close

Enter

Log in using OpenID

COPIA - Comune di Savignano sul Panaro

embedDownload
COMUNE DI SAVIGNANO SUL PANARO
PROVINCIA DI MODENA
Deliberazione del Consiglio Comunale
COPIA
N. 55 del 26/09/2014
OGGETTO: SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO AI SENSI
DELL’ART. 193 T.U. ENTI LOCALI. VARIAZIONI DI COMPETENZA
AL CORRENTE BILANCIO DI PREVISIONE, ALLA RELAZIONE
PREVISIONALE
E
PROGRAMMATICA,
AL
BILANCIO
PLURIENNALE 2014/2016.
Seduta n. 10
Il Sindaco Germano Caroli ha convocato il Consiglio Comunale, in seduta di prima convocazione, l’anno
2014 (duemilaquattordici) il giorno 26 (ventisei) del mese di settembre, alle ore 20.30 nella Sala consiliare.
La convocazione è stata partecipata ai signori consiglieri a norma di legge e secondo le modalità previste
dal Regolamento del Consiglio Comunale di Savignano sul Panaro.
Il Sindaco Germano Caroli assume la presidenza dell’adunanza e, riconosciutane la legalità, dichiara
aperta la seduta.
Lo stesso Sindaco-Presidente procede, quindi, a designare scrutatori i consiglieri Piccinini, Tedeschi e
Pisciotta.
Risultano presenti:
presente
Caroli Germano – Sindaco
Consiglieri
presenti
assente
X
Consiglieri
assenti
presenti
assenti
Linari
Erio
X
Piccinini
Patrizia
X
Tabilio
Ana Maria
X
Tedeschi
Maurizio
X
Balestri
Angelo
X
Venturelli
Walter
X
Govoni
Andrea
X
Pisciotta
Davide
X
Montaguti
Carmen
Quartieri
Cristina
X
Muzzioli
Jennifer
Bonasoni
Matteo
X
X
X
Assegnati: n. 13 In carica: n. 13
Assessori non consiglieri
Totale Presenti: n. 10 Totale Assenti: n. 3
presente
Corsini
Alessandro
X
Marchioni
Giuseppe
X
assente
Assiste il Segretario Comunale dott. Paolo Dallolio.
La seduta è: (X) pubblica ( ) segreta.
(X) Atto dichiarato immediatamente eseguibile.
____________________________________________________________________________________________________
La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo pretorio in data 29/09/2014 (prot. n. 10903-2014).
____________________________________________________________________________________________________
N. 55
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
del 26/09/2014
OGGETTO: SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO AI SENSI
DELL’ART. 193 T.U. ENTI LOCALI. VARIAZIONI DI COMPETENZA AL
CORRENTE BILANCIO DI PREVISIONE, ALLA RELAZIONE PREVISIONALE E
PROGRAMMATICA, AL BILANCIO PLURIENNALE 2014/2016.
IL CONSIGLIO COMUNALE
Visto l’art. 193 “Salvaguardia degli equilibri di bilancio” del T.U. Enti Locali approvato con
D.Lgs 267/2000, il quale prescrive che entro il 30 Settembre il Consiglio Comunale provveda alla
ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e adotti i provvedimenti necessari per
l’eventuale ripiano di debiti fuori bilancio ed il ripristino del pareggio finanziario eventualmente
compromesso;
Visto l’art. 175 del citato T.U. che definisce tempi e modalità per le modifiche al bilancio di
previsione;
Visto il vigente regolamento di contabilità ed in particolar modo gli articoli 9 e 11;
Richiamate:
• la deliberazione del Consiglio Comunale n. 21 del 2.4.2014 con la quale sono stati
approvati il bilancio di previsione 2014, la relazione previsionale e programmatica
2014/2016 e gli altri allegati agli strumenti di programmazione finanziaria;
• le delibere n.72/14, 78/14 e 95/14 con le quali l’organo esecutivo ha disposto prelievi dal
fondo di riserva;
• la deliberazione della Giunta comunale n. 108 del 15/09/2014 con la quale è stati disposta
una variazione d’urgenza al bilancio 2014, ratificata in data odierna;
• la deliberazione della Giunta Comunale n 81 del 23 maggio 2014 con la quale è stato
approvato il piano esecutivo di gestione per l’anno 2014;
Tenuto conto della più recente determinazione del Fondo di solidarietà comunale per l’anno 2014
(allegato A) dalla quale si evincono il contributo complessivo (935.705,87), il taglio operato
attraverso il D.L. 66/2014 (-32.254,42), il prelievo forzoso da parte del Ministero dell’Interno
sull’IMU di spettanza comunale (-758.619,89) ed una ridefinizione dei trasferimenti 2013 (già
oggetto di conguaglio con comunicato del 24 giugno 2014) che comportano un ulteriore taglio di
€ 27.165,85;
Precisato che la relativa comunicazione è stata resa accessibile sul sito del Ministero dal 16
settembre 2014 ed ha seguito di qualche giorno la comunicazione inerente esclusivamente il taglio
del DL 66/2014 (5 settembre 2014);
Richiamate le comunicazioni del Ministero dell’Interno 24 giugno e 27 giugno 2014 con le quali
è stato definito l’ammontare complessivo del Fondo di Solidarietà 2013, determinazione che ha
comportato un conguaglio positivo di € 27.000 già oggetto di precedente variazione di bilancio;
Evidenziato infine che, nonostante il Ministero dell’Interno abbia chiarito i meccanismi di
determinazione del fondo di solidarietà comunale per il 2014 (il citato allegato A) non sono
ancora definiti i trasferimenti erariali per il 2014 (l’apposita sezione del Ministero è ancora priva
dei dati), che dovrebbero comprendere anche i trasferimenti di cui alle comunicazioni del 27
giugno e la traduzione concreta di quanto stabilito dalla conferenza Stato-città ed autonomie
locali dell’11 settembre 2014 (comunicato del Ministero dell’Interno del 12 settembre 2014);
(Segue deliberazione del Consiglio Comunale n. 55 del 26/09/2014)
Preso atto, conseguentemente, della persistente incertezza sui dati relativi ai trasferimenti erariali;
Evidenziato che l’andamento della gestione richiede le seguenti variazioni sulle entrate correnti:
• TASI, le stime (tenendo conto delle rateizzazioni e delle diverse modalità di pagamento)
confermano un incremento delle riscossioni rispetto allo stanziamento iniziale di circa
60.000,00;
• Addizionale comunale all’IRPEF, è atteso un conguaglio sull’addizionale 2013 di circa
40.000,00;
• Recupero evasione tributi comunali, sono state riscosse maggiori somme rispetto al
preventivato per circa 16.000,00;
• Ruoli coattivi PM, l’ufficio di PM è pronto ad iscrivere a ruolo sanzioni non riscosse per
circa 167.000,00;
Dato atto che, per ciò che attiene alle entrate correnti la salvaguardia degli equilibri di bilancio
richiede le seguenti variazioni:
E/S
E
E
E
E
E
E
E
E
E
E
Cod.
mec. Capitolo
Descrizione
1030405
405000 TASI
1010175
175000 Addizionale comunale all'IRPEF
1020290
189000 Recupero evasione/elusione TARSU
3011390 1394000 Riscossione coattiva sanzioni al CDS
3052325 2325000 Rimborso spese per danni
3021410 1411000 Concessioni cimiteriali
3012280 2280000 Rimborsi diversi personale dipendente
3052376 2376020 Rimborso spese di personale comandato / convenzione
1030300
300000 Fondo sperimentale riequilibrio
2020840
930000 Contributo regionale alberi monumentali
Totale
CP - Disp.
Acc.
