close

Enter

Log in using OpenID

capitolato lotto 1 - Comune di Pozzallo

embedDownload
Capitolato alunni diversamente abili
COMUNE DI POZZALLO
Provincia di Ragusa
SSETTORE IV- SOCIO ASSISTENZIALE E ISTRUZIONE
CAPITOLATO SPECIALE D’APPALTO
PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI IN
FAVORE DEGLI ALUNNI DISABILI
CIG Z951134C02
1
Capitolato alunni diversamente abili
INDICE

ART. 1 OGGETTO

ART. 2 DESTINATARI

ART. 3 DURATA E DECORRENZA DELL’APPALTO

ART. 4 IMPORTO PRESUNTO DELL’APPALTO

ART. 5 DEFINIZIONE E FINALITA’ DEI SERVIZI

ART. 6 PERSONALE

ART. 7 QUANTIFICAZIONE DELLE PRESTAZIONI

ART. 8 RIDUZIONE/AUMENTO DELLE ORE DI SERVIZIO

ART. 9 ORARIO DEI SERVIZI

ART. 10 OBBLIGHI DELLA COOPERATIVA

ART. 11 COMPITI DEL COMUNE

ART.12 RISPETTO DELLE NORME DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

ART. 13 CORRISPETTIVO

ART. 14 PENALITA’

