close

Enter

Log in using OpenID

Consap Informa n.30 del 27.10.14

embedDownload
AGENZIA D’ INFORMAZIONE
AUTORIZZAZIONE
TRIBUNALE ROMA N.110 DEL 17.03.2003.
ROMA, 27 OTTOBRE 2014
NO ALLA CONTRORIFORMA DELLA PUBBLICA SICUREZZA.
DOCUMENTO CONGIUNTO DEL CARTELLO SINDACALE.
Diamo atto pubblicamente al Presidente del
Consiglio, al Ministro dell’interno ed al Governo di aver mantenuto l’impegno solennemente assunto, grazie al dialogo finalmente
stabilitosi, pur dopo forti incomprensioni:
come avevamo anticipato oggi è ufficiale, nel
testo del disegno di legge di stabilità c’è lo
sblocco del tetto retributivo e di tutti gli effetti
dei meccanismi di progressione economica e
di carriera. Chiediamo però all’Esecutivo di
rivedere immediatamente la cancellazione di
fatto dell’obbligo di rispettare le griglie orarie
previste per l’effettuazione dei servizi
dall’Accordo nazionale quadro: si tratta di una
norma che nulla ha a che vedere con i risparmi di spesa e neanche con l’efficienza dei servizi, ma ha il solo obiettivo di nascondere
dietro un dito conclamate incapacità dirigenziali che affliggono la Polizia di Stato. Da
tempo avevamo già registrato il tentativo strisciante di riportare indietro l’orologio della
storia che l’Amministrazione della pubblica
sicurezza stava tentando di mettere in atto sia
che si parlasse, solo per fare qualche esempio,
di straordinari o di alloggi servizio, per non
parlare della revisione della spesa ipotizzata
con la chiusura di molti presidi di frontiera,
quelli dove si fa veramente polizia. La difesa
di intollerabili privilegi economici è intimamente connessa con l’arroganza di chi, mentre
tenta di definirsi manager si comporta ormai
sfacciatamente da caporale di giornata: il no-
stro datore è andato a raccontare frottole per
cancellare in maniera unilaterale un contratto
per poi andare ad una trattativa che i rappresentanti dei lavoratori dovrebbero affrontare
con coltello alla gola rappresentato dalla
deregulation che si avrebbe nei servizi durante trattative lunghe e complesse.
L’Amministrazione ha finalmente gettato la
maschera rendendosi promotrice di un tentativo di controriforma per rimilitarizzare la Polizia di Stato, attuando un sogno a lungo accarezzato dai troppi dirigenti che vorrebbero,
così facendo, nascondere le proprie incapacità
e mantenere privilegi. Siamo disponibili a
discutere di tutto e ci appelliamo alla disponibilità ufficialmente manifestata in questo senso dal Presidente del Consiglio: si proceda al
rinnovo del contratto, come previsto da ormai
due anni dal decreto D’Alia ed alla consequenziale stesura di un nuovo Anq, come già
previsto dalla normativa, ma sia cancellata
immediatamente la norma transitoria che tenta
di cancellare quarant’anni di lotte dei lavoratori di Polizia per mantenere privilegi inammissibili ed a volte anche inconfessabili. Ci
appelliamo al Governo, dal Ministro Alfano al
Presidente Renzi, affinché venga salvaguardata la Riforma della pubblica sicurezza del
1981 dall’aggressione di chi, accampando
mille alibi, non ha finora consentito di attuarla
fino in fondo e che finalmente ha una faccia,
un nome ed un cognome.
SERVIZIO ASSISTENZA LEGALE GRATUITA ON LINE
Nell'apposito link del nostro sito web è stato
inserito il servizio di assistenza legale on
line riservato ai nostri associati. Gli interessati possono inviare i loro quesiti attraverso
l'apposito forum. Sarà cura del nostro legale, avv. Fabrizio MENICHELLI inviare
quanto prima una risposta.
