close

Enter

Log in using OpenID

BANDO_ Lettera invito 2012-1687 - Scuola Media Statale Antonio

embedDownload
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE
“2A. CICCONE”
VIALE LEONARDO SCIASCIA, 33 — 80039 SAVIANO (NA)
Distretto n. 30 — Codice meccanografico NAIC8FH007 — CF 92044630637
e-mail: [email protected] — PEC: [email protected]
Tel. 0818201002 — fax 0818211503 — web site: http://www.ic2antoniocicconesaviano.it
Prot.n.1188/B4
Saviano, 01/04/2014
Capitolato speciale d’appalto
DISCIPLINARE PER LA FORNITURA DI ATTREZZATURE FESR
Programma Operativo Nazionale
“Ambienti per l’Apprendimento”
Bando 10621- 05/07/2012 FESR (Laboratori ed agenda digitale)
Progetto POR FESR A-1-FESR06_POR_CAMPANIA-2012-1687
Titolo del Progetto: “dalla Lavagna alla LIM”
Cod. CIG 56905641F8
Cod. CUP H63J12000880007
LETTERA DI INVITO
Fornitura in un unico lotto con la formula “Chiavi in mano”
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
• Visto l'avviso Prot. n. AOODGAI/10621 del 05/07/2012 del MIUR avente ad oggetto: PON/FESR
"Ambienti per l'apprendimento". Asse I - "Società dell’Informazione e della conoscenza" - Obiettivo
Operativo A "Incrementare le dotazioni tecnologiche e le reti delle istituzioni scolastiche"- Obiettivo
Specifico A.2 "Dotazioni tecnologiche per gli ambienti di apprendimento per le scuole del secondo
ciclo";
• Viste le “Disposizioni ed istruzioni per l'attuazione delle iniziative cofinanziate dai Fondi Strutturali
Europei" 2007/2013 edizione 2009;
• Vista la nota della Direzione Generale per gli Affari Internazionali – Ufficio IV – del Ministero della
Pubblica Istruzione prot. n. AOODGAI/7380 del 2 luglio 2013 del Ministero dell’Istruzione,
dell’Università e della Ricerca - Dipartimento per la Programmazione - Direzione Generale per gli
Affari Internazionali – Uff. IV Programmazione e Gestione dei Fondi Strutturali Europei e Nazionali
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
per lo Sviluppo e la Coesione Sociale - che rappresenta la formale autorizzazione per l’avvio delle
attività e l’inizio dell’ammissibilità dei costi previsti per la realizzazione dell'intervento:
Codice autorizzazione Nazionale PON A1 FESR06_POR_CAMPANIA-2012-1687 dal titolo: “dalla
Lavagna alla LIM”;
• Visto il Decreto Dirigenziale Prot. 2497/B4 del 19/12/2013 , con il quale è stato assunto in bilancio
l’importo complessivo relativo al piano Integrato d’Istituto FESR “Ambienti per l’Apprendimento” ;
• Visto il Regolamento d’Istituto, che disciplina le modalità di attuazione delle procedure in economia,
mediante cottimo fiduciario, ai sensi dell’art. 125 del D.Lgs 163/2006 e delle procedure comparative, ai
sensi dell’art. 34 del D.I. 44/2001;
• Vista la Determina del Dirigente Scolastico prot. n. 650/B4 pon del 19/02/2014 per l’indizione della
procedura in economia di fornitura mediante cottimo fiduciario con procedura d’urgenza, ai sensi
degli Art. 55 comma 6, Art. 125 commi 4, 9, 11 del D.Lgs 163/2006 con l’invito rivolto ad almeno
cinque operatori economici;
• Visto il D.P.R. n° 275/99, Regolamento dell’autonomia;
• Viste le indicazioni della Nota M.I.U.R. –D.G.A.I. prot. N. AOODGAI/9411 del 24/09/2013 in cui
viene richiesto, tra l’altro, la predisposizione del bando gara per gli acquisti entro 60 giorni dalla data di
avvio del progetto, per garantire il celere avanzamento della spesa relativa al PON FESR 2007/13 ed i
tempestivi pagamenti alle scuole attuatrici;
• Vista la nota prot. AOODGAI/2674 del 5 marzo 2013, con la quale il MIUR ha richiamato
l’attenzione sulle nuove disposizioni in materia di approvvigionamento dei beni e servizi mediante
convenzioni Consip previste dal D.L 95/2012 e della legge 228/2012 entrate in vigore il 01/01/2013;
• Vista la NOTA AOODGAI/13485 del 23/12/2013;
• Considerato che le attrezzature richieste nel bando devono essere integrate con le attrezzature già
esistenti nell’istituzione scolastica e che la peculiarità del progetto evidenzia la necessità di procedere
all’acquisizione di un insieme di beni e servizi non facilmente scorporabili, che non sono oggetto di
una convenzione CONSIP;
• Considerato che per assicurare il rapido completamento del progetto è opportuno adottare la formula
“chiavi in mano”;
• Considerato che il progetto deve concludersi entro il 30 giugno 2014;
PREMESSO CHE
Il POR FESR 2007/2013 “Ambienti per l’apprendimento” del Ministero della Pubblica Istruzione, in
coerenza con la politica nazionale, pone in primo piano la qualità del sistema di Istruzione come
elemento fondamentale per l’obiettivo di miglioramento e valorizzazione delle risorse umane. Essa è
finalizzata a garantire che il sistema di istruzione offra a tutti i giovani e le giovani i mezzi per
sviluppare competenze chiave a un livello tale da permettere l’accesso ad ulteriori apprendimenti per la
durata della vita. Nell’ambito di questo obiettivo gli interventi del presente programma incidono più
specificamente sulla qualità degli ambienti dedicati all’apprendimento e sulla implementazione delle
tecnologie e dei laboratori didattici come elementi essenziali per la qualificazione del servizio.
INDICE
la procedura di “AFFIDAMENTO IN ECONOMIA MEDIANTE COTTIMO FIDUCIARIO” ai sensi
dell’Art. 125 del D.Lgs 163/2006, per l’acquisizione di beni e servizi “Ambienti per l’apprendimento”
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
per il progetto “A-1 - FESR06_POR_CAMPANIA - 2012-1687 dal titolo: “dalla Lavagna alla LIM”
descritto in modo analitico nella scheda tecnica allegata e disciplinata dagli articoli seguenti:
STAZIONE APPALTANTE:
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “2A. CICCONE” Via L. Sciascia, 33- 80039 Saviano NA
e- mail: [email protected]
cod. mecc. NAIC8FH007
- CF 92044630637
Tel. 0818201002 - fax 081 8211503 PEC: [email protected] sito internet: http://www.ic2antoniocicconesaviano.it
1. FORMA DELL’APPALTO
procedura in economia di fornitura mediante cottimo fiduciario ai sensi dell’art. 125 del D.Lvo
163/2006 con l’invito rivolto ad almeno cinque operatori economici
2. OGGETTO DELL’APPALTO
Fornitura e installazione “ chiavi in mano “ di apparecchiature tecnologiche per la realizzazione del
progetto PON - cod. A1– FESR06 – POR_CAMPANIA 2012-1687 dal titolo: “dalla Lavagna alla
LIM”;
Le caratteristiche tecniche sono quelle dettagliatamente descritte nel capitolato tecnico. In ossequio alle
disposizioni vigenti in materia di pubbliche forniture sotto la soglia di rilievo Comunitario, si richiede
la migliore offerta ai sensi dell’Art. 83 del codice in termini di offerta economicamente più vantaggiosa
in termini di qualità/prezzo.
