close

Enter

Log in using OpenID

Cronaca Rimini - Virtualnewspaper

embedDownload
NON RICEVE ALCUN CONTRIBUTO PUBBLICO EDITORIA
DIREZIONE - REDAZIONE - SEDE LEGALE E OPERATIVA - PUBBLICITA': RIMINI, Viale Laurana 1/A (cap 47921) Centralino 0541 444011
Mail di settore Redazione: [email protected] - Amministrazione: [email protected] - Pubblicità: [email protected] - Segreteria: [email protected] qnews.it
SABATO 22 MARZO 2014
ANNO 3 N. 884
SOLO IN EDICOLA IN ABBINAMENTO CON IL MESSAGGERO a1,00*
L’avvocato riminese è ai domiciliari dopo l’arresto nell’inchiesta su appalti e favori in Lombardia
De Sio: “Interrogatemi subito”
Nei guai per consulenze “pilotate”. Il suo legale: “E’ sereno”
RIMINI - Ha chiesto di esse-
re interrogato subito. E’ sereno e si dichiara innocente. L’avvocato Sergio De
Sio, è ora ai domiciliari nella sua casa di Rimini, dopo
gli arresti per appalti e favori in Lombardia.
CESPI A PAGINA 3
L’avvocato Sergio De Sio
Marocchino 38enne tenta lo stupro di una rumena, arrestato
Violentata in strada
Ma nessuno
si ferma ad aiutarla
SERVIZIO A PAGINA 4
Il capogruppo Pd Agosta difende la linea Gnassi sull’urbanistica: “Masterplan valido”
L’avvocato Gabellini accusata di estorsione
“Mattone, mercato saturo” Ricattava
“Entro l’anno approvazione del Psc, ma troppe osservazioni”
E Bruno Morandi, Gecos: “Il Comune si dia una mossa”
Rinasce lo storico
Savoia Hotel
RIMINI - “Il Masterplan è tutto
fuorché miope. E’ il primo tassello per fare convergere Psc e Piano
Strategico”. Dalla maggioranza
arriva la difesa della politica urbanistica ed è firmata dal capogruppo Pd Agosta. “Il mercato
immobiliare è saturo” dice. E su
Zerbini: “Arriveremo a una sintesi”. Ma dopo il presidente degli
industriali anche Morandi (Gecos) chiede di arrivare in fretta all’approvazione del Psc.
SERVIZI A PAGINA 5
testimone
di mafia
Ancora bagarre
E in consiglio
comunale
si discute
fino
alle 3 di notte
SERVIZIO A PAGINA 7
Dalla Regione
RIMINI - Un futuro nel segno del passato per
l’ormai ex Hotel Meridien, il lussuoso quattro
stelle della famiglia Morandi, che torna a
chiamarsi Savoia Hotel.
ROSSI A PAGINA 9
Locazi
oni
dimonolocali
per i
l peri
odo
i
nvernale
A San Leo
stato di crisi
per 90 giorni
dopo la frana
della rupe
SERVIZIO A PAGINA 15
RIMINI - Nuovi guai per l’avvocato Li-
dia Gabellini. Dopo l’accusa di peculato per aver, in qualità di amministratore di sostegno, rubato denaro ai propri
assistiti, tra cui il clochard tarantino a
cui nel 2008 giovani riminesi diedero
fuoco sulla panchina su cui dormiva,
ora l’inquietante estorsione nei confronti di una testimone di mafia che
vive sotto copertura.
SERVIZIO A PAGINA 4
2
l
SABATO 22 MARZO 2014
Cronaca
Rimini
SABATO
22 MARZO 2014
l
3
Il professionista agli arresti domiciliari chiede al gip di Milano di essere interrogato il prima possibile
Consulenze pilotate, ecco i guai di De Sio
I suoi incarichi affidati a trattativa privata e in modo considerato irregolare dall’accusa
I vertici di Infrastrutture Lombarde sfuggivano la gara pubblica per favorire i “soliti avvocati”
Secondo i dati dell’Osservatorio Prezzi e Tariffe
Acqua sempre più salata
in Regione: +4,9% nel 2013
in media 406 euro a famiglia
Rimini in controtendenza: -1,1%
RIMINI - Non accennano a diminui-
re, nemmeno in Emilia Romagna, i
rincari sulla bolletta dell’acqua. Secondo i dati dell’Osservatorio Prezzi
e Tariffe, diffusi ieri dall’Associazione Cittadinanzattiva, dal 2007 a oggi
la bolletta è quasi raddoppiata, lievitando di qualcosa come il 43,3%
(+4,9% nell’ultimo anno). In media,
nel 2013, una famiglia emiliano-romagnola ha speso ben 406 euro per
l’acqua (nel 2012 erano 388). La città più cara è risultata essere Ravenna con una bolletta che l’anno scorso ha toccato quota 460 euro di media (439 nel 2012, +4,8%). In seconda posizione, dietro la città bizantina, si è piazzata Reggio Emilia, con
una bolletta media di 448 euro a
famiglia. La più economica è invece
risultata essere Piacenza, con una
spesa media a famiglia di 335 euro.
Una vittoria di Pirro, dato che si
tratta della città dove il costo dell’acqua è aumentato di più tra il 2012 e
il 2013: +13,2%. A Bologna invece
una famiglia nel 2013 ha speso in
media 352 euro, l’8,6% in più rispetto all’anno precedente (erano 324
euro). Sulla stessa lunghezza d’onda
Modena (354 euro nel 2013, +6,6%)
e Rimini (361 euro), unico capoluogo di provincia in Emilia-Romagna
ad aver visto diminuire il costo dell’acqua (-1,1% rispetto al 2012).
Molto più salate le bollette a Forlì e
Cesena (446 euro l’anno scorso, con
aumenti tra il 3,5% e il 4,4%), Ferrara (441 euro, +4%) e Parma (422
euro, +4,7%). A livello nazionale,
una famiglia italiana ha speso in
media nel 2013 per l'acqua 333 euro.
di ADRIANO CESPI
RIMINI - Una settimana fa era al suo posto di
lavoro a palazzo di giustizia. Borsa ventiquattrore in mano, l’avvocato Sergio De Sio era in
piedi nella sala del gup ad aspettare nervosamente la decisione del giudice Sonia Pasini
sulla richiesta di rinvio a giudizio, avanzata
dal sostituto procuratore Stefano Celli, per la
Fondazione Meeting, di cui è il difensore.
Truffa ai danni dello Stato la grave accusa formulata dalla Procura di Rimini nei confronti
dell’ente legato a Comunione e Liberazione,
per aver ottenuto contributi statali per
310milioni falsificando i bilanci. Truffa ai
danni della Regione Lombardia il reato che la
Procura di Milano lo chiama a rispondere per
appalti truccati e consulenze legali pilotate.
Due vicende parallele, diverse l’una dall’altra,
che hanno però come protagonisti istituzioni
e personaggi di spicco del mondo ciellino riminese. Finiti nella rete della magistratura
per reati simili: ottenere quattrini pubblici,
secondo gli inquirenti, illegalmente. De Sio,
infatti, secondo il capo d’imputazione formulato dai pm milanesi Antonio D’Alessio, Paola Pirotta e dell'aggiunto Alfredo Robledo,
avrebbe ottenuto consulenze legali da Infrastrutture Lombarde, la società per azioni che
appalta i lavori della Regione Lombardia e
dell’Expò, in modo pilotato. Dall’indagine
svolta dal Nucleo di Polizia Tributaria della
Guardia di Finanza di Milano, sarebbe emerso che chi si occupava dell’affidamento degli
incarichi ai consulenti esterni lo avrebbe fatto
mantenendo il valore economico al di sotto
della soglia limite sopra la quale, per legge,
sarebbe dovuto scattare il bando pubblico. Il
tutto, quindi, per affidare, a trattativa privata,
L’avvocato Sergio De Sio
La solidarietà dell’onorevole Pizzolante (Ncd)
“Coraggio Sergio”
RIMINI - “La mia piena solidarietà a Sergio.
Conosco Sergio da oltre 30 anni, lo stimo e
gli voglio bene. Coraggio, sono certo che
tutto si risolverà. Un grande abbraccio a
tutta la sua famiglia”. Poche righe affidate
ad un post su Facebook da parte dell’onorevole del Ncd, Sergio Pizzolante per
esprimere solidarietà all’avvocato De Sio.
ai soliti avvocati, quattro in tutto, tra cui appunto De Sio, quegli incarichi. Per molti anni
a partire dal 2008 fino ad arrivare a giovedì
pomeriggio quando sono scattati gli arresti:
otto complessivamente tra avvocati, dirigenti
dell’Infrastrutture Lombarde e un ingegnere.
De Sio ha ottenuto i domiciliari nella sua abitazione riminese. Gravi i reati contestati che
vanno dall’associazione per delinquere, alla
turbativa d'asta, fino alla truffa alla Regione e
al falso. “De Sio è a casa tranquillo perchè sa di
non aver fatto nulla - commenta il suo legale,
l’avvocato Roberto Brancaleoni - ma nel contempo è molto arrabbiato perché non si capacita dell’accusa rivoltagli dalla Procura di Milano. Comunque, abbiamo chiesto al gip di
Milano che sia interrogato il prima possibile,
già dalla prossima settimana, per evidenziare
la sua totale estraneità ai fatti contestati”.
Sergio De Sio è un personaggio di spicco della
Rimini che conta. Napoletano ma da una vita
in Riviera, 67 anni, l’avvocato cassazionista
con studio in via Flaminia, è considerato dai
colleghi uno dei principi del foro di Rimini.
Professionista preparato, De Sio ha anche un
passato politico di un certo rilievo. Democristiano doc, di quelli vicini a Giulio Andreotti,
si è poi avvicinato agli ambienti di Comunione e Liberazione di cui è diventato anche l’avvocato. Nei primi anni 90 entrò nella stanza
dei bottoni, quella di Palazzo Garampi dove
ricoprì l’incarico di vice sindaco nella giunta
Moretti. Era l’epoca del pentapartito, ma eravamo anche alle soglie di Tangentopoli. Che
spazzò via i partiti coinvolti nella gestione
“mazzettara” del potere: Dc, Psi, Pri, Pli e
Psdi. De Sio, che rimase in Comune fino al 92,
finita quell’esperienza uscì dalla politica. Per
rientrarci qualche anno dopo quando si candidò per il Parlamento nelle liste del centrodestra berlusconiano senza essere, però, eletto. Da quel momento si dedicò anima e corpo
al lavoro che tanto ama, quello di avvocato.
Quello stesso lavoro che giovedì gli è costato
l’arresto.
Dopo il caso dell’anziana di Pennabilli a cui due sconosciuti, con una scusa, hanno rubato la collana d’oro
I consigli dell’Arma per difendersi da truffe e raggiri
RIMINI - Dopo il furto subìto ieri da un’anziana
di Pennabilli, avvicinata da un uomo e una donna che, con la scusa di proporle l’acquisto a prezzi vantaggiosi di alcuni preziosi, le hanno sottratto la collana d’oro che indossava, i carabinieri del comando provinciale ricordano ai cittadini le buone pratiche per difendersi ed evitare da
tali raggiri. La prima regola è mai fidarsi delle
apparenze, la prevenzione è la migliore difesa. I
truffatori infatti, per farsi aprire la porta e introdursi nelle abitazioni, sono soliti spacciarsi per
funzionari delle Poste, dell’Inps, o addetti di una
società di erogazione di servizi. Per questo l’Arma consiglia di non aprire agli sconosciuti e non
farli entrare in casa. In ogni caso, prima di aprire
la porta, controllare dallo spioncino e se si tratta
di una persona mai vista,aprire con la catenella
attaccata. In caso di consegna di lettere o pacchi,
farli lasciare nella cassetta della posta o sullo zerbino di casa. Prima di fare entrare una persona,
bisogna accertarsi della sua identità ed eventualmente facendo mostrare il tesserino di ricono-
scimento. Nel caso ci fossero ancora dei sospetti,
è opportuno telefonare all’ufficio di zona dell'Ente per verificare l’effettiva veridicità dei controlli. Tra gli altri consigli, non dare soldi a sconosciuti che dicono di essere funzionari di enti
pubblici o privati, diffidare dalle vendite porta a
porta e dagli acquisti molto convenienti perché
spesso si tratta di truffe o di merce rubata. Per
ogni evenienza è naturalmente possibile rivolgersi al numero di emergenza 112, a disposizione 24 ore su 24.
4
l
Cronaca Rimini
SABATO 22 MARZO 2014
L’inquietante episodio ieri notte sul lungomare di Bellariva. Arrestato lo stupratore: è un marocchino
Riminese a Pesaro
Arrestata
Tenta di violentare in strada una 24enne
nel disinteresse totale degli automobilisti
RIMINI - I carabinieri di Pe-
saro e Urbino hanno arrestato, in flagranza di reato, un
49enne di Petriano (Pesaro)
ed una 53enne di Rimini, ritenuti responsabili di tentato
furto e danneggiamento aggravati continuati, resistenza
ed oltraggio a pubblico ufficiale. La coppia, alle ore 2.30
di ieri, nei pressi di un locale
pubblico sull’Adriatica a Pesaro, sono stati sorpresi dai
carabinieri, mentre tentavano
di asportare oggetti di vario
genere dall’interno di un’autovettura, chiusa a chiave, regolarmente parcheggiata.
RIMINI - Rientra a casa dopo una notte tra-
Il marocchino arrestato
scorsa in strada. A battere il marciapiede. Si
spoglia dagli abiti sexy da prostituta per indossare quelli più dimessi e tranquilli da ragazza della porta accanto. Così, indossata la
tuta, la giovane, una rumena 24enne, scende
di nuovo in strada per recarsi, stavolta, in un
locale bar a Bellariva per mangiare qualcosa.
