close

Enter

Log in using OpenID

Copia di Delibera della Giunta Municipale

embedDownload
1
Copia di Delibera della Giunta Municipale
DELIBERA N. 37 del 03-04-2014
(Proposta n. 34 del 03-04-2014)
OGGETTO : APPROVAZIONE "DISCIPLINARE D'INCARICO" PER L'AFFIDAMENTO DI SERVIZI TECNICI
RELATIVI ALLA REDAZIONE DEL PIANO D'AZIONE PER L'ENERGIA SOSTENIBILE "PAES"
L'anno duemilaquattordici il giorno tre del mese di Aprile alle ore 18:00 e seguenti, nella casa Comunale e nella
consueta sala delle adunanze, in seguito ad invito di convocazione, si è riunita la Giunta Municipale con l'intervento dei
Signori:
GALBO ANDREA
SINDACO
P
GALBO ANTONINO
ASSESSORE
P
CIRRINCIONE MANUELA
ASSESSORE
P
SCACCIAFERRO GIUSEPPE
ASSESSORE
P
GIANFORTONE MASSIMILIANO
ASSESSORE
A
PRESENTI: 4 - ASSENTI: 1
Presiede il dott. ANDREA GALBO nella sua qualità di SINDACO.
Partecipa il Segretario Generale del Comune dott. FRANCESCO FRAGALE.
Il Presidente, constatato il numero legale degli intervenuti, invita la Giunta Municipale a deliberare sull'argomento in oggetto.
Delibera di G. M. n. 37 Anno 2014
1/7
2
Proposta n. 34 del 03-04-2014
IL RESPONSABILE DEL IV SERVIZIO / SETTORE II
sottopone alla Giunta Municipale la seguente - Proposta di Deliberazione
Premesso che:
Il territorio regionale è chiamato a concorrere al raggiungimento degli obiettivi della
politica energetica comunitaria e nazionale (Direttiva 2009/28/CE e Piano di Azione
Nazionale – PAN, per le energie rinnovabili) e di burden sharing assegnati alla
Regione Siciliana con il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 2 aprile
2012;
Gli impegni sottoscritti richiedono l’assunzione di una regia coordinata a livello
territoriale in grado di sfruttare in modo organico e sistematico le molteplici
opportunità, in termini di agevolazioni e incentivi, disponibili a livello comunitario,
nazionale e regionale;
Atteso che:
I documenti programmatori Comunitari e Nazionali afferenti al periodo 2014-2020,
considerano sempre più strategico lo sviluppo della green economy ed, in
particolare, dei servizi a valore aggiunto per il risparmio e l’efficienza energetica;
Si rende sempre più necessario avviare una decisa azione di pianificazione degli
obiettivi contenuti nel pacchetto 20-20-20 e quindi occorre lavorare alla definizione
di un piano organico e strutturato di interventi per l’incremento dell’efficienza
energetica e dell’uso delle fonti di energia rinnovabile sull’intero territorio regionale;
In questo nuovo scenario strategico, le autorità locali dovranno recitare un ruolo da
protagonista promuovendo interventi anche tecnicamente e finanziariamente
articolati - a cominciare dal proprio patrimonio immobiliare - diretti
all’abbattimento delle emissioni climalteranti (CO2) attraverso la riduzione del
fabbisogno di energia primaria (combustibili fossili) per mezzo di un uso più
efficiente dell’energia, della riduzione degli sprechi e dell’aumento della produzione
di energia da fonti rinnovabili;
Considerato che:
·
Il Comune con Delibera del Consiglio Comunale N° 48 del 30/05/2013 così come
avvenuto con precedente Delibera del Consiglio Comunale N° 21 del 05/07/2012 ha aderito al
“Patto dei Sindaci”;
· L'elaborazione del PAES richiede una complessità di azioni che necessitano di adeguate
competenze professionali e che le stesse non sono presenti all'interno dell'amministrazione
comunale;
Visto il Programma di ripartizione di risorse ai comuni della Sicilia “Promuovere la sostenibilità
energetico-ambientale nei comuni siciliani attraverso il Patto dei Sindaci”, pubblicato sulla G.U.R.S. n.
