ha perso la proprietà precedentemente acquisita. La società di
gestione subentrante ha infatti
pagato alla società di gestione
uscente, oltre 600mila euro di
riscatto, per un impianto che
doveva essere considerato di
proprietà comunale. Se a maggio verremo eletti – concludono – questa incredibile vicenda
sarà oggetto di verifica legale e
contabile”.
Ramon Orini
IN FRAZIONE
PARCO GIOCHI.
NEL BORGO
RISTRUTTURAZIONE
DELLA PALESTRA
DELLE SCUOLE
ne verde, questo con l’intento di
impedire atti di vandalismo durante le ore notturne.
Nel contesto dell’area, interessata da intervento di piantumazione, sarà ‘disegnato’ anche un
percorso pedonale e per i piccoli
è prevista una zona attrezzata
con giochi vari e con una pedana
PANDINO: Casearia? Perché no!
“N
el territorio cremasco, l’offerta formativa è ampia e fra queste
il nostro Istituto Professionale per l’ Agricoltura e l’ Ambiente, si pone, con la nuova riforma, a pieno titolo fra le eccellenze scolastiche territoriali’’. L’assessore all’Istruzione e Cultura del Comune
di Pandino invita i ragazzi di terza media e i loro genitori, visto che
si avvicina la scadenza per l’iscrizione alla secondaria di secondo grado, a prendere in considerazione la Scuola Casearia, sorta nel 1954.
“Questa realtà scolastica rappresenta un valore unico per Pandino,
per il Cremasco, ma non solo; una scuola che merita di essere frequentata per la qualità della formazione che sa offrire e per il livello di
professionalità che si consegue al termine del ciclo di studi superiori’’.
L’assessore Camoli sottolinea che “l’amministrazione comunale
è costantemente impegnata affinché l’Istituto possa svolgere sempre
meglio il suo importante compito”. Da due anni, la struttura scolastica, dispone anche del nuovo convitto.
El
in gomma. Attenzione è prevista
anche per l’arredo urbano, a cominciare dalle panchine e cestini.
Lo spazio che dovrebbe cambiare look celermente, è di proprietà dell’Azienda Speciale servizi municipalizzati, che non ha
esitato ad offrire la propria disponibilità al Comune affinché venga sfruttato a giardino aperto a
tutti. L’intervento è stato affidato
all’Arca, società servizi intercomunali, che ha già in appalto
l’intera manutenzione ordinaria
del patrimonio comunale.
I lavori dovrebbero partire in
tempi brevi così che con l’inizio
della bella stagione il parco possa essere pronto. Per gli orari di
apertura e chiusura dei giardini
una decisione precisa verrà assunta più in là dalla compagine
amministrativa guidata dal sindaco Donato Dolini.
La popolosa frazione pandinese sentiva l’esigenza di un parco
pubblico, ora in dirittura di arrivo. Nelle prossime settimane
l’operazione prenderà il via per
concludersi con l’arrivo della primavera.
Sono maturi i tempi anche
per la ristrutturazione della palestra della scuola primaria del
capoluogo. “Si tratta di un altro
ambizioso progetto che la nostra
amministrazione ha approvato
per un importo di 390mila euro.
L’opera sarà finanziata in parte
con residui, in parte con oneri
di urbanizzazione e in parte con
l’utilizzo di fondi di un mutuo
che era stato acceso per altri interventi sulle scuole ormai ultimati”, spiega l’assessore Fabio
Fornoni, che non risparmia una
‘stoccatina’ al Governo. “Lo
Stato non ha erogato che 10mila
euro per la rimozione di una piccola parte di amianto, in seguito
a un bando nazionale espletato
in autunno. Non si tratta certo
dei grandi investimenti annunciati dal Ministero. Per finanziare tale opera, nel 2013 abbiamo
dovuto rinunciare a tanti altri
interventi. Dal momento che per
noi l’istruzione delle nuove generazioni è tutto, perché rappresenta il futuro del nostro Paese, lo
sforzo che abbiamo fatto è stato
quello di destinare quasi tutte le
risorse possibili alla realizzazione di questo progetto”.
In queste settimane l’amministrazione comunale di Pandino
procederà con l’espletamento
della operazioni di gara per avviare il cantiere.
El
LABORATORIO
MULTIMARCA
SPECIALIZZATO
DISPONIAMO DI UN
MODERNISSIMO
LABORATORIO
ATTREZZATO IN GRADO
DI GESTIRE TUTTE
LE PROBLEMATICHE
DEL TUO COMPUTER
CON ONESTÀ
E TRASPARENZA
www.mbstore.it
per la
riparazione
del tuo
notebook
o PC
CREMA - VIA CATERINA DEGLI UBERTI, 13
(nel cortile dietro il ristorante “El Dorado”, zona Basilica) Tel. 0373 85477 Fax 0373 630506
32
Il Cremasco
SABATO 18 GENNAIO 2014
MADIGNANO ELEZIONI
DENTIERA ROTTA!!!
Venturelli lancia
la grande intesa
RIPARAZIONE
IMMEDIATA
Pulitura, lucidatura
rimessa a nuovo protesi mobili
Per tutti un utile OMAGGIO telefonando allo
0373•83385
RITIRO E CONSEGNA A DOMICILIO
CREMA: Via Podgora, 3 (zona Villette Ferriera)
SMALTIMENTO
AMIANTO
ADDIO DEL SINDACO USCENTE
CHE APRE A GIOVANI E MINORANZE
S
ereno, senza rimpianti e con la decisione di
chi sa cosa vuole, per se e per il proprio paese.
Virginio Venturelli, sindaco uscente con possibilità di ricandidarsi, ha deciso di appendere la
fascia tricolore al chiodo. “Non mi ripresenterò,
perché ritengo giusto che siano altri ora a proseguire il cammino, magari, e questo è l’auspicio,
coinvolgendo sempre più i giovani perché possano crescere accanto a persone d’esperienza e
garantire il futuro del nostro borgo”.
Già sindaco dal 1985 al 1995, Venturelli aveva
lasciato un buon ricordo di sé. Tant’è che l’elettorato, alle ultime elezioni, aveva deciso di premiare lui e il suo gruppo ‘Madignano prossimo’.
“Cinque anni fa – spiega il primo cittadino – mi candidai promettendo ai madignanesi
semplicemente di rinnovare la stessa volontà e
determinazione espressa a cavallo tra gli anni
Ottanta e Novanta. Giunto al termine del mandato, credo onestamente di aver onorato l’impegno assunto, ovvero quello di mettere nell’incarico le stesse passione e determinazione che
mi avevano animato qualche anno prima. Io e
la mia squadra abbiamo realizzato gli obiettivi
Romanengo
Avis
In parrocchiale
col naso in sù
È
stato un anno impegnativo
dal punto di vista economico,
quello appena conclusosi, per la
parrocchia di Romanengo. Oltre
al pagamento dei debiti pregressi
(14.338,78 euro), al mutuo annuo
per il campo da calcetto (12.379,42
euro ogni 12 mesi sino al 2018) e
alle spese ordinarie, si è andato a
sommare alle uscite l’intervento
per il rifacimento del pavimento
della chiesa parrocchiale, danneggiato nel mese di agosto del 2012
da un rigonfiamento sotterraneo.
Nonostante questo, con spese complessive ammontanti a 83.890,90
euro la chiesa romanenghese, retta
dal parroco don Cesare Rossi, è riuscita a far fonte alle spese e a chiudere con un attivo pari a 11.246,42
euro. Grazie alle offerte straordina-
SALVIROLA: a Praga col ‘Don Lameri’
C
esky Krumlov, Praga e Ratisbona. Queste le mete del prossimo
viaggio organizzato dal centro culturale ‘Don Mario Lameri’
di Salvirola. Dal 30 aprile al 4 maggio la comitiva di salvirolesi si
trasferirà in Repubblica Ceca per visitare tre splendide città.
Partenza l’ultimo giorno del mese alle 21.30. Viaggio al chiaro
di luna e la mattina del Primo Maggio arrivo a Cesky Krumlov
per la visita alla cittadina annoverata nell’elenco dei luoghi patrimonio dell’umanità stilato dall’Unesco. Nel tardo pomeriggio trasferimento a Praga dove la i cremaschi pernotteranno per tre sere
visitando venerdì 2 e sabato 3 la capitale sorta lungo la Moldava.
Domenica 4 partenza di buon ora per Ratisbona e rientro a casa.
La quota di partecipazione è di 640 euro (con un minino di 30
persone) con sistemazione in camera doppi. Per la singola supplemento di 170 euro. Le iscrizioni resteranno aperte sino al 15 febbraio. Per informazioni e adesioni, da formalizzare con il versamento
di una caparra pari a 300 euro, è possibile contattare Mina Boldrini
(0373/72427) o Iris Rosani (339.4840159).
Tib
CASTELLEONE: consulenza notarile ‘free’
L
per demeriti dell’amministrazione comunale.
“Direi proprio di no – tutto era stato messo in
fila – poi, la situazione finanziaria, ha indotto
l’investitore a rinunciare all’intervento. Anche
se non è detta l’ultima parola. L’area ha già conosciuto il cambio di destinazione d’uso e non
escludo che nell’arco del prossimo mandato l’argomento possa tornare d’attualità”.
Per quanto attiene al prossimo futuro Venturelli è irremovibile: “Non mi ripresenterò ma il
gruppo ‘Madignano prossimo’ proseguirà e io
lo aiuterò dall’esterno. Sono a disposizione di
chiunque voglia affrontare il tema amministrativo con una conoscenza adeguata della situazione in essere e delle possibili evoluzioni, in
preparazione dei programmi elettorali, volentieri e con chiunque mi rendo disponile a trattare
l’argomento. Una disponibilità doppia a illustrare più in generale l’attività amministrativa del
Comune, se richiesta, sono pronto in particolare
a riservare ai giovani che vorranno candidarsi. Il
futuro non può essere pensato e costruito senza
l’apporto delle nuove generazioni”.
Voci di corridoio danno il sindaco impegnato
in incontri con le minoranze per vedere se e con
chi si possa costruire un percorso condiviso.
ROMANENGO
P
rima il dovere, poi il
piacere. Ovvero l’assemblea annuale per cominciare
e gita sulla neve per finire.
Saranno dieci giorni intensi e significativi i prossimi per la locale sezione
Avis. Il direttivo ha convocato per venerdì alle 21 presso il salone della Casa del
volontariato, l’assemblea
ordinaria dei soci. Un momento di rendiconto dell’attività dell’ultimo anno, il
primo sotto la guida del presidente Massimo Gladi.
Quindi via al dibattito legato alle attività degli ultimi
12 mesi e ai progetti futuri.
Il primo la gita sulla neve a
Moena (TN) del prossimo
2 febbraio. Si parlerà anche
della tradizionale festa estiva e delle borse di studio.
In chiusura premi agli avisini benemeriti e rinfresco.
elettorali, e se non fossero intervenuti i vincoli
legati al Patto di stabilità, altri progetti avrebbero
visto la luce”.
A tal proposito la Giunta Venturelli lascia
“un’importante disponibilità finanziaria. Spero
che le norme cambino affinché l’avanzo possa
essere ‘scongelato’ e investito a favore della comunità madignanese”.
Cinque anni nei quali il Comune molto ha
fatto, nonostante i paletti imposti dall’alto. “Su
tutto direi che per quanto concerne le opere
pubbliche – continua il sindaco – le ciclabili e
la valorizzazione dell’ambiente sono stati punti
credo qualificanti del nostro mandato. Sono altresì molto contento e soddisfatto di aver partecipato con tutta la macchina comunale e i miei
collaboratori alla nascita della Pro Loco e, in
collaborazione con l’Auser, del Centro Sociale”.
Rimpianti il primo cittadino uscente non ne
ha, al massimo qualche cruccio. “Tutto quanto
era nelle nostre possibilità abbiamo fatto – aggiunge –. Purtroppo resta aperto il discorso della
ciclabile con Crema e dell’aggregazione delle
funzioni con la città dalla cui amministrazione
non sono arrivati gli impulsi che attendevamo”.
Il grande progetto della Rsa è naufragato non
IN GENERE
a sperimentazione è andata bene e così il servizio di Consulenza notarile gratuita, nato dalla collaborazione tra Consiglio
Notarile dei Distretti Riuniti di Cremona e Crema e Comune di
Castelleone, proseguirà per tutto il 2014. Appuntamento ogni terzo
mercoledì del mese dalle 10.15 alle 12.30 n Comune con la dottoressa Sara Boselli. Il servizio è stato apprezzato dai cittadini castelleonesi e dai residenti nei paesi limitrofi. Poco meno di quaranta
gli utenti totali per una media di 12 appuntamenti per ognuna delle
tre mattinate dedicate alla consulenza in Comune negli ultimi mesi
dell’anno.
L’accesso al servizio è libero e senza appuntamento. Per ulteriori
informazioni 0374/356323.
LA CHIESA
NECESSITA
DI UN INTERVENTO
ALLA COPERTURA.
I GIOVANI
SI RIMBOCCANO
LE MANICHE
rie dei fedeli e a quelle lasciate in
chiesa giorno dopo giorno.
Il dato non deve però far pensare
a una situazione che possa reggersi
senza l’aiuto della comunità. Sulla
parrocchia, si legge nel bollettino
parrocchiale, grava ancora un fido
bancario di 60mila euro, oltre all’uscita per il mutuo sul campo da
calcetto e alla necessità di sanare
un debito verso terzi pari a 70mila
euro. Inoltre nel corso del 2014 dovrà essere messa mano alla copertura della chiesa parrocchiale che
presenta ammaloramenti e infiltrazioni d’acqua piovana. Quadro che
mette a rischio le pregevoli decorazioni interne.
Per questa ragione don Cesare si
augura che la generosità dei fedeli non venga a mancare. Solo con
il sostegno dell’intera comunità la
parrocchia riuscirà a far fronte alle
necessarie spese.
A questo proposito i primi a rispondere all’appello del parroco
sono stati i giovani. Venuti a conoscenza della necessità di sistemare
il tetto della chiesa, molti romanenghesi in erba hanno deciso di impegnarsi nello studiare e proporre
iniziative che possano consentire
di raccogliere fondi con i quali contribuire alla ristrutturazione della
copertura della parrocchiale. Primo evento in programma, domani
(domenica 19 gennaio) la vendita
di tortelli di zucca e tagliatelle con
farina di castagna interamente realizzate dai ragazzi. Lo stand sarà
allestito in piazza.
compro oro
pago contanti
vendita permuta nonsolooro
SI RITIRANO ANCHE ARGENTO
E OROLOGI PREZIOSI
Via Indipendenza, 79
26013 CREMA (CR)
Tel. 0373 438470
DA LUNEDÌ A SABATO
9,30 13,00 / 15,30 19,00
LUNEDÌ MATTINA CHIUSO
Installazione e riparazione
di zanzariere,
tende da sole, tende da interno,
veneziane, tapparelle
e porte a soffietto.
Via Garibaldi,
7 - Tel. 0373 238146
-19/12/13
Cell. 33514:49
6262490
xecur_torrazzo_90x92_bn.pdf
1
26010 CAPERGNANICA (CR)
C
M
Y
CM
MY
CY
CMY
K
Tib
Gombito: verso le elezioni
Autofficina GATTI
L
e elezioni amministrative saranno una questione a due?
Sembra proprio di sì. ‘Impegno e democrazia’, maggioranza uscente, si troverà a fare i conti con un nuovo gruppo
‘Ascolto e dialogo con Gombito’ che nasce, tra gli altri, da
gombitesi non nuovi all’esperienza amministrativa desiderosi di rimettersi in gioco.
‘Ascolto’ si è presentata attraverso un periodico che da alcuni mesi viene recapitato alle famiglie del borgo. Un volantino che vuole tenere alta l’attenzione di chi governa il paese
senza risparmiare critiche. Luciano Brunello, ex esponente
di ‘Impegno’, Linda Ceruti e Massimo Caravaggio, già consiglieri di minoranza, i nomi attorno ai quali la lista è andata
via via coagulandosi. Pronta a presentare il proprio candidato nelle prossime settimane e a proporsi come alternativa
alla lista cresciuta negli ultimi vent’anni sull’asse BaruelliPedrazzini.
L’attuale sindaco Bianca Baruelli, che non potrà più ricandidarsi avendo già svolto i due mandati consecutivi consentiti dalla normativa vigente, ha già dato la sua disponibilità a restare nel gruppo che ha guidato il paese per quattro
lustri. Su Carlo Pedrazzini, prima sindaco, poi vicesindaco
e presidente del Consorzio Navigare l’Adda, la coalizione
sta invece facendo pressing perché strappi un po’ di tempo
ai suoi molteplici impegni per continuare a garantire la sua
esperienza al paese. Il candidato alla poltrona di sindaco,
che dovrà raccogliere un’eredità pesante, è in fase di definizione.
Bruno Tiberi
CENTRO
 Autofficina
REVISIONI
AUTO, MOTO,

• Elettrauto
Elettrauto
TRE RUOTE, QUAD
 Gommista
• Assistenza
Iniezione
Benzina eericarica
Diesel

Climatizzatori
BATTERIE
- 20%
di BRUNO TIBERI
& COPERTURE
SOSTITUZIONE E ASSISTENZA PNEUMATICI
•VENDITA
Autoradio
Eseguiamo manutenzione e tagliandi
autovetture nuove mantenendo Prossima
inalterataapertura
la garanzia
• suAutofficina
centro revisioni
RICORDIAMO CHE A GENNAIO
• Gommista
REVISIONIAMO:
Eseguiamo
- veicoli di primamanutenzione
immatricolazione gennaio 2010
veicoli revisionati
nel gennaio 2012
e- tagliandi
su autovetture
nuove
OFFANENGO - Via S.
Lorenzo, 7 • Tel.
mantenendo
inalterata
la 0373.780228
garanzia
E-mail: autoffi[email protected]
OFFANENGO - Via S. Lorenzo, 7
Tel. e fax 0373.780228
E-mail: [email protected]
Il Cremasco 33
SABATO 18 GENNAIO 2014
CASTELLEONE
Castelleone
Ai volontari
il S. Realino
Elezioni
prime news
S
TOMASETTI SALUTA
U
fficialmente notizie non ve ne
sono ma le indiscrezioni che
trapelano parlano di un panorama
molto interessante che si starebbe
delineando in vista delle prossime
elezioni amministrative. Una corsa alla poltrona di sindaco che potrebbe far tornare sotto i riflettori
uomini che hanno fatto politica per
anni e/o al contempo ridisegnare lo
scacchiere che all’ultima chiamata
alle urne si era frazionato come mai
prima. Non da ultimo l’abbandono
dei giochi di protagonisti dell’ultimo ventennio.
Partiamo dalla maggioranza
uscente. Unico a contendere lo
scranno all’attuale primo cittadino
Camillo Comandulli fu Pietro Fiori
con il suo ‘Cantiere’ che si fermò
però 8 punti percentuali sotto al
‘Centro destra per Castelleone’ che
si attestò al 34.58% delle preferenze. Un centrodestra diviso, all’epoca, con un’altra lista, quella sostenuta dal Popolo della Libertà, che,
con Luigi Manfredoni candidato,
ottenne il 13.27% (terzo partito).
Coalizione di governo del paese
divisa anche in Consiglio comunale
dopo l’addio dei consiglieri Mallai
e Bosio confluiti nel gruppo misto e
forse più propensi oggi a dialogare
con Fiori e i suoi che con i vecchi
compagni di viaggio.
Chi governa il borgo non ha ancora sciolto le riserve. Il quinquennio che si sta chiudendo è stato
forse il più difficile nella storia degli
ultimi anni in cui fare amministrazione. Comandulli, solo alcuni mesi
or sono, aveva garantito di non volersi più ricandidare. Mah… È difficile pensare che una maggioranza
uscente convinta di aver fatto bene
non si ripresenti all’elettorato. E allora pare che all’interno del gruppo
il discrimine sia proprio questo “se
ci sarà Comandulli si può fare; altrimenti…”. I beninformati parlano di
un ex ragioniere capo del Comune,
divenuto primo cittadino, alle prese
con un pressing dei suoi.
Chi non ci sarà, e questa è notizia
certa, è Chiara Tomasetti. Ha deciso di farsi da parte nella speranza
che il gruppo da lei stessa fondato,
‘Gente in Comune’, possa proseguire l’avventura magari in un panorama più ampio.
E qui entrano in campo le altre
forze della medesima area che potrebbero condividere lo stesso cammino. Quali? In primis i ‘grillini’,
per quella voglia di rinnovamento
che anima da sempre ‘Gente in
Comune’. Difficile pensare che il
Movimento 5 Stelle, da solo o in
una coalizione, non partecipi alla
corsa alle poltrone che contano.
Non foss’altro per il legame stretto con Castelleone di uno dei suoi
deputati, Danilo Toninelli. Castelleone è il paese Natale della moglie
e dovrebbe divenire presto borgo
di residenza della famiglia. Oltre a
questo non essere in competizione
nel quarto centro della provincia
non sarebbe un gran segnale.
Oppure con Pietro Fiori e i suoi.
‘Il Cantiere’ (che in realtà è stato
contattato da diverse forze dello
scacchiere) potrebbe continuare a
correre da solo, sfruttando anche
il lavoro svolto dai tavoli dell’opposizione nell’ultimo quinquennio
e la cassa di risonanza determinata da azioni concrete che l’hanno
visto protagonista su temi diversi.
La volontà è però quella di lavorare a una nuova lista civica nella
quale il gruppo potrebbe confluire.
Una realtà che può nascere solo in
contrapposizione alle precedenti
amministrazioni, senza simboli e
ideologi di partito e con l’aggregazione di persone nuove. Questi i
paletti posti dai portavoce del ‘Cantiere’ agli incontri con altre forze
susseguitisi nelle ultime settimane.
Prima il gruppo, poi il candidato.
E poi… e poi c’è il Pd di Leone
Lisé. Ha rotto con tutti (‘Cantiere’ e
‘Gente’) nel 2009 e in molti scommettono che l’esperienza sia servita, anche perché i marchi di partito
nella considerazione popolare non
sembrano ai primi posti delle hit.
Potrebbe esservi un’inversione di
rotta oltre a un ritorno illustre. Gian
Carlo Corada, già presidente della
Provincia di Cremona eletto nelle
file del centro sinistra, è tornato a
vivere a pieno il paese. Negli ultimi
mesi lo si è visto ovunque e c’è chi
dice che sia il preludio alla discesa
in campo come leader.
Tib
e gli studenti delle scuole
medie e gli allievi delle
elementari del borgo hanno trovato aule con i muri
candidi ad accoglierli a settembre ai ritorno tra i banchi, si deve ringraziare lo
spirito di collaborazione di
un manipolo di castelleonesi. Lo sa bene il Comune
che li ha chiamati a raccolta oggi in municipio per
conferire loro il Bernardino
Realino di bronzo, una medaglia accompagnata da una
pergamena a riconoscere
il contributo garantito alla
buona amministrazione del
proprio paese.
“Io sono uno strenuo sostenitore del fatto che l’istituzione non debba reggersi
sul volontariato – precisa
l’assessore
all’Istruzione
Stefano Micheletti – ma
è innegabile che in questo
periodo storico-economico
l’aiuto garantito dai volontari alla macchina comunale
è quanto mai gradito e utile. Senza le persone resesi
disponibili a tinteggiare le
classi probabilmente questo
intervento non sarebbe stato
posto in essere. Un gruppo
che si è detto pronto anche
ad altri interventi”.
L’incontro è una sorta
di ringraziamento che l’assessore a nome di tutta la
comunità che ne ha beneficiato, ha voluto tributare ai
castelleonesi ‘pittori’ per un
giorno: Andrea Carissimi,
Paolo Ghezzi, Maurizio
Freschi, Francesco Ferrari e
Giuliano Comandulli. Tib
CASTELLEONE: vigili in chiesa per S. Sebastiano
L
a Polizia Locale di Soresina e Castelleone festeggerà nel borgo turrito il patrono San Sebastiano. Si tratta di una novità
per il paese figlia, anche ma non solo, della grande collaborazione che da tempo si è instaurata, sul fronte del contrasto alla microcriminalità dilagante, tra i due comandi e i loro responsabili,
Andrea Vicini per Castelleone e Giovanni Tirelli, castelleonese
d’origine, per Soresina. Negli anni addietro infatti fu proprio il
centro attualmente commissariato a ospitare il significativo incontro.
L’appuntamento, che riunirà i ghisa di Soresina e Castelleone
al fianco dei quali sono stati invitati a presenziare alla cerimonia anche i colleghi del Cremonese e del Cremasco, è per le 18
di mercoledì 22 gennaio. La santa Messa, che sarà celebrata in
chiesa parrocchiale, sarà presieduta dal parroco di Castelleone
monsignor Amedeo Ferrari.
Chiamati ‘a rapporto’ anche i sindaci del territorio per un momento che culminerà con la consegna di onorificenze e premi
agli agenti che si sono distinti durante l’ultimo anno.
Tib
SONCINO: Medjugorie, terra di Maria
S
i è svolta sabato sera a Passarera la festosa cena di beneficenza organizzata dal Lions Club di Soncino, che ha avuto
come ospite d’onore Jacov Colo, uno dei veggenti di Medjugorie.
Sebbene i partecipanti fossero in numero leggermente inferiore rispetto agli anni passati, la serata è stata veramente emozionante sotto ogni punto di vista. Erano presenti i vertici del Lions
Club Soncino, il presidente
Maurizio Chizzoli, il cerimoniere Adriano Corradini
e molti soci. Tra gli altri anche Silvana Nobilini, in rappresentanza del gruppo della S. Vincenzo di Soncino.
Dopo una gradevole introduzione curata dalla
corale ‘Pregar Cantando’
diretta da don Giacomo
Carniti, Jacov, la cui testimonianza ha commosso i
Jacov Colo durante la serata
commensali, ha spiegato
organizzata
dal Lions Soncino
quanto sia importante la
preghiera quotidiana a Maria. “Medjugorie è un luogo
di pellegrinaggio, ma non bisogna certo andare con l’obiettivo
di incontrare noi veggenti – ha esclamato – bensì con il desiderio di incontrare l’amore di Maria. È bene sapere infatti che il
saluto della Madonna quando ci appare, è sempre ‘Cari figli’,
perché i suoi messaggi e il suo amore sono ogni volta per tutti i
suoi figli. Mai la Madonna ha detto ‘Cari veggenti’” ha sottolineato. Al termine della testimonianza Jacov si è reso disponibile
per rispondere alle domande dei presenti.
Nel corso di questa festosa serata di beneficenza sono state
raccolte offerte che saranno destinate alle popolazioni più povere di Libuskhy, un paese vicino a Medjugorie.
Silvia Bissa
Gli annunci di questa rubrica sono gratuiti (con foto) per le persone che festeggiano le nozze di diamante (60 anni) e più e i 95 anni e oltre. Tutte le altre ricorrenze sono a pagamento: per gli auguri,
lauree, ringraziamenti e simili, senza foto € 1,00 a parola, con foto € 30,00; per i festeggiamenti di classe € 70,00; per i matrimoni, gli anniversari di matrimonio e le quattro generazioni (con foto)
€ 50,00. La direzione si riserva il diritto di rifiutare insindacabilmente ogni inserzione non consona alla linea del giornale. Gli annunci saranno pubblicati fino a esaurimento dello spazio disponibile.
CHIEVE: DOPPI AUGURI!
Martedì 21 gennaio le splendide
gemelle Michelle
ed Eleonora compiono 11 anni.
Vi fanno tanti
auguri la vostra
super mamma Ilaria assieme ai nonni Rosa e Pasquale, agli zii Dora e
Mosè, alla nonna
bis e ai cugini.
Ancora tanti auguri e buon compleanno!
80 ANNI!
Lunedì 20 gennaio compie gli anni Ombra
Scorsetti, che da Sergnano più di 60 anni fa è
approdata a Soresina dove per tutti è Linda.
Per noi è la mamma sempre presente anche
da lontano, la super nonna insostituibile che
insegna a Elia le canzoni cremasche che ai figli non ha avuto il tempo di cantare, la forte
suocera che con tenacia e caparbietà (a volte
proprio tanta!) ancora dà il suo inconfondibile
e prezioso contributo a ogni giornata della sua
famiglia.
Da Anna con Vitto e con il suo complice Elia
e da Simone gli auguri più sinceri e affettuosi
di poter festeggiare ancora tanti compleanni
insieme.
Tribunale di Cremona - Estratto avviso di vendita - 6° esperimento
Esec. Immob. n. 131/2010 RGE Trib. Crema (reg. inc. n. 39/2012)
G.E. dott. Benedetto Sieff
Professionista delegato: avv. Anita Brunazzi, con studio in Crema – via Borgo S.
Pietro, 4 – Vendita senza incanto: 4.3.2014 alle ore 16.00 presso lo studio del
delegato. Lotto unico: In Comune di Trigolo (CR) – via Stanga – Porzione di fabbricato in linea costituita da abitazione ai piani terra e primo collegati da scala interna, composta al p.t da soggiorno e cucina e al p. I da due camere, un corridoio,
un bagno ed un antibagno, con annessi area cortilizia ed un fabbricato accessorio
adibito al p.t. ad autorimessa e al p. I a fienile. Dati catastali e confini come in atti.
Immobile in classe energetica G; indice prestazione energetica climatizzazione invernale 211,74 Kwh/mqa. L’unità immobiliare è libera da persone e parzialmente
arredata. Custode giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie e all’Asta s.r.l – via Vittorio Veneto, 4 – Ripalta Cremasca (CR) (tel. 0373/80250) – e-mail: [email protected] Prezzo base € 27.645,99. Offerte da presentare in bollo e
in busta chiusa presso lo studio del professionista delegato alla vendita ( da lunedì
a venerdì – sabato e festivi esclusi) entro le ore 12.00 del giorno non festivo precedente la vendita, con unito assegno circolare non trasferibile per cauzione, pari al
10% del prezzo offerto, intestato a: Proc. Esec. Immob.131/2010 RGE Trib. Crema.
Vendita con incanto: 19.3.2014 alle ore 16.00 nello studio dell’Avvocato delegato. Prezzo base € 27.645,99 con offerte in aumento non inferiori ad € 3.000,00.
La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo e non in busta chiusa, dovrà essere presentata come sopra indicato per la v.s.i., con unito assegno circolare non
trasferibile per cauzione di € 2.764,60, intestato come sopra. Maggiori informazioni presso: professionista delegato avv. Anita Brunazzi (tel. 0373/81407); custode giudiziario, anche per visionare l’immobile; Cancelleria Esec. Immob. Tribunale,
anche relative alle generalità del debitore ex art.570 c.p.c.. Relazione di perizia,
nota integrativa e avviso di vendita con le modalità di partecipazione alla vendita
consultabili in Cancelleria e pubblicati sui siti Internet www.astagiudiziaria.com e
www.astegiudiziarie.it
avv. Anita Brunazzi
Friendly
La Comunità di Accoglienza
Giulia Colbert - suore Buon Pastore ringrazia di cuore L’ASSOCIAZIONE POPOLARE CREMA PER IL TERRITORIO per
il contributo a favore delle famiglie in difficoltà.
Gli alunni e le insegnanti della scuola primaria di Scannabue
ringraziano la CASSA RURALE
DELL’ADDA E DEL CREMASCO - BCC e il suo presidente Giorgio Merigo, per il contributo ricevuto.
Per GIUSEPPE LUPO
STANGHELLINI di Bagnolo
Cremasco che lunedì 20 gennaio
taglierà il traguardo degli 80 anni.
I nostri più cari auguri per un compleanno e un giorno memorabile. I
tuoi cognati Domenica e Luciano
con i figli e le rispettive famiglie.
Per ANTONIETTA che ha
compiuto gli anni... 100 di questi
giorni... sempre sana e contenta
da... un’amica.
Buon compleanno a ROSELLA di Campisico di Sopra dal tuo
amico Antonio.
Per MARIA di Sergnano: i
migliori auguri di buon compleanno da Giovanna.
È nato SIMONE! È arrivato
portando tanta gioia alla mamma
Elena, al papà Alberto e ai fratellini Vittoria e Lorenzo... che bella
famiglia! Gioiamo insieme a voi
e vi auguriamo tantissima felicità!
21 gennaio - per EMANUELE: corri corri e non fermarti mai
che di strada ne farai, ma solo a
una cosa non scapperai ai 40 anni
che compirai. Tanti auguri di buon
compleanno. Marialaura.
Animali
VENDO BORDER COL-
LIE cuccioli, figli di campione
di bellezza, esenti displasie,
pronti fine febbraio, vaccinati, sverminati, € 600. ☎ 339
1001945 (Ronnie)
VENDO CUCCIOLO DI
PASTORE TEDESCO figlio
di genitori da esposizione a €
500. ☎ 348 7102559
Abbigliamento
VENDO anche separatamente GIACCONE in montone
da uomo color marrone chiaro, tg.
58 a € 150 trat.; GIACCONE
uomo in pelle colore nero tg. 58
a € 100 trat.; GIACCA di velluto
marrone chiaro da uomo tg. 58 a
€ 50 trattabili. ☎ 347 8277903
VENDO GIACCA + PANTALONE da sci, uomo, tg. XL a
€ 100; GIACCA da snowboard,
nera marca Bastard nera. tg. L a €
50. ☎ 340 0096082
VENDO GIACCONE di
pelliccia con cappuccio da donna
€ 30; ABITO DA SPOSA scampanato molto bello, anni ’40 €
200. ☎ 345 7674354
VENDO GIACCONE da
uomo in vera pelle, nero tg. 52
nuovo € 60; GIACCONE in
vera pelle da uomo tg. 52 con collo staccabile in pelliccia imbottito, color marrone € 100. ☎ 346
8406138
VENDO 2 GIUBBOTTI
nero e marrone tg. L per ragazzo
con cappuccio e pelo € 40 cad. ☎
348 4109941
Varie
VENDO DISCHI 45 GIRI:
“La ragazza dell’ombrellone ac-
canto - Mi guardano” Mina, “Mio
fratello è figlio unico” Rino Gaetano, “Fantastic Fly” Pooh, “Yesterday the night before” Beatles,
€ 25 cad. ☎ 335 8382744
VENDO 2 TERMOCONVETTORI a gas marca Robur
€ 160 complessivi. ☎ 0363
908948
VENDO MONTONE nuovo a € 100 e TOVAGLIA in pizzo diametro cm 160 circa a € 50.
☎ 333 4759205 (ore pasti)
CERCO FIGURINA
MARVEL super eroi n. 125.
☎ 340 1605868
CERCO FIGURINE
MARVEL supereroi Ipercoop n.
60 - 109 - 124 e 138. Cambio con
doppie. ☎ 0373 982375
VENDO PLAY STATION
3 160 giga, imballo originale, in
perfetto stato a € 150. ☎ 0373
257219
CERCO VECCHIA BICICLETTA DA CORSA degli
anni 30, 40, 50. Prezzo da concordare. ☎ 338 4284285
Arredamento
e accessori per la casa
VENDO LAMPADARIO
in vetro bianco, diametro cm
50 forma esagonale con fiori
stilizzati € 25. ☎ 035 878400
VENDO STUFA A LEGNA in ottime condizioni a
€ 150. ☎ 0373 203052
VENDO FREEZER bianco, classe A a 7 cassetti a € 140
non trattabili. ☎ 0373 791037
VENDO LAMPADARIO
da sala o cucina a 5 luci con vetri chiari, usato poco, molto bello a € 50. ☎ 348 4109941
Domande & Offerte
34
Studio commercialista
CERCA IMPIEGATA
PER ATTIVITÀ DI SEGRETERIA
SABATO 18 GENNAIO 2014
Ucraina con il permesso in regola
cerca lavoro come BADANTE, LAVORI
Giovane trentenne con
esperienza decennale di
CARROZZIERE cerca
qualsiasi tipo di lavoro
☎ 331 4130817
DOMESTICI, ASSISTENZA ANZIANI
E STIRO Esperienza di 7 anni,
referenziata. Zona Crema e limitrofi.
