close

Вход

Log in using OpenID

Bando Erasmus 2014/2015 - LLPManager

embedDownload
ERASMUS + PROGRAMME
KEY ACTION 1- Mobilità studentesca ai fini di studio
Apertura bando: 27 febbraio 2013
Scadenza per la presentazione delle candidature: 21 marzo 2014 (ore 23.59)
Indice
TITOLO I
Finalità
TITOLO II Caratteristiche della mobilità Erasmus + per studio
1) Condizioni di Ammissibilità
2) Durata del periodo di studio Erasmus
3) Attività consentite e che non possono essere realizzate durante il soggiorno Erasmus
4) Programma di studio
5) Equiparazione degli studi e dei servizi
6) Contributo finanziario
7) Studenti disabili
TITOLO III Criteri e modalità per la partecipazione al bando Erasmus + a.a. 2014/2015
8) Modalità di presentazione della candidatura
9) Conoscenza linguistica
10) Procedure di selezione e pubblicazione delle graduatorie
11) Termini di ricorso
12) Accettazione dello Status
TITOLO IV organizzazione della mobilità a.a. 2014/2015
13) Stipula del contratto
14) Adempimenti dello studente Erasmus
15) Conferimento dello Status di studente Erasmus
16) Organizzazione del soggiorno
17) Learning Agreement
18) Preparazione linguistica prima della partenza
19) Documenti necessari prima della partenza
20) Prolungamento della mobilità
TITOLO V Destinazioni, Delegati, disposizioni e informazioni finali
21) Destinazioni
22) Delegati Erasmus di Dipartimento
23) Disposizioni finali
24) Trattamento dei dati personali
25) Responsabilità del Procedimento
TITOLO I
FINALITA’
Il nuovo Programma Europeo ERASMUS + ha sostituito ed integrato il Lifelong Learning
Programme per il periodo 2014/2020.
Il Programma Erasmus + intende promuovere e sostenere la mobilità europea per fini di studio,
formazione e la collaborazione tra le Università europee che partecipano al Programma.
Lo studente in mobilità con lo status di Erasmus + ha la garanzia del pieno riconoscimento delle
attività didattiche realizzate presso le Università europee che hanno stipulato accordi bilaterali con
questo Ateneo.
I Paesi partecipanti al Programma Erasmus + sono:
Stati membri dell’Unione Europea (UE):
Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania,
Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Ungheria, Malta, Paesi bassi, Polonia,
Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia,
Ungheria
Stati dello Spazio Economico Europeo:
Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Confederazione Svizzera
Paesi candidati:
Turchia e ex Repubblica iugoslava di Macedonia
TITOLO II Caratteristiche della mobilità Erasmus + per studio
1) CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA'
a) Sulla base degli accordi bilaterali stipulati da questo Ateneo con le Università partner,
possono partecipare al Programma Erasmus + gli studenti dell'Ud'A regolarmente iscritti, al
momento della presentazione della candidatura, e precisamente:
I livello: studenti della laurea triennale II livello studenti della laurea magistrale/specialistica/ciclo unico
III livello– dottorandi
b) Gli studenti iscritti all’Università “G. d’Annunzio” , ma non residenti in Italia, non
potranno comunque svolgere il periodo di mobilità in una Università del proprio Paese
di residenza
c) I dottorandi che usufruiscono della borsa dottorale dovranno scegliere se mantenere la
propria borsa ed utilizzare la maggiorazione prevista per il soggiorno all’estero,
oppure il finanziamento Erasmus della Commissione Erasmus . Non è possibile
beneficiare di entrambi i contributi.
d) non aver conseguito, prima dell'inizio del soggiorno o durante lo stesso i seguenti titoli:
- diploma di laurea vecchio ordinamento
- diploma di laurea di I livello, in caso si concorra per mobilità di I livello
- diploma di laurea di II livello, nel caso in cui si concorra per mobilità II livello In questo caso,
inoltre, i candidati laureandi del I livello devono necessariamente effettuare l'iscrizione a corso di
laurea specialistica presso l'Ud'A. (indicarlo nel modulo di candidatura), tenendo presente che si
potrà fruire del periodo di studio all'estero soltanto dopo l'effettivo conseguimento della Laurea
Triennale e la formalizzazione dell'iscrizione alla Laurea Specialistica. In tal caso il programma di
studio dovrà essere approvato dal Consiglio di Corso di Studio della Laurea Specialistica.
2) DURATA DEL PERIODO DI STUDIO ERASMUS
L'anno Erasmus ha inizio il 1° giugno 2014 e termina il 30 settembre 2015. Entro questo
arco di tempo dovrà essere realizzata la mobilità per i mesi indicati nel presente bando per
ogni singola Università Partner.
Il periodo minimo obbligatorio di soggiorno, per poter usufruire dello Status di Erasmus è di
3 mesi e il massimo è di 12 mesi. La durata della mobilità, comunque è stabilità
dall’accordo bilaterale.
