close

Enter

Log in using OpenID

DC 27_2014 Poligonale esterna di Bari_SP collegamento tra SP 92

embedDownload
________________________________________________________________________________
CITTÀ DI MODUGNO
PROVINCIA DI BARI
______________________________________________________________________________________
DELIBERAZIONE COMMISSARIALE
N. 27 del 14/11/2014
RIFERIMENTI
OGGETTO
Poligonale esterna di Bari – Collegamento tra la S.P. 92 “BitrittoProponente
LL.PP. Manutenzione- Modugno” e la S.P. 224 “Raccordo tra la S.S. 96 e la S.P. 1”- ad
Patrimoni
iniziativa della Provincia di Bari. Adozione di variante al PRGC.
Il giorno 14/11/2014 , in Modugno, presso la sede municipale, il Commissario Straordinario,
Prefetto Mario Rosario Ruffo, con i poteri del Sindaco, della Giunta Comunale e del Consiglio
Comunale, conferitigli con D.P.R. del 29 settembre 2014 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale
n.238 del 13 ottobre 2014 e con l’assistenza del Segretario Generale, ha adottato la seguente
deliberazione
CON L’ASSISTENZA
DEL SEGRETARIO GENERALE DOTT.SSA
MONICA CALZETTA
________________________________________________________________________________
- -
OGGETTO:
Poligonale esterna di Bari – Collegamento tra la S.P. 92 “Bitritto-Modugno” e la S.P. 224 “Raccordo
tra la S.S. 96 e la S.P. 1”- Adozione di variante al PRGC.
Il Responsabile del Servizio 5 - Lavori Pubblici– Manutenzioni – Patrimonio relaziona quanto segue :
PREMESSO:
- che con nota Prot.n.40021 del 12/03/2014, acquisita agli atti di questo Ente in data 13/03/2014 Prot. 12132, la Provincia di Bari Serv. Edilizia Pubblica e Territorio, Sez. Viabilità, ha trasmesso, per gli adempimenti di competenza di
questo Ente relativamente all’iter di approvazione della variante urbanistica ai sensi dell’art.12, comma 3, della L.R.
n.3/2005 e dell’art.16 della L.R. n.13/2001, come modificati dall’art.9 della L.R. n.19/2013, il progetto preliminare
relativo al “Collegamento tra la S.P. 925 “Bitritto-Modugno” e la S.P. 224 “Raccordo tra la S.S. 96 e la S.P. 1”, inserito nell’ambito della realizzazione del tracciato della “Poligonale Esterna di Bari, composto dai seguenti elaborati:
REL. 01 Relazione tecnico - illustrativa
REL. 02 Studio di prefattibilità idrologico e idraulico
REL. 03 Studio di prefattibilità ambientale
DOC. 01 Quadro economico
DOC. 02 Calcolo sommario della spesa
DOC. 03 Relazione delle interferenze
DOC. 04 Prime indicazioni sui piani della sicurezza
DOC. 05 Stima sommaria costi per la sicurezza
DOC. 06 Cronoprogramma lavori
DOC. 07 Piano particellare di esproprio
DOC. 08 Elenco ditte
DOC. 09 Relazione di stima delle indennità
TAV. 01 Inquadramento territoriale
TAV. 02 Inquadramento vincolistico: P.U.T.T. – P.A.I.
TAV. 03 Inquadramento vincolistico: P.R.G.
TAV. 04 Inquadramento vincolistico: P.U.T.T. A.T.E.
TAV. 05 Inquadramento vincolistico: P.P.T.R.
