close

Enter

Log in using OpenID

Carta della qualità dei servizi

embedDownload
Carta della qualità dei servizi
Indice
CHE COS’È LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI
1. PREMESSA
2. PRESENTAZIONE DEL MUSEO
3 . FINALITA E MISSIONE
4. PRINCIPI
5. SERVIZI
-
5.1 Servizi di apertura e visita
-
5.2 Servizi didattico-educativi e laboratori
-
5.3 Servizi di accesso alle collezioni e alle risorse documentarie
-
5.4 Progetti culturali
-
5.5 Salvaguardia del territorio e dei beni culturali
6. DIRITTI E DOVERI DEGLI UTENTI
-
6.1. Diritti degli utenti
-
6.2. Doveri degli utenti
7. STANDARD DI QUALITA
8. PARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI DIFESA DEI DIRITTI
9.
LA CARTA DEI SERVIZI DEL MUSEO
Approvata con deliberazione della Giunta Municipale del Comune di Ulassai n. 4 del 04/02/2015
CHE COS’È LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI
La Carta della qualità dei servizi risponde all’esigenza di fissare principi e regole nel rapporto tra le
amministrazioni che erogano servizi e i cittadini che ne usufruiscono.
Essa costituisce un vero e proprio “patto” con gli utenti, uno strumento di comunicazione e di informazione
che permette loro di conoscere i servizi offerti, le modalità e gli standard promessi, di verificare che gli
impegni assunti siano rispettati, di esprimere le proprie valutazioni anche attraverso forme di reclamo.
L’adozione della Carta dei servizi negli istituti del Ministero per i beni e le attività culturali si inserisce in una
serie di iniziative volte a promuovere una più ampia valorizzazione del patrimonio culturale in essi
conservato e ad adeguare per quanto possibile, in armonia con le esigenze della tutela e della ricerca,
l’organizzazione delle attività alle aspettative degli utenti.
La Carta sarà aggiornata periodicamente per consolidare i livelli di qualità raggiunti e registrare i
cambiamenti positivi intervenuti attraverso la realizzazione di progetti di miglioramento, che possono
scaturire anche dal monitoraggio periodico dell’opinione degli utenti.
1. PREMESSA
Entro la cornice normativa che regola l erogazione dei servizi pubblici, la Carta dei servizi e dei diritti
dell’utente adottata dal Museo Maria Lai – Stazione dell’Arte, si ispira ai principi enunciati nella L.R. 14/2006
“Norme in materia di beni culturali, istituti e luoghi della cultura” ; recepisce e fa propri gli standard e gli
obiettivi di qualità per i musei stabiliti dalla Regione Autonoma della Sardegna, uniformandosi ai criteri per
la loro applicazione, così come definiti dalla deliberazione della Giunta regionale n. 36/5 del 26.7.2005
“Sistema regionale dei musei. Piano di razionalizzazione e sviluppo”.
Il dovere del museo di garantire adeguati servizi al pubblico si traduce in diritti del visitatore a fruire di tali
servizi e del patrimonio culturale che attraverso il museo viene reso disponibile alla collettività. La Carta è
quindi finalizzata ad individuare i servizi che il museo s’impegna a erogare sulla base del proprio
regolamento, delle norme vigenti e nel rispetto delle esigenze e delle aspettative degli utenti, la cui
soddisfazione costituisce uno degli obiettivi fondamentali di questo organismo. In tal senso, la carta
costituisce lo strumento attraverso cui il Museo comunica con gli utenti e si confronta con loro.
Su proposta della Direzione del Museo, in presenza di aggiornamenti della normativa sugli standard dei
servizi museali, di nuove esigenze di servizio o per accogliere suggerimenti e osservazioni degli utenti, la
carta è soggetta a revisione periodica e a nuova approvazione da parte della Fondazione Stazione dell’Arte,
previo accordo con l’Ente titolare.
La Carta è resa pubblica attraverso il sito del Comune ed è disponibile in forma cartacea presso la
biglietteria del Museo, ove ogni utente interessato potrà richiederne copia.
