close

Enter

Log in using OpenID

1. Prevention Quality Indicators (PQI)

embedDownload
Analisi e valutazione
dell’assistenza primaria
Lamberto Manzoli, Corrado De Vito,
Maria Elena Flacco, Paolo Villari
Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara; Università Sapienza di Roma
Uno sguardo al passato …

Qualità in sanità:


Avedis Donabedian – 1966 “Evaluating the
Quality of Medical Care”
Archibald Cochrane – 1972 “Effectiveness and
Efficiency - Random Reflections on Health
Services”

Qualità delle cure primarie

Hulka e colleghi dell’Università della North
Carolina (anni 70)
Stephen M. Campbell e coll. dell’Università di
Manchester (fine anni 90)
Richard Grol e coll. dei centri di ricerca di
Maastricht (fine anni 90)


Con tentativi a volte singolari …
Cosa hanno fatto all’estero: USA
Agency for Healthcare Quality and Research (AHRQ) National
Healthcare Quality Report – 2011



Report con 81 indicatori di qualità su piani sanitari, senza
distinzione netta tra assistenza primaria e secondaria
Tassi di ricovero (PQI), misti a management Diabete,
Ipertensione, etc. (classici di cure primarie)
Dati raccolti tramite varie fonti e con aggiornamento vario
(nel Report 2010, per il management del diabete, gli
indicatori principali sono calcolati dai dati di un National
Quality Forum del 2002; i “Detailed Methods del Report
2011 non sono disponibili”; altri raccolti sul 28% della
popolazione, etc.)
Cosa hanno fatto all’estero: USA
Health Employer Data and Information Set (HEDIS)
The State of the Healthcare Quality - 2011

Report con 75 (in realtà 98 …) indicatori di qualità (solo di
processo) su piani sanitari, senza distinzione netta tra
assistenza primaria e secondaria (49 indicatori, tuttavia,
sono rivolti alle cure primarie)

Progetto governativo, nel quale alcune misure di qualità
sono raccolte ogni anno da più di 1000 piani sanitari (dati
auto-riportati e volontari, misti - amministrativi, ad hoc –
non meglio specificati - NO sistema informativo unico)
Cosa hanno fatto all’estero: USA
HEDIS - Consumer Assessment of Health
Plans Survey (CAHPS 4.0)

Report specifico sulla soddisfazione dei
pazienti, interno all’HEDIS, con 8
indicatori su piani sanitari e altro, tra
cui MMG

Progetto governativo pubblico/privato,
con raccolta dati ad hoc ogni anno
tramite email o telefono (non meglio
specificata, non disponibile dimensione
campione, no sistema informativo
unico)
Cosa hanno fatto all’estero: Canada
Pan-Canadian Primary Health care Indicators (PHC-I)

Dal 2006, da 105 a 60 indicatori, solo in piccola parte autoriportati, per il resto EMR o questionari ai pazienti

No sistema informativo unico, in via di sviluppo dal 2008, ma
raccolta informazioni a campione tramite lettera più telefono

8 Aree (domini) interconnessi e difficili da distinguere nettamente,
ad es.:
–
–

Accessibilità di routine e accessibilità nelle 24 ore
Medicina preventiva e prevenzione patologie croniche
Non ci sono risultati disponibili
Cosa hanno fatto all’estero:
tanti altri esempi, più o meno fortunati …
Cosa hanno fatto all’estero: UK
NHS Quality and Outcomes Framework (QOF)

Dal 2004, 148 indicatori, auto-riportati (e con eccezioni …)
tramite QMAS (Sistema informativo unico)

4 Aree (domini):
–
Clinica (n=96)
–
Organizzativa (n=42)
–
Attenzione al paziente (n=1)
–
Servizi addizionali/screening (n=9)

Adesione volontaria con super-incentivo (oltre al basale di €
69/anno x paziente, € 166/anno per ognuno dei 1000 punti
disponibili; il 70% anticipato …)

Ciononostante, “solo” 8245 su 42.500 MMG (19.4%)

Punteggio medio ottenuto nel 2011: 94.7%

Punteggio medio “Attenzione al paziente”: 72.6%
Cosa “abbiamo” fatto in Italia: Health Search
Società Italiana di Medicina Generale (SIMG)
VI Report Health Search – Anni 2009-2010

