close

Enter

Log in using OpenID

CONTO POP - Cassa Rurale Lavis Valle di Cembra

embedDownload
FOGLIO INFORMATIVO
CONTO POP
Il Conto Pop è rivolto a coloro che operano quasi esclusivamente “online”
mediante il servizio Virtual Banking della Cassa Rurale
INFORMAZIONI SULLA BANCA
Cassa Rurale Lavis - Valle di Cembra - Banca di Credito Cooperativo - Società Cooperativa
Sede Legale: Via Rosmini, n. 61 – Lavis (TN)
Tel.: 0461/248511 - Fax: 0461/248550
Email: [email protected] - Sito internet: www.cr-lavis.net
Iscritta al Registro delle Imprese della CCIAA di Trento al numero 5565
Codice Fiscale e Partita IVA n. 00109500223
Iscritta all'Albo della Banca d'Italia al n. 2915.7.0 - Codice ABI 08120/8
Iscritta all'Albo delle società cooperative al n. A157640
Aderente al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo
Aderente al Fondo Nazionale di Garanzia
Autorità di controllo: Banca d'Italia - Via Nazionale n. 91 - Roma
CHE COS'È IL CONTO CORRENTE
Il conto corrente è un contratto con il quale la banca svolge un servizio di cassa per il cliente: custodisce i suoi risparmi
e gestisce il denaro con una serie di servizi (versamenti, prelievi e pagamenti nei limiti del saldo disponibile).
Al conto corrente sono di solito collegati altri servizi quali carta di debito, carta di credito, assegni, bonifici,
domiciliazione delle bollette, fido.
Il conto corrente è un prodotto sicuro. Il rischio principale è il rischio di controparte, cioè l’eventualità che la banca non
sia in grado di rimborsare al correntista, in tutto o in parte, il saldo disponibile. Per questa ragione la banca aderisce al
sistema di garanzia denominato Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo, che assicura a ciascun
correntista una copertura fino a 100.000,00 euro.
Altri rischi possono essere legati allo smarrimento o al furto di assegni, carta di debito, carta di credito, dati identificativi
e parole chiave per l’accesso al conto su internet, ma sono anche ridotti al minimo se il correntista osserva le comuni
regole di prudenza e attenzione.
Per saperne di più:
La Guida pratica al conto corrente, che orienta nella scelta del conto, è disponibile sul sito www.bancaditalia.it,
presso tutte le filiali della banca e sul sito della Cassa Rurale www.cr-lavis.net.
CHE COSA SONO I SERVIZI DI PAGAMENTO
Con la prestazione di servizi di pagamento, il cliente ha la possibilità di effettuare pagamenti a terzi o di riceverli,
utilizzando il conto corrente acceso presso la banca. Gli ordini di pagamento pervengono alla banca direttamente dal
pagatore oppure dal beneficiario, dietro rilascio di una preautorizzazione, conferita dal pagatore alla sua banca, di
addebito sul proprio conto. Appartengono alla prima categoria: il bonifico, il bollettino bancario Freccia, il Mav, il
bollettino postale e le Ri.Ba.; appartiene alla seconda il RID e il SDD.
Le operazioni disciplinate dalle norme sui servizi di pagamento sono:
a) il bonifico, ovvero l’operazione effettuata dalla banca, su incarico di un ordinante, al fine di mettere una
somma di denaro a disposizione di un beneficiario; l’ordinante e il beneficiario di un’operazione possono coincidere;
b) il bollettino bancario Freccia, ovvero l’ordine di incasso attraverso un bollettino precompilato dal creditore e
senza importo predeterminato. Il debitore lo utilizza per effettuare il pagamento in contanti o con altre modalità presso
qualunque sportello bancario, a prescindere dal possesso o meno di un conto corrente. La banca del debitore (banca
esattrice) comunica alla banca del creditore (banca assuntrice) l’avvenuto pagamento attraverso apposita procedura
interbancaria;
c) il bollettino postale, ovvero il pagamento offerto dalla banca di bollettini compilati dal cliente per adempiere
obbligazioni pecuniarie con un creditore correntista postale;
d) il RID e il SDD, ovvero l’ordine di incasso di crediti che presuppone una preautorizzazione all’addebito in
conto da parte del debitore. L’esecuzione dell’ordine prevede la trasmissione telematica, attraverso un’apposita
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 30/06/2014
(ZF/000003164)
Pagina 1 di 15
FOGLIO INFORMATIVO
CONTO POP
procedura interbancaria, delle informazioni relative agli incassi da eseguire dalla banca del creditore (banca
assuntrice) a quella del debitore (banca domiciliataria);
e) la RiBa, ovvero l’ordine di incasso disposto dal creditore alla propria banca (banca assuntrice) e da
quest’ultima trasmesso telematicamente, attraverso una apposita procedura interbancaria, alla banca domiciliataria, la
quale provvede a inviare un avviso di pagamento al debitore, affinché faccia pervenire a scadenza i fondi necessari
per estinguere il proprio debito;
f) la Mav (Pagamento mediante avviso), ovvero l’ordine di incasso di crediti in base al quale la banca del
creditore (banca assuntrice) provvede all’invio di un avviso al debitore, che può effettuare il pagamento presso
qualunque sportello bancario (banca esattrice) e, in alcuni casi, presso gli uffici postali. La banca esattrice comunica
alla banca assuntrice l’avvenuto pagamento attraverso apposita procedura interbancaria;
g) altri pagamenti diversi.
