close

Enter

Log in using OpenID

Applicativo PAGHE PROJECT

embedDownload
Applicativo PAGHE PROJECT
Paghe per Aziende, Banche ed Assicurazioni, Enti Pubblici
Versione 04.12.00 del 12 Settembre 2014
Elenco contenuti
1 - Importazione dati da tabelle predefinite..............................................................2
2 - Calcolo reddito complessivo detrazioni/bonus DL66......................................10
3 - Modello F24 ordinario/accise - Suddivisione crediti........................................13
4 - Ratei ferie - Memorizzazione goduto con tabella priorità di fruizione............14
5 - Revisione riduzione contributiva settore edilizia.............................................14
6 - Enti pubblici - ListaPosPA, adeguamenti a rel. 2.10 UniEmens......................19
7 - Segnalazione scadenze per variazione ANF.....................................................19
8 - Utilità - Creazione ABI e CAB non presenti in tabella......................................20
9 - Gestione azienda capogruppo............................................................................21
10 - Cancellazioni massive anagrafici.....................................................................22
11 - Contabilità – Utilità.............................................................................................23
12 - Fondi residuali....................................................................................................24
13 - Nuove funzioni a menu......................................................................................24
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 1 / 25
1 - Importazione dati da tabelle predefinite
Gli archivi indicati di seguito devono essere OBBLIGATORIAMENTE copiati in quanto
necessari alle elaborazioni.
Si ricorda che per procedere all'effettiva copia dei dati è necessario attivare l'opzione
“Copia dati”.
ATTENZIONE:
Durante la fase di importazione “Archivi Predefiniti” l'applicativo effettua le seguenti
verifiche:
✔ se il dato non esiste, si procede alla copia;
✔ se il dato esiste, viene aggiornato solo se ha mantenuto la caratteristica di
“Predefinito” ossia non risulta essere stato modificato dall'Utente
IMPORTANTE
Si ricorda che, dopo aver effettuato la copia tabelle predefinite nel proprio ambiente di
lavoro, è obbligatorio prendere visione delle relative stampe prodotte.
Entrare nello spool di stampa e verificare le seguenti stampe:
✔ “Copia tabelle predefinite” che contiene le sole segnalazioni di tipo [INSERITO]
e/o [AGGIORNATO]
✔ “Copia tabelle predefinite - segnalazioni” che contiene le segnalazioni di tipo
[SALTATO] e/o [ERRORE], quindi da verificare da parte dell'Utente
Quest'ultima evidenzia i record che, nell'ambiente in cui è stata eseguita la copia, non sono
più predefiniti [SALTATO] o hanno delle incongruenze tecniche [ERRORE].
Pertanto, per ogni segnalazione emessa nella stampa “Copia tabelle predefinite segnalazioni”, non è stato aggiornato o inserito il record dalla relativa copia. In tal caso, la
verifica e la relativa manutenzione e/o integrazione è a cura dell'utente.
Al fine di prendere atto dell'impostazione fornita con l'aggiornamento, in merito a tali record,
collegarsi all'ambiente Predefinito con la chiave indicata nella stampa.
1.1 UNIEMENS versione 2.10.0
Con questa versione sono state apportate le modifiche indicate nell'allegato tecnico release
2.10.0 del 11/07/2014.
Inserito il seguente codice nella tabella “Indirizzamento elementi” (da: Tabelle –
Previdenziali – INPS – Denuncia UniEmens – UNIEMens), presente solo nell'ambiente
“Predefinito”:
•
EBIN “Ente bilaterale nazionale E.Bi.N.”.
Aggiornata la descrizione dei seguenti codici nella tabella “Qualifica1” (da: Tabelle –
Previdenziali – INPS – Denuncia UNIEmens):
•
R “Appr.man.serv.come impieg.circ.128/2012”
•
W “Appr.man.serv.come operaio circ.128/2012”
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 2 / 25
Per eseguire la copia degli archivi predefiniti, operare come segue:
(da: Utilità - Aggiornamento - Copia tabelle predefinite – Copia):
Versione
AGG_04.12.00
Aggiornamento_versione 04.12.00
Cod Argomento INPS-UNIEMENS-QUAL1 UNIEmens - qualifica1
Cod Elemento QUALIFICA1 - R - W
UNIEMENS - Qualifica1 'R' e 'W'
1.2 Voci paga – Indennità sostitutiva del preavviso
Con questo aggiornamento è stata effettuata una revisione sulla gestione dell'indennità
sostitutiva del preavviso.
A seguito di ciò, sono state create le voci per gestire l'indennità sostitutiva del preavviso a
Giorni, Mese, Ore ed, inoltre, sono state create le voci per gestire tale indennità se il
contratto prevede che questa indennità non vada nel TFR come ad esempio prevede il
contratto del Terziario.
Alle voci è stata indicata la routine di calcolo 1904 per poter gestire le tariffe.
Alla voce TF300 Ind.sost.preavviso ad importo già presente nell'applicato è stato modificato
l'assoggettamento da imponibile 70 (T.F.R.redd.teor.da imponib) a imponibile 71
(T.F.R.redd.agg. sì rivalutaz.).
Nuove voci paga
TF305
TF310
TF315
TF320
TF325
TF330
TF335
Ind.sost.preav. No TFR
Ind.sost.preavviso
Ind.sost.preav. No TFR
Ind.sost.preavviso
Ind.sost.preav. No TFR
Ind.sost.preavviso
Ind.sost.preav. No TFR
I
H
H
G
G
M
M
Per eseguire la copia degli archivi predefiniti, operare come segue:
(da: Utilità - Aggiornamento - Copia tabelle predefinite – Copia):
Versione
AGG_04.12.00
Aggiornamento_versione 04.12.00
Cod Argomento TAB_VOCI PAGA
Tabelle voci paga
Cod Elemento INDEN_SOST_PREAVVISOVoci indennità sostitutiva preavviso
Inoltre, le nuove voci paga sono state agganciate nella tabella definizione altre indennità
(da: Tabelle – T.F.R.).
Per eseguire la copia degli archivi predefiniti, operare come segue:
(da: Utilità - Aggiornamento - Copia tabelle predefinite – Copia):
Versione
AGG_04.12.00
Aggiornamento_versione 04.12.00
Cod Argomento TABTFR_ALTRE_INDEN. Tabella definizione altre indennità
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 3 / 25
Cod Elemento REG._TFR_PRIVATO
Regole TFR privato
1.3 Organizzazioni sindacali – Nuovi settori contributivi
Come anticipato nella circolare applicativa del precedente rilascio, sono stati definiti due
settori previdenziali per gestire la contribuzione INPS dovuta dalle “Organizzazioni
sindacali” pertanto, gli utenti che rientrano in questa casistica non possono più usare i
vecchi settori (IV50 e IV52) che contengono la contribuzione CIGS ma utilizzare le codifiche
di seguito elencate:
•
Settori previdenziali
IV60 - INPS-Organizzazioni sindacali-sì CUAF
IV62 - INPS-Organizzazioni sindacali-no CUAF
•
Inquadramenti previdenziali
AF00 - Apprendista full time
AM00 - Apprendista mobilità dal 19 mese
BF00 - Operaio L.56
BF30 - Impiegato L.56
DF00 - Dirigente (inq con aliquota contributiva F.gar.TFR 0,20%)
DF05 - Dirigente-Ex Inpdai (inq. con aliquota contributiva F.gar.TFR 0,40%)
IF00 - Impiegato
IF60 - Impiegato-Assunz.agevolata al 100
IF65 - Impiegato Agevolato al 50
IF70 - Impiegato-Assunz.agevolata
OF00 - Operaio
OF60 - Operaio-Assunz.agevolata al 100
OF65 - Operaio Agevolato al 50
OF70 – Operaio-Assunz.agevolata
Per eseguire la copia degli archivi predefiniti, operare come segue:
(da: Utilità - Aggiornamento - Copia tabelle predefinite – Copia):
Versione
AGG_04.12.00
Aggiornamento_versione_04.12.00
Cod Argomento PREVID
Settore / Inquadramento previdenziale
Cod Elemento (selezionare
l'elemento
che interessa)
PRVIV60
INPS-Organizzazioni sindacali-sì CUAF
PRVIV62
INPS-Organizzazioni sindacali-no CUAF
1.4 Estensione ai partiti e ai movimenti politici delle disposizioni in materia di
trattamento straordinario di integrazione guadagni
A completamento di quanto rilasciato con il precedente rilascio, sono state apportate le
seguenti modifiche:
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 4 / 25
•
Settore previdenziale
Rettificate le descrizioni dei settori “IV50 e IV52”, ora sono relativi solo ed
esclusivamente ai movimenti e partiti politici (le organizzazioni sindacali devono
prendere visione di quanto indicato nel paragrafo “Organizzazioni sindacali – Nuovi
settori contributivi”).