Disponibile subito, anche nei festivi.
☎ 320 8858726
con contratto di sostituzione maternità
Azienda settore Chimico per la sede di Pandino (Cr) cerca RESPONSABILE LABORATORIO
Si richiede specifica esperienza utilizzo
programmi Entratel - Telemaco e rapporti con Enti pubblici
Inviare c.v. [email protected]
ze delle principali tecniche di analisi, buone doti relazionali e di gestione del personale, gradita
precedente sperienza in laboratorio Controllo Qualità e conoscenza dei sistemi di gestione ISO
e del modulo Qualità Managament di SAP, buona conoscenza della lingue inglese,
preferibilmente con iscrizione nelle liste di mobilità. Tipo contratto: sostituzione maternità.
Gli interessati, in possesso dei requisiti richiesti,
possono inviare il CV al seguente indirizzo mail: [email protected]
NUOVO TORRAZZO (92X90) 18/1/14
RICERCA
3
3
3
3
1 IMPIEGATO COMMERCIALE CONOSCENZA TEDESCO
con esperienza in analoga mansione. Orario di lavoro: su giornata. Durata contratto: somministrazione con possibilità di inserimento in azienda. Zona: vicinanze Crema (CR).
1 IMPIEGATO LOGISTICA per importante azienda cliente. Esperienza pregressa in analoga mansione. Orario di lavoro: su giornata. Durata contratto: somministrazione finalizzata all’inserimento.
Zona: vicinanze Crema (CR).
1 MAGAZZINIERE/MULETTISTA per importante azienda cliente.
In possesso attestato uso carrello elevatore. Esperienza pregressa in
analoga mansione. Orario di lavoro: su giornata. Durata contratto:
somministrazione + proroghe. Zona: vicinanze Crema (CR).
1 OPERATORE MACCHINE CNC per importante azienda cliente settore metalmeccanico. Richiesta esperienza in analoga mansione. Orario di lavoro: su giornata/su turni. Durata contratto: somministrazione a tempo determinato. Zona: vicinanze Crema (CR).
GI GROUP SPA, Agenzia per il Lavoro, Aut. Min. 26/11/2004, Prot. N. 1101 – L’offerta di lavoro si intende
rivolta all’uno e all’altro sesso in ottemperanza al D. Lgs 198/2006. I candidati sono invitati a leggere
l’informativa privacy – D. Lgs 196/2003 – all’indirizzo web: www.gigroup.it
Gi Group S.p.A.
Piazza Garibaldi, 22, 26013 Crema (CR)
tel. 0373/84923 - fax 0373/83823 - e-mail: [email protected]
www.gigroup.it
CITTÀ di CASTELLEONE Prov. di Cremona
Piano per gli Insediamenti Produttivi
approvato con delibera C.C. 28.3.2000 n. 29
AVVISO DI PUBBLICAZIONE DI BANDO
PER ASSEGNAZIONE AREE IN PIP
IL RESPONSABILE DI SETTORE RENDE NOTO
che è stato pubblicato, all’albo pretorio comunale, il bando per l’assegnazione
di un lotto perimetrato entro il Piano per gli Insediamenti Produttivi in loc. S.S.
415. di mq 6.590. È prevista la cessione diretta da parte di una ditta cui è stato
precedentemente assegnato, previo nulla osta del Comune; il prezzo del lotto di
mq 6.590 è di € 425.365,71 complessivi. Gli interessati devono presentare domanda all’Ufficio Protocollo del Comune entro le ore 12.00 del 17 febbraio 2014,
su modello predisposto dagli Uffici. Copia del bando e della modulistica è scaricabile dal sito www.comune.castelleone.cr.it come allegato alla Deliberazione
Giunta Comunale N. 112 del 30/12/2013. La consultazione degli atti completi è
possibile presso il Settore Urbanistica, Edilizia, Sportello Unico per le Imprese nei
seguenti orari: • Lunedì, martedì, venerdì dalle ore 9,30 alle ore 12,30 • Mercoledì
dalle ore 8.45 alle ore 12,30 e dalle ore 16,00 alle ore 18,00
Castelleone, 15/01/2014
SETTORE URBANISTICA, EDILIZIA, SPORTELLO UNICO PER LE IMPRESE
Il responsabile Arch. Lucia Scarati
CITTÀ di CASTELLEONE
Prov. di Cremona
Settore Urbanistica, Edilizia, Sportello Unico delle Imprese
AVVISO DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO
DI VARIANTE AL PIANO DI GOVERNO
DEL TERRITORIO NONCHÈ DI VERIFICA
DI ASSOGGETTABILITÀ ALLA VALUTAZIONE
AMBIENTALE STRATEGICA
IL RESPONSABILE DI SETTORE
Vista la Legge Regionale 11 marzo 2005 n° 12 per il Governo del Territorio ed i
relativi criteri attuativi; Visti gli Indirizzi generali per la valutazione ambientale
(VAS) approvati con D.C.R. 13 marzo 2007, n. VIII/351 e gli ulteriori adempimenti
di disciplina approvati dalla Giunta Regionale con deliberazione n. VIII/6420 del
27 dicembre 2007e successive modifiche e integrazioni; Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 “Norme in materia ambientale” e s.m.i.
RENDE NOTO
che con Deliberazione di Giunta Comunale n° 104 in data 20/12/2013 è stato
disposto avvio del procedimento relativo alla redazione degli atti di variante al
PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO finalizzati alla disciplina sul territorio comunale del RETICOLO IDRICO MINORE. Il suddetto Piano è soggetto al procedimento di Verifica di assoggettabilità alla Valutazione Ambientale Strategica,
come previsto al punto 5.9 degli Indirizzi Generali per la Valutazione ambientale
Strategica VAS. Chiunque abbia interesse, anche per la tutela di interessi diffusi,
può presentare suggerimenti e proposte relative a correzioni e aggiornamenti
al Piano dei Servizi e al Piano delle Regole. Le istanze dovranno essere redatte
in carta semplice e presentate all’Ufficio Protocollo, presso la sede municipale
in Piazza del Comune n° 3, entro le ore 12.00 del giorno 3 febbraio 2014. Per
informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi al Settore Urbanistica Edilizia
Sportello Unico delle Imprese – arch. Lucia Scarati - in Piazza Comune, 3 – 26012.
Castelleone, 15/01/2014
Il responsabile Arch. Lucia Scarati
COMUNEProvincia
DI RIPALTA
ARPINA
di Cremona
AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI VARIANTE
AL PIANO DI GOVERNO EL TERRITORIO
ai sensi dell’art. 13 commi 1 e 13 della L.R. 11.03.2005, n. 12
E CONTESTUALE
AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI VERIFICA DI
ASSOGGETTABILITÀ ALLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (VAS)
ai sensi dell’art. 4 commi 2, 2 bis e 2 ter, della L.R. 11.03.2005, n. 12
IL SINDACO
congiuntamente al RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO
Ai sensi e per gli effetti degli artt. 4 e 13 della Legge Regionale 11 marzo 2005, n. 12
Premesso che il Piano di Governo del Territorio di Ripalta Arpina, approvato con
deliberazione n. 9 del 30.03.2010, è efficace dal giorno 22.12.2010, a seguito di
pubblicazione sul B.U.R.L. Serie Inserzioni e Concorsi n. 51 del 22.12.2010
RENDE NOTO
che l’Amministrazione Comunale con deliberazione di Giunta Comunale n. 67 del
27.12.2013 ha deliberato di dare formale avvio alla prima Variante al Piano di Governo del Territorio. La Variante è soggetta al procedimento di verifica di assoggettabilità alla valutazione ambientale (V.A.S.).
La Variante riguarderà:
- la riperimetrazione dell’ambito di trasformazione ATR01;
- la suddivisione del PR04 in due ambiti sempre soggetti a Piano di recupero.
Chiunque abbia interesse, anche per la tutela d’interessi diffusi, può presentare
suggerimenti e proposte da indirizzare al Sindaco, entro il termine di trenta giorni
dalla pubblicazione del presente avviso, e pertanto entro il 09.02.2014. Le istanze
devono essere presentate presso l’ufficio Protocollo del Comune di Ripalta Arpina
con sede in Piazza Marconi n. 1 a Ripalta Arpina (CR) nei giorni dal lunedì al venerdì
dalle ore 9.00 alle ore 13.00 ed il sabato dalle ore 10.30 alle ore 12.30.
Le istanze possono essere presentate:
• per posta all’indirizzo sopra indicato (farà fede il timbro di spedizione postale);
• direttamente a mano presso il suddetto ufficio;
• tramite posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo: [email protected]
Ripalta Arpina, 10.01.2014
IL SINDACO
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO
(Torazzi Pietro)
(Clemente dott. Giovanni)
CONTROLLO QUALITÀ. Requisiti: laurea/diploma di indirizzo chimico con esperienza, conoscen-
OPERATRICE SOCIO SANITARIA
cerca lavoro come BADANTE,
ASSISTENZA AMMALATI
VICINANZE CREMA
canne, mulinelli, artificiali per
pesca del siluro o spinning mare
☎ 335 8382744
AFFARE VENDO
SCOOTER KYMCO
FILLY 1999 km 200
BMW C1 Scooter
2002 km 7.000
a € 2.500 totali
☎ 392 6472374
PERSONALE SPECIALIZZATO
nella conduzione di impianti
per estrusione materie plastiche
da inserire nel proprio reparto produzione
Si richiede disponibilità su tre turni
Inviare curriculum a: [email protected]
snc
Via Griffini, 26 - CREMA (Cr)
tel. 0373 25.77.78 - fax 0373 81171 e-mail: [email protected]
☎ 327 2053721
VENDO
ricerca e seleziona
arco case
Signora residente a Soresina,
con esperienza e attestato
A VERI INTENDITORI
Società di estrusione materie plastiche
S. MICHELE
Grazioso e curatissimo appartamento mansardato
Capannone artigianale della superficie di 360 al secondo e ultimo piano composto da: ingresso,
soggiorno, cucina abitabile separata con porte a vemq con ufficio e servizi, su area di
tro Scrigno, due camere, due bagni, terrazzino e box
1.200 mq totali. Possibilità ampliamento
Caratterizzato da travi a vista sbiancate,
per ulteriori 390 mq circa. Disponibile a breve. doppio.
parquet Iroko, predisposizione allarme, parabola
Info in studio previo appuntamento
TV Sat, climatizzato con pompa di calore.
CL F (54,26 kwh/mqa).
Rif. 5028
CL E (118,81 kwh/mqa). Richiesta € 185.000.
Rif. 1315
CREDERA, PIAZZA EUROPA
CASALETTO CEREDANO, VILLA
CREMA CENTRO CON TERRAZZO DI 80 MQ
Quadrilocale su due livelli con terrazzo di 80mq, in edificio di recente realizzazione. Ingresso, sala da pranzo,
cucina, disimpegno, camera matrimoniale con bagno
padronale, seconda camera con terrazzino, bagno
ospiti, terrazzo di 80 mq su due lati. Al piano inferiore,
collegato da scala interna, soggiorno-studio, bagno
e ripostiglio. Due box, due cantine, aria condizionata,
doppio ingresso. CL E (135,33 kwh/mqa) e CL F (170,97
kwh/mqa). Prezzo ribassato. Info in studio. Rif. 1326A
CREMA, CASA INDIPENDENTE
Bilocale al primo piano con bellissima vista sulla Villa singola su lotto di 800 mq disposta su due livelli,
IN CENTRO STORICO
piazza. 50 mq suddivisi in soggiorno con parete per un totale di 250 mq attualmente annessa seconda Prestigiosa casa indipendente risalente ai
cucina e camino angolare, disimpegno, camera,
primi
del
’600, completamente ristrutturata
abitazione con ingresso indipendente e disposta
bagno e cantina. Aria condizionata, soffitto travi a
con finiture di grande pregio. Tre livelli per un
su due livelli per un totale di 75 mq.
vista. Spese condominiali solo luce e pulizia scale.
totale di 270 mq, così suddivisi: al piano terra
CL G (382,93 e 426,80 kwh/mqa).
CL G (247,80 kwh/mqa). Richiesta € 78.000.
caratteristico ingresso dal portico, suggestiRif. 1342
Richiesta € 255.000. Rif. 4034
CAPERGNANICA CENTRALE
PALAZZO PIGNANO VILLA
vo cortile interno, box, veranda, un bagno,
disimpegno, lavanderia e ripostiglio; al piano
primo ingresso, soggiorno con camino,
In contesto residenziale composto da abitazioni
Villetta singola di 125 mq, con possibilità
cucina abitabile, camera matrimoniale con
unifamiliari, villa singola disposta su due livelli,
di ampliare ulteriori 100 mq, su lotto di superficie
soppalco
e due cabine armadio, due bagni e
pari a 440 mq. Abitazione sviluppata su un unico oltre al piano interrato. Giardino piantumato su lotto ripostiglio; al piano secondo grande camera
piano, si compone di ingresso, cucina, soggiorno, da 500 mq. Soggiorno, cucina abitabile, uno studio,
mansardata con bagno. Climatizzatore
tre camere, cabina armadio, balcone, portico,
tre camere, un bagno, oltre ad un box uso
e allarme. CL G (256,07 kwh/mqa).
due bagni, box doppio con dispensa.
autorimessa, due ripostigli, portico e legnaia.
Prezzo
interessantissimo. Info in studio
CL G (229,85 kwh/mqa).
CL G (423,14 kwh/mqa). Richiesta ribassata
Rif. 4032
Richiesta € 299.000. Rif. 2155
a € 150.000. Rif. 2154
COMUNEProvincia
DI CAPERGNANICA
di Cremona
TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI CREMONA - EX CREMA
è indetto bando di asta pubblica per la assegnazione di autorizzazione alla somministrazione alimenti e bevande e contestuale gestione di bar nuovo, già esistente,
sito all’interno dei nuovi spogliatoi a servizio del campo di calcio. I modelli per la
presentazione delle istanze di partecipazione e il bando completo sono scaricabili dal sito www.comune.capergnanica.cr.it. Il termine per la presentazione delle
istanze da parte dei soggetti interessati aventi le caratteristiche professionali richieste è fissato alle ore 12 del giorno 31 gennaio 2014 all’Ufficio Protocollo di
questa Amministrazione, all’indirizzo indicato in epigrafe. La Procedura di affidamento fa capo al dott. Giovanni Clemente, Responsabile del Settore Urbanistico,
Edilizia, LL.PP. del Comune di Capergnanica. Gli interessati possono chiedere copia
della documentazione qui richiamata, notizie e chiarimenti inerenti l’affidamento
negli orari di ufficio, fino alle ore 12 del giorno antecedente il termine fissato per la
presentazione delle offerte.
Capergnanica, 13.01.2014
Settore Urbanistico, Edilizia, LL.PP.
Il Responsabile Servizio Dott. Giovanni Clemente
Procedura R.G.E. n. 04/10 (inc. 41/11) – G.E. dott. Borella - VIII esperimento di vendita – Lotto unico: in Palazzo Pignano (CR), parte di una palazzina in corrispondenza del nucleo centrale della frazione Scannabue,
costruita nei primi anni ’70, a forma regolare, di 4 piani fuori terra, l’unità
immobiliare a uso abitazione è costituita da un appartamento con superficie commerciale pari a mq 72,40, sito al piano terzo fuori terra con accesso
da scala condominiale composto da entrata/corridoio, soggiorno, cucina,
camera da letto con balcone + cortile comune + box al PT, certif. energ. n.
prot. 19066-000004/11, certificatore Paolo Cesare Dedè n. 2873, classe E professionista delegato: avv. Martino Boschiroli, con studio in Crema (CR),
via Barbelli 10-12, tel. 0373-82368 o 0373-80175, fax n. 0373-253196, e-mail
[email protected] - custode: Istituto Vendite Giudiziarie di Crema, in Ripalta Cremasca (CR), via V. Veneto 4, tel. 0373/80250
e fax 0373/82039 - vendita senza incanto: 1.4.14, ore 15, presso lo studio
del delegato; prezzo base: euro 9.076,90; vendita con incanto: 17.04.14,
ore 15, presso lo studio del delegato, con aumento minimo delle offerte
pari ad euro 1.500,00 - siti Internet di pubblicazione della versione integrale
del presente avviso, dell’elaborato peritale e dell’ordinanza di delega: www.
tribunale.cremona.giustizia.it, www.astalegale.net, www.asteimmobili.it,
www.portaleaste.com, www.publicomonline.it, tutti gestiti da asta legale.
net; maggiori informazioni presso: Cancelleria Esecuzioni Immobiliari del
Tribunale di Cremona.
COMUNE DI DOVERA
COMUNE DI DOVERA
AVVISO DI PUBBLICAZIONE E DEPOSITO DEL PIANO
DI LOTTIZZAZIONE “RESIDENZIALE ‘A.T.R. 2 - V.LO DEI PRATI”
IN VARIANTE AL PGT
IL RESPONSABILE DELL’AREA TECNICA
AVVISO DI ADOZIONE E DEPOSITO DI VARIANTE PARZIALE N.1
AL VIGENTE P.G.T. - PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO
IL RESPONSABILE DELL’AREA TECNICA
AVVISO DI ASTA PUBBLICA PER L’ASSEGNAZIONE DI AUTORIZZAZIONE ALLA SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE E GESTIONE BAR
PRESSO IL LOCALE SITO ALL’INTERNO DELLO SPOGLIATOIO A SERVIZIO
CAMPO DI CALCIO
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO RENDE NOTO CHE
Provincia di Cremona
- Ai sensi del comma 4, dell’art. 13 della Legge Regionale 11/03/2005 n. 12, e successive modifiche e integrazioni;
- Premesso che il Consiglio Comunale con deliberazione n. 61 del 16/12/2013,
dichiarata immediatamente eseguibile, ha adottato il Piano di Lottizzazione “RESIDENZIALE ‘A.T.R. 2 - V.LO DEI PRATI” in variante al Piano delle Regole e al Piano
dei Servizi del PGT vigente;
RENDE NOTO
che la succitata deliberazione del Consiglio Comunale con tutta la documentazione tecnico-grafica allegata sarà depositata per trenta giorni consecuitivi, a
partire dal 15/01/2014 fino al 14/02/2014 compreso, presso l’Ufficio della Segreteria Comunale sita in Dovera, CR - Piazza XXV Aprile, 1 - negli orari di apertura
al pubblico, nonché sul sito Internet del Comune www.comune.dovera.cr.it
AVVERTE
che durante il periodo di pubblicazione, chiunque ha facoltà di prendere visione
degli atti depositati ed entro i trenta giorni successivi, e comunque entro il
giorno 17/03/2014, potrà presentare le proprie osservazioni al P.L. in variante
al PGT. Le eventuali osservazioni dovranno essere redatte in duplice originale e
presentate al Protocollo generale del Comune. Il presente avviso viene pubblicato all’Albo Pretorio Comunale, sul B.U.RL., sul settimanale “Il Nuovo Torrazzo” e sul
sito Internet del Comune www.comune.dovera.cr.it
Dovera, lì 15.01.2014
Il Responsabile dell’Area Tecnica: Bonoldi Dr.ssa Elvira Nelly
ISTITUTO VENDITE GIUDIZIARIE
CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI CREMONA
SEDE RIPALTA CREMASCA VIA V. VENETO N. 4
VENDITA DEL GIORNO
MERCOLEDÌ 22 GENNAIO ore 16
presso la sede dell’IVG in via Vittorio
Veneto 4 Ripalta Cremasca Cr
ESPOSIZIONE IN TRESCORE CREMASCO
SU APPUNTAMENTO TELEFONICO
R.g.e. 314/13 (V51/2013): scalda aria per serre marca “Socaf”
€ 400,00; quattro pianali porta fiori in ferro lunghi 7 m € 1.000,00; trattore
tagliaerba marca “Grillo DS700” con annesso contenitore € 4.000,00
BENI PRESENTI IN SEDE
R.g.e. 145/13 (V62/2013): divano due posti di colore beige € 250,00;
tavolo rettangolare in legno di colore marrone € 150,00; televisore
marca Samsung € 200; tavolo in legno rotondo con piano in vetro €
200; PC portatile marca “Toshiba” € 200; mobiletto credenza con due
ante e due cassetti color panna € 250; divano due posti di colore beige/
verde € 250,00; Tv color marca “Hoer” a schermo piatto € 100,00;
Minicar targata X2** marca “Bellier” colore azzurro CC 523 kw 004,00
alimentazione a gasolio, km percorsi 6.500 € 5.000,00
Per la visione dei beni in loco contattare i nostri uffici
I beni custoditi presso la sede dell’IVG sono visibili il lunedì pomeriggio
dalle ore 15,30 alle ore 19.00, martedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e
dalle 15.30 alle 19.00 e mercoledì mattina dalle ore 10.00 alle 12.00
Per ulteriori informazioni tel. 0373 80250
o consultare il sito www.ivgcrema.it
Provincia di Cremona
- Vista la Legge Regionale n. 12/2005 e s.m.i. ed i relativi criteri attuativi;
- Vista la Deliberazione del Consiglio Comunale n. 47 del 19.10.2010 relativa all’approvazione definitiva del P.G.T;
- Vista la Deliberazione di Giunta Comunale n. 129 del 05.11.2012, è stato disposto
l’avvio del procedimento avente per oggetto una variante parziale del “Piano di
Governo del Territorio” - PGT”, attualmente in vigore.
- Vista la Deliberazione del Consiglio Comunale n. 65 del 16.12.2013 relativa all’adozione della variante parziale n. 1 al vigente P.G.T. ai sensi dell’art. 13 della L.R. 12/2005.
RENDE NOTO
che, per trenta giorni consecutivi a partire dalla data odierna, la deliberazione del
Consiglio Comunale n. 65 del 16.12.2013, esecutiva ai sensi di legge, di adozione
degli atti costituenti la variante parziale n. 1 del vigente Piano di Governo del Territorio (P.G.T.) ai sensi della L.R. 12/2005 ed i relativi elaborati ad essa allegati, sono
posti in libera visione al pubblico presso la Segreteria Comunale, sita in Dovera CR
- Piazza XXV Aprile, 1 - negli orari di apertura al pubblico, nonché sul sito Internet
del Comune www.comune.dovera.cr.it. A norma dell’art. 13 comma 4 della L.R. 11
Marzo 2005 n. 12 durante il periodo di pubblicazione (dal 15 gennaio 2014 al
14 febbraio 2014) chiunque ha facoltà di prendere visione degli atti depositati e
nei successivi trenta giorni (entro il 17 marzo 2014) può presentare osservazioni
(in duplice copia), secondo le disposizioni di Legge presso l’ufficio protocollo del
Comune di Dovera. Il presente avviso viene pubblicato all’Albo Pretorio Comunale,
sul B.U.RL., sul settimanale “Il Nuovo Torrazzo” e sul sito Internet del Comune www.
comune.dovera.cr.it.
Dovera, lì 15.01.2014 Il Responsabile dell’Area Tecnica: Bonoldi Dr.ssa Elvira Nelly
TRIBUNALE DI CREMONA
Esec. Immob. n. 230/2010 R.G.E. (Reg. Incarichi n. 41/2013)
G.E.: Dott. G. Borella
Estratto avviso di Vendita di Immobili (II esperimento)
Professionista Delegato: Avv. Corrado Locatelli con studio in Crema, P.zza Istria
e Dalmazia n. 20. Vendita senza incanto: 07 Marzo 2014 ore 15,00 presso
lo studio del delegato. Lotto unico. In Comune di Dovera fraz. Postino (CR)
Vicolo Siberia n. 11, corpo di fabbricato ristrutturato con due appartamenti
ed un box; box staccato; area pertinenziale, cortile pavimentato e giardino
convenientemente recintati. Edificio conforme alla normativa urbanistica ed
edilizia Edificio conforme alla normativa urbanistica ed edilizia. Lo stato di manutenzione è buono. L’alloggio di 8 vani ha una superficie commerciale lorda
di 288 mq, l’alloggio di 3,5 vani di 82 mq, il box separato di 27 mq e il box sotto
l’alloggio di 30 mq. Attualmente l’immobile è occupato dal debitore esecutato. All’Agenzia delle Entrate di Crema non risulta registrato alcun contratto
di Locazione. Per una descrizione più dettagliata dell’immobile si rinvia alla
perizia del Ctu incaricato Arch. Claudio Carenzi. Classe energetica “F”. Indice
di prestazione energetica (IPE): 157,29 Kw/m2a. (Foglio 16, Mapp. 413, Sub.
501); Classe energetica “G”. Indice di prestazione energetica (IPE): 331,80 Kw/
m2a. (Foglio 16 , Mapp. 416, Sub. 6); Dati catastali e confini come in atti. Custode Giudiziario: Istituto Vendite Giudiziarie ed all’Asta s.r.l. Prezzo base: €.
255.000,00=. Offerta da depositare in bollo ed in busta chiusa presso lo studio del Professionista Delegato Avv. Corrado Locatelli (previo appuntamento
telefonico) in Crema (CR) P.zza Istria e Dalmazia n. 20, entro le ore 12,00 del
06.03.2014 con unito assegno circolare per cauzione pari al 10% del prezzo
proposto dall’offerente intestato a “Tribunale di Crema – Procedura Esecutiva Immobiliare n. 230/2010 R.G.E.” Vendita con incanto: 24 Marzo 2014
ore 15,00 presso lo studio del delegato. Prezzo base: €. 255.000,00= con offerte in aumento non inferiori ad €. 3.000,00=. La domanda di partecipazione
all’incanto, in bollo ed in busta aperta, dovrà essere depositata presso lo studio del Professionista Delegato Avv. Corrado Locatelli (previo appuntamento
telefonico) in Crema (CR) P.zza Istria e Dalmazia n. 20 entro le ore 12,00 del
giorno non festivo precedente la vendita, con unito assegno circolare, come
sopra intestato, per cauzione di €. 25.500,00=. Maggiori informazioni: presso
il professionista delegato, Avv. Corrado Locatelli (tel. 0373 1970882), la Cancelleria Esec. Immob. Tribunale di Cremona e l’Istituto Vendite Giudiziarie ed
all’Asta s.r.l. (tel. 0373 80250). Ordinanza G.E., perizia ed avviso di vendita con
modalità di partecipazione consultabili sui siti Internet www.crema.astagiudiziaria.com, www.astegiudiziarie.it, www.tribunalecrema.it, www.giustizia.
brescia.it.
Crema lì 13 gennaio 2014
Avv. Corrado Locatelli
sabato 18 gennaio 2014
POLO PROFESSIONALE PROVINCIALE
IL POLO, ORMAI
PROVINCIALE,
OFFRE UNA
FORMAZIONE
ATTENTA
ALL’AMBITO
PROFESSIONALE
ED EDUCATIVO:
UNA REALTÀ
SCOLASTICA DA
CONSIDERARE!
I corsi a Crema
e Cremona
I
MokkaEgo1.6115CV4x216.900€,IPTescl.Offertavalidafinoal31/01/2014.Fotoatitolodiesempio.OpelMokka4x4:premiatodailettorinellacategoria“FuoristradaeSUVfinoa25.000euro”
“4x4dell’annodiAutoBildAllrad”(edizionetedescadel05/2013).Dato“pienoGPL”:fonteMin.Svil.Economico,prezzimedi12/2013.Consumiciclocombinatoda4,5a6,7l/100km.EmissioniCO2da120a158g/km.
opel.it
Nuovo Opel Mokka 2014 a
16.900 € con clima, radio USB, Bluetooth, cerchi in lega 18”, Cruise Control, Board Computer.
l nuovo Polo Professionale Provinciale “Ala Ponzone Cimino-Fortunato
Marazzi” si inserisce a pieno titolo nell’offerta formativa del territorio
cremonese-cremasco, offrendo una solida tradizione nello sviluppo di figure professionali con particolare riferimento a filiere produttive legate alla
meccanica, elettrotecnica-elettronica e confezionamento sartoriale.
Due le sedi: a Cremona in via Gerolamo da Cremona e a Crema in via
Inzoli, che fanno capo al dirigente scolastico prof. Adelio Maffezzoni. Una
scuola che si è fatta grande per affrontare meglio le sfide della formazione
professionale che impone sinergie con le aziende del territorio, laboratori
specialistici e metodologie educative d’avanguardia.
Con l’introduzione, a partire dall’a.s. 2010/11, della riforma delle scuole
secondarie superiori gli indirizzi Meccanico, Elettrico ed Elettronico sono
confluiti nell’unico indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”, mentre
l’indirizzo Moda è confluito nell’articolazione “Produzione Industriali e
Artigianali”(solo presso la sede di Crema). Questi indirizzi hanno percorsi
quinquennali con accesso agli Esami di Stato.
In seguito all’accordo Regione Lombardia-Miur dall’anno scolastico
2010-2011 sia la sede di Cremona sia la sede di Crema hanno attivato percorsi di Istruzione e formazione Professionale per il conseguimento della
qualifica triennale ed eventualmente il diploma professionale attraverso la
frequenza del quarto anno. Lo studente attraverso i percorsi formativi del
Polo Professionale Provinciale Apc-Marazzi, acquisisce competenze professionali non generiche, ma strettamente funzionali a uno specifico settore, caratterizzate da un esplicitato livello di autonomia e responsabilità
operativa. La specializzazione diviene quindi un punto di forza e contribuisce all’inserimento del giovane nel mondo del lavoro, dotandolo di un
corredo di saperi concretamente spendibili; nel contempo contribuisce a
una versatilità nell’atteggiamento tecnico di fronte ai problemi. Ecco perché il Polo crede nella pratica dell’alternanza scuola e lavoro che si connota come un dispositivo di apprendimento attraverso l’esperienza in cui
risulta fondamentale l’integrazione tra l’apprendimento presso la scuola e
l’apprendimento in azienda. Inoltre il Polo per rispondere alla domanda
degli studenti diplomandi che intendono essere accompagnati al lavoro, ha
aderito al progetto FIxO, promosso e sostenuto dal Ministero del Lavoro
e delle Politiche Sociali che intende contribuire alla riduzione dei tempi di
ingresso nel mercato del lavoro dei diplomati, attraverso interventi volti alla
qualificazione e al rafforzamento del sistema scolastico ed erogazione di
servizi di orientamento e intermediazione.
Molte le collaborazione del Polo Provinciale Professionale con le aziende del territorio. In ordine di realizzazione l’accordo di partnership raggiunto con Mercedes Italia, attraverso l’azienda leader di Bagnolo Cremasco
Crema-Diesel che consente di realizzare momenti di confronto fra il mondo scolastico e quello lavorativo di realizzare percorsi formativi orientati a
competenze spendibili e aggiornate e di favorire le scelte formative e lavorative degli studenti. Nel sistema educativo del Polo Professionale Provinciale
pone al centro la logica interdisciplinare, in modo da superare la divisione
tra teoria e pratica, tra il sapere di tipo cognitivo e il sapere pratico-operativo, così che le conoscenze e abilità dell’allievo possano consolidarsi nel
costante rapporto tra l’esercizio pratico e la concettualizzazione, secondo
un approccio di tipo induttivo che si declina attraverso l’individuazione e
realizzazione di compiti operativi. Ecco che la sfilata di fine anno o la partecipazione al Carnevale offanenghese delle studentesse del settore Moda
di Crema diventa un’occasione per sperimentare un insieme di abilità in cui
si realizzano competenze di tipo professionale, ma anche di tipo trasversale.
Oppure lo scooter elettrico realizzato dagli studenti della sede di Cremona
o il veicolo per disabili degli studenti del Marazzi, diventano compiti reali
che consentono di sperimentare competenze di tipo meccanico ed elettrico.
Questi i corsi attivati: sede di Crema “F. Marazzi”: i percorsi quinquennali
sono Manutenzione mezzi di trasporto, Manutenzione apparati, impianti
e servizi tecnici industriali e civili, Produzioni tessili e sartoriali; percorsi
triennali per Operatore Meccanico. Sede di Cremona: percorsi quinquennali per Manutenzione mezzi di trasporto, Manutenzione apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili, percorsi Triennali per Operatore
elettrico, Operatore elettrico impianti solari e fotovoltaici, Operatore delle
produzioni chimiche Operatore meccanico (attivo anche il corso serale).
35
Un laboratorio
del Polo Professionale
Provinciale
del quale fanno parte le sedi
di Cremona e Crema
INGEGNERIA: test
Istituto “Sraffa”: oggi open day sul futuro!
P
P
orte spalancate oggi pomeriggio allo ‘Sraffa’,
Istituto di Istruzione Superiore di via Piacenza a Crema, realtà dall’ampia offerta formativa,
al passo con i tempi, che ha sovente anticipato le
riforme, introducendo corsi innovativi e attenti
al mondo del lavoro. Allievi e docenti, nonché il
dirigente Ernesto Abbà, sono in ‘movimento’ da
tempo per questo appuntamento, per rispondere
al meglio alle sollecitazioni della base, dei ragazzi in uscita dalle scuole secondarie di I grado,
desiderosi di ‘impossessarsi’ della fotografia dei
vari indirizzi attuati in questa scuola che conta
circa 1.200 studenti. “Abbiamo realizzato anche
un video con protagonisti principali noi stessi,
orgogliosi di appartenere all’universo ‘Sraffa’ di
frequentare un Istituto sempre in movimento”,
hanno dichiarato alcuni di loro.
Oggi dalle ore 14 alle ore 17, il dirigente
Ernesto Abbà, insegnanti ed allievi, saranno a
disposizione degli adolescenti di terza media
chiamati a una scelta importante”. Il professor
Abbà sottolinea che “nel corso degli anni il nostro Istituto ha introdotto diversi corsi proprio
per favorire l’inserimento nel mondo produttivo,
aggiornando programmi didattici e considerando le esigenze del mercato del lavoro. Il contatto con imprenditori, associazioni di categoria,
liberi professionisti, è costante e questo ci consente di effettuare scelte che vanno nella giusta
direzione”. Gli studenti che fra qualche mese
conseguiranno la licenza media, optando per lo
‘Sraffa’, potranno prendere in considerazione i
percorsi Alberghiero, Grafico-Pubblicitario, Sociale, Economico-Aziendale, Turistico, avendo
quindi un’ampia possibilità di scelta.
Gli studenti dei vari indirizzi hanno inoltre
l’opportunità di compiere esperienze all’esterno
della scuola attraverso i percorsi di alternanza
scuola-lavoro sia in città che nei dintorni, ma
anche in altre province e regioni. “Siamo costantemente a contatto con l’esterno; da tempo,
proprio per favorire la conoscenza degli ingranaggi del mondo produttivo in diversi periodi
Uno stand dello “Sraffa” a Santa Maria
dell’anno scolastico, i nostri ragazzi possono
compiere esperienze altamente professionalizzanti”, argomenta il professor Abbà. I progetti
in cantiere “sono davvero molteplici, tutti molto
importanti, formativi e coinvolgono tutti gli indirizzi. Quando a fine anno tireremo le somme
sono convinto che i ragazzi avranno acquisito
competenze significative, importanti, che sapranno spendere adeguatamente nel mondo del
lavoro”.
