close

Enter

Log in using OpenID

ALB_DIF bando

embedDownload
PROVINCIA DI GORIZIA
COMUNE DI GRADO
Prot.n. 554/2014
Grado, 19/11/2013
Procedura aperta
per l’affidamento dei lavori di “Ristrutturazione dell'edificio denominato ex
caserma della guardia di finanza ubicata in località Isola di Porto Buso”
Bando di gara
Codice C.U.P. n. I17H08000910002 – Codice CIG. n. 54447741A5
1. STAZIONE APPALTANTE: Comune di Grado - Piazza Biagio Marin n.4 – 34073 Grado(GO)
(tel n.0431/898111 - fax. 0431/85212 posta elettronica certificata [email protected] sito
internet www.comunegrado.it)
2. PROCEDURA DI GARA: procedura aperta ai sensi dell’art. 55 del D.Lgs n°163/2006 e s.m.i.;
3. LUOGO, DESCRIZIONE, IMPORTO COMPLESSIVO DEI LAVORI, ONERI PER LA
SICUREZZA E MODALITA’ DI PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI:
3.1. Comune di Grado (GO)
3.2. Descrizione: Il progetto denominato “Ristrutturazione dell'edificio denominato ex caserma
della guardia di finanza ubicata in località Isola di Porto Buso”, prevede sommariamente il lavori di
ristrutturazione dell’immobile mediante il consolidamento strutturale, la ridistribuzione degli spazi
interni e la realizzazione di nuovi impianti al fine di convertire l’immobile, ora dismesso, in edificio
polifunzionale, con sala reception e didattica, sala convegni e conferenze, coffe break e sala ristoro,
inclusi l’adeguamento dei percorsi di camminamento e la sistemazione dell’area esterna di
pertinenza.
3.3 Importo complessivo dell’appalto € 1.354.530,95 così ripartito:
Opere edili, strutturali e finiture
Impianti meccanici (idrico, termico, VMC, sanitario, etc.)
Impianti elettrici e speciali (fonti rinnovabili)
Costi della sicurezza - non soggetti a ribasso d'asta-
Euro 848.749,93
Euro 200.560,85
Euro 262.000,00
Euro 43.220,17
- modalità di determinazione del corrispettivo: “a corpo e a misura”, ai sensi dell’art.3 del C.S.A.,
secondo quanto previsto dall’articolo 16, comma 7 della L.R. 14/2002 e s.m.i;
3.4 Categoria Prevalente OG2 “RESTAURO E MANUTENZIONE DEI BENI IMMOBILI
SOTTOPOSTI A TUTELA AI SENSI DELLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI BENI
CULTURALI E AMBIENTALI” – classifica III
Altre categorie: OG9 “IMPIANTI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA”
OG11 “IMPIANTI TECNOLOGICI”
3.5 Lavorazioni di cui si compone l’intervento:
Ristrutturazione dell’immobile mediante il consolidamento strutturale, la ridistribuzione degli spazi
interni. Gli impianti saranno alimentati esclusivamente da fonti energetiche rinnovabili. Sono
1
previsti pompa di calore ad alto rendimento alimentata da impianto geotermico a sonde verticali per
il riscaldamento ed il rinfrescamento, impianto di ventilazione meccanica controllata canalizzato per
i ricambi d’aria e per la regolazione dell’umidità ambientale interna, approvvigionamento idrico
tramite terebrazione nuovo pozzo artesiano, impianto ad isola di produzione energia elettrica da
fonti rinnovabili: fotovoltaico e torre minieolica. Il sistema di smaltimento delle acque reflue
privilegia l’assorbimento naturale dei reflui depurati da parte del sistema vegetale, con lo scarico a
mare delle sole acque meteoriche.
TABELLA A
Lavorazione
RESTAURO E MANUTENZIONE DEI BENI
IMMOBILI SOTTOPOSTI A TUTELA AI
SENSI DELLE DISPOSIZIONI IN MATERIA
DI BENI CULTURALI E AMBIENTALI
IMPIANTI PER LA PRODUZIONE DI
ENERGIA ELETTRICA
IMPIANTI TECNOLOGICI
Categoria
OG 2
Importo in €
848.749,93
OG 9
98.982,30
OG 11
363.578,55
4. CRITERI DI AGGIUDICAZIONE
L’aggiudicazione avverrà con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi
dell’art. 83 del D.Lgs n.12.04.2006, n. 163 e s.m.i, da valutarsi da apposita Commissione sulla base
dei parametri di seguito riportati.
L’offerta economicamente più vantaggiosa risulterà determinata dagli elementi secondo i rispettivi
pesi ponderali indicati nella seguente Tabella B:
TABELLA B
Elementi di valutazione
1
2
3
Simbolo
Valore tecnico ed estetico delle proposte
migliorative e delle integrazioni
Prezzo relativo alle opere
Riduzione dei tempi di esecuzione
Valtec
Peso
Ponderale
max
60
Note
Busta B
R
T
30
10
Busta C
Busta C
La riduzione dei tempi di esecuzione dovrà altresì essere analiticamente riscontrabile su un
“Cronoprogramma delle attività” in forma di diagramma di Gantt, che dovrà essere allegato,
pena l’esclusione, da rappresentare su un foglio di formato massimo A2. Nel cronoprogramma,
pena l’esclusione, dovranno essere indicati per le varie fasi lavorative i mezzi e le attrezzature
utilizzate nonchè il personale impiegato.
Il termine di esecuzione lavori non potrà essere inferione a giorni 400 (quattrocento), naturali e
consecutivi.
5. TEMPI E MODI DI ESECUZIONE
Il termine per l’esecuzione dei lavori, ai sensi dell’art.13 del C.S.A., risulta essere pari a giorni 490
(quattrocentonovanta) naturali successivi a decorrenti dalla data di consegna lavori a fronte di una
penale giornaliera ai sensi dell’art.15 dello stesso C.S.A..
6. DOCUMENTAZIONE
2
Il presente Bando contiene le norme relative alla modalità di partecipazione alla gara, alle modalità
di compilazione e presentazione dell’offerta, ai documenti da presentare a corredo della stessa ed
alle procedure di aggiudicazione dell’appalto.
Gli elaborati componenti il Progetto Esecutivo sono visibili presso il Comune di Grado – Area
Tecnica – Servizio Lavori Pubblici nei giorni da lunedì a venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00.