ART.15 GARANZIA PROVVISORIA

ART. 16 GARANZIA FIDEIUSSORIA O DEFINITIVA

ART. 17 SPESE CONTRATTUALI

ART. 18 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO

ART. 19 DIVIETO DI SUBAPPALTO

ART. 20 CESSIONE DEL CONTRATTO E CESSIONE DEI CREDITI

ART. 21 CONTROVERSIE

ART. 22 RINVIO

ART. 23 VINCOLATIVITA’ DELLE OFFERTE
2
Capitolato alunni diversamente abili
Art.1 - OGGETTO
Il presente capitolato ha per oggetto e regola l’affidamento della gestione dei seguenti servizi in
favore degli alunni disabili frequentanti le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo
grado del Comune di Pozzallo :
- Assistenza igienico personale o Assistenza di base ;
- Assistenza all’autonomia ed alla comunicazione o Assistenza specialistica per come
previsto dall’ art. 13 comma 3 della Legge n. 104/1992 , dall’ art. 42 del D.P.R. n.
616/1977e per come specificato nella nota del MIUR n.3390 /2001
2. I servizi si svolgono in conformità a quanto stabilito nel presente capitolato.
3. I servizi vengono affidati in regime di appalto.
Art.2 - DESTINATARI
Sono destinatari dei servizi di cui al presente capitolato gli alunni diversamente abili frequentanti le scuole
materne , elementari e medie presenti nel Comune di Pozzallo, in possesso della prevista certificazione di
handicap ai sensi della legge 104/92 , e dell’espressa previsione della necessità di assistenza specialistica
nel progetto individualizzato definito PEI (Piano Educativo Individualizzato) redatto, sulla base della
valutazione dei bisogni dell’alunno, dalla Unità multidisciplinare dell’ASP e tenendo conto delle
proposte avanzate dal GLH d’Istituto presente in ogni singola scuola
Art.3 - DURATA E DECORRENZA DELL’APPALTO
1.
L’affidamento dei servizi oggetto del presente capitolato avrà inizio presumibilmente il
03/11/2014 o data successiva qualora , entro tale termine, non sia conclusa la relativa procedura
di affidamento e avrà termine al 23 dicembre 2014.
2. I servizi di cui al presente capitolato avranno svolgimento in concomitanza con il regolare
svolgimento delle attività scolastiche.
3. Nel caso in cui, alla scadenza del termine contrattuale, di cui al comma 1, il Comune non avesse
perfezionata o conclusa la procedura di gara per il nuovo affidamento del servizio medesimo, al
fine di garantire la continuità dei servizi in oggetto e di evitare disagi agli utenti, l’affidatario
sarà tenuto, su richiesta insindacabile del Comune stesso, alla prosecuzione dello svolgimento
del servizio senza soluzione di continuità, alle condizioni del contratto in atto, per il periodo di
tempo necessario a provvedere al nuovo affidamento .
Art. 4 -IMPORTO PRESUNTO DELL' APPALTO
1. I servizi di cui al presente capitolato prevedono indicativamente un monte ore complessivo
pari a 2460, riferite a tipologie di intervento in cui lo stesso è articolato e all’intero periodo di
affidamento previsto
2. L’importo presuntivo dell’appalto , per tutta la durata dello stesso , rapportato al predetto
monte ore complessivo, calcolato sulla base del costo orario e del monte ore assegnato ai
profili professionali richiesti e a tutti gli oneri previsti, viene fissato in complessivi €
16.031,74, IVA compresa, così distinto:
 € 14.013,76 costo del personale, non soggetto a ribasso;
 €
1.401,38 spese generali di gestione soggetti a ribasso;
 €
616,61, per Iva al 4%, se dovuta
3
Capitolato alunni diversamente abili
Il superiore importo risulta dettagliatamente desunto ed indicato nel seguente
prospetto
Servizi in favore degli alunni diversamente abili
Tipologia di intervento Figure professionali
Monte
ore Costo orario
complessivo
Assistenza di base
OSA cat. B1
352
€ 15,10
Assistenza
specialistica
Educatore spec. –
cat. E2
Assistente
alla
comunicazionecat. D1
Totale ore
Costo del personale
Spese generali di gestione 10%
Totale costo servizio, iva esclusa
Iva 4%
Totale complessivo
Totale costo
€ 5.315,20
156
€ 21,18
€ 3.304,08
312
€ 17,29
€ 5.394,48
820
€ 14.013,76
€ 1.401,38
€ 15.415,14
€ 616,61
€ 16.031,74
ART. 5 - DEFINIZIONE E FINALITÀ DEI SERVIZI
I servizi di cui al presente capitolato prevedono le seguenti prestazioni :
 Assistenza igienico personale in favore degli alunni disabili frequentanti la scuola
o
assistenza di base
 Assistenza all’autonomia ed alla comunicazione o assistenza specialistica
e sono finalizzati a garantire all’alunno disabile il diritto allo studio ed alla integrazione scolastica
nel rispetto delle normative vigenti in materia. Essi si diversificano per i compiti e le funzioni
attribuite e segnatamente:
1. Assistenza igienico personale in favore degli alunni disabili frequentanti la scuola o
assistenza di base
Le prestazioni saranno rese nelle singole istituzioni scolastiche elusivamente in favore degli
alunni in condizioni di disabilità grave ai sensi dell’art.3 comma 3 della legge 104/92 e con
un rapporto di 1 operatore per ogni 4 disabili presenti nella scuola . L’ assegnazione del
