close

Enter

Log in using OpenID

Catalogo VMC Giugno 2012

embedDownload
Unità di Ventilazione
Meccanica Dantherm
Catalogo tecnico
Edizione 06_12
Il Bisogno
Se l’esigenza è quella di realizzare un sistema di recupero del calore
ottimale, un impianto di condizionamento d’aria, oppure si debba affrontare
un progetto impegnativo, come quello del controllo termoigrometrico di una
piscina coperta, le unità di ventilazione Dantherm sono in grado di dare una
soluzione che soddisfa pienamente le più svariate necessità.
I sistemi di condizionamento e ventilazione Dantherm sono il risultato di 35
anni di esperienza e costante applicazione, all’insegna della massimizzazione
dell’efficienza energetica, affidabilità e contenimento dei costi di esercizio.
Una vasta gamma di sistemi modulari e compatti, tutti concepiti come unità
plug-and-play, garantisce la più avanzata tecnologia nel recupero del calore
per garantire la migliore ventilazione in piscine coperte, centri ricreativi, centri
commerciali, alberghi, scuole, case private e molte altre applicazioni.
Sono disponibili unità di trattamento aria e ventilazione per le seguenti
applicazioni principali:
• ventilazione meccanica per le abitazioni private
• ventilazione e deumidificazione per piscine coperte
• ventilazione per applicazioni commerciali
Impresa immobiliare, progettista termotecnico o edile, tutti potranno
beneficiare della qualità, efficienza, durata e rapido ritorno sugli investimenti
che i sistemi di ventilazione Dantherm offrono.
E soprattutto si avrà la garanzia che l’utente finale avrà il privilegio di godere
del massimo comfort in un ottica di sostenibilità energetica.
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
INDICE
1
GENERALITA’ ........................................................................... 6
1.1 Serie HCV ...................................................................................... 6
1.2 Serie HCH ...................................................................................... 7
1.3 Caratteristiche .............................................................................. 7
1.4 Ventilatori ...................................................................................... 8
1.5 Filtri ............................................................................................... 8
1.6 Certificazioni ................................................................................. 8
1.7 Installazione .................................................................................. 9
1.8 Manutenzione ............................................................................. 10
1.9 Avvertenza .................................................................................. 10
2
REGOLAZIONE ....................................................................... 11
2.1 Velocità ventilatori...................................................................... 11
2.2 Pannello di controllo .................................................................. 12
2.3 Controllo remoto wireless ......................................................... 13
2.4 Bypass ........................................................................................ 14
2.5 Protezione antigelo .................................................................... 14
2.6 Controllo filtri .............................................................................. 14
3
DATI TECNICI.......................................................................... 15
3.1 Schema funzionale unità verticali HCV 3 e HCV 5.................... 16
3.2 Schema funzionale unità orizzontali HCH 5 e HCH 8 ............... 17
3.3 Prestazioni unità HCV 3 ............................................................. 18
3.4 Prestazioni unità HCV 5 ............................................................. 19
3.5 Prestazioni unità HCH 5 ............................................................. 20
pag 3
Unità di Ventilazione Meccanica
Catalogo tecnico 06/12
3.6 Prestazioni unità HCH 8 ............................................................. 21
3.7 Livelli di pressione e potenza sonora ....................................... 22
4
DIMENSIONI ............................................................................ 23
4.1 Unità HCV 3 ................................................................................. 23
4.2 Unità HCV 5 ................................................................................. 24
4.3 Unità HCH 5................................................................................. 25
4.4 Unità HCH 8................................................................................. 26
5
ACCESSORI ............................................................................ 27
5.1 Kit per montaggio a parete ........................................................ 27
5.2 Kit scarico condensa ................................................................. 27
5.3 Cavo scaldante ........................................................................... 27
5.4 Cavo di comunicazione .............................................................. 27
5.5 Controllo remoto HRC 2 ............................................................. 28
5.6 Box connessione HAC 1 ............................................................ 28
5.7 Trasformatore ............................................................................. 28
5.8 Umidostato.................................................................................. 28
5.9 Sensore C02................................................................................ 29
5.10 Batterie di riscaldamento elettrico ............................................ 29
5.11 Batterie di riscaldamento ad acqua........................................... 29
5.12 Filtri ............................................................................................. 31
pag 4
Unità di Ventilazione Meccanica
6
Catalogo tecnico 06/12
DISTRIBUZIONE IN AMBIENTE ............................................. 32
6.1 Plenum di distribuzione ............................................................. 32
6.2 Canali rigidi ................................................................................. 32
6.3 Canali corrugati .......................................................................... 33
6.4 Regolatori di portata .................................................................. 33
6.5 Griglie di ripresa ......................................................................... 33
6.6 Bocchette di immissione ........................................................... 34
6.7 Bocchette di ripresa ................................................................... 34
pag 5
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
1 GENERALITA’
Le unità di ventilazione domestica di tipo orizzontale (HCH) e verticale (HCV ) sono
progettate per il fabbisogno di una e due famiglie.