Le norme sui servizi di pagamento non si applicano, invece, nel caso di operazioni basate su uno dei seguenti tipi di
documenti cartacei, con i quali viene ordinato alla banca di mettere dei fondi a disposizione del beneficiario: assegni,
titoli cambiari, voucher, traveller’s cheque.
I principali rischi per il cliente sono:
per i servizi di pagamento ordinati dal pagatore, quelli connessi a disguidi tecnici che impediscono
all’ordine impartito di pervenire correttamente e nei tempi previsti sul conto del beneficiario
per i servizi di pagamento ordinati dal beneficiario, il rischio per il pagatore consiste di non avere
provvista sufficiente sul conto per accettare l’addebito
quelli connessi alla variazione unilaterale delle condizioni da parte della banca.
Il bonifico viene eseguito sulla base dell’identificativo unico fornito dall’ordinante; in caso di mancata corrispondenza
tra il numero del conto identificato tramite l’identificativo unico e il nome del beneficiario, la banca accredita il conto
corrente corrispondente all’identificativo unico comunicato dall’ordinante.
CONDIZIONI ECONOMICHE - il conto corrente è adatto per chi opera quasi
esclusivamente online mediante la postazione inbank.
QUANTO PUÒ COSTARE IL CONTO CORRENTE
Indicatore Sintetico di Costo (ISC)
PROFILO
SPORTELLO
ONLINE
Giovani (164 operazioni annue)
€
502,50
€
26,50
Famiglie operatività
operazioni annue)
bassa
(201 €
691,60
€
28,60
Famiglie operatività
operazioni annue)
media
(228 €
755,96
€
80,96
Famiglie
operatività
operazioni annue)
alta
(253 €
818,96
€
76,96
Pensionati operatività
operazioni annue)
bassa
(124 €
479,00
€
6,00
Pensionati operatività media
operazioni annue)
(189 €
664,36
€
54,36
Oltre a questi costi vanno considerati l’imposta di bollo secondo normativa vigente, obbligatoria per legge, gli
eventuali interessi attivi e/o passivi maturati sul conto corrente e le spese per l’apertura del conto.
L’imposta di bollo per le persone fisiche è pari a Euro 34,20 annui, per i conti correnti con giacenza media
superiore a 5 mila euro, per ogni periodo di rendicontazione.
Il calcolo della giacenza media e l’addebito dell’imposta di bollo avvengono al termine di ogni periodo di
rendicontazione. Qualora la giacenza media non supera, nel periodo di rendicontazione, l’importo di 5 mila Euro,
l’imposta di bollo non sarà dovuta.
I costi riportati nella tabella sono orientativi e si riferiscono ad un numero predefinito di profili di operatività,
meramente indicativi – stabiliti dalla Banca d'Italia - di conti correnti privi di fido.
Per saperne di più: www.bancaditalia.it.
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 30/06/2014
(ZF/000003164)
Pagina 2 di 15
FOGLIO INFORMATIVO
CONTO POP
QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO
Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo
contratto
Le voci di spesa riportate nel prospetto che segue rappresentano, con buona approssimazione, la gran parte dei costi
complessivi sostenuti da un consumatore medio titolare di conto corrente.
Questo vuol dire che il prospetto non include tutte le voci di costo. Alcune delle voci escluse potrebbero essere
importanti in relazione sia al singolo conto sia all’operatività del singolo cliente.
Prima di scegliere e firmare il contratto è quindi necessario leggere attentamente anche la sezione “Atre condizioni
economiche”.
VOCI DI COSTO
Spese per l'apertura del conto
Non previste
SPESE FISSE
Gestione Liquidità
Canone annuo
€
(€
0,00
0,00 Mensili)
Numero di operazioni incluse nel canone annuo
- online: illimitate
- allo sportello: ogni operazione costa 5 Euro oltre al costo
del servizio, ove previsto.
Spese annue per conteggio interessi e competenze
Non previste
Servizi di pagamento
Canone annuo carta di debito nazionale/internazionale
Gratuito
Circuiti abilitati
Bancomat, Pagobancomat, Cirrus Maestro, Visa Electron
Canone annuo carta di credito
Servizio non commercializzato/acquistato unitamente al
conto corrente.
Canone annuo carta multifunzione
Non disponibile
Home banking
Canone annuo per internet banking e phone banking
gratuito
Per le condizioni economiche relative al servizio Internet
Banking si rimanda al foglio informativo del servizio.
