close

Enter

Log in using OpenID

Aprile 2014 n.2 - Messe Frankfurt Italia

embedDownload
TRIMESTRALE
Aprile-Maggio-Giugno 2014 N°2
e-messe.it
IL MAGAZINE ONLINE DI MESSE FRANKFURT ITALIA
TEXTILES & TEXTILE
TECHNOL0GIES
ENTERTAINMENT, MEDIA
& CREATION, LEISURE
CINA E
GIAPPONE
nuovi orizzonti
strategici
CONSUMER
GOODS
TECHNOLOGY
& PRODUCTION
MOBILITY
& INFRASTRUCTURE
EDITORIALE
Donald Wich
AD Messe Frankfurt Italia
D
opo tre mesi particolarmente intensi sotto il profilo fieristico ė tempo di
tracciare un primo bilancio: a Francoforte si consolida la caratteristica
"globale" delle nostre manifestazioni. Heimtextil, Ambiente,
Christmasworld, Prolight&Sound, Light + Building e anche le altre fiere che
si sono tenute nel nostro quartiere hanno registrato un'ulteriore crescita del
tasso d'internazionalità sia degli espositori che dei visitatori. Sono aumentati in
particolare i buyer provenienti dall'Asia e dall'Europa orientale, compresa la Russia.
In termini assoluti i visitatori ed espositori italiani si confermano primi nella classifica
internazionale. Sempre molto dinamico lo sviluppo delle nostre fiere global: sono
sempre più gettonate in particolare le nostre manifestazioni in Cina e a Dubai, con
tassi di crescita a doppia cifra anche per la presenza italiana. Crescita a doppia cifra
anche per SPS IPC Drives Italia, organizzata da Messe Frankfurt Italia presso il
quartiere fieristico di Parma. La manifestazione aprirà i battenti il 20 maggio con
un padiglione in più rispetto al 2013 e si conferma come la start up fieristica più
dinamica a livello europeo degli ultimi anni. Particolarmente ricco quest'anno il
programma di convegni e iniziative speciali. Per quanto riguarda il progetto del
German Pavilion a Expo 2015, gestito interamente da Messe Frankfurt, l'inizio
ufficiale dei lavori ha coinciso con la cerimonia di posa della prima pietra che
si è svolta il 2 aprile, quindi in largo anticipo rispetto a tutti gli altri padiglioni
internazionali. Se il buon giorno si vede dal mattino...
2 messefrankfurtitalia.it
42
SOMMARIO
4 SOTTO IL SEGNO DEL FIMI
CINA E GIAPPONE:
NUOVI ORIZZONTI STRATEGICI
28 Mobility & Infrastructure
SVILUPPO E INNOVAZIONE
SENZA FRENI
8 Textiles & Textile Technologies
UNO STILE A REGOLA D’ARTE
30LA MOBILITA’ DEL FUTURO A FRANCOFORTE
11 IDEE SOSTENIBILI
PER TESSUTI PREGIATI
32IL MERCATO RUSSO: NUOVO BUSINESS PER L’AFTERMARKET ITALIANO
14 Entertainment,
Media & Creation, Leisure
BEAUTYWORLD DUBAI, CI SAREMO!
34Area della Comunicazione
MEETINMESSE: EVENTI IN UNDER3
16 UN’IDEA BRILLANTE IN TESTA
38L'appuntamento italiano
SPS IPC Drives Italia
AUMENTARE EFFICIENZA
E PRODUTTIVITA’: LE RISPOSTE
A SPS ITALIA 2014
17 CINA A SUON DI MUSICA
18 Consumer Goods
UNA STORIA DI VISIONE
ED EVOLUZIONE
37PROGETTATI PER VOI
20DOVE LA CREATIVITA’ E’ DI CASA
40SPS ITALIA VIVE DI INNOVAZIONE,
NE PARLA E NE FA PARLARE
22IL TEMPO PASSA,
L’INNOVAZIONE RESTA
40L’AGENDA DELLE TAVOLE ROTONDE
DI SPS ITALIA 2014
24Technology & Production
LA CAPACITA’ DI RINNOVARSI
E RINNOVARE
42Expo 2015 Milano German Pavilion
PRIMO COLPO DI VANGA
E I LAVORI POSSONO INIZIARE
26UN’AUTENTICA STORIA DI SUCCESSO
43Contatti
In redazione
Daniela Calvenzani
[email protected]
Alice Neotti
[email protected]
Grazia Spinardi
[email protected]
Messe Frankfurt Italia
Via Quintino Sella, 5 - 20121 Milano
TEL. 02 880778.1
3
SOTTO IL SEGNO DEL FIMI
Forum Internazionalizzazione Made in Italy
CINA E GIAPPONE: NUOVI
ORIZZONTI STRATEGICI
P
er fronteggiare l’immobilità dei consumi interni,
le aziende italiane devono guardare lontano e puntare
sull’export che anche nel 2013
è stato l’asso nella manica del
Made in Italy e che ha rappresentato l’unico fattore che ha
contribuito positivamente alla
crescita economica italiana. Secondo il rapporto ICE 2012-2013,
“…nell’area
industrializzata,
alla stagnazione o recessione
dei Paesi dell’area dell’euro e
dell’Europa in generale, associata alle politiche fiscali restrittive
adottate dalla maggior parte di
essi per contenere i debiti sovrani e la turbolenza dei mercati
finanziari, si contrappone il relativo dinamismo di Stati Uniti e
4 messefrankfurtitalia.it
Giappone, favorito da politiche
economiche fortemente espansive. Nell’ambito delle economie emergenti, tassi di crescita
robusti e superiori alla media
continuano a registrarsi nei
Paesi asiatici, in particolare in
Cina. Considerando la graduatoria degli importatori mondiali, nel 2012 gli Stati Uniti hanno
mantenuto la prima posizione,
con una quota del 12,6% sul
totale mondiale, seguiti dalla
Cina, con il 9,8%, dalla Germania (6,3%), i cui valori importati
hanno registrato una flessione
annuale del 7%, dal Giappone
(4,8%) e dal Regno Unito (3,7%)
che ha superato la Francia in
quinta posizione.
Nel 2012 l’Asia orientale ha con-
tinuato a rappresentare l’area da
cui proviene la maggiore spinta
agli scambi mondiali, grazie al
traino della Cina. Confermandosi
mercato ricco di opportunità per
le imprese italiane, l’Asia orientale, insieme all’Oceania, ha
inciso per circa il 9% sul totale
delle esportazioni italiane e per
oltre il 10% sul totale importato.
In concreto, nei primi tre mesi del
2013, le esportazioni italiane hanno conseguito un incremento sul
mercato cinese del +2,3% rispetto a gennaio-marzo 2012. Ma è
in Giappone che i dati relativi
al primo trimestre dell’anno in
corso hanno registrato la variazione più ampia (+21,5%) sia in
riferimento all’area asiatica che
rispetto alla media mondiale. 
CINA: UN DEBOLE
PER LE PRODUZIONI
AD ALTO VALORE AGGIUNTO
PERCHÉ CINA*
• Prospettive di continua
crescita dell’economia cinese
• Vastità del mercato cinese
• Evoluzione dei gusti dei
consumatori cinesi di reddito
medio-alto
La Cina è la seconda più grande
economia mondiale, con aspettative di crescita ancora sostenute.
E’ un mercato che diventa sempre
più esigente e con una percezione
spiccata dell’Italia da parte del
pubblico cinese come simbolo
di qualità della vita e del lusso
grazie alle nostre produzioni a più
alto valore aggiunto. Nelle espor-
tazioni italiane verso la Cina si
registrano ottimi risultati soprattutto nel settore dei beni di consumo (con particolare riferimento
al tessile-abbigliamento, calzature,
agro-alimentare), una tendenza che
dovrebbe trovare conferma anche
nei prossimi anni in considerazione
della crescente fascia di popolazione cinese con reddito medio-alto.
*Fonte: infomercatiesteri.it
Interscambio commerciale dell'Italia per settori*
ESPORTAZIONI
2012
gen-dic
2013
gen-dic
IMPORTAZIONI
Var
%
CB13 - Prodotti tessili 348.790 341.736 CB14 - Articoli di abbigliamento
(anche in pelle e in pelliccia) 385.095 458.216 19,0 CC17 - Carta e prodotti di carta 67.157 -2,0 89.135 32,7 2,4 2013
gen-dic
2013
gen-dic
SALDI
Var
%
1.386.265 1.394.775 0,6 2012
gen-dic
2013
gen-dic
SALDI
NORMALIZZATI %
2012
gen-dic
2013
gen-dic
-1.037.475 -1.053.038
-59,8 -60,6
3.085.377 2.739.469 -11,2 -2.700.282 -2.281.254 -77,8 -71,3
143.566 141.723 -1,3 -76.409 -52.588 -36,3 -22,8
825.878
881.633 6,8 -629.578 -680.671 -61,6 -62,9
2.424.938 2.513.924 3,7 -2.122.348 -2.161.618 -77,8 -75,4
CG22 - Articoli in gomma e materie plastiche 196.300 200.963 CJ27 - Apparecchiature elettriche
e apparecchiature per uso domestico
non elettriche 302.590 352.307 16,4 CL29 - Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi 395.667 662.141 67,3 390.648 385.677 -1,3 5.019 276.465 0,6 26,4
CM31 - Mobili 139.630 166.158
378.475 366.254 -3,2 -238.845 -200.096 -46,1 -37,6
19,0 *Fonte: estratto elaborazioni ICE su dati ISTAT. Per la consultazione della tabella completa di tutti i settori visitate www.actea.ice.it/tavole
Mese - Anno di riferimento: Gennaio - Dicembre 2013
5
SOTTO IL SEGNO DEL FIMI
Forum Internazionalizzazione Made in Italy
GIAPPONE:
UN MERCATO CHE APPREZZA
IL MADE IN ITALY
ad alto valore aggiunto e ad elevato
contenuto tecnologico (chimica-farmaceutica, mezzi di trasporto, macchinari e strumenti di precisione) e
ai beni di lusso per i quali il Giappone rimane il secondo mercato al
mondo, dopo gli Stati Uniti.