Entrambe le versioni, HCH e HCV, sono macchine compatte complete di unità di controllo
e regolazione. Sono dotate di scambiatori ad alta efficienza a flusso incrociato a bassa
perdita di carico così da garantire minima potenza assorbita per la ventilazione.
Per una rapida scelta del dispositivo più indicato è disponibile la seguente tabella che
mostra la portata d’aria garantita dai vari modelli con una perdita di carico massima di 100
Pa.
HCV 3
HCV 5
HCH 5
HCH 8
m3/h
100
200
300
400
500
600
1.1 Serie HCV
Le unità di ventilazione HCV sono apparecchiature di tipo
verticale pensile, per applicazioni domestiche.
La gamma comprende i modelli HCV 3 e HCV 5 che soddisfano
le esigenze di ventilazione per abitazioni fino a 140 e 260 m2
rispettivamente, in funzione della perdita di carico del sistema di
distribuzione in ambiente.
Le dimensioni contenute permettono una facile installazione in
ambienti angusti come ripostigli, vani di disbrigo oppure nicchie
dietro porte scorrevoli.
Tutte le connessioni sono disponibili sul pannello superiore
dell’apparecchiatura, tuttavia è possibile avere la mandata verso
l’ambiente sulla parte inferiore nel caso sia prevista la
distribuzione sotto il pavimento.
Il modello HCV 5 è ideale per installazioni affiancate in armadi
standard costituiti da moduli 60x60 cm.
A
richiesta è disponibile una
versione di profondità pari a
560 mm, particolarmente
indicata per installazioni in
vani ristretti, In tal caso tutte
le connessioni sono sulla
sommità.
In ogni caso tutte le
connessioni elettriche e lo
scarico di condensa sono
alloggiati sulla parte inferiore.
pag 6
Unità di Ventilazione Meccanica
1.2 Serie HCH
Catalogo tecnico 06/12
Le
unità
di
ventilazione
HCH
sono
apparecchiature per applicazioni domestiche di
tipo orizzontale, progettate per essere installate
nel sottotetto, controsoffitto o in un locale
tecnico.
La gamma comprende i modelli HCH 5 e HCH 8
che soddisfano le esigenze di ventilazione per
abitazioni fino a 280 e 475 m2 rispettivamente,
in funzione della perdita di carico del sistema di
distribuzione in ambiente.
Entrambi i modelli dispongono di connessioni
alle estremità e l’accesso per manutenzione
dalla parte frontale
Le connessioni elettriche sono previste
all’estremità dell’apparecchiatura lato
ingresso aria di rinnovo.
Le connessioni di mandata e ripresa sono
sul lato sx, mentre lo scarico condensa si
trova sulla parte inferiore.
1.3 Caratteristiche
•
•
•
Ventilazione controllata in funzione della richiesta con sensore umidità integrato
Alta efficienza fino al 95%
Motori elettrici a commutazione elettromagnetica (EC) a basso consumo energetico
(basso SFP)
• Facilità di installazione con prese di pressione per misura portata aria e conseguente
regolazione
• Serie HCV particolarmente indicata per installazione in armadi modulari di dimensioni
60x60 cm
• Scambiatori a flusso incrociato in alluminio ad alta efficienza
• Bassa perdita di carico
I modelli della serie HCV sono costituiti da pannelli di polistirene
estruso (EPS) di spessore minimo pari a 32 mm, mentre per la
serie HCH i pannelli hanno spessore pari a 40 mm. L’alta classe di
isolamento permette l’installazione in ambienti con temperature fino
a -20 °C
Tutti i modelli sono in conformità con le direttive in materia di
sicurezza al fuoco specificate nella EN 12501 classe E.
L’indice di perdita (interna ed esterna) è inferiore al 3% come specificato nella EN 308
L’intera apparecchiatura è rivestita di pannelli in Aluzink di spessore 0.8 mm e le unità
HCV sono verniciate di bianco RAL 9010.
pag 7
Unità di Ventilazione Meccanica
Catalogo tecnico 06/12
1.4 Ventilatori
Tutti i modelli montano l’ultima generazione dei motori a
commutazione elettromagnetica EC così da garantire la migliore
tecnologia nel campo della ventilazione e dell’efficienza elettrica.
Grazie alla tecnologia EC, le uniche parti in movimento a produrre
resistenza sono i cuscinetti, così da assicurare un funzionamento
ottimale di circa 10 anni. I ventilatori sono alimentati a 230 Vac con
regolazione continua della velocità di rotazione a mezzo di segnale
0-10 V dell’unità di controllo a bordo macchina.
1.5 Filtri
Tutti i modelli sono equipaggiati di filtri compatti G4
da 50 mm, sia in mandata che ripresa aria, che
garantiscono di soddisfare la maggior parte delle
esigenze.
Il vantaggio dei filtri compatti è quello di avere una
maggiore superficie filtrante rispetto ai filtri in fibra o a
sacco.
Il tempo di funzionamento
senza
manutenzioni risulta quindi più lungo; normalmente
viene richiesta la sostituzione due volte l’anno. Se
necessario sono disponibili filtri in classe F7 che
assicurano una barriera agli agenti esterni allergenici.