Fa qualche metro, telefona col cellulare ad
un’amica, ed ecco che davanti a lei compare
la sagoma di J.O., marocchino 38enne, con
precedenti per violenza sessuale. Sono le 4 di
ieri, lo straniero è ubriaco e vuole fare sesso.
Lei lo manda via. Non l’avvesse mai fatto. Lui
la prende con forza al collo e cerca di condurla verso la spiaggia, per violentarla. Lei si dimena, reagisce. Ma cade a terra sotto i colpi
dell’uomo che le sferra un pugno e un calcio.
A quel punto il marocchino comincia a palpeggiarla nelle parti intime. Davanti ad alcuni automobilisti che assistono alla scena senza intervenire. Nonostante la ragazza imprecasse il loro aiuto. Niente. il menefreghismo è
totale. Un uomo, addirittura, scende dall’auto, compra delle sigarette in un distributore
automatico, risale in macchina e se ne va. So-
lo un operaio, sceso da un furgone, prova a
bloccare il violentatore, ma senza riuscirci.
Intanto, fortuna vuole che l’amica al telefono
ascolta quelle grida disperate e, scesa in strada, s’imbatte in un’auto della polizia. La volante si fa guidare dalla ragazza, ferma alla
fermata 24 del bus, in via Portofino fino alla
26, vicino a via Brindisi. Lì i poliziotti vedono
J.O. inginocchiato sulla rumena che le tocca
le parti intime. Il marocchino viene arrestato
con l’accusa di violenza sessuale, lesioni (diversi gli ematomi riscontrati dal 118 sulla
donna) e resistenza a pubblico ufficiale.
Il legale arrestata a gennaio perché in qualità di amministratore di sostegno aveva rubato i soldi ai propri assistiti è ora accusata di estorsione
Guai su guai per l’avvocato Gabellini
La professionista è indagata per aver ricattato una testimone di mafia sotto copertura
Si fa consegnare soldi e oro per una pratica, poi minaccia di rivelare la sua identità
RIMINI - (ad.ce.) Nuovi guai per l’avvocato Lidia
Gabellini. Che di volta in volta si fanno sempre
più grossi. Passando dall’accusa di peculato per
aver, in qualità di amministratore di sostegno,
rubato denaro ai propri assistiti, tra cui il clochard tarantino a cui nel 2008 giovani riminesi
diedero fuoco sulla panchina su cui dormiva e un
giovane invalido civile al 100% (la 38enne professionista, rampolla di una nota famiglia riminese e moglie di un medico dell’ospedale Infermi, il 23 gennaio scorso finì addirittura in manette). A quella decisamente molto più grave ed
inquietante di estorsione nei confronti di una testimone di mafia. Dall'indagine della sezione di
pg dei carabinieri di Rimini, coordinata dal so-
stituto procuratore Davide Ercolani, infatti, è
emerso che la Gabellini, tuttora ai domiciliari (è
madre di una bambina di 3 anni e mezzo), nel
2012 aveva assunto l'incarico di promuovere la
causa per l'aggiornamento delle generalità di
una collaboratrice di giustizia. Dalla cliente, l'avvocato si era fatta pagare 3000 euro in contanti e,
a garanzia dei futuri pagamenti, la testimone di
mafia aveva consegnato alla Gabellini anche uno
scrigno con tutti i gioielli di famiglia. Monili in
oro e pietre preziose che la cliente avrebbe poi
riavuto indietro una volta saldata la parcella dell'avvocato. I problemi sono sorti quando la testimone di mafia si è accorta che l'avvocato Gabellini non aveva attivato alcuna pratica e che la
causa per l'aggiornamento delle generalità non
stava procedendo. L'estorsione è scattata proprio quando la cliente, chiedendo spiegazioni all'avvocato, ha preteso la restituzione degli oggetti d'oro lasciati in pegno. La Gabellini a quel punto, molto poco velatamente, ha risposto di essere
a conoscenza delle vere generalità dell'assistita e,
nel caso, di sapere a chi comunicarle, facendo
chiaro riferimento al ruolo di testimone di mafia
della donna. Passa del tempo e la donna, un mese
fa, viste le foto sui giornali dell’arresto della Gabellini e riconosciutala come il legale delle sue
pratiche, si presenta in Procura e denuncia tutto
agli inquirenti. Sulla professionista riminese
piovono, così, nuovi ed enormi guai.
Sventata rapina in un esercizio di via Trieste Operazione dei carabinieri in via Caduti di Marzabotto
Tabaccaio coraggioso
reagisce al bandito
ma si ferisce alla mano
RIMINI - Sta chiudendo la
tabaccheria quando si trova
davanti il bandito. Italiano,
con l’accento meridionale,
età compresa tra i 25 e i 30
anni, alto 1.70 circa. Il rapinatore punta il taglierino
contro il titolare dell’esercizio commerciale e chiede
l’incasso della giornata. Sono le 19 di giovedì. Nella tabaccheria, in via Trieste,
non c’è nessuno. Solo il
proprietario e il malvivente. Sono attimi di tensione.
Improvvisamente il tabaccaio si scaglia contro il bandito nel tentativo di strappargli il taglierino. Ma si ferisce ad una mano. Il rapinatore, impaurito, fugge
via, mentre l’uomo, sanguinante, avverte il 113. Sul
posto giunge una volante
della polizia, quando però il
balordo aveva già fatto perdere le tracce. Il tabaccaio,
ancora sotto choc, viene accompagnato al pronto soccorso per le cure del caso.
Strappa la catenina d’oro
dal collo di una donna
In manette lo scippatore
RIMINI - Il tempismo dell’inter-
vento di una pattuglia di motociclisti dei carabinieri è stato determinante per individuare e
bloccare un giovane macedone
incensurato resosi responsabile,
giovedi pomeriggio, in via Caduti di Marzabotto di un violento e
traumatico scippo ai danni di
una 50enne di Montefiore Conca. La donna mentre stava passeggiando è stata aggredita alle
spalle dal malintenzionato che le
ha strappato una preziosa collana d’oro dandosi alla fuga in bi-
cicletta tra le numerose automobili.
Numerosi i passanti attoniti che
hanno immediatamente contattato il 112. I carabinieri, quindi,
giunti sul posto hanno individuato lo scippatore e lo hanno
bloccato. La refurtiva è stata recuperata e restituita alla signora.
La donna, in forte stato di shock,
ha riportato un vistoso arrossamento al collo. In corso accertamenti per verificare se il malvivente sia responsabile di altri
scippi.
L’avvocato Lidia Gabellini
L’uomo stava infastidendo i clienti
Turista tedesco
ubriaco in hotel
litiga col portiere
RIMINI - Giovedì sera, i carabinieri sono in-
tervenuti all’interno di un albergo in via Paglierani, dove era stata segnalata la presenza di una persona completamente ubriaca
che presumibilmente brandiva in mano
un’arma da taglio. I militari intervenuti sul
posto hannp identificato l’uomo, un turista, cinquantacinquenne tedesco, cliente
dell’albergo, che animatamente aveva discusso con il portiere dell’hotel agitando un
mazzo di chiavi che erano state scambiate
per un’arma. Il portiere aveva ripreso il turista poiché ubriaco infastidiva i clienti.
Cronaca Rimini
SABATO 22 MARZO 2014
l
5
Il capogruppo Pd Agosta replica alle critiche del presidente degli industriali. Su Zerbini: “Troveremo la sintesi”. E Pazzaglia (Sel-Fc): “Avanti con la nuova urbanistica”
“Città bloccata perché il mercato è saturo”
“Masterplan primo tassello per far convergere Piano Strategico e Piano Strutturale
Entro l’anno l’approvazione del Psc adottato, ma pesano le 700 osservazioni”
RIMINI - Con Zerbini “c’è una differenza
di vedute e questo non mi preoccupa”.
Dopo le tirate d’orecchi del presidente
degli industriali riminesi Paolo Maggioli
e la condivisione delle argomentazioni
da parte del consigliere di maggioranza
Samuele Zerbini, sull’urbanistica interviene il capogruppo del Pd Marco Agosta. Che mette insieme le critiche e risponde anche alle bordate del coordinatore di Forza Italia Marco Lombardi.
Con ordine. “Il Masterplan è tutto
fuorché miope” attacca Agosta. “Serve
invece a guardare avanti, a programmare, a non commettere l’errore, questo sì
miope e fatale, di pensare che da questa
fase si possa uscire dicendo ‘si è sempre
fatto così’”. Quanto alla città bloccata
Agosta ricorda i tanti “piani particolareggiati istruiti ed approvati che giacciono presso gli uffici comunali perché i
privati imprenditori non si presentano a
firmare la convenzione per poter poi
procedere alla loro realizzazione. Questo
il segno tangibile e concreto che è l’oggettiva saturazione del mercato insieme
con la crisi economico finanziaria a costituire il blocco”. “Allo stesso tempo –
continua - Lombardi, e ancora meglio
Maggioli, dovrebbero sapere inoltre
quante e quali aree strategiche, di pubblico interesse, sono invece bloccate e
non possono essere interessate dai progetti di riqualificazione e quindi da cantieri e lavori a causa di ricorsi su ricorsi
che non fanno altro che aumentare l’impasse”.
Agosta indica invece quale sia la strada
sulla quale l’amministrazione Gnassi fa
bene ad insistere e azzarda anche una
modo di concepire lo sviluppo, l’urbanistica ed infine l’idea di Città. Se a questo
si aggiungono le riserve della Provincia,
si capisce come il lavoro che si sta portando avanti sia corposo e delicato, soprattutto se si vuole evitare di dover ricominciare tutto da capo e allora sì, cadere nell’impasse”. Quanto al caso Zerbini, si saprà “trovare una sintesi” con
chi ha differenti vedute. Infine Agosta
contesta anche chi parla di “immobilismo”, indicando le cose messe in campo
dall’amministrazione, dalle scuole, al
piano fogne, ai lavori per Fulgor e Galli
e quelli sulla viabilità.
A prendere le difese della maggioranza, sul tema urbanistica, è anche il capogruppo di Sel-Fc Fabio Pazzaglia. “In
questa legislatura il Psc è rimasto nei
cassetti – afferma - per il semplice fatto
che il Sindaco la pensa come noi e non
ne condivide le linee di fondo. Noi c'eravamo nel marzo 2011 quando il Psc e il
Rue vennero adottati in Consiglio; noi
Il capogruppo Pd Marco Agosta
votammo contro perchè all'interno del
Psc si prevede la realizzazzione di nuovi
tempistica. “Resto convinto, come ab- insediamenti urbani pari a 525 mila mq
biamo sempre sostenuto fin dalla cam- di superficie, compresi 5 mila nuovi appagna elettorale – aggiunge il capogrup- partamenti!”. Inoltre “ le 700 osservaziopo del Pd - che la chiave di volta in ni pervenute al PSC dai privati e le 1000
merito alla gestione del territorio fosse osservazioni pervenute al RUE sempre
quella di trovare la convergenza tra il dai privati se, per assurdo, venissero acnuovo PSC e le indicazioni del Piano colte tutte dall'Amminstrazione decreteStrategico e il Masterplan rappresenta il rebbero un incremento pazzesco di cuprimo tassello per la convergenza dei batore calcolato dagli uffici in circa 2
due strumenti che si completerà entro milioni di mq! “. Perciò, per Pazzaglia,
l’anno con l’approvazione definitiva del che ricorda che “a Rimini il mercato imPSC”. Il lavoro da fare però non è poco. mobiliare è saturo”, avanti tutta con la
Sul Psc pesano 700 osservazioni, frutto linea Gnassi: “Sull’urbanistica non si tordell’ultimo colpo di coda di un vecchio na indietro”.
Preoccupazione per la promozione turistica dopo gli annunci sulla spending review: “Un record di autolesionismo”
“Sopprimere l’Enit errore madornale”
L’assessore provinciale Galli contro l’eliminazione dell’ente che promuove il marchio Italia all’estero
RIMINI - “Che a Roma il turismo
sia praticamente da sempre agli
ultimi posti nella considerazione
di tanta classe dirigente non è una
notizia. Che però ora si tenti di
picconare in maniera contraddittoria anche le poche macerie di
quel che rimane di una parvenza
di promozione, è un salto di qualità che farebbe ridere se non ci fosse da piangere per i territori che
vivono di quel pane”. E' durissimo
l'assessore provinciale al Turismo
Fabio Galli sulla possibile soppressione dell’Enit, ovvero l’ente
che dovrebbe occuparsi della promozione del marchio Italia all’estero, prevista dalla spending review del commissario Cottarelli.
“Siamo stati spesso critici nei confronti di Enit – spiega Galli - negli
ultimi 10 anni ridotto a redigere
bilanci in cui gli stipendi per il
personale superavano il cumulo
degli investimenti in valorizzazione del turismo italiano, ma
nella logica ragionieristica di Cottarelli e del Governo c’è qualcosa
che non torna. Insieme alla soppressione dell’Enit, è prevista e ri-
chiesta a gran voce dalla pressoché totalità della politica e della
tecnica la riforma del titolo V della Costituzione per togliere alle
Regioni quella autonomia gestionale e finanziaria fraintesa in
‘sprechi’. In tale partita è ovviamente compresa la promozione
turistica, più o meno ridicolizzata
negli ultimi mesi da politica, professionisti e media. Ora, delle due
l’una: o si riaccentralizza la spesa
per l’indispensabile promozione
turistica all’estero dell’Italia (e allora perché cancellare Enit?) o si
continua ad attuare il federalismo
della promozione (e quindi perché riformare il titolo V?). Evidentemente, con la priorità di tagliare ogni cosa con impeto ragionieristico, a Roma si sta individuando una terza via: eliminare la
promozione centrale e sopprimere la promozione territoriale. Il risultato potrebbe essere il seguente: un paese che vive di turismo
che all’improvviso si trova senza
più alcun soggetto deputato a fare
promozione turistica. Un record
insomma di autolesionismo”.