•
Definizione contributo “035 - INPS-Cig straord.”
◦ Attivato il conguaglio con modalità “Annuale soggetto” alle tipologie “AA1 – AAC
– CRR”;
◦ Definita la tipologia “CNG”;
utili per effettuare il conguaglio del periodo pregresso.
•
Inquadramenti previdenziali
Agli inquadramenti interessati alla contribuzione CIGS è stato aggiunto il contributo
“751 - Ctb. Addiz. CIGS” (si segnala che tale contribuzione è dovuta in base alla
media dei lavoratori occupati nell'anno precedente, pertanto per la gestione
automatica di tale media è necessario verificare quanto indicato nella circolare
02.01.00 - Paragrafo “Gestione contatori azienda”).
•
Indirizzamento contributi
Durante il caricamento dell'aggiornamento, la conversione “c07 – Indirizz.contributo
35 – INPS-Cig straord.” ha provveduto ad attivare l'indirizzamento del contributo
(versamento in UNIEmens del periodo corrente e dell'arretrato – Codice M132) solo
se il contributo non risultava essere già presente (a parità di
Settore\Inquadramento\Rapporto uguale a “0000”); rimane a carico dell'utente la
verifica di eventuali impostazioni che differivano dal predefinito.
Esecuzione conguaglio periodo pregresso
Il calcolo automatico del contributo per i mesi pregressi è attivabile attraverso la
compilazione del “Dato mensile 12” con valore pari a “1” (anche per i lavoratori cessati nei
mesi precedenti); rimane a cura dell'utente eseguire il conguaglio nei termini stabiliti
dall'istituto.
ATTENZIONE:
Le copie di seguito indicate ed in special modo, quelle relative al “CTB_035”, devono
essere eseguite solo ed esclusivamente dagli utenti interessati a quanto contenuto nel
presente paragrafo, ovvero movimenti e partiti politici.
Per eseguire la copia degli archivi predefiniti, operare come segue:
(da: Utilità - Aggiornamento - Copia tabelle predefinite – Copia):
Versione
AGG_04.12.00
Aggiornamento_versione_04.12.00
Cod Argomento TAB.PREV.SETPREV
Tabelle previdenziali - Settori previdenziali
Cod Elemento (selezionare
l'elemento
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 5 / 25
che interessa)
IV50
IV52
INPS-Partiti politici-sì CUAF
INPS-Partiti politici-no CUAF
Versione
AGG_04.12.00
Cod Argomento TAB.PREV.CTB_DEF
Cod Elemento CTB_035_AA1
CTB_035_AAC
CTB_035_CRR
Aggiornamento_versione_04.12.00
Tabelle previdenziali - Definizione contributo
INPS-Cig straord.
INPS-Cig straord.
INPS-Cig straord.
Versione
AGG_04.12.00
Cod Argomento TAB.PREV.CTB
Cod Elemento CTB_035_CNG
Aggiornamento_versione_04.12.00
Tabelle previdenziali - Contributi
INPS-Cig straord.
Versione
AGG_04.12.00
Aggiornamento_versione_04.12.00
Cod Argomento TAB.PREV_INQ.
Tabelle previdenziali _ INQUADRAMENTI
Cod Elemento (selezionare
l'elemento
che interessa)
IV50_APPR-QUALIF.
INPS-Partiti pol. sì CUAF – Appr.qualificati
IV50_IMPIEGATI
INPS-Partiti pol. sì CUAF – Impiegati
IV50_OPERAI
INPS-Partiti pol. sì CUAF – Operai
IV52_APPR-QUALIF.
INPS-Partiti pol. no CUAF – Appr.qualificati
IV52_IMPIEGATI
INPS-Partiti pol. no CUAF – Impiegati
IV52_OPERAI
INPS-Partiti pol. no CUAF - Operai
1.5 Tabella valuta: nuovi codici
(Da: Dati comuni – Tabelle – Generiche – Valute)
Con il presente aggiornamento sono stati caricati i seguenti nuovi codici valuta:
•
AOA 'Kwanza angolano',
•
ERN 'Nakfa eritreo',
•
SSP 'Sterlina sudsudanese',
•
ZWL 'Dollaro zimbabwiano'.
Per copiare le suddette informazioni operare come segue:
da: Utilità – Aggiornamento – Copia tabelle predefinite – Copia
Versione
AGG_04.12.00
Aggiornamento_versione_04.12.00
Cod Argomento CO_VALUTA
Dati comuni – Tab.valute
Cod Elemento AOA
Kwanza angolano
ERN
Nakfa eritreo
SSP
Sterlina sudsudanese
ZWL
Dollaro zimbabwiano
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 6 / 25
ATTENZIONE:
Si ricorda che con il presente aggiornamento è stata eseguita una conversione automatica
che ha popolato nella tabella “Stato” (in Tabelle – Comuni – Inquadramento territoriale) il
campo “Cod.valuta” in tutti i records considerati predefiniti, con il codice di valuta corrente
per tutti gli stati che la prevedono.
E' a discrezione dell'utente intervenire sui records della tabella “Stato” eventualmente
personalizzati.
1.6 ASIM - EBAS e EBIP - Tabella quadro/codice per indirizzamenti
L'Agenzia delle Entrate, con le risoluzioni n. 75, 76 e 77 del 30 luglio 2014, ha istituito le
seguenti causali per il versamento tramite il modello F24, dei contributi a favore della cassa
assistenza sanitaria ASIM e degli enti bilaterali EBILP e EBAS:
•
ASIM contributi per il finanziamento della cassa ASIM;
•
EBAS contributi per il finanziamento dell'ente bilaterale nazionale EBAS;
•
EBIP contributi per il finanziamento dell'ente bilaterale nazionale EBILP.
Tali codici sono stati inseriti nella tabella “Quadro/codice” (da: Tabelle - Previdenziali Indirizzamenti).
Per eseguire la copia degli archivi predefiniti, operare come segue:
(da: Utilità - Aggiornamento - Copia tabelle predenifite - Copia)
Versione
AGG_04.12.00
Aggiornamento_versione_04.12.00
Cod Argomento TAB.PREV.IND.MOD. Tab.prev.def. INDIRIZZAMENTO MODULISTICA
Cod Elemento (selezionare l'elemento che interessa)
COD.ASIM
Fondo ASIM
COD.EBAS
Ente EBAS
COD.EBIP
Ente EBILP
1.7 INAIL – Minimali e massimali di rendita
La circolare INAIL n. 37 del 01/09/2014 ha aggiornato i limiti di retribuzione imponibile per il
calcolo di premi assicurativo con decorrenza 1° luglio 2014.
A seguito di ciò, sono state aggiornate con data inizio validità 01-07-2014 le tabelle:
•
“Regole di calcolo imponibile” (da: Tabelle – INAIL) per i codici regola sottoindicati:
000100 (Lavoratori area Dirigenziale)
000200 (Minimale di rendita (valore mensile))
000205 (Minimale di rendita (valore giornaliero))
•
“Regole di calcolo per imponibile collaboratori” (da: Tabelle – INAIL)
Per le stesse regole, i records validi dal 01/07/2013 sono stati chiusi al 30/06/2014.
