close

Enter

Log in using OpenID

CITTÀ DI SPOLETO - Comune di Spoleto

embedDownload
Città di Spoleto
www.comunespoleto.gov.it
DELIBERAZIONE
DI
GIUNTA COMUNALE N. 270
DEL
12/09/2014
1/4
Unità proponente: PUT - Servizio Pianificazione Urbanistica Beni Paesaggistici Ambientali e Toponomastica
_____________________________________________________________________________________
Direzione: PUT - Direzione Pianificazione Urbanistica
_____________________________________________________________________________________
Oggetto: Adozione Piano di recupero di iniziativa privata proposto da Cucci Mariano e Berardi Cecilia in Spoleto, frazione San
Giacomo.
_____________________________________________________________________________________
Il Responsabile del Procedimento: Paolo Bordoni .
_____________________________________________________________________________________
ESERCIZIO 2014
Vedi allegato impegni
_____________________________________________________________________________________
Parere contabile:
Positivo
Motivazione parere contabile:
non dovuta
Città di Spoleto
www.comunespoleto.gov.it
DELIBERAZIONE
DI
GIUNTA COMUNALE N. 270
DEL
12/09/2014
2/4
Oggetto: Adozione Piano di recupero di iniziativa privata proposto da Cucci Mariano e Berardi Cecilia in Spoleto, frazione San
Giacomo.
_____________________________________________________________________________________
In data 12/09/2014 alle ore 11:30 nella sala Comunale si è riunita la Giunta.
Risultano:
Nominativo
Fabrizio Cardarelli
Maria Elena Bececco
Angelo Giovanni Quaranta
Angelo Loretoni
Antonio Cappelletti
Vincenza Campagnani
Agnese Pula
Gianmarco Profili
Carica
Presidente della Giunta
Componente della Giunta
Componente della Giunta
Componente della Giunta
Componente della Giunta
Componente della Giunta
Componente della Giunta
Componente della Giunta
presente
x
x
assente
x
x
x
x
x
x
Assiste il Segretario Ruggieri Mario
Constatato il numero legale degli intervenuti assume la presidenza il sig. Cardarelli Fabrizio nella qualità di Presidente della
Giunta ed espone gli oggetti inscritti all’ordine del giorno e su questi la giunta adotta la seguente deliberazione:
Città di Spoleto
www.comunespoleto.gov.it
DELIBERAZIONE
DI
GIUNTA COMUNALE N. 270
DEL
12/09/2014
3/4
Direzione Pianificazione ed Uso del Territorio
Adozione Piano di Recupero di iniziativa privata proposto da Cucci Mariano e Berardi Cecilia in Spoleto, Fraz.
San Giacomo.
LA GIUNTA COMUNALE
PREMESSA:
I sig. Cucci Mariano e Berardi Cecilia hanno presentato, con nota prot. n. 18710 del 17/04/2014, un progetto per il
recupero di volumi accessori esistenti siti in Spoleto Fraz. San Giacomo, ricadenti su un terreno individuato catastalmente al
N.C.T. al Fg. n. 66 partt. n. 382-383. Detto terreno è individuato nel vigente P.R.G. come zona “AB – Tessuti di edilizia
tradizionale”.
L’intervento proposto rientra tra quelli disciplinati dall'art. 3 lett. “F” L.R. n. 1/2004 ed è da considerarsi a tutti gli
effetti come Piano di Recupero ai sensi dell’art. 40 delle N.T.A. del P.R.G. – Parte Operativa vigente del Comune di Spoleto
approvato con delibera di C.C. n. 10 del 10/04/2014.
La L.R. n. 11 del 22/02/2005 - Titolo III Capo I - artt. 22 e seguenti, stabilisce, altresì, le modalità di adozione ed
approvazione dei piani Attuativi tra i quali sono compresi anche quelli di iniziativa privata.
L’intervento è finalizzato alla demolizione e ricostruzione con delocalizzazione, senza soluzione di continuità, di un
volume accessorio (Superficie Max Recuperabile mq. 14,41), con la realizzazione di un corpo di fabbrica che verrà utilizzato
come collegamento interno tra i corpi di fabbrica esistenti e destinati ad attività artigianale (SUC MAX mq. 13,06).