Non saranno ammesse alla gara offerte che presentino caratteristiche tecniche inferiori a quelle indicate
nel Capitolato Tecnico, offerte frazionate e, inoltre, non sono previste varianti.
3. SOGGETTI AMMESSI ALLA PROCEDURA
Sono ammessi a partecipare alla gara tramite invito (art. 125, comma 11 del D. Lgs. 163/2006)
esclusivamente i soggetti economici individuati dalla amministrazione scolastica selezionati tra quelli
iscritti al MEPA per le categorie richieste ed operanti nella Provincia di Napoli, in modo da potere
garantire una più tempestiva ed efficiente assistenza per le problematiche che dovessero insorgere.
I soggetti partecipanti dovranno avere una delle seguenti forme giuridiche: ditta individuale, società in
nome collettivo, società in accomandita semplice, società per azioni, società in accomandita per azioni,
società a responsabilità limitata, società cooperativa a responsabilità limitata ed illimitata, dovranno
essere iscritti da almeno 3 mesi alla Camera di Commercio competente, con attività esercitata analoga
all' oggetto della fornitura e dimostrare di possedere i requisiti previsti dall’ art. 42 del D.lgs. 163/2006.
Non sono ammesse associazioni temporanee di imprese o dichiarazioni di lavori fatti con la
collaborazione di ditte esterne o professionisti, in quanto si ribadisce che nei FESR, non sono ammessi
subappalti.
4. TIPO DI APPALTO
Appalto a lotto unico
5. IMPORTO COMPLESSIVO A BASE D’ASTA:
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
1.
L’importo
complessivo
delle
fornitura
è
stimato
in
€
71.250,00
(Settantunomiladuecentocinquanta/00 euro) iva compresa
2. Il materiale e le quantità dei beni da acquistare sono indicati nel capitolato Tecnico
3. Non sono ammesse (pena esclusione) offerte in aumento oltre il limite stabilito del singolo lotto
4. Non sono ammesse (pena esclusione) offerte i cui prodotti presentino caratteristiche tecniche
inferiori (anche per una singola voce/caratteristica) a quelle indicate nel capitolato Tecnico
5. Non sono ammesse (pena esclusione) offerte condizionate, quelle espresse in modo indeterminato,
quelle incomplete, quelle che presentano alternative (cioè più di una proposta di prodotto per singola
voce di costo), quelle non recanti la firma del legale rappresentante con la quale si accettano senza
riserva tutte le condizioni riportate nel capitolato.
6. L’Ente Scolastico in relazione alla somma finanziata, potrà richiedere una variazione in aumento o
in diminuzione della prestazione, che il fornitore sarà tenuto ad eseguire agli originari patti e
condizioni, se contenuta entro il quinto dell’importo contrattuale (Quinto d’Obbligo) e tale da non
modificare la natura della prestazione inizialmente prevista nel contratto. (Il quinto d’obbligo è una
norma generale, contenuta nell’art. 11 del R.D. n. 2440/18.11.1923 c.d. Legge sulla contabilità generale
dello Stato, nel quale è prescritto: Qualora, nel corso di esecuzione di un contratto, occorra un
aumento o una diminuzione delle opere, lavori o forniture, l’appaltatore è obbligato ad assoggettarvisi, alle stesse condizioni, fino a concorrenza del quinto del prezzo di appalto.)
7. Oltre detto limite, quando per la completa o migliore prestazione del servizio o della fornitura
occorra apportare variazioni quantitative o qualitative al contratto originario, si provvederà alla
conclusione di un atto aggiuntivo, nella forma del contratto originario.
6. TERMINI E MODALITÀ PER LA PRESENTAZIONE
1. L’offerta, formulata su apposito modello allegato e corredata degli atti di seguito indicati, dovrà
pervenire, pena l’esclusione, in busta chiusa entro e non oltre, le ore 12:00 del 19/04/2014 presso la
segreteria della Scuola tramite lettera raccomandata o consegnata brevi manu (non fa fede il timbro
postale) all’indirizzo indicato nell’intestazione.
2. Il recapito della busta rimane ad esclusivo rischio del mittente che pertanto non potrà sollevare
riserve od eccezione alcuna, ove per qualsiasi motivo il plico stesso non giungesse a destinazione e in
tempo utile.
3. I concorrenti interessati dovranno far pervenire un plico sigillato con ceralacca, e/o nastro adesivo
e/o striscia incollata idonei a garantire la sicurezza contro eventuali manomissioni, e controfirmato sui
lembi di chiusura contenente l’offerta e la documentazione appresso indicata e dovrà recare oltre alla
ragione sociale della ditta, la seguente dicitura: “Offerta Tecnico-Economica relativa al progetto
A1 FESR06 – POR_CAMPANIA 2012-1687” seguito dal titolo e dai codici CUP e CIG. Tutte le
documentazioni che compongono l’offerta dovranno essere redatte in lingua italiana.
4. Ogni plico dovrà contenere 3 buste separate (Busta “A”, Busta “B” e Busta “C”) debitamente
sigillate con ceralacca e controfirmate sui lembi di chiusura: Busta A per la “DOCUMENTAZIONE
AMMINISTRATIVA” Busta B per l’OFFERTA TECNICA” Busta “C” per l’ “OFFERTA
ECONOMICA”
• Busta “A” recante all’esterno oltre alla ragione sociale della ditta, la dicitura “Documentazione
Amministrativa” dovrà contenere, a pena di esclusione, i seguenti documenti:
a. domanda di partecipazione alla gara – (Allegato 1);
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
b. certificazioni e dichiarazioni di cui all’art. 8 del presente bando (Allegati 2 a…g ) e (Allegato 6);
c. Informativa e consenso ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs 196/03 (Allegato 3)
d. copia fronte retro del documento di identità del legale rappresentante della Ditta offerente.