1.6 Certificazioni
Le apparecchiature di ventilazione
Dantherm della serie HC sono
certificate per installazione in case
passive dal PassivHaus Institut di
Darmstad, Germania. Inoltre sono
certificate
DIBt LU-A20 dal
Deutsches Institut fur Bautechnik di Berlino, Germania e collaudate
in conformità con la EN 308 dall’istituto IGE di Stuttgart, Germania.
I dati di seguito riportati provano che le apparecchiature soddisfano
le più severe normative in materia di efficienza energetica, tenuta
aria, classe di filtrazione, livello di pressione sonora, classe di
isolamento, antigelo e sicurezza. A richiesta sono disponibili i
rapporti completi dei test effettuati.
pag 8
Unità di Ventilazione Meccanica
1.7 Installazione
Catalogo tecnico 06/12
La misura e la regolazione della portata d’aria viene
effettuata a mezzo di prese di pressione e
potenziometro posizionati dietro il pannello frontale
removibile. Un’etichetta riportante il grafico di
prestazione, con visualizzazione della portata in
funzione della pressione, è fissata al pannello di
polistirene orizzontale dove è possibile riportare i
valori di taratura impostati (pressione, portata e
velocità ventilatori).
pag 9
Unità di Ventilazione Meccanica
Catalogo tecnico 06/12
1.8 Manutenzione
In linea generale le apparecchiature necessitano
solamente del periodico controllo e/o sostituzione dei
filtri un paio di volte l’anno, quando i dispositivi di
allarme (LED giallo e acustico) si attivano.
Per i modelli HCH e HCV, l’accesso al vano filtri è possibile rimuovendo il pannello
frontale; dopo la sostituzione è necessario resettare il timer agendo sul pulsante
posizionato in prossimità dei filtri stessi.
Ogni altra attività di manutenzione deve essere effettuata da personale qualificato.
1.9 Avvertenza
Tutte le apparecchiature sono descritte con le caratteristiche note al
momento della stampa del presente documento. DAE Energia si riserva il
diritto di apportare ogni modifica o implementazione ritenuta utile al fine di
migliorare le prestazioni delle proprie apparecchiature. Pertanto tutti i dati
tecnici non sono da ritenersi vincolanti e DAE Energia declina ogni
responsabilità nel caso di future variazioni.
pag 10
Unità di Ventilazione Meccanica
Catalogo tecnico 06/12
2 REGOLAZIONE
Le apparecchiature sono dotate di sistema di controllo automatico in funzione dell’effettiva
necessità, pertanto, una volta installate ed effettuato il corretto bilanciamento, nessuna
ulteriore azione è necessaria.
In ogni caso è possibile disabilitare il controllo automatico, impostare manualmente la
velocità dei ventilatori o attivare la serranda di by-pass per avere aria di rinnovo nella
quantità voluta qualora se ne manifestasse la necessità.
Il sistema di controllo garantisce che l’apparecchiatura non continui a funzionare in
modalità non corrette oppure dispendiose sul lungo periodo. Infatti molte funzioni vengono
automaticamente riportate alle impostazioni iniziali dopo 4 ore, così da prevenire
funzionamenti dispendiosi (nel caso, per esempio, si dimentichi di aver impostato la
massima velocità dei ventilatori).
Se l’apparecchiatura viene spenta manualmente, viene automaticamente riattivata dopo 4
ore, così da garantire un’appropriata ventilazione e prevenire il formarsi di condensa nei
condotti di adduzione.
2.1 Velocità ventilatori
Per
default
i
ventilatori
sono
impostati alla terza
velocità. Da qui è
possibile
modificare
la
velocità
agendo
sui potenziometri
per dare il corretto
apporto
di
ventilazione (step
da 46 a 91). Si
riporta di seguito
la relazione fra le
varie
velocità
impostabili e gli
step
di
regolazione:
• Velocità 0 = entrambi i ventilatori disattivati per 4 ore
• Velocità 1 = 50 steps inferiore alla velocità 3
• Velocità 2 = 25 steps inferiore alla velocità 3
• Velocità 3 = velocità nominale modificabile con potenziometri
• Velocità 4 = velocità massima
Queste sono impostazioni di fabbrica modificabili tramite controllo remoto.
In modalità di funzionamento automatico l’apparecchiatura non fornisce mai un volume
d’aria superiore a quello garantito dalla terza velocità. Tale funzione evita che in particolari
situazioni, causa agenti esterni, l’apparecchiatura funzioni alla massima velocità.
pag 11
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
2.2 Pannello di controllo
Si riportano di seguito le funzionalità garantite dal pannello di controllo che equipaggia tutti
i modelli.
