close

Enter

Log in using OpenID

ANTICIPO FATTURE - Cassa Rurale di Pergine

embedDownload
FOGLIO INFORMATIVO
ANTICIPO FATTURE
INFORMAZIONI SULLA BANCA
CASSA RURALE DI PERGINE – Banca di Credito Cooperativo – Società Cooperativa
Piazza Gavazzi 5 - 38057 – PERGINE VALSUGANA (tn)
Tel.: 0461/500111- Fax: 0461/531146
Email: [email protected] Sito internet: www.cr-pergine.net
Registro delle Imprese della CCIAA di Trento n. 1226
Codice fiscale e partita iva nr. 00109850222
Iscritta all’Albo della Banca d’Italia n. 2942.1 - cod. ABI 08178/6
Iscritta all’Albo delle società cooperative n. AI57625
Aderente al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo e al Fondo Nazionale di
Garanzia
CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO
Con il contratto di apertura di credito in conto corrente per anticipo fatture, il Cliente chiede alla banca
l’anticipazione delle fatture e/o documenti commerciali che dovranno essere pagati in un momento successivo dal suo
debitore. L’operazione si perfeziona con una comunicazione da parte della banca al terzo debitore, in cui lo si invita a
pagare con accredito esclusivamente presso i propri sportelli.
In caso di accoglimento della richiesta, l’importo che risulta dagli effetti e dai documenti presentati viene anticipato in
forza dell’apertura di credito in conto corrente messa a disposizione del cliente; gli interessi passivi dell’operazione
saranno addebitati al cliente solo quando utilizza l’anticipazione. In caso contrario, gli interessi non vengono calcolati.
Alla data di scadenza del pagamento delle fatture, se il terzo debitore avrà corrisposto quanto dovuto si estinguerà
anche il debito del cliente nei confronti della banca per via dall’anticipazione. Nel caso in cui, invece, il terzo debitore
non adempia alla propria obbligazione, il cliente è tenuto a rimborsare direttamente alla banca il controvalore delle
somme utilizzate.
La Cassa Rurale di Pergine Banca di Credito Cooperativo - Soc. Coop., per favorire l’accesso alle fonti finanziarie da
parte delle piccole e medie imprese, opera con il Fondo di Garanzia PMI, ai sensi della Legge 662/1996 gestito dalla
Banca del Mezzogiorno - MedioCredito Centrale (reperibile sul sito internet dell’Ente gestore Medio Credito Centrale –
Banca del Mezzogiorno all’indirizzo www.mcc.it) di seguito denominato Fondo, pertanto, su richiesta delle imprese
clienti, il finanziamento potrà essere assistito dall’intervento del Fondo medesimo mediante la concessione di una
garanzia pubblica direttamente alla banca, a fronte di finanziamenti concessi per l’attività d’impresa di durata non
superiore a 10 anni.
La valutazione della richiesta di garanzia spetterà al Comitato del Fondo, l’organo previsto dall’art. 15, comma 3, della
legge 7 agosto 1997, n. 266, cui è affidata l’amministrazione del Fondo ai sensi dell’art. 47 del TUB e competente a
Per l’esatta definizione di PMI, dei settori economici ammessi, delle limitazioni degli investimenti materiali ed
immateriali nonché delle altre operazioni si rimanda alle Disposizioni Operative reperibili sul sito internet del Fondo di
Garanzia (www.fondidigaranzia.it)
Tra i principali rischi vanno considerati:
l’obbligo da parte del cliente di rimborsare alla banca le somme da questa anticipate in caso di mancato
pagamento delle fatture presentate;
la variazione in senso sfavorevole delle condizioni economiche (tassi di interesse ed altre commissioni e spese
del servizio) ove contrattualmente previsto.
CONDIZIONI ECONOMICHE
QUANTO PUO’ COSTARE IL FIDO
Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)
Ipotesi di calcolo:
Per un affidamento di: € 10.000,00
Durata del finanziamento (mesi): 12
T.A.E.G: 10,01%
Ipotesi di calcolo:
T.A.E.G: 8,68%
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 18/12/2014
(ZF/000003717)
Pagina 1 di 4
FOGLIO INFORMATIVO
ANTICIPO FATTURE
Per un affidamento di: € 50.000,00
Durata del finanziamento (mesi): 12
Le condizioni riportate nel presente foglio informativo includono tutti gli oneri economici posti a carico del cliente per la
prestazione del servizio.
Prima di scegliere e firmare il contratto è quindi necessario leggere attentamente il foglio informativo.
TASSI
entro fido:
Euribor 3/m/365 media mese pre (Attualmente pari a:
0,082%) + 8 punti perc.
Valore effettivo attualmente pari a: 8,082%
oltre fido:
Euribor 3/m/365 media mese pre (Attualmente pari a:
0,082%) + 8 punti perc.
