close

Enter

Log in using OpenID

2014*2015 - Scuola media Morbio Inferiore

embedDownload
2014*2015
Informazioni
w w w. s m m o r b i o i n f e r i o r e . t i . c h
[email protected]
1
LE QU A RT E M E DI E 2 0 1 3 - 2 0 1 4
2
anno scolatico 2014-2015
I NDI CE
Saluto del Direttore S. Fontana
4
Vicedirettore M. Reclari
6
Collaboratori di direzione
6
Progetto LIFT
7
Sostegno pedagogico
7
Differenziazione curricolare
8
Orientamento
8
Segreteria
8
Biblioteca
9
Servizio dentario scolastico
9
Regolamento di sede
10
Uso di Internet
14
Regolamento cassa allievi
15
Cerimonia di chiusura 18.6.2014
16
Primo giorno 1.9.2014
17
Disposizione aule
18
Calendario scolastico
19
Indirizzi utili
20
S CUOL A ME D I A
Mo rbio In feriore
via Fra n scini 3 0
6 8 3 4 Mo rbio In f .
Tel: 0 9 1 697.5 2 .11 Fa x: 09 1 6 9 7 . 5 2 . 1 9
www.smmorb ioin ferio re . t i. c h
[email protected]
3
anno scolatico 2014-2015
SER GI O F O NTA NA : D IR E T TOR E
Inizia un nuovo anno scolastico.
scherzato proponendo le immagini
in più pagine.
L’elaborazione di “Crescere ed Educare” è stata, innanzitutto, l’occasione per svolgere una riflessione seria
e approfondita, prima all’interno di
un Gruppo di lavoro e in seguito con
il Collegio docenti, sulla nostra pratica educativa. L’obiettivo prefissato
è stato quello di produrre un testo
facilmente leggibile e comprensibile,
nel quale sono delineate e presentate le varie attività che proponiamo
agli allievi nell’arco dei quattro anni.
Il libretto lo abbiamo intitolato “Crescere ed Educare” e abbiamo scelto
questi due verbi perché ben sintetizzano la reciprocità di quanto avviene
a scuola. Siamo infatti convinti che il
percorso di crescita e di educazione non sia unicamente quello dei
ragazzi, ma sia comune a tutte le
componenti della scuola, docenti e
genitori compresi. “Crescere ed educare” vuole essere uno strumento di
lavoro e di sviluppo comune e coerente nell’affascinante e impegnativo compito che quotidianamente
vede coinvolta la nostra comunità
educativa.
Gli obiettivi prioritari del nostro progetto educativo sono tre: stare bene
a scuola, sviluppare il percorso di
crescita dell’allievo e assicurare un
apprendimento di qualità. Per una riflessione su quanto si fa in questi tre
ambiti e per identificare quali possano essere gli spazi di miglioramento, oltre agli insegnanti, sono stati
Uno degli importanti impegni che il
Consiglio di direzione e il Collegio
degli insegnanti si sono dati nel cor-
so dell’ anno scolastico 2013-2014 è
stato quello di presentare, diffondere e far conoscere il nostro Progetto
Educativo d’Istituto. È stato inviato a
tutte le famiglie ed è stato presentato agli allievi e ai genitori nel corso
delle serate a loro dedicate.
Chi ha avuto l’occasione di sfogliare “Crescere ed educare”, il risultato
del nostro Progetto Educativo d’Istituto, è rimasto colpito innanzitutto
dalla foto di copertina: la mano del
Gigante, opera scultorea dell’artista
Pierino Selmoni. L’abbiamo scelta
come simbolo e caratterizzazione.
Ci piace pensare che, simbolicamente, accoglie gli allievi, li accompagna nel loro percorso di crescita
e poi li lascia partire al termine della
scuola media.