55 del 13.12.2013;
Dato atto che la copertura dei costi è garantita dal Programma di ripartizione di risorse ai comuni della
Sicilia “Promuovere la sostenibilità energetico-ambientale nei comuni siciliani attraverso il Patto dei
Sindaci”, pubblicato sulla G.U.R.S. n. 55 del 13.12.2013;
Vista la Circolare n. 1 del 18.12.2013 emanata dall'Assessorato dell'Energia e dei Servizi di Pubblica
Utilità, pubblicata sulla G.U.R.S. del 10.01.2014;
Vista la legge 8 giugno 1990, n. 142, recante norme in materia di "Ordinamento delle autonomie
Delibera di G. M. n. 37 Anno 2014
2/7
3
locali";
Vista la legge regionale 11 dicembre 1991, n. 48, che recepisce con modifiche ed integrazioni la
predetta legge n. 142/90;
Vista la Delibera di G.C. N. 7 del 14/01/2014 con la quale si è approvato l’Avviso Pubblico finalizzato
all'acquisizione di profili professionali per l'affidamento di incarico esterno relativo alla redazione del
Piano di Azione per l'Energia Sostenibile – PAES”;
Ritenuta la necessità e l'urgenza di approvare il “Disciplinare d’incarico” di che trattasi;
PROPONE
1. Di approvare, l'allegato “Disciplinare d’incarico” per l’affidamento di servizi tecnici relativi
alla redazione del piano d'azione per l'energia sostenibile “PAES”.
2. Di dichiarare il presente atto, con separata ed unanime votazione favorevole, immediatamente
eseguibile ai sensi di legge.
IL RESPONSABILE DEL IV SERVIZIO / SETTORE II
Geom. Giuseppe Di Martino
Delibera di G. M. n. 37 Anno 2014
3/7
4
Ai sensi e per gli effetti del dell'art. 147 bis. della legge n.267/2000,
si esprime parere Favorevole in ordine alla regolarita' tecnica sulla proposta di deliberazione sopra esposta.
data 03-04-2014
IL RESPONSABILE DEL SETTORE TECNICO
F.to ARCH. MAURIZIO SAVOJARDO
Ai sensi e per gli effetti del dell'art. 49 della legge n.267/2000,
si esprime parere Favorevole in ordine alla regolarita' Contabile sulla proposta di deliberazione sopra esposta.
data 03-04-2014
IL RESPONSABILE DEL SETTORE SEGRETERIA, ECONOMICO E TRIBUTI
F.to DOTT.SSA ROSALIA ZITO
Delibera di G. M. n. 37 Anno 2014
4/7
5
LA GIUNTA MUNICIPALE
Vista la superiore proposta di deliberazione;
Visto il decreto legislativo 18 Agosto 2000, n. 267 "Testo Unico sull'Ordinamento degli Enti Locali" come introdotto
nell'ordinamento regionale;
Visto l’Ordinamento Amministrativo degli Enti Locali della Regione Siciliana e successive modifiche ed integrazioni;
Visto lo Statuto comunale;
Visto il Regolamento sull'Ordinamento Generale dei Servizi e degli Uffici;
Considerato che la proposta è corredata dai prescritti pareri, resi dai Responsabili dei competenti Settori;
Ritenuta la stessa meritevole di approvazione;
Ad unanimità di voti, espressi mediante scrutinio palese;
DELIBERA
- Di approvare integralmente la superiore proposta relativa all’oggetto.
- Di autorizzare il Responsabile del Settore di competenza ad adottare gli atti consequenziali al presente provvedimento.
- Di dichiarare con separata ed unanime votazione favorevole, espressa nelle forme di legge, ai sensi dell'articolo 12,comma 2
della legge regionale 3 dicembre 1991, n. 44, la presente immediatamente esecutiva.
Delibera di G. M. n. 37 Anno 2014
5/7
6
Il presente verbale, dopo la lettura, si sottoscrive per conferma.
IL PRESIDENTE
F.to ANDREA GALBO
L' ASSESSORE ANZIANO
F.to ANTONINO GALBO
IL SEGRETARIO GENERALE
F.to FRANCESCO FRAGALE
Copia conforme all'orginale, per uso amministravo
Dalla Residenza Municipale
Delibera di G. M. n. 37 Anno 2014
Il Segretario Generale
6/7
7
PA DIGITALE SICILIA S.R.L.
