close

Enter

Log in using OpenID

Clicca qui per scaricare il programma in PDF

embedDownload
ASSOCIAZIONE G.A.I.A e CSEN
organizzano il Secondo
Corso di formazione per
CONDUTTORI DEL CANE IN PET THERAPY
(interventi assistiti dall’animale)
1.Denominazione progetto
OPERATORI IN PET THERAPY
2.Responsabile progetto
ASSOCIAZIONE G.A.I.A
3.Destinatari
È rivolto ad appassionati, educatori e istruttori cinofili, veterinari, psicologi e/o
professionisti del settore socio/sanitario e/o educativo/pedagogico che vogliano
condurre l’ animale negli interventi educativi, socio-assistenziali e terapeutici assistiti
dal cane.
Il corso ha lo scopo di fornire le nozioni teoriche e le competenze pratiche per
preparare e condurre l’ animale in interventi educativi, terapeutici o ludico-ricreativi
mediati dal cane.
Il corso dovrà essere frequentato con il proprio cane o con il cane di
proprietà di altri, che si intende preparare per le attività e/o terapie. Nel caso
in cui il partecipante non fosse in possesso di un cane o avesse un cane non
idoneo per salute o carattere, può partecipare con un cane di proprietà di
altri, purché sia stato autorizzato dal proprietario a coinvolgere l’ animale
nelle lezioni pratiche e abbia modo di prepararlo come richiesto dalle linee
guida CSEN.
Sono previste 200 ore di lezioni teorico-pratiche, così suddivise:
100 ore di lezioni teoriche in aula
100 ore di attività pratica sul campo destinate alla preparazione dei cani e alle
simulazioni di intervento.
più 50 ore di tirocinio dedicate all’osservazione e partecipazione agli interventi mediati
dal cane sul territorio
Per chi frequenta l’intero percorso formativo, con almeno l’80% di presenza, sarà
rilasciato, previa verifica finale, il tesserino tecnico del CSEN (Centro Sportivo
Educativo Nazionale) di “Conduttore del cane in Pet Therapy”.
NB: Una volta abilitato, il conduttore potrà condurre il cane nelle sedute
sempre e comunque sotto la supervisione del responsabile del cane dell’
equipe, come da linee guida pubblicate sui siti www.csencinofilia.it e
www.csenpettherapy.it
Solo se il conduttore avesse già il titolo di Istruttore Cinofilo CSEN potrà, oltre che
condurre il cane nelle sedute, prendere parte a progetti di pet therapy nel ruolo di
responsabile del cane.
5. Docenti
Dott.ssa Sabrina Artale, Medico, Responsabile Nazionale Csen Pet Therapy;
Dott.ssa Michela Romano, Psicologa – Psicoterapeuta;
Dott. Carlo Andrea Carloni, Medico Veterinario, Comportamentalista;
Dott.ssa Alice Collacchi, Educatore Professionale;
Maria Elena Bisconti, Educatore Cinofilo Enci e Istruttore Pet Therapy.
PROGRAMMA:
Prima parte: Gli Interventi Assistiti dall’ Animale :
(lezioni teorico-pratiche: 100 ore)
1.Introduzione alla Pet therapy:
o Storia e legislazione in ambito della Pet Therapy
o Scopi delle AAA e AAT e ambiti di applicazione, Indicazioni e Controindicazioni
o Tipologie di interventi e obbiettivi
o L’ equipe (operativa e prescrittiva) : le figure chiave delle AAA e TAA e loro
responsabilità
2. Psicologia canina e zoo-antropologia:
o
o
o
o
o
o
Gli animali utilizzati nella pet therapy, con particolare riferimento al cane:
aspetti di etologia, zoologia e zoo-antropologia; Psicologia, linguaggio degli
animali e loro modalità di comunicazione con gli umani
Come approcciare al cane e come comportarsi in sua presenza
Il ruolo dell’animale nelle attività e terapie assistite, requisiti di capacità e
attitudinali degli animali
Aspetti giuridici ed amministrativi relativi al rapporto uomo - animale e le
relazioni terapeutiche e formative.