Sulla mano del Gigante e sulle mani
di docenti che sono state fotografate, abbiamo insistito e anche un po’
4
anno scolatico 2014-2015
sentiti gli allievi che frequentavano la
Castel San Pietro, Morbio Inferiore,
quarta media. Il loro apporto è stato
Novazzano e Vacallo. Mentre scrivo
generoso, maturo e costruttivo. Di
questo saluto di benvenuto penso ad
questo li ringrazio di cuore.
un bel servizio filmato che ho visto
L’ambizione, per gli anni futuri, è di
ieri sera e che è stato trasmesso dalrafforzare l’autonomia dell’istituto e
la DRS, “Tra la gente”. Il documentacontribuire a dargli un’identità allo
rio presentava la nostra regione, un
scopo di consentirgli una pista di
itinerario da Chiasso alla vetta del
sviluppo condivisa dalle sue compoMonte Generoso. Mi piacerebbe che
nenti.
i nostri ragazzi sappiano aprire gli
L’impegno che abbiamo preso è che
occhi, guardarsi attorno e rendersi
“Crescere ed educare” sia solo un
conto che viviamo in una gran belpunto di partenza che permetterà,
la regione. Dobbiamo fare in modo
nel corso dei prossimi anni, di atche i nostri allievi, i vostri ragazzi,
tuare ulteriori modifiche, anche atsappiano apprezzare la qualità di
traverso i progetti di monte ore, che
ciò che ricevono e non diventino dei
costituiranno un momento collettivo
brontoloni scontenti abituati a chiedi approfondimento e di riflessione
dere senza nulla dare in cambio. Mi
critica sul nostro operato. Gli obietpiacerebbe che imparino a guardare
tivi prioritari e quelli strategici approil mondo con ottimismo.
vati dal Collegio dei docenti segnano
Il nuovo anno scolastico che iniziecomunque in modo chiaro le piste
rà lunedì 1 settembre sarà intenso,
lungo le quali la sede si muoverà nei
impegnativo e stimolante. In inverprossimi anni.
no ospiteremo “Conflitti e litigi”, una
Nel corso dell’anno scolastico 2014mostra interattiva che vedrà coinvolti
2015 lavoreremo, in particolare, su
allievi, insegnanti e anche genitori.
due progetti di monte ore. Il primo, dal
C’è bisogno dell’apporto di tutti. Agli
titolo “Promuovere un apprendimenallievi, ai loro genitori, ai colleghi into di qualità”, vuole identificare dei
segnanti chiedo di iniziare il nuovo
possibili spazi di miglioramento nelanno scolastico con serenità e con
le attività dei gruppi di materia, nella
lo sguardo aperto sul futuro, convinti
gestione dei consigli di classe e desiche l’Istituzione scolastica è fatta da
dera sperimentare alcune esperienze
persone che lavorano con impegno
di co-insegnamento valutandone l’efper il bene dei ragazzi.
ficacia. Il secondo vede invece coinvolti alcuni docenti che desiderano
approfondire la tematica dei momenti di disagio in cui possono venire a
Buon nuovo anno scolastico
trovarsi gli insegnanti; ci saranno sia
momenti di riflessione, sia incontri con
collaboratori esterni alla sede.
Prof. Sergio Fontana, direttore
Lunedì 1 settembre 2014 accogliere
mo i ragazzi dei comuni di Breggia,
5
anno scolatico 2014-2015
MAURO RECLARI: VICEDIRETTORE
Prof. Mauro Reclari, Vicedirettore
[email protected]
Tel. 091 697.52.27
Mansioni:
• Contabilità e finanze
• Società sportive
• Biblioteca
• Classi seconde
COLLABORATORI DI DIREZIONE
Prof.ssa Marina Servalli
[email protected]
Tel. 091 697.52.22
Mansioni:
• Uscite di studio
• Assemblea allievi
• Interventi educativi
• Corso di sci
Prof. Gabriele Magnone
[email protected]
Tel. 091 697.52.23
Mansioni:
• Orientamento scolastico. e
professionale
• Trasporto allievi
• Elenchi allievi III e IV
PROGETTO LIFT
LIFT è un progetto di prevenzione
dei rischi di non inserimento professionale alla fine della scolarità obbligatoria. Si rivolge agli allievi che
non hanno delle buone condizioni
di partenza per riuscire a integrarsi
nel mondo del lavoro. È proposto
alle scuole medie di tutta la Svizzera. L’elemento principale che facilita
questo futuro inserimento è la fami-
liarizzazione al mondo professionale
grazie ai posti di lavoro settimanali. I giovani che partecipano a LIFT
si recano in un’azienda della loro
regione, qualche ora a settimana,
fuori dall’orario scolastico. Parallelamente, questi allievi sono preparati,
accompagnati e monitorati da una
persona di riferimento, al fine di ottimizzare questa sensibilizzazione al
6
mondo professionale. L’organizzazione, lo sviluppo, la messa in atto,
il finanziamento e il monitoraggio di
tutto il progetto locale LIFT sono di
competenza delle scuole che hanno deciso di mettere in atto un progetto. Il centro di competenze LIFT
sostiene, dalla pianificazione, tutto
il progetto locale. Per fare ciò mette a disposizione dei partner locali il
materiale (pedagogico, amministrativo, informativo, ecc.) sviluppato e
sempre attualizzato. Degli scambi
regionali e nazionali sono proposti ai
partner. Per finire il centro di com-
petenze resta sempre a loro disposizione.