• Busta “B” recante all’esterno oltre alla ragione sociale della ditta, la dicitura “Offerta Tecnica” al
cui interno dovrà essere inserita la seguente documentazione: scheda dell’offerta tecnica (allegato 4),
debitamente timbrata e siglata in ogni pagina dal legale rappresentante del concorrente e sottoscritta
all’ultima pagina, pena l’esclusione, con firma per esteso e leggibile; curricula vitae del gruppo di
lavoro debitamente sottoscritti in originale e con relativi documenti di riconoscimento in corso di
validità. Va inoltre inserita tutta la documentazione tecnica dettagliata necessaria per illustrare nel
migliore dei modi i prodotti offerti oltre naturalmente a depliant illustrativi o documentazione
equivalente.
• Busta “C” recante all’esterno oltre alla ragione sociale della ditta e il codice del progetto, la
dicitura “Offerta Economica” al cui interno va inserita l’offerta economica (allegato 5) con firma per
esteso e leggibile del legale rappresentante del soggetto offerente indicando i seguenti elementi:
1.
2.
3.
4.
5.
6.
Marca
Modello
Descrizione delle caratteristiche salienti
Prezzo unitario comprensivo di iva
Quantità x Prezzo unitario comprensivo di iva
Riepilogo dei Totali (a numeri e a lettere) : Totale Imponibile, Totale Imposte, Totale Complessivo
dell’intera fornitura
7. REQUISITI DELL’ OFFERTA
1. L’offerta deve avere validità di 3 (tre) mesi ai sensi e agli effetti dell'art. 1329 c.c..
2. Le spese di trasporto presso la sede dell’istituto saranno interamente a carico della Ditta partecipante.
3. per ogni apparecchiatura saranno indicate marca modello e periodo di garanzia.
4. L’offerta sarà sottoscritta per esteso, con firma leggibile, dal titolare dell’impresa o dal suo legale
rappresentante e conterrà la dichiarazione che tutti i componenti oggetto della fornitura sono conformi
e non inferiori allo standard descritto nelle schede tecniche allegate.
5. I prodotti offerti saranno coperti da una garanzia minima di 24 (ventiquattro) mesi (on site).
6. L’indicazione dei prezzi, da intendersi comprensivi di IVA, deve riferirsi ai singoli articoli.
7. In caso di aggiudicazione, la ditta si obbligherà fin da ora alla fornitura, installazione ed al collaudo
delle apparecchiature, il tutto nei locali di questo Istituto, entro e non oltre 30 (trenta) giorni successivi
alla sottoscrizione del contratto/ordine, in ogni caso entro i termini utili per la conclusione del progetto.
8. Le spese, di ritiro e consegna delle apparecchiature in garanzia, dovranno essere a totale carico
dell’azienda fornitrice per tutto il periodo della garanzia, del tipo on site.
8. CERTIFICAZIONI DA ALLEGARE ALL’OFFERTA (PENA ESCLUSIONE)
1. Dichiarazione sostitutiva cumulativa (ex art. 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445) firmata dal legale
rappresentante in cui la Ditta dichiari:
• di non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione, amministrazione controllata, concordato
preventivo o altra situazione che ne impedisca la contrattazione con Enti Pubblici;
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
• di non trovarsi in alcuna delle posizioni o condizioni ostative previste dalla vigente legislazione in
materia di lotta alla delinquenza di tipo mafioso;
• di essere a conoscenza dello stato dei locali in cui dovranno essere eseguite le opere;
• di aver preso visione del capitolato e di accettarlo senza riserva alcuna;
• di mantenere la validità dell’ offerta per almeno 3 (tre) mesi;
• di consegnare e installare il materiale con proprio personale specializzato entro e non oltre i 30
(trenta) giorni successivi all’ordine, e che trascorso tale termine accetta la decadenza dell’ordine;
• che il trasporto e l’installazione è a suo carico fino alla sede dell’istituto e nei locali indicati;
• di adottare, durante le fasi di lavoro, tutte le misure di sicurezza e garanzia previste dal D.L.vo
81/2008 e successive modifiche e integrazioni;
• che i prodotti sono garantiti per almeno 2 (due) anni (on site);
• che le attrezzature acquistate sono in regola con la normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro ai
sensi del D.Lgs 81/08 e successive modifiche e integrazioni;
• che il servizio di assistenza è garantito, on site, per tutta la durata della garanzia, per tutti i giorni
lavorativi dell’Istituzione Scolastica dalle ore 8.30 alle ore 18.30;
• che le apparecchiature e gli impianti richiesti sono rispondenti alle specifiche descritte ;
• di accettare incondizionatamente pagamenti subordinati al collaudo finale e all’erogazione dei fondi
del MIUR.
2. Copia del certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A non anteriore a sei mesi, nel cui oggetto sociale
sia esplicitato chiaramente l’esercizio di attività analoghe all’oggetto della fornitura, nonché
dell’abilitazione all’installazione, alla trasformazione, all’ampliamento e manutenzione degli impianti
di cui all’art.1 della Legge 46/90 come dettato dalla Circolare del MIUR prot. Int/306/5 del 27/01/2005
(Linee Guida per i Progetti cofinanziati FSE - FESR). Il predetto certificato potrà essere sostituito da
autocertificazione o copia autentica rese ai sensi e con le modalità previste dal D.P.R. n° 445/00.
Nel caso di autocertificazione, la stessa dovrà riportare:
• la ragione sociale e l’indirizzo completo dell’impresa;
• la data ed il numero di iscrizione alla C.C.I.A.A.;
• l’attività dichiarata dell’impresa con l’indicazione se trovasi in fallimento, liquidazione
amministrativa coatta, ammissione in amministrazione controllata, liquidazione e cessazione di attività;
• le generalità dei componenti dell’organo di amministrazione e dei soggetti in possesso della titolarità
ad impegnare l’impresa.
3. Certificato generale del casellario giudiziale di data non anteriore a tre mesi a quella fissata per la
presentazione dell’offerta. Tale certificato può essere sostituito da autocertificazione resa ai sensi degli
art. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, firmata dal rappresentante legale della ditta, unitamente ad una copia
fotostatica del documento di identità dello stesso.
4. Dichiarazione di regolarità contributiva – DURC relativo alla regolarità contributiva della ditta
partecipante insieme alle certificazioni innanzi richieste (Il momento di verifica del possesso dei
requisiti sarà effettuato da questo Istituto prima della stipulazione del contratto con il soggetto
aggiudicatario).
5. Dichiarazione composizione organi tecnici incaricati della manutenzione, assistenza e controllo
qualità firmata dal Legale Rappresentante della Ditta ai sensi dell’ art. 14, comma 1, lettera c) del
D.Lgs. 24/07/92 n°358 e s.m.i. .
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
6. Elenco/Referenze delle forniture/installazioni già realizzate in ambito PON FESR presso altre
Istituzioni Scolastiche (D.Lgs n°358 del 24/07/92 G.U.)