personale spetta al Servizio sociale del Comune sulla base delle richieste avanzate, all’inizio
dell’anno scolastico, dai Dirigenti Scolastici.
Poiché trattasi di servizio rientrante nelle competenze dell’istituzione scolastica , le richieste
dovranno essere corredate dalla dichiarazione, resa dal dirigente scolastico , del numero dei
collaboratori scolastici presenti nell’istituto cui viene corrisposta l’indennità aggiuntiva per
lo svolgimento dei compiti di assistenza di base agli alunni disabili. Pertanto le prestazioni
professionali garantite dal Comune, per il tramite del soggetto affidatario si configurano ad
integrazione delle competenze della scuola , qualora le risorse di quest’ultima non siano in
grado di soddisfare i bisogni di assistenza necessarie . In tal senso il monte ore assegnato
all’assistenza di base, di cui al successivo art. 7, riveste carattere puramente indicativo e
verranno retribuite all’affidatario solo le prestazioni specificamente richieste dal Comune ed
effettivamente rese.
4
Capitolato alunni diversamente abili
Le prestazioni saranno svolte durante l’orario e secondo il calendario scolastico e dovranno
garantire, attraverso il personale impiegato ed in possesso di specifico titolo professionale, di
cui al successivo art.6, i seguenti interventi :
a. Vigilanza ed assistenza, aiuto alla deambulazione per i soggetti impossibilitati a
svolgere autonomamente tale funzione, durante l’accesso alle aree esterne dell’edificio
scolastico,di spostamento nei locali e all’uscita dallo stesso;
b. assistenza materiale per esigenze di particolare disagio e per le attività di cura della
persona, di ausilio nell’uso dei servizi igienici ,nella cura dell’igiene personale ,
cambio indumenti e tutte le attività di mera assistenza materiale ivi compreso l’aiuto
nella consumazione dei pasti
Il servizio potrà essere garantito anche in occasione dello svolgimento di gite didattiche o
d’istruzione, purchè non superiori ad un giorno e comunque preventivamente autorizzate dal
servizio sociale del Comune.
2. Assistenza all’autonomia ed alla comunicazione o assistenza specialistica
Il servizio ha per oggetto il secondo segmento di assistenza scolastica specialistica definita
dall’art.13 Legge 5 febbraio 1992 n. 104 quale assistenza all’autonomia e alla comunicazione agli
alunni con disabilità , finalizzato a sopperire i deficit che possano impedire la piena integrazione
scolastica ivi comprese le attività extracurricolari.
L’assistente all’autonomia ed alla comunicazione è assegnato al singolo alunno con disabilità,
in base alla valutazione delle esigenze dell’alunno da parte della UMD dell’ASP (unità
multidisciplinare) e tenendo conto delle proposte avanzate dal GLH d’istituto costituito presso ogni
singola istituzione scolastica.
Si configura come un servizio ad personam le cui modalità operative, ivi comprese le
competenze professionali necessarie , scaturiscono dalla valutazioni contenute nella Profilo di
Funzionamento della Persona ( ex diagnosi funzionale) ed indicate nel PEI ( piano educativo
individuale) redatto dagli organismi sopra indicati . Sulla base di tale documentazione la scuola
inoltra richiesta al Comune che per il tramite del personale assicurato dal soggetto affidatario di
cui all’art.6, attiva , nei limiti del monte ore a disposizione di cui all’art.7 , l’intervento specialistico
necessario .
Le attività dirette con l’alunno disabile consistono prevalentemente in interventi di mediazione della
comunicazione tra l’alunno disabile e tutte le figure che interagiscono con lui nell’ambiente
scolastico , utilizzando gli strumenti e le tecniche adeguate alla tipologia di deficit di cui è
portatore. In linea generale , fermo restando la singolarità degli interventi previsti dal PEI , le
attività dell’operatore addetto sono le seguenti :
Educative
 utilizzo di codici comunicativi alternativi
 promozione dell’autonomia personale e sociale;
 vigilanza e controllo di comportamenti aggressivi;
 sviluppo di conoscenze dello spazio, del tempo;
 sostegno alle relazioni con coetanei ed adulti;
 proposta di attività educative di piccolo gruppo per favorire la socializzazione
Riabilitative:
 sviluppo di sistemi di comunicazione verbale e non verbale;
 educazione all’uso di strumenti protesici e ausili;
5
Capitolato alunni diversamente abili
 svolgimento di programmi individuali per il controllo del comportamento;
 appoggio in attività manuali, motorie, teatrali, espressive;
In particolare per quanto riguarda l’aspetto specifico della comunicazione l’operatore svolge
una azione triplice:
o di mediazione: si pone come mediatore della comunicazione tra soggetto e mondo esterno
traducendo il messaggio;
o di sollecitazione: attua un intervento di stimolo della comunicazione autonoma da parte
del soggetto, progetta, fornisce ed educa all’uso di strumenti (codici, ausili specifici) per la
comunicazione interpersonale;