Prof.ssa Marcella Zanetti
[email protected]
www.progetto-lift.ch
SOS T E G NO P E DA GOGIC O
Il Servizio di sostegno pedagogico
(SSP) è un servizio scolastico gratuito presente in ogni sede.
lievo, senza trascurare le necessità e
la disponibilità di tutte le persone coinvolte.
Scopo del SSP
Aiutare l’Istituto scolastico ad integrare
tutti gli allievi, favorendo la crescita della
personalità e delle potenzialità di ogni
ragazzo, secondo le proprie specifiche
possibilità cognitive, affettive e sociali.
Come contattare il docente di sostegno pedagogico (DSP)
L’allievo può avvicinare direttamente il
DSP recandosi nella sua aula e chiedendo un appuntamento;
I genitori possono richiedere un colloquio con il DSP per telefono;
I docenti, in particolare i docenti di
classe, segnalano le situazioni di difficoltà al SSP.
Compiti del SSP:
Prevenire le possibili difficoltà scolastiche o d’inserimento nella vita scolastica;
Favorire lo sviluppo di pratiche d’insegnamento rispettose delle differenze
individuali;
Intervenire prendendo a carico gli allievi che incontrano delle difficoltà
Prof.ssa Manuela Gobbi Hotz
Tel: 091 697.52.32
[email protected]
Prof. Gianantonio Rabufetti
Tel: 091 697.52.31
[email protected]
I docenti di sostegno pedagogico operano insieme agli allievi, ai docenti, alle
famiglie e alla Direzione della scuola.
Sono quindi chiamati a mediare tra le
persone, privilegiando i bisogni dell’al-
Prof.ssa Clarissa Behle
Tel: 091 697.52.36
[email protected]
7
anno scolatico 2014-2015
DIFFERENZIAZIONE CURRICOLARE
proposta del servizio di sostegno pedagogico e delle Direzioni scolastiche
in accordo con le famiglie.
Per gli allievi di 13 e più anni con importanti difficoltà di apprendimento o
di adattamento sono predisposte dal
Dipartimento, oltre alla differenziazione pedagogica già praticata in classe:
- misure di differenziazione curricolare attuate con l’ esonero da una o più
materie;
- la parziale sostituzione del programma scolastico.
Gli interventi hanno lo scopo di favorire l’orientamento e un futuro inserimento professionale e avvengono su
Prof. Claudio Cometta
[email protected]
O RI E NTA M EN TO
Servizio di orientamento scolastico e professionale
Tel. 091 697 52 33
Sede di Morbio Inferiore
[email protected]
Tel. 091 816 41 21
Sede regionale:
via Mola, 6850 Mendrisio
Sig.ra Renata Filippini
S E G RE T E R IA
Lunedì:
08.00-11.30
Martedì:
08.00-11.30 / 14.00-17.00
Mercoledì: 08.00-11.30
Giovedì:
08.00-11.30 / 14.00-17.00
Venerdì:
08.00-11.30 / 14.00-17.00
Sig.ra Barbara Gianferrari
[email protected]
[email protected]
Tel. 091 697.52.11
Fax: 091 697.52.19
8
www.sbt.ti.ch/biblio/smo
BIBLIOTECA
Sig.ra Cornelia Imperiali
[email protected]
Tel: 091 697 52 43
www.sbt.ti.ch/biblio/smo
La biblioteca è aperta dalle
09.00 alla 17.30.
