close

Enter

Log in using OpenID

2014. Insieme News numero 08

embedDownload
Cuneo
Confcooperative Cuneo
Newsletter web della Confcooperative Unione Provinciale di Cuneo • 30 aprile 2014 • Numero 8
NOTIZIE ISTITUZIONALI
Camera di commercio di Cuneo: progetto “DIGITALI PER CRESCERE”
Confcooperative Cuneo: seminario di formazione “Etichettatura Nutrizionale”
CREACOOP: Info day sulla creazione di impresa cooperativa
Fedagri Piemonte e PrimaRadio: La cooperazione agroalimentare è in onda con “RdF- ROBE DA
FEDAGRI!”
NOTIZIE DALLE COOPERATIVE - EVENTI
TerraViva – Cooperativa Agricola Buschese - al CIBUS
Euritmie, talenti speciali accedono alle arti: Stefano Musso e la Cooperativa Il Cortile alla
Giornata Mondiale dell'Autismo
WeekEnd con gusto per TerraViva
UNIONCOOP CUNEO INFORMA
A PROPOSITO DI SCADENZE…
FUORI DALLA GRANDA HANNO FATTO…
NOTIZIE ISTITUZIONALI
Camera di commercio di Cuneo: progetto “DIGITALI PER CRESCERE”
La Camera di commercio di Cuneo promuove il progetto “DIGITALI PER CRESCERE”, avviato in seguito alla
definizione di un protocollo di intesa tra Unioncamere (Unione Nazionale delle Camere di commercio d’Italia)
e Microsoft Italia.
L’iniziativa intende supportare le PMI Italiane attraverso un programma di formazione dedicato alle nuove
tecnologie, con l’obiettivo di superare il tradizionale gap tecnologico rispetto alle aziende più grandi,
creando competitività a vantaggio di tutto il Paese.
Uno dei primi risultati tangibili è la messa on line della piattaforma “digitalipercrescere.it”
(www.digitalipercrescere.it) che rappresenta un punto di riferimento per le aziende che desiderano cogliere
tutte le opportunità offerte dal digitale in maniera semplice e rapida.
Navigando sul sito www.digitalipercrescere.it/pmi è possibile conoscere le attività dei LED – Laboratori di
Esperienza Digitale veri e propri centri di innovazione – realizzati in partnership con le Università italiane dove le imprese potranno sperimentare il valore delle soluzioni Cloud per poi adottarle in azienda. I LED già
attivi sono a Torino (presso l'Istituto Superiore Mario Boella in Via Pier Carlo Boggio 61), a Napoli (presso
l’Università Federico II), a Bari (presso il Politecnico di Bari) a Milano (presso il CEFRIEL in Via Renato Fucini
2). Altre aperture sono previste a breve.
Presso queste sedi o direttamente dall'ufficio si può prendere parte a varie attività formative. Il programma
formativo è consultabile mese per mese alla pagina http://www.digitalipercrescere.it/PMI/CalendarioLED/LInziativa-LED.htm
Maggiori
informazioni
sono
presenti
sul
sito
camerale
alla
pagina
dedicata
www.cn.camcom.gov.it/Page/t04/view_html?idp=2033.
Confcooperative Cuneo: seminario di formazione “Etichettatura Nutrizionale”
Al fine di approfondire il tema dell’etichettatura alla luce della prossima entrata in vigore del Regolamento
UE 1169/2011, Confcooperative Cuneo organizza un seminario di formazione intitolato “Etichettatura
Nutrizionale” che si terrà presso la sede dell’Unione cuneese - in via Cascina Colombaro, 56 – il prossimo 13
maggio.
Il seminario è strutturato in due sessioni:
Al mattino, dalle ore 9 alle ore 12, “Presentazione del regolamento comunitario 1169/2011: nuovi
obblighi legislativi”: campo di applicazione e novità rispetto alla normativa vigente; pratiche Leali
d’informazione; obbligo della dichiarazione nutrizionale; obbligo e modalità di indicazione degli
allergeni; responsabilità dell’operatore del settore alimentare; presentazione delle indicazioni
obbligatorie;
Al pomeriggio, dalle ore 14 alle ore 1,: “Impatto sulle imprese e piano d’azione”: analisi casi pratici;
adeguamento dell’etichetta; scadenze.
Terrà la docenza il dott. Simone Baudino della Cooperativa Axinnova di Cuneo.