62.500,00
40.000,00
16.000,00
167.000,00
6.500,00
5.000,00
4.100,00
2.800,00
-42.000,00
4.000,00
265.900,00
Evidenziato che l’andamento della gestione richiede le seguenti variazioni sulle spese correnti:
E/S Cod. mec. Capitolo
Descrizione
Variazione
S
1010311
892000 Fondo di riserva
-15.000,00
S
1010103
1010 Indennità di carica amministratori comunali
-7.000,00
S
1090605
429000 Contributi in materia ambientale
-10.000,00
S
1010203
38000 Formazione e qualificazione del personale
-5.000,00
S
1010601
73060 Fondo incentivi attività di progettazione e istruttoria varianti
-5.000,00
S
1010303
61030 Studi e consulenze servizi finanziari
-3.500,00
S
1040302
320000 Acquisto beni manutenzione scuola media
-3.000,00
S
1010303
42041 Spese postali
-2.500,00
S
1100502
524000 Acquisto beni manutenzione cimitero comunale
-2.500,00
S
1100508
531000 Restituzione loculi
-2.500,00
S
1010603
77010 Pubblicazioni urbanistica ed edilizia
-2.000,00
S
1010401
145000 Fondo incentivazione potenziamento ufficio tributi
-2.000,00
S
1010303
52020 Manutenzione attrezzature e reti informatiche
-1.500,00
S
1010203
57000 Studi e consulenze area amministrativa
-1.500,00
S
1030102
231020 Acquisto beni servizio di PM
-1.500,00
S
1060302
657000 Acquisto beni per promozione sport.
-1.500,00
S
1010306
900000 Interessi passivi anticipazione di tesoreria
-1.500,00
S
1050207
410000 Siae ed altri tributi attività culturali
-1.300,00
(Segue deliberazione del Consiglio Comunale n. 55 del 26/09/2014)
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
S
1010201
1010203
1030102
1030102
1050203
1090602
1010202
1100403
1030105
1070203
1030103
1080102
1010303
1010310
1050205
1100503
1050204
1090503
1090603
37000
54030
216000
230030
403000
638020
60020
704000
219000
404000
231010
741020
61050
893000
401000
517000
397000
584000
637000
Diritti di rogito spettanti al segretario
Prestazioni diverse ufficio segreteria
Vestiario PM
Carburante mezzi PM
Capitolo vuoto
Carburante mezzi verde
Carburanti mezzi servizi generali
Spese per attività socialmente utili
Rimborsi PM
Iniziative di valorizzazione turistica
Prestazione di servizi servizio di PM
Carburante
Prestazione di servizi area finanziaria
Fondo svalutazione crediti
Contributi ad associazioni, enti ed onlus
Servizi cimiteriali
Noleggio attrezzature attività culturali
Smaltimento rifiuti
Manutenzione verde pubblico
-1.000,00
-1.000,00
-1.000,00
-1.000,00
-1.000,00
-1.000,00
-500,00
100,00
700,00
1.000,00
18.000,00
1.500,00
3.500,00
288.400,00
2.000,00
4.000,00
5.500,00
8.500,00
8.000,00
265.900,00
Ritenuto opportuno evidenziare che è necessario alimentare il fondo svalutazione crediti per
288.400,00 euro al fine di iscrivere secondo il principio della prudenza:
• le entrate relative ai ruoli coattivi della PM al lordo degli inevitabili insoluti;
• le entrate relative all’IMU 2014 che potrebbero mostrare una criticità potendo conoscere
il valore reale del saldo 2014 solo a consuntivo;
Ritenuto opportuno illustrare le principali variazione ed in particolare:
1.
Riduzione delle risorse relative ai contributi in materia ambientale per effetto della mancata
partecipazione al bando per la ricerca di associazioni da coinvolgere in progetti di
qualificazione del territorio;
2.
Riduzioni delle risorse destinate alla formazione del personale per effetto de tagli di cui al
DL 78/2010;
3.
Incremento delle risorse per la gestione dei servizi di PM per dare copertura all’aggio
relativo alla riscossione coattiva dei ruoli della PM (in corrispondenza una maggiore entrata
di 167.000,00);
4.
Incrementare le risorse per garantire i servizi di spazzamento delle strade nei mesi autunnali
e per la potature di alcune alberature di alto fusto;
5.
Incrementare le risorse per le locazioni e gli affitti in materia culturale per dare seguito ad
un progetto intercomunale di creazione e gestione di un archivio storico;
Ritenuto infine necessario modificare il bilancio pluriennale, annualità 2015 e 2016:
• incrementando la spesa per ammortamento mutui (sia in conto interessi che in conto
capitale) di € 60.000,00 al fine di garantire copertura finanziaria alla eventuale assunzione di
un mutuo da parte dell’Unione Terre di Castelli finalizzato all’ampliamento della scuola
elementare di Doccia;
• incrementare l’intervento relativo alla locazione di immobili per garantire la copertura
finanziaria all’accordo relativo all’archivio storico,
(Segue deliberazione del Consiglio Comunale n. 55 del 26/09/2014)
•
compensare le maggiori spese citate con un incremento del gettito dell’addizionale IRPEF
di pari importo;
Tenuto conto della criticità del patto di stabilità interno che mostra i seguenti saldi:
Entrate correnti
Titolo IV - entrate in conto capitale - incassi
Totale misto entrate Titolo I - Spesa corrente
Titolo II - Spesa in conto capitale- pagamenti
Totale Spese misto
Saldo misto presunto
Obiettivo misto previsto dalla Legge
Sbilancio
Compensato da entrate da trasferimenti reg.li
Edilizia scolastica tetto sms e scala (LLPP)
Sub totale
Pagamenti esclusi
Sub totale
Fondo svalutazione crediti
Saldo finale
7.181.565,01
140.000,00
7.321.565,01
6.989.298,00
191.789,19
7.181.087,19
140.477,82
701.000,00
560.522,18
152.000,00
408.522,18
120.000,00
288.522,18
288.400,00
122,18
Ritenuto opportuno e necessario demandare al responsabile dell’Area Lavori Pubblici. di attivare
tutte le procedure necessarie per riscuotere i contributi regionali legati a lavori conclusi e
rendicontati;
Richiamato l’art. 193 del citato T.U. Enti Locali che rinvia proprio alla salvaguardia degli
equilibri di bilancio la verifica della sussistenza di eventuali debiti fuori bilancio;
Viste le relazioni redatte dei responsabili d’area (allegato B), allegate al presente atto per farne parte
integrante e sostanziale, volte a fornire un quadro sullo stato di attuazione dei programmi 2014 e
le attestazioni relative all’insussistenza di debiti fuori bilancio conservate agli atti dell’ufficio
ragioneria;
Sentito il Sindaco-presidente Caroli Germano, il quale invita il dott. Drusiani, responsabile
dell’Area Servizi Finanziari, ad illustrare nel dettaglio la proposta di riequilibrio del bilancio;
Udita la relazione del precitato dott. Drusiani Damiano, il quale osserva che:
-
-
-
di regola, la deliberazione di fine settembre dovrebbe essere occasione per fare il punto sull’andamento
della gestione ed apportare eventuali correttivi per il mantenimento dell’equilibrio finanziario.
Tuttavia, da qualche anno a questa parte, il termine per l’approvazione del bilancio viene regolarmente
rinviato tanto che, nel 2014, esso coincide con quello per il riequilibrio;
inoltre l’entità dei trasferimenti statali viene costantemente variata in corso d’anno; solo pochi giorni
fa è stato reso noto l’importo del Fondo di Riequilibrio, ridotto rispetto alle precedenti
comunicazioni, che però non è ancora definitivo;
la proposta di variazione registra i nuovi dati e riporta le maggiori entrate previste, mentre nella parte
di spesa sono stati compiuti aggiustamenti e modesti incrementi di dotazione per gli spazzamenti
stradali, le potature e la nuova convenzione per l’archivio storico;
restano alcune incertezze derivanti: dall’introito della TASI, che pare in linea con le previsioni
nonostante la confusione generata dalla disposizione che impone il pagamento in due rate anziché le
tre inizialmente previste; dall’andamento della riscossione delle sanzioni del Codice della Strada;
dall’entrata per IMU, che appare inferiore alle previsioni, forse in relazione alla applicazione delle
aliquote dell’esercizio precedente in sede di acconto;
vi sono tuttavia anche indicazioni positive, come la nuova formulazione delle norme sui pagamenti
esclusi dal patto di stabilità, e la minore spesa per riscaldamento e sgombro neve derivante dalle
favorevoli condizioni climatiche dello scorso inverno;
(Segue deliberazione del Consiglio Comunale n. 55 del 26/09/2014)
-
al consigliere Pisciotta Davide precisa che i contributi regionali per 152.000 euro complessivi
riguardano interventi sulle scuole già terminati e che potranno essere introitati entro la fine
dell’esercizio, anche grazie alla possibilità di concordare con la Regione i termini di versamento. Il
recente decreto “Sblocca Italia” ha portato al 31 dicembre il termine per effettuare pagamenti ai
fornitori senza influire sul Patto di Stabilità, inizialmente previsto al 31 luglio.