Delibera di G. M. n. 37 Anno 2014
7/7
Comune di Caccamo
Provincia di Palermo
Settore II
Attività Tecniche ed Urbanistiche
Servizio IV
Protezione Civile – Ambiente
Servizi a rete - Informatico
C.so Umberto I n° 78
Tel. 0918103111 – Fax 0918148860
[email protected]
DISCIPLINARE D’INCARICO
Affidamento di servizi tecnici relativi alla redazione
del Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile “PAES”
PREMESSA
A seguito dell' adesione del Comune al “PATTO DEI SINDACI”, avvenuta con Delibera del
Consiglio Comunale N° 48 del 30/05/2013 così come avvenuto con precedente Delibera del
Consiglio Comunale N° 21 del 05/07/2012 e della pubblicazione sulla G.U.R.S. N. 55 del
13.12.2013 del “Programma di ripartizione di risorse ai comuni della Sicilia “Promuovere la
sostenibilità energetico-ambientale nei comuni siciliani attraverso il Patto dei Sindaci”, si rende
necessario la predisposizione del piano di azione PAES, finalizzato alla riduzione delle emissioni
dei gas serra, attraverso politiche locali che migliorino l'efficienza energetica, aumentando il ricorso
alle fonti energetiche rinnovabili ed all'uso razionale dell'energia.
Per questo motivo, in ottemperanza della citata deliberazione, occorre provvedere alla redazione del
Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile (PAES), da utilizzarsi come strumento guida per il
Comune, al fine di ottenere una riduzione dei consumi energetici e di accedere ai bandi comunitari
per l'erogazione dei finanziamenti da impiegare nel raggiungimento degli obiettivi fissati dal Piano.
ciò premesso
fra
il Comune di Caccamo (PA), Cod. Fisc. n. 80017540826, nella persona dell’ arch. Maurizio
Savojardo, Responsabile del II settore Tecnico,
e
la società _______________________, con sede legale in ______________, via _______________
n. __ – Codice fiscale __________________ e P. IVA _______________, nella persona del legale
rappresentante _____________________, in qualità di soggetto tecnico incaricato
si conviene e si stipula quanto segue:
Disciplinare di incarico redazione “PAES”
Pagina 1
1. OGGETTO DELL’INCARICO
Il presente disciplinare riguarda la redazione del PAES le cui attività si articolano nelle seguenti
prestazioni:




predisposizione dell'inventario base delle emissioni di C02 (baseline);
redazione e adozione del Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile (PAES);
predisposizione di un sistema di monitoraggio degli obiettivi e delle azioni previste dal PAES;
inserimento delle informazioni prodotte all'interno di una apposita banca dati predisposta dalla
RegioneSiciliana;
 rafforzamento delle competenze energetiche all'interno dell'Amministrazione Comunale;
 sensibilizzazione della cittadinanza sul processo in corso.
Le suddette attività dovranno essere espletate coerentemente alle Linee Guida “How to develop a
Sustainable Energy Action Pian (SEAP)” elaborate dal JRC (Joint Research Center), organo tecnico
della Commissione Europea, e nel rispetto a quanto prescritto:
 al DDG n. 413 del 4 ottobre 2013 (GURS n. 55 del 13 dicembre 2013 - Supp. Ord. n. 1)
 alla Circolare n. 1 del 18 dicembre 2013 (GURS n. 2 del 10 gennaio 2014).
Art. 2 AMMONTARE DEL CORRISPETTIVO PER L’INCARICO
Il compenso complessivo per la prestazione è pari a €. 16.589,66 (IVA ed oneri compresi), così
determinato con riferimento all’art. 3 del D.D.G. n. 413 del 4 ottobre 2013 ed alla circolare
dell’Assessorato dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità n. 1 del 10 dicembre 2013. La
redazione del PAES terminerà con la consegna al Comune del PAES definitivo per l'approvazione
in Consiglio Comunale e la successiva trasmissione allo JRC.
L'incarico oggetto del presente bando include anche l'aggiornamento per almeno due anni per
quanto riguarda il monitoraggio delle azioni e del raggiungimento degli obiettivi e l'elaborazione
del primo Report biennale sull'attuazione del PAES.
