close

Enter

Log in using OpenID

Andrea Chiabrando, CMA Consorzio Monviso

embedDownload
S. Secondo di P inerolo, 11/ 12/ 2014
INCENTIVI E
BUSINESS PLAN PER
IL BIOMETANO
www.monvisoenergia.it
BIOMETANO: UNA NUOVA OPPORTUNITÀ
Il Biometano rappresenta una opportunità per:
– Nuovi investimenti
– Riconversione di impianti esistenti
VANTAGGI
– Metano è risorsa strategica per il Paese
– Ridotte emissioni in atmosfera
– Riduzione di produzione di gas serra (energia rinnovabile)
– Rispetto ad impianti a biogas elettrico consente di sfruttare il 100% dell'energia
prodotta. I cogeneratori hanno rendimento tipico di circa il 40%. Il 60% dell'energia
è solitamente inutilizzata.
RISORSA AGRICOLA: es. con mais si possono ottenere 6-8.000 Smc/ha di BM
Potenzialità Italiana stimata in 8 Mld Smc, pari alla produzione nazionale
NORMATIVA DI RIFERIMENTO
• D.Lgs. n. 28 del 3 marzo 2011 → Norma di riferimento
• DM 5 dicembre 2013 → Sistema di Incentivazione
• Fino all’emanazione della Delibera AEEG ai sensi dell’art. 20, comma 1
del D.Lgs. 28/2011
BIOMETANO: RIFERIMENTI GENERALI
• Biometano = Metano al 95-98%
• Impianto di potenza 1 Mwe equivalente
– Biogas
• 500 m3/h (T=43°C e p=1,28 atm)
• Tenore di CH4 = 52% circa
– Biometano
• 247 Sm3/h (T=15°C e p=1,0 atm)
• Tenore di CH4 = 98% circa
PCICH4=8250 kcal/Sm3
PCI biometano=8085 kcal/Sm3
PCI biometano = 9,43 kWh/Sm3
1 Sm3biometano = 0,679 kg
INCENTIVAZIONE
DM 5 DICEMBRE 2013
•
CAPACITA’ PRODUTTIVA: produzione oraria nominale di biometano come risultante dalla targa del dispositivo di
depurazione e raffinazione del biogas. Espressa in Sm3/h.
•
RETE DEL GAS NATURALE:
–
reti di trasporto e distribuzione del gas naturale con obbligo di connessione di terzi
–
carri bombolai
–
distributori di carburanti sia stradali che privati (compreso l’uso agricolo), anche non connessi alla rete
A chi è rivolto?
•
IMPIANTI NUOVI: entrati in esercizio successivamente al 18/12/2013 + tutte le sue parti sono di nuova realizzazione
•
IMPIANTI ESISTENTI: riconversione parziale o totale di impianti biogas
ATTENZIONE: il DM 5 dicembre 2013 vale solo fino al 18/12/2018!!!!!
IMMISSIONE IN RETE (IMPIANTI BM NUOVI)
•
Vendita diretta sul mercato + incentivo
–
Produzione > 250 Sm3/h  Impiego di sottoprodotti (tab.1A DM 6/7/2012) o rifiuti (almeno 50% in peso)
–
Prezzo medio sul mercato: 25 €/MWh circa (GME Anno Termico 2014-2015)
–
Per 20 anni: I = 2*P medio 2012 (GME: 57,04 €/MWh) – P medio mensile (GME 2013: 29,17 €/MWh)
25 €/MWh + 27,87 €/MWh = 52,87 €/MWh = 0,497 €/Sm3
•
Ritiro GSE (tariffa omnicomprensiva)
–
Produzione < 500 Sm3/h
–
Durata: 20 anni
–
I = 2*P medio 2012
57,04 €/MWh = 0,536 €/Sm3
•
Modulazione per taglia
P < 500 Sm3/h
501 Sm3/h < P < 1000 Sm3/h
P > 1001 Sm3/h
•
Maggiorazione per alimentazione
–
+ 50% se uso solo sottoprodotti (tab.1A DM 6/7/2012) e rifiuti
+ 10%
0
- 10%
Vendita
Ritiro GSE
TRASPORTI (IMPIANTI BM NUOVI)
•
Soggetto che lo immette in consumo
–
Riceve certificati di immissione in consumo di biocarburanti per 20 anni (L. 11/3/2006 n. 81)
–