Ogni studente, ad eccezione degli iscritti alle lauree a ciclo unico, potrà effettuare un soggiorno
Erasmus per un periodo massimo di 12 mesi per ogni ciclo di studio, indipendentemente dal numero
e dalle tipologie di mobilità effettuati. Per gli studenti sarà pertanto possibile svolgere uno o più
periodi Erasmus (per studio e/o Placement) – fino ad un massimo di 12 mesi – sia nel I livello
(laurea triennale), che nel II livello (laurea specialistica/magistrale), che nel III livello (dottorato).
Per le lauree a ciclo unico il periodo massimo di mobilità nel proprio corso di studi è invece di 24
mesi. Per tali studenti, quindi, sarà possibile svolgere uno o più periodi Erasmus (per studio e/o
Placement) fino ad un massimo di 24 mesi durante il corso di studio a ciclo unico, cui si
aggiungono gli eventuali 12 mesi durante il dottorato.
Per l’a.a. 2014/2015 possono quindi presentare domanda di candidatura anche studenti che abbiano
già usufruito di una borsa Erasmus per studio o per Placement in precedenza, ma che, per il ciclo di
studio per il quale intendono presentare la candidatura, abbiano ancora a disposizione un pacchetto
minimo di 3 mesi da poter svolgere all’interno del Programma Erasmus per studio.
In caso di mobilità ripetute si suggerisce di selezionare la destinazione anche sulla base delle
mensilità messe a bando, scegliendo una meta che preveda un numero di mensilità compatibili con
quelle che è ancora possibile svolgere all’estero (ad es. se si è già svolto un periodo Erasmus di 7
mesi nello stesso ciclo di studio, è opportuno selezionare una meta che preveda un periodo
all’estero massimo di 5 mesi, al fine di rispettare i 12 mesi complessivi), pena l’esclusione d’ufficio
dalla graduatoria dei vincitori.
L’intero periodo all’estero deve essere continuativo. Le vacanze e i giorni di chiusura
dell’università ospitante non sono da considerarsi interruzioni del periodo di studio.
I periodi di mobilità Erasmus pregressi o in corso dovranno essere indicati, mediante dichiarazione
sostitutiva di certificazione (ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. 445/2000), all’interno della domanda,
indicando il numero dei mesi e il periodo in cui è stato effettuato.
3) ATTIVITA’ CONSENTITE E CHE NON POSSONO ESSERE REALIZZATE
DURANTE IL PERIODO ERASMUS
Attività consentite:
- frequentare corsi e sostenerne i relativi esami;
- compiere ricerche finalizzate alla stesura della tesi di laurea;
- svolgere un periodo di tirocinio combinato ad un periodo di studio. Il periodo di tirocinio
deve essere svolto sotto la supervisione della stessa Università dove lo studente
realizzerà il periodo di studio le due attività devono essere svolte in maniera consecutiva.
Attività che non possono essere realizzate durante il periodo erasmus:
- seguire corsi e sostenere esami presso l’Università “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara.
- Conseguire il diploma di laurea durante il periodo Erasmus.
N.B.: ogni eventuale attività didattica (esami e/o laurea) svolta presso l’Università
“G. d’Annunzio” durante il periodo di mobilità sarà annullata d’ufficio
4) PROGRAMMA DI STUDI
Il periodo di studio all’estero costituisce parte integrante del percorso didattico di ogni
studente e gode del pieno riconoscimento accademico.
I corsi da sostenere all’estero devono far parte delle “aree disciplinari” stabilite dall’accordo
bilaterale tra i due Atenei partner e che sono indicati nel bando . Ogni accordi bilaterale
stipulato con l’Università partner ha un docente “referente”, cui si possono chiedere
informazioni sull’attività didattica dell’Ateneo straniero.
L’attività di studio verrà concordata con il Corso di Studi di appartenenza e l’Università
partner di destinazione tramite un documento cosiddetto “Learning agreement”. (v. art. 17 )
5) EQUIPARAZIONE DEGLI STUDI E DEI SERVIZI
Gli studenti vincitori dello status di Erasmus beneficiano dei seguenti diritti:
presso l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara:
- è riconosciuto l’intero periodo di studio svolto all’estero concordato con il Learning
Agreement (v. art. 17)
- il contributo Erasmus è compatibile, in genere, con altre borse di studio o contributi,
come ad es. : borse ADSU, che consente di conservare i benefici già riconosciuti allo
studente ed altresì la partecipazione ad una distribuzione di contributi integrativi (in caso
di requisiti di merito e reddito stabiliti dall’ADSU stessa).
- Corso di lingua gratuito
-
presso l’Università ospitante:
esenzione del pagamento delle tasse di iscrizione (salvo contributi specifici richiesti);
estensione della copertura assicurativa di Ateneo per responsabilità civile e infortuni
durante l’espletamento all’estero delle attività di studio, tirocinio, per ricerca tesi.
Fruizione di eventuali servizi gratuiti per gli studenti (es.: supporto nella ricerca
dell’alloggio, tutoraggio)
N.B. La copertura sanitaria all’estero è un servizio fornito da ogni Paese con modalità differrenti.
Per informazioni consultare il portale ww.salute.gov.it . Il link diretto per l’assistenza sanitaria
all’estero e stranieri in Italia è il seguente.
http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_4.jsp?lingua=italiano&tema=Assistenza,%20ospedale%20
e%20territorio&area=Assistenza%20sanitaria
6) CONTRIBUTO FINANZIARIO
I finanziamenti per studenti Erasmus non sono borse di studio che coprono tutte le spese, ma
sono da considerare come un contributo alle maggiori spese legate al soggiorno all’estero.