7. Certificato di avvenuto sopralluogo (Allegato 6)
LA MANCANZA Dl UNO SOLO DEI DOCUMENTI SUINDICATI COMPORTERA’ LA
AUTOMATICA ED IMMEDIATA ESCLUSIONE DALLA PROCEDURA
9. VALUTAZIONE DELLE OFFERTE
L’esame e la valutazione delle offerte è demandata alla commissione nominata dalla scuola
committente e l’aggiudicazione provvisoria della fornitura sarà conferita alla ditta che avrà riportato
nella comparazione il maggior punteggio, calcolato nella sua totalità in base ai parametri di seguito
specificati.
Secondo quanto previsto dall’Art. 81, comma 3 del codice, la stazione appaltante può non procedere
all’aggiudicazione se nessuna offerta dovesse risultare conveniente o idonea in relazione all’oggetto del
contratto.
Non saranno prese in considerazione le offerte condizionate, espresse in modo indeterminato, e/o
quelle prive parzialmente o in toto della documentazione richiesta.
La stazione appaltante non è tenuta a corrispondere alcun compenso alle ditte per i preventivi e le
offerte presentati.
La stazione appaltante si riserva di procedere all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta
valida secondo quanto previsto dall’articolo 69 R.D. n. 827/21.
La stazione appaltante si impegna a raccogliere e trattare i dati per finalità connesse allo svolgimento
delle attività istituzionali in particolare per tutti gli adempimenti relativi alla piena attuazione del
rapporto. Il consenso al trattamento dei dati viene richiesto ai sensi della vigente normativa, ed in
particolare dell’art. 12 della Legge 675/1996. La controparte, dal canto suo, si obbliga a comunicare
tempestivamente eventuali variazioni dei dati anagrafici e fiscali dichiarati.
10. PARAMETRI DI VALUTAZIONE
L'aggiudicazione avverrà in base al criterio di cui all’ Art. 83, comma 1, lettera b del D.Lgs 163/2006 e
cioè, a favore dell’offerta economicamente più vantaggiosa, valutata, sulla base dei seguenti punteggi:
OFFERTA ECONOMICA:
OFFERTA TECNICA:
MAX 40 PUNTI
MAX. 60 PUNTI
I 40 punti dell'offerta economica saranno attribuiti sulla base della seguente formula:
punteggio offerta economica = (Q minima / Qx) * 40
dove Q minima è la quotazione economica più bassa pervenuta e Qx è la quotazione economica
dell'azienda in esame.
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
I 60 punti dell’offerta tecnica saranno attribuiti sulla base dei seguenti criteri e punteggi:
Criteri di valutazione
Offerta pienamente rispondente alle richieste del
capitolato tecnico
Eventuali migliorie offerte sulla configurazione base
Copie di collaudo con esito positivo di forniture
ambito PON FESR
Certificazione di qualità Iso 9001
Durata della Garanzia
Tempi di intervento
Assicurazione RCA per danni a terzi
Certificato di avvenuto sopralluogo
Garanzia lampada del videoproiettore
Totale
Punti assegnabili
30
4
10 (max) 1 punto x ogni referenza
1
5 (max)
5 (max )
2
2
1 (oltre 24 mesi)
60
durata della garanzia, con un minimo di 24 mesi on site pena l’esclusione dalla gara;
massimo punti 5 ricavati dallo schema
durata garanzia in mesi
24 mesi
36 mesi
Oltre 36 mesi
Punti
0
2
5
tempi di intervento, con un massimo di 24 ore dal momento della
chiamata pena l’esclusione dalla gara; massimo punti 5 ricavati dallo schema
Punti
Entro 48 ore
Entro 24 ore
Entro 12 ore
0
2
5
A parità di punteggio saranno valutati tutti i titoli presentati dalle Aziende fornitrici assegnando la
fornitura a quella in grado di fornire le maggiori garanzie di qualità nell’esecuzione della fornitura
stessa e dei servizi associati, valutando il numero di forniture analoghe pregresse.
I prezzi relativi a tutti i prodotti, oggetto del presente capitolato, devono intendersi comprensivi di
installazione e corretta attivazione e/o configurazione nei locali indicati dalla scuola
11. QUALITÀ DEI MATERIALI
1. Il materiale oggetto della fornitura dovrà essere di primaria marca conosciuta a livello internazionale
conforme e non inferiore allo standard descritto nella scheda tecnica allegata.
2. I notebook, le LIM e altre apparecchiature offerte devono essere di primaria marca.
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
3. Potranno essere ammesse attrezzature solo superiori alle caratteristiche tecniche richieste .
4. Tutte le apparecchiature dovranno possedere le seguenti certificazioni:
• Certificazione ISO 9001:2000 del produttore rilasciata da enti accreditati.
• Certificazioni richieste dalla normativa europea per la sicurezza elettrica.
• Certificazione EN 55022 con marcatura CE apposta.
5. Inoltre dovranno essere conformi alle norme di seguito elencate:
• Legge 46/90 “Norme per la sicurezza degli impianti” e successive modifiche e integrazioni;
• Direttiva CEE n° 85/374 recepita dal DPR del 24/5/88 n. 224 in teme di responsabilità civile dei
prodotti;
• Direttive comunitarie 89/392 – 89/336 – 73/23, in tema di sicurezza prodotti;
• DPR n. 547 del 27/4/55 “Norme per la prevenzione degli infortuni”;
• Norme per la prevenzione degli incendi;
• D. Lgs 81/2008 relativo alla “sicurezza dei lavoratori sui luoghi di lavoro”;
• D. Lgs n.115 del 17/3/95 “Attuazione della direttiva 92/59/CEE relativa alla sicurezza generale dei
prodotti.
12. COMUNICAZIONI
1. Dopo l’apertura delle offerte e la successiva pubblicazione delle graduatorie provvisorie, qualora lo
ritenessero necessario, le ditte partecipanti alla gara avranno 10 giorni di tempo per poter presentare
eventuale ricorso, con richiesta scritta e motivata, tramite un loro rappresentante legale o delegato
opportunamente autorizzato, secondo la normativa vigente.
2. Non verrà inviata alcuna documentazione via fax o mail, per cui si invitano le ditte interessate a
desistere da tale richiesta.
3. Dopo tale tempo, trascorsi i termini di legge per esaminare eventuali ricorsi, la ditta vincitrice verrà
invitata in sede e attraverso il suo legale rappresentante o delegato, per la stipula del contratto di fornitura
entro e non oltre 3 gg dalla convocazione. Trascorso tale termine senza che il rappresentante legale o suo
delegato si sia presentato alla firma del contratto, ciò costituirà per l’amministrazione scolastica silenzio
rifiuto, per cui si procederà d’ufficio alla consultazione della graduatoria delle offerte pervenute affidando
la fornitura alla ditta classificatasi successivamente.