Per info od inscrizioni è possibile contattare l’Area Sindacale e Sviluppo Economico di Confcooperative
Cuneo
–
Ufficio
Agricoltura
nella
persona
della
dott.ssa
Omento
Evelina
mail:
[email protected] – tel. 0171/451735.
CREACOOP: Info day sulla creazione di impresa cooperativa
Lo Sportello Creazione di Impresa della Provincia di Cuneo ed il Comune di Alba hanno organizzato, martedì
29 aprile u.s., presso la Sala “Beppe Fenoglio” ad Alba – Via Vittorio Emanuele 19, “CreaCoop - Info day
sulla creazione di impresa cooperativa”, workshop organizzato in collaborazione con Confcooperative Cuneo,
Legacoop Cuneo, gli Istituti Scolastici Superiori di II grado e le Agenzie Formative del territorio albese.
L’iniziativa è stata rappresentata da testimonianze e spazi di confronto sul tema della cooperazione, di come
fare impresa cooperativa e sulle agevolazioni regionali di cui può beneficiare un impresa cooperativa ed è
rivolta a tutti coloro che hanno interesse a conoscere la forma di impresa cooperativa come opportunità di
sviluppo di un’idea imprenditoriale condivisa, di lavoro e di crescita professionale.
I lavori hanno preso avvio alle ore 9.30 con Maria Grazia Olivero, condirettore di Gazzetta d’Alba, che ha
coordinato l’incontro. Dopo i saluti istituzionali del Sindaco del Comune di Alba Maurizio Marello e del
Vicepresidente della Provincia di Cuneo Giuseppe Rossetto, è intervenuto Massimo Gallesio, Direttore di
Confcooperative Cuneo, sul tema “La cooperazione per i bisogni delle persone e del territorio”; Federica
Martino, referente Settore Credito, Finanza e Progetti di Sistema di Confcooperative Cuneo ha trattato “Le
agevolazioni regionali alle imprese cooperative” e Tiziana Altina, Operatrice dello Sportello provinciale alla
Creazione di Impresa ha presentato “I servizi consulenziali dello sportello”. La mattinata si è conclusa con
testimonianze delle imprese cooperative del territorio che rappresentano esperienze di successo nei diversi
settori di attività.
1
Fedagri Piemonte e PrimaRadio: La cooperazione agroalimentare è in onda con “RdF- ROBE DA
FEDAGRI!”
Fedagri Piemonte, la Federazione che rappresenta 250 cooperative agroalimentari piemontesi di
Confcooperative, con oltre 21 mila aziende agricole, promuove in vario modo la vasta gamma dei prodotti
tipici, tracciabili e di qualità delle proprie aderenti.
Dopo la serie di trasmissioni andate in onda su Telecupole, televisione cuneese largamente seguita nella
regione, è ora la volta di PrimaRadio, emittente radiofonica di proprietà salesiana, a diffusione regionale,
che ospiterà una serie di puntate dedicate alle Cooperative agroalimentari di Fedagri Piemonte attraverso
uno spazio radiofonico dedicato ed esclusivo intitolato “RdF – ROBE DA FEDAGRI!”.
Un prodotto e la rispettiva cooperativa di produzione saranno al centro di ciascuna trasmissione, condotta
dalla giornalista Renata Cantamessa, in onda ogni domenica, dalle ore 13 alle 14, a partire dal 4 maggio.
Volta per volta si alterneranno ospiti che faranno entrare il pubblico in ascolto nel mondo delle produzioni
cooperative, dal lattiero caseario al vitivinicolo, dall’ortofrutta al cerealicolo. Attorno al “food cooperativo”
turneranno poi diverse voci ospiti, da figure istituzionali legate a Fedagri Piemonte, fino ad esperti di storia,
cultura, salute, ricette per “nutrire” il pubblico in ascolto di storie, informazioni e curiosità.
“La passione per la Terra e le sue produzioni contraddistingue il lavoro di Fedagri e delle sue cooperative,
attente alla sostenibilità ambientale ed economica, e orientate a soddisfare la domanda del consumatore più
esigente e sensibile – afferma Tommaso Mario Abrate, Presidente di Fedagri Piemonte - Si tratta di una
nuova ed originale opportunità promozionale per le nostre associate, completamente gratuita e declinabile
su diversi mezzi di comunicazione, occasione che darà risalto alle nostre realtà e peculiarità agricole del
territorio piemontese”.