La presa visione del progetto dovrà essere effettuata da un legale rappresentante o direttore tecnico
o tecnico di delega notarile.
Sarà possibile effettuare la visione del progetto esecutivo e dei luoghi inderogabilmente fino a
10 giorni antecedenti il termine di presentazione delle offerte.
7. TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITÀ DI PRESENTAZIONE
Il plico contenente la documentazione amministrativa, l’offerta tecnica ed economica, deve
pervenire, a pena di esclusione, entro le ore 12:00 del giorno 25/02/2014 all’indirizzo: Comune di
Grado – Ufficio Protocollo, Piazza Biagio Marin n.4 – 34073 Grado(GO).
E’ altresì facoltà dei concorrenti la consegna a mano dei plichi entro il termine sopra citato al
medesimo indirizzo nei giorni dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle ore 12.
Il plico deve essere, a pena di esclusione, idoneamente sigillato e controfirmato dal legale
rappresentante sui lembi di chiusura. Deve altresì recare all’esterno: l’intestazione e l’indirizzo del
mittente, l’oggetto della gara “Ristrutturazione dell'edificio denominato ex caserma della
guardia di finanza ubicata in località Isola di Porto Buso” e indirizzato al Comune di Grado,
piazza Biagio Marin n.4 – 34073 Grado (GO).
Il recapito tempestivo dei plichi rimane ad esclusivo rischio dei mittenti.
Il plico deve contenere al suo interno tre buste, a loro volta sigillate e controfirmate sui lembi di
chiusura, recanti l’intestazione del mittente, le indicazioni relative all’oggetto della gara e la
dicitura, rispettivamente
“BUSTA A – Documentazione amministrativa” ,
“BUSTA B – Offerta tecnica”
“BUSTA C – Offerta economica e tempo”.
Resta inteso che il recapito del piego rimane ad esclusivo rischio del mittente ove per qualsiasi
motivo lo stesso non giunga a destinazione in tempo utile; trascorso il termine fissato non viene
riconosciuta alcuna offerta anche se sostitutiva od aggiuntiva di offerta precedente; non sono
ammesse le offerte condizionate e quelle espresse in modo indeterminato o con riferimento ad
offerta relativa ad altro appalto.
BUSTA “A” – DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA
Nella busta “A Documentazione” devono essere contenuti, a PENA DI ESCLUSIONE, i
seguenti documenti:
1. Domanda di partecipazione alla gara, sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente; nel
caso di concorrente costituito da associazione temporanea o consorzio non ancora costituiti, la
domanda deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che costituiranno la predetta associazione o
consorzio; alla domanda, in alternativa all’autenticazione della sottoscrizione, deve essere
allegata, pena esclusione, copia fotostatica di un documento di identità del/dei sottoscrittore/i; la
domanda può essere sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante ed in tal caso
va trasmessa la relativa procura
2. Dichiarazione con firma leggibile del titolare dell’Impresa, con sottoscrizione autenticata ai
sensi e per gli effetti del DPR 445/2000, ovvero con sottoscrizione non autenticata, ma con
allegata copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore e
successivamente verificabile, in cui si attesta di possedere di possedere l’attestazione SOA in
corso di validità per le categorie e classifiche richieste. Qualora si tratti di concorrente con sede
3
in altro stato dell’Unione Europea la documentazione prevista dalla normativa vigente nel paese
di appartenenza che attesti il possesso dei requisiti relativi alla tipologia del lavoro o
dichiarazione sostitutiva;
3. La dichiarazione (ALLEGATO n.1) di non trovarsi nelle condizioni previste dall’art. 38,
comma 1, lettere b), c) e m-ter) del D.Lgs. n.163/2006 e s.m.i. sottoscritta dai Direttori Tecnici e
dal titolare (se impresa individuale), dai Direttori Tecnici e dai soci (se società in nome
collettivo), dai Direttori Tecnici e dai soci accomandatari (se società in accomandita semplice),
dai Direttori Tecnici e dagli amministratori muniti di potere di rappresentanza (se altre società o
consorzio) o dal dichiarante per conto degli stessi ai sensi dell’art.47 del D.P.R.28/12/2000,
n.445;
4. Dichiarazione (ALLEGATO 2) sostitutiva ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 con la
quale il concorrente assumendosene la piena responsabilità:
4.1 dichiara di non trovarsi nelle condizioni previste dall’art. 38, comma 1, lettere a), d), e), f),
g), h), i), m), m-bis) e m-quater) del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. (indicare specificatamente le
condizioni);
4.2 dichiara di non essersi avvalso del piano individuale di emersione ai sensi della L. 383/2001
ovvero di essersi avvalso del piano stesso ma che il periodo di emersione si è concluso;
4.3 dichiara che non è stata emessa a proprio carico una sanzione amministrativa di natura
interdittiva ai sensi degli artt. 13, 14, 16, 45 del D.lgs 231/2001;
4.4 dichiara che nei propri confronti, negli ultimi cinque anni, non sono stati estesi gli effetti
delle misure di prevenzione della sorveglianza irrogate nei confronti di un proprio
convivente (art. 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423), tale dichiarazione deve essere
resa anche dai soggetti contemplati al punto 3;
4.5 dichiara che nei propri confronti non sono state emesse sentenze, ancorché non definitive,
relative a reati che precludono la partecipazione alle gare di appalto di lavori pubblici; tale
dichiarazione deve essere resa anche dai soggetti contemplati al punto 3;
4.6 di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili secondo le
disposizioni di cui alla Legge 12 marzo 1999 n. 68 e che tale situazione di ottemperanza alla
legge può essere certificata da _______________ (indicare Ufficio competente).
