close

Enter

Log in using OpenID

Block Notes luglio 2014 ok_Block Notes

embedDownload
cdr srl
Centro Distribuzione Ricambi
Ricambi Originali
OPEL-BMW-SAAB
Via Fuori Porta Roma, 208
CAPUA
Tel. 0823.622182
e-mail: [email protected]
Block Notes
IL MENSILE DI CAPUA E HINTERLAND
Fondato nel 1997
Direttore Responsabile: Franco Fierro
Aut. Tribunale di S. Maria C.V. N. 433/93 - Stampa GRAFICHE BOCCIA - CAPUA
Anno 18 - Nº 7
DIFFERENZA TRA PARTITI
E ISTITUZIONI
In questa degenerata seconda repubblica,
dobbiamo rilevare che da quando le ideologie dei partiti sono tramontate, facilmente, si
confondono le istituzioni con i ''partiti'', che
ancora si definiscono tali.
Eppure c'è una bella differenza tra governo
centrale, amministrazioni regionali, provinciali, comunali, e tra gruppi di persone che
aderiscono ad un'organizzazione di parte.
Proprio tra questa e un esecutivo, espressione di coalizioni politiche, giudicando con
una visione moderna, dovremmo sempre fare una netta distinzione tra parti della società, che esprimono con il voto la loro scelta partitica, e la sintesi politica che determina la formazione di organi esecutivi (governo, giunte). Un organo esecutivo, che nasce
con il presupposto di fare, dovrebbe essere
pur sempre al di sopra dei gruppi elettorali
che lo hanno determinato. In poche parole,
quando un sindaco eletto afferma ''io sarò il
sindaco di tutti i cittadini'', o lo fa veramente,
o mente, o lo dice nell'euforia della vittoria
elettorale.
Quei cittadini che suggeriscono idee, problemi, proposte ad un sindaco o amministratore, cessano di essere persone di parte, e,
da buoni cittadini, svolgono niente altro che
il loro dovere civico, e lo stesso ammini stratore/i che sposa le cose addotte dal cittadino, o gruppo di cittadini, sono da comprendere, ed esprimono, ambedue le parti, il meglio dei valori etici che li rende uomini liberi
e pensosi della loro città, della loro terra.
Non siamo quindi difronte ad un caso di ''tanto peggio tanto meglio'' se il cittadino si
adopera per il bene comune; egli va additato ad esempio civico, e l'amministratore/i,
non fa altro che il suo dovere di rappresentante di tutti i cittadini, a prescindere dal voto espresso da ciascuno degli elettori.
HOTEL
0,50 cent. a copia
lavori di
manutenzione e
ristrutturazione e
alloggi.
cell. 338 3981498
Luglio 2014
I CAPUANI ESPUGNERANNO
IL CASTELLO DELLE PIETRE?
Sembra fatto, ma dubbi
e incertezze sono sempre d'obbligo: le porte
del Castello delle Pietre si apriranno, finalmente, ai capuani? Ci
sarà la ''Presa della
Bastiglia''?. E' come un
sogno. Quante generazioni di capuani hanno
fantasticato sul sito
monumentale sede
della Polizia Stradale,
immaginando di vedervi relizzato, chi un museo delle armi, chi una biblioteca, o una sede prestigiosa per convegni, semmai
un lussuoso ristorante come a Faicchio. Ma tutto è rimasto per decenni un sogno,
un desiderio, un'illusione. Potrebbe essere la volta buona? Il Giudice di Pace se
ne va a S. Maria C.V. e nell'edificio di piazza Maiella si trasferirebbe la Polstrada.
Ma qui in Italia, specie al Sud, il provvisorio diventa sempre definitivo, e il Giudice
di Pace, invero, se ne doveva andare già entro maggio. Ma di quale anno? Non
tiriamoci i piedi però, alla questione perchè, in fondo, per l'economia della zona l'istituzione della giustizia, trasferendosi, lascia uno strascico negativo per il commercio minuto.
Ma diamo alcuni cenni storici dellle Torri Normanne, il Castrum Lapidum. Fu chiamato così perchè fu costruito con blocchi dei ruderi della nostra originaria Capua
(S. Maria C.V.). A realizzarlo fu il conte di Aversa, Riccardo Quartel nel 1062, con
destinazione specificamente militare e di difesa della nostra città. Fu sede di nobili e patrizi, e durante il Sacco di Capua nel 1501, vi dimorò il truce Cesare Borgia,
che nel castello selezionò le 40 giovani capuane che portò alla sua corte. Nel
1875, fu dichiarato monumento nazionale. Novi riferisce che sotto la base quadrata delle Torre merlata, sarebbe nascosto un ricco tesoro. Storia o leggenda?
f.f.
IN 6^ PAGINA:
IL RILANCIO DEL
TEATRO RICCIARDI
CAPYS
CONGRESSI
MEETING
CONFERENZE
CERIMONIE
TV SATELLITARE
Via S. Maria la Fossa, 24 - CAPUA (CE) - Tel. 0823.961299
Block Notes
Pagina 2
Diario
NOZZE D'ORO Spera-Farina
I coniugi Italia Farina e mar. Giovanni Spera hanno festeggiato le loro nozze d'oro
con una messa a ricordo dei 50 anni del
loro matrimonio. La messa è stata concelebrata da don Gianni Branco, don Giuseppe Centore, don Giuseppe Bamundo nella
chiesa dei SS. Filippo e Giacomo; ne è seguito un ricco buffet offerto dai festeggiati
ai familiari ed agli amici.
IL MAR. UGO MARCHESANI
PRESIDENTE DELL' ASSOCIAZIONE AERONAUTICA
L'Associazione Arma Aeronautica di Capua, che attualmente è ubicata nella sede
di Corso Appio 50, ha il suo nuovo presidente nella persona del Mar. Ugo Marchesani, personaggio molto stimato e conosciuto in città. Con lui sono stati eletti
nel direttivo: i marescialli Pompeo Minoja,
Torisco Antonio, Barone Francesco, Leonelli Francesco, Faenza Giuseppe, Valletta Vincenzo, Biangardo Corrado.
Nell'augurare buon lavoro al neo presidente e al consiglio, siamo lieti di informare Lettrici e Lettori che l'Associazione
ha inteso sottoscrivere un abbonamento
a Block Notes. Ringraziamo i soci tutti del
sodalizio che hanno inteso, così,voluto
sostenere l'unico, attualmente, notiziario
capuano.
AMICI SCOMPARSI
AMALIA PARENTE
La ricordiamo giovanetta dai tempi
della scuola sempre buona e gentile. Assistente
sociale, ha diretto
con competenza
in questi anni il
Centro di Ascolto
Caritas, dimostrando la sua
bontà e senso
della fratellanza con i tanti diseredati
che frequentavano la Caritas di via Duomo. Amalia è rimpianta da tutti i suoi parenti, colleghi e assistiti. Condoglianze
alla famiglia Parente-Cappuccio.
SILVIO GAGLIARDI
Vieni ad assaporare un
profumato viaggio tra
Tigli e Ortensie...
Ti aspettiamo con tante
amiche e amici!
L’ERBOLARIO
SFOGLIA COMODAMENTE
BLOCK NOTES SU
www.capuaonline.com
CAPUA
UN ARBITRO CAPUANO
ECCELLENTE
Auguri
al
giovane capuano nominato ''arbitro
nazionale di
calcio'' che
dirigerà le
gare di eccellenza. Si
tratta del
23/enne Daniele Galluccio, laureato in
Economia e Commercio e arbitro della
sezione di Caserta, presieduta da Antonio Pietro Santangelo. Felicitazioni
sincere a Daniele per una fulgida carriera arbitrale e professionale, estendendendole a papà Andrea e mamma
che gli sono stati sempre vicini.
E' venuto a
mancare prematuramente
il bersagliere
in congedo
Silvio Gagliardi, marito
della diligente
dipendente
comunale,
addetta all'anagrafe, Giovanna Chiodelli. Silvio era persona leale e abbastanza critico sui fatti della vita, con
giudizi attenti riferendosi a Capua.
Siamo vicini a Giovanna e figli, in quest'ora di dolore.
RAFFAELLA FERRARA
Figlia adorata
di Teresina
Santillo e Salvatore Ferrara, ''Ciammulella'', esperto
ciummaiolo
del Volturno.
La defunta,
madre esemplare, è scomparsa ancora in giovane età. I familiari inconsolabili la ricordano a tutti.
