close

Enter

Log in using OpenID

Brusaporto alla grande Vince e prenota la finale

embedDownload
L’ECO DI BERGAMO
44 Calcio Dilettanti
LUNEDÌ 26 MAGGIO 2014
ECCELLENZA PLAYOFF NAZIONALI
PRIMA CATEGORIA PLAYOFF
Brusaporto alla grande
Vince e prenota la finale
Sebinia, un gol Covo dilaga
per continuare a Calvenzano
la sua corsa
e sogna ancora
Sala nel primo tempo e Bani nel secondo fissano il risultato
Domenica il ritorno in casa, la serie D è adesso più vicina
CALVI NOALE
0
BRUSAPORTO
2
PRADALUNGHESE
0
ORATORIO CALVENZANO
0
SEBINIA ALTO SEBINO
1
JUVENTINA COVO
3
RETE: 29’ pt Visconti.
PRADALUNGHESE (4-4-2): Speroni; Cassera, Salvi, V. Mazzoleni, Brughera; M. Mazzoleni (19’ st Fiammarelli), R. Birolini, S. Birolini
(1’ st Carrara), Cerea; Bernardi (5’ st Fassi),
Rocca. All. Palmisano.
RETI: 34’ pt Giorgetti, 6’ st Asperti, 37’ st Cassani.
ORATORIO CALVENZANO: Mazza, Costa (21’
st Ardemagni), Vailati, Guerini Rocco (16’ st
Wajil), Venturelli, Bertoncelli, Ceruti (33’ st
Brambilla), Cosca, Piazza, Corna, Parente. All.
Sartirana.
SEBINIA ALTO SEBINO (4-4-2): M. Gualeni;
Berlingheri, P. Guarnieri, Panigada, Spendolini; Mella, Trovadini, M. Guarnieri, Visconti
(33’ st Luzzardi); G. Gualeni (19’ st Molinari),
Brescia (46’ st Florea). All. Berlinghieri.
JUVENTINACOVO: Martinelli, Piana, Pesenti,
Comini, Pinetti, Ghidini, Semaforico, Asperti,
Ceresoli, Bono (34’ st Cassani), Giorgetti. All.
De Martini.
ARBITRO: Sicurello di Seregno.
ARBITRO: Ceriello di Chiari.
PRADALUNGA
CALVENZANO
La Sebinia salta l’ennesimo ostacolo e continua la corsa
verso la promozione: dopo aver
sconfitto il Casazza nel primo
turno dei playoff, batte ora di
misura la Pradalunghese, che
aveva concluso il campionato al
secondo posto. Per gli uomini di
Palmisano è stato un match sfortunato, con ben due traverse che
si sono frapposte tra loro e il
sogno del passaggio del turno.
La Pradalunghese parte convinta e frizzante: al 5’ Cerea ci
prova con un calcio piazzato dalla distanza, ma è bravo Marco
Gualeni a deviare. Al 29’ Visconti
scatta e dal limite dall’area cerca
l’angolo basso della porta: la sfera colpisce prima il palo e poi
termina in rete. Con il vantaggio
della Sebinia la musica cambia
e i padroni di casa si spengono:
il morale peggiora quando al 40’
Cerea calcia di nuovo una punizione e colpisce la traversa.
Nella ripresa il ritmo cala, ma
la tensione aumenta: al 35’ Roberto Birolini ferma Luzzardi
ormai lanciato verso la porta e
viene espulso, anche se l’entrata
sembra sulla palla. Al 47’ si infrange l’ultima speranza della
Pradalunghese, quando la rovesciata di Cerea termina per la
seconda volta sulla traversa. La
Sebinia esulta per il successo, ma
per proseguire la cavalcata il
prossimo ostacolo da superare
è la Prezzatese. 1
Prosegue e si fa sempre
più concreto il sogno-Promozione
per la Juventina Covo che giocando la partita perfetta liquida con
un perentorio 3-0 un irriconoscibile Or. Calvenzano. Inizio di gara
all’insegna dell’equilibrio, con Cosca (il migliore dei suoi), che al 15’,
con un gran destro da fuori area,
sfiora il palo. Risponde la Juventina al 25’: punizione morbida di
Bono, testa di Pinetti e palo esterno. Che la squadra ospite con il
passare dei minuti stia guadagnando metri di campo è evidente
(Mazza salva di piede al 32’ su girata di Ceresoli) ed il vantaggio, al
34’, ne è la conseguenza logica:
ripartenza di Ceresoli che fa fuori
un difensore (con un fallo secondo
i calvenzanesi) e si presenta davanti a Mazza tentando di aggirarlo; nell’azione subentra Giorgetti
che a porta vuota mette in rete.