SPESE VARIABILI
Gestione liquidità
Registrazione operazioni non incluse nel canone (si
aggiunge al costo dell'operazione):
- Spese operazioni a sportello
€
5,00
Spese operazioni online
€
0,00
Invio estratto conto cartaceo
€
1,50
Invio estratto conto online
€
0,00
Invio estratto conto - casellario
€
0,00
Servizi di pagamento
Prelievo sportello automatico presso la stessa banca in
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 30/06/2014
(ZF/000003164)
Pagina 3 di 15
FOGLIO INFORMATIVO
CONTO POP
Italia
€
Prelievo sportello automatico presso altre Casse Rurali e €
BCC (escluse le Casse Rurali Raiffeisen dell'Alto Adige)
Prelievo sportello automatico presso altre banche in Italia €
0,00
0,00
2,00
Bonifico verso Italia e Unione Europea con addebito in Online: €
c/c
Sportello: €
Domiciliazione utenze
€
0,00
2,00
0,00
INTERESSI SOMME DEPOSITATE
Interessi creditori
0,1%
Minimo: 0,1%
T.A.E.: 0,10003%
Tasso creditore annuo nominale
FIDI E SCONFINAMENTI
Apertura di credito in conto corrente
Tasso debitore annuo nominale sulle somme utilizzate
Servizio non commercializzato unitamente al conto
corrente. Si rinvia al foglio informativo del relativo
contratto.
Commissione annuale messa disposizione fondi
Servizio non commercializzato unitamente al conto
corrente. Si rinvia al foglio informativo del relativo
contratto.
Altre spese
Servizio non commercializzato unitamente al conto
corrente. Si rinvia al foglio informativo del relativo
contratto.
Sconfinamenti extra-fido
Tasso debitore annuo nominale sulle somme utilizzate
Servizio non commercializzato unitamente al conto
corrente. Si rinvia al foglio informativo del relativo
contratto.
Commissione di istruttoria veloce
Servizio non commercializzato unitamente al conto
corrente. Si rinvia al foglio informativo del relativo
contratto.
Altre spese
Servizio non commercializzato unitamente al conto
corrente. Si rinvia al foglio informativo del relativo
contratto.
Sconfinamenti in assenza di fido
Tasso debitore annuo nominale sulle somme utilizzate
TOP-RATE MORA (TUS + 10%) (Attualmente pari a:
10,15%) + 0 punti perc.
Valore effettivo attualmente pari a: 10,15%
T.A.E.: 10,54291%
Commissione di istruttoria veloce
€
Altre spese
Non previste
5,00
CAPITALIZZAZIONE
Periodicità
TRIMESTRALE
RIFERIMENTO CALCOLO INTERESSI
ANNO CIVILE
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 30/06/2014
(ZF/000003164)
Pagina 4 di 15
FOGLIO INFORMATIVO
CONTO POP
DISPONIBILITÀ SOMME VERSATE
Contanti/assegni circolari stessa banca
Contanti in giornata. Assegni circolari massimo
4 giorni lavorativi
Assegni bancari stessa filiale
In giornata
Assegni bancari altra filiale
In giornata
Assegni circolari altri istituti/vaglia Banca d'Italia
Massimo
4 giorni lavorativi
Assegni bancari altri istituti
Massimo
4 giorni lavorativi
Vaglia e assegni postali
Massimo
4 giorni lavorativi
Versamento assegni estero
7 giorni indicativi in quanto risulta impossibile stabilire i
termini di disponibilità relativamente agli assegni in valuta
poiché nei paesi esteri è vigente una normativa diversa da
quella italiana
Il Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM), previsto dall’art. 2 della legge sull’usura (l. n. 08/1996), relativo agli
sconfinamenti in assenza di fido, assimilabile alle operazioni di apertura di credito in conto corrente, può essere
consultato in filiale e sul sito internet della banca www.cr-lavis.net
ALTRE CONDIZIONI ECONOMICHE
OPERATIVITÀ CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITÀ
Spese tenuta conto
Vedi voce canone annuo
Remunerazione delle giacenze
le giacenze sono tutte remunerate al tasso nominale
annuo creditore lordo indipendentemente dal loro importo.
SERVIZI DI PAGAMENTO
CARTE DEBITO/CREDITO
Canone annuale
Prelievo sportello automatico presso la stessa banca in
Italia
Prelievo sportello automatico presso altre Casse Rurali e
BCC (escluse le Casse Rurali Raiffeisen dell'Alto Adige)
Prelievo sportello automatico presso altre banche in Italia
ed all'estero in aggiunta alle eventuali spese relcamate
dagli istituti esteri
Pagamenti in Italia presso esercizi convenzionati (Circuito
Pagobancomat e Maestro)
Pagamenti all'estero presso esercizi convenzionati
(Circuito Maestro) in aggiunta rispetto alle eventuali
spese reclamate dagli intermediari esteri
Utilizzo fastpay - commissione addebitata mensilmente in
caso di utilizzo del servizio
Commissione blocco/sblocco carta
€
0,00
€
0,00
€
0,00
€
2,00
€
0,00
€
2,00
€
0,00
€
0,00
Spese rilascio carta
€
0,00
Spese di rinnovo carta
€
0,00
€
250,00
Carte debito/credito - massimali
Atm Italia giornaliero
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 30/06/2014
(ZF/000003164)
Pagina 5 di 15
FOGLIO INFORMATIVO
CONTO POP
Atm Italia Mensile
€
1.500,00
Atm Estero giornaliero
€
250,00
Atm Estero mensile
€
1.500,00
Pos estero giornaliero
€
1.500,00
Pos estero mensile
€
1.500,00
Pos giornaliero
€
1.500,00
Pos mensile
€
1.500,00
Fastpay giornaliero
€
100,00
Massimale unico giornaliero
€
3.000,00
Massimale unico mensile
€
3.000,00
Per un elenco completo delle spese relative alla carta bancomat si rimanda al relativo foglio
informativo.