Dato atto che successivamente si è aperto un dibattito al quale hanno dato il proprio contributo:
-
-
-
il Sindaco-Presidente Caroli, il quale ringrazia il responsabile del servizio finanziario per la chiarezza
dell’esposizione e rileva che l’attività di tutti gli enti locali si svolge ormai da anni in un quadro di
incertezza sull’entità dei trasferimenti e le possibilità di pagamento, che ostacola fortemente gli
investimenti e impedisce di dare risposte adeguate alle esigenze della comunità. Il contenuto delle
variazioni proposte rende evidente quanto modesta sia la capacità di spesa del comune, non per
mancanza di fondi ma a causa delle limitazioni del patto di stabilità.
La gravità della situazione economica generale si riflette nella circostanza che un numero sempre
crescente di famiglie e imprese non è in grado di versare i tributi locali entro i termini di legge.
Il bilancio comunale è tuttavia solido e veritiero e il suo equilibrio si fonda su una attenta gestione delle
finanze e non certo su artifici contabili legati alla iscrizione di residui attivi quanto meno dubbi.
il consigliere Venturelli Walter (capogruppo consiliare Centrosinistra per Savignano), il quale condivide
il giudizio positivo sull’azione del servizio finanziario, improntata a cautela e correttezza nella gestione
economica, ma preannuncia astensione perché la documentazione ricevuta non era completa. Ricorda
che i consiglieri devono ricevere i documenti completi relativi alle proposte da deliberare almeno 48
ore prima della seduta.
il Sindaco-Presidente Caroli, il quale si scusa per la mancanza di alcune relazioni tecniche, dovuta a
problemi tecnici nella trasmissione telematica. I documenti sono comunque stati recapitati e il fascicolo
è ora completo.
Dato atto, altresì, che lo sviluppo della discussione relativa al presente oggetto è contenuto
integralmente nella registrazione della seduta, su supporto digitale trattenuto agli atti;
Preso e dato atto del parere favorevole espresso dal Revisore dei Conti, secondo le disposizioni
contenute nell’art. 239 - 1° comma lettera b) del citato T.U. Enti Locali;
Visto lo Statuto Comunale;
Dato atto che, ai sensi dell’art. 49 del D.Lgs. n. 267/2000, sulla proposta della presente
deliberazione ha espresso pareri favorevoli il responsabile dell’Area Servizi Finanziari, Drusiani
dott. Damiano, in ordine sia alla regolarità tecnica che alla regolarità contabile;
Con la votazione che di seguito si riporta, resa in forma palese e per alzata di mano:
PRESENTI:
n. 10 (Caroli Germano, Linari Erio, Tabilio Ana Maria, Balestri Angelo, Govoni
ASTENUTI:
VOTANTI:
FAVOREVOLI:
CONTRARI:
n. 2
n. 8,
n. 8,
n. 0;
Andrea, Muzzioli Jennifer, Piccinini Patrizia, Tedeschi Maurizio,
Venturelli Walter, Pisciotta Davide),
(Venturelli Walter, Pisciotta Davide),
DELIBERA
1) Di prendere e dare atto dello stato di attuazione dei programmi per l’esercizio 2014, come
indicato nelle relazioni dei responsabili d’area (allegato B), allegate al presente atto per
formarne parte integrante e sostanziale;
2) Di prendere e dare atto della assenza di debiti fuori bilancio così come indicato dalle
attestazioni del responsabili d’area mantenute agli atti del Servizio Bilancio ed economato;
(Segue deliberazione del Consiglio Comunale n. 55 del 26/09/2014)
3) Di apportare al bilancio di previsione 2014, alla relazione previsionale e programmatica ed al
bilancio pluriennale 2014/2016 le variazioni indicate in premessa ed in essa motivate;
4) Di dare atto che le variazioni apportate consentono di mantenere gli equilibri di bilancio;
5) Di prendere atto del rispetto degli obiettivi del patto di stabilità;
6) Di trasmettere il presente atto al Tesoriere comunale Unicredit Banca SPA
7) Di dare comunicazione dell’avvenuta approvazione del presente atto al competente ufficio
territoriale del Governo.
SUCCESSIVAMENTE
Stante l'urgenza di provvedere in merito, al fine di armonizzare subitaneamente il bilancio
alle esigenze correnti;
IL CONSIGLIO COMUNALE
Con la votazione che di seguito si riporta, resa in forma palese e per alzata di mano:
PRESENTI:
n. 10 (Caroli Germano, Linari Erio, Tabilio Ana Maria, Balestri Angelo, Govoni
Andrea, Muzzioli Jennifer, Piccinini Patrizia, Tedeschi Maurizio,
Venturelli Walter, Pisciotta Davide),
ASTENUTI:
VOTANTI:
FAVOREVOLI:
CONTRARI:
n. 0,
n. 10,
n. 10,
n. 0;
DELIBERA
altresì di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi e per gli effetti di cui al
comma 4 dell’art. 134, del D. Lgs.vo n. 267 del 18/8/2000.
Finanza Locale
Page 1 of 2
Allegato A) alla deliberazione di Consiglio C.le n. 55 del 26/09/2014
IL SEGRETARIO COMUNALE
(f.to Dallolio dott. Paolo)
Home | Finanza Locale | Servizi | Banche dati
FINANZA LOCALE: Alimentazione e Riparto del Fondo di Solidarietà comunale 2014
al 16 settembre 2014
Ente selezionato: SAVIGNANO SUL PANARO (MO)
Tipo Ente: COMUNE
Codice Ente: 2080500400
(gli importi sono espressi in Euro)
Popolazione 2012 : 9.334
A) DEFINIZIONE DELLE RISORSE DI
RIFERIMENTO
A1) Fondo Solidarità comunale 2013
risultante dopo verifica IMU dati in
Allegato al D.M. del 24/06/2014
A2) variazione per diverso criterio
riparto costi politica di ci art.9 D.L.
16/2014
A3) Gettito IMU 2013 al netto della
quota di alimentazione risultante dalla
verifica IMU definita da D.M.
24/06/2014
1.131.470,16
-19.223,33
1.718.531,12
A4) Riduzione per effetti verifica IMU
D (dati DF del 11/09/2014)
-27.165,85
A5) Riduzione di 90 mln di cui art.1
cc.203 e 730 L.147/2013
-14.473,01
A6) Detrazione della quota
incrementale della spending review
2014 (differenza tra D.M. Interno del
2014 e D.M. 24/09/2013)
-15.601,54
A7) Rettifica della detrazione
incrementale di cui al punto A6)
definita in art. 1, comma 1, lettera b
del DPCM
-382,26
A8) TOTALE DELLE RISORSE DI
RIFERIMENTO (somma algebrica
da A1) ad A7) )
2.773.155,30
B) ALIMENTAZIONE FONDO DI
SOLIDARIETA' COMUNALE 2014
B1) Quota (38,22% ) del gettito IMU
2014 stimato da trattenere per
alimentare il F.S.C. 2014, art. 4 c. 3,
DPCM
C) RIPARTO FONDO SOLIDARIETA' 2014
758.619,89
C1) TOTALE DELLE RISORSE DI
RIFERIMENTO
2.773.155,30
C2) Gettito TASI 2014 stimato ad aliquota
base (dati DF al 16.06.2014)
-628.670,09
C3) GETTITO IMU NETTO 2014 stimato
ad aliquota base (dati DF al 16.06.2014)
-1.226.480,44
C4) IMU IMMOBILI COMUNALI dati in
elenco A del comunicato Ministero interno
del 29/10/2013
49.955,52
C5) FONDO SOLIDARIETA'
COMUNALE 2014 (somma algebrica da
C1) a C4) )
967.960,29
Riduzione per mobilità ex AGES (art.7 c.31
http://finanzalocale.interno.it/apps/floc.php/fondo_solidarieta/index/codice_ente/2080... 23/09/2014
Finanza Locale
Page 2 of 2
Sexies,DL.78/10
0,00
Riduzione per contributo alla finanza
pubblica anno 2014 (art.47 DL. 66/14 di
375,6 mln)
-32.254,42
SALDO
935.705,87
... ...