Block Notes
Pagina 3
L’ICONOGRAFIA DEL VALENTINO
di
Sono poco più di cinque
secoli che la comunità
capuana si interroga sul
drammatico Sacco che
colpì l’intera cittadina, il
24 luglio del 1501, che
comportò la morte di migliaia di persone. Contestualmente, la medesima memoria collettiva si pone una serie interminabile di domande sulla oscura e
principale figura che determinò tale eccidio: il duca Cesare Borgia, detto il Valentino. Nonostante la triste fama che egli abbia
acquisito già in età post-rinascimentale, esclusa la breve parentesi di gloria sostenuta
dal Macchiavelli nel suo “Il Principe”, nel
corso del tempo essa è andata sempre di
più evolvendosi, tanto da far divenire lo
stesso Borgia quasi un personaggio anti-eroico: un cavaliere dai tratti malvagi ma
dai connotati affascinanti e misteriosamente inusuali. Per quanto siano ancora discutibili le attribuzioni di soggetto, ma soprattutto di mano, dei pochi dipinti che verosimilmente lo ritraggono, si scorge in questi
ultimi, pressappoco databili verso la fine
del XVI secolo, una dimensione ritrattistica in cui sono messi in risalto alcuni ed eleganti particolari del volto: la lunga chioma fluente e la barba ben curata. Le acconciature, così come il vestiario tardo-cinquecentesco, sono rimasti, infine, gli elementi visivi che maggiormente hanno caratterizzato la costruzione della sua figura.
Una costante che è riuscita ad avere grande
fortuna anche nel corso del XIX secolo, se
solo si pensa ad alcune grandi pitture relative a soggetti storici, con protagonisti tutti
o una parte dei Borgia, riguardanti i grandi
fatti politici e cavallereschi dell’Italia
preunitaria. Anzi, proprio verso la fine
Daniela De Rosa
dell’Ottocento, Cesare Borgia, insieme alla famosissima sorella
Lucrezia, inizia ad avere un posto
di riguardo anche nella letteratura
a partire dal libro Lucrezia Borgia. Romanzo storico, scritto da
Oscar Pio. Il successo in prosa per
il Valentino è, poi, andato oltre ogni aspettativa, tanto che per tutto
il Novecento fino ai giorni nostri
si sono susseguiti una serie di opere letterarie dedicate alla sua vita così come alle sue imprese,
buone o malvagie che siano state.
Fra i tanti testi si ricorda, nello
specifico, Vortice di inganni – il
romanzo di Cesare Borgia, pubblicato nel 2008, di Elena e Michela Martignoni.
Anche nel cinema non sono mancati una serie di contributi rivolti
al Valentino. In pellicola sono stati, difatti, realizzati molti filmati
con protagonista non solo lui, ma anche il
resto dei suoi familiari, soprattutto la tanto
acclamata sorella Lucrezia. Fra i vari titoli
sono degni di menzione: Cesare Borgia,
datato al 1912, per la regia di Mario Caserini; L’Uomo che ride, del 1928, di Paul
Leni; Il duca nero, del 1963, di Pino Mercanti; E ridendo l’uccise, del 2005, di Pier
Francesco Pingitore. Anche sul mini
schermo la vicenda del Valentino è stata
costellata di innumerevoli trionfi scaturiti
da miniserie televisive, per lo più straniere. La prima in assoluto fu The Borgias,
del 1981, della BBC; mentre le più recenti, mandate in onda su Sky, sono state I
Borgia, 2011, di produzione canadese e i
Borgia, serie franco-tedesca, realizzata
sempre nel 2011.
Il fascino del male od il senso malsano del
fascino valentiniano ha cominciato, negli
ultimi tempi, ad esser trattato anche dai fumettisti giapponesi. Il duca Cesare è, infatti, protagonista di alcuni manga.
Al riguardo, Fuyumi Souryo e Motoaki
Hara gli hanno dedicato un volume, edito
nel 2007, intitolato Cesare il creatore che
ha distrutto.
Anche per i videogiochi di ultima generazione il Borgia è divenuto un punto di
riferimento per la definizione di storie di
omicidi commessi in Italia nel corso del
Cinquecento inoltrato. Il Valentino è, difatti, l’antagonista di Assassin’s CreedBrotherhood, in cui viene rappresentato
come un condottiero spietato e senza
scrupoli, deciso a conquistare la penisola
italiana.
BIRRERIA - CAFFETTERIA - PANINOTECA - VINERIA
KEBAB - HOT DOG - CREPES
Locale Autorizzato Mediaset Premium - Internet Point
Sala intrattenimento (Carambola, Videogiochi, ecc.)
Via Ettore Fieramosca, 35 - CAPUA - Tel. 0823621118
Block Notes
Pagina 4
UN TUFFO NEL PASSATO
“C’ERO ANCH’IO IL 29 GIUGNO 1950” EDIZIONE 2014.
In un'atmosfera dal sapore postbellico, con
un'ambientazione incantevole che ricostruiva
il contesto degli anni '50 (la cantina di don
Peppe 'a Sesca, con botti, tini, torchi; i bassi, il
bucato steso al sole con le forcine, i lontri, le
reti, gli strumenti dei pescatori, ecc.; scenografia curata nei minimi particolari da Alessandro
Buglione, presidente dell'ass. Antico Falò coadiuvato da vari volontari, tra cui Alfredo Pesa
e altri, e con la presenza attiva del vice presidente di Block Notes, Maurizio Grillo, autore
di un servizio fotografico qualificato, si è svolta la presentazione del libro-diario '40-'60 ''I
ragazzi della piazzetta Quadrapane'' di Franco
Fierro con un pubblico eccezionale, tra cui
tanti ex bimbi-ragazzi dell'epoca, oggi mature
persone. Il sindaco dott. Carmine Antropoli,
gli assessori prof.ssa Iolanda Capriglione e
dott. Marco Ricci, oltre che portato i saluti
dell'amministrazione, si sono soffermati sui
contenuti del lavoro, che documenta il periodo
trattato dall'autore, ritenendolo utile per la
città. Il poeta prof. Giuseppe Centore non ha
potuto esimersi da esprimere il suo giudizio
positivo, da ex ragazzo degli anni trattati, con
la sua qualificata testimonianza. E' intervenuto poi l'avv. Giulio Sferragatta, con una breve,
ben centrata ed esauriente presentazione del
libro, mentre scorrevano sul grande schermo,
gentilmente fornito dal prof. Antonio Citarel-
la, le slide d'epoca in bianco e nero. Tra i tanti
presenti, la Volturnia Civitas, Sos Radiosoccorso, la Cri di Capua, e molti fotocultori, come Giovanni Plomitallo, Nicola Marauta, Andrea Cantiello ecc.. Al termine si sono scoperte tre targhe: quella stradale, recuperata da
Block Notes e ripristinata dalla squadra di manutenzione comunale, e altre 2 sulla facciata
del palazzo Pesa, una volta cantina ''Al Grappolo d'Oro-Vini'' e con la data della cerimonia
organizzata da Block Notes e Antico Falò del
presidente Alessandro Buglione. Conclusione
con bicchierata '' 'A tarallucci e vino'' (vini Antropoli e Buglione, e taralli 'nzogna e pepe'
Fierro-Boccia).
Foto, in senso orario: 1-Grafiche Boccia, 2l’assessore Jolanda Capriglione, 3-Lucia Pesa, 4-il sindaco dott. Carmine Antropoli, 5-Alessandro Buglione, Franco Fierro, avv. Giulio
Sferragatta, 6-assessore dott. Marco Ricci, 7don Giuseppe Centore, 8-la botte (anni ’50)
con Andrea Cantiello, 9-il pubblico, 10-l’ambientazione, 11-Maurizio Grillo, 12-scoprimento targa piazzetta, 13-le targhe a ricordo
dell’evento.
Servizio di Maurizio Grillo
Pagina 5
Block Notes
I SANTI dè
NELLA
DELLA MEDICINA
S. Vincenzo
PaoliSTORIA
e S. Giovanna
Antida Thouret
di Antonio
Citarella
Il Venerabile Servo
di Dio
Vittorio De Marino
di Antonio Citarella
Vittorio De Marino è
stato un medico laureato presso l’Università di Napoli nel
1887 all’età di 24 anni. Nacque a Villaricca in provincia di Napoli il 7 Giugno
del 1863 e fu educato a Napoli presso il
Collegio Bianchi dei Padri Barnabiti
(così chiamato in onore del Servo di
Dio Francesco Saverio Maria Bianchi
anch’Egli barnabita). In effetti il vero
nome dei religiosi appartenenti a questo
Ordine è “Chierici Regolari di S. Paolo” ma sono stati conosciuti, fin dall’inizio della loro costituzione, come “Padri Barnabiti” perché la loro sede era a
Milano nella Chiesa di S. Barnaba. S.
