close

Enter

Log in using OpenID

1 - Comune di Licata

embedDownload
Trascrizione
dei verbali a cura della Ditta Armando Mulè
CITTA' LICATA
Provincia di Agrigento
DELIBERA
DEL CONSIGLIO
COMUNALE
N° 118 del 8 Settembre 2014
Oggetto:
L_.
__
Determinazione, modalità, scadenze e numero di rate per il versamento in acconto
~alla TARl2014 - Art. l comma 691 L. 147/2013
1
-----_,
L'anno duemilaquattordici addì otto del mese di Settembre alle ore 18,30 nella
Casa Comunale, convocato nel rispetto della normativa vigente, si è riunito il
Consiglio Comunale di Licata in seduta pubblica di:
o
r-
Prima convocazione
XO Aggiornamento
o
Prosecuzione.
Effettuato l'appello presenti all'appello nominale i Sigg.:
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
RIPELLINO GIUSEPPE
CARITA' FRANCESCO
CALLEA VINCENZO
PLATAMONE SA VERIO
RUSSOTTO SALVATORE
URSO AURELIA
CAlCO GIUSEPPE
GIARRATANA GIUSEPPE
TERRITO GIUSEPPE
MONTANA GIUSEPPE
TRIGLIA ANNA
ARNONE MARIANNA
MOSCATO FRANCESCO
DE CARO STEFANO
CALLEA VIOLETTA
PRESENTI Nr.
Ass.
Ass.
Ass.
Ass.
Ass,
Ass.
Ass.
Ass,
17
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
-
--
PERUGA GIUSEPPE
IACONA ANGELO
SCOZZARI GIUSEPPE
CAlCO ALESSIA
Ass.
PICCIONELLO GAETANO
SICA VINCENZO
SAMBITO ANGELO
BURGIO GIACOMO
BONFISSUTO ANGELO
CASTIGLIONE BELINDA
Ass.
D'ORSI ELIO
ALESCI TIZIANA
Ass.
COSENTINO MARIANO
TERRANOVA ANTONIO
Ass.
SORCE ILDEGARDO
_ As,,-,_
ASSENTI Nr.
13
_.- ._--- -_._--
Assume la Presidenza il Rag. Saverio Platarnone, in qualità di Presidente del Consiglio Comunale,
che verificata la regolarità degli adempimenti propedeutici ed assistito dal
Segretario Generale
Dott. Giuseppe Velia dichiara legale la seduta e stante la scelta, all'unanimità degli scrutatori nelle
persone dei Sigg.
I) Moscato Francesco 2) Callea Violetta 3) Peruga Giuseppe
invita gli intervenuti a deliberare sull'oggetto all'O.d.G .
•
Trascrizione dei verbali a cura della Ditta Armando Mulè
Partecipano alla seduta il Dott. Andrea Occhipinti del Dip. Finanze ed i componenti il Collegio dei
Revisori dei Conti: Dott. Stefano lo Giudice e Dott. Francesco Comparato.
IL CONSIGLIO
COMUNALE
Vista la proposta di del iberazione del Consiglio Comunale n08 del 12/08/2014 redatta dal
Dipartimento Finanze avente per oggetto: "Determinazione, modalità, scadenze e numero di rate
per il versamento in acconto dalla TARI 2014 - Art. 1 comma 691 L. 147/2013" con annessi i
prescritti pareri, redatta dal Responsabile del procedimento, che si allega al presente atto per
costituirne parte integrante e sostanziale.
Sentiti gli interventi:
PRESIDENTE PLATAMONE: Punto numero 8. Determinazione modalità scadenza di numero di
rate per il versamento in accondo della Tari 2014. Articolo I comma 691 leggi 147/2013. Prego
dottor Occhipinti.
DOTT. OCCHIPINTI: Sempre la legge 147, disciplina in modo diverso da ciò che è stato TARSU e
TARES a seconda delle norme che si sono susseguite nel corso del tempo, istituisce la Tari, la tassa
sui rifiuti. Anche la TARI sarà oggetto di una nuova proposta regolamentare. Con questa
deliberazione il Consiglio comunale è chiamato a decidere sul numero delle rate in cui sarà deciso
l'importo complessivo che verrà chiesto a tutta la cittadinanza e la gestione. Devo dire intanto una
cosa, alla luce del contratto che è stato stipulato negli anni passati, l'Ufficio Tributi non ha gli
strumenti organizzati vi per gestire questa tassa, per cui si propone ai sensi dell'articolo 1 comma 691
della 147 del 2013, la possibilità di continuare ad avvalersi della Engineering per tutte le attività di
gestione della TARI fino alla scadenza del contratto di cui loro sono titolari, perché ripeto, alla luce di
quello che è stato il contratto stipulato non vi è nessuna capacità organizzativa di gestire la TARI.
Devo dire che già diceva il consigliere Sambito, Assessore che tra l'altro si è speso molto nel cercare
di interloquire con il raggruppamento per cercare anche di rendere il contratto un po' più equilibrato,
la proposta che è stata fatta dal raggruppamento e che naturalmente ha rapporti dal punto di vista
economico molto più equilibrati perché loro ci aiuteranno a gestire la TASI, ci daranno un software,
ci aiuteranno a gestire lo Sportello Unico delle attività produttive con una riduzione anche dell'agio
del 5%, ai sensi e per gli effetti del D.L. 66. Cosa viene proposto, vengono proposti sostanzialmente
la riscossione in tre rate, 15 settembre e 15 novembre e una terza entro dicembre o comunque
eventualmente inizio dell'anno, laddove non ci siano delle condizioni ostative di carattere da parte del
legislatore, che non sembra comunque esserci. Quindi purtroppo anche qui, si arriva con un certo tipo
di ritardo perché abbiamo la necessità di coprire le spese di gestione del servizio smalti mento rifiuti,
ad oggi non abbiamo avviato l'attività, abbiamo la necessità e l'obbligo normativo di farlo. Questa è la
delibera, so che è stato presentato un emendamento, che è stato discusso anche in Commissione
Finanze, di slittare la prima rata dal 15 al 30 di settembre e che comunque aveva trovato il mio parere
favorevole perché non vi è nessuna condizione ostativa. Le tariffe di acconto saranno calcolati sulla
base della vigente TARSU, perché è l'unico riferimento che noi oggi abbiamo perché TARI è una
tassa di nuova istituzione, cambiano i criteri di calcolo, a me serve un parametro a cui fare riferimento
per chiedere gli acconti, l'unico parametro che mi ritrovo è il ruolo TARSU.