2. PRESENTAZIONE DEL MUSEO
Il Museo Maria Lai – Stazione dell’Arte ospita esposizioni semestrali di scultura, pittura e poesia: è così che i
sogni di Maria Lai trovano finalmente una casa. All’aperto sono esposte molte tra le più importanti e
significative opere di intervento sul territorio di una donna che ha segnato profondamente l’arte
contemporanea del novecento. Un progetto culturale dedicato a un luogo che è esso stesso un laboratorio
“naturale” di arte.
Stazione dell’arte, bivio, crocevia, luogo simbolico di arrivi e partenze. Luogo di crescita, di studio, di
contemplazione, di maturazione, di ricerca dove poter, con rigore, capire e interpretare l’arte
contemporanea. Un sogno d’artista che diventa realtà, un luogo d’incontro e di passaggio per opere e
artisti, un punto d’incontro, propulsivo oltre che espositivo, per avvicinare i giovani all’arte.
Nata nel 2006 per dare sistemazione museale alla donazione che Maria Lai ha fatto alla comunità di Ulassai,
sin dal suo primo costituirsi, si è dato obiettivi originali e del tutto innovativi. Realizzata su un pianoro che
domina la sottostante vallata del Pardu e si affaccia sui pittoreschi tornanti che collegano Ulassai e Jerzu,
la “Stazione dell’arte” è composta da tre caseggiati della vecchia stazione ferroviaria che sono stati
trasformati in un moderno e innovativo museo di arte contemporanea.
I tre caseggiati sono stati interamente ristrutturati e adattati a spazi per l’esposizione di opere d’arte. Il
primo edificio comprende la biglietteria e una piccola biblioteca sull'arte, ospitate da quella che era la casa
del manovale. Il secondo caseggiato riguarda le sale espositive maggiori, ed anticamente era il fabbricato
viaggiatori della stazione nonché la casa del capostazione, mentre il terzo edificio riguarda le sale minori,
locate in quella che era la rimessa locomotive dove si praticava la manutenzione dei treni. All'esterno, tra i
vari casolari si trova un grande prato dove nel periodo estivo si svolgono importati avvenimenti teatrali.
Il museo non si limita ad accogliere le creazioni dell’artista ma si apre ad altre discipline artistiche come la
musica e il teatro e in particolare si impegna in un importante lavoro di educazione alla lettura delle opere
d’arte.
Il museo è gestito dalla Fondazione Stazione dell’Arte con sede a Ulassai. La fondazione ogliastrina nasce per
volontà di un intero paese che si riconosce in un percorso creativo al quale prende parte attivamente da
oltre un ventennio.
3 . FINALITA E MISSIONE
Il Museo si ispira ai principi enunciati dall’International Council of Museums che ne confermano il carattere
stabile e l’orientamento a svolgere un pubblico servizio, salvaguardando, conservando e divulgando i beni
che vi sono custoditi e le evidenze che insistono sul territorio di riferimento, promuovendone altresì la
conoscenza e la fruizione come strumento di riappropriazione dell’identità collettiva e riconoscimento delle
radici storiche della comunità di cui è espressione.
Il Museo assolve alla propria missione attraverso l’attività di acquisizione, conservazione, documentazione,
studio, esposizione e comunicazione delle proprie collezioni; le attività e le iniziative culturali, formative,
educative, informative promosse e/o realizzate (mostre temporanee, seminari e convegni, corsi di
formazione e stage, visite guidate e laboratori, pubblicazioni e presentazioni); l’attività di ricerca scientifica.
Il Museo persegue i propri obiettivi avendo come finalità principale quella di promuovere studi, ricerche,
convegni, seminari, mostre e ogni altra iniziativa tendente alla valorizzazione e alla divulgazione dell’opera e
del messaggio artistico di Maria Lai. Particolarmente intensa è l’attività di studio delle trasformazioni
artistiche e sociali della Sardegna nella realtà contemporanea. La Fondazione promuove altresì gli strumenti
di elevazione culturale, sociale ed economica della comunità ogliastrina residente e di quella emigrata
all’estero. Particolarmente intensi sono gli scambi culturali con altre istituzioni nazionali ed internazionali.
