close

Enter

Log in using OpenID

Aprilia, una folla immensa per i nostri 30 anni in piazza Roma Con il

embedDownload
QUINDICINALE DI ATTUALITÀ - POLITICA - SCIENZA - ECOLOGIA - CULTURA - SPORT - SPETTACOLO
Fondato nel 1984 da Ben Jorillo
Redazione: Via Fermi, 18 - 04011 Aprilia (LT) - Tel. 06.9275019 - 335.8059019 - e-mail: [email protected]
sito - www.giornaledellazio.it Aut. Tribunale di Latina n. 284 del 20/01/1977 - Direttore Bruno Jorillo
COPIA
OMAGGIO
Anno XXX N.15
1 - 31 AGOSTO 2014
Aprilia, una folla immensa per
i nostri 30 anni in piazza Roma
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 2
1 - 31 Agosto 2014
Aveva compiuo 105 anni lo scorso 23 marzo. Si è spenta serenamente sabato 26 luglio
È MORTA LA SIGNORA CASSANI
Viveva ad Aprilia dal 1937, aveva sposato, un dipendente ONC
di Gianfranco Compagno
Si è spenta serenamente la
signora Cassani, sabato 26
luglio alle 18.35, nella sua casa
di via degli Oleadri, un edificio
di fondazione già proprietà
dell’O.N.C. (Opera nazinale
Combattenti). aveva compiuto
105 anni lo scorso 23 marzo.
Era da tutti conosciuta come la
signora Cassani, aveva voluto
sempre farsi chiamare con il
cognome del marito Augusto,
ex dipendente ONC. Si chiamava Desolina Benassi era
nata a Vergato in provincia di
Bologna, il 23 marzo 1909,
orfana di guerra dal 1916. Era
residente ad Aprilia dal 1937.
Era andata ad abitare proprio in
quell’edificio dove, sabato
scorso, dopo 77 anni è deceduta. Per anni aveva abitato in via
Augusto, dove insieme al marito aveva costruito la palazzina
di famiglia, pur mantenendo la
proprietà della casa storica. Da
qualche hanno faceva fatica ad
uscire da case, abitava la primo
piano con scale molto alte e
senza ascensore. È sempre
stata lucidissima, trascorreva la
giornata lavorando la maglia e
vedendo la televisione. Negli
ultimi anni non potendola
incontrare, mi recavo, con mia
moglie, almeno un paio di
1.1.2013 - 104 anni
sa San Michele Arcangelo, propri di fronte al sua abitazione.
Il rito funebre è stato celebrato
da padre Sergio. La salma è
stata tumulata nella tomba di
famiglia nel cimitero comunale.
IL RICORDO DI DESOLINA BENASSI CASSANI IN
UN ARTICOLO DI STEFANO PETTONI DEL 5
MAGGIO 2006
Chi è Desolina Benassi? E’
un’anziana donna di Aprilia
che ha raggiunto la tenera età
di 93 anni. Novantatre anni
portati davvero bene, così bene
che non è possibile rendersene
zione il periodo del fascismo,
della dittatura e di quella guerra dalla quale lei è uscita
indenne e, soprattutto, più forte
che mai. Nel parlare della sua
vita da donna di casa, Desolina
sembra quasi provare nostalgia, quasi rimpiangere quel
periodo quando, in quegli anni
bui per il nostro paese, lei viveva la sua onesta vita al fianco
del marito Augusto Cassani.
“Un omaccione robusto e
forte”, come lo ricorda la
moglie, che aveva un ruolo
importante a quei tempi. Augusto, infatti, svolgeva le funzioni di magazziniere dell’ONC.
In poche parole il suo compito
23.3.2009- 100 anni
volte l’anno a trovarla. Praticamente mi aveva visto nascere
mi considerava uno di famiglia
e per questo mi riceveva in
cucina, ma ci teneva ad essere
ben pettinata, indossava collana e orecchini di perle. Ricordo
la grande festa per i 100 anni,
c’era tutta la “Vecchia Aprilia”,
era venuto per l’occasione il
commissario straordinario il
prefetto Cono Federico e don
Giovanni Cassata, parroco
della chiesa di San michele
arcangelo, che gli aveva portato la pergamena con la benedizione apostolica da parte da
papa Benedetto XVI. Poi il
compleanno 101, 102 e 103,
dove ho accompagnato il sindaco ff Antonio Terra. Lo scorso anno il 1° gennaio 2013 è
stato l’ultima che l’ho vista.
Quando riceveva visite si emozionava. I famigliari ha ritenuto opportuno evitare incontri. Il
Funerale ha avuto luogo lunedì
28 luglio alle 10.30 nella Chie-
ogni tipo di frutta e verdura,
dalla terra alla sabbia, dalle
mucche alle pecore, ai cavalli,
ad ogni strumento da lavoro.
Un ruolo importante in un
ONC che, nato nel 1918 come
istituto per “provvedere all’assistenza economica, tecnica,
finanziaria e morale dei combattenti superstiti e degli ufficiali che hanno combattuto a
difesa della patria”, divenne a
partire dal 1926 un istituto preposto a “promuovere le condizioni tecniche, economiche e
civili che consentano la maggiore produttività delle forze di
lavoro della nazione”. L’assistenza dell’Opera, quindi,
veniva subordinata a partire dal
’26 allo scopo supremo della
23.3.2012 103 anni
ricostruzione e dello sviluppo
dell’economia nazionale, con
in primis il settore agricolo. Il
regolamento del 1926, infatti,
stabilisce che l’ONC deve
“concorrere allo sviluppo economico e al migliore assetto
sociale del paese, provvedendo
alla trasformazione fondiaria
delle terre e all’incremento
della piccola e media proprietà,
in modo da accrescere la produzione e favorire l’esistenza
stabile sui luoghi di una più
densa popolazione agricola”.
L’attività agraria diventava
così l’attività centrale dell’Istituto. Per Augusto Cassani,
quindi, il lavoro era tanto e,
soprattutto, erano molte anche
le responsabilità. Augusto e
Desolina vissero prima a Latina, poi a Roma, per trasferirsi
nel 1937 ad Aprilia, proprio in
quella casa che Desolina ha
riscattato. Una casa prima
distrutta, dopo i bombardamenti alleati susseguenti allo
sbarco di Anzio, poi ricostruita
e successivamente riscattata
per trascorrervi il resto della
sua attuale vita. Sola e senza
Augusto, ma nel ricordo di un
marito di cui parla con gli
occhi che gli brillano, rimembrando un passato difficile ma
allo steso tempo ricco di soddisfazioni e momenti felici.
Foto archivio G.Compagno
IL GIORNALE DEL
LAZIO
Editore D.P.R. di Bruno Iorillo
Iscritto al R.O.C. (Registro degli Operatori della Comunicazione)
Registrazione Tribunale di Latina 20/1/1977 n. 284
REDAZIONE : Via Fermi n. 18 - 04011 Aprilia (Latina)
Tel. e Fax 06.9275019 - 335.8059019
e-mail: [email protected] - [email protected]
sito: www.giornaledellazio.it
DIRETTORE RESPONSABILE: Bruno Jorillo DIRETTORE EDITORIALE: Ben Jorillo
VICE DIRETTORE: Piergiuseppe Jorillo CAPOREDATTORE: Gianfranco Compagno
13.11.2005
conto senza incontrarla e parlare con lei. Soltanto per sentito
dire, non si può avere l’idea
precisa di come questa “minuta” signora sia in splendida
forma. Desolina è così lucida
da ricordare quasi alla perfe-
era di ricevere e registrare ogni
tipo di materiale, portato dai
vari coloni, per consegnarlo,
poi, agli operai che ne facevano richiesta. Sotto le mani di
Augusto passava di tutto, dalla
lana al cotone, dal grano ad
Impaginazione e grafica a cura della C.S.T.
La riproduzione di testi e immagini deve essere autorizzata dall’editore.
La collaborazione ad articoli o servizi è da considerarsi del tutto gratuita e non
retribuita. Manoscritti e fotografie anche se non pubblicati non si restituiscono.
PUBBLICITA’: Via E. Fermi n. 18 - Aprilia (Latina) - Tel. 06.9275019 - 335.8059019
STAMPA: Pignani Printing s.r.l
ASSOCIATO ALL’UNIONE STAMPA PERIODICA ITALIANA
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
pagina 3
Aprilia, una folla immensa per
i nostri 30 anni in piazza Roma
Con il patrocinio della Presidenza e Giunta Regionale del Lazio e del Comune di Aprilia
Parte della redazione del Il Giornale del Lazio
Una folla immensa ed entusiasta
ha celebrato ad Aprilia, in piazza
Roma i 30 anni del ns. giornale.
In questo momento di crisi che
non ha risparmiato nessun settore, tantomeno la carta stampata
e il settore editoriale , festeggiare 30 anni è un traguardo ambito
che riempie di grandi soddisfazioni.
Trent’anni fa, nel giugno del
1984, Ben Jorillo ebbe la brillante idea
di far nascere il
periodico Il Giornale del Lazio,
da una costola della storica emittente Radio Lazio Sud.
Il Giornale del Lazio ha investito nel corso degli anni sulla qualità della carta, tra le migliori
utilizzate nella stampa di giornali e sul colore free press, ed è
stata una delle prime novità in
assoluto a sbarcare sul mondo
del web.
Il quindicinale ha svolto il delicato compito di “pungolo” per la
classe dirigente provinciale e
regionale nel far emergere i problemi e cercare di risolverli,
ruolo che spetta indubbiamente
ad un team di giornalisti e collaboratori che ringrazio per la
loro fattiva collaborazione, fatta
di tanti sacrifici - dichiara con
orgoglio il Direttore del giornale, Bruno Jorillo.
Nell’ultimo anno abbiamo investito anche sulle moderne forme
di comunicazione creando un
sito web notizie: “Il Giornale di
Aprilia” e una radio web (RLS Radio Lazio Sud), la radio che
si puo’ ascoltare anche dallo
Smartphone/Tablet scaricando
l’App. gratuita Radio Lazio Sud
La redazione del Il Giornale del Lazio al taglio della torta avvenuto al Ristorante”Il Nido”
su Google Play - prosegue il
Direttore.
Lo scorso 19 Luglio, in piazza
Roma ad Aprilia,
dalle ore
21,00, per festeggiare questo
importante traguardo, più di
trentamila
persone
hanno
potuto assistere gratuitamente
ad uno spettacolo di alto livello
condotto da RDS (Radio Dimensione Suono).
Rosaria Renna e Claudio
Guerrini, infatti, con la partecipazione di Giada e Nick, i due
finalisti di Amici 2014, Amedeo Minghi e molti altri ospiti,
tra i quali il comico Marko
Tana che hanno regalato
un grande appuntamento gra-
tuito alla citta’ di Aprilia.
Le melodie finali dal vivo di
Amedeo Minghi hanno fatto da
cornice ad una serata che ha
visto alternarsi tanti ospiti noti
al grande pubblico.
Sono stati consegnati anche
alcuni Premi, dalla Comunicazione allo Sport, dallo Spettacolo al Giornalismo radio-televisivo.Per la Comunicazione, tra i
premiati sono sfilati nomi come
Cecilia Primerano (conduttrice
Tg1 e colonna portante della trasmissione Porta a Porta ), Angelo Mellone (giornalista, scrittore nonche’ Dirigente del pomeriggio di Rai uno, editorialista ed inviato di politica , cultu-
ra e costume di numerosi quotidiani nazionali), Antonello De
Pierro (direttore del portale
d’Informazionenazionale Italy
Media), Virginia Barrett eclettica protagonista di molti eventi di successo tra teatro, arte e
cultura, nota per occuparsi da
tanti anni di comunicazione a
360 gradi).
Per lo Spettacolo, sono
state omaggiate figure indiscusse del nostro Paese come
quella di Lando Buzzanca ( uno
dei piu’ grandi attori italiani, dal
cinema alla radio al Teatro e
alla televisione, che per imprevedibili motivi lavorativi non ha
potuto partecipare e ha inviato
all’ultimo una lettera ) e quella di Edoardo Siravo (protagonista non solo del teatro italiano
d’Autore, ma anche molto noto
per i suoi trascorsi annosi
di cinema e fiction), ma anche
autorevoli giovani protagonisti dei nostri tempi come il conduttore e regista Sky Anthony
Peth, Floriana Secondi, sicuramente la figura più effervescente e fuori dagli schemi tra tutti
coloro che hanno messo piede
nella casa del reality “Grande
Fratello”, nonché vincitrice
la terza edizione.
Per lo Sport, ha aperto il via alle
premiazioni un nome davvero
altisonante: quello di Domenico
Spada, detto Vulcano; notissimo pugile italiano della categoria dei pesi medi, ex campione
del Mondo Silver WBC, e’
attuale Numero 2 al mondo
WBC , numero 4 al mondo per
l’IBF , nonche’ challenger al
Titolo d’Europa e sfidante al
Titolo Mondiale ad Interim
WBC, di prossima nuova sfida
al titolo a Montecarlo il prossimo ottobre. A premiarlo il delegato allo sport e Spettacolo del
Comune di Aprilia Pasquale De
Maio. Tutti i premiati hanno
scambiato parole pubbliche con
i due frizzanti conduttori della
serata Rosaria Renna e Claudio
Guerrini : hanno esposto futuri
progetti, regalato pensieri, mandato saluti alla Citta’ di Aprilia
che li ha accolti davvero con
gioia e curiosita’.
Cammeo della serata e’ stata
anche la breve esibizione canora
di Daniela Parrozzani: cantante
pagina 4
IL GIORNALE DEL LAZIO
direttore: Bruno Jorillo
1 - 31 Agosto 2014
1 - 31 Agosto 2014
e ballerina di lunga esperienza,
attualmente vocal coach di
Annalisa Minetti nonche’ showgirl impegnata nel sociale contro
il tema della violenza femminile.
Nell’occasione ha presentato il
suo brano “Credo”, da lei stesso
composto. Daniela ha accennato al progetto fotografico di
Michele Simolo, dal titolo “NO
VIOLENCE”, dove protagoniste
sono alcune attrici del mondo
dello spettacolo italiano che
intepretano scene di sofferenze
femminili in seguito a violenza.
La mostra “No Violence”, sotto
la tutela dell’Associazione
Occhio dell’Arte, e’ stata inaugurata lo scorso 9 luglio all’Isola del Cinema di Roma e prossi-
IL GIORNALE DEL LAZIO
Claudio Guerrini, Angelo Mellone, Anna De Santis,Rosaria Renna
Claudio Guerrini, il delegato allo sport e spettacolo Pasquale De Maio,
Edoardo Siravo e Rosaria Renna
pagina 5
Claudio Guerrini, Cecilia Primerano,Ben Jorillo, Rosaria Renna
Claudio Guerrini, Antony Peth, Lisa Bernardini, Rosaria Renna
Il premio realizzato dallo scultore Piero Gensini, donato da
Lisa Bernardini e Occhio dellʼarte al direttore Bruno Jorillo
mamente verra’ ospitata, dal 19
Agosto al 31 Agosto, nella citta’
di Nettuno all’interno della cornice del NettunoPhotoFestival
2014. Grande festa pubblica per
tutti, che ha emozionato e fatto
divertire il pubblico.
Giada e Nick hanno letteralmente mandato in delirio la folla
di giovani ragazzi accorsi per
applaudirli, mentre Amedeo
Minghi ha regalato al pubblico
di ogni eta’ alcuni dei suoi piu’
grandi successi.
Una ulteriore nota di colore l’ha
resa il Maestro stesso, che a sorpresa ha dedicato “Notte bella
magnifica” alla responsabile
insieme alla redazioe del Gior-
Claudio Guerrini, il delegato allo sport e spettacolo Pasquale De Maio,
Domenico Spada e Rosaria Renna
nale, del Premio Comunicazione
Sport e Spettacolo della serata,
Lisa Bernardini, che festeggiava
alla mezzanotte il suo compleanno.Bruno Jorillo, direttore de Il
Giornale del Lazio, si e’ dimostrato entusiasta della riuscita
piena dello spettacolo, e ha rinClaudio Guerrini, Antonello De Pierro e Lisa Bonacini
graziato tutti i suoi collaboratori
per aver contribuito a trent’anni
di variegata cronaca, di sincera informazione, di tanti spettacoli offerti.
Servizio fotografico a cura di:
Wedding Team di Aprilia,
Gianfranco Compagno
Michele Simolo
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 6
1 - 31 Agosto 2014
Floriana Secondi premiata da Gianfranco Compagno
I conduttori con Virginia Barret premiata da Angelo Ruggieri primo
direttore responsabile del “ Il Giornale del Lazio”
Giada durante la sua esibizione in p.zza Roma
Claudio Guerrini, Marko Tana, avv. Margherita Corneli, Rosaria Renna
Giada con i conduttori di RDS Claudio Guerrini e Rosaria Renna
I conduttori con Daniela Parrazzani premiata dal dott. Grech
Claudio Guerrini, Angelo Martino del Ristorante “La Bella Napoli”, riceve
dal delegato allo sport e spettacolo Pasquale De Maio una targa per
i 30 anni della sua attività, Rosaria Renna
1 - 31 Agosto 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
Il direttore Bruno Jorillo consegna il premio a Pierluigi Cavallini, decano
dei giornalisti apriliani con i suoi 46 anni di professione
Nick durante la sua esibizione in p.zza Roma
Cecilia Primerano del Tg1 con Gianfranco Compagno, Noemi Reali e
Veronica Alessandrini del “ Il Giornale del Lazio”
pagina 7
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 8
1 - 31 Agosto 2014
Amedeo Minghi nel backstage e durante il concerto
Giada e Nick con Fausto Catozzi
Il gruppo Armonia Trio
Cecilia Primerano del Tg1 e il direttore Bruno Jorillo
Edoardo Siravo e il fondatore del giornale Ben Jorillo
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
pagina 9
Aprilia, Piazza Roma diventa “ Sconvolgi piazza ”
L’evento è organizzato nel trentennale del nostro Giornale
Ill Giornale del Lazio, in occasione dei festeggiamenti
dei 30 anni dalla fondazione ha organizzato una giornata dedicata esclusivamente ai bambini la manifestazione“Sconvolgi piazza ” si è svolta Domenica 20 luglio
in piazza Roma ad Aprilia .
Un evento che ha acceso i riflettori e ha trasformato in
un grande luogo di incontro e di aggregazione, pieno di
curiosità e di grandi attrazioni con giochi, musica e tante
attività dinamiche. Un modo innovativo ed efficiente per
vivere una giornata entusiasmante, dove abbiamo pensato di allestire una vera e propria area divertimenti all’aperto con piattaforme ad hoc con un grandissimo e bellissimo parco giochi gonfiabili.
Grande entusiamo dei bambini a cui non sembrava vero
passare da un gioco e l’altro e gustare pop corn e zucchero filiato il tutto gratuitamente offerto dal Giornale
del Lazio.
L’associazione C.S.T. alle ore 21,00 ha estratto la lotteria nel mondo della fevole, a lato i numeri vincenti
Estrazione Lotteria “Nel mondo delle favole”
1° Estratto n.377 seria A
4° Estratto n.311 seria H
lettore Dvd due orologi Bambino/a
Play Station 3 500 GB + due
giochi The last Of Us e Gran
Turismo
2° Estratto n. 453 seria B
Piumone Caleffi
3° Estratto n.132 seria A
Acquario completo
5° Estratto n.18 seria L
Crociera Fascino Mediterraneo 8 giorni
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 10
1 - 31 Agosto 2014
Sabato 19 luglio la chiusura della piazza è avvenuta a tarda sera, così il commercio del centro torna a respirare
APRILIA - COMMERCIANTI FINALMENTE SODDISFATTI!
Poi un Fiume di gente si è riversato soprattutto su piazza Roma e via dei Lauri
La festa del nostro giornale ha avuto il massimo riscontro. Spettacolo gratuito sino all’una di notte
di Nicola Gilardi
Sorvolando la soddisfazione
per una manifestazione culturale ben riuscita, organizzata
dal nostro giornale, la serata di
sabato 19 luglio ha visto la
soddisfazione, oltre che dei
cittadini, anche dei commercianti apriliani, che finalmente
Antonio Del Prete
hanno registrato anche l’attenzione dell’Amministrazione
comunale. Il centro cittadino è
stato lasciato libero fino a sera
(su nostro suggerimento), con
le automobili che hanno avuto
libero accesso alle attività
commerciali. Soprattutto su
piazza Roma e via dei lauri si è
riversato un fiume di gente. La
tipologia della manifestazione,
inoltre, ha permesso ai negozi
stessi, soprattutto per coloro
che si occupano di somministrazione di alimenti e bevande, bar e ristoranti, di lavorare
molto di più. Per tutti gli altri è
stata un occasione per avere
una maggiore affluenza di persone di fronte alla vetrina del
proprio negozio. Per commentare l’evento, ma soprattutto
Via dei Lauri
gli effetti sui commercianti,
abbiamo contattato Antonio
Del Prete, presidente dell’associazione Aprilia Commercio: «L’isola non è stata fatta e
la piazza è stata chiusa soltanto alle 19.30 così come noi
avevamo richiesto all’assessore Marchitti. La serata del
sabato è riuscita benissimo,
poiché le attività commerciali
che sono rimaste aperte hanno
registrato dei benefici non
indifferenti». Una buona notizia dopo le polemiche che
hanno contraddistinto questa
estate nera per i commercianti
del centro di Aprilia: «Speriamo che per l’anno prossimo
l’organizzazione degli eventi
di Luglio possa avvenire
tenendo conto degli errori di
questa estate e cercando di
porvi rimedio» ha detto spe-
ranzoso Del Prete, in prima
linea per creare un rapporto
proficuo con l’amministrazione comunale, che comunque si
è sempre detta disponibile ad
andare incontro alle esigenze
dei commercianti. Da notare
anche che la riuscita della
manifestazione deve essere
attribuita al contributo degli
sponsor e della disponibilità
del comune di Aprilia nel
mostrare maggiore sensibilità
nei confronti dei commercianti. Qualcosa, insomma, inizia
ad andare nel verso giusto.
Non poteva essere altrimenti,
perché la situazione non poteva essere gradita all’amministrazione comunale, che ha
tutto l’interesse nel tutelare i
diritti e la posizione dei propri
commercianti.
Foto di G. Compagno
1 - 31 Agosto 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 11
Celebrati con una grande serata di gala mercoledì 23 luglio
LATINA,“I PRIMI 10 ANNI” DEL MANSIO HOTEL AL FORO APPIO
Italo Cocco, vicepresidente vicario Confcommercio ha consegnato una targa di riconoscimento a Paolo Galante
MAD ha organizzato un vernissage: “Odissea contemporanea”, in esposizione sino al 14 settembre 2014
di Noemi Reali
«Un fiume : il “Cavata”, un’immensa parcella di terreno, una costruzione di pietre,
muschio e un pino solitario al centro del
cortile.Quel giorno del 1992 io e mio fratello Paolo avevamo varcato per la prima volta
l’alto cancello in ferro battuto di Foro
Appio. Passato il nespolo a destra avevamo
scoperto spazi abbandonati, in fila, uno
dopo l’altro come elementi di lunga ghirlanda; un lungo corridoio dove la luce e il caldo
dell’esterno lasciavano spazio all’umido
della penombra. Con il tempo avevo installato il mio Atelier sotto le volte del grande
palazzo, due importanti lastre in marmo
recuperate da un refettorio romano erano
diventate i miei tavoli che in estate apprezzavo più di ogni altro oggetto, perché restituivano generosamente il fresco accumulato
durante l’inverno Paolo aveva il suo ufficio
al primo piano dove i muri avevano resistito allo sguardo del tempo, magnifici e
immutati.Questo avevamo visto, vissuto e
amato e questo abbiamo voluto conservare.
Dal mio Atelier di Haute Couture di un
tempo (1992/2000) all’albergo Foro Appio
di oggi, abbiamo cercato di preservare l’anima, la magia di questo luogo e della nostra
terra. Ogni ogni decoro, ogni pietanza, elemento architettonico, raccontano il piacere
dell’essere pontino, tornare e’ come abbandonarmi al “gusto” delle mie emozioni»
scrive Maurizio Galante,uno dei più rispettati haute couture fashion designer di tutto il
mondo, ha vinto numerosi premi, tra cui la
nomina nel 2009 di Chevalier de l’Ordre des
Arts et desLettres dal Ministro della Cultura
francese. Maurizio Galante, che ha studiato
architettura prima di optare per la moda, con
queste sue parole descrive il Foro Appio
Mansio Hotel la cui origine è legata alla storia della Via Appia, la “Regina Viarum”,
aperta nel 312 a.C. dal censore Appio Claudio per collegare Roma a Capua. L’appuntamento della rassegna “Odissea Contempo-
ranea” di Mad,dopo l’inaugurazione alla
Torre dei Templari di San Felice Circeo
(visitabile dalle 19 alle 21 nei weekend) e la
serata organizzata all’Antiquarium Civico
del Procoio di Borgo Sabotino, si è tenuto
mercoledì 23 luglio alle ore 19, in concomitanza con le celebrazioni per i 10 anni di
attività del Foro Appio Mansio Hotel riscuotendo un grande successo. “Sono entusiasta della riuscita dell’evento – ha dichiarato
Paolo Galante facendo gli onori di casa – E
felice che in tanti abbiate dimostrato affetto
e risposto con partecipazione a questo
straordinaria serata che coniuga arte e passione per il territorio. Sono stati dieci anni,
sociali ed amministrative), ma con l’affermarsi del latifondo a discapito della piccola
proprietà, si trasforma nel tempo in un’
importantissima Mansio (stazione di posta
con possibilità di pernottamento e servizi)
grazie alla sua posizione strategica, a soli
due giorni di cammino da Roma. Foro
Appio è stato nel tempo spettatore e parteci-
Giuseppina Giovannoli, il prefetto
AntonioD’Acunto e Paolo Galante
Salvatore Di Cecca - Paolo Galante -Italo
Di Cocco - Enrico Forte - Luca Targa
quella dalla nascita del Mansio Hotel che
tanto ci hanno visti coinvolti per la valorizzazione del patrimonio storico naturalistico
di Latina e della sua provincia che da oggi
diverrà il nostro obiettivo primario”. In quest’occasione Italo Cocco, vicepresidente
vicario provinciale della ConfCommercio di
Latina il cui presidente è Vincenzo Zottola,
ha conferito una targa di riconoscimento a
Paolo Galante per la competenza con la
quale ha valorizzato questo storico edificio;
il Foro Appio trasformandolo in un luogo
raffinato. Infatti nasce come foro (nella definizione romana di un’area con funzioni
pe del passaggio di grandi figure della storia
come ad esempio il poeta Orazio che proprio nella V Satira, cita Foro Appio descrivendone l’atmosfera di aggregazione che si
respirava nei momenti di sosta dei viandanti che attraversavano la pianura Pontina. Le
Sacre Scritture ci riportano l’incontro di San
Paolo con le comunità cristiane avvenuto
proprio a Foro Appio (Atti Ap.XXXVIII).
La magia del luogo è intuita successivamente dal Valadier, grande architetto di Papa
Braschi (Pio VI), che amplia l’originale
complesso murario realizzando un maestoso
fabbricato di tre piani con cornicioni e marcapiani di gran fattura. Oggi il Foro Appio
Mansio Hotel appare diversamente grazie
alla recente ristrutturazione del designer
Maurizio Galante: il nuovo si fonde con
l’antico creando un rinnovato equilibrio, la
grande scala in ferro ruota intorno ad un’antica colonna, le lampade in tessuto riempio-
no di ombre le volte a crociera del grande
ingresso. Lo sguardo passa velocemente
dagli edifici ai grandi slarghi, dal fiume
Cavata, al pavimento romano della vecchia
strada, dalla piazza di Foro Appio a ridosso
della dimora padronale, alla cappella “Casarillo di Santa Maria”. In occasione dei
festeggiamenti dei dieci anni di attività e del
riconoscimento a Paolo Galante con tanto di
targa consegnata da Italo Cocco, il quale
afferma che dovrebbe tornare d’uso conferire tali riconoscimenti alle imprese che si
distinguono, sono state esposte le installazioni di Nazzareno Flenghi, le opere pittoriche di Enzo Lisi e Antonio Taormina, le
sculture di Alberto Timossi e di Alessio
Marchegiani nonché le opere di digital painting di Alessandra Iannarelli, rimarranno
esposte negli spazi del mansio hotel e della
spa fino al 14 settembre. Suggestivi i costumi di Marina Sciarelli, che ha esposto le
“Liriche” della collezione privata di Barbara Santoni. Al cockail speciale offerto da
Anna Fendi Vini AFV hanno preso parte le
più alte personalità di Latina e della Provincia. Presenti il Prefetto Antonio D’Acunto,
il Questore di Latina Alberto Intini, il presidente dell’ASTRAL Titta Giorgi, il comandante provinciale dei Carabinieri colonnello
Giovanni De Chiara ed il Capo di Gabinetto
del Comune di Latina, il consigliere regionale Enrico Forte, il sindaco di Sezze
Andrea Campoli, nonché il vicesindaco di
Sermoneta Giuseppina Giovannoli, le associazioni di categoria Rete Impresa, la Confcommercio e Unindustria.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 12
1 - 31 Agosto 2014
Diffidati amministratori e dirigenti che hanno sottoscritto gli atti
COMUNE DI APRILIA, IPOTIZZATO UN PRESUNTO
DANNO ERARIALE DI 1.895.570,02 EURO
Per i pagamenti effettuati alla Estcapital, per gli affitti degli uffici di piazza Bersaglieri, di fatto mai utilizzati
di Riccardo Toffoli
Corte dei Conti ipotizza un
presunto danno erariale per
circa due milioni di euro
(€1.895.570,02 sugli affitti dei
locali di piazza Bersaglieri.
Coinvolte nelle indagini le
re circa 40 nomi ma le indagini non sono ancora concluse.
Infatti per il momento la Corte
dei Conti ha chiesto al Comune di Aprilia di diffidare e
costituire in mora gli amministratori e i dirigenti individuati
per interrompere i termini di
3.4.2009
giunte che si sono susseguite
dal 2003, da Meddi a Terra.
Nel mirino della magistratura
contabile anche i tecnici e i
dirigenti comunali, i segretari
e i direttori generali nonché il
commissario prefettizio. Nel
grande calderone vanno a fini-
prescrizione che, secondo una
linea di pensiero giudiziaria,
potrebbero iniziare a seguito
del primo pagamento del canone, ossia tra il 2009 e il 2010.
E’ molto probabile che, quando le indagini saranno concluse, sarà effettuata una screma-
tura delle persone coinvolte
alla luce delle responsabilità
effettivamente riscontrate dalla
procura contabile. La “diffida
stragiudiziale con contestuale
costituzione in mora” è stata
quindi firmata dal segretario
del Comune di Aprilia Elena
Palumbo. Secondo la magistratura contabile il presunto
danno erariale nascerebbe dal
fatto che il Comune affittava i
locali di piazza dei Bersaglieri
ad un canone annuo di 280
mila euro senza mai goderne o
goderne in piccola parte.
I FATTI
Con delibera di giunta 545 del
16 dicembre 2003 il comune
di Aprilia decideva di prendere
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
in affitto i locali di piazza Bersaglieri di proprietà della Residenza Villa Albani. I locali
sono adiacenti al cosiddetto
Palazzo di Vetro, sede secondaria del Comune di Aprilia e
sede dell’azienda municipalizzata Multiservizi. Il 31 marzo
consegna il 13 luglio 2005 con
verbale sottoscritto dal dirigente dei lavori pubblici
Luciano Giovannini. Il canone,
quindi, sarebbe cominciato a
decorrere dal 1 agosto 2005.
Nonostante questo, però, i
locali non vennero mai utiliz-
Comune intimazione di fratto
per morosità e iniziava una
causa civile presso il tribunale
di Latina. Con delibera di
giunta 399 del 16 dicembre
2008 (giunta Santangelo) il
Comune decideva di chiudere
la pendenza giudiziaria con
3.4.2009 - Uffici primo piano
2004 veniva sottoscritto il contratto di locazione per sei anni,
prorogabile per altri sei a
decorrere dall’inizio del mese
successivo alla fine dei lavori
di ristrutturazione che erano
allora in corso e per i quali era
stata presentata una Dia. Il
canone era fissato di 280 mila
euro annui. I locali venivano
presi “solo formalmente”in
zati e per anni sono rimasti in
stato di abbandono. Il 23
novembre 2005 la società
Residenza Villa Albani conferiva l’immobile al fondo
comune d’investimento immobiliare chiuso di tipo riservato
denominato Real Red Fund
gestito dalla società EstCapital. Due anni dopo, il 26 ottobre 2007 la società inviava al
una transazione offrendo il
pagamento, senza ulteriore
pretesa economica, della
somma di 350 mila euro in tre
rate, l’ultima dei quali con scadenza il 30 giugno 2010. Le
scadenze non furono mai
rispettate. Il 27 gennaio 2009
veniva sottoscritto al tribunale
di Latina l’accordo transattivo,
che nella diffida si legge come
pagina 13
“parzialmente differente” da
quello approvato in giunta nel
quale si stabiliva che il Comune avrebbe pagato 350 mila
euro più Iva per un totale di
420 mila euro. Il 22 gennaio
2009 con determinazione dirigenziale veniva disposto il
pagamento della prima rata per
un importo lordo di 120 mila
euro. Soldi effettivamente
liquidati il 2 maggio 2011. Il
22 giugno 2009 il commissario prefettizio formulava quindi, una direttiva ai dirigenti del
comune per il trasferimento
immediato degli uffici presso i
locali da occupare. Cosa che
non avvenne anche qui, subito.