Nella ripresa il dominio dei covesi è netto. Al 6’ Asperti sigla il
raddoppio al termine di un’azione
insistita che la dice lunga sulla
«cattiveria» sportiva messa in
campo ieri pomeriggio dalla Juventina. Sotto di due gol l’Or. Calvenzano ha una reazione d’orgoglio che porta poco dopo Cosca,
l’unico dei biancazzurri ad aver
tirato in porta, a colpire la traversa
ma niente più. Al 37’ in contropiede, arriva il gol che chiude ogni
discorso: palla di Ceresoli per Cassani che con un diagonale batte
Mazza. 1
Laura Sirtoli
Luca Maestri
RETI: 36’ pt Sala, 34’ st Bani.
CALVI NOALE: Fortin, Masiero, Chinellato,
Mazzaro, Coletto, Giubilato, Zurlo (9’ st Pesce),
Bandiera, Guerra (23’ st Dell’Andrea), Pagliarin, Fantinato. All. Soncin.
BRUSAPORTO: Carrara 6, Radaelli 6,5, Rivellini 6,5 (19’ st Serafini 6), Oberti 6,5, Malvestiti
7, Bonassi 7,5, Fogaroli 6,5, Bani 7,5, Vigani 6,5
(38’ st Cattaneo sv), Sala 7 (44’ st Bassani sv),
Baratelli 6,5. All. Oldoni.
ARBITRO: Pennino da Palermo.
NOALE (VE)
Meglio di così non poteva andare, il debutto del Brusaporto nella fase nazionale dei
playoff di Eccellenza. La squadra
di Oldoni ha giganteggiato sul
campo del Calvi, aggiudicandosi
l’andata del primo turno con un
secco 2-0: un tesoro preziosissimo, da mettere a frutto domenica
prossima, in casa, nel match di
ritorno e andare alla finale per la
serie D (prevista contro la vincente di Sondrio-Bellinzago: ieri i novaresi hanno vinto 2-1 in Valtellina).
In terra veneta, si è visto un
Brusa quanto mai pimpante e deciso a giocarsi nel migliore dei
modi tutte le proprie chance: al
cospetto di un avversario che
schierava soltanto due under (come consentito dal regolamento in
questa fase), Oldoni non ha avuto
problemi a imbottire il suo undici
di giovani (due ’94 e due ’95), ricavandone comunque una prova di
squadra quanto mai affidabile ed
efficace. Al Calvi è stato concesso
poco o nulla, con Carrara mai seriamente impegnato e la sua porta cercata soltanto con alcuni tiri
da fuori; sull’altro fronte, invece,
l’attacco gialloblù ha prodotto al
Una formazione recentemente schierata dal Brusaporto, ieri a segno a Noale
Prima categoria: playoff
LONGUELO-PREZZATESE 1-4
RETI: 18’ pt M. Tintori, 42’ pt Giuliani, 6’
e 25’ st Sare, 26’ st Pellegrini.
BERGAMO LONGUELO: Maggioni,
Belingheri, Regazzoni (1’ st Savarino),
Arrigoni (17’ st Bergamini), Pellegrini,
Turani, Cortinovis, Curnis, S. Tintori,
Pasquinelli (20’ st Molteni), Scarpellini.
All. Frigeni.
PREZZATESE: Chiappa, Bolis, Rota, M.
Tintori, Boschini, Locatelli, Biffi,
Costantino, Sare (40’ st Papini), Giuliani
(27’ st Sellami), Pagnoncelli (37’ st
Manenti). All. Gigli.
