close

Enter

Log in using OpenID

Catalogo Demo disponibili

embedDownload
Catalogo Demo disponibili
8 Luglio 2014
Applicazioni Mobile (Ipad)
Streetline
Easy Parking, Parking Management
Streetline è un IBM Business Partner vincitore nel 2010 del Global Entrepeneur award. Che ha realizzato
l’applicazione.
Parker è la demo di una applicazione in real time basata su dispositivi mobile che aiuta gli automobilsti
nella localizazione dei parcheggi disponibili in una zona. Consente anche di effettuare il pagamento e la
prenotazione dei parcheggi.
L’applicazione utilizza sensori di campo ubicati sulle strade connessi su rete wireless che raccolgono i dati
dal territorio e li mettono a disposizione dell’applicazione mobile.
Smarter Parking Dashboard è l’applicazione basata su IBM Cognos a disposizione dei funzionari
pubblici per migliorare le politiche di gestione dei parcheggi. L’applicazione e utilizzabile da città,
università, aeroporti, garage.
Website:www.streetline.com
Responsabile: Marco Palermo
Los Angeles School District
Realizzata da CitySourced an IBM Business Partner.
Si tratta del secondo distretto più grande degli Stati Uniti, che aveva un obsoleto e costoso sistema di
reporting e di gestione dei problemi di manutenzione dei 14000 edifici.
Questa applicazione consente agli studenti, professori e famiglie di fotografare i problemi sugli immobili e
tramite la geolocalizzazione di alimentare un data base che verrà successivamente analizzato per dare
origine a workflow di manutenzione.
L’applicazione si basa sul software geografico ArcGIS di ESRI e IBM Maximo per la gestione degli spazi.
Responsabile: Marco Palermo
Honolulu 311
La soluzione è localizzata nella contea di Honolulu che ha messo in piedi un programma per migliorare la
trasparenza e supportare i cittadini nell’accesso alle informazioni pubbliche.
E’ stato creato un ambiente cloud basato su tecnologie hardware e software IBM sul quale sviluppare
applicazioni open source cittadino-centriche
Una di quste applicazioni è Honolulu 311 sviluppata da un IBM Business Partner CityySourced
1di15
08/07/2014
L’applicazione consente al cittadino di fotografare la locazione in cui sono presenti problemi e trasmettere
questa informazione compresa la posizione geografica alla città per consentirne una tempestiva risoluzione
Responsabile: Marco Palermo
Creek Watch
Creek Watch è un progetto sviluppato da IBM Research - Almaden in accordo con lo stato della California
– Comitato di gestione dele risorse idriche
L’applicazione consente al citadino di monitorare i corsi d’acqua tramite i dispositivi mobili
Il cittadino fotografa il corso d’acqua e aggiunge infomazioni rigurdanti la quantità, la velocità del flusso ed
eventuale presenza di immondizia.
Questi dati vengono successivamente aggregati e condivisi con gli enti preposti al controllo delle acque per
aiutarli a tenere traccia dell’inquinamento e gestire le risorse idriche
Website: http://creekwatch.researchlabs.ibm.com
Responsabile: Marco Palermo
Servizi al cittadino
IBM Business Media Share: La soluzione IBM per il Digital Asset Management
IBM Business Media Share è la soluzione IBM di Digital Asset Management potente e collaudata, già
in uso presso alcuni dei più importanti clienti internazionali per la gestione, l’archiviazione ed il
riutilizzo di asset digitali.
Il sistema permette di analizzare, indicizzare, archiviare, richiamare i propri asset digitali e distribuirli
sul Web il tutto riducendo i costi, preservando i propri beni, velocizzando i processi e avvicinando la
P.A. al cittadino.
2di15
08/07/2014
La soluzione altamente scalabile, flessibile e configurabile soddisfa le necessità e il budget dei CIO di
ogni cliente, ed è facilmente adattabile ad ogni esigenza:

Going Mobile. Con una interfaccia web HTML5 personalizzabile e facile da usare, IBM
Business Media Share permette alla forza lavoro mobile dei clienti di vivere un'esperienza unica
ovunque, e mediante qualsiasi dispositivo.