Bisogna aspettare giugno
2010 (giunta D’Alessio),
quando, presso una parte di
quei locali, veniva aperto l’ufficio tributi del Comune che
liquidava nel corso dell’anno
altri 197 mila 440 euro e 79
centesimi. “Successivamente il
comune di Aprilia –si legge
sempre nella diffida- ha provveduto a corrispondere alla
società l’importo di 838.610,
98 euro”. Il 27 dicembre 2012
veniva inviata nota alla società
per il recesso immediato del
contratto di locazione e conseguentemente EstCapital proponeva di definire con una
transazione la controversia sui
canoni di locazione scaduti e
non pagati. La giunta il 26 settembre 2013 (giunta Terra) ha
autorizzato la transazione con
la società per un importo complessivo, Iva compresa, di un
milione di euro con la riduzio-
ne del canone di locazione da
280 mila a 200 mila euro dal
2014 al 2017. Il comune sottoscriveva, tra mille polemiche,
la transazione il 14 novembre
2013 e fino alla messa in mora
ha pagato 747 mila 518 euro e
24 centesimi.
IL PRESUNTO DANNO
ERARIALE
Nella diffida viene evidenziato
come il comune di Aprilia
avesse pagato circa 2 milioni
di euro per dei locali che non
sono stati mai sfruttati o sono
stati sfruttati solo in parte, da
quando nel 2010 venne aperto
l’ufficio tributi. E’ questo il
motivo, secondo la Corte dei
Conti, del presunto danno erariale. “Si potrebbe ravvisare
–continua la diffida- in capo al
comune di Aprilia un danno
erariale pari agli importi che
nel corso degli anni l’Ente
locale ha corrisposto alla
società proprietaria degli
immobili in questione, non
avendone di contro avuto il
godimento se non in minima
parte. Occorre tutelare le
ragioni
patrimoniali
del
Comune di Aprilia, mediante
la richiesta di pagamento proquota del suddetto importo
complessivo
di
euro
1.895.570,02 nei confronti di
chi ha dato origine al predetto
ingiustificato debito, costituendo gli stessi in mora, in via
cautelare, al fine d’interrompere il decorso del termine di
prescrizione”.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 14
1 - 31 Agosto 2014
Il sindaco Terra respinge la richiesta di conferenza stampa
APRILIA, LA “TRASPARENZA” HA PERSO “LA BUSSOLA”
I rappresentanti dei media locali, chiedevano di far chiarezza sui nuovi sviluppi della vicenda Estcapital
Dopo la “diffida stragiudiziale con contestuale messa in mora” ad alcuni amministratori e dirigenti per un presunto danno di €1.895.570,02
di Gianfranco Compagno
La tanto decantata “trasparenza” al
comune di Aprilia ha perso “la bussola”. Respinta da parte del sindaco Terra
la nostra richiesta, anche a nome di
molti colleghi delle più importanti
testate giornalistiche di Aprilia, di indire una conferenza stampa a seguito
della notizia “filtrata da Palazzo”, che
probabilmente sarebbe rimasta “segreta”, della “diffida stragiudiziale con
contestuale messa in mora”, per un
danno presunto arrecato al comune di
Aprilia di €1.895.570,02, per i fitti dei
locali di via dei Bersaglieri, in parte utilizzati dall’ufficio tributi e ad oggi mai
utilizzati, pagati alla Estcapital, notificata allo stesso Sindaco da parte del
segretario comunale Elena Palumbo,
tramite i messi comunali. La nostra
richiesta è avvenuta lunedì 21 luglio,
dopo circa una settimana dalla notifica
(15.7.2014). La risposta da parte del
sindaco Terra è arrivata il giorno
seguente: “In riferimento alla sua
richiesta, si evidenzia che la vicenda
sugli affitti EstCapital non solo è
stata trattata in ben tre Commissioni
Consiliari deputate alla Trasparenza
sugli atti amministrativi, ma come
già noto, tutti gli atti sono stati acquisiti dalla Guardia di Finanza.
Non ultimo, in via precauzionale a
tutela della Pubblica Amministrazione, ho sottoscritto atti di messa in
mora nei confronti di coloro che
hanno avuto incarichi amministrativi nella vicenda. Questi ultimi fatti
sono stati ampiamente resi noti dal
sottoscritto anche con un comunicato
istituzionale (a noi non è pervenuta
alcuna nota ndr) al fine di rendere
edotti i cittadini. Confido nell’attività che gli organi deputati stanno
svolgendo per far chiarezza su questa vicenda e al contempo non ritengo necessaria una conferenza stampa, che null’altro potrebbe aggiungere a quanto già è stato fatto e detto in
proposito. Cordiali saluti. Ribadiamo
l’opportunità della convocazione di una
conferenza stampa per fare chiarezza
ed evitare illazioni sui “diffidati”, si
parla di una quarantina tra amministratori e dirigenti coinvolti, per una vicenda partita nel 2003, che abbiamo sempre denunciato come scandalosa, dal
punto di vista di come si sperperano i
soldi pubblici. Questa vicenda l’abbiamo additata come esempio negativo di
cattiva amministrazione. Non faremo la
rincorsa a sbattere “in prima Pagina i
diffidati”, anche se conosciamo molti
amministratori che hanno ricevuto la
notifica. Visto però che si conoscono le
delibere oggetto della diffida rendiamo
noto i nomi di chi le ha sottoscritte a
vari titoli. Le delibere di giunta sono: la
numero 545 del 16.12.2003, la numero
64 e 65 del 9.8.2013 e la numero 96 e
97 del 26.9.2013. Le delibere sono 5, i
nominativi sono 30 (compreso il sindaco Meddi deceduto), 22 gli amministratori 8 i dirigenti. Il sindaco Terra è stato
presente e votante in tutte e cinque le
delibere. Alcuni amministratori si sono
“salvati” perché non presenti al
momento della deliberazione. È il caso
del sindaco Calogero Santangelo e
degli assessori Bafundi, Forcina e
Gabanella (399 del 2008). In rigoroso
ordine alfabetico i sottoscrittori delle
delibere, amministratori: Barbaliscia
Francesca (delibera 64/65), Chiusolo
Antonio (64/65), Cosentino Cataldo
(545), Di Lorenzo Augusto (545/399)
Fioratti Spallacci Mauro ( 96/97),
Gabriele Franco ( 64/65), Giovannini Vinzenzo (399), Izzo Giustino
(399), La Pegna Vincenzo (545),
Lombardi Alessandra (64/65/96/97),
Maramieri Fabrizio (399), Marchitti
Vittorio ( 64/65/96/97), Meddi Luigi
(545- sindaco deceduto 4.4.2004), Nardin Giorgio (399), Pascucci Mauro
(545/399), Pichi Gaetano (399),
Romualdi Nello (545), Savini Palmarino
(545),
Terra
Antonio
(545/64/65/96/97- in qualità di assessore e sindaco), Torselli Eva
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
(64/65/96/97), Tozzi Franco (545) e Verzili Paolo
(545). Dirigenti: Battista Francesco (96/97), Caldarelli Gianluca (399), Castaldo Ciro (545/399),
Giovannini Luciano (545 ), Mignani Riccardo
(545), Palumbo Elena ( 64/65/96/97), Rocco Adriano (399) e Sesselego Massimo
( 64/65/96/97).
Per completezza d’informazione vogliamo citare
un’altra delibera non oggetto della diffida e messa in
mora, la numero 105 del 22.4.2010, avente per oggetto: “implementazione ed apertura ufficio tributi in
piazza dei Bersaglieri. Indirizzi dell’esecutivo”,
ovvero l’apertura dell’ufficio tributi, avvenuta il 30
maggio 2010, occupando così, dopo cinque anni dalla
presa in possesso, una minima parte dell’edificio. La
delibera citata è stata votata dal sindaco Domenico
D’Alessio (deceduto il 26.2.2012), il vice Antonio
Terra, gli assessori Mario Berna, Luigi Bonadonna, Luana Caporaso, Antonio Chiusolo, Pasquale
De Maio, Mauro Fioratti Spallacci, Alessandra
Lombardi, Patricia Renzi e Massimo Treiani.
Per la regolarità tecnica/contabile l’atto è stato sottoscritto dal dottor Francesco Fraticelli. Letto e sottoscritto dal segretario generale Paolo Caracciolo.
Foto G.Compagno
pagina 15
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 16
1 - 31 Agosto 2014
Lo abbiamo incontrato il giorno della ricorrenza della Madonna del Carmelo
DON FELIPE: “QUESTA CITTÀ LA PORTO NEL CUORE”
Con queste parole il parroco della chiesa dello Spirito Santo si commiata da Aprilia
Dopo 23 anni, lascia la comunità apriliana, a settembre guiderà la parrocchia di San Giuseppe in Frattocchie
di Riccardo Toffoli
“Questa città la porto nel cuore.
È una città che si sta organizzando e che sta cercando il suo
volto e la sua identità”. Don
Felipe attuale parroco dello Spirito Santo dopo 23 anni, lascia
la comunità apriliana e a settembre guiderà la parrocchia di
San Giuseppe in Frattocchie. Ha
voluto salutare Aprilia, una città
che ha amato e in particolare il
suo quartiere Toscanini che ha
visto crescere nei suoi tanti e
difficili problemi sociali. Per le
famiglie di questo quartiere è
riuscito a portare in dieci anni
220 mila euro, soldi del Papa. Il
suo motto, ci tiene a dircelo, è
una chiesa “aperta” senza
“recinti” e “cancelli”. E così è.
La struttura si erge nel mezzo di
un grandissimo prato verde,
aperto a tutti, senza una transenna che delimiti un confine. Ci
accoglie nell’ufficio parrocchiale dello Spirito Santo mercoledì
18 luglio. E’ la ricorrenza della
Madonna del Carmelo. Ci porta
nel chiostro della chiesa, ricco
di rose di vario colore. E’ qui
che c’è Maria con i suoi fiori,
nella chiesa, nella comunità. Lo
dice nell’omelia delle 19. Don
Felipe è un sacerdote colombiano di 66 anni. Ha studiato in Italia negli anni ’88 e ’90 per perfezionare gli studi teologici.
Rientra in patria e si impegna
tra i poveri e gli emarginati dell’arcidiocesi di Santa Fe de
Antioquia che gli valse la crescente ostilità dei militari. Il
vescovo allora lo mandò in Italia per salvarlo. “Mi ricordo
quel giorno –ci dice- era il 18
maggio 1991. Avevo una valigia. Sapevo di venire in Italia,
ma non sapevo né dove né
come. Qui mi sono sentito
accolto bene. Ho cercato di
avere un rapporto con tutti. Ho
cercato la cittadinanza italiana.
In Colombia c’erano molti problemi con i militari per il mio
atteggiamento pastorale. Venivo
considerato un rivoluzionario
per il mio impegno verso i bisognosi. Quando ci si avventura in
una nuova realtà, dentro di te
rimangono i progetti e le delu-
sioni della vita. Penso di essere
stato sempre fedele alla mia
coscienza. In Colombia aiutare i
bisognosi significava costruire
strade o case. Qui ad Aprilia c’è
stata necessità di un altro tipo di
impegno pastorale verso i bisognosi”. Nella parrocchia dello
Spirito Santo non ci arriva quasi
subito. La parrocchia era in
costruzione e Don Felice, il precedente parroco, voleva andarsene. “Il Vescovo –continua- mi
nominò parroco della chiesa di
San Giuseppe in Casalazzara.
Quando Don Felice espresse il
desiderio di andarsene dalla
parrocchia, il vescovo mi chiese
di trasferirmi. I miei parrocchiani non furono affatto contenti.
Per un primo tempo ho retto
entrambe le parrocchie e quindi
mi sono trasferito qui definiti-
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
vamente”. La Parrocchia dello
Spirito Santo era una comunità
che stava costruendo la sua
chiesa. “Era come aver trovato
una bambina piccola da accompagnare e da crescere.” –ci dice“Insieme con i parrocchiani
abbiamo avviato un progetto
pastorale e una programmazione annuale di quello che si stava
facendo e di quello che si voleva fare. Posso dire che dopo
tutti questi anni siamo cresciuti
re qui”. L’impegno di Don Felipe in questi anni è stato rivolto
al sociale e al suo quartiere.
“Abbiamo cercato di lavorare
con il comitato di quartiere
–continua- perché questo sia più
civile, umano e più organizzato
sapendo che l’unico modo per
far crescere una comunità è
tenere sempre presente il bene
comune di un territorio”. Lascia
questa parrocchia con amarezza? –gli chiediamo. “Il cambia-
come parrocchia. Lascio una
parrocchia con una sua identità
ora. Sono molto orgoglioso dei
miei parrocchiani. Questa è una
parrocchia che sa strutturarsi e
il mio augurio va al nuovo parroco al quale indirizzo un
memorandum di circa 40 pagine
in cui è ricordato il nostro cammino”. A settembre la comunità
sarà guidata da don Alessandro
Saputo che già conosce la parrocchia e che, assicura Don
Felipe: “è desideroso di lavora-
mento di un parroco dopo tutti
questi anni farà bene alla parrocchia –ci risponde- e fa bene
anche al parroco che si cimenta
con una nuova realtà. Nessuno
mi ha mandato via, ci tengo a
rassicurare tutti. Ho conservato
una lettera del Vescovo che è
molto bella e la custodirò gelosamente. Quello che farò a settembre a Frattocchie è ascoltare
la gente. Ho intenzione di visitare i settori della parrocchia,
farò degli incontri con loro e
prenderò il tempo necessario
per passare ad incontrare i parrocchiani nelle loro case”. Oggi
la parrocchia dello Spirito Santo
ha uno sportello Caritas molto
organizzato. “E’ stato un grande
lavoro qui –ci spiega- quando
ero a San Giuseppe di Casalazzara non c’erano grandissime
difficoltà sociali ed economiche. Le persone ritiravano il
pacco alimentare e finiva grosso
modo lì. Questa parrocchia
dello Spirito Santo credo che sia
la più povera della diocesi. Ci
siamo subito organizzati con
una rete e venivamo incontro
alle persone grazie all’aiuto dei
negozi, del banco alimentare e
grazie al Papa che attraverso
l’elemosineria apostolica ha
donato in dieci anni alle famiglie di questo quartiere circa
220 mila euro. Si tratta di lettere che le famiglie hanno inviato
al Papa per un aiuto e il Papa ha
sempre risposto come meglio
poteva. Pochi giorni fa, sono
arrivati altri 2 mila 600 euro per
due famiglie bisognose del
quartiere. La chiesa dello Spirito Santo è così, l’abbiamo voluta così: senza recinti e senza
cancelli. In questi anni si è creato un rapporto di fiducia reciproco. Chiedo scusa se alle
volte sono stato poco delicato.
Ringrazio i Vescovi e tutta la
comunità che mi è stata vicino
in questi anni. Porto nel cuore
questo servizio: per i fratelli più
bisognosi ed emarginati per i
quali ho chiesto di partecipare
insieme a costruire la vita della
nostra comunità”.
Foto di Gianfranco Compagno
pagina 17
L’ARCH. ROBERTO NUTI È IL NEO
PRESIDENTE DELL’ASSINARCH
Il rinnovo della cariche sociali dell’Associazione
Ingegneri Architetti di Aprilia è avvenuta giovedì 26 giugno
Il giorno 26 giugno 2014 presso i locali della sede dell’AVIS di Aprilia si è riunita l’assemblea generale dei soci dell’ASSINARCH (Associazione Ingegneri Architetti di Aprilia) per il rinnovo della cariche sociali. Nel ruolo di Presidente dell’associazione è stato eletto all’unanimità l’Arch.
Roberto Nuti. I membri eletti del consiglio direttivo sono:
Arch. Francesco Augusto Tinto, Arch. Anna Civita Pieretti,
Arch. Stefania Caravelli, Ing. Marco Raffaelli (Vicepresidente), Ing. Maurizio Consolandi, Ing. Daniela Santangelo.
Successivamente si è proceduto alla nomina dei rappresentanti dell’ ASSINARCH presso il Coordinamento delle
Libere Professioni di Aprilia, pertanto affiancheranno il
Presidente Arch. Nuti, membro di diritto del coordinamento, l’Arch. Simone Ferrazza e l’Ing. Fabio Marchetti. Per
qualsiasi comunicazione è attivo l’indirizzo e-mail della
segreteria dell’Associazione
[email protected]
Foto archivio G.Compagno
Presidente Arch. Roberto Nuti (24/07/2014 10:35)
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 18
1 - 31 Agosto 2014
Il compenso per il servizio potrebbe arrivare al 18%. Più di quello dell’A.Sr, post addendum
APRILIA - LA RISCOSSIONE COATTIVA DEI TRIBUTI SARÀ PRIVATIZZATA?
Il sindaco Terra:“La situazione dell’ufficio tributi non permette di avviare le procedure di riscossione coattiva”
Tuonano Contro i consiglieri di centrosinistra Vincenzo Giovannini e Monica Tomassetti e Carmen Porcelli
di Riccardo Toffoli
Tempi amari per chi non paga. Le
maglie larghe dell’ufficio tributi
si iniziano ad assottigliare. Sarà
privatizzata la riscossione coattiva dei tributi. Il Consiglio comunale il 31 luglio prossimo è chiamato a decidere sulle linee di
indirizzo volte a mettere a bando
il servizio di riscossione coattiva
dei tributi comunali. Quando si
parla di privatizzazione del servizio di riscossione dei tributi in
genere, ad Aprilia viene in mente
la vicenda A.ser, l’azienda mista
pubblico-privata che gestiva il
servizio dal 1999 e con la quale
negli anni si è avviata una battaglia legale. Il sindaco Domenico
D’Alessio vinse le elezioni puntando sul ritorno al pubblico della
riscossione dei tributi e, dopo il
tracollo del partner privato e le
vicende scatenatisi a livello
nazionale, il comune riuscì a
riprendersi in mano i tributi.
Quando si parla di privatizzazione dei tributi, i cittadini tornano a
tremare. Ma è il sindaco Antonio
Terra a chiarire. “La situazione
dell’ufficio tributi –spiega il sindaco ai lettori de Il Giornale del
Lazio- non permette di avviare le
procedure di riscossione coattiva.
Non volendo per scelta come
partner Equitalia, ci serviremo
quindi di un’azienda o una società che farà esclusivamente questo tipo di servizio e che tratterà
l’aggio
sull’effettivamente
riscosso. Tutte le entrate andranno a confluire nei conti correnti
comunali”. Nel passato, dopo l’esperienza A.ser, il Comune di
Aprilia si era avvalso di una
società esterna, la Andreani Tributi, con un incarico preciso e
limitato nel tempo: l’accertamento di Ici e Tarsu solo per alcune
tipologie di terreni e fabbricati.
Cosa cambierà sindaco ora? “La
proposta che presenteremo in
Consiglio non modificherà affatto l’attuale situazione. Non
rinunciamo al servizio di riscossione comunale che sarà pubblico e rimarrà in mano pubblica”.
Facciamo quindi degli esempi.
Se la proposta così formulata
dovesse essere accolta dal Consiglio comunale, il servizio di
riscossione rimarrà in capo al
Comune di Aprilia. I cittadini
continueranno ad avere le bollette a casa dall’ufficio tributi
comunali e pagheranno al Comune. Se invece il cittadino non
dovesse pagare, subentra l’azienda esterna che avvia le procedure
consiglieri Vincenzo Giovannini
e Monica Tomassetti per il Pd e
Carmen Porcelli per Sel, Rc e
Primavera Apriliana- Infatti, a
norma dell’articolo 63 la scelta
circa la forma di gestione di un
servizio pubblico locale, come
nel caso della riscossione dei tributi locali, deve essere effettuata
previa valutazione comparativa
dei costi e dei benefici associati a
ciascuna delle forme previste
ovvero pubblica, privata o mista,
assicurando, da un lato, la riduzione degli oneri per la collettività e, dall’altro, il raggiungimento
di più elevati livelli di efficienza,
efficacia ed economicità del servizio”.Secondo il centrosinistra,
“ad oggi tale valutazione compa-
per la riscossione coattiva. In
cambio di questo servizio il
Comune pagherà un compenso,
una sorta di aggio, che al massimo può arrivare al 18%. “Va precisato –continua il sindaco Terrache anche per la riscossione coattiva, i conti correnti saranno
quelli comunali. L’aggio è a
ribasso. Quindi si parte dal 18%
per arrivare di norma al 13 o al
14%. E questo compenso non è
preventivo, ma sull’effettivamente riscosso. Ossia quando le azioni coattive andranno a buon fine
e nelle casse comunali arrivano i
soldi, a consuntivo vengono girati i compensi per la società”.
rativa tra l’attuale gestione pubblica e l’ipotetica gestione privata voluta dalla Giunta Terra, non
è stata effettuata, con la conseguenza che il consiglio comunale
non ha alcun parametro di riferimento per prendere atto di ciò
che non ha funzionato nell’ambito della riscossione dei tributi
locali, ma viene chiamato a pronunciarsi sull’avvio del processo
di privatizzazione della riscossione coattiva”. “Colpisce –continua
il centrosinistra- il cambiamento
di orientamento dell’attuale maggioranza, che grazie alla lotta
contro la vecchia società che ha
gestito i tributi locali (A.ser, ndr),
ha vinto le elezioni nel 2009 che
non solo abbandona l’idea di una
gestione pubblica delle tasse
apriliane, ma contraddice le
modifiche apportate allo statuto
comunale al fine di evitare il
verificarsi di nuovi episodi di privatizzazione dei servizi pubblici
dannosi per la collettività. Il Partito Democratico, Sinistra Ecologia e Libertà, Federazione della
Sinistra e la Lista Primavera
Apriliana contrasteranno con
tutti gli strumenti a disposizione
la decisione della Giunta Terra”.
Foto archivio G.Compagno
LA POSIZIONE
DEL CENTROSINISTRA
Questa soluzione non è andata
giù al centrosinistra apriliano che
ha promesso battaglia in Consiglio comunale. “La prospettata
intenzione dell’amministrazione
comunale di avviare la privatizzazione dell’attività di riscossione coattiva dei tributi locali, al di
là dell’incomprensibile motivazione politica, va contro quanto
stabilito dalle nuove norme dettate dallo statuto comunale riformato nel 2013 dopo un lungo
dibattito consiliare. –tuonano i
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
pagina 19
APRILIA - MULTISERVIZI, GESTIONE IN HOUSE DELL’AZIENDA
La mozione promossa dal Pd e votata in Consiglio comunale vincola l’Amministrazione
di Riccardo Toffoli
La mozione sulla Multiservizi
promossa dal Pd e votata in
Consiglio comunale vincola
l’amministrazione alla gestione in house dell’azienda. Non
ci sono possibilità di riduzioni
o di interruzioni del servizio,
né di cessioni di rami d’azienda, a meno che ovviamente il
commissario nazionale Carlo
Cottarelli non disponga un
piano di spending review
opposto. E comunque, si dovrà
tornare in Consiglio comunale.
Il Consiglio comunale dell’11
luglio aveva approvato il
nuovo statuto e i nuovi contratti di servizio che di fatto imponevano un taglio forte e mag-
giori vincoli sulle
spese e dall’altro
(non negli atti
approvati)
si
lasciava intendere un nuovo percorso: la Multiservizi sarebbe
rimasta pubblica
ma solo come
braccio operativo
dei servizi sociali. Il settore tecnologico sarebbe stato scorporato e sarebbe tornato nelle
mani del Comune non appena i
dipendenti fossero tutti andati
in pensione. Questo nelle
intenzioni del sindaco Antonio
Terra. La mozione presentata
dal Pd e votata da tutto il Con-
siglio comunale parla chiaro e
impegna: “il sindaco e la giunta a garantire, nel rispetto della
normativa in vigore, la continuità della gestione pubblica
dei servizi in capo alla società
Progetto Ambiente e all’Azienda Speciale Aprilia Multiservizi; a salvaguardare gli
attuali livelli occupazionali; ad
attuare gli investimenti necessari a garantire la piena valorizzazione delle capacità professionali del personale dipendente, garantendo il diritto del
singolo lavoratore alla sua
dignità professionale”. Tutto il
Consiglio comunale, maggioranza compresa che ha deciso
di condividere proprio questa
linea di pensiero, ha approvato
la mozione che rimane un vincolo alla gestione in house,
alla salvaguardia dei livelli
occupazionali e soprattutto al
diritto della dignità del lavoratore che non può lavorare con
la preoccupazione della perdita
del posto di lavoro e soprattut-
to con l’incertezza del suo
futuro. In particolare chi lavora nel tecnologico è fortemente
preoccupato di perdere quello
che ha fatto per una vita, anche
se il suo stipendio verrà salvaguardato. La dignità del lavoratore è la garanzia non solo di
un posto di lavoro, ma di quel
posto di lavoro per il quale si è
specializzato e con il quale ha
condiviso parte della propria
vita. Per molti lavoratori della
Multiservizi c’è poi, un problema tecnico per l’andare in
pensione. Serve un ricongiungimento della carriera che è
anche molto salato e che può
costare anche 20 mila euro.
Soldi che l’azienda, che ha
avviato proprio negli ultimi
anni un processo di ripiano dei
debiti, non sempre ha in disponibilità. Inoltre va segnalato
che il destino del tecnologico
nelle mani del Comune significa di fatto, una privatizzazione
del servizio o messo a bando di
volta in volta o affidato a
cooperative. Non è affatto
pacifico che un lavoro affidato
al privato, costi di meno del
pubblico. Anzi gli ultimi anni
hanno dimostrato quanto si
può risparmiare in costi, se il
servizio rimane in capo al pubblico. In aggiunta la Multiservizi garantisce servizi specifici
e immediati (cosa che difficilmente può fare un privato) e
soprattutto può permettersi un
piano di programmazione dei
lavori di manutenzione. Tutto
dipenderà ora da Cottarelli e
dal suo piano sulle municipalizzate.
Foto archivio G.Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 20
1 - 31 Agosto 2014
Si può accedere direttamente da:http://iluoghidelcuore.it/luoghi/80948
CARANO GARIBALDI È STATA INSERITA TRA I LUOGHI DEL CUORE DEL F.A.I.
A darne comunicazione è stato il comitato “Salviamo Carano Garibaldi”
Il prossimo 22 agosto ricorrerà l’anniversario dalla morte di Menotti Garibaldi (22.8.1903)
L’amministrazione ignorerà questa data? Assurda la celebrazione del 17 marzo, assolutamente fuori luogo
*di Maurizio Marinozzi
Carano Garibaldi è stata inserita tra i luoghi del cuore del F.A.I. A darne comunicazione è stato Maurizio Marinozzi per il
comitato “Salviamo Carano Garibaldi”, il
quale invita a pubblicizzare il più possibile e a votare, azioni che contribuiranno a
salvaguardare quella zona, una delle
poche di rilevanza storica e ambientale
del territorio apriliano, dalla speculazione
edilizia prevista dalla variante urbanistica
del Comune.
LA SCHEDA
Nel territorio del comune di Aprilia si
trova la località denominata Carano Garibaldi nella cui tenuta si trovano una chiesetta, la tomba mausoleo della famiglia
Garibaldi contenete, fra gli altri, il figlio
primogenito di Giuseppe Garibaldi
Menotti, un cimitero storico risalente al
periodo napoleonico le sorgenti di Cara-
no, ed alcuni edifici rurali luoghi dell’epopea del Risorgimento, un tempo utilizzati come granai, nei quali muli e cavalli,
adibiti proprio al trasporto dei cereali,
accedevano lungo due scale laterali,
ancora oggi relativamente ben conservate, anche se parzialmente modificate. Il
tutto inserito in un ambiente naturale e
ambientale che conserva le caratteristiche
tipiche della campagna romana/pontina
con vegetazione riparia ancora non compromessa lungo i fossi che l’attraversano
e con le coltivazioni presenti di Kiwi e
cerealicole ben
inserite nel contesto. Altra presenza degna di
nota è il fitto
boschetto
di
bambù che, se
pur non autoctono ma opera dell’uomo, inserito
nei pressi del
mausoleo contribuisce alla creazione di un’atmosfera quasi
magica al luogo.
Orbene, il comune di Aprilia in questo lembo di territorio
miracolosamente sfuggito, sino ad ora,
alla speculazione edilizia, attraverso l’approvazione di una variante urbanistica, ha
previsto un aumento delle cubature edificabili esistenti e la costruzione di un bel
quartierino residenziale con vista mausoleo e sulle sorgenti che danno acqua a
mezza provincia pontina e romana. Si è
costituito per la salvaguardia di questo
territorio un Comitato che ha promosso
una petizione popolare per richiedere il
riconoscimento di Monumento naturale a
tutta la zona preservandola dalla speculazione edilizia e lasciando che la storia e la
natura vengano mantenute nella loro
maestosa bellezza originaria.
Foto e scheda prese da: http://iluoghidelc u o r e . i t / l u o g h i / 8 0 9 4 8
*Per il comitato “Salviamo Carano
Garibaldi”
1 - 31 Agosto 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 21
Aprilia, due operai morti nell'impianto di compostaggio Kyklos
Le vittime sono Fabio Lisei di 44 anni e
Roberto Papini di 42, entrambi vivevano
in provincia di Viterbo, a San Lorenzo
Nuovo. Le vittime erano dipendenti di
una ditta esterna, si tratta di autotrasportatori che una volta arrivati all'impianto
di compostaggio si sono - entrambi sentiti male. I due uomini, che non era la
prima volta che effettuavano questo tipo
di operazione, hanno accusato un malore non appena aperta la valvola dell'autocisterna, Sono in fase di ricostruzione
i momenti che hanno portato alla esalazione mortale, di certo era una delle fasi
in cui si stava trasferendo il percolato
forse un'esalazione letale quella proveniente dall'interno, una delle due vittime
è caduta da un'altezza di circa due metri,
mentre l'altra è morta mentre si trovava
sulla passerella attraverso la quale avevano raggiunto la valvola per le operazioni di trasferimento del percolato. La
dinamica esatta di quanto accaduto nell'impianto di via le Ferriere, al confine
tra Aprilia e Nettuno, è ancora al vaglio
dei carabinieri coordinati dal sostituto
procuratore della Repubblica di Latina,
Luigia Spinelli. Sul posto i vigili del
fuoco, personale dell'Arpa e della Asl di
Latina che ha effettuanto i primi accertamenti.
Secondo le prime informazioni, non ci
sarebbero danni ambientali e il pericolo
è stato circoscritto alla cisterna trasportata sul camion.L'azienda in una nota
spiega «I due lavoratori avevano avuto
regolare accesso all’impianto, con due
autocisterne appartenenti alla propria
società. Il percolato che avrebbero
dovuto trasportare è un rifiuto liquido
derivante dal trattamento di rifiuti non
pericolosi (prevalentemente materiale
organico di rifiuti domestici) che viene
prodotto presso l’impianto. Tale liquido
viene prelevato più volte al giorno, con
operazioni svolte in ambiente aperto
mediante autobotti, per essere poi smaltito in impianti autorizzati. La dinamica
dell’incidente, pertanto, è al momento
oggetto di approfondimento e, in questo
senso, la società sta collaborando attivamente con la competente autorità giudiziaria per verificare le cause dell’accaduto.
Kiklos esprime il più profondo cordoglio alle famiglie e ai colleghi dei due
lavoratori deceduti».
In una nota il Quirinale fa sapere che "Il
Presidente della Repubblica, Giorgio
Napolitano, appresa con profonda tristezza la notizia del tragico incidente ha
espresso ai familiari delle vittime sentimenti di partecipe cordoglio e di affettuosa vicinanza".
"E' una morte inaccettabile - ha detto il
presidente della Regione Lazio, Nicola
Zingaretti - Un tragico incidente sul
lavoro, l'ennesimo, sul quale sono certo
che la magistratura farà piena luce, nel
più breve tempo possibile, per accertarne la dinamica e le eventuali responsabilità. A nome di tutta la giunta e dei cittadini della regione Lazio mi unisco al
dolore delle famiglie dei due lavoratori.
Tragedie come questa non devono ripetersi mai più".
Appresa la notizia della grave tragedia
accaduta all’interno della Kyklos, il Sindaco di Aprilia Antonio Terra si è recato sul posto, dove alla presenza del
magistrato di turno erano già in corso i
primi accertamenti del caso.
Il Sindaco, a nome dell’Amministrazione e della comunità apriliana tutta,
esprime vicinanza e cordoglio alle famiglie Lisei e Papini, di San Lorenzo
Nuovo in provincia di Viterbo, per la
prematura ed improvvisa scomparsa dei
propri congiunti.
Altresì, esprime profondo dolore per
l’ennesime vittime causate da incidenti
sul lavoro e confida nell’attività d’indagine degli organi deputati ad accertare la
verità.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 22
1 - 31 Agosto 2014
La storia inizia nel 2003, con la “Grandeur Apriliana”, si aprivano nuove sedi distaccate, poi inutilizzate
APRILIA - APERTO IL CONTENZIOSO CON I VIGILI URBANI
Si nominavano “generali” e “ufficiali”, loro sono rimasti, la truppa non c’è più
Il rischio è di risarcimenti di centinaia di migliaia di euro da parte del Comune di Aprilia. Un altro caso da Corte dei Conti?
di Riccardo Toffoli
e Gianfranco Compagno
Se tutti i 20 vigili assunti a tempo determinato nel 2003 avessero promosso ricorso al giudice del lavoro, il comune sarebbe stato condannato a un risarcimento di
circa un milione di euro (il ricorso però è
incardinato ancora in Cassazione dopo la
pronuncia della Corte d’Appello). E’ la
storia dei venti vigili assunti a contratto a
tempo nel 2003, dopo concorso, gli ultimi
dei quali hanno avuto la scadenza del
contratto a dicembre del 2013 e ora sono
in causa con l’ente. Il bando per l’assunzione di 20 vigili stagionali risale al 2002.
Le domande dovevano essere presentate
entro le 12 del 6 dicembre 2002. Il comunicato di pubblicazione del bando recitava: “E’ stata indetta la selezione pubblica
con prova a quiz per l’assunzione di 20
Vigili Urbani a tempo determinato di
Categoria C, per esigenze stagionali, a
tempo pieno per la durata di sei mesi con
turnazione e reperibilità su 24 ore. Tali
nuove assunzioni permetteranno l’apertura delle delegazioni di Polizia Municipale
nella frazioni del Comune di Aprilia.
L’organico dei vigili urbani avrà così 65
dipendenti. Per l’ammissione alla selezione pubblica è richiesta la maggiore età, il
godimento dei diritti politici e civili, il
diploma di scuola media superiore e
quant’altro specificato nel bando”. Tra
gennaio 2003 e aprile 2004, grazie allo
scorrimento della graduatoria del concorso, sono stati assunti a tempo i 20 vigili.