PRESIDENTE
Finanze.
PLA TAMONE
: Dò lettura dell'emendamento
(si dà lettura dell'emendamento Allegato n° 1 )
2
presentato
dalla Commissione
Trascrizione
PRESIDENTE PLATAMONE:
consigliere Iacona.
dei verbali a cura della Ditta Armando Mulè
Il Dirigente ha Già ha pronunciato
parere favorevole.
Prego
CONSIGLIERE IACONA: Mi sembra di capire che la volontà della Commissione era quella, prima
di stabilire il regolamento TAR! e quindi quest'acconto in funzione del criterio della tari o della tares
che è completamente diverso da quella della Tarsu. E cosi o no?
DOTT. OCCHIPINTI
: No. Noi stiamo parlando solo di acconti.
CONSIGLIERE IACONA: Non voglio entrare nel merito, io ho fatto una domanda precisa, dico
l'emendamento fatto dalla Commissione che cosa dice, di approvare questo regolamento quindi il
pagamento entro il 30 settembre perché nel frattempo venga ...
SEGRET ARIO GENERALE DOTT: VELLA: Si propone il differimento della scadenza dal 15 al
30 Settembre nelle more che venga approvato il regolamento.
CONSIGLIERE IACONA : Mi potete spiegare qualcuno della Commissione che cosa intendeva
dire? io posso capire una cosa sola. Per un motivo si può traslare perché affrontiamo il regolamento
TARI in maniera tale che si vanno ad applicare quelli che sono le tariffe TARI secondo il sistema
TARSU
PRESIDENTE PLATAMONE : Ritengo che quello che dice lei è corretto, ma ce lo dice la
Commissione perché nelle more del regolamento che si vanno a determinare ...
CONSIGLIERE ALESCI: Se noi facciamo il regolamento, poi saranno pagati gli acconti in base al
regolamento, magari non la prima perché dovrebbe arrivare contemporaneamente al regolamento ma
pOI. ..
PRESIDENTE PLA T AMONE : Scusate io vorrei sentire un attimo il Presidente della Commissione
giusto per capire.
CONSIGLIERE
TRIGLIA: Siccome abbiamo fatto soltanto uno stralcio, abbiamo preso dal
regolamento IUC solo la TASI. questo regolamento non è passato dalla Commissione, quindi
abbiamo chiesto che la rata, si prevede che entro il 30 settembre il regolamento sia già pronto, per cui
la rata anzichè il 15 venga spostata al 30.
CONSIGLIERE
IACONA :Consigliere Triglia, il discorso era questo. Ci sono due sistemi per
calcolare la rata, la percentuale è stata fissata perché sono le esigenze che ha questa Amministrazione,
ma ci sono due sistemi per calcolare queste due rate, queste due quote in acconto, una che è in
funzione della TARSU o in funzione della 'l'ARI, io pensavo che oggi si traslava tutto al 30
settembre, in maniera tale ... e così o no?
CONSIGLIERE
TRIGLIA
: Noi della Commissione che abbiamo istituito, non abbiamo
assolutamente parlato di TARES. Siccome c'era il discorso, mi pare che c'era il consigliere Sica o
Carità, chiedeva come si fa visto che il 15 c'è la scadenza del primo acconto? abbiamo fatto la
richiesta di portare tutto al 30 settembre, ma noi non abbiamo parlato di tariffe, non l'abbiamo
proprio aperto.
DOTT. OCCHIPINTI:
Noi non stiamo parlando di tariffe, noi stiamo parlando di acconti in questo
momento ed è la proposta dell'Ufficio che riferisce a TARSU, per altro mi verrebbe da dire che
probabilmente parliamo di acconti, saranno ancora più bassi di quelli che probabilmente vengono
riferiti a 'l'ari, però voglio dire la proposta dell'ufficio l'emendamento non parla ne di TARSU ne di
TARES, stiamo definendo gli acconti.
3
Trascrizione
dei verbali a cura della Ditta Armando Mulè
CONSIGLIERE SAMBITO: Se non ho capito male la preoccupazione o comunque, io non ero in
commissione, il dubbio sorgeva dal fatto che la rata viene traslata al 30 di settembre, nelle more dice
giusto l'emendamento
il regolamento
si è approvato quindi se il regolamento
e approvato con la
nuova tari, direttamente
la data di acconto sara calcolata sul nuovo regolamento,
se viceversa
l'ufficio ...
DOTT. OCCHIPINTI : però mi perdoni come può essere calcolata ...
CONSIGLIERE SAMBITO: sto interpretando
da parte del consigliere
quello che diceva
infatti alla fine chiedo conferma
lacona se ho capito bene.
CONSIGLIERE IACONA : allora qua c'è un passaggio
importante. Forse è passato in maniera
inosservata. Nessuno mette in dubbio che si deve coprire il costo della spazzatura e comunque si
chiede l'acconto perché bisogna coprire i costi. Il sistema tari con quella della Tarsu è completamente
diverso. Mentre la Tarsu ha avuto un criterio come spalmare questo costo sulla popolazione
in
maniera quasi così procapite con pochissime differenze la norma e lo spirito della norma, che
scaturisce fuori dalla legge europea è quella di chi produce più la situazione di portarla poi a
conguaglio a dicembre con l'ultima rata voleva evitare perché se si passa con la tari possibilmente la
persona che abita in un appartamento
con lui solo abitante dovrebbe pagare meno un centro
commerciale o di una attività che mi coinvolge, mi dà un carico di spazzatura completamente diverso.
Se partiamo con la Tarsu, la Tarsu un sistema come dire che lo spalmo così come abbiamo fatto quasi
in maniera ineccepibile come differenza con la tari è diverso che sarebbe la vecchia TARES per
questo ho parlato di TARES perché nasce come TARES e allora se questa aliquota questi acconti
devono essere applicabili in funzione della Tarsu viene facile la gente continua a pagare la persona
che abita da sola possibilmente
il pensionato che si trova una casa di 100 metri quadri è perché è il
parametro tecnico è il metro quadro, andrà a pagare lo stesso come andrà a pagare una famiglia di 15
persone o chi svolge una attività diversa che produce più spazzatura.