SERVIZIO DENTARIO SCOLASTICO
A partire dall’anno scolastico 2007
- 2008 è stato ripristinato il Servizio
dentario scolastico con limite massimo di cure per allievo e per anno scolastico di Fr 700.00.
Le spese
di terapia (cura della carie) sono anticipate dal comune di domicilio o di
residenza che ha la possibilità di recuperarle dalle famiglie secondo i parametri seguenti.
L’iscrizione al servizio dentario scolastico autorizza l’attuazione da parte
del dentista scolastico delle cure necessarie (profilattiche e terapeutiche)
fino all’importo massimo di Fr 700.00.
Fino a Fr 20’000.00 a carico della famiglia il 40% dell’importo.
Da Fr 20’001.00 a Fr 30’000.00 a carico della famiglia il 60% dell’importo.
Eventuali cure con costo superiore dovranno essere autorizzate e assunte
dalla famiglia tramite il preventivo che
verrà inviato dal dentista scolastico.
Le famiglie potranno continuare a fruire di prestazioni dentarie di qualità
ad un costo nettamente inferiore alla
norma (convenzione tariffaria favorevole e partecipazione finanziaria di
Cantone e Comuni). Gli allievi che non
vengono iscritti al servizio possono
esservi riammessi negli anni successivi a condizione che si facciano prima
risanare la dentatura a proprie spese.
Le spese di profilassi dentaria (visita,
pulizia, estrazione e radiografie) sono
assunte totalmente dal Cantone.
Da Fr 30’001.00 a Fr 40’000.00 a carico della famiglia il 70% dell’importo.
Da Fr 40’001.00 a Fr 50’000.00 a carico della famiglia il 80% dell’importo.
Oltre Fr 50’000.00 a carico della famiglia il 100% dell’importo.
Il reddito imponibile della famiglia è
quello dell’anno fiscale precedente
l’anno delle prestazioni dentarie.
9
anno scolatico 2014-2015
RE G O LA M E N TO
1.1. Ogni allievo è tenuto al rispetto
di tutte le persone.
Ogni allievo ha il diritto di essere rispettato per ciò che è e di sentirsi libero di avere ed esprimere la propria
personalità. A sua volta ha il dovere
di rispettare gli altri membri della comunità scolastica (compagni, docenti, segretaria, custodi, ...).
1.2. Ogni allievo è tenuto al rispetto
del materiale scolastico personale,
delle infrastrutture e di qualunque
oggetto di proprietà della scuola.
Ogni allievo ha il diritto di disporre di
aule con arredi, strumenti e materiali
necessari allo studio, che ha il dovere di rispettare e di non danneggiare.
Questo vale sia per quelli di sua proprietà (diario, libri, quaderni, ...) sia
per quelli della scuola (banchi, sedie,
armadi, ...).
1.3. Ogni allievo è tenuto a comportarsi in maniera conforme al luogo in
cui si trova.
Ogni allievo ha il diritto di manifestare la propria personalità, di vestirsi
secondo i propri gusti e di esprimere
civilmente la propria opinione. Ha il
dovere di evitare linguaggi volgari o
che possano ledere e offendere la dignità delle altre persone, così come
di abbigliarsi in maniera decorosa.
1.4. Ogni allievo è tenuto a frequentare regolarmente le lezioni in base al
calendario e all’orario scolastico e, nel
limite delle proprie capacità, a dare un
contributo attivo.
Ogni allievo ha il diritto allo studio e al
riposo in spazi e tempi adeguati. Ha il
dovere di presentarsi puntuale in aula,
rispettando le scadenze (compiti, ricerche...) e di giustificare entro i termini
previsti qualunque assenza. Le assenze fino a 14 giorni vanno giustificate entro 3 giorni dalla consegna del foglio da
parte del docente di classe. Dal 15-esimo giorno di assenza consecutiva e/o
dopo malattie infettive è necessario
presentare il certificato del medico curante. Per incapacità prolungata a frequentare le lezioni di educazione fisica
per ragioni di salute è necessario compilare l’apposito formulario (rivolgersi
al docente). Previa richiesta scritta da
parte della famiglia, il Consiglio di Direzione può concedere permessi per
assenze prevedibili.
1.5. Ogni allievo è tenuto a seguire le
lezioni rispettando docenti e compagni.