ARBITRO: Messaggi di Crema.
Nella giornata che sovverte i piazzamenti in campionato, anche la Prezzatese vince sul campo di Longuelo e
prenota il terzo turno dei playoff
contro il Sebinia Alto Sebino, vincente a
sua volta sul campo della Pradalunghese. La squadra di mister Gigli non ha
mostrato timori reverenziali e ha
giocato la partita con grande determinazione; i locali, subiti due gol senza
colpo ferire nella prima frazione,
hanno cercato di catapultarsi in avanti
nella ripresa, lasciando, però, agli
avversari gli spazi per colpire in
contropiede. Dopo un quarto d’ora di
studio Arrigoni rompe gli indugi con un
insidioso colpo di testa di poco sopra la
traversa. Passa solo un minuto e la
Prezzatese risponde passando in
vantaggio con una bella girata al volo
di Mattia Tintori su cross di Biffi. Poco
prima dell’intervallo, al 42’, ecco il
raddoppio ospite: Sare serve al centro
Giuliani, che da fuori area centra
l’angolino. Nella ripresa mister Frigeni
infoltisce l’attacco, ma è Sare a colpire
due volte in velocità, al 6’ e al 25’. Al
26’ Pellegrini anticipa di testa l’uscita
di Chiappa, ma può solo accorciare le
distanze. (Roberto Locatelli)
36’ il gol pesante di Sala, invitato
al diagonale vincente da Vigani
che ha ben difeso un pallone in
area di rigore.
E nella ripresa, sfruttando gli
spazi concessi dal relativo sbilanciamento dei locali, il Brusaporto
ha sfiorato più volte il raddoppio
(12’, ripartenza veloce con Sala
smarcato da Baratelli e conclusione finita sul fondo; 21’, affondo di
Vigani con dribbling sul portiere
e tiro a porta spalancata, respinto
sulla linea da un difensore in disperato recupero) e i suoi sforzi
sono stati premiati al 38’: una punizione di Bani s’è infilata in rete
sul primo palo, sorprendendo
Fortin e dando ai bergamaschi la
possibilità di mettere un’enorme
ipoteca sulla qualificazione. 1
©RIPRODUZIONE RISERVATA
©RIPRODUZIONE RISERVATA
©RIPRODUZIONE RISERVATA
Seconda categoria: playoff
RONCOLA-PONTIDA 5-2
COMONTE-VILLESE 6-2
VALSERIANA-VALCAVALLINA 1-1
CIVIDATESE-SOLLEONE 0-0
ROMANENGO-FORNOVO 1-0
RETI: 8’ pt Lavelli, 8’ st Magitteri, 15’ st
Donadoni, 17’ st Pedretti, 21’ st, 34’ st
Mecca, 41’ st Algisi.
RONCOLA: Pasta, Caccia, Pansa, Teoldi,
Capelli (32’ st Quaglia), Foglieni,
Magitteri (42’ st Bolis), Algisi, Mecca,
Riva, Pedretti. All. Quaglia.
PONTIDA BRIANTEA: Clivati, Mazzola,
Beretta, Angiletti, Rottoli, Donadoni,
Riva (26’ st Ghislandi), Lucernini, F.
Sibio (47’ pt Campanini), M. Sibio,
Lavelli (13’ st Lomboni). All. Carozzi.
ARBITRO: Seleroni di Legnano.
RETI: 42’ pt Pellicioli, 6’ st Bruletti, 7’ st,
22’ st e 30’ st Gamba, 44’ st Zanolo, 48’
st Lussana, 50’ st Cavalleri.
COMONTE (4-4-2): Sangiovanni; Zanolo,
Parsani, Colleoni, Gritti; Baldelli (36’ st
Pezzotta), Gregis (26’ st Taschini),
Bruletti, Gatti; Gamba (31’ st Rota),
Cavalleri. All. Lorini.