Dal 1998, 84 indicatori, auto-riportati (senza eccezioni) tramite
Millewin (Sistema informativo unico)

Area clinica e prevenzione / screening

Adesione volontaria con nessun incentivo, a sua volta non legato
a calcolo incentivi

862 (650) su oltre 46.000 MMG (1.9%), tuttavia rappresentativi

% diabetici con HbA1c7% nel 2009: 60.0%

% diabetici con LDL<100 mg/dl nel 2009: 37%
Health
Search
Cosa “abbiamo” fatto in Italia:
Performance Indicators Continuous Evaluation
as Necessity for Upgrade in Medicine (Picenum) Study
Ultimi dati
disponibili
risalgono al
2006
50 MMG
Manca il dato
sui dati
mancanti
Cosa “abbiamo” fatto in Italia: DVSS
448 pagine …
Tanti
Indicatori …
Risultati non
disponibili
Cosa abbiamo fatto noi?

Framework per la valutazione dei modelli regionali di
assistenza ai pazienti cronici
LIVELLO
REGIONALE
AZIENDALE
DISTRETTUALE
AZIONI
METODOLOGIA
Analisi della programmazione
regionale relativa ai modelli di
assistenza ai pazienti cronici
Analisi degli atti
programmatori
regionali tramite
griglia costruita ad
hoc
Grado di recepimento della
programmazione regionale
Intervista semistrutturata ai Direttori
Sanitari delle AUSL
Grado di implementazione dei
modelli di assistenza ai pazienti
cronici a livello territoriale
Questionario
somministrato ai
Direttori di Distretto
I 6 punti fondamentali del
Chronic Care Model
1. Le risorse della comunità
2. Le organizzazioni sanitarie
3. Il supporto all’auto-cura
4. L’organizzazione del team
5. Il supporto alle decisioni
6. I sistemi informativi
AMBITO DELL’ASSISTENZA A PAZIENTI CON PATOLOGIA CRONICA
1. È prevista l’introduzione di nuovi modelli di gestione del paziente cronico? 2,4
SI
NO
2. Sono previste forme associative e/o organizzative della Medicina generale? 2
SI
NO
SI
NO
4. È prevista l’integrazione con un servizio di assistenza sociale? 4
SI
NO
5. È prevista l’integrazione con le risorse della comunità? (volontariato, gruppi di auto-aiuto, ecc.) 1
SI
NO
6. È previsto il supporto all’auto-cura? 3
SI
NO
7. È prevista l’integrazione tra servizi di natura pubblica e strutture private? 2
SI
NO
8. È prevista l’implementazione di sistemi informativi regionali finalizzati alla gestione dei servizi
sanitari territoriali? 6
SI
NO
SI
NO
10. È prevista l’adozione di linee-guida per la definizione di percorsi diagnostico-terapeuticoassistenziali o percorsi integrati di cura? 5
SI
NO
11. È ben definita la programmazione di percorsi diagnostico-terapeutico-assistenziali? 2
SI
NO
12. Sono previste forme di assistenza intermedia? 2
SI
NO
SI
NO
TIPOLOGIA
SEMPLICE
COMPLESSA
EVOLUTA
FUNZIONALE
STRUTTURALE
3. È prevista l’integrazione tra MMG, infermieri e altre figure delle professioni sanitarie? 4
Se sì, quali?
Se sì, con quali modalità?
9. È prevista l’implementazione di sistemi informativi regionali diretti all’informazione e alla
comunicazione ai cittadini? 6
Se sì, con quali modalità?
Se sì, quali?
13. Sono previste forme di dimissione facilitata? 2
AMBITO DELLA RISPOSTA AI PROBLEMI QUOTIDIANI
1. Qual è l’orario di assistenza previsto?
Sette giorni su sette?
SI
NO
2. È prevista la presenza di un call-center e di un sistema regionale di prenotazione delle visite
ambulatoriali?
SI
NO
SI
NO
SI
NO
1. È prevista la promozione di vaccinazioni specifiche?
Anti influenzale
Anti pneumococcica
SI
SI
NO
NO
2. È garantita adeguata attenzione all’empowerment della popolazione su stili di vita corretti? (abitudine al
fumo, abuso di alcool, alimentazione, ecc.)
SI
NO
Se sì, con quale orario di servizio?
3. È previsto, per i pazienti cronici, un sistema di facilitazione di invio agli specialisti ambulatoriali da parte
dei MMG?
Se sì, quale?
4. È previsto l’incremento e la programmazione di forme di assistenza domiciliare?
Se sì, con quali modalità?
AMBITO DELLA PROMOZIONE DELLA SALUTE
Se sì, attraverso quali programmi/interventi?
Cosa abbiamo fatto noi?
1. Ricerca degli indicatori esistenti, partendo da:



Revisione sistematica letteratura
USA: AHRQ PQI, National HealthCare Quality Report,
HEDIS, National Quality Measures Clearinghouse (n=583)
UK: Quality of Outcome Framework (n=129), Spice (QOF
modificato, n=131)

Canada: Primary Health Care Indicators (n=105)

Report AgeNaS e tutti i documenti ivi citati

Report Health Search e Progetto VALORE
Ottenuti 681 indicatori, inseriti in database
Risultati preliminari
188 studi
3 studi esclusi non in
lingua inglese
Revisione letteratura
185 studi
5 studi esclusi non in
ambito canadese
180 studi
111 studi esclusi offtopic
69 studi
5 meta-analisi /
revisioni sistematiche
26 studi inclusi
10 studi letteratura grigia
26 studi letteratura scientifica
43 studi esclusi per
disegno diverso dai
criteri di inclusione
Cosa abbiamo fatto?
2. “Creazione” di 88 nuovi indicatori, mediante brain-storming con
MMG esperti (es. attuali o ex direttivi SIMG e FIMMG)
DATABASE CON 769 INDICATORI




Eliminati i ripetuti (anche parzialmente) e ridondanti (n=574)
Eliminati da esperti direttamente in base a rilevanza e fattibilità
raccolta dati (n=98)
Eliminati da esperti con metodo Delphi (n=52)
Eliminati dopo riunione con Ministero (n=12; non sperimentabili
all’interno del Progetto)
Rimasti 40+ Indicatori da testare
Gli indicatori selezionati
1.
Prevention Quality Indicators (PQI)
(n=16; validati solo su territori ampi)
* Necessario disporre del Codice Fiscale (anche criptato)
Fonte dati
(unità di analisi)
SDO e Anagrafica *
(ASL, Distretto)
1. AHRQ
Prevention Quality
Indicators (PQI)
1. PQI (esperienze in Italia)
 La
1. PQI: l’esperienza AGENAS
1. PQI AGENAS: Scompenso
Prevention Quality Indicators:
Risultati preliminari – PQI 90
Tasso di ricovero complessivo per patologie di pertinenza territoriale (Abruzzo: ASL 201-204; EmiliaRomagna: E101-E113; Lazio: 101-112; Lombardia: 301-315; Trieste: T01. Anni 2008, 2009, 2010
Prevention Quality Indicators: PQI 90 - Tasso di ricovero complessivo per patologie di pertinenza territoriale
(Abruzzo: ASL 201-204; Emilia-Romagna: E101-E113; Lazio: 101-112; Lombardia: 301-315; Trieste: T01. Anni 2008, 2009, 2010.
1800
1600
1400
1200
1000
800
600
400
200
0
Medi
a
201
202
203
204
E101 E102 E103 E104 E105 E106 E109 E110 E111 E112 E113
2008 1049 1343 1367 1280 1021 983 972
2009 1073 1328 1345 1315 963 1123 1077
2009 1042 1113 1230 1246 958 1001 1015
943
897
915
102
103
104
105
106
107
108
109
990 1303 1212 1349 1343 1059 1257 1029 1167 908
1010 1304 1211 1389 1408 996 1252 991
1023 1289 1162 1341 1396 1357 1549 996 1082 874
101
934
830
1158
917
745
977
1139
1090 1023
957
876
883
994
884
922
888 1484 1085 940 674
1039 1744 976 1049 793
1003 1347 968 993 664
110
111
112
301
2008
2009
302
303
304
305
306
307
308
309
310
311
312
313
314
315
811 955
1064 819
958 1006
914
879
997
981
974
989
987
945
904
1110 1082
1095 1146
1085 1126
904
858
883
780
839
832
905 1039
915 1128
920 1195
971
885
796
903
910
899
1095 1237
1001 1192
1016 1113
T01
2009