Ogni allievo ha il diritto di assistere nelle migliori condizioni a lezioni che gli
consentano di acquisire, secondo le
sue capacità, le conoscenze previste
dai programmi delle diverse materie.
A sua volta ha il dovere di seguire con
attenzione le lezioni, e di permetterlo
agli altri, affinché l’ambiente in classe
sia armonioso e favorisca il benessere
e l’apprendimento.
1.6. Nessun allievo è autorizzato a in-
(Allievo e docente sono da intendere sia nell’accezione maschile, sia in quella femminile.)
10
anno scolatico 2014-2015
RE G O LA M E N TO
trodurre nell’area scolastica oggetti pericolosi per la salute o per l’incolumità
delle persone (pistole giocattolo, petardi, coltellini, penne laser, ...)
Ogni allievo ha il diritto di vivere e lavorare in un ambiente sicuro; quindi ha
il dovere di non mettere in pericolo la
salute e l’incolumità delle persone con
le quali entra in contatto.
1.7. Ogni allievo ha l’obbligo di tenere
spenti telefono mobile e altri apparecchi
elettronici adibiti alla comunicazione a
distanza, all’ascolto di musica, alla visione di filmati o al gioco.
Ogni allievo ha il diritto di portare con sé
un telefono cellulare per poter comunicare, in caso di necessità, con i propri
familiari. È autorizzato a utilizzare tale
mezzo di comunicazione unicamente
durante le pause e in caso di urgenza,
al fine di non disturbare il corso delle
lezioni. I docenti ritireranno tali apparecchi a chiunque infranga la regola
citata; gli stessi verranno restituiti
dal Direttore unicamente alla presenza dei genitori. Il Codice Penale
svizzero (vedi art. 173, 179, 197, 261)
afferma: “La ricezione di messaggi (e
persino di chiamate) o la loro semplice
attesa durante le lezioni influiscono negativamente sul livello di attenzione e
di concentrazione che le attività scolastiche richiedono. Ribadita l’inutilità, in
ambito scolastico, dei telefoni cellulari
e di qualsiasi altro apparecchio elettronico adibito alla comunicazione, si
invitano tutti i genitori a prendere rego-
11
larmente visione, insieme ai loro figli,
del contenuto delle memorie di tali
apparecchi. Un’ accurata riflessione
permetterà a tal proposito di sottolineare in maniera particolare come
la registrazione, la conservazione e
la diffusione di immagini e suoni registrati all’insaputa delle persone interessate, di documenti che possono
ledere la dignità della persona, che
hanno carattere pornografico, che incitano all’ odio razziale o che costituiscono un’apologia del crimine o della
violenza sono perseguibili a norma di
legge.”
1.8. Sull’intera area scolastica, comprendente gli spazi esterni (piazzali di
ricreazione, prato e bosco adiacenti,
posteggi, atri, porticato delle palestre,
spazi di riposo), è assolutamente proibito fumare e consumare bevande alcoliche.
Tale proibizione copre tutti i momenti
della giornata scolastica compresi il
periodo tra l’arrivo a scuola e l’inizio
delle lezioni, le pause di ricreazione e
il tempo antecedente il rientro a casa;
essa riguarda anche gli allievi che
hanno l’autorizzazione di fumare dai
propri genitori.
1.9. Nessun allievo è autorizzato a
consumare cibi di qualunque tipo o
bevande zuccherate così come masticare cicche o caramelle durante le
lezioni.
1.10. Ogni allievo è tenuto a raggiun-
anno scolatico 2014-2015
RE G O LA M E N TO
gere l’edificio scolastico percorrendo
gli appositi camminamenti; è pertanto
tassativamente vietato l’attraversamento del prato antistante.
1.11. Per ragioni di sicurezza e di incolumità personale, gli allievi che si
recano a scuola con biciclette e ciclomotori non possono utilizzarli durante
l’orario scolastico. Tali mezzi privati
dovranno inoltre essere parcheggiati
sotto le tettoie adibite a questo scopo.
La scuola non assume nessuna responsabilità nel caso di manomissioni
o vandalismi a ciclomotori o biciclette.
1.12. Gli allievi che usufruiscono dei
mezzi di trasporto pubblico sono tenuti a comportarsi in maniera corretta e
civile, rispettando le disposizioni.