Il Giappone è un mercato maturo
e sofisticato che non nasconde
il proprio apprezzamento per il
Made in Italy connesso ai settori
più tradizionali legati all’eccellenza
della nostra produzione (agri-food,
tessile e abbigliamento), a quelli
*Fonte: infomercatiesteri.it
PERCHÉ GIAPPONE*
•Terza economia del pianeta,
rappresenta ancora un
mercato di dimensioni
ragguardevoli
•Non diminuisce l’attrazione
del pubblico giapponese
verso l’Italia e i prodotti italiani
•Italia e Giappone presentano
caratteristiche che possono
incentivare la cooperazione
economica
Interscambio commerciale dell'Italia per settori*
ESPORTAZIONI
2012
gen-dic
2013
gen-dic
IMPORTAZIONI
SALDI
Var
%
2013
gen-dic
2013
gen-dic
88.175 7,6
CB13 - Prodotti tessili 196.541 198.348 0,9
81.965
CB14 - Articoli di abbigliamento
(anche in pelle e in pelliccia) 791.085 803.547 1,6 9.206 9.763
Var
%
6,0 SALDI
NORMALIZZATI %
2012
gen-dic
2013
gen-dic
114.576
110.173
41,1 38,5
781.879 793.784 -97,7 97,6
301
-4,5
1,3
CC17 - Carta e prodotti di carta 12.156 12.067
-0,7 13.310 11.766 -11,6 CG22 - Articoli in gomma e materie plastiche 64.663 55.944 -13,5 134.694
108.150 -19,7
-70.031 -52.206 -35,1 -31,8
CJ27 - Apparecchiature elettriche
e apparecchiature per uso domestico
non elettriche 83.765 93.527 11,7 87.450 103.780 18,7 -3.685 -10.253
-2,2
-5,2
456.098
426.595 -6,5 572.617 446.676 -22,0 -116.519 -20.081 -11,3 -2,3
89.531 97.594
9,0 891 917 -3,0
98,0 98,1
CL29 - Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi CM31 - Mobili -1.153 2012
2013
gen-dic gen-dic
88.640
96.677
*Fonte: estratto elaborazioni ICE su dati ISTAT. Per la consultazione della tabella completa di tutti i settori visitate www.actea.ice.it/tavole
Mese - Anno di riferimento: Gennaio - Dicembre 2013
6 messefrankfurtitalia.it
China and Japan: our brands
www.messefrankfurtitalia.it
Textiles & Textile Technologies
Tessuto casa e interior • tessuto tecnico • tessuto abbigliamento • lavorazione e cura
dei materiali tessili
UNO STILE A REGOLA D'ARTE
Creatività e sapienza hi-tech firmano lo stile del Gruppo Miroglio
8 messefrankfurtitalia.it
Intervista a Marco Borio, General
Manager di Miroglio Asia
Il Gruppo Miroglio è una
realtà italiana presente con
il suo network distributivo
e commerciale in oltre
50 Paesi tra cui l’Asia.
Negli ultimi anni quali
evoluzioni e tendenze hanno
caratterizzato il mercato dei
tessili in Asia?
Non generalizzerei parlando di
Asia. Questo continente è variegato e composto da una serie di
Paesi legati ancora molto alla tradizione: vedi l’India, l’Indonesia
un po’ meno la Malesia, per citarne alcuni. Altri invece già da tempo, pur mantenendo ancora vive
alcune tradizioni, si sono avvicinati in maniera ossessiva alla moda
“Occidentale”, quella delle grandi
firme e del fast fashion (vedi Giappone e Korea). La vera rivoluzione
degli ultimi anni si è vista in Cina
Popolare, non solo con l’affermazione dei brand internazionali più
conosciuti, ma anche e soprattutto con la nascita di brand locali
in grado di presentare ai consumatori un mix di prodotti valido
e qualitativamente competitivo.
Infatti, oltre all’evoluzione nello
stile, influenzato prevalentemente da designer giapponesi e co-
reani (disposti oggi ad accettare
sontuose offerte di collaborazione
con i grandi gruppi cinesi) e dai
brand internazionali che hanno
invaso il Paese, i retailer locali
prestano molta più attenzione alla
qualità e ai particolari rispetto al
passato. Il consumatore è cambiato negli ultimi 10 anni come da
nessun'altra parte, specialmente
quelli delle città dette di prima
fascia che a loro volta, stanno innescando una reazione a catena
sulle città di seconda e terza fascia. È un consumatore informato, legge riviste di moda, viaggia
e si guarda attorno e soprattutto
ha una buona propensione al consumo. I gruppi cinesi di maggiore
successo hanno capito tutto questo e hanno differenziato la loro
offerta con marchi di alta gamma
(dove sono disposti a creare i loro
capi utilizzando tessuti importati,
disposti a pagare anche prezzi
relativamente alti, ma senza compromessi dal punto di vista qualitativo) e di gamma più bassa, ma
assolutamente trendy e vicini alle
richieste soprattutto della clien-
IN CINA LE TENDENZE SONO FIGLIE
DELLA GLOBALIZZAZIONE,
MA CON DIFFERENZE SUI COLORI
E SULLA DIMENSIONE DEI DISEGNI...
tela più giovane. Anche in Cina
le tendenze sono figlie della globalizzazione, ma con differenze
sui colori e sulla dimensione dei
disegni per meglio adattarsi alle
più esili figure femminili locali.
Per questo motivo il gruppo Miroglio monitora costantemente le
richieste dei clienti, mettendo a
disposizione l’immenso archivio
disegni in modo tale da incontrare le più diverse esigenze.
Da sempre il Gruppo Miroglio
è protagonista alle fiere
tessili di Messe Frankfurt,
in particolare a Intertextile
Shanghai Apparel Fabrics.
Come giudica l’esperienza
con Messe Frankfurt in Cina?
Cosa rappresenta questo
appuntamento per Miroglio?
In Cina operiamo attualmente
con 5 agenti, un venditore diretto
e un area manager. Una discreta rete commerciale in termine
di grandezza, che ci permette di
seguire i più grandi retailer/brand
locali. Ma questo non è abbastanza. Ancora moltissimo c’è da
fare, in quanto in un Paese come
questo, a differenza dell’Europa è
più difficile instaurare un rapporto di fidelizzazione del cliente. In
aggiunta a quanto sopra non dobbiamo dimenticare che la Cina
è un mercato sul quale si sono
9
Textiles & Textile Technologies
Tessuto casa e interior • tessuto tecnico • tessuto abbigliamento • lavorazione e cura
dei materiali tessili
riversate aziende provenienti da
tutto il mondo, tutte ovviamente
con l’intento di conquistare fette
di mercato. La concorrenza è agguerritissima e con una globalizzazione della produzione e dello
stile, a volte la creatività e il gusto Italiano possono non essere
sufficienti a prevalere in questo
settore, dove eravamo abituati
sempre a primeggiare. È necessario costantemente ampliare
il bacino di utenza e la ricerca.
Soprattutto per questo motivo
Intertextile Shanghai Apparel
Fabrics rappresenta un appuntamento immancabile per il
gruppo Miroglio. È decisamente
il modo più efficace per entrare
in contatto con tutta una serie
di retailer e garment maker locali che altrimenti sarebbe impossibile approcciare con visite
door to door, per motivi legati
prevalentemente alla dimensione del Paese e al costo che ne
comporterebbe. Da quest’anno poi con l’organizzazione a
Shanghai (anziché Pechino)
della fiera per la presentazione
della collezione estiva, credo si
sia fatto un ulteriore passo avanti. Shanghai da sempre è il fulcro
commerciale del Paese ed è il
luogo che permette di raccogliere il meglio.
L’attenzione verso la
creatività e l’arte si esprime
attraverso importanti
iniziative realizzate dal
Gruppo. Quali sono? State
sviluppando nuovi progetti
in questo ambito?
L’azienda ha negli anni sviluppato un ricco patrimonio creativo,
in continua evoluzione grazie alle
possibilità offerte dalle soluzioni
tecnologiche digitali di ultima generazione (“E.volution™ by Miroglio Textile”, la piattaforma tecnologica in grado di offrire una
gamma incredibile di soluzioni di
stampa nel rispetto delle più rigorose credenziali di sostenibilità)
e alle importanti collaborazioni
con affermati artisti. Una speciale combinazione che da alcune
stagioni vuole rendere omaggio
all’unicità dell’ingegno italiano
si concretizza attraverso “Metri
d’Arte”, il progetto stilistico che
fa incontrare produzione industriale e creatività artistica.
Presentato per la prima volta
a Febbraio 2012 a Parigi, con la
collaborazione di artisti quali
Stefano Arienti, Massimo Caccia e Maggie Cardélus, l’anno
MESSE FRANKFURT A
SHANGHAI RAPPRESENTA
UN APPUNTAMENTO
IMMANCABILE PER IL
GRUPPO MIROGLIO
10 messefrankfurtitalia.it
successivo a Pechino con lavori
di Loris Cecchini e Francesco Simeti, il progetto testimonia l’importanza che arte e creatività rivestono per Miroglio Textile e la
spiccata capacità di intrecciare
“ad arte” la sapienza hi-tech che
ci distingue a immagini, visioni,
tratti di pennello, desideri di bellezza, che entrano a far parte del
quotidiano attraverso una vera
e propria collezione di stampe.
Quest’anno abbiamo presentato in collezione P/E 2015 i frutti
della collaborazione con il disegnatore-ritrattista Paolo Galetto.
La collaborazione ha portato alla
nascita di tre disegni acquerelli,
ideati dall’artista e pensati per essere stampati rispettivamente su
una t-shirt, una t-shirt lunga e un
abito. Attraversiamo un momento storico nel quale, a fare la differenza, sono elementi come la
qualità, la capacità di vedere cose
che altri non vedono, il talento e
il coraggio di uscire, senza timore, da schemi ripetitivi e abitudini
mentali e produttive falsamente
rassicuranti. Metri d’Arte vuole
quindi essere l’incontro tra arte
e industria per esplorare con entusiasmo nuove frontiere della
creatività e proporsi come laboratorio di pensiero in grado di dare
vita a creazioni dotate al tempo
stesso di armonia , anima e contenuto; inoltre è anche un progetto di più ampio respiro del quale
entrano a far parte collaborazioni
con giovani artisti e stilisti emergenti e scuole di disegnatori. 
Intervista a Carlotta Saibene Canepa, Soft accessories Manager Canepa
IDEE SOSTENIBILI
PER TESSUTI PREGIATI
Un'azienda particolarmente sensibile al futuro
e alla salvaguardia del pianeta
Il gruppo Canepa produce
tessuti di alta qualità per la
moda e per l’arredamento.
Quali aspetti caratterizzano
la produzione della vostra
azienda?
Il Gruppo Canepa è leader mondiale nella tessitura serica di
fascia alta, a cui affianca la produzione di tessuti pregiati di altre fibre naturali come il cache-
mire, la lana, il cotone, il lino,
la canapa. La lavorazione dalla
tessitura, alla nobilitazione, alla
produzione del capo finito, è
interamente effettuata in Italia.
A buon ragione si può sostenere che i prodotti Canepa sono
100% ‘Made in Italy’. L’azienda
è cresciuta significativamente
caratterizzandosi anche per la
continua attenzione all’innova-
zione di processo e di prodotto.
Un valore centrale per il
gruppo è la sostenibilità.
Quali obiettivi si pone
l’azienda? Quali progetti
sono stati sviluppati?
Canepa è particolarmente sensibile al futuro e alla salvaguardia del pianeta e coerentemente plasma i suoi comportamenti
nei territori dove opera, nella
convinzione che la terra ci appartiene tanto quanto appartiene alle generazioni future
e a loro va responsabilmente
trasmessa. L’azienda, di conseguenza, attraverso il dipartimento di ricerca e sviluppo
11
Textiles & Textile Technologies
Tessuto casa e interior • tessuto tecnico • tessuto
abbigliamento • lavorazione e cura dei materiali tessili
CanepaEvolution, ha ideato
e realizzato il progetto “SAVEtheWATER - Kitotex”, che
utilizzando una sostanza di
origine naturale, atossica, biocompatibile e biodegradabile,
ottenuta dalla chitina contenuta nell’esoscheletro dei crostacei, consente di ridurre fino a
12 volte il consumo di acqua e
di ridurre del 90% il consumo di
energia, oltre la totale eliminazione degli inquinanti (certificazione CNR_Biella). Un’ulteriore
innovazione è rappresentata da
un nuovo processo industriale
nella fase di tintura dei filati
che ha permesso la sostituzione di una sostanza tossica con
una non tossica e armonizzata,
consentendo, a parità di qualità
e quantità, il risparmio del 60%
di acqua e di energia con una
conseguente riduzione dell’impatto ambientale (certificazione INRIM).
Canepa partecipa alla
fiera Intertextile Shanghai
Apparel Fabrics. Qual
è la vostra visione del
mercato asiatico? In che
modo la manifestazione
contribuisce
all’internazionalizzazione
del gruppo in Asia?