VILLESE (5-3-2): Speroni; Vassalli,
Finazzi, Bergamelli (11’ st Giacalone),
De Caprio, Birolini; Barbetta, Ravasio
(24’ st Lussana), Pellicioli; Ferraris,
Guerini (38’ st Al Jaghouti). All. Scarpellini.
ARBITRO: Fontana di Legnano.
RETI: 23’ st Merli, 36’ st Maida.
ACCADEMIA VALSERIANA: Colombi, G.
Bana, Zamboni (27’ st Maida), Bettineschi, Cominelli, Filosofi, Castelli,
Franchina, Bajrami, El Ouardy, Imberti
(1’ st Ambrosecchia, 39’ st F. Cossali).
All. Cossali.
NUOVA VALCAVALLINA: Aceti, Patelli
(35’ st D. Facchinetti), Biava, M. Pezzotta (12’ st Barboglio), Colleoni (21’ st
Meni), Carollo, M. Facchinetti, Crottini,
Scotti, Merli, Arici. All. Santucci.
ARBITRO: Faccincani di Legnano.
CIVIDATESE: Casati, M.Vavassori, Ricci,
Roveri, Spreafico, Chitò, Conti (30’ st
Stroppa), Belloli, Martinelli (45’ st
L.Belotti), Seiti, Cattaneo (24’ st R.Belotti). All. Rizzi.
SOLLEONE: Albertini, Maestrello,
Torchio, Sabatti, Cagni, Bono (42’ st
Abrami), Garcia, Peroni (24’ st Di
Domenica), Cancarini, Belleri (22’ st
Amadini), Rivadossi. All. Abrami.
ARBITRO: Daghetta di Lecco.
RETE: 23’ st Gandolfi.
ROMANENGO: Polesciel, Mariani,
Assandri, Martone, Stringo, Viscontini,
Zuccotti (18’ st Vecchi), Sangiovanni,
Parolini, Mussi, Gandolfi (25’ st G.
Grasselli). All. Ogliari.
FORNOVO: Bassi, Pesenti (39’ st Parati),
Ceresoli (22’ pt Talenti), L. Regazzoni
(15’ st A. Vinciguerra), Bertuletti, G.
Regazzoni, L. Conti, Y. Vinciguerra, A.
Conti, Zanichelli, A. Chiapparini. All.
Villa.
CIVIDATE Al secondo tentativo la
Cividatese centra l’obiettivo; ora la
Prima categoria è soltanto una formalità. Primo tempo all’insegna dell’agonismo e del poco spettacolo, sono poche
le azioni degne di nota; al 25’ Albertini
anticipa in extremis Martinelli lanciato
a rete. Al 30’ Seiti si libera della marcatura e spara di mancino, Albertini
blocca. Al 34’ Belleri conclude a rete,
respinge Casati sui piedi dell’accorrente Cancarini, che manca però il tap in
vincente. Al 41’ Rivadossi calcia
debolmente da buona posizione, blocca
Casati. Nella ripresa al 9’ il Solleone
resta in dieci dopo l’espulsione di
Garcia per doppia ammonizione.
Nonostante la superiorità numerica la
partita resta sempre equilibrata, se non
un tiro a lato di Belloli, su suggerimento di Conti e un tiro di L.Belotti nel
finale, che Albertini blocca. Gli ospiti
recriminano per un fallo di mano nei
minuti finali, ma dopo ben 7 minuti di
recupero, l’arbitro decreta la fine
dell’incontro, dando il via ai festeggiamenti cividatesi. (Mario Martinelli)
ROMANENGO (CR) La stagione del
Fornovo termina sul campo del Romanengo, ma la squadra di mister Villa
esce comunque a testa alta da una
stagione che l’ha vista raggiungere, da
neopromossa, la finale playoff del
girone I di Seconda categoria. Obbligata a vincere, la formazione bassaiola ha
messo in campo cuore e personalità,
senza però vedersi favorita dalla sorte
che, ad esempio, al 27’ pt ha pilotato un
tiro di L. Conti, da distanza ravvicinata,
a infrangersi clamorosamente contro il
palo. Nell’ultima mezz’ora il Fornovo ha
tentato il tutto per tutto con l’ingresso
di A. Vinciguerra, ma dall’altra l’undici
di casa ha trovato il gol con un tiro
sporco di Gandolfi (23’ st). Il destino
degli ospiti sembra segnato, ma l’orgoglio produce altre occasioni con i vari G.