Antonio Maria Zaccaria che fu un Medico prima di diventare un religioso
(vedi Block Notes del Gennaio 2014)
fu il fondatore dell’Ordine nel 1530.
Non meraviglia quindi che il De Marino abbia scelto, già nella sua adolescenza, questo Santo Medico come un
modello da imitare. Avrebbe voluto entrare nell’Ordine e farsi prete già dopo
la laurea ma le difficoltà finanziarie
della sua famiglia nonché la grave malattia di una sua sorella non glielo consentirono. Contribuì quindi con la sua
professione al sostentamento della famiglia e curò la sorella, malata di cancro, fino alla morte. Successivamente
potè entrare come novizio nella casa
dei Barnabiti a S. Felice a Cancello in
provincia di Caserta. Aveva 47 anni ed
aveva già esercitato la professione di
medico per 23 anni durante i quali aveva aiutato e curato gli umili ed i poveri
del quartiere napoletano dove abitava.
Li visitava gratuitamente presso l’ambulatorio parrocchiale che Egli aveva
organizzato, o presso il suo studio privato e, spesso, continuava ad assisterli
negli Ospedali ove venivano ricoverati.
Ai bisognosi forniva i farmaci o lasciava loro i soldi per acquistarli. Per queste sue opere di carità fu molto ammirato ed amato non solo dal popolo ma
anche dai suoi confratelli che lo vedevano come un modello da imitare. Fu
ordinato sacerdote a Roma nel 1913 e
fu assegnato a S. Felice a Cancello.
Qui la sua attività sacerdotale fu intensa. Nel 1916 fu nominato Superiore
dell’Ordine e poiché il paese era rimasto senza assistenza medica tornò a fare il medico estendendo la sua attività
assistenziale anche ai malati che vivevano isolati nelle campagne. Il suo impegno di medico diventò particolarmente gravoso quando si manifestò in
tutta la sua gravità l’epidemia detta la
“spagnola” che causò tante vittime.
Nel 1922 fu nominato Rettore della
nuova Scuola Apostolica dei Barnabiti
ad Arpino; nel 1924 divenne Superiore
della Casa di S. Maria di Caravaggio
posta nel centro di Napoli, in Piazza
Dante. In seguito, sempre amabile, umile, instancabile e pronto ad aiutare
chi si rivolgeva a Lui, ritornò a S. Felice a Cancello ma poi fu nuovamente
trasferito ad Arpino ed infine a Napoli
ove morì nel Collegio Bianchi il 16 luglio 1929. Nel 1954 il suo corpo venne
traslato nella chiesa barnabita di S.
Giovanni Evangelista a S. Felice a
Cancello e nello stesso anno fu iniziato
il processo per la sua beatificazione.
Il 12 dicembre 1992 Papa Giovanni
Paolo II lo dichiarò Venerabile Servo
di Dio. La comunità di S. Felice non lo
ha mai dimenticato ed il 14 Giugno
scorso ne ha celebrato i 150 anni dalla
nascita con una cerimonia alla quale
hanno partecipato autorità religiose come il Superiore Generale dell’Ordine
dei Barnabiti ed il Vescovo di Acerra
ed autorità civili come i sindaci di Villaricca e di S.Felice a Cancello.
Via Brezza - C.da S. Laurenziello - Capua (CE) - tel. 0823 963061
Pagina 6
Block Notes
Pensione di reversibilità: quando le mogli litigano.
L'art. 9 della
legge n. 898/
1970 stabilisce
che in caso di
morte dell'ex
coniuge e in assenza di un coniuge superstite
avente i requisiti per la pensione di reversibilità, il coniuge rispetto al quale è stata pronunciata sentenza di divorzio ha diritto, se non
passato a nuove nozze e sempre che sia titolare di
assegno divorzile, alla pensione di reversibilità,
sempre che il rapporto da cui trae origine il trattamento pensionistico sia anteriore alla sentenza.
Qualora, invece, esista un coniuge superstite a-
vente i requisiti per la pensione di reversibilità, una quota della pensione e degli altri assegni a questi spettanti è attribuita dal tribunale, tenendo conto della durata del rapporto, al coniuge rispetto al
quale è stata pronunciata la sentenza di divorzio e
che sia titolare dell'assegno di mantenimento.
Il detto articolo stabilisce, quindi, un criterio temporale in relazione alla durata formale del rapporto
matrimoniale ai fini della ripartizione del trattamento di reversibilità fra ex coniuge titolare di assegno divorzile e coniuge superstite.
Un sentenza della Cassazione di giugno ha reinterpretato il detto articolo, stabilendo che la disposizione va intesa nel senso che "il giudice del merito
ha la possibilità di applicare correttivi di tipo equitativo, tra i quali la durata della convivenza prematrimoniale e le condizioni economiche delle
parti interessate, al fine di evitare che il primo co-
niuge sia privato dei mezzi indispensabili per il
mantenimento del tenore di vita cui era preordinato l'assegno di divorzio ed il secondo sia privato
dei mezzi necessari per la conservazione del tenore di vita che il de cujus gli aveva assicurato in vita. E, per questa via, ha ritenuto rilevante il periodo di convivenza more uxorio precedente al secondo matrimonio, nonostante la minore durata
‘formale’ dello stesso a discapito della maggiore
formale durata del primo matrimonio, di fatto,
però, durato un tempo minore, denotando un sempre maggiore interesse e crescente sensibilità per
le tematiche inerenti le coppie di fatto.
Avv. Maria Gagliardi
via S. Tommaso, 42 - Capua
Tel. 0823.962470
Cell. 338.3084707
e-mail: [email protected]
IL TEATRO RICCIARDI TORNA IN SCENA
Robotti Cavaliere della Repubblica
Per Block Notes, per la cultura capuana, la notizia è importante: il 3
scorso, lo storico Teatro Ricciardi, ha riaperto i battenti per una sera,
volutamente, benchè fosse cantiere in allestimento, e il nuovo gestore che lo ha rilevato, ''Capua Speciosa srl'', ha annunciato ufficialmente che, dopo i lavori, il prossimo 7 dicembre, riprenderà l'attività, con la stagione teatrale 2014-15. Al tavolo centrale, sul palcoscenico, con il sindaco dott. Carmine Antropoli, che si è compiaciuto
dell'evento, è stato annunciato il rilancio della struttura da Alfredo
Balsamo, del Teatro Pubblico Campano; Eduardo Tartaglia, direttore
artistico; Gianmaria Modugno di ''Capua Speciosa srl”. Il cartellone
previsto per la nuova stagione, è di tutto rispetto con artisti di primo
piano come Biagio Izzo, Luca De Filippo, Sal da Vinci. ecc.
Esprimiamo compiacimento al nostro illustre
cittadino onorario di
Capua, prof. Ciro Robotti, autore di tante opere e saggi su Capua,
il quale ha ottenuto un
altissimo riconoscimento dal Capo dello
Stato, on. Giorgio Napolitano con la motivazione seguente: ''Il Presidente della Repubblica, avvalendosi della facoltà concessagli dall'art. 2
dello Statuto dell'ordine, ha conferito ''l'onoreficenza di Cavaliere della
Repubblica al Merito della Repubblica''. Auguri, Professore, a voi lunga, lunghissima vita, affinchè possiate conservarvi sempre attivo in
mezzo a noi nella produzione storico-culturale, che dà lustro a Capua,
alla Campania, all'Italia, al mondo intero.
La Redazione di Block Notes, il sindaco dott. Carmine Antropoli e
molti uomini di cultura della città di Capua hanno espresso le loro felicitazioni all’illustre personalità che dà lustro e prestigio alla Cultura
della nostra storica città. (foto: il prof. Robotti tra Fierro e l’on. Ventre in
una conferenza al Museo Campano)
Block Notes
Pagina 7
Seconda lettera all'on. Zinzi per i documenti nel Pirotecnico
“Sig. Presidente, la ringraziamo, che
tramite il direttore del Museo Campano, don Giuseppe Centore, ci ha risposto sulla questione del materiale documentale inventariato, giacente da anni
nello stabilimento Pirotecnico di Capua. Se è così, allora, allo scopo di fugare possibili dubbi delle forze culturali di Capua, i firmatari della precedente nota, chiedono che detto materiale,
possa tornare in un'eventuale dipendence da ricercare in città al
fine di restituirlo alla fruizione degli studiosi e ricercatori. Sono
certo che il sindaco si adopererà di collaborare alla ricerca dei
locali. Noi sottoscrittori della precedente lettera, intenderemmo
suggerire la sede abbandonata dell'ex Monte dei Pegni locale,
Comune consenziente.