Media anno 2008 nelle regioni considerate = 1049; Media USA 2008 = 1825 (x100.000 ab.)
Prevention Quality Indicators:
Risultati preliminari – PQI 91
Tasso di ricovero complessivo per patologie acute di pertinenza territoriale (Abruzzo: ASL 201-204;
Emilia-Romagna: E101-E113; Lazio: 101-112; Lombardia: 301-315; Trieste: T01. Anni 2008-2010
Prevention Quality Indicators: PQI 91 - Tasso di ricovero complessivo per patologie acute di pertinenza territoriale
(Abruzzo: ASL 201-204; Emilia-Romagna: E101-E113; Lazio: 101-112; Lombardia: 301-315; Trieste: T01. Anni 2008, 2009, 2010.
800
700
600
500
400
300
200
100
0
Med
E10 E10 E10 E10 E10 E10
201 202 203 204 E101
E110 E111 E112 E113 101 102 103 104 105 106 107 108 109
ia
2
3
4
5
6
9
110
111
112
301 302 303 304 305 306 307 308 309 310
311 312 313 314 315 T01
2008 271 306 300 300 219 298 229 262 276 424 501 476 409 388 353 356 268 207 216 155 279 194 177 219 215 305 199 185 108 71 234 187 215 266 259 299 242 210 217 288 350 233 325 437
378 161 108 332 746 171 244 244 333 258 186 227 284 280 364 260 253 252 347 322 263 333 465
2009 324 318 331 345 211 344 282 259 318 467 538 510 463 381 425 327
2010 310 300 335 355 220 291 271 284 338 451 541 514 473 726 722 269 294 232 232 177 285 221 184 235 248 312 236 226 109 161 247 219 237 278 279 338 269 243 263 356 279 275 334 454
2008
2009
2010
Media anno 2008 nelle regioni considerate = 271; Media USA 2008 = 744 (x100.000 ab.)
Prevention Quality Indicators:
Risultati preliminari – PQI 92
Tasso di ricovero complessivo per patologie croniche di pertinenza territoriale (Abruzzo: ASL 201204; Emilia-Romagna E101-E113; Lazio 101-112; Lombardia: 301-315; Trieste: T01. Anni 2008-2010
Prevention Quality Indicators: PQI 91 - Tasso di ricovero complessivo per patologie croniche di pertinenza territoriale
(Abruzzo: ASL 201-204; Emilia-Romagna: E101-E113; Lazio: 101-112; Lombardia: 301-315; Trieste: T01. Anni 2008, 2009, 2010.
1200
1000
800
600
400
200
0
Medi
201 202
a
203
204 E101 E102 E103 E104 E105 E106 E109 E110 E111 E112 E113
101
102
103
104
105
106
107
899
701
718
675
878
783
780 775
761
716
802
699 687
2008
778 1037 1068 980
801 684
743
682
714
879
711
873
934
671 904
673
2009
748 1009 1014 970
753
778
796
638
692
837
672
880
945
615
827
664
2010
733
891 738
709
744
630
684
838
621 827
923
631 827
727
813
894
788
642
686
568
806
2008
2009
108
775
109
110
112
301 302
303
304
305
306
307
308
309
310
311
312
313
314
673 1180 886
755
566
739
722
727
766
721
851 783
662
570
688
751 622
670
770
790
706
805
805
549
731
561 693
748
661
815
782
599
585
663
781 563
647
668
728
754 1035 733
768
554
797
759
751 626
807
788
614
589
656
839
624
682
660
998
111
778
517
315
2010
Media anno 2008 nelle regioni considerate = 778; Media USA 2008 = 1081 (x100.000 ab.)
T01
PQI: Risultati
preliminari

Stabilità nel
tempo della
graduatoria
ottenuta
tramite PQI
(analisi dei
ranghi)
PQI: Risultati preliminari - Potenziali predittori


