close

Enter

Log in using OpenID

An Introductory Guide to Anatomy & Physiology

embedDownload
MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITÀ' E DELLA RICERCA
UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'EMILIA ROMAGNA
LICEO SCIENTIFICO STATALE
AUGUSTO RISHI" BOLOGNA
Bologna, 05/02/2014
Prot. n . 3 0 5 / C . 1 4
RELAZIONE
ILL USTRA TIVA AL CONTEA
TTO INTEGRA
TIVO DI
ISTITUTO
A.S. 2013/2014
(articolo 40, comma 3-sexies, Decreto Legislativo n. 165 del 2001)
Modulo 1 - Illustrazione degli aspetti procedurali, sintesi del contenuto del contratto ed autodicltiarazione
Data di sottoscrizione
Periodo temporale di vigenza
Ipotesi di Contratto il 31/01/2013
Composizione
della delegazione trattante
Organizzazioni sindacali ammesse alla contrattazione (elenco sigle): RSU
di Istituto, F L C C G I L , CISL Scuola, Uil Scuola, S N A L S C O N F S A L ,
Gilda Unams
Organizzazioni sindacali fìmiatarie (elenco sigle): R S U di Istituto
Soggetti destinatari
Materie trattate dal contratto
integrativo (descrizione sintetica)
JS
2 Sì
s 1.-1
•a o. « 2
£
4* «
7; a
> a>
e. £ C =
2
1^"
•a
V
Intervento
deirOrgano di
controllo interno.
Allegazione della
Certi fìcazione
dell'Organo di
controllo interno
alla Relazione
illustrativa.
Attestazione del
rispetto degli
obblighi di legge
che in caso di
inadempimento
comportano la
sanzione del divieto
di erogazione della
retribuzione
Anno scolastico 2013/2014
Parte Pubblica (ruoli/qualifiche ricoperti): Dirigente Scolastico
Personale Docente e A T A
a)
criteri e modalità di applicazione dei diritti sindacali, nonché
determinazione del contingenti di personale previsti dall'accordo
sull'attuazione della legge n. 146/1990, così come modificata e
integrata dalia legge n.83/2000;
b)
attuazione della normativa in materia di sicurezza nei luoghi di
lavoro;
c)
diritti e obblighi direttamente pertinenti al rapporto di lavoro
d)
criteri per la ripartizione delle risorse del fondo d'istituto e per
l'attribuzione dei compensi accessori, ai sensi dell'art. 45, comma
I, del d. Igs. n. 165/2001, al personale docente, educativo ed A T A ,
compresi i compensi relativi ai progetti nazionali e comunitari.
In attesa di acquisizione della certificazione dell'Organo di controllo
intemo
Nel caso l'Organo di controllo intemo abbia effettuato rilievi, descriverli
È stato adottato il Piano della performance previsto dall'art. 10 del d.Igs.
150/2009
Adempimento non dovuto per effetto dell'art. 5 del D P C M 26.1.20 II
È stato adottato ii Programma triennale per la trasparenza e l'integrità
previsto dall'art. 1 !, comma 2 del d.lgs. 150/2009
Adempimento non dovuto per effetto dell'art. 5 del D P C M 26.1.2011
È stato assolto l'obbligo di pubblicazione di cui ai commi 6 e 8 dell'art. 11
del d.lgs. 150/2009
Adempimento non dovuto per effetto dell'art. 5 del D P C M 26.1.2011
Viale C, Pepoii n.3-40121 Bologna - Codice Fiscale 80073970370 ~ tel. 051.3390911 - Fax 051.6447116
e-mail: liceo-rì^liif^tiscali.ìt pagina web: www.l5righi.com - Casella PEC: liceoriehi@,legalmail.it
accessoria
La Relazione della Performance è stata validata dall'OIV ai sensi
dell'articolo 14, comma 6. del d.lgs. n. 150/2009?
Adempimento non dovuto per effetto dell'art. 5 del D P C M 26.1.201!
Eventuali osservazioni
Modulo 2 Illustrazione dell'articolato del contratto
(Attestazione della compatibilità con i vincoli derivanti da norme di legge e di contratto
nazionale -modalità di utilizzo delle risorse accessorie - risultati attesi - altre informazioni
utili)
L'illustrazione dei contenuti dell'articolato è effettuata per ogni istituto e materia, attestandone la
compatibilità legislativa e contrattuale.
a)
Illustrazione di quanto disposto dal contratto integrativo, in modo da fornire un
quadro esaustivo della regolamentazione di ogni ambito/materia e delle norme
legislative e contrattuali che legittimano la contrattazione integrativa della
specifica materia trattata.