Le attività e tutti i servizi didattici sono articolati in diverse proposte tematiche che possono variare dalla
semplice visita guidata alle sale espositive alle unità didattiche più complesse con attività integrative e di
sperimentazione.
Il monitoraggio delle presenze è costantemente garantito dalla registrazione dei dati attraverso l’emissione
dei biglietti diversificati per tipologia d’utenza. La registrazione mensile dei flussi d ingresso consente un
agevole ripartizione dei visitatori per fasce di età e categorie (visite didattiche, utenza libera, eventi
culturali, laboratori ecc.).
4. PRINCIPI
Il Museo garantisce il libero accesso degli utenti senza alcuna discriminazione o limitazione pregiudiziale.
L’imparzialità e l’uniformità di comportamento sono alla base dell’attività degli addetti ai servizi e vengono
costantemente assicurate. Il Museo garantisce l’accesso anche agli utenti diversamente abili attraverso la
presenza di strutture adeguate. Al fine di assicurare l’efficace utilizzo da parte dell’utente, i servizi vengono
erogati nei limiti del rispetto delle regole e di buon funzionamento e a garanzia dei diritti di tutti gli utenti,
ispirandosi al principio della massima disponibilità e collaborazione da parte del personale e al principio
della semplificazione delle procedure. Gli utenti possono contare sulla competenza e la disponibilità del
personale nel soddisfacimento delle proprie esigenze, aspettative e richieste. A tal fine, i servizi sono
improntati alla chiarezza e alla comprensibilità ed è costantemente ricercato un linguaggio facile e
accessibile a tutti i tipi di pubblico. Il personale è tenuto a qualificarsi con il proprio nome nei rapporti con
gli utenti, anche nel caso di comunicazioni telefoniche ed epistolari. I servizi sono erogati con continuità e
regolarità, con le modalità e negli orari stabiliti.
Eventuali cambiamenti o interruzioni nell’erogazione del servizio vengono comunicati in modo chiaro e
tempestivo, adottando tutte le misure necessarie a ridurre il disagio degli utenti. Il Museo incoraggia e
promuove la partecipazione degli utenti, singoli o associati, al fine di favorire la loro collaborazione al
miglioramento della qualità dei servizi, individuando i modi e forme attraverso cui essi possono esprimere e
comunicare suggerimenti, osservazioni, richieste e reclami.
Il Museo garantisce la conformità dei servizi erogati alla normativa vigente in materia di sicurezza e nel
pieno rispetto delle disposizioni di legge per la tutela della privacy. I dati personali dell'utente vengono
utilizzati esclusivamente per le finalità di carattere istituzionale e non vengono trattati da personale non
autorizzato né ceduti o comunque comunicati e/o diffusi a terzi.
5. SERVIZI
Il Museo adegua il proprio ordinamento e funzionamento agli standard e obiettivi di qualità previsti dal
D.M.10 maggio 2001 e dalla deliberazione della Giunta Regionale n. 36/5 del 26.7.2005.
I servizi sono erogati dal Museo secondo criteri di efficacia ed efficienza, adottando opportuni indicatori per
valutarne la qualità.
Il Museo eroga i seguenti servizi:
- servizi di apertura e visita (5.1)
- servizi didattico-educativi e laboratori (5.2)
- servizi di accesso alle collezioni e alle risorse documentarie (5.3)
- progetti culturali (5.4);
- salvaguardia del territorio e dei beni culturali (5.5).
