close

Enter

Log in using OpenID

Card over 70 confermata per il 2015 Necessario

embedDownload
VENERDÌ SCIOPERO
DI QUATTRO ORE
SULLE LINEE ROMA TPL
In via di Santa Seconda
Si sono conclusi con due giorni di anticipo gli interventi sulla rete fognaria in via di Santa Seconda, a Casalotti. Le linee di bus 028, 904SC,
905 e n20 sono tornate pertanto sui
rispettivi normali percorsi.
Aperti nuovi cantieri a Porta di Roma e sulla Casilina
A Porta di Roma, voragine sulla
corsia laterale di via Carmelo
Bene, nei pressi dell’incrocio con
via Oreste Lionello. I bus di 38, 80,
341 e 435, giunti all’altezza di via
Adolfo Celi, percorrono la corsia
centrale sino a via Oreste Lionello.
In via Casilina, invece, le linee 053,
059 e 511 potrebbero subire rallentamenti a causa di un cantiere
aperto tra via di Tor Bellamonaca e
via del Torraccio di Torrenova.
LA NOVITÀ
Venerdì 20 febbraio, il servizio
delle 77 linee di bus gestite da
Roma Tpl potrebbe risentire
dello sciopero di 4 ore indetto
dall’Usb. la protesta, dalle 10,30
alle 14,30, non interessa bus,
tram, metrò e ferrovie dell’Atac.
IN AGENDA
Card over 70 confermata per il 2015
Necessario il nuovo modello Isee
Sfilata dei Granatieri
per Don Genovese
A Repubblica i bus
Da oggi è possibile richiedere o rinnovare l’agevolazione nelle biglietterie Atac “segnano il passo”
Il Campidoglio ha confermato anche per quest’anno la tessera
“over 70”, agevolazione che consente ai cittadini romani che abbiano dai 70 anni in su e un reddito Isee non superiore ai 15mila
euro, di viaggiare gratuitamente
sulla rete Atac di bus, tram, metrò e sulle ferrovie Roma-Lido,
Termini-Giardinetti e Roma-Nord
(solo tra Flaminio e Sacrofano) e
sui bus di Roma Tpl.
Per rinnovare l’agevolazione, basta
presentarsi in una delle biglietterie Atac e compilare un modulo.
Importante: bisogna portare con sé
una dichiarazione valida e aggiornata del reddito Isee.
In questo senso, va ricordato che,
da quest’anno, l’Isee, il parametro
che misura la situazione economica di chi ha accesso ad agevolazioni come il trasporto pubblico
gratuito, si calcola in modo differente. I CAF o l’Inps sono il posto
a cui rivolgersi: rilasciano un documento, la certificazione Isee, che
poi va presentato quando si chiede la tessera over 70. Chi ha tutIN AGENDA/1
ti i requisiti e deve chiedere la tessera over 70 per la prima volta,
può andare in biglietteria, portando
l’Isee e la copia di un documento
di identità. Si compila il modulo
e si ottiene la card.
Sono undici le biglietterie Atac
presenti nelle stazioni metroferroviarie: a Battistini, Ottaviano, Lepanto e Anagnina sulla linea A;
Ponte Mammolo, Termini, Eur
Fermi, Laurentina e Conca d’Oro
IN AGENDA/2
sulla metro B/B1; al capolinea di
piazzale Flaminio della ferrovia Roma-Nord e di Porta San Paolo della Roma-Lido. Aperte dalle 7 alle
20, la domenica il servizio inizia
un’ora dopo. In caso di furto o
smarrimento, il duplicato della
tessera over 70 può essere richiesto sempre nelle biglietterie
Atac, presentando la denuncia, o
con un'autocertificazione. La spesa è di 7 euro
Una cerimonia in ricordo di Don Alberto Genovese e l’udienza generale di Papa Francesco. Sono questi i principali appuntamenti che
questa mattina potranno richiedere
temporanee modifiche alla viabilità
pubblica e privata della città.
Don Genovese sarà ricordato dal
Primo Reggimento dei Granatieri di
Sardegna, corpo da lui fondato. In
trecento sfileranno, dalle 9,45, dalla caserma Macao di viale Castro
Pretorio alla Basilica di Santa Maria degli Angeli di piazza della Repubblica. Qui si terrà una messa,
al termine della quale i militari faranno ritorno alla caserma Macao.
Tra le 9,45 e le 10,15 e poi tra le
11,45 e le 12,15,potrebbero subire brevi stop o deviazioni le linee
H, 16, 38, 40, 60, 60L, 64, 75,
82, 85, 90, 92, 170, 223, 310,
360, 492, 590, 649 e 910.