4.7 indica i nominativi e le date di nascita dei titolari, soci, direttori tecnici, amministratori
muniti di poteri di rappresentanza e soci accomandatari;
4.8 elenca le imprese (denominazione, ragione sociale e sede) rispetto alle quali si trova, ai sensi
dell’art. 2359 c.c., in situazione di controllo diretto o come controllante o come controllato;
4.9 di accettare, senza riserva o condizione alcuna, tutte le norme e disposizioni contenute nel
bando di gara, nel disciplinare di gara, nel capitolato speciale d’appalto e nel progetto;
definitivo a base di gara;
4.10 di aver preso visione di tutti gli elaborati di progetto, di essersi recato sul luogo ove
debbono eseguirsi i lavori e aver preso conoscenza delle condizioni locali, della viabilità
di accesso, delle discariche autorizzate nonché di tutte le circostanze generali e particolari
che possono aver influito sulla determinazione dei prezzi e sulle condizioni contrattuali e
che possono influire sulla esecuzione dell'opera e, di conseguenza, di aver giudicato i
lavori stessi realizzabili, gli elaborati progettuali adeguati, di aver formulato prezzi
remunerativi e tali da consentire l'offerta che sta per fare, considerando che gli stessi
rimarranno fissi ed invariabili;
4.11 di possedere l’attrezzatura necessaria per l’esecuzione dei lavori;
4.12 di accettare l’eventuale consegna dei lavori sotto riserva di legge, nelle more della
registrazione del contratto;
4.13 di avere accertato l’esistenza e la reperibilità sul mercato dei materiali, attrezzature e della
mano d’opera da impiegare nei lavori, in relazione alla consegna come al punto precedente
e ai tempi di esecuzione degli stessi;
4.14 di impegnarsi a mantenere valida e vincolante l'offerta per 180 (centottanta) giorni
consecutivi a decorrere dalla scadenza del termine per la presentazione delle offerte;
4
4.15 dichiara di avere tenuto conto nel formulare la propria offerta, di eventuali maggiorazioni
per lievitazione dei prezzi che dovessero intervenire durante l’esecuzione dei lavori,
rinunciando fin d’ora a qualsiasi azione o eccezione in merito;
4.16 di obbligarsi ad attuare a favore dei lavoratori dipendenti le condizioni normative e
retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti di lavoro;
4.17 che l'impresa mantiene le seguenti posizioni previdenziali ed assicurative:
INPS: sede di _____________, matricola n. _______________
(nel caso di iscrizione presso più sedi, indicarle tutte)
INAIL: sede di ____________, matricola n. _____________
(nel caso di iscrizione presso più sedi, indicarle tutte)
Cassa Edile di _____________, matricola n. ______________
(nel caso di iscrizione presso più Casse Edili, indicarle tutte)
e che l'impresa stessa è in regola con i versamenti ai predetti enti;
4.18 dichiara di prendere atto che le indicazioni delle voci e quantità riportate negli elaborati di
progetto relativamente alla parte a corpo, non ha valore negoziale essendo il prezzo, fisso
ed invariabile;
4.19 indica le lavorazioni che eventualmente subappaltare o concedere a cottimo;
4.20 (nel caso di consorzi) indica per quali consorziati il consorzio concorre e relativamente a
questi opera il divieto di partecipare alla gara in qualsiasi altra forma;
4.21 (nel caso di associazione o consorzio o GEIE non ancora costituito) assume l’impegno, in
caso di aggiudicazione, ad uniformarsi alla disciplina vigente in materia di lavori pubblici
con riguardo alle associazioni temporanee o consorzi o GEIE; e indica a quale concorrente
sarà conferito mandato speciale con rappresentanza o funzioni di capogruppo;
5. Mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza (nel caso di associazione o consorzio o
GEIE già costituito) conferito alla mandataria per atto pubblico o scrittura privata autenticata,
ovvero l’atto costitutivo in copia autentica del consorzio o GEIE;
6. Cauzione provvisoria di €.27.090,62 (pari al 2% dell’importo complessivo dell’appalto di
€.1.354.530,95) di cui al punto 9 del Bando di gara prestata mediante fideiussione bancaria o
polizza assicurativa in originale o altra forma di garanzia prevista dalla normativa vigente,
valida per almeno centottanta giorni successivi al termine di cui al punto 7 del bando di gara;
essa è restituita ai concorrenti non aggiudicatari entro 30 giorni dall’aggiudicazione e al
concorrente aggiudicatario al momento della sottoscrizione del contratto. Le fideiussioni, per le
quali dev’essere preventivamente accertato il corretto esercizio dei poteri da parte del
sottoscrittore, devono contenere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva
escussione del debitore principale e la loro operatività entro quindici giorni a semplice richiesta
scritta della stazione appaltante;
Per i soggetti in possesso della certificazione di sistema di qualità conforme alle norme europee
della serie Uni En Iso 9000 la cauzione è ridotta del 50%. In caso di associazione temporanea è
ammessa la riduzione del 50% della cauzione solo nel caso in cui tutti i soggetti componenti il
raggruppamento siano in possesso della certificazione Uni En Iso 9000.
7. Dichiarazione di un istituto bancario o di compagnia assicurativa o di altro soggetto abilitato per
legge contenente l’impegno a rilasciare, in caso di aggiudicazione dell’appalto, a richiesta del
concorrente, una fideiussione bancaria ovvero una polizza assicurativa fidejussoria, relativa alla
cauzione definitiva, in favore della stazione appaltante;
8. Attestazione di pagamento comprovante il versamento in favore dell’Autorità per i lavori
pubblici per la partecipazione alla gara n. 5312993 - C.I.G. n. 54447741A5;
9. Certificazione in carta semplice rilasciata dal Servizio Lavori Pubblici del Comune di Grado
nella quale si attesti che il legale rappresentante o il direttore tecnico dell'impresa, ha preso
5
visione degli elaborati di progetto esecutivo ed ha eseguito la ricognizione dei luoghi di
esecuzione dei lavori;
10. Il modello GAP debitamente compilato e sottoscritto anche per quanto riguarda i componenti
del collegio sindacale (la mancanza del G.A.P. non è causa di esclusione ma di richiesta di
integrazioni)
La dichiarazione di cui al punto 4 è unica nel caso di concorrente singolo, mentre nel caso di
concorrente costituito da imprese associate o da associarsi deve essere prodotta da ciascuna impresa
che costituisce o che costituirà l’associazione o il consorzio o il GEIE. La dichiarazione è
sottoscritta dal legale rappresentante o dal procuratore di questo, in tal caso va trasmessa la relativa
procura.
Le documentazioni di cui ai punti 6, 7 e 8 devono essere uniche, indipendentemente dalla forma
giuridica del concorrente.
In caso di associazione temporanea o consorzio o GEIE già costituito o da costituirsi la
certificazione deve riguardare ciascun concorrente che costituisce o che costituirà l’associazione o il
consorzio o il GEIE.