A completamento del programma radiofonico, sarà curata una fanpage su Facebook, con l’obiettivo di
diffondere
al
massimo
i
contenuti
di
ogni
puntata
attraverso
la
rete:
https://www.facebook.com/pages/Robe-da-Fedagri/620482398028901
NOTIZIE DALLE COOPERATIVE - EVENTI
TerraViva – Cooperativa Agricola Buschese - al CIBUS
Dal 5 al 8 maggio 2014 presso il centro fieristico di Parma si terrà il 17°
Salone Internazionale dell’Alimentazione, l’evento di riferimento
dell’agroalimentare italiano più comunemente conosciuto come CIBUS.
Con la collettiva piemontese patrocinata da Unioncamere Piemonte ci
sarà anche TerraViva - Cooperativa Agricola Buschese con la carne
bovina di razza piemontese confezionata, etichettata e garantita dal
Consorzio Coalvi e molti prodotti tipici del cuneese. In modo particolare
l’azienda buschese promuoverà il proprio portale e-commerce sviluppato per estendere la vendita al
dettaglio dei propri prodotti. Il sito www.terraviva.coop costituisce un canale commerciale molto importante
che negli ultimi anni ha permesso alla cooperativa di raggiungere i clienti, secondo il canone dal produttore
al consumatore, al di fuori del territorio regionale. A CIBUS, TerraViva presenterà anche il nuovo catalogo
prodotti illustrato che da qualche settimana è usufruibile ed è stato creato per venire incontro alle esigenze
dei clienti meno avvezzi agli acquisti on-line.
Lo spazio espositivo di TerraViva è situato presso il Padiglione 7 all’isola espositiva H 006 stand 26.
Il CIBUS rappresenta l’evento di riferimento dell’agroalimentare italiano, una grande vetrina di visibilità
internazionale con convegni e tavole rotonde su temi di attualità in ambito Food and Retail e sarà
sicuramente l’occasione per far conoscere i prodotti della cooperativa ad un pubblico più ampio del dettaglio
tradizionale.
Euritmie, talenti speciali accedono alle arti: Stefano Musso e la Cooperativa Il Cortile alla
Giornata Mondiale dell'Autismo
Ha avuto luogo dal 2 al 12 aprile u.s. a Verona, in occasione della Giornata mondiale dell’Autismo,
un’iniziativa originale che ha inteso promuovere il dibattito sulle abilità latenti e celate dei soggetti autistici.
E’ noto come essi presentino notevoli predisposizioni a sviluppare interessi specifici ed attitudini settoriali in
vari ambiti della cultura, della scienza e così pure dell’arte.
L’iniziativa Euritmie ha voluto stabilire un contatto tra mondi erroneamente considerati lontani, sia per la
caratteristica escludente della patologia autistica, sia per la miopia ed il conformismo della società: gli artisti
ed il pubblico, i pazienti ed i “sani”. Si tratta di persone fuori standard, libere da filtri e, in virtù di questo,
capaci di interpretare il reale con sguardo altro, irriverente, artistico nell’accezione più contemporanea del
termine.
2
La prima edizione di questa importante iniziativa è stata ospitata nella prestigiosa sede del Museo di
Castelvecchio a Verona e le opere pittoriche esposte erano degli artisti Lisa Binato, Lisa Perini e Stefano
Musso. A presentare ed illustrare l’esperienza del laboratorio di ArteTerapia della Cooperativa Sociale Il
Cortile frequentato da Stefano Musso dal 2005 erano presenti l’Educatrice Professionale Erica Moscon e
Roberta Rossi.
I promotori e gli organizzatori hanno apprezzato molto l’originale e
costante percorso che la Cooperativa, aderente a Confcooperative Cuneo,
ha sviluppato in questi anni e molto gradita è stata la visita di Stefano e
della sua famiglia alla Mostra.
Stefano Musso aveva partecipato all’Esposizione Internazionale d’Arte per
Persone con Autismo svoltasi a Budapest nel settembre dello scorso anno,
classificandosi 2° tra i partecipanti di 88 Paesi. Erica Moscon ha illustrato il
metodo AmorevoleArte – ideato dalla pittrice e insegnante Simonetta
Ellena – grazie al quale i partecipanti al laboratorio riescono a trovare un
canale di espressione emotiva, comunicativa e sociale.