TAV. 06 Planimetria di rilievo plano altimetrico 1 di 2
TAV. 07 Planimetria di rilievo plano altimetrico 2 di 2
TAV. 08 Planimetria di progetto 1 di 2
TAV. 09 Planimetria di progetto 2 di 2
TAV. 10 Planimetria di progetto su ortofoto
TAV. 11 Profilo di progetto tratto T1 – 1 di 2
TAV. 12 Profilo di progetto tratto T1 – 2 di 2
TAV. 13 Profilo di progetto tratto T2 T3 T4
TAV. 14 Sezioni tipo e particolari costruttivi
TAV. 15 Sezioni di progetto tratto T1
TAV. 16 Sezioni di progetto tratto T2 T3 T4
TAV. 17 Vista planimetrica impalcati tipo e particolari costruttivi
TAV. 18 Planimetria generale delle interferenze
- che il progetto dell’opera comporta una spesa complessiva di €. 22.000.000,00= ed è finanziato con risorse comunitarie concesse alla Provincia di Bari e, dunque, senza alcun onere economico a carico di questo Ente;
PRESO ATTO:
- che l’intervento ricade interamente nel territorio comunale di Modugno a confine con quello di Bitritto, come si evince dalla relazione Tecnica Illustrativa di cui al predetto progetto preliminare;
- che con nota Prot.n.145/000 del 2/4/2014, acquisita agli atti di questo Ente in data 8/5/2014, la Regione Puglia –
Servizio Assetto del Territorio-Ufficio Attuazione pianificazione paesaggistica, ha rappresentato, in conclusione,
quanto segue:
“”Entrando nel merito dell’intervento proposto, sulla base della documentazione trasmessa, si rappresenta che trattasi
di opera di rilevante trasformazione, che interessa ambiti territoriali distinti, beni paesaggistici ed ulteriori contesti
paesaggistici, contrastando con le relative prescrizioni e misure di salvaguardia e utilizzazione.
Trattandosi di opera pubblica, la Giunta Regionale può rilasciare l’attestazione di compatibilità paesaggistic (art.5.04)
anche in deroga (art.5.07) alle NTA del PUTT. Ciò sempre che dette opere: (i) siano compatibili con le finalità di tutela
- -
e valorizzazione delle risorse paesaggistico-ambientali previste nei luoghi; (ii) siano di dimostrata assoluta necessità o
di preminente interesse per la popolazione residente; (iii) non abbiano alternative localizzative (…)
Con l’occasione si rappresenta che l’art.5.03 delle NTA del PUTT/P prevede che le varianti urbanistiche, quando prevedano modifiche dello stato fisico o dell’aspetto esteriore dei territori e degli immobili dichiarati di notevole interesse
pubblico non possono essere approvati senza il preliminare rilascio del parere paesaggistico da parte della Giunta Regionale previa istruttoria dell’Assessorato regionale competente. A tal proposito si rappresenta che la LR n.19 del
19/07/2013 ha modificato l’art.12 della LR n.3 del 22/02/2005, introducendo chiarimenti in merito all’approvazione
delle varianti urbanistiche . Alla luce di detta precisazione legislativa, il Parere Paesaggistico ex art.5.03 delle NTA del
PUTT/P potrà essere rilasciato da parte della Giunta Regionale dopo che il progetto preliminare sia stato approvato ai
fini della variante urbanistica con delibera di Consiglio Comunale e depositato presso la Segreteria del Comunale
(cfr.comma 3 dell’art.12 della LR n.3 del 22/02/2005 come modificato dall’art.6 della L.R. n.19 del 19/07/2013) e trasmesse le delibere di Consiglio Comunale, complete delle osservazioni ricevute e relativi controdeduzioni comunali.””
- che a seguito di istruttoria tecnica del Servizio 5 LL.PP, giusta relazione d’ufficio Prot.n.43685 del 24/09/2014, si è
accertato quanto segue:
“”…..Detto progetto, da realizzare interamente nel territorio di Modugno, assolve alla funzione di collegamento tra le
seguenti viabilità esistenti:
- SP. n° 92 “Bitritto – Modugno;
- SP. n° 224 “Raccordo tra la SS.96 e la SP. n° 1 Bari-Bitetto ”;
per una lunghezza di (T1 - T79 - T165) : m. 3.330,00 con la realizzazione di rotatorie per ciascun collegamento, quale :
- n° 2 su raccordo con la SP. n° 1 Modugno-Bitetto;
- n° 1 all’incrocio con la viabilità della SP. n° 167 Modugno-Sannicandro;
- n° 1 all’incrocio con la SP. n° 82 Modugno-Bitritto…..””