Business insight. Link a contenuti correlati, la gestione dei diritti d'uso e prontezza business
intelligence sono alcune delle caratteristiche principali di questa soluzione. Inoltre, IBM
Business Media Share fornisce dirigenti con analisi avanzate per estrarre Grande quantità di dati
e di consentire in tempo reale, le imprese decisioni consapevoli.

L’era del cloud computing. La soluzione è disponibile su IBM SmartCloud anche per evitare
spese in conto capitale per le infrastrutture e consentire ai clienti di pagare per l'uso di cui hanno
veramente bisogno. Essa porta nuova efficienza e consente modalità più agili di fare business.

Interoperabilità. IBM Business Media Share rende l'integrazione con qualsiasi sistema o lo
sviluppo di applicazioni mobili più facile utilizzando chiamate a servizi web.
MAXXI. Scarica il MAXXI App da Google Play o AppStore per scoprire come la soluzione DAM di
IBM ha aiutato il Museo MAXXI di Arte Moderna a dare più valore ai suoi visitatori, distribuendo allo
stesso tempo materiale di marketing. La soluzione è stata distribuita sul cloud sfruttando un’App
mobile personalizzata.
Responsabile: Lorenzo Monaco
3di15
08/07/2014
Sanità
Fraud Management
Fraud & Abuse Management System (FAMS)
“Usare o presentare informazioni, documenti, dichiarazioni false, non corrette o incomplete, oppure
avere un comportamento reticente in violazione di una norma di legge, con la conseguente
appropriazione indebita o indebito trattenimento di fondi o proprietà di altri”.
Questa è la definizione di “comportamento fraudolento” che può essere reperita nella maggior parte
della letteratura nazionale ed internazionale in materia. Il fenomeno colpisce molti settori e si presenta
con forme e modalità più o meno sofisticate, molto variegate e mutevoli nel tempo.
La proposizione IBM si basa su un insieme di tecnologie che, con funzionalità complementari ed
afferenti a tre “famiglie tecnologiche” distinte, compongono una “soluzione completa” in grado di
contrastare tutti i fenomeni che il sistema subisce: Identity & Relationship Resolution, Policy & Rules
Engine, Risk Modelling & Intelligence. In relazione allo specifico fenomeno di frode che il cliente
vuole contrastare, IBM suggerisce lo strumento adatto implementando questo all’interno
dell’infrastruttura tecnologica esistente, insieme al supporto nella gestione totale del cambiamento, con
la progettazione ed implementazione del nuovo processo di verifica e controllo e l’integrazione di
questo con gli altri processi aziendali.
Per il settore sanitario IBM propone FAMS, tecnologia di Risk Modelling & Intelligence, per la
realizzazione di una soluzione mirata alla verifica e controllo delle spese. FAMS, attraverso tecniche di
data mining sul patrimonio informativo a disposizione, fornisce la possibilità di mettere a confronto,
nell’ambito di segmenti omogenei (cluster), il “comportamento” di ciascuna entità inclusa nel
segmento con il “comportamento medio” ed individuare, in questo modo, le entità “fuori dalla norma”
(gli outlier) che potrebbero lasciare presupporre più probabilmente la presenza di un’anomalia o di un
errore.
4di15
08/07/2014
FAMS è frutto del lavoro dei matematici, degli informatici e degli statistici del Center for Business
Optimization di IBM, è stata creata specificatamente per il settore sanitario ed è ampiamente
referenziata come strumento di verifica e controllo a supporto delle attività di contrasto alle frodi nel
settore assicurativo statunitense.