Per eseguire la copia degli archivi predefiniti, operare come segue:
(da: Utilità - Aggiornamento - Copia tabelle predefinite - Copia)
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 7 / 25
Versione
Cod Argomento
Cod Elemento
AGG_04.12.00
Aggiornamento_versione 04.12.00
TAB.INAIL_CALC.IMP.
Tabelle INAIL - Regole di calcolo imponibile
(selezionare l'elemento che interessa)
REG.CALC.IMP._02
Lavoratori area Dirigenziale
REG.CALC.IMP._03
Minimale di rendita (valore mensile)
REG.CALC.IMP._04
Minimale di rendita (valore giornaliero)
Versione
Cod Argomento
Cod Elemento
AGG_04.12.00
TAB.INAIL_IMP.COLL
REG.CALC.IMP_COLL
Aggiornamento_versione 04.12.00
Tabelle INAIL- Regole calc. imp. collaboratori
Regole calcolo imponibile INAIL collaboratori
1.8 Quas - Cassa assistenza quadri
Con la risoluzione n. 58 del 09 giugno 2014 l'Agenzia delle Entrate ha istituito la causale
“QUAS” per la riscossione tramite modello F24 dei contributi da destinare al finanziamento
della cassa assistenza sanitaria quadri, correlato al flusso Uniemens.
A seguito di ciò, con l'aggiornamento 04.10.00 del 04 luglio 2014 sono state effettuate le
seguenti modifiche (indicate al paragrafo “Cassa Quas - Tabella quadro/codice per
indirizzamenti” del sommario dei cambiamenti):
•
inserito il codice “QUAS” nella tabella “Quadro/codice” (da: Tabelle - Previdenziali Indirizzamenti);
•
impostato il flag sul campo “Esposizione su modello” nella tabella di definizione del
contributo “R45 - Qu.A.S.” (da: Tabelle - Previdenziali - Contributi - Contributo) con
una conversione;
•
inserito il contributo “R45 - Qu.A.S.” nella tabella di indirizzamento dei contributi (da:
Tabelle - Previdenziali - Indirizzamenti - Dal 2010 - Contributo) con una conversione;
e con l'aggiornamento 04.11.00 del 14 luglio 2014 è stato inserito nella tabella
“Indirizzamento elementi” (da: Tabelle - Previdenziali - INPS - Denuncia UNIEmens UNIEmens) il codice “QUAS” (indicato al paragrafo “QUAS - UNIEMENS” del sommario dei
cambiamenti).
Successivamente sul sito della cassa assistenza sanitaria Quas è stato indicato che le
modalità sopra descritte saranno attive per l'anno 2015.
Pertanto, con questo aggiornamento una conversione effettuerà le seguenti modifiche:
•
toglierà il flag sul campo "Esposizione su modello" nella definizione del contributo
"R45 - Qu.A.S." (da: Tabelle - Previdenziali - Contributi - Contributo);
•
modificherà la data di inizio validità del codice "QUAS" da 01/07/2014 a 01/01/2015
nella tabella "Indirizzamento elementi" (da: Tabelle - Previdenziali - INPS - Denuncia
UNIEmens - UNIEmens).
1.9 Riduzione contributiva settore edilizia
Con questo aggiornamento, la riduzione contributiva del settore edile viene definita come
agevolazione.
A seguito di ciò vengono definiti un nuovo imponibile 47 "Tot.Ctb.INPS c-Azi/Rid.edili" e
relativa regola calcolo imponibile Z047 per gestire il calcolo della riduzione.
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 8 / 25
Per eseguire la copia degli archivi predefiniti, operare come segue:
(da: Utilità - Aggiornamento - Copia tabelle predenifite - Copia)
Versione
AGG_04.12.00
Aggiornamento_versione_04.12.00
Cod Argomento DEF. IMPONIBILI
Definizione imponibili
Cod Elemento IMP_RID.EDILI
Tot.Ctb.INPS c-Azi/Rid.edili
Versione
AGG_04.12.00
Cod Argomento TAB.PREV_CALC.IMP
Cod Elemento
Z047
Aggiornamento_versione_04.12.00
Tabelle previdenziali-regole di calcolo
imponibile
Tot.ctb INPS c-Az/Rid.edili
Per gli utenti interessati a tale riduzione si rimanda al successivo paragrafo “Revisione
riduzione contributiva settore edilizia”.
1.10 Aggiornamento addizionali all'Irpef
Con il presente aggiornamento sono state apportate le modifiche alle tabelle delle
addizionali (da: Tabelle – Fiscali – Addizionali – Calcolo), come di seguito indicato.
1.10.1 Addizionali regionali all'Irpef
Lazio
La L.R.14.7.2014, n.7 Art.2 c.137 della Regione Lazio ha apportato una condizione di
miglior favore per i lavoratori che hanno il reddito fino a euro 28.000, per l'anno 2014.
Pertanto per tale casistica si applica l'aliquota di1,73%.
1.10.2 Addizionali comunali all'Irpef
Con questo aggiornamento si rendono disponibili le aliquote, per il calcolo dell'Addizionale
comunale all'IRPEF, con validità 31-12-2014.
Le percentuali e le esenzioni sono state ricavate dal sito internet del Dipartimento delle
finanze, all'indirizzo:
www.finanze.gov.it/dipartimentopolitichefiscali/fiscalitalocale/addirpef/download/tabella.htm
prelevandole dall'elenco denominato 'add2014.csv', aggiornato al 28/08/2014.
Per eseguire le copie dall'ambiente predefinito delle addizionali comunali e regionali,
operare come segue:
(Da Utilità - Aggiornamento - Copia tabelle predefinite – Copia)
Versione
AGG_04.12.00
Aggiornamento_versione 04.12.00
Cod Argomento TAB.FISC_ADDIZ.
Tabelle fiscali - Addizionale
Cod Elemento AGG.GENERALE
Aggiornamento addizionale regionale /
comunale
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 9 / 25
Versione
AGG_04.12.00
Aggiornamento_versione 04.12.00
Cod Argomento TAB.FISC_VERS.ADDIZ. Tabelle fiscali - parametri versamenti
addizionali
Cod Elemento NUOVI COMUNI 041200 Nuovi comuni – Aggiornamento 04.12.00
1.11 Contributo "Fondo solidarietà del credito”
Come anticipato nella precedente release (al punto 1.5 “Proroga sospensione contributo
ordinario “Fondo solidarietà del credito””), sono state eliminate tutte impostazioni effettuate
con la versione 04.10.00 (relative al ripristino del versamento del contributo); tali
cancellazioni sono state effettuate attraverso l'esecuzione di alcune conversioni durante il
caricamento del presente aggiornamento (sempre che i record interessati abbiano
mantenuto la caratteristica di “Predefinito”). Nel dettaglio, gli interventi effettuati sono i
seguenti:
•
•
•
•
•
Eliminata la tipologia “CNG” del contributo “044 – INPS-Solid.sos.redd.”;
Disattivato il conguaglio alle tipologie “AAC – CRR – INT – PRV” del contributo “044
– INPS-Solid.sos.redd.”;
Eliminato il contributo “044 – INPS-Solid.sos.redd.” negli inquadramenti previdenziali
con anno 2014;
Eliminato l'indirizzamento del contributo “044 – INPS-Solid.sos.redd.” (con Codice
settore “0000” - Codice inquadramento “0000” e Codice rapporto “0000”);
Eliminate le codifiche UNIEmens “M101” e “M104”.
2 - Calcolo reddito complessivo detrazioni/bonus DL66
La determinazione del reddito complessivo, utile al calcolo delle detrazioni fiscali e del
bonus DL66, avviene nel seguente modo :
progressivo imponibile fiscale al mese di elaborazione del soggetto;
+
reddito presunto per i mesi mancanti a fine anno (tranne in conguaglio);
+
redditi di altri datori di lavoro, reperiti in “Dettaglio altri soggetti”
(da: Anagrafici – Dati di precedenti rapporti di lavoro);
E' inoltre possibile forzare il reddito determinato (in aggiunta o sostituzione) con i redditi che
il lavoratore ha dichiarato al datore di lavoro, utilizzando le informazioni presenti nella
definizione del soggetto (da: Anagrafici – Soggetto sezione Paghe).