Sulla facciata di detto edificio è installata una targa marmorea, indicante che “in quella casa nacque il grande musicista capuano
Giuseppe Martucci”. Purtroppo la sua facciata è in condizioni degradate e la scalinata di accesso sulla piazza Annunziata, è deturpata quotidianamente dai sacchetti di rifiuti di famiglie della zona.
Sarebbe quindi una buona occasione, in vista del conferimento al
M° Muti della Cittadinanza Onoraria di Capua, del restauro esterno della facciata e di chiedere al Comune che intervenga presso i
cittadini affinchè evitino di deporre rifiuti in vista, tutti i giorni, nei
pressi dell'antica chiesa dell'Annunziata”.
Il primo firmatario
Franco Fierro per Block Notes
BIDONI DEI RIFIUTI :...UNA BIDONATA PER LA DIFFERENZIATA
Per sfortuna di Capua, negli ultimi 10 anni abbiamo dovuto subìre varie ditte del servizio ecologico che hanno creduto di far bene dislocando contenitori, prima di zinco, poi di plastica, ad ogni angolo di strada,
proprio che ora, con lentezza, si sta rafforzando nella gente il concetto
di raccolta differenziata. Si sa che non tutti sono preparati a questo importante appuntamento. Ci sono strati della popolazione che hanno recepito il significato di selezione dei rifiuti, nell'interesse della natura
già devastata, della nostra salute, per la vivibilità, per il nostro benes-
sere, per il risparmio energetico e di risorse finanziarie, ecc. ecc.; ci
sono poi strati alternativi a questi principi ora enunciati, che forse
hanno ad altro a che pensare di più problematico per tirare avanti. Che
è successo con i contenitori? Che in assenza di ogni minima vigilanza
di orario di deposito, accade che, da mattina a sera e anche di notte, in
tanti se ne fregano della differenziata e depositano di tutto e di più ad
ogni ora del giorno facendo una “ammescafrancesca”, con l'immissione in questi bidoni, di organico e secco, bottiglie di vetro, carta e di
tutto ciò che è il loro scarto quotidiano. Gli incolpevoli addetti alla
raccolta con i camionicini devono alzare le braccia e immettere tutto
nei compattatori. Così si uccide la raccolta differenziata! In tante città
d'Italia, anche grandi, ma dove si fa sul serio la differenziata, i cittadini, intelligentemente, sanno che risparmieranno sensibilmente sulla
bolletta Tarsu. A Capua ci facciamo noi stessi del male attuando solo
in parte la differenziata. Ma Capua ce l'ha uno o più vigili che sorvegliano i punti caldi dove si deposita 24h su24?
Perchè, suggeriamo noi, gli immondi, lordi contenitori la ditta non li
ritira? E' questo il “porta a porta” che si attua nella nostra città? Il servizio deve cambiare rotta e i controlli devono essere più pressanti.
Non vogliamo fare lezione di ecologia, ma vorremmo solo confrontarci con la ditta del servizio: un gruppo di cittadini è disponibile al confronto. Altrimenti, lasciamo la differenziata al suo triste destino! f.f.
Via S. Maria la Fossa, 16 - CAPUA (CE)
Tel. 349.6916714
Block Notes
Pagina otto
Reddito di cittadinanza, in atto le procedure
per la liquidazione delle somme.
Buone notizie per i
beneficiari del reddito di cittadinanza. Dalla Regione
Campania sono
stati trasferiti i soldi relativi a 4 men-
silità del II trimestre dell'anno di proroga. Il Comune di S.M.C.V. con determina n° 67/C5 del 27.06.2014 ha liquidato al Comune di Capua la somma di
€ 63.000,00 per 45 utenti. Non appena
tale somma sarà accreditata al Comune
di Capua, l'ufficio servizi sociali - co-
me ha evidenziato il consigliere delegato al ramo, la professoressa Annamaria
Fusco - procederà a tutti gli atti conseguenziali. Un sospiro di sollievo, dunque, per molte famiglie capuane, che
potranno usufruire finalmente dei benefici riconosciuti dalla legge.
S E N Z A S O S TA I L AV O R I A L C I M I T E R O
Procedono senza sosta i lavori al cimitero.
Ampliamento e ammodernamento della
struttura con nuove cappelle e cappelloni.
La soddisfazione dell’assessore, l’ingegnere
Francesco Cembalo.
Interventi di ampliamento e ammodernamento della struttura cimiteriale capuana. I
lavori, che potrebbero essere realizzati entro
il prossimo mese di febbraio, procedono
senza sosta. Già sono in costruzione, terminata l’esecuzione delle opere fondali, le
cappelle ed i cappelloni pubblici, oltre che i
servizi igienici. Gli interventi, in corso d’opera, si estenderanno anche alle reti idriche,
fognarie ed elettriche. Nuova livrea, dun-
que, per il cimitero di via Santa
Maria Capua Vetere. Le strutture,
provviste di copertura con guaina,
cupolini e canali di gronda perimetrali, rifiniti con intonaci interni ed
esterni, sono pavimentati e muniti
di infissi esterni. I cittadini interessati alla concessione di loculi o
cappelle potranno rivolgersi ai preposti uffici municipali. “I consueti
intoppi burocratici – ha evidenziato
l’ingegnere Francesco Cembalo,
Assessore delegato al ramo del Comune di Capua – non hanno impedito la
realizzazione di un’opera di notevole rile-
vanza per la città. Sono soddisfatto dei lavori finora realizzati e confido in una loro rapida ultimazione”.
LA CITTA’ PREMIA L’ATLETA PIETRO DI RAUSO
La città celebra il Maestro Pietro
Di Rauso,
un atleta che
fin dalla tenera età ha
mostrato il
suo talento
marziale
portando Capua nel mondo. Uno sportivo di successo che, oltre all'insegnamento, viene oggi scelto anche nel
campo cinematografico come ActorStunt. La sua velocità e potenza esplosiva ricordano il mito di Bruce Lee, da
sempre fonte di ispirazione per l'atleta
capuano. Il Sindaco dottor Carmine
Antropoli e il delegato Consigliere Pietro Caruso hanno conferito, all’interno
della Sala Consiliare del palazzo muni-
cipale di Piazza dei Giudici, la targa al
merito sportivo.
Il Sindaco: “E' un orgoglio per i capuani e per la città di Capua. Dopo i successi olimpici di Ennio Falco, un altro
campione sta facendo conoscere il nome di Capua nel mondo. Il Maestro
Pietro Di Rauso è un atleta la cui abnegazione, sacrificio e talento sono ben
noti, tanto è vero che l'hanno condotto
ad un sua confermazione anche a livello internazionale. Il suo impegno e la
sua dedizione sono oggi una solida
realta' nel campo marziale e rappresentano quanto meglio può essere chiesto
in termini di lavoro psico-fisico e di disciplina.” Inoltre, in questi giorni è uscito, su youtube, il primo episodio di
una serie che vede il maestro esibirsi in
alcune tecniche ed abilità nel combattimento marziale e da strada. Serie, que-
PAGINA AUTOGESTITA DI CARMINE ANTROPOLI
sta, prodotta da Egidio Caruso che sta
riscontrando un successo sempre maggiore: The unstoppable.
Azienda Vinicola
Antropoli - Tarantino
Block Notes
Pagina nove
FIRMA ANCHE TU PER UN PROGETTO ALTERNATIVO DI MOBILITA'!
PETIZIONE
AVENTE AD OGGETTO LA MODIFICA DEL PROGETTO DI RECUPERO E RIQUALIFICAZIONE DEI
PERCORSI URBANI DEL CENTRO STORICO, RELATIVAMENTE ALLA PARTE INERENTE LE "OPERE
DI INSTALLAZIONE DI DISSUASORI DI SOSTA IDONEI A GARANTIRE DEI PERCORSI PEDONALI
NELLE STRADE RICADENTI NEL CENTRO STORICO"
Premesso che
• con deliberazione di Giunta Municipale n. 289 del 18/11/2009 veniva approvato il progetto definitivo esecutivo per la sistemazione delle sedi viarie del centro storico di Capua;
• tale progetto prevede "interventi di recupero, riqualificazione ed infrastrutture dei percorsi urbani del
centro storico, ivi comprese opere di installazione di dissuasori di sosta idonei a garantire dei percorsi
pedonali nelle strade ricadenti nel centro storico";
• nelle strade di che trattasi "necessita impedire di fatto la sosta dei veicoli al fine di consentire la fluidità della circolazione veicolare e la sicurezza dei pedoni";
• con diverse ordinanze sindacali sono state emanate delle specificazioni in senso finanche estensivo
del progetto originario (installazione dissuasori in prossimità dei passi carrabili, degli incroci, ecc.).