Anche aggiustando per regione, anno e popolazione totale, il tasso di ospedalizzazione
complessivo risulta significativamente associato a tutti i tassi compositi PQI: per ogni
10x1000 ab., il PQI complessivo sale di 4x1000
La correlazione del tasso di ospedalizzazione totale con il PQI 92 – Cronici (tramite
analisi dei ranghi) è talmente forte da far emergere dubbi sulla reale utilità del PQI 92
PQI – Possibile semplificazione e
confronto USA
PQI – Possibile semplificazione
(concordanza PQI-90 e singoli)
Prevention Quality Indicators:
Risultati preliminari – PQI 90 - Distretti
Prevention Quality Indicators: PQI 90 - Tasso di ricovero com plessivo per patologie di pertinenza territoriale
(Distretti ASL Pescara - Pe01-Pe06; Distretto di Francavilla; Distretti ASLTrieste - Tr01-Tr04). Anni 2008, 2009, 2010.
2000
1500
1000
500
0
M edia A SL
M edia Distr.
P e01
P e02
P e03
P e04
P e05
P e06
Francav.
Tr01
Tr02
Tr03
Tr04
2008
1049
1238
976
1208
1219
1189
1083
1925
1297
1023
1348
1182
1253
2009
1073
1247
942
1241
1199
1150
1196
2116
1421
1021
1359
1055
1236
2010
1042
1174
899
1296
1099
1085
1056
2035
1312
962
1152
1053
1178
2008
2009
2010
Prevention Quality Indicators:
Risultati preliminari – PQI 91 - Distretti
Prevention Quality Indicators: PQI 91 - Tasso di ricovero com plessivo per patologie acute di pertinenza territoriale
(Distretti ASL Pescara - Pe01-Pe06; Distretto di Francavilla; Distretti ASLTrieste - Tr01-Tr04). Anni 2008, 2009, 2010.
700
600
500
400
300
200
100
0
M edia A SL
M edia Distr.
P e01
P e02
P e03
P e04
P e05
P e06
Francav.
Tr01
Tr02
Tr03
2008
271
349
216
266
291
223
266
570
235
338
505
399
470
2009
324
387
270
351
285
326
296
527
310
369
587
391
477
2010
310
389
242
417
300
311
273
613
325
387
498
415
470
2008
2009
2010
Tr04
Prevention Quality Indicators:
Risultati preliminari – PQI 92 - Distretti
Prevention Quality Indicators: PQI 91 - Tasso di ricovero com plessivo per patologie croniche di pertinenza territoriale
(Distretti ASL Pescara - Pe01-Pe06; Distretto di Francavilla; Distretti ASLTrieste - Tr01-Tr04). Anni 2008, 2009, 2010.
1500
1200
900
600
300
0
M edia A SL
M edia Distr.
P e01
P e02
P e03
P e04
2008
778
889
757
939
927
962
2009
748
860
671
888
915
822
2010
733
785
656
878
799
772
783
2008
P e05
P e06
Francav.
Tr01
817
1353
1062
685
844
782
784
900
1585
1111
651
774
664
760
1420
987
576
656
639
709
2009
2010
Tr02
Tr03
Tr04
PQI: Risultati
preliminari

Stabilità nel
tempo della
graduatoria
ottenuta
tramite PQI
(analisi dei
ranghi) Distretti
PQI – Precisione dei singoli PQI nel
livello di analisi distrettuale
Scompenso
BPCO
Polmoniti b.
Gli indicatori selezionati
1.
Prevention Quality Indicators (PQI)
(n=16; validati solo su territori ampi)
2.
Fonte dati
(unità di analisi)
SDO e Anagrafica *
(ASL, Distretto)
Clinici, di outcome intermedio (estratti
da Health Search, HEDIS o altri; n=4)
3.
Clinici, di processo (estratti da Health
Search, HEDIS o altri; n=7)
* Necessario disporre del Codice Fiscale (anche criptato)
Ad Hoc, Anagrafica,
Farmaceutica *
(Distretto; UTAP; MMG)
3. Indicatori di Processo
 % pazienti con dato “fumo” su totale in terapia per diabete,
ipertensione o BPCO
 % pazienti con >=1 spirometria su totale con BPCO
 % pazienti con >=1 ecocardiogramma su totale con scompenso
 % pazienti con >=1 ecodoppler su totale con ICTUS/TIA
 % pazienti con >=1 prescrizione di antiaggreganti piastrinici/TAO
su totale con malattia coronarica e/o ictus/TIA
 % pazienti >=1 prescrizione di antidepressivi su totale con
depressione
 % pazienti con >=1 prescrizione di FAE su totale con epilessia
Maggiorenni;
Database UTAP
2. Indicatori di Outcome
 % pazienti con HbA1c <=7% su totale in terapia per diabete
 % pazienti con C-LDL<100 mg/dl su totale in terapia per diabete
 % pazienti con PA≤130/80 mmHg su totale in terapia per diabete
 % pazienti con PA<140/90 mmHg su totale in terapia per
ipertensione
Maggiorenni; x0.80;
File D regionale
Indicatori di outcome “intermedi” e indicatori di processo,
estratti da Health Search, QOF, HEDIS
Indicatori “clinici”