Art. 3 LE FASI DELLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE DEL PIANO
L'incarico per la redazione del PAES del Comune di Caccamo, dovrà prevedere le seguenti fasi,
ciascuna delle quali dovrà comprendere una specifica attività formativa ed una sessione di verifica.
 Incontro con l'Amministrazione per l'inizio dell'attività
 Prendere contatto con il Sindaco ed i funzionari responsabili per impostare il lavoro sia di
raccolta sistematica dei dati, sia di definizione ed incontro con le parti interessate.
 Organizzare il lavoro di raccolta dati presso la sede del Comune secondo i layout (tabelle,
fogli excel...,) definiti nelle Linee Guida JRC per l'elaborazione dei PAES.
 Ricostruzione del bilancio energetico e predisposizione dell'Inventario Base delle
Emissioni (IBE)
Procedere all'elaborazione dei dati raccolti presso la sede comunale e presso altri enti o soggetti
interessati, prendendo quale anno di riferimento per l'Inventario il 2011, così espressamente
previsto dalla Circolare Dirigenziale dell'Assessorato Regionale all'Energia n.1/2013.
Particolare attenzione dovrà essere rivolta alla:
 raccolta dei dati di dettaglio sugli immobili di proprietà comunale;
 raccolta dei dati relativi agli impianti esistenti ed alle opportunità di installazione di sistemi
per la produzione di FER;
 costruzione della baseline dei consumi energetici e di emissioni di C02 secondo quanto
previsto dalle Linee Guida JRC.
Disciplinare di incarico redazione “PAES”
Pagina 2
 Predisposizione delle analisi di settore
 Occorrerà predisporre i necessari approfondimenti di settore (edilizia e illuminazione
pubblica, residenziale, terziario, trasporti pubblici e privati, industria) tali da fare emergere il
contributo che ognuno di questi potrà fornire al raggiungimento dell'obiettivo di riduzione
dell'impatto del sistema energetico sull'ambiente;
 Produzione dell'Attestato di Prestazione Energetica, per tutti gli edifici pubblici per i quali
l'attestazione è dovuta ai sensi dell'art. 6 della Legge 3 agosto 2013, n. 90 e segnatamente
per quegli edifici aventi una superficie utile totale o superiore a 250 mq.
 Ricostruzione degli scenari di evoluzione e variazione dei potenziali di intervento
 Ricostruzione e analisi dell'evoluzione tendenziale del sistema energetico e quantificazione
di scenari alternativi di efficientamento del sistema energetico locale derivante da azioni
messe in atto o promosse dall'Amministrazione comunale.
 Attivazione della consultazione
 Predisposizione di una campagna di consultazione da rivolgere ai decisori politici, alle
diverse categorie socioeconomiche, ai portatori di interesse ed ai beneficiari diffusi come
strumento idoneo all'attivazione delle diverse azioni di efficientamento energetico.
 Definizione del Piano di Azione per l'Energia Sostenibile: obiettivi, azioni e strumenti
 Identificazione degli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas climalteranti e
identificazione degli strumenti più idonei per la realizzazione degli interventi individuati
sulla base di parametri tecnici ed economici.
 Definizione delle Azioni trasversali comuni alla “Città a rete Madonie-Termini”
 Assicurare il necessario supporto alla definizione delle Azioni trasversali (quali ad esempio
quella relativa al Sistema di Trasporto Pubblico Locale) che verranno individuate dai quattro
Tavoli Tecnici territoriali già attivi per la elaborazione delle Azioni dirette ed indirette che
dovranno orientare la redazione dei singoli PAES dei comuni aderenti alla “Città a rete
Madonie-Termini”.
 Supporto alla comunicazione
 Supporto alla realizzazione di una campagna di comunicazione e divulgazione delle attività
rivolta a soggetti individuati dall'Amministrazione.
 Implementazione di un programma di formazione
 Attuazione di momenti formativi specifici per rafforzare le competenze di funzionari e
personale tecnico interno all'Amministrazione sui temi inerenti le attività di progetto.
 Predisposizione di un sistema di monitoraggio
 Implementazione di un sistema di monitoraggio necessario per seguire i progressi verso i
target definiti. L'attività di monitoraggio dovrà comprendere una contabilizzazione standard
ed una sintetica avente carattere divulgativo.