L'Amministrazione Comunale, inoltre, per garantire la demolizione dei fabbricati esistenti prima dell'inizio dei lavori di
costruzione dei nuovi fabbricati ed un corretto uso del suolo, ha ritenuto opportuno, per tali interventi di recupero, stabilire le
seguenti norme:
- dopo il rilascio del Permesso di costruire dovrà essere dato l'inizio lavori relativo alla sola demolizione del fabbricato da
ricostruire;
- successivamente dovrà essere redatto, previo sopralluogo dei tecnici della Direzione Pianificazione ed Uso del Territorio, un
verbale di accertamento dell'avvenuta demolizione, dell’avvenuta sistemazione dell’area e picchettamento dell'ingombro del
fabbricato da ricostruire con verbale di linee e quote;
- dovrà essere comunicato l'inizio dei lavori del fabbricato da ricostruire;
- tali norme dovranno essere parte integrante e sostanziale delle N.T.A. del Piano stesso e verranno riportate nei relativi
Permessi di costruire.
Il Piano, così come previsto dal Regolamento Edilizio vigente, è stato esaminato con parere favorevole dalla
Commissione per la Qualità Architettonica e il Paesaggio nella seduta dell’ 08/05/2014, alla presenza di un rappresentante
dell’Azienda Sanitaria Locale per le verifiche disposte ai sensi dell’art. 25 della L.R. n. 11/2005 e del Geologo per
l’acquisizione del parere previsto ai sensi dell’art. 24 comma 9 della L.R. n. 11/2005, dell’art. 89 del D.P.R. n. 380/2001 e
dell’art. 16 della L.R. n. 29/1984.
E’ bene, inoltre, precisare che prima di procedere alla demolizione ed alla successiva ricostruzione dell’edificio in
attuazione del Piano in oggetto, il proponente dovrà necessariamente presentare il progetto esecutivo presso gli Uffici del
Servizio Sue, con la richiesta del rilascio di apposito Permesso di costruire.
Ritenuto opportuno altresì prendere atto che, secondo quanto stabilito dall’art. 39 del Decreto Legislativo 14 marzo
2013, n. 33, ai fini della trasparenza dell’attività di pianificazione e governo del territorio della pubblica amministrazione, il
presente schema di provvedimento con i relativi allegati della delibera sono stati pubblicati nel sito istituzionale del Comune di
Spoleto.
Si dà atto inoltre che la presente deliberazione ha rilevanza contabile. L’importo del contributo degli oneri concessori
verrà stabilito al momento del rilascio dei relativi Permessi di Costruire.
MOTIVAZIONE E’ necessario procedere all’adozione del Piano di Recupero proposto da Cucci Mariano e Berardi Cecilia in
quanto l’intervento richiesto, che prevede una migliore qualità igienico-strutturale degli edifici ed una riqualificazione
urbanistica ed ambientale della zona, può essere attuato solo con Piano Attuativo, ai sensi dell’art. 40 delle N.T.A. del
P.R.G. – Parte Operativa vigente del Comune di Spoleto approvato con delibera di C.C. n. 10 del 10/04/2014, dell’art. 27 e
ss. della L. 457/78 e della L.R. n. 11/2005.
VISTA la proposta di deliberazione dell’Assessore Antonio Cappelletti;
RITENUTO che il presente atto rientri nelle competenze della Giunta Comunale ai sensi dell’articolo 48 dello Statuto
comunale e dell’articolo 35-ter della Legge Regionale 11/2005;
ACQUISITO il parere di regolarità tecnica amministrativa ed il parere di regolarità contabile, rispettivamente
dell’Arch. Giuliano Maria Mastroforti Dirigente della Direzione PUT e del Responsabile del Servizio finanziario ai sensi
dell'articolo 49 del D.lgs 18 agosto 2000, n° 267 e dell’articolo 7 del Regolamento di Contabilità con il sistema di gestione
digitalizzato dei provvedimenti relativo al progetto egov umbria denominato INTERPA;
Con voti favorevoli unanimi espressi nei modi di legge;
DELIBERA
Città di Spoleto
www.comunespoleto.gov.it
DELIBERAZIONE
DI
GIUNTA COMUNALE N. 270
DEL
12/09/2014
4/4
1. DI DARE ATTO che, secondo quanto previsto dall’articolo 39 del decreto legislativo 14 marzo 2013 n. 33, il presente
schema di provvedimento, con i relativi allegati tecnici, è stato pubblicato nel sito istituzionale dell’Ente.
2. DI DARE ATTO che il medesimo non presenta le caratteristiche per eseguire gli interventi edilizi mediante procedimento
accelerato della segnalazione certificata di inizio attivita’ edilizia, come indicati dall’art. 20, comma 1,
lettera a), della legge regionale n. 1/2004.