- che con detta relazione è stato, altresì, espresso parere favorevole, per quanto di competenza, all’esecuzione del progetto in parola, ai sensi del co. 5 Art. 16 della L.R. Puglia 12/4/2001 n° 11 e s.m.i., fatto salvo il parere urbanistico di
competenza del Servizio 4, verificato che lo stesso sarà realizzato secondo le previsioni di massima del P.R.G.C. ,
salvo modifiche dovute ad una progettazione, seppur preliminare, ma che tiene conto delle interferenze con le innumerevoli reti infrastrutturali esistenti sul territorio;
- che il Servizio 4 Assetto del Territorio, interessato in merito al parere di cui all’art.16 della L.R.n.11/2001, con nota
prot.n.45356 del 07/10/2014, ha rilevato che la progettazione della Poligonale riportata sulla Tav.03 – Inquadramento
Vincolistico: PRG in scala 1/5000, allegata al progetto preliminare in parola, non è riferita alle tav. 4.5A e 4.6A del
PRG del Comune di Modugno approvate dalla Regione Puglia con delibere n.5110 del 2/8/1994 e n.5105 del
21/11/95, per cui con nota Prot.n. 50100 del 30/10/2014, è stato richiesto alla Provincia di Bari di prendere a riferimento dette Tavole per l’inserimento del tracciato della predetta poligonale, in sostituzione della predetta Tav. 03;
- che per quanto innanzi, il parere urbanistico di cui all’art.16 della L.R.n.11/2001 potrà essere espresso solo dopo
l’acquisizione dell’inquadramento urbanistico del progetto in questione sulle tav. 4.5A e 4.6A del PRG del Comune
di Modugno;
CONSIDERATO:
- che, la Provincia di Bari, ha avviato, ai sensi dell’art.20 del D.Lgs.n.152/2006 e s.m.i., la procedura di verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale (VIA) del progetto in questione, con la pubblicazione del relativo
avviso all’Albo Pretorio on line di questo Ente, dal 23/10/2014 al 06/12/2014;
- che, in detto periodo di pubblicazione, chiunque abbia interesse potrà far pervenire le proprie osservazioni avverso
detto procedimento di verifica VIA;
- che il progetto di che trattasi sarà sottoposto all’esame del 4° Servizio Assetto del Territorio, ai fini di verificare la
necessità di sottoporre o meno lo stesso a verifica di assoggettabilità a VAS, ai sensi della L.R. n.44/2012 nonché del
Regolamento regionale n. 18/2013, e di avviare, quindi, le conseguenti procedure;
RILEVATO:
- che per la realizzazione del progetto in questione si rende necessario espropriare aree ubicate nel territorio di questo
Comune e di cui all’elenco catastale inserito tra gli elaborati del progetto presentato;
- che dal punto di vista urbanistico la zona di intervento ricadente in questo Comune in aree destinate prevalentemente
ad uso agricolo, per cui si rende necessario assicurare la conformità urbanistica mediante il procedimento di specifica
variante semplificata al PRG, di cui al combinato disposto dell’art. 19 del D.P.R. n.327/2001 e s.m.i. e dell’art. 12
- -
della Legge Regionale n.3/2005 e s.m.i., così come modificato dall’art.6 della L.R. n.19/2013, con contestuale apposizione del vincolo preordinato all’esproprio;
- che la Provincia di Bari, con nota prot.n. 135555 del 26/09/2014, ha trasmesso l’avviso di avvio del procedimento per
l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio, previsto dall’art.11 del D.P.R. n.327/2001 e s.m.i. comunicando
che lo stesso è stato pubblicato sul quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno” in data 25/09/2014 e su “La Gazzetta
del Mezzogiorno Bari” in data 26/09/2014;
- che con successiva nota Prot.n 0160732 dell’11/11/2014, pervenuta a questo Ufficio con PEC in pari data,
Prot.n.52112, la Provincia di Bari ha comunicato che –nei termini di legge- non sono pervenute da parte delle ditte
espropriande, osservazioni in merito;
- che pertanto, risultano assolti gli obblighi in tema di partecipazione dei proprietari interessati dal procedimento ablatorio;
VISTA la delibera della Giunta provinciale n. 15 del 14/02/2014, con cui è stato approvato il progetto preliminare in
premessa specificato;
DATO ATTO:
- che il comma 1 dell’art. 9 del DPR n.327/2001 così come integralmente richiamato dall’art.6 –comma 1- della
L.R.n.3/2005, dispone che “Un bene è sottoposto al vincolo preordinato all’esproprio quando diventa efficace l’atto
di approvazione del piano urbanistico generale, ovvero di una sua variante, con il quale il bene stesso è destinato alla realizzazione di opere pubbliche o di pubblica utilità”.