4. Qualora nessuna ditta si presentasse alla stipula del contratto si procederà all’annullo della gara stessa e
all’immediata pubblicazione di una nuova.
13. STIPULA DEL CONTRATTO
1. L’aggiudicazione provvisoria della fornitura verrà effettuata dai membri della Commissione tecnica di
questa scuola e sarà affissa all’albo della scuola, pubblicata sul sito web della scuola e verrà notificata alla
ditta aggiudicataria e alla seconda classificata.
2. Trascorsi i termini di legge per esaminare eventuali ricorsi, si procederà all’aggiudicazione definitiva
della fornitura che sarà affissa all’albo della scuola, pubblicata sul sito web della scuola e verrà notificata
alla ditta aggiudicataria e alla seconda classificata. La scuola inviterà il legale rappresentante della ditta a
perfezionare il contratto di fornitura.
3. Sono a carico della Ditta aggiudicataria le spese contrattuali inerenti e conseguenti.
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
14. COLLAUDO
1. Il collaudo sarà inteso a verificare, per tutte le apparecchiature e programmi forniti, la conformità al
tipo o ai modelli descritti in contratto o nei suoi allegati e la funzionalità richiesta. Il collaudo si effettuerà
presso la Scuola appaltante, ad installazione e completamento della fornitura, da parte dell’organo
collaudatore nominato da codesta istituzione scolastica in contraddittorio con tecnici della ditta appaltata
entro 3 (tre) giorni dalla fine della fornitura e della installazione e configurazione delle apparecchiature e
si completeranno entro 10 (dieci) giorni dalla data di inizio delle stesse.
2. L’ Azienda fornitrice dovrà fornire l’intero sistema con la formula “chiavi in mano”, pertanto tutti gli
accessori e materiali necessari per il completamento a regola d'arte delle opere previste, anche se non
esplicitamente indicate, si intendono a carico della Azienda fornitrice. Per tale motivo si chiede alle
ditte di effettuare un sopralluogo nei locali che dovranno ospitare le apparecchiature e/o gli
impianti, al fine di evitare inutili contestazioni sui lavori da eseguire.
3. I criteri con i quali saranno eseguiti i collaudi saranno stabiliti dalla Commissione di Collaudo e
dovranno verificare la consistenza di quanto consegnato, la sua rispondenza all'ordine, la rispondenza alle
norme legislative e di conformità, il suo regolare funzionamento secondo i requisiti precisati nel
disciplinare tecnico.
4. Ove non si riscontrino difetti il collaudo verrà formalizzato.
5. Ove invece si riscontrino difetti o malfunzionamenti pregiudizievoli per le caratteristiche della
fornitura, la ditta è tenuta ad eliminare le carenze riscontrate nei 10 (dieci) giorni successivi alla
contestazione scritta da parte del Committente. In caso ciò non avvenga, il Committente potrà rifiutare
tutta o parte della fornitura con l'eventuale addebito delle maggiori spese da ciò derivanti, fermo restando
il diritto al risarcimento del danno.
6. L'avvenuta eliminazione delle carenze risulterà da nuovo verbale di collaudo.
7. Il collaudo positivo non esonera la ditta per eventuali difetti o mancanze non emersi in fase di collaudo
ma successivamente accertati.
8. Dalla data di effettuazione del collaudo decorrerà il periodo di garanzia.
15. MODALITÀ DI PAGAMENTO
1. Il pagamento della fornitura sarà effettuato in seguito a collaudo favorevole da parte della
Commissione di Collaudo dell’Ente Appaltante, previa presentazione di fattura e subordinato alle
disponibilità dello scaglionamento degli accrediti da parte del Fondo Europeo del Ministero. Pertanto
nessuna responsabilità in merito agli eventuali ritardi potrà essere attribuita alla scuola.
2. In particolare si precisa che i termini del pagamento in parola non sono assoggettati a quanto stabilito
dal decreto legislativo 9/10/2002, n°231 emanato in attuazione della direttiva CEE 2000/35 relativa alla
lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali.
3. Trattandosi di finanziamenti da parte dell’Unione Europea, non essendo certi i tempi di accreditamento,
il pagamento avverrà solo a seguito di chiusura del progetto e ad effettiva riscossione dei fondi assegnati
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
dall’autorità di gestione del progetto, previo accertamento della regolarità nei pagamenti per importi
superiori a €10.000,00 ai sensi dell’art. 48 del D.P.R. 29/9/1973 n. 602.
16. VARIAZIONE DELLE FORNITURE
Per nessun motivo la ditta potrà introdurre, di propria iniziativa, variazioni o aggiunte alla fornitura
richiesta
Eventuali variazioni da apportare alla fornitura oggetto del lotto (eseguite dalla ditta nei limiti di spesa
contrattuali) dovranno essere autorizzate per iscritto dal Dirigente Scolastico e previa tempestiva
richiesta da parte della ditta appaltata e solo dietro parere favorevole della commissione tecnica
chiamata a valutare la variazione richiesta.
17. TERMINI DI ADEMPIMENTO E PENALI
La ditta assegnataria si impegna a consegnare ed installare, a proprie spese e propria cura, la fornitura in
perfetta efficienza, secondo quanto specificato ai successivi commi.
2. La ditta dichiara che tutta la fornitura sarà composta da parti "Nuove di fabbrica".
3. La ditta si impegna a che tutte le prestazioni di installazione siano effettuate esclusivamente con
personale, attrezzature, mezzi e dotazioni individuali, operanti per conto della ditta, perfettamente idonei
ai lavori da eseguire, con le dovute modalità e tecniche specialistiche e nel rispetto di tutte le norme e/o
disposizioni vigenti in materia di igiene e sicurezza sul lavoro; a che tutto il personale utilizzato sia in
regola per quanto attiene alle norme e/o disposizioni vigenti in materia previdenziale ed assicurativa,
nonché in genere tutte quelle che regolano i rapporti di lavoro dipendente.
4. La ditta dichiara che il proprio personale osserverà tutte le norme (di orario, etc.) vigenti presso la
Direzione Scolastica.
5. La ditta si impegna a ridurre al minimo possibile il disturbo arrecato al normale svolgimento delle
lezioni eventualmente spostando in orari non scolastici le lavorazioni più rumorose.
6. La ditta dichiara di essere a conoscenza di doversi assumere la piena responsabilità per danni causati
dalla stessa a persone e/o cose dell'Istituto.
7. Restano a carico della Ditta tutte le spese, oneri, formalità, permessi, licenze, ecc., nonché le spese
per il trasporto, installazione e collaudo e quant'altro necessario per l'effettuazione della fornitura e posa
in opera a perfetta regola d'arte.