o di integrazione: promuove e sollecita occasioni relazionali del soggetto portatore di
handicap, nell’ambito della scuola in collaborazione con il corpo docente.
Rientrano ancora tra i compiti dell’assistente:
 la collaborazione con le insegnanti e altro personale della scuola per l’effettiva
partecipazione dell’alunno disabile alle attività scolastiche
 la partecipazione alle attività del GLH.
Art.6 – PERSONALE
Per i servizi di cui al presente capitolato il soggetto affidatario garantirà le seguenti figure
professionali :
A - Per le attività di assistenza igienico personale
 Operatore OSA in possesso di specifico attestato professionale e con esperienza di almeno
anni uno nell’assistenza di base agli alunni disabili .
Gli operatori dovranno attenersi ai compiti ed alle funzioni ad essi assegnati. In alcun modo le
attività svolte potranno essere sostitutive o sovrapporsi alle altre professionalità presenti nella
scuola né tantomeno essere rese all’interno della classe. Ogni diverso utilizzo , al di fuori di quanto
indicato nel presente capitolato, ricadrà nella diretta responsabilità del soggetto affidatario .In caso
di assenza dell’alunno/i disabili assistiti la cooperativa dovrà comunicare tempestivamente al
servizio sociale l’assenza che valuterà l’eventuale diverso utilizzo dell’operatore o la sospensione
del servizio .
B- Per le attività di assistenza all’autonomia ed alla comunicazione
Stante la tipologia del servizio e delle necessarie competenze specialistiche ad esso connesse
il soggetto affidatario dovrà garantire nella disponibilità del comune di Pozzallo le figure
professionali di seguito elencate ,in grado di rispondere ai diversi bisogni del disabile ed in
possesso dei requisiti per ciascuno indicate :
1.
Operatore specializzato in possesso dei seguenti requisiti professionale:
a) Laurea in Scienze dell’educazione, Laurea in Psicologia o Lauree equipollenti ,
Laurea breve in terapista della riabilitazione psichiatrica , terapista della neuro
psicomotricità dell’età evolutiva , logopedia.
b) Esperienza , di almeno anni uno, comprovata nel campo dell’assistenza
specialistica ai minori disabili , relativa alla patologia dell’alunno da assistere .
per i minori con disturbo dello spettro autistico l’operatore deve essere in
possesso di specifici
attestati formativi nelle tecniche cognitivo –
comportamentali ( ABA, PECS, TEACCH) .
2. Operatore della comunicazione :
6
Capitolato alunni diversamente abili
a) Diploma di scuola media superiore
b) Titolo professionale di As.A.Com (ASsistente Autonomia COMunicazione) ottenuto
attraverso il superamento di corsi di formazione professionale di durata biennale o
di almeno 900 ore di lezione, riconosciuti validi dall’Assessorato Regionale al
Lavoro e alla Formazione.
Le attività dell’assistente alla comunicazione sono funzionalmente distinte e non sostitutive
dell’attività didattica dell’insegnante di sostegno, della scuola, pertanto la figura
dell’assistente non è alternativa a quella dell’insegnante di sostegno, ma complementare e non
può sostituirla .
L’assistente esercita il proprio ruolo in classe, nei laboratori ed in ogni altro luogo deputato
all’attività scolastica.
4. La Cooperativa affidataria si impegna :
 ad assicurare la continuità del rapporto assistente-assistito;
 a sostituire tempestivamente il personale addetto all’assistenza temporaneamente
assente dal servizio per ferie, malattia o altra causa valida, senza alcuna interruzione
nella continuità del servizio reso e senza alcun onere per il Comune di Pozzallo;
 a sostituire l’operatore in caso di richiesta scritta da parte della famiglia dell’assistito
o del Dirigente Scolastico con comprovata e oggettiva motivazione e sentito il
parere del glh d’istituto.
5. Tutti gli operatori, nell’espletamento delle loro attività dovranno attenersi scrupolosamente
,a quanto previsto dal piano educativo individuale dell’alunno disabile . Qualsiasi difformità
d’intervento sarà contestata alla cooperativa e potrà determinare l’applicazione di penalità a
carico della stessa;
6. Il personale utilizzato deve essere di assoluta fiducia e di provata riservatezza, attenendosi
scrupolosamente al segreto d'ufficio. La cooperativa si impegna a garantire la riservatezza
delle informazioni riguardanti l’utente e la sua famiglia.
7. Gli operatori devono attenersi, inoltre, a quanto segue:
a. Il personale in servizio dovrà provvedere alla registrazione giornaliera dell’attività
svolta ed ad redigere una relazione mensile sull’andamento del servizio , dove
dovranno essere rilevate anche le eventuali criticità riscontrate ; dovranno essere
sempre disponibili e fruibili da parte del Comune di Pozzallo e per esso dall’ufficio del
servizio sociale che le potrà richiedere in qualsiasi momento ;
b. Avvertire la cooperativa e l’ufficio dei servizi sociali, dell' eventuale assenza
dell'alunno, indicando i giorni dell’eventuale assenza ed i motivi ;