Nota:
Saldo algebrico: C2) Tasi 2014 + C3) IMU NETTA
2014 + C4) IMU IMMOBILI COMUNALI se minore di
C1) Risorse di riferimento: Assegnazione F.S.C. 2014
Saldo algebrico: C2) Tasi 2014 + C3) IMU NETTA
2014 + C4) IMU IMMOBILI COMUNALI se maggiore
di C1) Risorse di riferimento: Restituzione
Effettua una nuova selezione
http://finanzalocale.interno.it/apps/floc.php/fondo_solidarieta/index/codice_ente/2080... 23/09/2014
Allegato B) alla deliberazione di Consiglio C.le n. 55 del 26/09/2014
IL SEGRETARIO COMUNALE
(f.to Dallolio dott. Paolo)
SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO
Relazioni dei Responsabili d’Area sullo stato di attuazione dei programmi:
•
relazione responsabile Area Affari Generali – Servizi al Cittadino
(dott.ssa Manzini Elisabetta)
•
relazione responsabile Area servizi di Vigilanza
(dott. Cavazzoli Paolo)
•
relazione responsabile Area Servizi Finanziari
(dott. Drusiani Damiano)
•
relazione responsabile Area Urbanistica, Edilizia Privata – Attività
Produttive
(arch. Ponz de Leon Pisani Giuseppe)
•
relazione responsabile Area Ambiente
(ing. Pizzirani Laura)
•
relazione responsabile Area Lavori Pubblici
(geom. Boschetti Marco)
RELAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE PROGRAMMI ANNO 2014
AREA AFFARI GENERALI E SERVIZI AL CITTADINO
Facendo riferimento a quanto previsto dalla programmazione degli obiettivi per l’anno in corso
relativamente a quanto attiene ai programmi dell’area affari generali e servizi al cittadino, si
rappresenta quanto segue:
-
in merito al progetto PEG inerente all'Evento sull'identità di Savignano: La Venere di
Savignano a Savignano sul Panaro, il progetto è stato completamente realizzato portando
a compimento sia il percorso con le scuole sia l'esposizione dell'originale della Venere in
collaborazione con il Museo Pigorini nonchè la parte più burocratico/amministrativa
inerente l'approvazione dello Statuto e del Regolamento dei Musei di Savignano.
-
Relativamente al progetto inerente la Trasparenza e l'anticorruzione, anche in questo caso
è stato portato a compimento tutto il percorso di approvazione dei Piani anticorruzione e
Trasparenza, sono stati implementati sito web e sezione dedicata alla trasparenza della
Pubblica Amministrazione. Entro la conclusione dell'anno in corso dovrebbe essere
concluso anche il percorso previsto dalle azioni inserite e programmate nel Piano
anticorruzione.
-
In merito al progetto PEG Promozione del territorio e del turismo locale è pienamente e
compiutamente realizzato in quanto si è potuto dare seguito alla collaborazione con
l'Associazione Borgo Castello attivando una nuova convenzione per la gestione dell'edizione
2014 dell'iniziativa Vino e d'intorni in particolare con la realizzazione della doppia
Magnalonga (diurna e notturna) che ha visto la partecipazione di 1.000 persone per la
magnalonga diurna e 500 per quella notturna, con grande successo di entrambe.
-
Relativamente al progetto gare e contratti, è stato avviato il percorso dell'acquisto di un
software gestionale di tutti i contratti con tutti i comuni facenti parte l'Unione e non è ancora
concluso il procedimento per la definizione di un nuovo regolamento dei contratti dell'Ente
contando di portarlo a compimento entro il 31.12.2014.
-
In merito al progetto Gestione rapporti con Associazionismo locale, è in corso
l'elaborazione del regolamento per la concessione di contributi e benefici alle associazioni
(obiettivo compreso anche nelle azioni da effettuare nell'ambito del Piano anticorruzione)
documento già consegnato al Sindaco e alla Giunta per le considerazioni del caso, prima di
essere condiviso con le associazioni.
Oltre alle attività sopra evidenziate, occorre sottolineare che nell'anno in corso un peso notevole
sulle attività dell'Area assegnata alla sottoscritta ha avuto lo svolgimento delle consultazioni
elettorali per l'elezione del Parlamento Europeo e per l'elezione del Sindaco e del Consiglio
Comunale ed in particolare riferito a queste ultime, anche tutte le attività legate all'insediamento dei
nuovi amministratori.
Sono in corso di definizione e realizzazione altre iniziative di importanza strategica per questa
amministrazione quali, in particolare, la realizzazione dell'Associazione “Savignano Città
dell'Archeologia” per la quale è già stato approvato in Consiglio Comunale il relativo Statuto, un
progetto di rivitalizzazione del percorso natura – inserito tra gli obiettivi dell'Area di Polizia
Municipale per l'aumento della sicurezza sul territorio – il quale prevede: quattro momenti di
camminata nel parco ed un evento culturale/sportivo conclusivo presso l'area parco di Garofano –
iniziativa che si ripropone nella sua seconda edizione; un progetto in collaborazione con le
associazioni no profit locali legato al tema della solidarietà che vedrà la realizzazione di un
momento pubblico nel mese di ottobre.
Savignano sul Panaro, 12.09.2014
Il Responsabile dell’Area
Dott.ssa Elisabetta Manzini
Comune di Savignano sul Panaro
POLIZIA MUNICIPALE
file:
Savignano sul Panaro, lì 26 settembre 2014
Al Responsabile dei Servizi Finanziari
Dott. Damiano Drusiani
SEDE
OGGETTO: Equilibri di bilancio esercizio 2014
Relativamente allo stato e all’attuazione dei programmi/progetti del Servizio di Polizia
Municipale si comunica che:
Obiettivo 1: Consolidamento attività di controllo della circolazione stradale a livello
provinciale come previsto dalle indicazioni della Regione Emilia Romagna, è stato
intensificato il coordinamento provinciale fra i Comandanti per la predisposizione di
servizi congiunti di pattuglia in orario prevalentemente serale-notturno ed eventuali
attività di supporto per affrontare emergenze che coinvolgono altri territori
provinciali/regionali.
I servizi coordinati sono finalizzati all’aumento della visibilità della Polizia
Municipale per aumentare la percezione di sicurezza dei cittadini e di supporto alle
popolazioni in difficoltà.
Come da programma vengono svolti incontri periodici per la definizione dei
programmi di attività.
Obiettivo 2: Ampliamento della banca dati dell’infortunistica stradale realizzata con
l'applicativo Autocad, nel completamento delle pratiche relative ai sinistri stradali vi
è la necessità di inserire la planimetria delle aree del sinistro con il posizionamento dei
veicoli coinvolti.
Al momento sono state realizzate 5 nuove planimetrie che permetteranno agli
operatori un notevole risparmio di tempo nella esecuzione dei rilievi, permettendo di
realizzare un prodotto significativo della professionalità raggiunta dalla Polizia
Municipale.
Obiettivo 3: Controllo pubblicità dei prezzi e vendite straordinarie a tutela del consumatore,
come programmato si sono svolti controlli a campione di attività commerciali sia in
sede fissa che su area pubblica. Durante i controlli si è prestata particolare attenzione
al rispetto delle norme di igiene e sanità, alla pubblicità dei prezzi e alle vendite
straordinarie.
Obiettivo 4: Educazione stradale nell’anno in corso è stato completato il nuovo programma di
educazione stradale per avvicinare la figura del Vigile all’immaginario del bambino e
ricollocare il suo ruolo su un livello di sicurezza e prevenzione stradale.
Le lezioni singole sono state suddivise fra l’insegnamento di nozioni base e giochi
nelle scuole materne. Alle scuole elementari cicli di tre lezioni di cui due teoriche in
classe ed una esterna pratica e tutte le lezioni sono studiate con programma
diversificato in relazione alle fasce d’età.
P.zza Falcone 3, Tel.059/759913 – Fax 059/730913
www.savignano.it - pm@comune.savignano-sul-panaro.mo.it- P.I. 00242970366
Comune di Savignano sul Panaro
POLIZIA MUNICIPALE
Complessivamente sono state realizzate 117 ore di lezione con il coinvolgimento di
315 studenti.
Obiettivo 5: Realizzazione attività relative al progetto “Percorso Natura sicuro” Dal mese di
marzo nel rispetto della programmazione di attività previste per la realizzazione del
progetto finanziato dalla Regione, sono iniziati i servizi giornalieri sul Percorso Natura
per garantire una presenza costante della Polizia Municipale, con il supporto
dell’Associazione Nazionale Carabinieri per rafforzare la percezione di sicurezza,
promuovere il senso civico sull’uso dei luoghi di ritrovo e il rispetto delle regole.