Rammarico per il project affossato
Ma Morandi, Gecos:
“Non si può più
perdere tempo”
RIMINI - (F.R.) “Non possiamo più attende-
re oltre. Il Comune approvi il prima possibile il Psc in modo da sbloccare finalmente
quelle partite urbanistiche che da troppo
tempo languono senza possibilità di trovare realizzazione”. Dopo il presidente di
Confindustria Paolo Maggioli e il consigliere del Pd Samuele Zerbini anche Bruno
Morandi, patron della Gecos, il colosso riminese delle costruzioni, interviene nel dibattito in corso sull'urbanistica ferma al palo. Lo fa magari senza gli accenti polemici di
Maggioli e l'esponente della maggioranza
che sostiene la giunta Gnassi ma con tono
altrettanto perentorio. “La situazione è sotto gli occhi di tutti – si lamenta Morandi - Ci
sono tante opere che, a dispetto della crisi
economica, potrebbero partire, ma che
purtroppo non possono farlo, proprio per
via di questa situazione di incertezza che c'è
a Rimini a livello di strumenti che disciplinano la materia urbanistica. Inutile dire che
ciò rappresenta un danno enorme per tutte
le aziende del comparto. Ecco perchè l'amministrazione deve finalmente accelerare e
dare finalmente alla città il Psc che aspetta.
Un Psc che consenta appunto di far ripartire un settore davvero allo stremo”. Zerbini
e Maggioli erano stati come noto ancora
più espliciti e polemici con il Comune parlando di un “territorio vittima del Masterplan voluto dal sindaco”. Allusione a quella
politica dello stop al mattone tanto cara appunto a Gnassi che di fatto secondo i due –
ma la posizione, assicura l'ex assessore all'Istruzione nella giunta Ravaglioli, è condivisa anche da tanti altri consiglieri democratici - sta paralizzando la città, contribuendo
in maniera decisiva alla crisi drammatica
dell'edilizia. A proposito di opere urbanistiche che non hanno visto la luce non poteva poi mancare da parte del leader della Gecos un riferimento al progetto, tra le vittime
illustri e in questo caso definitive del nuovo
corso inaugurato da Gnassi nel 2011, a suo
tempo presentato per la riqualificazione del
lungomare. Quello per intenderci con la famosa torre in stile felliniano che sarebbe
stato realizzato dallo studio Foster. “Un vero peccato che quella meravigliosa idea di
nuovo lungomare che avrebbe portato a Rimini la firma di uno dei più prestigiosi studi
del mondo non sarà mai realizzata” afferma
con rammarico Morandi.
6
l
SABATO 22 MARZO 2014
Cronaca Rimini
SABATO 22 MARZO 2014
l
7
La seduta sugli ordini del giorno tematici (turismo e Fiera) finisce alle 3 di notte. Scintille tra maggioranza e opposizioni
Maratona in consiglio, è (ancora) bagarre
Mauro (Ncd): “Superate le 13 ore, sfruttamento dei lavoratori, farò denuncia”
Bocciate tutte le delibere di Brunori: “Me ne vado dalla maggioranza, anzi no”
RIMINI - (ag) Nove ore e 12
minuti di discussione, 21
punti all’ordine del giorno.
La maratona era sta annunciata e maratona è stata giovedì in consiglio comunale.
Una seduta terminata alle
3,12 di notte. I nervi sarebbero saltati anche a chi si
fosse preparato, alla vigilia,
con una seduta doppia di
yoga. E i nervi in effetti sono
saltati. Del resto era un po’ la
resa dei conti dopo il braccio di ferro tra maggioranza
e opposizione sui consigli
tematici. Due gli argomenti
sul tavolo: il turismo (con
una pletora di ordini del
giorno proposti anche dal
consigliere di maggioranza
Stefano Brunori oltre che da
Movimento 5 stelle e da
Marco Casadei della Lega) e
la situazione debitoria della
Fiera (proposta iniziale di
Carla Franchini, M5s). Alla
fine della discussione, durata appunto più di nove ore,
quattro dei punti in discussione sono stati ritirati dai
proponenti (sulla proposta
di un parco marino si è convenuto di ragionarci in
commissione), gli altri sono
stati tutti respinti. A votarli
sono stati solo i consiglieri
di opposizione (tranne Pazzaglia di Sel-Fc) e il consigliere Idv Stefano Brunori
che ancora una volta ha giocato il ruolo di battitore libero. Ma questa volta lui
stesso deve essersi sentito
più distante del solito dal resto della maggioranza. Di
fronte alla bocciatura in toto
degli ordini del giorno proposti è arrivato al redde rationem: “valuterò il mio posizionamento all’interno
della maggioranza” ha detto, accolto da un energico
“era ora, vai fuori” pronunciato dal coriaceo Bertino
Astolfi (RxR). Il giorno dopo in realtà Brunori sembra
tornato sui suoi passi: “L’altra sera ho incassato un po’
peggio di altre volte il colpo”
affermava ieri mattina,
quando dopo un po’ di sonno è sembrato tornare al suo
refrain: “ Io non esco da nulla, se la maggioranza ritiene
mi butti fuori”.
Ma il pezzo forte della serata è arrivato allo scoccare
più o meno dell’ottava ora
di consiglio, quando il con-
In consiglio comunale volano ancora gli stracci tra maggioranza e opposizione
sigliere del Ncd Gennaro
Mauro ha sollevato il problema dello “sfruttamento”
dei dipendenti comunali
dell’ufficio di supporto ai
consigli. Da esperto della
normativa (Mauro è ispettore Inail) il consigliere di
opposizione ha chiesto che
la seduta venisse riaggiornata in quanto “il lavoratore
non può lavorare più di 13
ore su 24 senza averne riposate 11 consecutive”. “Questa amministrazione – ha af-
fermato Mauro - se prosegue i lavori se ne assume la
responsabilità, farò denuncia al ministero del lavoro
per inosservanza della normativa sull’orario di lavoro”. Il consigliere ha quindi
chiesto e ottenuto che la decisione di proseguire fosse
messa in votazione nominale. Il giorno dopo conferma
le intenzioni: “Farò una denuncia segnalazione alla direzione provinciale del lavoro perché mi risulta che vi
fossero funzionari in servizio dalle 8 del mattino.
Chiederò inoltre che vengano controllati anche i consigli comunali passati e futuri
sul rispetto della normativa”.
Quanto al merito degli
argomenti portati in consiglio, a farsi interprete della
posizione della maggioranza è stato ieri il consigliere
Pd Simone Bertozzi: “E' bene che i cittadini sappiano
che ieri il consiglio comuna-
le ha superato la mezzanotte
per votare un “Gelato tira
l'alto” e “Mamma facile”,
per interrogarsi sul nome di
un ponte o su iniziative già
in essere. Se non fossimo in
un luogo istituzionale, scapperebbe da ridere”. Dai banchi della minoranza la consigliera M5s Carla Franchini ha parlato dal canto suo
di “arroganza insopportabile” da parte della maggioranza. Il consigliere di FdI
Gioenzo Renzi ha criticato il
fatto che su un tema come la
Fiera si sia discusso a tarda
notte (“Si vogliono far passare sotto silenzio certi temi”). Dai banchi della
Giunta (assente il sindaco
Gnassi perché a Mosca) assessori stralunati, a cominciare dall’assessore alla Cultura Massimo Pulini che ha
parlato per così dire a cuore
aperto, ricordando la sua
non appartenenza a partiti
politici (è/ è stato per sua
stessa ammissione un anarchico). “C’è una mancata
conoscenza di quello che si
sta facendo” ha detto tra
l’attonito e lo sconsolato.
C’era da capirlo.
ODONTOIATRA CERCA
COLLEGA DA ASSOCIARE IN
STUDIO MEDICO-DENTISTICO
CON AVVIAMENTO
ULTRAVENTENNALE
A SANTARCANGELO DI ROMAGNA (RN),
causa altri impegni dell’attuale titolare che
non gli permettono di svolgere l’attività a
tempo pieno, si offre l’opportunità a medici
dentisti o odontoiatri di entrare in società in
un avviato studio dentistico.
Lo studio medico-dentistico è avviato da
oltre vent’anni, ha un fornito portafoglio
clienti ed è perfettamente attrezzato con
impianti a norma.
E’ costituito da una sala d’aspetto, due sale
operative, una sala sterilizzazione e un ufficio, oltre servizi.
Per ulteriori informazioni si richiede contatto.
tel. 329 6119222 - mail [email protected]
Dona il tuo
Al momento della dichiarazione dei redditi indica nel riquadro
“sostegno del volontariato e delle altre
organizzazioni non lucrative di utilità sociale...”
il codice fiscale dello IOR:
00893140400
per informazioni: www.ior-romagna.it - [email protected] - tel. 0543 35929
8
l
SABATO 22 MARZO 2014
Cronaca Rimini
SABATO 22 MARZO 2014
l
9
Il proprietario Morandi: “Vogliamo valorizzare la nostra identità, l’essere riminesi. Puntiamo forte quindi sulle eccellenze del territorio, cucina in primis”
“Rinasce”il Savoia Hotel
L’ormai ex-albergo Le Meridien si riappropria dopo 14 anni dello storico marchio di fine anni ‘90
di FEDERICO ROSSI
n
SPA
STORIA
RIMINI - Un futuro nel segno
del passato. Potremmo riassumere così il nuovo corso
dell'hotel Le Meridien di Marina Centro (36.000 clienti
nel 2013) o meglio del Savoia
Hotel, visto che da ieri è proprio questo il nuovo (vecchio) nome della prestigiosa
struttura quattro stelle di
Marina Centro di proprietà
della famiglia Morandi.
Struttura che si riappropria
quindi dopo quattordici anni
dello storico marchio con il
quale aveva aperto i battenti
nel 1998. Un'apertura che all'epoca era stato un grande
evento per la città, visto che
l'allora nuovo Excelsior Savoia sorgeva sulle ceneri di
quello che era stato per quasi
tutto il secolo scorso, dal
1907 per l'esattezza, insieme
al Grand Hotel, “l'Albergo”
per eccellenza di Rimini, ovvero il Grand Hotel Excelsior
Savoia. Hotel raso poi letteralmente al suolo nel dicembre 1994 con una spettacolare esplosione a cui avevano
assistito dal vivo centinaia di
riminesi. Ma perchè quindi
I due valori
aggiunti della
struttura:
il centro benessere
al primo
piano
e il glorioso
passato.
Il predecessore
dell’attuale
hotel nacque
nel 1907
Veduta
notturna
del Savoia
Hotel
ritorno alle origini con abbandono dunque del marchio Le Meridien che aveva
segnato nel 1998 l'entrata
dell'hotel nell'omonima catena alberghiera nazionale? “E'
paradossalmente sopratutto
la nostra clientela internazionale che ce lo chiede – sot-
tolinea Bruno Morandi, proprietario dell'albergo sin dal
1998 – C'è una domanda fortissima di riminesità, di tradizione. E noi siamo pronti
per soddisfarla con un'offerta, a cominciare naturalmente dalla dimensione enogastronomica, rigorosamente
local. Ecco quindi tra i prodotti che i nostri clienti potranno gustare la piada de La
Lella, i vini di San Patrignano
e il caffè di Pascucci”. Valore
aggiunto della struttura sarà
sempre la spa, aperta anche
alla non clientela, che ospiterà al suo interno anche uno
Al primo piano la spa aperta
anche alla non clientela
spazio dedicato al famoso
hairlyst internazionale Aldo
Coppola. Altra new-entry,
anche in questo caso aperta
alla città, sarà la palestra che
prenderà il posto al piano
terra dell'ex galleria commerciale Savoia. Con i suoi
1.000 mq sarà la più grande
della città. Aprirà i battenti ai
primi di maggio.
Infine una curiosità: Morandi pagava ogni anno per poter usufruire del marchio Le
Meridien 270mila euro. Una
cifra non di poco conto che
ora potrà appunto essere risparmiata.
10
l
SABATO 22 MARZO 2014
Riccione - Cattolica
& Valconca
SABATO
22 MARZO 2014
l
11
CORIANO - L’assessore al Bilancio fa il punto sul patto di stabilità e la gestione dei conti comunali
Fabbri: “Anche senza agevolazioni onorati tutti gli impegni”
CORIANO - “Nonostante siamo l’unico co-
mune della provincia che non ha beneficiato degli spazi finanziari attribuiti agli enti
locali del territorio per effettuare pagamenti sugli investimenti, siamo stati in grado di
pagare tutte le fatture senza dover chiedere
aiuti alla Regione e senza bloccare pagamenti per il patto”. E’ quanto ha affermato
ieri l’assessore al Bilancio Fabio Fabbri che
ha illustrato la gestione dei conti da parte
dell’amministrazione comunale. “Avendo
circa 10mila abitanti non abbiamo usufruito degli spazi previsti per i piccoli comuni
né beneficiato di ulteriori spazi dal patto
verticale incentivato in quanto nel 2013
non abbiamo richiesto di acquisire margini
per pagamenti sugli - ha sottolineato Fabbri
-. Ciò nonostante abbiamo fatto fronte alle
scadenze”. Non solo. “Non bisogna dimenticare che il nostro Comune è stato commissariato nel 2011 e per metà del 2012 per
via dell’emersione dei debiti fuori bilancio
ed in questo periodo gli investimenti sono
stati pressoché azzerati, creando quindi
condizioni favorevoli per rispettare il patto
negli anni successivi. Ricordiamo infine che
nel 2014 Coriano ha beneficiato di spazi
finanziari grazie alla sperimentazione di bilancio a cui ha aderito volontariamente, per
cui l’obiettivo di patto è sceso da 943 a 417
mila euro. Per tranquillizzare gli animi di
chi ritiene che Coriano non sia in grado di
fare progetti per reperire risorse ricordiamo che in ballo non ci sono soldi aggiuntivi
erogati dalla Regione ma semplicemente la
possibilità di spendere denaro da parte delle amministrazioni, che già si dispongono
ma vengono bloccati dal patto di stabilità”.