1.13. Ogni allievo è tenuto a consultare regolarmente l’albo scolastico, al
fine di prendere atto di eventuali modifiche poste all’orario giornaliero.
1.14. Ogni allievo è tenuto ad avvertire i propri docenti e la segreteria nel
caso in cui debba assentarsi dalle
lezioni e quindi abbandonare l’area
scolastica.
Chi verrà sorpreso a infrangere una
delle regole o disposizioni menzionate potrà essere oggetto (se non già diversamente ed esplicitamente citato)
di una delle seguenti sanzioni:
richiamo da parte del docente coinvolto (cioè che assiste al fatto), con comunicazione al docente di classe.
richiamo da parte del docente di classe;
colloquio con il docente coinvolto e/o
con il docente di classe;
colloquio con il docente coinvolto e/o
con il docente di classe e/o con il docente di sostegno pedagogico/differenziazione curricolare (per i casi in
cui l’allievo è già seguito da questi
servizi) e/o con il Direttore;
comunicazione alla famiglia da parte
del docente coinvolto o da parte del
docente di classe;
convocazione in Direzione per un colloquio con il Direttore alla presenza
della famiglia;
comunicazione (scritta) alla famiglia
da parte del CdD / del Direttore;
convocazione in sede per lavori di utilità pubblica fuori dall’orario scolastico;
esclusione da eventuali gite di studio e
da altre iniziative particolari, sostituite
con altre attività;
abbassamento della nota di condotta;
sospensione dalle lezioni sulla base
dell’Art. 69 della Legge della scuola.
12
anno scolatico 2014-2015
RE G O LA M E N TO
Il comportamento viene espresso
sull’attestato finale con una indicazione numerica identica a quella per
la valutazione delle materie. La nota
di comportamento viene stabilita tenendo conto del comportamento tenuto dall’allievo durante l’anno, della
sua evoluzione ed escludendo singoli
episodi (già oggetto di richiami ufficiali o sanzioni disciplinari). La nota “5”
esprime il comportamento di un allievo
nella norma per la sua età. Le note inferiori sono indicative di situazioni che
non rientrano nella normalità; in parti-
colare la nota “4.5” può, ad esempio,
denotare qualche episodio di trasgressione “accettabile”, di difficoltà dell’allievo a rapportarsi correttamente con i
compagni, di atteggiamenti di disturbo
durante le lezione, ecc. La nota “4”
viene attribuita per comportamenti
trasgressivi, per mancanza di rispetto
nei confronti di docenti e di compagni,
per frequenti richiami verbali, colloqui
e comunicazioni scritte alla famiglia,
ecc.)
Un momento della cerimonia di chiusura
13
anno scolatico 2014-2015
US O DI I NT E R N ET
La conoscenza delle tecnologie
dell’informazione e della comunicazione di Internet in particolare ha ormai
assunto una grande importanza per la
formazione dei giovani, per l’accesso
all’informazione e ai saperi. Si auspica
che ogni allievo possa avere accesso
a questi nuovi strumenti della conoscenza e della comunicazione, ma
è necessario che ciò avvenga nella
stretta osservanza delle seguenti regole.
Il regolamento si applica a tutti gli
utenti dell’aula di informatica, che si
impegnano a rispettarlo in ogni sua
parte.
L’uso delle apparecchiature da parte
degli allievi avviene sempre in presenza di un insegnante e sotto la sua
stretta sorveglianza.
Internet deve essere usata esclusivamente per la comunicazione scolastica e la ricerca di informazioni per fini
scolastici.
Gli utenti si impegnano a non consultare deliberatamente, conservare
o diffondere documenti che possono
ledere la dignità della persona, che
hanno carattere pornografico, che incitano all’odio razziale o che costituiscono un’apologia del crimine o della
violenza (ai sensi degli artt. 173, 197,
261 CPS).
Gli utenti si impegnano a non diffondere informazioni che appartengono
a terzi senza l’autorizzazione degli
stessi (cfr. LF sul diritto d’autore, LDA,
del 9 ottobre 1992) e nei singoli casi
si impegnano a menzionare le fonti
quando si servono di informazioni di
terze persone. Sono proibite la duplicazione e la diffusione di programmi e
documenti coperti dal diritto d’autore.
