close

Enter

Log in using OpenID

5 Aiuto concreto ai pazienti

embedDownload
Saluzzo - Valle Bronda
SANIT
A’ Donazione dei frat
elli T
oselli al repar
entilo
ANITA
fratelli
Toselli
repartto di vventilo
entilotterapia
Aiuto concreto ai pazienti
Il fibrobroncoscopio permette esami a domicilio
SALUZZO - È uno strumento di piccole dimensioni, ma di grande utilità: il fibrobroncoscopio
consegnato venerdì 31
gennaio da Maria Cristina Toselli, presidente
dell’associazione Gabriella Bertino, e dal fratello Francesco, consigliere regionale, al dott.
Nicola Launaro, direttore della Ventiloterapia
dell’ospedale di Saluzzo contribuirà a semplificare l’assistenza ai pazienti Sla e tracheostomizzati. «Sarà utilizzato
al domicilio dei pazienti
critici, una quarantina,
risparmiando loro il trasferimento in ospedale,
almeno una volta all’anno, per sottoporsi all’esame» spiega il dott. Launaro illustrando le caratteristiche dello strumento che consente di verificare le condizioni delle
vie aeree attraverso una
telecamera che viene
inserita nella cavità orale e collegata ad un piccolo monitor che registra
l’esplorazione: «Le immagini vengono memorizzate su una card ed è
possibile condividerle e
confrontarsi con i colleghi che non sono presenti al domicilio del paziente».
Lo strumento è stato
acquistato grazie ad una
gara di generosità promossa dall’Ass. Gabriella Bertino, intitolata alla
mamma del consigliere
regionale Toselli, malata di Sla e paziente del
dott. Launaro, deceduta
alcuni anni fa: «L’associazione ha destinato al
fibrobroncoscopio il ricavato del 5 per mille e ha
promosso una serata benefica all’Evita che insieme alla cena organizzata dalla Pro loco Doglia-
ni, hanno conscopio portatisentito di mettele sarà utilizzare insieme quasi
to anche sui de10 mila euro. Olgenti della Catre alle donaziosa del Ventilani dell’Apa Sla e
to di Dogliani,
di privati cittadidove i medici
ni, come il signodella Ventilotere di Alba, marito
rapia di Saluzdi una paziente,
zo sono preche ha destinato
senti ogni marmille euro».
tedì per le visiLa Ventilotete. La struttura
rapia con sede a
comprende 20
Saluzzo
può Il dott. Launaro, col nuovo apparecchio, con posti letto in
contare su quat- Maria Cristina e Francesco Toselli
camere singotro medici più il
le con bagno e
primario e svolge la sua pazienti e circa 1.500 vi- tv ed è una casa di riposo
attività sul territorio delle site all’anno di pazienti un po’ speciale, in grado
due Asl Cn1 e Cn2: «Ogni ventilati nell’ambulatorio di offrire agli ospiti con
mese effettuiamo una dell’ospedale» aggiun- problemi respiratori di
trentina di cambi cannu- ge il dott. Launaro.
una certa rilevanza assila e visite al domicilio dei
Il nuovo fibrobronco- stenza specialistica, mi-
gliorandone la qualità di
vita e scongiurando il ricorso al Pronto soccorso
ed i ricoveri impropri in
ospedale: «Gli ospiti
sono 7-8, provenienti da
entrambe le Asl. Si tratta
di persone con problemi
respiratori tali da sconsigliare la permanenza al
domicilio: la retta è di 3
mila euro al mese, per il
50% a carico dell’utente,
il resto della sanità».
La Casa del Ventilato
punta ad offrire alle famiglie la possibilità di “ricoveri di sollievo” (quando la
badante se ne va o la famiglia vuole prendersi un periodo di riposo) per massimo di 2 mesi all’anno.
susanna agnese
Su 105 candidati selezionati 6 ragazzi e 17 ragazze
SAVIGLIANO - È iniziato con una giornata di
formazione, lunedì 3 febbraio, l’anno di servizio
civile volontario per 23
giovani presso il Consorzio socio assistenziale
Monviso Solidale e gli
enti partners. Dei 105
candidati che avevano
presentato domanda per
partecipare al progetto
“Quasi amici” sono stati
selezionati 6 ragazzi e
17 ragazze.
I saluzzesi Veronica
Bianchi e Marco Colombero sono stati “arruolati
rispettivamente” al Centro diurno Le nuvole di
corso Piemonte a Saluzzo e alla Residenza per
anziani Tapparelli di Saluzzo. Annalisa Bianco
di Martiniana è distaccata presso l’Unità minima
locale del Consorzio a
Revello; Serena Bori, di
Villanova Solaro, presterà servizio presso il suo
Comune di residenza. La
paesanese Debora Car-
I giovani del
Saluzzese
“arruolati” da
lunedì 3
febbraio nei
progetti di
servizio civile
volontario del
Consorzio
Monviso
solidale
Servizio Civile al