L’allora comandante ff Rosina Sartori
aveva commentato positivamente il concorso che aveva permesso l’aumento dell’organico della municipale a 65 elemen-
ti. Di questi, diceva Sartori il 4 aprile
2003, “saranno poi scelti quelli destinati
alle delegazioni periferiche”. Molti di
loro lavoravano. Alcuni hanno lasciato un
posto fisso per il posto comunale. I vigili
furono rinnovati di sei mesi in sei mesi
senza stacco o interruzione (a parte lo
stacco imposto dalla giunta Verzili tra il
31 dicembre 2004 e il 24 gennaio 2005)
come prevedeva la legge, fino al 31
dicembre 2005. Poi i percorsi sono stati
tutti in salita e si sono differenziati. Ora
molti di loro, lavorano come vigili per
altri comuni d’Italia, quando avrebbero
potuto far parte dell’organico della Municipale di Aprilia. Da una parte infatti,
c’era la volontà di stabilizzazione, dall’altra questa stabilizzazione non è mai avvenuta anche perché non erano stati raggiunti i 36 mesi. Incontri su incontri,
scontri nelle aule giudiziarie il contenzioso molto spesso si è concluso a favore dei
vigili. Il motivo del ricorso fu il mancato
stacco previsto dalla legge e la richiesta
era la stabilizzazione. Quando uscirono le
prime sentenze, i vigili chiesero di poter
lavorare al posto del riconoscimento economico sancito dal giudice del lavoro
(circa 50 mila euro). Ma non se ne fece
niente con la giunta Santangelo. D’Alessio ne ha reintegrati alcuni tramite un
accordo extragiudiziale all’ufficio del
lavoro di Latina, con l’impegno della
rinuncia alla causa. Sono stati riassunti il
15 febbraio 2011 con un contratto di due
anni, previa ovviamente rinuncia totale a
risarcimenti. I lavoratori hanno accettato
nella speranza della stabilizzazione. Finito il contratto, il rapporto di lavoro era
terminato. Nel frattempo, il governo
Monti prorogava i contratti a tempo in
essere. Ma non fu possibile per l’amministrazione apriliana ad un primo tempo,
poi invece, furono reintegrati il 7 marzo
2013 fino al 31 luglio. Il 31 luglio subentra un’ultima proroga fino al 31 dicembre
con assunzione il 12 agosto 2013. Ma i
contratti non sono stati firmati. Fu l’ultimo rinnovo. Ora hanno intentato una
nuova causa al Comune per il reintegro o
un risarcimento. Nel frattempo, i percorsi
dei 20 sono stati diversi. Nel 2006 il giudice del lavoro emise sentenza a favore di
due lavoratori per 3 mila 588 euro ognuno, quale indennità di turnazione, oltre
interessi legali (determinazione del 17
gennaio 2013). La Corte d’appello di
Roma, sezione lavoro, con sentenza del
19 novembre 2007 ha allargato la condanna a 20 mensilità dell’ultima retribu-
zione globale di fatto percepita per una
somma di 43 mila 644 euro e 49 centesimi (determinazione del 12 giugno 2014).
Tanto che il Comune di Aprilia è dovuto
correre ai ripari e per un altro lavoratore
che ha avuto la stessa pronuncia dalla
Corte d’Appello di Roma, ha nominato
l’avvocato Antonio Martini per ricorrere
alla Corte di Cassazione per un impegno
di spesa di 7 mila 660 euro e 38 centesimi. Tutti soldi che pagheranno i cittadini
di Aprilia. Immaginiamo che ognuno dei
20 vigili avesse intentato la stessa causa e
avesse vinto, si moltiplicherebbero le 20
mensilità liquidate per i 20 vigili. Il totale sfiora il milione di euro. Una cifra
incredibile per un servizio che di fatto
non viene goduto dai cittadini.
Foto archivio di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
pagina 23
Il servizio verrà garantito dall’ufficio di via dei Lauri con uno sportello dedicato
APRILIA, CHIUSO L’UFFICIO POSTALE DI VIA LUSSEMBURGO
I lavori di manutenzione si protrarranno per circa 80 giorni
L’ufficio di via Goito sarà operativo dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 19.05 e il sabato fino alle 12.35
di Andrea Cesarini*
Roma, 21 luglio 2014 – Poste
Italiane informa che da domani, martedì 22 luglio, l’ufficio
postale di Aprilia1 (VIA LUSSEMBURGO) sarà sottoposto
a interventi di manutenzione
straordinaria finalizzati ad un
di circa 80 giorni, Poste Italiane ha previsto il prolungamento dell’orario di apertura al
pubblico dell’ufficio postale di
Aprilia 2 in via Goito, che sarà
quindi disponibile dal lunedì
al venerdì dalle 8.20 alle 19.05
e il sabato fino alle 12.35.
Inoltre, presso l’ufficio postale
L’ufficio postale di Aprilia
Centro, continuerà comunque
ad essere disponibile con il
consueto orario continuato
fino alle 19,05. Anche nel
mese di agosto, nonostante la
fisiologica riduzione del
numero dei clienti che caratterizza questo periodo, Poste
Italiane garantirà ad Aprilia
una presenza continuativa ed
efficiente, mantenendo il presidio sul territorio sulla base
del piano di rimodulazione
degli orari degli uffici postali,
adottato in conformità alle disposizioni normative vigenti.
Gli uffici postali di Aprilia
Centro e Aprilia 2 continueranno ad essere operativi tutti i
giorni della settimana secondo
gli orari sopra indicati. L’uni-
ca eccezione riguarderà l’ufficio postale di Aprilia 2, in via
Goito, che non sarà disponibile soltanto nella giornata di
sabato 16 agosto.
Foto archivio di G.Compagno
*Servizi di Comunicazione Territoriale Lazio Abruzzo e Sardegna
Posteitaliane
AL VIA I PAGAMENTI CON CARTE DI CREDITO
completo restyling dei locali e
al
potenziamento
degli
impianti elettrici e di condizionamento. Per consentire
tali interventi, l’ufficio postale
di via Lussemburgo non potrà
essere operativo. Per garantire, comunque, la continuità
del servizio ai cittadini, a partire da mercoledì 23 luglio e
per tutto il periodo di esecuzione dei lavori, della durata
di Aprilia Centro, in via dei
Lauri, è stata prevista l’attivazione di uno sportello dedicato esclusivamente ai clienti dell’ufficio di via Lussemburgo, operativo dalle 8.20
alle 13.35 dal lunedì al venerdì e fino alle 12.35 il sabato,
dove potranno essere effettuate tutte le operazioni finanziarie e postali compreso il ritiro
della pensione.
Roma, 17 luglio 2014 – Da oggi negli uffici postali di Aprilia Centro (via dei Lauri) e Aprilia 1
(via Lussemburgo) è possibile utilizzare le carte di credito Visa e Mastercard e le carte di debito
e prepagate dei circuiti Pagobancomat, VPAY, Mastercard, Maestro, VISA, Visa Electron dotate
di chip o di banda magnetica, per effettuare i pagamenti di bollettini (compresi quelli IMU,
TARES e RAV), tasse automobilistiche e modelli F23/F24. Grazie all’implementazione di specifici lettori collegati ai POS, i cittadini potranno inoltre effettuare i pagamenti utilizzando sia le
carte dotate di tecnologia contactless (degli stessi circuiti delle carte di debito) sia gli smartphone abilitati alla tecnologia NFC (Near Field Communication). Entrambi i sistemi contribuiscono, consentendo di portare a termine la transazione avvicinando semplicemente la carta o il
cellulare al POS, ad una riduzione dei tempi operativi a sportello e a garantire comodità e sicurezza nei pagamenti. Negli uffici postali che mettono a disposizione della clientela la nuova piattaforma di pagamento è sempre possibile effettuare pagamenti misti, come ad esempio carta e
contanti, o pagamento con più carte sia di debito che di credito.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 24
1 - 31 Agosto 2014
In esposizione reperti litici antichissimi rinvenuti a Carroceto e Carrocetello
SAN FELICE CIRCEO, MOSTRA “HOMO SAPIENS E HABITAT”
L’abbiamo (ri)visitata insieme agli architetti Giovanni Brilli, Michele Magliocchetti ed Elisabetta Casoni
Guida di eccezione il dottor Roberto Zei, presidente della fondazione, nonché figlio del paleontologo Marcello, scomparso anni fa
di Veronica Alessandrini
L’apertura estiva della
mostra “Homo Sapiens e
habitat”, allestita negli spazi
della Torre dei Templari di
San Felice Circeo, è una gran
bella notizia per tutti coloro
che vorranno ripercorrere
l’associazione “Tell, cultura,
ambiente e territorio” (contestualmente alla rassegna
“Passeggiando”) e alla collaborazione con la Fondazione
Marcello Zei. Ci siamo
imbattuti in questo allestimento verso la fine dello
scorso anno, nell’ambito
Michele Magliocchetti, Giovanni Brilli, Elisabetta Casoni,
Gianfranco Compagno, Roberto Zei
l’antichissima storia del territorio su cui oggi sorge la città
di Aprilia. La mostra infatti,
dopo essere stata chiusa per
diverso tempo a causa di
mancanza di fondi, ha riaperto i battenti quest’estate grazie all’interessamento del-
della ricerca che stiamo portando avanti da diversi anni
sui reperti e le opere d’arte
riguardanti la storia del territorio apriliano: essi non
hanno trovato giusta collocazione nella nostra città a
causa della mancanza di uno
spazio espositivo e, di conseguenza, sono sparsi per il
Lazio. Grazie a quest’iniziativa siamo riusciti a “rintracciare” tantissime testimonianze storiche, tra cui
appunto i reperti litici conservati a San Felice Circeo:
sono antichissimi, risalenti a
70mila-50mila anni fa e rinvenuti nella zona di Carroceto e Carrocetello. In occasione dell’apertura estiva dello
spazio espositivo nella Torre
dei Templari siamo stati contattati dagli architetti Giovanni
Brilli,
Michele
Magliocchetti (già presidenti
dell’Assinarch) ed Elisabetta
Casoni (componente del consiglio dell’Ordine degli
Architetti di Latina) che
hanno espresso il desiderio di
visitare la mostra, contattando direttamente il caporedattore della nostra testata, il
giornalista Gianfranco Compagno. Così mercoledì 16
luglio il gruppo si è recato a
San Felice Circeo per visitare
l’allestimento assieme alla
guida di eccezione, il dottor
Roberto Zei, presidente della
Fondazione, nonché figlio
del paleontologo Marcello
Zei. Fu lo studioso, allievo di
Alberto Carlo Blanc e di
Paolo Graziosi, ad aver
messo in luce diversi insediamenti preistorici in altrettante zone del Lazio e partecipato a scavi in Toscana, Puglia,
Sardegna e, proprio lui, si
occupò
dell’allestimento
della Mostra nella Torre dei
Templari di San Felice nel
lontano
1978.
“Homo
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
sapiens e habitat” è stata tra
le prime mostre italiane del
genere, realizzata con l’obiettivo di far conoscere alla
comunità locale e turistica
l’importante
patrimonio
archeologico preistorico del
Circeo e del territorio pontino, in chiave divulgativa e
didattica. Dopo la scomparsa
del paleontologo, avvenuta
nel 2000, oggi a salvaguardarne e a proseguirne l’impegno culturale, civile e
didattico è la Fondazione
Marcello Zei onlus che vanta
tra i fondatori il figlio Roberto: proprio lui ha mostrato
alla nostra “comitiva” i
reperti apriliani rinvenuti dal
padre e conservati nella teca
n. 10 intitolata “Stazioni
preistoriche di superficie dell’area pontina”. Come ci ha
spiegato in occasione della
nostra prima visita “Sono
tutti reperti raccolti in superficie durante l’aratura o sem-
plicemente camminando nei
campi. 50 anni fa non c’erano tutte le ville di adesso,
quindi girando per la pianura
pontina era possibile trovare
cose che, magari, ad occhi
pagina 25
inesperti potevano sembrare
semplici sassi.
Con
sistemi
particolari Marcello Zei stabilì,
a seconda del
tipo di reperti
trovati e del
loro numero in
ogni zona, se si
trattava di un
accampamento
di passaggio o
stabile”.
Il
paletnologo
prof. Michelangelo La Rosa
(allievo e stretto
collaboratore
del prof. Zei)
che avevamo
contattato contestualmente
alla
nostra
prima visita, ha
poi aggiunto:
«Si trattava di
oggetti risalenti al Paleolitico
medio (circa 70.000 – 50.000
anni fa) realizzati dall’uomo
di Neandertal, la specie
umana fossile presente in
Europa a partire da circa
200.000 anni fa fino a circa
28.000 anni fa. Carroceto e
Carrocetello probabilmente
erano luoghi di sosta stagionali dove i cacciatori e raccoglitori Neandertaliani trovavano periodicamente cibo e
acqua in abbondanza in un
ambiente
completamente
diverso da oggi». Consigliamo vivamente a tutti gli apriliani interessati, di visitare
questa mostra per conoscere
un pezzo di storia di Aprilia
antichissimo e sconosciuto ai
più, sperano che un domani i
reperti di Carroceto e Carrocetello possano ritornare al
territorio in cui sono stati rinvenuti. Per qualsiasi informazioni sulle visite guidate contattare Angelica Bianchet:
tel. 349 1983997, email:
[email protected]
Per approfondire l’operato
della Fondazione Marcello
Zei suggeriamo inoltre di
visitare
il
sito
http://www.fondazionemarcellozei.com/.
Foto di Giorgia Ferrari
pagina 26
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
1 - 31 Agosto 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
COMUNE DI APRILIA
TRAPIANTI E DONAZIONE DI ORGANI
Il cittadino può indicare la propria volontà nel
documento d’identità
*A cura Comune di Aprilia
Nei documenti d’identità rilasciati dal
Comune di Aprilia, i cittadini potranno esprimere la propria volontà in
materia di trapianti e donazione di
organi. Lo ha stabilito l’Amministrazione Comunale, in attuazione del
Decreto Legge 12 giugno 2013 n. 69,
art. 43, con propria Deliberazione di
Giunta n. 221 dello scorso 22 luglio.
Sui documenti d’identità dei cittadini
interessati, pertanto, chi lo vorrà potrà
far apporre la specifica dicitura
“donatore di organi e di tessuti”. Allo
scopo, l’Amministrazione ha predisposto le opportune direttive al Servizio Demografico e Statistico affinché,
presso l’Ufficio Anagrafe dell’ente,
nel momento in cui un cittadino maggiorenne chiede il rilascio della carta
d’identità, vengano fornite tutte le
informazioni sulla materia e venga ad
esso sottoposto il modulo di manifestazione di volontà circa la donazione
di organi e di tessuti che verrà poi
inviato, a cura dell’ente, all’Asl. “La
possibilità di prolungamento della
vita o della restituzione della salute
attraverso la pratica del trapianto di
organi o di tessuti da donatori compatibili – ha detto il Sindaco di Aprilia
Antonio Terra – rappresenta ormai da
anni una delle eventualità più impor-
tanti offerte dalla scienza alle persone
affette da patologie, talvolta anche
gravi. Sempre più spesso, grazie alla
cultura che viene affermandosi, i cittadini italiani si rendono disponibili a
proporsi quali donatori, e le recenti
direttive ministeriali coinvolgono i
Comuni in pieno nell’attuazione della
manifestazione di volontà dei donatori. La dicitura di donatore sui documenti d’identità dei cittadini interessati consente una più rapida individuazione dei donatori e snellisce l’iter
nei casi di estrema urgenza”. Aprilia,
23 luglio 2014.
Foto G.Compagno
pagina 27
Appuntamento giovedì 31 Luglio alle ore 21.00 in Piazza Roma.
ANPI, APPELLO AGLI UOMINI E DONNE
DI BUONA VOLONTÀ
ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE, ALLE ASSOCIAZIONI, AI PARTITI, AI SINDACATI
Contro il massacro della popolazione civile nel territorio palestinese
a cura Anpi*
Non possiamo più
rimanere inerti e
senza parole davanti
alle immagini dell’ennesimo massacro che si sta compiendo nel territorio
palestinese da parte
dell’esercito israeliano. Il terrore negli
occhi di centinaia di
migliaia di profughi,
ancora una volta, il
sangue sui corpi di
bambini che non
hanno altra colpa
che quella di essere
nati in un posto sbagliato del mondo. Non
possiamo più sopportare che la pur comprensibile difesa dello Stato d’Israele presupponga il genocidio di un popolo, la
negazione del diritto ad avere uno Stato,
l’occupazione del territorio attraverso gli
insediamenti e la presenza di un esercito
tra i più agguerriti del mondo, in spregio
alle più volte imposte risoluzioni dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU).
Non possiamo più tollerare che sulla tragedia di Gaza, da troppi anni, gli organismi
internazionali tacciono rivelando la loro
impotenza, se non vera e propria complicità; che non si mobiliti la Comunità internazionale per imporre finalmente nell’immediato la tregua e far rispettare in concreto i diritti e la libertà dei palestinesi.
Non possiamo più accettare la cultura dell’indifferenza disseminata dai media per
cui tutto diventa normale, un affare tra
estremismi, la colpa di entrambi i contendenti, mentre assistiamo alla morte programmata di bambini innocenti e facciamo
ogni
giorno la conta dei morti sotto i bombardamenti. Sono crimini di guerra. Non li
accetteremo in nessun’altra parte del
mondo. Perché li accettiamo in Palestina?
Per questi motivi l’ANPI “Vittorio Arrigoni” di Aprilia, anche in memoria di Vik
morto in difesa del popolo palestinese e a
cui ha dedicato la propria sezione, nel desiderio di smuovere le coscienze, nel desiderio di spingere i Governi e gli Organismi
internazionali ad intervenire al più presto,
senza ipocrisia, per una giusta soluzione
della “Questione palestinese”,
invita i cittadini a testimoniare concretamente con la loro presenza la vicinanza al popolo palestinese in un sit-in con
fiaccolata che si terrà il 31 Luglio alle
ore 21.00 in Piazza Roma. Sono invitate
in special modo le Associazioni che, a
vario titolo, promuovono i principi della
Libertà e della Fratellanza tra i popoli.
Foto archivio G.Compagno
*ANPI “Vittorio Arrigoni” di Aprilia
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 28
1 - 31 Agosto 2014
Lo abbiamo incontrato a Latina in occasione dei 10 anni dell’Hotel Mansio al Foro Appio
IL GIORNALISTA MAURO MAULUCCI È ANDATO IN PENSIONE
È stato una colonna del giornalismo pontino. Per 30 anni dipendente Rai, da qualche mese in meritata pensione
La sua voce era inconfondibile durante i servizi da Latina del TGR di RAI3. Appariva poco in video
E’ stato in occasione dei festeggiamenti dei 10 anni dell’Hotel
Mansio al Foro Appio di Latina
lo scorso martedì 27 luglio che
abbiamo con piacere incontrano
Mauro Maulucci, che per 30
anni è stato corrispondente di
Latina del TGR Lazio di RAI3,
andato in pensione lo scorso
aprile, con il compimento dei 65
anni. Era iscritto all’Ordine dei
Giornalisti di Roma e Lazio,
categoria professionisti da oltre
30 anni, precisamente dal 1°
giugno 1983. Un’occasione da
non perdere per raccontarci
della sua interessante carriera al
TG che lo ha portato tra i numeri 1 dell’informazione pontina.
Lazio. Fu la vicenda dell’allora
omicidio “Calzati” degli anni
‘70, ci racconta Maulucci, il suo
primo articolo con il quale seguì
poi tutto il processo che vide
assolti, col dubbio, tutti gli
imputati. A oggi rimane una
pagina nera della provincia di
Latina, un omicidio irrisolto.
Come quasi tutte le testate giornalistiche di una certa importanza anche il “Paese Sera” aveva
una sua inclinazione politica, in
quel caso verso movimenti di
Sinistra per una città di Destra
come quella di Latina e questo
scomodo pregiudizio, ricorda
Mauro, segnò particolarmente
l’inizio della sua carriera, creando qualche singolare evento di
intimidazioni nei suoi confronti
che sfida ogni tempo e distanza.
All’epoca degli inizi degli anni
‘80 non esisteva ancora il TG3
che nacque forse in malo modo
qualche anno più tardi insieme
alle edizioni regionali, ma il
“Gazzettino del Lazio” che
andava in radio in onda a mezzogiorno. L’avvento delle tecnologie sempre più avanzate ha
poi fatto acquistare sempre più
importanza al TG e Mauro Maulucci ha prestato servizio come
corrispondente di TG Lazio di
Latina per ben 30 anni. I servizi,
di pochi minuti, venivano registrati con i mezzi di allora il
giorno prima per il giorno dopo
e venivano portati in macchina
alla sede centrale di Roma a via
Teulada, traffico permettendo.
rispondente, ci spiega Mauro,
diventa per la Rai di fondamentale importanza, quando l’immediatezza dell’informazione
che arriva da ogni angolo del
più necessario. Al di là della sua
carriera, rimane di Mauro Maulucci la sua caratteristica voce
che ancora oggi viene riconosciuta ovunque va. Dalla mac-
Laureato in lettere moderne è
nato a Latina il 29 aprile del
1949 da genitori del Meridione
d’Italia, di un paesino in provincia di Foggia. Potremmo sicuramente considerarlo un “figlio
d’arte” per suo padre Sebastiano
che è stato per 15 anni caporedattore della pagina de Il Messaggero, redattore dell’ANSA
per diversi anni e corrispondente della cronaca Roma del Corriere della Sera. La carriera di
Mauro inizia già con un importante giornale di Roma, il
“Paese Sera” (usciva con 2 edizioni nel pomeriggio, alle 16 e
alle 19), dove vi era dedicato
uno spazio per le cronache da
Latina che andò man mano con
il tempo a espandersi con una
pagina dedicata alla regione
che poi fortunatamente non sfociarono in altro tipo di violenza.
A cavallo tra la fine degli anni
‘70 e l’inizio degli ‘80 iniziarono per Mauro Maulucci le prime
cronache alla Rai, piccole e
brevi, con un contratto di collaborazione esterna e una piccola
paga di poche lire. Particolarmente affascinanti sono i dettagli che Maulucci ricorda di
come gli articoli arrivavano in
redazione, con la posta “fuori
sacco” delle 8 di sera caricata
finanche sui pullman, piuttosto
che gli stenografi che trascrivevano sotto dettato. Tempi eroici
dunque, a dispetto di una comunicazione oggi che viaggia in
maniera immediata; un esempio
di passione e devozione al proprio lavoro e all’informazione
Fu al Centro Video Produzioni,
in un piccolo studio di via Garibaldi a Latina spostatosi poi in
locali più ampi, dove Mauro ha
incontrato e collaborato con
Angelo Fioraso con il quale
registrava le immagini e ha
viaggiato per tutta la provincia
per i suoi servizi giornalistici.
Roma l’ha sempre fatta un po’
da padrona sui servizi che arrivavano dal resto della Regione,
mandando in onda servizi sempre più brevi rispetto a quelli
della Capitale. E’ sicuramente
l’avvento di internet ad aver
cambiato quasi radicalmente il
volto del TG, ci fa capire Maulucci, che nel susseguirsi dei
suoi diversi caporedattori ha
subito varie fasi di evoluzione.
E’ da 2001 che il lavoro del cor-
territorio diventa di particolare
interesse che purtroppo oggi sta
nuovamente e ingiustamente
attraversando una fase critica
decimando le persone messe a
disposizione per i servizi. Senza
corrispondenti, dice Maulucci,
il territorio muore. A fine Aprile
di quest’anno il suo ultimo servizio riguardo la schiuma presentatasi sul Lago di Sabaudia
andato in onda al TG3, poi il
meritato pensionamento. Una
certa commozione e anche un
po’ di sofferenza nell’entrare
nell’età della pensione dopo
un’importante carriera e ruolo
come giornalista alla Rai.
Diversi mesi ci son voluti per
rendersi conto che svegliarsi
prestissimo al mattino come per
andare al lavoro ormai non era
china da scrivere al web, il suo
caratteristico estro rimane ancora nei locali di via Teulada o nel
semplice ricordo di una commessa al supermercato. L’essere
giornalista però rimane nel sangue, è una passione prim’ancora
che un lavoro e non è stato certo
il pensionamento a fermare la
voglia di fare giornalismo di
Mauro Maulucci che ad oggi
gestisce ed e direttore responsabile di “Buongiorno Latina –
pagine in libertà” su buongiornolatina.it, un sito web di particolare ambizione che dal territorio pontino allarga lo sguardo
all’Italia e al mondo intero, con
un numero di lettori sempre più
incalzante.
di Luigi Cirillo
Foto archivio G. Compagno
1 - 31 Agosto 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 29
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 30
1 - 31 Agosto 2014
Presso il ristorante “La Coccinella” di Leonardo Salesi, in via dei Cinque Archi, a Campoverde
GRANDE SERATA DI BENEFICENZA
Organizzata dall’associazione “Il Senso della Vita” e dalla fondazione “Come noi”
Presentata l’associazione “Care for Life” che si occupa del sostegno ai malati oncologici e alle loro famiglie.
di Veronica Alessandrini
Grandissimo successo per la
cena annuale organizzata dall’associazione “Il Senso della
Vita” e dalla fondazione “Come
noi”. Il motore dell’organizzazione è senza dubbio la vulcanica dottoressa Marina Aimati,
presidente dell’associazione “Il
Senso della Vita”. Ben 260 persone hanno partecipato all’evento benefico organizzato la
sera del 18 luglio, presso il
ristorante “La Coccinella” sito
in via dei Cinque Archi: 60 in
più rispetto alla normale
capienza del locale, grazie alla
grande disponibilità del titolare
Leonardo Salesi, a cui la dottoressa Aimati ha porto il primo
ringraziamento. Un risultato
eccezionale di cui i presidenti
delle associazioni, rispettivamente la dottoressa Marina
Aimati e Giovanni Annino, si
sono detti estremamente soddisfatti. «260 persone, non era
mai accaduto», ha esclamato
Aimati durante l’intervento
d’apertura della serata, che è
trascorsa all’insegna del divertimento e del buon cibo, in un
ambiente raffinato, ma famigliare allo stesso tempo. Ampio
spazio, ovviamente, è stato
dedicato all’attività passata,
presente e futura delle due
associazioni. “Il Senso della
Vita” è nata nel 2009 ed è composta da genitori di ragazzi portatori di handicap e si occupa di
fornire sostegno alle persone
svantaggiate, promuovere la
cultura nell’ambito del mutuo
aiuto, collaborare con la classe
medica tramite l’organizzazione di eventi specifici, promuovere la sensibilizzazione e l’impegno per i diritti delle persone
svantaggiate. Molti progetti
realizzato dal 2009 ad oggi
sono giunti alla terza o quarta
edizione, come il progetto scolastico “Archimede” e quello
educativo “Dalla linea alla
forma, dal colore all’immagi-
ne”. Da sottolineare anche iniziative più creative come “Crescere un fiore” e “Eldorado i
ragazzi dell’arte”. Da ottobre
2014 l’Associazione è intenzionata a mettere in atto nuove iniziative tra cui la fisioterapia,
l’idrokinesiterapia ed il progetto
teatrale “Il baule
dei sogni” che si
svolgerà a Villa
Silvana e a cui
prenderanno
parte
ragazzi
affetti di disabilità, normodotati
e persone anziane. L’iniziativa
verrà finanziata
con i fondi raccolti tramite la
riffa organizzata durante la
cena di beneficenza, in cui sono
stati messi in palio regali forniti dai commercianti di Aprilia,
Anzio e Nettuno e i bellissimi
dipinti della pittrice Antonella
Catinari. È stato poi il turno
della presentazione della fondazione “Come Noi”, presieduta dal già citato Annino: essa è
nata grazie all’iniziativa di un
gruppo di amici desiderosi di
impegnarsi nel volontariato. I
componenti portano avanti
l’ambizioso progetto della
Mensa dei poveri di Aprilia,
presentato proprio in occasione
del gran galà di beneficenza
organizzato lo scorso anno. La
mensa vuole porsi come uno
spazio di inclusione sociale
aperto alle persone in condizione di “fragilità” e a quelle con
difficoltà economiche, garantendo circa 200 pasti caldi al
giorno. Dopo la delibera del
Comune di Aprilia, con cui è
stato assegnato alla Fondazione
un lotto di 3411 mq, è in corso
la raccolta fondi per la realizzazione della mensa. La serata è
stata anche un’occasione per
presentare in via ufficiale l’as-
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
pagina 31
Medici di Latina , dottor Giovanni Righetti e il direttore del
distretto 1 Aprilia - Cisterna
della Asl di Latina dottor
Belardino Rossi, al quale è
stato dedicato un ringraziamento speciale. Egli infatti ha
messo a disposizione delle
associazioni una sede operativa
presso la Asl di via Giustiniano:
nella palazzina B, al primo
piano c’è la sede di “Care for
Life” aperta dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.00 e, in
giorni ancora da definire, sarà
presente anche un referente dell’associazione “Il Senso della
Vita”. Da sottolineare anche la
presenza della ditta di Giovanni
e Fabio Ficaccio, INNOVA GICAF srl di Latina, i quali
hanno offerto tutta la loro esperienza e professionalità decennale come consulenti di riferimento per quanto riguarda
leggi e normative in merito ai
mezzi di trasporto destinati ai
diversamente abili.
Foto di Gianfranco Compagno
PER SOSTENERE L’OPERATO DELLE ASSOCIAZIONI
sociazione “Care for life”, presieduta dal medico palliativista
dell’hospice di Villa Silvana
dottor Arturo Castrillo, assente
per altri impegni, ma ben rappresentato da Giuseppina Celli,
coordinatrice infermieristica e
dal dottor Alberto Siniscalchi,
responsabile dell’hospice. L’associazione ha l’obiettivo di aiutare i malati oncologici e le loro
famiglie, tramite la beneficenza
a favore di malati con difficoltà
economiche, l’assistenza e l’attivazione di un punto di ascolto
ed orientamento diagnostico
terapeutico, oltre che burocratico, la promozione della prevenzione, lo sviluppo della ricerca
e la realizzazione di eventi finalizzati alla raccolta fondi. Alla
serata hanno partecipato numerosi ospiti, tra gli altri alcuni
rappresentanti dell’Amministrazione comunale di Aprilia,
il presidente dell’Ordine dei
È possibile effettuare una donazione volontaria con bonifico bancario, oppure tramite il
5x1000 dell’Irpef indicando il codice fiscale dell’associazione prescelta. Riportiamo le
coordinate per chiunque fosse interessato a dare il proprio contributo.
“Il Senso della Vita”: presidente Marina Aimati - 349.69.03.152; sito internet www.ilsensodellavita.org; email associazione [email protected]; donazioni 5x1000 codice fiscale:
10282311009; coordinate bancarie: Banca di Credito Cooperativo IBAN
IT62C0869339300000000312257.
“Fondazione Come noi”: presidente Giovanni Annino - 338.44.32.428; sito internet
http://fondazionecomenoionlus.org/; email fondazione [email protected];
donazioni 5x1000 codice fiscale: 91114140592; coordinate bancarie: Banca Popolare dell’Emilia Romagna IBAN IT70V0538773920000001084997.
“Care for Life Onlus”: presidente Arturo Castrillo - 333.18.73.573 - info:@careforlife.itwww.careforlife.it. Donazioni 5x1000 codice fiscale: Codice fiscale 91130440596;
Banca Popolare dell’Emilia Romagna agenzia 1, via Grecia, Aprilia.
IBAN: IT54E0538773922000002159206 –
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 32
1 - 31 Agosto 2014
Abbiamo visitato le sale operatorie insieme al professor Mario Marino, chirurgo plastico e al dottor Franco Blasi, medico anestesista.
APRILIA, VILLA SILVANA, APERTO IL REPARTO DI CHIRURGIA
Nuovi servizi per i cittadini. Intervista al professor Giulio Bellipanni, medico chirurgo
di Nicola Gilardi
La Casa di Cura Villa Silvana
ottiene l’autorizzazione per
utilizzare le sale operatorie
che erano da tempo pronte per
operare. Grazie a questa concessione sarà possibile offrire
un pacchetto di servizi che sarà
ancora più ampio e che vedrà
la possibilità di operare i
pazienti in Day Hospital e
One-Day surgery, cioè quegli
interventi che non richiedono
un ricovero post-operatorio. A
curare la chirurgia per la clinica sarà il professor Giulio
Bellipanni, 64 anni, specialista in chirurgia generale e in
particolare in chirurgia laparoscopica, quella branca di chirurgia mini invasiva che viene
svolta attraverso l’utilizzo
della microcamera. Laureato
in Medicina e Chirurgia presso
l’Università la Sapienza di
Roma nel 1976 e dopo varie
specializzazioni, ha svolto
anche l’attività di docente
presso l’Università di Tor Vergata e de la Sapienza. Molti
pazienti apriliani, però, già lo
conoscono: «Per tantissimi
anni ho operato alla clinica
Madonna delle Grazie di Velletri, curando anche tante persone del territorio – ha detto il
professore -. In qualche modo
sono abbastanza conosciuto».
Il professor Bellipanni ci ha
raccontato in che modo è avvenuto il contatto con la clinica
Villa Silvana e quali attività
svolgerà all’interno della strut-
tura: «Da pochi giorni la direzione della Casa di cura Villa
Silvana mi ha invitato a collaborare con loro. Hanno ottenuto la possibilità di attivare la
chirurgia
ambulatoriale.
Abbiamo iniziato una collaborazione che prevede due fasi:
dapprima con una consultazione ambulatoriale e poi una
selezione dei pazienti che pos-
Quelle emorroidi che prima si
operavano, oggi non si operano più perché si può intervenire con terapie più efficaci.
