close

Enter

Log in using OpenID

(SDN) possono tradursi in maggiori profitti per gli operatori?

embedDownload
White paper
Le reti definite dal software (SDN) possono tradursi
in maggiori profitti per gli operatori?
Le reti definite dal software (SDN) stanno suscitando molto interesse nel settore,
principalmente come strategia per la semplificazione delle reti. Ciò avviene in un
momento in cui l'aumento della domanda, la maggiore diversità dei servizi e la
crescente complessità delle infrastrutture creano ostacoli agli operatori di rete a cui si
chiede di attivare e disattivare i servizi in tempi rapidi. La tecnologia SDN consente di
separare le funzionalità di controllo da quelle di inoltro, offrendo pertanto agli operatori
un controllo centrale del traffico di rete più flessibile e dinamico grazie alla
programmabilità della rete.
In modo complementare alla tecnologia SDN si sta sviluppando la strategia di virtualizzazione delle funzioni di rete
(NFV), che mira a separare le funzioni di rete dall'hardware sottostante, offrendo così opzioni di implementazione
ottimizzate e più flessibili e un controllo più dinamico. L'idea di potere gestire i servizi di rete con tempi di risposta
più rapidi apre a sua volta scenari molto interessanti di ottimizzazione della rete, agilità dei servizi e risparmi sulle
spese in conto capitale e operative.
Queste tecnologie aumentano i livelli di efficienza operativa e consentono pertanto di ottimizzare le reti portando a
risparmi significativi. Ma aumentano anche i ricavi? È lecito ritenere che, oltre ai risparmi, le reti programmabili
possano generare anche profitti per gli operatori? Abbiamo posto la domanda direttamente ai provider di servizi.
Uno studio condotto da Heavy Reading nel 2013 sui vantaggi potenziali della tecnologia SDN per gli operatori di
rete mostra che, subito dopo la riduzione delle spese in conto capitale e operative, tra i vantaggi essenziali vi sono
la maggiore rapidità di distribuzione e la monetizzazione dei servizi (Tabella 1).
Tabella 1.
Valutazione dei vantaggi potenziali delle tecnologie SDN
Essenziale
Importante, ma
non essenziale
Utile, ma non
importante
Non importante
Utilizzo più efficiente delle risorse
35,8%
42%
16%
3,7%
Possibilità di innovare servizi e reti
30,5%
46,3%
15,9%
2,4%
Possibilità di installare hardware di costo minore
36,6%
39%
14,6%
4,9%
Costi operativi ridotti, in particolare per la manutenzione
delle apparecchiature distribuite
41,5%
34,1%
18,3%
3,7%
Automazione/orchestrazione dei servizi con una maggiore
velocità
36,6%
39%
19,5%
3,7%
Coordinamento delle assegnazioni delle risorse del fornitore
di servizi di rete con le reti IP/MPLS e di data center
37%
38,3%
17,3%
4,9%
Nuovi servizi e monetizzazione dei servizi
39,5%
35,8%
17,3%
2,5%
Nota: elencati in ordine decrescente in base ai valori percentuali di "Essenziale" più "Importante"
Fonte: studio sugli operatori di rete Heavy Reading del 2013
© 2014 Cisco e/o i relativi affiliati. Tutti i diritti sono riservati. Il presente documento contiene informazioni pubbliche di Cisco.
Pagina 1 di 3
Open Networking Foundation (ONF) ha evidenziato alcune opportunità di monetizzazione relative all'uso della
tecnologia SDN. Queste opportunità si basano sulla capacità degli operatori di creare nuovi servizi "consentendo e
automatizzando l'associazione diretta tra raggruppamenti singoli o logici di client e applicazioni e le risorse di rete
necessarie per offrire una qualità del servizio (QoS) differenziata e misurabile". Inoltre, ONF spinge a migliorare i
servizi esistenti tramite la tecnologia SDN come un fattore che contribuisce a una maggiore monetizzazione. I
miglioramenti basati su casi d'uso specifici comprendono una creazione dei servizi più rapida, una copertura più
ampia grazie a una più facile scalabilità e la personalizzazione di massa.
Come realizzare il cambiamento verso nuovi modelli di business
Anziché cercare applicazioni e servizi con funzionalità SDN talmente innovative da consentire, tramite il loro uso e
la loro monetizzazione, di ottenere una differenziazione e un vantaggio competitivo, può essere utile per gli
operatori cercare opportunità di nuovi ricavi in altri modi. Di seguito vengono riportati alcuni esempi.
●
L'innovazione più rapida e aperta per nuove applicazioni con reti programmabili è quella a più ampio
respiro, che comprende gli operatori stessi, le aziende di terzi e persino i singoli sviluppatori. L'innovazione
di massa porta a opportunità di massa, pertanto gli operatori dovrebbero adottare standard di sviluppo
aperti e pensare alla creazione di mercati altrettanto aperti per la promozione e la vendita delle applicazioni.
Due validi esempi sono App Store di Apple e la divisione di Amazon che si occupa della pubblicazione di
libri in formati elettronici. Un ambiente di creazione dei servizi agile e aperto, atto a incoraggiare quanti più
utenti possibili a collaborare, sviluppare e commercializzare applicazioni, costituisce un approccio redditizio
importante per gli operatori.
●
Una certificazione più rapida di applicazioni e servizi è tanto una funzione delle tecnologie impiegate
quanto una strategia operativa. Gli operatori possono utilizzare funzionalità SDN e NFV a supporto della