Considerato
• che è ovvio obiettivo comune lavorare per una città ordinata e vivibile, tale da garantire una tranquilla mobilità
pedonale;
• che i percorsi pedonali protetti potrebbero risultare idonei lungo assi viari pericolosi o caratterizzati da altre particolari criticità e non certo per le vie e i vicoli di una città come Capua;
• che è ovvio e generalmente condiviso preservare i siti storico - monumentali dalla sosta selvaggia e per consentirne una fruizione piena, anche estetica, ai cittadini e, ci si augura, ai futuri turisti;
• che l'apposizione di paletti dissuasori della sosta impediscono, di fatto, anche la fermata, concetto radicalmente diverso anche ai sensi delle disposizioni vigenti in materia (codice della strada, ecc.);
• che i percorsi pedonali con finalità turistiche potrebbero essere creati e delimitati, in alternativa, da un'efficace segnaletica orizzontale e verticale e
dall'apposizione di elementi di arredo urbano (associando agli stessi un sistema di controlli che ne garantisca il costante rispetto);
• che gli obiettivi conseguibili con lo strumento coercitivo dei paletti dissuasori potrebbero essere raggiunti con metodi alternativi quali, ad esempio, un
adeguato, continuo e sistematico servizio di polizia municipale (con le giuste dotazioni) e di videosorveglianza (anche agli accessi delle zone a traffico
limitate, destinando ad altri servizi coloro i quali attualmente sono costretti a presidiarle fisicamente);
• che ad oggi i flussi turistici rimangono una pura chimera e nulla si è preventivamente progettato tra l'approvazione definitiva del suddetto progetto
(anno 2009) e la sua attuale e incomprensibile attuazione, nonostante gli innumerevoli e vacui annunci per una Capua turistica;
• che i paletti dissuasori "non utili" potrebbero trovare un utilizzo alternativo e migliore (creazione di percorsi ciclo - pedonali protetti al di fuori del centro storico e, immaginiamo a titolo esemplificativo, per la creazione di un percorso ciclo/pedonale che colleghi il centro città con il borgo di Sant'Angelo
in Formis;
• che è necessario rivedere profondamente il sistema parcheggi della città: lavorando per
un aumento delle aree parcheggio gratuite in prossimità del centro e in zona Porta Roma;
per un adeguamento del numero e dell'ubicazione degli stalli di sosta per i diversamente
abili; per un'apertura h24 dei parcheggi a pagamento con un sistema di agevolazioni per
gli studenti universitari e convenzioni con le diverse categorie produttive del centro storico;
• che l'apposizione dei paletti dissuasori sta paradossalmente aggravando il problema
della sosta selvaggia sui lati opposti a quelli in cui insistono i dissuasori e tra i pochi spazi
tra essi esistenti, con ciò determinando anche un effetto visivo del decoro urbano peggiore del precedente;
• che nei percorsi creati con i paletti sono presenti numerosi punti in cui è necessario uscirne al di fuori a causa di diversi elementi ingombranti, con ciò determinando un rischio
ancora maggiore in virtù del restringimento della carreggiata;
• che un intervento così rilevante e tale da incidere profondamente sull'assetto della città non può essere imposto dall'alto ma deve trovare il convinto
e partecipato sostegno quanto meno della stragrande maggioranza dei cittadini;
• che tali considerazioni non vanno intese come esaustive bensì come primi spunti di riflessione per attuare soluzioni alternative e migliorative;
chiediamo
di istituire un tavolo di lavoro finalizzato al raggiungimento, entro un termine ben definito, di uPasquale FRATTASI
na soluzione alternativa e migliorativa, profondendo ogni sforzo affinché potrà esserci la più
consigliere comunale
ampia partecipazione e condivisione possibile.
dottore commercialista
I cittadini firmatari
revisore dei conti
Continua la raccolta firme, alla quale ti invitiamo ad aderire e a collaborare per coinvolgere il più ampio numero di concittadini. Chiunque voglia darci collaborazione può contattarci personalmente [email protected]
re via mail all'indirizzo posto in basso alla pagina o attraverso facebook.
- pagina autogestita Antonio Gucchierato e Pasquale Frattasi
Pagina dieci
Note di
Capua
Block Notes
QUANDO NINO DE GENNARO
FU MINACCIATO DALLA CAMORRA
Ricordando
Nino
De
Gennaro a
pochi giorni
dalla
sua
scomparsa,
non possiamo non rievocare,
quando, egli,
da segretario
attivo e “duro” del PCI locale durante la Giunta di Progresso Cattolici-PCIPSI-Fieramosca, fu inseguito e minacciato dalla camorra, affinchè evidentemente il partito si piegasse alla sua volontà. In quegli anni di fine 1980, i partiti funzionavano abbastanza bene e avevano ancora il primato sui consiglieri e amministratori che esprimevano in consiglio. Nino, segretario del partito, né allora né
mai, ha piegato la testa, essendo stato un militante rigoroso e pulito. Egli da ragazzo è stato sempre fedele agli ideali del movimento operaio e di sinistra, e fino all'ultimo è stato così. Era
sempre critico quando le cose nel partito non filavano liscio, ma
sicuramente era un combattente, sempre impegnato nella difesa
delle classi lavoratrici. Negli ultimi anni si è dedicato all'associazione partigiani (ANPI) di cui era referente locale, ponendosi alla testa dei simpatizzanti di quella organizzazione che ebbe come
presidente nazionale l'on. Ferruccio Parri. Da presidente locale,
rilasciò molte tessere ai “compagni” del luogo, ed una, firmata
da lui, ce l'ho anche io, con la sua firma, che conservo gelosamente insieme ad un fazzoletto tricolore. Negli ultimi tempi che
ha frequentato la vita sociale, molte volte ci siamo incontrati io e
lui per strada, dove abbiamo scambiato quattro chiacchiere. Ci
lamentevamo insieme che nelle manifestazioni celebrative come
il 25 aprile, Carlo Santagata, ecc. ecc. non risuonavano più e non
si cantavano i canti partigiani Bella Ciao, Fischia il vento, ed altri.
Provavamo tanta nostalgia di quei canti che intonavamo coralmente
nelle manifestazioni antifasciste degli anni 60-70. Andava fiero del
suo compianto papà, ex internato nei lager nazisti, per il quale ebbe
anche un riconoscimento per questo motivo, dal governo italiano.
Ora Nino non c'è più, la vita scorre e passa per tutti, ma non possiamo farne a meno di citarlo in tante occasioni, per le sue idee, per le
sue proposte e iniziative, talvolta anche controcorrente. Ora e sempre sarà ricordato con affetto. Block Notes esprime la sua vicinanza
alla vedova Rosalba e ai figli Angelo e Danila.
f.f.
ACCOLTO FAVOREVOLMENTE
''I RAGAZZI DELLA PIAZZETTA QUADRAPANE''
Allo stato dei fatti, il libro-diario ''I ragazzi della piazzetta Quadrapane'' di F. Fierro ha
ottenuto i favori dei lettori abbastanza positivamente in tutte le edicole
e i vari punti cittadini.
Solo a Porta Roma e via
Napoli ha segnato un pò
il passo. Ancora pochi
giorni (fino al 10 agosto
si potrà prenotare) resterà nelle edicole, poi
sarà ritirato dalle edizioni e farà il giro delle
scuole che lo hanno richiesto. L'autore ringrazia quanti, edicolanti,
lettori e lettrici, lo hanno voluto nelle ripettive
biblioteche.
Sportwear
&
Shoeswear
di Buglione Anna
Corso Appio, 62
Tel. 0823/622305
CAPUA
CAPUA - Via Sant'Angelo in Formis
Rione Macello - Tel. 0823 622456
www.capuaonline.com/scuolaleprimule
e-mail: [email protected]
La Segreteria è aperta tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 12
Block Notes
Pagina undici
ALBERI: BLOCK NOTES DIFFIDA L'UFFICIO AMBIENTE
Una determina dirigenziale
comunale fa discutere. Essa,
come ci hanno riferito alcuni dipendenti comunali, prescrive che un pino alto 20
metri deve essere abbattuto.