Anche le operazioni vengono
svolte con tecniche assolutamente indolori». L’attività,
che sarà svolta in via privata
dalla struttura, prevede anche
altri tipi di interventi: la chirurgia delle varici e quella
Prof. Mario Marino, prof. Giulio Bellipanni,
dottor Franco Blasi
Prof. Giulio Bellipanni
sono essere operati nella struttura». L’autorizzazione concessa a Villa Silvana permette
operazioni in Day Hospital e
One-Day surgery, per questo la
tipologia di operazioni previste
è focalizzata: «Oggi il chirurgo
generale si limita alla chirurgia proctologica, che tratta
delle malattie dell’ano e del
periano. La tecnologia utilizzata è cambiata tantissimo
oggi, così come la terapia.
delle ernie. Quest’ultima tipologia di interventi richiede
tempistiche lunghissime di
attesa, ma può essere trattata in
day hospital. C’è poi la chirurgia di superficie, che non
prevede di intervere nelle cavità addominali. Un’offerta,
quella della clinica Villa Silvana, che si pone come alternativa concreta a quella del Sistema Sanitario Nazionale, che
oggi, purtroppo, richiede tem-
pistiche di attesa estremamente
lunghe e difficoltose. «Oggi il
60-70% della chirurgia routinaria si affronta in day hospital- ha detto il prof. Bellipanni
-. Queste tecniche vanno
incontro alle esigenze del cittadino. I tempi di attesa sono
molto lunghi anche per una
banale ernia. In questo contesto si inserisce la proposta
della Clinica Villa Silvana,
che offre le stesse prestazioni, con costi contenuti, ma
soprattutto con tempistiche
molto più brevi». Quello che
emerge dall’intervista è un
chiaro segnale di cambiamento
nella chirurgia. Una volta alcuni interventi, come quelli per
le emorroidi, incutevano un
certo timore nei pazienti. Oggi
i grandi passi avanti nelle strumentazioni tecnologiche, ma
soprattutto delle terapie con i
farmaci appositi hanno enormemente cambiato gli effetti
sui pazienti. Oggi molti interventi sono indolore e possono
essere tranquillamente svolti in
day hospital, così il paziente
può riprendersi a casa propria,
in sicurezza, e con il calore dei
propri familiari. Si tratta di una
chirurgia che sta diventando
sempre più a misura di cittadini e che Villa Silvana può
offrire direttamente ai cittadini
di Aprilia. Dopo l’intervista
con il professor Giulio Bellipanni, abbiamo visitato le sale
operatorie, insieme Al professor Mario Marino, chirurgo
plastico e al dott. Franco Blasi,
medico anestesista.
Foto di Gianfranco Compagno
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
pagina 33
“APRILIA SI…CURA”
IMMIGRAZIONE - PARI OPPORTUNITÀ E TUTELA DEI DIRITTI
IMPRENDITORI IN FUGA DALL’ITALIA: COME APRIRE UN’ATTIVITÀ IN TUNISIA
a cura di Sihem Zrelli
Care lettrici e lettori
dopo il grande interesse suscitato
dal precedente articolo sui pensionati italiani in fuga dall’Italia, ho
ricevuto molte richieste di maggiori informazioni e tra queste
molte venivano anche da imprenditori e commercianti stanchi di
subire ogni giorno le mal vessazioni di una burocrazia e di un
fisco opprimenti.
Per questo voglio incoraggiare i
molti imprenditori e commercianti
che mi hanno contattata di valutare con serenità l’ipotesi di aprire la
propria attività in Tunisia.
Gli imprenditori possono contare
su una fiscalità moderata e su un
contesto nel quale la classe media,
che è l’ossatura di ogni società, sta
aumentando, invece di scomparire
come da noi, spende e ha voglia di
farsi largo. Senza considerare il
fatto che chi impianta un’attività
industriale o di servizi rivolta perlomeno per il 70% all’export gode
di vantaggi incredibili, come l’esonero per 10 anni da qualsiasi
imposta e da oneri sociali.
Oggi in Tunisia c’è una domanda
di beni e servizi che è in aumento
ed è sostenuta da una classe media
che, come dicevo, cresce e ha
voglia di migliorare, ma anche da
una classe di benestanti ben più
numerosa di quanto si possa
immaginare.
Per gli imprenditori ed i commercianti ci sono oggi diverse opportunità, sia per industrie e attività su
larga scala che per commerci e
servizi. Parlando di questi ultimi,
ad esempio, c’è in Tunisia una
carenza di buoni grafici, di progettisti di packaging e imballaggi in
genere, di sviluppatori di siti inter-
net sofisticati. Professionisti del
genere potrebbero lavorare non
solo per il mercato interno ma
anche, e tranquillamente, per
clienti europei e stranieri in genere, godendo di vantaggi consistenti, in particolare il basso costo del
lavoro e la possibilità di impiegare
risorse umane con alte competenze, avendo la Tunisia un tasso di
scolarizzazione e di alfabetizzazione informatica a livello europeo. Lo stesso discorso vale per
molti altri campi, anche tradizionali, come il turismo e la ristorazione, in cui il gusto e il know how
italiano possono essere fattori
decisivi di successo.
Per molti aspetti la Tunisia somiglia all’Italia degli anni 60-70. C’è
quindi molto da fare, in vari settori, che in Europa sono consolidati,
mentre lì sono nascenti. Per esempio tutto quanto riguarda ecologia,
risparmio energetico, biologico.
Parlando di settori maturi, sono
davvero molti gli italiani che
hanno rilevato la gestione di ristoranti, alberghi, bar, ma in questo
campo, grazie alla ripresa del turismo e alla crescita della domanda
interna, c’è ancora moltissimo
spazio, perché il livello degli
alberghi e dei ristoranti locali,
tranne eccezioni, non è il massimo.
L’agricoltura, poi, offre moltissime opportunità, così come l’agro
industria: basta pensare, ad esempio, che i tunisini sono ghiotti di
formaggi e pagano pecorino e parmigiano, tutto d’importazione, più
che in Italia. Ma, in assenza di tradizione casearia, nel Paese praticamente quasi non ci sono produttori di formaggi. In generale possiamo parlare di una situazione in
rapida evoluzione, che tocca anche
campi inaspettati. Per esempio, in
un Paese in cui fino a ieri mancava
una vera e propria cultura animali-
sta, oggi ha aperto quest’anno, ad
Hammamet, il primo e tuttora
unico negozio per animali della
Tunisia, che, certo, adesso avrà
una clientela prevalentemente straniera, ma che matematicamente si
svilupperà, perché da qualche
tempo si vedono sempre più tunisini con il cane a spasso. I casi
sono davvero numerosi, ma mi
fermo qui e spero di aver reso l’idea.Un altro fattore importantissimo è la fiscalità è moderata e non
opprimente. L’aliquota massima,
sia sulle persone fisiche che su
quelle giuridiche, è del 35%.
La vita costa mediamente la metà
che in Italia. Per alcuni beni o servizi, per esempio artigiani, collaboratori domestici e tutto quanto
richiede alta intensità di lavoro, il
costo sarà sì e no un quarto rispetto all’Italia, così come per acqua,
luce, gas.
Per altri, come elettrodomestici e
prodotti di informatica, tutti d’importazione, siamo quasi alla pari.
La benzina è a circa 80 centesimi.
Ma il caso più significativo è quello della sanità.
Il sistema sanitario pubblico e privato in Tunisia è a livelli di eccellenza, tanto che la Tunisia è un’accreditata meta di turismo sanitario,
sconosciuta agli italiani, ma frequentata da moltissimi francesi e
nord europei che vanno lì a curarsi, soprattutto per quanto riguarda
dentisti e chirurgia estetica.
I dentisti costano dal 50 al 70% in
meno rispetto all’Italia, offrendo
un identico livello di servizio e di
qualità dei materiali. Una visita
presso qualunque specialista costa
al massimo sui 25 euro se il medico è un luminare, altrimenti anche
meno di 20 euro. E in ogni caso ti
fanno visite accuratissime, lunghe
e con l’ausilio di macchinari che
sono assolutamente gli stessi dell’Europa.
Ultimo particolare, ormai stupefacente per un italiano: qualunque
medico, anche specialista, in caso
di bisogno viene a casa, anche di
notte, e le visite costano come in
ambulatorio.L’integrazione
è
molto facile, soprattutto per un italiano: un po’ perché i tunisini
hanno un carattere socievole,
mediterraneo, e un po’ perché gli
italiani sono gli stranieri di gran
lunga più amati e meglio accolti.
I legami tra Italia e Tunisia sono
molto antichi e, come dicevo
prima, durante il protettorato francese abitavano in Tunisia più italiani che francesi: non a caso c’è a
Tunisi la scuola italiana, che va
dall’asilo fino al liceo scientifico,
e che è frequentata anche da molti
tunisini. Poi l’italiano, dopo l’arabo e il francese, è la terza lingua
non ufficiale del Paese.
Fino agli anni ’70 Rai 1 è stata la
sola finestra sul mondo dei tunisini, l’unica televisione straniera che
fosse possibile vedere, per cui è
facilissimo trovare tunisini dai 40
anni in su che hanno confidenza
con l’italiano.
La Tunisia poi è un Paese in cui la
vita è meno regolamentata e protocollata, decisamente più rilassata
che in Europa, e questo aspetto
piace molto a tutti gli stranieri che
vi abitano. L’altra faccia della
medaglia di questo clima di maggiore relax è la difficoltà di lavorare in modo efficiente, avere risposte rapide e precise, fare le cose
nei tempi previsti. Continuando
con gli aspetti critici, bisogna sempre tener presente che siamo in
presenza
di
una
cultura
arabo/levantina, più distante da
quella italiana.
Per questi motivi nella vita di tutti
i giorni bisogna saper trattare e
negoziare e bisogna essere in
guardia nei confronti degli approfittatori, che spesso sono profes-
sionisti in giacca e cravatta. Chi
vuole investire o lavorare in Tunisia e si affida al “fai da te” va facilmente incontro a un periodo più o
meno lungo di apprendistato
prima di trovare interlocutori corretti e professionali.
Per quanto riguarda poi il timore
di rivolte non abbiate paura.
È vero che la cosiddetta primavera
araba è iniziata proprio in Tunisia
a gennaio 2011, ma ormai oggi,
rispetto ad altri Paesi arabi, in
Tunisia ci sono ogni tanto dei
momenti di tensione, che però
nella vita di tutti i giorni si sentono davvero solo se ci si trova in
pieno centro o nelle estreme periferie della capitale.
Ma il popolo tunisino è di gran
lunga il più istruito, il più laico e il
più tollerante del mondo arabo.
Chi lo conosce bene non ha dubbi
che la Tunisia sia immune da contagi fondamentalisti. C’è oggi un
partito islamico moderato al
governo, ma questo non impedisce, per esempio, che le donne
vestano all’occidentale e che
numerose tra esse abbiano posizioni dirigenziali o di potere,
oppure che si possano tranquillamente trovare bar, ristoranti,
discoteche dove si serve alcool.
Per questo vi consiglio in tutta
coscienza la Tunisia se valutate un
trasferimento all’estero. E’ vicina
all’Europa, anche culturalmente, è
un Paese in evoluzione e dove si
possono cogliere molte opportunità. E chi non è più in età lavorativa
può andarci per vivere 9-10 mesi
l’anno al sole, godendo con l’euro
di un forte potere di acquisto e
avendo la possibilità di rimanere
sempre in contatto con la vicinissima Italia.
Per ulteriori informazioni sulle
opportunità che attualmente offre
la Tunisia potete contattarmi al nr.
3208510018.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 34
1 - 31 Agosto 2014
L’ultimo libro di Dario Petti è stato presentato nell’ambito della Festa dell’Unità di Latina
“ LE ORIGINI DEL SOCIALISMO A CORI”
Uno dei protagonisti del libro è Cesare Pistilli, il fondatore e primo segretario sia del circolo giovanile socialista nel 1912
sia della sezione PSI nel 1915 Sono intervenuti il sindaco di Cori Tommaso Conti e l’ex sindaco Pietro Vitelli
.
di Noemi Reali
È in occasione della festa provinciale del Partito Democratico
di Latina, presso i Giardinetti
pubblici (Parco Arnaldo Mussolini) del capoluogo pontino, che
giovedì 17 luglio alle ore 18,30 è
stato presentato il libro di Dario
Petti “Le origini del socialismo a
Cori” edito da Annales, giovane
casa editrice che mira a narrare
la storia sociale e politica del
Lazio meridionale. Nonostante
la giornata uggiosa era presenti
molte persone, soprattutto
appassionati della storia politica
della sinistr tra. Tra i presenti lo
scrittore antonio Pennacchi.
Insieme all’autore sono intervenuti il sindaco di Cori Tommaso
Conti e l’ex sindaco del paese
Pietro Vitelli. Nel suo ultimo
libro Dario Petti, laureato in
sociologia e giornalista pubblicista, ripercorre le fasi salienti
della nascita di una roccaforte
della sinistra nella provincia di
Latina e del Lazio, dalle fonti
Lepini. Il volume narra come i
giovani socialisti riuscirono in
meno di un decennio a stabilire
un’egemonia politica nel loro
paese che sarebbe durata per
tutto il ‘900 e oltre, e che il
fascismo non riuscì a scalfire. “
A Cori nel dicembre del 1912
nasce il circolo giovanile socialista, Cori ha svolto un ruolo di
avanguardia non solo per il
movimento socialista, che nel
1912-1913 aveva conquistato
Tommaso Conti (sindaco di Cori), Dario Petti
e Pietro Vitelli
l’amministrazione comunale,
ma anche per il movimento cattolico contadino.” Racconta
l’autore del libro, Dario Petti.
L’incontro è stato anche l’occasione per una riflessione su ideali, partiti e territorio, confrontando ieri e oggi. Si è parlato della
formazione delle prime Leghe
contadine, una “rossa” e una
“bianca” e della competizione
che nacque subito tra socialisti e
cattolici e che durò fino allo
scoppio della prima Guerra
Mondiale. Sempre a Cori nasce
il primo partito nazionalista. Il
libro di Dario Petti racconta la
storia del tempo, un volume
scritto con grande impegno dopo
aver fatto una fitta ricerca incentrata soprattutto
sulla
stampa
dell’epoca,
negli Archivi di
Stato di Latina e
Roma e in quello comunale di
Cori. Uno dei
protagonisti del
libro è Cesare
Pistilli, il fondatore e primo
Antonio Pennacchi
segretario sia del circolo giovanile socialista nel 1912 sia della
sezione PSI nel 1915. E’stato un
corrispondente dell’ “Avanti” e
di altri periodici socialisti; raccontò e diresse insieme al fratello Saverio le lotte per l’emancipazione della classe contadina
corese. Con l’avvento del fascismo viene perseguitato dalle
camicie nere e costretto a lasciare il paese. Un giornale fascista
del tempo, “Patria”, sottolineava
la presenza di una militanza
socialista presente a Cori. Cesare Pistilli una volta lasciato il
paese si reca a Roma dove
muore nel 1927 piegato dalla
tubercolesi a soli 33 anni. La
salma fu trasferita a Cori solo
nel 1980 quando il tempo ne
aveva cancellato il ricordo.
Foto di Gianfranco Compagno
https://www.facebook.com/an
nales.edizioni
- ISBN-13: 9788890901843
Sartoria - Riparazioni
ANNETTE
Sandra Andriolo
Non lasciare i tuoi vestiti
nell’armadio, noi te li
trasformiamo con la nostra creatività, li
modernizziamo,
garantendoti la qualità
e la nostra esperienza
Aprilia - Via dei Lauri, 115 tel. 366.1915347
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
pagina 35
QUALCHE COMODO COLPEVOLE
SU CUI INVEIRE
di Salvatore Lonoce
Cari amici lettori, oggi viviamo
in un sistema sociale e politico
dove la periferia è contro il centro, i diseredati (tra cui possiamo
annoverare gli ex politici) contro
i privilegiati, gli invisibili contro
i fin troppo visibili. In mezzo c’è
la scomparsa della cultura apriliana.
In città si svolge una lotta senza
dignità o bellezza, una lotta di
acrobati fallimentari, che non si
preoccupano più della bellezza
sociale cittadina, cercano solo di
arrivare alla sponda opposta sani
e salvi….
Questa conflittualità, ad Aprilia,
esisterà sempre, anche se sottotraccia, non credo ci sia da illudersi lo scontento generalizzato
del nostro decennio creerà solo
personaggi, comandanti occasionali.
E´ ancora presto, ma credo che
Aprilia sia sull’orlo di un drammatico abisso, o ci cade dentro o
se ne sottrae con uno scatto che,
probabilmente, avrà esso stesso
qualcosa
di
drammatico.
Negli immensi quartieri apriliani
si annidano tutte le nostre contraddizioni pronte a esplodere
anziani che stanno morendo
mentre ricordano un’altra Aprilia. Un semplice insieme di quadri, di scene, che mostrano questi
non-apriliani, con la sensazione
di conoscerli e cosa furono ma,
questo non ha nulla a che vedere
con l’allucinante realtà di oggi,
una bolla vuota di forma cittadina, che non intrattiene alcuna
empatia con gli altri concittadini.
Mi viene ancora alla mente il
ricordo di Mani Pulite, sembrava
l’avvio di una nuova era, un
repulisti che avrebbe come per
incanto risolto tutti i problemi e
consegnato alla rappresentanza
politica dei nuovi condottieri
immacolati.
Oggi sappiamo bene come è
andata a finire, quelli che sono
arrivati dopo, fra orge e ladrocini
di ogni tipo, hanno fatto impallidire i loro colleghi di inizio anni
novanta e che oggi in confronto
sembrano dei pivellini.
Cari amici lettori, la dimensione
dell’abisso di marciume a cui
siamo arrivati e la valanga di
soldi rubati o sprecati dai politici
è ancor più scandalosa in questo
periodo in cui ci martellano che
siamo in crisi, che non ci sono
soldi, che i servizi pubblici si
devono pagare e bla, bla…
La possibilità di comprendere il
perché di questa situazione senza
fine può essere varia, c’è chi dice
che l’occasione fa l’uomo ladro,
c’è chi dice che i politici sono
tutti ladri, fatto sta che non si può
pensare di liquidare il tutto con le
solite analisi da bar dello sport.
C’è qualcosa di più profondo e
grave, poiché in ogni ambito
della vita sociale apriliana si assiste quotidianamente a soprusi e
malefatte di ogni tipo, dal disprezzo e distruzione dell’ambiente cittadino, al menefreghismo
per gli altri che non rientrino
nella cerchia dei parenti stretti.In
Aprilia siamo pieni di persone
del genere che pensano di essere
tanto furbi e credono che fregare
tutto e tutti sia una cosa normalissima come respirare, e quindi
cosa ci si potrà aspettare dai
nostri politici se non lo stesso
atteggiamento?!
Lungi dal voler in alcun modo
trovare delle giustificazioni, è
evidente che il nostro politico
non nasce così per caso, è il prodotto di una società apriliana
malata dove si è perso ogni senso
della ragione, del senso civico,
mentre si è accentuata la ricerca
di soldi, di visibilità, tutti fanno
carte false per ottenerli.
Puntare il dito è facile ma lo si
dovrebbe fare prima su se stessi e
chiedersi se, con le dovute proporzioni, nel proprio piccolo non
ci si comporterebbe esattamente
come loro.
In fondo prima di diventare tali
anche loro, i nostri politici, erano
concittadini “normali cittadini
apriliani”.
Illudersi come negli anni novanta
che arriveranno altri politici
senza macchia e senza paura che
cambieranno tutto in meglio,
significa non aver compreso che
se anche arrivassero davvero
questi soggetti e facessero chissà
quali azioni e delibere bellissime,
sarebbero i primi ad essere fatti
fuori dal popolo apriliano assai
arrabbiato per aver dato fine ai
privilegi, soprusi, accomodamen-
ti in Piazza Roma di: fratelli,
sorelle, mogli, zii, amanti e mariti.
Si dà colpa ai politici anche perché ci si era illusi o si sperava che
delegando tutto a loro in qualche
modo noi ce ne lavavamo le mani
e nonostante li sorprendiamo con
le mani nel sacco li continuiamo
a votare perché altrimenti ci si
dovrebbe occupare direttamente
del proprio destino e non si
avrebbe più qualche comodo colpevole su cui inveire.
Cari amici lettori. ancora una
volta il vero e reale cambiamento
della nostra società, parte da noi,
è una strada lunga e impegnativa
ma è l’unica che può davvero
funzionare, il resto sono solo più
o meno comode illusioni.
È stato inaugurato venerdì 25 luglio 2014
PALERMO, IL GIARDINO DELLA LIBERTÀ DI STAMPA
L’area scelta si trova tra la via Francesco Crispi, la Prefettura ed il
monumento dedicato alle vittime della mafia, in piazza XIII Vittime
di Guido Columba*
E’ stato inaugurato a Palermo il Giardino della Libertà di
stampa; l’area scelta si trova tra la via Francesco Crispi,
la Prefettura ed il monumento dedicato alle vittime della
mafia, in piazza XIII Vittime. Erano presenti, tra gli
altri, il vice-prefetto Maria Rosa Trio, il questore Maria
Rosaria Maiorino, i comandanti regionali di Guardia di
finanza ed Arma dei carabinieri, generali Ignazio Gibilaro e Giuseppe Governale, i magistrati Leonardo Agueci,
re i giornalisti, per ostacolare il cammino della stampa
libera, per intrappolare la libertà di informare. Ma noi
teniamo duro. Per il momento ci accontentiamo di far
salire l’Italia di un gradino nella classifica mondiale. E lo
facciamo con questo Giardino. Da 49esima a 48esima.
Palermo lancia la sfida ai contrabbandieri della verità, ai
pirati che vogliono negarci il diritto sacrosanto di informare la gente liberamente”. Per il sindaco di Palermo,
Leoluca Orlando, “il Giardino della Libertà di stampa
rappresenta un’altra tappa di un cammino comune che
Il Giardino della Libertà di stampa
(foto palermotoday.it
cata ai giornalisti “uccisi da mafie e terrorismo e nel
nome della libertà di informazione”.
L’Assostampa siciliana era rappresentata dal presidente Giancarlo Macaluso e l’Ordine dei Giornalisti dal
vicepresidente Maria Teresa Di Fresco.
Foto Archivio G.Compagno
*Presidente Unione Nazionale Cronisti Italiani
(Federazione Nazionale Della Stampa Italiana)
Latina 1.7.2010) la manifestazione dei giornalisti pontini
Leonardo Guarnotta e Matteo Frasca. “Questo Giardino
- ha detto Leone Zingales, Presidente dell’Unci Sicilia e
ideatore del progetto - vuole ricordare non solo tutti i
giornalisti caduti nell’adempiere un dovere fondamentale in una società democratica, quello di informare i cittadini, ma anche il valore della libertà di stampa, indice del
livello di democrazia raggiunto e garanzia di trasmissione alle future generazioni di un sapere collettivo ricco di
valori positivi condivisi perchè sedimentati criticamente
nelle coscienze dei cittadini. Purtroppo - ha concluso
Zingales - si affacciano nuove proposte per imbavaglia-
vede impegnati Amministrazione e cronisti nel solco
della difesa dei valori fondanti della democrazia”. Alessandro Galimberti, componente della Giunta esecutiva
dell’Unci, ha detto che “le minacce alla libertà dell’informazione, e perciò alla democrazia, non arrivano solo
dalla malavita organizzata ma anche e soprattutto dalle
classi dirigenti del Paese. La riforma della legge sulla
diffamazione a mezzo stampa al vaglio del Senato - ha
concluso Galimberti - è un bell’esempio di propaganda
ma una pessima e pericolosa legge”. La cerimonia si è
conclusa con la scopertura di una targa marmorea dedi-
AUGURI AI NEO SPOSI
MELANIA E RICCARDO
DA TUTTI GLI AMICI E PARENTI.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 36
1 - 31 Agosto 2014
APRILIA - MONUMENTI A ERIC FLETCHER WATERS :
MEMORIALI DIMENTICATI
L’Associazione “un ricordo per la pace” richiede al Comune di Aprilia
di programmare una valorizzazione dei monumenti ai caduti dispersi del 1944
di Elisa Bonacini
unricordoperlapaceblogspot.it
Sono passati solamente poco
più di 5 mesi dall’evento straordinario che ha visto la presenza
del leader dei Pink Floyd Roger
Waters ad Aprilia per l’inaugurazione dei monumenti in
memoria del padre disperso nei
combattimenti ad Aprilia il 18
febbraio 1944 e dei caduti senza
sepoltura. Di quelle fantastiche
informazione più autorevoli
spesso faticarono ad individuare in Aprilia il luogo dove si
sarebbe svolta l’importante
cerimonia, indicando spesso la
località di Anzio.
Il mio grande rammarico quindi, essendo Aprilia mia città di
adozione, è quello (col senno
del poi) di avere lavorato tanto
per rendere possibile questo
evento a favore di Aprilia
mentre a trarne maggiore bene-
17 febbraio 2014 la cerimonia in memoria
di Eric Fletcher Waters ai Pontoni
giornate non rimane che un
antico ed offuscato ricordo. Ad
oggi infatti nessuna ripercussione positiva per la Città di Aprilia, una grande opportunità
persa. L’icona del fallimento si
era materializzata già in quei
giorni nella cittadinanza onoraria conferita a Waters dalla
Città di Anzio, la cui Amministrazione ha dimostrato grandi
capacità intuitive, cogliendo al
volo questa ulteriore possibilità
di attenzione e di valorizzazione per la ridente cittadina balneare .
Grazie alla cattiva gestione
mediatica nella preparazione
dell’evento anche le fonti di
ficio sembra essere la Città di
Anzio, almeno fino ad oggi!
(vedi anche il bel concerto dedicato a Roger Waters lo scorso
18 luglio).
Nonostante tutto sono orgogliosa di avere contribuito alla realizzazione di quello che appariva inizialmente un sogno irrealizzabile, riuscendo a mettere in
contatto nel 2012 il manager di
Waters con Harry Shindler che
poi, con il consenso di Roger,
iniziò le sue ricerche sul padre,
il sottotenente Eric Fletcher
Waters. E’ grazie a Shindler ed
alla sua incredibile capacità
persuasiva sulla rock star, che il
leader dei Pink Floyd è approdato il 18 febbraio 2014 qui ad
Aprilia (e poi a Anzio).
Ma i memoriali inaugurati il 17
ed il 18 febbraio ai Pontoni e
all’Istituto Rosselli di Aprilia
necessitano di un’opera di ulteriore valorizzazione e di rifiniture che ad oggi non sono state
ancora messe in atto.
Il raggiungimento del monumento in via dei Pontoni, ad
esempio, mette in difficoltà non
solo i turisti, ma persino i residenti che vogliono farvi visita :
non una segnaletica di riferimento e/o cartelli informativi
17 febbraio 2014 Roger Waters pianta un ulivo simbolo di
pace al centro del memoriale ai Ponton
nè in centro
Aprilia,
tanto
meno sulla SS
Nettunense
e
sulla SS Pontina
148.
Ed è sulla base di
queste
carenze
che nei giorni
scorsi quale Presidente dell’Associazione
“UN
RICORDO PER
LA PACE” promotrice con Harry
Shindler dell’iniziativa dei monumenti ad Aprilia
in memoria dei
caduti dispersi del Luglio 2014 : il monumento in via dei
Pontoni risente già dei danni del
1944 ho formalizzato presso gli uffi- tempo, ma è ancora privo di cartelli
informativi e di un'area di sosta
ci di protocollo del
per auto e bus turistici
Comune di Aprilia
questa richiesta che sintetizzo a stio della “pavimentazione” in
pietre ai lati del memoriale
seguire :
“ In un ottica di valorizzazione stesso.
culturale e turistica del territo- Si ritiene necessaria anche
rio di Aprilia ed in riferimento un’attenzione maggiore per il
alle importanti cerimonie di percorso che dalla Nettunense
inaugurazione dei monumenti conduce in via dei Pontoni,
ai caduti dispersi del 18 e il 19 strada che attualmente è
febbraio avvenuti alla presenza costeggiata da una vegetazione
della star internazionale Roger invasiva della carreggiata e da
alcune discariche abusive di
Waters;
Sulla base di numerose critiche rifiuti. Un panorama poco edie lamentele pervenutemi da cit- ficante per i visitatori, un bruttadini di Aprilia nonché da turi- to biglietto da visita per la
sti inglesi e americani, si richie- nostra Città di Aprilia”.
de all’Amministrazione Comu- Attendiamo quindi fiduciosi un
nale di Aprilia di provvedere esito positivo a queste sollecitaquanto prima all’installazione zioni, nella speranza che l’imdi una segnaletica stradale portanza ed il significato di
multilingue di riferimento ai questi memoriali in Aprilia non
monumenti e di cartelli storico- siano esauriti nelle giornate
straordinarie del 17 e 18 febinformativi specifici.
Appare pure urgente in Via dei braio, ma che promuovano la
Pontoni la realizzazione di un’ valorizzazione della nostra stoarea di sosta per autoveicoli e ria e del nostro territorio ed un
bus turistici con relativo spazio maggiore apprezzamento dei
di manovra (come era stato dis- valori della libertà e della
democrazia per i quali hanno
cusso in fase progettuale).
E’ pure consigliabile un sopral- sacrificato la vita migliaia e
luogo di tecnici competenti per migliaia di giovani soldati provalutare la sicurezza nel calpe- venienti da tutto il mondo.
NEL 70° DALLA LIBERAZIONE IL COMUNE DI S.MARIA NUOVA, HA CONFERITO
LA CITTADINANZA ONORARIA A HARRY SHINDLER
Partecipò alle operazioni belliche nel Comune marchigiano nel luglio 1944
di Elisa Bonacini
unricordoperlapaceblogspot.it
Sabato 19 luglio il Comune di
S. Maria Nuova (Ancona)
durante la manifestazione per
il 70esimo anniversario della
Liberazione dall’occupazione
nazi-fascista ha conferito la
cittadinanza benemerita al
veterano britannico Harry
Shindler per avere partecipato
alla liberazione del Comune
marchigiano nell’estate del
1944.
Shindler, nato a Londra nel
luglio 1921, allora era soldato
semplice nel reggimento
Royal Electrical and Mechanical Engineers, Partecipò
alle operazioni che seguirono
lo “sbarco di Anzio” (“operation shingle”) ed alla liberazione di Roma. In seguito
Shindler risalì l’Italia da Anzio
a Firenze, e lungo la “linea
dicembre 2013 Harry Shindler
all'esposizione storica un
ricordo per la pace al Rosselli
di Aprilia
gotica” fino ad arrivare a
Trieste.
Harry non ha potuto essere presente alla cerimonia per motivi di salute.
Ha ritirato in sua vece
l’onorificenza il Colonnello Duncan Venn
Addetto Militare per la
difesa della Gran Bretagna in Italia.
Dopo un periodo abbastanza critico, le condizioni di salute del veterano inglese, che ha compiuto 93 anni lo scorso 17
luglio, stanno migliorando. Ha ripreso il suo
lavoro di ricerca a tutela
della memoria degli
avvenimenti bellici della
seconda guerra mondiale
e mi ha comunicato di 19 febbraio 2014 Il Colonnello
avere risolto un altro caso di Venn Duncan ed Harry Shindler
un soldato alleato disperso.
nella residenza dell AmbasciaHarry, che ho contattato qualtore Britannico a Roma
Harry Shindler a Napoli nel
1944
che giorno fa telefonicamente,
rivolge il suo saluto ai cittadini di Aprilia e mi ha promesso
di ritornare presto a farci una
visita. Ti aspettiamo Harry!
Congratulazioni per il tuo
nuovo riconoscimento e tanti
auguri per i tuoi splendidi 93
anni !!!
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
LA PSICOLOGA RISPONDE
Dott.ssa Anna De Santis
(Psicologa - Psicoterapeuta)
IPOCRISIA E RAPPORTI
INTERPERSONALI
Faccio parte di un gruppo di persone che stabilmente si incontrano per ballare e passare delle ore
piacevoli insieme. In questo gruppo ci sono alcune signore che
confabulano con evidenti pettegolezzi, il modo di vestire, di comportarsi e di ballare di altre
signore. La cosa che mi lascia
perplessa e che le stesse adottano
un comportamento gentile e complimentoso verso coloro che criticano a dismisura. Ogni volta che
le vedo mi domando come facciano a comportarsi così. Possibile
che non si rendano conto che quel
loro modo di fare è evidente agli
occhi di tutti? Ma la cosa più
assurda è che anche chi subisce le
loro critiche di nascosto, pur
avendo dei sospetti, si comportano come nulla fosse, elargendo
larghi sorrisi di finto rispetto.
Dunque anche loro si comportano
da ipocriti. Allora mi domando:
ma è possibile che siamo circondati più da ipocriti che da persone
semplici e spontanee? E cosa fare
in questi casi?
LUDOVICA
L’ipocrisia è un atteggiamento
intenzionalmente incoerente tra
azioni svolte e valori enunciati. E’
ipocrita chi afferma una determinata idea e poi si comporta in
maniera contraddittoria ad essa.
Può essere definito un inconscio
meccanismo di difesa più che un
volontario inganno. Ci si sente per
così dire costretti a fingere un
comportamento ossequioso, verso
quella persona oggetto di critica
con gli altri, per nascondere il proprio giudizio negativo. La critica
che la persona esprime con gli
altri, per certi versi, va tenuta
nascosta a colui che ne viene investito. Si crea quasi come una sorta
di sotterfugio tacito, e ammesso
dalla maggior parte delle persone
come uno comportamento di quel
momento. Tutti almeno una volta
nella vita siamo stati ipocriti. E’
difficile pensare che esista una
persona che non lo sia mai stato.
L’ipocrita pertanto è un tipo che
vuole apparire diverso da quello
che è. È uno che afferma un’idea e
poi si comporta in maniera opposta. Si mostra un esempio di virtù
e di buone qualità ma invece è tutt’altro. In sostanza è uno che finge
continuamente. Quando l’ipocrisia è patologica, quando diventa
un modo stabile e persistente di
relazionarsi con gli altri e con se
stessi. Quando viene attuata come
una manipolazione automatica
delle percezioni altrui e quando
stabilisce una contraddizione tra
ciò che si dice e come si sembra e
ciò che si fa e si sente di essere,
l’ipocrisia diventa un vero e proprio stile comunicativo fuori dal
controllo cosciente di chi la adotta e talmente profondo da generare potenti auto-inganni. Insomma,
Giorni Felici
in un intrico di doppie attribuzioni, sotterfugi e bugie l’ipocrita
finisce per diventare vittima di se
stesso. Cosa fare, allora? L’errore
più comune è cercare chiarimenti
impossibili, stabilire equilibri
nuovi basati sul compromesso e
sulla reciprocità. Posto di fronte al
chiarimento l’ipocrita contrattacca o, quando sembra arretrare con
sincere scuse, conserva un senso
di rivalsa che, prima o poi, eserciterà su chi ha osato smascherarlo.