Il finanziamento, erogato in tempi diversi, è costituito da:
contributo dell’Unione Europea:
La Commissione Europea ha stabilito che la borsa di mobilità sia modulata in base al Paese di
destinazione, secondo i seguenti gruppi:
Gruppo 1 (costo della vita ALTO): Euro 280,00 (max) Austria, Danimarca, Finlandia, Francia,
Irlanda, Italia,
Lichtenstein, Norvegia, Svezia, Confederazione Svizzera, Regno Unito;
Gruppo 2 (costo della vita MEDIO) : Euro 230,00 (max) Belgio, Croazia, Repubblica Ceca,
Cipro, Germania, Grecia, Islanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Slovenia, Spagna,
Turchia.
Gruppo 3 (costo della vita BASSO) : Euro 230,00 (max) Bulgaria, Estonia, Ungheria,
Lituania, Lettonia, Malta, Polonia, Romania, Slovacchia, ex Repubblica jugoslava di
Macedonia.
Non è possibile al momento quantificare l’ammontare complessivo che l’Agenzia Nazionale
Erasmus + erogherà all’Ateneo e pertanto non è nemmeno possibile stabilire il numero delle
mensilità che saranno finanziate. Nell’anno accademico 2013/2014 è stato possibile erogare un
finanziamento massimo di n. 4 mensilità per ciascuna mobilità con fondi UE.
Per l’a.a. 2014/2015 le autorità nazionali potrebbero imporre agli Atenei l’erogazione di
specifici contributi, e dei relativi criteri per l’assegnazione, a favore di studenti in situazioni
economicamente disagiate.
2) eventuale integrazione dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara e
MIUR: stabilita annualmente sulla base dei finanziamenti disponibili e in bilancio e al
numero totale delle mensilità da finanziare.
3) contributo dell’Azienda per il Diritto allo Studio (ADSU):
erogato dall’Azienda a coloro che risulteranno iscritti alla anagrafe degli studenti e sulla
base di una graduatoria definita sulla base del merito e reddito.
7) STUDENTI DISABILI
Gli studenti disabili, vincitori dello Status di Erasmus, daranno comunicazione del proprio
handicap, al Settore Relazioni Internazionali e Progetti di Interazione con Pubblico e
Privato, Consorzi e Partecipazioni, al momento della accettazione dello Status in questione,
in quanto ordinariamente l'Agenzia Nazionale predispone per essi, se vincitori, un ulteriore
contributo, che viene corrisposto nel corso dell'anno
TITOLO III Criteri e modalità per la partecipazione al bando Erasmus + a.a. 2014/2015
8) MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA CANDIDATURA
a) Scelta della destinazione
Per l’a.a. 2014/2015 ciascuno studente potrà presentare domanda per le mete del
Dipartimento al quale afferisce il proprio corso di studi.
Gli studenti devono, pertanto, prendere visione delle sedi disponibili.
Per ogni meta sono disponibili le seguenti specifiche: area disciplinare dell’accordo, posti
disponibili con relativo numero di mesi, livello di studio previsto durante il soggiorno all’estero
(1st= 1° livello/triennale, 2nd= 2° livello/magistrale/ciclo unico , 3rd= Dottorandi; v. art. 1) del
presente bando). E’ necessario che la scelta della destinazione avvenga tenendo in considerazione il
proprio livello di studi nell’anno accademico 2014/2015.
E’ stato, altresì, indicato un link alla pagina web dell’Ateneo partner.
Gli studenti sono tenuti a prendere visione delle pagine web degli Atenei Partner al fine di
poter considerare tutti i dettagli e tutti i requisiti richiesti dagli stessi (scadenze per l’inoltro
delle application, requisiti linguistici, ecc.).
E’ possibile candidarsi per una o al massimo due destinazioni, pena l’esclusione dalla selezione.
La mobilità degli studenti è stata concordata sulla base di Accordi bilaterali stipulati tra Atenei e ,
pertanto, non è possibile prevedere di poter modificare la mobilità prevista dagli stessi accordi (se
ad esempio, un accordo prevede mobilità di studenti 1st level, non è possibile chiedere di poter
partire se si è studente di 2nd level)
Nella scelta della destinazione è inoltre importante consultare il sito web della Università partner al
fine di poter verificare quanto segue:
1.
2.
3.
4.
le scadenze legate alla procedura di iscrizione ( application procedure) della sede partner..
I requisiti linguistici posti dalla sede partner. Nonostante il nostro Ateneo richieda a tutti gli studenti interessati
di dimostrare la conoscenza linguistica, bisogna tener conto del fatto che sempre più sedi richiedono una
competenza linguistica di alto livello, il più delle volte attestata da certificazioni internazionali
L’eventuale incompatibilità tra il piano di studio e l’offerta didattica della sede partner. Occorre informarsi,
prima di fare domanda, sulle possibilità di studio presso le sedi estere, per non rischiare che la sede partner non
accetti la proposta di programma di studio. Per ulteriori dettagli, è consigliabile contattare anche il tutor
Erasmus+ di Dipartimento .