BUSTA “B” – OFFERTA TECNICA
Nella busta “B offerta tecnica” devono essere contenuti i seguenti documenti:
PROGETTO OPERE DI COMPLETAMENTO dell’opera, dove il concorrente dovrà
indicare elementi gli migliorativi da apportare al progetto esecutivo approvato proponendo
ulteriori soluzioni finalizzate a migliorare, dal punto di vista tecnico, estetico e qualitativo, le
scelte progettuali relative alla sistemazione dell’area esterna di pertinenza (completamento
illuminazione percorsi, sistemazione area esterna a verde, manutenzione altri manufatti presenti
sull’isola -ex scuola/bunker-, protezione linea di costa/argini, realizzazione approdo etc.). Tali
migliorie devono limitarsi ad innovazioni complementari o strumentali nel rispetto delle linee
essenziali e dell’impostazione del progetto, e non dovranno riguardare l’edificio da
ristrutturare.
Il concorrente deve illustrare le migliorie proposte mediante:
• Relazione illustrativa nella quale descrivere dettagliatamente le soluzioni proposte,
specificando in modo preciso e concreto le ragioni tecniche ed estetiche alla base delle
scelte, con indicazione delle specifiche tecniche dei materiali, attrezzature ed impianti
eventualmente proposti. A supporto di tali soluzioni e integrazioni possono essere inclusi i
certificati di qualità, ove esistenti, ed i calcoli che illustrino i benefici qualitativi, in
particolare sul piano manutentivo e gestionale. La relazione illustrativa potrà essere
costituita da un massimo di n.15 (quindici) facciate in formato A4. Le pagine di testo
dovranno essere numerate, avere carattere tipografico di dimensione pari a 12 (dodici) ed
un numero di righe non superiore a 30 (trenta) per pagina. Sono ammessi inserti di tabelle,
grafici, disegni, fotografie, ecc., di formato non superiore al formato A3 ripiegato, la cui
numerazione dovrà comunque rientrare nel conteggio complessivo delle n.15 (quindici)
facciate. Le pagine eccedenti a 15 non saranno oggetto di valutazione.
• Tavole grafiche esplicative in formato A1 per un massimo di n.5 (cinque).
Sarà a carico dell’aggiudicatario tutta la documentazione tecnica ed amministrativa necessaria
per l’acquisizione di pareri, nulla osta, autorizzazioni e/o concessioni delle opere di
completamento/miglioria proposte.
PROGETTO E REALIZZAZIONE PERCORSO INTEGRATO STORICO
CULTURALE ED AMBIENTALE per la valorizzazione e fruizione del sito mediante
presentazione di relazione esplicativa che definisca come si intenda sviluppare il progetto e
6
l’allestimento della segnaletica verticale ed orizzontale di orientamento e/o didascalica dei
luoghi di interesse ambientale e degli avvenimenti storici avvenuti sull’isola e nel relativo
contesto lagunare, la fornitura delle relative attrezzature espositive (armadi, bacheche, pannelli,
segnaletica varia, etc.) ed il materiale documentario/informativo da collocarsi sia all’interno
dell’edificio, con l’eventuale allestimento di una “sala didattica”, che sui percorsi e l’area
esterna. La relazione esplicativa dovrà essere costituita da un massimo di n.15 (quindici)
facciate in formato A4. Le pagine eccedenti a 15 non saranno oggetto di valutazione. Le pagine
di testo dovranno essere numerate, avere carattere tipografico di dimensione pari a 12 (dodici)
ed un numero di righe non superiore a 30 (trenta) per pagina. Sono ammessi grafici, disegni,
fotografie, depliant di quanto proposto, la cui numerazione dovrà comunque rientrare nel
conteggio complessivo delle n.15 (quindici) facciate. Le pagine eccedenti a 15 non saranno
oggetto di valutazione.
DICHIARAZIONE ESTENSIONE GARANZIE su strutture realizzate, impianti ed
attrezzature forniti ed installati. Tali valori dovranno essere espressi in mesi complessivi di
copertura.
DICHIARAZIONE ESTENSIONE SERVIZI E ASSISTENZA successivi al collaudo
dell’opera, relativamente a:
- manutenzione ordinaria
- manutenzione straordinaria
- assistenza tecnica
- impegno alla sicurezza dell’approvigionamento dei pezzi di ricambio
di impianti ed attrezzature forniti ed installati.
Tali valori dovranno essere espressi, per ogni singola voce, in mesi complessivi di copertura.
Qualora il concorrente sia una associazione temporanea o consorzio o GEIE, non ancora costituiti,
l’offerta deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che costituiranno il concorrente.
Nel caso in cui il concorrente non presenti uno dei documenti sopra elencati gli sarà assegnato un
Punteggio=0 per il relativo punto.
BUSTA “C” – OFFERTA ECONOMICA E TEMPO
Nella busta C “offerta economica e tempo” devono essere inserite:
Offerta prezzo – contenente una dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante del
concorrente, o da suo procuratore, dove deve essere riportata l’offerta economica, bollata nel
rispetto della normativa fiscale, con l’indicazione del prezzo inferiore al prezzo posto a base di gara
al netto degli “Costi della sicurezza - non soggetti a ribasso d'asta-“, pari a Euro 43.220,17 (di cui al
punto 3.3 del bando di gara), e pertanto sulla somma di € 1.311.310,78.-, espresso in cifre ed in
lettere ed il conseguente ribasso percentuale, anch’esso espresso in cifre ed il lettere. In caso di
discordanza tra l’indicazione del prezzo e del ribasso percentuale prevarrà il prezzo, qualora ci sia
discordanza tra i valori espressi in cifra ed il lettere prevarranno quelli espressi in lettere.
Offerta tempo - Riduzione dei tempi di esecuzione dei lavori rispetto ai 490 (quattrocentonovanta)
giorni individuati dal C.S.A.
La riduzione dei tempi di esecuzione dovrà altresì essere analiticamente riscontrabile su un
“Cronoprogramma delle attività” in forma di diagramma di Gantt, che dovrà essere allegato,
pena l’esclusione, da rappresentare su un foglio di formato massimo A2.
7
8. DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE
La seduta pubblica per l’apertura delle offerte si terrà il giorno 26/02/2014 alle ore 9.00 presso la
sala consigliare del comune di Grado, piazza Biagio Marin n.4, Grado.