c. Non apportare modifiche né all'orario di lavoro né al calendario assegnato;
d. Partecipare alle riunioni di programmazione e di verifica delle attività svolte
programmate con gli organismi scolastici preposti e con il servizio sociale del
Comune.
8. Resta escluso ogni rapporto giuridico ed amministrativo diretto tra l’Amministrazione
Comunale ed il personale impiegato dalla Cooperativa affidataria, per lo svolgimento del
servizio.
Art. 7 - QUANTIFICAZIONE DELLE PRESTAZIONI
Assistenza igienico personale nelle scuole
Il monte ore a delle prestazioni richieste per il servizio di assistenza igienico personale nelle scuole,
per l’effettivo periodo di affidamento e delle attività scolastiche è stabilito in complessive ore
352, fermo restando quanto previsto al superiore art. 5 comma 1 del presente capitolato .
7
Capitolato alunni diversamente abili
Assistenza all’autonomia ed alla comunicazione
Il monte ore a delle prestazioni richieste per il servizio di assistenza all’autonomia e alla
comunicazione per l’effettivo periodo di affidamento e delle attività scolastiche è stabilito in
complessive ore 468, di cui 156 ore assegnate agli operatori specializzati in possesso di Laurea, di
cui al superiore art.6, lett. B, sub 1 e 312 ore assegnate al personale in possesso della qualifica
professionale A.Sa.Com di cui al superiore art.6, lett.B, sub 2;
Gli interventi di assistenza potranno essere resi, pertanto, fino alla concorrenza del superiore e
complessivo monte ore .Si precisa , tuttavia, che qualora nel corso del servizio si registrasse la
necessità di un numero maggiore di prestazioni per il personale specializzato si potrà attingere al
monte ore assegnato al personale con titolo professionale, eventualmente non utilizzato, e
viceversa, adeguando conseguentemente i compensi orari previsti .
Art.8 - RIDUZIONIE/ AUMENTO DELLE ORE DI SERVIZIO
I servizi del presente capitolato vengono aggiudicati e contabilizzati a misura e poiché gli stessi
potrebbero registrare , nel periodo di durata dell’appalto e per diverse situazioni le quantità orarie
indicate all’ art. 7 , del presente capitolato, hanno puro valore indicativo e non vincolano in alcun
modo il Comune di Pozzallo a dar corso ad un numero di prestazioni predefinito, corrispondente al
monte ore indicato all’ Art. 7 . Il Comune , pertanto, garantirà e contabilizzerà, ai fini della
liquidazione del corrispettivo mensile, solo le ore effettivamente rese.
Art.9 - ORARIO DEI SERVIZI
Le prestazioni di cui al presente capitolato sono svolte, di norma, in orario diurno, nella fascia
oraria 8,30 - 13,30 e dal Lunedì al Venerdì , fatta eccezione per eventuali partecipazioni degli
operatori ad incontri di verifica e/o attività extrascolastiche con gli alunni assistiti, previa
autorizzazione del servizio sociale comunale .
Art.10 - OBBLIGHI DELLA COOPERATIVA
1. L’affidatario è tenuto a gestire i Servizi di cui al presente capitolato , nel rispetto delle
disposizioni legislative vigenti e dei regolamenti comunali di riferimento
2. Per l’espletamento dei servizi l’affidatario ha l’obbligo di:
 trasmettere, prima dell’avvio del servizio, all’Ufficio del Servizio sociale del
Comune di Pozzallo l’elenco nominativo dei lavoratori impiegati per ciascuna
tipologia di intervento corredato dei titoli professionali richiesti dal presente
capitolato e copia dei contratti di assunzione di ciascuno di essi ; tale procedura
dovrà essere effettuata ogni qualvolta si verifichino sostituzioni definitive di
personale;
 garantire l'immediata sostituzione dei propri operatori assenti per qualsiasi motivo,
con altri operatori in possesso degli stessi requisiti tecnici e di professionalità.
Della sostituzione, della sua presumibile durata, del nome dell’operatore supplente,
dovrà essere data tempestiva informazione all’Ufficio
del servizio sociale
competente;
 rispettare il CCNL di categoria, applicare i trattamenti
normativi,previdenziali ed
assicurativi del settore e degli eventuali contratti integrativi
 presentare mensilmente , al Comune di Pozzallo l’attestazione dell’avvenuto
versamento dei contributi previdenziali ed assicurativi relativi agli addetti al servizio.
 Produrre copia del modello F24 con espresso riferimento al personale impiegato
3. Per un ottimale espletamento del servizio dovrà garantire a proprio carico , un coordinatore
referente per i servizi oggetto del presente capitolato in possesso di laurea in Scienze
dell’educazione o psicologia con i seguenti compiti:
8
Capitolato alunni diversamente abili
 Predisporre i programmi mensili attenendosi alle indicazioni contenute nei piani
individuali d’intervento, predisposti per l’alunnno e verificare che tutta l’attività sia
svolta nel rispetto del PEI.
 Curare la comunicazione con la scuola e le famiglie
 Redigere una relazione mensile sull’andamento del servizio e delle attività svolte
dagli operatori di cui al successivo punto 6;