- che l’art.10 – comma 2- del predetto DPR n.327/2001 dispone, altresì, che “ Il vincolo può essere, altresì, disposto
dandosene espressamente atto, con il ricorso alla variante semplificata al piano urbanistico da realizzare, anche su
richiesta dell’interessato, con le modalità e secondo le procedure di cui all’articolo 19 , commi 2 e seguenti;
- che il 3° comma dell’art. 12 della legge regionale n.3 del 22/02/2005, così come modificato dall’art.6 della L.R.
n.19/2013 dispone, altresì, che ”Nei casi previsti dal comma 1 e dall’articolo 19 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità, emanato con decreto del Presidente della
Repubblica 8 giugno 2001, n. 327, la delibera del Consiglio comunale di approvazione ai fini urbanistici del progetto
preliminare o definitivo deve essere depositata presso la segreteria del Comune. Entro quindici giorni dal deposito
della stessa presso la segreteria comunale, chiunque può presentare proprie osservazioni, anche ai sensi
dell’articolo 9 della l. 241/1990. La delibera con cui il Consiglio comunale, tenuto conto delle osservazioni, si pronuncia definitivamente determina variante urbanistica senza necessità di controllo regionale.”
- che il comma 3 bis dell’art.12 della predetta legge regionale n.3/2005, introdotto dall’art.6 della L.R. n.19/2013 dispone, altresì, che “La delibera di cui al comma 3 è assunta dal Consiglio comunale entro quarantacinque giorni
dalla data di scadenza del termine per la presentazione delle osservazioni. “
TUTTO CIO’ PREMESSO, alla luce del disposto normativo statale e regionale (DPR n.327/2001 e s.m.i. e L.R.
n.3/2005 e s.m.i.), occorre che il Consiglio si pronunci sul progetto preliminare di che trattasi, al fine di adottare, nella
fattispecie, la variante urbanistica, ai sensi del 3° comma, primo capoverso dell’art. 12 della L.R. n.3/2005 e s.m.i. precisando che l’approvazione definitiva della variante in questione deve ritenersi subordinata:
a) alla conclusione dei procedimenti di verifica di assoggettabilità a VIA e VAS, fatti salvi i provvedimenti che si
renderanno necessari all’esito degli stessi;
b) acquisizione dell’attestazione di compatibilità paesaggistica (art.5.04) anche in deroga (art.5.07) alle NTA del
PUTT, rilasciata dalla Regione Puglia;
VISTO il decreto prefettizio prot. n. 31633 Area II - EE.LL. del 22.08.2014, con cui è stato nominato Commissario Prefettizio per la provvisoria gestione dell'Ente con i poteri del Sindaco, della Giunta e del Consiglio, il dott. Mario Rosario
RUFFO;
Si sottopone il presente provvedimento all’esame del predetto Commissario prefettizio affinchè lo approvi con i poteri
del Consiglio Comunale.
Modugno, 11/11/2014
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO 5
(Arch. Donato Dinoia)
- -
IL COMMISSARIO STRAORDINARIO
Udita e fatta propria la relazione che precede;
VISTO il progetto preliminare, redatto dalla Provincia di Bari relativo ai lavori di Collegamento tra la S.P. 92 “BitrittoModugno” e la S.P. 224 “Raccordo tra la S.S. 96 e la S.P. 1”, inserito nell’ambito della realizzazione del tracciato della
“Poligonale Esterna di Bari”;
RILEVATO che l’intervento di che trattasi comporta una spesa complessiva di €. 22.000.000,00= finanziata con risorse
comunitarie concesse alla Provincia di Bari e, dunque, senza alcun onere economico a carico di questo Ente e che ricade
interamente nel territorio comunale di Modugno a confine con quello di Bitritto, come si evince dalla relazione Tecnica
Illustrativa di cui al predetto progetto preliminare;
DATO ATTO che sono ancora in corso i procedimenti di verifica di assoggettabilità a VIA e VAS, come in premesso
specificato, mentre sono stati assolti gli obblighi in tema di partecipazione dei proprietari interessati dal procedimento
ablatorio, ai sensi dell’art.11 del D.P.R. n.327/2001 e s.m.i.;
CONSIDERATO che, alla luce del disposto normativo statale e regionale (DPR n.327/2001 e s.m.i. e L.R. n.3/2005 e
s.m.i.), occorre che il Consiglio si pronunci sul progetto preliminare di che trattasi, al fine di adottare, nella fattispecie,
la variante urbanistica, ai sensi del 3° comma, primo capoverso dell’art. 12 della L.R. n.3/2005 e s.m.i. precisando che
l’approvazione definitiva della variante in questione deve ritenersi subordinata alla conclusione dei procedimenti di
verifica di assoggettabilità a VIA e VAS, fatti salvi i provvedimenti che si renderanno necessari all’esito degli stessi