Allarme acustico
Bypass manuale
(6 ore)
Indicatore LED:
Controllo manuale
Verdevelocità
= OK,ventilatori (step 0, 1, 2, 3 e
ontrollo manuale
velocità
ventilatori (step
Giallo
= sostituzione
filtri, 0, 1, 2, 3 e
ntrollo manuale velocità ventilatori (step 0, 1, 2, 3 e
Rosso = anomalia funzionamento
trollo manuale velocità ventilatori (step 0, 1, 2, 3 e 4):
rollo manuale velocità ventilatori (step 0, 1, 2, 3 e 4):
ollo manuale velocità ventilatori (step 0, 1, 2, 3 e 4):
llo manuale velocità ventilatori (step 0, 1, 2, 3 e 4):
lo manuale velocità ventilatori (step 0, 1, 2, 3 e 4):
Velocità ventilatori
Manuale
Automatico
Controllo manuale velocità ventilatori (step 0, 1, 2, 3 e
4):
• step 0: dopo 4 ore ritorno automatico alla velocità
3
• incendio: premuto per 5 secc attiva la funzione per
15 min
• man+auto 5 sec: modalità installatore per 1 ora
pag 12
Unità di Ventilazione Meccanica
Catalogo tecnico 06/12
2.3 Controllo remoto wireless
Grazie al controllo remoto opzionale l’utente ha accesso alla programmazione
dell’apparecchiatura in modalità wireless.
Display
Funzionalità:
• Automatico
• Manuale
• Modalità settimanale
• Assenza occupazione
• Modalità notturna
• Incendio (15 minuti)
• Bypass manuale (6 ore)
• Lettura umidità relativa
• Livello CO2 (solo con sensore opzionale)
• Tempo prima della sostituzione filtri
• Allarmi
• Impostazione set-point in riscaldamento e raffrescamento
• Impostazione set-point bypass
• Installazione a muro o con staffa di sostegno
• Possibilità di installare fino a 5 controlli remoti
Manopola
navigazione
di
Sensore CO2
pag 13
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
2.4 Bypass
T2
T3
T4 T1
Tutti i modelli, fatta eccezione per l’HCV 3, sono provvisti
modulo
bypass.
Il
modulo
viene
gestito
di
automaticamente e utilizza l’aria fredda esterna nel caso
sia necessario il raffrescamento ambiente (durante il
funzionamento notturno, per esempio)
Il modulo di bypass convoglia tutta l’aria calda estratta
attraverso lo scambiatore così da avere la massima
efficienza in raffrescamento. Per attivare automaticamente
la funzione di free-cooling, la temperatura dell’aria estratta
T3 deve essere ≥24°C*, e la temperatura esterna T1
≥15°C*. Inoltre la temperatura esterna T1 deve esser e di
almeno 2 °C inferiore a quella dell’aria estratta.
(* impostazioni di fabbrica modificabili)
Modulo
bypass
di
Il bypass può essere attivato manualmente in ogni momento e tale funzione viene
mantenuta per le successive 6 ore, sempre che la temperatura dell’aria estratta T3 sia
≥24°C, la temperatura esterna T1 ≥15°C e la temperatura esterna T1 almeno 2 °C
inferiore a quella dell’aria estratta.
2.5 Protezione antigelo
Il sistema di controllo garantisce che lo scambiatore di calore non raggiunga temperature
di congelamento. La protezione viene attivata se la temperatura dell’aria di espulsione (T4)
è < +2°C, cosa che può accadere quando la temperatu ra esterna scende
approssimativamente sotto i –6°C. Quando la tempera tura T4 scende a +2°C, viene ridotta
la portata dell’aria di mandata (T2) così da mantenere T4 superiore ai +2°C. Se le
condizioni esterne sono particolarmente rigide la portata viene ridotta a zero per brevi
intervalli. Nel caso la temperatura esterna scenda al di sotto dei -13°C per più di 5 minuti,
l’apparecchiatura viene spenta per 30 minuti. Si raccomanda di equipaggiare l’unità di
ventilazione con un sistema di preriscaldamento (vedi accessori) nel caso di installazione
in zone climatiche dove la frequenza di temperature esterne inferiori ai -6°C sia elevata.
In altre zone, dove la frequenza di temperature esterne inferiori ai -10 °C sia sistematica,
un funzionamento affidabile e continuo è imprescindibile da dispositivi di preriscaldo.
Per prevenire formazioni di ghiaccio sulla batteria di postriscaldamento (se prevista) il
funzionamento viene interrotto per 30 minuti se la temperatura T2 è < +5°C.
2.6 Controllo filtri
La riduzione naturale della portata, conseguenza dell’intasamento progressivo dei filtri,
viene compensata aumentando sempre più, in maniera automatica, la velocità dei
ventilatori, fino al momento della sostituzione quando il sistema viene resettato.
pag 14
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
3 DATI TECNICI
La tabella seguente illustra le caratteristiche tecniche dei modelli disponibili. Di seguito
vengono anche riportate le curve di prestazione ed in modo particolare: portata in funzione
della prevalenza disponibile, velocità ventilatori. Si riportano anche le curve SFP che
indicano il consumo specifico (in Wh/m3 e J/m3) per entrambi i ventilatori.