ASSEGNI
Commissione impagato assegni
€
10,00
Penale ritardato pagamento
10%
Assegni tratti su altre banche - commissione su assegni €
4,65
resi (pagamento tardivo senza oneri) + spese reclamate
Spesa singolo assegno carnet
gratuito
Bollo assegni forma libera (bancari/circolari)
€
1,50
Spese accredito Dopo Incasso
0,25% Massimo: €
25,00
Spesa per richiesta fotocopia assegni check-truncation
massimo € 10,33
Commissione richiamo assegni tratti su altre banche (in € 7,75
aggiunta alle commissioni su assegni resi)
UTENZE
Spesa pagamento bollette (ad es. Telecom / Enel) sia
sportello sia online
Spesa pagamento bollette Trenta SpA sia allo sportello
sia online
Spesa pagamento deleghe F23 e F24 sia allo sportello
sia online
Spesa pagamento bollettini INPS sia allo sportello sia
online
Spesa pagamento bollettini bancari FRECCIA (tranne
bollette della Trenta SpA) sportello
Spese pagamento bollettini bancari FRECCIA (tranne
bollette Trenta SpA) online
Spesa pagamento bollettini ICI Equitalia
€
2,00
gratuita
gratuita
€
0,00
€
2,00
€
2,00
massimo € 2,00
PAGAMENTI RICORRENTI
Spesa pagamento utenze mediante bollettini postali
Commissione postale
€
Spesa recuperata dalla Cassa Rurale
€
3,00
massimo
Spesa consegna buoni pasto mensa scolastica
€
1,30
1,00
Spesa servizio "abbonamenti trasporti scolastici"
€
0,00
Spesa acquisto biglietti ed abbonamenti spettacoli gratuita
servizio "Primi alla Prima"
50,00 € al massimo, oltre alle spese reclamate dai
Spesa Incasso vincite Totocalcio, Totip, Lotterie, Lotto ...
corrispondenti
Spesa servizio pagamento bollo ACI da Internet o ATM
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 30/06/2014
€ 1,87
Spesa non applicata per i residenti nella Privincia
(ZF/000003164)
Pagina 6 di 15
FOGLIO INFORMATIVO
CONTO POP
Autonoma di Bolzano (riscossioni tempestive e tardive).
Spesa servizio pagamento Canone Rai da Internet o 1,50 €
ATM
BONIFICI ITALIA E BONIFICI SEPA
Spese bonifici su altre Banche:
Bonifici disposti su altre Banche - allo sportello
€
2,00
Bonifici disposti su altre Banche - online
Bonifici di giroconto - disposti su altre Banche - allo
sportello
Bonifici di giroconto - disposti su altre Banche - online
Bonifici disposti su altre Banche - urgenti o di importo
rilevante (B.I.R.)
Bonifici disposti su altre Banche per accredito dello
stipendio - allo sportello e/o online
Bonifici disposti su altre Banche - mediante distinta
manuale
Bonifici disposti su altre Banche - di giroconto - mediante
distinta manuale
Bonifici disposti su altre Banche - mediante supporto
magnetico
Bonifici disposti su altre Banche - di giroconto - mediante
supporto magnetico
€
0,00
€
2,00
€
0,00
€
10,00
€
0,00
€
2,00
€
2,00
€
2,00
€
2,00
Spese Bonifici disposti verso clienti della Cassa Rurale Lavis - Valle di Cembra Bcc:
Bonifici - disposti allo sportello
€
0,50
Bonifici - disposti online
€
0,00
Bonifici di giroconto - disposti allo sportello
€
0,00
Bonifici di giroconto - disposti online
Bonifici disposti per l'accredito dello stipendio - allo
sportello
Bonifici disposti per l'accredito dello stipendio - online
Bonifici disposti per l'accredito dello stipendio - mediante
distinta manuale
Bonifici disposti per l'accredito dello stipendio - mediante
supporto magnetico
Bonifici disposti mediante distinta manuale
€
0,00
€
0,00
€
0,00
€
0,00
€
0,00
€
0,50
€
0,50
Bonifici di giroconto - disposti mediante distinta manuale €
Bonifici di giroconto disposti mediante supporto €
magnetico
0,00
Bonifici disposti mediante supporto magnetico
0,00
Bonifici in arrivo - da altre Banche o da altri correntisti della Cassa Rurale
Bonifici in arrivo - accreditati sul conto corrente
gratuiti
BONIFICI ESTERO - SEPA E NON SEPA
BONIFICI IN PARTENZA - SEPA (SCT):
Bonifici SEPA (SCT):
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 30/06/2014
€ 2,00 - i bonifici SEPA-SCT possono essere eseguiti solo
in Euro e solo verso paesi della zona Euro o verso Paesi
dell'Unione Europea che utilizzano una valuta diversa
dall'Euro sul territorio nazionale ma che effettuano
pagamenti in Euro.
(ZF/000003164)
Pagina 7 di 15
FOGLIO INFORMATIVO
CONTO POP
BONIFICI IN PARTENZA - ESTERO (NON SEPA-SCT):
€ 15,00
Per bonifici estero si intendono quelli eseguiti in divisa o in
euro verso paesi non appartenenti all'Unione Europea o
allo Spazio Economico Europeo.