Regazzoni (colpo di testa e palo),
Zanichelli (due volte), A. Vinciguerra:
tutto inutile, alla finale in Prima categoria va il Romanengo, mentre il
Fornovo archivia ugualmente con
soddisfazione la sua annata sportiva e
già si prepara a ritentarci.
TREVIOLO C’è voluta la finale playoff
per la Roncola, dopo il sorpasso in
campionato dello Zogno 98, per sognare la Prima. Sono 5 le reti che gli uomini
di Quaglia rifilano al Pontida ed in
attesa del terzo turno festeggiano con
un piede nella categoria superiore.
Risultato bugiardo per quanto fatto
vedere dagli ospiti. Decisivo il brutto
contatto tra il difensore Capelli e
Clivati, con il portiere condizionato per
tutta la ripresa. Alla prima occasione il
Pontida passa: gran palla di Flavio
Sibio per Lavelli, che di testa trafigge
Pasta. Nella ripresa si sveglia la Roncola che pareggia con un gol di rapina in
area piccola all’8 con Magitteri. Al 15’
Donadoni trova l’illusorio gol del
vantaggio con una gran punizione dal
limite. Un errore difensivo pontidese
sulla sinistra regala ai locali il pari
immediato, con Pedretti che scarica in
rete dal limite. Una doppietta dell’ex
Mecca chiude i conti, prima del gol
finale su punizione di Algisi, che da il
via ai festeggiamenti. (Simone Masper)
SERIATE Eccessivo nella misura,
corposo nella sostanza. Il Comonte
strapazza la Villese e acquisisce con
merito il pass per il terzo turno (spareggio-promozione). Protagonista
indiscusso Gamba, autore di una
pregevole tripletta. Eppure, lo splendido sigillo di Pellicioli (42’, tiro a giro sul
secondo palo) aveva illuso gli uomini di
Scarpellini. L’uno-due micidiale a inizio
ripresa ristabilisce le gerarchie: prima
Bruletti (6’) su punizione inganna
Speroni, quindi Gamba (7’) inaugura di
testa lo show. La stessa punta fortifica
il punteggio (22’) e firma il tris (30’)
all’incrocio dei pali. Applausi. Zanolo
(44’, di testa) affonda l’immobile
retroguardia giallorossa, mentre
Lussana in velocità (48’) lenisce il
divario. Al 5’ di recupero, tuttavia,
Cavalleri trafigge per la sesta volta
Speroni. Domenica la resa dei conti:
Accademia Valseriana-Comonte vale
un posto in Prima. (Andrea Azzalini)
PONTE NOSSA Angelo Maida fa volare
l’Accademia in Prima categoria. Il
giusto pareggio con la Nuova Valcavallina, apre le porte alla classe superiore
per i ragazzi di Cossali. Nel primo
tempo entrambe le formazioni sprecano molto. Nella ripresa ospiti in vantaggio, ma i locali trovano l’1-1. Al 13’
l’undici di Santucci si fa pericoloso con
Merli che calcia da destra, ma Colombi
respinge. I locali ci provano al 27’ con
un diagonale da fuori area di Bajrami, a
lato. Al 31’ è ancora Colombi a salvare
la propria porta mettendo sopra la
traversa una precisa punizione di
Merli. L’ultima azione dell’Accademia
arriva al 43’ con un passaggio di
Bajrami per El Ouardy che controlla e
calcia, ma Aceti difende. Nella ripresa
Nuova Valcavallina in vantaggio al 23’
con un preciso tiro al volo dal limite di
Merli, che spiazza Colombi. Al 36’ il neo
entrato Maida firma il pareggio mettendo la sfera in rete, dopo il passaggio
di Ambrosecchia. E ha inizio la festa
dell’Accademia. (Veronica Nodari)
Edoardo Cossali (Acc. Valseriana)
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
171 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content