FAMS si propone come uno strumento di lavoro per le unità di controllo:
 consente di analizzare automaticamente i dati relativi alle prestazioni erogate dalle strutture ed
alle spese farmaceutiche rispetto a tutti i modelli di frode conosciuti ed implementati nel
sistema, fornendo una “valutazione complessiva di rischio anomalia ed errore” espressa
attraverso un punteggio aggregato;
 presenta all’operatore i risultati in modo chiaro, con la possibilità di modellare la lista delle
priorità di investigazione secondo criteri modificabili e personalizzabili, attraverso un
interfaccia utente estremamente semplice;
 permette all’operatore, sempre attraverso strumenti di presentazione semplici, di scomporre la
“valutazione di rischio aggregata” per individuare secondo quali dimensioni la “valutazione di
rischio” è stata più elevata, al fine di eseguire in modo mirato le successive attività di controllo
presso le strutture.
FAMS consente anche l’individuazione di nuovi modelli di frode, attraverso tecniche di segmentazione
automatiche. Una volta individuato e definito un nuovo modello, un operatore più esperto può costruire
il nuovo modello per arricchire l’insieme di tipologie di frode da investigare.
Grazie alle esperienze progettuali realizzate, FAMS dispone di una ricca libreria di metriche per la
costruzione dei modelli ed ha consolidato una rete di utenti che condividono periodicamente modelli ed
esperienze applicative.
Responsabile: Fabio Menis
Watson parla Italiano – Interrogazione della Wikipedia Italiana
Questa demo mostra un sistema, per l'interrogazione della Wikipedia Italiana attraverso il linguaggio
naturale, che realizza alcune delle funzioni di Watson in uno scenario semplificato.
Tale sistema coniuga alcune tecnologie relative a Watson, come l'analisi della domada attraverso
uno stack NLP basato su UIMA, con tecnologie di ragionamento automatico su basi di conoscenza.
Responsabile: Alessandro Faraotti
Education – Innovare la scuola
Aula 2.0
L'aula 2.0 è il connubio fra il Social Software e le attività di formazione: utilizzando le comunità si raggruppano gli
studenti in aule tematiche governate da un docente / moderatore.
Strumenti come i wiki diventano il punto di riferimento tematico per il professore dove si raccolgono le
conoscenze del gruppo mentre per l'interattività il blog viene utilizzato come aula vera e propria e sede di
discussione
Attraverso i compiti assegnati (attività) al team il professore monitora l'evoluzione della classe e utilizza la
condivisione di files per la gestione degli elaborati o delle dispense.
5di15
08/07/2014
L'apertura della piattaforma permette poi l'integrazione con sistemi terzi o esistenti che permettono mappe
mentali, questionari on-line e persino lezioni vere e proprie con strumenti di tracking e di scoring basati su
standard (scorm).
Responsabile: Elena Sangalli
Sostenibilità Ambientale
Sostenibilità Ambientale e Facility Management
Smarter Building
La soluzione mostra come a partire dalla centralizzazione in un unica base informatica dei dati
provenienti da sensori di campo specifici sia possibile attivare il controllo dei dispositivi sensibili
presenti in un palazzo o in un insieme di palazzi.
I sensori specifici possono essere atti a svolgere le più diversificate funzioni di controllo e attuazione
come per esempio la misurazione dell’assorbimento energetico di un generico dispositivo energivoro,
come la regolazione centralizzata ed automatizzata dei “set point” di ricircolo dell’aria, di
raffreddamento o di illuminazione, come ancora il controllo di asset sensibili rispetto alla loro
movimentazione.
Queste e molte altre metriche vengono centralizzate in un unica base dati per poter integrare le
informazioni ed avviare una gestione olistica degli edifici.
Inoltre le metriche di stato funzionale dei dispositivi controllati posso attivare richieste di
manutenzione ed intervento puntuali con un evidente risparmio dei costi di intervento.
6di15
08/07/2014
Responsabile: Alessandro Proia, Barbara Guella, Intermark per AMX
Monitoraggio consumi di un CED
La demo dimostra un monitoraggio in continuo dei consumi di un data center e la possibilità di
effettuare in real time azioni di ottimizzazione dei carichi. La demo è fruibile remotamente da alcuni
server residenti in Germania e deve essere prenotata con almeno tre giorni di anticipo.