Modello
HCV 3
Prestazioni
Portata massima, scarico libero (m3/h)
Scambiatore
Efficienza (in condensazione)
Classe filtri standard (mandata/espulsione)
Temperatura operativa senza preriscaldo(°C)
Temperatura operativa con preriscaldo (°C)
Armadio di contenimento
Altezza (mm)
Larghezza (mm)
Profondità (mm)
Diametro connessioni (mm)
Peso netto (kg)
Peso incluso imballo (kg)
Dimensioni incluso imballo (mm)
altezza
larghezza
profondità
Rivestimento armadio
Colore (RAL)
Spessore isolamento (mm)
Resistenza isolamento (W/m2K)
Resistenza al fuoco – armadio in polistirene
Resistenza al fuoco – unità completa
Classe di protezione IP
Caratteristiche elettriche
Pannello di controllo integrato
Pannello di controllo con cavo 2 m
Alimentazione elettrica
Ass.to max senza pre/post riscaldo (A)
Potenza max senza pre/post riscaldo (W)
HCV 5
HCH 5
HCH 8
330
520
520
820
Alluminio, flusso incrociato
Fino al 95%
G4/G4
-13 / + 50
-30 / + 50
1055
530
434
125
33
43
654
1076
435
1055
600
600
590
1180
1180
584
580
780
160
160
250
45
52
70
57
66
84
723
740
738
1124
1200
1200
600
800
800
Aluzink
9010
Aluzink grigio
32
40
0,97
0,78
DIN 4102 classe B1
EN 13501 classe E
20
si
no
no
si
1x 230 Vac – 50 Hz
0,40
0,70
0,70
1,10
88
154
154
246
pag 15
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
3.1 Schema funzionale unità verticali HCV 3 e HCV 5
1.
2.
3.
4.
Aria esterna
Aria mandata
Aria ripresa
Aria espulsione
HCV 3
HCV 5
Possibilità, per HCV 3, di mandata dal basso
1.
2.
3.
4.
5.
13
13
14
14
11
11
12
12
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
Filtro aria espulsione
Scambiatore
Ventilatore mandata
Regolatore
Filtro mandata (G4 o
F7)
Dati di targa
Ventilatore ripresa
Bypass
Vaschetta raccolta
Sensore umidità
Reset per timer filtri
Sonda temperatura T1
Sonda temperatura T2
Sonda temperatura T3
Sonda temperatura T4
15
15
HCV 3
HCV 5
pag 16
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
3.2 Schema funzionale unità orizzontali HCH 5 e HCH 8
1.
2.
3.
4.
Aria esterna
Aria mandata
Aria ripresa
Aria espulsione
:
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
Filtro aria espulsione
Sonda temperatura T3
Sensore umidità
Reset per timer filtri
Regolatore
Ventilatore mandata
Alimentazione elett.
Sonda temperatura T2
Scambiatore
Sonda temperatura T1
Sonda temperatura T4
Bypass
Ventilatore ripresa
Filtro mandata (G4 o
F7)
15. Dati di targa
11
12
13
14
15
Scarico posteriore
pag 17
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
3.3 Prestazioni unità HCV 3
HCV 3 – curve di prestazione
Con ventilatori radiali, basate sui test DIBt, filtri G4/G4
SFP (Wh/m3 e J/m3), 2 ventilatori
Pressione Pa
Step 100= 2 ventilatori al 100%
Portata aria (m3/h)
Efficienza con condensazione.
Aria aspirata: 25°C/55% UR
Aria esterna: -10°C/50% UR
Flusso bilanciato
Efficienza come da DIBt.
Aria aspirata: 21°C/37% UR
Aria esterna: -3°C/85% UR
Flusso bilanciato
Efficienza %
HCV 3 – curve di efficienza
Efficienza come da Passivhaus.
Aria aspirata: 21°C/32% UR
Aria esterna: +4°C/90% UR
Flusso bilanciato
Portata aria (m3/h)
pag 18
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
3.4 Prestazioni unità HCV 5
HCV 5 – curve di prestazione
Con ventilatori radiali, basate sui test DIBt, filtri G4/G4
SFP (Wh/m3 e J/m3), 2 ventilatori
Pressione Pa
Step 100= 2 ventilatori al 100%
Portata aria (m3/h)
Efficienza con condensazione.
Aria aspirata: 25°C/55% UR
Aria esterna: -10°C/50% UR
Flusso bilanciato
Efficienza come da DIBt.
Aria aspirata: 21°C/37% UR
Aria esterna: -3°C/85% UR
Flusso bilanciato
Efficienza
Efficienza %
%
HCV 5 – curve di efficienza
Efficienza come da Passivhaus.
Aria aspirata: 21°C/32% UR
Aria esterna: +4°C/90% UR
Flusso bilanciato
Portata aria (m3/h)
pag 19
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
3.5 Prestazioni unità HCH 5
HCH 5 – curve di prestazione
Con ventilatori radiali, basate sui test DIBt, filtri G4/G4
SFP (Wh/m3 e J/m3), 2 ventilatori
Pressione Pa
Step 100= 2 ventilatori al 100%
Portata aria (m3/h)
Efficienza con condensazione.