9. ANTICIPAZIONE DEL PREZZO, CAUZIONI, ASSICURAZIONI E VERSAMENTO A
FAVORE DELL’AUTORITÀ PER I LAVORI PUBBLICI
Come previsto dall’art.26-ter della Legge 9 agosto 2013, n.98, “Disposizioni urgenti per il rilancio
dell’economia” è prevista la corresponsione in favore dell’appaltatore di un’anticipazione pari al 10
per cento dell’importo contrattuale. Si applicano gli articoli 124, commi 1 e 2, e 140, commi 2 e 3,
del regolamento di cui al d.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207.
Il CAPO 6 “CAUZIONI E GARANZIE” del Capitolato Speciale di Appalto dispone quanto
necessario per cauzioni, garanzie ed assicurazioni a carico dell’impresa.
Le ditte partecipanti sono tenute al versamento della contribuzione a favore dell’Autorità per la
vigilanza sui contratti pubblici, nei termini e con le modalità stabiliti dall’Autorità stessa nella
Deliberazione del 3 novembre 2010 n. 5312993 - C.I.G. n. 54447741A5
10. FINANZIAMENTO
L’intervento, per spesa complessiva pari a € 1.750.000,00.-, è finanziato per € 1.350.000,00
mediante contributo regionale e € 400.000,00 con fondi propri dell’Amministrazione comunale.
11. SOGGETTI AMMESSI ALL’APERTURA DELLE OFFERTE
Sono ammessi all’apertura delle offerte i legali rappresentanti dei partecipanti alla gara, ovvero un
soggetto per concorrente munito di specifica delega a lui conferita dai suddetti legali rappresentanti.
12. SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA
Sono ammessi alla gara i soggetti in possesso dei requisiti specificati elencati dall’art. 34, comma 1,
del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i.
Sono ammessi alla gara, altresì, i concorrenti costituiti da imprese che intendono riunirsi o
consorziarsi ai sensi dell’art. 37, comma 8, del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. nonché i concorrenti con
sede in Stati diversi dall’Italia, ai sensi dell’art. 47 del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. .
Sono inoltre ammessi alla gara i concorrenti costituiti in forma di associazione mista di cui all’art.
37, comma 6 del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i..
L’impegno a costituire l’ATI o il raggruppamento, al fine di garantire l’immodificabilità ai sensi
dell’art. 37 comma 9 del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i., deve specificare il modello, se orizzontale,
verticale, misto ed anche se vi sono imprese cooptate ai sensi dell’art. 92, comma 5, del D.P.R. n.
207/2010, nonché le parti dell’opera secondo le categorie del presente disciplinare, che verranno
eseguite da ciascuna associata nonché le quote di partecipazione al raggruppamento.
Il concorrente che intenda avvalersi del subappalto o del cottimo dovrà indicare nell’offerta, ai sensi
di quanto previsto all’art. 118 del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i., i lavori o le parti dell’opera che
verranno subappaltati o concessi in cottimo.
Sono ammessi altresì i soggetti che abbiano stipulato il contratto di gruppo europeo di interesse
economico (GEIE) ai sensi del decreto legislativo 23luglio 1991, n. 240 ed i concorrenti con sede in
altri stati membri dell’Unione Europea.
13. CONDIZIONI MINIME DI CARATTERE ECONOMICO E TECNICO NECESSARIE
PER LA PARTECIPAZIONE
8
I concorrenti devono possedere l’attestazione rilasciata da una società di attestazione (SOA di cui al
D.P.R. n. 207/2010) regolarmente autorizzata, in corso di validità, che documenti il possesso della
qualificazione nella categoria prevalente OG2, classifica III.
I concorrenti devono possedere anche l’attestazione SOA per la categoria a qualificazione
obbligatoria OG9 classifica I^ e OG11 classifica I^.
Nel caso in cui il concorrente certificato per la categoria OG2 almeno per la classifica III, non sia in
possesso dei requisiti relativi alla categoria OG9 e OG11 in proprio, potrà costituire un
raggruppamento temporaneo di impresa di tipo verticale con mandante qualificata per la categoria
OG9 classifica I^ e OG11 classifica I^, oppure, ai fini della partecipazione alla procedura di gara
dovrà produrre, all’interno della busta contenente la documentazione amministrativa, una
dichiarazione di impegno a subappaltare obbligatoriamente le lavorazioni di tale categoria a impresa
qualificata (l’eventuale mancanza, ove dovuto, di tale dichiarazione, porterà all'esclusione della
gara).
L’impresa dovrà inoltre possedere i requisiti o gli elementi dì qualità previsti dalla normativa
vigente.
L’attestazione di cui sopra deve essere posseduta all’atto dell’offerta per prestazioni di costruzione
o di costruzione e progettazione in corso di validità che documenti il possesso della qualificazione
nella categoria di opere generali a loro attribuite secondo gli importi di cui al bando.
Per gli operatori economici stabiliti in altri Stati di cui all’art. 47, comma 1 del D. Lgs. n. 163/2006
e s.m.i. e dell’art. 62 del D.P.R n° 207/2010 l’esistenza dei requisiti prescritti è accertata in base alla
documentazione prodotta secondo le normative vigenti nei rispettivi paesi. La qualificazione è
comunque consentita, alle stesse condizioni richieste per le imprese italiane, anche alle imprese
stabilite in tali Stati, fatto salvo il disposto dell’art. 38, comma 5 del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i..
Le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere redatti in lingua
italiana o corredati di traduzione giurata.
14. AVVALIMENTO
Ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. n. 163/2006, qualora il concorrente (sia esso costituito da impresa
singola, consorziata, da imprese raggruppate o che intendano raggrupparsi), decidesse di avvalersi
di impresa/e ausiliaria/e, al fine di poter soddisfare taluni requisiti d’ammissione alla gara mancanti,
dovrà, a pena di esclusione, necessariamente renderne apposita dichiarazione ai sensi della citata
disposizione, nonché produrre l’ulteriore documentazione prevista dall’art. 49, comma 2, del
decreto citato.
Si precisa inoltre a pena di esclusione che non è consentito che della stessa impresa ausiliaria si
avvalga più di un concorrente e/o che partecipino sia l’impresa ausiliaria che quella che si avvale
dei requisiti.