Sicuramente importanti, ma … possono
bastarci?

È importante valutare anche:
– L’attendibilità dei dati
– L’attenzione al paziente
Gli indicatori selezionati
1.
Prevention Quality Indicators (PQI)
(n=16; validati solo su territori ampi)
2.
Fonte dati
(unità di analisi)
SDO e Anagrafica *
(ASL, Distretto)
Clinici, di outcome intermedio (estratti
da Health Search, HEDIS o altri; n=4)
3.
Clinici, di processo (estratti da Health
Search, HEDIS o altri; n=7)
4.
Attenzione al Paziente e attendibilità
(creati ex-novo; n=5)
* Necessario disporre del Codice Fiscale (anche criptato)
Ad Hoc, Anagrafica,
Farmaceutica *
(Distretto; UTAP; MMG)
1. Concordanza tra database farmaceutico regionale e database
UTAP nel n. di pazienti in trattamento per diabete
2. Concordanza tra database farmaceutico regionale e database
UTAP nel n. di pazienti in trattamento per ipertensione
3. Concordanza tra database farmaceutico regionale e database
UTAP nel n. di pazienti in trattamento per BPCO
4. Esistenza metodo di prenotazione diretto di esami di
laboratorio o visite specialistiche presso UTAP
5. Esistenza di sistema di trasferimento dati del paziente ad
altro MMG della stessa UTAP
Anagrafica; Ad Hoc
File D regionale
4. Indicatori creati ex-novo, su attenzione verso i pazienti e
attendibilità / completezza dati
Indicatori “clinici”


Sicuramente importanti, ma … possono
bastarci?
È importante valutare anche:
– L’attendibilità dei dati
– L’attenzione al paziente
– Lo stato di salute auto-riportato
– Il livello di soddisfazione
Gli indicatori selezionati
1.
Prevention Quality Indicators (PQI)
(n=16; validati solo su territori ampi)
2.
Fonte dati
(unità di analisi)
SDO e Anagrafica *
(ASL, Distretto)
Clinici, di outcome intermedio (estratti
da Health Search, HEDIS o altri; n=4)
3.
Clinici, di processo (estratti da Health
Search, HEDIS o altri; n=7)
4.
Ad Hoc, Anagrafica,
Farmaceutica *
(Distretto; UTAP; MMG)
Attenzione al Paziente e attendibilità
(creati ex-novo; n=5)
5.
Stato di salute generale (EuroQoL; n=2+)
* Necessario disporre del Codice Fiscale (anche criptato)
Ad Hoc, Anagrafica *
(Distretto; UTAP; MMG)
Eventualmente
Farmaceutica
5. Stato di salute auto-riportato
1. Stato di salute generale (punteggio semplificato)
2. Stato di salute generale (punteggio pesato)
 Entrambi gli indicatori possono essere misurati su tutti
gli assistiti e su sottogruppi (es. diabetici, ipertesi, obesi,
etc. *), per avere una visione più dettagliata su dove
intervenire
 Fonti dati: Ad hoc (Internet), Anagrafica (con codici
fiscali) e, se * analisi per sottogruppi, anche
Farmaceutica Regionale
Questionario
www.ipazienti.it
EUROQOL
Performance dei servizi sanitari:
sotto-settori
Efficacia
Efficienza
Appropriatezza
organizzativa
Costo/Equità/
Accessibilità
Appropriatezza
clinica/specifica
Sicurezza
Soddisfazione
pazienti
Cosa hanno fatto all’estero: USA
HEDIS - Consumer Assessment of Health
Plans Survey (CAHPS 4.0)