 Alimentazione della banca dati predisposta dalla Regione Siciliana
 Provvedere al caricamento dei dati relativi all'IBE e al dettaglio sui consumi del bilancio
energetico comunale (anno 2011) su una piattaforma web-based gestita dalla Regione
Siciliana;
 Supportare la compilazione del “Modulo PAES” (SEAP Template);
 Effettuare il monitoraggio degli obiettivi e delle azioni del PAES;
 Supportare la redazione del Rapporto di attuazione e dell’Inventario di monitoraggio delle
emissioni (IME).
Disciplinare di incarico redazione “PAES”
Pagina 3
Art. 4 SEDE E MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLA PRESTAZIONE
Per l'espletamento dell'incarico è richiesta la conoscenza delle “Linee Guida JRC per la redazione
dei PAES”.
L'incaricato deve garantire la necessaria presenza presso gli uffici comunali per l'ottimale
espletamento delle attività, in particolare per la raccolta e la elaborazione dei dati, la redazione del
PAES, le informazioni, il coinvolgimento della cittadinanza e dei portatori di interesse locale.
L'incaricato dovrà dimostrare una forte attitudine alle relazioni con gli stakeholder perché si troverà
a svolgere attività di reporting e di guida, intervenendo operativamente soprattutto nella fase di
raccolta ed elaborazione dati prima ed in quella della promozione e dell'analisi del consenso attorno
ad uno o più interventi successivamente.
Tutti gli esiti delle fasi di lavoro saranno soggette ad un'attività di verifica e confronto con
l'Amministrazione Comunale ed il Responsabile Unico del Procedimento.
Art. 5 CRONOPROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ
Le attività oggetto del presente bando devono essere svolte nel rispetto della tempistica prevista
dall'adesione del Comune al “Patto dei Sindaci” nonché della finestra prevista dal Programma di
ripartizione di risorse ai Comuni della Sicilia – emanato dall'Assessorato Regionale dell'Energia e
dei Servizi di Pubblica Utilità. Nello specifico l’approvazione del PAES e la successiva
trasmissione dello stesso al Centro Europeo dì Ricerca JRC dovrà essere conclusa entro 90 gg
dall’affidamento dell’incarico.
Art. 6 PENALI
Qualora l’aggiudicatario, così come attestato dal Responsabile Unico del Procedimento, non
ottemperi ad una o più condizioni del presente disciplinare, o esegua solo parzialmente l’attività
commissionata, pregiudicando l’utilità del piano finale, l’Amministrazione, impregiudicata ogni
ulteriore azione risarcitoria, riservandosi la facoltà di ridurre il compenso limitandone l’erogazione
nei limiti dell’utilità conseguita, ed avviare ogni azione necessaria commisurata al danno prodotto
all’Amministrazione. Qualora, per negligenza imputabile all’aggiudicatario, non sia rispettato il
termine stabilito per la consegna degli elaborati, l’Amministrazione contraente potrà sanzionare
l’aggiudicatario inadempiente con una penale pari all’ 1% dell’importo contrattuale per ogni
settimana di ritardo.
Art. 7 PAGAMENTI
La copertura dei costi del presente affidamento di servizi è assicurata dal finanziamento di cui al
D.D.G. n.413 del 4 ottobre 2013.
I pagamenti saranno effettuati come segue:
1. un prima somma, pari al 40 % dell’importo all’approvazione del PAES da parte del
Consiglio comunale;
2. saldo rimanente del 60% , dopo l’approvazione del PAES da parte del JRC della
Commissione europea.
I pagamenti rimangono comunque subordinati all'accreditamento delle somme da parte della
Regione Siciliana.
In caso di raggruppamento i pagamenti saranno effettuati esclusivamente a favore del capogruppo,
restando l’ Amministrazione del tutto estraneo ai rapporti intercorrenti tra le imprese componenti il
raggruppamento.
Disciplinare di incarico redazione “PAES”
Pagina 4
Art. 8 SPESE
Saranno a carico dell’aggiudicatario tutte le spese relative alla stipula e registrazione del Contratto
nonché tasse e contributi di ogni genere gravanti sulle prestazioni, secondo legge, nonché le spese
per stampe, rilegature, materiali divulgativi formativi ed informativi e quant’altro necessario alla
redazione del PAES.