Rapporto uomo-animale, bioetica animale e relazioni terapeutiche, di cura,
educative e rieducative
Elementi di diritto relativi agli animali ed al loro trattamento
3. Medicina Veterinaria:
o
o
o
o
Requisiti sanitari dell’animale
Misure igieniche, profilassi e controllo delle infezioni,
Le zoonosi
Le patologie comportamentali animali (con particolare riferimento al cane),
cause e sintomi di stress nell’animale
4. Medicina umana:
o
o
o
o
o
o
o
o
o
o
La disabilità, deficit neurologici e motori
Autismo, ritardi cognitivi e dello sviluppo, epilessia
Anziani e patologie dell’anziano
Elementi di pediatria e patologie pediatriche
Deficit uditivi e visivi
Disturbi del linguaggio
Patologie psichiatriche
Patologie oncologiche e immunodepressione
Educazione alla sedia a rotelle, agli ausili
Norme igieniche e prevenzione delle infezioni
o
o
Strumenti per l’ interazione tra cane e le diverse tipologie di pazienti
Gestione delle situazioni critiche, riduzione del rischio
5. Psicologia, etica e deontologia professionale:
o
o
o
o
o
o
o
o
Approccio alla conversazione, capacità di ascolto, ulteriori tecniche di
interazione
Strumenti per la comunicazione, interazione e caring tra operatori, fruitori e
animali
Aspetti psicologici nell’interazione con le varie categorie di fruitori con patologie
o disabilità e con categorie socialmente svantaggiate o istituzionalizzate (es.
detenuti)
Riconoscere e gestire lo stress
Gestire le situazioni psicologicamente difficili, affrontare la perdita
Introduzione al lavoro con l’ utente
I diritti del paziente, Etica e Deontologia professionale
Il lavoro in team: strumenti per la gestione del rapporto con l’ animale, il
fruitore, l’equipe e il personale della struttura
6. Pedagogia:
o
o
o
o
o
o
o
Strutturare un percorso educativo in attività individuali e di gruppo
L’ età evolutiva, strumenti pedagogici per l’educazione del bambino e la
rieducazione nell’adulto
Elementi sulla comunicazione tra animale e bambino
Pedagogia sociale di categorie svantaggiate
Pedagogia per soggetti con bisogni educativi speciali
Programmazione e gestione delle attività educative e formative coadiuvate con
animali (EAA).
Zoo-antropologia didattica
7. Aspetti pratici nella realizzazione degli interventi :
o
o
o
o
o
o
Progettazione delle attività e procedure
Le strutture: come valutarne l’ adeguatezza
Valutazione d’efficacia e monitoraggio del percorso
Procedure amministrative, politiche di sanità pubblica, documentazione e
modulistica
Formazione e abilitazione degli animali e dei tecnici
Norme antincendio
Seconda parte: La preparazione e la conduzione del cane in Pet therapy:
(Lezioni teorico-pratiche: 100 ore)
1. Psicologia canina / educazione cinofila:
Il linguaggio del cane; comunicazione verbale, paraverbale e meta
verbale
Segnali calmanti e di conflitto, segnali di stress, arousal
Psicologia sociale del cane
Principi dell’
apprendimento;
apprendimento
per
associazione;
condizionamento classico e operante
I diversi metodi educativi; Approccio zoo antropologico e cognitivismo;
Cause, sintomi, gestione e prevenzione dello stress acuto e cronico
Fasi dello sviluppo del cucciolo, socializzazione, pubertà e adolescenza
Prevenzione e gestione delle paure: desensibilizzazione sistematica e
controcondizionamento
Insegnare l’autocontrollo e la gestione delle risorse
Insegnare i comportamenti di obbedienza di base: seduto, terra, resta,
vieni
Insegnare comportamenti inerenti alle AAT e AAA
Abituare alla manipolazione e al grooming
Il gioco e le attività ludiche finalizzate alle AAT e AAA
Para-agility
Risolvere i problemi comportamentali più comuni
Controllo delle iniziative
Inibizione del morso
Le visite ai bambini e gestione dell’interazione cane-bambino
Gestire e prevenire le situazioni di rischio per il cane e per l’utente
Il ruolo dell’animale e la scelta dell’animale;
Requisiti del cane, del conduttore e della coppia cane-conduttore in Pet
Therapy
Pianificazione del lavoro del cane, modulistica; diario di attività del cane
2. Medicina veterinaria:
Cenni di patologia comportamentale del cane
La prevenzione e la profilassi vaccinale, le zoonosi
Prevenzione del rischio, nozioni di pronto soccorso e intervento
Cura quotidiana, alimentazione, igiene del cane
Normative, obblighi e responsabilità del proprietario
Aspetti pratici: somministrare medicinali, eseguire una medicazione ecc.