15. TERMINE DI VALIDITÀ DELL’OFFERTA
L’impresa si impegna a mantenere valida e vincolante l’offerta per 180 giorni consecutivi a
decorrere dalla scadenza del termine per la presentazione delle offerte.
16. ALTRE INFORMAZIONI
a) non sono ammessi alla gara i soggetti privi dei requisiti generali di cui al disciplinare di
gara, busta “A documentazione amministrativa”;
b) si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida sempre che sia
ritenuta congrua e conveniente ai sensi di quanto stabilito dall’art. 81, comma 3 del D. Lgs
n° 163/2006;
c) nel caso di offerte con uguale punteggio totale, l’aggiudicatario sarà individuato
direttamente tramite sorteggio in deroga alle previsioni di cui all’art 77 del R.D. n.
827/1924;
9
d) l’aggiudicazione dell’appalto sarà immediatamente vincolante per l’impresa, mentre lo sarà
per la stazione appaltante solo dopo la formale aggiudicazione dell’organo competente e la
formale stipulazione del contratto;
e) in caso di fallimento o di risoluzione del contratto per grave inadempimento dell’originario
appaltatore la stazione appaltante si riserva la facoltà di interpellare il secondo classificato al
fine di convenire un nuovo contratto per la realizzazione integrale o il completamento dei
lavori da stipularsi alle medesime condizioni economiche già proposte in sede di offerta;
f) le autocertificazioni, le certificazioni, documenti e l’offerta devono essere redatti in lingua
italiana o corredati di traduzione giurata;
g) la contabilità dei lavori e i relativi pagamenti sono disciplinati dal capitolato speciale
d’appalto;
h) gli eventuali subappalti sono disciplinati dalla normativa vigente;
i) i pagamenti relativi ai lavori svolti dal subappaltatore o cottimista verranno effettuati
dall’aggiudicatario che è obbligato a trasmettere, entro 20 giorni dalla data di ciascun
pagamento effettuato, copia delle fatture quietanzate con l’indicazione delle ritenute e
garanzie effettuate;
j) saranno a carico della ditta aggiudicataria le spese conseguenti alla stipula e alla
registrazione del contratto, alla copiatura e stampa degli atti contrattuali e relativi allegati,
nel numero di copie necessario, nonché le spese di bollo stimate in € 5.000,00.-; saranno
inoltre a carico dell’aggiudicatario le spese per la pubblicazione sui quotidiani dei bandi e
degli avvisi di gara pari ad € 2.342,40.- che dovranno essere rimborsate al comune di Grado
entro 60 giorni dall’aggiudicazione;
k) potrà essere disposta la consegna e l’inizio dei lavori sotto riserve di legge, nelle more della
stipula del contratto;
l) è esclusa la competenza arbitrale;
m) il contratto sarà sottoscritto in forma pubblica amministrativa informatica ai sensi
dell’art.11, comma 13, del D.Lgs. n.163/2006; il sottoscrittore del contratto d’appalto dovrà
essere dotato di firma digitale;
n) i dati raccolti saranno trattati, ai sensi dell’art. della legge 196/2003, esclusivamente
nell’ambito della presente gara;
o) il responsabile unico del procedimento è il dott. arch. Andrea de Walderstein, dirigente
dell’Area Tecnica con sede in via Leopardi n.16, 34073 Grado (GO), tel.0431/898159.
17. PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE
Il presidente di gara, il giorno fissato al punto 8, in seduta pubblica sulla base della documentazione
contenuta nelle offerte presentate, procede rispettivamente a:
a) verificare la correttezza formale dei plichi pervenuti;
b) verificare che non abbiano presentato offerte soggetti concorrenti che, in base alla dichiarazione
rese di cui alla busta “A - Documentazione Amministrativa”, siano fra di loro in situazione di
controllo ed in caso positivo ad escluderli entrambi dalla gara;
c) verificare che i consorziati che concorrono non abbiano presentato offerta in qualsiasi altra forma
ed in caso positivo ad escluderli dalla gara;
d) procedere ad una immediata verifica circa il possesso dei requisiti generali dei concorrenti al fine
della loro ammissione alla gara sulla base delle dichiarazioni da essi presentate, delle
certificazioni dagli stessi prodotte e alla conseguente esclusione dalla gara dei concorrenti per i
quali non risulti confermato il possesso di tali requisiti;
e) Nella medesima seduta pubblica il presidente procede, poi, ad aprire le buste “B - Offerta
Tecnica” dei soggetti ammessi, verificandone la completezza e regolarità.
Successivamente in una o più sedute riservate la Commissione di gara procederà alla valutazione
dell’offerta tecnica e attribuirà i relativi punteggi sulla base dei criteri di seguito indicati.
10
Ai concorrenti verrà comunicato via fax, con almeno 5 giorni di preavviso, il giorno, l’ora ed il
luogo dove riprenderanno le operazioni di gara.
Alla ripresa delle operazioni di gara, in seduta pubblica, il presidente da lettura dei punteggi
attribuiti alle singole offerte tecniche e si procederà all’apertura delle buste “C - Offerta
Economica e Tempo” dei concorrenti ammessi, alla verifica della regolarità del contenuto e
procederà alla relativa attribuzione dei punteggi, individuando l’offerta più vantaggiosa e
determinando la graduatoria di gara.
Verrà valutata la congruità delle offerte così come stabilito degli articoli 86 e 87 del D.Lgs.
163/2006 e s.m.i.
A parità di punteggio, si procederà al sorteggio.
Si precisa che la stazione appaltante procederà alla aggiudicazione definitiva solo dopo avere
verificato la regolarità contributiva ed assicurativa dell’Impresa riferita alla data di presentazione
dell’offerta.
Pertanto, per tutto il tempo necessario ad effettuare tale verifica non potrà addivenirsi alla
aggiudicazione automatica per decorso del termine previsto dall’art. 12, comma 1 del D.Lgs n.
163/2006 e s.m.i;
L’Amministrazione comunale si riserva di non dar luogo all’aggiudicazione ove vengano meno le
ragioni di convenienza e di pubblico interesse, per cui è stata bandita la gara.
Di ciò dovrà essere data comunicazione a tutti i candidati, ai sensi dell’art. 79 comma 5 lettera b –
bis del D. Lgs n° 163/2006 e s.m.i
L’aggiudicazione è immediatamente impegnativa per l’aggiudicatario, mentre per l’Ente
appaltante diventa tale a decorrere dalla data di stipula del contratto.