Meglio prendere atto dell’identità
della persona con cui si ha a che
fare e ridefinire le distanze senza
dichiararlo, e attuare un progressivo e prudente allontanamento. L’ipocrisia è affascinante, purtroppo,
perché ha il potere di tenerci in
scacco in un gioco di doppi messaggi e di comportamenti enigmatici. Ma una volta riconosciuta la
dinamica, meglio allontanarsene il
prima possibile.
PRIMA DI ESSERE CORPO,
SIAMO MENTE.
Vorrei essere bella tonica senza
nessuna fatica. Ci sono tanti giornali che promettono di dimagrire
in fretta e senza sacrifici. Ma
tanto se non fai la fame non perdi
neanche un etto. Sarebbe troppo
bello se si innescasse un meccanismo che facesse tutto da solo
senza che io dovessi mettermi
d’impegno per attivarlo. E sì, perché la dietologa dove sono andata
mi ha detto che devo mettermi a
dieta ferrea. Come faccio? Non
riesco neanche a pensarci che mi
viene l’ansia. I primi due giorni
mi impegno, ma dopo mi mangio
anche le gambe del tavolo! Ora le
domando, ma è possibile che non
esista nulla che possa dare alla
pagina 37
mente quell’input che faccia sì
che la persona rimanga serena
durante una dieta?
ERNESTA
Abbiamo sentito dire tante volte
che corpo e mente sono un tutt’uno. Quello che la mente pensa si
ripercuote sul corpo e viceversa.
Durante una dieta la mente ha
fame e quindi trasmette al corpo
una forma di sofferenza. Tutto
parte da essa, altrimenti non si
spiegherebbe come mai persone
che mangiano pochissimo si sentono sazie e persone che mangiano tantissimo percepiscano il
senso della fame. Allora è vero,
prima di essere corpo, siamo
mente. Le voglio proporre un
“gioco”, signora Ernesta, utilizzando la nostra mente possiamo
raggiungere dei traguardi davvero
inverosimili. Ad esempio, è stato
sperimentato che alcuni atleti si
sono mantenuti tonici solamente
guardando, attraverso un video,
altri atleti che si allenavano duramente. La sola visione di quei
movimenti innescava un meccanismo mentale che azionava i
muscoli con micromovimenti non
percettibili alla vista. Davvero
sensazionale! Allora, un giorno,
ho voluto sperimentare su me
stessa questa specie di allenamento. All’inizio non ci credevo, ma
dopo due settimane, incredibilmente, ho percepito i miei muscoli più tonici, tanto che alcune persone mi hanno domandato che
tipo di esercizi fisici stessi praticando. Quando smisi di allenarmi
in modo “mentale”, anche i miei
muscoli si adeguarono alla mia
normale attività quotidiana. Bene,
si capisce da sé che l’input nasce
dalla nostra mente e che poi si
ripercuote su tutto il corpo, ma
soprattutto sui nostri comportamenti. Gli input più potenti sono
le immagini, perché innescano un
processo di sensazioni fisiche in
cui la persona percepisce di essere
nel luogo osservato. Oppure si
identifica con le persone osservate. Per raggiungere qualunque
obiettivo, allora, bisognerebbe,
sempre, osservare ed imitare colui
che l’ha raggiunto. Vivere a stretto contatto con una persona che
mangia in modo equilibrato farà si
che anche l’altra si adegui a quel
regime, e viceversa. Noi, esseri
umani, imitiamo inconsapevolmente gli altri e poi percepiamo
inconsapevolmente dei risultati.
Guardare dei video dove ci sono
persone che mangiano in modo
equilibrato, prima o poi si finirà
per imitarli. Sta tutto lì: osservare,
imprimere l’immagine per alcuni
giorni e poi, come per incanto, ci
ritroviamo a fare, a mangiare e a
comportarci, proprio come le persone osservate. Non a caso i
ragazzi che amano i loro fans, si
vestono come loro, parlano come
loro creando così una nuova identità vissuta come propria.
Per porre domande alla dott.ssa
scrivi a: Dott.ssa Anna De Santis ad Aprilia in via Mozart1 (di
fronte
Conforama)
tel.
393.6465283 o inviare una email al seguente indirizzo di
posta elettronica:
a1 [email protected]
Sono attivi gli incontri di
gruppo CODIP
Per informazioni
347.6465458
393.6465283
www.codip.org
e mail:[email protected]
Per festeggiare qualsiasi ricorrenza scrivi o invia un e-mail
al GIORNALE DEL LAZIO Via E. Fermi, 18 - 04011 APRILIA
e-mail: [email protected]
(gli auguri con foto verranno pubblicati gratuitamente)
Ti stai invecchiando...
Tanti auguri ad Enzo
che il 13 luglio ha
festeggiato 48 anni.
Dalla famiglia
Citarella, da
Maria e figli.
Tanti auguri a Matteo che il 16 agosto compie
il suo primo anno. Dai suoi zii
Gianluca e Olha
BUON COMPLEANNO A GIUSEPPE CHE
IL 19 LUGLIO HA COMPIUTO 18 ANNI!
E' arrivato un giorno molto speciale per la tua
vita: i 18 anni!! Finalmente sei diventato
maggiorenne e ti auguriamo di realizzare tutti i
tuoi sogni! Nonno, Nonna, Mamma, Papà,
Danilo, Mirei; parenti ed amici tutti!
il 3 agosto LORENZO CHIAPPINI festeggera'il suo
primo compleanno...un grandissimo augurio di BUON
COMPLEANNO E UN GRAZIE per aver riempito i
nostri cuori con la tua gioia e i tuoi sorrisi.
MAMMA ,PAPA E ANDREA
Tanti auguri ad Anna che il 13 luglio ha
festeggiato 68 anni. Auguri dalla tua
famiglia, da Carlo e famiglia
Tanti tanti tanti cari auguri di buon compleanno,
dalla tua meravigliosa famiglia..... con affetto!!!
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 38
1 - 31 Agosto 2014
FINALMENTE ANCHE AD APRILIA E’ ARRIVATA LA SEDAZIONE COSCIENTE…..
IL TRATTAMENTO ODONTOIATRICO CHE SCACCIA IL TERRORE DEL DENTISTA
Analgesia Sedativa (Sedazione Cosciente). Paura del Dentista? Da oggi non sarà più un problema!
★
ASTROLOGIA
★
zione cosciente”, è un’innovativa tecnica introdotta in Italia
negli ultimi anni e consiste in
una miscela di Ossigeno e Protossido d’Azoto (il cosiddetto
gas esilarante) che mira alla
completa sedazione del paziente.
Questa tecnica può essere
invasiva per il paziente?
Tale tecnica non comporta la
perdita dei riflessi protettivi
(ovvero la capacità di mantenere in modo autonomo la pervie-
★
★
★
★
tà delle vie aeree e rispondere
adeguatamente agli stimoli fisici e ai comandi verbali) e si
limita a fornire una condizione
di rilassamento, amnesia e/o
controllo del dolore durante
l’intervento. L’effetto è quasi immediato: il paziente percepisce una piacevole
sensazione di leggerezza e di completo
benessere, pur rimanendo perfettamente
cosciente. Le paure
e le tensioni si trasformano in una
sensazione di sicurezza, il tempo passa
rapidamente e si
hanno pensieri piacevoli.
Al termine della
seduta il paziente è
in grado di lasciare
lo studio da solo?
Quando la seduta è
terminata e l’effetto
del gas è scomparso,
il paziente è in grado
di lasciare lo studio
dentistico da solo, in
condizioni fisicomentali perfettamente normali.
L’analgesia sedativa si rivela un metodo assolutamente
sicuro, in quanto non causa
allergie, non è tossico né irritante e non viene metabolizzato
dall’organismo ma semplicemente eliminato attraverso la
respirazione. Questa metodica
è adatta a tutti i principali tipi di
interventi odontoiatrici, come
l’igiene, la conservativa, la protesi, l’endodonzia, le estrazioni,
la chirurgia parodontale e gli
★
★
★
★
impianti.
È inoltre adatta a tutti i pazienti, in particolare ai bambini (spesso molto poco collaborativi), ai pazienti particolarmente fobici che hanno il terrore della sedia del dentista e ai
diversamente abili , ai quali è in
tal modo possibile evitare l’anestesia totale .
Quando ,invece, sconsiglia la
sedazione cosciente?
La sedazione cosciente non è
consigliabile nei primi 3 mesi
di gravidanza, nei pazienti tossicodipendenti, in quelli che
stanno seguendo una cura a
base di antidepressivi, in caso
di infezioni polmonari acute e
di gravi malattie mentali. Al di
là di queste eccezioni, la sedazione cosciente o analgesia
sedativa che dir si voglia è una
metodica, caldamente consigliabile in odontoiatria, che è
in grado di modificare in modo
significativo il rapporto paziente/dentista. Il primo, infatti,
viene in tal modo visto come un
individuo che necessita non
solo di cure ma anche della
dovuta serenità psico-fisica
necessaria al fine di poter
affrontare l’intervento. Dal
canto suo il dentista, trovandosi
di fronte un paziente decisamente più rilassato e collaborativo, ha maggior libertà e tranquillità per operare.
★
★
Da oggi la tua odontofobia
(paura del dentista) non sarà
più un problema: arriva l’analgesia sedativa e puoi dire basta
al dolore ai denti. Basta poco a
preoccupare il paziente, a renderlo teso ed impaurito, quasi
come se fosse indifeso alla
vista o al rumore di un trapano,
come solitamente succede ai
pazienti alla vista di qualsiasi
arnese dell’odontoiatria; ma
ecco che l’analgesia sedativa,
che desensibilizza la mucosa
orale, priva il paziente dal suo
stato di dolore e, quindi, paura;
infatti, l’analgesia sedativa,
oltre ad eliminare il dolore, è in
grado anche di conferire al
paziente un senso di benessere
una vera e propria fobia. Al fine
di ovviare a questo problema,
possiamo venire incontro ai
pazienti più timorosi tramite
l’analgesia sedativa. Nota
anche con il termine di “seda-
★
Dott Giuseppe Grech
perfezionato in chirurgia
orale, endodonzia, protesi
paradontologia, implantologia
Master 2 livello chirurgia
orale università la Sapienza
Per porre le domande al
dott Grech Giuseppe scrivi a:
[email protected]
INFO 06.9276800 333.3949769
e tranquillità che, perciò, rende
meno infernale qualsiasi trattamento odontoiatrico.
Sentiamo il parere di un
ESPERTO il Dott. Giuseppe
Grech Odontoiatra, il quale
utilizza, nel suo studio, questa
tecnica innovativa.
Cos’è l’Analgesia Sedativa?
Detta anche sedazione cosciente, quella dell’analgesia sedativa è una tecnica innovativa che
permette ai pazienti di sottoporsi a cure odontoiatriche mettendo completamente da parte la
paura e lo stato ansioso che tutti
i pazienti provano una volta
entrati in uno studio odontoiatrico.
Quando consiglia l’Analgesia
Sedativa?
L’uso dell’analgesia sedativa è
consigliata a tutti i pazienti che
soffrono e sono soggetti ad
attacchi di ansia e di panico,
che hanno vissuto un’esperienza traumatica dal dentista e che,
una volta entrati nella sala d’attesa dello studio odontoiatrico,
vanno via dopo qualche minuto
sapendo che è giunto il momento della resa dei conti con la
poltroncina e gli arnesi connessi. L’analgesia sedativa è vivamente consigliata anche ai
bambini poiché risultano essere
sempre molto impauriti alla
vista di un trapano o anche di
un semplice specchietto di controllo.
Sottoporsi ad un intervento
dentistico può risultare incredibilmente traumatico per molti
individui. Numerose persone
soffrono della cosiddetta
“paura del dentista”, che in
alcuni casi assume la forma di
★
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
L’AVVOCATO RISPONDE
EREDITA’ LEGITTIMA E LEGITTIMARI:
CHI HA DIRITTO ALL’EREDITA’?
Per porre domande scrivere e-mail: [email protected]
Io non vorrei dividere con questi parenti che sono quasi degli
sconosciuti e credo che la
volontà dello zio abbia un valore e debba essere rispettata, ma
sono molto confusa e non ho
capito se il testamento è valido
oppure no…mi può aiutare a
chiarirmi le idee su ciò a cui ho
diritto?
Grazie.
Alessandra C.
Avv. Margherita Corneli
Gentile Avvocato Corneli, mi
chiamo Alessandra, la scorsa
settimana è venuto a mancare
un anziano zio al quale ero
molto affezionata, fratello di
mia madre.
Questo zio era rimasto vedovo
già da molti anni e, purtroppo,
non aveva avuto figli tant’è che
ha sempre considerato me, che
vivevo accanto a loro, come
tale.
Prima di morire aveva manifestato verbalmente, in presenza
di altri familiari, la volontà di
lasciare a me la sua casa e, con
un testamento scritto di suo
pugno e lasciato ad un Notaio,
mi ha addirittura nominata
erede di tutti i suoi beni, che
comunque si riducono alla
casa, appunto, e a pochi risparmi depositati su di un libretto
postale.
Nonostante questa volontà
fosse già nota a tutti, due miei
cugini, figli di un’altra sorella
del defunto, già morta da anni
anche lei, nonostante vivano a
oltre seicento chilometri da noi
e non abbiano mai avuto rapporti con questo zio, hanno iniziato a protestare sostenendo di
essere eredi legittimi anche loro
e che pertanto hanno diritto ad
una quota del patrimonio.
Cara Alessandra,
prima di risponderle è necessario fare chiarezza su due istituti
profondamente differenti che
spesso, però vengono confusi.
Diciamo subito che la successione mortis causa,così viene tecnicamente chiamata la successione
in caso di morte, può avvenire
con due modalità: tramite un
testamento col quale il testatore
dispone di ciò che dovrà accadere alla sua morte dei suoi beni, o
parte di essi, e la successione ab
intestato, cioè, senza testamento, detta più comunemente “successione legittima”.
Quando la successione ereditaria
avviene in assenza di testamento, o con un testamento che dispone solo parzialmente dei beni
ereditari, si parlerà di successione legittima, perché la sorte dei
beni sarà integralmente (o,
appunto, parzialmente) decisa
da disposizioni di legge .
Il soggetto chiamato all’eredità
dalla legge sarà, quindi, l’erede
legittimo.
Quando, invece, si parla di erede
legittimario, si fa riferimento a
un istituto completamente diverso che trova la propria disciplina
nella parte generale della normativa sulle successioni, ed in particolare nell’art. 457 e negli artt.
536 e seguenti del codice civile.
In sostanza, l’erede legittimario
è colui al quale la legge garantisce una quota di eredità, è cioè
colui che non solo deve ereditare,indipendentemente dalle decisioni che il proprietario dei beni
possa assumere mediante la
redazione di un testamento, ma
anche colui al quale è la stessa
legge che riconosce la quota
minima di patrimonio che gli
spetta. Il principio è chiarito
dall’art. 457 del codice civile
che precisa come “le disposizioni testamentarie non possono
pregiudicare i diritti che la legge
riserva ai legittimari”; quindi, al
momento della redazione del
testamento, il testatore, non
potrà disporre liberamente di
tutto il proprio patrimonio, anzi,
qualora abbia coniuge e figli,
oppure, in mancanza di questi,
genitori ancora in vita, la quota
liberamente disponibile è veramente residua.
La quota vincolata è detta “legittima” o “di riserva” e deve essere riservata ai soggetti stabiliti
dalla legge; la quota della quale
il soggetto può disporre è detta
“disponibile”; di quest’ultima
quota il testatore è libero di fare
ciò che vuole. Potrebbe destinarla a chiunque, anche a chi non è
erede legittimo nel senso sopra
chiarito (per esempio ad un caro
amico, oppure alla badante che
si è presa cura di lui ecc.)
Proprio la circostanza che la
quota vincolata dalla legge sia
detta “legittima” è la fonte, probabile, degli equivoci sul punto.
Volendo chiarire il concetto, si
dirà che l’erede legittimo ha
diritto a una quota (senza specificazione) dell’eredità; l’erede
legittimario, invece, è il soggetto
che ha sempre diritto alla propria quota legittima.
Per l’ipotesi in cui questa quota
non venga rispettata, la legge
prevede dei rimedi, ovviamente
giudiziali, affinché i soggetti lesi
nei loro diritti possano recuperare la titolarità della quota di ere-
Ascolta la radio anche dal tuo
Smartphone/Tablet. Scarica l’App.
gratuita Radio Lazio Sud su Google Play
pagina 39
dità che loro spetta.
I legittimari, secondo la legge
(art. 536 del codice civile) sono
il coniuge, i figli (tutti, dato che
non vi sono più differenze tra
figli legittimi, naturali e adottivi)
e gli ascendenti (cioè i genitori o
i
nonni).
I figli escludono la sussistenza di
un diritto alla legittima in capo
agli ascendenti. Ulteriore precisazione è che al coniuge, spetta
sempre il diritto di abitazione
sulla casa adibita a residenza .
Pertanto, se vi è un testamento,
questo non potrà ledere i diritti
degli eventuali legittimari per
cui il testatore potrà disporre
solo della quota di legittima, al
contrario se questi soggetti non
vi sono il testatore potrà disporre come meglio crede dei suoi
beni, anche ignorando del tutto
quella che sarebbe stata la successione legittima (cioè per
legge) in mancanza di testamento.
Possiamo pertanto affermare che
gli eredi legittimari sono sempre
anche eredi legittimi mentre non
sempre gli eredi legittimi sono
anche legittimari.
Parlando di successione legittima, cioè lo ricordo, una successione senza testamento, vale, in
primo luogo, il principio per cui,
quanto ai parenti, il prossimo
(inteso quale il più vicino in
grado) esclude i seguenti.
I figli sono i “primi” eredi e succedono in parti uguali; se non vi
sono figli, succedono gli ascendenti, ma per stirpi, ovvero metà
agli ascendenti paterni e metà ai
materni, indipendentemente dal
loro numero. Se gli ascendenti
non sono di grado uguale (si
pensi ad una madre e a un
nonno) il più vicino esclude l’altro, indipendentemente dalla
stirpe di appartenenza.
In assenza di figli, genitori o
ascendenti, succedono i fratelli e
le sorelle in parti uguali i quali
però sono eredi legittimi ma non
legittimari, cioè a loro non è
destinata alcuna quota di riserva.
In assenza di fratelli (o di loro
discendenti), la successione si
apre in favore di altri parenti,
non oltre il sesto grado.
Veniamo, invece, al coniuge.
Egli, se concorre con un figlio,
ha diritto a metà del patrimonio;
se concorre con più figli a un
terzo; questi sono tutti soggetti
che hanno diritto alla quota di
riserva o “legittima”.
Se non ci sono figli ma solo un
coniuge superstite, e questo
concorre con ascendenti o fratelli e sorelle del defunto, ha
diritto a due terzi dell’eredità.
In mancanza di figli, ascendenti,
fratelli o sorelle, al coniuge spetta l’intero patrimonio.
In mancanza di parenti entro il
sesto grado, erede è lo Stato, il
quale, però, non risponde dei
debiti ereditari oltre il valore di
quanto ha ricevuto. Sperando di
aver chiarito alcuni dei dubbi
che più comunemente si presentano in materia vorrei dare una
risposta più concreta alla nostra
lettrice.
Da quanto la Signora Alessandra
mi ha esposto mi sembra di capire che oltre a non esserci figli e
coniuge, anche gli ascendenti
sono premorti.
Alla luce di quanto detto poc’anzi, pertanto, non vi sono soggetti legittimari, cioè quelli che
devono necessariamente ereditare nella misura stabilita per
legge.
I fratelli, infatti, o chi per loro (i
nipoti subentrano nella stessa
posizione del genitore già
morto), non sono legittimari, ma
eredi legittimi, sono cioè coloro
che senza quota di riserva, ereditano per legge se non c’è il testamento.
Nel caso che stiamo affrontando,
però, il testamento c’è ed è
anche universale, cioè attribuisce alla nostra lettrice tutto il
patrimonio del defunto. Proprio
per questo ritengo che lo stesso
sia pienamente valido e che i
cugini non possano obiettare od
avanzare alcun genere di rivendicazione.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 40
GINNASTICA ARTISTICA
Asd Europa Aprilia sbanca in europa
Fatica e sofferenza, tensioni e timori,
aspettative e divertimento. Ma la fabbrica di emozioni e di felicità, che ha
avvolto il gruppo dell’Asd Europa
Aprilia al conseguimento dei risultati
nel Quinto Campionato Internazionale di ginnastica ritmica in Bulgaria, ha
cancellato in un attimo mesi di duro
allenamento, di sacrifici e di rinunce.
Nella prestigiosa Olympia Cup Burgas Martina Lamberti, 8 anni e Marzia
Tarquini, 9 anni si sono messe in evidenza per la sicurezza e l’applicazione
con cui hanno eseguito la loro prova.
Israele,
Kazakhstan,
Polonia,
Kyrgyzstan, Russia, Turchia, Usa e
Ucraina.<<E’ la quinta volta che svolgiamo una gara all’estero ma è in
assoluto la prima volta che una nostra
atleta partecipa ad una competizione
di serie A. In questa categoria il livello tecnico ed agonistico è molto alto e
qui si sfidano le atlete più brave- commenta la maestra russa Nina Trouchkova- Martina e Marzia hanno disputato una buona gara. I risultati che
abbiamo ottenuto in questa Olympia
Cup Burgas ci riempiono di soddisfa-
zione e ci trasmettono un’importante
iniezione di fiducia per andare avanti
nel nostro modo di lavorare. Martina e
Marzia, in un contesto internazionale
di questo tipo, hanno mostrato una
voglia di esibirsi che ha superato la
paura e la tensione che una gara come
questa può trasmettere>>. La crescita
delle piccole ginnaste dell’Asd Europa Aprilia è programmata in tutti i
particolari. Le gare a cui partecipano,
regionali, nazionali ed internazionali
sono pianificate dallo staff tecnico che
passo dopo passo aumentano la “difficoltà” e “l’esecuzione”.<<Ci stiamo
1 - 31 Agosto 2014
“TI RACCONTO DI NOI... C’ERA UNA VOLTA APRILIA”.
IL PIDOCCHIETTO E GULIANO LEVA RIPERCORRONO LA STORIA DELLA CITTa’ ATTRAVERSO LA VOCE
DEI PROTAGONISTI
Aprilia
raccontata
attraverso la voce di
chi l’ha vissuta. Con
aneddoti, ricordi, storie che vanno a ripercorrere gli anni della
Fondazione,
della
Guerra e della successiva ricostruzione. E’
questo l’obiettivo del
progetto “Ti racconto
di noi...C’era una
volta Aprilia”, realizzato da Il Pidocchietto Aprilia e da Giuliano Leva. Un progetto che
ha come obiettivo quello di
arrivare a realizzare uno
spettacolo teatrale basato
appunto sui racconti dei
protagonisti, di chi la storia
di Aprilia l’ha vissuta davvero e in prima persona.
Sabato 26 luglio, proprio
nei locali del Pidocchietto,
è stato presentato il progetto.
“Lo spettacolo nasce dall’esigenza di approfondire
la storia di Aprilia, prima e
dopo la II Guerra Mondiale
– spiega Giuliano Leva Per mantenere la memoria
storica i nonni si raccontano e ci raccontano come
hanno vissuto la nascita di
Aprilia e la trasformazione
da zona agricola, a zona
industriale a zona post
industriale. Il progetto ha
lo scopo di far rivivere in
quale modo il territorio e i
cittadini si sono influenzati
a vicenda; le esperienze di
vita degli anziani quando
erano adolescenti, ragazzi,
confrontandoli con l’attuale adolescenza, rilevandone
i cambiamenti le differenze
tra i passatempi, le abitudi-
ni del loro tempo e quelli
odierni, la differenza tra il
lavoro, la scuola e le infrastrutture, i punti di aggregazione nel tempo. Quello
che si propone è un percorso socio/educativo che
diventi memoria per Aprilia e attraverso lo spettacolo raccontare la storia della
città e soprattutto il carattere, gli umori, gli stati d’animo delle persone che
l’hanno vissuta in prima
linea. Durante i monologhi
saranno proiettate le immagini raccolte cercando di
ripercorrere le fasi storiche
della città. Immaginiamo,
ad esempio, di poter partire
dall’immagine di un oggetto o da una fotografia, dalla
quale è possibile ricostruire
un racconto, un aneddoto,
qualcosa che ricostruisca la
quotidianità di allora, di
quegli anni per noi lontani
che sono stati quelli della
Fondazione della successiva ricostruzione della città
dopo la Guerra. Puntiamo a
rimettere in fila la quotidianità di allora, a fare in
modo che certi ricordi non
vadano persi nel tempo, ma
vengano recuperati attraverso il racconto orale”.
Insomma, i racconti dei
nonni e dei genitori stanno
per diventare materiale di
uno spettacolo teatrale di
certo innovativo per Aprilia. I protagonisti saranno
le persone comuni, che dal
palco racconteranno i loro
ricordi, le loro storie, le
loro emozioni.
Un evento, “Ti racconto di
noi...C’era una volta Aprilia” che ha delle scadenze
ben precise, dal momento
che andrà in scena a dicembre, prima di Natale, con
una rappresentazione in
anteprima per i bambini
delle scuole. Entro i primi
10 giorni di settembre,
dunque, terminerà la raccolta del materiale: quindi,
chi vuole partecipare e raccontare la propria storia
agli autori, oppure semplicemente offrire il proprio
contributo può recarsi al
Teatro Pidocchietto, il
locale che si trova in piazza
Marconi. Successivamente
sono previsti due incontri
settimanali di due ore.
AZIENDA AGRICOLA “LE MARCHESINE”
Martina Lamberti ha partecipato alla
gara che riguardavano la serie B e con
una performance intrisa di classe e
armonia ha conquistato la medaglia
d’oro nella palla e ha concluso in
un’ottima sesta posizione al corpo
libero. Marzia Tarquini, iscritta alla
massima competizione della serie A
dove si è confrontata con le migliori
pari età provenienti da tutto il mondo,
ha chiuso la prova della palla in decima posizione mentre in quella del
corpo libero ha ottenuto un brillante
quarto posto. Al torneo internazionale
svoltasi nella città balneare di Burgas
hanno partecipato 17 squadre bulgare
e rappresentanze provenienti da Italia,
Austria, Brasile, Grecia, Estonia,
abituando, quando gareggiamo all’estero, ad affrontare l’esercizio con la
massima sicurezza- spiega la maestra
Nina Trouchkova- questo tipo di
manifestazioni sono molto importanti
per noi perché rappresentano un
momento di crescita, di conoscenza e
di confronto con le scuole e le nazioni
che ci partecipano>>. Dopo il meritato riposo estivo l’attività dell’Asd
Europa Aprilia riprenderà con una
prova regionale da disputarsi nel mese
di ottobre mentre l’istruttrice Trouchkova è al lavoro per cercare di organizzare il V° Trofeo Internazionale
città di Aprilia. Nelle precedenti edizioni della kermesse agonistica sono
stati presenti rappresentanti dell’Inghilterra, della Russia, di Israele e
della Polonia.
Dario Battisti
Nella verdeggiante Franciacorta, precisamente a Passirano, Bs, c'e' un'Azienda
agricola denominata LE MARCHESINE.Il capostipite e' Giovanni Biatta
discendente da una famiglia di antichissime origini bresciane. Acquisto' tre ettari di
terreno nella zona del Franciacorta.....A
seguire le vigne e la cantina e' oggi il
figlio Loris Biatta con i figli Alice ed
Andrea.L'Azienda vanta 47 ettari di vigneto per la maggior parte coltivato a Guyot.
Nel 1985 questa Azienda produceva 30
40 mila bottiglie l'anno.Ora ne produce
450 mila, delle quali 230 mila di Franciacorta Brut ed Extra Brut, 40 mila di Franciacorta Saten, 30 mila di Millesimato,
solo nelle grandi annate, oltre a 10 mila
bottiglie del Cru Millesimato Secolo
Novo, cui vanno ad aggiungersi le 15 mila
bottiglie di Curtefranca Bianco e le 15
mila bottiglie di Curtefranca Rosso Dal
2012 si sono aggiunti due nuovi vini alla
Produzione LE MARCHESINE....il Franciacorta Brut Nature Giovanni Biatta
Secolo Novo, di cui sono state prodotte
5700 bottiglie ed il Franciacorta Brut
Blanc de Noir con 6700 bottiglie.La forza
di questa Azienda e' data dall'utilizzo degli
stessi ceppi di Pinot Noir e Chardonnay
usati in Francia....Non a caso l'Azienda
agricola vanta un rapporto ultradecennale
con una vera istituzione della regione dello
Champagne, l'Istituto Enologico di Champagne, di cui e' membro l'enologo stesso
de LE MARCHESINE, Jean Pierre Valade.
LE MARCHESINE Via Vallosa,
31 PASSIRANO BS
Email [email protected]
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
pagina 41
dalla
Regione
di Bruno Jorillo
APRE LA PRIMA CASA DELL’AGRICOLTURA:
UN NUOVO MODELLO DI SVILUPPO PIÙ VICINO ALLE IMPRESE
Una struttura per cittadini, associazioni e operatori di
settore. Potranno ricevere assistenza, informazioni,
servizi diagnostici e di laboratorio e risposte concrete
ai loro bisogni dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13.
Grazie a queste strutture, tra le altre cose, la Regione
unifica servizi e sportelli e semplifica le pratiche.
Un punto di riferimento per il settore. Attraverso le
Case dell’Agricoltura, la Regione intende realizzare
diversi obiettivi: favorire l'innovazione, sostenere le
nuove imprese, promuovere e valorizzare i prodotti
tipici e tradizionali, le Denominazioni di Origine Protetta e i prodotti a Indicazione Geografica Protetta.
Presto disponibili anche altri servizi. La Case dell’Agricoltura offriranno anche attività di tutoraggio e assistenza per la prossima programmazione europea e per
le start up giovanili. E poi serviranno anche per accedere più facilmente a tutti i servizi di Arsial, l’agenzia
regionale per lo sviluppo e l' innovazione dell' agricoltura del Lazio.
Case dell'agricoltura su tutto il territorio. La Regione
ne apre una per provincia. A Roma, invece, aprirà la
Città dell'agricoltura. Saranno costruite tutte seguendo
le specificità e le caratteristiche dei diversi territori.
È un altro impegno che abbiamo mantenuto, un segno
del fatto che il Lazio sta tornando tra le persone, tra i
cittadini. Non ci fermiamo qui, continueremo a lavorare per sburocratizzare e accorciare le distanze tra il cittadino imprenditore e le opportunità che la Regione e
l'Europa offrono al mondo agricolo. In questo territorio
ci sono grandi aziende che competono a livello europeo, vogliamo metterle in rete per far partire una
nuova idea di agroalimentare.
Ecco tutti i servizi che offre:
- Progetti di educazione alimentare
- Visite didattiche
- Divulgazione e informazioni sul Programma di Sviluppo Rurale, sul Fondo Europeo Affari Marittimi e
Pesca, sulla normativa fitosanitaria, sul calendario
venatorio, sul Decreto Campo libero
- Informazioni sulla normativa relativa alle etichettature
- Sportello QLBA “Qualità Latte Bovino Alimentare”
- Corsi di formazione agli allevatori;
- Corsi e rilascio dei tesserini fitosanitari;
- Adempimenti aree sensibili ai nitrati, in collaborazione con il CRA
- Tenuta dell'elenco dei vivai
- Promozione e valorizzazione prodotti agroalimentari
- Valorizzazione e supporto alla creazione di consorzi
- Stage formativi per gli studenti degli Istituti agrari
- Interazione con lo sportello per l’utente della sezione di Latina dell’Istituto Zooprofilattico nelle attività
di consulenza, assistenza, informazione alle aziende
zootecniche, per la sanità e il benessere degli animali
e al management aziendale
- Servizio Diagnostico e Servizio di Laboratorio con
una gamma completa di prestazioni analitiche per le
ricerche sulle malattie infettive e diffusive degli animali e delle zoonosi e per le ricerche microbiologiche
e chimiche sui mangimi zootecnici e sugli alimenti di
origine animale destinati all'alimentazione umana
- Sopralluoghi negli allevamenti come attività di consulenza ed assistenza
- Una sala multimediale da 50 posti disponibile per le
iniziative del territorio e delle associazioni professionali
" È un'altra promessa mantenuta, un segno del fatto
che il Lazio sta tornando tra le persone, tra i cittadini lo ha detto il presidente, Nicola Zingaretti, che ha
aggiunto: noi vogliamo sburocratizzare e accorciare le
distanze tra il cittadino imprenditore e le opportunità
che la Regione, e anche l'Europa, offrono al mondo
agricolo”.
“Siamo molto orgogliosi di questa iniziativa - lo ha
detto Sonia Ricci, assessore all’agricoltura, caccia e
pesca, che ha aggiunto: riteniamo che l'agroalimentare
sia un settore produttivo importante per il rilancio economico del Lazio. L'abbiamo pensata e ideata come un
luogo aperto, di condivisione, uno spazio messo a disposizione di tutto il mondo che ruota nell'agroalimentare” – ha detto ancora Ricci.
EDILIZIA: AL VIA IL PIANO PER
SEMPLIFICARE LE PROCEDURE
La Regione adotta moduli unificati e semplificati per il
permesso di costruire e per la Scia, la segnalazione certificata di inizio attività edi
Al via il percorso della Regione per rendere più semplici le procedure in ambito edilizio.In particolare le
novità riguardano l’adozione di moduli unificati e semplificati per il permesso di costruire e la Scia, la segnalazione certificata di inizio attività edilizia.