Responsabile: Angela Molinari
IBM Bladecenter
Le soluzioni IBM BladeCenter sono state progettate tenendo conto delle principali esigenze delle
aziende in termini di disponibilità di spazio, semplicità di gestione, scalabilità, capacità, prestazioni,
efficienza nel raffreddamento e nell’ alimentazione. Rispetto alle soluzioni server tradizionali, i server
IBM BladeCenter richiedono infatti un investimento ridotto, una minore quantità di tempo per
l’installazione e un numero inferiore di amministratori per la gestione, garantendo così una
diminuzione dei costi associati all’infrastruttura IT.
Le aziende possono quindi contare su una maggiore semplicità di gestione e rapidità di installazione e
implementazione, su una progettazione modulare scalabile e su elevati livelli di disponibilità.
Le soluzioni IBM BladeCenter, inoltre, garantiscono un’integrazione completa con dispositivi storage,
servizi di rete, server e applicazioni. Usufruendo degli avanzati strumenti di gestione forniti dal
software IBM Director, la progettazione di IBM BladeCenter risulta al tempo stesso semplice ed
efficiente. Mediante l’integrazione di funzionalità per la configurazione di switch Ethernet e FC, e
l’implementazione remota, accessibili dalla stessa interfaccia utente, IBM ha quindi creato l’ambiente
ideale per la gestione dei centri dati.
Active Energy Manager
IBM Active Energy Manager è un tool per sistemi X, BladeCenter e alcuni sistemi P che consente di
misurare i consumi effettivi ed emissioni di calore, per ottimizzare l’energia usata da un singolo o da un
gruppo di server in qualsiasi momento.
AEM comunica direttamente con L’Advanced Management Module nei sistemi BladeCenter e col
BMC service processor per i sistemi X ed ha un proprio database (Apache Derby) diverso dal database
dell’IBM Director, in cui vengono memorizzati i dati e i power object.
IBM SYSTEMS DIRECTOR
IBM Systems Director è un tool che permette ai clienti di gestire in modo semplice e flessibile l’intero
data center in modo da minimizzare i costi di gestione IT. Attraverso l’IBM Systems Director, gli
amministratori IT possono monitorare, ad esempio, la configurazione hardware di un sistema remoto e
monitorare l’uso e le performance di componenti critici come processori, dischi e memoria.
La demo è fruibile anche tramite IPad
Responsabile: Maurizio Galletti
7di15
08/07/2014
Sicurezza
Videonalisi e Videosorveglianza
IBM affronta le tematiche di Sicurezza territoriale, per la protezione delle infrastrutture critiche delle città, con un
servizio di videsorveglianza intelligente nei punti chiave della città, nelle aree perimetrali e nelle zone critiche. Le
immagini video vengono trasformate in “meta dati”, attraverso un sistema che abilita l’analisi dei dati e l’utilizzo
“intelligente” delle informazioni, per prevenire microcriminalità, atti terroristici, immigrazione clandestina, furti,
sabotaggi e rapine in linea con le azioni promosse nei patti per la Sicurezza firmati nel 2007 ntra Governo e
autorità locali. L’analisi statistica dei dati permettere di ottimizzare e migliorare il livello di sicurezza fornito, nelle
aree monitorate, in modo proattivo e di identificare potenziali rischi per la sicurezza pubblica.
Vantaggi
 Incremento della sicurezza nelle strade dei quartieri cittadini
 Incremento nella capacità di intervento delle forze dell’ordine
 Miglioramento nella capacità di investigazione con l’aiuto delle registrazioni video
 Rispetto delle normative e decreti legislativi
 Controllo del territorio tramite tecnologie, processi e procedure di sicurezza standardizzati ed omogenei
 Sfruttare gli investimenti tecnologici già in essere e ridurre i costi di monitoraggio e guardiania
Urban safety
La value proposition di IBM risponde alla domanda di maggior sicurezza da parte dei cittadini, fornendo soluzioni
innovative e supporto alle amministrazioni locali nella gestione della sicurezza del territorio, in collaborazione e
coordinamento con le varie Forze di Polizia, al fine di dare attuazione ai "Patti per la Sicurezza" promossi dal
Ministero dell'Interno.