Da anni partecipiamo alla fiera con soddisfazione in senso
generale perché contribuisce
al rafforzamento dei rapporti
in essere con i nostri clienti.
La fiera, inoltre, si è sempre dimostrata una buona occasione
per intercettare nuovi clienti e
presentare loro le nostre proposte. Clienti che provengono
dall’intera area del Far East e
che sarebbe per noi molto più
problematico contattare direttamente. La scelta distintiva dell’allestimento di Milano
Unica, all’interno di Intertextile, è uno degli elementi che
concorrono a posizionare i tessuti made in Italy nell’alto di
gamma e indirettamente concorrono a rafforzare il processo di internazionalizzazione del
Gruppo Canepa.

PROSSIMI APPUNTAMENTI
TEXPROCESS AMERICAS - Atlanta 13-15 maggio 2014
TECHTEXTIL NORTH AMERICA - Atlanta 13-15 maggio 2014
HEIMTEXTIL INDIA - Nuova Dehli
19-21 giugno 2014
ETHICAL FASHION SHOW - Berlino INTERTEXTILE SHANGHAI HOME TEXTILES 12 messefrankfurtitalia.it
8-10 luglio 2014
27-29 agosto 2014
UPDATE
&NEWS
Rossella Bolzacchini
Sales Director
Aria positiva per i molti
professionisti del comparto
tessile italiano in missione in
Cina: all’edizione primaverile
di Intertextile Apparel
Fabrics dal 3 al 5 marzo, per
la prima volta a Shanghai,
presenti 1.469 espositori
da 23 Paesi e oltre 40.000
visitatori. Nella “top five” dei
Paesi espositori soddisfazione
tutta italiana: ad esporre 150
aziende produttrici di tessuti
per abbigliamento e accessori
moda di fascia medio-alta.
Vincente la scelta di spostare
Intertextile da Pechino a
Shanghai e anticiparne la data.
Con entusiasmo si guarda già
all’edizione autunnale che si
svolgerà dal 20 al 23 ottobre,
come di consueto a Shanghai.
Italia protagonista anche nel
tessuto tecnico e meccanotessile
a Techtextil Russia, dall’11
al 13 marzo, dove oltre 20
aziende hanno presentato
innovazione e tecnologia ai
4500 buyer russi in un’area
italiana comune, organizzata
dalla nostra filiale. Dopo
Mosca, conclusa con grande
soddisfazione, l’attenzione
si sposta oltreoceano, in
particolare ad Atlanta. C’è
grande attesa per Techtextil
North America e Texprocess
Americas che si svolgeranno
dal 13 al 15 maggio e che
contano già la partecipazione
di oltre 30 realtà industriali
italiane, grazie al supporto e
sostegno di ICE, Agenzia per
la promozione all’estero e
l’internazionalizzazione delle
imprese italiane.
Interior & Contract Textiles
The global home of interior textiles
frankfurT | MoScow | new DeLhi | Tokyo
guangzhou | Shanghai
new york
Tokyo
Tokyo
texpertise-network.com/heimtextil
13
Entertainment, Media & Creation, Leisure
Cartoleria • hobbistica • decorazione natalizia • bellezza • cosmesi e profumeria • musica
e spettacolo
BEAUTYWORLD DUBAI,
CI SAREMO!
Intervista a Elena Banfi, Export Manager di Ceriotti, azienda
di riferimento specializzata nella produzione di arredi e accessori
per parrucchieri e saloni di bellezza
ELENA BANFI
Export Manager di Ceriotti
UNA COLLEZIONE
CHE ESPRIME
CULTURA
E LINGUAGGIO
ECLETTICO
14 messefrankfurtitalia.it
Ceriotti è un’azienda che
propone una vasta gamma di prodotti in diverse
cromie e materiali unendo
praticità, bellezza e innovazione. A cosa vi ispirate e
quali sono i principi cardine della vostra azienda?
Ceriotti racconta il Made in
Italy attraverso la qualità dei
suoi prodotti. Innovazione, ricerca e passione sono i dogmi
che hanno fatto del brand il leader del settore. Oggi Ceriotti
è presente su tutto il territorio
italiano e internazionale garantendo la qualità e l'affidabilità
di ogni suo prodotto. Proprio
questa affidabilità è figlia di
un Made in Italy che oggi sta
scomparendo e del quale poche aziende riescono a farne il
proprio vessillo. Nella sua collezione sono ospitati progetti che
esprimono cultura e linguaggio eclettico, alimentati da una
continua ricerca e da quei valori tradizionali e artigianali che
ne hanno fatto la storia.
I vostri prodotti e la loro
qualità e affidabilità sono
ormai conosciuti in tutto il
mondo. Che ruolo ha giocato Messe Frankfurt nel vostro processo di internazionalizzazione?
3 – 5. 5. 2014
Il mega evento internazionale dell’anno
I campionati mondiali dei parrucchieri ›
1.000 partecipanti eccellenti da 50 nazioni
per conquistare la World Cup › gli stili,
i tagli e le tecniche mondiali più creative
in un solo luogo › 400 brand e espositori
nazionali e internazionali del settore capelli,
nail e make-up. › Non mancate!
www.hair-beauty.messefrankfurt.com
[email protected]
Tel. +39 02 - 880 77 81
PRODUCER
HOST
15
Entertainment, Media & Creation, Leisure
Cartoleria • hobbistica • decorazione natalizia • bellezza • cosmesi e profumeria • musica
e spettacolo
UN'IDEA BRILLANTE
IN TESTA
Intervista a Flavio Mastrelli e Paolo Petri, CEO FAIPA COSMETICS,
azienda del settore tricologico
F
Abbiamo sempre considerato Beautyworld Dubai, organizzata da Messe Frankfurt,
una delle fiere di riferimento
per il Middle East e non solo,
per questo è diventato per
noi un appuntamento assolutamente imperdibile.
Il tema ecologico ed ecocompatibile è di grande
attualità. Ceriotti ha già al
suo attivo il “Phon ZERO”.
Dopo la linea eco, quali sono le sfide che vi riguarderanno nel prossimo
futuro?
Il nostro obiettivo come
azienda è quello di rinnovarci
continuamente, ricercando
materiali innovativi e apportando nuove tecnologie ai
nostri prodotti per renderli
sempre più “user friendly”
e alla portata di tutti, mettendoci tutta la nostra esperienza e la tecnologia Made
in Italy.

16 messefrankfurtitalia.it
aipa Cosmetics inizia la
sua attività negli anni 50'
conquistando, nel corso
degli anni, una posizione di
primo piano in questo settore.
La vostra azienda è nel
campo della progettazione
e realizzazione di prodotti
tricologici professionali da
più di 50 anni. Quali sono i
processi di innovazione che
vi hanno permesso di essere così longevi nel tempo?
Ricerca e innovazione hanno
da sempre avuto in azienda un
ruolo fondamentale grazie al
qualificato laboratorio interno
e al supporto offerto dal nostro
centro professionale Hair System Academy.
Quali prodotti hanno maggiormente contribuito al vostro successo?
Le colorazioni in genere.
In particolare Perfecta Creme
Color: la prima colorazione in
crema senza ammoniaca e Sicura Professional e Faicolor.
Nell’ambito della vostra
strategia di internazionalizzazione, quali sono le aree
geografiche di maggior interesse e come intendete
approcciarle?
In Europa giochiamo in casa.
Il mercato americano richiama
il nostro interesse, sia per la
sua vastità sia per gli stimoli
che continuamente offre senza dimenticare i mercati emergenti come Cina e Russia. Per
sviluppare la nostra strategia
di internazionalizzazione decidiamo la partecipazione alle
fiere sulla base delle nostre ricerche di mercato.

PROSSIMI APPUNTAMENTI
HAIR & BEAUTY Francoforte
3-5 maggio 2014
BEAUTYWORLD JAPAN Tokyo
19-21 maggio 2014
BEAUTYWORLD MIDDLE EAST Dubai
27-29 maggio 2014
NAMM MUSIKMESSE RUSSIA Mosca
11-14 settembre 2014
PROLIGHT + SOUND RUSSIA Mosca
11-13 settembre 2014
SKREPKA EXPO POWERED BY PAPERWORLD Mosca
23-25 settembre 2014
UPDATE
&NEWS
Ciro Del Core
Sales Director
CINA A SUON DI MUSICA
Cina, un mercato che offre grandi opportunità a tutte le aziende
del settore musica ed entertainment
L
a musica è grande protagonista in Cina, principale
mercato per il settore insieme a Giappone e Stati Uniti.
Nel 2012 la vendita di prodotti e
soluzioni per il comparto ha registrato un aumento dell’11% rispetto all’anno precedente per
un totale di 1.178 milioni di dollari. A fine 2013 il valore delle
importazioni degli strumenti
musicali è stato stimato a 217
milioni di dollari. Il potenziale
di questo Paese è quindi elevato; la Cina rappresenta un’area
di interesse unica nel suo genere per i produttori esteri che desiderano avvicinarsi alle opportunità offerte da questa parte
di mondo. Lo dimostra l’attenzione verso Music China, fiera
di riferimento in Asia per i professionisti della musica che nel
2013 ha registrato la partecipazione di 1.680 espositori da
29 nazioni e 68.621 visitatori
da 86 Paesi, il 14% in più rispetto all’anno precedente. Un
interesse che coinvolge anche
numerose aziende italiane che
negli ultimi anni hanno scelto
di affacciarsi a questo mercato.
Lo scorso ottobre 45 imprese
hanno aderito alla collettiva
organizzata da Messe Frankfurt Italia in collaborazione
con ICE - l’Istituto per il Commercio Estero. I lavori per la
prossima edizione sono già
in corso e l’appuntamento a
Shanghai è dall’8 all’11 ottobre
2014.

Riparte su note positive
la stagione del settore
musica e spettacolo, grazie
a un buon andamento
delle fiere Musikmesse e
Prolight+Sound, da poco
concluse dopo quattro giorni
caratterizzati da tante novità
e un vasto programma di
eventi collaterali. Le due
manifestazioni, che si sono
tenute in contemporanea
dal 12 al 15 marzo, hanno
riunito sotto il segno
dell’innovazione il mondo
degli strumenti musicali
e quello delle tecnologie
per l’entertainment,
richiamando 107.629
visitatori da 142 Paesi.
L’offerta espositiva è stata
presentata da oltre 2.200
aziende internazionali,
897 specializzate in
tecnologia dell'illuminazione
e sistemi audio-video,
1.345 in soluzioni per fare
musica. Come ogni anno
la presenza italiana è stata
significativa grazie a 99
espositori presenti a
Musikmesse,
51 a Prolight+Sound.
L’appuntamento con le due
fiere è a Mosca
(11-14 settembre 2014)
e a Shanghai (8-11 ottobre
2014). Arrivederci a
Francoforte il prossimo
anno, dal 15 al 18 aprile.
17
Consumer Goods
Arredamento e complementi d’arredo • idee regalo • accessori moda • articoli per la
tavola apparecchiata e casalinghi
UNA STORIA DI VISIONE
ED EVOLUZIONE
Intervista a Cristiano Gozzi, Export Manager di Seletti, azienda di
design che rivoluziona l'estetica e la funzione degli oggetti comuni
DESIGN
"TOUT-COURT"
E CREATIVITÀ
DI ECCELLENZA
ITALIANA
18 messefrankfurtitalia.it
La vostra azienda ha sperimentato una profonda evoluzione nel corso della sua
storia. Vogliamo ripercorrere i punti fondamentali
del vostro percorso, dalla
nascita al presente?