Un modello semplice e standardizzato. Sarà valido su
tutto il territorio nazionale e potrà essere utilizzato per
la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni in tema di edilizia e di avvio di attività produttive.
UN ACCORDO TRA REGIONE LAZIO
E REGIONE LOMBARDIA PER MIGLIORARE
LA SANITA’
La Regione Lazio e la Regione Lombardia hanno firmato un Protocollo d’Intesa che segna l’avvio di una
fase di studio e confronto tra i due sistemi sanitari
regionali. L’obiettivo è migliorare e perfezionare procedure e metodologie nell’ottica della promozione e
della valorizzazione di un’azione sinergica per la tutela della salute.
Ecco cosa prevede il protocollo:
L’attivazione del Nue, il Numero Unico dell’Emergenza 112. La Regione Lazio procederà così con l’attuazione di quanto previsto dal Consiglio delle Comunità
europee.
Le altre iniziative. Dal sistema regionale dell’emergenza/urgenza sanitaria extraospedaliera, 118, alla realizzazione di un sistema di controlli in merito all’appropriatezza delle prestazioni sanitarie e alle regole di
autorizzazione, accreditamento e accordi contrattuali.
Tra le altre cose saranno stabilite anche le regole e le
modalità di governo del personale della sanità e per la
gestione delle liste d’attesa.
Programmi e esperienze condivise. Le Regioni Lazio e
Lombardia si impegnano a collaborare su più fronti:
dagli strumenti di valutazione dei servizi e delle tecnologie sanitarie alla qualità degli esiti delle cure e alla
loro ricaduta sul sistema dei controlli. E poi verranno
anche sviluppate modalità per diffondere informazioni
ai cittadini sui rischi della medicalizzazione, in particolare conseguente all’uso dei farmaci e della sovradiagnosi.
Le due Regioni sono si sono impegnate anche ad assicurare il coordinamento e il monitoraggio delle iniziative promosse, la collaborazione nei diversi ambiti le
misure di informazione e comunicazione da adottare.
"Per noi l'aspetto più significativo dell'accordo – ha
detto il presidente, Nicola Zingaretti - è che si apre una
collaborazione positiva tra le due più grandi Regioni
italiane per migliorare il sistema sanitario. Partiamo
con una nuova fase di ricostruzione di un modello che
ha come principio anche l'apertura alle buone pratiche
di altre Regioni"- ha aggiunto Zingaretti.
"Con il 'call center laico' abbiamo avuto il 60% delle
chiamate in meno- è il commento del presidente,
Roberto Maroni, che ha aggiunto: questo non perché
siano diminuite le emergenze ma perché si evitano i
'doppioni', ossia quelle situazioni in cui più persone
durante la stessa emergenza chiamano numeri diversi.
Il Nue- ha detto ancora Maroni- è un'ottima pratica da
noi già avviata, e siamo contenti di metterla a disposizione anche della Regione Lazio".
SANITA’ PIU’ VICINA ALLE PERSONE: AL
LAVORO PER ASSISTENZA 12 ORE AL GIORNO E NEI FESTIVI
I medici di medicina generale e pediatri di libera scelta saranno a disposizione dei pazienti 12 ore al giorno.
La Regione ha messo le basi anche per garantire l’apertura degli studi nei week e nei festivi
Dalla Regione un accordo con i medici base e i pediatri per garantire a tutte e a tutti un’assistenza più efficiente e vicina sul territorio.
Studi medici aperti 12 ore al giorno anche nel fine settimana e nei festivi. I medici di medicina generale e
pediatri di libera scelta saranno a disposizione dei
pazienti 12 ore al giorno. La Regione ha messo le basi
anche per garantire l’apertura degli studi nei week e nei
festivi. Tra gli obiettivi c’è anche il trasferimento delle
cura per le patologie croniche dall’ospedale alle strutture sul territorio: in questo modo la Regione intende
migliorare l’appropriatezza delle cure e garantire la
continuità assistenziale ai pazienti.
Novità operative da settembre. Cinque grandi obiettivi
per imprimere una svolta nella sanità del Lazio e integrare al meglio tutta la rete sociosanitaria territoriale:
gli studi di medicina generale, le farmacie, i poliambulatori, le Case della salute, i distretti sociosanitari e i
presidi ospedalieri.
Ecco cosa prevede l’accordo:
Assistenza territoriale h 24 con strutture per le cure
primarie aperte 12 ore al giorno e attraverso il servizio
di continuità assistenziale, ex guardia medica.
Cure primarie garantite anche nei giorni festivi e nelle
giornate di sabato, domenica e festivi.
Protocolli specifici per i pazienti con patologie croniche, come ad esempio diabete e scompensi cardiaci.
Oltre ai protocolli operativi, per curare al meglio questi pazienti la Regione utilizzerà anche una piattaforma clinica con cui condividere informazioni cliniche
tra i medici delle cure primarie e i presidi sanitari.
Riduzione dei tempi d’attesa per le prestazioni diagnostiche: partendo dal piano già adottato per abbatterle e
dall’appropriatezza in termini di spesa farmaceutica.
Interventi sotto controllo. Grazie a degli indicatori specifici sul processo e l’esito degli interventi eseguiti la
Regione definisce un preciso sistema di rendicontazione attraverso l’utilizzo di un innovativo sistema informatico.
Questi gli obiettivi che la Regione intende raggiungere:
Più qualità e appropriatezza delle prestazioni e dei servizi: sia di quelli della rete sociosanitaria territoriale
che di quella ospedaliera.
Le nuove linee di indirizzo e sviluppo, tenendo conto
delle articolazioni normative e contrattuali presenti ed
in via di definizione.
Migliori prestazioni sul territorio attraverso un utilizzo
più razionale delle strutture territoriali per le cure primarie.
Più sinergia tra la rete ospedaliera e quella delle cure
primarie. In questo modo i cittadini potranno servirsi al
meglio delle risorse sanitarie pubbliche disponibili.
Le nuove linee di indirizzo e sviluppo, tenendo conto
delle leggi e delle normative.
“Nella sanità del Lazio sta cambiando tutto- è il commento del presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: dopo l'approvazione dei piani operativi per la rete
ospedaliera abbiamo iniziato gli investimenti nel settore sanitario e oggi abbiamo siglato un protocollo storico. Ci siamo dati tempo da oggi a settembre- ha detto
ancora Zingaretti: lavoriamo e dimostriamo che il
Lazio non è più la cenerentola dei sistemi sanitari ma
sta diventando tra i sistemi sanitari potenzialmente più
virtuosi”.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 42
1 - 31 Agosto 2014
AnzioEstateBlu2014: un’estate ricca di eventi
ANZIO
La Città di Anzio, prosegue
nella sua AnzioEstateBlu2014.
Molti gli eventi che stanno
caratterizzando le serate anziate. Anzio è la città che nel
periodo estivo registra l’aumento di turisti e la presenza
degli abitanti che desiderano
trascorrere la loro estate nella
città dove il mare, la spiaggia e
le iniziative sono i fattori di
forza di questo territorio. Fra
gli eventi segnaliamo il concerto dell’Orchestraccia a Villa
Adele. La band, dopo il grande
successo di pubblico dello
scorso anno, l’impegno nella
lotta al femminicidio e l’’uscita del loro primo lavoro discografico “Suona Orchestraccia
Suona”, è tornata a grande
richiesta sul palco. La band è
composta da musicisti, attori,
performer e cantanti romani,
quest’anno si è esibita al concerto del I° maggio a Piazza S.
Giovanni, oltre ad aver registrato “sold out” all’apertura
della stagione estiva di Villa
Ada 2014.
La band, capitanatada Marco
Conidi è composta da 12 elementi tra i quali Luca Angeletti, Edoardo Pesce, Giorgio
Caputo e tanti altri personaggi
come l’attore Edoardo Leo,
assente quest’anno nel tour
estivo per motivi di lavoro, ma
il quale ha sempre rappresenta-
Bando formazione
graduatorie per il
personale Marina di Capo
d’Anzio: prorogati
i termini
La Marina Capo d’Anzio, visto
l’interesse suscitato con la pubblicazione dello scorso 4 luglio
dei Bandi di Selezione per la
formazione di graduatorie di
candidati idonei a ricoprire gli
incarichi di ormeggiatore e di
impiegato amministrativo nella
gestione del Marina di Capo
d’Anzio, ha deciso di prorogare
la pubblicazione dei bandi al
fine di favorire il più possibile
la partecipazione, fissando il
nuovo termine di scadenza per
venerdì 22 agosto 2014 ore
12.00, saranno escluse le candidature ricevute dopo tale data
ed orario. Le fasi di formazione
della graduatorie verranno
avviate dalla designanda Commissione Aggiudicatrice a partire dal 25 agosto 2014. La presente verrà pubblicata sul sito
www.marinadicapodanzio.com
e sarà inviata al Comune di
Anzio per la relativa pubblicazione sull’Albo Pretorio
Consuelo Noviello
to l’anima di questa band. Il
loro spettacolo della durata di
due ore è un’ altalenanza di
emozioni, si punta al coinvolgimento del pubblico riproponendo brani classici come
“Lella” “La società dei
magniaccioni” “Tanto pe
cantà” in versione folk e rock,
alternati da scambi di battute e
aneddoti raccontati tra una
canzone e l’altra. In questa
manifestazione estiva è importante segnalare l’Anzio’s Got
Talent che è alla sua seconda
edizione confermandosi uno
degli eventi di punta della stagione estiva. Venti i partecipanti che hanno superato le
semifinali ed i tre concorrenti
ripescati tra gli altri venti
esclusi dalla finalissima. Tra
loro cantautori, violinisti, danzatrici, musicisti ed attori, presentati dalla speaker radiofonica Tiziana Mammucari, che
hanno infiammato il pubblico.
La presidente di giuria è Giada
Agasucci, vincitrice della scorsa edizione di Anzio’s got
Talent, arrivata poi al serale di
“Amici13” ed ora in tour per la
promozione del suo disco “Da
capo” . La affiancano la scrittrice e sceneggiatrice anziate,
Claudia Gatti, il direttore artistico della casa discografica
Cantieri Sonori, Marco Canigiula. Un’estate con personag-
gi di spicco del mondo della
musica e dello spettacolo, Red
Canzian, artista poliedrico,
bassista, autore e cantante dei
mitici Pooh, il più famoso
gruppo musicale italiano con
milioni di dischi venduti,
approfitta di questi 2 anni di
“pausa” della band, per dar
vita ad uno suo show personale, liberamente tratto dal suo
ultimo successo editoriale:
“Ho visto sessanta volte fiorire
il calicanto”. Lo show, sottotitolato “Una storia lunga una
vita, raccontata tra sogni,
musica e parole”, è un concerto-racconto, un lungo viaggio
attraverso la musica, le mode e
i modi di vivere degli italiani,
dal dopoguerra ai giorni nostri.
Attraverso storie molto divertenti ed altre assolutamente
commoventi, supportate da
oltre 90 fotografie storiche che
vengono proiettate sul palco,
Red Canzian canta le canzoni
che hanno segnato la sua vita,
a partire da “Grazie dei fior“
che vinse Sanremo nel 1951,
quando lui nacque, per passare
a “Love me tender“ di Elvis
Presley, “Yesterday“ dei Beatles, ma anche “Il cielo in una
stanza“ di Gino Paoli ed i
famosi brani incisi con i Pooh.
Uno spettacolo della durata più
di 2 ore, rigorosamente in acustico e sul palco. Oltre a Red
Canzian sul palco gli “Archimia“, un quartetto d’archi, scoperti e prodotti dallo stesso
Red, attraverso la sua“FondazioneQ”, supportati da due
chitarristi acustici, Rudy
Michelutti ed Ivan Geronazzo.
In scena anche i figli del bassista dei Pooh, Phil Mer, al pianoforte ed alle percussioni e
Chiara Canzian, con la sua
splendida voce. Red Canzian,
oltre al ruolo per il quale tutti
lo conosciamo, in questo show
diventa un ottimo attore, narratore e divertente imitatore, raccontando la storia della sua
vita, che nei primi anni, si è
svolta proprio in terra veneta.
Uno spettacolo per famiglie,
dove i genitori avranno la possibilità di ritrovare momenti
della loro infanzia e, soprattutto, di condividerli con i loro
figli, che non hanno vissuto il
dopoguerra, la prima radio e la
prima televisione in bianco e
nero, la Lambretta, il primo
juke box ed altro. Molti gli
eventi che già sono stati organizzati ed altri sono in arrivo.
L’AnzioEstateBlu anche questo anno con la variegata scelta artistica, ha reso questo
periodo estivo di divertimento
e spensieratezza, una stagione
interessante per le persone che
hanno assistito agli eventi.
Consuelo Noviello
Grande successo per la prima edizione del KK Tennis Show
Grande successo per la
prima edizione del KK
Tennis Show, evento
organizzato dall’Associazione Giovanile Nettunia
con il patrocinio del
Comune di Anzio, del
Comune di Nettuno, della
Regione Lazio, del Comitato Regionale del Lazio
CONI ed in collaborazione con la Federazione Italiana Tennis e la Polisportiva Dilettantistica Comunale Anzio - Sez. Tennis
oltre alla preziosa partecipazione di Karin Knapp e
del Piccari Tennis Team.
La giornata è iniziata con
la distribuzione delle
maglie dell’ecento, offerte dalla BCC di Nettuno,
ai tanti i bambini accorsi
al Circolo del Tennis di
Anzio per giocare e divertirsi insieme alla tennista
altoatesina, numero 74
nel ranking mondiale e
numero 4 nel ranking italiano, e ai maestri Francesco Piccari, Alessandro
Piccari, Andrea Ficchi,
Luca Ficchi, Federica
Quercia, Benedetta Davato e Linda Torri. Tra un
palleggio e l’altro, gli
organizzatori, hanno distribuito snack e bevande
gentilmente offerte dal
supermercato E. Leclerc
Conad di Anzio.
L’evento è proseguito nel
pomeriggio con la madrina dell’evento che si è
concessa ai numerosi fans
presenti per foto ed autografi, prima di indossare
scarpe, completino ed
impugnare la racchetta
per scendere in campo ed
affrontare, in un match di
esibizione ad un set, la
giovanissima Carolina
Pillot, numero 29 del ranking italiano, che si imposta con un netto 6-3 in
rimonta dopo un complicato avvio. Dopo l’esibizione femminile è stato il
turno del doppio maschile
che ha visto i fratelli
Francesco e Alessandro
Piccari sfidare, sulla terra
rossa del circolo anziate,
la coppia imbattuta dell’ultima stagione di Serie
B formata da Alessandro
Evangelisti ed Edoardo
Zecchinelli.
L’evento si è poi concluso
con un meraviglioso tramonto che ha fatto da
sfondo al buffet, gentilmente offerto dalla pizzeria “Boccione” di Lavinio, e al momento delle
premiazioni con Federico
Oliviero, presidente dell’Associazione Giovanile
Nettunia che ha reso possibile questa meravigliosa
giornata di sport, che consegnato targhe e gadget
commemorativi ai protagonisti dell’evento. In
particolare, Karin Knapp
ha voluto salutare e ringraziare tutte le persone
che hanno reso possibile
questa prima edizione del
KK Tennis Show: “È stata
una bellissima esperienza
ed è sempre una grande
emozione lavorare e rendere felici i bambini.
Voglio complimentarmi
con i ragazzi dell’Associazione Giovanile Nettunia e il Circolo del Tennis
di Anzio per aver realizzato un evento così
importante in una splendida cittadina come quella
anziate. Spero che questa
manifestazione
possa
avere un seguito nei pros-
simi anni”.
L’Associazione Giovanile
Nettunia riengrazie per la
preziosa collaborazione
tutti gli sponsor: Banca di
Credito Cooperativo di
Nettuno, E. Leclerc
Conad, Ferramenta Fai
Da Te, Itema Impianti,
Serpa Hotel, TennisWarehouse Europe, Miss Print
Officina Grafica e Pizzeria Boccione. Invita, inoltre, amici e simpatizzanti
a seguire l’omonima pagina Facebook e il profilo
Instagram.
"Informalibera"
il giornale online - l'informazione in un click
www.informalibera.com
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
NETTUNO
Photofestival “Attraverso le Pieghe del Tempo”
Il Photofestival “Attraverso le Pieghe del
Tempo”, conosciuto anche come Nettuno
PhotoFestival, è considerato dalla critica
uno dei festival nazionali di fotografia più
prestigiosi, in quanto nasce da un’esigenza culturale di ricerca nel settore per sviscerare i nessi tra la fotografia e le altre
arti visive, la letteratura e la musica.
La manifestazione, giunta alla sua quarta
edizione e organizzata dall’Associazione
Occhio dell’Arte presieduta da Lisa
Bernardini, quest’anno si prefigge l’obiettivo di rappresentare un tema connaturato alle ragioni stesse dell’arte fotografica, disciplina che attraverso sequenzialità, fissità e sospensione è incline a trasfigurare il reale in metafisico. E’ anche
un’occasione per approfondire l’argomento di confine fra le diverse materie
artistiche che proprio nel festival nettunese si presta ad essere trattato in una prospettiva interdisciplinare, dove particolare
attenzione sarà riservata alla musica e alla
poesia. All’interno del Forte Sangallo,
location ove si svolgerà il festival dal 19
al 31 agosto, l’ingresso sarà gratuito e nel
corso dello svolgimento delle varie performance numerosi fotografi, musicisti e
poeti interagiranno tra loro intrecciando
così le tre diverse espressioni artistiche
nella loro propria capacità di interpretare
il tema indicato secondo diverse angolature ma secondo il medesimo filo conduttore.
Particolare attenzione merita la cornice
entro cui prenderà corpo la kermesse, Il
Forte Sangallo, manufatto storico edificato tra il 1501 e il 1503 che è considerato
uno degli esempi più avanzati di architettura militare compendio di tutti gli accorgimenti tecnici atti a renderlo uno rocca
inespugnabile.
Un appuntamento importante quello del
NettunoPhotoFestival, come sottolinea il
primo cittadino della cittadina sul litorale
laziale: “La nostra città – precisa il Sindaco del Comune di Nettuno Alessio
Chiavetta – ospita questo prestigioso
festival ormai da quattro anni, registrando sempre un interesse maggiore, che
viene esplicitato ogni anno di più dall’affluenza di pubblico che nel tempo è cre-
Lisa Bernardini
sciuta costantemente, segno questo che la
popolazione apprezza manifestazioni
come questa, capaci di offrire importanti
spunti di riflessione su tematiche culturali ma anche sociali, toccando talvolta
argomenti forti come la violenza sulle
donne, il femminicidio, il mobbing e la
ludopatia, fenomeno derivante dalla
dipendenza del gioco d’azzardo”.
Non solo click e flash dunque, ma anche
un approfondimento di tematiche e problematiche sociali e attuali che all’interno
del festival troveranno uno spazio di
approfondimento con serate dedicate. ”.
A questa quarta edizione del Photofestiva
“Attraverso del Pieghe del Tempo” prenderanno parti moltissimi personaggi di
spicco: il famoso fotografo Oliviero
Toscani, il maestro Franco Fontana, il critico Walter Guadagnini, l’artista Pina
Inferrera, la giovane e talentuosa Noemi
Guglielmino, il cantautore Franco Battiato che interverrà attraverso un contributo
video, l’ex nuotatrice ed oggi giornalista
Novella Calligaris, la poetessa Tomaso
Binga, Fausto Podavini vincitore World
Press Photo 2013 sezione Daily Life, l’esperta di arte terapeuta Emma Vitti, il
cantautore e paroliere Roberto Ferri, l’attrice Demetra Hampton, il giornalista e
dirigente Rai1 Angelo Mellone, l’artista
di spettacolo Barbara Braghin, il comico
Maurizio Battista, Leonardo Santoli ed
Ezio Alessio Gensini autori del Calendario Solidale 2015, il conduttore Sky
Anthony Peth e moltissimi altri. Tra i
premiati con riconoscimenti del festival,
anche se non fisicamente presenti ad Agosto, figurano pure nomi importanti del
cinema come Enrico Vanzina.
Il valore aggiunto di questo Festival è
dato anche dalle numerose partnership
nazionali ed internazionali gemellate artisticamente, raggiunte grazie al grande
lavoro svolto del direttore artistico di questa manifestazione, Lisa Bernardini: il
Med Photo Festival di Catania, il Toscana
Foto Festival e FotoArte in Puglia, la rivista ‘Image in progress’, ‘Juliet Art Maga-
Ospedale Riuniti Anzio-Nettuno: il Sindaco Chiavetta
incontra i vertici sanitari dell’ASL Roma H per
una maggiore assistenza sanitaria
Si è svolta lunedì 21 luglio ad
Albano, presso la sede ASL
locale, una riunione organizzata appositamente per trovare
soluzioni immediate alla situazione sanitaria Anzio-Nettuno,
Ospedale Riuniti su tutti. Tale
riunione ha visto la presenza
del Sindaco di Nettuno Alessio
Chiavetta, del presidente del
Consiglio Regionale Daniele
Leodori, del Direttore Generale della ASL Roma H Fabrizio
d’Alba e del Direttore Sanitario Narcisio Mostarda.
Nettuno, con la vicina Anzio,
vede aumentare esponenzialmente la popolazione soprattutto nel periodo estivo, andando oltre quota 200000 tra residenti e turisti. Un utenza che
non è paragonabile a cittadine
come Frascati, Genzano o
simili che paradossalmente
hanno però maggiore personale e da parte della Dirigenza
della ASL sono state confermate tutte le iniziative volte ad
una seria e decisa mobilità, che
vada a porre fine a distribuzioni anomale del personale sul
territorio.
La presenza di Chiavetta, sottolinea ancora una volta l’attenzione massima che il primo
cittadino di Nettuno pone nei
confronti dell’assistenza sanitaria: “Ho ritenuto opportuno
chiedere un incontro urgente
ai diretti interessati per giungere subito a risultati reali,
piuttosto che lasciarmi andare
pagina 43
ad attacchi giornalistici verso
persone che stanno comunque
lavorando”. Queste le parole
di Chiavetta che sottolinea:
“La riunione si è svolta per
verificare quello che sono le
criticità sulla Sanità del nostro
territorio ed in particolare per
quanto riguarda l’Ospedale
Riuniti e il Distretto Sanitario
Anzio-Nettuno. Ho trovato nel
Direttore Generale Dott. d’Alba e nel Direttore Sanitario
Dott. Mostarda due persone
altamente professionali e
soprattutto decise a porre
rimedio a disparità e urgenze.
Hanno confermato il loro
impegno totale a mantenere
l’apertura di tutti i reparti dell’Ospedale Riuniti NettunoAnzio anche durante il periodo
estivo chiedendo un sacrificio
a quelle strutture sanitarie del
territorio che nello stesso
periodo sono gravate da meno
lavoro. E non ho certo dimenticato, sottolineando la cosa ai
zine’, la presente ‘Voce del Nisseno’ e
la rivista ufficiale del NettunoPhotoFestival, FOTOGRAFIA REFLEX, con l’apporto del Reflex Day che si svolge sabato 30 agosto e a cui si puo’ partecipare
iscrivendosi
a
[email protected] (per consultare il bando, visitate il sito www.occhiodellarte.org). La manifestazione ha
anche il riconoscimento della F.I.A.F. e il
patrocinio di RADIO RAI – Il Giornale
del Lazio e’ media partner locale dell’evento.
Questo e molto altro: per il programma
aggiornato e completo consultate
www.attraversolepieghedeltempo.com
due dirigenti, il grande impegno chiesto e profuso dagli
operatori del distretto stesso
Anzio-Nettuno per una maggiore copertura dei turni lavorativi”.
La Direzione Sanitaria dell’Ospedale Riuniti Nettuno-Anzio
è stata affidata al Dottor
Michele Di Paolo, il quale si è
già insediato e affronterà
immediatamente le criticità
della struttura con la professionalità e la competenza che ne
hanno caratterizzato fin qui la
carriera: “Molte complicazioni
sono causate dal blocco delle
assunzioni – spiega Chiavetta
– e da fenomeni di assenteismo
sporadico che la Direzione
Dalila Jorillo
ASL ha portato immediatamente a conoscenza della Procura. Non è accettabile che
l’interesse di pochi condizioni
la collettività che deve veder
garantito il diritto all’assistenza sanitaria. Mi rendo perfettamente conto che ritrovarsi
dall’oggi al domani a lavorare
in un ufficio che dista non più
5 minuti da casa ma 30-40km
non sia cosa facile: per questo
siamo grati comunque a tutti
gli operatori sanitari che si
sono già insediati al Riuniti
per il bene della nostra popolazione. A loro va la nostra
massima gratitudine, unitamente a chi già lavora qui con
turni di lavoro molto pesanti”.
L’incontro è stato anche occasione per capire meglio la proposta di riorganizzazione della
rete ospedaliera Roma H. E’
stata approvata all’unanimità
dalla conferenza dei sindaci e
dovrà essere ora maggiormente dettagliata da parte della
Direzione aziendale e passare
poi al vaglio della Regione
Lazio. Tale proposta conferma
l’impegno a mantenere presso
il Riuniti Nettuno-Anzio la
vocazione di Ospedale generalista mantenendo aperti tutti i
reparti attualmente presenti e
che andranno supportati da
personale da risorse recuperate
in tale riorganizzazione. Il
Riuniti sarà baricentro assieme
all’Ospedale di Albano. Diverso il destino di città come Frascati, Genzano, Marino e Velletri che diventeranno ospedali
qualificati ciascuno per differenti e specifiche vocazioni
medicochirurgiche.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 44
1 - 31 Agosto 2014
L’intento? Togliere per poi dare a chi sta in graduatoria
POMEZIA Case popolari, il Comune vuole sfrattare morosi e abusivi
Una situazione ormai incancrenita da decenni e che sembra difficile possa trovare uno sbocco.
Quello che si profila all’orizzonte è una feroce guerra tra poveri,
o anche tra “furbacchioni” e veri
indigenti. Al centro della questione, le case popolari di proprietà del Comune e come tale di
proprietà pubblica. A Pomezia in
passato qualcuno ha, saltuariamente, cercato di rimettere le
cose a posto, ma il caos regna
sovrano e certe situazioni forse
non potranno cambiare. Ora la
giunta a 5 Stelle del Sindaco
Fabio Fucci dice la sua e ha
annunciato di voler fare chiarezza una volta per tutte avviando
le procedure di sgombro nei
confronti di chi è moroso o
anche abusivo. Una iniziativa
che ha scatenato un putiferio e
che rischia di mettere contro
persone e famiglie che realmente hanno necessità di avere un
tetto sulla testa. I primi provvedimenti sono stati annunciati il
17 luglio e nel complesso sono
ben 14 inerenti altrettanti alloggi
disseminati tra piazza Aldo
Moro e via Ugo La Malfa
dovranno essere liberati entro 30
giorni dalla notifica dell’atto e
dove vive chi non avrebbe titolo
per farlo. Ma non è tutto, in
quanto anche altre 12 famiglie
dovrebbero fare armi e bagagli
entro il prossimo autunno in
quanto risultano morose; in questo caso, tuttavia, non tutto è
perduto, in quanto il Comune ha
reso noto che la scure si fermerà
se salderanno il debito accumulato. Non è detto che si tratti di
pagare cifre astronomiche, in
quanto ci sono canoni che partono dai 7 Euro mensili (per un
anno, 84 Euro in tutto) fino a
poco più di 60 Euro (per un
anno, 756 Euro). Insomma, cifre
che non sarebbero insormontabili. L’iniziativa, come immaginabile, ha sollevato un putiferio
che ha reso incandescente ancor
di più il torrido clima di piena
estate. Ma il primo cittadino fa
spallucce e non intende tornare
sui suoi passi difendendo la scelta presa con la giunta: “Stiamo
lavorando al recupero degli
alloggi comunali occupati abusivamente, al fine di dare finalmente seguito alla graduatoria
dei cittadini aventi diritto – ha
detto il Sindaco Fucci – Al 31
dicembre 2013 contiamo 1053
cittadini in graduatoria, a cui
vogliamo, nel limite delle nostre
possibilità, dare una risposta
concreta. Agli occupanti degli
immobili di proprietà comunale
è stata inviata una nota di contestazione con l’invito a sgomberare gli appartamenti, 14 in
tutto, entro 30 giorni dalla data
di notifica. 60 giorni invece per
gli assegnatari morosi che, a
seguito di diversi solleciti, non
hanno ancora saldato il debito
con l’Ente nonostante l’irrisorio
canone richiesto, che va da
circa 7 euro mensili per chi è in
emergenza abitativa, fino ad un
massimo di 63 euro (in base al
reddito). Con questi provvedimenti – ha aggiunto – intendiamo ristabilire la legalità nelle
modalità di assegnazione degli
alloggi di edilizia residenziale e
pubblica di proprietà comunale,
e garantire ai cittadini che ne
hanno diritto un bene primario
qual è quello della casa”.
Come prevedibile, non solo i
Quali sono realmente gli intenti?
(a cura di Fosca Colli)
È Geremia Mancini il nuovo
segretario generale dell’Ugl,
eletto dal Consiglio nazionale
straordinario riunito il 25 e il
26 a Pomezia. La scelta è scaturita dopo un intenso dibattito
nel quale il sindacato ha gettato le basi di un nuovo corso
che culminerà nel Congresso
Straordinario indetto, secondo
quanto previsto dallo Statuto,
“Un conto è trovare una situazione in cui qualcuno cerca di
approfittare del sostegno pubblico, - aggiunge il Partito democratico – altra cosa è trovarsi di
fronte ad una realtà che magari
ha costretto per necessità a compiere scelte al limite della legalità, al fine di garantire un tetto
alla propria famiglia”. Per
quanto riguarda le graduatorie
comunali, sarebbe solo una pia
illusione pensare che venga
assegnato un alloggio a chi ne ha
urgente necessità in quanto le
richieste sono centinaia. Inoltre,
il bando è sempre aperto e giorno dopo giorno il numero di chi
chiede casa si allunga: “Potremmo avere il paradosso che
Ma un’altra questione aleggia nell’aria. Non tutti sono così convinti che un asserito buon proposito (ossia quello di cacciare abusivi e morosi) per dare un tetto a chi non ce l’ha sia mosso
da una reale voglia di fare ordine. Qualcuno (e parrebbe non siano poi così pochi) adombra il
sospetto che, in realtà, il proposito sia meno benevolo almeno da un punto di vista meramente
sociale: sgombrare per poi mettere sul libero mercato in vendita gli alloggi comunali. I vantaggi? Sonori soldi per le striminzite casse comunali, prelazione per gli inquilini che possono permettersi di riscattare l’alloggio e liberarsi dal “fardello” della manutenzione degli immobili.
Ottime motivazioni almeno sulla carta. Ma che dire di chi non potrebbe acquistare l’alloggio
dove vivono e non hanno un reddito o lo hanno minimo o situazioni familiari ancor più drammatiche? Come disse Renzo Arbore: “Riflettete gente, riflettete”). (F.C.)
CRONACHE POMETINE
Congresso Ugl: Geremia
Mancini segretario
diretti interessati stanno protestando, ma si sono scatenate
anche le forze politiche, a partire dal Partito Democratico che
ha posto un deciso altolà: “Il
Comune ha fatto pervenire a 14
famiglie residenti in piazzale
Aldo Moro un provvedimento di
sgombero dagli alloggi pubblici
– si legge in una durissima nota
– che attualmente occupano,
dichiarando che tale decisione
serve a garantire la legalità e a
far rispettare le graduatorie inerenti le assegnazioni di alloggi
pubblici. Sperando che sia possibile affrontare in maniera
seria un’analisi delle conseguenze di tale decisione, evitando toni da “spot elettorale” e
chiarendo da subito che è ovviamente giusto far rispettare la
legalità e garantire a chi ha più
bisogno di un sostegno e il riconoscimento dei propri diritti,
occorre riflettere su quale sia il
modo più giusto di affrontare
una situazione che presenta elementi di forte disagio sociale”.
Viene, infatti, ricordato dal Pd
come in molte famiglie destinatarie del provvedimento ci sono
bimbi in tenera età con i genitori che sono disoccupati o hanno
una occupazione precaria, così
che non si potrebbero permettere
né un affitto del libero mercato
né tantomeno di comprare quattro mura e che non avrebbero
nessuno che potesse ospitarli.
per il 23 e 24 gennaio 2015.
Nato a Manoppello nel 1955,
città di minatori periti nell’indimenticata tragedia di Marcinelle, Mancini ha iniziato la
sua storia sindacale nella
Cisnal da ragazzo nel lontano
1972, continuando poi nell’Ugl. In questi anni ha ricoperto diversi importanti incarichi che ne certificano l’esperienza sul territorio e nella
Confederazione: è stato segretario provinciale, regionale,
segretario confederale, ricoprendo infine, sotto la guida
del segretario generale uscente, Giovanni Centrella, anche
l’incarico di segretario nazionale dell’Ugl Pensionati. Questa la composizione della
nuova segreteria confederale
dell’Ugl: Serafino Cabras,
Claudio Durigon, Antonio
Franco, Luca Malcotti, Vincenzo Femiano, Maddalena
Imperiali, Ornella Petillo,
Giancarlo Favoccia, Ezio
Favetta, Giovanni Condorelli,
Antonio D’Anolfo, Loretta
Civili, Ermenegildo Rossi,
Costantino Vassiliadis, Ettore
Rivabella, Salvatore Licciardi,
Luciano Lagamba, Maria
Rosaria Pugliese, Stefano
Conti, Piero Peretti, Danilo
Scipio, Augusto Ghinelli, Giuseppe Carenza.