Aria aspirata: 25°C/55% UR
Aria esterna: -10°C/50% UR
Flusso bilanciato
Efficienza come da DIBt.
Aria aspirata: 21°C/37% UR
Aria esterna: -3°C/85% UR
Flusso bilanciato
Efficienza
% %
Efficienza
HCH 5 – curve di efficienza
Efficienza come da Passivhaus.
Aria aspirata: 21°C/32% UR
Aria esterna: +4°C/90% UR
Flusso bilanciato
Portata aria (m3/h)
pag 20
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
3.6 Prestazioni unità HCH 8
HCH 8 – curve di prestazione
Con ventilatori radiali, basate sui test DIBt, filtri G4/G4
SFP (Wh/m3 e J/m3), 2 ventilatori
Pressione Pa
Step 100= 2 ventilatori al 100%
Portata aria (m3/h)
Efficienza con condensazione.
Aria aspirata: 25°C/55% UR
Aria esterna: -10°C/50% UR
Flusso bilanciato
Efficienza come da DIBt.
Aria aspirata: 21°C/37% UR
Aria esterna: -3°C/85% UR
Flusso bilanciato
Efficienza
% %
Efficienza
HCH 8 – curve di efficienza
Efficienza come da Passivhaus.
Aria aspirata: 21°C/32% UR
Aria esterna: +4°C/90% UR
Flusso bilanciato
Portata aria (m3/h)
pag 21
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
3.7 Livelli di pressione e potenza sonora
Modello
HCV 3
HCV 5
HCH 5
HCH 8
HCH 8
HCH 8
HCH 8
HCH 8
350
340
Armadio
m3/h
140
220
220
Pressione esterna (Pa)
70
100
70
100
70
100
70
100
Livello potenza sonora Lw dB(A)
51
53
54
56
50
52
54
56
Livello pressione sonora a 1 m Lp dB(A)
47
49
50
52
46
48
50
52
63 Hz (mandata/ripresa) Lw dB(A)
34/35
36/37
37/38
38/39
37/38
38/39
43/40
44/41
125 Hz (mandata/ripresa) Lw dB(A)
40/38
42/40
42/41
44/43
42/41
44/43
50/46
51/47
250 Hz (mandata/ripresa) Lw dB(A)
43/40
45/43
53/50
55/52
53/50
55/52
54/46
56/48
500 Hz (mandata/ripresa) Lw dB(A)
44/44
47/47
42/42
45/45
42/42
45/45
48/44
50/46
1000 Hz (mandata/ripresa) Lw dB(A)
36/41
38/43
41/36
43/38
41/36
43/38
41/39
43/41
2000 Hz (mandata/ripresa) Lw dB(A)
27/33
29/33
39/34
40/35
39/34
40/35
36/34
38/36
4000 Hz (mandata/ripresa) Lw dB(A)
19/24
21/26
27/20
29/22
27/20
29/22
21/21
23/23
Livello potenza sonora, mandata Lw dB(A)
57
59
57
59
57
59
61
63
Livello potenza sonora, ripresa Lw dB(A)
56
58
56
58
56
58
57
59
Livello press. sonora mandata a 1 m Lp dB(A)
43
45
433
45
43
45
47
49
Livello press. sonora ripresa a 1 m Lp dB(A)
42
44
42
44
42
44
43
45
Connessioni
pag 22
Unità di Ventilazione Meccanica
Catalogo tecnico 06/12
4 DIMENSIONI
4.1 Unità HCV 3
pag 23
Unità di Ventilazione Meccanica
Catalogo tecnico 06/12
4.2 Unità HCV 5
pag 24
Unità di Ventilazione Meccanica
Catalogo tecnico 06/12
4.3 Unità HCH 5
pag 25
Unità di Ventilazione Meccanica
Catalogo tecnico 06/12
4.4 Unità HCH 8
pag 26
Unità di Ventilazione Meccanica
Catalogo tecnico 06/12
5 ACCESSORI
Ogni progetto richiede una soluzione che possa dare risposta a tutte le esigenze. Di
seguito vengono descritti gli accessori che possono rendere le apparecchiature di
ventilazione pienamente rispondenti a tutte le esigenze.
5.1 Kit per montaggio a parete
Kit per montaggio di unità HCV 5 in ripostiglio. Il kit, che permette
una riduzione della profondità di installazione, include nastro
isolante (50x3 mm), giunto antivibrazioni e profili a C. Dimensioni
526 mm x 30 mm.
5.2 Kit scarico condensa
Completo di tubo di 2 m e raccorderia.
5.3 Cavo scaldante
Cavo scaldante di 3 metri (230 Vac, 10 W/m), completo di
termostato settato a 5 °C per protezione dal gelo d ello scarico
condensa.