CATTOLICA - Così il sindaco Cecchini dopo la sentenza di Appello relativa ai mutui
“Riaffermati i nostri diritti”
Il primo cittadino ha poi ricordato l’impegno dell’amministrazione
per la progressiva riduzione del debito comunale senza tagliare i servizi
CATTOLICA - A Palazzo
Mancini la comunicazione del
felice esito del processo in appello relativo alla vicenda degli Swap (i derivati sottoscritti
tra il 2003 e il 2004 con la Bnl)
è stata naturalmente accolta
con grande soddisfazione. Sin
dalla sentenza di primo grado,
il Comune ha infatti lottato
per vedere ribaltata la decisione che, in prima istanza, aveva
visto soccombere l’ente. A
questo si aggiunge anche la
consapevolezza che questa decisione potrebbe tradursi in
un importante respiro per le
casse comunali: grazie a questa sentenza, si alleggerisce il
pesante fardello del conten zioso che vedeva nella vicenda
degli Swap una delle compo nenti più importanti (ora il
Comune potrebbe vedersi riconosciuto circa 1 milione di
euro). “Il pronunciamento dei
giudici di secondo grado è un
risultato positivo per tutta la
comunità – ha affermato il
sindaco Piero Cecchini –.
Questa vicenda ha rappresentato una delle tante spade di
Damocle che pendevano sul
bilancio delle casse comunali,
producendo effetti collaterali.
Il sindaco Piero Cecchini (FOTO PETRANGELI)
Ricordo come dal 2010 ad oggi
il Comune, in attesa dell’esito
della sentenza, abbia accantonato circa 1 milione e 300 mila
euro. Nonostante questo, abbiamo lavorato su due fronti:
il primo è stato quello relativo
alla cura meticolosa riservata
al bilancio, con una linea politica volta ad un forte abbattimento del debito. E’ doveroso
sottolineare come dal 2011 ad
oggi, periodo del nostro insediamento, si sia ridotto il debito, ogni anno, di circa 2 milio-
ni di euro”. Il che significa, nel
quinquienno di legislatura,
una riduzione di 10 milioni
come, ha ricordato il primo
cittadino, negli obiettivi di inizio mandato. Il secondo fronte
su cui ha lavorato l ’amministrazione comunale è quello
relativo al mantenimento e al
miglioramento dei servizi. “E’
nostra intenzione non ridurre
la qualità e quantità dei servizi
erogati ai cittadini, pur nella
situazione di crisi economica e
di vincoli imposti dalla nor-
mativa sul patto di stabilità interno – ha continuato Cecchini -. E, sempre su questa linea,
si inserisce la scelta di contenere l’imposizione fiscale. Ricordo che il nostro Comune
applica un’aliquota Irpef tra le
più basse ed eque, il tutto portando avanti investimenti importanti per la collettività,
senza accendere nuovi mutui”. Il sindaco ha poi ricordato gli interventi più rilevanti,
in termini economici, effet tuati fino a questo momento.
“I dragaggi e la sistemazione
dell’area portuale, la realizzazione di nuovi reti fognarie e
l’opera di riqualificazione della scuola d’infanzia di via Irma
Bandiera che, insieme ad altri
interventi di manutenzione
urbana e ambientale hanno
impiegato, ad oggi, circa 4 milioni di euro, attingendo molto spesso a finanziamenti provinciali e regionali. E per de clinare ulteriormente in termini concreti il concetto di
spending review, questa amministrazione ha messo in atto
anche ulteriori strategie che
toccano diversi fronti tra cui le
spese relative alla gestione dell’ente”.
L’assessore al Bilancio Fabbri
CORIANO - Questo l’impegno del consigliere regionale
Piva (Pd): “No all’arrivo dei rifiuti
extra regionali, sì alla dismissione
della terza linea di Raibano”
CORIANO - Ridurre pro-
gressivamente la capacità di
rifiuti autorizzata negli inceneritori presenti in Emilia-Romagna e attivare un
programma di dismissione
progressiva degli stessi impianti o delle singole linee
di combustione. Questo
l’impegno assunto, nei confronti dei comuni e dei residenti che gravitano intorno all’inceneritore di Raibano, dal consigliere regionale riminese del Pd Roberto Piva che sta seguendo
con particolare attenzione
le azioni di protesta e le richieste presentate dai cittadini, dai comitati e dalle associazioni. Il consigliere ha
sottolineato come il gruppo
Pd della Regione si sia già
attivato ad impegnare la
giunta, tramite una risoluzione approvata a maggioranza dall’assemblea legislativa, a “porre in essere tutte
le azioni possibili presso il
governo e le camere affinché venga rivisto il disegno
di legge contenente le disposizioni in materia ambientale collegato alla recente legge di stabilità, in
particolare per ciò che riguarda la individuazione di
una rete nazionale degli inceneritori”. “Il nostro impegno - ha affermato Roberto Piva - è dunque la riduzione della produzione
dei rifiuti e il massimo recupero di materia, attraverso il criterio dell’autosufficienza regionale e quello di
prossimità nell’uso degli
impianti, così come previsto nel piano preliminare
dei rifiuti. Una rete nazionale comporterebbe, al
contrario, lo sfruttamento
degli impianti esistenti per
l’incenerimento di rifiuti
urbani prodotti in ogni
parte d’Italia, quindi contrasterebbe con il nostro
impegno volto alla riduzione della produzione e al
massimo recupero di materia, e anche con il criterio
di autosufficienza regionale
e con quello di prossimità
nell’uso degli impianti. Anche per questo, siamo contrari al ddl e alla rete nazionale degli inceneritori”.
Chiaro l’obiettivo. “Dismettere la terza linea di Raibano e rispettare i criteri di
prossimità - ha concluso
Piva -, i rifiuti saranno
smaltiti nei loro territori di
riferimento”.
l
SABATO 22 MARZO 2014
Oggi 22 Marzo
Inaugurazione del nuovo
Negozio di Rimini
gh. STUDIO Catuogno
12
SABATO 22 MARZO 2014
Riccione, Viale Dante, 39
Rimini, Piazza Tre Martiri, 30
showroom e laboratorio
con assistenza qualificata
per le migliori marche
www.ilnautilus.com - [email protected]
info: 0541 183 0307
l
13
14
l
SABATO 22 MARZO 2014
Cronaca Provincia
& San Marino
SABATO
22 MARZO 2014
l
15
SANTARCANGELO - Interessate tre scuole, il magazzino e il Municipio. Costo degli interventi 245mila euro
Via alla riqualificazione degli edifici comunali
SANTARCANGELO - Sono cinque le
strutture comunali che potranno beneficiare di interventi migliorativi nel corso
dei prossimi mesi. Il Commissario straordinario Clemente Di Nuzzo ha infatti approvato una serie di lavori di manutenzione e rinforzo delle strutture per un importo complessivo di 245mila euro nel l’arco del 2014. L’intervento principale riguarderà la scuola elementare Marino
Della Pasqua, dove verranno eseguite alcune opere di rinforzo locale sulla struttura dell’edificio e il rinnovo dell’impianto
termo-idraulico. I lavori per la realizza zione di questi interventi si svolgeranno
nel corso della pausa estiva, dal termine
delle lezioni fino alla ripresa di settembre.
L’importo complessivo è di 125mila euro.
Anche il magazzino comunale di via Scalone sarà oggetto di una serie di opere di
rinforzo locale sulla struttura dell’edificio
grazie a un contributo di 100mila euro da
parte della Regione Emilia-Romagna. I lavori sul magazzino (che è anche sede del
Centro operativo intercomunale della
Protezione civile) saranno completati en-
tro la fine del 2014. Quanto alle manutenzioni, alla scuola media Saffi e alla ele mentare Pascucci sono in programma
una serie interventi sugli ascensori, che
riguarderanno anche il Palazzo comunale. In dettaglio, l’ascensore della Saffi sarà
rinnovato con la sostituzione del motore
e della pompa, mentre per quelli della Pascucci e del Municipio sono previsti lavori di manutenzione straordinaria. La spesa complessiva per questi interventi, che
saranno eseguiti a breve, è di 20mila euIl Commissario Clemente Di Nuzzo
ro.
SAN LEO - Il decreto regionale è stato sottoscritto ieri dal governatore dell’Emilia-Romagna Vasco Errani
Rupe, dichiarato lo stato di crisi
Costituiti un comitato istituzionale e un centro di coordinamento operativo
Prosegue il dialogo con il governo per chiedere lo stato di emergenza nazionale
SAN MARINO
Referendum,
si voterà
il 25 maggio
SAN MARINO - Ufficializ-
zata la data della consulta zione referendaria, si voterà
domenica 25 maggio. E'
quanto hanno deciso i Capitani Reggenti, dopo che il
Collegio Garante ha giudicato valide le firme raccolte dai
promotori dei referendum
abrogativi. Due i quesiti su
cui i sammarinesi saranno
chiamati a esprimersi. Il primo mira a impedire la libera
professione del personale,
medico e non medico, dell'Istituto per la Sicurezza Sociale. Il secondo ha l'obiettivo di eliminare le recenti
modifiche apportate nella
gestione del Fondo di previdenza complementare dell'Iss (Fondiss). Il 25 maggio,
per la prima volta, si voterà
con la nuova legge referendaria che ha abbassato il
quorum al 25% (fino ad ora
la soglia è stata del 32). E'
dunque saltato il cosiddetto
"election day" di novembre,
auspicato dal Comitato promotore, quello che avrebbe
previsto l'accorpamento del
voto referendario con quello
delle Giunte di Castello.
SAN LEO - La Regione ha
dichiarato lo stato di crisi
per il Comune di San Leo a
seguito della frana che, lo
scorso 27 febbraio, ha causato il crollo di parte della
rupe sulla quale sorge il
centro storico leontino. Ieri
il governatore Vasco Errani
ha firmato il decreto che riconosce, appunto, lo stato
di crisi per un periodo di 90
giorni. Per assicurare un’efficace collaborazione tra gli
enti interessati e una gestione integrata dell’emergenza
vengono inoltre costituiti
un comitato istituzionale e
un centro di coordinamento operativo. “San Leo è un
gioiello ambientale e paesaggistico che, assieme a
tutte le altre istituzioni
coinvolte, intendiamo tutelare con ogni mezzo a nostra disposizione - ha affermato l’assessore regionale
alla Protezione civile Paola
Gazzolo -. Dopo lo stanzia-
mento delle prime importanti risorse regionali, tra
cui quelle per l’assistenza alla popolazione, ora prosegue il dialogo con il Governo per giungere alla dichiarazione dello stato di emergenza nazionale. Lo stesso
presidente Errani lo ha richiesto al presidente del
consiglio e al capo Diparti-
SAN MARINO - Per Nucleo antidroga e Armi
mento nazionale della Protezione civile. Si tratta di un
passo indispensabile per
fronteggiare le conseguenze
delle abbondanti precipitazioni e dei dissesti che nei
primi due mesi del 2014
hanno colpito la Valmarecchia e l’intero territorio
emiliano-romagnolo”.
Il comitato istituzionale,
Provincia di Rimini e del
Servizio tecnico di bacino
Romagna: segreteria di
coordinamento, funzione
tecnica di valutazione, assistenza alla popolazione, logistica e volontariato, servizi essenziali, servizi scolastici e assistenza sociale, comunicazione. Ammonta a
340mila euro la spesa finora
sostenuta dalla Regione per
fronteggiare l’emergenza:
250mila euro destinati al
monitoraggio della parete
rocciosa, ai rilievi topografici e geotecnici e all’installazione di strumentazioni
specialistiche, 90mila a favore del Comune di San
Leo, finalizzati alla perimetrazione e messa in sicurezza delle zone a rischio crollo, sistemazione delle aree
di accesso al Fosso Campone, assistenza alle persone
evacuate e altri provvedimenti a favore della popolazione.
SAN MARINO - Duro attacco alla coalizione “Bene Comune”
Trasferimento uffici della Gendarmeria Il Ps: “Occorre un governo delle riforme”
SAN MARINO - Da martedì
1 aprile l’Ufficio Armi della
Gendarmeria si trasferirà al
Centro Uffici di Borgo
Maggiore sito in via 28 luglio. Contestualmente, il
Nucleo Antidroga della
Gendarmeria, attualmente
collocato nella suddetta sede, si trasferirà nella sede
centrale del Corpo di via
Kennedy a San Marino Città (palazzo Kursaal). Il trasferimento dell’Ufficio Armi è dovuto, oltre alla necessità di ampliare gli spazi
in uso, a facilitare la generale utenza alle operazioni
amministrative di “censimento sulle armi”, così come previsto dalle norme in
vigore.