Valore effettivo attualmente pari a: 8,082%
Condizione SBF
SPESE
Spese per operazione
€
1,10
Spese minime
€
12,00
Spese per liquidazione
€
(€
0,00
0,00 Trimestrali)
Spese spedizione estratto conto
€
0,00
Commissioni per disposizione di fondi
fino a € 2.000,00 esente
oltre 1,00% Minimo € 40,00 Massimo € 5.000,00
Commissione di istruttoria veloce
€ 5,00 per i consumatori - Massimo 100 € trim.
€ 10,00 per i non consumatori - Massimo 300 € trim.
Trasparenza - stampa elenco condizioni
€
0,00
Trasparenza - informativa precontrattuale
Trasparenza - Spese invio documenti periodici tramite
posta
Trasparenza - Spese invio documenti periodici con
casellario postale
Trasparenza - Spese invio doc. periodici con casellario
elettronico
Trasparenza - Spese invio documenti variazioni
€
0,00
€
0,70
€
0,35
€
0,00
€
0,00
MASSIMALI E ALTRE CONDIZIONI
Periodicità applicazione spese liquidazione
Trimestrale
Periodicità applicazione spese fisse
Trimestrale
Periodicità invio estratto conto
Trimestrale
Riferimento calcolo interessi
Anno civile
Capitalizzazione dare
Trimestrale
SPESE
Accettazione distinta
€
0,00
Spese presentazione fatture
€
3,50
Spese proroga fattura
€
2,00
Trasparenza - stampa elenco condizioni
€
0,00
Trasparenza - informativa precontrattuale
€
0,00
Trasparenza - invio documentazione peridica
posta: €
0,70
casellario postale interno: €
0,35
casellario elettronico: €
0,00
Trasparenza - invio documentazione variazioni
Spese per scarico c/anticipo su pagamento fattura
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 18/12/2014
€
0,00
(ZF/000003717)
Pagina 2 di 4
FOGLIO INFORMATIVO
ANTICIPO FATTURE
Trasparenza - invio documenti variazioni
€
0,00
€
0,00
GIORNI
Anticipo fatture su conto anticipi
In giornata
Anticipo fatture su conto ordinario
In giornata
Scarico fatture da conto anticipi
In giornata
Scarico fatture da conto ordinario
In giornata
RECESSO E RECLAMI
Recesso dal contratto
Si può recedere dal contratto in qualsiasi momento, senza penalità e senza spese di chiusura del conto.
Tempi massimi di chiusura del rapporto contrattuale
15 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta del cliente salvo casi particolari di giustificato motivo non imputabile
alla condotta della Banca.
Reclami
I reclami vanno inviati all’Ufficio Reclami della banca (Piazza Gavazzi, n. 5 – 38057 – Pergine Valsugana) mail
[email protected], che risponde entro 30 giorni dal ricevimento.
Se il cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta entro i 30 giorni, prima di ricorrere al giudice è tenuto a
rivolgersi a:
Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Per sapere come rivolgersi all’Arbitro si può consultare il sito
www.arbitrobancariofinanziario.it., chiedere presso le Filiali della Banca d'Italia, oppure chiedere alla banca.
Conciliatore BancarioFinanziario. Se sorge una controversia con la banca, il cliente può attivare una
procedura di conciliazione che consiste nel tentativo di raggiungere un accordo con la banca, grazie
all’assistenza di un conciliatore indipendente. Per questo servizio è possibile rivolgersi al Conciliatore
BancarioFinanziario (Organismo iscritto nel Registro tenuto dal Ministero della Giustizia), con sede a Roma,
Via delle Botteghe Oscure 54, tel. 06.674821, sito internet www.conciliatorebancario.it
o ad altro organismo di mediazione convenuto tra le parti
LEGENDA
BIC – Bank Identifier Code
Codice alfabetico o alfanumerico che individua in modo univoco le
istituzioni finanziarie sulla rete SWIFT (primario vettore internazionale di
messaggi interbancari di tipo finanziario)
Canone annuo
Spese fisse per la gestione del conto.
Capitalizzazione degli interessi
Una volta accreditati e addebitati sul conto, gli interessi sono contati nel
saldo e producono a loro volta interessi.
Disponibilità somme versate
Numero di giorni successivi alla data dell’operazione dopo i quali il
cliente può utilizzare le somme versate.
IBAN – International Bank Account Codice strutturato e alfanumerico che individua a livello istituzionale e in
Number
modo univoco il conto del cliente. Esso viene attribuito dalle banche (in
particolare di Paesi europei) alla propria clientela e rappresenta le
coordinate bancarie internazionali. L’IBAN è riportato sugli estratti
conto.
Premio
È il prezzo che il contraente paga, a date contrattualmente stabilite, per
acquistare la garanzia offerta dall’assicuratore.
Saldo disponibile
Somma disponibile sul conto, che il correntista può utilizzare.