Il Contratto Integrativo di Istituto si sviluppa all'interno di un sistema di v i n c o l i e limiti posti, da un
lato, dalle norme di Legge e dalle disposizione del C C N L e, dall'altro, dai documenti fondamentali
dell'Istituto adottati dagli organi di indirizzo e tecnici preposti, in particolare Consiglio di Istituto e
Collegio Docenti.
Il Contratto persegue l'obiettivo di contemperare l'esigenza di migliorare l'efficacia, l'efficienza e la
qualità del servizio pubblico con l'interesse dei dipendenti al miglioramento delle condizioni di lavoro e
alla crescita professionale.
L a Contrattazione Integrativa è uno degli strumenti di attuazione dell'offerta formativa dell'Istituto.
Tale offerta formativa trova le sua espressione nei documenti fondamentali di Istituto, redatti dagli
organi collegiali, ciascuno per le proprie competenze, quali i l P O F (approvato dal Collegio Docenti il
10/10/2013 e adottato dal Consiglio di Istituto 28/10/2013) e il Programma Annuale (presentazione al
Consiglio di Istituto delle linee di indirizzo il 29/01/2014, previsione di approvazione nella seduta del
13/02/2014). Il contratto di Istituto opera in conseguenza d i tali documenti e si raccorda con essi nella
definizione di criteri per la distribuzione delle risorse accessorie e nella regolazione del rapporto di
lavoro.
Il Contratto Integrativo si inserisce pertanto nelle scelte di fondo dell'Istituto esplicitate negli
indirizzi deliberati dal Consiglio di Istituto e che trovano corrispondenza nella garanzia del servizio
pubblico a favore degli studenti e delie loro famiglie, oltre che del territorio.
Costituiscono oggetto del presente contratto le seguenti materie:
a. criteri e modalità di applicazione dei diritti sindacali, nonché determinazione dei contingenti di
personale previsti dall'accordo sull'attuazione delia legge 146/1990, modificata e integrata dalla
legge 83/2000 (leti. J CCNL
2006-2009).
L a materia si pone l'obiettivo di contemperare l'interesse dei dipendenti al miglioramento delle
condizioni di lavoro e alla crescita professionale con l'esigenza
di migliorare l'efficacia,
l'efficienza e la qualità del servizio pubblico, attraverso relazioni sindacali improntate alla
correttezza, alla trasparenza dei comportamenti delle parti e al rispetto del norme contrattuali e di
legge.
Questa materia è descritta al Capo I "Disposizioni generali" e al Capo II "Relazioni sindacali",
dall'art. 1 all'art. 9: ambito di applicazione; durata e vigenza contrattuale; materie oggetto del
contratto; procedure per la conciliazione; assemblee, permessi e agibilità sindacali; calendario degli
Viale C. Pepoii n.3 - 40121 Bologna - Codice Fiscale 80073970370 - tel. 051,3390911 - Fax 051.6447116
e-mail: [email protected] pagina web: www.lsriahi.com - Casella PEC: [iceorighifajleealmail.il
incontri di informazione e contrattazione; proclamazione di sciopero e modalità di comportamento.
Tali obiettivi e articoli sono conformi con quanto previsto dall'art. 40 del D . L g s . 165/2001.
h. attuazione delia normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro (leti, k CCNl 2006 - 2009).
La materia si pone l'obiettivo di identificare le figure a sostegno de! sevizio di prevenzione e
protezione, compreso il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza ( R L S ) , secondo quanto
disposto dai D . L g s . 81/2008, le modalità di relazione con il datore di lavoro e le modalità di
formazione professionale di tutto il personale.
Questa materia è descritta al Capo III "Norme sulla sicurezza", dall'art. 10 all'art. 18: linee guida;
riunione periodica; individuazione dei componenti i l Servizio di Prevenzione e Protezione; doveri e
diritte dei lavoratori in materia di sicurezza; compensi e aggiornamento del personale; esercitazioni
e prove di evacuazione; designazione e attribuzioni del Rappresentante dei Lavoratori per la
Sicurezza ( R L S ) .
Tali obiettivi e articoli sono conformi a quanto previsto con quanto previsto dall'art. 40 del D.Lgs.
165/2001.
c. Diritti e obblighi direttamente pertinenti al rapporto di lavoro (Art. 40 comma 1 del D.Lgs.
165/2001).