Fin dalla sua fondazione, nel
1964, da Romano e Maria Seletti, l'azienda ha perseguito
una missione frutto di professionalità, servizio e soprattutto
ricerca incessante sul prodotto:
migliore, innovativo, differente.
(R)EVOLUTION
IS THE ONLY
SOLUTION:
UN VIAGGIO
NELL'IDEA DELLA
NUOVA BELLEZZA
Nel 1972, da vero pioniere, Seletti intuisce che il futuro della
produzione si concentrerà in
Estremo Oriente e comincia una
vivace e florida attività di importazione. Non si tratta di una
mera operazione di compravendita, ma di scelte ragionate e
attive su gamme di prodotti in
grado di anticipare il mercato e
le tendenze.
L’azienda nel tempo si espande
e risponde con estrema versatilità alle dinamiche mutevoli del
mercato e della distribuzione.
Con la seconda generazione Seletti alla guida, i fratelli Stefano
e Miria, l’azienda si focalizza ulteriormente su progetti di design "tout-court" e sulla creatività
di eccellenza italiana. I prodotti
si arricchiscono di stile, qualità
e riconoscibilità, firmati da importanti designer internazionali.
Le collezioni lanciate in questa
nuova ottica ci hanno permesso nell'ultimo decennio di introdurre sul mercato prodotti che
sono diventati veri e propri classici, riconosciuti e apprezzati,
La sede Seletti di Cicognara (MN)
affermando il marchio in tutto il
mondo.
Quali sono le peculiarità
che caratterizzano le vostre
collezioni, conosciute in
tutto il mondo come risultato dell’unione tra un design moderno e un ritorno
alle origini?
La personalità del brand oggi è
sinonimo di valore, movimento, provocazione, innovazione,
accostamento originale, è arte
fusa a icone del quotidiano, oggetti che comunicano all'utilizzatore finale un messaggio di
forma, funzione e di possibilità
di creazione di uno stile di vita
unico, personale, divertente.
Seletti oggi vuole rappresen-
tare una nuova poetica della
produzione e del quotidiano, un
viaggio continuo nell'idea della bellezza. Questo per noi è (r)
evolution.
Dalla vostra recente esperienza a Francoforte, ad
Ambiente, cosa vi sentite
di sottolineare di positivo
e cosa vi attendete dalla
prossima edizione?
Ambiente si conferma ogni
anno una piattaforma del settore con un tasso di internazionalità veramente molto alto e per
il prossimo anno ci aspettiamo
che il padiglione 11, dove abbiamo il nostro stand, sia ancora
più visitato e ancora più design-oriented. 
19
Consumer Goods
Arredamento e complementi d’arredo • idee regalo • accessori moda • articoli per la
tavola apparecchiata e casalinghi
Le ultime novità in casa
Creativando: A sinistra "Mini
Ballons" della linea Heart
Gallery, realizzati a mano in
ceramica. In basso i "Saguariti"
presentati al pubblico a
febbraio in occasione di
Ambiente a Francoforte.
A destra, Mauro Bassani,
Amministratore di Creativando
DOVE LA CREATIVITÀ
È DI CASA
Intervista a Mauro Bassani, Amministratore di Creativando,
azienda produttrice di oggetti regalo e di uso quotidiano rivisitati
sotto una lente artistica
Creatività e passione stanno alla base della vostra
realtà e della vostra produzione. Insieme a queste
due caratteristiche come
studiate le nuove idee di
prodotto da proporre sul
mercato?
E’ un lavoro di gruppo svolto in
azienda, ma che molto spesso
include anche designer esterni.
Il coinvolgimento e la partecipazione di persone di diversa
20 messefrankfurtitalia.it
estrazione culturale, tecnica e
perché no, anche emotiva per
noi è fondamentale.
A febbraio avete partecipato ad Ambiente a Francoforte. Come vi siete preparati per questa presenza
e i risultati ottenuti hanno
risposto a pieno alle vostre
aspettative?
Ci siamo preparati con la massima attenzione, presentando
diverse linee di nuovi prodot-
ti per entrambi i nostri brand,
Creativando e Heart Gallery, e il
risultato in fiera è stato buono,
ma devo dire che soprattutto il
post fiera ci ha regalato delle
belle sorprese.
Quali sono i vostri progetti
per il futuro? A quali nuovi
mercati strategici intendete rivolgervi?
Vogliamo continuare a creare
prodotti in linea con la nostra
filosofia aziendale: unici, sorprendenti, emozionali. E soprattutto con la qualità del made in
Italy. Per quanto concerne la distribuzione ci stiamo aprendo a
mercati nuovi ed emergenti ma
senza perdere di vista l’Europa
e l’Italia. Direi che la parola magica è: equilibrio. 
Consumer Goods
Arredamento e complementi d’arredo • idee regalo • accessori moda • articoli per la
tavola apparecchiata e casalinghi
Gli orologi "Cucù Duomo"
prodotti in edizione limitata
da Diamantini&Domeniconi,
designed by Luca Trazzi.
IL TEMPO PASSA, L'INNOVAZIONE RESTA
Intervista a Gianluca Domeniconi, Amministratore di Diamantini&Domeniconi, azienda che
studia e produce orologi di design
Modello "OraOra"
designed by Stefania Vasquez
22 messefrankfurtitalia.it
Modello "Lollogio"
designed by Mariolina Fossati
Modello "Ant's House"
designed by Enrico Azzimonti
UPDATE
&NEWS
Ina Ridolfo
Sales Director
I vostri orologi da parete,
unici nel loro genere, sono
il prodotto di una combinazione tra la qualità artigianale e l’innovazione industriale. Come vengono
studiati e realizzati i numerosi modelli?
Il tutto parte da proposte progettuali che arrivano dai designer/architetti che liberamente
ci propongono nuove idee abbinate anche a nuovi processi di
fabbricazione, nonché all’uso di
nuovi materiali. Oppure l’idea
di progettare un nuovo orologio parte direttamente da noi
su una specifica richiesta che
poi viene rivolta ai designer. In
quest’ultimo caso l’attenzione è
posta sugli stimoli che ci vengono dal mercato.
La vostra presenza è diffusa in tutto il mondo, dai Paesi europei fino ad arrivare
ai negozi di New York, in
Giappone, in Cina e in Brasile. Quali sono le vostre
strategie di sviluppo internazionale?
Storicamente la nostra azienda
ha sempre lavorato nei mercati
esteri e in modo particolare in
quello giapponese. Ora stiamo
ampliando ancora di più il fatturato estero, rivolgendoci direttamente alle diverse tipologie
di operatori commerciali locali
e saltando la figura dell’importatore. Questo ci serve per conoscere meglio i singoli mercati
e controllare in modo più efficace la distribuzione del nostro
prodotto.
All’ultima edizione di Ambiente a Francoforte eravate presenti nel padiglione
11.0 con le vostre creazioni.
Quali sono i vostri commenti al rientro?
La fiera Ambiente ci sta dando dei
buoni riscontri commerciali. I contatti ricevuti durante la fiera sono
in aumento rispetto alle edizioni
precedenti. In generale, il livello
degli operatori è molto buono. 
PROSSIMI APPUNTAMENTI
INTERIOR LIFESTYLE TOKYO
4-6 giugno 2014
AMBIENTE INDIA New Delhi
19-21 giugno 2014
TENDENCE / ECOSTYLE Francoforte 30 agosto - 2 settembre 2014
INTERIOR LIFESTYLE CHINA Shanghai
18-20 settembre 2014
IFFT INTERIOR LIFESTYLE LIVING Tokyo
26-28 novembre 2014
Con un incremento di visitatori
del 3,5% si è conclusa l’11
febbraio scorso a Francoforte
Ambiente che ha riconfermato
il suo successo mondiale,
registrando quest’anno numeri
da record rispetto alle edizioni
degli ultimi dieci anni: 144.000
visitatori provenienti da 161
Paesi e 4.724 espositori da
89 nazioni. Più internazionale
che mai quindi. Da sottolineare
il ruolo dell’Italia, che è stata la
nazione straniera classificata
al primo posto (dopo la
Germania) sia per il numero
di buyer in visita (circa 6.250;
+ 6% rispetto al 2013) che
per il numero di aziende che
hanno esposto in fiera (oltre
350). L’appuntamento per il
prossimo anno con Ambiente
è dal 13 al 17 febbraio 2015
con gli Stati Uniti come Paese
partner d’eccezione. Il brand
Ambiente non si ferma ma
esporta in India il suo concept
ben collaudato: dal 19 al 21
giugno 2014 a New Delhi
si svolgerà la prima edizione di
Ambiente India. Fattori come
la crescita dei centri urbani,
l’incremento delle entrate e uno
sviluppo superiore alla media
nel settore alberghiero e della
ristorazione offrono preziosi
impulsi ai mercati dei settori
arredamento, interior design e
decorazioni per interni e hanno
portato Messe Frankfurt a
sviluppare qui una piattaforma
dedicata di alto livello.
23
Technology & Production
Illuminazione • building automation • termoidraulica • arredo bagno • componentistica •
sicurezza e tecnologie per la lavorazione delle carni
LA CAPACITÀ DI
RINNOVARSI E RINNOVARE
Intervista a Adolfo Guzzini, Presidente iGuzzini Illuminazione
iGuzzini, un’azienda nata 50
anni fa che si contende il mercato internazionale con i grandi
produttori mondiali di illuminazione.
Quanto è innovativo il vostro prodotto “Made in
Italy” e qual è il segreto di
un’azienda in continua evoluzione?
L’innovazione fa parte del DNA
24messefrankfurtitalia.it
del Gruppo Guzzini fin dalla sua
origine nel 1912 con la Fratelli
Guzzini che nel 1938 introdusse per prima, nel mercato degli
oggetti per la casa, un materiale
plastico rivoluzionario per l’epoca, l’acrilico, e fu tra le protagoniste del successo del design italiano negli anni 50. L’innovazione
nasce dalla ricerca, entrambe si
basano sulla qualità delle perso-
ne che lavorano nell’azienda e
che consideriamo il primo valore. La qualità delle persone non
si limita alla loro preparazione
scolastica ma anche alla capacità di lavorare in gruppo, alla dedizione al lavoro, alla capacità di
rinnovarsi e rinnovare l’azienda.
Per questo ci piace parlare per
la iGuzzini di “making in Italy”,
perché abbiamo mantenuto la
produzione in Italia, a Recanati,
dove questa qualità del lavoro
si trasferisce naturalmente sulla
qualità dei prodotti.
iGuzzini ha partecipato,
come di consueto, a
Light + Building che si è
svolta dal 30 marzo al 4
aprile. Come valutate la
manifestazione?
Light&Building è diventata in
pochi anni la più importante
manifestazione fieristica per l’illuminazione, in particolare per
quella architetturale, il settore
in cui operiamo. Questo successo è dovuto alla capacità di
offrire alle aziende un luogo in
cui presentare le proprie innovazioni agli operatori professionali. Light + Building, insieme alla
milanese Euroluce, ha rafforzato il ruolo dell’Europa come
palcoscenico mondiale della
luce. Light + Building ha saputo catturare l’attenzione di tutti
gli operatori professionali della
luce: lighting designer, architetti, ingegneri, imprese di installazione, developer. In particolare,
abbiamo trovato efficace la sua
attenzione verso i Paesi asiatici che rappresentano un riferimento imprescindibile nello
sviluppo economico mondiale.
iGuzzini ha vinto nel 2013
un prestigioso premio
per il miglior progetto
ADOLFO GUZZINI
Presidente iGuzzini
Illuminazione
L’INNOVAZIONE
NASCE DALLA
RICERCA, ENTRAMBE
SI BASANO SULLA
QUALITÀ DELLE
PERSONE CHE LAVORANO
NELL’AZIENDA
sostenibile in occasione di
Light Middle East a Dubai
organizzata da Messe
Frankfurt. Quali sono le
aspettative del mercato
anche in considerazione
di EXPO 2020 che si terrà
proprio in questa città?