Le soluzioni proposte fanno leva sulle tecnologie innovative della videosorveglianza intelligente, dell'analitycs e
sull'integrazione di vari sistemi di sicurezza, per migliorare l'azione preventiva e l'approccio proattivo delle Forze
dell'Ordine e per dare ad esse un valido supporto nella fase di investigazione.
Responsanbile: Pierfrancesco Poce, Massimo Borzani, Cristiana Giansanti
Migliorare i processi di Gestione
Social Media Analytics
I Social Media è uno dei principali fenomeni emergenti degli ultimi anni. La produzione di contenuti da
parte di coloro che utilizzano servizi e applicazioni dedicate attraverso Internet è rilevante da parte di utenti
e cittadini di tutte le parti del mondo. I Social Media e del così detto Web 2.0 stanno cambiando il rapporto
tra le aziende e i clienti ma anche tra pubblica amministrazione e cittadini. Questi ultimi stanno passando
da un dialogo a senso unico in cui le aziende o le organizzazioni della pubblica amministrazione
comunicano i propri valori o gli elementi legati alla propria carta dei servizi ad un confronto più allargato
ed intenso e che coinvolge un numero diversificato di canali, in cui chiunque può esprimere opinioni,
criticare, esaltare, giudicare un marchio o i livelli di servizio offerti, uno specifico prodotto o servizio. I
8di15
08/07/2014
Social Media costituiscono una base di contenuti, di opinioni, di pareri, di suggerimenti di interesse per
tutte le realtà organizzative permettendo una comunicazione a più vie. In questo rinnovato contesto la
pubblica amminstrazione e le organizzazini private piu’ innovative ed attente considerano all’interno del
proprio processo decisionale e strategico, non solo il cliente finale che acquista il prodotto o il cittadino che
riceve un servizio, ma anche l’impatto dei cosidetti influencer ed opinion leader nell’orientare le scelte del
consumatore target o capace di stimolare e rendere piu’ efficace l’offerta dei servizi.
IBM, che fin dalla nascità del WEB si è distinta come protagonista nello sviluppo di sistemi di business
intelligence che sfruttino questi nuovi canali di informazione, stimolata da richieste di grandi clienti
ha sviluppato nei propri laboratori di ricerca di San Josè (California) un innovativo sistema, Corporate che
permette di ricercare ed analizzare in profondità flussi di informazioni provenienti da molteplici fonti di
interesse, inclusi i social media, combinando fuzioni di ricerca e di analisi con un interfaccia grafica di facile
utilizzo.
Il sistema permette di analizzare in profondità i documenti e le informazioni sparse all’interno della “rete”,
fornendo un’ambiente in grado di generare alerting, individuare eventi significativi, offrendo un ampio
spettro di strumenti analitici quali sentiment analysis, individuazione e analisi delle relazioni, dei trend e la
capacità di effettuare root cause analysis dei fenomeni di interesse. Questo strumento innovativo, si pone
l’obiettivo di fornire una risposta concreta alle nuove esigenze della Pubblica Amministrazione e di tutti i
settori privati.