Non si discute, a volte, sulla
pericolosità delle pianta,
che potrebbe determinare
seri danni e peggio, se crollasse durante un temporale,
tromba d'aria ecc.. Sull'abbattimento però deve chiedersi il parere obbligatorio e
vincolante del Corpo Forestale dello Stato a norma dell'art. 7 della
legge n. 10 del 16.1.2013. Per l'abbattimento e danneggiamento degli alberi, salvo il fatto che costituisca reato penale, si applica una
sanzione amministrativa che va da 5.000 euro a 100.000 euro.
La forestale è incaricata di redigere un elenco di ''particolare pregio
paesaggistico, naturalistico, monumentale, storico e culturale''. Gli
aggettivi che indica la legge, sono più che sufficienti per chiarire
che gli alberi non si toccano, se non si consulta prima la Forestale.
Ma, aggettivi o non aggettivi, con un poco di buon senso, si deve
capire che gli alberi sono vita, e quindi prima di abbatterne uno solo, ci dobbiamo pensare seriamente su.
In proposito di alberi, Block Notes ha diffidato l'ufficio ambiente
del Comune, di uniformarsi alle leggi vigenti in materia ambientale, nel pieno rispetto della legge n. 10. Aggiungiamo che nella nostra città non si rispetta nemmeno la norma di legge secondo cui
“per ogni nato si deve piantare un albero”.
MATRIMONIO REGALE PER NARA di CECIO
La diletta figlia dell'arch. Francesco di Cecio, ing. Nara, si è unita in
matrimonio con Mariano Pizzuti, il giorno 13 luglio u.s. nella chiesa di
S. Domenico, sontuosamente addobbata con piante e fiori pregiati e anche la stessa piazza. A celebrare il matrimonio il sacerdote, don Gianni
Branco. Dopo la messa, gli sposi hanno offerto un ricevimento raffinato
ed elegante nella Tenuta di San Domenico di San Angelo in Formis, dei
fratelli arch. Francesco e giudice dott. Vincenzo di Cecio. Al termine
gli sposi sono partiti in luna di miele, per un lungo viaggio all'estero.
Auguri di tanta felicità agli sposi e ai familiari tutti da Block Notes.
Tel./fax 0823 962320
[email protected]
Solo da noi la qualità a prezzi competitivi
Stampa digitale di piccoli e grandi formati
Manifesti a colori - Volantini a colori
Biglietti da visita e bomboniere - Depliants
Giornali - Libri di tutti i tipi Stampa su magliette - Gadgets
Calendari personalizzati - Adesivi - Targhe
Partecipazioni di nozze (stampa omaggio).
Via S. Martino alla Giudea, 12 - CAPUA
Block Notes
Pagina dodici
‘O SCUCCHIONE
Secondo la grammatica italiana
ventuno songh”e lettere alfabetiche;
di queste…quattro un po’ antipatiche
a un tizio che m’era amico e paesano.
Amante ‘e libertà e d”e ccose belle
maestro ‘e rettitudine e bontà
ha vulute bbene tanto a sta città
da portarla pè ssempe int”o core.
‘e vocale…e comm”a tutt”e regole
hanno la sua eccezione;
lui…fatte le debite costatazioni
affermava che la “I” che è plurale
Io ‘a tengo ‘a mmente…chella bella faccia,
e ‘e capille suoje luonghe c”o codino;
e comm”a nu Brighella o un Pantalone,
lo scocchione
di certo troverà chi lo impersona.
andava bene al singolare e al femminile
e quindi…ogni vocabolo…alla fine
seguendo questa logica non stonava
si ferneva cu sta lettera finale.
E cu stu metodo del tutto personale
se nventaje il suo dialetto;
che con mimica e dizione perfetta
recitava al naturale.
Si…cu sti metodo ditto “scucchionesco”
quanne na barzelletta te cuntava
c”a vocca aperta a tutte rimmaneva
parole e pronuncia, addiventavane musica.
Era ll’attore, il personaggio, ‘a maschera,
forse il più allegro e schietto a parte ccà,
le sue battute facevane addecrià
pure chi ‘a voglia ‘e ridere nteneva.
A ogni carnevale dava spettacolo
al pubblico locale e vicinioro;
e si mancava appello, nce steva estro
e ‘a festa pareva priva ‘e fantasia.
Teneva ‘e capille janche comm”e mieje
uomo maturo della terza età;
e mò ca nce ha lassato, nce sta cchiù
nun ve credite ca è fernuta ‘a storia.
In modo che li posteri
si possono fa onore
‘e chesta grande maschera
figlia ‘e chesta città.
Vulesse ancora dicere
pe’ decantare tutte le sue gesta;
e cuntarve tutt”e pparte
c’ha impersonato ncopp”a chistu munno.
Ma na lacrema ca cola ‘a chist’uocchie
me blocca ‘a penna e ‘a mano
e senza nisciuno attuorno
pare ca sento ‘e ridere int”e recchie.
E’ ‘a resata soja.
Licciardi Aldo
PAPA FRANCESCO
A CASERTA
Il 26 scorso, Papa Francesco ha visitato
la diocesi di Caserta. Era presente una
folla di non meno di 100.000 persone. Il
Papa il 28 è ritornato nel capoluogo casertano per una visita privata alla chiesa
protestante.
MAL A CAPUA
Il 18 scorso
il mitico Mal
si è intrattenuto nella
sede di ReteCapua, per le
prove musicali con una
band di musicisti della Regione, diretta dal pianista
Antonio Fierro.
Alcune signore che abitano nell'Annunziata, riconosciuta dall'esterno del locale la
inconfondibile voce di Mal, persona molto
affabile, hanno voluto salutare l'artista facendogli dono di specialità dolciarie tipiche della zona.
Mal alla fine ha posato con il direttore del
nostro giornale e con varie persone.
Trasferimento di proprietà - Perdite di possesso - Immatricolazioni
Targhe ciclomotori - Visure P.R.A. - Duplicati carte di circolazione
Servizio fax e copie - Bolli auto - Demolizioni
Rinnovi e duplicati patenti - Estratti cronologici
Collaudi e revisioni auto - Duplicati C.D.P. (Foglio complementare) - E-mail
Dal Lunedi al Venerdi 09,00 - 13,00 15,00 - 19,30
Sabato 09,00 - 13,00
di Marco De Luca
Via F. Granata, 5 - CAPUA - Tel. 0823.1875796 - Fax 0823.1875798
e-mail: [email protected]
Block Notes
Pagina tredici
AUTO E MOTO D'EPOCA A CAPUA
Organizzata, con il
suo staff, da Marco
De Luca, titolare di
un'accorsata agenzia
di pratiche auto e assicurative in via F.
Granata - Capua, domenica 17 u.s., la
nostra città è stata teatro di una sfilata di auto e moto
d'epoca provenienti da tutta la Campania. Al bar
Giacomino l'organizzatore ha offerto a tutti i convenuti un ricco buffet, mentre i modelli Topolino, Cinquecento, Mini Cooper, Lancia, Vespe, Moto Guzzi,
d'epoca, erano ammirati dalla cittadinanza in piazza
dei Giudici. Una mostra veramente ben riuscita.
NASCE RETECAPUA WORLD
Non disponendo più, al momento, molte tv di tutta Italia, di
frequenze digitali terrestri, dal ch. 61 al 69, assegnate dal governo alla telefonia pubblica, cosa che ha comportato il blocco dell'attvità dal 17 dicembre 2012; da parte del fondatore di
ReteCapua, è partita l'iniziativa di fondare ex novo, con nuovi soci, un'emittente web, che si avvarrà gratuitamente dei
tecnici di Tele5 Napoli, che ricambiano, con la stessa gratuità, il loro direttore della testata, Franco Fierro, che da anni
sostiene onorificamente la loro testata.
Tra i soci accreditati e considerati cofondatori, per la carica
di presidente, hanno aderito il dott. Umberto Pretto, grafologo giudiziario; la psicologa dott.ssa Maria Ricciardi, Giuseppe Apuleo, ing. Fiorentino Aurilio, Maurizio Grillo, vari musicisti prof. e devono sciogliere la riserva il dott. Mariano
Feola, l'ing. Giovanni Diana, Erennio De Vita, ecc. Per evitare il cumulo di cariche, Fierro ha precisato che non intende
correre per la carica di presidente nè di cassiere, come a ReteCapua, dove il presidente era l'ing. Antonio Fiore (suo predecessore il compianto Antonio De Pasquale) e cassiere il
geom. Ciro Vegliante. Come responsabile della testata web è
accreditata la dott.ssa in giornalismo dott.ssa Monia Pretto.
Le adesioni possono, irrevocabilmente, entro il 10 agosto, essere rivolte al 3383805960.