Sconfinamento in assenza di fido
Somma che la banca ha accettato di pagare quando il cliente ha
impartito un ordine di pagamento (assegno, domiciliazione utenze)
senza avere sul conto corrente la disponibilità.
SEPA
Acronimo per Single Euro Payment Area (area unica di pagamenti in
euro) iniziativa del sistema bancario europeo, riunito nell’EPC.
Scopo ed obiettivo della SEPA è la standardizzazione dei sistemi e dei
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 18/12/2014
(ZF/000003717)
Pagina 3 di 4
FOGLIO INFORMATIVO
ANTICIPO FATTURE
mezzi di pagamento europei a beneficio di tutti i cittadini, imprese e
pubbliche amministrazioni dell’area SEPA (che comprende i Paesi UE,
l’Islanda, la Norvegia il Liechtenstein e la Svizzera).
Spesa singola operazione non compresa Spesa per la registrazione contabile di ogni operazione oltre quelle
nel canone
eventualmente comprese nel canone annuo.
Spese annue per conteggio interessi e Spese per il conteggio periodico degli interessi, creditori e debitori, e
competenze
per il calcolo delle competenze.
Spese per invio estratto conto
Commissioni che la banca applica ogni volta che invia un estratto
conto, secondo la periodicità e il canale di comunicazione stabiliti nel
contratto.
Tasso creditore annuo nominale
Tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi sulle
somme depositate (interessi creditori), che sono poi accreditati sul
conto, al netto delle ritenute fiscali.
Tasso debitore annuo nominale
Tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi a
carico del cliente sulle somme utilizzate in relazione allo sconfinamento
in assenza di fido. Gli interessi sono poi addebitati sul conto.
Tasso effettivo
Valore del tasso, rapportato su base annua, che tiene conto degli effetti
della periodicità - se inferiore all’anno - di capitalizzazione degli
interessi.
Tasso Effettivo Globale Medio
Tasso di interesse pubblicato ogni tre mesi dal Ministero dell’economia
(TEGM)
e delle finanze come previsto dalla legge sull’usura. Per verificare se un
tasso di interesse è usurario e, quindi, vietato, bisogna individuare, tra
tutti quelli pubblicati, il TEGM degli affidamenti in conto corrente,
aumentarlo della metà e accertare che quanto richiesto dalla banca non
sia superiore.
Valute sui prelievi
Numero dei giorni che intercorrono tra la data del prelievo e la data
dalla quale iniziano ad essere addebitati gli interessi. Quest’ultima
potrebbe anche essere precedente alla data del prelievo.
Valute sui versamenti
Numero dei giorni che intercorrono tra la data del versamento e la data
dalla quale iniziano ad essere accreditati gli interessi.
Euribor (Euro Interbank Offered Rate)
tasso interbancario rilevato dal Comitato di Gestione dell’Euribor
(Euribor Panel Steering Commitee) pubblicato sui quotidiani
finanziari che, maggiorato dello spread concordato, determina il
tasso variabile del finanziamento
Spread
Maggiorazione applicata ai parametri di riferimento o di
indicizzazione.
Tasso di mora
Ammontare del risarcimento dovuto alla banca nel caso di ritardo
nell’adempimento dell’obbligazione di restituzione delle somme da
parte del cliente
Periodicità di capitalizzazione degli interessi
Periodicità con la quale gli interessi vengono conteggiati e addebitati
in conto, producendo ulteriori interessi. Nell'ambito di ogni singolo
rapporto contrattuale viene applicata la stessa periodicità nel
conteggio degli interessi debitori e creditori.
Tasso di interesse di mora
Importo che il cliente deve corrispondere per il ritardato pagamento
delle somme da lui dovute in caso di revoca, da parte della banca,
dal rapporto di apertura di credito in conto corrente per qualsiasi
motivo.
Commissione di istruttoria veloce
Commissione determinata in misura fissa per ciascun contratto.
Viene applicata solo a fronte di addebiti che determinino uno
sconfinamento o che accrescano l’ammontare di uno sconfinamento
esistente.
Commissione per la messa a disposizione delle Compenso per l’impegno della Banca di tenere a disposizione del
somme
Cliente riserve liquide commisurate all’ammontare dell’affidamento
concesso. E’ calcolata sull’importo dell’affidamento concesso al
(o Commissione sull’accordato)
cliente nel periodo di liquidazione e applicata con periodicità
prevista nel contratto.
Indicatore Sintetico di Costo (ISC)
Indica il costo totale del finanziamento su base annua ed è espresso
in percentuale sull'ammontare del prestito concesso.
Ipotesi di calcolo:
Per un affidamento di: € 10.000,00
Durata del finanziamento (mesi): 12
T.A.E.G: 11%
FOGLIO INFORMATIVO - Aggiornato al: 18/12/2014
(ZF/000003717)
Pagina 4 di 4
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
2
File Size
106 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content