La tipologia “Complessivo” sostituisce il valore indicato al calcolo automatico, mentre
l'opzione “Altri redditi” permette di aggiungerlo al reddito calcolato automaticamente.
2.1 Determinazione reddito presunto
La determinazione del reddito presunto per i mesi mancanti a fine anno, avviene secondo
la compilazione del parametro “Determinazione reddito presunto” presente nella tabella
“Deduzione/Detrazione” (da: Tabelle – Fiscali – Deduzioni e detrazioni). L'utente, in questa
tabella, ha la possibilità di scegliere quale valore mensile utilizzare per la proiezione.
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 10 / 25
Da questo aggiornamento oltre alle opzioni già presenti (“Proiezione retribuzione lorda
mensile” e “Proiezione da imponibile fiscale del mese”), l'utente potrà disporre delle due
seguenti nuove possibilità:
•
“Proiezione retribuzione lorda mensile al netto dei contributi teorici”: questa opzione
ha lo scopo di utilizzare, come valore presunto utile alla proiezione, l'imponibile
fiscale mese del dipendente che si valorizzerebbe senza l'influenza delle presenze
(senza assenze, straordinari, ecc.);
•
“Proiezione con importo mensile da formula”.
Ricordiamo inoltre che l'utente ha la possibilità di rettificare l'importo mensile utile alla
proiezione, determinato con una delle opzioni sopra citate, utilizzando il campo “Importo
mensile per rettifica proiezione” (da: Anagrafici – Rapporto di lavoro sezione Paghe –
Fiscali – Detrazioni/Deduzioni).
Si precisa infine che :
•
a differenza della precedente versione, nel caso si utilizzi l'opzione “Proiezione
retribuzione lorda mensile” o, da questa versione, si utilizzi la nuova opzione
“Proiezione retribuzione lorda mensile al netto dei contributi teorici”, in assenza di
elementi paga (come ad esempio per i Co.Co.Co.) verrà utilizzata d'ufficio la
“Proiezione da imponibile fiscale del mese”;
•
per i Co.Co.Co inoltre, l'imponibile fiscale mese utilizzato per la proiezione, se
relativo a più mesi compenso, verrà mediato suddividendolo per i mesi compenso
(dato mensile 35).
2.2 Determinazione dei mesi mancanti
Nella determinazione dei mesi mancanti utili alla proiezione del reddito, l'applicativo deve
conoscere i mesi di retribuzione che il dipendente deve ancora percepire comprensivi delle
mensilità aggiuntive. Fino alla precedente versione, l'applicativo considerava d'ufficio una
sola mensilità aggiuntiva (13ma), ed era a cura dell'utente la forzatura di eventuali ulteriori
mensilità in anagrafica.
Dalla presente versione, per limitare le forzature a cura dell'utente, è stata automatizzata la
determinazione del numero delle mensilità aggiuntive spettanti e del relativo mese di
erogazione delle stesse, in base alle associazioni valide per il dipendente presenti nelle
tabelle “Ratei mensilità” (da: Tabelle – Contrattuali – Ratei). L'utente ha inoltre la possibilità
di scegliere a livello di “Gruppo rateo” (da: Tabelle – Contrattuali – Ratei) se la mensilità
deve essere considerata o meno in base alla compilazione del campo “Utile per c alcolo
proiezione reddito ai fini fiscali”.
Una conversione automatica, durante il caricamento dell'aggiornamento, ha provveduto ad
attivare tale opzione su tutti i gruppi ratei esistenti definiti come “Mensilità aggiuntiva”. Sarà
cura dell'utente intervenire manualmente nella suddetta tabella e disabilitare se necessario
le mensilità che non dovranno essere considerate nella proiezione.
Riassumendo, i mesi mancanti verranno così determinati :
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 11 / 25
Dipendenti in forza.
12
+ nr. mens. aggiuntive (con liquidazione
successiva al mese di elaborazione)
– mese in elaborazione
Esempio :
Determinazione mesi mancanti per dipendente
con 14 mensilità (14ma pagata a giugno e 13ma
a dicembre).
Fino a giugno:
14 – mese in elaborazione
Da giugno:
13 – mese in elaborazione
Mese cessazione
Dipendenti con data cessazione futura,
+
nr. mens. aggiuntive (con liquidazione
ma cadente nell'anno di elaborazione.
successiva al mese di elaborazione e
inferiore o uguale alla cessazione)
– mese in elaborazione
Mese scadenza tempo determinato
Dipendenti a tempo determinato con data
+
nr. mens. aggiuntive (con liquidazione
scadenza futura, ma cadente nell'anno di
successiva al mese di elaborazione e
elaborazione.
inferiore o uguale alla scadenza tempo
(Solo se attivata l'opzione “Proiez. fino a
determinato)
scadenza tempo determ.” nella tabella
– mese in elaborazione
“Opzioni generali” (da: Tabelle – Generiche).
Precisiamo che l'utente ha comunque la possibilità di intervenire in forzatura, sul calcolo
automatico sopra descritto, con le consuete modalità, già in essere alla versione
precedente:
•
a livello dipendente (da: Anagrafici – Rapporto di lavoro sezione Paghe – Fiscali –
Detrazioni/Deduzioni), compilando i campi:
◦ “Nr.mesi proiezione reddito“
◦ “Mese erogazione mensilità” (*)
•
a livello aziendale (da: Anagrafici – Azienda/Ente sezione Paghe – Fiscali),
compilando i campi:
◦ “Nr.mesi proiezione reddito“
◦ “Mese erogazione mensilità” (*)
(*) Per il calcolo dei mesi mancanti, il campo in oggetto permette di escludere, dal mese
stesso di pagamento in quanto già liquidata, la mensilità aggiuntiva pagata durante l'anno
(come ad esempio la 14ma).
Esempio di forzatura a livello aziendale con 14 mensilità:
•
Nr.mesi proiezione reddito = 14
•
Mese erogazione mensilità = 6 (E' il mese di pagamento della 14ma)
•
Fino al cedolino di Maggio i mesi mancanti risulteranno pari a 14 meno 5.
•
Dal cedolino di Giugno i mesi mancanti saranno 13 meno 6.
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 12 / 25
3 - Modello F24 ordinario/accise - Suddivisione crediti
(Da: Elaborazioni post-paghe – Gestione modello F24 – Ottenimento dati)
Con l'aggiornamento 04.09.00 la funzione di ottenimento dati dell'F24 ordinario/accise era
stata implementata per verificare, nelle singole pagine del modello F24, la presenza di un
saldo negativo causato dalla presenza di un tributo a credito automatico (non imputato
manualmente dall'utente) e, conseguentemente, “correggere” le pagine di F24 con saldo
negativo, effettuando una riduzione dei crediti nella misura di quanto eventualmente dovuto
nella pagina stessa, azzerando il saldo delle pagine interessate (modello a saldo zero)
Con il presente aggiornamento, la funzione in oggetto è stata ulteriormente implementata al
fine di gestire in automatico la "suddivisione" del credito in tutte le pagine con un saldo
positivo fino ad esaurimento del credito stesso.
La suddivisione automatica del credito viene effettuata solo se l'utente attiva tale opzione
"spuntando" il nuovo campo "Suddivisione crediti" presente nella videata di lancio della
funzione stessa.
In dettaglio, la suddivisione del credito avviene come illustrato di seguito:
1. ricerca delle pagine di F24 con saldo negativo causato dalla presenza di un tributo a
credito automatico
2. riduzione del credito fino ad azzeramento del saldo modello della pagina stessa
3. inserimento del credito residuo (fino a capienza del saldo pagina) in tutte le pagine
del modello con saldo positivo. Il rigo relativo al credito, fino ad esaurimento dello
stesso, verrà inserito in tutte le pagine disponibili con il seguente criterio:
◦ se nella pagina, nella stessa sezione d'origine del credito sono presenti righe
disponibili, il credito verrà inserito con l'intero valore se l'ammontare del
credito è inferiore al saldo modello, oppure con valore ridotto all'ammontare
del saldo se quest'ultimo è inferiore al valore residuo del credito.