Il preside Ernesto Abbà, sottolinea anche
l’attenzione riservata, da sempre, nei confronti dei “diversamente abili, seguiti da personale
qualificato. Molteplici le iniziative promosse nel
corso dell’anno per loro anche all’esterno, grazie alla sensibilità di aziende e associazioni”.
L’Istituto di Istruzione Superiore ‘Sraffa’ è aperto dal mattino alla sera; consente difatti anche
agli adulti di conseguire il diploma di maturità,
frequentando, dal lunedì al venerdì dalle 18.10 a
22.50 i corsi Economico-Aziendale, Alberghiero e Sociale. “La nostra realtà ha sempre riservato particolare attenzione alle esigenze con il
territorio”, insiste il dirigente scolastico dello
‘Sraffa’, che oggi sarà a disposizione di tutti col
sorriso sulle labbra per l’Open Day.
Elisa Lorenzetti
er iscriversi ai corsi di
laurea in Ingegneria
del Politecnico di Milano
bisogna sostenere il test
di ammissione (Test On
Line). Per supportare gli
studenti nella preparazione al test, il Campus di
Cremona organizza il corso “Pretest” per il ripasso
dei principali argomenti di
matematica, fisica e inglese da martedì 4 febbraio
a venerdì 21 marzo. Il calendario dettagliato sarà
disponibile sul sito www.
cremona.polimi.it nella
sezione “Essere Ammessi” alla voce “Test e immatricolazione”. Gli incontri
saranno tenuti da docenti
del Politecnico. Gli interessati dovranno far pervenire la loro adesione al
corso completo o a singole sezioni. Per iscriversi
è necessario compilare il
modulo sul sito del Polo
cremonese dal 20 gennaio
al 3 febbraio. Il Politecnico
di Milano inoltre mette a
disposizione gratuitamente il volume “POLItest - Il
test di Ingegneria al Politecnico di Milano”, che
raccoglie il materiale didattico relativo alle sezioni di matematica, di fisica
e comprensione verbale.
La Segreteria Studenti
è contattabile via e-mail
all’indirizzo [email protected] o
telefonicamente al numero 0372.567703-7704. Informazioni utili su www.
poliorientami.polimi.it.
Concessionaria
per Crema e Lodi
Opel
MAZZOLA
Completo di tutto a
16.900 €
via Piacenza, 61 - CREMA
Tel. (0373) 257947 - 254077
Fax (0373) 85205
Scoprilo anche
GPL Tech
Un pieno con 29 €
•4x2
•Clima
•Cerchiinlega18”
•RadioUSBeBluetooth
•CruiseControleBoardComputer
MOKKA 2014
NON CONFONDERTI.
PERTE
PORTE ATO 18
E-mail: [email protected]
www.opelmazzolacrema.it
SABA
GENNAIO
9
1
A
C
I
E DOMEN
Opel Mokka è il SUV 4x4 dell’anno in Germania.
Nuovo Opel Mokka 2014 a
16.900 € con clima, radio USB, Bluetooth, cerchi in lega 18”, Cruise Control, Board Computer.
Opel. Idee brillanti, auto migliori
36
La Scuola
SABATO 18 GENNAIO 2014
PRIMATO DIDATTICO FORMATIVO IN CITTÀ
DA VINCI E GALILEI: laboratori rinnovati
Organi, Cr.Forma
per il restauro
LA VOCE DI UNO STRUMENTO
É UN PATRIMONIO ARTISTICO
S
i chiama “Restauro, conservazione e
valorizzazione del patrimonio immateriale” il progetto presentato da Cr. Forma
e finanziato dalla regione Lombardia. L’istituto professionalizzante cittadino, avvierà nei prossimi mesi, un corso unico nel
suo genere sul territorio nazionale, quello
di Tecnico del restauro di beni culturali,
strumenti musicali organi a
canne. La fertile tradizione
della nostra città, andrà mescolandosi alla formazione
di tecnici professionisti, i
quali diventeranno depositari
di un folclore che altrimenti
rischierebbe di scomparire. I
frequentanti, provenienti da
tutte le regioni italiane, impareranno a restaurare e costruire organi , analizzando
e diagnosticando lo stato di conservazione
di antichi strumenti, il tutto coadiuvati da
esperti e artigiani. Alla conferenza stampa,
tenutasi mercoledì mattina, i relatori del
progetto hanno manifestato entusiasmo e
fiducia negli studenti che a breve entreranno
in laboratorio. Come specificato da Fabiano
Penotti, presidente di Cr.Forma, all’interno
dell’istituto, si lavora sull’educazione e sulla
formazione, non solo professionale, ma soprattutto culturale e sociale di ogni studente.
Carlo Malvezzi, Consigliere Regionale della
Regione Lombardia, sottolinea il recupero
del valore della scuola professionalizzante,
la quale andrà a formare la
nuova classe imprenditoriale, i cui protagonisti avranno
possibilità d’impiego a livello
internazionale; è infatti richiesta in tutto il mondo una
formazione tecnica di questo
tipo, per la quale prestigiose
istituzioni ( quali la Biblioteca
Marciana di Venezia, i Laboratori di Restauro dei Musei
Vaticani, la National Gallery
di Londra e il Trinity College di Dublino)
hanno offerto posti di lavoro a studenti della
Scuola di Restauro Cr.Forma. All’interno
del corso, come riferisce Paola Brugnoli, direttore Generale Cr. Forma, avverrà un’importante scambio fra generazioni, quello fra
A CREMA
IL CORSO DI
TECNICO DEL
RESTAURO E DI
BENI CULTURALI
G
Nella foto da sinistra: Brugnoli, Vailati,
Malvezzi, Penotti, Orini e Savoldi
giovani studenti e artigiani, i quali, oltre a
salire in cattedra all’interno del laboratorio
studentesco, apriranno anche le porte delle loro botteghe. Rappresentanti delle ditte
cittadine e collaboratori di Cr. Forma sono
Ettore Claudio Bonizzi e Saverio Anselmi Tamburini, sostenitori del progetto che
andrà a formare mentalità scientifiche che
si approcceranno al mondo artigianale. A
sancire questo primato artistico-formativo,
l’assessore alla Cultura e alle Politiche giovanili del comune di Crema Paola Vailati, e
l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Provincia di Cremona Paola Orini, le quali all’unanimità hanno sottolineato
l’importanza della valorizzazione artisticoartigianale del territorio. I giovani cremaschi
e non solo, hanno quindi la possibilità di essere protagonisti di un primato nazionale,
esaltando il fiore all’occhiello della nostra
città. I posti disponibili sono solo dodici,
numero congruo a spazi scolastici e didattica. Energia, conoscenza e competenza sono
i valori nei quali si fonda questo ambizioso
progetto.
LICEO ARTISTICO “MUNARI”
Open day e apertura
del Lam.Museum
Q
uasi come il richiamo di
Batman a Gotham City: un
grande tondo luminoso nel cielo
per allertare il supereroe. Stasera,
all’imbrunire, ci sarà un grande occhio di luce sulla facciata del liceo
artistico Munari di via Piacenza,
a richiamare gli interessati alla visita della terza (e ultima) giornata
aperta della scuola, prevista dalle
ore 18 alle 22. In occasione della
quale – ed è questa la maggiore novità – verrà inaugurato nell’istituto
il Lam.Museum, ovvero il museo
multimediale del Munari. Si tratta di una iniziativa ideata e coordinata dal prof. Gianni Macalli,
insegnante di discipline pittoriche
nel medesimo istituto, ma anche
docente di figura ed educazione vi-
L
a scuola secondaria di I grado di Ombriano dell’Istituto
Comprensivo Crema 2 venerdì
20 dicembre, in mattinata, ha
inaugurato il nuovo laboratorio
di informatica allestito nei locali
della scuola. Presenti il dirigente
scolastico prof. Pietro Bacecchi e
i due tecnici dell’associazione BIT
and Click, che ha fornito in affitto
le 27 macchine, Mario Zigatti e la
sua assistente.
I genitori hanno potuto così sedersi alle postazioni e utilizzare i
computer per verificarne le potenzialità. Il laboratorio è stato allestito per interagire con le risorse del
territorio e infatti a breve partirà
il progetto Nonni su Internet, nel
quale i ragazzi potranno fare da
tutor a un nonno/a over 60. Nella stessa mattinata le due classi
della sperimentazione musicale,
I e II A, hanno tenuto il concerto
natalizio, in uno spettacolo per la
prima volta aperto alle famiglie,
esibendosi in brani d’assieme in
cui hanno dato prova del livello
raggiunto ai rispettivi strumenti:
violino, flauto traverso, pianoforte
e chitarra. Il concerto ha previsto
anche una parte vocale affidata all’insegnante di educazione
musicale prof. Giuseppe Costi. Il
siva presso l’accademia Carrara di
Bergamo e l’accademia di Brera di
Milano – nonché noto artista cremasco, cui ha collaborato la prof.
ssa Sabrina Grossi. È un museo in
itinere, ovvero una struttura che si
arricchirà di volta in volta con opere diverse, donate da università,
accademie e istituti artistici, o realizzate da ex-studenti. “Lo scopo –
spiega Macalli – è duplice: da una
parte la nostra scuola si arricchirà
di alcune fra le opere più significative dell’arte contemporanea e di
avanguardia, dall’altra la collezione servirà ai nostri studenti come
strumento sia per un confronto
formativo personale che per l’orientamento in uscita, ovvero per
facilitare loro la scelta di un corso
post diploma”.
Il Lam.Museum aprirà oggi i
battenti grazie alla prima di queste
donazioni, ovvero un video realizzato dalla compagnia fiorentina
Zaches Teatro, intitolato Il fascino
dell’idiozia e ispirato a Las Pinturas
Negras di Goya. Il video verrà proiettato in un corridoio del Munari,
scenograficamente allestito in un
gioco di colori chiari e di colori
scuri, con ombre cinesi che faranno da palcoscenico. Dopo la proiezione e l’inaugurazione ufficiale
del Museo – con tanto di lettura
del manifesto fondativo – vi sarà
SCUOLA MEDIA DI OMBRIANO
Nuovo orario, e la
settimana diventa corta
LE VARIE ATTIVITÀ
DIDATTICHE CHE
SI SONO SVOLTE
NELLA SCUOLA
Ingresso delle scuole secondarie
di I grado di Ombriano
repertorio, molto accattivante, è
stato prevalentemente natalizio e
ha visto pure l’originale utilizzo di
materiale comune come strumenti
a percussione. È seguita la festa di
Natale con panettone e pandoro
per tutti. Sabato 11 gennaio, a par-
tire dalle ore 15, la scuola media
di Ombriano ha invece ospitato la
giornata aperta, che ha visto una
numerosissima partecipazione di
genitori e ragazzi. Infatti l’open
day è stato appositamente predisposto per accogliere entrambi.
M.C.
una performance realizzata dagli
stessi studenti dell’artistico. Uno
spettacolo sui quali gli organizzatori mantengono un certo riserbo,
volendo preservare la sorpresa
degli spettatori presenti, ovvero i
ragazzi di terza media e i loro genitori, nonché gli stessi altri allievi
della scuola di via Piacenza.
Che si tratti di una giornata
aperta del tutto particolare lo si
capisce anche dalla annunciata
presenza, nel corridoio d’ingresso
della scuola, di un Dj, l’ex studente Andrea Lucini Paioni, che
metterà nel circuito audiofonico
dell’istituto una playlist dedicata
a musiche spaziali, giusto in tema
con la metafora dell’orientamento
di quest’anno, ideata e realizzata
dai professori Pagliarini e Tagliati.
I visitatori potranno ovviamente
vedere i laboratori specialistici della scuola, nonché osservare i lavori
realizzati dagli studenti dei sei diversi indirizzi artistici che l’istituto ha messo in campo, in modo
di farsi un’idea chiara dell’offerta
formativa di questa particolare
scuola. Non mancherà un buffet
fatto da biscotti e torte “spaziali”.
E se qualcuno volesse sapere cosa
questo significhi, non deve far altro
che venire stasera al Munari.
I bambini sono stati intrattenuti,
partecipando a turno a coinvolgenti laboratori con i ragazzi delle
classi terze a fare da tutor e la presenza di un insegnante: creatività
con la realizzazione di un segnalibro, divertenti esperimenti scientifici, esibizione musicale, oltre a
informatica nel nuovo laboratorio
multimediale. I genitori, invece,
sono stati accolti dal discorso del
dirigente scolastico e poi hanno
seguito la spiegazione dell’organizzazione della sperimentazione
musicale. La responsabile di plesso, prof.ssa Elisa Casali, ha quindi
presentato l’offerta formativa, che
verrà realizzata tramite il nuovo
piano orario di sei moduli da 55
minuti alla mattina, la presenza
della mensa, alcune attività pomeridiane e la settimana corta. Tale
modulo è già in adozione in altre
SMIM (Scuole Medie a Indirizzo
Musicale) della provincia con ottimi risultati, in quanto rende varia l’offerta formativa e permette
all’indirizzo musicale di diventare
parte integrante del curricolo, in
un clima di piena condivisione degli obiettivi. Infine il pomeriggio si
è chiuso in bellezza con una gradita merenda per tutti.
Luisa Guerini Rocco
razie all’attenzione per le scuole del territorio di CSM Italia
S.r.l., la nota azienda di viale Santa Maria della Croce e in
particolare all’impegno della dott.ssa Marzia Quintini (Factory
Manager) e del dott. Ascanio Montani (Production and Quality
Manager), due scuole superiori di Crema hanno potuto ampliare notevolmente la dotazione dei rispettivi laboratori di chimica.
Infatti vetreria e strumentazione molto importante, previ accordi tra gli istituti, è stata trasferita dai laboratori di CSM, in fase
di rinnovo, alle due scuole, che hanno entrambe una forte attenzione alla pratica laboratoriale nei diversi indirizzi che erogano.
Ancora più significativa è l’accresciuta dotazione per l’IIS Galilei nel momento in cui, con l’imminente avvio del corso IFTS
per Scienza e Tecnologia della Cosmesi, il carico di utilizzo dei
laboratori è destinato a crescere di numerose ore settimanali.
L’operazione ha visto coinvolte le prof.ssa A. Tedoldi del Da
Vinci, P. Borella e G. Benelli del Galilei, che si sono interfacciate
con L. Maggi, Blending Station Responsible di CSM Italia S.r.l.
Crema, per la selezione del materiale e le procedure di imballaggio e spedizione.
Apprezzatissima dalle scuole la ricca gamma di strumenti
(cromatografi, miscelatori, spettrofotometri etc.) e la vasta tipologia di vetreria per i diversi procedimenti ed esperimenti.
Il laboratorio del da Vinci, rinnovato grazie ai contributi delle
famiglie, è stato terminato con una donazione della Banca di
Credito Cooperativo di Treviglio e ora gode di questa funzionale
dotazione aggiuntiva; i laboratori del Galilei, già di eccellenza,
confermano e rafforzano la loro funzionalità, che è stata apprezzata anche dai docenti del Dipartimento di Scienze del Farmaco
dell’Università di Pavia in fase di progettazione del corso IFTS al
via nei prossimi giorni.
Luca Maggi
Blending Station Resposible
“MEDIA VAILATI”: trionfo ai Giochi Matematici!
S
cuola secondaria di primo grado “Vailati” protagonista ai Giochi matematici d’autunno promossi dall’università “Bocconi”.
Obiettivo di tale iniziativa è quello di stimolare le capacità intuitive individuali, formulare ipotesi da sottoporre a verifica, favorire la
consapevolezza della necessità di un linguaggio formale univoco,
coerente e universale.
A quanto pare alle “Vailati”, l’intuito non manca e c’è chi riesce
ogni anno a migliorarsi sempre più. È il caso ad esempio di Michele
Bianchessi, classe III C, classificatosi primo nella categoria C2 (alunni di terza media) e di Luca Bonvini, II F, sul gradino più alto del
podio nella sezione C1 (ragazzi di prima media e seconda media).
Dietro di lui Filippo Martinelli, Davide Benzi, Roberto Bombari e
Nicolò Ravanelli.
Per Michele (seguito in classifica da Francesca Mosca, Federica Zavaglio, Davide Rosati, Alessandro Ragusa e Umberto Barbieri) una
conferma dopo il successo dello scorso anno nella propria categoria.
Davvero bravissimo! Ci uniamo ai festeggiamenti della classe, certi
che anche gli amici condividono la gioia del prestigioso traguardo.
Orgogliosi, naturalmente, gli insegnanti di Matematica della scuola.
Non vanno, però, dimenticati neppure gli altri alunni partecipanti
ai “Giochi” perché hanno superato diversi step e risolto esercizi molto impegnativi. L’appuntamento con i numeri e i quesiti di logica è
rinviato all’anno prossimo, ricordando che i Giochi non sono una
gara con gli altri concorrenti, bensì una sfida e uno stimolo a migliorare se stessi.
Luca Guerini
PACIOLI: a Pavia con i ragazzi americani
I
l 18 gennaio, l’Università di Pavia in accordo con il Pacioli di
Crema, organizza un importante seminario sul tema dell’internazionalizzazione delle scuole lombarde e del loro stretto
collegamento con il sistema delle Università USA. 100 laureati
e laureandi americani, provenienti dalla più diverse Università si
ritroveranno negli storici spazi dell’Università per fare il punto dei
progetti linguistici che vedono la scuola cremasca protagonista.
Inoltre è di questi giorni la notizia che il Pacioli ha firmato il 43°
protocollo di intesa con una Università americana. Questa volta
è l’Università di San Diego, California. L’Istituto cremasco è il
capofila di una rete di 53 scuole lombarde il cui fine è accogliere
neolaureati USA selezionati dalle proprie Università, che arrivano nelle nostre scuole per insegnare come madrelingua o come
docenti di materia (scienze, matematica, storia, geografia, economia, diritto) in inglese. Quest’anno i ragazzi che sono arrivati in
Lombardia sono 58.
Il Pacioli coordina anche una rete nazionale di scuole per
l’attuazione di un altro importante accordo: quello con il Massachusetts Institute of Technology per l’insegnamento di discipline
scientifiche in inglese. Quest’anno il progetto (Global Teaching
Labs) ha avuto un particolare successo e un importante sviluppo,
passando dai 16 laureandi MIT dello scorso anno ai 31 di quest’anno. Un altro fattore indice del successo del progetto didattico che
vede il Pacioli protagonista è la collaborazione tra il Pacioli e
le Università Italiane; già solida con l’Università di Crema e l’Università di Udine, si allarga, quest’anno, all’Università di Pavia.
Infatti quest’anno a ospitare nelle sue aule il seminario annuale
delle reti SITE e MIT sarà, sabato 18 gennaio 2014, proprio l’Università di Pavia. Così dichiara, in proposito, il prorettore dell’Università di Pavia Francesco Svelto, che ha inserito nella rete del
Pacioli quattro istituti della città: “Vogliamo aiutare il Pacioli in
questo progetto perché è importante che le scuole italiane abbiano
la possibilità di guardarsi intorno, di allargare lo sguardo attraverso
la collaborazione con gli studenti americani”.
Prosegue così la politica di sviluppo dell’internazionalizzazione
delle scuole lombarde, politica che vede il Pacioli leader e protagonista a livello nazionale, sia nei rapporti con le migliori Università
americane che con le Università Europee.
Sempre più stretti sono anche i rapporti con il Ministero dell’Istruzione Cinese e con l’Università di Canton: in questi giorni 5
studenti di Italiano dell’Università cinese saranno ospiti degli studenti del Pacioli all’interno di un protocollo di scambio che ha visto, l’estate scorsa, 5 studenti del Pacioli ospitati gratuitamente a
Canton per un corso di specializzazione.
37
SABATO 18 GENNAIO 2014
Lunedì torna
il Caffè
Letterario
L’Osservanza Agostiniana:
quando Crema ha fatto storia
di MARA ZANOTTI
T
A
S
i parla di anima e di verità che
nascono dal cuore al prossimo
Caffè Letterario: lunedì 20 gennaio, al teatro San Domenico e con
inizio alle 20.45, lo scrittore Enrico
Popolo (nella foto) presenta il suo libro I sussurri dell’anima, pubblicato
da Frilli e ora presentato nella sua
seconda – ampliata – stesura. L’intervista è a cura della giornalista
Cristina Marinoni e l’ingresso è
libero. Come di consueto, è previsto un accompagnamento musicale con il tenore Giovanni Carpani
e il pianista Massimiliano Difino.
Il protagonista de I sussurri dell’anima è un uomo logico ed estremamente razionale. Un giorno
qualcuno gli rivela che in ognuno
di noi esiste un’altra natura, più
profonda e spirituale, che vive e
pulsa al pari della prima. Secondo
lo sconosciuto, in essa è contenuta
la nostra verità e i nostri desideri, e
il tempo che le appartiene, la rende capace di conoscere l’errata via
del nostro procedere. Subito egli
non accetta e oppone scetticismo,
ma il destino è dietro l’angolo, e
lo chiama alla scoperta di sé. L’incontro con un bambino che non
può evitare, lo induce a scrivere
una favola per soddisfare i suoi
capricci, ma nel farlo si accorge
che a dettare le parole non è la sua
mente, ma una sconosciuta parte
di sé che chiede di essere ascoltata.
Così l’uomo incontra la sua anima ed essa gli chiede di scrivere
per lei. Il protagonista, arreso al
disegno del suo destino, diventa
il tramite di messaggeri spirituali,
che lo usano per veicolare i messaggi voluti dal cielo. Il linguaggio
dell’anima sarà il fine ultimo del
cammino dell’autore, che accettando la sua duplice natura, umana e
spirituale, riconosce la sua missione e trova il senso della sua vita.
ll’interno della rassegna Il sabato del Museo, figlia della collaborazione tra le associazione culturali che operano da anni
nel Museo di Crema e fortemente voluta, fra gli altri, dall’assessore alla Cultura del Comune Paola Vailati, sabato scorso 11
gennaio si è tenuto l’incontro Le tappe della costruzione del convento
di Sant’Agostino a cura degli Amici del Museo e del Touring club
italiano. Il relatore, don Giuseppe Degli Agosti, è intervenuto
sul tema L’Osservanza Agostiniana e il Convento di Sant’Agostino.
Poniamo con convinzione l’attenzione su questo appuntamento, purtroppo frequentato da sole 26 presenze, perché, all’interno della storia locale ed ecclesiastica l’Osservanza Agostiniana
ebbe un’importanza che, crediamo, sia sconosciuta ai più. Un
passaggio storico dunque da approfondire, importante anche
per noi che, nel passato, affondiamo le nostre origini. Essenziale anche per Crema che con la presenza di una forte congregazione agostiniana segnò la storia ecclesiastica di altre città,
distinguendosi dunque da altri periodi in cui semplicemente
“subì” gli accadimenti storici.
Partendo da documenti manoscritti dell’Archivio Storico
Agostiniano di Roma e da testi degli storici cremaschi, don
Giuseppe Degli Agosti – autore e responsabile di ottime ricerche storiche – ha ricordato date e nomi dell’istituzione dell’Osservanza Agostiniana di Lombardia e Crema. Gli anni sono il
1422 e il 1439, cioè l’anno dell’eredità lasciata agli Agostiniani
da Giovanni Tommaso Vimercati (come si evince da un documento dell’archivio di Roma, studiò a Pavia) e l’anno del primo
insediamento dei Frati Eremitani di S. Agostino in Crema, nella
sede che, pur con gli sviluppi strutturali successivi è tuttavia rimasta sempre la stessa per tre secoli e mezzo: 1439-1797. I nomi
che hanno realizzato l’Osservanza in Lombardia, che fra le Osservanze fu quella di maggiore sviluppo, numerico e qualitativo,
sono quelli di Fra’ Gina Rocco de’ Porzi da Pavia (1389-1461),
Giovanni da Novara (1395-1466), Giorgio da Cremona (14001461), Agostino Cazzulli di Crema (1415-1495), che riformarono dalla sede di Crema altri Conventi Agostiniani, fra cui quello
di Bergamo e fondarono altri Conventi in città italiane. Alla
stessa Osservanza in seguito si aggregarono, attirati dalla fama
di rinnovamento spirituale e culturale, altri e numerosi conventi
agostiniani: si può ricordare per esempio Santa Maria del Popolo in Roma.
L’Osservanza era nata da un impulso personale e comunitario di riforma della vita religiosa, con un ritorno coraggioso alle
esigenze della fondamentale regola di S. Agostino: ciò che aveva
dato per secoli, fino al Settecento, frutti di straordinaria vitalità religiosa e culturale all’Ordine Agostiniano. Nella seconda
metà del Settecento venne gradualmente a mancare il fervore
degli inizi e anche nel Convento di Crema ci fu rilassamento di
costumi e di impegno: saranno poi le leggi napoleoniche a far
concludere nel 1797 un cammino che era stato fervoroso e ricco
di frutti, fattosi poi tiepido, per finire, sotto le leggi nate dalla
rivoluzione francese, la propria storia.
In particolare don Degli Agosti ha posto l’attenzione sulla figura di Frà Agostino da Crema (autore anche di una biografia di
San Pantaleone) al secolo il già menzionato Agostino Cazzulli
(a Crema, in zona Ombriano c’è una via a lui dedicata). Nato attorno al 1420 da famiglia antichissima in Lombardia e che, seppure non nobile, usava stemma gentilizio, come del resto ogni
famiglia di qualche riguardo a quei tempi, in una sua relazione
alla “magnifica Comunità di Crema” Agostino informa che
- DENTIERE -
RIPARAZIONI - MANUTENZIONI
E MODIFICHE
- Pulitura e Lucidatura Gratis RITIRO E CONSEGNA A DOMICILIO
- GIORDANO RAFFAELE -
CREMA - p.zza C. Manziana, 16 (zona S. Carlo)
- Telefonare al 0373/202722. Cell. 339 5969024 -
A sinistra un momento dell’incontro, quindi l’immagine
di Frà Agostino da Crema
entrò giovanissimo nell’Ordine Eremitano di Sant’Agostino, e
appunto a Crema apparve nel 1439 una nuova Congregazione
riformata, detta “l’Osservanza di Lombardia”.
Una vicenda, quella dell’Osservanza Agostiniana e del Convento di Sant’Agostino che si inserisce pienamente nella storia,
segnandola; ricordiamo infatti che a partire dal 1387, sorsero
all’interno degli eremitani diverse congregazioni di Osservanti
(alla Congregazione dell’Osservanza di Sassonia apparteneva,
ad esempio, anche il convento di Erfurt, dove professò Martin
Lutero). Una storia importante per la nostra città, ben narrata
ed esaustivamente approfondita sulla rivista Insula Fulcheria del
dicembre 2013, una monografia intelligentemente dedicata a
questo prezioso argomento.
Sabato scorso, dopo l’esposizione della nascita e della diffusione dell’Osservanza Agostiniana don Giuseppe Degli Agosti
si è soffermato sul convento, attuale sede del Centro Culturale
Sant’Agostino: 1422, il testamento di Giovanni Tommaso Vimercati, rogito Vincenzo Martinengo, dispone che nella sua
casa posta in porta Ombriano, nelle vicinanze dei Fabri, si facci
un monastero di Padri Eremitani dell’Ordine di Sant’Agostino
e venga costruita una chiesa... La costruzione del primo chiostro del Convento inizia nel febbraio 1440 mentre il secondo
chiostro viene realizzato tra il 1453 e il 1454 periodo nel quale
vennero realizzate anche la sala capitolare, il refettorio e nuove
celle. Il convento è finito e perfezionato nel 1495 con la costruzione di un grande refettorio. Il 1507 è la data posta ai piedi
del dipinto dell’Ultima Cena attribuita a Pietro da Cemmo che
ancora oggi possiamo ammirare nell’omonima sala. Don Degli
Agosti si è soffermato quindi sulle diverse destinazioni del convento curando così un intervento ampio e di grande interesse.
L’incontro si è distinto per l’importanza del tema trattato ma,
nondimeno, per la calendarizzazione di un evento culturale
d’alto livello.
Segnaliamo il prossimo appuntamento della rassegna: oggi,
sabato 18 gennaio alle ore 16 sempre presso il Museo Civico di
Crema e del Cremasco si terrà l’incontro Gli Austriaci a Crema;
dalla I alla IV guerra d’Indipendenza (1848-1915) a cura de L’Araldo e del Touring Club italiano. Relatori: Cristiano Crotti, Gianbattista Puerari, Stefano Rizzetti, Mario Cassi.
RISTORANTE GOMEDO
Via provinciale Adda n° 60 Gombito (Cr)
☎ 0374 350556 Cell. 349 2613589
www.gomedo.com e-mail: [email protected]
♥
♥♥
Menù di San Valentino
domenica 16 febbraio a pranzo
Gli affettati misti all’italiana
Le verdurine di stagione in pastella
Gli involtini di crostacei e verdura in pasta fillo
Il tortino di sfoglia ripieno di ricotta e basilico
Le polpettine di baccalà con salsa leggermente piccante

I tortelli di provola e speck con burro fuso e raspadura di grana padano
Il risotto con seppioline e carciofi

La frittura mista di pesce - Il sorbetto al limone verde

Le costine di maiale al vino rosso
Il cosciotto di vitello alle erbe fini - Patatine fritte

Il dolce degli innamorati - Il caffè

Il Gutturnio piacentino doc - Il Trebbianino dei colli piacentini doc
Il Prosecco Brut - Il Moscato
€ 35 TUTTO COMPRESO SENZA LIMITAZIONE DI QUANTITÀ
♥

FATF: piccoli
scrittori...
finalisti!

La giornata sarà allietata con musica dal vivo
utto è pronto per la fase finale della IV edizione del Concorso di Scrittura creativa indetto dal Franco Agostino Teatro
Festival in collaborazione con il
Comitato Soci Coop di Crema e
l’Associazione Culturale Caffè
Letterario cittadino. L’edizione 2013/2014 del certamen per
giovani autori in erba si ispira al
tema del sogno, legato alla XVI
edizione della manifestazione
Noi, Sognat(t)ori.
Il Concorso, aperto a tutti i
giovani dagli 11 ai 20 anni, è stato suddiviso in due categorie in
base all’età: gli Scrittori in erba
e gli Under 14. In totale sono
pervenuti 17 racconti, giudicati
da una giuria composta dai rappresentanti delle associazioni
organizzatrici (FATF, Comitato
Soci Coop di Crema, Caffè Letterario) che ha selezionato tre finalisti per entrambe le categorie.
Il Presidente di Giuria, lo
scrittore Cristiano Cavina, incontrerà i sei finalisti e decreterà
i due vincitori (uno per categoria) lunedì 17 febbraio alle ore
20.45 presso il Teatro San Domenico di Crema, nel corso di
una serata speciale che vedrà
anche la presentazione del suo
ultimo libro Inutile tentare imprigionare sogni.
“Ancora una grande soddisfazione – ha detto Gloria Angelotti, Presidente del FATF – dai
nostri giovani che ci hanno permesso di raggiungere nuovi traguardi. Il numero di lavori che
abbiamo ricevuto confermano
il trend positivo di un’iniziativa
che cresce ogni anno e sottolinea il sempre crescente interesse
nei confronti del Concorso”.
I racconti finalisti sono: Col
naso all’insù: voglia di libertà di
Chiara Balestracci (Under 14),
Il sogno che ho sempre sognato di
Ottavia Francesca Cremonesi
(Under 14), I sogni usciti dal cassetto di Gloria Invernizzi (Under
14), Pillole di sogno di Alessia Galimberti (Scrittori in erba), Una
zattera verso il blu di Giulia Ghidotti (Scrittori in erba), Due occhi
pieni di sogni di Alice Mugnaga
(Scrittori in erba). Complimenti a
tutti questi piccoli-grandi ragazzi!
ITALCASA CREMA
Via IV Novembre, 56 - Tel.
0373·83566
visitaci su: www.italcasacrema.it
CI TROVI ANCHE SU FACEBOOK ALLA PAGINA ITALCASA CREMA
CREMA S. BERNARDINO
In palazzina ampio bilocale con
cucinotto separato, cantina e box.
€ 79.000. Libero subito, termoautonomo.
C.E. “G” - I.P.E. 221,58 Kw/mq
CREMA OSPEDALE
Grande appartamento, piano alto,
esposizione su 3 lati, luminosissimo,
150 mq + box. € 20.000 acconto
+ dilazioni e mutuo.
C.E. “E” - I.P.E. 123,53 Kw/mq
A PIEDI IN CENTRO
Trilocale ampio, ingresso, cucina, sala,
2 camere matrimoniali, bagno e cantina.
Abitabile subito. € 90.000
C.E. “F” - I.P.E. 168,37 Kw/mq
CREMA PERIFERIA
Porzione di bivilla, nuova, con 3 letto
e giardino privato. € 255.000. Trattativa
riservata, informazioni in studio.
C.E. “C” - I.P.E. 83 Kw/mq
CREMA CAMPO DI MARTE
PIAZZA DUOMO ADIACENTE
Contesto d’epoca, piano alto, trilocale
di 110 mq, completo di box. Libero
subito, termoautonomo. € 218.000
C.E. “G” - I.P.E. 322,18 Kw/mq
CREMA PRIMA PERIFERIA
Recente appartamento con ingresso
indipendente, giardino di 180 mq,
3 locali con cucina separata, box.
€ 179.000
C.E. “D” - I.P.E. 112 Kw/mq
CREMA QUARTIERE
Contesto signorile, piano alto, tutto
parquet, cucina, soggiorno, 2 camere,
2 bagni, ripostiglio, terrazza, cantina
e box. Perfetto! € 169.000
C.E. “D” - I.P.E. 105,25 Kw/mq
CREMA - PERGOLETTO
Mini attico travi a vista ideale
per giovane coppia o per single
con terrazza “vista città”.
Completo di box. € 195.000
C.E. “C” - I.P.E. 74,1 Kw/mq
CREMA ADIACENTE IL CENTRO
Trilocale taglio classico, finiture anni ’80,
Proprietà indipendente da recuperare, libera
decoroso, abitabile subito, termoautono- subito, 3 piani abitativi (anche per più famiglie),
mo. € 125.000. Zona comoda per chi si
locali accessori, box e cortile privato.
vuole muovere a piedi per il centro.
Trattativa riservata! C.E. “G” - I.P.E. 393,24 Kw/mq
C.E. “E” - I.P.E. 118,21 Kw/mq
38 Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione · Televisione
sabato
18
domenica 19 lunedì 20 martedì 21 mercoledì 22 giovedì 23 venerdì 24
TG1 ore 7-9-13.30-17-20-0.30
TG1 ore 7-8-9-13.30-16.30-20 e nella notte
8.25 Unomattina in famiglia. Conten
6.30 Unomattina in famiglia. Conten
10.20 Linea Verde Orizzonti. Rb
10.00 QB–All'estero quanto basta. Rb
10.55 Petrolio. Inchieste (R)
10.30 A sua immagine. Rb religiosa
12.00 La prova del cuoco. Rb
10.55 Santa Messa e recita dell'Angelus
14.30 LineaBlu. Rb
12.20 Linea verde. Rb
15.25 Le amiche del sabato. Talk show 14.00 L'Arena. Talk show
17.15 A sua immagine. Rb religiosa
16.35 Domenica in. Contenitore
17.45 Passaggio a Nord-Ovest. Docum 18.50 L'eredità. Gioco
18.50 L'eredità. Gioco
20.40 Affari tuoi. Gioco
20.35 Affari tuoi. Gioco
21.30 Un matrimonio. Serie Tv
21.10 Sogno e son desto. Show
23.35 Speciale Tg1. Settimanale
23.45 Petrolio. Inchieste
1.05 Milleunlibro. Rb
TG1 ore 6.30-7-8-9-10-13.30-17-20-0.50
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
10.30 Unomattina verde. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.10 Verdetto finale. Talk show
15.20 La vita in diretta. Contenitore
16.50 Rai Parlamento. Rb
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.10 Un matrimonio. Serie Tv
23.20 Porta a porta. Talk show
1.30 Sottovoce. Rb
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.45
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
10.30 Unomattina verde. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.10 Verdetto finale. Talk show
15.20 La vita in diretta. Contenitore
16.50 Rai Parlamento. Rb
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Calcio Coppa Italia.