5.1 Il servizi di apertura e visita
Il museo garantisce al pubblico un servizio di apertura e visita alle collezioni attraverso il proprio personale
interno o incaricato, secondo gli orari stabiliti. Il Museo Stazione dell’Arte è aperto tutti i giorni dell’anno per
i gruppi di almeno 10 persone. Di seguito gli orari delle visite guidate:
- dal 1 ottobre al 30 aprile: ore 9:30 – 11:00 –13:00 – 14:30 - 16:00 - 18:00
- dal 1 maggio al 30 settembre: ore 9:30 – 11:00 –13:00 – 14:30 - 16:00 – 18:00 - 19:30
Biglietti di ingresso:
- bambini e ragazzi sino ai 12 anni: gratuito
- giovani tra i 13 e 21 anni : €. 3,00
- adulti tra i 22 e 65 anni: €. 5,00
- anziani sopra i 65 anni: €. 3,00
- gruppi oltre le 10 persone: €. 3,00
- insegnanti, disabili e accompagnatori di disabili: gratuito
5.2. I servizi didattico-educativi e i laboratori
In sintonia con la mission educativa dell’istituzione, la priorità viene assegnata alla sfera dei servizi alla
persona e al potenziamento dei Servizi Didattici che, accuratamente pianificati ed organizzati secondo
diversi flussi, sono in grado di offrire risposte e soluzioni tecniche adeguate alle esigenze e alle istanze
dell’utenza. Il Museo non si limita ad accogliere le creazioni dell’artista ma si apre ad altre discipline
artistiche come la musica e il teatro e in particolare si impegna in un importante lavoro di educazione alla
lettura delle opere d’arte. Il Museo affonda, infatti, le sue radici nello straordinario intervento “Legarsi alla
montagna” del 1981 nel quale tutte le case del paese di Ulassai e le montagne circostanti, ispirandosi ad
un’antica leggenda locale, sono state legate con un nastro celeste lungo oltre dieci chilometri. A quel primo
intervento ne seguirono, negli anni a venire, molti altri tale da configurare il paese di Ulassai come un vero e
proprio museo all’aperto di arte contemporanea.
Il Museo all’aperto è anche la forma più democratica che un artista possa scegliere per esporre le proprie
opere, un atto di generosità e amore che mette assieme sperimentazione, arredo urbano e ambiente
naturale. Ogni hanno vengono svolte attività laboratoriali all’interno e all’esterno della sede museale, che
vedono la partecipazione degli studenti delle scuole primarie e secondarie. Alcune di queste attività
vengono svolte in collaborazione con la Cooperativa Tessile di Ulassai, attiva nel settore dell’artigianato
artistico sin dal 1971.
5.3 Il servizio di accesso alle collezioni e alle risorse documentarie
Il museo mette a disposizione per motivi di studio le proprie collezioni e le proprie dotazioni costituite da
raccolte librarie e documentarie, al fine di favorire la realizzazione di programmi di ricerca, studio, analisi e
approfondimenti con particolare riferimento al territorio di pertinenza. Il servizio, erogato nell’ambito delle
fasce orarie di apertura del museo al pubblico, per la sua peculiarità viene di volta in volta e
preventivamente concordato con la Direzione e il personale del museo, al fine di predisporre
adeguatamente gli strumenti e la logistica necessari all’espletamento stesso del servizio.
5.4 Progetti culturali
Il Museo Stazione dell’Arte collabora con le altre realtà museali nazionali e internazionali. In particolare
sono state realizzati una serie di progetti espositivi dedicati a Maria Lai, con la partecipazione e
collaborazione dei Musei Civici di Cagliari e del Museo MAN di Nuoro.
La Fondazione Stazione dell’Arte organizza corsi di educazione alla lettura dell’arte visiva utilizzando l’opera
creata da Maria Lai “I luoghi dell’arte” e, su questo tema, invita artisti, docenti e studiosi dell’arte ad
elaborare altri possibili alfabeti per leggere le opere d’arte in relazione a tutte le altre espressioni artistiche:
musica, letteratura, teatro, etc. con la consapevolezza di contribuire allo sviluppo dell’essere umano.
Ogni anno, in corrispondenza dell’evento Festival dei Tacchi (che si tiene nei primi dieci giorni di agosto), il
Museo stazione dell’Arte, in collaborazione con la compagnia teatrale Cada Die Teatro, organizza una serie di
eventi culturali, tra cui spettacoli teatrali dei più importanti artisti nazionali e internazionali, mostre,
proiezioni audio-visive e rassegne letterarie.
6. DIRITTI E DOVERI DEGLI UTENTI
6.1. Diritti degli utenti
Tutti i cittadini possono accedere al Museo e usufruire dei suoi servizi secondo le modalità previste dal
regolamento e riprese nella presente Carta. Gli utenti hanno diritto a:
- ricevere una chiara ed efficace informazione sulle offerte del Museo e sulle modalità di accesso ai servizi
e alle iniziative;
- comunicare con il Museo attraverso tutti i mezzi messi a disposizione a questo scopo Il Museo è dotato
di un punto informazioni e prenotazioni.