Fare Verde alla “Regata
degli Alberi”
Il gruppo di Pomezia di Fare
Verde ha preso parte presente
all’evento “Regata degli Alberi” organizzato dalla locale
sezione della Lega Navale
Italiana. Quest’ultima ha
deciso di devolvere le quote di
iscrizione alla regata, ad offerta libera, all’associazione
ambientalista per le attività di
tutela e promozione ambientale. “E’ la prima volta su questo
territorio che riceviamo un
contributo spontaneo da destinare alle attività ambientali –
ha sottolineato con soddisfazione Giancarlo Lanzone, referente pometino di Fare Verde Siamo onorati dall’atto di
stima e del contributo, perché
investire sull’ambiente ormai è
una necessità che molti ancora
non comprendono nonostante
gli allarmi che lanciano tutti
gli organismi istituzionali preposti alla tutela ambientale
senza trovare però riscontro in
chi dovrebbe fare scelte politiche forti che possano cambiare il modo di concepire il valore dell’ambiente in cui viviamo”. Approfittando dell’occasione, Fare Verde ha deciso di
avvire, seppur con un certo
ritardo, la campagna di iscrizione 2014: “Ricordiamo che
le attività di tutela a Pomezia
sono numerose ed oltre ai
fondi, - ha spiegato Lanzone –
occorrono nuovi e numerosi
volontari che abbiano a cuore
le sorti del nostro territorio
naturistico”. Le iscrizioni, o il
rinnovo, era possibile durante
la giornata dedicata alla regata,
ma chi non fosse potuto intervenire all’evento può inviare
una e-mail a [email protected] per avere le delucidazioni del caso.
Manifesti abusivi? Ahi
ahi ahi…. Ecco la revoca
del Patrocinio
Avere il patrocinio (magari
anche un piccolo finanziamento) per un evento è sempre un
qualcosa di molto ambito in
quanto non solo conferisce un
certo prestigio all’evento,
maggiore visibilità ma anche
favorisce il successo. Sicuramente gli organizzatori della
Festa patronale di S. Isidoro
Agricoltore, prevista dal 16 al
20 luglio, avranno esultato
quando avevano avuto la
comunicazione del patrocinio
da parte del Comune. Ma la
gioia è durata poco perché è
arrivata una doccia gelata che
ha freddato tutti gli entusiasmi.
magari una delle famiglie da
sgomberare – conclude il Pd – si
ritroverebbe ad avere le caratteristiche per il punteggio più alto
nella graduatoria per l’assegnazione degli alloggi. Vorremmo
capire la sistematicità dei provvedimenti, giunti proprio a
ridosso di agosto, e che non
riguardano tutti gli immobili di
proprietà comunale, come è il
caso di un immobile di Torvaianica consegnato al comune perché confiscato alla mafia e ora
occupato abusivamente”. Tutto
ciò considerato, si moltiplicano
gli appelli affinché la Giunta
guidata dal Sindaco Fucci
sospenda il tutto in modo da
poter trovare una soluzione che
possa consentire di risolvere
quella che è una vera e propria
emergenza sociale e che, quindi,
non si ricorra ad azioni di forza e
brutali. Si vuole evitare la guerra tra poveri, che certo degna di
un paese civile non è; ma si
vuole anche far sì che chi ne ha
un diritto possa avere quelle
garanzie che gli sono sempre
state negate ed avere un tetto
sulla testa.
Fosca Colli
[email protected]
Il Comune stesso ha revocato
di punto in bianco l’atto
punendo in questo modo gli
organizzatori. Alla base del
provvedimento: “accertamenti
della Polizia Locale su affissioni abusive di manifesti pubblicizzanti la festa di quartiere,
su cui era apposto il logo
comunale, in tutto il territorio”
come si legge nella revoca
decida dal sindaco Fucci e
dalla sua giunta. Il primo cittadino ha spiegato che il patrocinio era stato concesso “perché
riconosciamo l’importanza dei
festeggiamenti di quartiere.
Ma il patrocinio comunale
viene meno nel momento in cui
gli impegni da parte degli
organizzatori della manifestazione vengono disattesi: riempire la Città di manifesti abusivi riportanti il logo del
Comune di Pomezia è un atto
grave di per sé e un pesante
danno d’immagine per l’Ente”
ed ha aggiunto “Abbiamo
avuto diversi colloqui con gli
organizzatori della festa di
Santa Procula, sia telefonici
che di persona Li abbiamo
invitati a rimuovere tutti i
manifesti abusivi dal territorio, appelli che però sono
rimasti inascoltati. Di fronte a
questo abbiamo scelto di revocare il patrocinio comunale”.
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
CISTERNA
La giunta c’è, o meglio il sindaco Eleonora Della Penna ha
finalmente reso note le deleghe
assegnate agli assessori. “La
giunta ha lavorato anche senza
deleghe – ha esordio Della
Penna -. Questi 40 giorni sono
serviti per plasmarci reciprocamente e ho tardato qualche giorno nella consegna, rispetto a
quanto annunciato, non per problemi politici ma per sopravvenuti impegni, come l’agibilità
dello Stadio Bartolani, che mi
hanno fatto slittare i previsti
incontri con i gruppi politici”. Quindi, con al fianco la sua
squadra, il Primo cittadino ha
reso
note
le
deleghe.
Marco Muzzupappa (Lista civica IdeaLista e MSI Destra
Sociale) Vice Sindaco e Assessore ai Bandi Europei, Personale, Patrimonio, Arredo Urbano,
Verde Pubblico, Ecologia; Teseo
Cera (UDC) Assessore alla Pubblica Istruzione, Trasporti, Suap;
Angela Coluzzi (Lista Civica
Progetto Cisterna) Assessore ai
Servizi Sociali, Urbanistica;
Danilo Martelli (NCD) Assessore ai Lavori Pubblici, Bilancio;
Marzo Mazzoli Assessore
all’Ambiente, Energie Rinnovabili, Smart City. “Pochi assessori con molte deleghe – ha commentato il Sindaco –. Anche per
questo li ringrazio: si sono
assunti un impegno decisamente
gravoso ma credo in loro. Mi
considero parte integrante non
solo formale ma sostanziale
della Giunta comunale. Non ci
saranno divisioni e lavoreremo
pagina 45
Amministrazione Della Penna, la giunta finalmente c’è
tutti insieme, anche perché ci
sono emergenze in tutti i settori
e si tratta di questioni talmente
complesse che richiederanno le
competenze di più settori”.
Intanto a distanza di due mesi
dalle ultime elezioni, tra le forze
politiche, c’è chi prova a riorganizzarsi. Vedi Forza Italia. Il partito non è riuscito clamorosamente ad entrare in consiglio
comunale (è stato eletto solo il
candidato sindaco, l’ex primo
cittadino Antonello Merolla) e si
è spaccato sul ballottaggio con
una parte dei candidati in lista (i
famosi “fantastici quattro”) che
è uscita dal partito per allearsi
con Eleonora Della Penna ottenendo anche l’assessorato assegnato a Marco Mazzoli. Dopo la
sconfitta, Forza Italia è stata
commissariata e affidata all’ex
consigliere Antonio Longo e ora
sceglie di rinforzare l’organizzazione interna con la nascita
anche di un settore giovanile che
sarà guidato da Federica Felicetti, 22 anni, candidata non eletta
alle ultime amministrative,
appena nominata coordinatrice
comunale. Dopo la notizia del
nuovo incarico, Felicetti ha
dichiarato: “La nomina è un
attestato di fiducia nei miei confronti. Vorrei ringraziare chi in
questi mesi mi ha sostenuta e
spinta a continuare a credere nel
mio sogno, e a quelle persone
che mi hanno fatto conoscere il
lato positivo della politica.
Credo che spetti a noi giovani
impegnarci in questo cammino,
per costruire il nostro futuro che
non sarà certo privo di ostacoli.
A noi spetterà il compito più
importante: aggregare e coinvolgere più giovani possibili per
riportare ai massimi albori il
nostro partito. Il lavoro che mi
aspetta non sarà semplice ma
sono fortemente convinta che
esista un nuovo modo di far
politica e che, insieme ad altre
forze giovani, attive e volenterose, capaci di impegnarsi e di credere nella parola ‘futuro’, riusciremo a realizzare importanti
progetti e a far valere la buona
politica non dimenticandoci mai
di tenere viva la collaborazione
con il movimento di Forza Italia
in cui tutti ci rivediamo”.
E sempre restando in termini
post elezione, un vizio di forma
Stadio Bartolani inagibile, si gioca a porte chiuse
I cisternesi, sportivi e non, lo avevano atteso per anni E ora… stadio off limits. Il motivo? “E’ inagibile, si gioca a poche chiuse”, ha sentenziato il sindaco Eleonora Della Penna che sull’argomento ha aggiunto: “Nessun veto sull’iscrizione al campionato di Eccellenza per l’ASD Pro
Cisterna 1926 ma l’impianto va adeguato e, fino a quando non avrà l’agibilità, le partite si svolgeranno a porte chiuse, senza pubblico sugli spalti”. Questa in sintesi la questione sullo Stadio
Bartolani all’indomani del sopralluogo tecnico, non ispettivo, svolto dalla commissione per valutare l’efficacia
e la fattibilità
dei
previsti
lavori migliorativi finalizzati proprio al
rilascio
del
certificato di
agibilità. “La
Pro Cisterna –
spiega il sindaco Eleonora
Della Penna può tranquillamente decidere di iscriversi
al campionato
di Eccellenza
per la stagione
sportiva
2014/2015. Il
nulla osta per
l’utilizzo dello Stadio Bartolani è stato rilasciato tempestivamente, il giorno dopo la richiesta
della società. La questione è un’altra e molto più complessa. Riguarda il rispetto della legalità e
della sicurezza di tutti, e su questo l’amministrazione non transige. Sono state previste somme nel
bilancio triennale e predisposti progetti per rendere finalmente l’impianto agibile. A questo scopo
il responsabile del procedimento e progettista dell’impianto, lo scorso 1 luglio ha convocato la
commissione tecnica che ha esaminato i progetti e successivamente svolto un sopralluogo nella
struttura per verificarne la fattibilità. Tutto questo, appunto, in vista del raggiungimento della
piena agibilità dello stadio subordinata, però, anche alla nomina di un responsabile del servizio di
prevenzione antincendio”. Anche su questo stiamo lavorando con la predisposizione di un bando
per l’assegnazione della gestione a una società a cui, come avviene in tutti gli altri stadi, competeranno oltre che la nomina degli addetti alla sicurezza anche i costi di tutte le utenze dei consumi (luce, acqua, gas e telefono) e la manutenzione del manto in erba sintetica del campo di
gioco. Dunque nessuno vieta al Pro Cisterna di disputare il campionato ma dovrà farlo a porte
chiuse, almeno fino a quando lo Stadio Bartolani non diventerà finalmente un luogo dove praticare lo sport e assistere agli incontri di calcio in tutta tranquillità e sicurezza”.
che avrebbe comportato un ritardo nella presentazione del ricorso potrebbe rendere vano il tentativo di Vittorio Sambucci,
primo dei non eletti di Fratelli
d’Italia a Cisterna, di entrare in
Consiglio comunale. L’esponente del partito della Meloni ha
annunciato, nei giorni scorsi, di
avere presentato ricorso al Tar
ritenendo che l’attribuzione dei
seggi sia stata sbagliata e che, in
realtà, all’opposizione spettava
un seggio in più attualmente
nelle disponibilità della maggioranza. Nel ricorso Sambucci ha
fatto riferimento allo scranno di
Gerry Boccabella anche se, scorrendo la classifica degli eletti, è
facile notare che in realtà il seggio rivendicato dallo stesso aspi-
rante consigliere è occupato
attualmetne da Fabiola Ferraiuolo. Sambucci potrebbe vedere il
suo ricorso respinto proprio per
questo vizio di forma senza che
il tribunale amministrativo, che
deve tuttavia ancora pronunciarsi, entri nel merito della controversia. È stata invece fissata al 6
novembre prossimo la data della
discussione del secondo ricorso,
quello presentato da Marco
Barone candidato di Idea Lista,
che si è visto sottrarre per una
manciata di voti (e un presunto
errore nel calcolo delle preferenze) il seggio da Gerry Boccabella, attualmente in Consiglio
comunale.
Francesco De Angelis
Cisterna Estate, il 16 agosto arriva Alex Britti
La rassegna “Cisterna Estate”
anche quest’anno si farà. Sarà
un’edizione più concentrata ma
non tradirà le attese del tradizionale grande artista che si esibirà in
piazza XIX Marzo per la Festa di
San Rocco: il 16 agosto arriverà
Alex Britti. Gli eventi curati dal
Comune saranno quindi concentrati nelle settimane di agosto
mentre l’Ente è a disposizione per
la concessione di spazi e strutture
pubbliche, ove possibile, a chiunque vorrà proporre iniziative private. “Nei giorni scorsi abbiamo
chiuso il bilancio assieme alla
giunta, che voteremo entro i termini previsti dalla legge in consiglio
senza bisogno di proroghe –
dichiara il Sindaco Eleonora Della
Penna. E’ un bilancio “tecnico”,
come ho già spiegato la scorsa settimana: ci sono molti vincoli
imposti dalla precedente amministrazione e con fatica stiamo lavorando per raggiungere il pareggio.
All’interno di un capitolo di spesa
esiguo dobbiamo quindi attenerci
a scelte più ristrette possibili per la
pianificazione dell’estate cisternese. Abbiamo deciso di concentrare le giornate di intrattenimento al
mese di agosto, con alla base il
principio guida per la nostra
amministrazione negli anni a venire: il denaro pubblico è di tutti e va
gestito nella maniera più oculata e
parsimoniosa possibile, evitando
gli sperperi. Molte associazioni
hanno compreso la nostra scelta.
Abbiamo dato tre diverse opzioni
alle persone che avevano fatto
richiesta di disponibilità da parte
dell’ente per esibirsi in Piazza
durante il calendario estivo: possono scegliere fra il mantenere la
propria data - al di fuori dell’arco
delle giornate in cui il Comune
fornirà gli ausili per lo spettacolo
– e mettere in scena le performance a proprie spese (come alcuni
hanno già fatto negli scorsi giorni); possono ancora usufruire
degli edifici messi a disposizione
dell’ente in cui si possono trovare
soluzioni alternative al palcoscenico (come ad esempio il Palazzetto dello Sport al Quartier San
Valentino); infine abbiamo proposto loro una data alternativa nel
mese di agosto durante la quale le
spese sarebbero a carico del
Comune ma molto ridotte rispetto
alla singola serata. La cultura è fra
le principali aspettative di questa
amministrazione e per fare bene e
veramente cultura c’è bisogno di
una pianificazione delle spese e
degli interventi da attuare”. E
come già detto: l’estate cisternese
vedrà il suo momento clou con
l’esibizione di Alex Britti la sera
del 16 agosto. La conferma ufficiale arriva proprio dal sito del
cantante nella sezione che riporta
il tour estivo. La data è stata inserita nel giro che Britti sta facendo
in tutta Italia per portare i suoi
successi nelle piazze del Bel
Paese.
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 46
ARDEA
Dopo il nuovo attentato incendiario ad uno esponente politico, questa vola ad essere preso
di mira il primo cittadino Di
Fiori, arriva la nota ufficiale
del Pd: “C’è il timore che
forze estranee alla vita democratica del nostro comune
intendano con metodi minatori
indirizzare le scelte politico
amministrative”
“Rinnoviamo la nostra preoccupazione per l’ennesimo atto
di violenza nei confronti di
esponenti di primo piano dell’amministrazione di Ardea.
Questi gravi episodi alimentano il timore che forze estranee
alla vita democratica del
nostro comune intendano con
Ardea, tre anni di attentati incendiari
cui si dovesse riscontrare la
matrice dolosa del gesto,
auspichiamo una presa di posizione forte nei confronti di
questi atti con la speranza che
non riescano a condizionare
l’attività dell’amministrazione
comunale. Che questo ennesimo attentato abbia a che fare
con la recente crisi amministrativa che ha portato alle
dimissioni di tutta la giunta?”.
Il circolo del Partito democratico di Ardea esprime solidarietà e preoccupazione per gli
incresciosi atti di un fare
mafioso camorristico che da
un paio di anni tiene in allarme
i cittadini di questo paese,
avvelenando la vita politica e
Antonino Abbate esponente del Pd locale
metodi minatori indirizzare le
scelte politico amministrative.
A tal proposito, e nel caso in
1 - 31 Agosto 2014
cittadina. Da tre anni ad Ardea
divampano
gli
incendi:
Tre auto distrutte al consigliere
e presidente della Commissione ambiente Franco Marcucci,
due vetture bruciate al presidente del consiglio Massimiliano Giordani, tre al primo
cittadino Luca Di Fiori (due
durante la carica di sindaco),
una all’ex assessore all’ambiente e finanze Nicola Petricca nella sua abitazione di Torvaianica, una all’ex comandante la stazione carabinieri di
Tor San Lorenzo e due a un
geometra-giornalista locale e
due ai suoi familiari date alle
fiamme sotto il suo studio tecnico. Ma la lista degli attentati
non finisce qui. Come non
ricordare l’incendio all’ufficio
tecnico comunale nel 2012, nel
2013 alle serrande delle attivi-
tà commerciali dei consiglieri
Fabrizio Acquarelli e Francesco Paolo Corso. E, nel comune di Pomezia, fiamme allo
studio legale dell’avvocato
Maria Pia Pagano, poco dopo
che si era dimessa da assessore
alle finanze.
Per non parlare delle lettere
minatorie al capo cartello del
Pd Antonino Abate e all’ex
presidente del consiglio comunale Alberto Sgrò, i quali avevano presentato esposti per
presunti brogli elettorali. E
lungo sarebbe l’elenco di giornalisti minacciati ai quali
hanno fatto trovare addirittura
gatti impiccati sul proprio cancello di casa. Nella prima
repubblica l’accoltellamento
dell’allora vicesindaco PSDI
Roberto Ettore Castaldo genitore dell’attuale Eurodeputato
grillino Fabio Massimo. Gambizzazione dell’allora vice
comandante della municipale,
incendio alle porte del comando stesso, e proiettili e lettere
minatorie a tanti altri consiglieri e sindaci autori ancora
ignoti, tanto da chiedersi come
è possibile che ancora ad oggi
languono le indagini quando le
tecnologie moderne di cui
possono disporre le forze dell’ordine, riescono a scoprire
tutto di tutti e di più?
città
Luigi Centore
Luca Fanco unica e costante spina nel
fianco dell’amministrazione Di Fiori
Da prima che accadesse il terzo vile attentato incendiario all’auto del sindaco che non si avevano notizie del turbolento consigliere comunale di maggioranza Luca Fanco ritenuto unica
e costante spina nel fianco dell’amministrazione Di Fiori, Tante le illazioni, chi lo dava in
Marocco, chi in crociera, chi addirittura in qualche eremo a meditare. Nulla di tutto questo,
era in casa a scrivere un manifesto politico finanziario che pone al sindaco domande precise su che fine hanno fatto i soldi dei cittadini. Fanco chiede conto di come sono stati spesi
i soldi delle tasse dei cittadini considerando che non ci sono più fondi ma addirittura circa
tre milioni di debiti tanto da rischiare il dissesto finanziario. Un dissesto che se dovesse essere sancito resta inspiegabile in quanto nessuna opera è stata fatta in questi due anni di amministrazione Di Fiori. Fanco ha fatto affiggere su tutto il territorio i manifesto, (foto accanto) un messaggio ben apprezzato dai cittadini di ogni schieramento.
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
ARDEA
pagina 47
FORTE CON I DEBOLI E DEBOLE CON I FORTI
Rimozione dei sigilli di sequestro, legnata della giustizia sul legnaiolo
Dopo il vetraio è la seconda
attività familiare ad essere
presa di mira. Alle Salzare
sale la tensione, mercoledì 30
luglio i commercianti dei 706
ettari demaniali presenzieranno democraticamente al
consiglio comunale che
potrebbe segnare la fine della
legislatura Di Fiori.
Dopo il vetraio, il falegname.
Che ci sia bisogno di diritto e
osservanza delle regole in
questo Paese non v’è dubbio,
diverso è essere d’accordo
sui tempi e sui modi. E diverso è ancor più essere d’accordo – e questo giornale non lo
è – sul colpire prima i più
deboli poi i più forti. Detto
questo come premessa, registriamo che la mannaia della
giustizia si è abbattuta su un
altro artigiano venditore di
legna da ardere, sito sui 706
ettari demaniali delle Salsare
a un centinaio di metri dal
giovane vetraio. Anche a lui
sono stati riaffissi i sigilli e
denunciato per violazione
degli stessi.
“Ancora una volta vengono
presi di mira i più poveri –
afferma Angelo Mirra, l’artigiano – quelli con una azienda casereccia, unica fonte di
sostentamento per sfamare la
mia numerosa famiglia. Tra
me e il vetraio prosegue amareggiato da quella che ritiene
essere un ingiustizia ed una
disparità di trattamento e con
voce rotta da singhiozzi di
rabbia dice, tra me ed il
vetraio ci sono altre attività
commerciali che non vengono toccate, oltre al fatto che
iniziano sempre da noi e mai
dal Fosso della Moletta a Tor
San Lorenzo dove le attività
sono tutte nelle nostre stesse
condizioni ma di benestanti
commercianti.
Il legnaiuolo prosegue: “Vorrei essere ascoltato subito da
un giudice per chiedergli
come devo sfamare la mia
famiglia, ancora non mi sono
imparato a delinquere. Il
boscaiolo, prosegue, ricordando che tante sono state le
promesse dei politici in campagna elettorale, tanti sono
gli anni che sto in questo
paese oltre trenta”. E conclude con un appello al primo
cittadino: “Il sindaco ci dica
se possiamo stare aperti o
chiusi su queste terre, se la
legge lo consente che sia per
tutti o per nessuno, non credo
debba ricordargli che la legge
è uguale per tutti e non soltanto in danno delle piccole
ed
indifese
attività”.
Ad adiuvandum, va ricordato
come la precedente amministrazione aveva fatto presentare richieste di affrancazione
dell’uso civico mai evase e
tutto semspre in prossimità
delle elezioni comunali. Inoltre pochi giorni prima delle
elezioni comunali l’allora
sindaco con una mega conferenza stampa annunciava di
un protocollo d’intesa tra le
parti in causa su queste terre,
forse Di Fiori potrebbe dire
che fine ha fatto questo protocollo d’intesa.
Luigi Centore
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 48
SPORT
L’Aprilia calcio ha iniziato a
sbuffare e a sudare. Da lunedì 28
il gruppo dei giocatori agli ordini del trainer Mauro Fattori e
del preparatore atletico Alessio
Durastanti si allena per preparare al meglio la stagione agonistica 2014-15. Il club delle cinque rondini, dopo tre anni di permanenza nei campionati professionistici di Lega Pro, torna a
disputare il torneo nazionale
dilettanti di serie D. Oltre ai vari
test atletici i primi giorni di allenamento sono stati improntati
sul raggiungimento di una parità
di condizione fisica tra i componenti dell’organico. Con il passare dei giorni aumenteranno i
carichi di lavoro ed esercizi
mirati alla forza e alla resistenza.
Gli allenamenti si effettuano tra
lo stadio comunale Quinto Ricci
A e il Quinto Ricci C. Molti gli
spettatori che si vogliono nuovamente immergersi nel calcio
giocato e lasciarsi alle spalle uno
dei periodi più nebulosi della
storia societaria dell’Aprilia.
Dopo oltre due mesi dalla fallimentare retrocessione in serie D
non si registra nessuna novità
per quanto riguarda il cambio al
vertice del sodalizio. Notizie e
comunicati ufficiali non esistono
1 - 31 Agosto 2014
L’Aprilia calcio inizia la nuova avventura in serie D
ma sembra che la cessione del
club sia più ardua e difficile del
previsto. Diversi gruppi e cordate si sono fatte avanti ma per un
motivo o per un altro tutti hanno
compiuto, dopo i primi approcci,
dei decisi passi indietro. In questi giorni sembra affacciarsi
all’orizzonte una particolare
forma gestionale. La maggioranza delle quote rimane in possesso delle famiglie LazzariniCavicchioli ma il club viene
amministrato da una persona
vicina e in feeling con i soci Tassinari- Lorello. In questa non
facile situazione, che danneggia
enormemente l’immagine e la
credibilità dell’Aprilia, il gruppo
squadra, è stato assemblato e
costituito dal personale del settore giovanile: il direttore sportivo Ciro Montella e l’allenatore e
responsabile di suddetto settore
Mauro Fattori. I due con grande
abnegazione e un aziendalismo
non comune sono i traghettatori
verso la nuova società che
dovrebbe prendere vita entro il
mese di agosto. In futuro chi
avrà i comandi della società
biancoceleste potrebbe cambiare
nominativi e ruoli. Il gruppo di
atleti proposto nell’attuale e particolare momento ha un’età
media molto bassa in quanto
sono presenti molti ragazzi del
1996 e 1997. <<Pur facendo
parte dell’Aprilia da diversi anni
questa è la mia prima esperienza
in qualità di direttore sportivo di
una prima squadra. Pur partendo
con un gruppo di giocatori molto
giovane, crediamo, che con sei
sette giocatori di esperienza che
integrano questo organico l’Aprilia possa svolgere un campionato di serie D in maniera dignitosa- spiega l’attuale direttore
sportivo apriliano Ciro Montella- nella nostra ristrettezza economica e nel momentaneo periodo di transazione societario pensiamo di aver allestito un gruppo
che ci possa dare, nei giusti limiti, delle soddisfazioni>>. Fondamentale era partire con le attività sul campo. Rivedere il pallone
tra i piedi degli atleti allontana le
polemiche, i dubbi, le incertezze, le domande sul perché questo
cambio societaria si prolunghi in
un tempo indefinito. Tutto è precario ed incerto, se cambia la
proprietà della società potrebbero cambiare anche gli uomini
che la rappresentano. <<Stiamo
gestendo
questo
delicato
momento- conclude MontellaAbbiamo fatto l’indispensabile
con la speranza che nell’immediato futuro, quando si chiariranno le posizioni in seno alla
società, si possa apportare, se
necessario, qualche ritocco>>.
LA ROSA. Portieri: Giuseppe
Caruso (’92); Emiliano Nasoni
(’97); Silvio Solimeno (’77);
Alex Sharochky (’97). Difensori: Riccardo Bonanni (’96);
Paolo Chiarucci (’97); Antonio
D’Ambrosio (’96); Giovanni
Esposito (’85); Mattia Giangrande (’96); Luca Mattoccia (’97);
Francesco Montella (’87); Emi-
liano Zepponi (’97). Centrocampisti: Matteo Cannariato
(’90); Matteo Cioè (’96); Diego
Crepaldi (’96); Davide Maola
(’97); Alessandro Marchetti
(’97); Gabriele Schiumarini
(’94); Emiliano Trincia (’97).
Attaccanti: Mauro Molinari
(’97); Kevin Pellerani (’97);
Michele Rapone (’96); Cristiano
Roversi (’90).
Preparatore Atletico: Alessio
Durastanti.
Damiano Bilotta, Andrea Antonaci e Ennio Leonzio ha avuto
la meglio sui Chosen Few, dopo
una partita tiratissima punto a
punto, degno finale di un torneo
come il Downtown. Ma la serata finale è stata sopratutto un
evento anche per lo spettacolo
con la gara del tiro da tre vinta
dal giovanissimo Paolo Romagnoli e sopratutto dall'All star
Game con i migliori giocatori
scelti dal pubblico e dalla stupefacente gara delle schiacciate
che ha visto trionfare Mauro
Fogante dopo una schiacciata
che definire fenomenale è riduttivo. La serata finale di Piazza
Roma ha mostrato la vera essenza del Downtown Basketball:
una kermesse di basket ad alto
livello ma anche uno spettacolo
in cui divertirsi e far divertire,
dimostrando anche con uno staff
molto giovane composto da tutti
under 23 che i progetti, anche
ambiziosi, si possono compiere
e anno dopo anno migliorare se
chi ha passione è libero di esprimerla.
Alessio Chiabotti
Dario Battisti
Aprilia - Downtown Basketball, in piazza Roma
L'estate rappresenta per molti
giocatori di basket, abituati a
passare in polverose palestre
gran parte dell'anno, la possibilità di esprimersi nei playground, i campetti all'aperto
dove si può continuare a coltiva-
re la passione per il basket
anche nella bella stagione. Questi campi pullulano nelle cittadine della provincia romana e
pontina, ma c'è n'è uno che per
una settimana diventa il centro
del basket da strada 3vs3 ed è
quello di Via delle Regioni ad
Aprilia dove ogni anno si allestisce il Downtown Basketball,
lo spettacola torneo di basket da
strada che ormai da qualche
anno riunisce il meglio del
basket locale e non solo. Quest'anno il torneo si è espanso
fino a 32 squadre con 160 atleti,
oltre 120 partite e 9 giorni di
gare diventando un punto di
riferimento per il basket estivo
tanto che si è affiliato al circuito
FISB, la Free Italian Streetball
la federazione del basket da
strada riconosciuta anche dalla
FIP, di cui il Downtown rappresenta l'unica tappa nel Lazio; un
grande risultato per gli organiz-
zatori di questo bellissimo torneo. Le giornate di gara cominciate mercoledì 16 luglio e terminate domenica 27, hanno
visto scendere in campo molti
giocatori sia glorie del basket
locale con un profondo bagaglio
di esperienza, sia le giovani promesse che militano nelle società
sparse sul territorio; il torneo è
quindi molto variegato e mai
scontato, con squadre attrezzate
per la vittoria finale e altre invece che esaltando al massimo lo
spirito di un torneo estivo di
basket si presentano con la sola
voglia di divertire e divertirsi,
passando qualche sera in compagnia di amici e compagni di
squadra. Il torneo, si svolge su 8
gironi in cui le prime due squadre di ogni raggruppamento
passano alla parte alta del tabellone mentre le seconde due
accedono alla parte bassa; è sviluppato per permettere ad ogni
squadra di giocare all'incirca lo
stesso numero di partite e sopratutto di arrivare con le 4 migliori squadre a giocarsi la Final
Four nella spettacolare serata
evento finale, quest'anno svoltasi in Piazza Roma ad Aprilia, in
cui si decreta la squadra vincitrice, il tutto contornato dallo spettacolare evento intorno alla finale vera e proprio ovvero la gara
del tiro da tre punti, la gara delle
schiacciate e l'All Star Game, la
partita in cui scendono in campo
i migliori 8 giocatori del torneo
scelti dal pubblico. La serata
finale, purtroppo rovinata verso
la metà dalla pioggia che ha
costretto tutto il folto pubblico e
gli atleti a trasferirsi al pallone
tensostatico di via Respighi, ha
decretato la squadra campione
di questa edizione I Fantastici 4
dell'eterno Fabio Triveri, MVP
del torneo, che insieme a
1 - 31 Agosto 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 49
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 50
VENDESI N.1 ISOLA PER SURGELATI CON VETRI 2,5 mt Euro
500,00 e N.7 POZZETTI CON
VETRI 170x50 Euro 300,00
cadauno. Tel. 339/6091279
NETTUNO 82ENNE invalido civile,
vende nuda proprietà attico 60 mq.
Salone con angolo cottura, camera
da letto, bagno, ripostiglio, balcone,
servizi autonomi con ascensore.
Euro 70.000,00 Tel. 320/4021196
ATTENZIONE QUESTO ANNUNCIO è rivolto ad amatori, appassionati, biblioteche e a persone dedite
a ricerche scientifiche, didattiche,
storiche, cronaca: Possiedo oltre
100 videocassette registrate con
storia, attualità, cronaca, film importanti; causa trasloco cedo in cambio
soltanto di un piccolo compenso a
totale discrezione di chi è interessato. Tel. 333/5647878
APRILIA GOMMISTA MECCANICO AUTO E MOTO STRADA
GRANDE SCORRIMENTO MQ.
200 4 PORTE GRANDE PARCHEGGIO ANCHE QUOTA PARTECIPAZIONE
50%
TEL.
06/79340605 – 347/3037895
COPPIA BRASILIANA (marito e
moglie) cercano lavoro domestico
fisso con vitto e alloggio Tel.
327/6339388
SIGNORA ITALIANA CERCA un
impiego: pulizie, badante, operaia.
(Automunita) Tel. 339/2366897
TERRENO AGRICOLO APRILIA di
mq. 3154, parzialmente recintato, in
leggera discesa, zona residenziale
località Il Poggio, via della Collina.
Euro 28.000,00 Tel. 331/7960902
CAUSA INUTILIZZO SVENDO A
PICCOLISSIMI PREZZI NR 2 LETTINI con rete perimetrale a solo 20
euro cadauno ; e anche un passeggino a solo 20 euro . Inoltre vendo
nr 3 sedioline per bambini/e a solo
5 euro cadauna .. tutto il materiale
e' in buone condizioni. Giuseppe
ad Anzio,tel 3498094903
CERCASI CASA IN AFFITTO ad
Aprilia – Latina – Pomezia a poco
prezzo possibilmente max 200,00
euro mensili anche con piccoli lavoretti. Sono un lavoratore di 34 anni
(URGENTE) Tel. 380/9004588
VENDESI
PNEUMATICI
145/80/R13 (n.2) nuovissime Euro
70,00 Tel. 347/8960870
LIBRI DI BARBIE e di Winx e Tea
Stilton originali nuovissimi vendo
vari titoli al 50% Tel. 347/8960870
MICROONDE GIOCATTOLO con
vari accessori elettronico vendo
euro 15,00 Tel. 347/8960870
AZIENDA SETTORE
PUBBLICITARIO
Ricerca nelle zone Castelli
Romani - Aprilia, ragazze fino
a 26 anni di età per la produzione di cartelli realizzati a
mano. Requisiti richiesti
manualità, velocità, ottima
grafia e predisposizione al
disegno, massima serietà e
disponibilità immediata.