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.45
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
10.30 Unomattina verde. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.10 Verdetto finale. Talk show
15.20 La vita in diretta. Contenitore
16.50 Rai Parlamento. Rb
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
Roma-Juventus (quarti di finale) 21.10 Darling Companion. Film comm
23.20 Porta a porta. Talk show
23.15 Porta a porta. Talk show
1.30 Sottovoce. Rb
1.25 Sottovoce. Rb
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-1.00
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
10.30 Unomattina verde. Rb
11.30 Unomattina magazine. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.10 Verdetto finale. Talk show
15.20 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.10 Don Matteo 9. Serie Tv
23.35 Porta a porta. Talk show
1.45 Sottovoce. Rb
TV
TG1 ore 6.30-7-8-9-11-13.30-17-20-0.55
6.45 Unomattina. Contenitore
10.00 Unomattina storie vere. Rb
10.30 Unomattina verde. Rb
11.30 Unomattina magazine. Rb
12.00 La prova del cuoco. Rb
14.10 Verdetto finale. Talk show
15.20 La vita in diretta. Contenitore
18.50 L'eredità. Gioco
20.30 Affari tuoi. Gioco
21.10 Madre, aiutami!. Miniserie Tv
23.15 Tv7. Magazine
0.55 Cinematografo. Rb
TG2 ore 13-18-20.30-23.30
TG2 ore 13-17.05-20.30-1.00
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.10
10.00 Sulla via di Damasco. Rb religiosa 8.30 Inside the world. Docum
8.05 Sorgente di vita. Rb religiosa
10.30 Cronache animali. Rb
9.05 Il nostro amico Charly. Tel
8.35 Le nuove avventure di Flipper. Tel
11.30 Mezzogiorno in famiglia. Conten 10.30 Cronache animali. Rb
10.00 Tg2 Insieme. Rb
13.25 Dribbling. Rb sportiva
11.30 Mezzogiorno in famiglia. Conten 11.00 I fatti vostri. Contenitore
14.00 In transito. Film pol
13.45 Quelli che aspettano. Talk show 14.00 Pasíon prohibida. Soap
15.40 Il delitto è servito. Film pol
15.40 Quelli che il calcio. Talk show
14.50 Detto fatto. Rb
17.10 Sereno variabile. Rb
17.10 Stadio sprint. Rb sportiva
17.00 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
18.05 Sea Patrol. Tel
18.10 90° minuto. Rb sportiva
18.45 NCIS. Tel
18.50 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
19.35 Squadra Speciale Cobra 11. Tel
21.00 Lol:-). Sketch comici
21.05 Castle. Tel
21.05 NCIS. Tel
21.10 Voyager. Documenti
21.50 Body of proof. Tel
21.45 Hawaii Five-0. Tel
23.30 Razza umana. Rb
23.00 Sabato sprint. Rb sportiva
22.40 La domenica sportiva
0.50 Rai Parlamento. Rb
TG2 ore 13-18.15-20.30-0.10
TG2 ore 13-18-15-20.30-23.25
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.05
8.10 Zorro. Tel
8.10 Zorro. Tel
8.10 Zorro. Tel
8.35 Le nuove avventure di Flipper. Tel 8.35 Le nuove avventure di Flipper. Tel 8.35 Le nuove avventure di Flipper. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
10.00 Tg2 Insieme. Rb
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
11.00 I fatti vostri. Contenitore
11.00 I fatti vostri. Contenitore
14.00 Pasíon prohibida. Soap
13.50 Medicina 33. Rb
14.00 Pasíon prohibida. Soap
14.50 Detto fatto. Rb
14.00 Pasíon prohibida. Soap
14.50 Detto fatto. Rb
17.00 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
14.50 Detto fatto. Rb
17.00 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
18.45 NCIS. Tel
17.00 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
18.45 NCIS. Tel
20.55 Calcio Coppa Italia.
18.45 NCIS. Tel
20.55 Calcio Coppa Italia.
21.00 Lol:-). Sketch comici
Siena-Fiorentina
Milan-Udinese
21.10 Piacere, sono un po' incinta. Film 23.15 Il falsario–Operazione Bernhard. 23.15 Il grande cocomero. Talk show
0.30 Law & Order. Tel
23.15 2Next–Economia e futuro. Rb
Film dramm
TG2 ore 13-18.15-20.30-23.25
8.10 Zorro. Tel
8.35 Le nuove avventure di Flipper. Tel
10.00 Tg2 Insieme. Rb
11.00 I fatti vostri. Contenitore
14.00 Pasíon prohibida. Soap
14.50 Detto fatto. Rb
17.00 Cold Case–Delitti irrisolti. Tel
18.45 NCIS. Tel
21.00 Lol:-). Sketch comici
21.10 Virus–Il contagio delle idee.
TG3 (+TG Regione) ore 12-14-19-23.35
TG3-TG Regione ore 12-14-19-23.35-0.50 TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
7.50 È arrivato il cavaliere. Film com
7.15 La grande vallata. Tel
8.00 Agorà. Talk show
9.15 Attanasio cavallo vanesio. Film
8.05 Cartagine in fiamme. Film avv
10.05 Spaziolibero. Rb
11.00 Rubriche varie
9.55 New York New York. Tel
10.15 Mi manda Rai Tre. Rb
12.55 Ambiente Italia. Attualità
10.45 Rubriche varie
11.15 Elisir. Rb
16.55 Timbuctu: i viaggi di Davide. Doc 12.55 È uno di quei giorni che... Docum 12.45 Pane quotidiano. Rb
17.30 Weekend con il morto.
13.45 Timbuctu: i viaggi di Davide.
13.10 Rai Educational–Il tempo e la storia
Film comm
15.10 Terra nostra. Telenovela
Docum
20.10 Che tempo che fa. Talk show
14.30 In 1/2 H. Attualità
16.00 Geo. Rb e docum
21.30 Indiana Jones e il tempio
15.05 Kilimangiaro. Magazine
20.15 Sconosciuti. Real Tv
maledetto. Film avv
20.10 Che tempo che fa. Talk show
20.35 Un posto al sole. Soap
23.55 Un giorno in pretura. Inchieste
22.40 Report. Inchieste
21.05 Presadiretta. Inchieste
1.05 Agenda del mondo. Rb
23.50 TeleCamere. (R)
23.15 Correva l'anno. Docum
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Talk show
10.05 Spaziolibero. Rb
10.15 Mi manda Rai Tre. Rb
11.15 Elisir. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
13.10 Rai Educational–Il tempo e la storia
15.10 Terra nostra. Telenovela
16.00 Geo. Rb e docum
20.15 Sconosciuti. Real Tv
20.35 Un posto al sole. Soap
21.00 Ballarò. Talk show
23.20 Gazebo. Show
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Talk show
10.05 Spaziolibero. Rb
10.15 Mi manda Rai Tre. Rb
11.15 Elisir. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
13.10 Rai Educational–Il tempo e la storia
15.10 Terra nostra. Telenovela
16.00 Geo. Rb e docum
20.15 Sconosciuti. Real Tv
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 Scandal. Tel
24.00 Linea Notte. Attualità
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
9.10 Superpartes. Rb
10.00 Meleverde. Rb
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Amici. Talent show
16.00 Verissimo. Talk show
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 C'è posta per te. Show
23.30 Speciale Tg5. Attualità
0.50 Rassegna stampa
1.00 Striscia la notizia. (R)
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
8.50 Mattino Cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.10 Il segreto. Telenovela
16.55 Pomeriggio Cinque. Contenitore
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Il tredicesimo apostolo 2–
La rivelazione. Serie Tv
23.40 The Prestige. Film dramm
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
8.50 Mattino Cinque. Contenitore
8.50 Mattino Cinque. Contenitore
8.50 Mattino Cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
11.00 Forum. Rb
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
13.40 Beautiful. Soap
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
14.45 Uomini e donne. Talk show
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.10 Il segreto. Telenovela
16.10 Il segreto. Telenovela
16.10 Il segreto. Telenovela
16.55 Pomeriggio Cinque. Contenitore 16.55 Pomeriggio Cinque. Contenitore 16.55 Pomeriggio Cinque. Contenitore
18.50 Avanti un altro!. Gioco
18.50 Avanti un altro!. Gioco
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
20.40 Striscia la notizia. Show
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Appuntamento con l'amore.
21.10 I segreti di Borgo Larici. Serie Tv 21.10 Benvenuti al Nord. Film comm
23.10 Un'ottima annata–A good year. 23.30 Supercinema. Rb
Film comm
23.20 Vicky Cristina Barcelona. Film
24.00 X-Style. Rotocalco
Film comm
TG5 ore 6-8-13-20 e nella notte
8.50 Mattino Cinque. Contenitore
11.00 Forum. Rb
13.40 Beautiful. Soap
14.10 Centovetrine. Soap
14.45 Uomini e donne. Talk show
16.10 Il segreto. Telenovela
16.55 Pomeriggio Cinque. Contenitore
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Striscia la notizia. Show
21.10 Il peccato e la vergogna 2. Serie Tv
23.30 Matrix. Talk show
1.50 Rassegna stampa
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
7.35 Padre in affitto. Sitcom
7.40 Una mamma per amica. Tel
8.20 Jack simpatica canaglia.
9.30 Everwood. Tel
11.25 Dr House–Medical Division. Tel
Film comm
10.15 Finn–Amico al guinzaglio. Film
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.00 Sport Mediaset XXL. Rb sportiva 13.40 Cartoni animati
14.00 Il risveglio delle tenebre. Film avv 14.55 Big Bang Theory. Sitcom
16.00 Avalon High. Film fantasy
15.50 Due uomini e mezzo. Sitcom
18.00 How I met your mother. Sitcom
16.40 How I met your mother. Sitcom
19.00 Ritorno al futuro. Film fantasc
17.30 Covert Affairs. Tel
21.25 Lucignolo 2.0. Magazine
19.20 CSI Scena del crimine. Tel
0.30 Football americano.
21.10 Zelig 1. Show
23.15 Tiki Taka. Rb sportiva
Campionato NFL (finale)
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
7.40 Una mamma per amica. Tel
7.40 Una mamma per amica. Tel
7.40 Una mamma per amica. Tel
9.30 Everwood. Tel
9.30 Everwood. Tel
9.30 Everwood. Tel
11.25 Dr House–Medical Division. Tel
11.25 Dr House–Medical Division. Tel
11.25 Dr House–Medical Division. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.40 Cartoni animati
13.40 Cartoni animati
13.40 Cartoni animati
14.55 Big Bang Theory. Sitcom
14.55 Big Bang Theory. Sitcom
14.55 Big Bang Theory. Sitcom
15.50 Due uomini e mezzo. Sitcom
15.50 Due uomini e mezzo. Sitcom
15.50 Due uomini e mezzo. Sitcom
16.40 How I met your mother. Sitcom
16.40 How I met your mother. Sitcom
16.40 How I met your mother. Sitcom
17.30 Covert Affairs. Tel
17.30 Covert Affairs. Tel
17.30 Covert Affairs. Tel
19.20 CSI Scena del crimine. Tel
19.20 CSI Scena del crimine. Tel
19.20 CSI Miami. Tel
21.10 CSI New York. Tel
21.10 Le Iene Show
21.10 Mistero. Inchieste
23.00 Disturbia. Film thriller
0.30 Attila flagello di Dio. Film com
0.30 Le iene. Show
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
7.40 Una mamma per amica. Tel
9.30 Everwood. Tel
11.25 Dr House–Medical Division. Tel
13.40 Cartoni animati
14.55 Big Bang Theory. Sitcom
15.50 Due uomini e mezzo. Sitcom
16.40 How I met your mother. Sitcom
17.30 Covert Affairs. Tel
19.20 CSI Miami. Tel
21.10 Arrow. Tel
22.00 The tomorrow people. Tel
23.00 Revolution. Tel
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
8.20 Hunter. Tel
9.45 Carabinieri. Tel
10.50 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
13.00 La signora in giallo. Tel
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.35 Il grande sentiero. Film western
19.35 Il segreto. Telenovela
20.30 Tempesta d'amore. Soap
21.10 Quarto grado. Inchieste
0.05 Soldi sporchi. Film dramm
2.30 Profondo rosso. Film thriller
Studio aperto ore 12.25-18.30 e nella notte
7.45 True Jackson, VP. Sitcom
8.35 Glee. Tel
10.30 The secret circle. Tel
13.00 Sport Mediaset. Rb sportiva
13.40 Matrix Reloaded. Film fantasc
16.10 Thunderbirds. Film fantasc
18.05 How I met your mother. Sitcom
19.00 Tom & Jerry. Cartoni animati
19.15 Saggy Dog–Papà che abbaia
non morde. Film comm
21.10 Daddy sitter. Film comm
23.00 Pluto Nash. Film com
TG5 ore 8-13-20 e nella notte
8.50 Le frontiere dello spirito.
Rb religiosa
9.55 Il grande Nilo. Docum
11.30 Le storie di "Melaverde". Rb
12.00 Melaverde. Rb
13.40 L'arca di Noè. Rb
14.00 Domenica Live. Contenitore
18.50 Avanti un altro!. Gioco
20.40 Paperissima sprint. Show
21.10 Il segreto. Telenovela
23.30 Matrix. Talk show
1.40 Rassegna stampa
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Talk show
10.05 Spaziolibero. Rb
10.15 Mi manda Rai Tre. Rb
11.15 Elisir. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
13.10 Rai Educational–Il tempo e la storia
15.10 Terra nostra. Telenovela
16.00 Geo. Rb e docum
20.15 Sconosciuti. Real Tv
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 Chi l'ha visto?. Inchieste
23.15 Gazebo. Show
TG3-TG Regione ore 6-12-14-19-24.00
8.00 Agorà. Talk show
10.05 Spaziolibero. Rb
10.15 Mi manda Rai Tre. Rb
11.15 Elisir. Rb
12.45 Pane quotidiano. Rb
13.10 Rai Educational–Il tempo e la storia
15.10 Terra nostra. Telenovela
16.00 Geo. Rb e docum
20.15 Sconosciuti. Real Tv
20.35 Un posto al sole. Soap
21.05 A proposito di Schmidt. Film comm
23.20 Gazebo. Show
Talk show
23.35 Obiettivo pianeta. Reportage
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
9.45 Carabinieri. Serie Tv
8.20 Casa Vianello. Sitcom
10.50 Ricette all'italiana. Rb
9.25 Le storie di "Viaggio a...". Docum
12.00 Detective in corsia. Tel
10.00 Santa Messa
12.55 La signora in giallo. Tel
10.50 Pianeta mare. Rb
14.45 Lo sportello di Forum. Rb
13.00 Magnifica Italia. Docum
15.30 Ieri e oggi in Tv. Varietà
13.55 Donnavventura. Reportage
16.00 Le indagini di padre Castell. Tel
14.45 Io confesso. Film dramm
17.00 Poirot: la sagra del delitto. Film
16.45 Panico nello stadio. Film dramm
19.35 Il segreto. Telenovela
19.35 Il segreto. Telenovela
20.30 Tempesta d'amore. Soap
20.30 Tempesta d'amore. Soap
21.30 Terra di confine. Film western
21.20 Pari e dispari. Film comm
0.15 Allarme rosso. Film fantapolitico 23.30 1997: fuga da New York. Film
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
9.45 Carabinieri. Tel
10.50 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
13.00 La signora in giallo. Tel
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.35 My Life–Segreti e passioni. Soap
16.45 I delitti del cuoco. Tel
19.35 Il segreto. Telenovela
20.30 Tempesta d'amore. Soap
20.10 Quinta colonna. Talk show
0.55 Donnavventura. Reportage
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
9.45 Carabinieri. Tel
10.50 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
13.00 La signora in giallo. Tel
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.35 My Life–Segreti e passioni. Soap
16.45 Cavalca vaquero!. Film western
19.35 Il segreto. Telenovela
20.30 Tempesta d'amore. Soap
21.10 I miserabili. Film dramm
0.05 Son de mar. Film dramm
TG4 ore 11.30-18.55 e nella notte
9.45 Carabinieri. Tel
10.50 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Detective in corsia. Tel
13.00 La signora in giallo. Tel
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.35 My Life–Segreti e passioni. Soap
16.45 La vita a modo mio. Film dramm
19.35 Il segreto. Telenovela
20.30 Tempesta d'amore. Soap
21.30 Hartfields & McCoys. Tel
23.35 L'uomo del giorno dopo. Film
TG4 ore 11.30-14-18.55 e nella notte
9.45 Carabinieri. Tel
10.50 Ricette all'italiana. Rb
12.00 Telefilm vari
14.00 Lo sportello di Forum. Rb
15.30 Hamburg Distretto 21. Tel
16.35 My Life–Segreti e passioni. Soap
16.45 Il burbero. Film comm
19.35 Il segreto. Telenovela
20.30 Tempesta d'amore. Soap
21.10 Trappola sulle Montagne Rocciose.
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
15.10 Casa Zecchino. Programma per
11.15 Quel che passa il convento. Rb
nonni e nipoti
15.10 Casa Zecchino. Per nonni e nipoti
17.00 Vade retro. Rb
17.00 Luoghi di culto in Abruzzo. Docum
17.35 Nel cuore della domenica
17.30 La canzone di noi
18.00 Santo Rosario
18.00 Santo Rosario
18.50 Il tempo vola?. Rb
18.30 I passi del silenzio
19.55 Lourdes io sono qui
19.50 Storie da Lourdes
20.00 Santo Rosario
20.00 Santo Rosario
20.30 Nel cuore dei giorni
20.30 I santi nell'arte. Docum
21.20 Bakhita. Miniserie Tv
21.00 Bakhita. Miniserie Tv
23.00 Effetto notte
22.40 I militi ignoti della fede
23.25 Nel cuore della domenica
23.40 Adorazione Eucaristica e Rosario
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
11.15 Quel che passa il convento. Rb
15.10 Casa Zecchino. Per nonni e nipoti
16.30 Nel cuore dei giorni
18.00 Santo Rosario
18.50 Il tempo vola?. Rb
20.00 Santo Rosario
20.30 Nel cuore dei giorni
21.20 Missioni–Nelle periferie del mondo.
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
11.15 Quel che passa il convento. Rb
15.10 Casa Zecchino. Per nonni e nipoti
16.30 Nel cuore dei giorni
18.00 Santo Rosario
18.50 Il tempo vola?. Rb
19.55 Storie da Lourdes
20.00 Santo Rosario
20.30 Nel cuore dei giorni
21.20 La vita davanti. Rb
22.20 Happy Days. Tel
22.50 Missioni–Nelle periferie del mondo.
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
11.15 Quel che passa il convento. Rb
15.10 Casa Zecchino. Per nonni e nipoti
16.30 Nel cuore dei giorni
17.30 La canzone di noi
18.00 Santo Rosario
18.30 La grande musica
19.55 Storie da Lourdes
20.00 Santo Rosario
20.30 Nel cuore dei giorni
21.20 Buonasera con Papa Francesco
22.30 Guendalina. Film
0.15 Adorazione Eucaristica
TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato TG 2000 ore 18.30-20.55 da lunedì a sabato
11.15 Quel che passa il convento.
11.15 Quel che passa il convento. Rb
15.10 Casa Zecchino. Per nonni e nipoti
Rb di cucina
15.10 Casa Zecchino. Programma
16.30 Nel cuore dei giorni
17.30 La canzone di noi
per nonni e nipoti
16.30 Nel cuore dei giorni
18.00 Santo Rosario
18.00 Santo Rosario
18.50 Il tempo vola?. Rb
18.50 Il tempo vola?. Rb
19.55 Storie da Lourdes
19.55 Storie da Lourdes
20.30 Nel cuore dei giorni
20.00 Santo Rosario
21.20 I militi ignoti della fede
20.30 Nel cuore dei giorni
22.20 Vada retro
21.20 Fango sulla metropoli. Film
22.50 La vita davanti
23.05 Buonasera con Papa Francesco
23.35 Adorazione Eucaristica
Telenova Notizie ore 7-19.15-23.15
7.45 La chiesa nella città. Rb (R)
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Telefilm
13.30 Black Stallion. Tel
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Vie verdi. Rb
19.00 Il mito Ferrari. Rb sportiva
19.30 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Vie verdi. Rb
24.00 Telefilm
1.00 Occasioni da shopping
1.30 Ora musica. Videoclip
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
7.45 Felix the cat. Cartoni animati
8.15 Guerrino consiglia. Rb
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Telefilm
13.30 Black Stallion. Tel
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Il fatto del giorno
18.30 CISL. Speciale
19.00 Gruppo CAP
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Linea d'ombra. Talk show
23.15 Telefilm
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
7.15 Black Stallion. Tel
7.45 Felix the cat. Cartoni animati
8.15 Guerrino consiglia. Rb
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Telefilm
13.30 Black Stallion. Tel
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Il fatto del giorno
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio. Rb sportiva
23.15 Telefilm
0.30 Il mito Ferrari. Rb sportiva
Telenova Notizie ore 14.15-19.15-23
7.15 Black Stallion. Tel
7.45 Felix the cat. Cartoni animati
8.15 Guerrino consiglia. Rb
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Telefilm
13.30 Black Stallion. Tel
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Il fatto del giorno
19.00 Guerrino consiglia. Rb
19.45 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Kestorie!. Talk show
0.15 Il mito Ferrari. Rb sportiva
Telenova Notizie ore 7-14.15-19.15-23
7.45 Felix the cat. Cartoni animati
8.15 Guerrino consiglia. Rb
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Telefilm
13.30 Black Stallion. Tel
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Il fatto del giorno
18.30 La chiesa nella città. Rb
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Griglia di partenza. Rb sportiva
23.15 Telefilm
0.30 Il mito Ferrari. Rb sportiva
Telenova Notizie ore 7-19.15-23.15
6.15 Black Stallion. Tel
6.45 Occasioni da shopping
13.00 Il mito Ferrari. Rb sportiva
13.30 Novastadio. Rb sportiva
18.00 Occasioni da shopping
18.30 91° minuto. Rb sportiva
19.30 Novastadio. Rb sportiva
23.00 Il mito Ferrari. Rb sportiva
23.30 Kestorie!. Talk show
0.30 Top fuel story. Rb sportiva
1.00 Occasioni da shopping
1.30 Ora musica. Videoclip
Docum
22.10 Happy Days. Tel
22.35 Kojak. Tel
23.25 Adorazione Eucaristica
Docum
Film avv
23.30 Chase. Tel
Telenova Notizie ore 7-14.15-19.15-23
7.15 Black Stallion. Tel
7.45 Felix the cat. Cartoni animati
8.15 Guerrino consiglia. Rb
8.30 Occasioni da shopping
13.00 Telefilm
13.30 Black Stallion. Tel
14.00 Occasioni da shopping
18.00 Il fatto del giorno
19.45 Novastadio sprint. Rb sportiva
20.30 Linea d'ombra. Talk show
23.15 Telefilm
0.45 I nonni di Rocky. Rb sportiva
Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche · Rubriche
EducAzione
REGIONE LOMBARDIA
AZIENDA OSPEDALIERA
“OSPEDALE MAGGIORE”
DI CREMA
SANITARIA
PER NON TRASFORMARE UN AFFARE IN UN “BIDONE”
PER UNA NUOVA FUNZIONALITÀ
Tempo di saldi, qualche consiglio
rima dell’intervento sarà molto importante mantenere tonica la muscolatura dell’anca per facilitare il recupero dopo l’intervento, mediante ginnastica
articolare e muscolare. L’auto-prelievo del sangue è
una possibilità che evita i rischi legati a trasfusioni
di sangue: il sangue, se necessario, verrà reinfuso nel
decorso post operatorio.
Le calze elastiche a “media compressione” dovranno essere indossate il giorno stesso dell’intervento.
L’igiene personale sarà molto importante: gran
parte dei microbi potenzialmente pericolosi sono
sostanzialmente sulla persona stessa. Alcuni giorni
prima dell’intervento è quindi necessario curare particolarmente l’igiene con numerosi bagni o docce e, al
momento del ricovero, portare biancheria pulita per
almeno due giorni.
Dopo l’intervento – L’intervento sarà seguito da
una degenza in ospedale di circa sette giorni. Durante
i primi due giorni, di riposo a letto in posizione supina, saranno eseguiti esercizi di mobilitazione passiva
e attivita.
Per evitare infezioni, nel periodo postoperatorio sarà
necessario un relativo “isolamento” del paziente, con
visite rare e programmate da parte dei parenti.
Nella seconda-terza giornata verranno rimossi i
drenaggi e il paziente inizierà la deambulazione assistita da due bastoni canadesi, con carico variabile a
seconda delle indicazioni del chirurgo. Per la ripresa
della funzione sarà importante attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite dai medici e dai terapisti circa il carico e l’uso di ausili (sono, per esempio,
sconsigliate le stampelle con appoggio ascellare).
Al momento della dimissione sarà consegnata la
documentazione contenente le informazioni relative
alla protesi impiantata e i consigli per una corretta riabilitazione e specifica fisioterapia.
Finalmente a casa – A casa (o in reparto di Riabilitazione) il paziente godrà, generalmente, di un’autonomia funzionale sufficiente ad assolvere i comuni
atti della vita quotidiana, compresa la possibilità di
camminare e salire le scale, aiutandosi semplicemente
con due bastoni canadesi. Sarà necessario fare attenzione a pericoli quali tappeti, cera, scarpe inadatte,
animali domestici, cavi elettrici ecc. Le scarpe devono essere chiuse, con suola antisdrucciolo e con tacco
basso (ad esempio pantofole).
È consigliato anche l’uso di una sedia o di uno
sgabello di plastica per stare seduti durante la doccia,
maniglie di appoggio, un alza-water e bidè.
Saranno da evitare tutte le posizioni in cui il movimento dell’arto incontri difficoltà o resistenza, in
particolare la flessione dell’anca oltre i 90-100 gradi e
la rotazione interna.
Come preservare la protesi – Il portatore di artroprotesi dovrà eseguire visite periodiche di controllo
clinico e radiografico. Il recupero completo, con
possibilità di dedicarsi ad attività fisiche impegnative,
avviene di solito dopo 6 /8 mesi.
Inoltre:
❐ evitare di aumentare di peso
❐ evitare di portare pesi eccessivi
❐ condurre una vita attiva, facendo gli esercizi insegnati dal fisioterapista, passeggiate, nuoto, bicicletta
❐ eliminare qualsiasi fonte di infezione con un’adeguata terapia.
(2–fine)
* Direttore f.f. dell’Unità Operativa
di Ortopedia e Traumatologia
MERCOLEDÌ 22 GENNAIO
-20%
giornata dedicata alla linea
dietetica e sportiva
APERTURA ANCHE SABATO POMERIGGIO DALLE
Consulenza personalizzata
15
ALLE
19
Via Kennedy 26/b • Tel. 0373 256059 - CREMA
[email protected] - www.farmaciacontenegri.it
orario: 8.30-12.30 e 15.00-19.30. Sabato 8.30 - 12.30 e 15.00-19.00
A
pprofittare degli sconti di fine stagione può essere utile per acquistare risparmiando rispetto al
prezzo pieno. Per evitare però che la corsa all’affare
si trasformi nel tradizionale “bidone”, è bene seguire
qualche accorgimento:
 non farsi prendere dalla frenesia dell’acquisto e
dal volere comprare a tutti i costi;
 è bene preferire i saldi di articoli venduti in pochissimi numeri e taglie, che sono quelli più seri e,
generalmente, i più convenienti, trattandosi di merce
residua di cui il negoziante ha interesse a disfarsi (per
esempio, pochi numeri dello stesso tipo di scarpe);
 diffidare di chi apre un saldo dopo una vendita
promozionale;
 per i capi di abbigliamento, accertarsi che la
composizione eventualmente dichiarata nel cartellino d’accompagnamento corrisponda a quella dell’etichetta vera e propria del prodotto;
 non comprare capi d’abbigliamento che non
hanno l’etichetta di composizione e preferire quelli
che hanno anche l’etichetta di manutenzione, ovvero
le istruzioni per il lavaggio o pulitura, che è un riscontro affidabile di quella di composizione;
 preferire i prodotti di marca nota, che nel settore dell’abbigliamento danno più affidamento, ma
fare attenzione alla veridicità del marchio esposto,
perché vi sono marchi che imitano nelle fattezze o in
qualche elemento quelli più noti;
 controllare le taglie quando si tratta di un capo
d’abbigliamento a due pezzi, se è venduto a prezzi
stracciati e se non è ammessa la prova di indossabilità, poiché potrebbero essere due taglie diverse.
Inoltre, è utile sapere che i negozianti:
 sono responsabili del difetto del prodotto ai sensi dell’articolo 132 del Codice del consumo (D. Lvo
n. 206/2005), che sia in saldo o che non lo sia;
 sono tenuti a sostituire il prodotto o rimborsare
il prezzo ai sensi dell’articolo 130 dello stesso Codice, se c’è difetto grave e non riparabile;
 possono modificare l’operazione di cassa anche nei giorni successivi, in quanto il registratore
ha il tasto per evidenziare sullo scontrino “eventuali rimborsi per restituzione di vendite”, come
ha previsto l’articolo 8 del Decreto ministeriale 30
marzo 1992 e una successiva circolare del ministe-
ro delle Finanze del 5 giugno 1992.
Va invece precisato che i saldi non riguardano necessariamente tutta la merce del negozio, ma quella
a saldo dev’essere tenuta separata e ben individuabile
rispetto a quella di prezzo normale. In questo caso,
oltre al prezzo di vendita, va indicata la percentuale
di sconto, sotto pena della sanzione di 1.032 euro,
ma nessuna norma prevede un minimo di sconto,
che è completamente libero e può essere anche “sottocosto” senza osservare le relative regole.
AUTO: UNO STANDARD
PER L’USATO SICURO
L’Italia è all’ultimo posto in Europa per la propensione all’acquisto dell’auto usata e l’unico Paese
dove oltre il 60% delle transazioni avviene tra privati.
In un momento in cui il settore auto è al collasso, è
soprattutto per risparmiare che i consumatori preferiscono acquistare un’auto da privati, ma anche se
l’acquisto può risultare più conveniente, ricordiamo
che in caso di problemi non vale la “garanzia legale”,
come per gli acquisti in un concessionario.
“Scegliere un’auto usata non è mai facile – afferma Raffaele Caracciolo, esperto di automotive
dell’UNC –. In generale è buona regola, prima di procedere all'acquisto, confrontare i prezzi dello stesso
modello su vari siti; poi, naturalmente, è bene vedere l’auto di persona, meglio se in compagnia di un
esperto. A fare la differenza – aggiunge – non è solo
il chilometraggio: un’automobile con più chilometri
in buono stato può risultare un acquisto migliore di
una vettura con meno chilometri ma tenuta male.
Per questo motivo, l’Unione Nazione Consumatori
ha ideato lo IUP (Indice di Uso Pregresso), che consente di valutare se il prezzo richiesto per il mezzo è
congruo. Il consumatore può ricavare lo IUP grazie
a un apposito software che l’associazione fornisce
gratuitamente, sulla base dei dati che gli comunica
l’aspirante acquirente”.
Lo IUP fa parte di una normativa sviluppata
dall’UNC, denominata Auto Futura per l’applicazione
dei princìpi introdotti dal Codice del Consumo (d.lgs
206/2005) al mercato dell’auto usata. A oggi, sono
circa 500 i commercianti e concessionari.
(www.consumatori.it)
Nuova Hyundai i10
Nuo
Inspiration. Engineered.
Inspir
Solo a gennaio a 8.950 euro
con 5 porte, clima e ESP.
Hyundai raccomanda
Nuova Hyundai i10
Solo a gennaio a 8.950 euro
con 5 porte, clima e ESP.
Solo a gennaio a 8.950 euro
con 5 porte, clima e ESP.
hyundai.it
Inspiration. Engineered.
Solo a g
con 5 p
Seguici su
Nuova Hyundai i10
Inspiration.
Engineered.i10
Nuova Hyundai
Gamma i10: consumi l/100km (ciclo medio combinato) da 4,3 a 6,5. Emissioni CO2 g/km da 98 a 142. Prezzo promo riferito a i10 1.0 Classic con clima, IPT e PFU esclusi.
Offerta valida fino al 31/01/2014, con il contributo delle Concessionarie aderenti.
Condizioni e limiti della garanzia su www.hyundai.it/servizipostvendita/5anni.aspx. La Garanzia proposta non si estende a tutte le componenti delle autovetture.
Protesi d’anca /2
P
Città Solidale
CREMA
a cura dei Medici dell’Ospedale Maggiore di Crema
dott. ALBERTO AGOSTI *
39
09/01/14 16.43
Inspiration. Engineered.
Bagnolo Cremasco
S.S. Paullese Km 31 - tel. 0373 648164
Seguici su
Auto Futura
con 5 porte, clima e ESP.
hyundai.it
Anche
18 e domenica
19 gennaio negli Showroom Hyundai
Solo sabato
a gennaio
a 8.950 euro
Seguici su
hyundai.it
6,5. Emissioni CO2 g/km da 98 a 142. Prezzo promo riferito a i10 1.0 Classic con clima, IPT e PFU esclusi.
ssionarie aderenti.
tvendita/5anni.aspx. La Garanzia proposta non si estende a tutte le componenti delle autovetture.
Dealer_i10_100x35.indd 1
i10: consumi
l/100km
(ciclo
medio
combinato)
da 4,3
Emissioni
da 98 aa 142.
Prezzo
promo
riferito
1.0 esclusi.
Classic con clima, IPT e PFU esclusi.
2 g/km
Gamma i10: consumi l/100kmGamma
(ciclo medio
combinato)
da 4,3
a 6,5.
Emissioni
CO2 g/km
da a986,5.
a 142.
PrezzoCO
promo
riferito
i10 1.0
Classic
con clima,
IPTa ei10
PFU
Offerta
fino al 31/01/2014,
con il contributo
delle Concessionarie aderenti.
Offerta valida fino al 31/01/2014,
convalida
il contributo
delle Concessionarie
aderenti.
Condizioni
e limiti della garanzia su www.hyundai.it/servizipostvendita/5anni.aspx.
Garanzia
proposta
non si estende
a tutte le componenti delle autovetture.
Condizioni e limiti della garanzia
su www.hyundai.it/servizipostvendita/5anni.aspx.
La Garanzia proposta non si La
estende
a tutte
le componenti
delle autovetture.
V
La Cultura
40
SABATO 18 GENNAIO 2014
TEATRO SAN DOMENICO
SIFASERA: oggi “Lucifero” a Soresina
Enrico Ruggeri a
Crema il 20 marzo
ANNULLATO SPETTACOLO GUFI PER
L’ASSENZA DI NANNI SVAMPA
di MARA ZANOTTI
F
ermento alla Fondazione San Domenico: il teatro infatti ha messo a segno
un altro importante traguardo, accogliere
e lanciare il nuovo tour di una delle star
più amate del panorama musicale italiano
e non solo.