La scelta di Dubai per EXPO
2020 è sicuramente da apprezzare, non solo per le caratteristiche del Paese, ma anche per il
ruolo che svolgerà sempre più
nelle aree asiatiche e nel mondo
più in generale. Non possiamo
dimenticare che in quell’area
si stanno concentrando importanti investimenti, si stanno costruendo opere architettoniche
e infrastrutture di riferimento
mondiale. La nostra azienda ha
già da alcuni anni una propria
filiale a Dubai per intervenire in
questi progetti. Voglio ricordare
che qualche mese fa l’Istituto
Nazionale di Architettura italiano, che ho l’onore di presiedere,
ha organizzato ad Abu Dhabi la
mostra “architetture del Made
in Italy” con le opere degli architetti italiani che erano stati
esposti alla Biennale di Architettura nel 2012. Un territorio in cui
non ci saranno più solamente
scambi commerciali ma anche
culturali, dove le diverse culture
si confronteranno per delineare
il futuro del mondo.
Che ruolo ha giocato
Messe Frankfurt nel
vostro processo di
internazionalizzazione?
Il nostro gruppo industriale con
iGuzzini, illuminazione, Fratelli Guzzini, oggetti per la casa,
e Teuco, bagno e benessere, è
uno dei maggiori clienti della fiera di Francoforte da diversi anni.
Questa affermazione racchiude
in sé il valore che diamo alle manifestazioni fieristiche che vengono organizzate nei diversi settori merceologici in cui il nostro
gruppo opera con le diverse imprese. Sicuramente Francoforte
rappresenta una delle leve più
www.e-interiors.net pubblica i prodotti dei migliori produttori di
Design, mettendo a disposizione immagini, schede tecniche, disegni
CAD e ogni altro contenuto utile per il progettista. On line dal 2001 in
5 lingue, è il supporto per il lavoro degli oltre 200.000 professionisti
dell' interior design che lo usano quotidianamente.
25
Technology & Production
Illuminazione • building automation • termoidraulica • arredo bagno • componentistica •
sicurezza e tecnologie per la lavorazione delle carni
importanti nella nostra strategia d’internazionalizzazione per
la capacità, non solo di veicolare
gli aspetti economici e produttivi dell’impresa, ma anche i suoi
valori culturali. Luminale rappresenta un’iniziativa che permette a iGuzzini di trasmettere
agli operatori economici, ma
anche alla città di Francoforte, la propria filosofia. Questo
significa il grande messaggio
"Light.First" che campeggiava
sulla facciata illuminata della
Stazione Centrale di Francoforte durante Light + Building.
Quali sono le vostre sfide
nel prossimo futuro?
Il mondo sta cambiando sempre più rapidamente grazie alla
capacità di movimento di uomini, prodotti e soprattutto idee.
All’interno di questo grande
cambiamento la luce sta vivendo la sua profonda rivoluzione
basata sul LED e su tecnologie
sempre più complesse. L’innovazione dei nostri prodotti
deve essere in grado di sostenere questa velocità. In questa grande dinamicità abbiamo una certezza che ci guida:
lo sviluppo deve garantire la
qualità della vita alle generazioni future anche in quei Paesi in cui questa qualità, ancora
oggi, è una speranza più che
una realtà. Una certezza che si
basa sulla nostra mission: better light for a better life.

26 messefrankfurtitalia.it
UN'AUTENTICA STORIA
DI SUCCESSO
Intervista a Elena Zucchetti, CEO Zucchetti Rubinetterie e
Zucchetti.kos
U
n’azienda fondata oltre
80 anni fa che conta 4
stabilimenti produttivi e
un'unità distributiva per un totale di 72.000 mq coperti.
Qual è il segreto di un’azienda in continua evoluzione?
Nessun segreto penso, ma tanta passione per il lavoro che facciamo noi oggi e prima di noi le
precedenti generazioni.
Negli anni una costante attività
di ricerca tecnologica e formale
ci ha consentito di essere sempre pronti a comprendere e rispondere alle esigenze del mercato internazionale, dando vita a
progetti innovativi, rispondenti
a diverse esigenze sia di gusto
che funzionali, sempre improntati alla massima qualità.
Cosa ci racconta dell’esperienza Zucchetti.kos?
Zucchetti Rubinetteria è nata
nel 1929 a opera di mio nonno
Alfredo, la grande evoluzione e
crescita della società si è avuta
nel secondo dopoguerra sotto la
guida ferma e illuminata di mio
padre Mario e di mio zio Luciano. Zucchetti è divenuta così un
riferimento assoluto nel settore
bagno “Made in Italy” nel mondo. Con la terza generazione alla
guida dell’azienda è maturato il
progetto Zucchetti.kos. Grazie a
questa acquisizione innovativa
ed esclusiva icona di stile con-
temporaneo, oggi siamo in grado di proporre il progetto bagno
completo, abbinando prodotti di
design dalla forte personalità,
rivolti a diverse aree di gusto e
capaci di caratterizzare e ridisegnare un ambiente definendo un
vero e proprio stile di vita.
Zucchetti parteciperà, come
di consueto, a ISH nel 2015?
Qual è il contributo della fiera alle vostre esportazioni
estere? Quali sono le vostre
aspettative? Come si posiziona la vostra azienda sul
mercato tedesco?
ISH è sicuramente la vetrina internazionale per eccellenza in
ambito idrotemosanitario. In
ogni edizione i visitatori internazionali e i contatti raccolti sono
numerosi e interessanti, quindi
auspichiamo di avere ottimi risultati anche nel 2015. Anche il
pubblico tedesco ovviamente è
molto numeroso e la cosa è per
noi interessante. Questo mercato è per noi in espansione nonostante la presenza di produttori
nazionali molto forti.
Zucchetti ha aperto nel
2008 una filiale sul mercato cinese. Com’è stata la
vostra esperienza oltreoceano? Quale valore viene assegnato al 'made in Italy' da
parte dei buyer asiatici che
operano nel settore ?
L’esperienza della filiale cinese è
molto positiva, lavoriamo moltissimo soprattutto per grandi progetti di architettura e contract.
Il pubblico cinese di fascia alta
ama il design italiano e cerca prodotti di altissimo livello estetico
e qualitativo, come noi siamo in
grado di fornire. Fortunatamente
quindi il “made in Italy” è ancora
e sempre un valore riconosciuto
e molto vantaggioso.
Quali sono le sfide che vi riguarderanno nel prossimo
futuro?
Da un punto di vista commerciale siamo concentrati sull'espansione sui mercati internazionali,
siamo presenti in tutto il mondo
con i nostri prodotti, ma i margini
di crescita sono ancora molto alti
sia in Oriente che in Occidente.
Vogliamo continuare a proporre
progetti e prodotti innovativi,
per essere sempre trend setter
non solo in ambito strettamente
bagno, ma più in generale nel
mondo del wellness.
Negli ultimissimi anni, infatti,
abbiamo dato il via al progetto outdoor wellness che ci sta
dando grandi soddisfazioni: forti di 85 anni di esperienza progettuale e produttiva abbiamo
creato un catalogo di prodotti
di design espressamente dedicati al wellness indoor o outdoor: sistemi doccia e minipool
sofisticati e di design, per un
utente evoluto ed esigente. 
PROSSIMI APPUNTAMENTI
ISH CHINA Pechino
GUANGZHOU INTERNATIONAL LIGHTING EXHIBITION
13-15 maggio 2014
9-12 giugno 2014
UPDATE
&NEWS
Paola Farina
Sales Director
E’ appena terminata Light
+ Building, manifestazione
molto positiva e frizzante
sia dal punto di vista degli
espositori, 2.458 (+7%),
sia dal punto di vista dei
visitatori che quest’anno
hanno superato i 211.000. La
partecipazione delle aziende
italiane è cresciuta del 10%
rispetto alla precedente
edizione, le 240 imprese in
fiera si sono dimostrate molto
soddisfatte dell’alto profilo
degli operatori professionali
presenti. I visitatori
provenienti dal nostro Paese
sono aumentati nonostante
difficoltà logistiche legate a
uno sciopero dei trasporti,
del 14% rispetto al 2012. Oltre
all’ampia offerta espositiva, la
manifestazione ha proposto
un ricco programma di
eventi collaterali sul tema
dell’efficienza energetica e
un Trend Forum, ideato
dal noto ufficio stile bora.
herke.palmisano, punto di
riferimento per la stagione
2014 e 2015 dell’interior
design. Da non dimenticare,
infine, Luminale, kermesse
che ha illuminato Francoforte
con 180 installazioni realizzate
dai nostri espositori.
Una coreografia coinvolgente
che ha aggiunto un pizzico
di magia alle sei giornate
fieristiche.
❱❱
L’appuntamento con la
prossima edizione di
Light + Building è dal 13
al 18 marzo 2016.
27
Mobility & Infrastructure
Attrezzature per autofficine • stazioni di servizio • parti di ricambio e accessori per l'industria
automotive
SVILUPPO E INNOVAZIONE
SENZA FRENI
Intervista a Marco Moretti, Direttore Marketing BU AM di Brembo,
azienda produttrice di impianti frenanti per veicoli ad alte prestazioni
MARCO MORETTI
Direttore Marketing
BU AM Brembo
IL MERCATO RUSSO
È UN MERCATO
INTERESSANTE,
DINAMICO E IN
FORTE CRESCITA
28 messefrankfurtitalia.it
Brembo è una vera e propria
multinazionale che opera in
tre continenti e dispone di
siti produttivi in sedici nazioni. Quali sono le chiavi
del vostro successo internazionale?
Continuare a investire in innovazione, che per noi significa costanti investimenti nella
ricerca per sviluppare nuovi
materiali e prodotti, ma anche
l’introduzione di nuovi processi
industriali. E crescita sostenibile del business. Siamo cresciuti
molto velocemente negli ultimi
anni, ma sempre in maniera assolutamente sostenibile.
Quali sono le leve competitive di Brembo per la crescita
sui mercati esteri, in particolare sul mercato russo?
La crescita di Brembo sul mercato è stata sicuramente supportata da un continuo miglioramento in termini di disponibilità
di prodotto nelle diverse regioni della Russia e riduzione dei
tempi di commercializzazione.
Siamo riusciti a rendere subito
disponibili prodotti anche per i
veicoli più giovani, con particolare attenzione ai brand coreani e
giapponesi. Inoltre, siamo partiti
con la distribuzione di pastiglie
Brembo su larga scala, a tutti gli
effetti una delle più emozionanti
storie di successo dell’Aftermarket degli ultimi anni.
Quali saranno le principali
innovazioni di prodotto che
presenterete a Mims powered by Automechanica Moscow 2014?
Ampio spazio sarà dato alla gamma di dischi con l’innovativa verniciatura UV e alle pastiglie, che
stanno riscuotendo tanto successo proprio in Russia, oltre ai componenti idraulici e ai kit ganasce.
Novità anche per le applicazioni
top: una nuova gamma di dischi
speciali di derivazione OE, presto
disponibili per l’Aftermarket.
Quali suggerimenti dareste
alle imprese italiane che vogliono approcciare il mercato russo dell’industria automotive?
