close

Enter

Log in using OpenID

avviso pubblico - Comune di Serra San Bruno

embedDownload
REGIONE CALABRIA
DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N. 2 A.S.P. VV
COMUNE DI SERRA SAN BRUNO- CAPOFILA
AVVISO PUBBLICO
per il reperimento di n. 60 operatori addetti all’assistenza non
professionale di disabili, anziani e soggetti non autosufficienti
Il Comune di Serra San Bruno, Comune Capofila del Distretto Socio-Sanitario n. 2, comunica
l’approvazione da parte della Regione Calabria del progetto denominato “ Aggreghiamoci”, che
hanno la durata temporale di 12 mesi ed è finalizzato altresì all’assistenza domiciliare alle persone
non autosufficienti a cura di n. 60 operatori non qualificati che verranno selezionati all’interno delle
categorie di svantaggio sociale. Gli operatori verranno selezionati in tutto il Distretto e svolgeranno
la loro prestazione per complessivi mesi 4 (quattro). L’attività degli operatori verrà organizzata
direttamente dal Comune di residenza, fermo restando l’obbligo per questi ultimi di utilizzare
gli stessi solo per fornire assistenza a soggetti non autosufficienti e affetti da grave disabilità.
Reperimento n. 60 operatori
COMUNE
Numero Operatori
Popolazione
Acquaro
5
3046
Arena
3
1799
Brognaturo
1
766
Capistrano
2
1205
Dasà
2
1308
Dinami
6
3544
Fabrizia
4
2698
Gerocarne
4
2498
Mongiana
1
881
Nardodipace
2
1477
Pizzoni
2
1364
San Nicola da Crissa
3
1599
Serra San Bruno
12
7068
Simbario
2
1082
Sorianello
2
1589
Soriano Calabro
5
3068
Spadola
1
819
Vallelonga
1
759
Vazzano
2
1231
TOTALE
60
37801
1
Possono inoltrare richiesta per l’accesso al beneficio uomini e donne residenti, di età
compresa tra 18 e 59 anni che si trovano nelle seguenti condizioni:
a) Donne o uomini separati o divorziati o vedovi con figli a carico;
b) donne o uomini con coniuge detenuto con o senza figli a carico;
c) donne o uomini soli;
d) donne o uomini disoccupati appartenenti a famiglie con particolare disagio sociale.
Per essere ammessi al beneficio i richiedenti, alla data di avvio dell’attività, devono essere
disoccupati/inoccupati, non devono usufruire di prestazioni a sollievo della povertà e devono
appartenere a nuclei familiari nella cui situazione economica equivalente, risulti un reddito ISEE
pari o inferiore a € 5.000,00 annuo, riferiti ai redditi percepiti nell’anno 2013. L’Attestazione ISEE
è rilasciata dall’INPS, dal CAF o dal Comune di residenza.
La concessione del beneficio verrà attribuita con priorità a famiglie in condizione di maggiore
svantaggio socio-economico; per cui sarà elaborata apposita graduatoria ,dove a parità di punteggio,
seguirà un ordine per reddito ISEE minore.
In uno stesso nucleo familiare potrà usufruire del beneficio un solo componente.
Il beneficio corrisposto agli operatori che ne avranno diritto sarà di € 8,00 orarie, al lordo
dell’INAIL, per quattro ore al giorno per tre volte la settimana per un periodo di quattro mesi.
Gli operatori risultati idonei sono tenuti a recarsi a proprie spese presso le abitazioni degli
utenti assistiti nel proprio Comune di residenza.
La domanda per l'accesso al beneficio deve essere redatta sull'apposito modulo predisposto dal
Comune Capofila e distribuito dagli Uffici dei Comuni di residenza, dove la stessa domanda dovrà
pervenire, con qualsiasi mezzo entro e non oltre il 05/09/2014.
Alla stessa domanda andranno allegati i seguenti documenti:
1. Modello ISEE riferito al reddito percepito nell’anno 2013;
2. Documentazione attestante lo stato di detenzione del coniuge;
3. Documentazione attestante lo stato di separazione o divorzio;
4. Copia del verbale di riconoscimento invalidità rilasciato dalla competente
Commissione medica, nel caso di presenza di figli disabili;
5. Documentazione attestante la condizione di studente di eventuali figli a carico
maggiorenni (Scuola Media Superiore di II Grado, Università)
6. Documentazione comprovante la situazione di disagio, di cui al precedente punto d).
7. Autocertificazione situazione di famiglia
8. Documento d’identità in corso di validità
9. Qualunque altro documento ritenuto idoneo per la valutazione della domanda.