Spese fisse per bonifio estero non SCT
Commissioni di servizio per pagamento a mezzo bonifico 0,15% - minimo € 1,55.
estero
Recupero spese per pagamento a mezzo bonifico con € 30,00
spese dell'estero a carico dell'ordinante "our"
BONIFICI IN ARRIVO:
BONIFICI SEPA - SCT in arrivo:
gratuiti
spese fisse € 5,00
Bonifici esteri in arrivo da Paesi non appartenenti alla
commissioni sull'importo del bonifico pari a 0,15% con un
zona Euro:
minimo di Euro 1,55
CASSA RACCOLTA VALUTE
Spesa fissa di acquisto/vendita banconote in divisa allo € 1,55
sportello
Commissione di intervento
0,15%
Commissione
aggiuntiva
sul
controvalore
per recuperate nella misura in cui sono reclamate da Cassa
l'acquisto/vendita allo sportello di banconote logore
Centrale Banca
Cambio applicato per operazioni di acquisto/vendita come da listino giornalmente disponibile presso le filiali
banconote estere allo sportello
NEGOZIAZIONE ASSEGNI ESTERI
Spese fisse su negoziazione assegni estero
€ 5,00 - per distinta di negoziazione
Commissione percentuale su negoziazione assegni 0,15% con un minimo di € 3,00
estero in euro
€ 10,00 oltre al recupero delle spese reclamateci da
Spese insoluto assegni
Banche corrispondenti.
Tasso di cambio
pagamento/incasso:
applicato
alle
operazioni
di 1,00% massimo di scarto sul cambio denaro/lettera
applicato "al durante".
ALTRI SERVIZI DI PAGAMENTO
Pagamento RIBA passive
- 1,00 € per pagamento allo sportello con addebito in conto
corrente
- 0,50 € per prestazioni da Internet mediante Onbank Inbank
Pagamento effetti
0,125% con un minimo di € 6 ed un massimo di € 20,00
Pagamento MAV, RAV e RID
gratuiti
Per un elenco completo delle spese relative ai servizi di pagamento si rimanda al foglio informativo
relativo al servizio di portafoglio, mentre per un elenco esaustivo delle spese relative all'estero si
rimanda al foglio informativo del servizio estero.
VALUTE
Prelevamento contanti
in giornata
Versamento contanti
in giornata
Prelievo mediante assegni bancari
giorno di emissione dell'assegno
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 30/06/2014
(ZF/000003164)
Pagina 8 di 15
FOGLIO INFORMATIVO
CONTO POP
Prelievo mediante carta bancomat
data del prelevamento
Versamento assegni della Cassa Rurale
in giornata
Versamento assegni bancari su piazza
2 giorni lavorativi
Versamento assegni bancari fuori piazza
3 giorni lavorativi
Versamento assegni circolari
1 giorno lavorativo
Versamento assegni postali
3 giorni lavorativi
Versamento assegni euro di conto estero su banca 3 giorni lavorativi
italiana
Versamento assegni in euro di banca estera
7 giorni lavorativi
Versamento assegni in divisa banca estera
7 giorni lavorativi
Operazioni di acquisto e vendita banconote estere
In giornata
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 30/06/2014
(ZF/000003164)
Pagina 9 di 15
FOGLIO INFORMATIVO
CONTO POP
DATA DI RICEZIONE, TEMPI DI ESECUZIONE E VALUTE SERVIZI DI PAGAMENTO
BONIFICI IN USCITA
Tipo Bonifico
Bonifico Italia
Bonifico in ambito UE/Spazio Economico Europeo
(Norvegia, Islanda e Liechtenstein) in euro.
Bonifico estero in ambito UE/Spazio Economico Europeo
in divisa di Stato membro dell’UE/Spazio Economico
Europeo (Norvegia, Islanda e Liechtenstein) non
appartenente all’unione monetaria.
Altri bonifici estero in euro
Data valuta di addebito
Giornata operativa di esecuzione
Giornata operativa di esecuzione
Giornata operativa di esecuzione
Giornata operativa di esecuzione
BONIFICI IN ENTRATA
Tipo Bonifico
Bonifico Interno
Bonifico Italia altra banca
Bonifico in ambito UE/Spazio Economico Europeo
(Norvegia, Islanda e Liechtenstein) in euro.
Bonifico estero in ambito UE/Spazio Economico Europeo
in divisa di Stato membro dell’UE/Spazio Economico
Europeo (Norvegia, Islanda e Liechtenstein) non
appartenente all’unione monetaria.