Con gli operatori è possibile comunicare per telefono, fax, posta elettronica. Si possono ottenere altre
informazioni di base presso l’URP del Comune di Ulassai.
L’orario di apertura al pubblico è stabilito dalla Fondazione Stazione dell’Arte, nel rispetto degli standard
vigenti, e viene adeguatamente pubblicizzato tramite depliant informativi, sul sito del Comune, presso l’URP
cittadino.
L’accesso al Museo è subordinato al pagamento del biglietto di ingresso, con eventuali riduzioni, secondo le
determinazioni adottate dall’Ente gestore previo accordo con l’ente titolare. Il Museo si riserva di stabilire,
per alcuni servizi, il rimborso delle spese. Le tariffe, il costo dei biglietti, dei servizi e dei diritti sono fissati in
appositi tariffari esposti al pubblico.
Per garantire una regolare programmazione delle visite la prenotazione è obbligatoria nel caso di
scolaresche e gruppi, sia quando è richiesto l’ausilio di una guida sia nei casi in cui tale servizio non sia
richiesto. È anche obbligatoria la prenotazione per le attività e laboratori didattici. Le prenotazioni si
possono effettuare durante gli orari di apertura del Museo per telefono o tramite sito.
Per comunicare osservazioni e suggerimenti o sporgere reclami è disponibile presso la biglietteria del
Museo una scheda di rilevazione.
La corrispondenza può essere inviata all’indirizzo: Stazione dell’Arte, ex stazione ferroviaria strada
provinciale 11 snc, 08044 Ulassai (OG). Il Direttore e il personale tecnico, scientifico, amministrativo del
Museo sono a disposizione del pubblico su appuntamento, da ottenere al numero telefonico: 0782787055.
6.2. Doveri degli utenti
Gli utenti del museo sono tenuti a osservare le norme di buona educazione e di corretto comportamento
nei confronti degli altri utenti e del personale del Museo. I comportamenti in contrasto con tali regole e con
i divieti indicati all’ingresso e con le indicazioni fornite dal personale possono essere anche motivo di
allontanamento dalla struttura museale.
I visitatori sono tenuti a lasciare all’ingresso del Museo bagagli e a depositare negli appositi armadietti
borse voluminose e zaini.
Nel Museo è inoltre vietato:
- introdurre animali, ad eccezione di quelli utili per accompagnare le persone disabili, e qualunque
oggetto che per le sue caratteristiche possa rappresentare un rischio per la sicurezza delle persone,
dell’edificio, delle strutture;
- effettuare riprese fotografiche e audiovisive non autorizzate o in deroga con le norme esposte alla
biglietteria;
- fumare in tutti i locali del Museo;
- usare il cellulare all’interno degli spazi espositivi;
- consumare cibi e bevande negli spazi espositivi.
7. STANDARD DI QUALITA
Il Museo specifica gli standard di qualità perseguiti, in attuazione di quanto prescritto dal Decreto
Ministeriale del 10 maggio 2001 nonché dalla Legge Regionale n. 14/2006 “Norme in materia di beni
culturali, istituti e luoghi della cultura”.
Al fine di consentire la verifica della qualità dei servizi erogati la Carta fissa i valori standard di riferimento
garantiti oltre agli indicatori, ossia i valori che il Museo si impegna a realizzare.