Gradito indirizzo scolastico
artistico e curriculum scritto a
mano.tel.06/93730828
RIVISTE “LA BICICLETTA” dal
1989 al 1992 + Riviste “BS – Bici
Sport” anno ‘89/90/91/95 vendo a
Euro 25,00 ad annata. “BS Fotoromanzi” dal 1990 al 1997 vendo a
25,00 euro tutti insieme. Tutto origi
Tel. 347/8960870
VENDESI SAMSUNG GALAXY S
Advance ancora in garanzia fino al
2015 con scatola originale funzionante vendo a metà prezzo euro
160,00 Tel. 347/8960870
PIASTRA PER CAPELLI professionale funzionante vendo Euro
20,00 Tel. 347/8960870
OCCASIONE VERA; VENDO
GIUBBETTO DUCATI PERFORMANCE in CORDURA ,taglia 52,
rosso DUCATI,5 tasche,stemma
DUCATI CORSE,completo di giubbino interno imbottito ed estraibile
tutto in condizioni perfette a solo 65
euro ( da me pagato euro 260)
INOLTRE vendo PARASCHIENA
imbottito con gilet incorporato
marca DAINESE ,taglia 50/52
oggetto di vestiario INDISPENSABILE per un motociclista responsabile materiale come nuovo a solo 60
euro. SE PRESI in blocco il tutto a
solo 110 euro( praticamente il
costo
del
solo
salva
schiena).MATERIALE visibile ad
ANZIO GIUSEPPE 3498094903
VENDO UNA CUCINA COMPLETA senza elettrodomestici composta da un comodo mobile base con
superficie antimacchia e antigraffio
con 4 cassetti e 4 sportelli. inoiltre
nr 6 pensili ed una angoliera pensile. Tutti gli sportelli e i cassetti sono
in legno di qualita'; tutto il materiale
e' in ottime condizioni ed il prezzo e'
di assolutoi realizzo causa mancanza di spazio ove tenerlo Vendo in
blocco a solo 210 euro.considero
anche chi vuole acquistare singoli
componenti 3498094903
APRILIA ZONA CENTRALISSIMA
E VICINO STAZIONE AFFITTO
BILOCALE nuova costruzione mq
50 richiesta di E 450 mensili classe
energetica B ipe 34
Tel. 3299475075
APRILIA VIA INGHILTERRA VENDESI APPARTAMENTO trilocale di
mq 65 € 80000 Ape GIpe 175
Tel. 0688922153
APRILIA VIA CALIGOLA VENDESI APPARTAMENTO mq 75 di
recente costruzione in posizione
centrale e vicino stazione € 160000
Ape E Ipe 80 Tel. 3392477232
RAGIONIERA CON ESPERIENZA
pluriennale maturata Presso Studi
Professionali e Aziende, Contabilità
Generale, Bilancio, prima nota, iva,
cont. Clienti / fornitori, conciliazioni
Banche, operazioni intra / extra
CEE, Buona Conoscenza di vari
Sistemi Operativi, cerca Occupazione. Cell. 3398458087
ANGELCARE FOPPAPEDRETTI
Monitor ascoltabimbo con funzione
di rilevazione movimento compre-
1 - 31 Agosto 2014
so quello respiratorio che in caso di
assenza di respiro per più di 20
secondi emette un allarme sonoro
E.50 zona Aprilia tel.393/0521115
RAGAZZO ANNI 38 LAVORATORE cerca ragazza o donna con cui
prendere un appartamento in affitto
e dividere le spese zona apriliapomezia.Tel.340/6806514 Giovanni
APRILIA SEMICENTRALE AFFITTASI APPARTAMENTO luminoso
78mq 2°pianocomposto: sala con
A/C, 2 camere ,2 bagni, balcone,
posto auto con cancello automatico, cantina, caldaia autonoma euro
550 tel.3394382123
DISPONIBILI DA SUBITO,A NETTUNO, CUCCIOLI DI PASTORE
TEDESCO nero focati, svezzati,
sverminati, con vaccino e pedegree, i genitori d alta genealogia
sono lastrati ed esenti dalla displasia delle anche. tel.3892861369
Vendesi
SSANGYONG KYRON
2.0 XDI 4x4
ANNO 10/2009
UNICO PROPRIETARIO
KM. 60.684 originali
Omologata Autocarro.
Euro 46,00 di bollo
Vendo casco M.Robert italian design,
Tel. 335.8059019
taglia SMALL cm. 55/56, colore nero, dotato di
visiera parasole; 80 euro non trattabili 349/8907445
€ 11.000,00
✂
ANNUNCI ECONOMICI GRATUITI - per privati
a pagamento per ditte o società tel. 06.9275019
Cedola da ritagliare e spedire
Lʼannuncio sarà ripetuto per 3 uscite, salvo diversa decisione della redazione
Compilate qui il vs. ANNUNCIO GRATUITO e speditelo in busta chiusa
a: Il Giornale del Lazio via E. Fermi, 18 - 04011 Aprilia (LT)
oppure invia una e-mail al: [email protected]
OGNI PERSONA PUOʼ INVIARE UN SOLO ANNUNCIO
TESTO (scrivere in stampatello e senza abbreviazioni) .......................................................................................................................................................................................................................
.................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
.................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
.................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................
Gli ANNUNCI GRATUITI, sono esclusivamente riservati ai privati.Il Giornale del Lazio, non è responsabile per qualità e veridicità delle inserzioni. A garanzia
dei lettori il Giornale del Lazio si riserva il diritto di NON PUBBLICARE annunci non conformi al presente regolamento o che, a suo insindacabile giudizio risultino non chiari o che possono prestarsi a ad interpretazioni equivoche. Gli inserzionisti prendono atto che, a richiesta dell’Autorità Giudiziaria, Il Giornale del
Lazio fornirà tutte le notizie riportate nella presente cedola.
COMMITTENTE: Nome .....................................................................................................................Cognome ...............................................................................................................
Via ....................................................................................................................................................Città ..........................................................................Tel. ...........................................................
Firma.............................................................................................................................
1 - 31 Agosto 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
pagina 51
pagina 52
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
luca
APRILIA AFFITTASI CAMERA
250
euro
MATRIMONIALE
tel.3453520796
VENDESI TORCHIO IDRAULICO
come nuovo, capacità una botte di
uva. Ritiro zona castelli romani a
carico dell'acquirente. Invio foto via
mail su richiesta.Pagamento in contanti €350 tel.3483744345
Vendesi
VENDO cornice argento con girasoli, mai usata, ancora nell'imballaggio originale, vedi foto. invio foto
via mail su richiesta. Pagamento in
contanti, eventuale spedizione a
carico dell'acquirente. € 40 .2 candelabri argento marca Ottaviani,
mai usati, ancora nell'imballaggio
originale, vedi foto invio foto via mail
su richiesta.Pagamento in contanti,
eventuale spedizione a carico dell'acquirente. € 80. Portagioielli
"Paolo Cane" color marrone-bordò
mai usato.Invio foto via mail su
richiesta.Pagamento in contanti
eventuale spedizione a carico dell'acquirente.€ 20. Tel.3314106089
APRILIA zona Coop piazza Aldo
Moro 1/c vendo box auto ottimo
anche come investimento16 mq. ,
1050 euro/mq. disponibile subito.
No commissioni
No agenzie.
tel.338/8846349
STUFA A PELLET marca italiana
camini modello corolla , con annesso forno.Superficie riscaldabile 90
m quadrati con rivestimento in
maiolica in ottimo stato.Prezzo
Euro 600 per infio:3420705199
AD APRILIA, PRIVATO VENDE:un
tavolo in ciliegio forma rettangolare
allungabile con 4 sedie 1 cucina a
gas elettronica, 4 fuochi appena
acquistata con garanzia 1 frigorifero ed 1 lavatrice usatipensili da
cucina colore bianco laccato (se
interessati in offerta).Il tutto prezzo
affare da concordare anche singolarmente. Tel. 347-3535537 o 3471924453
VENDESI CAPANNONE ZINGATO
MQ. 1000 DIVISIBILE MQ.100
Euro 5.000,00 TEL. 06/9275910 –
335/5455258
OFFRO RETI DA PESCA da postazione circa metri 400 altezza delle
reti metri 5. Per cattura qualsiasi
tipo di pesce, cefali, marmore,
orate, spigole, ombrine etc… Il tutto
costa circa 400,00 Euro. Vendo
anche a pezzi da metri 50 ad euro
80,00 l’uno. Tel. 345/4579123
VENDO MACCHINA MACINAPOMODORI Omax professionale Euro
65,00.N.2 Materassi gonfiabili da
interno Euro 50,00. Tavolo da stiro
164 alto cm 90 largo cm 48 – con 4
cassetti e 4 sportelli, 1 angoliera
pensile con 2 sportelli e nr.7 pensili
tutti con sportelli. Cassetti e sportelli sono in legno no truciolato. Euro
299,00 Tel. 349/8094903
VENDO DIVANO PELLE FIORE 6
POSTI ad angolo giro, cuscini
piuma d’oca, marca Frau prezzo da
concordare Aprilia via di Vittorio.
Tel 3493031007
VENDO UNA APPARECCHIATURA PER IL KEBAB completa di
coltello elettrico come nuova. Prezzo molto conveniente solo 999
euro .Visibile a TOR SAN LORENZO o ad ANZIO da FRANCO
tel 329/6498025
VENDO FRIGO LG doppia porta,
modello GR572TF Express Cool.
Litri 460: scomparto congelazione
126 litri , scomparto frigorifero 334
litri. Dimensioni: 75x71x 1.78.Caratteristiche: efficienza, capienza e
massima prestazione di conservazione alimenti.Tecnologia NO
FROST, sbrinamento automatico.
Ottime condizioni.Prezzo Euro
190.Cell.3403242918 - 069257554
VENDO SALOTTO occasione, in
vera pelle di bufalo rosso bourdeaux, 2 posti extra large, ottimo
stato, da vedere. euro 550,00 trasporto a carico acquirente.tel
3291330379
VENDO APPARTAMENTO A NET-
Bretagna, vendesi box auto, mq. 45.
Prezzo da concordare.
Cell. 339-7268959
MQ.110 (Cucina e Sala Slot) + Ampio
spazio ristoro interno ed esterno.
Trattativa in sede (No Agenzie)
TEL. 331.3628417
Cerchiamo
collaboratori par-time
da inserire nel settore
del giornalismo
e agenti pubblicitari
Cell. 335.8059019
Tel.06.9275019
Foppapedretti Euro 15,00. Il tutto ad
euro 110,00. Tel. 339/5373596
CEDO MODELLI DI BIGHE
ROMANE marca Starlux completi
di scatole originale
Tel. 339/6374301
CEDO VOLANTE PER MERCEDES PAGOTA bara 8 in radica di
noce completo di mozzo originale.
Tel. 339/6374301
VENDESI FIAT COUPEʼ 1.8 16v
anno 1999 Euro 1.000,00 Tel.
333/1087604
CERCO LAVORO COME FORNAIO O AIUTO PANETTIERE Tel.
327/7989902
SMARTPHONE ALCATEL XPOP,
colore nero, dual sim, 4,5 pollici, 16
milioni di colori, fotocamera con
flash da 5 mpx + fotocamera anteriore. Filmati in HD, processore dual
core da 1 GHZ. Vendo Euro 99,00
intrattabili Tel. 334/351574
MECCANICO CAMION - AUTO –
MULETTI diesel, batterie + trasp. A
mano o elettrici. Esperto riparazioni
macchinari ortofruttiferi + Aff. Lame
– Autista patente C – Magazziniere
Tel. 339/6374301
MOBILI PER CUCINA in eccellenti
condizioni: 1 mobile base con piano
antimacchia e antigraffio lugno cm
APRILIA fronte parco affittasi attività di bar-pizzeria tavola calda
possibilità vendita tabacchi, locale climatizzato ottimo arredamento
ampio laboratorio e veranda. Tel. 348/33.50.352 06/92.72.75.44
VENDESI BAR IN ZONA CENTRALE
APRILIA GESTIONE VENTENNALE
TUNO (Rm), complesso 7 Fiori Blu.
40 mq circa. Terzo piano con ascensore, risc. aut.,impianto satellitare,
climatizzatore, salone con angolo
cottura con uscita su balconcino
vista mare, camera con armadio a
muro. il bagno, finestrato, ha doppio
accesso sia dal salone che dalla
camera. libera al rogito. euro
107.000 tel 3291330379
ASPIRAPOLVERE portatile a filo
squaletto Ferrari con tracolla ricco
di accessori grande potenza di
aspirazione con filtro lavabile e riutilizzabile come nuovo E.35 zona
Aprilia tel. 393/0521115
CREAZIONE/SCRITTURA TESI E
TESINE in tutte le materie, compreso Inglese, Francese e Spagnolo,
incluso battitura e correzione,
esperta laureata LUISS esegue
rapidamente, prezzi modici e affidabilità.Tel. 331.7951113
VESTITO DA SPOSA in organza
seta e pizzo macramè stile impero
fatto su misura bianco perla (taglia
grande restringibile o estensibile
euro. 150 Tel. 331.7951113
VENDO APPENDIABITI tipo uomo
morto da camera, in legno euro 15.
tel 3479930076
AFFITTASI APPARTAMENTO di
mt2 65 (mobiliato o non) in edificio
di totale 6 appartamenti. No condominio. Camera matrimoniale, cameretta, cucina, bagno con doccia,
corridoio e sgabuzzino. Infissi in
alluminio. Impianti autonomi. Due
balconi e posto auto. Aprilia, zona
piazza Vannucci, nei pressi del
mercato settimanale. No agenzia.
Contattare 335-7127411
VENDO PRESEPE NAPOLETANO
comprato a San Gregorio Armeno,
in sughero e muschio, completo di
personaggi non fatti a mano, molto
caratteristico. euro 120 tratt.
tel 3291330379
TORVAIANICA CENTRO Via Gran
pagina 53
SIGNORA ITALIANA AUTOMUNITA, cerca lavoro come assistenza
anziani e/o collaboratrice domestica. 3899657838
LAUREATO IN CHIMICA offre ripetizioni di chimica, biochimica e biologia per studenti universitari e
liceali. Tel. 3929217352
VENDO Ombrellone grande da
giardino colore verde come nuovo
vendo a euro 30 tel. 3394382123
OCCASIONISSIMA,
VENDO
COMPLETO DI LUCI PER CAMERA da letto sia classica che moderna, composto da plafoniera+ lume
da comò+2 lumetti da comodino in
vetro satinato e ornie in ferro battuto a mano in delizioso colore verdino tenero. tutto artigianale, ottime
condizioni, da vedere. euro 130
tutto. tel 3291330379
CERCO IN REGALO LAMPADARIO, possibilmente in buono stato
(funzionante) Aprilia zona centro.
tel 3479930076.
SPLENDIDI CUCCIOLI DI PASTORE TEDESCO nero focati, disponibili a 60 giorni con doppia sverminazione, svezzati, primo vaccino e
con pedegree...i genitori d alta
genealogia sono lastrati ed esenti
dalla displasia delle anche.
tel.3892861369 laura
PATRONCINO di aprilia con furgone fiat ducato cerca lavoro come
trasportatore traslochi consegne in
tutta italia a poco prezzo
tel; 3475424411 - 3809004588
APRILIA zona centralissima e vicino stazione affitto bilocale nuova
costruzione mq 50 richiesta di E
450 mensili classe energetica B ipe
34 Tel. 3299475075
APRILIA VIA INGHILTERRA VENDESI APPARTAMENTO trilocale di
mq 65 € 90000 trattabili Ape G Ipe
175 Tel. 0688922153
APRILIA SEMICENTRALE AFFITTASI APPARTAMENTO luminoso
78mq 2°pianocomposto: sala con
A/C, 2 camere ,2 bagni, balcone,
posto auto concancello automatico,
cantina, caldaia autonoma euro
550 tel.3394382123
TOR S.LORENZO NUOVA California in prestigioso Villaggio Club
Bouganvillee, a meno di KM.2 dal
mare vendo in quadrifamiliare nel
verderistrutturato e rifinito: otto vani
su tre livelli, camino, termoautonomo, mq.250 oltre giardino mq.260,
due posti macchina.Una piscina
am. 50 ed altra a m.300, calcetto,
tennis, parco condominiali. Scuole
a m.350. Classe No agenzie"G",
tratt.
135E.220.000
IPE
3480105080
LUNGOMARE TOR SAN LORENZO
267, con accesso alla spiaggia del
complesso La Sbarra, primo piano,
appena completamente ristrutturato a nuovo: ingresso, soggiorno,
letto, anticucina, cucina abitabile,
bagno, ampio terrazzo,mq.70 oltre
soprastante sottotetto di mq.70,
posto macchina. No agenzie. Classe "G", IPE 135. €.120.000
tratt.3480105080
RAGAZZA ITALIANA, LAUREANDA IN SCIENZE DELLA FORMA-
lità
immediata. Gli interessati potranno
inviare il proprio curriculum all’indirizzo: [email protected]
BABYSITTER con esperienza,
signora italiana diplomata e laureata possibilità di intrattenere e seguire i bambini per l'estate con il disegno e la pittura; 3387338263
VEDNESI FIAT COUPEʼ 1800 sedici valvole anno 99 euro 1.000 Tel.
333.1087604
SONO UN ATTORE DI 65 ANNI, di
aspetto giovanile e signorile, ho un
APRILIA VENDESI ATTIVITA’
DI ABBIGLIAMENTO mq. 1079
con licenza trasferibile.
Trattativa riservata (No Agenzie)
Scrivere a SOFRAN srl
presso MAIL BOXES ETC.
VIA COSTANTINO43
04011 APRILIA (LT)
ZIONE PRIMARIA,IMPARTISCE
RIPETIZIONI ,IN OGNI MATERIA,
A BAMBINI DI SCUOLA PRIMARIA.DISPONIBILITà ANCHE A
DOMICILIO.ZONA APRILIA E DINTORNI.MASSIMA SERIETA’.
TEL.3297945276
CAUSA CAMBIO CASA, SVENDO
dei mobili per cucina in vero
legno,tutti i cassetti e gli sportelli
sono in legno di alta qualita'. i pezzi
sono: un Mobile Base lungo cm
165, alto cm 90 e largo cm 46,con 4
cassetti e 4 ampi sportelli con
Ripiano antimacchia e antigraffio
;un'Angoliera pensile molto ampia e
capace e nr 7 pensili. Tutto visibile
ad ANZIO ed il prezzo e' da regalo
solo275 euro in blocco.;oppure
prezzi da concordare per singoli
pezzi. Tutto il materiale e' in ottime
condizioni. GIUSEPPE Cell. 3806814288
BABYSITTER con esperienza,
signora italiana diplomata e laureata possibilità di intrattenere e seguire i bambini per l'estate con il disegno e la pittura; 3387338263
VENDESI SERRANDA in metallo
per negozio/garage completa di
guide, rullo,serrature. Dimensioni H
220cm L 190cm in ottime condizioni. Prezzo euro 200.Località Aprilia
Marco tel.3338903438.
VENDO climatizzatore lg 7000 btu
caldo freddo gas r22 euro 110,00
cell 330302376
STUDENTESSA UNIVERSITARIA
(diploma liceo linguistico 100/100)
,con pluriennale esperienza, impartisce ripetizioni per recupero debiti
o aiuto compiti ad elementari,
medie e superiori, in italiano, inglese, francese e spagnolo. Anche
altrui domicilio in zona di Aprilia. 9
euro l`ora. Tel 3494169469
AZIENDA PRODUTTRICE PROTEZIONI SOLARI, RICERCA
GEOMETRA possibilmente con
esporerienza meccanica per lo sviluppo e progettazione tecnica, si
richiede: Capacità di gestione,
responsabilità e serietà. - Disponibi-
ottima educazione e rispetto verso
il prossimo. Causa la crisi che ha
raggiunto anche lo spettacolo,
avendo necessità di integrare la
pensione, avendo miti pretese, mi
offro come accompagnatore, compagnia persone sole, lettore libri,
spesa, piccole faccende domestiche. La mia disponibilità è totale; No
badante. Tel. 331/3994939
AFFITTO POSTO AUTO condominiale, zona Aprilia centro.
Tel. 339/2366897
OCCASIONE PER LʼESTATE AL
MARE…vendo n.1 Seiabica e reti
di prestazione per ogni tipo di
pesca. Occasione unica!
Tel. 345/4579123
VENDESI SUV SSANGYONG 2.7
XDI nero, anno 2006, Km. 94,250
Ogni prova – REXTON uniprò, inurtata – no graffi – tagliandata, cinghia 40.000 km fà; gomme nuove,
bollata fino a Gennaio 2015. Euro
7.200 Anzio Tel. 328/6497887
ANNUNCIO PER AMATORI E
APPASSIONATI: Televisore 14”
completo decoder videoregistratore
apparecchio dvd e oltre cento
videocassette film di successo,
avvenimenti di cronaca, documentari. Cedo per imminente trasloco.
Gli interessati sono invitati a fare
offerte!Tel. 333/5647878
CERCO LAVORO: Magazziniere,
carellista “con patentino”, portiere,
giardiniere, età 48 anni.
Tel. 347/9066798
VENDESI MINIPALA gommata tipo
Bobcat marca FAI, uso campagna
no documenti stradali, con gomme
buono stato, da sostituire batteria e
piccolo lavoro alla pompa inversore.
Euro 1.300,00 trattabili.
Tel. 338/6213151
VENDO LIBRO DʼORO, le sue
pagine sono d’oro, il cammino dell’uomo – edito da Editalia Zecca
dello stato Tel. 392/8646321
SIGNORA ITALIANA CERCA UN
IMPIEGO qualsiasi esso sia (pulizie, operaia, badante), in quanto
momentaneamente disoccupata x
pagina 54
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
IL GIORNALE DEL LAZIO
1 - 31 Agosto 2014
fine contratto. Automunita Tel.
339/2366897 – 06/9200085
AFFITTASI A CAMPOLEONE
LANUVIO CAPANNONE ARTIGIANALE/INDUSTRIALE 220 MQ +
PARCHEGGIO 90 MQ COPERTO.
PREZZO MODICO DA CONCORDARE INSIEME.
CELL. 3297157993
Tel. 069257554 - 3403242918
FILTRO ARIA L 335 per Ford Fiesta o Mazda mai usato e n.4 candele W 7 DTC mai usate il tutto di
marca Bosch vendo a E. 16,00 tel
3394648392.
VENDESI APPARTAMENTO al
centro di Aprilia composto da: grande cucina, camera, cameretta, cor-
portierato,accompagnatore,assistenza anzini non infermieristico,
autista,promoter per supermercato
referenziatissimo,animatore.
Ho grande voglia di lavorare.
Cell.3476097216
OFFRESI vitto e alloggio per donna
sola massimo 40enne possibile piccolo compenso, massima serietà
per pulire in cambio.
Cell. 3281893330/3334488198
VENDO 5 porte color noce
chiaro,lisce,complete di tutto a 75
euro l’una. Cell.3200715786
MURATORE,IMBIANCHINO,qual-
pagina 55
069257554 - 3403242918
VENDESI CAUSA TRASFERIMENTO CAMERA SINGOLA in
ottime condizioni. Modello particolare con armadio a tre ante,letto
con spalliera, rete a doghe e comodino con cassetti. Scrivania con
poltroncina e ripiani componibili.
Occasione! Euro 350
Cell. 3479190649 - 06 9257554
LETTINO DA VIAGGIO/CAMPEGGIO blu in ottime condizioni con
sacca per il trasporto più materassino E.50 zona Aprilia
tel.393. 0521115
Carrello
portavivande
in puro legno
euro 80,00
Tel.06.92012394
Vendesi cavallo Trottatore italiano di 13 anni
appena compiuti, colore baio scuro, con libretto e
vaccinazioni; ottimo per principianti ed esperti,
perfetto per passeggiate. Euro 700, 00. Per chi
fosse interessato vendo anche sella americana.
Per info: 349/8907445
VENDO BMW 118D, 143cv,
05/2007,146000km,navigatore,inte
rni in pelle, PDC, Cerchi in Lega,
Sensore pioggia, cruise control,Kit
vivavoce parrot. 7900 euroChiamare il 3477710052
AFFITTASI A CAMPOLEONE
LANUVIO CAPANNONE ARTIGIANALE/INDUSTRIALE 100 MQ +
PARCHEGGIO PREZZO MODICO
DA CONCORDARE INSIEME.
CELL. 3297157993
ridoio e bagno. Ampio balcone di 17
metri. Aria condizionata, tende da
sole e zanzariere compresi. Ottimo
stato. No agenzia, no condominio.
Euro 120.000. Tel. 3488420278
APRILIA - VIA SALIERI - Vendo
appartamento di 70 mq con ampio
balcone al 2° piano munito di
ascensore e posto auto assegnato
recintato composto da cucinino,
sala, camera da letto, bagno. €
120.000 trattabili. Per contatti:
siasi lavoro edile, offresi a prezzi
bassi,preventivi gratuiti,esperienza
in ristrutturazioni appartamenti
(lavoro ad ora o a giornata)
Cell.3319040714/3298174879.
APRILIA VIA GERMANIA VENDESI APPARTAMENTO sito al
3°piano con ascensore molto luminoso. L'immobile si compone di
salone, cucina abitabile, disimpegno, 3 grandi camere da letto e 2
bagni oltre a 2 balconi, cantina e
posto auto recintato.L'appartamento si presenta in ottimo stato, porte
nuove e bagni ristrutturati, in zona
semi centrale raggiungibile a piedi
ogni genere di servizio primario,
oltre a scuola, centri sportivi, Ufficio
Postale e Chiesa. E' ben collegato
con Roma tramite SS Pontina, stazione ferroviaria e linea Cotral.Inoltre l'appartamento gode di un parco
condominiale.Euro
127.000,00
MJT 4X4 anno 2006 km 95.000
con aria condizionata euro 4.900.
Per informazioni tel 342.1617017
zona Campoleone
VENDO GIOCATTOLI (ruspe ecc.)
usati.per maggiori
Per info: 333 97 15 975
RAGAZZO CERCA LAVORO DI
GIARDINAGGIO potature su qualsiasi pianta e siepi,esperienza nel
settore,zona,ARDEA(nuova florida
e dintorni. tel.338/4676848.
DONNA BULGARA SERIA E
AFFIDABILE
AUTOMUNITA,
OFFRESI PER ASSISTENZA
ANZIANI IN OSPEDALI, CASE,
DIURNO E NOTTURNO. INOLTRE
EFFETTUA PULIZIE, STIRO,
COLF, SPESA AD ORE ANCHE
GIORNI FESTEVI. NON VITTO E
ALLOGGIO. PER APRILIA, E
TUTTA LA PROVINCIA DI LATINA
E PROVINCIA DI ROMA
TEL. 328.6873566
STAMPANTE EPSON STYLUS
SX125 con funzioni di stampa,
scansione e fotocopie a colori con
cartucce di inchiostro separate ottimo stato usata pochissimo E.30
zona Aprilia tel.393/0521115
VENDO SPLENDI CUCCIOLI DI
PASTORE TEDESCO nero focati,
INSEGNANTE impartisce ripetizioni d inglese , specializzazione in
inghilterra per lavoro o riparazioni
esami...€ 20,00 l' ora. Altrui zona
castelli romani e aprilia tel:
380/2698867 prof. Stefania massima serieta'!
APRILIA INCARICANDO VENDE
IN PIENA ATTIVITÀ DI PANIFICIIO
con tutta la stigliatura ,prezzo interessante no agenz tel 3476097216
disponibili a 60 giorni svezzati, con
doppia sverminazione, primo vaccino, e pedegree... i genitori sono
lastrati ed esenti da displasia. alta
genealogia pastori brevettati e selezionati. tel.3282749642,gianluca
RAGAZZA ITALIANA,LAUREANDA IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA,IMPARTISCE
RIPETIZIONI ,IN OGNI MATERIA,
A BAMBINI DI SCUOLA PRIMARIA.DISPONIBILITà ANCHE A
DOMICILIO.ZONA APRILIA E DINTORNI.MASSIMA
SERIETA’.
TEL.3297945276
DOTTORE IN LETTERE, LAUREATO c/o la Facoltà di Lettere e
Filosofiadell'Università degli Studi
di Roma "La Sapienza", esp. insegnamento,impartisce Lezioni individuali e ripetizioni di Italiano, Latino,
Matematicae Scienze umanistiche
a scuole elem.,medie e superiori,
preparazione tesi e Tesine. Max
serietà, prezzi modici
.Tel. 3926899028
GATTONE -APRILIA CASA 80 MQ
ARREDATA con piccolo cortile
euro 650 ,info cell. 3291340855
/3474328752
LAUREATA 110 E LODE offre ripetizioni per recupero debiti e aiuto
compiti in tutte le materie. MAX
SERIETÀ. Zona Aprilia.10€ l'ora.
3493675141
VE4NDESI FIAT PANDA VAN 1,3
- 3203610319
PANTOGRAFO PEAR modello Gc
66 per incisioni su plexiclass, ottone, alluninio, ecc. tutto perfettamenmte funzionante vendo a 500
euro tel. 327.0526947
POMEZIA CENTRO - Via Roma,
affittasi appartamento non arredato, salone, cucina, 2 camere, bagno
e balconi, termoautonomo, Euro
650,00. Cell. 339-7268959.
VENDESI HONDA VFR 750 anno
88 solo una messa apunto vero
affare svendo al miglior offerente
euro 1000 00 visibile ad aprilia
vendo per cambio genere scoooter
veramente affare se interessati cell
333 27 20 539
APRILIA zona Coop piazza Aldo
Moro 1/c vendo box auto ottimo
anche come investimento16 mq. ,
1050 euro/mq. disponibile subito.
No agenzie.
No commissioni
tel.338/8846349
VENDESI PC FISSO ACER aspire
x3900: CPU intel i3 2,93GHz 530,
6Gb ram, 1 Tb HD, s.video nvidia
GT320 1Gb. Lettore schede, wi-fi
integrato, 9 prese usb e 1 hdmi.
Case minitower. 260€ trattabili. Tel.
342,3042966
VENDO GIACCA IN PELLE PER
MOTO DAINESE DUCATI colore
bianco e rosso come nuovo, taglia
46, € 150,00. Possibilità di ricevere
foto via e mail. Tel. 3388933014
VENDESI BANCO COMPONIBILE
metri 1.70 x metri 1,40 + curva + piano per computers
il tutto in ottimo stato euro 400,00 tel. 347.6632121
VENDESI BOX 18MQ A POMEZIA
in via starrabba di rudini. 25.000€
contattare Flavia 3279132424
PROFESSORESSA in Aprilia
impartisce lezioni di italiano,matematica ,inglese e francese di ogni
livello.
Recupero
debiti
scolastici.Massima serietà ed
esperienza ventennale, no perditempo! Cell. 3481815231
APRILIA CINQUE ARCHI/CAMPOVERDE affittasi appartamento
ammobiliato mq 90 1° piano 500
euro mensili no agenz
tel 3203610319 tel 3281311279
ZAINO porta bimbo Decathlon con
spallacci e cintura giro-vita regolabili superleggero usato una sola
stagione E 40 zona Aprilia
tel. 393/0521115
LETTINO blu da viaggio o campeggio con sacca per il trasporto in ottime condizioni E.30 zona Aprilia
tel. 393/0521115
Laureato in CHIMICA offre ripetizioni di chimica, biochimica e biologia per studenti universitari e liceali. tel. 3929217352
GEOMETRA CERCASI CON
ESPERIENZA NELLA PROGETTAZIONE TECNICA E MECCANICA, SI RICHIEDE RESPONSABILITA', SERIETA' E DISPONIBILITA'
IMMEDIATA, INVIARE C.V. e-mail
[email protected]
CAUSA TRASFERIMENTO
VENDO PALESTRA multifunzione
WEIDER PRO 5500, in ottimo
stato. Occasione!!!Euro 200.
333/3751096
SIGNORA ITALIANA,cerca serio
lavoro come collaboratrice domestica ad ore + stiro (ESPERTA). Contattare il 3496178831.
VENDO LETTINO COLOR NOCE,
QUASI NUOVO USATO MOLTO
POCO CON INCLUSO PARACOLPI + TRAPUNTINO E.150,00;
VENDO SEGGIOLINO AUTO IN
BUONE CONDIZIONI COLORE
BLU E AZZURRO E 40,00;VENDO
OMOGENIZZATORE MOULINEX
E 25,00;VENDO STERILIZZATORE E 25,00 TEL. 3496178831
VENDO CAUSA INUTILIZZO UNO
SMOKING di alta sartoria italiana,ben rifinito,tessuto di eccellente
qualita'(utilizzato in sole 3 occasioni) taglia 50/52 a solo 155 euro.
Giuseppe 3806814288
APRILIA SEMICENTRALE AFFITTASI APPARTAMENTO luminoso
78mq 2°pianocomposto: sala con
A/C, 2 camere ,2 bagni, balcone,
posto auto concancello automatico,
cantina, caldaia autonoma euro
550 tel.339.4382123
VENDO RENAULT CLIO 1.5 DCI 5
PORTE versione Yahoo km 68.000
anno Maggio 2011 ottimo stato
colore biamco tel. 366.2126480
VENDESI FISARMONICA Elka originale Castel fidardo nuova mai
usata avuta in eredità. Semplicemente incantevole solo per veri
amanti Roberto Cell.3336571796
CERCO LAVORO per la provincia
di Roma e Latina come guardiano,
oppure acquisto tramite la formula
affitto/riscatto ad Euro 135.000 con
acconto del 15% e quota mensile di
Euro 500/600 al mese per 36 rate
con pre rogiyo informazioni o visite
contattare 3280307465
PROFESSORESSA IN APRILIA
Impartisce lezioni di italiano,matematica ,inglese e francese di ogni
livello.
Recupero
debiti
scolastici.Massima serietà ed
esperienza ventennale, no perditempo! Cell. 3481815231
VENDESI PEUGEOT 106, anno
1992 possibilita di iscrizione
ASI.Buono stato, revisionata ad
Aprile 2014, 3 porte, tettuccio apribile, alzacristalli elettrici, stereo ed
interni in ottimo stato.Carrozzeria
con qualche graffio dell'eta, tenuta
sempre garage.Visionabile ad
Anzio Rm, euro 450, telefonare
solo se veramente interessati! NO
PERDITEMPO!!! Tel.3470789886
AFFITTASI/VENDESI APPARTAMENTO MANSARDA CON CUCINA, TINELLO, CAMERA, AMPIO
SALONE, ARREDATO, TERMOAUTONOMO CON POSTO AUTO
SCOPERTO IN PALAZZINA DI 3
PIANI SITA IN ARDEA CENTRO
STORICO A COPPIA DI ITALIANI
REFERENZIATI CON BUSTA
PAGA. NO PERDITEMPO, CONTRATTO ANNUALE. DONATELLA
3392765401
VERO AFFARE! VENDESI TV
Samsung 50 pollici, al plasma, in
ottime condizioni.Euro 300 Tel
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
2
File Size
4 526 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content