Il contratto verrà stipulato in forma pubblica amministrativa informatica ai sensi dell’art. 11,
comma 13, del D.Lgs. n.163/2006, con spese a carico dell’appaltatore entro 60 ( sessanta ) giorni
dalla data in cui è divenuta efficace l’aggiudicazione definitiva.
La stipulazione del contratto è, comunque, subordinata al positivo esito delle procedure previste
dalla normativa vigente in materia di lotta alla mafia e all’avvenuta efficacia dell’aggiudicazione
definitiva.
Ai sensi dell'art. 3 della legge 13/8/2010, n.136, modificato dal D.L. 12 Novembre 2010, n° 187,
convertito con legge 17 Dicembre 2010 n° 217, l'appaltatore si obbliga ad effettuare tutti i
movimenti finanziari inerenti il presente appalto esclusivamente con bonifico bancario o postale
ovvero con altri strumenti idonei a consentire la piena tracciabilità.
Ai fini della tracciabilità dei flussi finanziari, gli strumenti di pagamento devono riportare, il codice
identificativo di gara (CIG) e, ove obbligatorio ai sensi dell’art. 11 della legge 16 gennaio 2003, n°
3, il codice unico di progetto (CUP).
A tale proposito sia l'appaltatore che il subappaltatore dovranno comunicare alla stazione appaltante
i relativi conti correnti bancari o postale dedicati.
I concorrenti, ad eccezione dell’aggiudicatario e del secondo classificato, possono chiedere alla
stazione appaltante la restituzione della documentazione presentata al fine della partecipazione alla
gara.
L’esito della aggiudicazione provvisoria, verrà pubblicato sul sito INTERNET del Comune di
Grado (GO) entro i 5 giorni feriali successivi all’espletamento della gara.
L’esito della aggiudicazione definitiva sarà pubblicato e quindi consultabile anch’esso sul sito
internet del Comune.
Verranno fornite inoltre le informazioni di cui all’art. 79 del D. Lgs n° 163/2006 e s.m.i.
La stazione appaltante contestualmente alla comunicazione relativa alla aggiudicazione comunica lo
svincolo della cauzione provvisoria che comunque cessa automaticamente qualora l’offerente non
risulti aggiudicatario o secondo in graduatoria della gara, estinguendosi trascorsi trenta giorni dalla
data in cui l’aggiudicazione definitiva efficace.
11
17.1 ELEMENTI DI VALUTAZIONE DELL’OFFERTA
Per la valutazione dell’offerta tecnica e dell’offerta economica e tempo saranno presi in
considerazione i seguenti elementi con i relativi punteggi di cui alla TABELLA B:
TABELLA B
Elementi di valutazione
1
2
3
Simbolo
Valore tecnico ed estetico delle proposte
migliorative e delle integrazioni
Prezzo relativo alle opere
Riduzione dei tempi di esecuzione
Valtec
Peso
Ponderale
max
60
Note
Busta B
R
T
30
10
Busta C
Busta C
1. Elemento valore tecnico delle proposte migliorative e delle integrazioni –peso ponderale 60
punti- così suddivisi:
- PROGETTO OPERE DI COMPLETAMENTO -Punteggio da 0 a 25- PROGETTO E REALIZZAZIONE PERCORSO INTEGRATO STORICO
CULTURALE -Punteggio da 0 a 10- DICHIARAZIONE ESTENSIONE GARANZIE -Punteggio da 0 a 10- DICHIARAZIONE ESTENSIONE SERVIZI E ASSISTENZA -Punteggio da 0 a 15come dettagliatamente specificato al punto BUSTA “B” – OFFERTA TECNICA.
Per l’attribuzione di tale punteggio si procederà con il metodo del confronto a coppie secondo
quanto previsto dall’allegato G del DPR 207/2010 e s.m.i..
2. Elemento “Prezzo” –peso ponderale 30 punti-: la percentuale di ribasso sul prezzo posto a
base di gara è determinata mediante la formula:
Ribasso = (Pg-Po)
Pg
Dove: Pg importo a base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza,
(Pg = €. 1.354.530,95);
Po prezzo offerto al netto degli oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza.
Metodo di valutazione elemento prezzo R:
punti 0: importo offerto uguale al Base d’Asta;
punti 1: maggior ribasso offerto
intermedi per interpolazione lineare
3. “Elemento Tempo” –peso ponderale 10 punti-: riduzione dei tempi ed esecuzione dei lavori
rispetto ai 490 (quattrocentonovanta) giorni individuati dal bando di gara.
La riduzione dei tempi di esecuzione dovrà altresì essere analiticamente riscontrabile su un
“Cronoprogramma delle attività” in forma di diagramma di Gantt, che dovrà essere allegato,
pena l’esclusione, da rappresentare su un foglio di formato massimo A2. Nel cronoprogramma
delle attività, pena l’esclusione, dovranno essere indicati per le varie fasi lavorative i mezzi e
le attrezzature utilizzate nonchè il personale impiegato
Per la determinazione del coefficiente relativo all’elemento tempo, riduzione tempi di
esecuzione del progetto e dei lavori, verrà applicata la seguente formula:
Tmax - Ti
12
V(a)i = -------------------Tmax - Tmin
dove:
V(a)i = è il coefficiente del ribasso dell’offerta (a) in esame, variabile da zero a uno;
Ti = tempo di esecuzione dei lavori, espresso in giorni;
Tmin = è il tempo minimo, per l’esecuzione del progetto e dei lavori, offerto dai concorrenti,
espresso in giorni, che non potrà essere inferiore a giorni 400 (quattrocento);
Tmax = è il tempo per l’esecuzione dell’appalto, pari a 490 (quattrocentonovanta) giorni
effettivi, quale somma del tempo di esecuzione del progetto e di esecuzione dei lavori;
17.2 DETERMINAZIONE DEL PUNTEGGIO FINALE
Per la determinazione del punteggio finale P si procederà utilizzando la seguente formula:
P = Valtec + R + T
Dove:
P = Punteggio finale – determinato come da formula soprastante
Valtec = Valore tecnico delle proposte migliorative e delle integrazioni, secondo quanto
riportato al soprastante punto 1 da calcolarsi in percentuale su un massimo di punti 60;
R = percentuale di ribasso da calcolarsi sul prezzo offerto da ciascun concorrente, secondo
quanto riportato al soprastante punto 2 per un massimo di punti 30;
T = è il coefficiente del ribasso dell’offerta in esame relativo al tempo di esecuzione, variabile da
zero a uno, secondo quanto riportato al soprastante punto 3 da calcolarsi in percentuale su
massimo di punti 10;
Tutte le operazioni di calcolo sopradescritte saranno effettuate con singola approssimazione alla
seconda cifra decimale.