 Garantire la continuità del servizio provvedendo alla sostituzione del personale
assente;
 Sviluppare un regolare scambio di informazioni con l’Ufficio Servizi Sociali e con la
scuola, per quanto attiene l'andamento del servizio anche tramite incontri periodici
con gli operatori del Comune.
 Provvedere alla gestione dei dati informativi.
Il nominativo del coordinatore dovrà essere comunicato all’atto dell’affidamento del servizio ;
4. Tutte le modifiche organizzative dell'Aggiudicataria che implicano cambiamenti
nell’erogazione del servizio, dovranno essere concordate con il Comune.
5. L’ affidatario è tenuto a redigere mensilmente un rapporto-scheda dettagliato contenente le
ore di intervento realizzate sul singolo utente e una scheda dettagliata per ogni singolo
operatore sulle ore effettivamente rese. Le predette schede dovranno essere controfirmate
dal responsabile coordinatore della cooperativa e dal dirigente scolastico o persona da questi
delegata . Tali schede verranno mensilmente trasmesse al Servizio sociale del Comune di
Pozzallo unitamente alle fatture mensili ed ai foglio di presenza degli operatori .In caso di
assenza dell’alunno disabile il servizio sarà sospeso per il periodo di mancata frequenza e le
ore non effettuale non potranno essere contabilizzate dall’affidatario.
6. L’affidatario garantirà la copertura assicurativa del personale durante lo svolgimento
dell’attività professionale oggetto del presente capitolato , esonerando il Comune di Pozzallo
da ogni responsabilità. A tal fine, l’ affidatario si impegna a contrarre, prima dell’inizio del
servizio affidato in appalto e per tutta la durata contrattuale, una adeguata copertura
assicurativa compresa la responsabilità civile verso terzi con un massimale non inferiore a €
2.500.000,00 per sinistro per danni che possano derivare agli operatori o che questi possano
causare agli utenti e alle loro cose. Copia di detta polizza deve essere prodotta e consegnata
presso l’ufficio contratti entro 10 giorni dalla comunicazione dell’aggiudicazione del
servizio.
Art.11 –COMPITI DEL COMUNE
1. I servizi di cui al presente capitolato sono organizzati e coordinati sull’intero territorio
comunale dall’Ufficio dei servizi sociali, attraverso proprio personale, cui è assegnata la
titolarità dei servizi,la vigilanza ed il controllo sulla corretta esecuzione degli stessi ;
2. Spetta all’Ufficio di Servizio Sociale l’organizzazione del servizio ed in particolare:
 Ricevere le richieste avanzate dalle singole istituzioni scolastiche;
 L’individuazione dell’operatore da assegnare sulla base della documentazione
trasmessa dalla scuola ;
 Verificare l’andamento delle prestazioni e la qualità del servizio nel rispetto delle
normative , dei regolamenti comunali e delle disposizioni amministrative vigenti .
3. All’Ufficio fanno capo altresì le funzioni di valutazione sull’andamento del servizio , la
verifica periodica degli interventi con il coordinatore della cooperativa affidataria e la scuola
,la formulazione di nuove proposte ed ogni altro intervento ritenuto necessario a garantire
l’efficacia del servizio;
9
Capitolato alunni diversamente abili
4. Sul servizio svolto dall' Ente affidatario sono riconosciute al Comune ampie facoltà di
controllo in merito:
- all'adempimento puntuale e preciso dei Programmi di lavoro previsti;
- al rispetto di tutte le norme contrattuali e contributive nei confronti di soci lavoratori
e dei dipendenti;
- ad ogni ulteriore adempimento di cui agli articoli precedenti.
5. L'ufficio dei servizi sociali esaminerà i risultati raggiunti dal servizio, i piani di intervento,
la validità delle metodologie di lavoro. Eventuali proposte operative formulate dall' Ente,
sulla scorta delle valutazioni degli operatori impiegati, anche per l'approntamento di nuovi
programmi, saranno esaminate ed approvate dal servizio sociale comunale.
Art. 12 – RISPETTO DELLE NORME DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO
1. La Cooperativa affidataria, al momento della sottoscrizione del contratto, dovrà presentare:
 Autocertificazione nella quale attesta di avere adempiuto a tutti gli obblighi
previsti dalla vigente normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro,
necessari e propedeutici all’avvio del servizio oggetto di affidamento .
 Il documento di valutazione e prevenzione dei rischi sul posto di lavoro
2. La Cooperativa affidataria deve porre in essere nei confronti dei propri dipendenti tutti i
comportamenti dovuti in forza delle normative vigenti in materia di sicurezza e igiene del
lavoro e diretti alla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali.
3. La Cooperativa affidataria deve inoltre imporre al personale il rispetto della normativa di
sicurezza.
4. La Cooperativa affidataria dovrà ottemperare alle norme relative alla prevenzione degli
infortuni dotando il personale di idonei dispositivi di protezione individuale atti a garantire