FATTORE / INDICATORE DI QUALITÀ
ACCESSO
Regolarità e continuità
IMPEGNI DELL’ISTITUTO E INFORMAZIONI
UTILI
Orario di apertura
Orario invernale (1 maggio – 30 settembre):
Aperto dalle ore 9:00 alle ore 19:00
Orario estivo (1 ottobre – 30 aprile):
Aperto dalle ore 9:00 alle ore 21:00
Giorni di apertura
Per i gruppi di almeno 10 persone il museo è
aperto tutti i giorni dell’anno
Attesa per l’acquisto del
biglietto:
- in sede
Massimo 5 minuti
- su
prenotazione Massimo 5 minuti;
Per prenotazioni chiamare i n. 0782/787055
Accoglienza
Informazione e
orientamento:
•
esistenza di un
punto informativo
• disponibilità di
materiale informativo
gratuito
•
disponibilità di
informazioni
on line sui servizi
Il punto informativo si trova in
corrispondenza della biglietteria
Il materiale informativo è reperibile presso la
biglietteria
http://www.stazionedellarte.it
E’ presente la segnaletica informativa
•
presenza di segnaletica
Accesso facilitato per persone
FATTORE / INDICATORE DI QUALITÀ
L’accesso alle persone disabili al momento è garantito nelle sale al
pian terreno, in quanto a causa delle caratteristiche
architettoniche degli edifici non è stato possibile installare
ascensori, montascale o dispositivi per permettere l’eccesso
facilitato ai primi piani
IMPEGNI DELL’ISTITUTO E INFORMAZIONI UTILI
FRUIZIONE
Ampiezza
Disponibilità del materiale fruibile:
- sale aperte alla fruizione
Tutte le sale del museo sono visitabili
- spazi dedicati alla fruizione
Tutte le sale del museo sono visitabili
Rapidità della fruizione:
- attesa per l’accesso alla visita per gruppi
Massimo 15 minuti
- attesa per l’accesso alla visita per scuole
Massimo 15 minuti
- attesa per l’accesso per altre categorie
Massimo 15 minuti
Efficacia della mediazione
Disponibilità di strumenti per la conoscenza
e il godimento dei beni
- pannelli e/o schede mobili
Si
- guide brevi
No
- catalogo generale
Si
- audioguide
No
- visite didattiche
Le visite didattiche sono prenotabili ai n.:
0782/787055
- strumenti multimediali
No
-strumenti on line
No
FATTORE / INDICATORE DI QUALITÀ
IMPEGNI DELL’ISTITUTO E INFORMAZIONI
Assistenza qualificata per categorie
svantaggiate:
UTILI
in via continuativa
No
su richiesta quando non presente in
No
via continuativa.
Disponibilità di strumenti specifici per
disabilità sensoriali, cognitive
- esistenza di strumenti e sussidi
specifici
- esistenza di percorsi specifici
No
No
EDUCAZIONE E DIDATTICA
Regolarità e continuità
Orario per informazioni e assistenza con
personale qualificato
Orario invernale (1 maggio – 30 settembre):
Aperto dalle ore 9:00 alle ore 19:30
Orario estivo (1 ottobre – 30 aprile):
Aperto dalle ore 9:00 alle ore 20:30
Aperto:
Orario per la consultazione della
documentazione per la didattica
Martedì: dalle ore 10:00 alle ore 12:00
dalle ore 14:00 alle ore 16:00
Mercoledì: dalle ore 10:00 alle ore 12:00
dalle ore 14:00 alle ore 16:00
Giovedì: dalle ore 10:00 alle ore 12:00
dalle ore 14:00 alle ore 16:00
Ampiezza
Iniziative:
-
visite e percorsi tematici
Si
Per informazioni e prenotazioni chiamare
I seguenti n. : 0782/787055
- laboratori artistici e di animazione
Si
Per informazioni e prenotazioni chiamare
I seguenti n. : 0782/787055
- corsi di formazione per docenti scolastici
Si
Per informazioni e prenotazioni chiamare
I seguenti n. : 0782/787055
- corsi di formazione per operatori didattici
Si
Per informazioni e prenotazioni chiamare
I seguenti n. : 0782/787055
- progetti speciali in convenzione con le
scuole
Si
Per informazioni e prenotazioni chiamare
I seguenti n. : 0782/787055
-
No
altre iniziative
FATTORE / INDICATORE DI QUALITÀ
IMPEGNI DELL’ISTITUTO E INFORMAZIONI
Evidenza
Interventi di diffusione mirata delle iniziative No
DOCUMENTAZIONE SUI BENI CONSERVATI
Regolarità e continuità
Orario per la consultazione
Aperto:
Martedì: dalle ore 10:00 alle ore 12:00
dalle ore 14:00 alle ore 16:00
Mercoledì: dalle ore 10:00 alle ore 12:00
dalle ore 14:00 alle ore 16:00
Giovedì: dalle ore 10:00 alle ore 12:00
dalle ore 14:00 alle ore 16:00
Ampiezza
Disponibilità di:
- schede di catalogo
Si
UTILI
- schede di restauro
- schede di movimentazione
- archivio fotografico
No
No
Si
- archivio multimediale (sonoro, audiovisivo) Si
- pubblicazioni
Si
8. PARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI DIFESA DEI DIRITTI
Al fine di valutare la qualità del servizio reso, la conformità agli standard, il grado di soddisfazione
dell'utenza e la possibilità di ulteriori miglioramenti, il Museo svolge, anche con il coinvolgimento degli
utenti, periodiche verifiche sulla qualità e l'efficacia complessiva dei servizi prestati valutando il tasso di
gradimento delle proposte, il grado di soddisfazione delle aspettative dell'utenza, i dati quantitativi
sull'utilizzo delle strutture.