Prevenire comportamenti pericolosi, reprimere i comportamenti anomali,
riqualificazione ed animare l’area verde per contrastare le devianze, facilitare la
conoscenza fra le categorie di utilizzatori e realizzare un’area sicura di aggregazione
Oltre a quanto sopraelencato, si sono svolte tutte le ulteriori attività di competenza della Polizia
Municipale relative a:
• Verifica delle domande di iscrizione della residenza;
• Attività di informazione;
• Effettuazione dei servizi di scorta in occasione di manifestazioni sportive (agonistiche e non) su
strada e di particolari trasporti eccezionali;
• Attività di infortunistica stradale, inerente al rilevamento dei sinistri stradali ed allo sviluppo
delle pratiche ad essi connesse;
• Attività di gestione ed evasione delle richieste di accesso atti;
• Attività di vigilanza e controllo in materia di violazione ai Regolamenti Comunali;
• Gestione dello sportello relazioni col pubblico della Polizia Municipale;
• Altre attività volte a fronteggiare le richieste dei cittadini.
Si dichiara infine, che l’area della Polizia Municipale non ha generato debiti fuori bilancio.
Cordiali saluti
Il Comandante di P.M.
__________________
(f.to Cavazzoli Dr. Paolo)
P.zza Falcone 3, Tel.059/759913 – Fax 059/730913
www.savignano.it - pm@comune.savignano-sul-panaro.mo.it- P.I. 00242970366
RELAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI E DEGLI
OBIETTIVI ASSEGNATI AL RESPONSABILE DELL’AREA SERVIZI FINANZIARI ANNO 2014.
PREMESSA:
La finanza degli EELL sta subendo, in questi ultimi anni, numerosi, controversi e significativi
cambiamenti sia per ciò che attiene alla contabilità sia per ciò che attiene la gestione dei tributi
comunali.
La distinzione tra obiettivi gestionali “ordinari” e straordinari è estremamente labile tanto che si
può affermare che buona parte dell’ordinario è divenuto straordinario e urgente.
Queste affermazioni, all’apparenza eccessive, trovano viceversa conferma nello stravolgimento
che l’attività ordinaria ha subito in questi ultimi due anni.
Ne sono un esempio tangibile gli adempimenti legati alla certificazione dei crediti commerciali
della PA con l’attivazione di una piattaforma ministeriale in cui i fornitori avrebbero dovuto
“caricare” i propri crediti e le PA indicare la scadenza ed i pagamenti con scadenza il 15 del mese
per i crediti scaduti il mese precedente. Obbligo di popolazione della piattaforma ricaduto
interamente sugli EELL (anche per la cospicua parte a carico dei fornitori, l’8 agosto con
scadenza 15 agosto), o si possono richiamare gli innumerevoli interventi sulla IUC che, nel
nostro caso hanno esposto, senza colpe, l’ente ad una forte criticità sulle scadenze di pagamento
prima libere e poi obbligatorie al nei mesi di giugno e dicembre. Queste modifiche hanno
ripercussioni negative sull’organizzazione degli uffici, sulla produzione degli atti amministrativi,
sulla comunicazione con i contribuenti e sulla gestione dei tributi. Si potrebbero aggiungere altre
criticità: dalla mancata determinazione dei trasferimenti erariali, alla immutabilità di un patto di
stabilità che impedisce all’ente di spendere risorse proprie disponibili, all’asfissiante introduzione
di vincoli, limiti e parametri sulla spesa corrente (personale, incarichi, formazione del personale,
pubblicità, locazioni, manutenzione dei veicoli, contratti di servizio e partecipate).
A questo quadro complessivo a tinte fosche si aggiunge l’introduzione della nuova contabilità
(con l’ennesima modifica “dell’ultimo minuto”) che imporrà agli enti una triplice contabilità: la
“vecchia” contabilità finanziaria, la nuova contabilità finanziaria e la contabilità di cassa cui
aggiungere la contabilità economico-patrimoniale (anche se solo in fase di rendiconto) e la
contabilità dei crediti (cioè l’alimentazione e la gestione della piattaforma della certificazione dei
crediti).
Tutte queste novità non hanno ridotto gli adempimenti pre-esistenti: i questionari della corte dei
conti sul bilancio di previsione e sul rendiconto, il monitoraggio dell’indebitamento, la
certificazione sui risultati semestrali del patto di stabilità e la certificazione del risultato finale.
Questi sono solo alcuni esempi di adempimenti che sono stati introdotti negli ultimi anni e che
pur essendo divenuti ordinari hanno trasformato l’attività finanziaria in una perenne lotta per il
rispetto degli adempimenti, dei modelli, dei tempi e delle scadenze.
Gli obiettivi indicati nel PEG 2014 erano i seguenti:
1)
Certificazione crediti: “Il legislatore nazionale ha implementato il quadro normativo di
riferimento sulla certificazione dei crediti della PA introducendo un ulteriore serie di
adempimenti a carico delle PA. Ciò significa formare il personale (in assenza di risorse
destinabili a ciò) armonizzare il programma informatico, monitorare con attenzione i
debiti che progressivamente maturano i requisiti per essere certificati”. L’indicatore era
rappresentato dal rispetto della norma che fissava nel 30/4 la certificazione dei crediti
scaduti al 31/12. Rispetto alle indicazioni iniziali, come indicato in premessa sono
intervenuti nuovi obblighi che hanno di fatto dato all’adempimento un aspetto più
organico e completo. E’ stato infatti necessario, non solo comunicare i debiti scaduti al
30/07 (entro il 15/08) ma anche popolare la piattaforma di certificazione dei crediti con
tutte le fatture commerciali indirizzate all’ente a partire dal 01/07/2014. Alla data odierna
il sistema è aggiornato e corretto al 08/09/2014.
2)
Introduzione IUC: La riformulazione dei tributi locali, nel 2014 è passata per
l’introduzione di una nuova imposizione “IUC” composta da tre diversi elementi: la
TARI (la tradizionale tassa rifiuti) l’IMU e la TASI (una nuova imposta sugli immobili
per la copertura dei servizi indivisibili offerti dai comuni). L’obiettivo assegnato era la
introduzione della nuova imposta con la riformulazione dei regolamenti, della
modulistica e degli adempimenti connessi (trasmissione di tariffe e regolamenti al
ministero). Il comune ha provveduto alla approvazione del regolamento ICU ed alla
trasmissione degli atti al Ministero.
3)
Inserimento nuova banca dati superfici imponibili TARI. Si è fissato l’obiettivo di
riportare sulla banca dati della TARI le informazioni raccolte nel corso del 2013 per
l’adeguamento delle banche dati delle superfici imponibili. La strategicità dell’obiettivo sta
nella consapevolezza che l’incremento della superfici imponibile consente di aumentare il
gettito senza modificare le tariffe producendo un effetto benefico anche sulle altre
categorie commerciali. Questo lavoro, svolto nel corso della primavera 2014 ha
comportato una ridistribuzione del carico fiscale a beneficio di alcune categorie che fino al
2103 hanno sopportato un peso fiscale maggiore.
4)
Nuova contabilità: E’ necessario adeguare la contabilità ai nuovi principi contabili ed alla
nuova contabilità introdotta dal decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118. Si è
provveduto ad una ricodificazione di tutte le componenti del bilancio ed al
coinvolgimento degli uffici nella stesura di un nuovo progetto di bilancio. Anche in
questo ambito però, le modifiche normative rischiano di introdurre ulteriori elementi di
criticità: il comma 12 e ss dell’art. 11 del D.lgs 23/6/2011 n 118 è stato modificato dal
Dlgs 10/8/2014 n. 126 introducendo un anno di “doppio binario” che imporrà agli enti la
tenuta di una doppia contabilità così come indicato nelle premesse.
A questo obiettivi indicati nel PEG va aggiunto il lavoro straordinario di introduzione del nuovo
sistema gestionale della contabilità (software). Gli uffici, con particolare riferimento agli uffici
finanziari sono stato severamente impegnati nella ricodifica della azioni contabili,
nell’apprendimento dei nuovi sistemi di gestione della contabilità (mandati, reversali,
trasmissione dati, provvedimenti di liquidazione, gestione economale, ecc) e nell’assicurare,
comunque, il corretto e puntuale svolgersi dell’azione amministrativa dell’ente. Mi preme
evidenziare con soddisfazione che fino ad oggi i dipendenti impegnati in questa armonizzazione e
normalizzazione gestionale hanno dimostrato grande maturità e capacità di adattamento.