la massima sicurezza in relazione ai servizi svolti e dovrà adottare tutti i procedimenti e le
cautele atti a garantire l'incolumità delle persone addette e dei terzi.
5. La Cooperativa affidataria dovrà comunicare al momento della stipula della Convenzione, il
nominativo del Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione.
6. La Cooperativa affidataria è tenuta a provvedere alla informazione e alla formazione del
personale addetto, nonché degli eventuali sostituti, sulle questioni riguardanti la sicurezza e
la salute sul luogo di lavoro. Il personale impiegato dovrà essere adeguatamente formato nel
rispetto della normativa vigente in materia di Sicurezza ed Igiene del Lavoro, Pronto
Soccorso e gestione delle emergenze.
7. Si dovrà dare evidenza dell’avvenuta formazione degli operatori oltre che dell’avvenuta
effettuazione della valutazione dei rischi correlati con le mansioni e le attività.
8. Sarà fatto obbligo della ditta aggiudicataria, su specifica richiesta della S.A., produrre tutta
la documentazione attestante l’idoneità tecnico professionale ex art. 26 D.Lgs 81/08 e s.m.i.
Art. 13 – CORRISPETTIVO
Il Comune pagherà alla cooperativa in soluzioni mensili posticipate, il corrispettivo così come
risultante dagli esiti di gara. Il corrispettivo è onnicomprensivo di ogni onere previsto a carico della
cooperativa e sarà liquidato mensilmente previa presentazione di fattura . La stessa, ai fini
dell’attestazione della regolarità del servizio da parte dell’Ufficio del Servizio sociale e della
successiva liquidazione, dovrà essere corredata dalla seguente documentazione:
- le schede di cui all’art.10 del presente capitolato controfirmata dal rappresentante della
cooperativa;
- elenco nominativo degli operatori impiegati e delle prestazioni orarie rese da
ciascuno nel
mese di riferimento , controfirmato dal responsabile della cooperativa
- dettagliata relazione sui servizi affidati relativa all’andamento degli stessi , alla tipologia
degli interventi resi nel mese di riferimento;
- Modello F24 relativo al personale impiegato .
10
Capitolato alunni diversamente abili
L’avvenuto pagamento, in ogni caso, non equivale a riconoscimento di regolarità delle prestazioni,
restando l’Amministrazione libera, in ogni tempo, entro la scadenza del contratto, di accertare
eventuali inadempienze.
Art.14 - PENALITA’
1. Il Comune, a tutela delle norme contenute nel presente capitolato, delle disposizioni di legge
si riserva la facoltà di applicare penalità, in caso di inadempienze, che potranno variare da
€ 500,00 a € 1.000,00 a seconda la gravità dell’inandempienza ed alla recidiva.
2. L’applicazione della penale sarà preceduta da specifica contestazione scritta e trasmessa
all’affidatario, con raccomandata A/R, che avrà dieci giorni di tempo per le proprie
deduzioni e giustificazioni. Trascorso tale termine, l’importo sarà detratto dalla fattura del
mese successivo o incamerato direttamente dalla cauzione, che dovrà essere ripristinata
entro 15gg.
Art.15
- GARANZIA PROVVISORIA
Le ditte partecipanti alla procedura di gara dovranno prestare, in sede di offerta, una garanzia sotto
forma di cauzione o fideiussione per un importo pari a al 2% dell’importo a base d’asta con validità
180 giorni, decorrenti dalla data di presentazione dell'offerta.
Art.16 - GARANZIA FIDEIUSSORIA
1. La Cooperativa Affidataria è obbligata a costituire una garanzia fidejussoria bancaria od
assicurativa, a titolo di cauzione definitiva, pari al 10 per cento dell’importo contrattuale.
Tale garanzia dovrà avere effetto fino alla data di scadenza del contratto
2. In caso di aggiudicazione con ribasso d’asta superiore al 10 per cento, la garanzia
fidejussoria è aumentata di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti il 10 per
cento; ove il ribasso sia superiore al 20 per cento, l’aumento è di due punti percentuali per
ogni punto di ribasso superiore al 20 per cento.
3. La garanzia fidejussoria deve essere presentata in originale alla Stazione appaltante prima
della formale sottoscrizione del contratto e la stessa dovrà prevedere espressamente la
rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia
all’eccezione di cui all’art. 1957, comma 2, del codice civile, nonché la sua operatività entro
quindici giorni a semplice richiesta della stazione appaltante.
4. La cauzione definitiva è progressivamente svincolata secondo le modalità di cui al comma 3
dell’art. 113 del D.lgs. 12/4/2006 n.163 (Codice degli appalti pubblici).
5. La garanzia copre ogni onere che potrà derivare dal mancato o inesatto adempimento degli
obblighi contrattuali, nonché a garanzia del pagamento delle penali di cui all’articolo 18
“Penalità” del presente capitolato.
6. Nel caso di inadempimento anche di una sola delle obbligazioni assunte dalla Cooperativa
affidataria e fatti salvi i maggiori diritti dell’Amministrazione, la stessa procederà
all’incameramento della cauzione suddetta, con semplice atto amministrativo.