SAN MARINO - Occorre un governo delle riforme.
E’ la posizione del Partito Socialista che giovedì ha
riunito il proprio esecutivo e il gruppo consiliare.
“Sono passati ben 16 mesi dall’inizio della legislatura
e non si segnalano riforme strutturali degne di questa
definizione a parte, è corretto riconoscerlo, quella
tributaria che però ha generato confusione e disorientamento nella cittadinanza a causa di diverse
scelte frettolose e superficiali - hanno sottolineato i
vertici del Ps -. La verità è che la coalizione ‘Bene Comune’ non ha un progetto di futuro, ma in questo
MULTIMEDIA EDITORIALE SRL
Direttore responsabile
presieduto dal presidente
della Regione, è composto
dall’assessore regionale alla
Protezione civile, dal prefetto di Rimini, dal presidente della Provincia di Rimini, dal presidente dell’Unione Comuni Valmarecchia, dal sindaco di San Leo
e dal direttore regionale per
i Beni culturali e paesaggistici dell’Emilia-Romagna.
Ha il compito di valutare e
concordare le ulteriori misure ed iniziative da intraprendere per fronteggiare il
fenomeno franoso in atto. Il
centro di coordinamento
operativo, insediato presso
il Comune di San Leo, supporta il comitato istituzionale ed è coordinato dal vicesegretario comunale, in
raccordo con il direttore
dell’Agenzia regionale di
Protezione civile. È suddiviso in aree di competenza,
assegnate a funzionari del
Comune di San Leo, della
CLAUDIO CASALI
Direzione e redazione: Rimini, viale Laurana 1/a (cap 47921)
Tel. 0541444011 - mail redazione: [email protected]
Registrazione tribunale di Rimini n. 5/2011 del 24-2-2011
* Prezzo di copertina solo per le copie distribuite sul canale edicole
Sede legale e operativa: Rimini, viale Laurana 1/a (cap 47921)
Amministrazione: tel 0541444019
[email protected]
CONSIGLIO D'AMMINISTRAZIONE: CLAUDIO CASALI (presidente),
SERGIO BERARDI, LUIGI SERGI
Coordinamento aziendale: Luigi Sergi
modo non si può assolutamente andare avanti”. Per i
socialisti urge, dunque, un cambio di rotta. Da attuare mediante un governo delle riforme. “Un progetto
politico basato sui contenuti e non sulle sigle, aperto
a tutte le forze riformiste, democratiche e liberali, che
condividono la necessità di un profondo cambiamento nella gestione della cosa pubblica e che ritengono non più rinviabile l’avvio di un processo riformatore complessivo per costruire la nuova struttura
politica, istituzionale, economica, sociale, etica e culturale della Repubblica di San Marino”.
PER LA TUA PUBBLICITA’
Multimedia Editoriale Srl - Divisione commerciale
Rimini, viale Laurana 1/a
Tel 0541444011 - [email protected]
Stampa: Rotopress International Srl
Loreto (An), via Brecce (cap 60025) - Tel. 071 7500739
Distribuzione: RG Stampa - Santarcangelo,
via del Grano 39 (cap 47822 www.rgstampa.com)
Responsabile trattamento dati legge 675/96: Claudio Casali
16
l
SABATO 22 MARZO 2014
Spettacoli
& Cultura
SABATO
22 MARZO 2014
l
17
Questa sera e domani la compagnia Momix in ‘Alchemy’, dieci ballerini e straordinarie coreografie
Al 105 Stadium le raffinate alchimie di Moses Pendleton
RIMINI - Stasera e domani al 105
Stadium andrà in scena lo spettacolo della grande compagnia di
ballo ‘Momix’ dal titolo Alchemy,
ideato e diretto da Moses Pendleton. E' uno spettacolo multimediale che parlerà dell’arte dell’alchimia, dove il regista americano
ci trasporterà con i suoi superbi
ballerini alla scoperta dei quattro
primordiali elementi, ovvero terra, fuoco, acqua e aria.
Pendleton, fondatore proprio
della compagnia dei Momix, trasporterà il pubblico in surreali
suggestioni grazie al ballo dei suoi
atletici ‘alchimisti - stregoni’.
L’ultrasettantenne Moses prima
di tutti ha compreso l’importanza
di fondere l’arte della danza e lo
sport, dove i muscoli dei ballerini
si flettono in pose e figure plastiche illuminate dalla sapienza artistica del raffinato uso di luci e colori in scena.
Lo spettacolo, che ha esordito
in Romagna nel 2013, finalmente
sbarca anche a Rimini dopo il successo nei più importanti teatri nazionali e sarà un viaggio tra danza,
giochi di luce e proiezioni visionarie che voglion dar vita a veri e
propri quadri dominati dal rosso,
il nero, il bianco e l’oro, quest’ultimo il colore principe per gli alchimisti. Sarà quindi un percorso alla ricerca della zona aurea, dove i
ballerini si lanceranno in vere e
proprie evoluzioni grazie alle tipi-
che macchine artigianali da scena
che da sempre accompagnano i
Momix nelle loro prestazioni circensi. Come in tutti gli spettacoli
di Pendleton fondamentale sarà
l’uso di luci e colori in una coreografia precisa e puntuale. Dieci i
danzatori protagonisti della scena, accompagnati da musiche etniche e rock, in cui troverete anche le musiche di Ennio Morricone, con The Mission e C’era una
volta in America.
A Mondaino, sotto la direzione artistica di Fabio Biondi, una realtà in continua evoluzione
Arboreto, sbocciano nuove idee
Alchemy stasera al 105 Stadium
Presentata la nuova stagione di teatro, danza e laboratori
E si lavora al progetto di una Casa per gli artisti
di MARCO TORRI
RIMINI - Presentata la nuova stagione
Il teatro dimora L’Arboreto di Mondaino
di teatro, danza, laboratori ed iniziative
artistiche del Teatro Dimora de l’Arboreto di Mondaino. Alla presenza
dell’assessore alla cultura della provincia Carlo Bulletti, del sindaco di Mondaino Fabio Forlati, il direttore artistico Fabio Biondi ha elencato ieri in modo appassionato il programma delle attività della nuova stagione, in quello
che è il suo diciassettesimo anno di attività.
Dopo aver illustrato alcune pubblicazioni de l’Arboreto, come piccola casa editrice indipendente e la presentazione della conferenza stampa dedicata
al volume Verde Maestà, l’albero tra
simboli, miti e storia (edito da IBC) che
si svolgerà oggi stesso a Mondaino alle
ore 10.30, Biondi ha sottolineato come
“un paese di appena 1.471 abitanti sia
divenuto in questi anni un luogo nodale
per le reti culturali che l’Arboreto vuole
creare. Non mancano certo le difficoltà, e
se guardiamo ai finanziamenti finora
ottenuti son ben poca cosa rispetto ad
altre istituzioni teatrali in regione”.
Biondi non si sofferma più di tanto sulle difficoltà economiche del momento, ma ci tiene a sottolineare come l’Arboreto, costruito
all’interno di un bosco di nove ettari con
oltre 6000 piante, sia divenuto in questi anni
un teatro di residenza dove le idee di sperimentazione e laboratorio sono fondamentali. “Siamo consapevoli del rischio che ci siamo accollati in questi anni investendo in un
teatro laboratorio, eppure anche il programma della nuova stagione è di altissimo livello.
L’Arboreto si conferma non un luogo di giudizio, bensì un laboratorio per domandarsi,
per i contenuti, per il linguaggio, una residenza creativa riconosciuta in tutta Italia”.
Il direttore artistico sottolinea l’importanza del ruolo dei maestri, siano essi danzatori, musicisti, poeti, registi teatrali. Scor rendo i tanti appuntamenti in programma
(scaricabile anche da www.arboreto.org)
Biondi si sofferma su alcuni nomi come
Claude Coldy, che si occuperà della formazione nella Danza Sensibile, poi Cazimir Liske per il master class nel Cantiere Vyrypaev
e la poetica sempre di Iva Vyrypaev, Simona Bertozzi e Enrico Pitozzi che si occuperanno di un workshop sulla percezione e il
movimento. Un programma ricchissimo
che continuerà fino al 30 novembre 2014.
Stasera al Teatro Pazzini di Verucchio i monologhi scritti dal poeta romagnolo
L’amara ironia di Pedretti
Castiglioni in scena con “L’uomo è un animale feroce”
VERUCCHIO - Stasera al
Teatro Pazzini va in scena
“L’uomo è un animale feroce” di Nino Pedretti con
adattamento e interpretazione di Silvio Castiglioni,
secondo
appuntamento
con il teatro di prosa e brillante proposto dalla stagione teatrale ‘Chi è di scena’
organizzato dall’associazione Verucchio Teatri e Musiche in collaborazione con
l’amministrazione comunale assessorato alla cultura.
Tratto da alcuni monologhi del poeta dialettale santarcangiolese Nino Pedretti, qui autore anche di brevi
scritti in lingua, il testo,
ideato, adattato, diretto e
interpretato da Castiglioni
in collaborazione con Georgia Galanti (prodotto da
Celesterosa/I Sacchi di Sabbia), con tono amaro e divertito, malinconico e crudele, esplora le stramberie e
le ossessioni dell’uomo medio. I brevi monologhi erano stati creati per l’ascolto
radiofonico da Nino Pedretti, fine poeta romagnolo scomparso nel maggio
del 1981. Mai andati in onda, gli scritti sono stati recuperati e pubblicati in due
volumi dall’editore riminese Raffaelli. Il regista Silvio
Castiglioni, con questo
spettacolo, gli ha dato vita e
voce restituendoli alla vera
natura per la quale erano
stati creati. Con gli interventi musicali di Paolo Pedretti e Stefano Dionigi, Castiglioni ‘interpreta’ “Un in-
tervento al congresso internazionale di ittiologia”;
“Una giornata tranquilla in
casa del venditore dei tappeti di paglia”; “L’ipocondriaco”; “Una puttana”; “La
terrazza”. Dai cinque ai dodici minuti l’uno, i brevi
monologhi, nella forma di
dichiarazioni, riflessioni o
confessioni, nel loro insieme tracciano una mappa
dell’uomo medio, trasformando in teatro l’antico
progetto della trasmissione
radiofonica.
Silvio Castiglioni
“Fino all’ultimo noi sosterremo realtà come
l’Arboreto”, inizia così l’assessore Bulletti,
“pur consapevole che i tagli nazionali finora
fatti al settore della cultura non mi fanno
guardare in modo sereno al futuro”. Sulla
medesima linea di pensiero anche il sindaco
di Mondaino Forlati che ci tiene a sottolineare come “l’Arboreto dia un grande contributo alla Valconca culturale che deve essere sostenuto. E’ un progetto riuscito grazie
all’accoglienza del nostro entroterra anche se
a volte, passatemi la battuta, qualcuno dei
1471 abitanti di Mondaino magari preferirebbe anche qualche commedia dialettale”.
A termine della conferenza rimane il
tempo a Biondi di raccontare due sogni: il
primo è la creazione di una biblioteca fatta
dei libri lasciati dagli artisti ‘nomadi’ che
passano per Mondaino, il secondo è ‘Dai casa all’Arte’, ovvero un progetto di Isabella
Bordoni che vuole realizzare una rete di alloggi privati a disposizione degli artisti in
modo tale che essi stessi vadano a ‘valorizzare’ con la loro opera aree o quartieri delle
città. “Anche a Mondaino - conclude Biondi
– avvieremo una mappatura delle abitazioni
per gli artisti che vorranno trasferirsi per determinati periodi, fornendo però loro anche
una ‘bottega’ per continuare la loro arte”.
18
l
SABATO 22 MARZO 2014
Cartellone
Cartellone del weekend
Il programma del weekend
Il teatro per ragazzi
Laboratori, letture e giochi per i bimbi
Sono due le proposte di teatro ragazzi nel
fine settimana, entrambe a Rimini. OGGI,
alle 16, la seconda parte di "Le avventure
di Pallotto", presentato da Alcantara Teatro
e Officina Zimmermann, alla Casa del teatro e della danza a Viserba (via Popilia
165/bis). "Pallotto e il primo giorno di scuola" è il titolo dello spettacolo da condividere, genitori e figli (tra i 5 e i 7 anni), in un
ambiente piccolo ed accogliente, dove
ascoltare le vicende dell'orsetto e della
mamma premurosa e un po' apprensiva,
che vorrebbe tenerlo sotto una campana di
vetro per proteggerlo da tutti i pericoli,
mentre Pallotto desidera esplorare il mondo: ingresso 5 euro, info e prenotazioni
320 0261464; mail [email protected]
DOMANI terzo appuntamento della rassegna ‘Il Mulino dei Piccoli’ con la nuova produzione della Combriccola dei Lillipuziani:
alle 16.30 e 21 al Mulino di Amleto (zona
Grotta Rossa) "Il prof Inkapaciovich e la
pietra filosofale", spettacolo di magia di e
con Matteo Giorgetti e Emanuele Tumulo.
A precederlo l’esibizione dei Lettori Volontari del progetto ‘Nati per Leggere’ in collaborazione con la Biblioteca Gambalunga di
Rimini. Al termine merenda offerta in collaborazione con cooperativa Poco di Buono.
Accompagna la rassegna una mostra con
le tavole illustrate da Marianna Balducci.