Il Responsabile dell’Area Servizi Finanziari
(Drusiani dott. Damiano)
RELAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE PROGRAMMI ANNO 2014
AREA URBANISTICA - EDILIZIA E ATTIVITA’ PRODUTTIVE
Facendo riferimento a quanto previsto dalla programmazione degli obiettivi per l’anno in
corso relativamente ai programmi dell’Area Urbanistica - Edilizia e Attività Produttive, si
rappresenta quanto segue:
Progetto PEG n. 1_Sportello Unico Edilizia (SUE) digitale
E’ stato adottato il nuovo software gestionale WBG fornito dalla ditta Init, in sostituzione
di Alice della ditta Eldasoft. A differenza di Alice il nuovo software è gratuito; è stato
adottato a livello provinciale per la gestione delle pratiche dello Sportello Unico Attività
Produttive (SUAP) e si interfaccia direttamente con il portale regionale SUAPER.
Pertanto, a regime, avremo un unico archivio digitale delle pratiche SUE e SUAP, gestito
con un unico software.
Non è stato ancora introdotto l'obbligo di presentazione delle pratiche edilizie in formato
digitale, ma è stato delineato l'iter formale, confrontandolo con le esperienze più avanzate
di altri Comuni (Deliberazione di Giunta più Determinazione del Responsabile). Si prevede
di raggiungere l'obiettivo entro la fine dell'anno. Il trasferimento dei dati di archivio da
Alice a WBG potrebbe slittare al prossimo anno, anche in considerazione della scarsità di
risorse economiche disponibili (è stato preventivato un costo di circa 4.000 euro).
Progetto PEG n. 2_Variante al Piano Regolatore Generale (PRG) anticipatoria del Piano
Strutturale Comunale (PSC)
In occasione della seduta conclusiva della Conferenza di pianificazione del PSC svoltasi il
28/01/2014, la Provincia di Modena si è pronunciata, tra l'altro, anche sulla variante
anticipatoria di Savignano (parere integrativo prot. Prov. Mo 8741 del 27/01/2014),
ritenendo ammissibile la procedura di approvazione semplificata ex art. 15 l.r. 47/78, a
patto che le previsioni di variante siano sottoposte ad accurata valutazione di sostenibilità
ambientale (VAS).
Pertanto, per affidare l'incarico di redazione della VAS, è stata effettuata un'indagine di
mercato invitando 8 soggetti di comprovata esperienza, (determinazione n. 140 del
30/06/2014). A seguito della valutazione delle 4 offerte pervenute, l'incarico è stato
affidato alla società Studio Alfa (determinazione n. 173 del 08/09/2014).
Sono attualmente in corso le indagini necessarie per la redazione del Rapporto preliminare.
Le modalità della procedura di ascolto sociale prevista nel progetto di PEG saranno
concordate con la Commissione ambiente. Le scadenze previste per adozione e
approvazione della variante probabilmente subiranno un ritardo nell'ordine di 2 o 3 mesi.
Progetto PEG n. 3_Piano generale degli impianti pubblicitari
Non è stato possibile affidare l'incarico per la redazione del piano in oggetto a causa della
scarsità di risorse economiche disponibili.
E' difficile pertanto immaginarne l'attuazione, anche solo parziale, entro l'anno in corso.
Piano di zonizzazione acustica (progetto PEG n. 4)
La revisione degli elaborati è stata svolta, sia in via formale (richiesta di adeguamento
elaborati prot. 4605 del 16/04/2014), sia con successive revisioni informali tra esperti
incaricati e ufficio tecnico.
Si è così giunti all'attuale versione della classificazione acustica, che è stata pubblicata sul
sito istituzionale in vista della seduta del Consiglio comunale di fine settembre, dove è
prevista l'adozione.
E' pertanto verosimile il rispetto delle scadenze indicate nel progetto PEG (approvazione
entro il 2014).
Savignano sul Panaro, 22.09.2014
Il Responsabile dell’Area
f.to Arch. Giuseppe Ponz de Leon Pisani
COMUNE DI SAVIGNANO SUL PANARO
Provincia di Modena
Area Ambiente
Savignano sul Panaro, 18 settembre 2014
RELAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE PROGRAMMI ANNO 2014
AREA AMBIENTE
Di seguito viene schematicamente riportato lo stato di attuazione ad oggi degli
obiettivi approvati dall’Amministrazione per l’Area Ambiente nell’annualità 2014.
OBIETTIVO 1: PROGETTO “DEA MINERVA”
Molti aspetti legati a questo obiettivo hanno subito ritardi in ragione della tornata
elettorale, il cui esito avrebbe potuto incidere sull’evoluzione del progetto.
Pertanto hanno subito ritardi la definizione degli accordi con Hera per la
prosecuzione e lo sviluppo dell’iniziativa e la fase di formalizzazione della
partecipazione delle ditte “donatrici di rifiuti” all’iniziativa a favore della scuola.
Nel frattempo comunque le attività di raccolta sono proseguite, si è di fatto
consolidato il meccanismo di raccolta/consegna del cartone su base volontaria, e i
quantitativi raccoltim con poche eccezioni, risultano in linea con quanto ipotizzato a
inizio anno.
OBIETTIVO 2: RISPARMIO ENERGETICO
L’obiettivo in parola è stato affrontato in tutte le sue fasi.
Sono stati rielaborati i prospetti destinati alla raccolta dei dati sui consumi,
ridefinite le tipologie di dati da raccogliere, riordinati i dati dei consumi degli anni
passati di gas e luce fino al 2012;
E’ stato aggiornato lo stato delle conoscenze relative all’impianto di pubblica
illuminazione; è stato eseguito un intervento di messa a norma dell’impianto a
Magazzino, con collocazione di lampade a LED; entro l’anno in corso si provvederà
ad affidare un incarico professionale per il rilievo della linea a servizio degli impianti
di pubblica illuminazione di Mulino, al fine di ottenere un quadro conoscitivo
completo utile a pianificare ulteriori interventi per l’ottimizzazione della gestione del
servizio.
E’ in corso l’analisi delle caratteristiche delle singole utenze elettriche finalizzata a
individuare possibili razionalizzazioni. Si è prvveduto a sollecitare ad Hera la
sostituzione di tutti i contatori. Si prevede l’acquisto di sensori per il rilevamento dei
www.savignano.it
PIva
00242970366
Comune di Savignano sul Panaro
consumi in continuo, da utilizzare sulle utenze elettriche degli edifici comunali, anche
a scopo didattico (progetto Sentinella per la scuola secondaria di primo grado).
Attraverso i nuovi prospetti, la lettura periodica dei contatori e l’analisi dei costi si
sta conducendo un monitoraggio dei consumi di gas attribuibili alle strutture
comunali, con particolare riferimento agli impianti sui quali sono stati fatti interventi
di efficientamento nel corso del 2013. I risparmi finora registrati nel consumo di gas
hanno consentito di evitare lo spegnimento parziale della pubblica illuminazione
ipotizzato a inizio anno.
OBIETTIVO 3: CENTRO DEL RIUSO
Si sono svolti incontri con un’associazione locale allo scopo di valutare la fattibilità
del progetto.
OBIETTIVO 4: CENSIMENTO DEL VERDE PUBBLICO
E’ stato individuato un soggetto interessato a collaborare con il Comune per lo
sviluppo del progetto.
Si è provveduto a formulare a tale soggetto, una scuola professionale locale, una
proposta di progetto didattico.
IL RESPONSABILE
DELL’AREA AMBIENTE
ing. Laura Pizzirani
pagina 2 di 2
RELAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI E DEGLI OBIETTIVI ASSEGNATI AL
RESPONSABILE DELL’AREA LAVORI PUBBLICI - ANNO 2014.