A causa della rinuncia per
motivi di salute di Nanni
Svampa lo spettacolo I Gufi
– programmato per sabato 1° febbraio – non potrà
essere messo in scena, in
sostituzione il Teatro San
Domenico ospiterà infatti
per le prove musicale del
suo nuovo tour Frankenstein
2.0 nientemeno che Enrico
Ruggeri
Il noto cantante sarà ospite del teatro dal
13 al 20 marzo con concerto data zero giovedì 20 marzo alle ore 21.
I biglietti e gli abbonamenti già stampati per i Gufi sono validi per il concerto di
Enrico Ruggeri, è possibile però chiedere
il rimborso del biglietto alla biglietteria del
Orso Maria Guerrini e Cristina Sebastianelli
Enrico Ruggeri, a Crema il 20 marzo
Teatro. I biglietti per il concerto di Ruggeri
saranno disponibili da lunedì 20 gennaio.
Il prezzo è il seguente: poltronissima euro
40,00, poltrona euro 40,00, laterale euro
33,00, terzo settore euro 33,00.
Il teatro cittadino segnala inoltre l’apertura delle prevendite dei biglietti per lo
spettacolo in calendario per
domenica 26 gennaio alle
ore 16: si tratta di Traviata,
una creazione per 11 danzatori, coreografia, regia,
scene, luci e costumi Monica
Casadei, musiche Giuseppe
Verdi, elaborazione musicale Luca Vianini, drammaturgia musicale Alessandro
Taverna.
Traviata è il primo capitolo
di un coraggioso progetto firmato da Monica Casadei, eclettica coreografa emiliana formatasi fra Italia, Inghilterra, Francia
e vari soggiorni in Oriente, dedicato al celebre Maestro Giuseppe Verdi, che si propone di tradurre nel linguaggio della danza i melodrammi più celebri del più amato
compositore italiano. La tappa successiva,
APERTA
PREVENDITA PER
LA TRAVIATA,
CREAZIONE PER
11 DANZATORI
Rigoletto, ha debuttato a gennaio 2012 al
Théâtre de Suresnes Jean Vilar di Parigi
mentre, in occasione del bicentenario della
nascita di Verdi e Wagner su nuova commissione del Teatro Comunale di Bologna,
debutterà La Doppia Notte. Aida e Tristan,
accompagnata dal vivo dall’Orchestra del
Teatro stesso, sulle musiche di Giuseppe
Verdi e Richard Wagner, con elaborazione
musicale del Maestro Claudio Scannavini.
In scena si potrà seguire il celebre dramma verdiano da una prosepttiva diversa:
sarà infatti una Traviata letta dal punto di
vista di Violetta. Violetta... contro tutti.
Violetta al centro di una società maschilista espressa da un coro in nero. Violetta
moltiplicata in tanti elementi femminili, in
tanti spaccati di cuore. Violetta disprezzata, che anela, pur malata, pur cortigiana, a
qualcosa di puro.
Violetta contro cui si scagliano le regole borghesi espresse dal padre di Alfredo,
Giorgio Germont, emblema di una società dalla morale malsana. Biglietti: intero
euro 18,00 / 16,00, ridotto speciale per
gruppi di 10 persone, euro 10. Informazioni e prenotazioni 0373-85418.
Teatro
Rassegna Assonanze: tra arpe e mandolini
Ponchielli L
G
iovedì prossimo, 23
gennaio, alle ore 15,
presso il teatro A. Ponchielli di Cremona verrà
proposto Cantando sotto
la pioggia, musiche Nacio
Herb Brown, esclusiva nazionale coproduzione e allestimento Up-Stage Designs,
Londra coreografie Giada
Bardelli direzione musicale Maria Galantino regia
Corrado Abbati Cantando
sotto la pioggia, il più grande e il più amato di tutti i
musical sul grande schermo, è la nuova produzione
della Compagnia Corrado
Abbati. Due ore di piacere,
di gioia contagiosa e di musica. Biglietti posto unico
numerato euro 10,00. Informazioni e prenotazioni
tel. 0372.022.001.
M. Zanotti
a rassegna concertistica organizzata
dall’Associazione “Assonanze” è proseguita domenica 12 gennaio alle ore 17, quando
la sala Pietro da Cemmo ha accolto La Napoli
barocca, presentata da un insolito duo formato
da mandolino e arpa, nell’esecuzione di brani
di raro ascolto. Infatti un originale amalgama
sonoro, delicato e dai toni soffusi, si è levato
dalle corde pizzicate del mandolino di Francesco Castagna e dall’arpa di Letizia Eriano. Nella Sonata K89 di Domenico Scarlatti il mandolino ha delineato la melodia, mentre l’arpa ha
costruito un sottofondo dall’atmosfera sognante. L’eleganza dello stile barocco più tipico è
emersa dall’inconsueto duo, con un movimento
centrale meditativo e un finale virtuosistico per
entrambi gli strumenti, in una specie di Tarantella. Sempre da Napoli l’autore ottocentesco
Carlo Munier, della cui produzione per mandolino è stato scelto Bluette; il clima romantico
ha saputo far proprio il vibrante suono dello
strumento in un brano cullante. Della stessa
provenienza e periodo Raffaele Calace, celebre
per l’arduo virtuosismo delle sue opere, pienamente espresso nel complesso X Preludio per
mandolino solo, affrontato con sicurezza da
Francesco Castagna, mettendone in risalto le
serrate elaborazioni. A seguire il duo ha scelto
canti della tradizione greca, in netto contrasto
con quella classica, in un arrangiamento dello stesso Castagna. Arpa e mandolino si sono
quindi cimentati con il senso di mistero, i ritmi
incalzanti e le particolari melodie e armonie
tipici di tale terra, che sono risultati congeniali al duo. Si è poi tornati a Calace con la sua
languida Serenata romantica dai toni struggenti,
ripresi dal compositore romantico inglese Elias
Parish Alvars che nella sua Serenade per arpa
sola si è avvicinato allo stile napoletano. Estrema dolcezza e leggerezza nella scrittura ornata
e ricca di virtuosismi, nella quale l’arpista ha
dato prova di sensibilità, ricevendo convinti
applausi dal pubblico non molto numeroso.
Celebri le pagine scelte per la conclusione del
concerto, partendo da Oblivion dell’argentino
Astor Piazzolla, dove l’accorata melodia ha
trovato toni e accenti suggestivi attraverso la
nuova versione data dai due strumenti. Altrettanto famosa la brillante Czardas di Vittorio
Monti, eseguita ovviamente nella versione per
mandolino, con l’arpa in accompagnamento.
La melodia è partita in sordina per poi aprirsi
in un coinvolgente crescendo. Dopo gli applausi, ancora l’ultimo brano per il bis. Il prossimo
appuntamento, stessa sede e ora, si terrà domenica 9 febbraio con Dal Medioevo al Barocco, 500
anni di musica progressiva.
Luisa Guerini Rocco
Il Viaggio attraverso le immagini: Mongolia!
N
ell’ambito del ciclo di videoproiezioni Il viaggio attraverso le immagini martedì 21 gennaio
presso la sala Alessandrini, a ingresso libero, verrà
presentato il viaggio nella terra di Gengis Khan con
Marco Fedeli ed Elena Granata.
12.000 km di pura avventura: così definiscono il
loro viaggio Elena Granata e Marco Fedeli, compagni nella vita e in decine di viaggi avventurosi, sulle
orme del mitico condottiero mongolo Gengis Khan.
A bordo della loro Toyota Land Cruiser 4x4, preparata per essere completamente autosufficiente con
serbatoi supplementari di gasolio e acqua, allestita
per dormire al suo interno, sono partiti alla volta
della Mongolia in compagnia di alcuni compagni
di viaggio. Attraversate rapidamente la Slovenia e
l’Ungheria, sono occorsi tre giorni per percorrere le
strade lunghe e diritte dell’Ucraina, circondate da
immensi campi di frumento. Con una sosta d’obbligo a Kiev, Elena e Marco si sono preparati ad affrontare la frontiera russa.
Dopo un’interminabile coda in dogana, cominciano a percorrere le strade della Russia, toccando
città come Saratov e Togliatti. Entrando in Siberia
il paesaggio cambia, le strade peggiorano e non si
vede più nulla al di fuori di foreste e steppa, incredibilmente verde e rigogliosa. Arrivati a Ufa e infine
a Omsk, dopo una settimana in terra russa, Marco
ed Elena si avvicinano alla frontiera mongola. La
Mongolia è un vastissimo altopiano, grande cinque
volte l’Italia, la cui altitudine media è 1.500 metri,
Q
uesta sera sarà la volta di Lucifero: il Signore del Male salirà sul
palco del Teatro Sociale di Soresina, in attesa di essere applaudito! Lo faranno gli spettatori? Le premesse sembrano convincenti, del
resto si tratta di danza e di teatro. Lucifero, quello vero, è meglio che
non si faccia vedere!
L’appuntamento, all’interno della rassegna Sifasera, sarà proposto
dalla compagnia Balletto di Siena che condurrà lo spettatore attraverso un excursus scenico/narrativo che prende spunto dal mito del
titano Prometeo, costretto al supplizio dagli dei per aver aiutato gli
uomini ad uscire dall’ignoranza sottraendo il fuoco divino. Disponibili ancora alcuni biglietti: platea/palchi 20 e 18 euro, loggione 18
e 12 euro.
Prenotazioni e informazioni tel. 0374/350944 - 348/6566386.
Segnaliamo inoltre che, la prossima settimana, venerdì 24 gennaio,
alle ore 21 al Teatro del Viale di Castelleone verrà proposto L’uomo
del destino di Yasmina Reza, con Orso Maria Guerrini e Cristina Sebastianelli. In scena due personaggi: un uomo e una donna, lui, Paul
Parsky scrittore da migliaia di copie vendute, lei, Martha, assidua
lettrice dei romanzi di lui. Si incontrano nello scompartimento di un
treno, tragitto Parigi-Francoforte: si incontrano ma non si parlano
direttamente per un bel tratto del percorso, sono solo i pensieri detti
ad alta voce a raccontarci le loro personalità. Due esseri umani che
pur parlando a se stessi è come si fossero sempre inseguiti nella loro
ricerca di un tempo perduto e finalmente trovati. Biglietti: poltronissime 18-16 poltrone/galleria 14-12.
Al via domani, la rassegna Merenda a Teatro dedicata ai piccoli,
ai loro papà e alle loro mamme, inserita nel cartellone di Sifasera:
alle ore 16 presso l’auditorium A. Moro di Orzinuovi verrà proposto
Cecco l’orsacchiotto della compagnia Pandemonium Teatro. Ingresso,
posto unico 5 euro, informazioni e prenotazioni tel. 3486566386,
[email protected] Il giorno dello spettacolo biglietteria
aperta dalle 15. Infine, sempre promosso all’interno della rassegna
Sifasera, ricordiamo il primo appuntamento della proposta Aperitivo
in musica: al Teatro Sociale di Soresina, domenica 26 gennaio alle ore
18 verrà proposto un incontro con gli allievi dell’Istituto Superiore
di Studi Musicali ‘Claudio Monteverdi’ di Cremona per una serata
straordinaria in compagnia della musica e di giovani interpreti che
accompagneranno il pubblico in un viaggio senza tempo. Ingresso
posto unico 5 euro.
Mara Zanotti
TEATRO GALILEI: La luna di Hansel e Gretel
D
omani, domenica 19
gennaio, alle ore 15,30
presso il teatro G. Galilei
di Romanengo, secondo
appuntamento della rassegna E domenica... Teatro, organizzata dalla compagnia
Piccolo Parallelo e rivolta
ai bambini dai 3 ai 90 anni!
In programma lo spettacolo della compagnia Fior di
Teatro dal titolo La luna di
Hansel e Gretel, tratto dalla
celebre fiaba dei fratelli Grimm.
Questa dei due bambini abbandonati nel bosco è una delle
fiabe più conosciute al mondo e i suoi elementi sempre incantevoli e affascinanti: i sassolini e la luna, le briciole di pane e gli
uccellini, la casetta di dolci, la strega che spargerà profumi per
attirare i due bambini. E la vittoria finale della furbizia sulla cattiveria. Un racconto scritto più di 200 anni fa che incanta ancora
grandi e piccini. Biglietti: dai 4 ai 9 anni euro 5 - dai 10 anni in
poi euro 6, apertura cassa ore 14,30, i biglietti prenotati vanno
ritirati entro le ore 15, si consiglia la prenotazione: tel. 0373
729263 - [email protected]
M. Zanotti
l’Udito Naturale:
Spatial Sound
SoluzioneUdito24_problemi.qxd
SoluzioneUdito24_problemi.qxd
14/02/2006
14/02/2006
18.26
18.26
Pagina
Pagina
1
1
Il tuo
Hai problemi
problemi
di
udito?
Hai
problemi di
didi
udito?
Hai
udito?
Hai problemi
udito?
udito
Hai problemi
di
udito?
Hai problemi di
udito?
SoluzioneUdito24_problemi.qxd
14/02/2006
18.26
Pagina
1
non è mai stato
Elena Granata e Marco Fedeli
così bello.
con vette e passi che arrivano a 3.000 metri. È un
paese con una natura fantastica, con ampie vallate
di erba cipollina, fiumi da guadare e chilometri di
APPARECCHI ACUSTICI DIGITALI IN PROVA GRATUITA PILE, ASSISTENZA E RIPARAZIONI
pista deserta. Qualche sparuta gher, le tende in feltro
DI APPARECCHI ACUSTICI
AZIENDA AUTORIZZATA ALLE FORNITURE ASL/INAIL
delle popolazioni nomadi mongole, ogni tanto offre
DI TUTTE LE MARCHE
l’occasione di ricevere in regalo formaggio di yak e

ASSISTENZA A DOMICILIO GRATUITA
condividere una tazza di tè. Per il resto gli incontri
PAGAMENTI RATEALI PERSONALIZZATI
sono falchi, aquile, cavalli, yak e cammelli. Presenza
costante sul territorio mongolo l’ovoo, altare votivo
Convenzionato ASL/INAIL APERTO TUTTI I GIORNI dalle 9 alle 12,30
di pietra e stoffa. Nelle due settimane trascorse in
Convenzionato ASL/INAIL
pomeriggio su appuntamento
Via Beltrami, 1 - CREMONA - Tel. 0372 26757 - 0372 36123
Mongolia i paesaggi si sono susseguiti con molte vaVia Beltrami,
- CREMONA
Tel.PREVENIRE!
0372 26757 - 0372 36123
E’1 IL
MOMENTO- DI
sentire
riazioni di clima, dalla tempesta di neve fino al caldo
Convenzionato
ASL/INAIL
Gratuitamente
per
accurato esame
ed un simpatico omaggio.
E’voiILunMOMENTO
DIdell’udito
PREVENIRE!
Via Borgo S. Pietro,
edper
essere
torrido sulle dune del deserto del Gobi, al confine
Gratuitamente
voi un
accurato
esame
dell’udito ed un simpatico omaggio.
Via
Beltrami,
1
CREMONA
Tel.
0372
26757
0372
36123
ascoltati
Tel. 0373 81432
meridionale con la Cina. Infine la tappa conclusiva
DI PREVENIRE!
nella capitale Ulan Bator, dove la Toyota è stata
cari- perE’voiILunMOMENTO
Gratuitamente
accurato esame dell’udito ed un simpatico omaggio.
cata su un container che la riporterà in Italia.
Aguzza
l’ingegno... non
non le
le orecchie!!!
orecchie!!!
Aguzza Aguzza
l’ingegno...non
le orecchie!!!
orecchie!!!
l’ingegno...
Aguzza
l’ingegno...non
le
l’ingegno... non le orecchie!!!
Aguzza Aguzza
l’ingegno...non
le orecchie!!!
CREMA
CREMONA - Via Beltrami, 1 - Tel. 0372 26757 - 0372 36123
15
CREMONA
Via
Beltrami,
E S-A
M
E D E1L- Tel.
L’0372
U D26757
I T O - 0372
G R36123
AT U I T O
CREMA - Via Borgo S. Pietro, 39 Tel. 0373 81432
CREMONA - ViaCREMA
Beltrami,-1Via
- Tel.
0372S.
26757
- 0372
36123
Borgo
Pietro,
39 Tel.
0373 81432
E’
IL
MESE
DELLA
PREVENZIONE
CREMA - Via Borgo
Pietro, DELLA
39 Tel. 0373
81432
E’ ILS.MESE
PREVENZIONE
Gratuitamente
per
voi un
un accurato
accurato esame
esame dell’udito
dell’udito
E’ IL MESE
DELLA per
PREVENZIONE
Gratuitamente
voi
41
SABATO 18 GENNAIO 2014
LEGA PRO 2 DIVISIONE
A
di FEDERICA DAVERIO
U
na boccata d’ossigeno. Ci voleva ed è puntualmente arrivata domenica scorsa al Voltini
quando finalmente la Pergolettese dopo un paio di mesi
è ritornata alla vittoria, battendo il Bellaria Igea per 1 a
0. Gialloblù meno belli del solito e un po’ troppo timorosi
nella ripresa, ma al momento quel che conta è solo il risultato
e quindi l’obiettivo è stato raggiunto.
“Ottimo il risultato e nel secondo tempo paura di vincere –
così mister Giunta riassume il suo pensiero a fine gara –. Questo
a dimostrazione che bisogna avere in campo gente al top della forma. Il primo tempo è stato ben giocato e ben interpretato, c’è solo
il rammarico di non aver raddoppiato. Il fatto preoccupante è il calo
atletico nel finale, quando non si vince perdi anche energie mentali...
comunque il calcio è corsa e condizione atletica, senza queste non
vai da nessuna parte... noi abbiamo sempre qualcuno in campo non
in totale forma. Ho visto molto bene il nuovo Tiboni: ha dato un segnale forte, ha rincorso e si è sacrificato... qui dobbiamo lavorare tutti
insieme. Spero che questa vittoria sia un mattoncino in più di autostima,
dobbiamo stare sempre sul pezzo e dare battaglia. Sarà comunque tutto
un percorso di sofferenza come abbiamo già ripetuto tante volte, l’importante è avere consapevolezza di questo”.
“Sono molto contento di come sono stato accolto dai nuovi compagni – ha poi spiegato l’attaccante Tiboni –. Oggi l’importante non era
essere belli ma vincere. Con Jeda mi sono trovato bene, ma del resto si
tratta di un giocatore di categoria superiore e non poteva essere altrimenti. Credo in questa società e in questo gruppo e spero proprio di
arrivare tra le prime nove”.
Molto contento in sala stampa anche Davini, autore del gol su assist
proprio di Tiboni: “È stato un bel gol, abbiamo centrato l’obiettivo”.
Non ci si può però permettere di dormire sugli allori: già domani i
cremaschi sono attesi da una gara importantissima fuori casa contro il
Real Vicenza. All’andata uscimmo vincitori per 3 reti a 1... ma di acqua
sotto i ponti ne è passata. I vicentini infatti si trovano attualmente al
terzo posto con 34 punti, mentre i gialloblù ora sono saliti a quota 25
ma restano comunque nella ‘zona rossa’ della classifica. In settimana è
stata un po’ una ‘doccia gelata’ la notizia che il problema al ginocchio di
Bertazzoli terrà fuori il bravo attaccante per ben un mese. Come praticamente ogni settimana (causa infortuni o squalifiche, ndr), anche stavolta mister Giunta avrà problemi di formazione poiché per un rientro di
Zanola c’è un Sambugaro squalificarto, quindi il centrocampo verrà per
forza ridisegnato. Per quanto riguarda il calciomercato, è stato tesserato
ufficialmente Federico Rizzi, terzino sinistro (1981) dalla Salernitana.
La partita Real Vicenza-Pergolettese sarà trasmessa in diretta audio
da Radio Antenna 5 (Fm 87.800 - www.livestream.com/antenna5crema) e in diretta video da Cremona 1 (canale 211 del digitale).
“PERGO MEMORIES”
N
iccolò Galli, centrocampista classe 1988 attualmente in forza al Cesena in
serie B, è stato protagonista
con il Pergocrema di due stagioni gloriose in Prima Divisione (2009/10 e 2010/11).
Personalmente uno dei giocatori che più ho apprezzato
dell’ultimo decennio gialloblù e tra l’altro rimasto affettuosamente anche nei cuori
dei tifosi per i gol che hanno
segnato il destino del Pergo.
“Parto col dire che a Crema ho passato due anni e
mezzo dove sono stato veramente benissimo... sia sul campo che fuori dal campo. Ho
conosciuto persone fuori dall’ambiente calcistico che non
dimenticherò mai. Ho vissuto momenti splendidi e su tutti
ricordo i due miei gol salvezza ai playout che per due anni
ci hanno permesso di mantenere la categoria che la città
merita.
Un episodio invece sicuramente meno piacevole è stato
l’infortunio al ginocchio alla seconda partita col Pergo, in
casa con il Monza, che mi ha tenuto lontano dai campi per
tre mesi”.
F.D.
BOCCE: gara Bar Bocciodromo, i risultati
L
a società Nuova Bar Bocciodromo ha mandato in scena una
gara provinciale serale, la prima del nuovo anno. Ad aggiudicarsela sono state le formazioni composte da Alberto Pedrignani
e Paolo Guglieri (Vis Trescore) nelle categorie AB e da Alberto
Rossetti e Marco Pizzetti (Mcl Castelnuovo) nelle categorie CD,
che si sono portate a casa la ‘Targa Bar Bocciodromo’. La manifestazione ha visto la partecipazione di 96 coppie.
I navigati Pedrignani-Guglieri si sono fatti largo nei quarti battendo per 12 a 8 gli offanenghesi Rossoni-Rupo, dopodiché hanno avuto accesso in finale regolando per 12 a 7 un’altra coppia di
Offanengo, Carniti-Lupi Timini.
Nel match conclusivo, infine, i due atleti trescoresi superavano
i categoria B capergnanichesi, Bruni-Branchi per 12 a 3.
Tra le formazioni delle categorie minori, invece, i castelnovesi
Rossetti-Pizzetti sono saliti sul gradino più alto del podio dopo
aver messo in fila i sergnanesi Scarpelli-Manclossi nei quarti (12
a 0), i trescoresi Testa-Grimaldi in semifinale (12 a 4) e infine i
cremaschi padroni di casa Tagliaferri-Cazzaniga nel match che
ha concluso la manifestazione (12 a 8).
Le due classifiche della gara sono state stilate dall’arbitro
provinciale Giampietro Raimondi – che ha diretto con l’ausilio
dei giudici di corsia Testa e Parati – e sono risultate le seguenti:
Categorie AB: 1) Pedrignani-Guglieri (Vis Trescore), 2) BruniBranchi (Mcl Capergnanica), 3) Carniti-Lupi Timini (Mcl Offanenghese), 4) Lotti-Benzoni (Pieranica), 5) Rossoni-Rupo (Mcl
Offanenghese), 6) M. Visconti-R. Visconti (Mcl Achille Grandi),
7) Gatti-Quaranta (Mcl Achille Grandi).
Categorie CD: 1) Rossetti-Pizzetti (Mcl Castelnuovo), 2)
Tagliaferri-Cazzaniga (Bar Bocciodromo), 3) Testa-Grimaldi
(Vis Trescore), 4) Moioli-Gusmini (Casiratese), 5) ScarpelliManclossi (Sergnanese).
dr
Pergolettese, vittoria
per uscire dal tunnel
RISULTATI
Bassano-Porto Tolle
Pergolettese-Bellaria
Bra-Rimini
Castiglione- V. Verona
Mantova-Real Vicenza
Monza-Spal
Renate-Forlì
Santarcangelo-Cuneo
Torres-Alessandria
2-2
1-0
1-2
0-0
0-0
2-2
0-1
0-0
2-1
CLASSIFICA
Bassano 39; Santarcangelo 38;
Real Vicenza 34; Renate 30;
Virtus Verona 29, Spal 29; Rimini (-1) 28; Alessandria 27, Mantova 27; Monza 26; Pergolettese 25, Forlì 25; Cuneo 24; Porto
Tolle 22; Torres 21; Castiglione
16; Bellaria Igea (-1) 11; Bra 5.
PROSSIMO TURNO
Alessandria-Monza
Real Vicenza-Pergolettese
Bellaria Igea-Castiglione
Cuneo-Renate
Forlì-Torres
Porto Tolle-Bra
Rimini-Santarcangelo
Spal-Bassano
Virtus Verona-Mantova
Davini festeggia
con i compagni la rete con
cui la Pergolettese domenica
è ritornata alla vittoria
Volley B2: nuovo coach, bella vittoria
N
on poteva esserci esordio migliore per Roberto Marini sulla panchina dell’Abo Offanengo: le cremasche, affidate durante la pausa natalizia al tecnico cremonese subentrato a
Davide Tomasini, hanno infatti aperto il 2014
violando il non facile campo delle vicentine
di San Vitale Montecchio imponendosi con il
netto punteggio di 0-3 (18-25/24-26/17-25).
Un risultato sicuramente importante sia per
la classifica che per il morale della compagine targata Volley Offanengo 2011 che, grazie
ai tre punti ottenuti in terra veneta, pur non
avendo abbandonato il quart’ultimo posto della graduatoria, ha consentito alle cremasche di
rimanere a stretto contatto delle dirette concorrenti per la salvezza. Quando mancano due
giornate alla fine del girone d’andata l’Abo
vanta 14 punti contro i 15 dell’Arena Volley
Verona e i 16 delle due compagini bergamasche Brembo Volley team e Brembate Sopra,
mentre alla sue spalle sempre più lontane sono
Torri Quartesolo (10 punti), Fratte S. Giustina
(9) e Pallavolo Curtatone (0). Fondamentale ai
fini della salvezza il match che le ragazze di coach Marini disputeranno oggi di fronte al pubblico amico proprio contro il Brembo Volley,
prima di andare a chiudere la fase ascendente
del girone in casa della Sossi Ospitaletto. Tornando al match di sabato in casa del San Vitale va detto che l’Offanengo, pur con qualche
sbavatura di troppo, ha tenuto il campo con
determinazione e voglia di vincere, riuscendo
così ad avere la meglio su una compagine che,
classifica alla mano, poteva sembrare anche
fuori portata. Primo weekend agonistico del
2014 molto positivo anche per la formazione
maschile del Volley Offanengo 2011. La compagine di coach Mazzoleri ha infatti fermato il
Bellusco, capolista del girone C della serie C
maschile. Silvi e soci, al termine di una gara
molto combattuta e ricca di colpi di scena, si
sono imposti per 3-1 (25-23, 25-20, 22-25 e 2826). Pur non avendo migliorato il terzo posto
della classifica, il successo contro la capolista
ha consentito al Volley Offanengo 2011 di
ridurre il divario da chi lo precede. Dopo 11
giornate, infatti, i cremaschi vantano 21 punti,
uno in meno della coppia Bellusco-Valtrompia
che si è ricompattata al vertice della graduatoria. Oggi l’Offanengo sarà ospite dello Scanzorosciate.
SERIE C: BENE L’ALKIM!
Con una grande vittoria la Alkim Banca
Cremasca ha ripreso il cammino nel girone C
della serie C femminile. Bonizzoni e compagne
sabato sera hanno affrontato al PalaBertoni la
Nuova Euromontaggi di Porto Mantovano,
formazione che occupava la terza posizione
della graduatoria a due sole lunghezze dalle
cremasche. Al termine di un match molto intenso e affrontato dalle padrone di casa con
grande determinazione e concentrazione, la
Alkim si è imposta per 3-1 (25-23/25-15/2325/25-18) affossando con autorità i tentativi
delle virgiliane di poter violare il palazzetto di
VOLLEY D: la Branchi ora è settima a 17 punti
N
on poteva permettersi un passo falso nella prima partita del nuovo anno la Branchi Cr Transport di Ripalta Cremasca impegnata
nell’11a giornata del girone D della serie D femminile sul campo della
giovane formazione pavese dell’Adolescere Rivanazzano. Le ragazze di
Marianna Bettinelli si sono imposte per 3-1 al termine di un match dai
due volti che ha visto le cremasche spadroneggiare nei primi due set e
soffrire invece le pene dell’inferno negli altri due parziali. Pur priva di tre
elementi importanti quali Pirovani, Tedoldi e Bertarelli, la New Volley
Ripalta iniziava il match con grande autorità aggiudicandosi il primo
gioco 15-25. Anche nella seconda frazione erano le cremasche a tenere
il “pallino del gioco” portandosi sul 2-0 grazie al punteggio di 21-25.
Ma nella terza frazione le cremasche riprendevano le “brutte abitudini”
dell’anno appena passato, commettendo diversi errori e dispensando regali alle avversarie. Le pavesi accorciavano le distanza con il parziale di
25-22, cominciando di gran carriera anche il set successivo. Quando anche la quarta partita sembrava ormai irrimediabilmente compromessa,
con l’Adolescere avanti 24-21, andava in battuta Meloni che consentiva
al team di Ripalta di mettere a segno un parziale di 5-0 e chiudere set e
contesa con un ultimo 24-26. I tre punti conquistati a Voghera hanno
consentito alle portacolori del team ripaltese di compiere un bel balzo in
classifica, raggiungendo il settimo posto solitario con 17 punti. Oggi di
fronte al pubblico amico le cremasche ospiteranno al Banca Generali di
Siziano, reduce dalla sconfitta casalinga per 0-3 (19-25, 18-25, 22-25)
patita per mano della Walcor Soresina che ha così agguantato al terzo
posto la Videoidea Cremona sconfitta al tie break (20-25, 22-25, 25-21,
25-22, 15-6) sul campo della Fata Assicurazioni Casteggio.
Un’occasione ghiotta, dunque, per staccare una diretta concorrente
alla salvezza scalando ulteriormente la classifica e trovando la continuità. Dopo aver prolungato di una settimana la pausa natalizia per il turno
ri riposo obbligatorio, oggi tornerà in campo anche la Pallavolo Reima
Crema nel girone C maschile. I “blues” penultimi con soli 3 punti all’attivo ospiteranno oggi la Capricorno leonessa Brescia.
Giuba
via Sinigaglia. Grazie al successo sulla terza in
classifica la Alkim è salita a quota 28, mantenendo due lunghezze di ritardo sulla capolista
Auprema di Cinisello Balsamo, che sarà a Crema sabato prossimo, ma portando a + 4 il vantaggio sul Cermenate, salito al terzo posto con
24 punti, e a 5 punti il distacco dalla coppia
Venegono e Porto Mantovano. Oggi alle 17.30
la Alkim sarà di scena in quel di Castelleone
nel derby provinciale contro le locali di coach
Finali, reduci dalla sconfitta per 3-0 in casa del
Venegono che ha fatto scivolare la formazione
castelleonese al sesto posto della graduatoria
con 21 punti. “Non nascondiamo le difficoltà
del match di oggi – ha commentato il dirigente
Luca Piantelli – su un campo caldo e contro
una squadra ben attrezzata e desiderosa di rimediare alla sconfitta di sabato scorso. Se sapremo ripetere la grande prestazione offerta
contro Porto Mantovano sono convinto che
potremo fare risultato anche nel derby”.
Nel girone B la prima gara del 2014 è stata una sconfitta per la Pallavolo Vailate sul
campo dell’oro Volley Nembro: 3-2 (25-13/2225/21-25/25-16/15-13). Oggi la Pallavolo
Vailate sarà impegnata in casa contro la capolista San Volley Monza.
Giulio Baroni
DIVISIONI PROVINCIALI: tutti i risultati
D
opo aver perso la testa della graduatoria in seguito alla sconfitta per
3-0 patita in casa della Rozzi Vescovato nel posticipo dell’11a giornata del torneo di prima Divisione, sabato la Zoo Green Capergnanica
è tornata al successo imponendosi per 3-1 sull’Esperia Cremona. Le cremasche sono pertanto rimaste solitarie al secondo posto della classifica
con 27 punti, 3 in meno rispetto alla capolista Rama Ostiano che non
ha avuto problemi a espugnare con un netto “cappotto” il campo della
MgKbvis Piadena. Distanziata di una sola lunghezza dalla compagine
di Capergnanica c’è la Rozzi Vescovato che ha liquidato pure il “fanalino
di coda” Arci Coop Vaiano con il punteggio di 3-0. Al quarto posto con
23 punti troviamo quindi appaiate la Domus Agnadello, vittoriosa per
3-2 sulla Ricambi Industriali Frassati Crema, e la Conad Casalmaggiore
che in quattro set ha regolato la Fadigati Cicognolo. Frassati Crema e
Granarolo Cingia, vincente per 3-1 sulla Trony Offanengo, chiudono la
zona dell’alta classifica con 23 punti all’attivo. Nell’ultimo match in programma da segnalare il successo esterno della Segi Spino d’Adda che si
è imposta per 1-3 in casa della Valetudo Monte. In questo fine settimana
si concluderà il girone d’andata del massimo campionato provinciale
con il seguente programma: Arci Coop Vaiano-Zoo Green (giocata ieri
sera), Granarolo-Conad, Esperia-Rozzi, Segi-MgKvis, Domus-Rama
Ostiano, Trony-Valetudo e Ricambi Industriali-Fadigati.
Nel girone A della Seconda Divisione la Pallavolo Montodine, grazie
al successo per 3-1 su Rivolta, continua a mantenere solitaria la testa
della classifica con 28 punti seguita a due lunghezze dalla Pallavolo Vailate reduce dallo stentato successo per 2-3 in casa della Trony Pandino. Al terzo posto con 24 punti e una partita in meno troviamo quindi
l’Idroblocchi che ha battuto nettamente il Bar Marty Romanengo per
3-0, mentre il quarto e ultimo posto utile per i playoff è attualmente
occupato dalla Bcc Dovera e Postino a quota 19, vittoriosa per 0-3 sulla
Crema Volley 2013. Il calendario del 13a turno in programma oggi prevede Rivolta-Vailate, Bar Marty-Montodine, Idroblocchi-Bcc Dovera e
Postino e Crema Volley-Trony Pandino.
Junior
42 Sport
SABATO 18 GENNAIO 2014
CALCIO ECCELLENZA
CALCIO PROMOZIONE
Rivoltana-Crema,
conto alla rovescia
Luisiana: fermi
in tre per infortunio
D
ALLA RIPRESA DEL CAMPIONATO ENTRAMBE SI PRESENTERANNO
CON ALCUNE NOVITÀ. OGGI I NEROBIANCHI IN AMICHEVOLE A ROMANENGO
A
otto giorni dal derby sulle rive dell’Adda,
Crema e Rivoltana danno la sensazione di
essere in buone condizioni. Entrambe si presenteranno con alcune novità di rilievo, smaniose
di risalire la china dopo un girone di andata più
in scuro che in chiaro. Gli acquisti del bomber
di razza Dario Piacentini e del centrocampista
Matteo Fornaroli dovrebbero far compiere un
bel salto di qualità all’undici disegnato da mister Maurizio Lucchetti, subentrato a Mario
Donelli a stagione avviata.
Altri volti nuovi all’orizzonte? Giriamo l’interrogativo al dirigente nerobianco Eugenio
Mazzani, che così risponde: “Ci sono dei ragazzi in prova, ma niente di definitivo. Posso dire
che le sedute di allenamento sono proficue, tutti
i giocatori rispondono alla grande alle sollecitazioni del tecnico”.
Si parla con insistenza di ingressi in società.
“L’idea di crescere c’è. Alcune persone si
stanno impegnando per centrare l’obiettivo.
L’interessamento da parte di alcuni sussiste, vedremo quali frutti daranno questi sforzi. Rispetto allo scorso anno c’è più compattezza nella
dirigenza, ma c’è molto lavoro da fare”.
Anche sul campo, classifica alla mano...
“Ci attendono 15 battaglie, ma i ragazzi
sono tonici, stanno lavorando molto bene,
quindi sono fiducioso”.