Il Museo rileva l'apprezzamento e la soddisfazione degli utenti in particolare tramite indagini questionari
raccolta di reclami e suggerimenti e tramite la raccolta diretta presso la biglietteria.
I reclami possono essere orali, scritti, telefonici o trasmessi tramite fax o posta elettronica. Devono
contenere generalità, indirizzo e recapito del proponente e debbono essere rivolti al Direttore. Su richiesta,
il Museo garantisce una risposta entro un massimo di 30 giorni lavorativi. L'insieme dei reclami sarà oggetto
di un rapporto annuale del Direttore da sottoporre alle valutazioni della Giunta/Ente proprietario del
Museo, che esaminerà anche le proposte di modifica della presente Carta.
Grazie alle risultanze delle analisi in questione (affluenza del pubblico; questionari; reclami e suggerimenti),
l’Ente provvede ad una corretta informazione sulle politiche attuate e sulla ricaduta sociale di tali politiche.
Il processo partecipativo e di confronto realizzato dal Museo è finalizzato a ridurre gli scostamenti rispetto
agli standard prefissati e a prevenire ogni possibile disservizio, grazie ad un atteggiamento collaborativo e
propositivo da parte degli utenti. Per rafforzare e dare concretezza ai diritti dei cittadini, il Museo si riserva
di disporre forme ulteriori e meccanismi di tutela attivabili in caso di mancato rispetto dei principi contenuti
nella presente Carta. I cittadini e gli utenti sono invitati a formulare osservazioni e proposte sull’applicazione
della Carta dei servizi, inoltrandoli all’indirizzo del Museo Stazione dell’Arte, ex stazione ferroviaria strada
provinciale 11 snc e all’indirizzo di posta elettronica del Museo: [email protected]
MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI
Museo Stazione dell’Arte - onlus
Indirizzo: ex stazione ferroviaria Strada Provinciale 11, snc
Tel. 0782787055 - Fax 0782787055
MODULO DI RECLAMO
(SI PREGA DI COMPILARE IN STAMPATELLO)
RECLAMO PRESENTATO DA:
COGNOME______________________________________________________________
NOME__________________________________________________________________
NATO/A A_______________________________PROV.__________IL_______________
RESIDENTE A ____ _______________________________________PROV.__________
VIA_____________________________________________________________________
CAP______________TELEFONO______________________FAX___________________
OGGETTO DEL RECLAMO
________________________________________________________________________
________________________________________________________________________
MOTIVO DEL RECLAMO:
________________________________________________________________________
________________________________________________________________________
________________________________________________________________________
________________________________________________________________________
________________________________________________________________________
________________________________________________________________________
RICHIESTE DI MIGLIORAMENTO DEI SERVIZI
______________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________
________________________________________________________________________
________________________________________________________________________
________________________________________________________________________
________________________________________________________________________
________________________________________________________________________
Si informa, ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 30/06/2003 n° 196, che i dati personali verranno trattati e utilizzati
esclusivamente al fine di dare risposta al presente reclamo e per fornire informazioni relative a eventi culturali organizzati
da questo Istituto.
DATA___________________
FIRMA___________________
Al presente reclamo verrà data risposta entro 30 giorni
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
219 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content