Nelle stesse ore, a San Pietro,
l’udienza generale di Papa Francesco. Possibile la chiusura di via
della Conciliazione e la deviazione
o la limitazione delle linee 40, 62
e 116
LA RAZIONALIZZAZIONE
Ultima giornata senz’auto
Lo stop è in Fascia Verde
Domenica in bici sul litorale Roma Sud, scattate le modifiche di rete a Trigoria e Roma 70
deviate la 06, 014 e la 070
Cambiati i percorsi delle linee 707, 722 e 767. Soppressa la 077
Quella in arrivo sarà l’ultima domenica ecologica dell’inverno
2015. Dalle 7,30 alle 12,30 e poi
dalle 16,30 alle 20,30, stop al
traffico privato nella Fascia Verde.
Tra le trentatré deroghe previste,
quella per: autoveicoli Euro 5 (sia
benzina che diesel); moto e scooter a 4 tempi Euro 3; ciclomotori
a 2 ruote a 4 tempi Euro 2; veicoli
a metano o Gpl; mezzi elettrici o
ibridi; auto del car sharing; veicoli con il contrassegno disabili.
Dettagli su muoversiaroma.it
Domenica, gara ciclistica sul litorale. Dalle 8,30 verrà chiusa la Colombo, in direzione Roma, tra
piazzale Cristoforo Colombo e via
del Lido di Castel Porziano. Deviate
le linee 06, 014 e 070: 06 e 070
percorreranno via Cristoforo Colombo, via Lido di Castel Porziano
e via del Canale della Lingua; la
014 verrà deviata sulla Colombo,
altezza via del Lido di Castel Porziano, per percorrere poi la complanare della Cristoforo Colombo.
Verranno soppresse sei fermate
A Trigoria e Roma 70, sono cambiati i percorsi delle linee 707,
722 e 767.
Per la 707 sono state attivate delle corse prolungate che raggiungono piazzale Dino Viola al posto
della linea 077, che è stata soppressa. Sia la 707 che la 707P
viaggiano anche nei giorni festivi,
per cui la linea 707F a partire da
questa domenica verrà disattivata
e sotituita dalla 707P fino a piazzale Dino Viola e dalla 722 nel collegamento con il campus Biome-
dico. La linea 722 (che collega la
zona di Trigoria con la stazione metro di Laurentina), è stata prolungata a via Antonino Giuffré, mentre la 767 è stata trasformata in
una circolare con capolinea a
piazzale dell’Agricoltura.
Inoltre, per velocizzare il collegamento tra l’Eur e Roma 70, la 767
non passa più in via di Grotta Perfetta, via Calderon della Barca e
viale Londra, zona già servita dalla linea 764 (piazzale Agricoltura
- viale Londra)
www.muoversiaroma.it - Trasporti&Mobilità a cura di Roma Servizi per la Mobilità. Anno XV n. 32 Reg. Trib. Roma n. 163 del 24/4/2001 - Direttore responsabile: Andrea Burli
Redazione: piazzale degli Archivi, 40 - 00144 Roma. Tel: 06.46952080. Fax 06.46957839. E-mail: [email protected] Mercoledì 18 febbraio 2015
SOSTENIBILITÀ
Vecchi pneumatici, riciclarli fa bene all’ambiente
Nel 2014 risparmiate 19 mila tonnellate di Co2
Presentati i dati nazionali: guida la Lombardia ma nel Lazio la quota di recupero è aumentata del 56,5%
Meno inquinamento grazie al riutilizzo dei veccchi pneumatici.
Anche in Italia qualcosa si muove e nel 2014 ne sono state recuperate oltre 19 mila tonnellate,
il 15,9% in più rispetto al 2013.
Questo significa un guadagno sia
per le tasche del consumatore sia
per l’ambiente. Questa speciale tipologia di rifiuto, infatti, se gestita correttamente, permette un risparmio notevole di Co2 nell’ambiente e il suo riutilizzo in altri processi produttivi.
I dati sui primi due anni di attività del Comitato di gestione dei Pfu
(Pneumatici fuori uso) sono stati
presentati ieri a Roma nella sede
dell’Aci. Le operazioni di ritiro effettuate presso gli autodemolitori dai soggetti abilitati, sono state 3.231, con un incremento del
19%. In particolare, nel 2014, il
peso medio di ogni ritiro si è attestato intorno alle 6 tonnellate, in
leggero calo rispetto al 2013
(6,21) e si è registrato anche un
decremento minimo del costo medio per ritiro pari a circa 1.600 euro. Analizzando i numeri da un
punto di vista territoriale, i livelli
più elevati di raccolta si raggiun-
Gomma, acciaio e fibre
le materie riutilizzate
gono nelle regioni più popolose e
dove ci sono più autodemolitori, in
particolare in Lombardia (2.575
tonnellate raccolte con +15,4% rispetto al 2013), Campania (2.376
tonnellate, con quasi il 9% in più)
e Lazio (2.341 con un aumento di
ben il 56,5%, la variazione più alta in Italia). Tra i benefici ambientali, il risparmio di CO2: nel
2014 l’avvio al riciclo dei Pfu ha
consentito, infatti, di evitarne
l’emissione di quasi 39.000 tonnellate.