Ingresso 5 euro, posti limitati a 100, prenotazioni tel. 0541 752056 oppure [email protected]
G.S
Un altro fine settimana pieno di iniziative per i più piccoli, eccone una selezione. OGGI, alle ore 15.30, ‘Primavera creativa’ al circolo Arci Case Nuove di Viserba (via Orsoleto 135):
insegniamo, giocando, la trasformazione del materiale riciclato in oggetti a sorpresa, con
merenda party: 3 euro, 0541 682702. Alle 16, alla libreria dei ragazzi Viale dei Ciliegi 17 a
Rimini (via Bertola, 51/57a, 0541 25357) per ‘Libri sui muri’ “Storie di Primavera” per bambini dai 4 anni. Alle 16, alla cooperativa Le Origini di San Marino (Strada Poggio Rigo 21,
Borgo Maggiore), "Alla scoperta dei talenti in famiglia", laboratorio figli e genitori all'interno
del quale, attraverso attività di collage, meditazione e gioco, far emergere talenti e capacità nascoste o impensate: 5 euro a persona (con materiale incluso), 0549 903589 o 366
1555989). Alle 16, al Centro Atlante di Dogana (San Marino), lettura animata in inglese
“Let’s take a a picture” a cura del Learning Centre Helen Doron (info 335 7344172). Alle
16.30, al Centro per le Famiglie di Rimini (Piazzetta dei Servi 1, 0541 793860) ‘Costruiamo insieme il suo primo libro’, laboratorio gratuito per mamme e papà in attesa e con bebè
fino a 10 mesi. Alle 16.30 a Riccione, all’interno di ‘Giardini d’Autore’ a Villa Lodi Fè, “Filomena e la magia del telaio”, storia narrata in un cassetto di recupero, a seguire giochi e
laboratorio gratuito a cura di Erica Angelini. Domani alle 10 laboratorio “Piccoli giardini per
piccoli giardinieri” e alle 16.30 “Storie dell’orto”, lettura animata di Erica Angelini (gratuito
sotto i 16 anni, adulti 4 euro: 0549 905618, 339 7028961). Alle 17, alla libreria Le Mille e
Una Storia di Rimini (via Saffi 10), letture animate (0541 020467 o 333 6411266). Dalle 17,
nella sezione ragazzi della biblioteca Baldini di Santarcangelo, la "Biblioteca morbidona"
(0541 356299). Alle 17, alla libreria Nel Giardino Segreto di Cattolica (via Indipendenza 6)
laboratorio musicale per bambini: 8 euro a bimbo, prenotazione obbligatoria 0541
952663.
DOMANI, alle 14, alla fattoria didattica Amaltea di Montegridolfo, “Racconti sul grano”: visita guidata con laboratorio e degustazione a seguire (a pagamento, 0541 855195). Al Cinema Tiberio di Rimini per la rassegna Junior Cinema “Belle e Sebastien”: proiezioni ore
14.30 e 17, intero 5 euro, ridotto 4 euro (328 2571483). Alle 15.30, al Museo Paleontologico di Mondaino, “Giuliano e Diamante” con visita guidata del centro storico per adulti e laboratorio per i bambini dove realizzare attraverso la tecnica del mosaico un oggetto simbolo del grande amore dei due giovani protagonisti della storia accaduta nella seconda
metà del Quattrocento: laboratorio 6 euro, visita guidata 2,50 euro a persona (366
2078470). Alle 15.30, nell’ambito dell’iniziativa ‘La Primavera in Piazza’ a San Giovanni in
Marignano, in biblioteca laboratorio gratuito per bambini “Seminiamo la Primavera” a cura
di Luciana Tirincanti (0541 827254). E al Parco dei Tigli i più piccoli possono divertirsi con i
pony (dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19). Alle 16, alla Nuova Sala Africa di Riccione, film di
animazione per bambini “La Bella e la Bestia”: 5 euro tesserati Ancci 2014, 7 euro non tesserati. Alle 16.30, al Museo Etnografico di Santarcangelo, lettura animata "La moglie del
mugnaio" con Laura Bartolini, a seguire laboratorio ‘Creiamo insieme il folletto dell'acqua’
(gratuito per iscritti Pam Club, 0541 624703). Dalle 16.30, alla Locanda Antiche Macine di
Montalbano (via Sogliano 1540) laboratorio bimbi ‘Aquiloni nel cielo’ con merenda a tema
per tutti i partecipanti: 10 euro a bambino, 0541 627161.
L’agenda completa su www.bimbiarimini.it.
G.S.
Cinema Rimini e provincia
RIMINI
Multiplex Le Befane
Via Caduti di Nassiriya
Tel. 0541307805
AMICI COME NOI
sab.14,30-16,30-18,30-20,30-22,300,30 fest.10,40-14,30-16,30-18,3020,30-22,30
Regia: Enrico Lando
Sala: 1
300 - L’ALBA DI UN IMPERO
sab.14,30-16,30-18,30-20,30-22,30-0,30
fest.10,30-14,30-16,30-18,30-20,3022,30
Regia: Noam Murro
Sala: 2
IL RICATTO
sab.14,30-16,30-18,30-20,30-22,300,30 fest.10,30-14,30-16,30-18,3020,30-22,30
Regia: Eugenio Mira
Sala: 3
47 RONIN
sab.14,10-16,20-18,30-20,40-22,50-1
fest.10,40-16,20-18,30-20,40-22,50
Regia: Carl Rinsch
Sala: 4
THE LEGO MOVIE - ore 16,30
Regia: McKay, Miller, Lord Sala: 6
LEI
sab.15,30-17,50-20,15-22,40-1
fest.10,30-15,30-17,50-20,15-22,40
Regia: Spike Jonze
Sala: 5
THE LEGO MOVIE
sab.14,30-16,30
Regia: McKay, Miller, Lord Sala: 6
SUPERCONDRIACO
(RIDERE FA BENE ALLA SALUTE)
sab. ult.0,30 fest.20,30-22,40
Regia: Dany Boon
Sala: 6
TARZAN
sab.14,30-16,30-18,30
fest.10,40-14,30-16,30-18,30
Regia: Tappe, Klooss
Sala: 7
NON BUTTIAMOCI GIU’
sab.14,30-16,30-18,30-20,30-22,300,30 fest.10,40-14,30-16,30-18,3020,30-22,30
Regia: Pascal Chaumeil Sala: 8
AMICI COME NOI
sab. fest.14,40-16,40-18,40-20,4022,40 sab. ult.0,40
Regia: Enrico Lando
Sala: 9
ALLACCIATE LE CINTURE - ore 21
Regia: Ferzan Ozpetek Sala: 9
MR. PEABODY AND SHERMAN
sab.14,40-16,40-18,40
fest.11-14,40-16,40-18,40
Regia: Rob Minkoff
Sala: 10
ALLACCIATE LE CINTURE
ore 20,30-22,40 sab. ult.0,50
Regia: Ferzan Ozpetek Sala: 10
MR. PEABODY AND SHERMAN
sab.14,30-16,30-18,30 fest.10,4014,30-16,30-18,30
Regia: Rob Minkoff
Sala: 11
MALDAMORE
ore 20,30-22,30 sab. ult.0,30
Regia: Luca Zingaretti
Sala: 11
THE LEGO MOVIE
sab.14,30-16,30
Regia: McKay, Miller, Lord Sala: 12
Trame
NEED FOR SPEED
sab. fest.15-17,30-20,15-22,40 sab. ult.1
Regia: Scott Waugh
Sala: 12
Cineteca
Via Gambalunga, 27
Tel. 0541-704302/704498
RASSEGNA fer.21 fest.16,30-21
GINGER E FRED di Federico Fellini
- ingresso libero
Regia di R. Attenborough
Settebello
Via Roma, 70
Tel. 054157197
NOI 4
sab. fest.16,30-18,30-20,30-22,30
Regia: Spike Jonze Sala Rosa
LEI
sab. fest.16-18,15-20,30-22,40
Regia: Spike Jonze Sala Verde
Ariston 2
Via Torconca, 230
Tel. 0541951405
LEI - ore 20,15-22,30
Regia: Spike Jonze
Sala: 1
AMICI COME NOI
fest.14,30-16,30-18,30-20,30-22,30
Regia: Enrico Lando
Sala: 2
Gambrinus
Via Parco Begni, 3
Tel. 0541-928317
ALLACCIATE LE CINTURE
sab.21-23
Regia: Ferzan Ozpetek
TARZAN - fest.15
Regia: Tappe, Klooss
RICCIONE
Cinepalace
Via Cappellini, 3 Tel. 0541-793811
Viale Virgilio, 19 C/O Palacongressi
Tel. 0541605176
LEI
sab.17,50-20,15-22,40 fest.15,3017,50-20,15-22,40
Regia: Spike Jonze
Sala: 1
SUPERCONDRIACO
(RIDERE FA BENE ALLA SALUTE)
ore 20,30-22,30
Regia: Dany Boon
Sala: 2
MR. PEABODY AND SHERMAN
sab.16,30-18,30
fest.14,30-16,30-18,30
Regia: Rob Minkoff
Sala: 2
AMICI COME NOI
sab.16,30-18,30-20,30-22,30
fest.1430-16,30-18,30-20,30-22,30
Regia: Enrico Lando
Sala: 3
IL RICATTO
sab.16,40-18,40-20,40-22,40
fest.14,40-16,40-18,40-20,40-22,40
Regia: Eugenio Mira
Sala: 4
NON BUTTIAMOCI GIU’
sab.16,30-18,30-20,30-22,30
fest.14,30-16,30-18,30-20,30-22,30
Regia: Pascal Chaumeil
Sala: 5
47 RONIN
fest.15,30-20,15
Regia: Carl Rinsch
Sala: 6
NEED FOR SPEED
sab. fest.17,50-22,30 mart.22,50
Regia: Scott Waugh
Sala: 6
Teatri
Teatro Novelli
Rimini
Teatro degli Atti
Rimini
Via Cairoli, 42 Tel. 0541-784736
Teatro del Mare
Riccione
Via Don Minzoni Tel. 0541-690904
Corte Coriano Teatro
Coriano
Via Garibaldi, 127 Tel. 0541-658667
Teatro Regina
Cattolica
AMICI COME NOI
Piazza della Repubblica, 1 Tel. 0541-966778
Teatro Massari
Pio e Amedeo sono due
S. Giovanni In Marignano
Via
Serperi, 6 Tel. 0541-1730509
grandi amici che gestiwww.teatromassari.it
scono a Foggia un negoTeatro Astra
zio di pompe funebri high
Bellaria
Via
P.
Guidi
Isola
dei
Platani
Tel.
0541-343890
tech dal nome Hai l’UnTeatro Malatesta
der (spelling foggiano di
Montefiore conca
Highlander). Pio sta per
Viale della Repubblica 2, Tel. 0541-604972
www.compagniadelserraglio.com
sposare Rosa, una maTeatro Pazzini
estrina locale, ma tramite
Verucchio
Amedeo scopre che in
Via San Francesco, 12 Tel. 0541-670168
www.teatroverucchio.it
rete circola un video hard
Teatro Nuovo
in cui appare la ragazza.
Dogana
Pio e Amedeo decidono
Piazza M. Tini, 7 Tel. 0549-885515
allora di lasciare la cittaTeatro Titano
San Marino
dina pugliese (Fuggi da
Piazza Sant’Agata Tel. 0549-882416
Foggia è la canzone di
www.teatroverucchio.it
sottofondo) dirigendosi
Teatro Leo Amici
Monte Colombo (Rn)
prima a Roma e poi a
Via Canepa, 136 Tel. 0541-986133
Milano.
www.teatroleoamici.it
Cartellone
SABATO 22 MARZO 2014
l
19
Oggi per Ilaria Alpi
Strage impunita
Oggi pomeriggio alle 17.30 a
Rimini Benedetta Tobagi e Ilaria Moroni conversano intorno
a “Una stella incoronata di
buio. Storia di una Strage impunita” (Einaudi, 2013). Ricordando Ilaria Alpi.
L’incontro si terrà al Museo
della Città.
Domani al Teatro degli Atti
Gabellini e i personaggi romagnoli
Chiusura per il progetto Lingue di confine a cura di Fabio Bruschi, dedicato ai neodialettali in poesia, teatro e cinema, tra slang e parole migranti, inserito nella stagione teatrale di Rimini 2013/2014.
Domani 23 marzo alle ore 16 al Teatro degli Atti (via Cairoli, 42) Francesco Gabellini legge i suoi personaggi nello spettacolo Mezmat. La follia di certi personaggi romagnoli è diventata assai nota grazie ai film di Federico Fellini e all’opera poetica
di Tonino Guerra, Raffaello Baldini e altri. Personaggi che Gabellini si è inventato e
ai quali ha dato voce nei suoi testi per il teatro. Gabellini li presenta uno a uno in
questa panoramica, come se accompagnasse tanti suoi figli al loro primo giorno di
scuola, anche se alcuni di essi hanno già brillantemente superato varie prove teatrali. Francesco Gabellini leggerà brani dai suoi monologhi accompagnato dal musicista Pepe Medri.