3. DI DARE ATTO che la zona del Piano di Recupero in premessa è individuata nel vigente P.R.G. come zona “AB – Tessuti di
edilizia tradizionale”.
4. DI ADOTTARE, ai sensi dell'art. 28 della L. n. 457/78, dell’art. 22 e seguenti della L.R. n. 11/2005 e dell’art. 40 delle NTA
del PRG - Parte Operativa, il Piano di Recupero proposto da Cucci Mariano e Berardi Cecilia comportante la demolizione e
ricostruzione con delocalizzazione, senza soluzione di continuità, di un volume accessorio (Superficie Max Recuperabile mq.
14,41), con la realizzazione di un corpo di fabbrica che verrà utilizzato come collegamento interno tra i corpi di fabbrica
esistenti destinati ad attività artigianale (SUC MAX mq. 13,06).
L’intervento è ubicato in Spoleto – Fraz. San Giacomo e comprende i seguenti elaborati tecnici redatti dall’Arch. Quadrelli
Luca:
- Tavola 1 – Catasto Gregoriano – Analisi della UMI.
- Tavola 2 – P.R.G. – N.C.T. – Analisi della UMI.
- Tavola 2 – P.R.G. – N.C.T. – Stato Attuale – Progetto
- Tavola Relazione Tecnica
- Tavola N.T.A.
- Tavola Documentazione fotografica.
- Relazione Geologica, idrogeologica e geotecnica e studio di microzonazione sismica.
- Dichiarazione di conformità.
5. DI DARE ATTO che l’intervento proposto rientra in quanto previsto dall’art. 3 lett.”F” L.R. n. 1/2004.
6. DI DARE MANDATO ai competenti Uffici Comunali di attuare le procedure previste dalla legge per la pubblicazione di tale
strumento urbanistico preventivo, riservandosi di approvare definitivamente lo stesso in sede di esame delle opposizioni che
eventualmente saranno presentate in merito, ai sensi di quanto previsto dall'art. 22 e seguenti della L.R. n. 11/2005 e
dell’art. 40 delle N.T.A. del P.R.G. – Parte Operativa vigente.
7. DI TRASMETTERE il presente atto all'Albo Pretorio, secondo le disposizioni previste dall’art. 24, comma 4, della L. R. n.
11/2005.
8. DI DARE ATTO che, così come previsto dal Regolamento Edilizio vigente, il Piano è stato esaminato con parere favorevole
dalla Commissione per la Qualità Architettonica e il Paesaggio nella seduta dell’ 08/05 /2014, alla presenza di un
rappresentante dell’Azienda Sanitaria Locale per le verifiche disposte ai sensi dell’art. 25 della L.R. n. 11/2005 e del Geologo
per l’acquisizione del parere previsto ai sensi dell’art. 24 comma 9 della L.R. n. 11/2005, dell’art. 89 del D.P.R. n. 380/2001 e
dell’art. 16 della L.R. n. 29/1984.
9. DI APPROVARE le seguenti prescrizioni da riportare sul Permesso di costruire:
- dopo il rilascio del Permesso di costruire dovrà essere dato l'inizio lavori relativo alla sola demolizione dei fabbricati da
ricostruire.
- successivamente dovrà essere redatto, previo sopralluogo dei tecnici della Direzione Pianificazione ed Uso del Territorio, un
verbale di accertamento dell'avvenuta demolizione, dell’avvenuta sistemazione dell’area e picchettamento dell'ingombro del
fabbricato da ricostruire con verbale di linee e quote.
- dovrà essere comunicato l'inizio dei lavori del fabbricato da ricostruire.
- tali norme dovranno essere parte integrante e sostanziale delle N.T.A. del Piano stesso e verranno riportate nei relativi
Permessi di costruire.
10. DI STABILIRE che prima di procedere alla demolizione ed alla successiva ricostruzione dell’edificio, il proponente dovrà
necessariamente presentare il progetto esecutivo presso gli Uffici del Servizio SUE con apposita domanda per ottenere il
rilascio del Permesso di costruire.
11. DI DARE ATTO:
a. il responsabile del presente procedimento amministrativo è il Geom. Paolo Bordoni ai sensi dell’articolo 5 della
Legge 7 agosto 1990, n° 241 e dell’articolo 51 del Regolamento di Contabilità;
b. che il presente documento è redatto in formato digitale ai sensi del decreto legislativo 7 marzo 2005, n° 82
recante il “Codice dell'amministrazione digitale”.
IL SEGRETARIO GENERALE
IL PRESIDENTE
Mario Ruggieri
Fabrizio Cardarelli
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
172 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content