Quello russo è un mercato interessante, dinamico e in forte crescita. Potrebbe quindi sembrare
che ci sia spazio per tutti, ma le
aziende che hanno successo e
fanno la differenza sono quelle
che sanno avvicinarsi al mercato
e rispondere prontamente anche
alle richieste più demanding. 
29
Mobility & Infrastructure
Attrezzature per autofficine • stazioni di servizio • parti di ricambio e accessori per
l'industria automotive
LA MOBILITÀ DEL FUTURO
A FRANCOFORTE
L
a prossima edizione di
Automechanika Francoforte si annuncia ricca
di nuovi spunti per gli operatori
del settore automotive. Dal 16
al 20 settembre 2014 le novità
presentate saranno numerose:
la durata totale della manifestazione (un giorno in meno
rispetto al passato), la nuova
suddivisione dei prodotti merceologici, il ritorno in fiera di
brand conosciuti e l’arrivo di
nuovi marchi. Ma il tocco in
più quest’anno verrà dato dal
padiglione 10.0 e dall’introduzione del tema “Tomorrow’s
mobility”. Il panorama merceologico di Automechanika, che
tradizionalmente abbraccia la
tecnologia automobilistica, in30 messefrankfurtitalia.it
contra ora la crescente domanda di nuovi concetti di mobilità
future-oriented, dedicandovi
l’area del padiglione 10. Produttori e fornitori di veicoli,
infrastrutture, soluzioni tecni-
che, specialisti, formazione e i
comunicatori chiave potranno
presentarsi di fronte a un pubblico internazionale. Una serie
di pittogrammi appositamente
creati guiderà i visitatori attraverso il padiglione e le diverse
categorie merceologiche: sistemi di accumulo dell’energia,
approvvigionamento energetico e stazioni di ricarica per
veicoli elettrici, finanziamenti, nuovi concetti di mobilità,
motori/elettronica/costruzioni
leggere, formazione e specializzazione professionale, riparazione e assistenza. Il tutto sarà
completato da una mostra di
automobili al centro del padiglione. Nella superficie espositiva esterna, adiacente al padiglione, uno speciale percorso
inviterà i visitatori a provare dal
vivo autoveicoli a propulsione
alternativa.

CONFERENZA STAMPA
AUTOMECHANIKA FRANCOFORTE
Lo scorso 3 aprile si è svolta a Milano la conferenza
stampa di presentazione della prossima edizione
di Automechanika Francoforte. Olaf Mußhoff,
Direttore della manifestazione, ha parlato alla
stampa specializzata esponendo le novità che verranno presentate in
fiera a settembre, sottolineando l’alto grado di internazionalità della
manifestazione e l’ampia diffusione del brand Automechanika nel mondo,
con 13 eventi b2b in 12 Paesi. Donald Wich, Amministratore Delegato di
Messe Frankfurt Italia, ha parlato della presenza italiana a Automechanika
Francoforte con circa 500 aziende, mentre Renzo Servadei, CEO di
Autopromotec e Segretario Generale di AICA, ha sottolineato come l’export
sia diventato scelta essenziale per le aziende italiane e per il loro business.
Mobility & Infrastructure
Attrezzature per autofficine • stazioni di servizio • parti di ricambio e accessori
per l'industria automotive
IL MERCATO RUSSO:
NUOVO BUSINESS PER
L'AFTERMARKET ITALIANO
I
l mercato automobilistico
russo crescerà in media del
6% ogni anno passando dai
2.9 milioni di unità del 2012 ai
4.4 milioni del 2020. Questo
livello di vendite permetterà
alla Russia di diventare il primo mercato europeo, davanti
alla Germania e di conquistare
il quinto posto al mondo, dopo
Cina, Stati Uniti, India e Brasile. Queste sono le previsioni
incoraggianti di Boston Consulting Group (BCG) secondo cui
32 messefrankfurtitalia.it
la Russia passerà da mercato
alimentato dalle importazioni a
mercato dominato dalla produzione locale di veicoli.
A conferma del crescente ruolo
della Russia, numerosi grandi
gruppi occidentali, come General Motors, Volkswagen, Ford
e Renault, hanno già effettuato ingenti investimenti nel Paese prevedendo una crescita
promettente. La classe media
emergente è infatti interessata
ad acquistare la prima auto o
a sostituire modelli molto vecchi. La densità automobilistica in Russia è attualmente di
290 veicoli ogni 1000 abitanti,
contro una media di 560 auto
nell’Europa occidentale. Basta
visitare Mosca, con il suo traffico rutilante, per rendersi conto
di quanto siano fondati questi
dati positivi sulla vivacità del
mercato automobilistico russo.
Ulteriore buona notizia è l’ingresso della Federazione Russa nel WTO e la costituzione
dell’Unione Doganale tra Bielorussia, Kazakistan e Federazione Russa in seguito alla quale
si assisterà a una graduale riduzione, tendenzialmente entro il 2015, delle tariffe doganali
UPDATE
&NEWS
Francesco Vigetti
Sales Director
applicate anche al comparto
automotive.
Entriamo nel dettaglio dello
studio di BCG. Stando all’analisi svolta, la capacità produttiva sta crescendo rapidamente,
tanto da passare da 2.3 milioni
dello scorso anno ai 3.3 milioni
entro il 2016. In questo quadro
globalmente positivo, rimangono tuttavia delle criticità per le
industrie che operano in Russia:
ancora relativamente debole risulta il sistema delle forniture e
del comparto della logistica.
La quota di componentistica
prodotta localmente non supera il 10%. Secondo BCG la debolezza dei fornitori russi dipende
principalmente dalle piccole dimensioni delle aziende e dai livelli di qualità non adeguati alle
auto di ultima generazione. Una
debolezza che può, però, rivelarsi imperdibile opportunità di
business per le aziende italiane
della filiera aftermarket.
Ecco perché la fiera Mims
powered by Automechanika
Moscow 2014 rappresenta
IL MERCATO
AUTOMOBILISTICO
RUSSO CRESCERÀ
IN MEDIA DEL 6%
OGNI ANNO
un’ottima opportunità per presentare il sistema Italia del post
vendita automobilistico ad un
vasto pubblico di operatori del
settore provenienti dalla Russia, dai Paesi delle Ex Repubbliche Sovietiche e dai Paesi
Baltici. Non a caso, i più importanti brand del settore come ZF,
Brembo, Bosch, Denso, NGK,
KYB, Tenneco, Meyle, Valeo,
Lynx e Krafttech hanno già riconfermato la loro partecipazione alla prossima edizione della
manifestazione che si terrà dal
25 al 28 agosto 2014 presso
l’IEC Expocentre di Mosca.
Inoltre Messe Frankfurt Italia
ha organizzato una partecipazione collettiva delle aziende
italiane alla manifestazione
offrendo loro un pacchetto all
inclusive.

PROSSIMI APPUNTAMENTI
AUTOMECHANIKA DUBAI
3-5 giugno 2014
PAACE AUTOMECHANIKA MEXICO CITY 16-18 luglio 2014
MIMS POWERED BY AUTOMECHANIKA MOSCOW 25-28 agosto 2014
AUTOMECHANIKA FRANKFURT 16-20 settembre 2014
AUTOMECHANIKA BUENOS AIRES 12-15 novembre 2014
Appena rientrati dalla
Turchia, dove si è
conclusa domenica
13 aprile 2014,
l’ultima edizione di
Automechanika
Istanbul. La
manifestazione si è
riconfermata il principale
evento del settore
automotive nel mercato
turco continuando la sua
crescita e aumentando
sempre più il suo grado
di internazionalità: 1.475
sono stati gli espositori
presenti provenienti da
tutto il mondo e 44.469
i visitatori. Anche
la presenza italiana è
stata significativa con
51 aziende che hanno
presentato in fiera i loro
prodotti nell’Italian
Pavilion.
Dalla Turchia il brand
Automechanika si
trasferisce poi negli
Emirati Arabi, dove dal 3
al 5 giugno si svolgerà
Automechanika Dubai.
Il mercato di nicchia del
Paese per la vendita di
autoveicoli importati e
la forte espansione del
settore della distribuzione
di parti e componenti
fa crescere questa
manifestazione, che
quest’anno vedrà anche la
partecipazione di circa 80
aziende dall’Italia.
33
Area della Comunicazione
Marketing & Communication
MEETinMESSE
Negli ultimi mesi
si sono svolte
presso la sala
Under3 alcune
tavole rotonde
accolte con grande
entusiasmo e che
hanno registrato
una significativa
partecipazione degli
operatori di settore.
Aziende, media
e associazioni
hanno avuto modo
di conoscersi,
confrontarsi su
diverse tematiche e
sviluppare rapporti
di networking.
34 messefrankfurtitalia.it
26
FEBBRAIO
MER
IL MERCATO ITALIANO
DELL’ANTINTRUSIONE: ARIA DI RIPRESA?
Complice l’insicurezza originata dalla crisi e grazie anche
a un’evoluzione tecnologica
particolarmente spinta, negli
ultimi anni si è assistito alla
ripresa di un mercato per
molti anni stagnante: l’antintrusione. Domotica, IP,
wireless, cloud, integrazione
con il mondo mobile, videoverifica degli allarmi: quali
tendenze tecnologiche stanno governando il mercato italiano dell’intrusione? E quali
saranno i trend del futuro? E
prima ancora: è proprio vero
che l’intrusione è in ripresa?
Quale target è più sensibile e
attento? Il mercato residenziale è finalmente pronto a
percepire il valore tecnologico e commerciale dell’antintrusione? Di questo e altro si
è discusso alla tavola rotonda
tra operatori dell’antintrusione moderata da Ilaria Garaffoni, giornalista, responsabile
della redazione della rivista
a&s Italy.
Introduzione di Donald J. Wich,
Amministratore Delegato Messe Frankfurt Italia e Andrea
Sandrolini, Amministratore Delegato Ethos Media Group.
Da sinistra, Daniela Calvenzani, Alice Neotti, Grazia Spinardi e Francesca Selva
EVENTI IN under3
via Quintino Sella 3, Milano
25
MARZO
MAR
EUROPA E MEDIO ORIENTE: MERCATI
STABILI E IN CRESCITA. ITALIA E GERMANIA
I PLUS DI DUE MERCATI ECCELLENTI
Il convegno organizzato da
Messe Frankfurt Italia in collaborazione con la rivista Export
Magazine ha messo in luce
le potenzialità del settore Beauty e Personal Care in Medio Oriente e in Germania. In
occasione dell’incontro sono
state presentate le opportunità offerte da cinque principali
comparti: cosmetici, prodotti
per la cura della pelle, hair &
nails, profumi, SPA.
Sono intervenuti circa 20 operatori professionali.