WeekEnd con gusto per TerraViva
L’evento “40 anni con gusto” ha caratterizzato l’ultimo fine settimana di aprile della Cooperativa Agricola
Buschese, aderente a Confcooperative Cuneo.
L’azienda, leader del territorio nella promozione della carne bovina di razza piemontese e di tutti i prodotti
tipici della nostra terra, ha celebrato i 40 anni di attività con una due giorni di porte aperte che ha visto una
grande partecipazione di pubblico.
Nel pomeriggio di sabato 26 aprile, durante la conferenza stampa, sono stati premiati i soci fondatori e
illustrati i nuovi progetti di TerraViva. In modo particolare è stata presentata l’iniziativa di comunicazioneinformazione “tudichetagliosei”, un percorso alla riscoperta dei tagli di carne bovina di razza piemontese
attraverso le ricette create dalla foodblogger Federica Giuliani ed è stata premiata Simona Bertolini, la
vincitrice del concorso tenutosi attraverso il social network facebook “tuchenomeglidai” - dai un nome al tuo
macellaio di fi ducia - con la partecipazione del noto vignettista Danilo Paparelli dalla cui matita è scaturito il
macellaio “Antonello l’esperto del coltello”. E’ poi entrata in scena la cena del “Gran Bollito alla Piemontese”,
e a seguire, i Trelilu che con il nuovo spettacolo “El cico-latino” hanno conquistato oltre 250 spettatori con
la loro simpatia e ilarità.
Domenica, prima del pranzo ufficiale “Gran Galà della Carne”,
l’azienda cooperativa si è riunita in assemblea per il rinnovo
del consiglio di amministrazione che ha visto la riconferma del
presidente Angelo Rosso e la nomina ad amministratori per il
triennio 2014-2017. A guidare l’azienda saranno oltre al
presidente Rosso, Aldo Dutto di S.Pietro del Gallo di Cuneo
(vicepresidente), Bruno Pellegrino di Boves, Valerio Panero di
S.Pietro del Gallo di Cuneo, Ezio Colombano di Tarantasca,
Enrico Rosso di Castelletto di Busca, e Ivano Provenzale di
Tetto Croce di Cuneo. Nel pomeriggio, si è poi dato il via alle
danze con la musica occitana dei “Lou Janavel” e la coreografia
del gruppo folkloristico “La Malinteisa”.
“Terra Viva ha raggiunto un importante traguardo. – dice il presidente della C.A.B., Angelo Rosso – Era
doveroso ricordare coloro che con coraggio negli anni bui della zootecnia avevano scelto il sistema
cooperativo per affrontare le difficoltà del mercato. TerraViva ha saputo creare economia e posti di lavoro e
possiamo affermare che oggi rappresenta una solida realtà locale. Da quarant’anni la nostra azienda punta
sulla qualità e sulla genuinità, con lo sviluppo della vendita al dettaglio attraverso i dieci punti vendita e con
i nuovi mezzi di comunicazione e la innovativa vendita attraverso la rete internet con il portale e-commerce
www.terraviva.coop sta raggiungendo con i prodotti del territorio cuneese tutto il territorio nazionale e
europeo”.
La filosofia che contraddistingue ancora oggi la compagine di TerraViva è sicuramente, a confermare il tema
portante dell’evento, il gusto di produrre bene, il gusto di lavorare insieme e il gusto di mangiare meglio.
UNIONCOOP CUNEO INFORMA
A PROPOSITO DI SCADENZE…
Prorogata al 30 ottobre la comunicazione beni ai soci e finanziamenti
L’Agenzia delle Entrate, con provvedimento del 16 aprile, ha modificato i termini a regime per la
presentazione della comunicazione relativa ai beni concessi in godimento ai soci e dei finanziamenti: può
3
essere effettuata entro il nuovo termine del 30 ottobre, cioè “entro il trentesimo giorno successivo al
termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in cui i beni sono stati
concessi o permangono in godimento”.
Per quanto riguarda i finanziamenti, analoga disposizione: la comunicazione deve essere effettuata entro il
trentesimo giorno successivo al termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo
d’imposta in cui i finanziamenti e le capitalizzazioni sono state ricevute”.