Altri bonifici estero in euro
Data valuta di accredito e disponibilità dei fondi
Stessa giornata di addebito all’ordinante
Stessa giornata operativa di ricezione dei fondi sul
conto della banca (data di regolamento)
Stessa giornata operativa di ricezione dei fondi sul
conto della banca (data di regolamento
2 giorni dalla data di negoziazione della divisa
(calendario Forex)
Stessa giornata operativa di ricezione dei fondi sul
conto della banca (data di regolamento)
INCASSI COMMERCIALI
RID PASSIVI
Addebito RID
Giornata operativa di addebito
Ri.Ba PASSIVE
Addebito Ri.Ba
Giornata operativa di addebito
MAV/Bollettini bancari “Freccia” PASSIVI
Addebito MAV/Bollettini bancari “Freccia”
Giornata operativa di addebito
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 30/06/2014
(ZF/000003164)
Pagina 10 di 15
FOGLIO INFORMATIVO
CONTO POP
GIORNATE NON OPERATIVE E LIMITE TEMPORALE GIORNALIERO
- BONIFICI IN USCITA
Giornate non operative:
- i sabati e le domeniche
- tutte le festività nazionali
- il Venerdì Santo
- tutte le festività nazionali dei paesi della UE presso cui sono destinati i
pagamenti esteri
- tutte le giornate non operative per festività delle strutture interne o esterne
coinvolte nell’esecuzione delle operazioni
Giornate semifestive sono:
- il giovedì e il martedì grasso di Carnevale; la vigilia di Ferragosto (il 14 agosto)
- la vigilia di Natale (24 dicembre); l’ultimo giorno dell’Anno (il 31 dicembre)
- il Santo patrono dei comuni nei quali sono situate le filiali e la sede.
Se il momento della
ricezione ricorre in una
giornata non operativa,
l’ordine di pagamento si
intende ricevuto la giornata
operativa successiva.
Limite temporale giornaliero (cd. cut off):
le ore 14,00 per il servizio InBank e/o CBI passivo;
le ore 13,00 per il servizio OnBank;
l’ora di chiusura degli sportelli per i bonifici cartacei disposti allo sportello;
le ore 13,00 per i bonifici cartacei multipli presentati allo sportello;
le ore 10,00 per i bonifici presentati allo sportello su supporto magnetico.
L’ordine di pagamento
ricevuto oltre il limite
temporale giornaliero si
intende ricevuto la giornata
operativa successiva.
Nelle giornate semifestive il cd. cut off è fissato:
alle ore 10,00 per il servizio InBank e/o CBI passivo
alle ore 10,00 per il servizio OnBank
l’ora di chiusura degli sportelli per i bonifici cartacei disposti allo sportello;
le ore 10,00 per i bonifici cartacei multipi presentati allo sportello
le ore 9.00 per i bonifici presentati allo sportello su supporto magnetico.
TEMPI DI ESECUZIONE
- BONIFICI IN USCITA
Tipo Bonifico
Modalità
Giorno di accredito della
Banca del beneficiario(*)
Medesimo giorno di addebito
Bonifico interno (stessa banca)
dei fondi(*)
Sportello
Massimo 1 giornata/e
operativa/e successiva/e alla
Bonifico nazionale o in ambito
data di ricezione dell’ordine
UE/Spazio
Economico
Europeo
(Norvegia, Islanda e Liechtenstein) in InBank, OnBank, Remote banking Massimo 1 giornata/e
Euro.
(CBI)
operativa/e successiva/e alla
data di ricezione dell’ordine
Sportello
Massimo 2 giornata/e
Bonifico estero in ambito UE/Spazio
operativa/e successiva/e alla
Economico Europeo in divisa di altro
data di ricezione dell’ordine
Stato
membro
dell’UE/Spazio
InBank, OnBank, Remote banking Massimo 2 giornata/e
Economico Europeo non appartenente
(CBI)
operativa/e successiva/e alla
all’unione monetaria:
data di ricezione dell’ordine
(*) in caso di bonifico interno la banca del beneficiario è la banca anche del cliente ordinante, la quale dovrà
accreditare il beneficiario nella stessa giornata in cui addebita i fondi al cliente ordinante.
- INCASSI COMMERCIALI
RID PASSIVI
Termine e tempo di esecuzione
Ri.Ba PASSIVE
Termine di esecuzione
Tempo di esecuzione
Data di scadenza
Data di scadenza
Accredito Banca beneficiaria giorno
successivo alla data di scadenza.
operativo
MAV/Bollettini Bancari “Freccia” PASSIVI
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 30/06/2014
(ZF/000003164)
Pagina 11 di 15
FOGLIO INFORMATIVO
CONTO POP
Tempi di esecuzione
Massimo 1 giornata operativa successiva alla data
di ricezione dell’ordine.
ALTRE SPESE
Spese per informativa precontrattuale
gratuite
Spese per consegna copia contratto e documento di Non previste
sintesi
€ 1,50
Spese per comunicazioni inerenti la trasparenza bancaria
L'invio delle comunicazioni previste per legge sono gratuite
- in forma cartacea
(ex art. 118 e 126 sexies del TUB).
Spese per comunicazioni inerenti la trasparenza bancaria €
0,00
- on-line
Spese per stampa condizioni economiche
€
1,50
Per informativa obbligatoria mensile (per clienti non €
1,50
consumatori e non microimprese)
Per informativa ulteriore rispetto a quella dovuta per €
1,50
legge
Per comunicazione di mancata esecuzione dell'ordine €
1,50
(rifiuto)
Per revoca dell'ordine oltre i termini
€
1,50
Per recupero fondi in caso di identificativo unico fornito €
5,00
inesatto dal cliente
Cambio applicato per acquisto e vendita banconote allo come da listino giornaliero esposto in filiale.
sportello
Il cliente potrebbe anche sostenere le seguenti spese:
Richiesta informazioni per certificazione di bilancio:
Richiesta referenze bancarie:
Spese per ricerca e copia documentazione:
€ 50,00 al massimo;
€ 50,00 al massimo;
€ 10,00 per singolo documento.