Report specifico sulla soddisfazione dei
pazienti, interno all’HEDIS, con 8
indicatori su piani sanitari e altro, tra
cui MMG

Progetto governativo pubblico/privato,
con raccolta dati ad hoc ogni anno
tramite telefonate o raccolta diretta (non
meglio specificata, non disponibili
denominatori, dati auto-riportati, no
sistema informativo unico)
Gli indicatori selezionati
1.
Prevention Quality Indicators (PQI)
(n=16; validati solo su territori ampi)
2.
Fonte dati
(unità di analisi)
SDO e Anagrafica *
(ASL, Distretto)
Clinici, di outcome intermedio (estratti
da Health Search, HEDIS o altri; n=4)
3.
Clinici, di processo (estratti da Health
Search, HEDIS o altri; n=7)
4.
Ad Hoc, Anagrafica,
Farmaceutica *
(Distretto; UTAP; MMG)
Attenzione al Paziente e attendibilità
(creati ex-novo; n=5)
5.
Stato di salute generale (EuroQoL; n=2+)
6.
Soddisfazione dei Pazienti (CAHPS;
n=6+)
* Necessario disporre del Codice Fiscale (anche criptato)
Ad Hoc, Anagrafica *
(Distretto; UTAP; MMG)
Eventualmente
Farmaceutica
HEDIS / CAHPS

Nel 1995, AHCRQ, Harvard
e RAND sviluppano il
progetto CAHPS
(Consumer Assessment of
Health Plans Survey)
6. Soddisfazione Pazienti
1. Soddisfazione verso MMG
2. Soddisfazione verso specialisti
3. Soddisfazione verso Distretto
4. Soddisfazione verso tempi di attesa
5. Soddisfazione verso sistemazione dei locali
6. Soddisfazione verso attenzione, privacy e sensibilità
 Tutti gli indicatori possono essere misurati su tutti gli assistiti
e su sottogruppi (es. diabetici, ipertesi, obesi, etc. *), per avere
una visione più dettagliata su dove intervenire
 Fonti dati: Ad hoc (Internet), Anagrafica (con codici fiscali) e,
se * analisi per sottogruppi, anche Farmaceutica Regionale
Soddisfazione Pazienti: www.ipazienti.it
Lettera ai
cittadini
Coinvolti:

SIMG

Direzione
Distretti

Singoli MMG

Sindaci

Sindacati

Scuole

Centri sociali

Giornali locali

Facebook e
Google
Distretto di
Francavilla:
- Solo lettera 5%
+ Campagna
Mass-media
Attualmente 7%
- Ora Pescara e
Trieste

Sistema informativo (privacy e costo)

Unità di analisi

Sovrapposizione UTAP, Distretto e MMG

Attendibilità dati auto-riportati

Associazione con outcome di salute
Giudizio Posit ivo
S ervizio Sanitario N azion ale
69
65
35
61
39
Ufficio IVA /Fisco
Trasporti Pu bblic i U rb an i
41
U ffi ci IN PS
42
M ag ist ratu ra/T ri bu nal i
43
Uffi ci C omu nal i
Limiti soddisfazione pazienti (specifici)
59
58
57
47
53
Ferro vie d el lo St ato
45
55
A ssi curazi on i
45
55
Rai

Selezione del campione (internet, uso pc)

Tasso di partecipazione pazienti (e MMG)
34
66
A lit al ia
31
69
27
73
Ene l
Anagrafica con limiti notevoli
34
66
Ban che
Te lec om

Giudizio Negat ivo
31
U ffi ci d i Co llo camento
24
76
Fon te : Fo nd azi on e Smit h Kl in e, 1 99 6
90
%
80
70
60

Interpretativi
50
40
30
20
10
0
DK
SF
NL
L
Fonte: Unione Europea, 1997
B
S
D
F
A
IRL
UK
E
P
GR
I
È anche
vero che
…
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
3 926 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content