7. La cauzione sarà restituita in seguito al completo soddisfacimento degli obblighi contrattuali
e dopo che sia stata risolta ogni eventuale contestazione.
8. Resta salvo, per l'Amministrazione, l'esperimento di ogni altra azione nel caso in cui la
cauzione risultasse insufficiente.
9. L'appaltatore potrà essere obbligato a reintegrare la cauzione di cui l'Amministrazione
avesse dovuto valersi, in tutto o in parte, durante l'esecuzione del contratto. In caso di
inadempienza, la cauzione dovrà essere reintegrata d'ufficio a spese dell'appaltatore,
prelevandone l'importo dal corrispettivo dovuto alla ditta.
Art. 17 - SPESE CONTRATTUALI
11
Capitolato alunni diversamente abili
Tutte le spese inerenti e conseguenti alla stipulazione del contratto, ivi comprese quelle di
registrazione e i diritti di segreteria, nonché le spese di bollo per gli atti relativi alla gestione e
contabilizzazione del Servizio, sono a totale carico della Cooperativa affidataria appaltatrice del
Servizio.
Art.18 - RISOLUZIONE DEL CONTRATTO
1. Il Comune si riserva la facoltà di risoluzione del contratto, a solo giudizio insindacabile
dell’Ente e con semplice comunicazione scritta, ai sensi dell’art. 1456 del C.C., nei seguenti
casi:
a) - quando l’appaltatore di fatto abbandona il servizio senza giustificato motivo;
b) - inosservanza reiterata delle disposizioni di legge, di regolamenti e degli obblighi
previsti dal presente Capitolato o delle disposizioni emanate dall’Amministrazione
Comunale inerenti il Servizio appaltato;
c) - quando l’appaltatore subappalti tutto o in parte il Servizio;
d) - qualora la Cooperativa affidataria non mantenesse, per tutta la durata del contratto, il
possesso di tutti i requisiti prescritti dalla vigente normativa e dal presente Capitolato;
e) - qualora le prestazioni non fossero rispondenti, per qualità o quantità a quanto richiesto
dal presente Capitolato, la Cooperativa affidataria sarà diffidata e, nel caso del ripetersi del
mancato rispetto delle condizioni,si procederà alla risoluzione.
2. Nel caso di risoluzione del contratto per i casi previsti dal presente articolo, l’Impresa
incorre nella perdita della cauzione, che resta incamerata dal Comune, salvo il diverso
risarcimento dei danni per l’eventuale riappalto e per tutte le altre circostanze che possono
verificarsi.
3. Nel caso di risoluzione anticipata del contratto di Appalto, sarà dato preavviso alla parte
interessata almeno due mesi prima della scadenza, con inoltro di lettera raccomandata e
ricevuta di ritorno.
Art. 19 - DIVIETO DI SUBAPPALTO
E’ fatto divieto alla Cooperativa affidataria di cedere, subappaltare, in tutto o in parte, il servizio
oggetto dell’appalto, pena l’immediata risoluzione del contratto ed il riconoscimento dei danni e
delle spese causati all’Amministrazione.
Art.20 - CESSIONE DEL CONTRATTO E CESSIONE DEI CREDITI
1. Fatto salvo quanto previsto nell’art. 116 del D.Lgs. 12/4/2006, n. 163 (Codice dei contratti
pubblici) è vietata la cessione del contratto sotto qualsiasi forma; ogni atto contrario è nullo
di diritto.
2. Ai sensi del combinato disposto dell’articolo 117 del D.Lgs. 12/4/2006, n. 163 (Codice dei
contratti pubblici) e della legge 21 febbraio 1991, n. 52, è’ ammessa la cessione dei crediti
derivanti dal contratto, da stipularsi mediante atto pubblico o scrittura privata autenticata, la
quale deve essere notificata all’amministrazione debitrice, ed a condizione che il cessionario
sia un istituto bancario o un intermediario finanziario iscritto nell’apposito Albo presso la
Banca d’Italia. Le modalità procedurali, che qui si intendono tutte richiamate, sono quelle
previste nel sopra citato art.117
Art. 21 – CONTROVERSIE
Per qualsiasi controversia che dovesse insorgere in conseguenza del contratto che verrà
stipulatotra l’Amministrazione Comunale di Pozzallo e la Ditta aggiudicataria, sarà competente
il Foro di Ragusa
Art. 22 – RINVIO
1. Per quanto non espressamente previsto dal presente capitolato, si applicano le disposizioni
in materia contenute nella normativa vigente ed in particolare con riferimento alla Legge
12
Capitolato alunni diversamente abili
sulla contabilità dello Stato e relativo regolamento, alle Leggi sanitarie e di sicurezza, di
carattere amministrativo, contabile e fiscale, oltre alle disposizioni contenute nei Codici
Civili e di Procedura Civile e nel D.lgs 163/2006 e ss.mm.ii.
2. Si applicano inoltre le leggi ed i regolamenti che potessero venire emanati nel corso del
contratto, comunque attinenti al servizio oggetto di gara.
Art.23- VINCOLATIVITÀ DELLE OFFERTE
1. La presentazione dell’offerta implica l’accettazione integrale da parte della Cooperativa
concorrente, di tutti, nessuno escluso, gli articoli del presente Capitolato e dell’Avviso pubblico.
13
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
212 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content