RECESSO E RECLAMI
Recesso dal contratto
Si può recedere dal contratto in qualsiasi momento, senza penalità e senza spese di chiusura del conto.
Tempi massimi di chiusura del rapporto contrattuale
n° 15 giorni dal ricevimento della richiesta del cliente (salvo casi particolari di giustificato motivo non imputabili alla
condotta della Banca).
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 30/06/2014
(ZF/000003164)
Pagina 12 di 15
FOGLIO INFORMATIVO
CONTO POP
Reclami
Nel caso in cui sorga una controversia tra il Cliente e la Cassa Rurale, relativa all’interpretazione ed
applicazione del contratto, il cliente, prima di adire l’autorità giudiziaria, è tenuto ai sensi di Legge, ad esperire un
procedimento di mediazione, rivolgendosi ad uno degli organismi qui di seguito descritti o altro convenuto tra le parti.
Il cliente può presentare un reclamo alla Cassa Rurale:
- per lettera raccomandata A/R indirizzata all’Ufficio Reclami, via Rosmini, n. 63 – 38015 Lavis (Tn);
- per via telematica all’indirizzo e-mail: [email protected]
La Cassa Rurale risponde entro 30 giorni. Qualora il cliente non sia soddisfatto o non abbia ricevuto risposta
entro tale termine, può rivolgersi all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Per sapere come rivolgersi all’Arbitro si può
consultare il sito www.arbitrobancariofinanziario.it, chiedere presso le Filiali della Banca d'Italia, oppure chiedere alla
Cassa Rurale.
Il Cliente può attivare una procedura di Conciliazione che consiste nel tentativo di raggiungere un accordo
con la Cassa Rurale, grazie all’assistenza di un conciliatore indipendente. Per questo servizio è possibile rivolgersi al
Conciliatore Bancario Finanziario (Organismo iscritto nel Registro tenuto dal Ministero della Giustizia), con sede a
Roma, Via delle Botteghe Oscure 54, tel. 06.674821, Sito Internet www.conciliatorebancario.it..
Rimane in ogni caso impregiudicato il diritto del cliente di presentare esposti alla Banca d’Italia e di rivolgersi
in qualunque momento all’autorità giudiziaria competente, previo esperimento del procedimento di mediazione di cui
sopra.
LEGENDA
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 30/06/2014
(ZF/000003164)
Pagina 13 di 15
FOGLIO INFORMATIVO
CONTO POP
Canone annuo
Capitalizzazione
degli
interessi
Disponibilità
somme
versate
IBAN – International Bank
Account Number
Fido o affidamento
Saldo disponibile
Spese fisse per la gestione del conto.
Una volta accreditati e addebitati sul conto, gli interessi sono contati nel saldo e
producono a loro volta interessi.
Numero di giorni successivi alla data dell’operazione dopo i quali il cliente può
utilizzare le somme versate.
Codice strutturato e alfanumerico che individua a livello istituzionale e in modo
univoco il conto del cliente. Esso viene attribuito dalle banche (in particolare di
Paesi €pei) alla propria clientela e rappresenta le coordinate bancarie
internazionali. L’IBAN è riportato sugli estratti conto.
Somma che la banca si impegna a mettere a disposizione del cliente oltre il
saldo disponibile.
Somma disponibile sul conto, che il correntista può utilizzare.
Sconfinamento in assenza Somma che la banca ha accettato di pagare quando il cliente ha impartito un
di fido e sconfinamento ordine di pagamento (assegno, domiciliazione utenze) senza avere sul conto
extra-fido
corrente la disponibilità.
Si ha sconfinamento anche quando la somma pagata eccede il fido utilizzabile.
Spesa singola operazione Spesa per la registrazione contabile di ogni operazione oltre quelle
non compresa nel canone
eventualmente comprese nel canone annuo.
Spese annue per conteggio
interessi e competenze
Spese per invio estratto
conto
Tasso
creditore
annuo
nominale
Tasso
debitore
nominale
annuo
Tasso effettivo
Tasso Effettivo
Medio
(TEGM)
Globale
Valute sui prelievi
Valute sui versamenti
CUT –OFF TIME
Data
accettazione
del
bonifico e data ordine
bonifico
Spese per il conteggio periodico degli interessi, creditori e debitori, e per il
calcolo delle competenze.
Commissioni che la banca applica ogni volta che invia un estratto conto,
secondo la periodicità e il canale di comunicazione stabiliti nel contratto.
Tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi sulle somme
depositate (interessi creditori), che sono poi accreditati sul conto, al netto delle
ritenute fiscali.
Tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi a carico del
cliente sulle somme utilizzate in relazione allo sconfinamento in assenza di fido.
Gli interessi sono poi addebitati sul conto.
Valore del tasso, rapportato su base annua, che tiene conto degli effetti della
periodicità - se inferiore all’anno - di capitalizzazione degli interessi
Tasso di interesse pubblicato ogni tre mesi dal Ministero dell’economia e delle
finanze come previsto dalla legge sull’usura. Per verificare se un tasso di
interesse è usurario e, quindi, vietato, bisogna individuare, tra tutti quelli
pubblicati, il TEGM degli affidamenti in conto corrente, aumentarlo della metà e
accertare che quanto richiesto dalla banca non sia superiore
Numero dei giorni che intercorrono tra la data del prelievo e la data dalla quale
iniziano ad essere conteggiati gli interessi. Quest’ultima potrebbe anche essere
precedente alla data del prelievo.