Sono a carico dell’Aggiudicatario gli oneri e le spese necessari per porre in essere ogni
adempimento finalizzato all’approvazione del PAES.
Art. 9 PROPRIETÀ DEI DATI E DEGLI ELABORATI
I dati raccolti e gli elaborati prodotti sono di totale ed esclusiva proprietà dell’ Amministrazione
comunale e andranno forniti in originale alla conclusione dell’incarico sia su supporto digitale sia su
supporto cartaceo in 5 copie. L’Amministrazione si riserva di utilizzarli per i propri fini istituzionali
nel modo e con i mezzi che riterrà più opportuni, senza che dall’Aggiudicatario possano essere
sollevate obiezioni, sempre ché non vengano modificati sostanzialmente nei criteri informatori
essenziali.
Art. 10 DIVULGAZIONE DEI RISULTATI
Qualora l’aggiudicatario si faccia promotore di e/o partecipi a congressi, convegni e seminari, nel
corso dei quali intende utilizzare i risultati delle attività sviluppate con riferimento al presente
disciplinare, sarà tenuto a concordarne preventivamente le forme con l’Amministrazione.
Art. 10 RECESSO
L’Amministrazione ha la facoltà di interrompere il rapporto contrattuale con l’Aggiudicatario in
ogni momento, per motivi di interesse pubblico e con preavviso scritto di 20 giorni. In tal caso è
fatto salvo tutto ciò che nel frattempo è stato ottenuto in termini di risultati e l’Amministrazione si
impegna a corrispondere l’importo delle spese sostenute ed impegnate fino al momento
dell'anticipata rescissione, fermo restando il diritto di recupero, da parte dell’Amministrazione
stessa, delle somme anticipate e non impiegate a causa del mancato espletamento degli incarichi
previsti.
Art. 11 FORO COMPETENTE
Per ogni disputa o contenzioso che dovesse sorgere sarà competente il Tribunale di Termini
Imerese.
Art. 12 EFFICACIA
Le norme e le disposizioni di cui al presente disciplinare sono vincolanti per l’aggiudicatario sin dal
momento in cui viene presentata l’offerta, mentre vincoleranno l’Amministrazione solo con la
stipula del contratto.
Art. 13 GARANZIE, COPERTURE ASSICURATIVE E REGOLARITÀ CONTRIBUTIVA
Il progettista incaricato, dovrà essere munito a far data dall’aggiudicazione dell’incarico, di una
polizza di Responsabilità Civile Professionale per i rischi derivanti dallo svolgimento delle attività
di propria competenza, ai sensi dell’articolo 30, comma quinto, della legge 109/94 come vigente in
Sicilia, secondo lo schema tipo 2.2 approvato con D.M. 12 marzo 2004, n.123.
Tale polizza copre, in particolare, i rischi derivanti da errori ed omissioni nell’ espletamento del
mandato, che possano determinare a carico del Committente nuove spese e/o maggiori costi.
La polizza dovrà essere valida per tutta la durata di validità del presente Disciplinare.
La garanzia si intende prestata per un massimale pari a Euro __________.
Disciplinare di incarico redazione “PAES”
Pagina 5
La mancata presentazione della polizza di garanzia di cui sopra, esonera l’Amministrazione
Comunale dal pagamento delle competenze professionali.
Il progettista incaricato, in presenza di dipendenti, dovrà dimostrare la regolarità contributiva, ai
sensi dell’articolo 38, comma 3, del D. Lgs. 163/2006, mediante acquisizione del documento unico
di regolarità contributiva (DURC), nonché la regolarità contributiva alle casse previdenziali di
appartenenza, ai sensi dell’articolo 90, comma 7, quarto periodo, del D. Lgs. 163/2006.
Art. 14 RISERVATEZZA
I dati, gli elementi ed ogni informazione acquista in sede di offerta sono utilizzati
dall’amministrazione aggiudicatrice esclusivamente ai fini del procedimento di gara e della
individuazione del soggetto aggiudicatario, garantendo l’assoluta sicurezza e riservatezza, anche in
sede di trattamento con sistemi automatici e manuali.
Caccamo, lì
IL PROFESSIONISTA INCARICATO
Disciplinare di incarico redazione “PAES”
IL RESPONSABILE DEL SETTORE II
Pagina 6
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
323 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content