Gli ambiti applicativi dell’applicazione per il settore pubblico e privato sono innumerevoli riguardano ad
esempio:
 la raccolta e misurazione della reputazione di uno dei “brand”, delle società o di un ente pubblico,
di uno specifico prodotto, servizio, iniziativa commerciale o di servizio, promozionale o Manager
aziendali;
 il supporto ai progetti di marketing e comunicazione, con verifica dell’efficacia dei risultati sui
social-media e del livello di Soddisfazione / Insoddisfazione della clientela o degli utenti;
 il monitoraggio delle violazioni di copyright o abusi/contraffazioni relative ad un determinato
brand/prodotto/servizio;
 l’espansione e rifinitura della conoscenza aziendale relativa a gusti e preferenze dei propri clienti ed
in generale della Customer Experience, con possibile integrazione con strumenti di Market Analysis
per monitorare il comportamento dei mercati e della clientela;
 l’integrazione con strumenti di “cause analysis” per comprendere le ripercussioni di alcuni eventi,
per poterne anticipare le conseguenze;
 valutare la l’eco di azioni politiche e di governo (governo, partiti, esponenti, candidati, ecc) e il
sentiment sulle attività politiche svolte
 espandere e rifinire la conoscenza dei bisogni insoddisfatti dell’elettorato e migliorare il rapporto
istituzioni-cittadini (Citizen Centricity)
 supportare progetti di marketing politico e comunicazione sociale e verificare l’efficacia dei risultati
sui social-media
 analizzare e monitorare le discussioni e le opinioni dei cittadini/elettori su specifici temi e
argomenti di interesse (sistema carcerario, legittimo impedimento, nucleare, internet, ecc)
 scoprire e monitorare i Key Influencer e gli Opinion Leader/Maker politici per valutarne la viralità
9di15
08/07/2014
La soluzione è attualmente utilizzata da parte di diverse organizzazioni a livello mondiale ottenendo
risultati evidenti, spesso immediati, sull’efficacia di dotarsi di soluzioni del genere, che consentono, tra
l’altro, di rendersi indipendenti da società esterne e di “avventurarsi” in analisi le più varie sul contesto web.
I Benefici attesi riguardano il Contenimento dei costi di ricerca di mercato e di analisi grazie
all’efficientamento delle aree di indagine (10-20%). Individuazione e focalizzazione delle azioni correttive
verso le criticità (5-10% di efficientamento dei costi operativi). Indicazioni qualitative altrimenti non
ottenibili con i tradizionali metodi delle domande chiuse con risposta a scala numerica (riduzione dei costi
di analisi di mercato). Disponibilità di un sistema di monitoraggio ed analisi ad alta specializzazione, in
grado di accedere nativamente ad una base informativa estremamente vasta gestita e curata da content
provider specializzati leader a livello mondiale e che include diversi miliardi di post a livello mondiale
riguardanti forum di discusisone, blog, stampa elettronica, microblogging proveniente di svariate milioni di
di piattaforme di discussioni.
Responsabile: Pietro Leo
10di15
08/07/2014
SMARC( Social-media Micro-segmentation and Real-time Correlation)
Questa demo mostra le potenzialità di InfoSphere Streams e BigInsights unite alla capacità del Text Analytics
Accellerator. La demo si compone di tre parti: Repuational Risk, Lead Generation, Desaese Track. La demo
dimostra come l’offerta IBM sui Big Data può essere usata per analizzare in tempo reale elevati volumi di dati
provenienti da svariate applicazioni di social media per costruire una vista completa di entità che possono
essere utilizzate per un tempestivo supporto alle decisioni. Con questi strumenti viene costruito un profilo
completo dei consumatori. Gli attributi del profilo comprendono anche quelli che si modificano lentamente nel
tempo come le informazioni personali, relazioni, interessi, hobby ed eventi della vita ed altri di carattere più
temporaneo come l’intenzione di acquistare un prodotto, opinioni e localizzazione. La combinazione di questi
dati analizzati in tempo reale con fonti di dati più strutturate consente di creare una vista del consumatore a 360
gradi, che può essere utilizzata in molte applicazioni di business come la generazione di nuove opportunità,
analisi dei rischi sulla reputazione, fidelizzazione del cliente ed identificazione di potenziali nuovi clienti.