CONSAP INFORMA N.30
PAGINA
ISPETTORATO P.S. PALAZZO CHIGI: CRESCENTE MALUMORE
SERPEGGIANTE TRA IL PERSONALE. LA CONSAP SI RIVOLGE AL
CAPO DELLA POLIZIA.
La Consap si è vista costretta a scrivere al
Capo della Polizia per segnalare il crescente
malumore serpeggiante tra il personale in servizio presso l’Ispettorato di P.S. Palazzo Chigi in conseguenza della grave carenza organica nel ruolo degli agenti ed assistenti. Tale
situazione, ormai insostenibile, coincide con
un drastico e perdurante taglio al lavoro straordinario e con una gestione dirigenziale ve-
rosimilmente non idonea. Ciò posto la Consap
ha chiesto un urgente e tempestivo intervento
del Capo della Polizia affinchè la Direzione
Centrale per le Risorse Umane invii immediatamente personale magari recuperandolo in
qualche direzione centrale dove c’è personale
e risorse per lavoro straordinario in abbondanza.
L’UGL IN FRANTUMI. TUTTI CONTRO TUTTI.
Visti i contenuti diffamatori dell’articolo pubblicato oggi su Il Fatto Quotidiano ho dato
mandato al mio legale di tutelarmi nelle sedi
opportune». Lo afferma Renata Polverini (FI)
a proposito dell’articolo apparso a pagina 8
(“Polverini: mutande e orologi con i soldi del
sindacato Ugl. Le spese pazze dell’ex governatrice del Lazio nelle carte dei pm di Roma”).
Insinuazioni infondate
«Pur essendo convinta che la libertà di stampa
sia un fondamento della democrazia – dice
Polverini – ritengo che quando si passa il limite della critica e si accompagna la diffamazione con insinuazioni facilmente smentibili –
come, per esempio, quelle sulla gestione del
patrimonio del sindacato nel periodo di mia
competenza – dalle evidenze bancarie alle
quali, peraltro, il quotidiano sembra aver faci-
le accesso in barba a qualsiasi barriera rappresentata da un sempre più labile diritto alla
privacy, non resti che intraprendere la via giudiziaria. Una via, peraltro, che comincia a
darmi qualche piccola soddisfazione rispetto
ad altri tentativi maldestri di infangare la mia
immagine».
Minacce inquietanti
«Nel frattempo – prosegue la nota della Polverini – ho sporto una circostanziata denuncia
per minacce nei confronti di chi, in maniera
inquietante, conoscendo in anticipo il contenuto dell’articolo pensava di poter usare nei
miei confronti il manganello della diffamazione a mezzo stampa per aver incoraggiato chi
sta provando a restituire trasparenza alla gestione del sindacato nel quale ho lavorato e
militato per oltre trent’anni».
DAL SIULP ALLA CONSAP, WALTER LEBAN NUOVO SEGRETARIO
PROVINCIALE DI ROVIGO.
Dopo una lunga esperienza nella segreteria provinciale del Siulp, Walter Leban è diventato il
nuovo segretario provinciale della Consap di
Rovigo. A dargli un caloroso benvenuto alla
Consap è il Segretario Generale Regionale del
Veneto, Alessandro Patruno. Auguri di buon
lavoro dalla Segreteria Nazionale che constata
con soddisfazione che la Consap è in crescita,
anche in Veneto.
Se vuoi essere sempre informato su tutte le novità sindacali e le principali
battaglie della Consap vai subito sul nostro sito nazionale all’indirizzo
www.consap.org
2
CONSAP INFORMA N.30
PAGINA
CONCORSO A 361 POSTI PER L’ACCESSO AL CORSO DI FORMAZIONE TECNICO PROFESSIONALE PER LA NOMINA ALLA QUALIFICA DI VICE REVISORE TECNICO DELLA POLIZIA DI STATO,
DECRETO 13 OTTOBRE 2014.