Per la trattazione dì questa materia occorrre una premessa di carattere normativo e
contrattuale. L'art. 40 del D . L g s . 165/01 modificato dal D . L g s . 150/2011 definisce g l i ambiti oggetto
di contrattazione da quelli esclusi: si contrattano " i diritti e gli obblighi direttamente pertinenti al
rapporto di lavoro", non si contrattano "l'organizzazione degli uffici e la gestione delle risorse
umane" che sono di prerogativa dirigenziale e recedono all'informativa.
Dato che occorre che i l contratto di Istituto accolga la nonna imperativa di legge, si impone
la necessità di definire chiaramente, da un lato, a cosa si riferisce la "organizzazione degli uffici e
gestione del personale" (non contrattabile, solo informativa) e, dall'altro, a cosa si riferisce "diritti e
obblighi direttamente pertinenti al rapporto di lavoro" (contrattabile).
Per diritti e obblighi direttamente pertinenti al rapporto di lavoro si fa riferimento all'orario di
lavoro e al regime delle assenze, materie da contrattare.
L'infonnativa invece viene consegnata per tutte le materie che sono riservate dalla legge alla
prerogativa dirigenziale, quindi non contrattabili, e che riguardano, come detto, l'organizzazione
degli uffici e la gestione delle risorse umane. In questo caso si fa riferimento alle modalità di
utilizzazione del personale Docente e A T A in relazione al P O F , in coerenza con le delibere del
Consiglio di Istituto e de) Collegio Docenfi: Piano delle attività docenti; Criteri di assegnazione
delle classi/plessi; Criteri e formulazione dell'orario settimanale delle lezioni e orario delle lezioni;
piano delle attività A T A in relazione al relativo piano delie attività formulato dal D S G A , sentito il
personale medesimo. Informativa consegnata in bozza alla parte sindacale il 15/01/2014.
In sintesi, la materia si pone l'obiettivo della regolazione del rapporto di lavoro, della
correttezza e della trasparenza dei comportamenti, nel rispetto delie norme di legge e contrattuali, del
Piano dell'Offerta Formativa e delle competenze degli Organi Collegiali (Consiglio di Istituto e
Collegio Docenti) in funzione dell'efficacia ed efficienza del sevizio di istruzione.
L a materia è descritta al Capo I V "Diritti e obblighi direttamente pertinenti al rapporto di
lavoro", dall'art. 19 all'art. 28: P E R S O N A L E D O C E N T E : orario di lavoro; criteri per l'assegnazione
dei docenti alle classi/plessi (si assumono i criteri del Consiglio di Istituto, non contrattato); permessi
brevi, scambio d'ore di lezione, giorni di ferie durante i l periodo delle attività didattiche;
P E R S O N A L E A T A : orario di lavoro; ore eccedenti l'orario di servizio (straordinario) e recuperi;
permessi brevi, ferie, chiusure prefestive.
T a l i obiettivi e articoli sono conformi a quanto previsto con l'art. 40 del D . L g s . 165/2001.
d. criteri per la ripartizione delle risorse del fondo d'istituto e per l'attribuzione
dei compensi
accessori, ai sensi dell'art. 45, comma l, del d.lgs. 165/2001, ai personale Docente, Educativo ed
A TA, compresi i compensi relativi ai progetti nazionali e comunitari (lett. ì del CCNL
2006-2009).
L a materia ha l'obiettivo di definire criteri di distribuzione delle risorse del fondo per i l
Miglioramento dell'Offerta Formativa (Fondo di istituto, Funzioni Strumentali, ore eccedenti,
incarichi specifici A t a e attività sportiva) e di ulteriori compensi accessori, per rispondere alle
diverse esigenze didattiche e organizzative in relazione all'attuazione de! Piano dell'Offerta
Formativa. Per una più precisa analisi si veda i l successivo punto b).
VialeC. Pepoii (1.3-40121 Bologna - Codice Fiscale 80073970370-tel. 051.3390911 - Fax 051.6447116
e-mail: liceo.rigliifgitiscali.it pagina web: www.lsrighi.com - Casella PEC: liceorighi(5),legalmail.it
L a materia viene descritta al Capo V "Criteri per la ripartizione delle risorse del fondo d i
Istituto e per l'attribuzione dei compensi accessori ai sensi dell'art. 45, comma 1, dei D.Lgs.