Persone oltre le cose
CAPUA - PORTA ROMA 48-50
Tel. 0823.962873 (ampio parcheggio privato)
VIA E. RUGGIERO, 131 - CASERTA - Tel. 0823 446115
NUOVA APERTURA - Via Patturelli, 57 - CASERTA - Tel. 0823 355411
Pagina quattordici
Block Notes
Paletti dissuasori della sosta: con quali fondi?
Sono spuntati, come funghi velenosi, in ogni angolo del Centro Storico e regge molto poco lo
scopo dichiarato dagli amministratori: dovrebbero “guidare i turisti” (sporadici) “lungo percorsi
tematici” (a visitare monumenti sempre chiusi)! E’ il solito metodo, partire dalla coda invece
che dalla testa, usato già per il ciclo dei rifiuti dove vorrebbero chiudere (con un gassificatore)
un ciclo che non è mai stato avviato (con strategie di riciclo e recupero). I paletti, essendo inadeguati per dimensioni e consistenza, sono diventati un pericolo per auto in transito e pedoni
a rischio inciampo. Qualche domanda è d’obbligo: quanti erano nel progetto iniziale? e quanti
sono diventati oggi? econ quali fondi è stato eventualmente ampliato il progetto? Qualcuno ipotizza a discapito del cantiere sulla riviera Volturno. E’ urgente quindi avere risposte puntuali
come puntuali sono le domande che poniamo. A Settembre torneremo ampiamente sul tema.
Nicola Scalera
Prigioniero della burocrazia: liberiamolo!
L’isola “ecologica”
che non c’è …
Un'isola ecologica, o ecopiazzola, è un'area recintata e sorvegliata, attrezzata per la raccolta
differenziata dei rifiuti non smaltibili tramite il
normale sistema di raccolta, tipo i rifiuti ingombranti o pericolosi. L'utilità principale dell'area è
quindi quella di evitare lo smaltimento in discarica, per recuperare risorse e tutelare l'ambiente. Ma, oltre ai vantaggi ambientali, il conferimento dei rifiuti nelle ecopiazzole permette di
premiare l'utente virtuoso con un risparmio economico. Il peso del rifiuto conferito viene infatti trasformato in punti che i cittadini accumulano su una scheda magnetica oppure sul tesserino sanitario. Raggiunto un determinato
punteggio si ottiene un buono sconto sulla
Tassa per i Rifiuti. I materiali conferiti in quantità maggiore sono in genere il legno, gli ingombranti, il ferro, computer e televisori.
Project Financing …
o Patto Scellerato?
Lo diciamo subito: siamo favorevoli al Project Financing, strumento essenziale che consente ad
un imprenditore di investire in opere di pubblica
utilità utilizzando aree pubbliche concesse da un
amministratore.
Va fatto però un distinguo fondamentale che, se
non rispettato, trasforma il “Project Financing” in
un “Patto Scellerato”.
Se infatti, al momento della verifica del Progetto,
quindi prima di qualsiasi assegnazione e realizzazione di ogni opera, l’amministratore non tutela a sufficienza gli interessi dei cittadini rispetto
a quelli che giustamente rivendica l’imprenditore
investitore, il guaio è fatto. Un esempio per tutti,
le tariffe e gli orari di apertura dei parcheggi cittadini: spianata Olivares è chiuso di sera e nei fine settimana, piazza Umberto ha tariffe esose
che tengono lontani i cittadini dall’utilizzarlo.
Le mancate bonifiche?
più semplici per Decreto
Minacce all’Ambiente …
di Decreto in Decreto
Per risolvere il problema della "mancate bonifiche" si alzano i livelli di inquinamento tollerati.
E' quanto prevede il Decreto Legge per la competitività emanato nelle scorse settimane. Alcuni esempi: i fluoruri, anziché essere contenuti
entro i 100 mg, potranno arrivare fino a 2000
mg per chilogrammo, cioè 20 volte in più. E così pure il benzene, che rappresenta uno dei 113
agenti cancerogeni più pericolosi in base alla
classificazione dell'Agenzia internazionale per
la ricerca sul cancro. Il Decreto prevede anche
una "semplificazione" per le bonifiche dei siti
privati ad opera di proprietari responsabili dell'inquinamento. La procedura è il meccanismo
del silenzio-assenso, introdotto in via sperimentale fino al 31 dicembre 2017: chi vorrà bonificare un'area potrà autocertificare i dati di partenza, così da consentire allo Stato di non
spendere denaro nello studio preliminare e, terminato l'intervento dovrà inviare all'Arpa (l'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale)
i risultati delle operazioni. Gli uffici avranno però
solo 45 giorni di tempo per approvarli, "decorso
inutilmente il termine, il piano di caratterizzazione si intende approvato" recita il Decreto. Quindi, se le Agenzie non faranno in tempo a rispondere, come può accadere a causa delle ampie
dimensioni o solo dell'eccessiva mole di lavoro,
la bonifica sarà comunque data per buona ed il
sito potrà essere utilizzato in base alla nuova
destinazione d'uso prevista.
Ambiente e bonifiche sono da tempo aspetti assai "caldi": il recente Decreto 91 “Ambiente Protetto” è infatti il quarto intervento in un anno e
mezzo. All'inizio del 2013 (governo Monti) l'allora ministro Corrado Clini portò i Siti di Interesse
Nazionale (SIN) più inquinati e pericolosi per la
salute da 57 a 39, affidandone 18 alla competenza delle Regioni. La giustificazione “non hanno le caratteristiche per essere classificati di interesse nazionale" lasciava intendere che lì la
situazione era meno grave. Peccato che nella lista ci fosse anche la Terra dei Fuochi, dove la
situazione si è invece rivelata talmente compromessa da richiedere una Legge ad hoc. Il Decreto del Fare (governo Letta) previde all’inizio
che le bonifiche potessero essere compiute "ove
economicamente possibile". Un limite imposto,
pochi mesi prima, anche dal Decreto Semplificazione di Monti. In entrambi i casi, però, le proteste hanno evitato un simile scenario. Il "Destinazione Italia" (ancora governo Letta) in un primo
momento prevedeva una sorta di condono, con
contributi pubblici erogati anche per finanziare le
bonifiche (che invece dovrebbero essere a carico del responsabile dell'inquinamento) e solo in
seguito, dopo nuove proteste, i fondi furono destinati unicamente alla riconversione industriale.
Ed oggi, da ultimo, arriva il Decreto "Ambiente
Protetto" del governo Renzi che minaccia di devastare definitivamente l'ambiente.
Spazio autogestito dall’Associazione Capuanostra - web: www.capuanostra.it - email: [email protected] - cell.: 346-9508585
Block Notes
Pagina quindici
C A P U A L B U M
(B.N. E COLORE)
Lettrici e Lettori, avete foto b/n o a
col., cartacee, che ci potete prestare per la scansione, o di cui vi
dovete disfare? Affidatele a noi. Le
più utili al nostro fotoarchivio “Capualbum” saranno custodite e consultabili per sempre. Si accettano
anche digitali per via e-mail che faranno parte del nostro impegno
culturale per formare l’Archivio a
favore della città, a costo zero.
FRASSO DA CAPUA,
IL FISCHIETTO D'ORO
Conferimento del ''fischietto d'oro''
al caro amico, dott. Luigi Frasso
da Capua, quale ''migliore arbitro
italiano della Serie C'' attribuito da
una commissione di giornalisti nazionali sportivi, delle 4 testate:
Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport, Stadio, Tuttosport a Cesenatico, con il presidente della
giuria Enzo Tortora il 27-8-71.
Frasso da Capua è stato l'arbitro
capuano che ha dato geande lustro alla nostra città in tutte gli stadi in Italia e all’estero.
Contatti:
Franco Fierro 3383805960
mail: [email protected]
TAMBURELLO
SULLA RIVA DEL FIUME
La foto ritrae un gruppo di ragazze composto
da Maria ed Esterina Morelli, Pina Fierro e Carmelina Melito della zona di piazzetta Quadrapane, negli anni 50, con l'unico ''gallo in mezzo
alle galline'' Cenzino Morelli. Il gruppo è fotografato ''abbascio 'a limmata'' dove soleva andare a giocare sulla riva del fiume, con i tamburelli, uno dei più diffusi e non costoso gioco
del tempo.
SPECIALE SCONTO PROMOZIONE 50%
DISNEY SCHOOL
ASILO NIDO, SCUOLA
DELL’INFANZIA PARITARIA,
DOPOSCUOLA
Via Aereoporto, 12 - CAPUA
VIGILI, POCHI
MA BUONI
Presentiamo una vecchia
foto che ritrae alcuni vigili
degli anni 50, tra cui il
“severo” Apuleo, Carbone, Troili, che reggono il gonfalone comunale per una cerimonia. L'organico era ridotto, così come le mansioni che svolgevano. Erano altri tempi, quando la società era più sana e le auto in quegli anni
'50 erano poche in circolazione. Che nostalgia!