Domani al Tiberio
Doppio docu-film
Al Cinema Tiberio di Rimini (via San Giuliano, 16),
dotato di impianto digitale di proiezione Sony 4K e
audio Dolby Digital 7.1, domani 23 marzo alle ore
21 (ingresso libero) nuovo appuntamento per la
rassegna di documentari Doc in Tour, con due i titoli
in programma: il primo è Anita di Antonio Bigini,
ispirato al trattamento inedito di Fellini "Viaggio con
Anita", sulle strade di un’Italia segreta, lontana dai
percorsi battuti. Immagini d’archivio (in 8mm, super8, 16mm) s’intersecano con stralci dell’oggi, in
un inseguirsi tra presente e passato. Il secondo film
è Antonioni Point di Nevio Casadio: Il 2012 ha celebrato il centenario della nascita di Michelangelo Antonioni. Il documentario è un viaggio nel tempo, lungo i luoghi di origine dai quali Michelangelo ha iniziato la sua straordinaria esperienza cinematografica, con al centro il Po. Per informazioni: Cinema Tiberio tel. 328/2571483 www.cinematiberio.it
Meteo
Numeri utili
Bellaria
Max
19
Min
11
Rimini
Santarcangelo
EMILIA ROMAGNA
Riccione
Cattolica
RSM
Morciano
di Romagna
Novafeltria
Pennabilli
MARCHE
Pomeriggio
Sera
Notte
112
Carabinieri pronto intervento
117
Guardia di Finanza
113
Polizia Soccorso pubblico
115
Vigili del fuoco
1530
Guardia costiera
803116
Socio Aci
114
Telefono azzurro
118
Pronto soccorso ambulanze
0541
RIMINI
705795
Pronto soccorso Ospedaliero
7681
Carabinieri comando provinciale
436111
Prefettura-Questura
23943
Polizia Ferroviaria
799611
Polizia stradale
58771
Corpo Forestale dello Stato
50121/50211
Capitaneria di Porto
22666
Vigili Urbani
787461
Guardia Medica
50020
Radio Taxi
300811
Trasporto pubblico (Start romagna)
730730
Canile comunale
RICCIONE
601379
Carabinieri (sede)
693926
Posto fisso Polizia
602100
Polizia Stradale
693926
Polizia di Stato (Uff. estivo)
600559
Taxi Stazione
CATTOLICA
967676
Carabinieri
966204
Guardia medica
962114
Taxi stazione
SANTARCANGELO
344104
Carabinieri
705757
Guardia medica
433132
Taxi Bellaria
330008
Taxi Igea
CORIANO
657159
Carabinieri
668215
Guardia medica
MISANO
615685
Carabinieri
611171
Taxi
BELLARIA
344104
Carabinieri
Tel. 199892021*
www.trenitalia.it
*pagamento
Federico Fellini
Tel. 0541 715711
www.riminiairport.com
Farmacie di turno
Rimini
Diurno Notturno: 24h su 24h
VILLAGGIO NUOVO
Via Santarosa, 7
Tel. 0541 373196
Riccione - Comuni periferici
Diurno e notturno: 24h su 24h
BASIGLI
Corso Fratelli Cervi, 139
Tel. 0541 600152
Coriano - Cattolica - Misano
adriatico - Gabicce mare
COMUNALE SAN BENEDETTO
Via Cabral, 26 a/b CATTOLICA
Tel. 0541 966517
COMUNALE (GABICCE)
Via Enrico Berlinguer, 7
Tel. 0541 830154
ABBONDANZA
SAN GIOVANNI IN MARIGNANO
Piazza Pascoli, 3 - Tel. 0541 955107
BEATO AMATO SALUDECIO
Via Roma, 4 - Tel. 0541 981666
Bellaria - Igea marina
TONINI
Via Panzini, 114
Tel. 0541 344227
Alta Valmarecchia
MURATTINI (TALAMELLO)
Via Capannelli, 1
Tel. 0541 920127
Santarcangelo di Romagna
e Bassa Valmarecchia
Notturno diurno e festivo:
DELL’OSPEDALE
Via Casale 3-5
Tel. 0541 678736
Oroscopo
Ariete: Non sarete particolarmente
brillanti , per cui potreste non ottenere buoni risultati con le vostre
sole forze.
Toro: Non perdete il lume della ragione se incontrerete la persona
che vi piace, rischiereste delle brutte figure, che verranno ricordate per
molto tempo.
Gemelli: Siate oculate, soprattutto riguardo alle spese per le
vacanze.
Cancro: I vostri superiori hanno
scelto proprio bene i propri collaboratori e sono fortunati ad avervi
al loro fianco in questi momenti . In
ripresa le quotazioni economiche.
Leone: Qualche battibecco in amore. Per una volta fate in modo di non
dover essere voi a soddisfare i capricci degli altri.
Vergine: Se non siete sicuri di quello che state per fare, sarebbe meglio fermarsi in tempo.
Bilancia: Questa sera uscite e fate
sfoggio del vostro fascino, non si
sa mai, potrebbe essere il giorno
giusto.
Scorpione: Non sottovalutate le
cose più semplici, che solitamente fanno felice il partner, altrimenti
commettereste un errore.
Sagittario: Sarete ricompensati per
gli sforzi di oggi, quindi non risparmiatevi e non siate troppo egoisti.
Capricorno: Sorvegliate le uscite
economiche. Cercate di non spendere troppo in vacanze o per qualcosa di voluttuario.
Leggi tutto
Acquario: Correte il rischio di mostrarvi per quello che siete e per i
sentimenti che provate.
Pesci: E’ sempre una cosa positiva
cercare di migliorarsi, soprattutto
prendendo per esempio qualcuno
che ha un effetto positivo su di voi.
20
l
SABATO 22 MARZO 2014
Sport
Rimini
CALCIO LEGAPRO - Domani i biancorossi (ore 14,30) a Castiglione
SABATO
22 MARZO 2014
l
21
CALCIO LEGAPRO - Domani ore 14,30
San Marino dimezzato
Rimini, non puoi sbagliare dopo
le follie di Cremona
Osio: “Torniamo ad essere gioiosi, loro non regaleranno nulla”
Ampia scelta davanti col ritorno di Nicastro. Spinosa in dubbio
di CRISTIANO CERBARA
RIMINI - Un girone fa, quel-
la sconfitta al “Neri” con il
Castiglione, la prima dopo 5
vittorie interne consecutive, lanciò il primo piccolo
campanello d’allarme. Domani (ore 14,30) al “Lusetti”, il Rimini cerca il riscatto
e soprattutto una nuova ripartenza, per prendere lo
slancio necessario alla volata finale per la salvezza. Sarà
durissima, questo è poco
ma sicuro. Intanto però mister Osio ha visto buone cose nell’amichevole di Ravenna e si aspetta di rivedere a Castiglione il suo “vecchio” Rimini: “Ho trovato i
ragazzi molto concentrati e
propositivi – commenta
Osio – ma soprattutto, nonostante la consapevolezza
della difficoltà del momento,
anche sereni. E’ questo l’aspetto più importante, quello che ci può far tornare ad
essere gioiosi e giocosi in
campo. Ci vogliono la giusta
carica e grinta ma senza
troppi pensieri in testa, solo
così potremo giocarci tutte le
chance che ancora abbia-
Spinosa è in dubbio per domani
mo”. A Castiglione si torna
all’antico, di certo con il
modulo, vedremo se anche
con gli interpreti: “Il 4-3-3 è
il sistema di gioco più bello
ma anche redditizio che la
squadra è stata in grado di
offrire. Ora è tornato anche
Nicastro, i nuovi arrivati
hanno sofferto più di altri le
vicissitudini di classifica ma
è chiaro che tutti ci aspettiamo di più dai giocatori importanti che a gennaio sono
arrivati per fare la differenza. Nigro non è al 100% ma
c’è da valutare bene anche
Spinosa dopo la brutta entrata ricevuta giovedì a Ravenna. Sente ancora un dolorino al ginocchio, non so se
sarà disponibile per domeni-
ca (domani, ndr)”. Si va
dunque verso il trio Nigro,
Marco Brighi, Del Sole a
centrocampo mentre davanti quale sarà il tridente?
Osio non si sbilancia: “Herrera e Radoi sono due giocatori importanti, arrivati per
fare un certo tipo di gioco.
Entrambi hanno dato la
massima disponibilità e
dobbiamo recuperarli per
avere più frecce al nostro arco. In ogni caso c’è sempre il
trio Nicastro-Cesca-Fall che
è in grado di dare ampie garanzie”. E il Castiglione?
Una settimana fa ha reso la
vita durissima al Renate secondo della classe: “Magari
il Renate ha sottovalutato la
partita o più probabilmente
il Castiglione non ha regalato nulla come è giusto che
sia. Ed è quello che mi aspetto domenica (domani, ndr),
ossia di trovare un avversario che si giocherà le ultimissime possibilità di salvezza
visto che la matematica ancora non li condanna. Per
noi è una partita delicatissima, sia per la classifica che
per il momento che stiamo
attraversando”.
Arriva la super Entella
di Adrian Ricchiuti
SAN MARINO - (c.c.) Testacoda in piena regola domani al-
l’Olimpico di Serravalle (ore 14,30) dove arriva la capolista
Virtus Entella. A +9 sulla Pro Vercelli con 5 partite ancora
da giocare, i liguri non festeggerebbero matematicamente la
promozione in B nemmeno in caso di successo sul Titano e
contemporanea sconfitta dei piemontesi in casa con il Venezia, ma ormai è davvero solo questione di tempo. Davanti
a cotanto avversario, il San Marino di Agatino Cuttone vuole fare bella figura e dimenticare la rabbia per le beffe arbitrali dell’assurdo finale di gara a Cremona: “Siamo rimasti a
dir poco perplessi – torna sull’argomento il tecnico biancazzurro – dalla gestione arbitrale di una partita in cui non sarebbe servito nemmeno l’arbitro. Alla fine l’ho pure detto al
direttore di gara: se avessimo arbitrato un tempo io e uno
Dionigi (mister della Cremonese, ndr) non sarebbe cambiato nulla. Le immagini spiegano tutto così come la sola giornata di squalifica comminata a Fogacci che è capitano. Purtroppo l’arbitro ha perso il controllo”. Sull’arrivo della Virtus
Entella dominatrice del torneo c’è poco da aggiungere:
“Praticamente sono già in B e del tutto meritatamente. Hanno dimostrato di essere la squadra più forte ed è giusto che
vengano premiati con la promozione. Ma non mi aspetto certo un avversario rilassato, anzi. Verranno qua più carichi e
determinati che mai per chiudere il discorso prima possibile”.
Intanto però il ciclone Capilungo ha privato Cuttone dei
suoi due pilastri difensivi (Fogacci e Farina) e del faro di
centrocampo (Sensi), un ostacolo in più davanti alla capolista: “Si tratta di tre giocatori che danno grande solidità alla
squadra ma sono certo che chiunque li sostituirà, farà bene.
Queste sono le ultime partite per dimostrare il reale valore
dei giocatori, in modo che la società possa fare le sue valutazioni”. Dietro spazio alla coppia Ferrero-Cruz, Pigini favorito in mezzo, probabili cambiamenti davanti.
CALCIO LEGAPRO - Domani Santarcangelo con molte assenze CALCIO VARIE - Mentre al Riccione arriva un’altra penalità: -5 in classifica
Vincere con il Real Vicenza Il Bellaria solo per l’onore
per chiudere i giochi
Eccellenza, duello al fotofinish
SANTARCANGELO - (c.c.)
La squadra che ha pareggiato di più (12 volte “ics”
come Cuneo, Mantova e
Pergolettese) contro una di
quelle che ha pareggiato di
meno (5). Domani (ore
14,30) al “Menti” di Vicenza c’è però molto di più in
palio rispetto alla cabala. Il
Santarcangelo, senza vittorie da 10 partite, cerca in
casa del Real Vicenza (a -1
dai gialloblù) quel colpo di
coda che chiuderebbe quasi tutti i discorsi, tenendo a
distanza anche l’arrembante Torres in prossimità dei
due “jolly” da giocare con
Bellaria e Bra. Il tecnico Fabio Fraschetti ne è pienamente consapevole: “E’ la
prima partita decisiva che
ci aspetta – dice il trainer
del Santarcangelo – ma lo
sarà solo se la vinciamo,
perché a quel punto metteremmo a -4 una rivale diretta con in più lo scontro
diretto a noi favorevole.
Mister Fraschetti
Anche un pareggio sarebbe
gradito mentre se dovessimo perdere, il discorso resterebbe ancora aperto. Noi
però cerchiamo continuità
di risultati, che non sono
stati esaltanti in questo girone di ritorno, ma che ci
hanno permesso di muovere
sempre la classifica”. Contro l’Alessandria si è visto
un Santarcangelo a due
facce: “Partiti benissimo,
come in casa non ci succedeva da parecchio, poi una
volta preso un gol evitabile
siamo andati per 20 minuti
in balia dell’avversario come mai ci era successo prima. Alle fine si è trattato di
un risultato importante. Il
Real Vicenza? E’ una squadra molto diversa, segnano
tanto ma concedono anche
molto e questo modo di giocare li ha portati a pareggiare pochissimo. Per questo dovremo essere bravi a
indirizzare l’episodio dalla
nostra parte in una partita
in cui gli episodi conteranno parecchio”. Qualche
problema di formazione c’è
per Fraschetti. Oltre allo
squalificato Papa, certa
l’assenza anche di Paolo
Rossi il cui infortunio al ginocchio non sembra affatto di poco conto. Quasi sicuro anche il forfait degli
acciaccati Garaffoni e
Obeng.
RIMINI - (c.c.) Ultime sei fatiche per il Bel-
laria prima di tuffarsi nella riorganizzazione societaria e preparare il prossimo campionato di serie D. Domani al “Nanni”
(ore 14,30) arriva il Porto Tolle, formazione affamata di punti nella corsa salvezza,
logico pensare che il risultato non sarà
tanto diverso da quelli maturati nelle ultime 8 partite (i “gabbiani”
hanno conquistato solo un
punto nel girone di ritorno
pareggiando con il Castiglione) ma la giovane banda di Ayala Fanesi, priva
dello squalificato Sirigu, va
in cerca quantomeno della
soddisfazione di un gol che
manca da 6 turni.