Le modalità di ingresso e soggiorno nel paese estero (in caso di Paese non UE)
la decisione finale circa l’ammissione spetta, in ogni caso, alle Università ospitanti.
b) presentazione della candidatura
Sarà possibile presentare candidatura, a partire dal giorno 27 febbraio 2014, esclusivamente in
forma telematica collegandosi sul portale di Ateneo al seguente percorso:
www.unich.it - studiare all’estero – Programma Erasmus + a.a. 2014/2015.
http://unich.llpmanager.it/studenti/
Il termine ultimo per la compilazione delle domande online è fissato per le ore 23.59 del 21
marzo 2014.
N.B. la scadenza è perentoria in quanto il sistema di iscrizione online viene chiuso alla data e
all’ora sopra indicate. Si suggerisce, pertanto, di evitare gli ultimi giorni utili, per evitare
l’eventuale affollamento delle comunicazioni all’ufficio amministrativo, il quale quale sarà
nell’impossibilità di poterle gestire tutte entro il termine.
Dovranno essere allegati i documenti richiesti nella candidatura online
Le domande incomplete e/o compilate in modo incongruo non verranno prese in
considerazione
Al momento della presentazione della candidatura di partecipazione al programma, il
candidato accetta incondizionatamente tutte le clausole del presente bando
9) CONOSCENZA LINGUISTICA
E’ indispensabile una buona conoscenza della lingua del Paese di destinazione o di una lingua che
sia accettata come “lingua veicolare” (indicata dalla Università ospitante)
Tale conoscenza linguistica dovrà essere dimostrata attraverso una delle seguenti attestazioni:
- certificato rilasciato da una scuola riconosciuta a livello nazionale e/o internazionale
- superamento di un esame di lingua o di un esame di idoneità della lingua del Paese ospitante
(o in una possibile lingua veicolare), sostenuto presso l’Università di appartenenza
Costituiscono titolo preferenziale le seguenti certificazioni:
Lingua inglese:
TOEFL (Test of English as a Foreign Language)
ESOL (English for Speakers of Other Languages – University of Cambridge)
ESOL ( English for Speakers of Other Languages – Pitman)
IELTS (International English Language Testing System – University of Cambridge)
ISE (Integrated Skills in English – Trinity College London)
LCCIEB (London Chamber of commerce & Industry Examinations Board)
Lingua Francese;
DELF (Diplôme d’études en langue franÇaise)
DALF (Diplôme approfondi de langue française - Alliance Française)
Lingua tedesca:
ZD (Zertificat Deutsch – Goethe Institut/OSD)
ZDfB (Zertificat Deutsch für den Beruf – Goethe Institut/OSD)
ZMP (Zentrale Mittelstufenprüfung – Coethe Institut /=SD)
ZOP (Zentrale Oberstufenprüfung – Goethe Institut/OSD)
Lingua Spagnola:
DELE (Diplomas de Español come Lenga Extrajera)
I candidati che non siano in possesso di formale documentazione attestante la conoscenza del Paese
di destinazione– tranne gli iscritti ai corsi di laurea Lingue - dovranno sostenere un breve colloquio
per accertare il grado di conoscenza della lingua del Paese di destinazione, il giorno, 24 marzo
2014, alle ore 10.00 presso il Centro Linguistico d’Ateneo, sito presso la sede di Pescara
dell’Ateneo, in Viale Pindaro n. 42 . E’ necessario, al momento della verifica, esibire un documento
di identità in corso di validità.
Eventuali variazioni sull’orario di convocazione delle verifiche linguistiche verranno comunicati sul
sito web dei rapporti internazionali http://www.unich.it/uri/index.
E' necessario sostenere la prova nella lingua di ognuno dei Paesi di destinazione prescelti.
La prova consisterà in un colloquio per verificare il livello di conoscenza della lingua
Gli studenti in partenza per un Paese la cui lingua sia compresa tra quelle meno diffuse (Romania,
Ungheria, Estonia ecc.) sono autorizzati ad effettuare il colloquio in lingua inglese, o in altra lingua
ammessa dall'Università ospitante se ufficialmente comunicata.
Il mancato sostenimento della prova di conoscenza linguistica comporterà l'esclusione dal
concorso, qualunque sia il motivo di assenza.
Non è prevista una seconda seduta di verifica linguistica.
10) PROCEDURE DI SELEZIONE E PUBBLICAZIONE GRADUATORIE
Le selezioni per l'assegnazione dello status di Erasmus verranno effettuata secondo i seguenti
criteri di valutazione di massima:
I criteri di massima, in ogni caso, sono identificati tra i seguenti:
- merito accademico: numero di crediti previsti ed acquisiti nell’anno in corso;
- media dei voti degli esami superati
- Competenza linguistica rispetto alla sede di studio o della lingua cosiddetta “veicolare”
- motivazione
Gli studenti che risulteranno vincitori per una destinazione saranno automaticamente esclusi dalle
altre graduatorie.