Parecchi i volti nuovi giunti alla corte di
Flavio Colombi, sulla panca della Rivoltana
da poche settimane (ha preso il posto di Bernardini).
Nei giorni scorsi il sodalizio guidato da Aurelio Cazzulani ha tesserato il ventenne attaccante Patrick Marcelli, cresciuto nelle file del
Torino prima di essere ceduto, la scorsa estate,
al Santhià, formazione impegnata nella serie
D girone piemontese. La corteggiatissima punta ha avuto poco spazio fra le file della squadra
e ha così deciso di avvicinarsi a casa (risiede a
Milano), convinto dal progetto della Rivoltana,
che ha irrobustito l’organico in questo periodo
anche con gli acquisti di Angellotti, centravanti
che farà coppia con Marcelli (la prima alternativa è Mazzetti, anch’egli da poco approdato in
riva all’Adda).
Infine, è arrivato anche il giovane Riccardo
Mattioni; per la difesa è ritornato Meneghetti
in aggiunta a Viola; per rafforzare il pacchetto
mediano è rientrato Divella. Se ne sono invece
andati il centravanti Temelin e l’estremo difensore Corna.
“Con questa ‘rosa’ non ci possiamo più nascondere. Non abbiamo mai pensato di smantellare la squadra”. A mister Flavio Colombi il
Luca Oprandi
(Foto Simone Branchi,
Istituto “Sraffa”)
compito di far rendere al massimo la rinnovata Rivoltana.
Tornando al Crema 1908, domenica scorsa
ha bene impressionato in suolo bresciano al
cospetto del Navecortine. Al di là del risultato, il successo all’inglese ottenuto grazie ai
gol di Pelizzari e Piacentini, l’intero gruppo
ha risposto come si deve alle sollecitazioni del
condottiero Lucchetti, soddisfatto per l’impegno e la concentrazione dei ragazzi, costretti
agli straordinari in questo periodo (sono infatti
chiamati a sostenere quattro sedute settimanali di
allenamento, ndr). In infermeria è rimasto solo
Longari, e questo consentirà al tecnico pianenghese di scegliere.
Oggi, sabato 18, alle 14.30 i nerobianchi
hanno in programma l’amichevole col Romanengo, sull’omonimo sintetico che ben conoscono, “frequentandolo” sin dall’estate scorsa,
nella preparazione pre-campionato. Da lunedì
prossimo cominceranno a pensare al derby, al
pari dei gialloblù. La sfida si preannuncia entusiasmante, è molto sentita, anche perché le
due contendenti sono affamate di punti, vista
la posizione di classifica. Su entrambi i fronti
c’è fiducia per il futuro e la voglia di difendere
la categoria con ogni mezzo.
EL
CALCIO 1A CATEGORIA
PODISMO: domani campestre a Chieve
A
Chieve si confronteranno i tesserati FIDAL per l’assegnazione delle maglie di campione provinciale. La Virtus
Crema e il GTA Crema in collaborazione con il Comune e
la U.S. Chieve, organizzano il 13° Memorial Ettore Panzetti,
valido come campionato provinciale di corsa campestre per
tutte le categorie. Ritrovo presso il Centro sportivo comunale,
via del Guado.
Programma: ore 9, ritrovo per tutte le categorie, ore 9.15,
chiusura iscrizioni, ore 9.30 inizio gare nel seguente ordine:
Categoria Juniores Masch. (metri 5.200 circa), Categoria Senior/Promesse Femm. (metri 5.200 circa), Categoria Amatori/Master Femm. (metri 5.200 circa), Categoria Senior/
Promesse Masch. (metri 9.000 circa).
Ore 9.30 Gara Categoria Amatori/Master Masch. (metri
9.000 circa), Categoria Allievi/Juniores Femm. (metri 3.900
circa), Categoria Cadetti/Allieve (metri 2.600 circa), Categoria Cadette (metri 2.100 circa), Categoria Ragazzi/Ragazze
(metri 1.400 circa), Categoria Esordienti M/F A/B/C (metri
800 circa).
Possono partecipare anche atleti provenienti da squadre
FIDAL fuori provincia. La manifestazione è aperta anche ad
atleti tesserati CSI e agli enti di promozione sportiva convenzionati con la FIDAL. Premiazioni: verranno premiati i primi 6 classificati delle categorie Eso B/C, Eso A, Rag, Cad
M/F (compresi gli atleti FIDAL fuori Provincia), i primi tre e
le prime tre delle categorie All M/F (compresi gli atleti FIDAL
fuori Provincia), il primo e la prima delle categorie Jun M/F
(compresi gli atleti FIDAL fuori Provincia), i primi 6 della categoria unica Pro/Sen/Ama/Mas M (compresi gli atleti FIDAL fuori Provincia), le prime tre della categoria unica Ama/
Sen/Mas F (comprese le atlete FIDAL fuori Provincia).
Per vincere la maglia di campione provinciale, bisogna
però far parte di una Società Sportiva della Provincia di Cremona.
Quote iscrizioni: Eso, gratuita Rag/Cad: 1 euro (fuori
Regione 2 euro) All/Jun/Pro/Sen/Mas: 1 euro (fuori Regione 2 euro). Per informazioni: 0373.200769 (S. Panzetti)
0373.238119 (P. Vailati).
a.g.
GOLF: la nebbia fa annullare una gara
T
ante gare anche nella nuova annata agonistica per il Golf Crema Resort. Oggi si disputa la prima tappa della ‘Passion Golf ’,
gara a 18 buche Stableford, semifinale e finale nazionale. Domani,
domenica 19 gennaio, invece, sarà la volta della prima tappa della
Ocean’s Cup, con finale mondiale.
Il calendario del 2014, che è come sempre ricco di manifestazioni nei fine settimana ma anche nei giorni feriali, è proseguito con
la disputa della prima tappa della ‘Nine Holes Golf Cup’, gara a 9
buche Stableford per due categorie e non classificati.
Nel Lordo la vittoria è andata allo specialista Antonio Maioli
del Golf Club Crema, che ha preceduto Fabrizio Borelli del Golf
Club Orsini, Romains Vainsteins del Golf Brianza Country Club.
Nella Prima categoria Netto, invece, il migliore è risultato Fabrizio Borelli.
A Marco Bordignon del Castellina Golf Club è infine andato il
successo nella Seconda categoria, nella quale ha avuto la meglio
su Alessandro Montagna del Golf Club Mirasole, Luca Picotti del
Golf Club Il Laghetto, Patrizio Cestariolo del Golf Club Salsomaggiore ed Edoardo Vailati del Golf Club Benessere.
A questa gara hanno partecipato 72 giocatori.
È stata invece annullata per la nebbia la prima tappa della ‘Golf
Crema Championship to Santo Domingo’, 18 buche Stableford
per categoria unica e nc, a coppie finale nazionale e mondiale.
Questa competizione verrà recuperata più avanti.
dr
Il Castelleone visto
da mister Tessadori
N
el girone “H” dominano le
lodigiane e la formazione cremasca messa meglio in classifica è
il Salvirola.
Poco dietro, il Castelleone (nella
foto, il campo “di casa”) di mister Riccardo Tessadori che nel girone d’andata ha raggiunto quota 20 punti.
Sicuramente i gialloblù saranno
chiamati a una bella rincorsa nel girone di ritorno per centrare l’obiettivo stagionale, ovvero il raggiungimento dei playoff. La classifica
corta permette ancora di rientrare
nella zona che conta, dopo una fase
ascendente che ha tradito le attese.
Analizziamo la prima parte della
stagione con mister Tessadori.
Decimo posto, con 6 vittorie,
2 pareggi e 7 sconfitte: i risultati
sperati non sono arrivati...
“Direi di no. Abbiamo fatto un
percorso un po’ sottotono per varie
vicissitudini. All’inizio siamo stati
condizionati da qualche infortunio
CALCIO 2A CATEGORIA
In casa Excelsior
c’è soddisfazione
“A
lla squadra non abbiamo
chiesto di vincere a ogni
costo, ma i risultati sono sotto gli
occhi di tutti. Ovviamente, siamo
molto soddisfatti!”. Il direttore
sportivo dell’Excelsior, Salvatore
Magrini, elogia i ragazzi, sempre
motivati, determinati, cresciuti
molto dopo un avvio di stagione
altalenante, anche se sono sempre
rimasti nei piani alti.
Il titolo di campione d’inverno
forse era inaspettato, ma sicuramente meritato.
“In estate i costi sono stati azzerati, dopo qualche investimento di
troppo effettuato l’anno precedente. Siamo però riusciti a formare
una squadra competitiva, perché
l’attaccamento alla maglia è stato
esemplare, anche i più bravi sono
rimasti a Vaiano”. In avvio di stagione qualcosa, evidentemente,
non ha funzionato e la società
ha deciso di cambiare mister, ha
chiamato Massimiliano Gnatta a
sostituire Monico, sebbene i gialloblù occupassero la seconda posizione di classifica.
Adesso l’Excelsior è la squadra favorita per il salto di categoria, che significherebbe ritorno
immediato in Prima...
“Troppo facile arrivare a questa
conclusione per i nostri avversari.
Meglio dire che vince l’Excelsior
anziché uscire allo scoperto. Per
noi, comunque, va bene così. I
ragazzi ci tengono, non voglio
nascondermi, però se conquistia-
omenica scorsa sul sintetico di Arzago la Luisiana ha ben figurato, ma a fine
match mister Luciano Ferla
(nella foto) non ha potuto evitare
la smorfia per gli infortuni occorsi a tre ragazzi, che potrebbero essere costretti a dare forfait alla ripresa del campionato
in calendario fra otto giorni.
Si sa, gli incidenti sono da
mettere nel conto, ma visto
come stava procedendo la preparazione, “si pensava che tutto potesse filare liscio sino alla
trasferta del 26 gennaio a Romano di Lombardia”.
Riepilogando, Bolzoni, difensore centrale, è fermo per
uno strappo al polpaccio e con
ogni probabilità dovrà restare a
riposo per un mesetto; l’esterno
sinistro Spadafora è out causa
distorsione, al pari del centrale
di centrocampo Dimitrio. In
precedenza s’era fermato De
Ponti (per uno strappo).
“Non ci voleva, ma la situazione venutasi a creare è questa e non si può fare altrimenti
–riflette il tecnico pandinese,
cui non mancano le alternative agli infortunati–. Il gruppo
visto all’opera ha confermato
di essere in salute, quindi da
qui alla ripresa del campionato
sarà nelle condizioni di esprimersi a buoni livelli”.
L’amichevole di Arzago è
stata decisa da un gol di Granata al 10’ del secondo tempo.
I nerazzurri hanno creato altre
occasioni sia nella prima frazione che nella ripresa, quando
sono stati impegnati severamente anche in difesa.
“Molto buono il lavoro del
pacchetto arretrato, ben supportato dal centrocampo, efficace nell’interdizione e lucido
nella fase di impostazione”, il
commento del mister.
Oggi pomeriggio la Luisiana è impegnata sul campo di
Izano nell’amichevole contro
il Salvirola allenato da Patrini,
che ha preso il posto di Cavalli. Se ad Arzago tra i pali ha
agito Miccoli, stavolta toccherà a Rusconi. A disposizione,
in caso di necessità, c’è anche
Ghirri, preparatore dei portieri, costretto a tornare fra i pali
prima della sosta per l’emergenza venutasi a creare.
el
ed è mancata la continuità nel poter schierare la stessa formazione.
Va detto, però, che sono mancate
anche un po’ di cattiveria agonistica
e di attenzione. Dobbiamo essere
realisti nel valutare questo aspetto e
cambiare marcia da subito”.
Cosa non ha funzionato nello
specifico?
“Abbiamo subìto troppi gol da
calcio piazzato, corner o punizioni.
Serve più attenzione in fase difensiva, ma anche in fase di finalizzazione abbiamo raccolto poco rispetto
a quanto prodotto. Cinque volte
abbiamo perso per 1 a 0, sbagliando diversi gol. Stiamo lavorando
su questi aspetti e i ragazzi stanno
rispondendo bene ai miei imput”.
Il giovane più interessante che
ha in rosa?
“Andrea Bianchessi, classe 1996,
che ha collezionato dieci presenze
all’andata. Un difensore che potrà
fare molto bene anche in futuro. In
Prima c’è l’obbligo di schierare atleti del 1991 e 1992, inserire un ’96
è un’ottima cosa. Comunque, in
squadra abbiamo anche altri ragazzi dello stesso anno e non manca
l’apporto della Juniores”.
Chi vincerà il campionato
2013-2014? Il vostro obiettivo è
rimasto lo stesso?
“Vincerà chi sarà più costante
nel girone di ritorno, considerando che la classifica è molto corta.
Il campionato è ancora lungo e
sarà molto avvincente. Montanaso
e Real Qcm sono le favorite per il
salto diretto in Promozione: sono
molto compatte e giocano bene a
calcio. Noi vogliamo classificarci
per i playoff che, a oggi, distano tre
punti. Non sarà facile, ma ci proveremo fino alla fine. Vogliamo recuperare il terreno perduto in graduatoria nella prima parte del torneo”.
La squadra cremasca che l’ha
impressionata di più?
“Tra le nostre, il potenziale maggiore ce l’ha l’Offanenghese allenata da Pedrini, che s’è ripresa nella
seconda parte dell’andata. Dal
mercato di riparazione sono poi
giunti segnali forti dal Real Pizzighettone, che s’è rinforzato molto
con l’ingaggio di quattro ottimi
giocatori”.
Il Castelleone ha operato nel
mercato di gennaio?
“Se ne sono andati Croce, attaccante, e Anelli, difensore. Si sono
invece uniti al gruppo Matteo Bellani, ex Codogno (Promozione) e
Bastianoni, centrocampista dell’Agnadellese”.
mo l’accesso ai playoff, va bene lo
stesso”.
Le prime quattro “parlano” la
stessa lingua, il cremasco. Sarà
così anche quando calerà il sipario sulla regular season?
“Il Fornovo ha le qualità per
tonare su, per obiettivi importanti.
La compagine bergamasca là davanti ha un certo Vinciguerra, dal
gol facile: firmava 30 gol in Eccellenza. È dell’83, quindi ha una
bella carta di identità. Lo conosco
molto bene e farà ancora parlare
di sé nel girone di ritorno”.
Che dire delle nostre?
“La Montodinese in questo
periodo ha perso Bastianoni (s’è
accasato al Castelleone), ma è
una squadra tosta, capace di qualsiasi risultato. Il Castelnuovo è lì
con noi, due punti sotto, che non
sono nulla, ma non sorprende.
In organico ha tutti ragazzi provenienti dalle giovanili del Pergo
e del Crema, gente di qualità per
intenderci, giocatori che, quando
collaboravo a Casale (campionato
di Eccellenza), li avrei voluti in organico”.
Anche la Scannabuese è lì...
“È ‘figlia’ del suo allenatore,
Carlo Sangiovanni, davvero tosto. Ha meno tecnica della for-
mazione guidata da Bettinelli (il
Castelnuovo, appunto), ma tutti
rendono al massimo proprio per
quanto ho appena detto”.
L’Excelsior ha un attacco di
categoria superiore, secondo parecchi addetti ai lavori.
“Vero, l’attacco incute paura,
ma tutti i reparti si equivalgono. Il
nostro reparto avanzato è il fiore
all’occhiello, ma col nuovo mister
abbiamo preso meno gol sia per
meriti della retroguardia, che del
centrocampo, davvero quadrato”.
Magrini si aspettava molto di
più dal Trescore, “reduce dai playoff conquistati la scorsa stagione”.
Il Romanengo, tra le favorite al salto, ha invece disputato
un’andata in chiaroscuro.
“In effetti, almeno contro di noi,
non ha brillato. Magari, col mio
amico Franco Ogliari in panca disputerà un bel girone di ritorno”.
Campionato aperto, dunque,
per il diesse dell’Exclesior, e non
solo per le prime quattro: “Insisto:
il Fornovo ha tutte le carte in regola per risalire. Noi siamo contenti,
ma non abbiamo chiesto ai ragazzi di vincere a ogni costo. Anche il
raggiungimento dei playoff sarebbe un bel risultato”.
Luca Guerini
El
Sport 43
SABATO 18 GENNAIO 2014
CICLISMO
È
stato diramato il calendario della prossima stagione agonistica del ciclismo per
quanto riguarda le gare nella
nostra provincia. Tante le conferme ma anche qualche dolorosissima rinuncia.
È notizia infatti della scorsa
settimana che il GP Liberazione cessa completamente
di esistere. La prestigiosa gara
femminile internazionale, un
vero e proprio mondiale di
primavera, organizzata per
quasi un trentennio dal GC
Arci Cremasco con l’arrivo
su viale Santa Maria già non
si era disputato nel 2013 per
mancanza di sponsor, ma vista la perdurante assenza di
fondi gli organizzatori hanno
a malincuore deciso di cancellare la kermesse.
Rimangono invece le gare
dei più giovani, a cominciare
dall’appuntamento del 6 aprile a Salvirola coi giovanissimi, mentre nella stessa data
si terrà una gara femminile
per esordienti, allieve e juniores nella Giornata Rosa a San
Bassano. Il 27 aprile a Soncino poi titolo regionale Minisprint per G1, G2 e G3, e il 25
maggio per le categorie G4,
G5 e G6, mentre la stagione
dei giovanissimi si chiuderà
il 21 settembre a Castelleone,
dopo tante corse organizzate
da UC Cremasca, Imbalplast
Soncino e Polisportiva Madignanese.
Il campionato provinciale
per esordienti è in programma per il 15 giugno nella corsa unica di Cremona, quello
degli allievi a Genivolta il 18
maggio e quella juniores a
Cremona il 21 aprile con la
Coppa Dondeo. Confermate
anche le corse di discipline
alternative alle normali corse
su strada, col Bracciale del
Cronomen il 17 maggio a
Romanengo a cura del Pedale Romanenghese e la gara di
Mountain Bike di Madignano
il 14 settembre.
tm
BASKET DNC
Erogasmet,
gara verità
di TOMMASO GIPPONI
G
ara verità domani pomeriggio per l’Erogasmet Crema, che alle 18 sarà di scena
al glorioso PalaRuggi di Imola per affrontare
la capolista Virtus, nella sfida in cui di fatto i
cremaschi si giocano la possibilità di continuare a lottare per il primato in graduatoria, che
quest’anno significa Promozione diretta in Divisione Nazionale B.
L’ultimo turno infatti ha visto Crema avvicinarsi alla vetta, grazie alla larga vittoria 7451 su Pisogne, e alla sconfitta degli imolesi a
Lissone, ora a 4 punti di distanza. Per sperare
però bisogna per forza vincere domani in terra
romagnola, e magari anche con uno scarto superiore alle nove lunghezze per ribaltare anche
il computo degli scontri diretti, decisivo in caso
di arrivo in parità. Gara ovviamente difficilissima, contro una squadra che pur senza punte
di talento assolute ha tanti buoni giocatori, che
hanno una chimica invidiabile. Il che è un po’
quello che è mancato finora all’Erogasmet, che
ha alternato picchi di eccellenza assoluta a rovinose cadute, mancando di quella continuità
che è fondamentale se si vuole primeggiare in
un torneo di 26 giornate.
C’è ancora tempo però, a patto che si vinca
domani a Imola. Sei punti di distacco, con anche gli scontri diretti sfavorevoli, paiono infatti
un margine difficilmente recuperabile anche
con 11 partite a disposizione. In caso di sconfitta, l’obiettivo diventerà quello di avere la posizione migliore nella griglia playoff. Crema vuole fortemente la vittoria, e si è preparata bene a
questo impegno.
Sabato scorso è arrivato un largo successo
contro Pisogne, al termine di una partita non
tecnicamente bellissima, ma comunque giocata
con grande determinazione.
Male nel primo e nell’ultimo periodo, i biancorossi hanno costruito il proprio successo con
due quarti centrali davvero esemplari. Nel secondo l’allungo lo ha firmato Paolo Colnago
BASKET C FEMM.: un altro ko dal Melzo
U
n’altra sconfitta per il Basket Femminile Crema, che penalizzato
dalle assenze è stato superato in casa per 44-54 dal Melzo. Cremasche comunque che sono state in gara per 30 minuti, riuscendo
anche a portarsi a condurre grazie a un’ottima Veronica Bertolli. Nel
periodo finale però Melzo ha preso il sopravvento. L’occasione di riscatto ora sul campo di un Sustinente che non è certo una corazzata.
Classifica: Idea Sport MI 16, Fanfulla Lodi 16; Brixia Brescia 14;
Don Colleoni 10, Fionda Bagnolo 10, Assisi Milano 10; Melzo 8, Sustinente 8; Futura Milano 6; Bf Crema 4, C.P. S.Donato 4; Vignate 0.
PROMOZIONE
Bilancio molto positivo per le cremasche di Promozione nel primo
turno dopo la sosta natalizia, con due belle e importanti vittorie. Sul
filo di lana quella della Banca dell’Adda , 63-62 contro la Floris in un
match al cardiopalmo. Cremonesi avanti per tutta la prima metà ma
poi bella rimonta dei rivoltani trascinati da un super Giosuè, autore
di 28 punti alla fine, capaci di operare il sorpasso nelle battute finali.
Gli ospiti poi avevano il tiro della vittoria ma lo fallivano regalando
alla Banca dell’Adda una vittoria importante. L’impresa di giornata
però è della Conad Offanengo, capace di superare in casa per 52-46 la
capolista Quistello fino a quel punto imbattuta. Gara dominata dalle
difese questa, che ha visto i cremaschi allungare in modo vincente nel
finale, grazie anche al grande rientro di Fabio Priori, subito top scorer
con 14 punti.
tm
VELA: il programma 2014, in dirittura d’arrivo
È
con 4 triple pressoché consecutive, mentre nel
terzo quarto i punti di Galiazzo, Anzivino e
Cardellini hanno permesso ai cremaschi di sfiorare il più 30, e di chiudere la questione con parecchi minuti d’anticipo.
L’ultimo periodo è stato davvero solo accademia, con molte seconde linee in campo da
entrambe le parti, un allenamento utile solo per
arrivare al finale di 74-51. Vittoria netta quindi, che ha dato grande morale a tutto il gruppo
dopo la pessima prestazione del turno precedente a Nerviano. Domani però bisognerà fare
ancora meglio, per far sì che questa trasferta romagnola risulti indimenticabile
Erogasmet Crema-Iseo Serrature 74-51 (1718; 46-27; 62-39
Erogasmet Crema: Denti 6 (3/9), Galiazzo
19 (2/2, 3/8), Tagliaferri (0/1), Anzivino 7
(2/3), Cardellini 12 (2/2, 2/4), Airini (0/1 da
tre), Bosio 6 (3/6, 0/2), Persico 6 (3/7), Degli
Agosti 5 (1/1, 1/3), Colnago 13 (0/5, 4/4). All.
Galli.
Risultati 1a di ritorno: C.Murri BO-MgKVis
Piadena 74-65; Cd Calolzioc.-Bk 2000RE 6361; Cocoon Lissone-Virtus Imola 99-89; Milanotre Bas.-Sml S.Lazzaro 90-83; P.BernareggioVirtus BG Terno 59-66; Erogasmet Crema-Iseo
Pisogne 74-51; Robur Saronno-Nervianese
67-5
Classifica: Virtus Imola 22, Virtus BG Terno 22; Milanotre Bas. 20; Robur Saronno 18,
Cocoon Lissone 18, Erogasmet Crema 18, C.
Murri BO 18; Nervianese 14; MgKVis 10, Sml
S.Lazzaro 10; Iseo Pisogne 8; Bk 2000 RE 6, P.
Bernareggio 6, Cd Calolziocorte 6.
Prossimo turno: Bk 2000 RE-Cocoon Lissone; MgKVis Piadena-P.Bernareggio; Iseo
Pisogne-Milanotre; Bas.; Nervianese-Cd Calolziocorte; Sml S.Lazzaro-C. Murri BO; Virtus
BG Terno-Robur Saronno; Virtus Imola-Erogasmet Crema
in fase di completamento il
programma attività per l’anno 2014 del circolo cremasco che
a breve verrà presentato a tutti i
soci, agli Istituti scolastici della
città e alla Federazione Italiana
Vela attraverso il proprio sito
www.associazionevelacrema.
com. Nel frattempo proseguono
il mercoledì sera le lezioni per
il conseguimento della Patente
Nautica per i 15 iscritti al corso
che sosterranno l’esame presso
la Capitaneria di Ravenna il 31
marzo mentre per gli Istruttori Federali del circolo si stanno concludendo, presso il moderno Centro Federale di Campione del Garda, i corsi di
aggiornamento dedicati alla loro costante crescita formativa.
Relativamente al Progetto “VelaScuola” hanno già aderito gli istituti
scolastici Pacioli, Racchetti e Da Vinci che tra aprile e maggio saranno
impegnati con lezioni teoriche in aula, l’utilizzo del simulatore Sailingmaker in palestra e a conclusione uscite di prove pratiche in barca presso la base nautica di Moniga del Garda. Particolare la conclusione del
progetto per la classe 4a B del Pacioli con una crociera di 5 giorni a fine
maggio per 14 studenti su una Goletta di 23 metri.
Un corso di marineria su una barca d’epoca in legno armata di 2 alberi
e bompresso, 2 rande auriche trinchetto e fiocco costruita nel 1944 dal
cantiere Russo di Messina.
E questo è solo un anticipo del fitto programma del circolo cremasco
che si dimostra ancora una volta tra le realtà più attive della provincia nel
promuovere lo sport della vela!
TRIBUNALE DI CREMONA (ex Crema)
ESTRATTO DI AVVISO DI VENDITA - 3° esperimento
Esecuzione Immobiliare nr. 155/2010 R.G.E. (reg. inc. 04/2013) G.E. Dr.
Benedetto Sieff - Professionista delegato Avv. Carlo de Blaw con studio
in Crema via C. Urbino , 54 (tel. 0373.83571 fax 0373.257667 e-mail: carlo.
[email protected]) Vendita senza incanto: 06/03/2014 ore 16.30 presso
lo studio del professionista delegato. Lotto unico: in Comune di Pandino
(CR), in ex casa cantoniera, abitazione al primo piano così organizzata: soggiorno-pranzo, cuoci vivande, disimpegno che conduce a due camere da
letto ed un bagno; cantina, ubicata in una parte del piano terreno di un
rustico accessorio e area cortilizia pertinenziale. Classe energetica G – Indice
di prestazione energetica 399,90 kWh/m2a. Prezzo Base: €50.400,00= (cinquantamilaquattrocento/00) offerte da depositare in bollo e busta chiusa
presso lo studio del professionista delegato in Crema via C. Urbino 54 entro
le ore 12.00 del 05/03/2014, con unito assegno circolare per cauzione pari
al 10% del prezzo offerto, intestato a “Tribunale di Crema - procedura esecutiva immobiliare nr. 155/2010 R.G.E.” Vendita all’incanto: 20/03/2014 ore
16.30 presso lo studio del professionista delegato, in Crema via C. Urbino,
54. Prezzo Base € 50.400,00= (cinquantamilaquattrocento/00) con offerte in aumento non inferiori ad €2.000,00. La domanda di partecipazione
all’incanto in bollo e busta chiusa dovrà essere depositata presso lo studio
del professionista delegato, in Crema via C. Urbino, 54 entro le ore 12,00
del 19/03/2014 con unito assegno circolare per cauzione pari al 10% del
prezzo base, come sopra intestato. Maggiori informazioni presso il professionista delegato e la Cancelleria delle esecuzioni immobiliari del Tribunale
dei Cremona. Ordinanza G.E., perizia e avviso di vendita consultabili in Cancelleria e pubblicati sui siti Internet www.astagiudiziaria.com, www.giustiziabrescia.it, www.tribunalecrema.it
Crema, 10/01/2014
Avv. Carlo de Blaw
Tribunale di Cremona - Estratto avviso di vendita - 2° esperimento
BASKET D: SimeComm, sconfitta netta (69-57)
S
confitta abbastanza netta per la SimeComm Ombriano sul campo
della capolista Lungavilla, pur dopo un primo tempo dove i rossoneri avevano giocato alla grande. “Un terzo quarto dominato dalla
capolista – dichiara il dirigente responsabile rossonero Vittorio Soldati
– e gettato al vento da noi (solo 5 punti all’attivo) ha compromesso la
già difficilissima trasferta pavese con Lungavilla che alla fine ha prevalso per 69-57. I rientri di Cerioli, Gialdini e Ghiretti hanno allungato
le rotazione di coach Malaraggia ma l’assenza di capitan Piloni ci ha
comunque costretti a tirare il collo ai pochi esterni presenti in roster;
ottimo il primo tempo, nonostante qualche canestro facile buttato per
leggerezza. Nella ripresa Lungavilla ha mostrato i muscoli pur senza
strafare, però una bella reazione, ci ha consentito di rientrare poco alla
volta fino al meno 4 del 38’. Due tiri liberi sbagliati (nota dolente della stagione finora) e una tripla sfortunata di Manenti rimbalzata fuori
canestro hanno consegnato la meritata vittoria alla capolista di coach
Cova, che ha chiuso con una tripla di Putignano”. L’occasione di riscatto ora col match interno con Casalmaggiore di domani alle 18 alla
Cremonesi di via Pandino.
tm
Lungavilla-SimeComm 69-57 (16-17; 29-30; 51-35)
SimeComm Ombriano: Broglia ne, Manenti 8, Cremaschi, Mapelli,
Baggi 3, Gialdini 14, Guercilena 2, Martinenghi 2, Boccalini 16, Ghiretti 2, Cerioli 10. All. Malaraggia.
Esec. Immob. n. 175/2010 RGE Trib. Crema (reg. incarichi n. 2/13)
G.E. dott. Benedetto Sieff
Professionista delegato: avv. Anita Brunazzi, con studio in Crema – via Borgo
S. Pietro, 4 – Vendita senza incanto: 4.3.2014 alle ore 15.00 presso lo studio
del delegato. Lotto unico: In Comune di Casale Cremasco-Vidolasco (CR)
– via Roma n. 36 – In complesso condominiale residenziale e commerciale,
nella palazzina posta in fregio alla via Roma: appartamento al II piano di quattro vani, oltre i servizi, con annesso vano ad uso cantina nonché proporzionale quota di comproprietà ex art. 1117 c.c. Dati catastali e confini come in atti.
Immobile non soggetto all’obbligo di certificazione energetica. L’unità immobiliare è abitata dall’ esecutato con la famiglia. Custode giudiziario: Istituto
Vendite Giudiziarie e all’Asta s.r.l – via Vittorio Veneto, 4 – Ripalta Cremasca
(CR) (tel. 0373/80250) – e-mail: [email protected] Prezzo base € 60.000,00. Offerte da presentare in bollo e in busta chiusa presso
lo studio del professionista delegato alla vendita (da lunedì a venerdì – sabato e festivi esclusi) entro le ore 12.00 del giorno non festivo precedente la
vendita, con unito assegno circolare non trasferibile per cauzione, pari al 10%
del prezzo offerto, intestato a: Proc. Esec. Immob.175/2010 RGE Trib. Crema.
Vendita con incanto: 19.3.2014 alle ore 15.00 nello studio dell’Avvocato
delegato. Prezzo base € 60.000,00 con offerte in aumento non inferiori ad
€ 2.000,00. La domanda di partecipazione all’incanto, in bollo e non in busta
chiusa, dovrà essere presentata come sopra indicato per la v.s.i., con unito
assegno circolare non trasferibile per cauzione di € 6.000,00, intestato come
sopra. Maggiori informazioni presso: professionista delegato avv. Anita
Brunazzi (tel. 0373/81407); custode giudiziario, anche per visionare l’immobile; Cancelleria Esec. Immob. Tribunale, anche relative alle generalità del debitore ex art.570 c.p.c.. Relazione di perizia e avviso di vendita con le modalità
di partecipazione alla vendita consultabili in Cancelleria e pubblicati sui siti
Internet www.astagiudiziaria.com e www.astegiudiziarie.it
avv. Anita Brunazzi
Basket A2: TecMar, una sconfitta di quelle che ‘ammazzano’ il morale
U
na sconfitta di quelle che ammazzano il
morale per la TecMar Crema, che domenica scorsa contro Ferrara aveva la partita in
mano, avanti di 4 a poco più di un minuto dal
termine, ma se l’è vista sfuggire in maniera
beffarda nel finale, per colpa della sfortuna,
ma anche sicuramente per tanta, troppa, indecisione da parte di tutti in casa biancoblù, in
campo come in panchina. Il finale 50-54. Fa
male perdere così, in una situazione già non
di certo rosea, in una striscia di stop che ora
è arrivata a quota sette. Una sconfitta che ha
emesso anche il primo verdetto. Crema nella
seconda fase prenderà parte alla Poule Retrocessione, un girone a sei squadre con gare di
andata e ritorno, al termine del quale le prime due saranno salve, e le rimanenti quattro
si giocheranno la permanenza nella categoria
tramite i playout. Fondamentale però è che
Crema affronterà nuovamente le due squadre
della sua Conference che la seguiranno in questo nuovo girone, e che conteranno i punti fatti
negli scontri diretti con queste. Questo è già un
motivo per non mollare. Stasera Caccialanza e
compagne faranno visita alla capolista Vigarano, in un match ininfluente per la classifica,
ma a cui si chiede alla TecMar di dimostrare
quanto meno orgoglio e determinazione, di
di Conti, e a una super Cerri da 12 e 14 rimbalzi è rimasta sempre in partita, ed è arrivata
al rush finale avanti di 4 grazie a un libero di
Conti. Gli ultimi secondi sono stati da incubo.
Prima un libero delle ferraresi, e poi la tripla
del pari, preceduta e seguita da due palle perse ‘sanguinosissime’ quanto ingenue da parte
delle biancoblù, che hanno lanciato le avversarie verso la vittoria. Gara da rimuovere soprattutto mentalmente al più presto. A breve
arriveranno le partite decisive della stagione, e
bisognerà avere tutt’altro atteggiamento.
tm
provare a giocarsela fino alla fine. Il match
decisivo invece sarà domenica prossima, quando alla Cremonesi nell’ultima giornata della
prima fase arriverà il Civitanova Marche, che
con tutta probabilità parteciperà come Crema
alla Poule Retrocessione. Per questo si tratta di
una gara da vincere visto che i due punti in palio saranno anche portati nella fase successiva.
Bisognerà mettere in campo un’altra determinazione rispetto alle ultime uscite, ma anche
un’altra lucidità. Crema con Ferrara ha difeso
alla grande, ma in attacco ha sprecato tanto, e
soprattutto spesso ha avuto paura, il che porta
a fare scelte sbagliate. Grazie al buon rientro
TecMar Crema-Bonfiglioli Ferrara 50-54
(13-13; 28-24; 36-35)
TecMar Crema: Conti 12 (0/1, 3/7), Zagni
4 (0/2, 1/1), Scarsi ne, Capoferri 7 (2/9, 1/7),
Giosuè ne, P. Caccialanza 7 (3/4, 0/8), Sforza
2 (0/2 da tre), Cerri 12 (5/6), S. Caccialanza
ne, Picotti 6 (3/8, 0/2). All. Visconti.
Classifica: Pall. Vigarano 16; Omc Broni
14; Bonfiglioli FE 12; Meccanica Nova BO
10; Ancona 10; FeBa Civitanova 6; TecMar
Crema 4.
Prossimo turno: Bonfiglioli Ferrara-Mecc.
Nova Bologna; FeBa Civitanova-Omc Broni;
Pall. Vigarano-TecMar Crema. Ancona a riposo.