Il comunicato stampa evidenzia che il nuovo termine accoglie le richieste delle associazioni di categoria e
allinea di fatto le informazioni da comunicare con i dati indicati in dichiarazione: consente infatti di utilizzare
elementi che in sede di dichiarazione hanno concorso alla tassazione del reddito diverso (determinato
confrontando il minor corrispettivo pattuito ed il valore di mercato del diritto di godimento) in capo ai
soggetti che ricevono in godimento beni aziendali e determinato l’indeducibilità dei costi sostenuti dalla
cooperativa che concede i beni in godimento.
Presentazione tardiva dello spesometro
Sono decorsi i termini per la presentazione dello spesometro relativo all’anno 2013 per tutti i contribuenti,
sia che effettuino liquidazione IVA mensile che trimestrale.
Qualora non sia stata presentata la comunicazione nei termini è possibile provvedervi tardivamente e
versare le sanzioni avvalendosi del ravvedimento operoso.
La sanzione da 258 a 2065 euro prevista per l’omissione della comunicazione ovvero per la sua
effettuazione con dati incompleti o non veritieri è prevista dall’art. 21 del DL 78/2010.
Quanto al ravvedimento operoso è applicabile la disposizione di cui all’art. 13, 1° comma ultimo periodo del
D.Lgs. 472/97 che consente di regolarizzare la violazione entro 1 anno dalla scadenza originaria
beneficiando della riduzione della sanzione ad un ottavo del minimo (32 euro).
La sanzione ridotta deve essere versata con modello F24 utilizzando il codice tributo 8911.
Trattandosi di un codice tributo generico,
il pagamento non viene automaticamente agganciato
all’adempimento, quindi consigliamo di conservare la ricevuta che dovrà essere esibita all’Agenzia delle
Entrate in caso di contestazione della tardiva trasmissione dello spesometro (allegata all’istanza di
autotutela)
Segnaliamo che non è più possibile trasmettere senza applicazione di sanzioni una comunicazione
sostitutiva entro 30 giorni dalla scadenza del termine previsto per la trasmissione dei dati: tale facoltà è
stata limitata alle operazioni relative alle annualità fino al 2012.
Obbligo generalizzato di fattura elettronica anticipato al 31 marzo 2015
Con il D.L. 24.4.2014 n. 66 viene anticipato l’avvio dell’obbligo di fatturazione elettronica nei confronti dei
fornitori della Pubblica Amministrazione. La scadenza originaria del 6 giugno 2015 viene anticipata al
31.3.2015: nella “Pubblica Amministrazione” vengono incluse anche le Amministrazioni Locali (Regioni,
Province, Comuni, Comunità Montane, Unioni di Comuni, ASL, CCIAA, ecc.) che erano ancora in attesa della
pubblicazione di un apposito regolamento.
La norma prevede l’obbligo di emissione, trasmissione conservazione ed archiviazione delle fatture emesse
nei rapporti con le amministrazioni dello Stato esclusivamente in forma elettronica, mentre le
amministrazioni ed enti non possono accettare le fatture in forma cartacea né procedere al loro pagamento
sino al ricevimento del formato elettronico.
Quindi, le legge prevede due obblighi:
•
il fornitore può emettere solo fatture elettroniche
•
la Pubblica Amministrazione può ricevere solo fatture elettroniche.
Da porre particolare attenzione all’obbligo non solo di emissione, ma anche di archiviazione e conservazione
elettronica: Unioncoop si sta attivando per avere a disposizione le procedure e gli spazi di archiviazione
sostitutiva che si renderanno necessari. L’argomento sarà oggetto di una comunicazione apposita.
Ricordiamo che il 6 giugno 2014 scatterà l’obbligo per i fornitori che emettono fatture nei confronti dei
Ministeri, delle Agenzie fiscali, delle Scuole pubbliche, Enti Nazionali di Previdenza ed Assistenza sociale,
mentre a marzo 2015 scatterà l’obbligo nei confronti di tutta la pubblica amministrazione.
Ad una prima lettura questo potrebbe apparire un ulteriore adempimento burocratico, ma contiene un
vantaggio per i fornitori della P.A. in relazione all’automatico rilascio delle certificazioni dei crediti per il loro
utilizzo tramite la piattaforma elettronica (art. 7, 1° comma D:L: 35/2013), sistema che pone a carico della
P.A. obblighi di monitoraggio e di controllo che pongono i fornitori nella posizione di vedere finalmente
pagate in tempi certi le loro fatture.