“Il bilancio di questi due anni di
attività rappresenta una scommessa vinta - ha detto il ministro
dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, intervenendo alla presentazione dei dati –. Il corretto recupero riduce di fatto a zero la possibilità di smaltimenti illegali. Con
il riciclo si aprono nuove possibilità e nuovi mercati per il riuso delle materie prime. Questo dimostra
come la green economy italiana sia
capace di costruire sistemi complessi garantendo all’intero Paese
un’ulteriore passo avanti verso la
sostenibilità”. SIMONA INNOCENTI
ciale della Linea A della metropolitana, opera da lungo tempo attesa
e su cui molti erano pronti a scommettere che sarebbe diventata l’ennesima italica opera incompiuta,
mentre invece, nonostante le cassandre e la nostalgia di chi avrebbe
preferito ancora continuare a servirsi dell’ormai insufficiente tramvia
Termini-Cinecittà, è immediatamente diventata un asse portante e
fondamentale della mobilità romana. Nel ricordare questa data, vogliamo rendere il doveroso omaggio
a tutte le persone che, prima come
STEFER, poi come ACoTraL/CoTraL e
Met.Ro. e ora come ATAC, hanno reso e rendono possibile, con il loro lavoro, lo svolgimento quotidiano del
servizio a romani e turisti. E a queste persone, gli uomini e le donne
della metropolitana di Roma, agenti di stazione, operai, macchinisti,
personale del movimento...va il no-
stro più sentito grazie.
Come CeSMoT vogliamo approfittare della ricorrenza anche per sottolineare, con vivo rammarico, come Roma paghi un enorme ritardo in
termini di infrastrutture strategiche
per la mobilità, come le metropolitane, rispetto ad altre realtà europee, e che non solo non si cantierizzano nuove opere, come ad esempio la Metro D, ma anche quelle in
costruzione, come la Metro C, hanno registrato e registrano ritardi mostruosi rispetto ai crono-programmi iniziali. Per quanto riguarda il futuro della Metro, siamo ben lieti di
apprendere dei progetti di ammodernamento promessi dall’assessore Improta anche in vista del
possibile appuntamento olimpico
del 2024. Ma più che pensare all'automazione della linea sarebbe opportuno, a nostro giudizio, reperire
in tempi rapidi i fondi per iniziare i
Il principale componente riciclato dai Pneumatici fuori
uso è la gomma, pari a circa
il 70% in peso. Il 20% è rappresentato da metalli ferrosi,
principalmente acciaio e il
restante 10% da fibre tessili. La gomma viene avviata a
ulteriori triturazioni in impianti dedicati che producono frammenti di diverse granulometrie, adatti a diversi
reimpieghi: sottofondi stradali, pavimentazioni sportive,
pannelli fonoassorbenti, arredo urbano e così via.
Il polverino (con diametro
molto piccolo) può essere
mescolato ad asfalti e cementi, migliorandone le proprietà meccaniche. In questo
settore, il mercato italiano
stenta a decollare, soprattutto
per lo scarso impiego del polverino negli asfalti, a differenza di quanto avviene sempre più spesso all’estero.
UNA RICORRENZA SPECIALE
Lunedì 16 febbraio, ricorreva un
anniversario speciale per il trasporto pubblico romano: l’apertura
della linea A del metrò. Di seguito
pubblichiamo il ricordo di quell’evento da parte del Cento Studi Mobilità e Trasporti.
La mattina del 16 febbraio 1980, 35
anni fa, iniziava, dopo anni di interminabili lavori, il servizio commer-
progettati prolungamenti verso nord
da Battistini a Torrevecchia e verso
sud da Anagnina verso Tor Vergata.
Senza dimenticare i necessari interventi di restyling delle stazioni,
sulla falsariga di quanto già magistralmente effettuato a Manzoni e a
Termini. Tanta strada è stata percorsa, tanta strada c’è ancora da
percorrere. Intanto, Buon Compleanno Metro A! - Omar Cugini, presidente CeSMoT
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
329 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content