1 Certificato = 10 Gcal immessi (ai sensi della L. 11/03/2006, n. 81) = 11,63 MWh  1.232 Smc per ogni CIC
1 CIC < 600 € (sanzione DM 23/4/2013, n. 100) - in crescita
•
Soggetto produttore
–
Stipula contratto bilaterale di fornitura per definire la sua parte di incentivo e la durata della fornitura
–
Deve rispettare i criteri di sostenibilità DM 23/1/2012 + Linee Guida CTI (da pubblicare)
–
Realizzazione in proprio di un nuovo impianto di distribuzione: certificati di immissione in consumo di biocarburanti maggiorati del
50% per 10 anni
•
Maggiorazione per alimentazione – immissione doppia (Double Counting)
–
–
Autorizzazione impianto deve riportare uso esclusivo di:
•
Frazione biodegradabile dei rifiuti urbani a valle della raccolta differenziate
•
Sottoprodotti di cui al comma 5-ter, art. 33 del D.Lgs. 28/2011
•
Alghe e materie riportate nella tabella 1B del DM 6/7/2012
•
Sottoprodotti nella tabella 1A del DM 6/7/2012
Prodotti < 30% + Sottoprodotti > 70% –->
maggiorazione sul 70% della produzione (controlli MiPAAF)
Autotrazione
INCENTIVI IMPIANTI BM ESISTENTI
•
•
SPETTANO A IMPIANTI BIOGAS IN ESERCIZIO:
–
Riconvertiti completamente al BM
–
Riconvertiti parzialmente al BM, anche a seguito di incremento della produzione di biogas
IMMISSIONE IN RETE
–
Incentivo = 40% di un impianto BM nuovo
27,87 €/MWh = 0,262 €/Sm3
•
TRASPORTI
–
•
Incentivo = 70% di un impianto BM nuovo
DURATA
–
20 anni: se non beneficio di incentivi sull’energia elettrica
–
Periodo residuo + 5 anni: se beneficio di incentivi sull’energia elettrica
MANCANO STRUMENTI ATTUATIVI
Decreti e norme tecniche
Norme attese dal D.Lgs. 28/2011 (29/3/2011)
e dal DM 5/12/2013
•
Entro 29/6/2011: Direttiva AEEG art. 20 comma 1 – Condizioni tecniche ed economiche
per le connessioni alla rete …. MANCA !
•
Entro 5/2/2014: Delibera AEEG che fissa le modalità di calcolo degli ausiliari da
detrarre.... MANCA !
•
Entro 5/2/2014: Delibera AEEG con modalità di misurazione del biogas immesso in
rete.... MANCA !
•
Entro 5/2/2014: Delibera AEEG che fissa le modalità di copertura degli incentivi con le
tariffe.... MANCA !
•
Entro 5/2/2014: Linee guida CTI sulla sostenibilità del Biometano .. MANCA !
•
Procedura MIPAF per definire i requisiti delle matrici per double counting .. MANCA !
•
Entro 5/2/2014: Delibera AEEG con definizione della data di entrata in esercizio degli
impianti.... MANCA !
•
Entro 60 gg dall'ultima delle norme AEEG elencate, linee applicative del GSE...
MANCA !
•
Il Sottosegretario Castiglione si è impegnato ad emanare tutte le norme nel 2014 in
modo da avviare gli interventi nel 2015.
CRESCITA DEL CONSORZIO
100
90
80
70
60
50
40
30
20
10
0
83
60
44
39
20
11
6
2009 2010 2011 2012 2013 2014
SOCI
Ordinari
SOCI
Ausiliari
LOCALIZZAZIONE IMPIANTI
ATTIVITA’ SVOLTE NELL’ANNO
2014 (al 05/11/2014)
• 312 Visite aziendali effettuate
• 222 Analisi chimiche convenzionate svolte
• 390 Fatture al GSE
• 6 emergenze biologiche affrontate e risolte
• 797 Adempimenti annuali svolti
• 4820 Chiamate ricevute per assistenza di vario genere
PORTALE CMA
INDICATORI DI PRODUZIONE CMA
dati 2013 (quelli del 2014… a breve!!)