Le graduatorie verranno pubblicate sulla pagina web www.unich.it - nel link “Studiare all’estero” –
Erasmus + 2014/2015
Lo studente è tenuto a consultare la graduatoria sul sito internet , in quanto l'esito della
domanda non verrà comunicato personalmente.
Non sarà possibile effettuare lo scambio della sede ottenuta con un altro studente: il posto
vinto in graduatoria è vincolante per la partenza.
Per motivi particolari, la commissione che esaminerà le candidature nell’ambito di ogni singolo
Dipartimento, potrà assegnare una sede diversa da quelle indicate dallo studente.
11) TERMINI DI RICORSO
A partire dal giorno successivo della pubblicazione delle graduatorie dei vincitori, e per i 3 giorni
successivi, sarà possibile presentare eventuali ricorsi – debitamente motivati -, rivolti ai Delegati di
Dipartimento. Decorso tale termine le graduatorie saranno definitive . I predetti eventuali ricorsi
devono necessariamente pervenire entro e non oltre il suindicato termine, con le sole seguenti
modalità di consegna:
- per email
- invio per fax .
12) ACCETTAZIONE DELLO STATUS
I vincitori dovranno effettuare l'accettazione dello status, nel periodo e modalità che verranno
comunicati sul sito dell’Ateneo www.unich.it (studiare all’estero- ERASMUS + )
La mancata accettazione entro i termini e modalità che verranno successivamente comunicati,
senza un'adeguata motivazione, comporterà l'esclusione dalla graduatoria e la perdita del diritto ad
usufruire dello status di Erasmus.
Si raccomanda di porre attenzione alle notizie predette, consultando la pagina web del Settore
Relazioni Internazionali e Progetti di Interazione con Pubblico e Privato, Consorzi e Partecipazioni
in quanto si ribadisce che NON verranno effettuate comunicazioni personali né telefoniche
Nel caso in cui sarà impossibile effettuare l’accettazione - entro il termine comunicato sul sito
dell’Ateneo - per gravi motivi di salute o di famiglia, entrambi debitamente e formalmente
documentati, lo studente è tenuto a darne comunicazione formale nei modi seguenti:
- tramite fax (0871 3556128)
- tramite consegna Settore Relazioni Internazionali e Progetti di Interazione con Pubblico e Privato,
Consorzi e Partecipazioni da parte di un proprio delegato.
Lo studente verrà ammesso con riserva e con l'impegno a regolarizzare la sua posizione entro un
termine che verrà indicato, nel caso in cui la motivazione sia ritenuta valida.
N.B. Dal momento in cui viene inoltrata l’ accettazione dello status di Erasmus, lo studente
vincitore è tenuto ad avviare le procedure di iscrizione (application form) presso l’Università
ospitante
N.B. alcune Università ospitanti richiedono una certificazione di conoscenza della lingua (pena
la mancata accettazione); è necessario, pertanto, verificare attentamente il sito web
dell’università ospitante dove tali indicazioni sono specificate.
E’ bene quindi che lo studente, nel momento della candidatura, scelga la destinazione di
preferenza tenendo in considerazione anche i requisiti richiesti dalle Università partner e valuti
di esserne in possesso o di poterli acquisire al momento della presentazione della application
form (registrazione presso l’Università – art. 14).
Nel caso in cui, dopo la presentazione dell’accettazione, lo studente vincitore rinunciasse alla borsa
per documentati motivi, dovrà al più presto presentarsi all’ufficio rapporti internazionali con
formale comunicazione – necessariamente documentata – e apposito documento di riconoscimento.
L’ufficio provvederà alla convocazione degli idonei nell’ordine della graduatoria.
TITOLO IV organizzazione della mobilità a.a. 2014/2015
13) STIPULA DEL CONTRATTO
Il contratto con questo Ateneo per la regolamentazione delle condizioni di fruibilità del contributo
Erasmus verrà inviato per la stipula dal Settore Relazioni Internazionali e Progetti di Interazione
con Pubblico e Privato, Consorzi e Partecipazioni ai vincitori tramite posta raccomandata e dovrà
dagli stessi essere restituito, opportunamente sottoscritto, entro il termine che verrà indicato nella
lettera di trasmissione. Non potrà essere effettuata la mobilità Erasmus senza la stipula del contratto
e godere dei benefici dello status di Erasmus.
Lo studente vincitore è tenuto ad avviare le procedure di iscrizione presso l’Università ospitante (v.
14 del bando) anche se non è entrato ancora materialmente in possesso del contratto.
14) ADEMPIMENTI DELLO STUDENTE ERASMUS
a) Lo studente è tenuto ad effettuare la propria iscrizione all’Università ospitante, consultando il sito
web dello stesso Ateneo; comunicare, entro la fine del mese di giugno 2014, al Settore Relazioni
Internazionali dell’UdA (anche via e mail all'indirizzo: [email protected]) il semestre in cui intende
effettuare il soggiorno. Sulla base di tale dichiarazione l'Ufficio provvederà alla predisposizione di
decreto per il finanziamento in favore degli studenti in partenza nel primo semestre.