17.3 OFFERTE ANOMALE
In caso di offerte sospette di essere anormalmente basse si sospenderà la seduta e si darà corso al
procedimento indicato all’art. 88 del D. Lgs. 12.04.2006. n. 163 e s.m.i., procedendo alla richiesta
di presentazione delle giustificazioni e al successivo all’esame delle stesse.
Ai sensi dell’art. 88 del D.Lgs n° 163/2006 e s.m.i., la Stazione Appaltante richiede per iscritto, al/i
concorrente/i la cui offerta appare anormalmente bassa, la presentazione per iscritto delle
giustificazioni assegnando un termine a pena di esclusione non inferiore a giorni 15 (quindici)
consecutivi decorrenti dalla data di inoltro della richiesta.
La richiesta sarà inoltrata al numero di fax indicato dal concorrente nella documentazione di gara.
A pena di esclusione il plico contente le giustificazioni di cui all’art. 88 c.1 del D.Lgs n° 163/2006 e
s.m.i., dovrà pervenire, con qualsiasi mezzo, tassativamente all’Ufficio Protocollo del Comune di
Grado all’indirizzo riportato nel bando di gara, entro il termine indicato, in plico chiuso (lembi
incollati) e sigillato.
Ai fini del rispetto del termine farà fede tassativamente la data di ricezione del plico da parte
dell’Ufficio Protocollo del Comune di Grado (GO) – orario dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle
ore 12.00.
Il recapito tempestivo del plico è totalmente a rischio del mittente, intendendosi l’Amministrazione
comunale esonerata da ogni responsabilità, anche derivante da causa di forza maggiore, qualora il
plico non giungesse a destinazione in tempo utile.
13
Su tale plico dovrà chiaramente apporsi, oltre al nominativo del mittente, la seguente dicitura:
“NON APRIRE. Contiene giustificazioni relative alla procedura aperta per la realizzazione
dell’opera pubblica denominata: Ristrutturazione dell'edificio denominato ex caserma della
guardia di finanza ubicata in località Isola di Porto Buso“
La busta contenente le “ Giustificazioni ” dovrà contenere gli elementi giustificativi relativi alle
voci di prezzo che concorrono a formare il 100% dell’importo complessivo posto a base di gara
tenendo conto della documentazione da produrre, come di seguito indicato, e di quanto previsto dal
comma 3 bis dell’art. 86 del D.Lgs 12.04.2006, n. 163 e s.m..i. nonché le giustificazioni relative agli
altri elementi di valutazione dell’offerta.
Le giustificazioni, possono riguardare, a titolo esemplificativo, gli elementi di cui all’art. 87,
comma 2, del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i:
- economia del procedimento di costruzione;
- soluzioni tecniche adottate;
- condizioni eccezionalmente favorevoli di cui dispone l’offerente per eseguire i lavori;
- altre condizioni che il concorrente ritenga rilevanti.
Le giustificazioni relative alle voci di prezzo dovranno essere presentate e articolate secondo le
modalità che saranno richieste dalla Stazione Appaltante quali ad esempio:
a) analisi prezzi per ciascun prezzo di cui si compone “l’ELENCO PREZZI” eventualmente
modificato e/o integrato (anche con l’eventuale inserimento di nuovi prezzi) dal
concorrente;
b) computo metrico dettagliato che dimostri il calcolo delle quantità per le voci dell’Elenco
Prezzi , modificato e/o integrato (anche con l’eventuale inserimento di nuove voci ) dal
concorrente;
c) offerte dei fornitori e/o listini prezzi comprovanti i valori assunti nelle analisi e contenenti i
riferimenti temporali compatibili con la data dell’offerta.
I predetti documenti dovranno essere debitamente firmati da colui che rappresenta il concorrente ed
in caso di raggruppamento temporaneo, qualora non sia stato già conferito il mandato, essi
dovranno essere sottoscritti da tutti i concorrenti che costituiranno il raggruppamento.
A corredo dei “giustificativi” il concorrente, ai sensi dell’art. 13, comma 5), lettera a) del D. Lgs. n.
12.04.2006, n. 163 e s.m., dovrà allegare l’eventuale motivata e comprovata dichiarazione che
indichi quali informazioni fornite con i giustificativi stessi, costituiscano segreti tecnici o
commerciali.
Il sub procedimento di verifica dell’anomalia, potrà essere effettuato anche avvalendosi di soggetti
esterni dotati di idonea professionalità allo scopo individuati sentendo la commissione di gara.
Il suo esito sarà comunicato in seduta pubblica, la cui data sarà visibile mediante accesso al sito
INTERNET del Comune di Grado (GO).
18. TRATTAMENTO DATI PERSONALI
Ai sensi del D.Lgs 30 giugno 2003, n. 196 (codice in materia di protezione dei dati personali) si
informa che:
a) le finalità e le modalità di trattamento cui sono destinati i dati raccolti ineriscono al procedimento
in oggetto;
b) il conferimento dei dati costituisce presupposto necessario per la partecipazione alla gara;
c) la conseguenza di un eventuale rifiuto a rispondere comporta esclusione dal procedimento in
oggetto;
d) i diritti spettanti all’interessato sono quelli di cui all’art. 7 del D. Lgs n. 196/2003;
e) Titolari del trattamento dei dati è il Comune di Grado nelle persone di:
• fino alla firma del contratto, il dirigente dell’Area Tecnica e dell’area Servizi Affari
Generali;
• nella fase di esecuzione il dirigente dell’Area Tecnica.
14
19. PUBBLICAZIONE DEL BANDO DI GARA
Il presente bando di gara e relativi allegati viene pubblicato ai sensi dell’art. 122, comma 5, del
D.Lgs 163/06.
Ogni comunicazione potrà avvenire anche mediante posta elettronica certificata all’indirizzo:
[email protected]
IL DIRIGENTE
DELL’AREA TECNICA
(arch. Andrea de Walderstein)
15
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
155 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content