close

Вход

Log in using OpenID

Abb, svolta automazione a Dalmine Entro giugno via alla nuova

embedDownload
L’ECO DI BERGAMO
Economia 15
VENERDÌ 14 FEBBRAIO 2014
Abb, svolta automazione a Dalmine
Entro giugno via alla nuova sede Sace
Sale la quota di esportazione dei due poli bergamaschi che spiccano nel gruppo multinazionale
La palazzina di via Crescenzi costruita secondo i criteri della domotica e dell’efficienza energetica
che, tra l’altro, proviene proprio
dallo stabilimento di Dalmine dove è tuttora (ma lo sarà ancora per
Inunannoancora«mol- poco dopo che ha assunto nel noto difficile» a causa della crisi e vembre scorso la responsabilità di
della contrazione del mercato na- tutta Abb Italia) responsabile delzionale, Abb Italia ha reagito in- la divisione media tensione.
crementando ancora di più la già
Ma, oltre al processo di autoelevata quota di export (il 63% del mazione che ha interessato lo stafatturato), sviluppando l’automa- bilimento di Dalmine e che ieri è
zione nei suoi stabilimenti (come stato oggetto di approfondimento
accaduto con successo a Dalmine, nel corso della conferenza-stame questo ha permesso
pa, iniziata, come di
un aumento della comconsueto, con il collepetitività e una ridugamento con Zurigo
zione del costo del ladove il Ceo-amminivoro), e investendo in
stratore delegato di
quello che è già uno dei
Abb Ulrich Spiesshosuoi punti forza, cioè rifer ha illustrato al
cerca e sviluppo (il
mondo i risultati 2013
2,5% del fatturato).
di tutto il gruppo, un
Senza contare il record
gigante da 41,8 miliardi 37 brevetti depositadi di dollari di fatturato
ti (contro i 28 degli ultiMatteo Marini (+6% rispetto al 2012)
mi anni).
e con 150 mila dipenTirando le somme,
denti, l’altra notizia di
nel 2013 la filiale italiarilievo per i siti bergana del gigante elveticomaschi di Abb Italia risvedese leader nella
guarda la rinnovata setecnologia per l’energia
de Abb Sace di Bergae l’automazione ha remo in via Crescenzi
gistrato un fatturato di
(area viaBaioni) che 2.107 milioni di euro,
come ha annunciato
con una flessione delAlessandro Palin nuol’8% (e del 7% per gli orvo responsabile della
dini), giudicata coAlessandro Palin divisione bassa tensiomunque fisiologica in
ne in Italia e regione
considerazione dell’andamento mediterranea e direttore generale
del mercato interno e comunque di Sace Italia (ha preso il posto di
«mantenendo positiva la redditi- Paolo Pescali volato in Brasile covità». Stabile anche l’occupazione me responsabile della Bassa tena quota 5.857 unità.
sione in America Latina) - sarà
Lo ha spiegato ieri nel quartier inaugurata fra maggio e giugno di
generale di Sesto San Giovanni di quest’anno. Una sede costruita in
Abb Italia il nuovo country mana- base ai più moderni criteri della
ger Matteo Marini (a capo, dun- domotica , dell’efficienza energeque, oltre che della filiale italiana tica e delle tecniche antisismiche.
di Abb, anche della regione medi- Nel 2014, poi, si festeggeranno gli
terraneacomprendente20Paesi), 80 anni dalla fondazione della Sa-
DALL’INVIATO
PIERLUIGI SAURGNANI
SESTO SAN GIOVANNI
Prodotti dell’anno
Il premio è servito
alla Gio’Style
C’è anche il Giò’Style Linea
ForMe, che fa capo alla Colombo Smart
Plastic di Urgnano, tra i trenta «prodotti
dell’anno 2014» premiati da Marketing
e Innovazione Italia, società promotrice
nel nostro Paese dell’iniziativa nata in
Francia nel 1987.
In 27 anni, il premio, giunto da noi
alla nona edizione, si è sviluppato
in più di 35 Paesi al mondo, promuovendo una ricerca di mercato
sull’innovazione per numero di
individui coinvolti. Il concetto è
semplice: sono solo i consumatori
che scelgono il prodotto che, nella
sua categoria, è il più innovativo
e li ha soddisfatti di più tra una
selezione di prodotti lanciati di
recente sul mercato e iscritti al
premio. In Italia, l’indagine - svolta da Iri, che opera nelle rilevazioni quantitative nel mercato del
largo consumo confezionato -
La Gio’Style di Urgnano
coinvolge 12 mila consumatori
rappresentativi della popolazione
italiana e reclutati on-line.
Gio’Style è stato premiato per
una nuova colorata collezione di
oggetti per la cucina e la tavola in
plastica 100% riciclabile. Tra i
trenta premiati nel corso di una
cerimonia svoltasi a Milano c’è anche la Heineken Italia con stabilimento a Comun Nuovo, che, in
È in via di completamento la nuova sede Sace di via Crescenzi, vicino al vecchio polo di via Baioni. Sarà inaugurata tra maggio e giugno ZANCHI
Ricavi in lieve calo
per la filiale italiana
del colosso
elvetico-svedese
Record di brevetti
Sul 2014: «Faremo
meglio di un mercato
ancora stabile»
collaborazione con Krups, ha ideato una nuova macchina per spillare la birra a casa propria. L’innovativa macchina è stata realizzata
in Germania, ma per ora è distribuita in esclusiva sul mercato italiano.