5.4 Cavo di comunicazione
Cavo di 30 m per la connessione del pannello di controllo all’unità
di ventilazione in caso di installazione remota.
pag 27
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
5.5 Controllo remoto HRC 2
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Il
pannello
remoto
wireless
consente
l’impostazione delle seguenti funzionalità:
• Automatico
• Manuale
• Modalità settimanale
• Assenza occupazione
• Modalità notturna
Incendio (15 minuti)
Bypass manuale (6 ore)
Lettura umidità relativa
Livello CO2 (solo con sensore opzionale)
Tempo prima della sostituzione filtri
Allarmi
Impostazione set-point in riscaldamento e raffrescamento
Impostazione set-point bypass
Installazione a muro o con staffa di sostegno
Possibilità di installare fino a 5 controlli remoti
5.6 Box connessione HAC 1
Box per il cablaggio elettrico di accessori come batterie di
riscaldamento e raffrescamento, serranda, termostato antincendio,
sensore CO2, umidostato e allarmi, completo di 5 m di cavo.
5.7 Trasformatore
Trasformatore 230Vac-24Vdc da montare all’interno del box di
connessione per alimentazione elettrica della serranda.
5.8 Umidostato
Umidostato da collegare al box di connessione nel caso sia
richiesto un elevato ricambio d’aria in locali ad alta umidità relativa.
pag 28
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
5.9 Sensore C02
Sensore da collegare al box di connessione nel caso il controllo
del ricambio d’aria sia determinato dal livello di CO2 in ambiente.
5.10 Batterie di riscaldamento elettrico
Le batterie di riscaldamento elettrico (pre
e post riscaldamento) sono progettate per
l’installazione nei canali di mandata o
ripresa. Vengono fornite complete di
giunto di connessione con guarnizione in
gomma. La batteria non è adatta ad
installazioni esterne. Il controllo viene
garantito dal pannello dell’unità di
ventilazione attraverso il box HAC 1, al
quale il dispositivo è connesso.
L’alimentazione a 230 Vac deve essere comunque predisposta
separatamente.
La gestione della batteria può essere di tipo continuo, con segnale
0-10 V dal box di connessione.
Alternativamente la batteria può essere corredata di termostato. In
entrambi i casi viene fornito un sensore di temperatura per
installazione nel condotto.
Modello
Portata aria m3/h
Potenza resa kW
Incremento di temperatura °C
Assorbimento elettrico (230 Vac) A
Diametro condotto mm
Peso kg
HCV 3
180
0,9
16,8
4,1
125
3,0
HCV 5
300
1,2
14,2
5,5
160
3,5
HCH 5
300
1,2
14,2
5,5
160
3,5
HCH 8
450
1,8
13,4
8,2
250
5,0
5.11 Batterie di riscaldamento ad acqua
Il kit comprende:
batteria a 2 ranghi,
valvola a due vie
pag 29
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
servomotore 0-10 V,
traformatore 230/24 Vac,
Il sensore di temperatura da canale, incluso nel kit, è gestito dal pannello di controllo
attraverso il box HAC 1. La tabelle seguenti forniscono le prestazioni per le varie batterie
disponibili con aria in ingresso a 15 °C.
Potenza massima
80/60 °C
60/40 °C
150 215
85
150
36
34
28
25
28
51
11
28
1,1
1,4
0,4
0,5
36
72
36
36
0,5
1
0,5
0,5
HCV 3
(CWW 125-2-2.5)
Portata aria m3/h
Temp aria uscita °C
Perrdita carico Pa
Potenza kW
Portata acqua l/h
Perdita lato acqua kPa
85
40
11
0,7
26
0,5
HCV 5 - HCH 5
(CWW 160-2-2.5)
Portata aria m3/h
Temp aria uscita °C
Perrdita carico Pa
Potenza kW
Portata acqua l/h
Perdita lato acqua kPa
Potenza massima
80/60 °C
60/40 °C
145 250 355 145 250
47
43
40
33
31
6
15
27
6
15
1,6
2,4
3,0
0,9
1,3
72
108 144
36
72
1
3
4
0,5
1
HCH 8
(CWW 250-2-2.5)
Portata aria m3/h
Temp aria uscita °C
Perrdita carico Pa
Potenza kW
Portata acqua l/h
Perdita lato acqua kPa
215
23
51
0,6
36
0,5
85
21
11
0,2
9
0,2
Mandata aria a 21 °C
80/60 °C
60/40 °C
150 215
85
150
21
21
21
21
28
11
11
28
0,3
0,2
0,2
0,3
10
17
17
22
0,2
0,3
0,3
0,4
215
21
51
0,5
28
0,5
355
29
27
1,7
72
2
Mandata aria a 21 °C
80/60 °C
60/40 °C
145 250 355 145 250
21
21
21
21
21
6
15
27
6
15
0,3
0,5
0,7
0,3
0,5
14
24
35
12
28
0,2
0,4
0,5
0,1
0,4
355
21
27
0,7
30
0,5
Potenza massima
80/60 °C
60/40 °C
360
630
360
630
44
40
31
29
10
25
10
25
3,6
5,3
2,0
3,0
144
252
108
144
1
3
1
2
Mandata aria a 21 °C
80/60 °C
60/40 °C
360
630
360
630
21
21
21
21
10
25
10
25
0,74
1,29
0,74
1,28
30
61
40
61
0,5
1,0
0,7
1,0
Dimensioni e pesi
d
B
H
dy
F
G
K
L
137
212
250
40
40
40
276
276
276
356
356
356
Mm
CWW 125-2-2.5
CWW 160-2-2.5
7,7CWW 250-2-2.5
125
160
250
238
313
398
180
255
330
10
10
10
kg
3,5
5,4
pag 30
Unità di Ventilazione Meccanica
5.12 Filtri
Catalogo tecnico 06/12
Come standard le apparecchiature vengono provviste di
coppia di filtri G4/G4. A richiesta il filtro di mandata può essere
in classe F7.