Responsabilità del conduttore rispetto ai requisiti sanitari del cane, linee
guida e modulistica.
Per ogni area disciplinare le ore di didattica sono equamente divise in
50%: lezioni teoriche in aula
50%: lezioni pratiche sul campo.
Esse prevedono, in base all’area disciplinare, vari tipi di attività tra cui:
Osservazione del linguaggio del cane, identificazione di segnali di stress
Acquisizione di abilità pratiche nell’interazione con il cane
Simulazioni di interazione cane-utente-conduttore-operatori
Allenamento alla gestione degli ausili
Allenamento alla comunicazione, ascolto e interazione con gli altri
Pianificazione degli interventi e progettazione delle attività
Preparazione del cane
Cura e igiene del cane
Alle ore di didattica si aggiunge il tirocinio, con 50 ore di partecipazione ad interventi
terapeutici, assistenziali ed educativi sul territorio. Nel tirocinio sono previste le
seguenti attività:
Osservazione
Assistenza ai conduttori dei cani nei progetti
Allenamento dei cani presso luoghi pubblici
Compilazione delle schede per il monitoraggio del benessere dell'animale
Conduzione del cane supervisionata dall’Istruttore in pet therapy del
corpo docenti
Visione di materiale video
8. Gli esami
Per ottenere la qualifica di conduttore, il corsista deve superare un esame così
strutturato:
1. Test scritto con 100 domande a risposta multipla relative alle varie aree
scientifico-disciplinari della parte 1 del corso: medicina, psicologia, pedagogia,
obbiettivi e linee guida nelle AAA e AAT, psicologia canina, veterinaria, zooantropologia:
E relative alla preparazione e conduzione del cane. L’esito positivo prevede almeno il
70% delle risposte corrette
2. Prova pratica così strutturata:
o
o
Educazione e gestione del cane: valutazione delle capacità del candidato
di relazionarsi, comunicare e gestire l’animale nell’ambito del test di
abilitazione
del
cane
(vd.
linee
guida
CSEN
sul
sito
www.csenpettherapy.it);
capacità
di
insegnare
e/o
evocare
comportamenti di obbedienza di base e finalizzati alla pet therapy
Simulazione di intervento: valutazione delle capacità del candidato di
gestire la relazione tra utente e cane, riconoscere eventuali segnali di
stress del cane ed intervenire adeguatamente, prevenire e gestire una
situazione critica, relazionarsi con l’ utente in base al caso, finalizzare le
attività del cane in base all’obbiettivo, osservare e rispettare i tempi del
cane e dell’utente
NB:
•
E’ ammesso all’ esame solo chi abbia partecipato ad almeno l’80% delle lezioni
teorico-pratiche e l’80% di quelle del tirocinio.
•
Non è possibile fare la prova pratica senza avere precedentemente superato la
prova scritta.
•
L’esame vuole valutare le capacità del conduttore di gestire e preparare il cane
per gli interventi. Per questo il candidato dovrà partecipare all’esame con il
cane (anche se non necessariamente di sua proprietà), con cui ha frequentato il
corso e che ha preparato per l’abilitazione.
L’esame non vincola l’abilitazione del conduttore a quella del suo cane. Se il
conduttore dimostra di avere le competenze teoriche e pratiche per gestire
adeguatamente una seduta e proteggere il benessere dell’animale, egli potrà essere
abilitato anche se il proprio cane dovesse non superare il test attitudinale.
Il corso si svolge nel fine settimana dalle ore 09,00 alle ore 17,00 e prevede giornate
di didattica in aula e nel campo di addestramento, alle quali si aggiungono le 50 ore
di tirocinio.