8. La consegna e l’installazione devono avvenire entro 30 (trenta) giorni dalla stipula del contratto e
dovranno essere certificati da apposito verbale.
9. Per ogni settimana di ritardo nella consegna e nella messa in funzione delle apparecchiature, non
imputabile all’istituto, o a forza maggiore o a caso fortuito, è applicata una penale del due ( 2% ) per
cento del prezzo pattuito, salvo il risarcimento dell'eventuale maggior danno.
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
10. In caso di malfunzionamenti successivi al collaudo, la ditta è tenuta al rispetto delle norme relative
alla garanzia contrattuale.
11.La ditta aggiudicataria si impegna a fornire la documentazione finalizzata ad un corretto utilizzo e
gestione dei beni nonché la certificazione attestante l'eventuale acquisto di licenze, brevetti, ecc..
12. In particolare è richiesta per ciascun prodotto hardware e software tutta la documentazione rilasciata
ufficialmente dal produttore comprese tutte le dichiarazioni di conformità;
18. GARANZIE
1.La garanzia si riferisce al perfetto funzionamento di tutto il materiale fornito ed installato. La ditta
aggiudicataria si impegna a garantire, in modo gratuito e presso il Committente, la manutenzione,
riparazione e/o sostituzione delle parti difettose o comunque non funzionanti per un periodo minimo di 24
(ventiquattro) mesi dalla data di approvazione del collaudo e per tutte le componenti della fornitura.
2.La garanzia si intende a copertura totale dei costi di prestazione professionale, ricambi, trasporto e/o
spese di viaggio e soggiorno, per il predetto periodo di 24 mesi. Restano esclusi dalla garanzia i materiali
di consumo ed i danni per cause non dipendenti dalla qualità della fornitura quali eventi atmosferici,
incendio, furto, dolo.
3.La ditta ha l'obbligo di provvedere all'assistenza gratuita on site provvedendo a proprie cura e spese alle
riparazioni e/o sostituzioni di quelle parti che dovessero rivelarsi difettose durante tale periodo.
19. INFORMATIVA AI SENSI DEL D.LGS. 196/03
L’Istituzione scolastica informa che i dati forniti dalle ditte partecipanti alla gara e per l’eventuale
successiva stipula del contratto, saranno trattati dall’ente appaltante in conformità alle disposizioni del
D.Lgs. 196/03 e saranno comunicati a terzi solo per motivi inerenti la stipula e la gestione degli ordini
contrattuali.
1. Le ditte concorrenti e gli interessati hanno facoltà di esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.Lgs.
196/03.
2. La stazione appaltante si impegna a raccogliere e trattare i dati per finalità connesse allo svolgimento
delle attività istituzionali in particolare per tutti gli adempimenti relativi alla piena attuazione del
rapporto. Il consenso al trattamento dei dati viene richiesto ai sensi della vigente normativa, ed in
particolare alla legge 196/2003. La controparte, dal canto suo, si obbliga a comunicare tempestivamente
eventuali variazioni dei dati anagrafici e fiscali dichiarati..
20. CAUSE DI RISOLUZIONE DEL CONTRATTO E CONTROVERSIE
Per qualunque controversia che dovesse insorgere nell’interpretazione o nell’esecuzione del presente
bando di gara e ove le parti non procedano in un accordo bonario, il foro competente è quello del
Tribunale ove è ubicata la scuola .
21 – Rinvio
Per quanto non espressamente contemplato nella presente lettera di invio si fa espresso rinvio a quanto
previsto dalla vigente legislazione comunitaria e nazionale in materia di affidamento di contratti pubblici,
con particolare riferimento al D.Lgs 163/2006 ed il relativo regolamento di attuazione (Regolamento di
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
esecuzione del Codice dei Contratti Pubblici D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207)
22. RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Il Dirigente Scolastico prof. Paolino Scotti
Saviano, 01/04/2014
Il Dirigente Scolastico
prof. Paolino Scotti
Firma omessa ai sensi dell’art.3
comma 2 del D.Lgs. 39/1993
Al Dirigente Scolastico
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “2A. CICCONE”
Via L. Sciascia, 33- 80039 Saviano NA
ALLEGATO 1 . DOMANDA DI PARTECIPAZIONE A GARA
Il/la
sottoscritto/a …………………………….
nato a …………………
il ………………….
(C.F………………………..) residente a ………………….. in via …………………………. N° …. nella sua
qualità di Legale Rappresentante della Società …………………………………………………………. P.Iva
……………………….. con sede in ………………………….Via ………………………… N° ….
telefono …………. ……………fax ………………………….. mail ………………………………………..
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
CHIEDE
di partecipare alla gara come ditta fornitrice per il progetto PON - cod. A1– FESR06 –
POR_CAMPANIA 2012-1687 dal titolo: “dalla Lavagna alla LIM””
CIG: 56905641F8
CUP: H63J12000880007
Il/la sottoscritto/a autorizza l'istituzione scolastica, per le attività connesse alla gara, al trattamento dei
Dati personali, ai sensi del D. Lgs. n.196/03.
Luogo e data
Rappresentante Legale
(Timbro e firma)
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
Al Dirigente Scolastico
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “2A. CICCONE”
Via L. Sciascia, 33- 80039 Saviano NA
ALLEGATO 2a . DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA CUMULATIVA
Il/la sottoscritto/a ……………………………. nato a ………………… il ………………….
(C.F………………………..) residente a ………………….. in via …………………………. N° ….
nella
sua
qualità
di
Legale
Rappresentante
della
Società
…………………………………………………………. P.Iva ……………………….. con sede in
………………………….Via ………………………… N° ….
telefono
………….
……………fax
………………………………………..
…………………………..
mail
ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, consapevole delle sanzioni penali previste dall'art. 76
dello stesso DPR per le ipotesi di atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate
DICHIARA
di non trovarsi in alcuna delle clausole di esclusione previste dall'art. 38 del D. Lgs. 163/2006;
di non aver riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali pendenti;
di non essere sottoposto a procedimenti per i'applicazione di misure di prevenzione coatta;
di non essere in presenza di cause ostative in materia di criminalità organizzata (antimafia);
di non aver commesso, nell'esercizio della propria attività professionale, gravi errori accertati con
qualsiasi mezzo di prova addotto dall'amministrazione aggiudicatrice;
di non trovarsi in stato di sospensione dell'attività commerciale;
di essere in regola con gli obblighi di cui alla Legge n. 68/1999;
di assumere a proprio carico tutti gli obblighi assicurativi e previdenziali di legge, di osservare le norme
vigenti in materia di sicurezza sul lavoro e di retribuzione dei lavoratori dipendenti;
di essere in regola con i versamenti contributivi e che non sussistono violazioni ostative
al rilascio del DURC;
di assumere tutti gli obblighi per la tracciabilità dei flussi finanziari di cui ali'articolo 3 della legge 13
agosto 2010, n. 136 e successive modifiche;
di essere abilitato al rilascio della dichiarazione di conformità e di rispettare le normative in materia di
installazione e manutenzione degli impianti di cui all'art. 1 del D.M. 3712008;
che i laboratori saranno realizzati a regola d'arte, in conformità alle norme C.E.I. 74-2 (EN 60950-1) e nel
rispetto delle disposizioni impartite dal Ministero della Funzione Pubblica con circolare 22.2.1991, n.