◦ se nella pagina, la sezione d'origine del credito è completa (non sono presenti
righe disponibili) verrà spostato nella prima pagina utile successiva il rigo con
importo a debito inferiore, inserendo nella stessa posizione il credito con
importo determinato con i criteri illustrati al punto precedente.
4. verifica dell'esaurimento del credito. Nel caso in cui il credito non venga esaurito
(tutte le pagine del modello presentano saldo a zero), verrà generato un credito
rinviato ossia l'eccedenza del credito, verrà memorizzata nella "Gestione dati" dei
versamenti fiscali (da: Elaborazioni post-paghe – Versamenti fiscali) in un rigo con:
◦ cod tributo: cod tributo relativo al credito elaborato (credito che è stato suddiviso)
◦ tipologia versamento: "Credito residuo rinviato a periodo successivo"
◦ anno redditi/mese riferimento: anno redditi/mese riferimento d'origine del credito
elaborato
◦ ritenute teoriche/importo da versare: eccedenza del credito
◦ tipo note: verrà impostato con il valore F24, per riconoscere i crediti rinviati e
generati dalla mancata capienza del modello F24
La funzione di ottenimento dati F24 è disponibile anche da “Cruscotto elaborazioni”
pertanto è stato aggiunto il nuovo parametro “Suddivisione crediti” nella tabella “Gruppo”
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 13 / 25
(da: Elaborazioni paghe – Cruscotto elaborazioni ) per il processo “Ottenimento dati per
F24” (codice processo "006415"). Durante il caricamento dell'aggiornamento verrà eseguita
una conversione che imposterà tale campo a "Sì" (campo spuntato) in tutti i gruppi presenti
in tabella nei quali sia stato attivato tale processo.
4 - Ratei ferie - Memorizzazione goduto con tabella priorità di fruizione
In presenza dell'assoggettamento contributivo relativo alle ferie non godute, il residuo AP
ancora presente, è stato suddiviso per anno nelle quantità da assoggettare/già
assoggettate. Ogni qualvolta venga valorizzata una quantità goduta relativa ad anni
precedenti, le quantità da assoggettare/già assoggettate vengono ridotte in funzione delle
opzioni presenti nella tabella delle “Priorità fruizione goduto ratei ferie” (da: Tabelle –
Contrattuali – Ratei).
Fino alla precedente versione, l'ordine di riduzione delle quantità da assoggettare/già
assoggettare era gestita fissa a programma e nello specifico:
•
le quantità da assoggettare venivano ridotte in ordine crescente, quindi avevano
priorità i residui prossimi all'assoggettamento (es. quantità da assoggettare a
06/2015 – 06/2016, l'applicativo utilizzava prima quelli da assoggettare a 06/2015 e
solo al loro esaurimento utilizzava quelli da assoggettare a 06/2016).
•
le quantità già assoggettate venivano ridotte in ordine decrescente, quindi venivano
restituiti prima i contributi pagati nell'anno e poi si procedeva alla restituzione, in
ordine di assoggettamento decrescente, alla restituzione dei contributi pagati negli
anni precedenti.
Da questa versione, con l'introduzione della nuova sezione “Ordinamento per residui”,
presente nella tabella “Priorità fruizione goduto ratei ferie” (da: Tabelle – Contrattuali –
Ratei), è stata data la possibilità all'utente di definire, in presenza di quantità godute/pagate
AP nel mese, l'ordine con il quale le quantità da assoggettare/già assoggettate devono
essere ridotte.
Per mantenere il comportamento adottato dall'applicativo fino alla versione precedente, una
conversione durante il caricamento dell'aggiornamento, provvede ad impostare la priorità
per i residui da assoggettare con l'opzione “Crescente” e la priorità per i residui già
assoggettati con l'opzione “Decrescente”.
5 - Revisione riduzione contributiva settore edilizia
L'INPS, con il messaggio n.6534 del 11/08/14, a seguito della mancata emanazione del
decreto che conferma la misura dell'agevolazione (11,50%), comunica le modalità operative
per il recupero della riduzione contributiva a favore delle imprese edili per l'anno 2014.
In data 2 settembre, si è provveduto ad inviare un comunicato, con il quale si invitava gli
utenti ad attendere le attuali implementazioni a riguardo, in quanto le precedenti modalità
operative, rilasciate con la versione 03.10.00, erano in fase di revisione. Nello specifico,
fino al precedente aggiornamento, la riduzione contributiva veniva gestita con un contributo
(nel quale era indicata l'aliquota dell'11,50% con segno negativo) ma, poiché tale gestione
era deficitaria in presenza di dipendenti trasformati a tempo indeterminato per i quali era
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 14 / 25
avvenuta la restituzione del contributo addizionale ASpI, si è provveduto a disattivare la
precedente gestione. Per gestire correttamente la riduzione contributiva in tutti i suoi
aspetti, si è deciso di creare un'agevolazione contenente la riduzione stessa che permetta
di risolvere le problematiche riscontrate in precedenza.
5.1 Chiusura precedente gestione
Con il caricamento dell'aggiornamento, alcune conversioni disattivano la vecchia riduzione,
gestita con il contributo 780 “INPS-Rid.cont.edili”, impostando la data di fine validità con il
31/12/2013 nelle seguenti tabelle :
•
“Inquadramento previdenziale” (da: Tabelle – Previdenziali – Contributi) per gli
inquadramenti :
◦ “OF00 – Operaio”;
◦ “OF62 – Operaio agevolato al 25%”;
◦ “OF65 – Operaio agevolato al 50%”.
presenti nei settori previdenziali :
◦ “I104 – INPS-Industria edile”;
◦ “I404 – INPS-Artigianato edile dell'indotto”;
◦ “IK10 – INPS-Artigianato edile”.
•
“Indirizzamenti contributo” (da: Tabelle – Previdenziali – Indirizzamenti – Dal 2010);
•
“Regola di calcolo imponibile” con codice “S060 – INPS Riduz.contributiva edili” (da:
Tabelle – Previdenziali – Contributi).
5.2 Nuova gestione
Come già anticipato, la riduzione contributiva viene ora gestita tramite l'utilizzo di
un'agevolazione. Di seguito si elencano gli interventi effettuati nelle tabelle previdenziali:
•
definito il nuovo recupero “IE1 – INPS Rid.edilizia” (da: Tabelle – Previdenziali) con
tipo recupero “Sgravio edilizia (per operai con 40 ore settimanali)”, in quanto per
questo particolare recupero dovranno essere effettuati controlli automatici a
programma;
•
definito il nuovo imponibile "47 – Tot.Ctb.INPS c-Azi/Rid.edili" (da: Tabelle –
Generiche – Imponibile), che verrà valorizzato dai contributi c/azienda soggetti alla
riduzione (vedi conversione citata al paragrafo successivo);
•
definita la nuova regola di calcolo imponibile "Z047 – Tot.ctbINPS c-AZ/Rid.edili" (da:
Tabelle – Previdenziali – Contributi);
•
definito il nuovo rapporto previdenziale “IED1 – INPS Rid.edili” (da: Tabelle –
Previdenziali – Contributi);
•
definito l'indirizzamento UNIEmens per il nuovo rapporto previdenziale “IED1 – INPS
Rid.edili” utile al recupero della riduzione corrente con codice “L206” (da: Tabelle –
Previdenziali – Indirizzamenti – Dal 2010);
•
definite le voci paga WZED00 e WZED01 utili al recupero in UNIEmens della
riduzione arretrata con codice “L207”.
5.2.1 Aggiornamento tabelle previdenziali
Per copiare le variazioni operare come segue :
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 15 / 25
(da: Utilità – Aggiornamento – Copia tabelle predefinite – Copia)
Versione
AGG_04.12.00
Aggiornamento_versione_04.12.00
Cod Argomento PARAM_INPS
Parametri generali INPS
Cod Elemento PARAM_INPS
Parametri generali INPS
Versione
AGG_04.12.00
Cod Argomento TAB.PREV_REC.PREV.