In mancanza della sopra indicata dichiarazione gli studenti, ancorché in partenza nel primo
semestre, non potranno essere inseriti nel decreto per il finanziamento, il che potrebbe provocare un
ritardo nell'erogazione della contribuzione.
b) Il vincitore, qualora intenda concorrere per l’eventuale integrazione regionale della borsa
Erasmus, dovrà provvedere autonomamente all'iscrizione all'anagrafe studenti (per l'a.a.2014/2015)
presso l'Azienda per il Diritto allo Studio Universitario (ADSU), entro i termini stabiliti dall'ADSU
stessa. In caso di mancata iscrizione lo studente non potrà concorrere all'assegnazione del
contributo integrativo regionale.
c) In caso di documentata impossibilità ad effettuare il soggiorno presso l'Università ospitante, lo
studente dovrà comunicare entro e non oltre un mese dalla data della firma del contratto la rinuncia
a partecipare al programma.
Tale comunicazione dovrà essere indirizzata al Settore Rapporti Internazionali e per conoscenza al
Delegato Erasmus di Dipartimento.
d) Il vincitore dovrà effettuare per intero il soggiorno all'estero, o, in caso di finanziamenti
comuntari, almeno fino al numero massimo di mesi finanziati dall’UE (punto 6 del presente
bando).
e) Il completamento della attività didattica prevista dal Learning Agreement (v. punto 17 del
bando), realizzato anticipatamente rispetto al periodo concordato nel contratto sottoscritto dallo
studente con l’Ateneo, può costituire giustificato motivo per la restituzione parziale della eventuale
contributo comunitario, solo dietro presentazione di apposito documento rilasciato dalla Università
di accoglienza.
f) non costituisce giustificato motivo, la mancata assistenza nel reperimento di alloggio da parte
della Università ospitante e, soprattutto, nel caso in cui lo studente non abbia rispettato i termini
previsti dalla Università ospitante per la richiesta di assistenza.
Nel caso in cui, però, il soggiorno dovesse essere inferiore ai 3 mesi (n. 90 giorni) – anche per le
cause di forza maggiore (salute o altro) – verrà richiesta la restituzione totale dell’eventuale
contributo comunitario e revocato lo Status di Erasmus e di tutti i diritti acquisiti, in quanto tale
Status si acquisisce con almeno 3 mesi (n. 90 giorni) di soggiorno all'estero.
15) CONFERIMENTO DELLO STATUS DI STUDENTE ERASMUS
Lo Status di Erasmus si acquisisce al momento della firma del contratto e, pertanto, il vincitore, in
quanto assegnatario del contributo di mobilità, è tenuto dal predetto momento ad informarsi
personalmente su ogni aspetto relativo al programma di studio all'estero, sulla base di quanto
previsto nel Bando.
16) ORGANIZZAZIONE DEL SOGGIORNO
Subito dopo l’accettazione dello status di Erasmus (punto 7) del presente bando) lo studente è
tenuto a consultare la pagina web dell’Ateneo ospitante al fine di provvedere, entro i termini
stabiliti da quell’Ateneo, all’inoltro della Application form (modulo di iscrizione) e per avere
informazioni sull’assistenza al reperimento dell’alloggio.
I link delle pagine web con le Università partner sono riportati nel bando e, qualora le informazioni
contenute nei link non dovessero essere sufficienti, potranno essere inviate richieste alle Contact
persons. Le email e i numeri di telefono sono riportati nel bando.
E’ necessario che lo studente sia tempestivo nella consultazione del sito dell’Ateneo di
accoglienza in quanto, per molte Università, il non rispetto delle scadenze di inoltro della
application form, comporta l’esclusione dalla partecipazione al soggiorno Erasmus
17) LEARNING AGREEMENT
Il Learning agreement assume un ruolo di primaria importanza nella procedura del riconoscimento
Erasmus. Ne consegue che la mobilità Erasmus intrapresa in modo appropriato sarà preceduta dal
Learning Agreement (v. successivo punto c) previamente sottoscritto dalla tre parti coinvolte: lo
studente, l’Università inviante e l’Università ospitante.
Il Learning Agreement è il documento con il quale lo studente si impegna a svolgere l’attività
didattica in esso indicata. L’Università inviante, tramite la sottoscrizione del L.A., si impegna ad
approvarla e ad effettuarne il pieno riconoscimento una volta che lo studente, al termine del
soggiorno Erasmus, dimostra di averla realizzata. Al termine del soggiorno Erasmus, infatti,
l’Università ospitante rilascerà una certificazione (tran script of records) di tutta l’attività didattica
realizzata dallo studente e che dovrà corrispondere a quella indicata sul L.A.
I referenti degli accordi provvederanno a dare informazioni sulla parte didattica del Programma.