GIORGIO ZUCCHELLI Direttore responsabile
Angelo Marazzi Coordinatore di direzione
IN REDAZIONE
Gian Battista Longari (redattore editoriale)
Bruno Tiberi (redattore editoriale)
Mara Zanotti (redattore editoriale)
Registrazione del Tribunale di Crema n. 18 del 02-01-1965
Direzione, redazione e amministrazione: via Goldaniga 2/A - 26013 Crema
Tel. 0373 256350 - Fax 0373 257136
Posta elettronica: [email protected]
C.C. postale 10.35.1260 - CCIAA Cremona 119560
Progetto grafico: Il Nuovo Torrazzo
Tipografia: Industria Grafica Editoriale Pizzorni, via Castelleone 152 Cremona Tel. 0372 471004 - 471008 Fax 0372 471175
Membro della FISC
Federazione Italiana
Settimanali Cattolici
Associato all’USPI
Unione Stampa
Periodica Italiana
Abbonamento 2014: anno euro 42, semestre euro 26
Pubblicità: uffici Il Nuovo Torrazzo via Goldaniga 2/A Crema Tel. 0373 256350
Fax 0373 257136 e-mail: [email protected]
www.ilnuovotorrazzo.it
U.P. Uggeri Pubblicità srl corso XX Settembre 18 Cremona Tel. 0372 20586 Fax
0372 26610 e-mail: [email protected] - sito: www.uggeripubblicita.it
Manoscritti e fotografie non richiesti dalla direzione, anche se non pubblicati, non vengono
restituiti. La direzione si riserva di condensare le lettere che a suo giudizio risultassero troppo
lunghe o di interesse non generale. La direzione si riserva il diritto di rifiutare insindacabilmente qualsiasi inserzione anche pubblicitaria non consona all’indirizzo del giornale.
44
SABATO 18 GENNAIO 2014
Supplemento gratuito n. 1
a Il Nuovo Torrazzo n. 3 di SABATO 18 GENNAIO 2014
POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE
D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46)
ART. 1, COMMA 1, DCB CREMONA
GIORNALE LOCALE ROC
11
LA VOCE DEL
SEMINARIO
19 GennaIo 2014
GIornata
dIocesana
del
semInarIo
Il nuoVo
tabernacolo
della caPPella
del semInarIo
Tel. 0373.23.43.08 - 64.97.71
Orari: da lunedì a venerdì 9.30 - 12.30 - 14.30 - 19.30 • Sabato: 9.30 - 19.30
La parola del Vescovo Oscar
GIOIA DEL VANGELO
GIOIA DEI DISCEPOLI
“La Chiesa non cresce per
proselitismo, ma per attrazione”:
considero questa affermazione di
papa Francesco, riportata nella
sua recentissima esortazione apostolica Evangelii Gaudium (n. 14),
come la spiegazione più convincente quando rifletto sui motivi
della scelta dei nostri seminaristi
di voler dedicare la propria vita
al servizio del Vangelo, una scelta
decisamente contro corrente,
non certo fondata su desideri
mondani di carriera o di autorealizzazione, ma sulla gioia di
aver riconosciuto il volto di Cristo
dentro una Comunità cristiana
attraente.
Oggi diventare prete, dentro
una società che ha perso ogni
considerazione sulla persona
del prete, è frutto di una libera
decisione, fondata non su criteri utilitaristici, ma per fede.
La crisi di vocazioni è, infatti,
fondamentalmente una crisi di
fede, ossia sul non credere che la
propria vita possa essere feconda
se affidata e condotta totalmente
da Dio e che la propria felicità
possa essere il frutto di una vita
interamente donata, come quella
di Gesù, al servizio del Regno.
La fragilità dei legami stabili,
caratteristica tipica della nostra
epoca, poi, impedisce l’assunzione di una responsabilità che deve
durare tutta una vita: da qui la
fatica dei giovani a rischiare una
scelta permanente, come è quella
del sacerdote. Inoltre, un clima di
sfiducia della Chiesa come isti-
tuzione non permette facilmente
ai giovani di pensarsi all’interno
di essa, eppure non si possono
dimenticare i tanti cristiani che
danno la vita per amore, in ogni
parte della terra soprattutto là
dove c’è maggiore povertà, anche
a rischio della vita.
Papa Francesco non manca
di sottolineare che spesso “in
molti luoghi dove scarseggiano
le vocazioni la causa è dovuta
all’assenza nelle comunità di un
fervore apostolico contagioso, per
cui esse non entusiasmano e non
suscitano attrattiva” (Evangelii
Gaudium, n. 107).
La nostra preghiera per le
vocazioni sacerdotali deve partire proprio da qui. Chiediamo
che lo Spirito Santo che agisce in
tutti noi per la grazia battesimale,
susciti in ciascuno un nuovo fervore apostolico, perché la gioia
del Vangelo riempia il cuore e la
vita, così da renderci disponibili a fare delle nostre parrocchie
l’ambito dell’ascolto della Parola,
del dialogo, del sostegno reciproco, dell’accoglienza, della carità
generosa verso tutti. Abbiamo
urgente bisogno di battezzati,
uomini e donne, che siano capaci
di viva comunione, di partecipazione attiva e responsabile, che
si orientino verso la missione,
capaci di offrire un nuovo impulso per arrivare a tutti, sia a
quanti frequentano regolarmente
la Comunità, sia a quanti non
sperimentano più la consolazione
della fede, sia, infine, a coloro
che non conoscono Gesù Cristo o
lo hanno sempre rifiutato.
Dentro questa atmosfera di
vita cristiana i giovani potranno
ancora pensare ad una scelta che
possa riempire di senso la propria
esistenza. Solo da una Comunità
attraente, dove la gioia riempie
la vita dei cristiani, si può pensare che possano nascere nuovi
discepoli-missionari, consapevoli
che il sacerdozio è un dono dell’
amore di Gesù per la Chiesa e
per il mondo.
Il vostro vescovo
+ Oscar
3
di don Gabriele rettore
“LA GIOIA DEL VANGELO
RIEMPIE IL CUORE E LA VITA
INTERA DI COLORO CHE
S’INCONTRANO CON GESÙ”
Papa Francesco, Evangelii Gaudium, n° 1
C
on l’Esortazione “La gioia
del Vangelo”, Papa Francesco ha espresso il suo grande
desiderio affinché la Chiesa nei
prossimi anni sia promotrice di
un’azione evangelizzatrice contrassegnata dalla gioia che il Vangelo
esprime e annuncia ad ogni uomo
ed a ogni donna in ricerca sincera
dell’incontro con il Signore Gesù.
La gioia di cui parla papa Bergoglio trova radice nel pensiero di s.
Ignazio di Loyola che la definisce
“consolazione spirituale” quella
“gioia interiore che stimola e attrae
alle realtà celesti della salvezza
dell’anima, dandole tranquillità e
pace nel suo Creatore e Signore“.
(Esercizi Spirituali, 316). Particolarmente profondo e toccante è il richiamo che il Santo Padre fa al n° 7
nella Evangelii Gaudium del testo
di papa Benedetto Deus caritas est:
“All’inizio dell’essere cristiano non
c’è una decisione etica o una grande idea, bensì l’incontro con un
avvenimento, con una Persona, che
dà alla vita un nuovo orizzonte, e
con ciò, la direzione decisiva”. Ne
consegue che questa gioia abbia
in sé le caratteristiche peculiari di
4
essere diffusiva, attraente, caratteristiche fondamentali nell’opera
di annuncio e missionarietà che la
Chiesa vive ed opera attraverso il
credente in Cristo. Ecco allora che
il Vangelo trova il suo nucleo che
dà “senso, bellezza e attrattiva”(EG
34).
Meister Eckhart, un mistico
domenicano tedesco afferma che
al cuore della vita di Dio vi sia
una incontenibile gioia: “Il Padre
sorride al Figlio e il Figlio sorride
al Padre, e il sorriso genera piacere
e il piacere genera gioia, e la gioia
genera amore”. (Sermone 18).
Madre Teresa di Calcutta definisce la gioia sposa dell’amore, con
la quale soltanto è possibile raggiungere le anime, poiché “dona di
più chi dona con gioia”.
A questo proposito, nell’ambito
formativo al sacerdozio, il tema
della gioia appare come fondante
la dinamica oblativa del dono e del
servizio di sé a Dio e al fratello.
Come il sorriso, la gioia consolatrice del vangelo si diffonde per
“contagio”, nella modalità in cui
essa viene vissuta e offerta da chi,
come il sacerdote, vive quotidianamente la letizia interiore dell’incontro con il Risorto.
Papa Francesco, rivolgendosi
nel luglio scorso ai seminaristi
e ai novizi, ha avuto espressioni
significative a riguardo di tutto
ciò. Parlando loro ha sottolineato
la necessità di vivere e diffondere
questa gioia:
“Non abbiate paura di mostrare
la gioia di aver risposto alla chiamata del Signore, alla sua scelta
di amore e di testimoniare il suo
Vangelo nel servizio alla Chiesa. E
la gioia, quella vera, è contagiosa;
contagia… fa andare avanti.”
Nelle semplici ma efficaci
parole del papa è espressa la forza
dinamica della vocazione che porta all’accoglienza del dono della
chiamata, alla bellezza del messaggio evangelico e di conseguenza alla condivisione con i fratelli
di questo annuncio che è gioia,
è consolazione , è realizzazione
di sé nella sequela a Cristo e nel
servizio al fratello.
È evidente allora che la persona, tutta la persona, in formazione
verso il sacerdozio è sollecitata a
vivere il proprio cammino educativo non nella tentazione di giustapporre la chiamata del Signore
al suo io presupponendo che
quest’ultimo sia già strutturato e
maturo a prescindere dalla grazia
della vocazione stessa.
Il paziente e per certi versi
faticoso percorso al sacerdozio
necessita di quella consapevolezza
umile e matura di essere come “la
creta nelle mani del vasaio”. La
sequela a Cristo chiede di interiorizzare e far propri e non imposti o
con “appartenenza parziale” quelli
che sono i valori evangelici della
povertà, della castità e dell’obbedienza.
Solo se la chiamata è vissuta
come dono e non come “cosa propria”, pur non negando la fatica
provocata dalle resistenze interne
presenti in ogni persona, è possibile realizzare il progetto che Dio
propone, acquisendo e vivendo
la vera gioia che non disdegna nè
allontana da sé il Cristo Crocifisso
ma lo assume come luogo di conversione e di crescita.
Concludo con le parole di padre Timothy Radcliffe rivolte ad un
gruppo di religiosi che mi paiono
più che mai appropriate come
esortazione per chi si sta preparando a divenire prete… e chi lo è
già:
“È la gioia che conferisce autorevolezza alla nostra predicazione.
Nessuno crederà ad un predicatore
triste, anche se porta buone notizie! È una gioia che ci spalanca gli
occhi ad un mondo di doni; è la
gioia che indica il Regno… dobbiamo prenderci cura della gioia
del nostro fratello!”.
Don Gabriele
5
LA VITA DEL PRETE?
UNA PROFONDA
“AMICIZIA” CON DIO
di don Alessandro, padre spirituale
D
i ogni sacerdote, Gesù afferma: “Questo
uomo è stato scelto da me come strumento per portare il mio nome davanti
ai non credenti e ai re” (At 9,5). Gesù si colloca sempre all’origine della chiamata di Paolo
l’apostolo e di ogni vocazione e missione sacerdotale. “Io ho scelto voi!” (Gv 15,16). Nello
stesso tempo, evidenzia e reclama il rapporto
Questa identità, decisa e realizzata dall’Alto,
è un dono che va accolto, compreso, custodito
e protetto con grande consapevolezza, gratitudine, meraviglia. Il tesoro nascosto, la perla
preziosa di questa intima essenziale identità (si
chiama ‘carattere sacerdotale’) è destinato a fiorire giorno dopo giorno, per portare abbondanti
frutti di vita.
L’impegno fondamentale della vita del sacerdote, infatti, è quello di essere un uomo di
Dio, un uomo vivo di Lui, per Lui, in Lui. Gli
uomini di tutti i tempi attendono questo. Cosa
serve al sacerdote la conquista del mondo intero se il molto “da fare” accompagna e giustifica
il suo distacco progressivo dal Dio personale e
vivente e ne proclama di fatto la inutilità? Nella
marcia verso la terra promessa, che rappresenta
la storia di tutta l’umanità e di ciascun uomo, il
sacerdote, scelto tra gli uomini, conduce i suoi
fratelli, al di là dei deserti umani, al gusto e al
possesso del divino soltanto se rimane in ascolto costante di Dio che gli parla “come un amico
parla a un amico” (Es 33,11).
Questa parola – amicizia – la raccogliamo
essenziale che lega il presbitero a Lui, Figlio con meraviglia dalla bocca del Signore: “Non
mandato dal Padre.
vi chiamo servi; io vi chiamo amici!” (Gv 15,
Il sacerdote non è un angelo, bensì un uomo. 15) ed è il programma di vita del sacerdote!
Un uomo chiamato e mandato.
La vita cristiana, la vita eterna non è altra cosa
Ciò che lo distingue, però, da tutti gli altri che questa amicizia, questa intima familiarità
uomini è l’essere stato scelto, dal Figlio di Dio, dell’uomo con il Padre. E la missione essenziaper infinito amore personale, in un patto di to- le del ministro di Dio (troppo diversa da quella
tale comunione, di essenziale appartenenza, del funzionario!) è quella di testimoniare e inper essere poi mandato a donare se stesso total- segnare con la vita la tenera e forte e quotidiana
mente, come Lui, ai fratelli nella fede e ai non amicizia tra creatura e Creatore. Non l’abbiamo appena celebrata nel mistero del Natale?
credenti.
6
LA PREGHIERA
per il seminario
SIGNORE MANDA OPERAI
NELLA TUA MESSE
Giornata diocesana del Seminario
Crema, 19 gennaio 2014
Ti presentiamo, Signore, i giovani presenti quest’anno nel nostro Seminario. Fa’ che vivano il tempo di preparazione al sacerdozio come uno speciale momento di grazia; imparino a seguire
Gesù come loro unico Maestro e Signore e si appassionino alla
causa del Vangelo, a servizio degli uomini del nostro tempo.
Ti raccomandiamo, Signore, gli educatori del nostro Seminario.
Rendili per i seminaristi autentici testimoni del Vangelo, sapienti
maestri di vita cristiana, uomini di ascolto e di comunione.
Ti affidiamo, Signore, le famiglie dei nostri seminaristi. Siano
felici di aver donato a Cristo e alla sua Chiesa un loro figlio. Fa’
che riconoscano la sua chiamata al sacerdozio come una grazia
che rende fecondo il loro Matrimonio cristiano.
Ti chiediamo, Signore, che tutta la nostra Comunità ecclesiale,
nei singoli componenti, abbia in grande stima il sacerdozio ministeriale e tutti sentano il dovere di favorire le vocazioni al sacerdozio perché assolutamente necessarie per il fiorire di tutte le
altre vocazioni cristiane.
Ti supplichiamo, Signore, manda nuovi operai nella tua messe!
Suscita nelle nostre Comunità parrocchiali e nelle associazioni
giovani generosi e pieni di coraggio, capaci di impegnare la propria vita a servizio del tuo popolo.
7
argilla nelle
nel giugno scorso, l’ordinazione
S
abato 15 giugno 2013 alle ore 21 nella
chiesa di San Bernardino in città, con
l’imposizione delle mani e l’invocazione dello Spirito, il nostro vescovo Oscar ha
consacrato prete don Andrea Rusconi del
nostro Seminario. Un momento toccante, di
intensissima carica emotiva, ma soprattutto
intriso di Grazia e di Spirito Santo!
È inevitabile che l’ordinazione di don Andrea, ci solleciti ad una riflessione più ampia
sul senso e significato del divenire ed essere
preti.
Il Cardinal Martini, in una sua riflessione
sul prete, lo indica come “icona attuale del
Signore Gesù, sacerdote, maestro e pastore
buono, che dà la vita per il gregge, che fonda ed edifica la Chiesa”.
Anche papa Francesco, in quella sua
ormai famosa espressione circa il prete
come colui che “ è pastore con l’odore delle
pecore”, rende potremmo dire anche attraverso i sensi la dimensione dell’essere preti:
l’invio alle “periferie”, là dove l’annuncio e
la testimonianza della speranza cristiana si
fa più urgente e necessaria.
Prete allora come colui che rende visibile,
palpabile e efficace l’amore pastorale di Cristo morto e risorto, attraverso una identificazione con il dono totale e incondizionato di
Lui per amore del Padre e dei fratelli. Paradossalmente una povertà che si fa ricchezza,
un annientamento che diventa senso profondo del proprio esistere e del proprio operare.
Potremmo dire in definitiva, un perdersi per
ritrovarsi nella pienezza della chiamata!
“Oracolo del Signore. Ecco, come l’argilla
è nelle mani del vasaio, così voi siete nelle
mie mani, casa di Israele.” Queste parole
del profeta Geremia rendono bene anche in
maniera plastica quella che è e deve essere
la modalità attraverso la quale colui che è
chiamato debba rispondere all’amore esigente di Dio: porsi nelle sue mani perché
egli possa darne forma. Non si tratta di un
8
mani del vasaio
sacerdotale di don Andrea rusconi
annullamento di sè o di un’umiliazione di
sorta, ma la bellezza di una libertà che si
abbandona a colui che la rende pienezza, la
rende amore.
È logico che una risposta di questo genere
comporti un’umanità solida, una spiritualità riconciliata, una conoscenza delle cose
della fede robusta e una carità pastorale che
non disdegni di porsi nella categoria del
seme che muore per germinare, per dare
frutto. Gli anni del Seminario sono indirizzati proprio a questo traguardo e il cammino educativo nella preparazione del futuro
presbitero pone su questi quattro punti la
centralità del suo agire e del suo operare.
Ritengo significativo a questo proposito
un richiamo alla bella figura di prete di don
Pino Puglisi, recentemente beatificato. Non
è giunto impreparato al martirio: la logica
del seme che deve morire per dare frutto è
stata per certi aspetti la prerogativa fondamentale del suo ministero sacerdotale. In un
suo scritto a tale proposito così egli si esprimeva:
“Il discepolo di Cristo è un testimone.
La testimonianza cristiana va incontro a
difficoltà, può diventare martirio. Il passo è
breve, anzi è proprio il martirio che dà valore alla testimonianza. Ricordate San Paolo:
“Desidero ardentemente persino morire per
essere con Cristo”. Ecco, questo desiderio
diventa desiderio di comunione che trascende persino la vita”.
Affidiamo al Signore i nostri presbiteri.
Innamorati di Cristo continuino a comunicare e testimoniare ai fratelli questo amore
totale e incondizionato. Ma preghiamo
anche perché altri giovani si lascino attrarre
dal mistero della Croce e della Risurrezione
per vivere la libertà e la gioia della chiamata
nell’annuncio della Parola che salva e nel
servizio a coloro che il Signore pone sul loro
cammino.
Don Gabriele
9
il nostro primo “ecc
D
omenica 8 dicembre 2013,
nella Solennità
dell’Immacolata
Concezione della Beata Vergine
Maria, nella chiesa
di San Bernardino
in Crema, i seminaristi Giovanni,
Nicholas e Francesco, davanti ai
loro Superiori, a
numerosi sacerdoti, ai familiari
e a tanti amici
che hanno voluto
essere loro vicini
con la preghiera o
con la semplice e
curiosa presenza,
hanno ufficialmente chiesto di essere
ammessi tra i
candidati al Sacerdozio. La Chiesa,
nella persona del
vescovo Oscar, ha
accettato le loro
richieste augurando: “Dio, che ha
iniziato in voi la
sua opera, la porti
a compimento!”.
Ha concelebrato il
rito anche il vescovo romeno della
Chiesa greco-cattolica mons. Virgil
Bercea. Al termine
della celebrazione un momento
di condivisione
è stato offerto al
Centro San Luigi
dall’Ufficio di Pastorale Giovanile.
10
Lo voglio. amen
S
ì, lo Voglio. È con questa semplice risposta che
si è svolto il rito di Ammissione agli ordini sacri.
Risposta tanto semplice quanto impegnativa. Infatti, è facile rispondere quando qualcuno ti chiama: “Eccomi, sono qua!”; “Dimmi pure, sono io”.
Di fatto, quando sei chiamato per nome davanti
ad una grande assemblea attorno al tuo Vescovo,
la voce si fa tremolante e l’emozione può prendere il sopravvento. La forza però non è da meno.
La chiamata dell’Ammissione infatti, è solo una
conseguenza di quell’altra “chiamata” più impegnativa, quella del Signore, con la quale abbiamo
dovuto e voluto misurarci tante volte, oserei dire
ogni giorno, soprattutto in questi tre anni di cammino in Seminario.
Forza e determinazione per proseguire il cammino verso il Sacerdozio, ed è proprio questo che
ci è stato chiesto subito dopo dal Vescovo: “In risposta alla Chiamata del Signore, volete portare a
termine la vostra preparazione per essere pronti
ad assumere nella Chiesa il ministero, che a suo
tempo vi sarà conferito per mezzo del Sacramento
dell’Ordine?”. Personalmente e con un’immensa
gioia nel cuore, ecco la risposta: “Sì, lo voglio!”. A
seguire, la seconda domanda del Vescovo: “Volete
impegnarvi nella formazione spirituale per divenire fedeli ministri di Cristo e del suo corpo che è la
Chiesa?”. E per la seconda volta: “Sì, lo voglio!”.
Sono questi gli impegni presi ed a questo siamo
chiamati a rispondere con la vita. Toccante è stato
anche il momento delle preghiere dei fedeli. Noi,
rivolti verso il Vescovo, sentivamo alle spalle l’assemblea che pregava e molte delle intenzioni di
preghiera erano per noi. Erano i nostri familiari,
amici e conoscenti a pregare in quella celebrazione che è stata carica di emozioni per tutti. Quello che fino a qualche anno fa poteva essere un
rito annuale che passava in sordina, oggi fa parte
dello “straordinario”, non per esaltare noi, ma
per rinnovare in ciascuno la certezza che anche
oggi il Signore chiama tutti a scelte importanti e
grandi; scelte che, nonostante l’andazzo di oggi,
sono “per sempre”, e realizzano e riempiono la
vita di una gioia grande. Una gioia del cuore, che
non è sinonimo di allegria o spensieratezza, ma
di profonda serenità radicata in un cuore credente e gonfio di speranza. Con l’“Amen” conclusivo
siamo tornati a sederci ai nostri posti, ma davvero
dentro di noi questa preghiera, che vuol dire “così
sia”, risuona ancora e ci accompagna nella prospettiva di una vita da donare a Dio e ai fratelli.
Nicholas
È
molto semplice il rito di Ammissione tra
i candidati agli Ordini Sacri, durante il
quale, l’8 dicembre scorso io, Nicholas e
Francesco siamo stati riconosciuti ufficialmente dal Vescovo e dalla nostra Chiesa
come giovani che sono in cammino per
essere un giorno consacrati sacerdoti. Il
cuore della celebrazione consiste in due
domande che lo stesso Vescovo ci ha posto
e a cui noi abbiamo risposto con il nostro sì,
in completa libertà e convinzione. La seconda di queste domande recita così: “ Volete
impegnarvi nella vostra formazione spirituale per prestare fedelmente il vostro servizio
a Cristo e al suo Corpo mistico che è la
Chiesa?”; rispondendo affermativamente,
quindi, ci siamo presi l’impegno di crescere
ogni giorno di più, non solo nella formazione culturale e intellettuale che è per l’esteriorità, ma nello stesso tempo in quella del
nostro spirito interiore, per essere totalmente
pronti a svolgere il Ministero sacerdotale, in
ogni parte della nostra personalità. Tuttavia,
questo aspetto rientra nel cammino formativo del Seminario ed è ritenuto sullo stesso
piano del cammino degli studi teologici
omi!”
non ho nulla da darti:
ti chiedo solo di dare la vita per gesù
S
ul finire della liturgia eucaristica in cui io, Giovanni e Nicholas siamo stati ammessi tra i
candidati all’ordine sacro, è intervenuto mons. Virgil, vescovo di Oradea in Romania, ospite di passaggio nella nostra diocesi. Le sue parole hanno completato la celebrazione dandole
una sfumatura particolare. In questi giorni di festa che seguono il Natale ho avuto la fortuna
di incontrare proprio un seminarista proveniente dalla sua diocesi, con il quale ho scambiato
qualche parola. Da lì il mio pensiero è così ritornato alle raccomandazioni di Virgil.
Quella sera ha voluto condividere con noi la sua esperienza di vita da seminarista e sacerdote durante gli anni del comunismo in Romania. Per anni ha studiato di nascosto, dopo le
ore lavorative. È stato ordinato sacerdote un giovedì, in una casa comune, clandestinamente
e all’insaputa di tutti. I suoi genitori hanno saputo solamente 9 anni dopo che era sacerdote,
perché non si preoccupassero dei pericoli che poteva correre nel caso venisse scoperto. Nella sua vicenda ha saputo vivere la gioia della semplicità e dell’essenzialità. Al momento della
sua ordinazione, il vescovo gli disse: «Non ho una parrocchia da affidarti e non ho nulla da
darti per celebrare la Santa Messa, ti chiedo solo di dare la vita per il Signore».
I tempi sono cambiati e le società sono diverse, ma ancora oggi allo stesso modo il divisore
cerca di eliminare quelle persone che vivono contro la sua logica dell’avere. Oggi il divisore
vuole convincere gli uomini che l’accumulo di beni sia l’unica soluzione per assicurarsi un
futuro certo; questa è la sua logica: accumulare per avere, io sono quello che possiedo. Tuttavia sono molte le persone che credono in qualcosa di più; tra queste ci siamo anche noi,
che abbiamo deciso di vivere contro questa logica, con l’obiettivo di crescere nell’essere, per
poi portarlo agli altri gratuitamente. La storia di Monsignor Virgil ci insegna che non si tratta
di possedere alcunché, ma di coltivare un essere, che ci renda pronti a dare la vita per gli
altri. Noi ci alleniamo ad essere noi stessi, sull’esempio di Gesù che è stato se stesso fino in
fondo: Lui era il Figlio di Dio. Coltivare l’essere come lo ha coltivato Gesù ci porta quindi ad
inserirci nel disegno di Dio e diventare quello che Lui ha pensato per noi, ovvero essere suoi
figli. Donare la vita di giorno in giorno a immagine di Gesù. Egli è stato luce per i ciechi, gioia
per gli afflitti, dono totale per i fratelli. Vogliamo essere come Gesù!
Francesco
impegno della formazione spirituale
e dell’esperienza pastorale, e perciò
l’abbiamo affrontato sin dall’inizio del
nostro percorso di Seminario. Quello
che ci viene chiesto ora, però, è di intensificare la nostra preparazione spirituale,
curando sempre di più la nostra interiorità, perché la spiritualità e la dimensione
intellettuale sono i due polmoni della
vita del prete e, se uno lavora meno
dell’altro, si finisce per affaticarsi e non
vivere in pieno il proprio servizio.
Per questo la crescita spirituale deve
andare di pari passo con quella umana e
intellettuale, e non può essere sminuita
soltanto perché è un aspetto interiore
che non è visibile dall’esterno; infatti,
nella vita del Seminario la componente
spirituale è presente in modo significativo nel corso della giornata: le meditazioni, personali o guidate, i confronti con il
Padre Spirituale e soprattutto la preghiera
e la celebrazione della Messa, che è il
motore che fa muovere ogni giorno i
nostri passi su quelli di Gesù. Per noi
questa maturazione spirituale, però,
era già iniziata da prima di decidere di
entrare in Seminario, come ha affermato
il Vescovo nell’omelia: “Nel succedersi
dei mesi e degli anni, dentro avvenimenti precisi e con persone che sono state
loro amorevolmente accanto, questi tre
giovani si sono progressivamente accorti
di essere amati dal Signore Gesù. Hanno
incominciato a guardarlo con simpatia
e con interesse; si sono appassionati alla
possibilità di mettersi alla sua sequela
nel servizio della Chiesa, si sono domandati se, realisticamente parlando, la
vocazione al ministero ordinato potesse
essere una scelta soddisfacente per la
loro esistenza di giovani del mondo di
oggi, anche se si presentava fin da subito
come un’avventura profondamente
esigente. Lo stupore di essere attratti dal
Signore, che li chiamava per nome, si è
fatto via via sempre più concreto, tanto
che, con una certa audacia, sfidando le
umane resistenze, proprie e altrui, hanno
osato rischiare per il Signore, affidando
il proprio futuro a Lui e alla sua Chiesa”.
E questo affidamento si è reso ancor più
noto e visibile quella sera della Solennità dell’Immacolata, quando abbiamo
espresso il nostro “Eccomi!” al Signore,
davanti a tutta la comunità diocesana,
come ha fatto Maria, docile alla Sua
volontà. E anche noi, come Maria che
meditava nel suo cuore il grande Mistero del disegno divino per lei, vogliamo
preparare il nostro spirito per arrivare a
pronunciare il nostro “eccomi” definitivo
al Signore che ci chiama, di cui quello
dell’Ammissione è stato il preludio. Le
parole del Vescovo Oscar ci riempiono
di fiducia e ci incoraggiano a proseguire
con slancio il nostro cammino, quando
dice: “Nel loro eccomi rivive tutta la
libertà dell’uomo che mette a disposizione di Dio e della sua Chiesa tutto ciò di
cui dispone al presente, attendendo con
speranza il domani di Dio”.
Giovanni
11
SEMINARIO: VIVERE IN COMUNITÀ
Esperienze
I
L
a comunità del Seminario è
formata da otto persone: il rettore, il padre spirituale, tre ragazzi in terza Teologia, il sottoscritto
in prima Teologia e due ragazzi
entrati quest’anno. Il tempo è
scandito da momenti di preghiera, di studio e di vita fraterna.
Nonostante possa sembrare
pesante dover vivere sempre con
le stesse persone tutto il giorno,
tutti i giorni, posso assicurare
che così non è.
Siamo tutti coscienti che ciò
che ci ha spinto ad essere lì è
il nostro desiderio di entrare
in profondità nel rapporto con
Cristo e in questo ci aiutiamo
vicendevolmente. Così la preghiera fin dal mattino, con orari
ben stabiliti, è un grande aiuto
perché uno è richiamato più volte durante il giorno a non perdere la meta del cammino. Anche
lo studio, non sempre facile, è
un richiamo a stare insieme per
aiutarsi e così è anche nelle varie
mansioni all’interno del Seminario. Sia lo sguardo degli educatori su di noi, sia il nostro tra di
noi, è uno sguardo di amicizia
fraterna, un’amicizia che non si
ferma alle battute, ma che desidera crescere insieme, guardare
tutte le nostre giornate con uno
12
sguardo cristiano che introduce
un’intensità diversa, in quanto
teso a ricercare continuamente
i segni della Sua presenza. Solo
a partire da questa posizione il
rapporto con i superiori non è
una cieca obbedienza ma una
figliolanza, e il rapporto tra di
noi non è una sopportazione
che prima o poi deve finire, ma
un richiamo continuo a tenere
aperti gli occhi. Tutto ciò non
toglie i momenti di divertimento,
che si alternano tra partite di
calcetto con altri seminaristi e
giochi e scherzi tra di noi.
Sicuramente vivere in comunità per me è un aiuto grande e
uno stimolo a vivere alla grande!
È bello che nonostante tutte le
difficoltà che possono sorgere si
ricomincia sempre, cercando di
camminare insieme per poter far
conoscere al mondo la bellezza
dell’essere di Gesù.
Come testimonia Rolando Rivi,
seminarista, martire a soli 14
anni, il grido più bello da mantenere è: “Io sono di Gesù!”.
Questo grido è valido per tutti,
sia grandi che piccoli, sia preti
che laici, perché tutti nella nostra
vita siamo chiamati a testimoniare che “io sono di Gesù!”
Piergiorgio Fiori
nserita nella proposta vocazionale
del CDV e del Seminario diocesano, l’animazione vocazionale per i
ragazzi delle medie e delle superiori ha ripreso il suo cammino con
una marcia in più e con un nuovo
responsabile, nominato dal vescovo Oscar, nella persona di don
Angelo Pedrini.
Ritornato da Roma, don Angelo,
in collaborazione con don Gabriele e don Alessandro, ha proposto
a livello diocesano due percorsi di
animazione vocazionale: il primo
per i ragazzi delle medie (chiamato Gruppo Samuele); il secondo
per quello delle superiori (Gruppo
Geremia). Queste iniziative, che si
svolgono in Seminario un sabato
e una domenica al mese, hanno
lo scopo di stimolare nei ragazzi
la domanda vocazionale “Signore, chi vuoi che io sia e cosa vuoi
che io faccia?” e intendono offrire
loro degli strumenti necessari per
rispondere con gioia, entusiasmo
e convinzione alla prima e fondamentale vocazione cristiana che è
la riscoperta e l’assunzione personale del nostro Battesimo.
Gli strumenti di cui sopra si è
accennato sono anzitutto:
• L’esperienza della preghiera cristiana (personale e comunitaria) e
la sua educazione (anche liturgica).
• L’accostamento alla Parola di
Dio, in particolare ai Vangeli.
• L’aiuto a costruire un semplice
ma preciso progetto di vita, che abbia come fondamento il dono di sé.
• Il sostegno all’esercizio del
discernimento vocazionale.
• Il dialogo con il sacerdote.
• La testimonianza di persone e
comunità che hanno fatto e realizzato una scelta vocazionale
specifica (pensiamo al don e ai
seminaristi, che i ragazzi incon-
vocazionali:
al via il “GRUPPO SAMUELE”
e il “GRUPPO GEREMIA”
I seminaristi
nei giardini
vaticani
durante
il pellegrinaggio
diocesano a Roma
del settembre
scorso
trano periodicamente, ma anche a
diverse esperienze di tipo familiare,
caritativo, contemplativo, solidale
che verranno presentate lungo il
cammino).
Tutto questo condito da un non
meno importante ingrediente della
vita comunitaria, nella quale c’è
ampio spazio anche per il divertimento e il gioco, e che ha la finalità
primaria di aiutare il ragazzo ad entrare in rapporto con i propri coetanei, a saper intessere delle relazioni
vere e sincere attraverso la capacità
di ascolto, di confronto, di rispetto
e di collaborazione con gli altri.
E’ anche per questo che abbiamo
scelto di proporre un tempo disteso
(due giorni) per vivere il tutto con
tranquillità e distensione.
Ad oggi diciassette ragazzi hanno
riposto positivamente all’invito fatto
da don Angelo e da alcuni parroci
a fare questo tipo di esperienza.
Essi provengono dalle parrocchie di
Casale Cremasco, Casaletto Vaprio,
Madignano, Moscazzano, Rovereto,
Salvirola, Trescore, Vaiano. Siccome
abbiamo iniziato da poco, la prossima volta daremo a loro la parola,
così li conoscerete direttamente!
Intanto li affidiamo alla preghiera di
tutta la diocesi e li mettiamo sotto
la protezione di Santa Maria della
Croce e del patrono del nostro Seminario, il Beato papa Giovanni.
A Maria e al papa del Concilio
chiediamo inoltre che nella nostra
Chiesa di Crema si sviluppi sempre più una “cultura vocazionale”
dove i giovani possano respirare
quella profonda verità, ribadita dal
papa emerito Benedetto XVI: “Gesù
non toglie niente, ma dona tutto!”.
Ai giovani delle nostre comunità
risuonino forte anche le parole
(che divennero il programma del
suo pontificato) del gigante della
fede, papa Giovanni Paolo II: “Non
abbiate paura! Aprite, spalancate le
porte a Cristo!”.