Cod Elemento IE1_INPS – RID.EDILI
Aggiornamento_versione_04.12.00
Tabelle previdenziali – Recupero
INPS – Rid.edilizia
Versione
AGG_04.12.00
Cod Argomento TAB.PREV.RAPP.PREV
Cod Elemento IED1
Aggiornamento_versione_04.12.00
Tabelle previdenziali - Rapporto previdenziale
INPS Rid.edili
Versione
AGG_04.12.00
Cod Argomento TAB.PREV.IND.REC2010
Cod Elemento IED1
Aggiornamento_versione_04.12.00
Tabelle previdenziali - Indirizzam. recuperi
2010
INPS Rid.edili
Versione
AGG_04.12.00
Cod Argomento TAB_VOCI PAGA
Cod Elemento WZED00_WZED01
Aggiornamento_versione_04.12.00
Tabelle voci paga
INPS Rid.edili arr. e Rest.ctb.add.ASpI
Versione
AGG_04.12.00
Cod Argomento VAR_INQ_PREVID
Aggiornamento_versione_04.12.00
Variazione inq. previd. per passaggio di
qualifica
Sett. Industria edile
Sett. Artigianato edile
Cod Elemento I104
IK10
Per completare la gestione si ricorda che è a carico dell'utente l'inserimento del nuovo
recupero nelle seguenti tabelle (per un'ulteriore verifica consultare le impostazioni presenti
nell'Ambiente Predefinito):
•
tabella “Associazione raggr.contabili/costi” per la contabilizzazione (da: Elaborazioni
post-paghe – Contabilità – Tabelle);
•
raggruppamento recuperi “S01 – Sgravio L.247/07-Rec. INPS” ed eventualmente
“FNG - Ferie non godute” (da: Tabelle – Previdenziali – Contributi);
•
tabella “Movimenti collegati direttamente” IRAP (da: Elaborazione Periodiche –
IRAP), tipo prospetto “Stampa costo c.f.l./disabili/apprendisti...” colonna “Contributi
c/azienda”;
•
regole di calcolo componenti del “Prospetto costi” (da: Elaborazione Post-paghe –
Prospetto costi);
•
gestioni utente quali: formule, estrazioni, report ecc...
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 16 / 25
5.3 Conversione per valorizzazione imponibile "47 – Tot.Ctb.INPS c-Azi/Rid.edili"
Durante il caricamento dell'aggiornamento, una conversione ha impostato
l'assoggettamento al nuovo imponibile, in tutti i contributi c/azienda che fanno da base per il
calcolo della riduzione:
•
015 "INPS-Malattia";
•
016 "INPS-Maternità";
•
017 "INPS-CUAF";
•
018 "INPS-Fdo gar.T.F.R.";
•
030 "INPS-Cig ordinaria";
•
035 "INPS-Cig straord.";
•
120 "INPS-ASpI";
•
122 "INPS-DS speciale";
•
123 "INPS-Addiz. ASpI";
•
718 "Rec.Ctb.TFR L.297/82";
•
719 "Esonero ctb DL 203/2005".
Si precisa che se l'imponibile risultasse già presente, in quanto utilizzato dall'utente per
altre necessità, la conversione non verrà eseguita. Sarà cura dell'utente intervenire
manualmente per assoggettare tali contributi all'imponibile che l'utente deciderà di utilizzare
per il calcolo della riduzione.
5.4 Conversione per attribuzione nuovo rapporto previdenziale
Durante il caricamento dell'aggiornamento, una conversione ha associato il nuovo rapporto
previdenziale “IED1 – INPS Rid.edili” a tutti i dipendenti che hanno l'inquadramento
previdenziale “OF00 – Operaio”, presente nei settori :
•
“I104 – INPS-Industria edile”;
•
“I404 – INPS-Artigianato edile dell'indotto”;
•
“IK10 – INPS-Artigianato edile”
in quanto assoggettabile in via teorica alla riduzione. Sarà poi l'elaborazione dei cedolini
che ne verificherà l'effettivo diritto.
Per gli utenti che gestiscono gli avanzamenti automatici di qualifica/livello, la tabella
"Variazione inquadramento previdenziale" è stata aggiornata da una delle copie predefinite
sopra citate, e di conseguenza nel momento in cui i dipendenti assunti con ex L.56
diventeranno operai, sarà automaticamente attribuito il recupero previdenziale “IED1 –
INPS Rid.edili”.
5.5 Calcolo cedolino
Durante l'elaborazione dei cedolini, dal “Mese inizio calcolo sgravio edilizia”, presente nella
tabella “Parametri generali INPS” (da: Tabelle – Previdenziali – INPS), aggiornata
automaticamente con mese inizio settembre da una delle copie predefinite sopra citate, e in
presenza del rapporto previdenziale “IED1 – INPS Rid.edili”, verranno effettuati gli ulteriori
controlli di spettanza della riduzione e, se i dipendenti risulteranno impiegati con contratto
full-time e con 40 ore settimanali, verrà calcolata la riduzione. Per il controllo delle ore
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 17 / 25
settimanali verrà utilizzato il campo “Ore settimanali” presente nella tabella “Divisori fissi”
(da: Tabelle – Contrattuali – Divisori contrattuali) per il contratto del dipendente.
Ricordiamo inoltre che, anche con la nuova gestione, l'utente ha la possibilità di disattivare
il calcolo automatico della riduzione, se non dovuta, utilizzando il campo “Sgravio edilizia –
Disattiva calcolo automatico” presente nel rapporto di lavoro (da: Anagrafici – Rapporto di
lavoro sezione “Paghe – Enti Enpals/Edili).
5.6 Ricalcolo importi arretrati
Per la valorizzazione della riduzione contributiva arretrata (da Gennaio 2014 ad Agosto
2014, con inserimento risultati in Settembre 2014) sarà necessario utilizzare la funzione di
utilità “Ricalcolo agevolazioni/misure compensative” (da: Utilità – Gestione ricalcoli).
La funzione di ricalcolo memorizzerà nell'archivio “Dati ricalcolati agevolazioni/misure
compensative” (da: Elaborazioni paghe – Risultati mensili), le differenze utili alla
generazione della voce “WZED00 – INPS Rid.edili arr.” (con codice per UNIEMens “L207”)
per il recupero del credito arretrato in UNIEmens.
Poiché, come già precisato, la precedente gestione era deficitaria in presenza di dipendenti
trasformati a tempo indeterminato per i quali era avvenuta la restituzione del contributo
addizionale ASpI, sarà necessario utilizzare la funzione di utilità anche per l'anno
precedente (da Gennaio 2013 a Dicembre 2013, con inserimento risultati in Gennaio 2014)
al fine di ottenere la restituzione corretta del contributo addizionale ASpI.
La funzione di ricalcolo memorizzerà, sempre nell'archivio “Dati ricalcolati
agevolazioni/misure compensative”, la parte di contributo addizionale ASpI agevolata, e
scatenerà eventualmente il riconguaglio della quota già recuperata con la voce “WZED01 –
Rest.ctb.add.ASpI-Rid.edili” (con codice per UNIEMens “L207”) che diminuirà a sua volta
l'importo del credito arretrato da recuperare presente sulla voce WZED00.
5.7 Operai non più in forza
Il messaggio INPS precisa che per gli operai non più in forza, i datori di lavoro potranno
fruire del beneficio valorizzando nella sezione individuale del primo flusso UNIEmens utile
gli stessi elementi previsti per gli operai ancora in forza; ovviamente non saranno
valorizzate le settimane, i giorni retribuiti ed il calendario giornaliero. Sarà invece
valorizzato l’elemento <TipoLavStat> con il codice “NFOR”.
Gli utenti potranno utilizzare anche per i dipendenti cessati la funzione di utilità “Ricalcolo
agevolazioni/misure compensative” (da: Utilità – Gestione ricalcoli); sarà però necessario
aprire manualmente il cedolino per generare le voci utili al recupero dell'arretrato in
UNIEmens.