165/2001, al personale Docente ed A T A , compresi i compensi relativi ai progetti nazionali e/o
comunitari", dall'art. 30 all'art. 39; premessa con riferimento al sequenza contrattuale M I U R O O . S S del 26/11/2013; determinazione del fondo dell'Istituzione Scolastica 2013/2014;
distribuzione del fondo quota docenti; funzioni strumentali all'Offerta Formativa; riduzione
compensi per assenze docenti; ore eccedenti; attività sportiva complementare; distribuzione del
fondo quota A T A ; Incarichi Specifici personale A T A ; riduzione compensi per assenze del
personale A T A ; Criteri per l'utilizzazione delle risorse esteme a! Fondo d i Istituto relative a
progetti e attività nazionali, comunitarie e locali (extra Fondo).
T a l i obiettivi e articoli sono conformi a quanto previsto dall'art. 40 del D . L g s . 165/2001.
b)
quadro dì sintesi delle modalità di utilizzo da parte della contrattazione integrativa delle
risorse del Fondo unico di amministrazione;
L'assegnazione del fondo per il Miglioramento dell'Offerta Formativa per l'a.s. 2013/2014,
in seguito all'accordo M i u r - O O . S S . del 26/11/2014, confermato con nota M I U R prot. n . 917 del
27/01/2014, ha risentito di una forte riduzione complessiva delle risorse assegnate rispetto agli anni
precedenti. Qualora dovessero pervenire ulteriori risorse, l'amministrazione c o n v o c h e r à la R S U d i
Istituto per concordare i criteri di distribuzione delie eventuali ulteriori risorse.
Per citare alcuni dati, i l Fondo d i Istituto è passato da una assegnazione nel 2011/2012 di €
123.785 ad una assegnazione nel 2012/2013 d i € 91.223 per arrivare all'assegnazione nel corrente
anno scolastico 2013/2014 di € 45.454,14 pari al 36,7% del fondo di due anni precedente.
A tali difficoltà si è fatto fronte:
- con un progressivo monitoraggio dell'attuazione del Piano dell'Offerta Formativa, che ha
consentito d i tenere sotto controllo i l volume d i attività rispetto alle previsioni, tale da non
autorizzare alcuna attività senza la certezza del finanziamento;
- con la finalizzazione su attività previste nel P O F di risorse esteme al fondo M O F relative
ad economie degli anni precedenti, a fondi M I U R finalizzati (fondi per i corsi d i recupero) e, in
alcuni casi, al contributo volontario dei genitori per l'arricchimento dell'offerta formativa e per
l'innovazione didattica;
- con una economia del fondo d i Istituto dell'anno scolastico precedente pari a € 20.917,50
per economie da attività d i recupero e sostegno, € 2.607,50 per economie su progetti Docenti ed €
2.076,00 per economie del personale A T A .
In sintesi, i l piano di suddivisione delle risorse del fondo M O F , ed in particolare quelle del
fondo d i Istituto, con g l i interventi d i supporto suddetti (risorse extrafondo: contributi da privati,
finanziamento M I U R finalizzato alle attività d i recupero per g l i allievi con sospensione del giudizio,
economie FIS degli anni precedenti), consente d i garantire i l regolare svolgimento delle attività
programmate, pur con una riduzione complessiva dei compensi, e di attuare i l piano dell'Offerta
Formativa senza riduzioni.
Pertanto, coerentemente con i l P O F , le risorse del Fondo di Istituto, una volta detratte la
quota di indennità di direzione del D S G A e la quota a favore dei collaboratori del Dirigente
Scolastico, sono state complessivamente suddivise per i l 78% al personale docente e per i) 22%» al
personale A T A (questa suddivisione è stata determinata proporzionalmente al rapporto tra le unità
A T A e Docenti nell'organico di diritto).
L a quota FIS docente è stata assegnata:
per i l 18,4% alle attività d i progetto, tese ad approfondire, integrare ed
arricchire i l curriculum d i studi e l'offerta formativa, svolte sia in orario
curricolare che extractirricolare, sia per attività di coordinamento e
progettazione (15,9%) che per attività di docenza (2,5%));
per i l 51%) alle attività di organizzazione e supporto agli organi preposti alla
didattica, come i consigli d i classe e i l collegio docenti e alle complesse e
diversificate attività di gestione e organizzazione scolastica;
per un 27,9%i alle attività di sostegno e recupero degli apprendimenti e
preparazione all'esame di stato (tali attività sono potenziate da un ulteriore
Viale C. Pepoii n.3-40121 Bologna-Codice Fiscale 80073970370-tel. 051.33909! I - Fax 051.6447116
e-mail: liceo.riglìi(%tìscali.tt pagina web: www.lsrighi.com - Casella PEC: liceorighii^.legalmail.it
finanziamento extra fondo del M I U R per attività d i recupero a favore degli
allievi con sospensione del giudizio).
il restante 2,7% è stato suddiviso in una quota per integrare i l compenso delle
Funzioni Strumentali, pari a € 3 3 8 , 5 6 e un fondo d i riserva pari a € 500.