Il vincitore è peraltro tenuto a consultare la pagina web delle relazioni internazionali
dell'Università ospitante, sia per l'acquisizione dei programmi sia per eventuale documentazione da
inviare per l'iscrizione e per l'alloggio (application form e accommodation form), FACENDO
ATTENZIONE ALLE RELATIVE SCADENZE . Gli indirizzi delle predette pagine web sono
pubblicati nella seconda parte del presente bando, nell'elenco delle destinazioni
disponibili. L'Università ospitante potrà attivarsi o essere di supporto agli studenti in entrata per la
ricerca dell'alloggio.
c) Prima della partenza lo studente, dopo un’attenta consultazione delle informazioni disponibili
sull’offerta formativa dell’Università ospitante (tramite il sito internet) e tramite contatti con
l'Università partner,d’intesa con il docente Responsabile dello scambio, predisporrà un learning
agreement (contratto di apprendimento/piano di studi) nel quale verrà chiaramente indicata
l’attività didattica che intende sostenere all'estero, ed i relativi corsi per i quali è richiesta la
frequenza. Sull'agreement verranno altresì indicate le corrispondenze dei crediti ECTS che verranno
assegnati per ogni esame sostenuto . Si precisa ulteriormente (v. 12 del presente bando) che alcune
Università ospitanti richiedono una certificazione di conoscenza della lingua (pena la mancata
accettazione)
Il learning agreement, sottoscritto dal Delegato Erasmus di Dipartimento, verrà quindi inviato dallo
stesso Delegato al Consiglio di Dipartimento, che, se approvato, garantirà il pieno riconoscimento
degli esami/tirocini ecc. sostenuti all'estero. L’attività indicata nel Learning Agreement deve essere
compatibile con il titolo di studio che lo studente dovrà conseguire e che conseguentemente il
periodo di studio Erasmus sarà riconosciuto a suo positivo compimento.
Il Learning agreement rappresenta lo strumento fondamentale nella procedura di riconoscimento
delle attività formativa sostenute durante il periodo di mobilità . Verrà ratificata dai Consigli di
Facoltà unicamente l’attività didattica indicata nel Learning agreement (approvata
preventivamente).L’Ateneo non garantisce il riconoscimento della attività didattica non
inserita nel Learning agreement
L’attività concordata nel Learning Agreement – debitamente sottoscritto dallo studente e dalla
Università “G. d’Annunzio” e dalla Università di accoglienza, deve essere svolta per intero.
Qualunque modifica al Piano di Studi/learning Agreement necessaria dopo l’arrivo dello studente
presso l’istituto ospitante deve essere effettuata e formalizzata entro un mese dall’arrivo dello
studente. Ogni ulteriore e necessario cambiamento al Piano di studi /Learning Agreement dovrà
essere formalmente concordato dalle tre parti tramite un apposito modulo denominato “changes al
Learning agreement – che verrà consegnato allo studente al momento del conferimento dello status
di Erasmus – e dovrà essere portato a compimento.
A seguito del positivo compimento del periodo di mobilità, l’istituto ospitante fornirà allo studente
una nota con i risultati conseguiti (Transcript of Records) conforme al Piano di studi/Learning
Agreement.
Accreditamenti o riconoscimenti delle attività intraprese dallo studente presso l’Istituto ospitante,
possono essere rifiutate solo se lo studente non riesce a raggiungere il livello accademico o
professionale richiesto dall’istituto ospitante oppure non riesce a soddisfare le condizioni
concordate e le condizioni richieste dalle Istituzioni partecipanti per il riconoscimento.
Attenzione: gli studenti che non svolgeranno all'estero alcuna attività didattico-formativa
riconosciuta dal proprio Consiglio di corso di studio dovranno restituire l'intero ammontare
dei finanziamenti ricevuti e decadranno dallo status di Erasmus
E’ importante sottolineare che il Learning agreement dovrà essere consegnato al Settore Rapporti
Internazionali , debitamente sottoscritto da tutte le parti, in originale prima della partenza, per
evitare ritardi nei procedimenti di riconoscimento delle attività diattiche
18) PREPARAZIONE LINGUISTICA PRIMA DELLA PARTENZA
Al fine di integrare e perfezionare l'auspicabile lavoro di preparazione linguistica al quale
ogni studente Erasmus dovrà provvedere autonomamente, corsi intensivi di lingue straniere
della durata di 40 ore, completamente gratuiti per gli studenti vincitori, verranno effettuati presso il
Centro Linguistico di Ateneo, sito presso la sede di Pescara dell’Ateneo.
La frequenza dei corsi è obbligatoria per gli studenti vincitori, tranne che nei casi di comprovata
impossibilità (Le cause di esonero dai corsi di lingua potranno essere malattia , gravi motivi
familiari, lavoro e tutte comunque documentate.)
Per il rilascio di idoneità linguistica, le assenze non dovranno superare il 20 % delle ore previste.
Sono dispensati dalla partecipazione al corso di lingua gli studenti iscritti ai corsi di Laurea di
lingue straniere, per i quali la frequenza è facoltativa.
Eventuali comunicazioni rivolte a coloro che non dovessero frequentare i corsi di lingua
obbligatori, senza giustificato e documentato motivo personale, verranno pubblicate
successivamente sulla pagina web delle relazioni internazionali
19) PROLUNGAMENTO DELLA MOBILITA’
Nel caso in cui uno studente abbia una reale necessità accademica di prolungare il proprio
soggiorno Erasmus, l’Istituto ospitante dovrà comunicare Settore rapporti Internazionali – anche via
fax – il periodo entro il quale lo studente dovrà concludere l’attività accademica intrapresa . La
comunicazione dovrà essere valutata dal Consiglio di Dipartimento/corso di studio per l’eventuale
accettazione del prolungamento. L’Istituto di appartenenza e quello ospitante possono accordare tale
prolungamento a condizione che:
a) sia stipulato un Emendamento all’accordo tra lo studente e l’Istituto di appartenenza
b) non ci siano interruzioni tra il periodo di studio iniziale e quello per il quale lo studente
chiede il prolungamento (le vacanze e i giorni di chiusura dell’istituto non sono da
considerarsi interruzioni del periodo di studio), eventuali interruzioni devono essere
motivate sia dall’istituto ospitante che dall’Istituto di appartenenza
c) l’intero periodo di studio, incluso il prolungamento, non vada oltre il 30 settembre 2015
d) Le richieste di prolungamento devono avvenire per iscritto ed avere il nulla osta dell’Istituto
ospitante.