L’animazione vocazionale diocesana diventa così servizio alle
nuove generazioni: non più (se mai
lo è stato) padroni della vostra fede,
ma servitori e collaboratori della
vostra gioia (S. Paolo).
Un grazie sincero ai sacerdoti e
ai seminaristi che collaborano a
rendere significativo il progetto; alle
famiglie dei ragazzi per l’accompagnamento e la simpatia e a un
gruppetto di cuochi che si sono resi
disponibili a sfamare la nostra fame
(materiale)… per quella spirituale ci
pensa Dio, ed essendo fedele a ciò
che promette, non abbiamo nulla
da temere ma tutto da… mettere in
A.P.
gioco!
13
scelte
contro
corrente
UNA “RICETTA” SPECIALE
C
iao! Sono Cristofer Vailati della parrocchia
di Moscazzano , ho 19 anni e da settembre
sono stato accolto nella comunità del Seminario.
Questo cammino è iniziato insieme ad Alessandro
di Montodine con gioia e con qualche piccola
difficoltà. Ho frequentato l’istituto “Sraffa” nel
ramo alberghiero dove ho conseguito il diploma
di tecnico di ristorazione, ho trovato lavoro ma
ho realizzato che il Signore pensava per me una
“ricetta” di vita diversa da quella che m’aspettavo.
Frequentiamo gli studi teologici al Seminario
vescovile di Lodi dal lunedì al mercoledì, dove
noi di propedeutica rimaniamo insieme ai nuovi
entrati delle altre diocesi lì a dormire e formiamo
una comunità e abbiamo incontri con altre realtà
come quella del monastero di Bose.
Mentre dal giovedì al sabato viviamo nel Seminario di Crema dove abbiamo incontri di riflessioni, lectio divine, momenti di condivisione e di comunità. In questo viaggio ringrazio il Signore del
sostegno dei compagni, degli amici, dei superiori,
di don Bruno e della mia famiglia a loro modo.
Siamo stati chiamati non per essere superiori ma
per servire ed essere così partecipi del disegno di
Dio anche con le nostre imperfezioni.
Cristofer
Alessandro
USCIRE DAL “GREGGE”
C
iao! Sono Alessandro Vanelli, un
giovane di Montodine, che da
settembre è entrato a fare parte della
comunità del Seminario di Crema.
Ho frequentato l’Istituto “Pacioli”,
ramo geometra; dopo di che ho conseguito l’abilitazione alla professione
e trovato anche un lavoro, ma, nonostante le soddisfazioni, sentivo di non
essere pienamente convinto di quello
che stavo facendo.
Ho sentito che il Signore pensava
per me un altro tipo di progetto, non
un progetto cartaceo, da geometra,
ma un progetto molto impegnativo: la
prospettiva del sacerdozio!
Fin da piccolo mi è sempre piaciuto
fare il chierichetto, frequentare la chiesa e l’oratorio, partecipare agli incontri
di catechismo, fino a dare un servizio
all’oratorio e alla catechesi.
Ma pur essendo contento di “fare”,
tuttavia non sempre seguivo quello
che il Signore pensava per me. Spesso
14
Cristofer
ignoravo la sua voce e preferivo fare
altro, seguendo quello che facevano
tutti, dentro allo stesso “gregge”, perché uscire dal gregge spesso si viene
considerati degli “sfigati”.
Finalmente mi sono reso conto che
l’importante è sentirsi contenti di quello che si fa, perché seguire la mentalità
del “così fan tutti” si crede di essere
contenti perché non si viene emarginati, ma si finisce col vivere condizionati.
Nel mio cammino in seminario
sono accompagnato dagli educatori
don Gabriele e don Alessandro, da
Cristofer (Moscazzano), da Nicholas
(Scannabue), da Giovanni (Bagnolo
Cremasco.), da Francesco (Sergnano) e
da Piergiorgio (Crema).
La settimana si svolge così: lunedì,
martedì e mercoledì noi propedeutici,
alloggiamo e frequentiamo la scuola
nel Seminario di Lodi, mentre il giovedì, venerdì e la mattinata del sabato
siamo nel Seminario di Crema, dove
abbiamo incontri formativi, momenti
di preghiera e tempi di fraternità.
Ringrazio il Signore che mi ha donato persone speciali accanto, che mi
aiutano in questo cammino: l’esempio
dei miei familiari, che inizialmente
sono rimasti scossi, il sostegno del
mio parroco don Elio, don Carlo, i
miei amici e le tante persone che mi
vogliono bene.
A tutti chiedo di accompagnarmi
con l’affetto e la preghiera.
Ringrazio ancora il Signore per le
belle cose ricevute, con la promessa
di mettermi in gioco nel miglior modo
possibile.
“Tu sei nostro Padre; noi siamo
l’argilla; tu, colui che ci formi; e noi
siamo tutti opera delle tue mani” (Is
64, 8). Io e tutti dobbiamo essere
come argilla nelle mani del vasaio,
che è il Signore, plasmati dalla Sue
mani; Egli vuole fare della nostra
vita un capolavoro, allo stesso
modo del vasaio che modella l’argilla e ne forma vasi belli per farne
buon uso.
Alessandro
O.V.E.
OPERA
VOCAzIONI
ECCLESIASTICHE
D
a parecchi anni nella nostra Diocesi
il Seminario è affiancato e sostenuto
dall’O.V.E., l’Opera Vocazioni Ecclesiastiche. Il 7 ottobre 1951 il vescovo
Giuseppe Piazzi decretò la costituzione
di quest’opera e compose la prima preghiera “ufficiale” dell’associazione.
Primo obiettivo
LA PREGHIERA PER LE VOCAZIONI
Coloro che aderiscono all’O.V.E. si
impegnano personalmente a pregare
per i seminaristi, il Seminario e i sacerdoti della Diocesi, nella forma di una
breve invocazione quotidiana: “Vergine
Santissima, mamma di Gesù, dona alla
tua Chiesa numerosi e santi sacerdoti!”
recitata durante il Santo Rosario.
Sono diversi i gruppi parrocchiali
che partecipano anche all’adorazione
parrocchiale del secondo giovedì del
mese, specifica per le vocazioni.
Le animatrici invitano anche altre
persone a pregare per le vocazioni.
Per esempio, nella visita ai malati, agli
anziani e alle persone sole possono
chiedere di pregare insieme. Se è il
caso, si propone di offrire la preghiera
specificamente per un seminarista o per
un sacerdote anziano o in difficoltà.
Secondo obiettivo
FAVORIRE LA BENEFICENZA
PER LE NECESSITÀ DEL SEMINARIO
Nella nostra Diocesi ci sono due
giornate “speciali”, nelle quali si prega
e si può concretamente contribuire alle
necessità del Seminario: l’8 dicembre,
Solennità dell’Immacolata, patrona della
comunità e la Giornata del Seminario, solitamente la terza domenica di
gennaio. Soprattutto in quest’ultima
c’è l’obbligo in tutte le parrocchie di
raccogliere le offerte in tutte le Sante
Messe della giornata e destinarle per il
Seminario.
Le persone iscritte partecipano a
queste iniziative di carattere diocesano
e durante l’anno (nei momenti formativi
in Seminario, normalmente due, all’inizio e al termine dell’anno formativo)
secondo le modalità e le possibilità
di ciascuno. Rientra nell’ambito della
carità verso il Seminario il prezioso
servizio che alcune signore prestano in
forma totalmente gratuita, sotto forma di
collaborazione in alcuni momenti o per
servizi occasionali (come, ad esempio,
la lavanderia per la biancheria dell’altare e della Messa o la cucina nei giorni
degli incontri vocazionali dei ragazzi).
PercHÉ l’o.V.e. ?
Perché amici del presente
e del futuro della Chiesa
Gli iscritti all’O.V.E. amano la Chiesa
come madre, perché li ha generati alla
fede; come dimora, perché si sentono
a casa loro là dove si radunano per lo
spezzare del pane e per vivere la carità;
e, come popolo in cammino, si animano a sfidare il tempo e il deserto per
andare incontro al Signore.
Amano il Seminario, perché desiderano l’aiuto dei preti per sé, per i loro
figli e nipoti e per ogni persona; perché
ci siano uomini di Dio a guidare i passi
di chi cerca il Signore; ed infine perché
nel Seminario si sentono accolti come
a “casa loro”. Perciò pregano perché
i chiamati al ministero siano lieti e
pronti a dire il Sì a Dio che li manda ad
annunciare il Vangelo di salvezza e ad
amministrare i Sacramenti.
Perché amici dei seminaristi
Gli iscritti all’O.V.E. accompagnano e seguono con affettuosa premura i
seminaristi, si lasciano contagiare dalla
speranza, dalla riconoscenza e dalla
gioia con cui questi giovani si preparano a diventare preti, ne incoraggiano il
cammino con la preghiera, l’amicizia e
la generosità.
Perché amici della cultura
e della buona qualità della vita
Gli iscritti all’O.V.E. apprezzano
il valore che il Seminario rappresenta
per la società e la comunità cristiana:
il suo originale progetto educativo, la
sua scuola (lo Studio Teologico Riunito), il tesoro della storica biblioteca ora
confluita nella biblioteca diocesana, la
lungimiranza dei Vescovi che l’hanno
sempre sostenuto, la schiera riconoscente dei sacerdoti che riconoscono il dono
che questa associazione è stato per la
loro formazione.
Per informazioni e iscrizioni ci si
può rivolgere alla Segreteria dell’O.V.E.
presso il Centro diocesano di Spiritualità (referente: Carolina Maggi, telefono
0373 257 128).
15
abbIamo InterVIstato
due GruPPI dI cHIerIcHettI
Per FarcI raccontare
la loro bella esPerIenZa
SERGNANO
• Quanti siete nel gruppo?
Siamo tra i 15 e i 20. Attualmente siamo: Andrea,
Federica, Sara, Martina, Ilaria, Riccardo, Giovanni, Federica, Vittoria, Elisa, Sonia, Tommaso, Laura, Deborah
e Federica.
• Chi vi segue?
Io, Giorgio, sono il responsabile dei 15-20 ministranti
16
della parrocchia di Sergnano, questo bellissimo incarico mi è stato affidato da Don Francesco 4 anni fa e fino
ad oggi mi ha entusiasmato a tal punto che il gruppo
ministranti è diventato una bella realtà viva e dinamica
che assieme al servizio liturgico nella nostra parrocchia, svolge anche gite formative (visita alla fabbrica
d’organi Tamburini, a diversi musei scientifici e di arte
sacra) con lo scopo di accrescere e saldare le amicizie
di questo gruppo che per sua natura coinvolge ragazzi
e ragazze dalla III elementare alla III media.
• Fate incontri formativi?
Per i Nuovi Ministranti gli incontri formativi sono
ogni due mesi, al termine dell’anno di formazione
sostengono un esame scritto per diventare veri e propri ministranti con la celebrazione del mandato e la
vestizione. I ministranti del Gruppo Intermedio partecipano ogni mese ad un incontro con Giorgio e Riccardo. Il Gruppo Avanzato è composto da chierichetti che
hanno alle spalle 2 o più anni di servizio. Anche a loro
è chiesta una partecipazione mensile agli incontri di
formazione.
Gli argomenti cambiano con il passaggio da un
anno con l’altro. Durante il primo anno viene mostrata la figura del ministrante, il ruolo e le sue competenze. Nel secondo anno, gli intermedi compiono
un viaggio alla scoperta delle chiese locali, fra arte,
storia e tradizione. Ci si confronta anche su quello
che il magistero della Chiesa dice riguardo ai chie-
ANGOLO
cHIerIcHettI,
richetti. Nei corsi avanzati si approfondisce
la celebrazione eucaristica e le altre celebrazioni liturgiche: la liturgia delle ore, la
via crucis e il rosario. Sono inclusi anche
incontri per sensibilizzare alla carità.
• Vi piace fare il chierichetto?
Certamente, è bello stare in questo gruppo. Insieme prestiamo il servizio all’altare
ma condividiamo anche tanti momenti di
divertimento sia agli incontri che durante le
gite.
• Cosa suggerite a chi non fa il chierichetto?
Partecipare al gruppo dei chierichetti
può essere un modo per partecipare meglio
alla Santa messa e riscoprirne il significato.
Inoltre avvicina molto all’ambiente della
parrocchia, che rimane sempre al centro
della vita del nostro paese. Ve lo consigliamo.
Esperienza decennale nella realizzazione
di viaggi personalizzati:
individuali, aziendali e gruppi.
Bravo-Net Point.
Partner dei principali Tour Operator Italiani.
Emissione diretta di biglietteria aerea,
linea e low cost, marittima.
Idee regalo Boscolo GIFT - Liste nozze
Speciale gennaio 2 x 1
Sharm el Sheikh
paghi 1 prezzo e parti 2
27/1 da Bergamo
Sharm El Sheikh Marriot Red Sea Res. 5* S.A.i
GiòPartyCLUB.it
oppure
Marsa Alam - El Quseir
paghi 1 prezzo e parti 2
27/1 da Bergamo
P. Friends Resta Reef Resort 4* Ai
GiòPartyCLUB.it
oppure
P. Club Shoni BAy 4* sup. Ai - GiòPartyCLUB.it
P. Club Regency Plaza Aqua Park & Spa R. 5* S.Ai
Club Regency: nuovo club Turchese capo villaggio
e cuoco italiani - GiòPartyCLUB.it
€ 709,00* - 7 notti
€ 830,00*
Lanzarote
Agenzia Viaggi Autorizzata
paghi 1 prezzo e parti 2
26 e 29/1 da Bergamo
Vik San Antonio Paradise Friends 4*
7 notti
pensione completa
1/2 di acqua + 1/2 di vino
€ 1.276,00*
*Quota di iscrizione,
visto e tasse esclusi
Via Crispi 5/C (zona Campo di Marte) CREMA • Tel. 0373 267504
www.4point-travel.it
[email protected]
[email protected]
RAGAzzI
cHe PassIone
MONTODINE
• Quanti siete nel gruppo?
Ciao, noi siamo Adriano, Michele, Samuele,
Matteo, Mathias, Riccardo, Massimo, Gabriele,
Davide, Giulia e Marina: il gruppo chierichetti
della Parrocchia S. Maria Maddalena Penitente,
in Montodine.
• Chi vi segue?
Prima è stato il seminarista Nicholas che si è
impegnato molto a formare il nostro gruppo.
E lo ringraziamo. Ora invece siamo seguiti dal
seminarista Alessandro.
• Fate incontri formativi?
Sì. Un paio di volte all’anno, il ritiro di una
giornata. Il primo si è svolto a settembre presso il
santuario della Madonna delle Grazie in Crema:
preghiera, pranzo, incontro e gioco insieme.
Inoltre ci troviamo in occasione di celebrazioni
Rag.
ETTORE FERRARI
Family Banker
delle grandi festività per capire un po’ di più le
cose da fare e per prepararci.
Anche ogni domenica, prima della messa, ci
troviamo in sacrestia per suddividerci i vari servizi, cercando di alternarci ogni domenica, così
tutti imparano a fare tutto.
• Vi piace fare il chierichetto?
Fare il chierichetto ci piace molto: è bello servire all’altare, aiutare il prete; ci sentiamo anche
più grandi e ci aiuta a seguire meglio la messa,
anche se spesso siamo distratti e ridiamo con il
vicino.
• Cosa suggerite a chi non fa il chierichetto?
Con la nostra presenza vogliamo essere di
esempio a tanti nostri amici che non fanno il
chierichetto e aiutarli a volere bene a Gesù.
Ass. nazionale per la
tutela della casa e
dei consumatori
CONFEDERAZIONE PICCOLA PROPRIETÀ IMMOBILIARE
CONFEDERAZIONE PICCOLA
PROPRIETA’ IMMOBILIARE
• Assistenza locazioni e vendite
Da oltre 23 anni al servizio
dei risparmiatori con onestà,
competenza e professionalità
• Gestione affitti
• Consulenze e aggiornamenti nuove normative
• Assistenza legale e notarile
• Attestati Certificazioni Energetiche
• Amministrazione piccole unità immobiliari
• Assistenza fiscale
• Consulenze finanziarie e assicurative
❐ Se hai un immobile di tua proprietà
❐ Se vuoi difendere i diritti della tua proprietà
GRUPPO BANCARIO MEDIOLANUM
Cell. 348 3051224
e-mail: [email protected]
Iscr. Albo Prom. Fin. N° 6561
❐ Se vuoi gestire al meglio la tua proprietà
CONFAPPI È LA TUA ASSOCIAZIONE!
SEDE PROVINCIALE DI CREMONA
Via Santa Chiara n. 9 - 26013 Crema (Cr)
Tel. 0373/86453 - Tel./Fax 0373/226171
e-mail: [email protected]
17
IL TESTIMONE • IL TESTIMONE •
DON PUGLISI:
MARIA MARTINI
UNA VITA
PER L’UOMO
E LA PAROLA
D
on Giuseppe Puglisi nasce nella borgata palermitana di Brancaccio, cortile Faraone numero 8, il 15
settembre 1937, figlio di un calzolaio, Carmelo, e di una
sarta, Giuseppa Fana, e viene ucciso dalla mafia nella
stessa borgata il 15 settembre 1993, giorno del suo 56°
compleanno.
Entra nel Seminario diocesano di Palermo nel 1953 e
viene ordinato sacerdote dal cardinale Ernesto Ruffini il
2 luglio 1960 nella chiesa-santuario della Madonna dei
Rimedi. Nel 1961 viene nominato vicario cooperatore
presso la parrocchia del SS.mo Salvatore nella borgata di
Settecannoli, limitrofa a Brancaccio. Inizia anche l’insegnamento della religione cattolica presso alcune scuole
statali. Nel 1967 è nominato cappellano presso l’istituto
per orfani “Roosevelt” all’Addaura e vicario presso la
parrocchia Maria Santissima Assunta a Valdesi. Nel 1969
è vicerettore del seminario arcivescovile minore. Sin da
questi primi anni segue in particolare modo i giovani e
si interessa delle problematiche sociali dei quartieri più
emarginati della città. Segue con attenzione i lavori del
Concilio Vaticano II e ne diffonde subito i documenti
tra i fedeli, con speciale riguardo al rinnovamento della
liturgia, al ruolo dei laici, ai valori dell’ecumenismo e
delle chiese locali. Il suo desiderio fu sempre quello
di incarnare l’annunzio di Gesù Cristo nel territorio,
assumendone quindi tutti i problemi per farli propri della
comunità cristiana.
Il primo ottobre 1970 viene nominato parroco di
Godrano, un piccolo paese in provincia di Palermo segnato da una sanguinosa faida - dove rimane fino al 31
luglio 1978, riuscendo a riconciliare le famiglie dilaniate
dalla violenza con la forza del perdono. In questi anni
segue pure le battaglie sociali di un’altra zona degradata
della periferia orientale della città, lo “Scaricatore”, in
collaborazione con il centro della zona dei Decollati
gestito dalle Assistenti sociali missionarie. Il 9 agosto
1978 è nominato pro-rettore del Seminario minore di
Palermo e il 24 novembre dell’anno seguente è scelto
dall’arcivescovo Salvatore Pappalardo come direttore del
Centro diocesano vocazioni. Il 24 ottobre 1980 è nominato vice delegato regionale del Centro vocazioni e dal
18
5 febbraio 1986 è direttore del Centro regionale vocazioni e membro del Consiglio nazionale. Agli studenti e ai
giovani del Centro diocesano vocazioni ha dedicato con
passione lunghi anni realizzando, attraverso una serie
di “campi scuola”, un percorso formativo esemplare dal
punto di vista pedagogico e cristiano. A Palermo e in
Sicilia è stato tra gli animatori di numerosi movimenti tra
cui: Presenza del Vangelo, Azione cattolica, Fuci, Equipes
Notre Dame, Camminare insieme. Dal maggio del 1990
svolge il suo ministero sacerdotale anche presso la “Casa
Madonna dell’Accoglienza” a Boccadifalco, dell’Opera
pia Cardinale Ruffini, in favore di giovani donne e ragazze-madri in difficoltà. Il 29 settembre 1990 viene nominato parroco a San Gaetano, a Brancaccio, e dall’ottobre
del 1992 assume anche l’incarico di direttore spirituale
del corso propedeutico presso il Seminario arcivescovile
di Palermo. Il 29 gennaio 1993 inaugura a Brancaccio il
centro “Padre Nostro”, che diventa il punto di riferimento per i giovani e le famiglie del quartiere. Collabora con
i laici della zona dell’Associazione Intercondominiale
per rivendicare i diritti civili della borgata, denunciando
collusioni e malaffari e subendo minacce e intimidazioni. Viene ucciso sotto casa, in piazzale Anita Garibaldi 5,
il giorno del compleanno, 15 settembre 1993.
Nel dicembre ’98, a cinque anni dal delitto, il Cardinale Salvatore De Giorgi ha insediato il Tribunale ecclesiastico diocesano per il riconoscimento del martirio.
A giugno del 2012 la Congregazione ha dato l’assenso
finale alla promulgazione del decreto per il riconoscimento del martirio di don Puglisi.
Il 25 maggio 2013, sul prato del Foro Italico di Palermo, davanti ad una folla di circa centomila fedeli, è stato
proclamato beato.
• IL TESTIMONE • IL TESTIMONE
Alcune riflessioni di don Pino Puglisi
Il Signore sa aspettare
Nessun uomo è lontano dal Signore.
Il Signore ama la
libertà, non impone il suo amore. Non forza il cuore di
nessuno di noi.
Ogni cuore ha i suoi tempi, che neppure
noi riusciamo a comprendere.
Lui bussa e sta alla porta.
Quando il cuore è pronto si aprirà.
Il senso della vita
Ognuno di noi sente dentro di sé una inclinazione,
un carisma.
Un progetto che rende ogni uomo unico e
irripetibile.
Questa chiamata, questa vocazione è il segno
dello Spirito Santo in noi.
Solo ascoltare questa voce può
dare senso alla nostra vita.
Come le tessere di un mosaico
Pensiamo a quel ritratto di Gesù raffigurato nel Duomo di Monreale.
Ciascuno di noi è come una tessera di
questo grande mosaico.
Quindi tutti quanti dobbiamo
capire qual è il nostro posto e aiutare gli altri a capire
qual è il proprio, perché si formi l’unico volto del Cristo.
Dio ci dà forza
L’amore per Dio
purifica e libera
Ciò non vuol dire che veniamo spersonalizzati ma,
anzi, la nostra personalità viene esaltata e potenziata,
cioè viene data una nuova potenzialità alle nostre facoltà
naturali, alla nostra intelligenza. Viene data una luce
nuova alla nostra volontà.
Le parole e i fatti
È importante parlare di mafia, soprattutto nelle scuole,
per combattere contro la mentalità mafiosa, che è poi
qualunque ideologia disposta a svendere la dignità
dell’uomo per soldi.
Non ci si fermi però ai cortei, alle
denunce, alle proteste.
Tutte queste iniziative hanno
valore ma, se ci si ferma a questo livello, sono soltanto
parole.
E le parole devono essere confermate dai fatti.
Ho fatto del mio meglio
Bisogna cercare di seguire la nostra vocazione, il
nostro progetto d’amore.
Ma non possiamo mai considerarci seduti al capolinea, già arrivati. Si riparte ogni volta.
Dobbiamo avere umiltà, coscienza di avere accolto
l’invito del Signore, camminare, poi presentare quanto è
stato costruito per poter dire: sì, ho fatto del mio meglio.
Se ognuno fa qualcosa
Le nostre iniziative e quelle dei volontari devono
essere un segno.
Non è qualcosa che può trasformare
Brancaccio.
Questa è un’illusione che non possiamo
permetterci.
È soltanto un segno per fornire altri modelli,
soprattutto ai giovani.
Lo facciamo per poter dire: dato
che non c’è niente, noi vogliamo rimboccarci le maniche
e costruire qualche cosa.
E se ognuno fa qualche cosa,
allora si può fare molto...
La testimonianza che diventa martirio
Il discepolo di Cristo è un testimone.
La testimonianza cristiana va incontro a difficoltà, può diventare
martirio.
Il passo è breve, anzi è proprio il martirio
che dà valore alla testimonianza.
Ricordate San Paolo:
“Desidero ardentemente persino morire per essere con
Cristo”.
Ecco, questo desiderio diventa desiderio di
comunione che trascende persino la vita.
19
dai fioretti di san francesco
LA PERFETTA LETIZIA
A
20
vvenne un tempo che, san Francesco d’Assisi e frate
Leone andando da Perugia a Santa Maria degli Angeli, il santo frate spiegasse al suo compagno di viaggio
cosa fosse la “perfetta letizia”.
Era una giornata d’inverno e faceva molto freddo e
c’era pure un forte vento tanto che procedevano camminando l’uno innanzi all’altro e, mentre frate Leone stava
avanti, frate Francesco chiamandolo diceva: frate Leone,
se avvenisse, a Dio piacendo, che i frati minori dovunque
si rechino dessero grande esempio di santità e di laboriosità, annota e scrivi che questa non è perfetta letizia.
Andando più avanti San Francesco chiamandolo per la seconda volta gli diceva: O frate Leone, anche se un frate minore dia
la vista ai ciechi, faccia raddrizzare gli storpi, scacci i demoni,
dia l’udito ai sordi, fa camminare
i paralitici, dia la parola ai muti,
e addirittura fa resuscitare i morti
di quattro giorni; scrivi che non è
in queste cose che sta la perfetta
letizia.
E ancora andando per un poco
san Francesco grida chiamandolo: O frate Leone, se un frate
minore parlasse tutte le lingue e
conoscesse tutte le scritture e le
scienze, e sapesse prevedere e
rivelare non solo il futuro ma anche i segreti più intimi degli uomini; annota che non è qui la perfetta letizia.
E andando ancora più avanti san Francesco chiamando forte diceva: O frate Leone pecorella di Dio, anche se
il frate minore parlasse la lingua degli angeli, conoscesse tutti i misteri delle stelle, tutte le virtù delle erbe, che
gli fossero rivelati tutti i tesori della terra, e tutte le virtù
degli uccelli, dei pesci, delle pietre, delle acque; scrivi,
non è qui la perfetta letizia.
E andando più avanti dopo un po’ san Francesco chiamava il suo compagno di viaggio: O frate Leone, anche
se i frati minori sapessero predicare talmente bene da
convertire tutti i non credenti alla fede di Cristo; scrivi
non è questa la perfetta letizia.
E così andando per diversi chilometri quando, con
grande ammirazione frate Leone domandò: Padre ti prego per l’amor di Dio, dimmi dov’è la perfetta letizia. E
san Francesco rispose: quando saremo arrivati a Santa
Maria degli Angeli e saremo bagnati per la pioggia, infreddoliti per la neve, sporchi per il fango e affamati per
il lungo viaggio busseremo alla porta del convento. E il
frate portinaio chiederà: chi siete voi? E noi risponderemo: siamo due dei vostri frati. E Lui non riconoscendoci,
dirà che siamo due impostori, gente che ruba l’elemosina ai poveri, non ci aprirà lasciandoci fuori al freddo
della neve, alla pioggia e alla fame mentre si fa notte.
Allora se noi a tanta ingiustizia e crudeltà sopporteremo con pazienza e umiltà senza parlar male del nostro
confratello, anzi penseremo che egli ci conosca ma che
il Signore vuole tutto questo per metterci alla prova, allora frate Leone scrivi che questa è perfetta letizia. E se
noi perché afflitti, continueremo
a bussare e il frate portinaio adirato uscirà e ci tratterà come dei
gaglioffi importuni, vili e ladri, ci
spingerà e ci sgriderà dicendoci:
andate via, fatevi ospitare da altri
perché qui non mangerete né vi
faremo dormire. Se a tutto questo
noi sopporteremo con pazienza, allegria e buon umore, allora
caro frate Leone scrivi che questa
è perfetta letizia.
E se noi costretti dalla fame,
dal freddo e dalla notte, continuassimo a bussare piangendo
e pregando per l’amore del nostro Dio il frate portinaio perché
ci faccia entrare. E questi furioso
per cotanta molesta insistenza si
riprometterebbe di darci una sonora lezione, anzi uscendo con un grosso e nodoso bastone ci piglierebbe dal cappuccio e dopo averci fatto
rotolare in mezzo alla neve, ci bastonerebbe facendoci
sentire uno a uno i singoli nodi. Se noi subiremo con
pazienza e allegria pensando alle pene del Cristo benedetto e che solo per suo amore bisogna sopportare, caro
frate Leone, annota che sta in questo la perfetta letizia.
Ascolta infine la conclusione, frate Leone: fra tutte le
grazie dello Spirito Santo e doni che Dio concede ai suoi
fedeli, c’è quella di superarsi proprio per l’amore di Dio
per subire ingiustizie, disagi e dolori ma non possiamo
vantarci e glorificarci per avere sopportato codeste miserie e privazioni perché questi meriti vengono da Dio.
Infatti le sacre scritture dicono: cosa hai tu che non sia
stato concesso da Dio? E se tu hai ricevuto una grazia da
Dio perché te ne vanti come se fosse opera tua? Noi ci
possiamo gloriare nella nostra croce fatta di sofferenze e
privazioni. Sul Vangelo sta scritto: Io non mi voglio gloriare se non nella croce di nostro Signore Gesù Cristo.
OffERTE
GIORNATA SEMINARIO 2013
CATTEDRALE
CASTELNUOVO
SACRO CUORE DI GESÙ
CREMA NUOVA
S. MARIA MOSI
1.090,00
500,00
2.000,00
SAN BENEDETTO
850,00
SAN CARLO
900,00
SAN PIETRO
400,00
S.S. TRINITÀ
1.200,00
OMBRIANO
2.000,00
SABBIONI
1.000,00
CASALETTO VAPRIO
400,00
CREMOSANO
300,00
PIANENGO
390,00
PIERANICA – AZZANO
400,00
QUINTANO
250,00
SANTA MARIA DELLA CROCE
450,00
SANT’ANGELA MERICI
230,00
SANTO STEFANO
400,00
SERGNANO - TREZZOLASCO
700,00
BOTTAIANO
250,00
TORLINO VIMERCATI
100,00
CAMISANO
500,00
TRESCORE CREMASCO
2.000,00
CASALE CREMASCO
250,00
CASTEL GABBIANO
150,00
RIPALTA NUOVA – BOLZONE
ZAPPELLO - S.MICHELE
2.200,00
IZANO
500,00
CREDERA
435,00
MADIGNANO
600,00
PARROCCHIA S. SALVATORE
OSPEDALE
500,00
OFFANENGO
1.300,00
RIPALTA VECCHIA
300,00
SALVIROLA
200,00
VIDOLASCO
250,00
MONTODINE
1.000,00
MOSCAZZANO
250,00
RIPALTA ARPINA
250,00
3.000,00
ROVERETO
250,00
CAPERGNANICA
500,00
RUBBIANO
405,00
PALAZZO
600,00
CHIESA DEL PILASTRELLO
100,00
CASCINE GANDINI CAPRI
300,00
OSPEDALE KENNEDY
200,00
CHIEVE
350,00
SANTA MARIA DELLE GRAZIE
500,00
UN SACERDOTE
200,00
RICENGO
250,00
UN SACERDOTE
500,00
AMICI DEI MISSIONARI
250,00
BAGNOLO CREMASCO
MONTE CREMASCO
1.000,00
PASSARERA
300,00
SCANNABUE
700,00
VAIANO CREMASCO
CAMPAGNOLA CREMASCA
CAPRALBA - FARINATE
1.150,00
500,00
1.000,00
TOTALE
36.550,00
21
COME POTETE
AIUTARE IL SEMINARIO?
 con la preghiera per i seminaristi,
gli educatori e per nuove
vocazioni sacerdotali
 nella giornata del Seminario
 tramite i propri sacerdoti
 mediante offerte al Seminario
contattando il numero
telefonico 0373 256580
(dal lunedì al venerdì ore 9-11,30)
 con un bonifico bancario:
Seminario Vescovile
Banca Popolare di Milano - agenzia Crema
via XX Settembre.
IBAN: IT53 N0503456841000000003167
 Attraverso Bollettino Postale n. 1394253
intestato a: Seminario Vescovile di Crema
causale: Offerte per il Seminario
Supplemento gratuito n. 1 a Il Nuovo Torrazzo n. 3 di sabato 18 gennaio 2014
Direttore responsabile GIORGIO ZUCCHELLI
Registrazione del Tribunale di Crema n. 18 del 02-01-1965
Direzione, redazione e amministrazione:
via Goldaniga 2/A 26013 Crema Tel. 0373 256350 Fax 0373 257136 E-mail: [email protected] - www.ilnuovotorrazzo.it - C.C. postale 10.35.1260 - CCIAA Cremona 119560
Progetto grafico: Il Nuovo Torrazzo
Tipografia: Industria Grafica Editoriale Pizzorni, via Castelleone 152 Cremona Tel. 0372 471004 - 471008
22
Associato all’USPI
Unione Stampa
Periodica Italiana
Membro della FISC
Federazione Italiana
Settimanali Cattolici
�
a comunità del Seminario
ringrazia sentitamente tutti coloro che hanno
manifestato la loro attenzione a esso attraverso
la preghiera e un contributo economico.
Un grazie particolare al Vescovo, ai sacerdoti,
alle comunità parrocchiali e alle zelanti
e preziosissime signore dell’OVE.
Un sentito ringraziamento anche a coloro
che nell’anonimato si sono presi a cuore e hanno aiutato
il Seminario attraverso delle offerte.
Intelligent Drive. Il tuo sesto senso,
la nostra tecnologia.
A 160 CDI con Collision Prevention e Attention Assist
di serie, anche per neopatentati.
Intelligent Buy.
Intelligente, anche nell’acquisto. Tua da 179 euro al mese.
• 35 canoni da 179 euro*
• TAN fisso 3,90% - TAEG 5,31%
• Anticipo 6.000 euro
• Dopo 3 anni puoi restituirla
Consumi ciclo combinato (km/l): 23,3 e 26,3 (A 160 CDI). Emissioni CO2 (g/Km): 111 e 98 (A 160 CDI). Riscatto finale
€ 12.398,40. *Esempio Leasing per A 160 CDI EXECUTIVE, 36 mesi/60.000 km. Prezzo chiavi in mano € 22.944,00
(IVA, Messa su strada e contributi Mercedes-Benz inclusi, IPT esclusa). Importo totale finanziato € 16.944,00, importo
totale dovuto dal consumatore € 19.194,85 (anticipo escluso), incluse spese istruttoria € 366, imposta di bollo € 16 e
spese incasso RID € 4,27. Valori IVA inclusa. Salvo approvazione Mercedes-Benz Financial Services Italia S.p.A. Offerta
soggetta a disponibilità limitata per contratti sottoscritti dall’11/01 al 28/02 e immatricolazioni fino al 31/03/14, non
cumulabile con altre iniziative in corso. Lista concessionarie aderenti all’iniziativa e maggiori info su mercedes-benz.it.
Fogli informativi in concessionaria e sul sito internet della Società. L’offerta è valida solo su A 160 CDI. La vettura
raffigurata è una versione PREMIUM con fari bi-xeno opzionali. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.
i
d
a
i
z
n
Age
i
n
o
i
z
a
r
Assicu
I
H
C
C
U
C
&
I
srl
GRITT
da sempre vicino a te
Sede Principale
CREMA - Via Capergnanica, 3/L
Tel. centralino 0373 204539
Fax 0373 203090
e-mail:[email protected]
CASALPUSTERLENGO - ORZINUOVI - OFFANENGO
SONCINO - CASTELLEONE - PANDINO
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
12 173 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content