CONSIGLIERE
PERUGA: io in linea di massima
mi associo pienamente
al discorso del
consigliere lacona ma se è vero come è vero la tariffa tari e la Tarsu c'è il delta, il Delta non lo so
definire non ho i mezzi adatti. lo voglio capire solo dal momento in cui in commissione non si è
parlato perché giustamente il regolamento manca allora mi pare di capire che il meccanismo che si sta
usando qual'è che indipendentemente
del regolamento che ancora deve essere approvato si vanno ad
applicare degli acconti che a conguaglio poi si vanno ad esprimere si va a quadrare in funzione del
regolamento quando verrà approvato
CONSIGLIERE SICA: solo per chiarire cosa è accaduto in commissione perché è giusto portare a
conoscenza
del Consiglio un ragionamento
più complesso.
La Commissione quando ha deciso
all'unanimità di stralciare la 'l'ASI e affrontare tutti gli altri regolamenti soltanto in fase successiva si
è posta anche il problema della scadenza del 15, giustamente il dottore Occhipinti diceva attenzione,
noi abbiamo la necessità di cassa, dobbiamo onorare tutta una serie di impegni da parte del Comune.
La Commissione valutato questo e valutata anche un'altra situazione che è quella che è accaduto lo
scorso anno nell'avere una scadenza al 15 settembre, ma i cittadini ricevevano le comunicazioni dal
l'Engeneering con pagamento ad ottobre si è ritenuto così di spostare la scadenza dal 15 al 30 di
settembre per dare tempo agli uffici che dovranno predisporre la stampa dei bollettini, per procedere
poi al pagamento in acconto.
PRESIDENTE PLAT AMONE : se non ci sono interventi, procediamo.
Prima l'emendamento.
Si passa alla votazione dell'Emendamento
Prot. 41349 del 04/09/2014 presentato dai componenti la
Commissione
Consiliare Finanze che propone di differire la scadenza della prima rata "Acconto
T ARI" dal 15 Settembre al 30 Settembre
IL CONSIGLIO COMUNALE
4
Trascrizione
dei verbali a cura della Ditta Armando Mulè
Sentiti gli interventi eli cui sopra;
Sentito il parere del Dirigente Finanze
Visto l'OREL;
All'unanimità dei voti favorevoli espressi in forma palese per appello nominale:
cons. assegnati al Comune n? 30;
consiglieri presenti n? 16: Ripellino, Platamone, Russotto, Giarratana, Triglia, Moscato,De Caro, !acona,
Scozzari,Piccionello, Sica, Sambito, Burgio, Bonfissuto, D'Orsi, Alesci;
consiglieri assenti n014: Carità, Callea Vincenzo, Urso, Caico Giuseppe, Territo, Montana.Arnone, Callea
Violetta, Peruga, Caico Alessia, Castiglione, Cosentino, Terranova e Sorce;
consiglieri votanti a favore n? 16: Ripellino, Platamone, Russotto, Giarratana, Triglia, Moscato,De Caro,
lacona, Scozzari.Piccionello, Sica, Sarnbiro, Burgio, Bonfissuto, D'Orsi, Alesci;
DELlB
ERA
Di approvare l'Emendamento Prot. 41349 del 04/09/2014 presentato dai componenti la Commissione
Consiliare Finanze che propone di differire la scadenza della prima rata "Acconto TARI" dal 15
Settembre al 30 Settembre
Del che è stato accertato e proclamato l'esito a norma di legge.
PRESIDENTE PLATAMONE : Approvato all'unanimità. Passiamo al regolamento
Si passa alla votazione della proposta eli delibera così come emendata
IL CONSIGLIO COMUNALE
Sentiti gli interventi eli cui sopra;
Visto l'OREL;
A maggioranza dei voti favorevoli espressi in forma palese per appello nominale:
cons. assegnati al Comune n" 30;
consiglieri presenti n? 17: Ripellino, Platamone, Russotto, Giarratana, Triglia, Moscato,De Caro, Peruga,
Iacona, Scozzari.Piccionello, Sica, Sambito, Burgio, Bonfissuto, D'Orsi e Alesci;
consiglieri assenti n013: Carità, CaUeaVincenzo, Urso, Caico Giuseppe, Territo, Monrana.Arnone, CaUea
Violetta, Caico Alessia, Castiglione, Cosentino, Terranova e Sorce;
consiglieri votanti a favore n? 13: Ripellino, Platamone, Russotto, Triglia, De Caro, Scozzari.Piccionello,
Sica, Sambito, Burgio, Bonfissuto, D'Orsi, Alesci;
consiglieri astenuti n? 4: Giarratana, Moscato, Peruga e Iacona,
5
Trascrizione
dei verbali a cura della Ditta Armando
Mulè
DELIBERA
Di approvare la proposta di deliberazione del Consiglio comunale n08 del 12/08/2014 redatta dal
Dipartimento Finanze avente per oggetto: "Determinazione, modalità, scadenze e numero di rate
per il versamento in acconto dalla TAR] 2014 - Art. 1 comma 691 L. 147/2013", così come
emendata, con annessi i prescritti pareri, redatta dal Responsabile del procedimento, che si allega al
presente atto per costituirne parte integrante e sostanziale.
Del che è stato accertato e proclamato
PRESIDENTE
PLATAMONE:
l'esito a norma di legge.
Per la delibera l'Ufficio chiede l'immediata esecutività
IL CONSIGLIO
COMUNALE
Sentiti gli interventi di cui sopra;
Sentita la proposta deLl'Ufficio di dichiarare il presente atto immediatamente
esecutivo;
Visto l'OREL;
A maggioranza
cons. assegnati
dei voti favorevoli espressi in forma palese per appello nominale:
al Comune n? 30;
consiglieri presenti n? 16: Ripellino, Platarnone, Russotto, Giarratana, Triglia, Moscato,De
Scozzari,l'iccionello, Sica, Sarnbito, Burgio, Bonfissuto,
D'Orsi e Alesci;
Caro, Peruga,
consiglieri assenti n014: Carità, Callea Vincenzo, Urso, Caico Giuseppe, Territo, Montana.Arnone,
Violetta, Iacona, Caico Alessia, Castiglione, Cosentino, Terranova e Sorce;
consiglieri votanti a favore n? 13: Ripellino, Platamone,
Sica, Sambiro, Burgio, Bonfissuto,
D'Orsi, Alesci,
consiglieri astenuti
n? 3: Giarratana,
Callea
Russotto, Triglia, De Caro, Scozzari,PiccioneUo,
Moscato e l'eruga;
DELIBERA
Di non apl'rm'ate
la richiesta
dell'Ufficio
di dichiarare
il presente
provvedimento
immediatamente
esecutivo.