Dal 30 giugno POS obbligatorio per imprese e professionisti
Dal prossimo 30.06 tutti i soggetti che effettuano le attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi,
anche professionali, hanno l’obbligo di attivare un POS per ricevere pagamenti con carte di debito.
4
Il Decreto interministeriale che ha previsto l'obbligo ha definito come carta di debito lo strumento di
pagamento che permette al suo titolare, mediante un deposito anticipato di fondi, di effettuare transazioni
presso un esercente (impresa o professionista) abilitato all'accettazione di tale carta, emessa da un istituto
di credito; in tal modo il titolare non procede al pagamento dell'acquisto attraverso un finanziamento, ma in
tempo reale mediante addebito su conto corrente.
L'obbligo di accettare pagamenti con carta di debito vale solamente per operazioni superiori a 30,00 euro e,
al momento, non è sanzionato in caso di mancato rispetto. E' possibile che con un ulteriore decreto, da
emanare entro il 26.06.2014, possano essere individuati una differente soglia minima di importo rispetto ai
30,00 euro e l'estensione degli obblighi anche ad ulteriori strumenti di pagamento elettronici utilizzabili
anche con tecnologie mobili.
Le norme in commento sono finalizzate a limitare l'uso del contante, che comporta per la collettività i
rilevanti costi dovuti alla minore tracciabilità delle operazioni (elusione della normativa fiscale e
antiriciclaggio), nonché costi anche per gli operatori economici, connessi sia alla gestione del contante sia al
rischio di essere vittima di reati. L'introduzione dell'obbligo generalizzato di accettare pagamenti tramite
carta di debito, pur riconoscendone le apprezzabili finalità, necessiterebbe di opportune modifiche per tener
conto degli inconvenienti dovuti al fatto che non sono state considerate le specificità di ciascun tipo di
attività e di chi riceve il pagamento.
Per eventuali chiarimenti: Unioncoop Cuneo – Servizio Amministrativo – Maurizia Parola – tel. 0171/451711
– e-mail: [email protected]
FUORI DALLA GRANDA HANNO FATTO…
…Fagor Ederlan, cooperativa del gruppo cooperativo basco Mondragon, ha firmato un accordo di
collaborazione con il Gruppo Ifun per l’apertura di un nuovo impianto produttivo in Cina!
Fagor produce componenti per il settore automobilistico, impiegando oltre 3mila e 600 occupati. Nel 2013
ha prodotto un fatturato di 662 milioni di euro e fatto investimenti per 42 milioni. Il Gruppo Infun è
un’azienda catalana specializzata nel design dei componenti per l’automotive. Il nuovo impianto produttivo
entrerà in produzione entro la fine di quest’anno e realizzerà componentistica per il settore automobilistico.
La collaborazione è frutto di una strategia che punta a sfruttare la dinamicità dei mercati asiatici. Nei piani
delle due imprese c’è anche l’avvio di un’altra unità produttiva con una capacità a regime di 35mila
tonnellate a partire dal 2017.
L’accordo tra le due società spagnole prevede investimenti per 30 milioni di euro in cinque anni e la
creazione a regime di 200 posti di lavoro con una capacità produttiva di 2,5 milioni di pezzi l’anno.
Per Fagor Ederian non è la prima esperienza oltre i confini iberici. La cooperativa basca ha all’attivo 18
stabilimenti tra Usa, Brasile e Corea del Sud, in parte frutto di accordi con altre imprese, in parte realizzati
contando solo sulle proprie forze.
(Fonte: sito internet www.confcooperative.it Italia Cooperativa)
Confcooperative Unione Provinciale di Cuneo
Via Cascina Colombaro, n. 56
12100 Cuneo
Cod. Fisc. 80008950042
Area Sindacale e Sviluppo Economico – Servizio Stampa
Tel 0171/451736 – Fax 0171/451734
E-mail: [email protected]
Sito Internet: http://www.cuneo.confcooperative.it
Presidente Confcooperative Cuneo
Domenico Paschetta
Direttore Generale Confcooperative Cuneo
Massimo Gallesio
Invitiamo le Cooperative associate a segnalarci gli avvenimenti che prossimamente le caratterizzano per darne
visibilità all’intero sistema Confcooperative ed ai giornali locali.
Confcooperative Cuneo gradirebbe essere citata dai mezzi di comunicazione che ricevono ed estrapolano notizie dalla
pubblicazione inviata.
5
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
546 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content