Responsabile: Sergio Sansonetti
Cloud Computing
Smart Business Desktop Cloud (SBDC)
WinXP 1 WinXP 2
Win2003
XEN DDC
Win2003
vCenter
VMware
Protocollo
HDX
Thin Client
HDX Certified
Thin Client
Un thin client
Praim/Wyse
IBM ha sviluppato una propria proposizione nell'ambito della virtualizzazione dei client, denominata IBM Smart
Business Desktop Cloud (SBDC), una soluzione integrata di hardware, software e servizi che consente
un'elevata flessibilità e personalizzazione. Il disegno di una soluzione SBDC si sviluppa in un’ottica di system
11di15
08/07/2014
integration, avvalendosi sia di piattaforme tecnologiche IBM che di componenti di mercato, grazie ad impotranti
partnership con i principali software vendor del settore.
In quest'ambito IBM ha introdotto una nuova modalità di sourcing, viene infatti applicato alla virtualizzazione del
client il concetto di “cloud computing” con cui si intende un insieme di tecnologie informatiche che permettono
l'utilizzo di risorse hardware (memoria, storage, CPU) o software distribuite in remoto. La soluzione, denominata
“Smart Business Desktop on the IBM Cloud” consente la fornitura di ambienti desktop dipartimentali in logica “a
servizio”. Ai benefici offerti dalla virtualizzazione del client, questa modalità di sourcing aggiunge:

L’eliminazione dei costi di investimento iniziale per la creazione della infrastruttura centralizzata

La maggiore flessibilità offerta dall’ambiente cloud nel reperire nuove risorse hardware e software
aggiuntive

La trasformazione dei costi relativi alla infrastruttura dipartimentale in costi variabili legati al numero di
utenti che utilizzano il servizio
L’eliminazione dei costi derivanti dall'obsolescenza tecnologica.
Responsabile: Marco Palermo
Private Cloud
Soluzione di Cloud IaaS basata su Tivoli Service Automation Manager.
Ogni reparto IT riceve continue richieste di aumentare la propria flessibilità, di rispondere più
rapidamente alle necessità del business e di adattarsi velocemente ai nuovi modelli imposti dal mercato;
al tempo stesso viene richiesto sempre di più una riduzione dei costi e investimenti mirati a evitare ogni
12di15
08/07/2014
forma di spreco. La risposta IBM a questi scenari è nel Cloud Computing: la demo, che riguarda un
ambiente di Private Cloud e la sua completa gestione (automazione, fatturazione e monitoraggio),
mostra come il Cloud intenso dall'IBM è sia una nuova esperienza per l'utente finale che un modello di
business completamente nuovo. Esso infatti permette di:
 standardizzare le proprie offerte tramite un Catalogo di Servizi (TSAM);
 migliorare l'efficienza del business monitorando le proprie risorse (ITM);
 controllare e gestire i costi in modo dinamico e flessibile (TUAM);
 permettere all'utente finale di richiedere le proprie strutture ogni volta che occorre e da ogni
punto della rete (Web 2.0).
Responsabile: Alessandro Haag
Laboratorio Cloud Computing
Il Laboratorio realizzato in collaborazione con il brand STG è composto da server delle famiglie
System X e System P virtualizzati con gli hypervisor KVM (System X) e Power VM (System P); la
componente storage è indirizzata con due sistemi IBM Storwize V700 mentre la componente
networking è basata su switch IBM (BNT). L'ambiente è gestito e controllato grazie all'IBM System
Director ed ai suoi plugin. Nei Virtual Server ospitati nell'ambiente System P sono anche installati i
prodotti IBM Starter Kit for Cloud on Power (SmartCloud Entry) e IBM Service Delivery Manager
(ISDM) di cui segue una breve descrizione.