Del che è stato accertato e proclamato
Presidente Platamone
chi usa.
l'esito a norma di legge.
: L'immediata esecuzione non è stata approvata. Alle ore 23 e 55 dichiaro
6
CITTÀ DI LICATA
PROVINCIA
PROPOSTA di deliberazione
Nr.
~
del
f
2.
i-l= I
L?
del
DI AGRIGENTO
CONSIGLIO
COMUNALE
DIPARTIMENTO Servizi Finanziari Gruppo Tributi
Determinazione, modalità, scadenze e numero di rate per il
versamento in acconto della TARl 2014 -Art. l comma 691 l.
147/2013
REDATTASUINIZIATIVA:
o
D
DEL SINDACO
DEL PRESIDENTE
DEL CONSIGLIO
COMUNALE
PREMESSO che la Legge n. 147 del 27.12.2013 (Legge di Stabilità 2014),come
modificata dal D.L. 6 marzo 2014 n. 16, che, all'art. l, commi 639 e segg. con
decorrenza l gennaio 2014 istituisce e disciplina l'imposta unica Comunale (IUC)
basata su presupposti impositivi ."
_ uno costituito dal possesso di immobili e collegato alla loro natura e valore;
-
l'altro collegato all'erogazione e alla fruizione di servizi comunali.
La IUC (Imposta Unica Comunale) è composta da ."
• IMU (imposta municipale propria) - componente patrimoniale, dovuta dal
possessore di immobili, escluse le abitazioni principali;
o TASI (tributo servizi indivisibili) - componente servizi, a carico sia del
possessore che dell 'utilizzatore dell 'immobile, per servizi indivisibili comunali,·
o TARl (tributo servizio rifiuti) - componente servizi destinata afinanziare
i costi
del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell 'utilizzatore,·
APPURATO che il presupposto impositivo della TAR] è il possesso o la detenzione a
qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte a qualsiasi uso adibite, suscettibili di
produrre rifiuti urbani,·
CONSTATATO il comma 688 della L. 147/2013 prevede che:
_ il versamento del predetto tributo è effettuato, in deroga all'art. 52 del d.lgs. n°
446/1997, secondo le disposizioni di cui all'art. 17 del d.lgs. N° 241/1997, nonchè
tramite apposito bollettino di conto corrente centralizzato dedicato al quale si
applicano, in quanto compatibili, le disposizionui di cui al citato art. 17;
_ il Comune stabilisce il numero e le scadenze del pagamento del tributo
consentendo, di norma, almeno due rate a scadenza semestrale;
_ è consentito, comunque, il pagamento in un'unica soluzione entro il 16 giugno di
ciascun anno;
RILE VATO che con Contratto rep. N. 46 del 16. 11. 2012 il Comune di Licata ha
appaltato alla RTf Engineering Tributi SpA- Studi e Servizi alle Imprese Srlla gestione
della riscossione e accertamento delle entrate comunali;
VISTA la nota prot. 35611/2014 con la quale l'Amministrazione Comunale chiede la
rinegoziazione del contratto rep.n. 46/2012 alla R.t.i. Engineering tributi S.p.A. - Stdi e
Servizi alle Imprese S.r.l., per le motivazioni nella stessa riportate;
POSTO CHE con direttiva sindacale n" 153/2014 il V Sindaco invita il Dirigente dei
Servizi Finanziari alla predisposizione degli atti necessari, per procedere all'affidamento
in concessione la gestione della Tari alla R.t.i. Engineering tributi S.p.A. - Studi e
Servizi alle Imprese S.r.l., alla suddivisione in rate del versamento annuale della TARl e
la predisposizione del regolamento;
VISTA la notaprot. 38694 del 12/08/2014 con la quale l'Engineering dà riscontro alla
sopra citata nota prot. n. 35611/2014;
CONSIDERATO, tuttavia, che si rende necessario conciliare
l'opportunità di
agevolare i contribuenti nel versamento del predetto tributo tramite una suddivisione in '/
rate del versamento annuale con l'esigenza di non procrastinare eccessivamente il primO()~
versamento, al fine di tutelare le necessità di liquidità dell'Ente, nonché di dare .
adeguata copertura ai pagamenti contrattualmente dovuti al gestore del servizio di
gestione del ciclo rifiuti;
VISTO l'art. l, comma 691 della legge 147 del 27.12.2013 il quale stabilisce che "1
Comuni possono in deroga all'art. 52 del D.Lgs. 446/1997, affidare l'accertamento e la
riscossione della TARl ai soggetti ai quali risulta attribuito nell'anno 2013 il servizio di
gestione dei rifiuti";
RILEVATO, quindi che quest'ultima norma consente ai Comuni di affidare in via
diretta, senza una procedura di evidenza pubblica l'intera gestione del tributo, inclusiva
delle fasi di applicazione, liquidazione ed accertamento, al soggetto che al 31.12.2013
risultava attribuito il servizio di gestione dei rifiuti;
CHE con la sopra citata nota prot. n. 35611/2014 l'Amministrazione Comunale ha
espresso la volontà di affidare l'intera gestione del tributo Tari alla R. T.J. Engineering
Tributi S.p.a - Studi e Servizi alle Imprese Srl fino alla naturale scadenza del contratto,
stante l'assoluta impossibilità di provvedere in house per mancanza di adeguata
struttura organizzativa, unitamente all 'assenza di una banca dati la cui definizione è
oggetto del contratto di che trattasi;
RITENUTO,
regolamento
prevedere n?