Monviso Solidale
mignano è stata destinata all’Unità minima locale del Consorzio di Paesana; la revellese Ambra
Demaria alla Casa di riposo San Chiaffredo del
suo paese. Le due verzuolesi Giorgia Fornero
e Arianna Migliore rispet-
OND
A In
vit
o a por
tare i bambini a P
agno
Maschere dei Borghi di Saluzzo VALLE BR
BROND
ONDA
Invit
vito
portare
Pagno
Scegliete la nostra scuola
Lettera dei sindaci della valle ai genitori
Borghi
in maschera
Si svolgerà lunedì 24 febbraio alla steakhouse Country Road di S. Lazzaro di Saluzzo l’investitura ufficiale
delle maschere dei Borghi di Saluzzo, ma i sei rappresentanti dell’edizione 2014 hanno già iniziato la loro
attività e saranno presenti domenica 23 all’investitura
della Castellana. I borghi rappresentati sono Colombaro dei Rossi con Debora Vittone ed Ezio Rosso,
Cervignasco con Laura Bertorello e Simone Aiassa,
Santa Marta con Sergio Borgognone ed Elisa Rabino.
VALLE BRONDA Una lettera dei sindaci ai
genitori dei bambini in
età per la scuola, per invitarli a scegliere la struttura di valle ubicata presso il centro “La Madonnina” di Pagno. Questo il
senso della missiva che
Gabriele Donalisio per
Pagno, Giuliano Ruatta
per Castellar e Dora Perotto per Brondello hanno scritto di comune accordo.
Le iscrizioni per infanzia e primaria, da effettuarsi presso il Circolo
didattico di Saluzzo da
cui la Vallle Bronda dipende, sono aperte dal 6
al 23 febbraio. “Siamo a
chiedervi di fare una scel-
5
giovedì 6 febbraio 2014
ta per il nostro territorio della
Valle Bronda. Scegli
l’iscrizione
alla Scuola
della Valle
Bronda con
l’iscrizione
al plesso
scolastico
di Pagno!”.
Questo l’in- Il centro La Madonnina di Pagno ospita
vito, a cui i scuola dell’infanzia e scuola primaria
sindaci aggiungono: “Come Ammi- no tutte le attrezzature,
nistratori abbiamo inve- palestra, mensa, aula
stito molto nello sviluppo computer, aule laboratodella nostra scuola e con rio e tutte le metodologie
il tuo aiuto potremo con- didattiche della scuole di
cretizzare i nostri sforzi. Saluzzo ma con un qualLe scuole di Pagno han- cosa in più: l’ambiente
naturale e “famigliare”
che la circonda… un servizio scuolabus quasi
porta a porta… è presente un doposcuola e baby
parking per prolungare
al pomeriggio l’assistenza ai bambini per chi lavora”.
Per chi volesse conoscere meglio la scuola di
valle lunedì 10 febbraio è
in programma un’ora di
scuola aperta alla materna dalle 10,30 alle 11,30,
mentre martedì 18 febbraio sarà visitabile la primaria dalle 10,30 alle 12.
In questo anno scolastico a Pagno sono 24 gli
alunni alla materna e 44
alla primaria, questi ultimi suddivisi in tre classi.
tivamente all’Unità minima locale di Verzuolo e
alla Casa di riposo Regina della pace di Scarnafigi. Infine Alessia Ghiglione di Monasterolo
presterà servizio all’Unità minima locale di Moretta e Pauline Giusiano
all’Unità minima locale
di Venasca.
La settimana lavorativa prevede 30 ore in cinque giorni, con un compenso mensile di 433
euro, 20 giorni di ferie
l’anno e 15 di malattia.
s. a.
CASTELLAR
Il dott. Taddeo è il segretario
CASTELLAR - Il consiglio comunale ha approvato venerdì scorso la convenzione per il
servizio associato di segreteria tra i Comuni di
Lequio Tanaro (capo convenzione), Brondello,
Castellar, Casteldelfino e Crissolo. È il dott.
Giuseppe Taddeo il segretario comunale, che
per i prossimi tre anni presterà la propria opera
anche a Castellar. Finora il servizio era stato
garantito dal dott. Giovanni Pesce. La convenzione prevede la seguente ripartizione delle
spese: Lequio Tanaro (27,5%), Brondello
(22,55), Castellar (12%), Casteldelfino (15%),
Crissolo (23%).
r. n.
RISTORANTE VALLE BRONDA PAGNO
Il 15 serata di beneficienza
PAGNO - Ritorna al ristorante Valle Bronda di
Pagno (via Saluzzo, 13) la serata di beneficienza, prevista quest’anno per sabato 15 febbraio. Il
programma prevede la cena al prezzo di 25
euro, tutto compreso, con intrattenimento
musicale a cura di Sonia de Castelli e dei gruppi
I Birichin e I 10 Piasent. Il ricavato sarà devoluto
alla Fondazione piemontese per la ricerca sul
cancro di Candiolo. Info allo 0175-276955
oppure 338-9122222.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
1 605 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content