PARTE 1: LA PET THERAPY
8/11/2014, Introduzione alla Pet therapy (Aula)
9/11/2014, Introduzione alla Pet therapy (Campo)
21/11/2014, Psicologia (Aula)
22/11/2014, Psicologia (Aula)
23/11/2014, Psicologia (Aula)
20/12/2014, Medicina Veterinaria (Aula)
21/12/2014, Medicina Veterinaria (Aula)
10/01/2015, Pedagogia (Aula)
11/01/2015, Pedagogia (Aula)
23/01/2015, Psicologia Canina (Aula)
24/01/2015, Psicologia Canina (Aula)
25/01/2015, Psicologia Canina (Campo)
21/02/2015, Aspetti pratici nella realizzazione degli interventi (Aula)
22/02/2015, Aspetti pratici nella realizzazione degli (Campo)
14/03/2015, Medicina Umana (Aula)
15/03/2015, Medicina Umana (Campo)
PARTE 2: LA PREPARAZIONE DEI CANI
28/03/2015 Istruttore cinofilo (Aula)
29/03/2015 Istruttore cinofilo (Campo)
12/04/2015 Istruttore cinofilo (Aula)
13/04/2015 Istruttore cinofilo (Campo)
26/04/2015 Istruttore cinofilo (Aula)
27/04/2015 Istruttore cinofilo (Campo)
10/05/2015 Medico Veterinario (Campo)
11/05/2015 Medico Veterinario (Campo)
24/05/2015 Istruttore cinofilo (Aula)
25/05/2015 Istruttore cinofilo (Campo)
07/06/2015 Istruttore cinofilo (Aula)
08/06/2015 Istruttore cinofilo (Campo)
TIROCINIO (50 ore): da definirsi in base ai progetti in corso
ESAME:
Primo test scritto (di solo 50 domande relative alla parte 1 del corso): Ottobre 2015
Secondo test scritto e parte pratica.
CONDIZIONI GENERALI
1. COSTI:
E richiesto un contributo di €1800,00
Il costo del corso include:
1. il tesseramento annuale all’Associazione
2. la copertura assicurativa per eventuali infortuni durante le attività. Non include il
costo del tesserino tecnico CSEN (euro 35) che dovrà essere corrisposto al momento
dell’ esame.
La quota non comprende eventuali spese di trasporto per raggiungere la sede delle
lezioni e eventuali altre spese sostenute dal corsista.
2. DIRITTO DI RECESSO
Il recesso del cliente e/o la mancata frequenza al corso o a singole lezioni non
comporteranno la restituzione della cifra corrisposta
3. MODALITA’ DI PAGAMENTO
Il versamento è da effettuarsi con bonifico bancario Codice Iban:
IT41D0539014122000000091674 intestato ad Associazione G.A.I.A.
4. SEDE
Aula formativa Sala 1 o Sala 2 Ospedale S. Donato Az. Usl 8 Arezzo.
Parte pratica: Centro Cinofilo Gli Amici di Argo 151/A , Arezzo.
Le sedi del tirocinio saranno concordate in base ai progetti in corso.
*L’Associazione si riserva il diritto di modificare i luoghi, le date e gli orari del corso
e/o delle lezioni.
5. ISCRIZIONE
Il modulo di adesione deve essere compilato in tutte le sue parti, entro e
non oltre il giorno 20/11/2014.
Il corso è a numero chiuso e prevede un numero massimo di 25
partecipanti.
L’ammissione avverrà per graduatoria secondo l’ordine cronologico di invio del
modulo di adesione.
L’ accettazione della domanda di iscrizione sarà confermata via e-mail al
candidato entro e non oltre 48 ore dal ricevimento del modulo di adesione.
6. RESPONSABILITA’
Il partecipante sarà responsabile della propria persona durante tutto il corso e solleva
da ogni responsabilità la Associazione G.A.I.A. per quanto attiene a possibili danni,
anche involontariamente cagionati, a cose e/o a persone, che avvengano durante le
lezioni. E’ prevista ed inclusa nel costo del corso una copertura assicurativa per
infortunio.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
122 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content