nonché all’acquisizione dell’attestazione di compatibilità paesaggistica (art.5.04) anche in deroga (art.5.07) alle NTA
del PUTT, rilasciata dalla Regione Puglia;
ACQUISITO, ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18.8.2000 n. 267, il parere del Responsabile del servizio interessato,
Arch. Donato Dinoia, Responsabile del Servizio 4° e 5°- “favorevole” per quanto concerne la regolarità tecnica, in data
11/11/2014;
PRESO ATTO che il presente provvedimento non comporta alcun impegno di spesa e/o di entrata per questo Ente, per
cui non si rende necessario acquisire il visto di regolarità contabile;
Con i poteri del Consiglio Comunale, conferitigli con D.P.R. del 29 settembre 2014, nel corso della seduta del
14/11/2014 alle ore 11,40;
DELIBERA
1) PRENDERE ATTO che, a seguito dell’avviso di avvio del procedimento per l’apposizione del vincolo preordinato
all’esproprio, effettuato, ai sensi dell’art. 11 del D.P.R. 8.06.2001 n. 327, dalla Provincia di Bari mediante pubblicazione sul quotidiano su “La Gazzetta del Mezzogiorno” in data 25/09/2014 e su “La Gazzetta del Mezzogiorno
Bari” in data 26/09/2014, non sono pervenute da parte delle ditte espropriande -nei termini di legge- osservazioni in
merito, giusta comunicazione prot.n. 0160732 dell’11/11/2014 della Provincia di Bari, pervenuta a questo Ufficio
con PEC in pari data, Prot.n.52112;
2) APPROVARE, ai sensi e per gli effetti dell’art.19 del D.P.R. n.327/2001 e s.m.i. nonché dell’art.12 della Legge
Regionale n.3/2005 e s.m.i., il progetto preliminare redatto dalla Provincia di Bari, relativo ai lavori di Collegamento tra la S.P. 925 “Bitritto-Modugno” e la S.P. 224 “Raccordo tra la S.S. 96 e la S.P. 1”, inserito nell’ambito della
realizzazione del tracciato della “Poligonale Esterna di Bari”, composto degli elaborati in premessa specificati e a
gli atti del Servizio 5 LL.PP.
3) DARE ATTO:
- -
-
che l’intervento di che trattasi comporta una spesa complessiva di €. 22.000.000,00= finanziata con risorse
comunitarie concesse alla Provincia di Bari e, dunque, senza alcun onere economico a carico di questo Ente e
che ricade interamente nel territorio comunale di Modugno a confine con quello di Bitritto, come si evince dalla relazione Tecnica Illustrativa di cui al predetto progetto preliminare;
-
che, la Provincia di Bari, ha avviato, ai sensi dell’art.20 del D.Lgs.n.152/2006 e s.m.i., la procedura di verifica
di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale (VIA) del progetto in questione, con la pubblicazione
del relativo avviso all’Albo Pretorio on line di questo Ente, dal 23/10/2014 al 06/12/2014 e che, in detto perio-
do di pubblicazione, chiunque abbia interesse potrà far pervenire le proprie osservazioni avverso detto procedimento di verifica VIA;
-
che il progetto di cui al precedente punto 2) sarà sottoposto all’esame del 4° Servizio Assetto del Territorio, ai
fini di verificare la necessità di sottoporre o meno lo stesso a verifica di assoggettabilità a VAS, ai sensi della
L.R. n.44/2012 nonché del Regolamento regionale n. 18/2013, e di avviare, quindi, le conseguenti procedure
-
che, ai sensi del combinato disposto dell’art.19 del D.P.R. n.327/2001 e s.m.i. e dell’art. 12 della Legge Regionale n.3/2005 e s.m.i., l’approvazione del progetto di cui al precedente punto 2) costituisce adozione di variante al PRGC;
4) PROCEDERE, ad avvenuta esecutività del presente provvedimento, al deposito dello stesso presso la Segreteria di
questo Ente per le eventuali osservazioni, ai sensi e per gli effetti del 3° comma dell’art.12 della Legge regionale
n.3/2005, così come modificato dall’art.6 della L.R. n.19/2013;
5) RISERVARE, a separato e successivo provvedimento consiliare, la valutazione delle eventuali osservazioni prodotte da terzi, nonché l’approvazione definitiva del progetto di cui trattasi che ne determinerà variante urbanistica senza necessità di controllo regionale, subordinando detta approvazione definitiva alla conclusione dei procedimenti di
verifica di assoggettabilità a VIA e VAS, fatti salvi i provvedimenti che si renderanno necessari all’esito degli stessi nonché all’acquisizione dell’attestazione di compatibilità paesaggistica (art.5.04) anche in deroga (art.5.07) alle
NTA del PUTT, rilasciata dalla Regione Puglia;
6) Trasmettere il presente provvedimento al Servizio 4 e al Servizio 5 per quanto di competenza.