Vortice Riccione. Nata
male, la stagione del Riccione sta terminando nel peggiore dei modi. A parte i risultati che da
diverse giornate non fanno nemmeno più
testo (domani i biancazzurri saranno di
scena a Imola), sulla società (o quel che ne
resta) della Perla Verde continuano ad abbattersi squalifiche, ammende e penalizzazioni. Stavolta è per colpa della mancata
esecuzione dei rimborsi ai calciatori Reccolani, Chiarini, Ricci, Marani e Bufalino,
risalenti alla scorsa stagione e che la Commissione Vertenze Economiche aveva stabilito venissero onorati entro 30 giorni.
Ciò non è avvenuto e così ecco dieci mesi
di inibizione per Giovanni Spinelli e altri 5
punti di penalizzazione in classifica (il Riccione scende a 3, per quello che conta).
Duello d’Eccellenza. Sette puntate alla
fine
dell’appassionante
duello per la promozione in
D tra la Ribelle di Sandro
Porchia e la Sammaurese di
Alessandro Mastronicola.
Gasati dall’aggancio in vetta e da una rimonta che fino a qualche settimana fa
sembrava improbabile, i
giallorossi di San Mauro
paiono ora avere l’inerzia
tutta dalla loro parte. Domani doppio appuntamento casalingo per le due contendenti: la
Sammaurese attende il Calderara al “Macrelli” mentre la Ribelle gioca a Castiglione
di Ravenna contro il Castenaso, due impegni apparentemente e verosimilmente alla
portata. Trasferte per la Savignanese (a
Russi) e per il Cattolica (a Faenza) mentre
il Misano è al “Santamonica” contro la
Sampierana.
22
l
Sport Rimini
SABATO 22 MARZO 2014
BASKET D - Santarcangelo contro il Basket Imola (stasera ore 21) può festeggiare la matematica promozione con 25 vittorie su 25. Presenti anche i dirigenti Fip
Angels, è il giorno per mettere il sigillo a un campionato straordinario
SANTARCANGELO - E’ il giorno della promo-
zione matematica, dell’ufficializzazione di qualcosa che era da parecchio nell’aria. Gli Angels risalgono dalle ceneri della caduta in D e lo fanno
con un’annata perfetta, nella quale finora non
hanno perso nemmeno una partita. 24 su 24 per
il gruppo allenato da coach Davide Tassinari,
che con un eventuale successo questa sera contro
il Basket 95 Imola (palla a due alle 21) sarebbe
promosso anche per la matematica (la seconda è
Riccione). Una squadra, quella clementina, che
riparte dal territorio e dal settore giovanile. Accanto a due giocatori come Pesaresi e Saponi, comunque “nostrani”, sono cresciuti nel corso di
questa stagione 2013-2014 tanti ragazzi che hanno corso e sudato nelle giovanili e adesso sono
migliorati regalando un contributo fondamentale all’eccellente campionato. Santarcangelo,
ora in D, con ogni probabilità salirà direttamente in Dnc e salterà dunque la C Regionale.
Stasera saranno presenti il Presidente Fip
Regionale, Stefano Tedeschi, il Consigliere
Federale Nazionale Giancarlo Galimberti e
Carlo Oppi in rappresentanza della Fip Provinciale. Alla gara non mancheranno tanti
atleti legati al mondo Angels e tutti i ragazzi
del settore giovanile e del minibasket. Una
bella cornice colorata per un momento di
sicuro interesse. Le altre partite della 25ª
giornata: Riccione-Granarolo, Baou TribeGrifo Imola, Rolling Pigs-International,
Pgs-Argenta, Castello-Guelfo, Massa-Bellaria, San MAmolo-Giorgina Saffi.
BASKET DNB - Domani (ore 18) trasferta a Montichiari, contro la terza in classifica
Crabs, niente da perdere
Coach Maghelli: “Loro davvero bravi, con ritmi alti
Ora siamo più sereni, proveremo a fare il colpaccio”
- Viaggia verso
Montichiari, la truppa
Crabs. Verso una sfida di
elevato livello di difficoltà
ma anche con poco da perdere. Domani al PalaGeorge (palla a due alle 18, arbitri Suriano di Torino e Battisacco di Rivoli) i granchi
hanno una salite ripida da
scalare, una montagna vera
e propria. La terza in classifica, un colosso del girone.
“Sono davvero molto bravi – conferma Andrea Maghelli – Una delle super di
questo
raggruppamento,
senza dubbio. Formazione
di grande solidità, coi primi
otto giocatori della rotazione che sanno esprimere un
rendimento sempre eccellente, d’altra parte sono elementi di categoria superiore
che in un recente passato
hanno militato anche in Legadue. Insomma, non degli
ex, ma giocatori veri”. I pericoli sono noti e Maghelli
non si nasconde. “Innanzitutto le due guardie tra cui
ad esempio Scanzi, giocatore
decisamente pericoloso. Poi
RIMINI
Coach Maghelli durante un time out
due lunghi come Perego e
Zanella: raramente stanno
in campo insieme, ma la
squadra sa giocare con loro e
quando sono sul parquet
sanno creare situazioni pericolose con palla sotto canestro”. Montichiari gioca bene assieme ai suoi lunghi,
ma non per questo rumina
VOLLEY C - Mentre il Riccione gioca a Ozzano
pallacanestro a metà campo, anzi. “Corrono tantissimo, fanno molta transizione
e questo accade in particolar
modo a inizio partita, quando riescono a tenere un ritmo davvero elevato. Poi magari nell’ultimo quarto calano un po’, ma bisogna fare
attenzione a questo loro par-
ticolare aspetto. Sarà necessario rimanere molto concentrati: dura bloccare del
tutto il loro gioco in velocità,
ma quanto meno proveremo
a ridurre il numero dei canestri facili provando a tenere
sulla transizione”.
Nei Crabs qualche dubbio sulla disponibilità di
German Scarone, che in settimana non s’è allenato per
un risentimento al polpaccio avvertito nell’ultima
partita casalinga con Lecco.
Gara che ha cambiato qualcosa per i biancorossi. Non
per la classifica, ma per il
morale. “Ci ha dato un po’
di serenità – commenta Maghelli – Era un po’ che si parlava di obiettivi, della nostra
situazione in classifica e di
come potessimo o meno raggiungere una posizione o
l’altra. La squadra si è allontanata mentalmente da questi discorsi e si è goduta la
vittoria, sempre un toccasana in tutte le situazioni e in
ogni momento del campionato”.
Loza
BASKET - Contro Oderzo al Multieventi (oggi ore 18)
La Dado vuole uscire
dalla striscia negativa
e conservare i play off
SAN MARINO - La Dado
vuol lasciare chiusa nel
vecchio inverno la striscia
di sconfitte che ha raggiunto quota cinque, ma
per farlo deve invertire la
rotta oggi con Oderzo (ore
18, Multieventi). I veneti
veleggiano nelle parti alte
della classifica, il passo da
cinque vittorie nelle ultime sei uscite è
da leader e già
all’andata,
quando
il
gruppo
di
coach Teso
viaggiava a
marce
più
basse, i Titans
incassarono il 72-59 Oderzo, con 18+12 in 26’ di
Francesco Basei, pivot
trentenne da 14,5 punti e
11,5 rimbalzi di media gara. A nulla valsero i 19 di
un ottimo Federico Cardinali. Doppia cifra di media
per gara, tra i veneti, anche
per Giovanni Infanti (12),
ala che è uno dei sei uomini
sopra i due metri a disposizione, numeri che rendono Oderzo il gruppo più
pericoloso, per chili e cen-
timetri, del girone. Difficile fare gara pari a rimbalzo
(41-30 Oderzo all’andata),
ma le motivazioni di San
Marino sono forti, così come la volontà di chiudere
la striscia negativa, e potrebbero favorire una sorpresa. La classifica, in ottica qualificazione playoff, è
ora insidiosa:
oggi il Team
Dado si trova
all’ultimo posto utile alla
post season
più prestigiosa, il nono, col
rischio di perdere ulteriori
posizioni se
non gestirà al meglio il
prossimo periodo e soprattutto le uscite casalinghe. La chiave per Casadei
e soci sarà contenere la
batteria di lunghi avversari
e tenerli lontani da canestro, sperando nella presenza e nella buona vena di
Agostini e Botteghi. Alto
punto fondamentale sarà
la gestione del ritmo, che
se mantenuto alto potrebbe creare grattacapi ai giganti veneti.
VOLLEY B - Mentre l’Elettrocentro2 (oggi ore 21) è contro Conselice e la Stella va a Pescara (oggi ore 18)
Il Caffè Pascucci sul velluto
E Bsm non può sbagliare
contro il fanalino di coda
Rovelli, big match con il Cordenons
Donne, la Lar contro la corazzata Gabicce
RIMINI - Il Caffè Pascucci,
RIMINI - Quando fai da le-
capolista di questo girone C
di C femminile, aspetta oggi
alla palestra Rodari la visita
di un Longiano che non dovrebbe impensierire la corazzata riminese. Si gioca
alle 18 e il Caffè Pascucci,
dall’alto di un consistente
+43 in classifica rispetto alle
rivali, conta di consolidare
o quanto meno mantenere
le distanze su Forlì (+1), che
aspetta alle 18.30 la visita
del Romagna Est Bellaria.
Stasera alle 20.30 il Riccione
gioca a Ozzano un match
contro una squadra sostanzialmente appartenente alla
stessa fascia di classifica (23
per i riccionesi, 20 per i padroni di casa). Infine le ragazze della Banca di San
Marino (20 punti), impegnate alle 17 in casa dell’ul-
tima della classe, Imola
(10). “Contro Imola cercheremo i tre punti - spiega
coach Alessandro Zanchi. All’andata ci batterono per
3 a 2 a casa nostra e vogliamo prenderci la rivincita.
Non siamo più quella squadra, stiamo bene fisicamente e siamo in un momento
psicologico positivo, al contrario di loro. Se l’andamento della partita lo consentirà, vorrei anche schierare in
campo alcune delle nostre
giovani”.
In C maschile, turno di
riposo per la Titan Services
San Marino, mentre la Ventil System San Giovanni in
Marignano sarà impegnata
oggi alle 17.30 a Portomaggiore contro una squadra
che la precede di otto punti
in classifica.
pre, come sta succedendo a
Morciano, ogni domenica
la sfida è ancor più impegnativa. Figuriamoci poi se
capita, come in questo turno di campionato, che l’avversario sia il Piera Martellozzo Cordenons, ex capolista e ora scivolata al terzo
posto. Nello stesso girone di
B2 Maschile, il Bellaria si
gioca in casa il derby col
Conselice, mentre in B2
Femminile San Giovanni
aspetta le cugine del Team
80 Gabicce e la Stella va a
giocare senza particolari
pressioni in casa del Dannunziana Pescara.
B2 Maschile – Piera
Martellozzo Cordenons vs
Dolciaria Rovelli Morciano (domani, ore 18). Tra le
due squadre al momento ci
sono 4 punti, con Morciano
(47) a volare e Cordenons a
zoppicare. Il trend sembra
favorevole ai ragazzi di Mecarelli, che però sanno di
dover affrontare una squadra attrezzata per il salto di
categoria e che nel corso del
match d’andata giocato al
PalaPedriali si impose al tiebreak. Ancora problemi per
Bruschi nelle fila di Morciano, con Mecarelli che si affiderà a Santi.
B2 Maschile – Elettrocentro2 Bellaria vs Foris
Index Conselice (oggi,
21).La Foris Index è sesta,
difficilmente raggiungerà i
playoff (-8) e, a sette giornate dal termine, aspetta solo
la matematica per ufficializzare la salvezza (+17). Bellaria invece è in piena bagarre
per uscire dal pantano re-
trocessione dopo un inizio
di campionato tragico. Ultima a 14 punti assieme a Loreggia, la squadra di Botteghi punta al quintultimo
posto di Monrupino (+5)
cercando una vittoria in
questa sfida casalinga. I bellariesi dovrebbero essere al
completo nonostante alcuni acciacchi.
B2 Femminile – Lar San
Giovanni in Marignano vs
Team 80 Gabicce (oggi,
18.30). Montani e Tallevi ci
saranno, ma non sono al
massimo della condizione
dopo il lungo stop e il loro
impiego sarà molto probabilmente contenuto. Match
che molto più valore in termini di classifica per le
ospiti, tuttora in piena corsa
promozione (seconde a -1
dalla capolista Pescara). San
Giovanni è quinta a -9 dall’ultimo posto playoff e solo
un paio di colpo di coda
nelle prossime partite la potrebbero riportare a tiro di
postseason.
B2 Femminile – Dannunziana Pescara vs Caf
Acli Stella Rimini (oggi,
18). La Lar affronta la seconda, la Stella va in trasferta in casa della prima. Sfide
entrambe piene di difficoltà
ma la squadra di Biselli
viaggia leggera, anche perché il cuscinetto che la distanzia dalla zona retrocessione è ancora di 7 punti.
Non ci sono problemi si
formazione per le riminesi,
che dividono l’ottava posizione con Gubbio (26 punti) e davanti hanno Macerata (29) e Montegranaro
(30).
SABATO 22 MARZO 2014
l
23
24
l
SABATO 22 MARZO 2014
RIMINI
AL QUARTOPIANO
Per info e prenotazioni:
tel. 0541.393238
quartopianoristorante.com
via Chiabrera, 34c • 47924 • Rimini
OGNI SERA,
DAL LUNEDÌ AL GIOVEDÌ,
QUARTOPIANO
VI PROPONE UN MENÙ
DAL SAPORE DI ROMAGNA
www.sgrservizi.it
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
13 194 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content