Tel. 0823.961617
orari e giorni di apertura
Giovedì, Venerdì e Sabato
dalle 20.00 alle 00.15
LE ANTICHE TRADIZIONI
IN CUCINA
Domenica
dalle 13.00 alle 18.30
Possibilità di prenotazione per cerimonie ed eventi
anche nei giorni di chiusura.
si è trasferita in via Napoli, 3 (Parco delle Fortificazioni) - CAPUA (CE)
Tel. 0823.622183 - Fax 0823.627398 - Cell. 348.3656730 Massimo
www.locandadelbaffo.it
Corso Appio, 60 - CAPUA
Tel. 0823.96.23.24
Via Gran Bretagna - S. Maria C.V.
Tel. 0823.845401
Pagina sedici
Block Notes
Amici del Fiume- Capua - ESTATE IN RIVIERA MUNDIAL 2014
VIGILIA DEL VENTENNALE MEMORIAL PASQUALE BRACCIALE
Domenica 10 agosto alle ore 21,30 sul Largo Etiopia, gentilmente concesso dalla
SIRIO, si terrà il GRAN SOIRÉE MEMORIAL PASQUALE BRACCIALE, pioniere sostenitore di ESTATE IN RIVIERA, nei suoi primi anni di esordio.
Omaggio canoro di:
ANNA CONTE, PEPPINO DI BERNARDO, ALFREDO LOPES, SIMONA PESCE,
MICKY BIZ, ANTIMO ERRICO, MARCO FEOLA, GIANNI QUATTRO, ADRIANA CEMBALO, RENATO TRAPANARELLA IN ''TUTTO GIGIONE'' (ballabili).
Presenta ROBERTA CORNERO Multicampionessa regionale karatè
Al termine le premiazioni.
Capua si è tinta di rosa!
“Sei una donna romantica,
che ama i dettagli
e ti piace sognare?
Allora sei una donna
THUN...”
Olivieri
Via Fuori Porta Roma, 159 - CAPUA
Tel. 0823.961262
Block Notes
Pagina diciassette
ESTATE IN RIVIERA MUNDIAL 19^ Edizione
dal 9 al 26 agosto 2014
P ro g r a m m a d e l l a 1 9 ^ e d i z i o n e d i E s t a t e i n R i v i e r a M u n d i a l ,
o rg a n i z z a t a d a g l i A m i c i d e l F i u m e d i C a p u a - L o c a t i o n : R i v i e r a .
Gli ''Amici del Fiume'' hanno varato il programma di Estate in Riviera
Mundial, che prevede tra il 6 e il 24 agosto, tante serate danzanti, con il
Trio Giuseppe Botta, i Riviera, il ritorno di Marco Iodice, il maresciallo
Rodolfo Beato con gli ex Blues Notes, i Movida,
Carangelo, la fisa d'oro del m° De Marco, e alcuni spettacoli: domenica 10 agosto, Memorial
Bracciale, vedi notizie a pagina 16; sabato 16
“Corrida” di Antonio Simone; il 17 Risate in Riviera con artisti della comicità; il 22 Son dei Nomadi, unica band in Italia autorizzata dallo storico
gruppo a interpretare cover del suo repertorio; il
23 l'Orchestra del Sole per il gran ballo finale; il
24 ''Tammurriata sul Volturno'' con il gruppo di
Massimo Cammarata. Un'altra novità di questa edizione sarà la nuova, fiammante scenografia,
nella foto, realizzata sulla misura di m 6X4, dalla
Publilara dell'amico sponsor Pietro D'Addona: l'ideazione è di Franco Fierro, la grafica
di Christian Boccia. Largo Etiopia sarà l'area della manifestazione
gentilmente concessa dalla Sirio anche quest'anno. Eventuali ritocchi del
programma, saranno contenuti nei manifesti che saranno pubblicati.
Corso Appio 15/19 - Porta Napoli
tel. e fax 0823.961452 - CAPUA
ANNUNCIO PER GLI AUOMOBILISTI
Il Consorzio di Revisione Automezzi e Ciclomotori sito in San Tammaro
Via Nazionale Appia 7 bis associato alla Cembalo Gomme s.n.c.
IN OCCASIONE DELLA REVISIONE PERIODICA OFFRE AI SUOI CLIENTI I SEGUENTI ESCLUSIVI VANTAGGI:
1) Inversione ed equilibratura pneumatici(con cerchi in ferro)
2) Inversione ed equilibratura pneumatici (con cerchi in lega)
3) Assetto Ruote (convergenza) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
4) Ricarica Pneumatici in azoto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
5) Ricarica aria condizionata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
… avendo un risparmio fino a 55 euro
Euro 6,50
Euro 7,50
Euro 12,50
Euro 10,00
Euro 25,00
INOLTRE LA CEMBALO GOMME VI OFFRIRA’ IN SEDE UN DETTAGLIATO CONTROLLO PNEUMATICI E OLIO MOTORE
Tel. 0823 793440
cell. 348 8261428
Pagina diciotto
Block Notes
3 DOMANDE A RENZI
I l premier
Renzi, animato da buona
volontà, vuole fare, anzi
strafare.
Ad un giovane brillante
non possiamo
non credere.
Attraverso i canali locali del suo partito, per dimostrargli la
nostra attenta collaborazione, vogliamo sottoporgli solo alcuni problemini che non hanno costi per le casse dello stato:
1° - Glielo ha riferito qualcuno, semmai la Prefettura, organo
periferico del Governo, che in questa provincia, Caserta, da
quando il legislatore non prevede più la contravvenzione per
l'acquirente, esonerato a richiedere lo scontrino fiscale ad ogni acquisto, i negozianti furbi, per il 70%, gli scontrini non li
danno più?. Il personale della Guardia di Finanza fa quello
che può, ma l'evasione è alle stelle dalle nostre parti;
2° - Renzi lo sa che, ed è così dappertutto nel Sud, che a Capua, in via P. delle Vigne persistono da 8 anni, per lavori eterni ad alcuni edifici militari, arrugginite impalcature che sono
diventate... d'oro, che costano allo Stato un mucchio di milioncini e stanno ingrassando chi sa chi...?;
3° - lo sa che la stragrande maggioranza dei negozi al dettaglio, non espone sulla merce il cartellino dei prezzi?
Tra le forze abilitate alla vigilanza, si fa a scaricabarile.
Sono alcuni degli esempi che fa il cittadino della strada. Renzi si ''travesti'' da uno di essi e scoprirà, tra la gente, che aria
tira in giro...
Segue alla prossima puntata.
FATTA LA LEGGE,TROVATO L'INGANNO
Lo sapevate che esiste l'impunità per le affissioni selvagge, perchè
la legge vigente, prescrive che si debba trovare sul fatto l'attacchino
che fa l'abuso, e non il mandante? Quindi un manifesto anonimo,
non individuandosi l'attacchino all'atto di affiggere, per un eventuale reato penale richiede indagini della polizia giudiziaria, altrimenti
resta impunito. Che bel progresso!
Lo sapevate che quando il bottegaio non vi dà lo sontrino, il consumatore non è multato, ma solo il bottegaio, se scoperto? In stati più
indietro di noi, gli scontrini fiscali conservati dagli acquirenti, servono per la detassazione di fine d'anno?
Lo sapevate che, con la dislocazione di contenitori nel territorio cittadino, da parte delle dequalificate ditte che abbiamo subito, i cittadini sono ''autorizzati'' di fatto per tutto il giorno a versare negli
stessi, rifiuti di ogni genere, in assenza di vigili del settore ecologico che vietino e multino i contravventori delle disposizioni comunali esistenti?. I punti caldi, si sa, quali sono, e il deposito prevede
l'orario dalle 20,00 fino all'alba successiva. I cittadini hanno così
come un ''lasciapassare'' per trascurare la raccolta differenziata.
Controllare nei contenitori, per credere. E questo sarebbe il ''porta a
porta''?
De Pasquale Giuseppina di Sergiano Maria
Via Della Libertà, 12 - S. Angelo in Formis (CE)
bomboniere - lista nozze - oggettistica - bijoux
tradizione e convenienza
Block Notes
Pagina diciannove
Pagina 20
Block Notes
CAPUA, Via Duomo 42 • tel. 0823.961560 • www.sessagioielli.it
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 468 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content