IL COMMISSARIO STRAORDINARIO
Attesa l’urgenza di provvedere in merito e con i poteri del Consiglio, conferitigli con D.P.R. del 29/09/2014
DELIBERA
dichiarare il presente provvedimento immediatamente eseguibile, ai sensi dell'art. 134 comma 4 del TUEELL.
- -
Il Segretario Generale
Il Commissario Straordinario
Dott.ssa Monica CALZETTA
Dott. Mario Rosario RUFFO
_______________________________________________________________________________
CITTÀ DI MODUGNO
PROVINCIA DI BARI
_______________________________________________________________________________________
PARERE DI REGOLARITA’ TECNICA
AI SENSI DELL’ART. 49, COMMA 1°, DEL D.LGS. 267/2000 ORDINAMENTO EE.LL.
SI ESPRIME PARERE FAVOREVOLE IN ORDINE ALLA REGOLARITÀ TECNICA DELLA SEGUENTE
PROPOSTA DI DELIBERAZIONE:
PROPONENTE: LL.PP. MANUTENZIONE-PATRIMONI
OGGETTO:
Poligonale esterna di Bari – Collegamento tra la S.P. 92 “Bitritto-Modugno” e la S.P. 224 “Raccordo tra la S.S. 96 e la S.P. 1”ad iniziativa della Provincia di Bari. Adozione di variante al PRGC.
NOTE AGGIUNTIVE
NESSUNA
MODUGNO LÌ, 11/11/2014
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
ARCH. DONATO DINOIA
_________________________________________________________________________________
- -
_______________________________________________________________________________
CITTÀ DI MODUGNO
PROVINCIA DI BARI
______________________________________________________________________________________
ATTESTAZIONE DI AFFISSIONE ALL’ALBO
IL SOTTOSCRITTO VISTI GLI ATTI D’UFFICIO
ATTESTA
CHE IL SEGUENTE ATTO
Delibera Commissariale n.27 del 14/11/2014
OGGETTO:
Poligonale esterna di Bari – Collegamento tra la S.P. 92 “Bitritto-Modugno” e la S.P. 224
“Raccordo tra la S.S. 96 e la S.P. 1”- ad iniziativa della Provincia di Bari. Adozione di variante al
PRGC.
E’ AFFISSA ALL’ALBO PRETORIO COMUNALE PER 15 GIORNI DAL 19/11/2014 COME PRESCRITTO
DALL’ART.124 COMMA 1° DEL D.LGS 267/2000
IL RESPONSABILE ALBO-NOTIFICHE
Dott.ssa Beatrice MAGGIO
ATTESTAZIONE DI ESEGUIBILITA’
IL SOTTOSCRITTO VISTI GLI ATTI D’UFFICIO
ATTESTA
CHE LA STESSA E’ STATA DICHIARATA IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE COME PRESCRITTO
DALL’ART.134 COMMA 4° DEL D.LGS 267/2000
MODUGNO LI’, 19/11/2014
IL RESPONSABILE ALBO-NOTIFICHE
Dott.ssa Beatrice MAGGIO
_________________________________________________________________________________
- -
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
527 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content