Hanno partecipato come relatori al convegno:
• Donald Wich,
Amministratore Delegato
di Messe Frankfurt Italia
• Claudia Stagno,
Editor-in-chief di Export
Magazine
• Julia Krell, Direttore
Marketing della fiera
Hair&Beauty
• Gianni Manzetti, Titolare
Gruppo Farmen ICD Spa
35
Area della Comunicazione
Marketing & Communication
26
MARZO
MER
MADE IN ITALY, UN PONTE VERSO EST
Il 26 marzo si è svolta, in collaborazione
con la rivista Casastile, la tavola rotonda
che ha analizzato le possibilità di
sviluppo del business per le aziende
del settore casa nei mercati esteri, con
focus particolare su Cina e Giappone
Donald Wich, Amministratore
Delegato Messe Frankfurt Italia
Marinella Loddo, Direttore Ufficio
ICE di Milano
In Cina organizziamo
oltre 40 manifestazioni:
siamo diventati una
multinazionale fieristica
L'internazionalizzazione
è fondamentale. Il made
in Italy continua a essere
richiesto, anche dalle
economie emergenti
Vittorio Marangoni, Direttore
Export di Ballarini
Antonio Mandruzzato, Business
Unit Manager di Vetri delle Venezie
Francesco Mastrocola, Export
Manager Asia di IVV
Germania, Olanda, Francia,
ma anche USA e dal
2008 la Cina. Sono i Paesi
in cui Ballarini esporta
maggiormente
Andare sul territorio e
conoscere il mercato in
modo approfondito è il
primo passo per l'export
del made in Italy
Fondamentale saper
riconoscere cosa la gente
vuole in un dato mercato
e saper adattare i propri
prodotti
36 messefrankfurtitalia.it
Alessandra D’Autilia, Senior
Manager China Business
Development presso Unicredit
Fondamentale registrare
sempre il proprio marchio
direttamente in Cina. La
registrazione internazionale
lì non ha valore
Allestimenti
e servizi per
gli espositori
Daila Gazzotti
Service Unit
under3
via Quintino Sella 3, Milano
Laura Tarroni, Direttrice Casastile
Una delle qualità del made
in Italy è la varietà delle
sue eccellenze nazionali.
Fondamentale unirsi per
esportare la qualità italiana
Francesco Galli, docente di
Design Strategico al Politecnico
di Milano
Le aziende dovrebbero
iniziare a controllare
l'indotto del made in Italy
per essere competitivi sui
mercati esteri
Massimo Mussapi,
Architetto e Designer
Il design è "l'arte della
guerra". Andrebbero fatti
dei training a chi decide
di trasferirsi in Cina per
essere preparati
UNO SPAZIO
PER I NOSTRI
PARTNER
Messe Frankfurt
Italia mette a
disposizione
Under3, uno
spazio elegante
all'interno degli
uffici di Milano,
in prossimità
del Castello
Sforzesco.
Arredato e
completo di
attrezzature
audio video, la
sala Under3 può
essere utilizzata
gratuitamente da
clienti e partner
per incontri e
conferenze nel
centro storico
della città
PROGETTATI
PER VOI
In questi ultimi mesi abbiamo
contribuito attivamente alla
creazione e personalizzazione di
spazi espositivi per le aziende
italiane che hanno partecipato
alle fiere di Francoforte e nel
resto del mondo.
Allestimento dell'area 'Italia'
a Paperworld Middle East
Allestimento dell'Italian Pavilion
ad Automechanika Istanbul
37
L'APPUNTAMENTO ITALIANO:
SPS IPC DRIVES ITALIA
AUMENTARE EFFICIENZA E
PRODUTTIVITA’: LE RISPOSTE A SPS ITALIA 2014
In mostra a Fiere di Parma, dal 20 al 22 maggio, prodotti e soluzioni di automazione industriale,
un settore trainante per il nostro tessuto produttivo
È
grande l’attesa per
SPS IPC Drives Italia, la fiera dell’automazione
industriale
che oggi, a poco più di
un mese dall’apertura
dei cancelli, segna un +
20% di crescita con oltre 500 espositori, un
vero e proprio record di
adesioni. Forte del successo ottenuto, SPS Italia
da quest'anno si svolgerà
nel quartiere fieristico di
Parma in due padiglioni
limitrofi, il 2 e il 3, collegati da un’area Open
Lounge all’aperto con un
percorso creato ad hoc
per un flusso omogeneo
di visitatori in tutte le
aree. Ma non finisce qui...
una nuova area ospiterà
soluzioni tecnologiche innovative che riguardano
oltre l'automazione anche settori come le fonti
rinnovabili, l'e-mobility,
la robotica. Questa zona,
situata all'esterno di fronte al padiglione 2, è stata battezzata “La piazza
dell'innovazione”. 
38 messefrankfurtitalia.it
Le soluzioni dell'automazione per l'industria: sistemi e componenti di azionamento • componenti elettromeccanici
e dispositivi periferici • sensori • tecnologia di controllo • IPC • software industriale • tecnologia d'interfacciamento
• dispositivi di commutazione in bassa tensione • dispositivi HMI • comunicazione industriale
"WE LOVE OUR CUSTOMER"
UN INVITO RISERVATO AGLI END USER
S
PS Italia è l'occasione
ro cliente
d'incontro con tutti gli
operatori del settore
per trovare la "soluzione"
edizione ed è con piacere che la invitiamo come ospite speciale al prossimo appuntamento che si terrà
in grado di rispondere alle
presso il Quartiere Fieristico di Parma dal 20 al 22 maggio 2014.
esigenze produttive dell'inTutto il mondo dell’automazione industriale sarà presente per rispondere alle esigenze dei costruttori,
love
dustriaWe
Il
OUR manifatturiera.
CUSTOMER
degli integratori e soprattutto degli utilizzatori finali.
programma "We love our cuA lei è riservato un trattamento speciale per farle scoprire una piattaforma unica e darle l’opportunità
stomer" è un invito speciale
d’incontrare tutta la filiera. Potrà quindi confrontarsi, trovare soluzioni, condividere e creare business, ottenere
BENVENUTO
riservato
tutti
End
User: con gli operatori mondiali di questo comparto.
suggerimenti
utili per le a
sue
sceltegli
future
nell’incontro
SPS
Italia
punta sugli
utilizzaCaro
Cliente,
Sempre più
vicini
alle
esigenze
dell’industria
manufatturiera, abbiamo creato un programma di eventi
siamo felici di averla come ospite speciale a Parma dal 20 al 22 maggio 2014 in occasione della quarta edizione
tori
finali
perchè
di workshop
di End
SPS
IPC
Drives
Italia, la fieraè
di convinta
riferimento
per rotonde,
l’automazione
elettrica in Italia.e incontri face to face.
dedicati agli
User
comprendenti
tavole
Con il pass
parcheggio
che trova
qui sotto potrà accedere gratuitamente all’area riservata posta di fronte all’ingresso
poter
offrire
loro
la possibilità
del quartiere fieristico.
di ottenere suggerimenti utili
Le ricordiamo
i vantaggi
per aumentare
l'efficienza
e esclusivi a lei dedicati:
ti gli aggiornamenti sul nostro sito: www.spsitalia.it
Fast access
la produttività.
SPS IPC Drives Italia, la Fiera di riferimento per l’Automazione Elettrica in Italia, è arrivata alla quarta
Ci pensiamo noi a registrare i suoi dati: ritiri il Welcome Kit contenente il suo biglietto d’ingresso alla reception
100% End User.
Esclusivo
per gli End User
Agenda
Tanti
sono
gli appuntamenti
gli incontri a cui potrà partecipare durante SPS IPC Drives Italia. Scelga
A lei è riservato
un e trattaquelli per lei più interessanti nel ricco programma di Convegni Scientifici e Tavole Rotonde presente sul sito
www.spsitalia.it,
ce li comunichi
penseremo noi alla sua iscrizione.
mento speciale
per
farle escoCLUSIVO
PER
LEI
prire eOspitalità
toccare dal vivo una
All’interno
del Welcomed’incontro
Kit troverà il pass per accedere alla Vip Visitors Lounge, un angolo di quiete con
piattaforma unica
bar a sua disposizione per un momento di riposo o un incontro riservato e il Voucher Lunch grazie al
genda con gli annesso
quale
sarà nostro gradito
ospite
al VIP Restaurant. Se programmerà la sua visita il giorno 20 potrà partecipare
operatori
del
mondo
alla nostra serata Maifest in programma dalle ore 18.30 all’interno del Padiglione 4.
Tanti sono
gli appuntamenti e gli
incontri a cui potrà partecipare durante SPS IPC Drives Italia.
dell’automazione
industriale.
Personal assistance
Sul nostro sito www.spsitalia.it
potrà trovare l’aggiornamento e il programma dei Convegni Scientifici
Fast access
e Ospitalità
Per l’organizzazione della sua visita in fiera e l’eventuale gestione della sua agenda è a sua disposizione
suddiviso per tematica,
penseremo
alla Mordenti
sua iscrizione.
il suocheinteresse
visitare
gli espositori che
d’ora,
la dottoressa
Katiuscia
- Marketing Se
Visitatori,
può fornirle ètutte
le informazioni
Parkingsin pass
per noi
parchegnecessarie per programmare la sua presenza in fiera. Non esiti a contattarla al numero +39 02 88077873
auspicanogiare
ad incontrarla,
possiamo
fissarleUna
i variemail:
appuntamenti
così da agevolare, in termini di tempo,
+39 345riservata.
2518528 oppure all’indirizzo
[email protected]
ino alarea
la sua visita.
Personal Assistant sarà prewww.spsitalia.it
sente
alla reception della
fiera
per
accoglierla con il
ast access
parking
parking
PA S S
customer
CARD
Welcome Kit. Nell’area
VIP
Per rendere ancora più semplice il suo
Visitors Lounge un angolo
arrivo le inviamo la tessera per parcheggiare
relax con bar a disposizione.
in area riservata. La consegni all’uscita. Ci
Sarà nostro gradito ospite
pensiamo noi a registrare i suoi dati. Ci avvisi
nel ristorante privato posto
solo della sua presenza e una Personal
Parma, 20-22 maggio 2014
al suo interno.

Assistant sarà presente alla reception per
PA S S
NB.
Da consegnare alla cassa del parcheggio per ritirare il buono d’uscita.
Valido 1 giorno, fino ad esaurimento posti. Parcheggiare nel settore
indicato.
accoglierla e consegnarle il Welcome Kit.
to è valido per i 3 giorni
Con questa card puoi:
• accedereallaVipVisitorsLounge
• partecipareallaMaifest,chesisvolgeràil20maggiodalleore18.30
all’interno del Padiglione 4.
R.S.V. P.
Confermi la sua partecipazione chiamando direttamente
Katiuscia Mordenti che provvederà ad attivare la sua card
d’ingresso.
Per ricevere l'invito
dedicato agli End User
inviare la richiesta
a Katiuscia Mordenti
[email protected]
39
Franco Bolelli
Filosofo e scrittore italiano.
Vive a Milano. Insieme a Lorenzo Cherubini, in
arte Jovanotti, ha scritto "Viva tutto". Il suo libro più
recente è "Giocate!". Ha progettato e messo in scena
decine di eventi e festival. Fra le proprie influenze
filosofiche menziona Nietzsche e il Taoismo accanto
al basket e al rock and roll.
SPS ITALIA VIVE DI
INNOVAZIONE, NE PARLA
E NE FA PARLARE
Non c'è attività umana che possa dirsi viva se non continua
a crescere, a lavorare sui propri margini di miglioramento.
Franco Bolelli, filosofo e scrittore, è uno dei relatori della
Tavola Rotonda di apertura di SPS Italia 2014
INNOVAZIONE,
UN PENSIERO VITALE
Vale per ogni essere umano, vale per le relazioni sentimentali, per le squadre, per
le aziende, per le società, per
tutto quanto: l'innovazione è
molto più che novità tecnologica, è la naturale manifestazione di ogni organismo sano.
Quando si smette di innovare,
di reinventarci, di nutrire slanci
e spinte vitali, è inevitabile appassire, deperire, morire. Non
c'è attività umana che può dirsi
viva se non continua a crescere, a lavorare sui propri margini
di miglioramento. Nell’intera
storia umana, ogni nostra evoluzione la dobbiamo non certo
a chi ha frenato e delimitato,
ma a chi ha costruito, espanso, sperimentato, esplorato,
allargato frontiere, compiuto imprese, messo al mondo
qualcosa che prima non c’era
o migliorato qualcosa che già
c’era. È a questo Dna che dovremmo collegarci, tanto più in
una situazione di crisi e di difficoltà: perché è proprio quando
le cose sono così disfunzionali
che abbiamo ancora più bisogno di mettere a fuoco soluzioni e suggestioni per migliorare
la nostra esistenza. Evidenziare tutto questo non significa
pensare beatamente positivo
- trascurare crisi e disfunzioni
sarebbe davvero troppo stupido - ma significa pensare vitale. Senza una strategia per la
crescita - politica ed economica ma prima ancora antropologica e psicologica e vitale - non
si va da nessuna parte. 