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 18 / 25
6 - Enti pubblici - ListaPosPA, adeguamenti a rel. 2.10 UniEmens
Con la rel. 2.10 del flusso UniEmens è stato inserito il nuovo elemento <AnnoRif> come
mostrato in esempio:
<RecuperoSgravi>
<AnnoRif>2013</AnnoRif>
<CodiceRecupero>2</CodiceRecupero>
<Importo>120,50</Importo>
</RecuperoSgravi>
L’ottenimento ListaPosPA determina in automatico l’anno di riferimento dall’anno presente
dall’apposito archivio Sgravio L.247/07; si ricorda che tale anno deve essere inferiore
all’anno della dichiarazione.
Inoltre, per gli iscritti ad un fondo di previdenza complementare di tipo = 3, ovvero: “Non
iscritto alle gestioni Inpdap ex Enpas ed ex Inadel ai fini delle indennità di fine lavoro (TFRTFS) e con Tfr accantonato realmente e versato direttamente dal datore di lavoro a fondi o
forme di previdenza complementari ai quali il lavoratore è iscritto.”, ora sono correttamente
compilati gli elementi:
<RegimeFineServizio>
<RetribTeoricaTabellareTFR>
<RetribValutabileTFR>
Ci sono giunte alcune segnalazioni riguardanti l’errore bloccante generato dal software di
controllo del flusso UniEmens, qualora sia presente il versamento del contributo
pensionistico (casse 1,2,3,4,5) e/o il contributo previdenziale (cassa 6) e non sia presente il
contributo Fondo Credito (cassa 9); Vi preghiamo di consultare il documento “Messaggio
numero 4325 del 30-04-2014.pdf”, scaricabile dal sito ufficiale dell’INPS che ha il seguente
oggetto:
Gestioni Pubbliche. Chiarimenti sull’obbligo di iscrizione alla Gestione unitaria delle
prestazioni creditizie e sociali
tale documento può sicuramente aiutare a comprendere le motivazioni di questo nuovo
controllo.
7 - Segnalazione scadenze per variazione ANF
Con questo rilascio vengono ulteriormente migliorate le segnalazioni relative a situazioni
familiari che portano alla modifica dell'erogazione degli Assegni Nucleo Familiare.
7.1 Elenco dipendenti con scadenze
Già nel rilascio della versione 04.10.00, la funzione “Elenco dipendenti con scadenze” (da:
Elaborazioni paghe) è stata implementata con la segnalazione del compimento del
diciottesimo anno di età nei figli non inabili e con la segnalazione della scadenza
dell'eventuale autorizzazione INPS indicata che si verificano nel periodo richiesto.
Con questo rilascio si aggiungono le segnalazioni:
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 19 / 25
•
•
per il compimento del ventunesimo anno per i figli studenti o apprendisti, identificati
con l'apposito flag, presenti nello “Stato di famiglia” del “Soggetto” (da: Anagrafici)
quando trattasi di "nucleo numeroso" (più di tre figli sotto i ventisei anni),
per il compimento del ventiseiesimo anno di un figlio che determina la perdita del
requisito di “nucleo numeroso”.
7.2 Generazione CSV per verifica carichi ANF
Da questo rilascio è possibile effettuare la generazione di un file CSV contenente i carichi
ANF verificati sui dipendenti oggetto del calcolo del cedolino. La generazione è dipendente
dall'attivazione, nell'ambiente “Predefinito”, dell'opzione “CSV verifica carichi ANF” nella
tabella “Fasi di elaborazione” (da: Elaborazioni paga -- Gestione elaborazioni) per la fase
“Generazione voci automatiche”
Il file CSV viene prodotto negli archivi esterni durante la funzione di calcolo del cedolino.
8 - Utilità - Creazione ABI e CAB non presenti in tabella
(Da: Utilità – Utilità banche)
Come già indicato nel Comunicato inviato in data 28 luglio 2014 con Oggetto: PAGHEJ
ver.04.11.00 UPD2 è possibile che l'utente, prima del caricamento della versione 04.11.00,
abbia inserito nelle tabelle previgenti “Banca italiana” e “Sportello bancario italiano” (Dati
comuni - Tabelle - Banche - Tabelle previgenti), codici ABI e CAB senza averli inseriti anche
nelle tabelle di riferimento (ABI e CAB). Detta casistica si può notare dal fatto che per tali
coordinate non è presente la decodifica. In tal caso, dopo il caricamento della versione
04.11.00, determinate funzionalità di pagamento dell'applicativo non creano correttamente i
file dei pagamenti.
Per questo motivo, è stato predisposta una nuova funzione di utilità: “Creazione ABI e CAB
non presenti in tabella”.
Questa funzione è stata creata per agevolare l'utente nella sistemazione delle tabelle ABI e
CAB (da: Dati comuni – Tabelle – Banche) per i codici erroneamente non codificati in esse.
La funzione di utilità non deve essere lanciata obbligatoriamente ma permette di creare
automaticamente nella tabella ABI e CAB i codici che non sono presenti, reperendoli
rispettivamente dalla tabella “Banca italiana” e dalla tabella “Sportello bancario italiano” e
copiando tutti i campi presenti in esse. E' possibile effettuare una stampa di controllo prima
o durante l'elaborazione effettiva, che evidenzia tutti i record con l'anomalia e indica i nuovi
record che verrebbero creati.
Ricordiamo inoltre che è disponibile un'altra funzione di utilità: “Verifica coordinate bancarie”
(da: Utilità – Utilità banche) al fine di controllare preventivamente l'esistenza di codici
mancanti sulle seguenti tabelle:
•
Azienda/Ente sezione Fiscali
•
Rapporto di lavoro sezione Accrediti
•
Gruppo di addebito
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 20 / 25
9 - Gestione azienda capogruppo
Con il presente aggiornamento è stata introdotta la gestione, opzionabile, dell'azienda
capogruppo.
Quando un'azienda appartiene ad una capogruppo i soggetti, se codificati per azienda,
dovranno essere codificati solo sul codice dell'azienda capogruppo.
In tal modo, si riescono ad utilizzare tutti i soggetti appartenenti all'azienda capogruppo,
indipendentemente dall'azienda, appartenente al gruppo stesso, che si gestisce.
9.1 Regole di codifica
(Da: Dati comuni – Regole di codifica)
Aggiunta la nuova opzione “Attiva gestione Azienda capogruppo”:
•
se impostato a “Sì” (valore spuntato) verranno attivate le gestioni ed i controlli
seguenti
•
se impostato a “No” (valore non spuntato) queste ultime non verranno attivate.
Di default, tale opzione sarà impostata a “No”, sarà a cura dell'utente attivarla ove lo
ritenesse necessario.
9.2 Anagrafico Azienda/Ente
Sezione Anagrafici
Se attivata la gestione di cui sopra verrà richiesto, nella Sezione Anagrafici
dell'azienda/Ente, il nuovo campo “Azienda/Ente capogruppo – Cod azienda capogruppo”,
come non obbligatorio.
Nel caso in cui l'azienda stessa sia la capogruppo, il campo può essere
•
non compilato
•
compilato con il codice della stessa.
Sezione fiscali
Adeguato il soggetto legale rappresentante.
Se presente l'azienda capogruppo ed i soggetti sono codificati per azienda, il soggetto
legale rappresentante verrà ricercato con il codice dell'azienda capogruppo.
9.3 Rapporto di lavoro
Sezione Definizione
Adeguato il codice identificativo del soggetto.
Se presente l'azienda capogruppo ed i soggetti sono codificati per azienda, il soggetto verrà
ricercato con il codice dell'azienda capogruppo e potrà essere codificato solo su
quest'ultima.
Sezione Rapporto/organico
Adeguato il soggetto tutore apprendistato/tirocinio.
Se presente l'azienda capogruppo ed i soggetti sono codificati per azienda, il soggetto
tutore verrà ricercato con il codice dell'azienda capogruppo.
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 21 / 25
Sezione Accrediti
Adeguato il soggetto beneficiario diverso
Se presente l'azienda capogruppo ed i soggetti sono codificati per azienda, il soggetto
beneficiario diverso verrà ricercato con il codice dell'azienda capogruppo.