STRUTTURA ORGANIZZATIVA
RIFERIMENTO CONTABILE
MACROOBIETTIVO DI RIFERIMENTO
N. PROGRESSIVO
IDENTIFICAZIONE
OBIETTIVO
TITOLO
RESPONSABILE
VIABILITÀ
1
LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA ALLA STRADA COMUNALE VIA ROMA
GEOM.MARCO BOSCHETTI
ASSESSORE
ERIO LINARI
DESCRIZIONE
RIFACIMENTO DELLA SEDE STRADALE MEDIANTE FORNITURA E POSA IN OPERA DI CONGLOMERATO
BITUMINOSO COMPRESA LA FORNITURA E POSA IN OPERA DI FILETTA IN C.A. PER IL MIGLIORAMENTO
DELLA RACCOLTA DELL’ACQUA PIOVANA
MIGLIORAMENTO DELLA SICUREZZA STRADALE
FINALITA'
PESI
STRATEGICITÀ (a cura dell'Assessore)
COMPLESSITA' (a cura del Responsabile)
INDICATORI DI
RISULTATO
AREA LAVORI PUBBLICI
Area 50
1-
2-
3-
4-
5-
1-
2–
3–
4-
5-
INDICATORE
VALORE ATTESO
Inizio dei lavori entro il mese di
Marzo 2014 e conclusione dei lavori
entro il mese di Aprile 2014
Tempistica
VALORE CONSEGUITO
(misurabili e/o
riscontrabili)
RISORSE UMANE
COINVOLTE
COGNOME NOME
(compreso personale
di altri Settori )
ATTUAZIONE
OBIETTIVO
CAT
BOSCHETTI MARCO
TRIM
D
DESCRIZIONE FASE E TEMPI
DI REALIZZO
% PARTECIPAZIONE
PREVISTA
100%
SETTORE DI APPARTENENZA
CONSUNTIVA
LAVORI PUBBLICI
VALUTAZIONE DEI RISULTATI RAGGIUNTI E DEGLI SCOSTAMENTI:
(da compilarsi trimestralmente da parte del Responsabile)
GRADO RAGGIUNGIMENTO
I°
INIZIO DEI LAVORI
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
II°
CONCLUSIONE DEI LAVORI
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
III°
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
IV°
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
NOTE
Note Finali:
CONDIZIONI RITENUTE ESSENZIALI PER IL RAGGIUNGIMENTO DELL'OBIETTIVO
(specificare anche eventuali risorse strumentali da acquisire o da richiedere ad altri settori)
CONDIZIONI E
TEMPI GARANTITI
DA ALTRI SETTORI
SETTORE
DESCRIZIONE ATTIVITA'
FIRMA PER ACCETTAZIONE DEL RESPONSABILE
INDIRIZZI POLITICI A CURA DELL’ASSESSORE DI RIFERIMENTO
I lavori sono stati ultimati entro il termine previsto nella scheda.
STRUTTURA ORGANIZZATIVA
RIFERIMENTO CONTABILE
MACROOBIETTIVO DI RIFERIMENTO
N. PROGRESSIVO
IDENTIFICAZIONE
TITOLO
OBIETTIVO
RESPONSABILE
INDICATORI DI
RISULTATO
VIABILITÀ
2
LAVORI DI REALIZZAZIONE DELL’ISOLA SPARTITRAFFICO IN VIA MAGAZZENO ALL’INTERNO DEL CENTRO
ABITATO DI MAGAZZINO
GEOM.MARCO BOSCHETTI
ASSESSORE
ERIO LINARI
DESCRIZIONE
REGOLARIZZAZIONE DELLA NUOVA VIABILITÀ ALL’INTERNO DEL CENTRO ABITATO DI MAGAZZINO,
MEDIANTE LA REALIZZAZIONE DELL’ISOLA SPARTITRAFFICO
MIGLIORAMENTO DELLA VIABILITÀ
FINALITA'
PESI
AREA LAVORI PUBBLICI
Area 50
STRATEGICITÀ (a cura dell'Assessore)
1-
2-
3-
4-
5-
COMPLESSITA' (a cura del Responsabile)
1-
2-
3–
4-
5-
INDICATORE
VALORE ATTESO
Inizio dei lavori entro il mese di
Marzo 2014 e conclusione dei lavori
entro il mese di Aprile 2014
Tempistica
VALORE CONSEGUITO
(misurabili e/o
riscontrabili)
RISORSE UMANE
COINVOLTE
COGNOME NOME
(compreso personale
di altri Settori )
ATTUAZIONE
OBIETTIVO
CAT
BOSCHETTI MARCO
TRIM
D
DESCRIZIONE FASE E TEMPI
DI REALIZZO
% PARTECIPAZIONE
PREVISTA
100%
SETTORE DI APPARTENENZA
CONSUNTIVA
LAVORI PUBBLICI
VALUTAZIONE DEI RISULTATI RAGGIUNTI E DEGLI SCOSTAMENTI:
(da compilarsi trimestralmente da parte del Responsabile)
GRADO RAGGIUNGIMENTO
I°
INIZIO DEI LAVORI
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
II°
CONCLUSIONE DEI LAVORI
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
III°
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
IV°
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
NOTE
Note Finali:
CONDIZIONI RITENUTE ESSENZIALI PER IL RAGGIUNGIMENTO DELL'OBIETTIVO
(specificare anche eventuali risorse strumentali da acquisire o da richiedere ad altri settori)
CONDIZIONI E
TEMPI GARANTITI
DA ALTRI SETTORI
SETTORE
DESCRIZIONE ATTIVITA'
FIRMA PER ACCETTAZIONE DEL RESPONSABILE
INDIRIZZI POLITICI A CURA DELL’ASSESSORE DI RIFERIMENTO
I lavori sono stati ultimati entro il termine previsto nella scheda
STRUTTURA ORGANIZZATIVA
RIFERIMENTO CONTABILE
MACROOBIETTIVO DI RIFERIMENTO
N. PROGRESSIVO
IDENTIFICAZIONE
OBIETTIVO
TITOLO
RESPONSABILE
INDICATORI DI
RISULTATO
PATRIMONIO
3
FORNITURA E POSA IN OPERA DI INFERRIATE E CANCELLI A SERVIZIO DEL MUSEO
GEOM.MARCO BOSCHETTI
ASSESSORE
ERIO LINARI
DESCRIZIONE
FORNITURA E POSA IN OPERA DI INFERRIATE INTERNE ALLE VETRATE E CANCELLI IN PROSSIMITÀ DEI
VARI ACCESSI ALLA STRUTTURA
MIGLIORARE LA SICUREZZA DEL MUSEO
FINALITA'
PESI
AREA LAVORI PUBBLICI
Area 50
STRATEGICITÀ (a cura dell'Assessore)
1-
2-
3-
4-
5-
COMPLESSITA' (a cura del Responsabile)
1-
2-
3–
4-
5-
INDICATORE
VALORE ATTESO
Inizio dei lavori nel mese di Marzo
2014 e completamente dei lavori nel
mese di Aprile 2014
Tempistica
VALORE CONSEGUITO
(misurabili e/o
riscontrabili)
RISORSE UMANE
COINVOLTE
COGNOME NOME
(compreso personale
di altri Settori )
ATTUAZIONE
OBIETTIVO
CAT
BOSCHETTI MARCO
TRIM
D
DESCRIZIONE FASE E TEMPI
DI REALIZZO
% PARTECIPAZIONE
PREVISTA
100%
SETTORE DI APPARTENENZA
CONSUNTIVA
LAVORI PUBBLICI
VALUTAZIONE DEI RISULTATI RAGGIUNTI E DEGLI SCOSTAMENTI:
(da compilarsi trimestralmente da parte del Responsabile)
GRADO RAGGIUNGIMENTO
I°
INIZIO DEI LAVORI
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
II°
CONCLUSIONE DEI LAVORI
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
III°
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
IV°
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
NOTE
Note Finali:
CONDIZIONI RITENUTE ESSENZIALI PER IL RAGGIUNGIMENTO DELL'OBIETTIVO
(specificare anche eventuali risorse strumentali da acquisire o da richiedere ad altri settori)
CONDIZIONI E
TEMPI GARANTITI
DA ALTRI SETTORI
SETTORE
DESCRIZIONE ATTIVITA'
FIRMA PER ACCETTAZIONE DEL RESPONSABILE
INDIRIZZI POLITICI A CURA DELL’ASSESSORE DI RIFERIMENTO
I lavori sono stati ultimati entro il termine previsto nella scheda.