IBM StarterKit for Cloud è un software che realizza un portale WEB self-service per l'utente finale
dell'infrastruttura Cloud abilitandolo alla realizzazione di server virtuali senza l'intervento specifico
dell'amministratore IT. In questo modo si semplifica il processo di erogazione delle task più comuni in
un ambito di Private Cloud:






Provisioning e de-provisioning dei server virtuali
Clonazione di server virtuali esistenti
Accensione e spegnimento dei server virtuali
Ridimensionamento di server virtuali esistenti
Supporto al Billing, accounting e metering
Workflow di richiesta ed approvazione
IBM Service Delivery Manager (ISDM) è una piattaforma di gestione del Cloud che abilita la
realizzazione di piattaforme di servizi per un'ampia casistica di tipi di workload con un elevato grado di
integrazione, flessibilità ed ottimizzazione delle risorse sfruttando queste caratteristiche "core":
 Portale Self-service con capacità di prenotazione delle risorse virtualizzate, comprese le risorse
storage e networking
 Provisioning e de-provisioning automatizzato
 Monitoring real-time delle risorse fisiche e virtuali
 Modulo integrato per la gestione dell'accounting e della contabilità di addebito che può aiutare gli
IT Admin a controllare ed ottimizzare l'utilizzo dei sistemi
 Alta affidabilità nativa per la piattaforma di management del Cloud
 Template di automazione pre-configurati e predisposti per la maggior parte delle risorse
 Sfrutta l'infrastruttura hardware esistente
13di15
08/07/2014
Le demo erogabili sono:



IBM Systems Director e plugin
IBM Starter Kit for Cloud on Power platform
ISDM
Responsabili: Mario Sebastiani [email protected],
Enrico Pascolini [email protected],
Alessandro Haag [email protected]
Bluemix
Bluemix è una piattaforma di sviluppo cloud( PaaS) i cui obiettivi principali sono la semplicita' e la
velocita' di sviluppo di applicazioni cloud da parte dello sviluppatore.
La demo della piattaforma Bluemix illustra la costruzione in pochi minuti di un prototipo di una
applicazione per condurre una sentiment analysis delle opinioni espresse dagli utenti Twitter su un dato
argomento. Tutto questo viene realizzato utilizzando gli strumenti messi a disposizione dalla
piattaforma Bluemix.
In seguito vengono descritti i passi della demo:
1. Effettuiamo il login al portale web di Bluemix ed esploriamo il catalogo dei servizi;
2. Scegliamo di creare una applicazione a partire dal Boilerplate Node-RED ed aspettiamo pochi
secondi che l'applicazione venga resa disponibile nel cloud all'indirizzo HTTP che abbiamo scelto;
3. Connettiamo il browser all'indirizzo della applicazione e scriviamo l'applicazione:
Node-RED ci permette di scrivere una applicazione attraverso un editor grafico di workflow, usando
dei building blocks predefiniti. Assembliamo dunque un flusso che estrae da Twitter i messaggi che ci
interessano, esegue un algoritmo di sentiment analysis su ciascun messaggio, ed infine li salva in un
database.
Scriviamo poi un altro semplice flusso che estrae i tweets dal database e li visualizza in una pagina
web.
4. A questo punto connettiamo il browser all'indirizzo di quest'ultimo flusso ed osserviamo la
categorizzazione dei tweets in termini di sentiment analysis.
Il piu' e' fatto. Adesso bisogna migliorare un po' la grafica della presentazione, e possiamo farlo
facilmente integrando le API pubbliche di Google per creare grafici di vario tipo.
Nella Figura seguente è schematizzato graficamente il flusso delle operazioni:
14di15
08/07/2014
Take the pulse of the situation
1
• Listen on Twitter what people is
saying about something
Create an app from the
Node-RED web starter
Do that in minutes on BlueMix
using Node-RED boilerplate
2
Connect to the app and go
to the Node-RED flow
editor
3
5
Assemble your flow to
search for tweets, perform
a sentiment analysis on
them, and save to a NoSQL
data store
Deploy the flow and point your browser
to the web service (/report) to take the
pulse of the situation
4
Create a web service to
view the sentiment in a
Google pie chart
(/report)
1
© 2014 IBM Corporation
Demo Bluemix – flusso delle operazioni.
Responsabili: Michele Crudele
Pietro Della Peruta
15di15
08/07/2014
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
860 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content