9.4 Soggetto
Sezione Definizione
Se attiva la gestione dell'azienda capogruppo ed il soggetto è da codificare per azienda, in
presenza del campo “Azienda capogruppo” impostato a “Sì”, tutti i soggetti dovranno
essere creati codificandoli con l'azienda capogruppo.
Sezione Paghe
Adeguato il soggetto defunto
Se presente l'azienda capogruppo ed i soggetti sono codificati per azienda, il soggetto
defunto verrà ricercato con il codice dell'azienda capogruppo.
9.5 Copia Soggetto e Rapporto di lavoro
Adeguate la copia del soggetto e del rapporto di lavoro, tenendo conto dell'azienda
capogruppo.
Copia rapporto di lavoro
Se nell'anagrafica dell'azienda di destinazione è compilato il campo “Cod Azienda
capogruppo” e si scegliesse l'opzione “Da Altro identificativo”, quest'ultimo potrà essere
selezionato solo tra quelli definiti con il codice azienda capogruppo.
Al contrario, nel caso in cui si scegliesse l'opzione “Identificativo di origine”, il soggetto
resterà codificato con l'azienda di origine e non verrà eseguito alcun controllo relativamente
alla presenza della capogruppo sulla destinazione.
Copia soggetto
Adeguata la scelta del codice identificativo di destinazione in presenza dell'azienda
capogruppo: se presente su quest'ultima, l'azienda del soggetto di destinazione potrà
essere solo l'azienda capogruppo.
10 - Cancellazioni massive anagrafici
10.1 Cancellazione massiva aziende/Enti
(Da: Utilità – Utilità su anagrafici – Cancellazione anagrafici – Cancellazione Azienda/Ente)
E' stata predisposta tale nuova funzione che presenta le stesse funzionalità della
cancellazione singola, con il vantaggio di poter essere eseguita per più aziende in un'unica
elaborazione. La cancellazione massiva, come la singola, è completata dalla funzione di
cancellazione massiva delle tabelle paghe azienda/Enti, utilizzando la quale è possibile
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 22 / 25
effettuare la cancellazione dei dati relativi alle aziende selezionate da tutte le tabelle
(esclusi gli anagrafici) codificate per codice azienda specifiche dell'applicativo Paghe.
Si precisa che tale nuova funzione potrà essere eseguita unicamente dagli utenti
appartenenti al gruppo amministratore.
10.2 Cancellazione massiva Rapporti di lavoro
(Da: Utilità – Utilità su anagrafici – Cancellazione anagrafici – Cancellazione Rapporto di
lavoro)
E' stata predisposta tale nuova funzione che presenta le stesse funzionalità della
cancellazione singola, con il vantaggio di poter essere eseguita per più dipendenti della
stessa azienda o di aziende differenti in un'unica elaborazione. E' possibile inoltre attivando
la selezione dei rapporti di lavoro, eseguire la cancellazione di dipendenti con codici non
consecutivi.
La cancellazione massiva, come la singola, è completata dalla funzione di cancellazione
massiva delle tabelle paghe del Rapporto di lavoro, utilizzando la quale è possibile
effettuare la cancellazione dei dati relativi ai rapporti di lavoro selezionati da tutte le tabelle
(esclusi gli anagrafici) specifiche dell'applicativo Paghe.
Si precisa che tale nuova funzione potrà essere eseguita unicamente dagli utenti
appartenenti al gruppo amministratore.
11 - Contabilità – Utilità
Come specificato nel documento relativo al “Sommario dei cambiamenti dell'ambiente
Predefinito”, nel relativo ambiente, da questo rilascio è presente un esempio di impianto
contabile.
Sono state sviluppate le seguenti funzioni di utilità in modo da consentire all'utente, sia in
fase di prima installazione che in fase di manutenzione la creazione/aggiornamento,
nell'ambiente operativo in cui opera, del proprio impianto tabellare di contabilità.
(Da: Elaborazioni post-paghe – Contabilità – Tabelle – Utilità):
•
Copia Piano dei conti e Conti contabili
•
Copia Raggr. contabili e Associazione Raggr. contabili/Costi
•
Copia Gruppo aziende/enti
In ogni funzione, partendo da un ambiente di origine (sia “Predefinito” che “Cliente”), è
possibile selezionare i dati da copiare nell'ambiente operativo di destinazione con identici
codici oppure con altri decisi dall'utente.
11.1 Copia Piano dei conti e Conti contabili
Il codice piano dei conti di destinazione può essere diverso da quello di origine.
Il codice del conto non può essere variato. Vengono copiati tutti i conti dal piano dei conti di
origine.
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 23 / 25
11.2 Copia Raggr. contabili e Associazione Raggr. contabili/Costi
I codici piano dei conti origine e destinazione devono essere già esistenti.
Se i codici raggruppamento contabile origine e destinazione non sono impostati, viene
eseguita la copia di tutti i dati (raggruppamento e relative associazioni), eliminando
preventivamente tutto quanto eventualmente già presente in destinazione.
Se i codici raggruppamento contabile origine e destinazione sono impostati ed esiste il
raggruppamento contabile di destinazione, prima di procedere con la copia
(raggruppamento e relative associazioni), vengono preventivamente cancellati gli eventuali
dati già esistenti in destinazione.
Vengono in ogni caso copiate solo le tabelle “associazione” selezionate.
11.3 Copia Gruppo aziende/enti
Il codice del gruppo azienda di destinazione può essere diverso da quello di origine.
12 - Fondi residuali
Si comunica che nel prossimo aggiornamento sarà prevista la gestione automatica del
nuovo contributo dovuto per finanziare il fondo di solidarietà residuale, istituito con la legge
n.92 del 28/06/2012, e regolamentato dall'INPS, con la circolare n.100 del 02/09/2014 e
messaggio n.6897 del 08/09/2014.
L'INPS detta le istruzioni utili al recupero della contribuzione arretrata per il periodo
Gennaio-Settembre 2014, dando come scadenza il 16/12/2014. Si precisa che si
provvederà, entro la scadenza, a rilasciare le modifiche necessarie per il recupero delle
quote arretrate.
13 - Nuove funzioni a menu
Si elencano di seguito i nuovi punti di menu:
•
Cancellazione massiva aziende/Enti (da: Utilità – Utilità su anagrafici Cancellazione anagrafici - Cancellazione Azienda/Ente)
•
Cancellazione massiva tabelle Paghe aziende/Enti (da: Utilità – Utilità su anagrafici Cancellazione anagrafici - Cancellazione Azienda/Ente)
•
Cancellazione massiva Rapporti di lavoro (da: Utilità – Utilità su anagrafici Cancellazione anagrafici - Cancellazione Rapporto di lavoro)
•
Cancellazione massiva tabelle Paghe Rapporti di lavoro (da: Utilità – Utilità su
anagrafici - Cancellazione anagrafici - Cancellazione Rapporto di lavoro)
•
Creazione ABI e CAB non presenti in tabella (da: Utilità – Utilità banche)
•
Copia Piano dei conti e Conti contabili (da: Elaborazioni post-paghe – Contabilità –
Tabelle – Utilità)
•
Copia Raggr. contabili e Associazione Raggr. contabili/Costi (da: Elaborazioni postpaghe – Contabilità – Tabelle – Utilità)
•
Copia Gruppo aziende/enti (da: Elaborazioni post-paghe – Contabilità – Tabelle –
Utilità)
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 24 / 25
Riepilogo delle operazioni a cura dell'utente:
Si ritiene utile evidenziare le operazioni e le verifiche necessarie che l'utente dovrà
eseguire dopo il caricamento del presente aggiornamento (dettagliate nelle pagine
precedenti):
•
•
Importazione tabelle predefinite
Prevedere i nuovi campi ABI e CAB nella ricezione "Anagrafico" e nelle strutture nelle quali
sono stati utilizzati da "dizionario campi".
N.B.:
si ricorda di prendere visione delle variazioni tabellari presenti nel documento “Sommario dei
cambiamenti del Predefinito”
Cordiali saluti
ZUCCHETTI
Divisione Paghe
Versione 04.12.00
Data rilascio 12-09-2014
Pag. 25 / 25
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
305 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content