La ricerca evidenzia anche una
crescita della sensibilità dei consumatori nei confronti dell’innovazione di prodotto, che offre qualità al giusto prezzo, per la quale si
è disposti a spendere di più se soddisfa pienamente le esigenze. I
nuovi prodotti devono inoltre rispondere al trend ambientale, ma
soprattutto semplificare la vita.
Tra le trenta aziende premiate
anche il pastificio De Cecco per
una nuova linea di grissini, cracker, taralli e pan soffice, con solo
olio extravergine di oliva, senza
coloranti, grassi idrogenati e Ogm.
Per festeggiare il riconoscimento,
la De Cecco ha tenuto un ricevimento nelle sale della Società del
Giardino, nel centro di Milano, locali gestiti dal ristorante Da Vittorio di Brusaporto. La regia è stata
curata dallo chef stellato Enrico
Cerea, che recentemente ha firmato un libro di ricette eseguite
con la pasta De Cecco. 1
Roberto Vitali
ce, avvenuta nel 1934, e sono allo
studio varie iniziative per celebrare l’importante traguardo, che saranno rese note più avanti.
«Abb continua a investire in
Italia - ha sottolineato Marini come dimostrano le acquisizioni
di Power One e Rgm, la nuova sede
Sace e l’introduzione dell’automazione a Dalmine», dove è stato applicato il processo «Dalmine Lean
Way» (sistema Toyota), che ieri è
stato illustrato nei dettagli da Fabio Golinelli e Alessandra Brega.
Nell’ambito di Abb Italia, Marini è ampiamente soddisfatto dei
due «gioielli» bergamaschi: «Dalmine, 650 dipendenti, come me-
dio voltaggio ha fatto un’ottima
performance nel 2013 e il fatturato è cresciuto di un paio di punti
percentuali mentre gli ordini si
sono mantenuti stabili anche perché alcuni grossi ordini previsti
dall’Algeria e dall’Iraq sono slittati
al 2014. Dalmine ha raggiunto traguardi di efficienza elevati, le linee
vanno a pieno ritmo e nel gruppo
mondiale Abb è una delle fabbriche più avanzate e di assoluta eccellenza. L’export è al 70% e si sta
spingendo su Asia, Nord America
e nuovi mercati. Abbiamo assunto
30 persone, metà ingegneri, e abbiamo abbiamo stabilizzato gli
operai da interinali a permanenti.
E spicca per eccellenza l’ordine
per Acea per le smart grid di Roma». Per la Sace Bergamo (media
tensione, 250 dipendenti più altri
50 a Dalmine), Palin cita, fra i mercati nel mirino,la Turchia e le
Americhe, e, soprattutto, il ruolo
svolto dai 200 ricercatori del centro ricerche, in gran parte giovani
ingegneri provenienti dalle università di tutta Italia, il cui lavoro
va a beneficio di tutto il gruppo
mondiale e non solo di Abb Italia.
Infine, sulle previsioni per il
2014 Marini non si sbilancia: «Il
mercato interno sarà ancora stabile. Noi però cercheremo di fare
meglio». 1
A NEMBRO
LA KERMESSE
GRASSOBBIO
«Il lavoro possibile»
con il coworking
Più presenze estere
a Milano Unica (+7,6%)
Fiera di Dubai
C’è anche Tesmec
IN BREVE
Terzo appuntamento, domani mattina a Nembro (ore 9,30
presso la Biblioteca civica),
per il ciclo di incontri organizzati dalla Cgil su «Il lavoro
possibile. Prendere al volo le
opportunità ai tempi della
crisi». Questa volta si parla di
coworking, cioè della condivisione dello spazio di lavoro
tra persone che svolgono attività indipendenti le une dalle
altre. La Cgil di Bergamo, nell’ambito della campagna “Con
il contratto”, ha avviato nelle
scorse settimane a Nembro
questo corso-confronto dedicato a chi sta cercando lavoro:
vengono forniti consigli e
orientamento su come redigere un curriculum, riconoscere i diversi tipi di contratto
ma anche su come cogliere le
opportunità esistenti, in tempi difficili in cui il lavoro sembra una chimera.
MIlano Unica si apre più all’estero
Chiude in bellezza Milano Unica,
Salone Italiano del Tessile, in cui
sono state presentate, a Fieramilanocity, le collezioni di tessuti
per la stagione Primavera/Estate 2015 e che ha visto la partecipazione di 398 aziende espositrici, di cui 72 di altri Paesi europei:
il Salone ha fatto registrare una
significativa crescita (+7,6%) del
numero di aziende estere che
hanno visitato gli stand.
Anche il gruppo Tesmec di
Grassobbio tra le 65 realtà
leader italiane presenti alla
fiera Middle East Electricity
di Dubai, imperdibile rendez-vous degli Emirati Arabi
Uniti rivolto agli appassionati di tecnologia, ancora più
strategico quest’anno alla luce dell’assegnazione all’Emirato dell’Expo 2010. Nell’ambito dell’importante appuntamento fieristico il gruppo
presieduto da Ambrogio
Caccia Dominioni, realtà
leader in tecnologie ecocompatibili, ha fatto la sua parte
con un ampio stand di circa
100metri quadri, dove ha
esposto uno degli ultimi gioielli della propria offerta:
una nuova macchina per la
tesatura interrata caratterizzata da una doppia funzione di argano e freno, denominata «Dual Machine».
Author
Документ
Category
Без категории
Views
1
File Size
150 Кб
Tags
1/--pages
Пожаловаться на содержимое документа