Le domande saranno istruite dall’Ufficio di Piano, nel rispetto dei criteri di valutazione sotto
riportati e le singole graduatorie saranno affisse in tutti gli Albi Pretori dei singoli Comuni del
Distretto Socio- Sanitario.
Le domande saranno valutate secondo i seguenti criteri:
A. Donne o uomini separati o divorziati o vedovi con figli a carico……….
B. Donne o uomini con coniuge detenuto con figli a carico…………………
C. Donne o uomini con coniuge detenuto senza figli a carico………………….
D. Donne o uomini soli………………………………………………………...
E. Donne o uomini disoccupati appartenenti a famiglie
con particolare disagio sociale….
punti 08;
punti 07;
punti 06;
punti 05;
punti 08
I punteggi sopra indicati non sono cumulabili tra loro e sono riferiti alla data di
pubblicazione del bando. Nel caso lo stesso soggetto dovesse rientrare in due o più criteri di
attribuzione del punteggio verrà preso in considerazione il criterio che assegna maggior punteggio.
2
Inoltre viene attribuito il seguente punteggio:
1.
2.
3.
4.
5.
6.
per ogni figlio a carico maggiorenne studente ……… ………………
per ogni figlio minorenne…..………………………………………………..
possessori di reddito ISEE da 0 a € 1.700……………………………………
possessori di reddito ISEE da € 1.701 a € 3.500…………………………….
possessori di reddito ISEE da € 3.501 a € 5.000 …………………………….
per ogni figlio disabile………………………………………………………
punti 0,25
punti 0,50
punti 0,99
punti 0,66
punti 0,33
punti 2,00
Per i cittadini O PROPRI FAMILIARI (appartenenti allo stesso nucleo familiare) che
hanno concluso la propria attività in progetti sociali analoghi in uno dei Comuni facenti parte del
Distretto nei dodici mesi precedenti la pubblicazione del bando, sarà applicata una penale di punti 2
per ogni mese di attività svolta negli ultimi 2 anni, per un massimo di 8 punti.
Le attribuzioni indicate ai punti 1,2,3,4,5 e 6 sono cumulabili tra loro e con uno dei criteri
espressi dai punti A, B, C, D e E.
.
In caso di violazione degli obblighi assunti con la sottoscrizione della Convenzione,
l’Ufficio di Piano, su segnalazione del Comune interessato, previa contestazione scritta, sospenderà
o ridurrà, anche gradualmente e temporaneamente, l’erogazione del beneficio a favore del soggetto
inadempiente sulla base della gravità della violazione medesima e tenuto conto delle motivazioni
del soggetto stesso.
La non ottemperanza degli obblighi assunti o la rinuncia volontaria, comporterà la revoca
della prestazione e lo scorrimento della graduatoria.
I beneficiari le cui dichiarazioni risultino mendaci, oltre ad incorrere nelle sanzioni penali
previste dalle leggi vigenti, sono tenuti alla restituzione delle somme indebitamente percepite, che i
Comuni riutilizzeranno per gli stessi fini.
Le graduatorie, approvate dall’Assemblea dei Sindaci del Distretto, saranno pubblicate per 10
giorni consecutivi all’albo pretorio di ogni singolo Comune. Entro tale termine i soggetti
interessati, la cui domanda non è stata accolta, potranno presentare ricorso al Sindaco interessato.
Le graduatorie rimarranno valide per il periodo previsto dalla normativa vigente e potranno essere
utilizzate per il reperimento di altri operatori, qualora il Distretto ne abbia esigenza, a seguito di
approvazione da parte della Regione Calabria di progetti analoghi.
Ai sensi del D.Leg.vo n.196/2003, i dati personali rilasciati dai soggetti che formulano
l’istanza saranno raccolti presso l’ufficio di Piano di Zona e trattati esclusivamente per le finalità di
gestione del relativo progetto.
Il presente bando e l’apposito modello di domanda sono scaricabili dal sito internet
www.comune.serrasanbruno.vv.it alla sezione Avvisi e Bandi.
Ulteriori informazioni possono essere richieste presso gli Uffici comunali di residenza o
presso l’Ufficio di Piano del Comune Capofila di Serra San Bruno al n. tel. 0963-779440.
Serra San Bruno lì 01 agosto 2014
Il Sindaco del Comune di Serra San Bruno –
Capofila Distretto Socio-Sanitario n.2
- Bruno Rosi -
3
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
121 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content