L'AGENDA DELLE
TAVOLA ROTONDA
INAUGURALE
20 MAGGIO 2014
“Automazione 4.0:
innovazione e competitività per
l'industria italiana”
Sala Grande - Pad. 2
10.00 Arrivo partecipanti
e welcome coffee
10:15 Franco Boni,
Presidente Fiere di Parma
Saluto di benvenuto
10:20 Donald Wich, AD Messe Frankfurt Italia
Saluto di benvenuto
e Apertura dei lavori
10:25 Francesca Selva,
Vice President Marketing
and Events Messe Frankfurt
Italia SPS IPC Drives Italia 2014
10:40 Franco Bolelli,
Filosofo e Scrittore
L’inevitabilità dell’innovazione
10:55 Giuliano Busetto,
Presidente ANIE Automazione
Presentazione dei Dati
di Settore
11:10 Giambattista Gruosso, Politecnico di Milano
Industria 4.0 e fabbrica digitale
11:25 Tavola Rotonda
“Automazione 4.0:
Innovazione e competitività
per l’industria italiana”
Ne parlano con Massimo Russo,
direttore di Wired:
Sonia Bonfiglioli Bonfiglioli Riduttori
Marino Crippa Bosch Rexroth
Roberto Centazzo CNA Emilia
Romagna
Arturo Baroncelliv COMAU Fabrizio Scovenna Rockwell
Automation
Alberto Dossi SAPIO Filippo Giannini Siemens
13:00 Chiusura dei Lavori
ISCRIVITI QUI
per partecipare
alle Tavole Rotonde
4040 messefrankfurtitalia.it
TAVOLE ROTONDE DI SPS ITALIA 2014
TAVOLA ROTONDA
FIL ROUGE FOOD&BEVERAGE
21 MAGGIO 2014
TAVOLA ROTONDA
APPUNTAMENTO CON LA
TECNOLOGIA
21 MAGGIO 2014
TAVOLA ROTONDA
FIL ROUGE PHARMA&BEAUTY
22 MAGGIO 2014
Tecnologie e sistemi per la
Meccatronica
Ore 10.00 - 13.00
Sala Cioccolato - Pad 3
L’Automazione per l’Industria
alimentare. Il Packaging
multifunzionale: non solo imballo
Ore 10.00 - 13.00
Sala Grande - Pad.2
Una delle più recenti sfide del
settore alimentare è quella di trovare
una soluzione di imballi alimentari
multifunzionali che rispondano
alle esigenze dei diversi attori che
intervengono nella catena del valore
dei prodotti alimentari: dal produttore
che vuole prodotti differenziati al minor
costo possibile, al commerciante che
cerca imballaggi attraenti, sostenibili
e funzionali nell’immagazzinamento,
al consumatore che esige alimenti
più sicuri, freschi e che rispettino
l’ambiente.
PROGRAMMA
09.30 Registrazione partecipanti
e welcome coffee
Moderatore: Armando Martin
Ne parlano:
Tommaso Boiardi Lenze Italia
Emilian Axinia COPA-DATA
Gianluca Mangialardo LTI ITALIA
Vincenzo Tampellini Beckhoff
Automation
Dario Rovelli B&R Automazione
Industriale
Ivo Gloder Mitsubishi Electric Europe
Eduardo De Robbio Omron Electronics
Roberto Loce Rockwell Automation
Florinda Salomone Festo
Oscar Ferrato ABB
Massimo Fanelli Rittal
Intervengono:
Arturo Baroncelli Comau
Oronzo Lucia Fameccanica.Data
Eugenio Alessandria Ferrero
Gianluca Battistoni Gruppo Loccioni
Pierantonio Ragazzini IMA
Antonio Mosca Ocme
Flavio Battistelli Salvagnini Italia
Alessandro Gasparetto Univ.Udine
Manutenzione delle macchine
Soluzioni per la Logistica
Ore 14.00 – 17.30 Sala Cioccolato - Pad 3
Ne parlano con Massimo Gelati,
Ne parlano:
Presidente Gruppo Gelati:
Alessio Forafò Panasonic Electric
Massimo Monti Alce Nero
Works Italia
Angelo Rappelli Evam - Ente
Sergio Vellante Lenze Italia
Valorizzazione Acque Minerali Carlo Cuppini B&R Automazione
Alberto Bertone Fonti di Vinadio Industriale
Federico Varotti, Stefano Longoni
Acqua Sant'Anna
ESA elettronica
Davide Pessina Il Gigante
Diego Epis Bosch Rexroth
Osvaldo Bosetti Goglio
Micaela Caserza Magro Consorzio
Guido Gobino Guido Gobino
Profibus Network Italia
ABB FS
Paolo Malnati SEW Eurodrive
Vincenzo Pascariello Lavazza
Giuseppe Testa Lenze Italia
Silver Giorgini Orogel Ravotti Emilio Technology BSA
Ralf Pfisterer Balluff Automation
Gianluca Salsi Reggiana Gourmet
Raffaele Esposito Phoenix Contact
i fornitori di sistemi dell’automazione
industriale quali ABB, B&R Automazione
Intervengono:
Industriale, Beckhoff Automation,
Alberto Carrrotta Biesse
Festo, Heidenhain Italiana, Lenze,
Claudio Locatelli Italcementi
Mitsubishi Electric, Omron Elettronics,
Vincenzo Pascariello Lavazza
Phoenix Contact, Rittal, Rockwell
Bruno Zauli Sacmi Imola
Automation, Scheneider Electric, Sew
Maurizio Del Canto Selex ES, A
Eurodrive, Siemens.
Finmeccanica Company
13:00 Chiusura dei Lavori
Riccardo Necchi Sidel Group
L’Automazione per l’industria
farmaceutica e cosmesi: la nuova
frontiera del processo produttivo
Ore 10.00 - 13.00
Sala Grande - Pad.2
L’industria farmaceutica e della
cosmesi è in forte evoluzione
tecnologica e in continua crescita
e le unità produttive italiane hanno
l’opportunità di assumere un ruolo di
primo piano nel panorama europeo.
L’evoluzione dei processi produttivi
verso una logica di “piccoli lotti”
e l’intensificazione degli aspetti
normativi richiedono un ripensamento
degli impianti e dei macchinari,
suggerendo un confronto aperto tra i
fornitori di automazione e i produttori
di questi settori. La Tavola Rotonda ha
la finalità di fare emergere le nuove
esigenze e i trend di mercato per
favorire l’implementazione di nuove
soluzioni produttive.
10:00 Introduzione a cura di Maurizio
Mangiarotti, Novartis
e Claudia Stagno, MTE Edizioni
Ne parlano:
Massimo Ghelfi Fedegari Autoclavi
Franco Bergamaschi L’Erbolario
Federico De Franceschi Angelini Claudio Rolandi Supsi Giorgio Tarozzi IMA Alessandro Daidone TEVA Milena Maggi TEVA Michele Caselli Er Sistemi
Salvatore Vinci Karys Due
e i fornitori di sistemi dell’automazione
industriale quali B&R Automazione
Industriale, Beckhoff Automation,
Cognex, Festo, Heidenhain Italiana,
Lenze, Omron Elettronics, Phoenix
Contact, Rittal, Rockwell Automation,
Schneider Electric, Siemens.
13:00 Chiusura dei Lavori
Consulta gli aggiornamenti dei programmi delle Tavole Rotonde - www.spsitalia.it
41
Expo 2015 Milano
German Pavilion
PRIMO COLPO DI
VANGA E I LAVORI
POSSONO INIZIARE
Expo Milano 2015: iniziati i lavori di costruzione del Padiglione
tedesco. La Germania è la prima nazione
M
ercoledì 2 aprile
sono iniziati ufficialmente i lavori di
costruzione del Padiglione Tedesco a Expo Milano 2015 e la
data per il termine è già fissata sul calendario: dal 16 aprile
2015 lo spazio espositivo sarà
infatti operativo e sottoposto
ai test prima dell’inizio dell’Esposizione Universale.
42 messefrankfurtitalia.it
Dietmar Schmitz, Commissario Generale del Padiglione Tedesco, ha dato il primo colpo di vanga insieme a
Giuseppe Sala, Commissario
Unico di Expo Milano 2015,
e a Peter Dettmar, Console
Generale a Milano, sottolineando ancora una volta l’importanza dell’evento per la
Germania che a Milano avrà
il secondo lotto più grande in
assoluto di Expo 2015 (dopo
quello italiano). “Crediamo
molto in questa esposizione
– afferma Schmitz – e con la
nostra presenza qui vogliamo
dimostrare come la nostra industria agroalimentare sia un
settore economico in sviluppo e in grado di rispondere ai
problemi mondiali della nutrizione. Inoltre vogliamo far conoscere meglio il nostro cibo,
le bevande e la nostra cucina
ai milioni di visitatori che arriveranno”.
Il Padiglione Tedesco, che si
affaccia sul decumano, principale asse viario del sito
I NOSTRI CONTATTI
Textiles & Textile
Technologies
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
Entertainment, Media
& Creation, Leisure
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
Da sinistra, Peter Dettmar, Console Generale di
Germania, Giuseppe Sala, Commissario Unico
Expo Milano 2015, Dietmar Schmitz, Commissario
Generale Padiglione Tedesco, Markus Weichert,
Executive Project Manager Padiglione Tedesco,
Norbert Pudzich, Consigliere Delegato Camera
di Commercio Italo-Germanica, e Peter Von
Wesendonk, Viceconsole di Germania
Consumer
Goods
[email protected]
[email protected]
[email protected]
Technology &
Production
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
Mobility &
Infrastructure
Expo 2015, tra l’Ecuador e gli
Stati Uniti, riprodurrà il paesaggio tedesco fatto di campi e prati e farà il punto sulle
innovazioni del Paese per l’alimentazione e la sostenibilità
ambientale. “Il concept del
percorso espositivo tedesco
segue in modo molto chiaro
il tema di Expo Milano 2015
"Nutrire il Pianeta, Energia per
la Vita" , proponendo un’esperienza di visita completamente nuova che entusiasmerà il
pubblico”, ha sottolineato anche Giuseppe Sala.
Le opere strutturali verranno
terminate in autunno, in attesa
di ricevere a metà ottobre la
visita sul lotto espositivo di
Angela Merkel, che sarà a Milano per il Forum euroasiatico,
come conferma il Console Generale Dettmar, che prosegue:
“A Expo Milano 2015 lo scambio culturale sarà elevatissimo.
I visitatori tedeschi che arriveranno a Milano saranno milioni”. Grandi aspettative quindi
per questo importantissimo
progetto, organizzato e gestito da Messe Frankfurt, che insieme al Commissario Schmitz si prepara ora ad affrontare
altri temi come ad esempio il
programma culturale per il palinsesto degli eventi durante
l’Esposizione.

[email protected]
[email protected]
[email protected]
Area della
Comunicazione
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
SPS IPC Drives Italia
Espositori
[email protected]
Visitatori
[email protected]
Ufficio Stampa
[email protected]
Expo 2015 Milano
[email protected]
43
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
3 832 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content