Numero dei giorni che intercorrono tra la data del versamento e la data dalla
quale iniziano ad essere conteggiati gli interessi.
Orario limite entro la quale il bonifico può essere lavorato ed inviato rispettando i
tempi previsti dalla normativa, ovvero entro il giorno successivo alla data ordine
del bonifico. Qualora il bonifico sia presentato dopo tale orario, la data ordine
del bonifico sarà attribuita il giorno successivo ed i tempi di esecuzione del
bonifico sarà il giorno successivo alla data ordine del bonifico (ovvero 2 giorni
lavorativi successivi alla data in cui il cliente si è recato allo sportello o ha
disposto il bonifico online).
La data accettazione del bonifico è attribuita sulla base dell’orario di
presentazione dell’ordine di bonifico allo sportello o dell’inserimento del bonifico
online:
se il bonifico è inserito prima del cut-off time, (limite massimo per l’accettazione
dei bonifici in giornata – dopo tale ora limite i bonifici saranno accettati la
giornata operativa successiva), la data di accettazione corrisponde con la data
ordine del bonifico;
se il bonifico è inserito dopo il cut-off time, la data ordine del bonifico viene
spostato al giorno lavorativo successivo. Questo per consentire alla banca di
rispettare i tempi massimi di esecuzione del bonifico illustrati nel foglio
informativo e previsti dalla normativa PSD.
Commissione di istruttoria Commissione a carico del cliente, applicata a fronte di sconfinamenti in assenza
veloce
di affidamento ovvero oltre il limite del fido, oltra al tasso di interesse debitore
sull’ammontare dello sconfinamento, determinata in misura fissa ed espressa in
valore assoluto, commisurata ai costi sostenuti dall’intermediario per la
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 30/06/2014
(ZF/000003164)
Pagina 14 di 15
FOGLIO INFORMATIVO
CONTO POP
valutazione delle richieste di sconfinamento.
In base alle soglie e nei limiti previsti dalla legge e/o dalle Autorità di settore, di
seguito riassunti:
- È applicata:
- solo a fronte di addebiti che determinano uno sconfinamento per saldo
disponibile a fine giornata o che accrescono l’ammontare dello
sconfinamento per saldo disponibile esistente;
- una sola commissione in presenza di più sconfinamenti nel corso della
giornata;
-
non è prevista qualora:
- lo sconfinamento abbia avuto luogo per effettuare un pagamento a favore
dell’intermediario;
- lo sconfinamento non abbia avuto luogo perché la Cassa Rurale non vi ha
acconsentito;
- non venga svolta alcuna attività di istruttoria (a titolo di esempio nei casi di
addebito successivo a prelevamento ATM o pagamento POS);
-
nei rapporti con i consumatori, non viene applicata qualora ricorrano
cumulativamente i seguenti presupposti:
- lo sconfinamento non abbia durata superiore a sette giorni consecutivi;
- il saldo passivo disponibile di fine giornata sia inferiore o pari a 500 euro
per gli sconfinamenti in assenza di fido o oltre il limite del fido.
Il consumatore beneficia dell’esclusione prevista al punto di cui sopra per un
massimo di una volta per ciascuno dei quattro trimestri di cui si compone l’anno
solare.
SEPA
Spese per operazione
A titolo esemplificativo e non esaustivo si elencano le causali che non danno
luogo all’applicazione della CIV in quanto non viene svolta alcuna attività di
istruttoria da parte della banca: pagobancomat; prelievo bancomat; addebito
fastpay; addebito fine mese carta in cooperazione; addebito carta di credito,
addebito Autostrade SpA, addebito assegni ckt impagati, commissioni e spese,
interessi e competenze, recupero imposta sostitutiva e di bollo, storni e rettifiche
e ogni altro pagamento a favore della banca.
Acronimo per Single Euro Payment Area (area unica di pagamenti in euro),
iniziativa del sistema bancario europeo, riunito nell’EPC.
Scopo ed obiettivo della SEPA è la standardizzazione dei sistemi e dei mezzi di
pagamento europei a beneficio di tutti i cittadini, imprese e pubbliche
amministrazioni dell’area SEPA (che comprende i Paesi UE, l’Islanda, la
Norvegia, il Liechtenstein e la Svizzera).
Le spese per operazione sono applicate a tutte le causali, ad esclusione delle
causali esenti. A titolo esemplificativo e non esaustivo le causali esenti sono le
seguenti: pagobancomat, prelievo bancomat, emissione, ricarica, rimborso ed
estinzione di carta prepagata, abbonamento trasporti, acquisto buoni pasto,
addebito fine mese carta in cooperazione, commissioni e spese, interessi e
competenze, recupero imposta sostitutiva e di bollo, prenotazione spettacoli,
quota sociale Cassa Rurale, ristorni soci, storni e rettifiche.
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 30/06/2014
(ZF/000003164)
Pagina 15 di 15
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
111 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content