vigenti ai fini
nelle more della predlsposizlone e della successiva approvazione del
TARi , del P.E.F. 2014 e della definizione delle tariffe 2014, dover
3 rate complessive, di cui n" 2 acconti da versare sulla base delle tariffe
TARSU 2013, oltre il contributo provinciale;
CONSIDERATO che l'applicazione della maggiorazione dello 0,30 per metro quadrato
applicata per l'anno 2013 risulta soppressa con decorrenza l gennaio 2014, e che la
stessa non dovrà essere oggetto del predetto acconto;
RITENUTO, altresì, per quanto sopra espresso che le scadenze delle singole rate di
versamento a titolo di acconto, debbano essere le seguenti:
• prima rata "acconto" TARi pari al 35% della somma relativa alle tariffe TARSU
2013, scadenza 15 Settembre 2014;
• seconda rata "acconto" TARI pari al 35% della somma relativa alle tariffe
TARSU 2013, scadenza 15 Novembre 2014;
"
EVIDENZIATO che la terza ed ultima rata sarà quella di saldo / conguaglio calcolata
sulla base dell'importo annuo dovuto a titolo di TARI 2014, tenuto conto del
Regolamento TARI, del P.E.F. 2014 e delle tariffe definitive approvate con apposita
deliberazione, dal quale saranno scomputati i pagamenti delle rate in acconto,
com.un~ue da corrisponder~ da parte degli utenti e~tro il mese di dicembre 20: 4, ovv.ero ,/1
ad inIZIO 2015 nel caso dI diversa scadenza stabilita da eventuali nuove disposizioni Il. L/t
normative
{./ .
RILEVATA l'imminente scadenza della prima rata è necessario che venga convocato il
Consiglio Comunale, attivando la procedura d'urgenza, così per come previsto dall'art.
28 comma 3 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, approvato
con Deliberazione n" 66 del 20 luglio 2006, modificata con delibera n" 38 del
21.11.2012, prescindendo dall'apporto della Commissione consiliare;
RILEVATO che con decreto de/ Ministro dell'Interno de/18/uglio 2014 è stato rinviato
al 30 settembre il termine di approvazione de/ bilancio dell 'esercizio 2014;
VISTA la delibera di G.M246 del 28.12.2013, esecutiva, con la quale i dirigenti sono
stati autorizzati ad adottare atti di gestione nelle more dell'approvazione del bilancio di
previsione e del PEG 2014 e sono state prorogate le linee guida del PEG 2013;
VISTA la determinazione dirigenziale n. 224/2014 con la quale è individuato il
dipendente che svolge le funzioni vicarie in caso di assenza e/o impedimento del
Dirigente;
VISTO l'art. 163, comma3, del D.Lgs. N° 26712000;
ESAMINATI gli atti e giudicati regolari;
VISTO l'art. 51 legge 142190 e successive modifiche ed integrazioni, cosi come recepito
dalla L.R. N. 4419/ e successive modifiche ed integrazioni;
VISTO il T. U E L., approvato con D. Lgs. N. 267 del 1810812000s.m.i.;
VISTA la L.R. n. 30 del 23.12.2000 che detta nuove norme sull'Ordinamento
EE.LL.;
degli
VISTO l'o.R.EE.LL.;
VISTO lo Statuto ed i regolamenti comunali;
RITENUTO, che la stessa sia meritevole di approvazione,
SI PROPONE AL CONSIGLIO COMUNALE
I) per le considerazioni in premessa che qui si intendono integralmente riprodotte e
confermate, definire per l'anno 2014 il versamento della TARI in tre rate con le
seguenti scadenze:
• prima rata "acconto" TARI pari al 35% della somma relativa alle tariffe TARSU
2013, scadenza 15 Settembre 2014;
• seconda rata "acconto" TARI pari al 35% della somma relativa alle tariffe
TARSU 2013, scadenza 15 Novembre 2014;
• terza ed ultima rata sarà quella di saldo 1 conguaglio calcolata sulla base
dell'importo annuo dovuto a titolo di TARI 2014, tenuto conto del Regolamento
TARI , del P.E.F. 2014 e delle tariffe definitive approvate con apposita
deliberazione, dal quale saranno scomputati i pagamenti delle rate in acconto,
comunque da corrispondere da parte degli utenti entro il mese di dicembre 2014,
ovvero ad inizio 2015 nel caso di diversa scadenza stabilita da eventuali nuove
disposizioni normative;
2) stabilire che nelle more della predisposizione e della successiva approvazione del
regolamento TARI , del P.E.F. 2014 e della definizione delle tariffe 2014, le due rate
in acconto saranno calcolate sulla base di quanto dovuto applicando le tariffe vigenti
ai fini TARSU, (che sostanzialmente sono quelle del 2012 approvate con determina
sindacale n" 21 del 8. 6.2012) oltre il contributo provinciale;
3) continuare ad avvalersi per la gestione e la riscossione del tributo di che trattasi
(tari) della R. TI. Engineering Tributi s.p.a - Studi e Servizi alle Imprese Srl fino a
scadenza naturale del contratto, dando mandato al Dipartimento Finanze di
formalizzare in apposito provvedimento dirigenziale l'affidamento di che trattasi,
previa acquisizione di certificazione attestante l'effettiva capacità tecnico-operativa
del! 'Rti risultante da apposito verbale;
4) autorizzare l 'Rtf anzidetta all'emissione di avvisi bonari per il pagamento delle due
rate di acconto che potrà essere effettuato tramite i canali di versamento
regolamentati dalla vigente normativa,·
5) disporre, a tutela del contribuente, la pubblicazione del presente atto sul sito web
istituzionale e all'albo pretorio comunale almeno trenta giorni prima della data di
versamento D.L. 35/2013;
6) trasmettere il presente atto al Ministero dell'Economia e delle Finanze ai sensi del
comma 15 dell'art. 13 del decreto legge 6 dicembre 2011 n" 201 convertito in legge
22 dicembre 2011, n" 214,·
7) prendere atto che ilpresente provvedimento non comporta impegno di spesa;
8) dichiarare, immediatamente esecutivo il presente atto ai sensi dell'art. 12 c.2 della
L.R. N°44/91, stante l'urgenza citata in premessa;
Allegati: notaprot. n. 3561112014, direttiva n. 153/2014, notaprot. n. 38694/2014.
(
CITTÀ DI LICATA
Provincia
di Agrigento
DIPARTIMENTO
FINANZE
~~
~
E PROGRAMMAZIONE
r.luMC!?IO
DI
OOAT--A--
UFFICIO PROTOCOLLO
Racc. a.rrAl'-')
Prot. n.
Licata, 22/07/2014
Spett.le Rt.i, Engineering Tributi S.p.a. - Studi e Servizi alle Imprese S.r.l.