•
•
•
•
•
•
•
PRODUZIONE ELETTRICA PRODOTTA:
PRODUZIONE ELETTRICA VENDUTA:
ENERGIA PRIMARIA (NEL BIOGAS):
ENERGIA TERMICA PRODOTTA:
ENERGIA TERMICA AUTOCONSUMATA:
ENERGIA TERMICA VENDIBILE:
ENERGIA TERMICA VALORIZZATA:
360.337 MWh
328.394 MWh
900.000 MWh
405.000 MWh
121.600 MWh
283.765 MWh
6.560 MWh
• % Sfruttamento elettrico:
• % sfruttamento termico del totale:
• % sfruttamento termico (netto digestori):
91%
1,7%
2,3%
• SFRUTTAMENTO TOTALE DEL COMBUSTIBILE:
37 %
ATTIVITA’ DEL CONSORZIO
• Consulenza generale
• Consulenza tecnica e normativa
• Redazione comunicazioni annuali (GSE, AAEG, ecc)
• Servizio di fatturazione mensile GSE
• Prescrizioni annuali (analisi, rapporti ecc)
• Piani e registri di alimentazione
• PUA e Comuncazioni 10/R
• Assistenza Tecnica-Biologica
• Analisi degli autoconsumi, ottimizzazione rese
• Gestione prescrizioni autorizzative
• Utilizzo portale CMA
SERVIZI SUL PORTALE
• Registri di alimentazione
• Gestione Terreni
• Piano di Utilizzazione Agronomica e verifica Azoto allo
Spandimento
• Analisi delle rese ed indicatori impianto
• Gestione adempimenti e scadenze
• Archivio documentazione di impianto
• Archivio modulistica (contratti, asservimenti, ecc)
• Archivio quaderni normativi del Consorzio
• Verifica autosufficienza alimentare
• Check-list impianto
OBIETTIVI DEL CONSORZIO
•
la gestione coordinata delle biomasse agricole ed agroindustriali di provenienza delle aziende
associate ai fini dello sviluppo di una filiera agro-energetica locale
•
la gestione congiunta e razionale dei reflui zootecnici provenienti dalle aziende associate, ivi
compresi eventuali trattamenti chimici, fisici e biologici finalizzati al miglioramento della qualità
agronomica degli stessi ed all’ottimizzazione della logistica di trasporto
•
lo svolgimento delle funzioni di organizzazione di produttori ai sensi del D.Lgs. 102/2005 e s.m.i.
•
lo scambio di informazioni e la fornitura di consulenze sulle migliori tecnologie disponibili nel
settore agroenergetico, sulla gestione delle colture energetiche, delle filiere agroenergetiche e per la
gestione dei reflui zootecnici con particolare riferimento all’applicazione della Direttiva Nitrati
•
l'acquisto di impianti per la produzione di energia rinnovabile, di parti di ricambio e di servizi di
assistenza e manutenzione degli stessi (GRUPPO DI ACQUISTO);
•
l'acquisto di biomasse e cofermenti necessari per la produzione di energia rinnovabile;
•
l'acquisto di energia elettrica, gas ed altre energie;
•
prestazione di servizi di consulenza e assistenza;
ORGANIGRAMMA GENERALE CMA
Assistenza tecnica
CdA
Presidente
Ing. Marco Marchisone
338-9448152
[email protected]
Direzione Tecnica
Dr. Fabrizio Appendino
Dr. Andrea Chiabrando
348-4406411
335-1809472
[email protected]
[email protected]
Ing. Simone Caffaro
Amministrazione
Organizzazione
Servizi Elettrici
Dr.ssa Simona Tonda
Geom. Gianluca
Monterzino
Ing. Elena Serra
0121- 3259134
[email protected]
[email protected]
334-9810425
0121-3259127
[email protected]
• Contabilità
• Pagamento servizi
• Bilancio CMA
• Segreteria generale
• Organizzazione eventi
• Progetti speciali
• Assistenza
• Rapporti con
il GSE
• Registri
• Rapporti con
ENEL
• Piani
• Conto
termico /TEE
• Autoconsumi impianto
impianto
di alimentazione
• Prescrizioni
• Rifiuti
• Biologia
• Accordi e convenzioni
• Assistenza
• Comunicazioni annuali
autorizzative
ed amissioni
• Acquisti collettivi
• Fatturazione ed incentivi
tecnica impianti
• PUA /Comunicazioni 10R
[email protected]
• Quote associative
0121-3259145
portale CMA
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CMA
PRESIDENTE
Dario Solavaggione
VICE-PRESIDENTE
Sebastiano Villosio
CONSIGLIERI DI AMMINISTRAZIONE
Remmert Luca (TO), Barra Giovanni (CN), Galfione Piero (TO),
Balbo Giuseppe (AL), Greppi Fabrizio (VC)
Il consiglio di amministrazione, nominato dall’assemblea dei soci, resta in carica
tre anni. L’attuale CdA è stato nominato nel maggio 2012 e sarà rinnovato
nella primavera del 2015.
GRAZIE
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
4
File Size
971 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content