pag 31
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
6 DISTRIBUZIONE IN AMBIENTE
DAE Energia propone un
sistema di distribuzione
dell’aria per la ventilazione
residenziale del singolo
appartamento
attraverso
plenum
multi-attacco
e
canali di piccole dimensioni.
L’aria viene immessa nei
locali
quali
soggiorno,
salotto, camere da letto ed
estratta dai
locali
“umidi”
(cucina,
bagno, lavanderia, etc.). Gli
spazi sotto le porte interne
garantiscono il corretto passaggio dell’aria nei locali. Il sistema si basa sulla distribuzione
dell’aria a pavimento o a soffitto attraverso il canale rigido o corrugato in materiale
plastico. In mandata, l’aria confluisce ai plenum multi-attacco di distribuzione attraverso i
quali viene ripartita ai vari locali tramite terminali come griglie o frontali perforati. L’aria
viene ripresa invece attraverso valvole di ventilazione. Il bilanciamento del sistema è
garantito dalla regolazione che avviene ai terminali di diffusione tramite serrande di
taratura.
6.1 Plenum di distribuzione
Plenum in lamiera di acciaio
zincata per mandata e ripresa
dell’aria. E’ disponibile in diverse
tipologie
e
dimensioni.
E’
disegnato per installazione a pavimento ma può essere
utilizzato in altre applicazioni, ad esempio per installazioni
a soffitto. Attacco superiore femmina.
In alternativa sono disponibili plenum in lamiera di acciaio
zincata per mandata o ripresa dell’aria per installazioni a
parete che possono essere utilizzati anche per
installazioni a soffitto.
6.2 Canali rigidi
Canale circolare in lamiera di acciaio
zincata da 80 a 400 mm di diametro.
Sono disponibili curve, riduzioni, tee etc.
per soddisfare ogni esigenza di
installazione.
pag 32
Unità di Ventilazione Meccanica
6.3 Canali corrugati
Catalogo tecnico 06/12
Tubo corrugato in HDPE (High-density
polyethylene) diametro 63 mm, a doppia parete
di colore bianco, parete interna liscia.
Trattamento antistatico interno, trattamento
antiestinguente esterno. Fornito in rotoli da 50
mt.
6.4 Regolatori di portata
Regolatori di portata in materiale plastico resistente al fuoco (M1).
I regolatori vanno inseriti all’interno di un condotto, grazie ad un
sistema meccanico automatico, e permettono di mantenere
costante la portata al variare della pressione in un range da 50 a
200 Pa.
6.5 Griglie di ripresa
Le bocchette sono usate per la mandata e la ripresa dell’aria, per
portate limitate. Possono essere installate a soffitto a o parete.
Possono essere associate ai regolatori di portata costante.
Sono costruite in materiale plastico e costituite da una piastra
centrale ruotabile e griglia regolabile che permettono la
regolazione del lancio. Possono essere montati direttamente a
canale
Ingressi
aria autoregolabili afonico in
plastica da parete per impianti di
ventilazione meccanica.
Bocchette di estrazione autoregolabili in materiale plastico per
installazioni a parete.
Tali bocchette garantiscono una portata costante in funzione del
modello scelto ed eventualmente una portata complementare non
temporizzata, il cui azionamento può essere manuale a cordicella
o elettrico. Il montaggio avviene direttamente a canale
oppure a pressione su un manicotto precedentemente installato
sul canale. La tenuta è garantita dalla guarnizione presente sulla
bocchetta.
pag 33
Catalogo tecnico 06/12
Unità di Ventilazione Meccanica
6.6 Bocchette di immissione
Sono disponibili bocchette per portate ridotte montate su
flange a baionetta per semplificare l’installazione nel
controsoffitto,
senza
utilizzo di plenum.
Oppure
si
possono
utilizzare bocchette di
immissione
con
regolazione di portata, sempre per inserimento diretto nel
canale mediante un attacco a baionetta.
6.7 Bocchette di ripresa
Sono
utilizzate
per
l’estrazione dell’aria. Sono
dotate di un basso livello di
potenza sonora, anche per
perdite
di
carico
relativamente elevate.
Si inseriscono direttamente
nel canale mediante un
attacco a baionetta.
pag 34
NOTE
DAE Srl - Via Trieste 4/E, 31025 Santa Lucia di Piave (TV)
Tel. 0438 460883 Fax. 0438 468985
E-mail : [email protected]
Home page: http://www.daeitaly.com
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
2
File Size
4 253 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content