Sede di Licata
Via Gen.le Dalla Chiesa n. 4
92027 Licata (Ag)
Sig. V. Sindaco
Sig. Segretario Generale
___~-?='" Dirigente Servizi Finanziari
Responsabile Ufficio Tributi
Comune di Licata
SEDE
/
Oggetto: accertamento e riscossione delle entrate tributarie comunali - contratto
rep. n. 46/2012 - rinegoziazione.
Facendo seguito ali 'incontro del 17 luglio c.a. avvenuto presso i locali del
Dipartimento Finanze per discutere sulla rinegoziazione di taluni aspetti del
contratto in oggetto, si formalizza la richiesta formulata in quella sede così
riassunta nei punti che seguono:
• ridefinizione del contenuto del!' art. l del contratto in oggetto,
rilevato che l'importo indicato di € 1.000.000,00 deve essere
specificato quale "valore presunto" del contratto e non "importo
forfettario" per le prestazioni di riferimento;
• ridefinizione, in ribasso del 5%, degli aggi di cui ai punti Al), A2),
A3) e A4) dell'offerta economica allegata al contratto, ex art. 8
comma 8 lettoa) di 66/2014 convertito in l. 89/2014;
• tenuto conto delle difficoltà finanziarie dell 'Ente e nell'ottica di
realizzare risparmi a vantaggio della collettività, in aggiunta alla
riduzione anzidetta, si chiede di voler addivenire alla definitiva
determinazione dell'aggio di cui al punti Al) nella misura del
4,00%;
L/~
I
"
•
accettazione da parte del Comune della Vs proposta di integrazione
del progetto tecnico operativo del 3 luglio 2014, acquisita al prot.
generale dell 'Ente al n. 33219/2014, e relativa alla Tasi, che l'Ente
intende gestire in house, come più volte verbalmente manifestato;
• rinuncia da parte della Rti ad ogni eventuale qualsivoglia pretesa in
ordine all'eliminazione normativa dell 'Imu prima casa, ex art. 31
del disciplinare di gara;
• un rafforzamento degli Vs Uffici di Licata in termini di presenza di
personale front office nei periodi di maggior affluenza dell 'utenza,
soprattutto in occasione dell 'invio massivo di avvisi di
accertamento e/o atti di liquidazione di tributi di pertinenza;
• nel combinato disposto di cui ali 'art. 31 del disciplinare di gara e
dell'art. 1 comma 691 l. 147/2013, l'Ente ribadisce la volontà di
continuare ad avvalersi della Rti per tutte le attività di gestione
della Tari, fino alla scadenza naturale del contratto in oggetto; tutto
quanto sopra dovrà essere formalizzato in appositi provvedimenti
degli Organi di riferimento, opportunamente notificato alla Rti,
chiedendo comunque, nelle more, ai Vs Uffici di prendere contatti
con il Servizio Tributi per lo sviluppo delle aliquote di riferimento
alla luce del costo del servizio già comunicato dal Dirigente Servizi
Finanziari.
Il Comune, sempre di seguito all'incontro di cui sopra, rimane in
attesa anche di una Vs proposta
progettuale,
gratuita,
per
l'informatizzazione degli uffici e la formazione del personale in materia di
Sua p, rilevato che trattasi di un aspetto sul quale l'Amministrazione
Comunale intende porre maggiore attenzioni e sforzi per il rilancio socio
economico della città.
Si rimane in attesa di riscontro per il seguito di competenza, avendo la
presente nota valore di direttiva per gli Uffici Comunali per la sollecita
predisposizione di tutti gli atti di propria competenza.
Distinti saluti.
\
\
\
CITTA' di LICATA
Provincia Regionale di Agrigento
UFFICIO DI GABINETTO
MUNICIPIO DI lICA TA
UFFICIO PROTOCOLLO
Dita
---7-5-i:ti3:--2l'H~-"
Protocollo
R:(-:
;;0 Cl. ;
'u,r~
(AC)
. ~;:::::::""Dirigente
(":j,::::~> .:=_~~~~:::;:!.:~~,~~::~;
I
'V~~"l~.ui
...
Ep.c.
,._---_._-----
_/1 il 'l.(.)lnt>((I~1
p! ~
..'
d '. ,\
Llcala I,
OGG
ili, .: I
_.___
.:-T-ARl,PAGAMENTO
t;
C:cl;~J L ~:'-'l l'eli
Il DIRIGENTE.
)()14
N.----3-.f:q.-~.-3
del Dip.to S~rvizi Finanziari.
Responsabile Ufficio Tributi
AI Nucleo di Valutazione
i
SEDE
~
i
AFFIDAMENTO
, RATEAZIONI
E SCADENZE
Premesso:
• che la legge di stabilità 2014 ha istituito l'imposta unica Comunale (IUC);
• che il nuovo sistema impositivo risulta abbastanza complesso, infatti al suo
interno presenta ben tre tributi:
• lMU
• TASI (tributo servizi indtvistbtlt)
• TARI (tributi servizio rifiuti)
• che l'art. I comma 688 della L.147/2013 prevede tra l'altro che per i
versamento della Tari l'Ente stabilisca il numero e le scadenze del pagamento
del tributo;
• che nell'ambito del procedimento di rinegoziazione del contratto rep. 46/2012
stipulato con la Rti Engineering Tributi Sp.a. - Studi e Servizi alle Imprese
S.r.l., l'Amministrazione Comunale ha manifestato la volontà di continuare ad
avvalersi della Rti per tutte le attività di gestione della Tari, fino alla sdacenza
naturale del contratto, giusta nota prot. n. 35611/2014;
,_.
tf
/
/
r
• che nelle more della predtsposizione e della successiva approvazione del
regolamento TAR! e della definizione delle tariffe 2014, alfine di agevolare i
contribuenti nel versamento del predetto tributo, tenuto conto delle rigorose
esigenze di bilancio e del dettato normativo suddetto, si rende necessario una
suddivisione in rate del versamento annuale;
• che la riscossione e l'accertamento delle entrate comunali sono state affidate
in concessione alla ditta "Engineering Tributi S.p.a. - Ssi srl.;
• che l'art. lO, comma l dell'ali. "B"- Capitolato Sceciale d'appalto-prevede che
il concessionario è obbligato ad assumere attraverso specifico affidamento
dell'Ente, le eventuali nuove attività riguardanti la fiscalità locale che
dovessero sostituire in toto o inparte l'attuale normativa;
Posto quanto detto,
INVITA
la S. V; in qualità di Dirigenti del Dipartimento
predisposizione degli atti necessariper:
Servizi Finanziari al/a
a) l'affidamento in concessione, per l'anno finanziario 2014, alla società i /)
Engineering Tributi S.p.a. - Ssi srl. la gestione della TAR! , senza alcuna / v"
pretesa di compensi straordinari;
l/
b) la suddivisione del tributo in 3 rate, precisamente:
-
l° rata il 15 settembre 2014 acconto TAR! i135% della somma relativa
al/e tariffi TARSU 2013;
- 2° rata il 15 novembre 2014 acconto TAR! il 35% della somma relativa
alle tariffe TARSU 2013;
- la 3° rata, calcolata sulla base dell'importo annuo dovuto a titolo di TAR!