Gli utenti si impegnano a non diffondere informazioni che possono nuocere alla reputazione della scuola o essere contrarie alla morale o alle leggi
in vigore. Ogni messaggio trasmesso
deve recare il nome del suo autore. Non è consentita la pubblicità, in
nessuna forma. I dati personali di un
adulto non devono essere trasmessi
senza il suo accordo; per i dati di minorenni è necessario l’accordo dei genitori. Non sono autorizzati gli annunci
personali senza fini pedagogici.
Social network:
i genitori sono responsabili di tutte le
affermazioni fatte dai propri figli attraverso l’uso di social network.
In caso di mancato rispetto delle regole sopra esposte, il Direttore decide
la sanzione appropriata. Nei casi gravi
è prevista la proibizione all’accesso
alle apparecchiature informatiche della scuola e l’applicazione degli articoli
riguardanti le sanzioni disciplinari previste dalla legge e dal regolamento di
applicazione della Legge sulla scuola
media.
14
anno scolatico 2014-2015
REGOLAMENTO CASSA ALLIEVI
Presso la scuola media cantonale di
Morbio Inferiore è istituita una Cassa
Allievi.
Il finanziamento della Cassa è garantito dai contributi versati dai Comuni del
comprensorio e dai contributi delle famiglie degli allievi, ai sensi dell’articolo 27 del Regolamento di applicazione
della Legge sulla scuola media.
La Cassa serve per coprire le spese
delle escursioni didattiche, culturali e
sportive e delle manifestazioni culturali.
Ogni allievo della scuola media fa parte della Cassa Allievi.
La quota annua a carico delle famiglie, concordata con l’Assemblea genitori è di:
fr. 85.-- classi prime
fr. 95.-- classi seconde
fr. 95.-- classi terze
fr. 95.-- classi quarte
Il versamento della quota avviene, di
regola, entro il mese di novembre.
Il docente di classe è incaricato di
raccogliere le quote degli allievi e di
versarle sul conto corrente intestato a:
Cassa Allievi scuola media cantonale di Morbio Inferiore, CCP no.
69-7868-1.
Il docente di classe consegna alla
famiglia, tramite la(il) figlia(o) una
ricevuta che comprova l’avvenuta
consegna della quota.
Tutte le quote vengono riportate su
schede di classe dove vengono pure
registrate le spese. Le spese generali
e le tasse di ccp vengono ripartite su
ogni allievo.
Il saldo annuo viene riportato a nuovo
il 1 settembre di ogni anno e, al termine della frequenza scolastica dell’allievo, l’eventuale eccedenza viene
restituita a partire dal mese di ottobre
dell’anno in cui si è lasciata la scuola.
L’Assemblea dei Genitori degli allievi
della scuola media di Morbio Inferiore,
formata da tutti i genitori degli allievi,
designa, durante la sua prima riunione annuale, due revisori dei conti. Il
Collegio dei revisori si riunisce entro il
mese di novembre di ogni anno e verifica la contabilità della Cassa Allievi
dandone scarico alla scuola.
Un momento della cerimonia di chiusura
15
CERIMONIA DI CHIUSURA 2013-14
16
anno scolatico 2014-2015
PR I M O G I O RNO 1 .9 .2 0 1 4
Classi prime Lunedì 1 settembre 2014
Alle ore 10.00, gli allievi si ritrovano nell’anfiteatro
davanti alla scuola.
Breve saluto del Direttore.
Spostamento nelle aule con la (il) rispettiva(o) docente
di classe. L’incontro con la (il) docente di classe termina
alle ore 11.35 e riprende dalle ore 13.45 alle ore 15.25.
I trasporti scolastici sono assicurati alle 11.35 e al pomeriggio.
I genitori se lo desiderano accompagnano i propri figli
in aula.
Alle ore 10.45 incontrano il Consiglio di Direzione.
Farà seguito un rinfresco.
Classi Lunedì 1 settembre 2014
seconde,
terze
Alle ore 13.45 gli allievi si ritrovano con la (il) docente
e quarte
di classe.
L’incontro con la (il) docente di classe termina alle ore
15.25.
I trasporti scolastici sono assicurati.
Tutti Martedì 2 settembre 2014
Le lezioni iniziano regolarmente secondo l’orario distribuito dai docenti di classe.