71911/10.02.96, nonché delle norme in materia di sicurezza sul posto di lavoro di cui al D. Lgs.81/2008 e
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
delle norme relative alla sicurezza e affidabilità degli impianti (legge 46/90);
di aver preso visione dell'invito e relativi allegati e di accettarne le condizioni e le penalità senza riserva
alcuna;
di aver valutato tutte le circostanze, influenti sulla fornitura e realizzazione dei laboratori in oggetto,
che hanno portato da determinazione delle condizioni contrattuali e del prezzo e di considerare
quest'ultimo congruo e remunerativo;
di accettare le condizioni di pagamento stabilite all'art. 17;
di assumersi la piena ed incondizionata responsabilità nei riguardi del perfetto funzionamento dei
materiali e degli impianti;
di assumersi la piena ed incondizionata responsabilità, fino al termine del periodo di garanzia, per
qualunque inconveniente che si verifichi a causa dei materiali e degli impianti forniti e per causa di
questi, alle strutture ed arredamenti dell'edificio;
Luogo e data
Rappresentante Legale
(Timbro e firma)
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
Al Dirigente Scolastico
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “2A. CICCONE”
Via L. Sciascia, 33- 80039 Saviano NA
ALLEGATO 2b . DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA CUMULATIVA
Il/la sottoscritto/a ……………………………. nato a ………………… il ………………….
(C.F………………………..) residente a ………………….. in via …………………………. N° ….
nella
sua
qualità
di
Legale
Rappresentante
della
Società
…………………………………………………………. P.Iva ……………………….. con sede in
………………………….Via ………………………… N° ….
telefono
………….
……………fax
………………………………………..
…………………………..
mail
ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, consapevole delle sanzioni penali previste dall'art. 76
dello stesso DPR per le ipotesi di atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate
DICHIARA
di non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione, amministrazione controllata, concordato preventivo o altra
situazione che ne impedisca la contrattazione con Enti Pubblici;
di essere a conoscenza dello stato dei locali in cui dovranno essere eseguite le opere;
di aver preso visione del capitolato e di accettarlo senza riserva alcuna;
di mantenere la validità dell’ offerta per almeno 3 (tre) mesi;
di consegnare e installare il materiale con proprio personale specializzato entro e non oltre i 30 (trenta) giorni
successivi all’ordine, e che trascorso tale termine accetta la decadenza dell’ordine;
che il trasporto e l’installazione è a suo carico fino alla sede dell’istituto e nei locali indicati;
di adottare, durante le fasi di lavoro, tutte le misure di sicurezza e garanzia previste dal D.L.vo 81/2008 e
successive modifiche e integrazioni;
che i prodotti sono garantiti per almeno 2 (due) anni (on site);
che le attrezzature acquistate sono in regola con la normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del
D.Lgs 81/08 e successive modifiche e integrazioni;
che il servizio di assistenza è garantito, on site, per tutta la durata della garanzia, per tutti i giorni lavorativi
dell’Istituzione Scolastica dalle ore 8.30 alle ore 18.30;
che le apparecchiature e gli impianti richiesti sono rispondenti alle specifiche descritte ;
di accettare incondizionatamente pagamenti subordinati al collaudo finale e all’erogazione dei fondi del MIUR.
Luogo e data
Rappresentante Legale
(Timbro e firma)
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
Al Dirigente Scolastico
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “2A. CICCONE”
Via L. Sciascia, 33- 80039 Saviano NA
ALLEGATO 2c . AUTOCERTIFICAZIONE CCIAA
Il/la sottoscritto/a ……………………………. nato a ………………… il ………………….
(C.F………………………..) residente a ………………….. in via …………………………. N° ….
nella
sua
qualità
di
Legale
Rappresentante
della
Società
…………………………………………………………. P.Iva ……………………….. con sede in
………………………….Via ………………………… N° ….
telefono
………….
……………fax
………………………………………..
…………………………..
mail
ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, consapevole delle sanzioni penali previste dall'art. 76
dello stesso DPR per le ipotesi di atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate
DICHIARA
ragione sociale e l’indirizzo completo dell’impresa
……………………………………………………………………………………………..
data e numero di iscrizione alla C.C.I.A.A
……………………………………………………………………………………………….
attività dell’impresa con l’indicazione se trovasi in fallimento, liquidazione amministrativa
coatta, ammissione in amministrazione controllata, liquidazione e cessazione di attività
…………………………………………………………………………………………………………
………………………………………………………………………………………………………….
………………………………………………………………………………………………………….
generalità dei componenti dell’organo di amministrazione e dei soggetti in possesso della
titolarità ad impegnare l’impresa.
………………………………………………………………………………………………………….
Il possesso dell’ abilitazione all’installazione, alla trasformazione, all’ampliamento e manutenzione
degli impianti di cui all’art.1 della Legge 46/90 e smi.
Luogo e data
Rappresentante Legale
(Timbro e firma)
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
Al Dirigente Scolastico
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “2A. CICCONE”
Via L. Sciascia, 33- 80039 Saviano NA
ALLEGATO 2d . AUTOCERTIFICAZIONE CASELLARIO GIUDIZIARIO
Il/la sottoscritto/a ……………………………. nato a ………………… il ………………….
(C.F………………………..) residente a ………………….. in via …………………………. N° ….
nella
sua
qualità
di
Legale
Rappresentante
della
Società
…………………………………………………………. P.Iva ……………………….. con sede in
………………………….Via ………………………… N° ….
telefono
………….
……………fax
………………………………………..
…………………………..
mail
ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, consapevole delle sanzioni penali previste dall'art. 76
dello stesso DPR per le ipotesi di atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate
DICHIARA
di non aver mai riportato condanne penali;
di non avere procedimenti penali pendenti;
di non essere interdetto dai pubblici uffici
Luogo e data
Rappresentante Legale
(Timbro e firma)
Avvertenza: il dichiarante decade dagli eventuali benefici conseguenti al provvedimento emanato sulla
base di dichiarazione non veritiera di cui all’art. 75 DPR 445/2000
Letto confermato e sottoscritto
Luogo e data
Rappresentante Legale
(Timbro e firma)
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
Al Dirigente Scolastico
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “2A. CICCONE”
Via L. Sciascia, 33- 80039 Saviano NA
ALLEGATO 2E . AUTOCERTIFICAZIONE DURC
Il/la sottoscritto/a ……………………………. nato a ………………… il ………………….