2014, a seguito delle tariffe definitive stabilite con apposito atto dal quale
saranno scomputati i pagamenti delle rate in acconto, entro il mese di
dicembre 2014, ovvero ad inizio 2014 nel caso di diversa scadenza stabilita
da eventuali nuove disposizioni normative;
J
J
.1\
='
'2
ENGINEERING
Concessionari della gestione riscossione e
accertamento delle entrate comunali
R'Ll. Engineering Tributi S.p.A. - Studi e Servizi alle Imprese S.r.l.
Spett./e
Assessore al Bilancio
Geom. Angelo Sambito
E p.c.
Vice Sindaco
Dott. Angelo Cambiano
Segretario Generale
Dott. Giuseppe Velia
Dirigente Servizi Finanziari
Dott. Andrea Occllipinti
Responsabile Ufflcìo Tributi
Sig.ra Amato G/useppa M. P.
/?
OGGETTO: Riscontro
entrate
tributarie
92027
nota prot, n,'35611 del 2210712014
comunali - contratto
rep. n. 4612012
LICATA
"acce:l1i1mento e riscossione
delle
r1nel:ozlazlone.
Con la presente, si comunica la presa in carico della nota in oggetto, Dall'analisi della natura e
del contenuto
delle singole richieste, si è ritenuto necessario porre all'attenzione
del nostro Ufficio
Affari Legali, con particolare riguardo alle modifiche contrattuali in essere tra lo Scrivente RTI ed il
Comune di Licata e il corrispondente
·--lw€mtuali-manGati-l'iGavi
..
impatto sulla organizzazione
_
della commessa a seguito degli
Analizzati tutti i punti oggetto della richiesta, si riportano i relatìvl esiti:
modifica
dell' art. 1 del contratto
rep. n. 4612011,: il RTI si rende disponibile
a
rivedere secondo quanto da voi richiesto;
applicazione
servizi:
del DL 66 con riduzione
di tutti gli liW:i. del 5% senza riduzione
nel rispetto delle disposizioni di legge, ai fini della riduzione degli aggi nella
misura richiesta la nostra società proporrà variazioni ai servizi attualmente
R.T.!. En81neerlnglrlbuti
S.p.A. - Studi e Servizi alle Imprese S.r.l.
Via Generale Dana Chiesa 41 920271 Ucata (AG) l TeI0922/771934
Fax 0922/776761
i
I email:
dei
[email protected]
d,lllulledl
al venerdl 9:30-13:30
in corso;
ORARI DI RICEVIMENTO
)Iunedl e glaved114,OO-16:30
J\
~ =-
ENGINEERING
Concessionari della gestione riscossione e
accertamento delle entrate comunali
R.T.I, Engineering Tributi S.p.A.- Studi e Servizi alle Imprese S.r.l.
_
ulteriore
riduzione
dell'aggio
proposta,
pur avendola
su riscossione_Qrdinaria
attentamente
valutata,
al 4%:
in quanto
decliniamo
la
comprometterebbe
la
sostenibilità economica della commessa;
_
richiesta
di attivazione
dei servizi di supporto
e IkUìW rAS! a costo zero. come da
nota prot. 00046 del 31712014: viene mantenuto immutato il progetto già presentato,
ivi inclusa la predisposizione
della banca dati. Si rappresenta
fino alla naturale scadenza contrattuale,
incontro
tecnico
per condividere
che il costo progettuale,
è pari a '€: 4S.740,OO. Rinviando ad prossimo
il modello
organizzatlvo
e definire
un crono-
programma per l'avvio dei lavori, si rimane in attesa della convocazione dell'incontro;
_
rinuncia
a rivalersi
dell'art. 31 del Disciplinare
sulla rinegoziazione
introito
dell'!MU sulla prima casa: la proposta viene accettata esclusivamente
mancato introito sull'lMU prima casa deterrninatnsi
per mancato
per il
nell'anno 2013. Resta comunque
valido l'articolo in oggetto per tutto quanto non attiene la richiesta in esame;
rafforzamento
del
front-office
nei
momentL.!1i
picco:
che il servizio offerto ai contrlbuentì
l'Amministrazione
concordando
debba essere adeguato
momenti di picco, la richiesta viene accettata e si conferma la disponibilità
addestrare
con
ai
anche ad
il vostro personale, qualora disponibile, per fronteggiare ulteriori momenti
di picco, così come già da Voi ipotizzato in sede di incontro del 17 Luglio scorso;
_
attività
in concessione
del contratto:
completamento
ordinario
relative alla gestione della .IhJl:! fino alla scadenza
naturale
nel comunicare la disponibilità alla gestione in questione, si comunica il
delle attività
del 2014, rimanendo
propedeutiche
all'emissione
degli atti per
in attesa degli appositi provvedimenti
il ruolo
degli organi
competenti e delle delibere per le relative scadenze. Si rammenta che, con nota prot. n.
39 del 28/05/2014,
RTl;
]
.
è stato trasmesso il corrispondente
verbale di capacità tecnica del
.1\
'il'l 5' ENGINEERING
Concessionari della gestione riscossione e
accertamento delle entrate comunaU
R.T.I. Engineering Tributi S.p.A.- Studi e Servizi alle Imprese S.r.l.
richiesta del SW SUAP e della relativa formazimlc del personale
fornitura
prevedere
richiesta comporta dei costi di start-up, configurazione
e gestione tali da
un apposito progetto di sviluppo. Siamo disponibili alla fornitura, a costo
zero, di software e alla corrispondente
presentazione
tutta la fase di configurazione e start-up proposta,
Cordiali Saluti.