Osservazione Il servizio di trasporto scolastico è ben organizzato e risponde pienamente alle esigenze di tutti gli allievi. Invitiamo pertanto i signori genitori ad astenersi dall’ accompagnare e dal riprendere i figli con i veicoli privati.
17
anno scolatico 2014-2015
A101
Biblioteca
Direzione
A005
ascensore
D118
D117
D120
D119
E122
E121
E124
E123
F126
F125
F128
F127
G130
G129
G132
G131
H134
H133
H135
18
Uff.
C115
Uff.
C116
Foto
C113
Behl
C114
Gob
B111
Segreteria
Mag
B112
ViceDir.
Fotocopie
B107
Aula Doc.
B108
H136
A004
Cust
B209
C217 C215
H253
H249
G245
F237
E231
D221
B212
H254
H250
G246
F238
E232
D222
C216
ascensore
A003
Orie
ascensore
A105
A006
Rab
Aula Magna
piano terra
primo piano
Serv
secondo piano
Collaboratori di
direzione
Servizio di
sostegno pedagogico
Servizio di
orientamento
scolastico e
profesionale
piano interrato - A101 Arti Plastiche / A 107 Arti Plastiche / A102 Opz. Legno / A 112 Differenziazione curricolare
DISPOSIZIONE AULE
anno scolatico 2014-2015
CALENDARIO SCOLASTICO
Settembre 2014
Lunedì 1, inizio delle lezioni.
Da giovedì 4 a giovedì 11, giornata di socializzazione classi PRIME
Ottobre, 2014
Sabato 25, inizio vacanze d’autunno.
Novembre, 2014
Domenica 2, fine vacanze d’autunno.
Dicembre 2014
Mercoledì 24, inizio vacanze di Natale.
Gennaio, 2015
Lunedì 6, fine vacanze di Natale.
Venerdì 23, fine del primo periodo scolastico.
Febbraio 2015
Da sabato 14 a domenica 22, inizio vacanze di Carnevale.
Marzo 2015
Da domenica 8 a sabato 14 corso di sci delle classi
SECONDE a Engelberg.
Venerdì 20, Vacanza.
Aprile 2015
Da venerdì 3 a Domenica 12, vacanze di Pasqua.
Maggio, 2015
Giugno 2015
Venerdì 15, vacanza.
Venerdì 19, fine dell’anno scolastico.
Un momento della cerimonia di chiusura
19
anno scolatico 2014-2015
I NDI RI Z Z I U T IL I
Direzione Prof. Sergio Fontana, Direttore
[email protected], tel: 697.52.27
Prof. Mauro Reclari, Vicedirettore
[email protected]
Collaboratori
di direzione
Prof. ssa Marina Servalli
[email protected], tel: 697.52.22
Prof. Gabriele Magnone
[email protected], tel: 697.52.23
Segreteria
Sig.ra Barbara Gianferrari
[email protected]
Tel: 091 697 52 11 Fax: 091 697 52 19
Biblioteca
Sig.ra Cornelia Imperiali, bibliotecaria
Tel: 091 697 52 43 / [email protected]
www.sbt.ti.ch/biblio/smo
Orientamento
Servizio di
sostegno
pedagogico
Differenziazione
curricolare
Medico scolastico
Dentista scolastico
Ufficio insegnamento
medio
Assemblea dei
genitori
ufficio regionale Morbio
Tel: 091 697 52 33
Tel: 091 816 41 21 (Sig.ra: Renata Filippini sede regionale: via Mola, 6850 Mendrisio)
Prof. Manuela Gobbi Hotz
Tel: 091 697 52 32 / [email protected]
Prof. Gianantonio Rabufetti
Tel: 091 697 52 31 / [email protected]
Prof.ssa Clarissa Behle
Tel: 091 697 52 36 / [email protected]
Prof. Claudio Cometta
[email protected]
Dott. Peter Hüsler
Tel: 091 683 71 71
Dott. Nicola Fattorini
Tel: 091 682 21 21
Prof. Francesco Vanetta
Tel. 091 814 18 21
Sig. Goran Despotovic
Comitato Genitori Scuola Media
CP 18, 6834 Morbio Inf.
[email protected]
20
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
6 313 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content