La Consap, con un'articolata nota a firma del
Segretario Nazionale per i ruoli tecnici, Gianni Valeri ha sollecitato l'intervento del Capo
della Polizia per risolvere le numerose anomalie presenti nel bando di concorso in oggetto
indicato. Nell’articolo 8, titoli ammessi a valutazione, non è presente l’attribuzione di 5
punti per “il superamento della prova selettiva
in precedenti analoghi concorsi, anche per i
vincitori che non abbiano partecipato al corso
di formazione o si siano dimessi durante la
frequenza”. Tale titolo è presente nell’ultimo
concorso bandito per la nomina a Vice Sovrintendete, precisamente, Articolo 6 (titoli
ammessi a valutazione), comma “g”. Per
l’ennesima volta dobbiamo rilevare che il
Ruolo Tecnico della Polizia di Stato è penalizzato rispetto al corrispettivo Ruolo Ordinario.
Inoltre, nel predetto bando, sono previste le
sedi di assegnazioni. Questa O.S. chiede in
conformità a quale pianta organica sono state
individuate le sedi e le relative vacanze. In
base a quanto sopra descritto si chiede un
tempestivo intervento per sanare le discrasie
segnalate ed un urgente incontro con il Direttore del Servizio Concorsi ed il Direttore del
Servizio Tecnico Scientifico e Professionale.
IMMIGRATI: INNOCENZI ( CONSAP ), RISCHIO SANITARIO E’
CONCRETO, CONTROLLI TROPPO SUPERFICIALI.
Roma, 21 ott. (Adnkronos) - "Il rischio sanitario legato all'ingresso di cittadini extracomunitari è¨ concreto" e ci sono anomalie nelle
certificazioni sanitarie con cui queste persone
attraversano il nostro paese. Lo afferma la
Consap, Confederazione sindacale autonoma
di polizia. "La settimana scorsa - prosegue il
sindacato di polizia - nell'ambito dei quotidiani trasferimenti di clandestini dai centri della
Sicilia, ai Cie di tutta Italia, i colleghi di una
questura dell'Italia Settentrionale hanno preso
in carico 19 persone sulla scorta di un certificato medico collettivo senza nomi nè numeri
identificativi. Nel documento redatto da una
Asl della Sicilia si dichiarava che 19 persone
genericamente identificate come
'extracomunitari di nazionalità sub-sahariana'
erano stati sottoposti al triage sanitario sulla
nave militare e che non presentavano 'segni
clinici di malattia cutanea e/o sistemica allo
stato florido'". "A questo proposito - continua
la Consap - vorremmo rivolgere alcune domande ai ministri Alfano, Pinotti e Lorenzin:
possono esistere persone assolutamente identiche dal punto di vista sanitario? Siamo certi
che queste 19 persone siano le stesse persone
indicate nel certificato? Può dare sufficienti
garanzie di tutela sanitaria un certificato medico 'collettivo' come quello presentato ai colleghi?". Con la salute, conclude il segretario
della Consap, Giorgio Innocenzi, non si gioca:
"I poliziotti, continuano ad essere esposti in
prima linea senza alcuna garanzia sanitaria e
di questo deve urgentemente farsi carico chi è
demandato dalle istituzioni a garantire la salute pubblica, ancora di più in una fase storica
in cui i rischi di infezioni mortale sono un'emergenza di portata mondiale".
SPORTELLO MOBBING E DISCIPLINA
E’ finalmente operativo in seno alla Segreteria
Nazionale Consap lo sportello mobbing e disciplina. D’ora in avanti i colleghi vittime di
mobbing nei loro uffici oppure sottoposti ingiustamente a procedimenti disciplinari potranno contare sulla consulenza qualificata di
un gruppo di professionisti esperti in materia
tra i quali il dr. Giovanni Iaquinta, la dr.ssa
Ilaria Petillo, il dr. Francesco Coronetta e la
dr.ssa Monica Torsello. La segnalazione potrà
avvenire in forma assolutamente riservata ed
a n o n i ma , a t t r a v e r s o l ’ e ma i l i n [email protected]
3
CONSAP INFORMA N.30
PAGINA
4
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
369 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content