Licata, 28/uglio 2014
i
a costo zero: la
511
di offerta tecnico/economica
base di vostra esplicita richiesta.
per
Dichiarazionesulla
L'ISTRUTTORE / o
Il Responsabile del
procedimento
IL SINDACO /
PRESIDENTE
C.C / CONSIGLIERE
(Se redatta su direttiva
politica)
Licata,lì
t'I'm
U,"".II
Amat
I
AMMISSIBILITA
Licata,1i12/08/2014
Il Restn{t~ile
014~
Pina M-'. Pia
I
.'
pro"
le
\)
,fr
del ,
ento
Amat~u/~f~~a(,M~
•
i
i~
(Paren espressi al sensi dell'art. 53 della Legge N. 142/90 e successive modifiche ed integrazioni
così come recepito dalla L.R. N. 48/91 e successive modifiche ed integrazioni):
Parere in ordine alla
REGOLARITA'
TECNICA:
Si esprime parere favorevole sulla proposta di deliberazione di cui sopra.
IL Dirigente de) Dipartimento
Licata, lì 12/08/2014
//4
Doti "x:'r.6cei1ipinti
I
Parere in ordine alla
REG0e.~~TA' CONTABILE,
ai sensi della Circolare del Ministero dell'Interno N. FL 25/99,attestante, altresì, la copertura
inanziaria e l'esatta imputazione della spesa alla pertinente partizione del bilancio e riscontrante la
capienza del relativo stanziamento:
Si esprime parere favorevole
sulla proposta di deliberazione di cui sopra.
Impegno n.
del
Il Dirigente del ~
Licata, li 12/08/2014
.
DotU/
:~
o Finanze
p ti
Composizione del 1~nSigliO Comunale
1
2
3
4
i
5
6
7
i
8
9
10
11
12
13
14
15
'46/
RIPELLINO GIUSEPPE
CARITA' FRANCESCO
CALLEA VINCENZO
PLATAMONE SAVERIO
RUSSOTTOSALVATORE
URSO AURELIA
CAlCO GIUSEPpE
GIARRATANA GIUSEPPE
frERRITO GIUSEPPE
MONTANA GIUSEPPE
frRIGLIA ANNA
ARNONE MARIANNA
MOSCATO FRANCESCO
17
18
19
20
21
22
23
24
25
, 26
27
28
29
30
DE CARO STEFANO
CALLEA VIOLETTA
Deliberata nell'adunanza del ())(loti)
(.Ì ((
ore
PERUGA GIUSEPPE
IACONA ANGELO
SCOZZARI GIUSEPPE
CAlCO ALESSIA
PICCIONELLO GAETANO
SICA VINCENZO
SAMBITO ANGELO
BURGIO GIACOMO
BONFISSUTO ANGELO
CASTIGLIONE BELINDA
D'ORSI ELIO
f.\LESCI TIZIANA
COSENTINO MARIANO
TERRANOVA ANTONIO
SORCE ILDEGARDO
..{{ r:: con delibera Nr.
f
.fa
t ;--\
\:-i'0 :':\Àì'-L: ;..:,';-c:
(..' c: c;; .:
ITo ~
"\2.-4';;
(1,'LI
P=-(L
..) "
"_:'
s.
r ,',L-c...'
")
"
1_'
1:: ~ ì.2 ICR,
IL
1---\
_j' J,{J.CQ_f;VU' -.....
<.
A.. ~ '-'-' N -:: I ;u_, ;);4 l '-'I\:4, ~ <;(
vé('~SA.!Lé""j~
.:J:..)'~(11A
l\,j
l '7 j
l/v
L,
r'l b?:i'J,t ;;
b,=:<..
F~Cé._;/v,-a
L (7,
T-1 r:':'
,l.,
I
,'ìC
7/2 o i ;,
Il,
,,r (...;(-....;
\,,;.
;,-1 a,
\ C
,2.é c,
.AL
c( .'1 ~-('C AJ -
LO
\
'''0
I()'i (Z
0("_,
\
\, .: j'.J C. /.....
(-\
t'/ ~ c' Il,.(
\:"'"
( l''
cs>
, 'C'
_~\
,"'-...J
\
MUNICIPIO DI LICATA
PROTOCOLLO
GENERALE
O 4 SU 2014 ]
N Protocollo
e'+,\..,_'\A'
_LA \ :::, l }\,
'SlcA
-v: ~-.
=;'::>~··''.-J''V
I
. C:~.:-:.,'-," ,I~"
.
-"'-.
- ':;:": -.
-
~N~Se.a
VI/V(tjl>?0
C"(l
\..0
",J
I.
(;'(I..u
2,l:.' (L;
')
/2 ,1 ;/-i
[
é_-
I
D \Lf
V
7
~(
r
,-
Trascrizione dei verbali a cura della Ditta Armando Mulè
Delibera di C.C. ,,°118 del 08/09/2014
Il Presidente
li Consigliere Anziano
Sig. Ripellino Giuseppe
Rag. Saverio Platamone
CERTIFICATO
li Segretario Generale
Doti. Giuseppe Velia
Dr PUBBLICAZIONE
Il sottoscritto Segretario Comunale, su conforme attestazione del Responsabile della
Pubblicazione,
CERTIFICA
Che copia della presente deliberazione, è stata pubblicata all'Albo On-line di
questo Comune per giorni 15 a partire dal giorno
e fino al
________
, (Registro Pubblicazione Nr.
)
Licata, Li
IL SEGRETARIO GENERALE
Il Referente della pubblicazione
Dott. Giuseppe Velia
ESECUTIVITi\' DELL'ATTO
(Art. 12, commi 1 e 2, L,R. 3 dicembre 1991,nr.44)
Ilsottoscritto
Segretario Comunale, vista la L.R. 03/12/1991, n. 44
ATTESTA
Che la presente deliberazione
D
D
D
è divenuta esecutiva il
in quanto:
È stata dichiarata immediatamente
esecutiva.
Sono decorsi 10 giorni dalla data di inizio della pubblicazione.
Sono decorsi 15 giorni + ulteriori 15 giorni di ripubblicazione.
Licata,li
_
IL SEGRETARIO GENERALE
Dott. Giuseppe Veiia
Copia conforme all'originale, in carta libera, ad uso amministrativo.
Licata,lì
_
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
5
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
1
File Size
777 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content