rapida attivazione di nuove applicazioni e servizi per restare al passo con le innovazioni Web e sfruttare le
opportunità che ne derivano. Questo presuppone un cambiamento dei processi interni e rappresenta
un'altra opportunità di monetizzazione basata su processi decisionali più rapidi a complemento
dell'approccio successivo che riguarda i modelli.
●
L'innovazione dei modelli di business e la rapida introduzione di nuovi modelli di ricavi possono
cambiare radicalmente l'approccio dell'operatore alla monetizzazione dei servizi. Attualmente il modello di
ricavi dei servizi è marcatamente incentrato sugli abbonamenti e si basa sul pagamento diretto da parte dei
clienti per i servizi erogati dagli operatori. Lo sviluppo di nuovi modelli di business e di ricavi richiede tuttavia la
partecipazione di terze parti, ad esempio inserzionisti o provider di contenuti, che pagano per i servizi offerti in
cambio delle visualizzazioni degli avvisi pubblicitari o dei contenuti da parte dei clienti. L'ambiente di rete
programmabile più adatto è quello agile e pronto a recepire le esigenze dei più vari modelli di business e di
ricavi e che consenta allo stesso tempo di raccogliere, analizzare e monetizzare i dati a supporto di questi
nuovi modelli. Visto che la tecnologia è già disponibile, ora gli operatori devono dar prova di determinazione e
di volontà ad adottare nuove modalità operative. Più che un'evoluzione, si assiste a un'autentica rivoluzione
nella domanda e nella creazione di servizi da cui scaturiscono fonti di profitto non tradizionali.
●
È necessario fare buon uso dei dati analitici di rete a supporto della creazione di servizi migliori e più
redditizi e di nuovi modelli di business. I dati su clienti, rete e applicazioni, precedentemente non utilizzati a
causa dell'impossibilità di elaborare volumi di dati così ampi, possono ora essere trasformati in informazioni
utili per scoprire nuove opportunità di monetizzazione. Un'infrastruttura SDN adeguata, pertanto, oltre a
prevedere funzioni di programmabilità della rete, crea altresì un ciclo di feedback continuo, che comprende
la raccolta e l'analisi di dati per l'estrazione di informazioni utilizzabili con le politiche aziendali per
programmare la rete e generare nuovi dati.
© 2014 Cisco e/o i relativi affiliati. Tutti i diritti sono riservati. Il presente documento contiene informazioni pubbliche di Cisco.
Pagina 2 di 3
●
La creazione di applicazioni e contenuti intuitivi per gli utenti deve essere un'altra caratteristica che
contraddistingue le tecnologie SDN più valide nonché una ricaduta costante del processo di innovazione.
La continua interazione tra rete e applicazioni in un ambiente con funzionalità SDN consente agli operatori
di comprendere meglio le esigenze principali dei clienti e fornire soluzioni immediate. Focalizzandosi sul
valore per il cliente e dimostrando che un ambiente di rete resiliente può rispondere validamente alle
esigenze dei clienti, si possono realizzare nuove offerte personalizzate. I controlli tradizionali sui minuti voce
o sulla larghezza di banda utilizzata dai clienti hanno un'applicabilità limitata e sono altre analisi, quali i
modelli di utilizzo e i dati di profilo dei clienti, a fornire i dati utili per suggerire i servizi e le applicazioni che i
clienti potrebbero apprezzare. Il cambiamento verso applicazioni e contenuti intuitivi per gli utenti, basati su
un'interazione più profonda tra applicazioni, dati e clienti, è un altro strumento ingegnoso per migliorare la
monetizzazione.
SDN, NFV, API aperte, codice open source e altre tecnologie rivestono un ruolo importante nel rendere le reti degli
operatori più ricettive alle esigenze di applicazioni e servizi. Ora gli operatori possono sviluppare nuove opportunità
di monetizzazione grazie ai nuovi approcci alle strategie di business, alle priorità organizzative, alle analisi dei dati
e ad ambienti più aperti che incoraggiano l'interazione tra clienti e sviluppatori.
Cosa significa tutto ciò per un'infrastruttura SDN? Deve supportare un'ampia gamma di nuovi modelli di business e
di ricavi con informazioni pertinenti raccolte e analizzate per migliorare i servizi offerti. Con riferimento alla
monetizzazione, l'infrastruttura scelta dagli operatori deve offrire massima flessibilità nel supportare tutti i tipi di
servizi personalizzati e on-demand, anche quelli che non sono stati ancora identificati. Deve supportare un
ambiente di rapida innovazione del software che consenta l'attivazione e la disattivazione dei servizi in tempi brevi.
Infine, l'infrastruttura deve interagire con le applicazioni implementate per promuovere un cambiamento verso la
creazione di valore e maggiori opportunità di profitto.
Per ulteriori informazioni
●
Cisco® Open Network Environment per provider di servizi
●
Operator Network Monetization Through Openflow-Enabled SDN, Open Networking Foundation
●
Community Open Daylight
Stampato negli Stati Uniti
© 2014 Cisco e/o i relativi affiliati. Tutti i diritti sono riservati. Il presente documento contiene informazioni pubbliche di Cisco.
C11-731957-00
06/14
Pagina 3 di 3
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
358 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content