L a quota A T A , detratta dalla somma per la sostituzione del D S G A , è stata suddivisa tenendo
conto delle unità in organico d i diritto per ciascun profilo e della quota oraria prevista dal
C C N L , di cui l'assegnazione seguente:
33,2% per gli assistenti amministrativi
9,5%) per gli assistenti tecnici
57,3% per i collaboratori scolastici.
In relazione degli obiettivi di efficacia ed efficienza del sevizio d i istruzione in funzione del
P O F , le risorse così assegnate si sono ulteriormente suddivise in incarichi su obiettivi assegnati su
proposta del D S G A e approvati dal sottoscritto Dirigente.
11 Contratto di Istituto applica i principi d i corrispettività dell'assegnazione delle risorse
accessorie e della selettività nella identificazione del personale incaricato. Il Contratto non prevede
in alcun caso assegnazione a pioggia, ma attua una scelta dove le prestazioni dovranno essere
realmente rese, documentate e verificate in funzione degli obiettivi raggiunti. Vengono compensati
progetti ed attività soggetti a verifiche precise e documentabili. II personale incaricato viene
identificato attraverso criteri che valorizzano la competenza, la professionalità e il percorso
formativo individuale.
c)
gli effetti abrogativi impliciti, in modo da rendere chiara la successione temporale dei
contratti integrativi e la disciplina vigente delle materie demandate alta contrattazione
integrativa^
L a contrattazione integrativa in esame sostituisce tutte quelle precedenti.
d)
illustrazione e specifica attestazione della coerenza con le previsioni in materia di
meritocrazia e premialità
(coerenza con il Titolo III del Decreto Legislativo n. 150/2009, le
norme di contraito nazionale e la giurisprudenza contabile) ai fini della corresponsione degli
incentivi per la performance individuale ed organizzativa;
N o n applicabile ai sensi del'art. 5 D P C M 26.01.2011.
e)
illustrazione e specifica attestazione della coerenza con il principio di selettività delle
progressioni economiche finanziate con il Fondo per la contrattazione integrativa progressioni orizzontali ~ ai sensi deirarticolo 23 del Decreto Legislativo «. 150/2009
(previsione di valutazioni di merito ed esclusione di elementi automatici come l'anzianità
di
servizio);
A livello di Istituzione Scolastica non si fa luogo ad attribuzione d i progressioni economiche.
0
illustrazione dei risultati attesi dalla sottoscrizione del contratto integrativo, in correlazione
con gli strumenti di programmazione gestionale (Piano della Performance), adottati
dall'Amministrazione in coerenza con le previsioni del Titolo II del Decreto Legislativo
n. 150/2009.
Il contratto integrativo è strumento complementare per i l raggiungimento degli obiettivi di
efficacia ed efficienza del servizio. Pertanto, tutte le attività e i progetti, pur in assenza del Piano
della Performance in quanto adempimento non dovuto,
saranno monitorati in itinere e
rendicontati al termine, sulla base di indicatori i l p i ù possibile oggettivi e misurabili, tali da
verificare i l raggiungimento degli obiettivi. L a valutazione del raggiungimento degli obiettivi
sarà a cura di diversi soggetti, a seconda delle proprie competenze, così come previsto dalla
normativa vigente: Dirigente Scolastico, D S G A e organi collegiali. C i si attende una
Viale C. Pepoii n.3-40121 Bologna-Codice Fiscale 80073970370-tel. 051.3390911 - Fax 051.6447116
e-mail: [email protected]ì5cali.it pagina web: www.lsrighi.com - Casella PEC: [email protected]
implementazione di tale processo, anche se in modo graduale, ma sufficientemente coerente con
le esigenze di miglioramento, di crescita e di autovalutazione dell'Istituto.
g)
altre informazioni eventualmente ritenute utili per la migliore comprensione degli istituti
regolati dal contratto.
Nessuna.
Viale C. Pepoii n.3 - 40121 Bologna - Codice Fiscale 80073970370 - tel. 051.3390911 - Fax 051.6447116
e-mail: liceo.righiwtiscali.it pagina web: www.lsrighi.com - Casella PEC: liceorÌ[email protected]Ìl.il
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
413 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content