STRUTTURA ORGANIZZATIVA
RIFERIMENTO CONTABILE
MACROOBIETTIVO DI RIFERIMENTO
N. PROGRESSIVO
IDENTIFICAZIONE
OBIETTIVO
VIABILITÀ
4
TITOLO
RESPONSABILE
LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA ALLE STRADE COMUNALI
GEOM.MARCO BOSCHETTI
ASSESSORE
ERIO LINARI
DESCRIZIONE
LAVORI DI RIFACIMENTO DELLA SEDE STRADALE LUNGO ALCUNE STRADE COMUNALI, MEDIANTE
FORNITURA E POSA IN OPERA DI CONGLOMERATO BITUMINOSO
MIGLIORAMENTO DELLA SICUREZZA STRADALE
FINALITA'
PESI
STRATEGICITÀ (a cura dell'Assessore)
COMPLESSITA' (a cura del Responsabile)
INDICATORI DI
RISULTATO
AREA LAVORI PUBBLICI
Area 50
1-
2-
3-
4-
5-
1-
2–
3–
4-
5-
INDICATORE
VALORE ATTESO
Inizio dei lavori entro il mese di
Maggio 2014 e conclusione dei lavori
entro il mese di Giugno 2014
Tempistica
VALORE CONSEGUITO
(misurabili e/o
riscontrabili)
RISORSE UMANE
COINVOLTE
COGNOME NOME
(compreso personale
di altri Settori )
ATTUAZIONE
OBIETTIVO
CAT
BOSCHETTI MARCO
TRIM
D
DESCRIZIONE FASE E TEMPI
DI REALIZZO
% PARTECIPAZIONE
PREVISTA
100%
SETTORE DI APPARTENENZA
CONSUNTIVA
LAVORI PUBBLICI
VALUTAZIONE DEI RISULTATI RAGGIUNTI E DEGLI SCOSTAMENTI:
(da compilarsi trimestralmente da parte del Responsabile)
GRADO RAGGIUNGIMENTO
I°
II°
NOTE
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
INIZIO E
LAVORI
CONCLUSIONE
DEI
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
III°
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
IV°
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
Note Finali:
CONDIZIONI RITENUTE ESSENZIALI PER IL RAGGIUNGIMENTO DELL'OBIETTIVO
(specificare anche eventuali risorse strumentali da acquisire o da richiedere ad altri settori)
CONDIZIONI E
TEMPI GARANTITI
DA ALTRI SETTORI
SETTORE
DESCRIZIONE ATTIVITA'
FIRMA PER ACCETTAZIONE DEL RESPONSABILE
INDIRIZZI POLITICI A CURA DELL’ASSESSORE DI RIFERIMENTO
I lavori sono stati ultimati entro il termine previsto nella scheda.
STRUTTURA ORGANIZZATIVA
RIFERIMENTO CONTABILE
MACROOBIETTIVO DI RIFERIMENTO
N. PROGRESSIVO
IDENTIFICAZIONE
TITOLO
OBIETTIVO
RESPONSABILE
VIABILITÀ
5
LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA ALLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE NELLA FRAZIONE DI
MAGAZZINO
GEOM.MARCO BOSCHETTI
ASSESSORE
ERIO LINARI
DESCRIZIONE
LAVORI DI RIFACIMENTO DELLA LINEA ELETTRICA, FORNITURA E POSA IN OPERA DI NUOVI PALI ED
ARMATURE CON LAMPADE A LED NEL CENTRO ABITATO DI MAGAZZINO
MIGLIORAMENTO DELLA SICUREZZA STRADALE E DEL RISPARMIO ENERGETICO
FINALITA'
PESI
STRATEGICITÀ (a cura dell'Assessore)
COMPLESSITA' (a cura del Responsabile)
INDICATORI DI
RISULTATO
AREA LAVORI PUBBLICI
Area 50
1-
2-
3-
4-
5-
1-
2–
3–
4-
5-
INDICATORE
VALORE ATTESO
Inizio dei lavori entro il mese di
Maggio 2014 e conclusione dei lavori
entro il mese di Giugno 2014
Tempistica
VALORE CONSEGUITO
(misurabili e/o
riscontrabili)
RISORSE UMANE
COINVOLTE
COGNOME NOME
(compreso personale
di altri Settori )
ATTUAZIONE
OBIETTIVO
CAT
BOSCHETTI MARCO
TRIM
D
DESCRIZIONE FASE E TEMPI
DI REALIZZO
% PARTECIPAZIONE
PREVISTA
100%
SETTORE DI APPARTENENZA
CONSUNTIVA
LAVORI PUBBLICI
VALUTAZIONE DEI RISULTATI RAGGIUNTI E DEGLI SCOSTAMENTI:
(da compilarsi trimestralmente da parte del Responsabile)
GRADO RAGGIUNGIMENTO
I°
II°
NOTE
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
INIZIO E
LAVORI
CONCLUSIONE
DEI
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
III°
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
IV°
Totale 100 %
Parziale
%
Vedi Note
Note Finali:
CONDIZIONI RITENUTE ESSENZIALI PER IL RAGGIUNGIMENTO DELL'OBIETTIVO
(specificare anche eventuali risorse strumentali da acquisire o da richiedere ad altri settori)
CONDIZIONI E
TEMPI GARANTITI
DA ALTRI SETTORI
SETTORE
DESCRIZIONE ATTIVITA'
FIRMA PER ACCETTAZIONE DEL RESPONSABILE
INDIRIZZI POLITICI A CURA DELL’ASSESSORE DI RIFERIMENTO
I lavori sono stati ultimati entro il termine previsto nella scheda.
IL RESPONSABILE DELL’AREA LAVORI PUBBLICI
(f.to Geom. Marco Boschetti)
Comune di Savignano sul Panaro
(Provincia di Modena)
Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale n. 55 del 26/09/2014
Area proponente
Servizio interessato
SERVIZI FINANZIARI
BILANCIO ED ECONOMATO
Oggetto della proposta da deliberare
SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO AI SENSI DELL’ART. 193 T.U.
ENTI LOCALI. VARIAZIONI DI COMPETENZA AL CORRENTE BILANCIO DI
PREVISIONE, ALLA RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA, AL
BILANCIO PLURIENNALE 2014/2016.
Ai sensi del comma 1 dell’articolo 49 del D.lgs. 18 agosto 2000, n. 267, che testualmente recita:
“Su ogni proposta di deliberazione sottoposta alla Giunta ed al Consiglio che non sia mero atto di
indirizzo deve essere richiesto il parere in ordine alla sola regolarità tecnica del responsabile del
servizio interessato e, qualora comporti impegno di spesa o diminuzione di entrata, del responsabile
di ragioneria in ordine alla regolarità contabile.
I pareri sono inseriti nella deliberazione.
Sulla proposta di deliberazione i sottoscritti esprimono il parere di cui al seguente prospetto:
Il responsabile del servizio interessato, in ordine alla regolarità tecnica, esprime parere:
favorevole.
________________________________________________________________________
________________________________________________________________________
Data 22/09/2014
Il responsabile _________________________
(f.to Dott. Drusiani Damiano)
Il responsabile di ragioneria, in ordine alla regolarità contabile, esprime parere:
favorevole.
________________________________________________________________________
________________________________________________________________________
Data 22/09/2014
Il responsabile _________________________
(f.to Dott. Drusiani Damiano)
Comune di Savignano sul Panaro
(Provincia di Modena)
Deliberazione del Consiglio Comunale n. 55 del 26/09/2014
Letto, approvato e sottoscritto.
Il Segretario Comunale
f.to dott. Paolo Dallolio
Il Presidente
f.to Germano Caroli
Certificato di pubblicazione
Il presente atto deliberativo viene oggi pubblicato all’Albo Pretorio e vi resterà per quindici giorni consecutivi
ai sensi dell’art. 124, comma 1, del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267.
Il Segretario Comunale
f.to dott. Paolo Dallolio
Savignano sul Panaro, li 29/09/2014
Dichiarazione di esecutività
La presente deliberazione è divenuta esecutiva in data 10/10/2014 per decorrenza dei termini (decorsi 10 giorni
dalla data di pubblicazione dell’atto all’Albo pretorio) ai sensi dell’art. 134, comma 3, del Decreto Legislativo 18
agosto 2000, n. 267).
La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134, comma 4, del
Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267.
Savignano sul Panaro, li
Il Segretario Comunale
dott. Paolo Dallolio
Certificato di avvenuta pubblicazione
Copia della presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo pretorio dal 29/09/2014 al 14/10/2014 e contro
di essa non sono state prodotte opposizioni.
Savignano sul Panaro, li
Il Segretario Comunale
dott. Paolo Dallolio
L’originale è trattenuto agli atti del Servizio Affari Generali e Istituzionali
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
468 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content