L’Istituto di appartenenza potrà finanziare i prolungamenti solo ed unicamente in caso di eventuali
fondi disponibili. Nel caso contrario lo studente, pur conservando lo status di Erasmus,non riceverà
ulteriori finanziamenti.
Non saranno presi in considerazioni attestazioni di prolungamenti presentati al Settore Relazioni
Internazionali e Progetti di Interazione con Pubblico e Privato, Consorzi e Partecipazioni
successivamente alla conclusione del soggiorno Erasmus, in quanto i predetti prolungamenti
devono avere l’approvazione preventiva da parte del Consiglio di Dipartimento/corso di studi.
La richiesta di prolungamento dovrà essere inoltrata al predetto Settore Relazioni Internazionali e
Progetti di Interazione con Pubblico e Privato, Consorzi e Partecipazioni
TITOLO V Destinazioni, Delegati, disposizioni e informazioni finali
20) DELGATI DI DIPARTIMENTO
1) Architettura : Prof.ri Lorenzo Pignatti, Massimo Di Nicolantonio 2) Economia: Proff.ri Francesco D’Esposito, Luca Zarrilli 3) Economia Aziendale: Prof. Nicola De Marco 4) Farmacia: Prof.ri Nazzareno Re, Luigi Menghini 5) Ingegneria e Geologia: Prof.ri Gianfranco De Matteis, Goro Komatsu 6) Lettere, Arti e Scienze Sociali: Prof.ri Antonio Maturo, Maria Grazia Del Fuoco 7) Lingue Letterature e Culture Moderne: Prof. ri Demeter Ikonomu, Elisabetta Adami 8) Medicina e Scienze dell’invecchiamento: Prof. Paolo Amerio (CdS Medicina e Chirurgia, Ostetricia, Infermieristica Scienze Infermieristiche ed Ostetriche; Prof.ssa Ines Bucci (CdS Scienze delle Attività Motorie e Sportive) 9) Neuroscienze ed Imaging (Prof. Romani): Prof. Camillo Di Giulio 10) Scienze Economico­Quantitative e Filosofico­Educative: Prof.ssa Barbara Iannone (Economia e Medoti Quantitativi); Prof. Virgilio Cesarone (Filosofia e Pedagogia) 11) Scienze Giuridiche e Sociali: Prof. Fabrizio Fornari (area sociologica), Prof. Alessandro Serpe (area Giuridica) 12) Scienze Mediche Orali e Biotecnologie 13) Dipartimento di Scienze Psicologiche, Umanistiche e del Territorio: Prof. Alfredo Grilli, Prof. Antonio Sorella 14) Scienze Sperimentali e Cliniche 21) Disposizioni finali
Tutte le attvità ed i relativi finanziamenti previsti dal presente bando sono subordinati
all’effettiva sottoscrizione, da parte dell’Ateneo, dell’accordo finanziario ERASMUS+ a.a.
2014/2015 con l’Agenzia Nazionale Erasmus+/Indire e, pertanto, la pubblicazione del presente
bando è da intendersi sub condicione
21) Trattamento dei dati personali-l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara,
garantisce che il trattamento dei dati personali si svolga nel rispetto dei diritti e delle libertà
fondamentali, nonché della dignità dei candidati, con particolare riferimento alla riservatezza,
all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati stessi. Al riguardo, secondo quanto previso
dall’art. 13 del D. Lgs 30 giugno 2003, n. 196, tutti i dati personali forniti dai candidati saranno
trattati, nel rispetto delle modalità di cui all’art. 11 del D. Lgs. 30 giugno 2003, 196, per le finalità
connesse e strumentali al presente bando.
Titolare del trattamento dei dati è L’Università degli Studi “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara, nella
persona del Magnifico Rettore, quale legale rappresentante dell’Ente.
22) Responsabile del procedimento
Il responsabile amministrativo, secondo quanto stabilito dell’art. 4 della L. 7 agosto 1990 n. 241 e
dell’art. 29 del D.l.gs 30 giugno 2003 n. 196 è Gabriella Di Peppe, Capo del Settore Relazioni
Internazionali e Progetti di Interazione con Pubblico e Privato, Consorzi e Partecipazioni
(tel. 0871 3556052/54, email [email protected])
Chieti, 27 febbraio 2014
IL RETTORE
Prof. Carmine Di Ilio
Author
Документ
Category
Без категории
Views
0
File Size
106 Кб
Tags
1/--pages
Пожаловаться на содержимое документа