(C.F………………………..) residente a ………………….. in via …………………………. N° ….
nella
sua
qualità
di
Legale
Rappresentante
della
Società
…………………………………………………………. P.Iva ……………………….. con sede in
………………………….Via ………………………… N° ….
telefono
………….
……………fax
………………………………………..
…………………………..
mail
ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, consapevole delle sanzioni penali previste dall'art. 76
dello stesso DPR per le ipotesi di atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate
DICHIARA
Che la ……………………… è regolare ai fini del DURC in quanto risulta regolare con il
versamento dei contributi I.N.P.S. al .. .. …. e risulta regolare con il versamento dei premi e
accessori I.N.A.I.L. al .. .. …..
Luogo e data
Rappresentante Legale
(Timbro e firma)
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
Al Dirigente Scolastico
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “2A. CICCONE”
Via L. Sciascia, 33- 80039 Saviano NA
ALLEGATO 2F . AUTOCERTIFICAZIONE ORGANI TECNICI
Il/la sottoscritto/a ……………………………. nato a ………………… il ………………….
(C.F………………………..) residente a ………………….. in via …………………………. N° ….
nella
sua
qualità
di
Legale
Rappresentante
della
Società
…………………………………………………………. P.Iva ……………………….. con sede in
………………………….Via ………………………… N° ….
telefono
………….
……………fax
………………………………………..
…………………………..
ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, consapevole delle sanzioni penali previste dall'art. 76
dello stesso DPR per le ipotesi di atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate
DICHIARA
che gli organi tecnici incaricati della manutenzione, assistenza e controllo qualità, di cui all'art. 14
comma 1 lett. C) del d.lgs. 24/07/1992 n. 358 e sue successive modificazioni e integrazioni si
compongono come segue:
………………………………………………………………………….
………………………………………………………………………….
………………………………………………………………………….
………………………………………………………………………….
…………………………………………………………………………
………………………………………………………………………….
Luogo e data
Rappresentante Legale
(Timbro e firma)
mail
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
Al Dirigente Scolastico
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “2A. CICCONE”
Via L. Sciascia, 33- 80039 Saviano NA
ALLEGATO 2G . AUTOCERTIFICAZIONE FORNITURE PREGRESSE
Il/la sottoscritto/a ……………………………. nato a ………………… il ………………….
(C.F………………………..) residente a ………………….. in via …………………………. N° ….
nella
sua
qualità
di
Legale
Rappresentante
della
Società
…………………………………………………………. P.Iva ……………………….. con sede in
………………………….Via ………………………… N° ….
telefono
………….
……………fax
………………………………………..
…………………………..
ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, consapevole delle sanzioni penali previste dall'art. 76
dello stesso DPR per le ipotesi di atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate
DICHIARA
Le seguenti forniture similari effettuate presso altre istituzioni scolastiche o enti pubblici
………………………………………………………………………….
………………………………………………………………………….
………………………………………………………………………….
………………………………………………………………………….
…………………………………………………………………………
………………………………………………………………………….
Luogo e data
Rappresentante Legale
(Timbro e firma)
mail
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
Al Dirigente Scolastico
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “2A. CICCONE”
Via L. Sciascia, 33- 80039 Saviano NA
ALLEGATO 3 . INFORMATIVA E CONSENSO AI SENSI DELL’'ART. 13 DEL D. LGS 196/03;
Premesso che ai sensi del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati
personali) art. 13, l'interessato o la persona presso la quale sono raccolti i dati personali, sono previamente
informati oralmente o per iscritto circa le finalità e le modalità del trattamento, la natura obbligatoria o
facoltativa del conferimento dei dati, le conseguenze di un eventuale rifiuto di rispondere, i soggetti o le
categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in
qualità di responsabili o incaricati, e l'ambito di diffusione dei dati medesimi, i diritti di cui all'articolo 7 del
D.Lgs. 196/2003 e gli estremi identificativi del titolare, la scuola Direzione Didattica Statale 2° Circolo, in
qualità di Titolare del Trattamento dei dati personali, La informa che si considerano di rilevante interesse
pubblico, le finalità di istruzione e di formazione in ambito scolastico e che, per la tutela della privacy, la scuola
ha predisposto il Documento Programmatico sulla Sicurezza (DPC), in cui sono riportate le misure adottate e le
istruzioni impartite ai soggetti Incaricati del Trattamento, al fine di garantire la tutela della riservatezza dei dati.
I dati personali in possesso della scuola sono raccolti dagli Incaricati del Trattamento per l'espletamento dei
compiti istituzionali ed in ogni caso trattati nel rispetto degli obblighi di correttezza, liceità e trasparenza imposti
dalia citata normativa a tutela della riservatezza e per prevenire violazioni dei diritti, delle libertà fondamentali e
della dignità dell'interessato.
Pertanto, i dati conferiti, o per disposizione di legge o su iniziativa dello stesso interessato, saranno raccolti e
trattati per l'esclusivo assolvimento degli obblighi istituzionali.
I1 trattamento dei dati personali, forniti direttamente o comunque acquisiti, avverrà presso la sede della scuola
nel rispetto dei principi di indispensabilità, pertinenza e non eccedenza.
In particolare i dati verranno trattati in forma scritta e supporto cartaceo, informatico e telematico, nei modi e nei
limiti necessari per perseguire le predette finalità in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati
stessi.
Le categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati sono esclusivamente quelli previsti dalla legge
e/o da regolamenti ed in particolare gli Enti Locali collegati con la scuola, il Ministero
Della Pubblica Istruzione ed uffici decentrati, il Ministero dell’'Economia e delle Finanze ed Uffici decentrati,
Organismi Sanitari e privati o organi istituzionali, con finalità previdenziali, assistenziali e istituti assicurativi.
I1 luogo ove avviene il trattamento dei dati personali è la sede della scuola.
Per esercitare i diritti di cui all'art. 7 del Testo Unico in materia di trattamento di dati personali, è possibile
presentare istanza scritta al Titolare del Trattamento.
Luogo e data
Rappresentante Legale
(Timbro e firma)
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
Capitolato Tecnico
Oggetto del presente documento è la definizione delle specifiche minime per la fornitura e
l’installazione di lavagne interattive multimediali complete di postazioni di lavoro e per la posa in
opera, secondo la regola d’arte, di impianti per la copertura wifi e di rete Lan presso la sede scolastica
dell’ ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “2A. CICCONE”
N. 22 - LAVAGNE INTERATTIVE MULTIMEDIALI
La Lavagna interattiva Multimediale tecnologia DViTTM per creare una superficie di lavoro
interattiva multi-touch, multi-gesture (con le applicazioni supportate) dual-touch (supporta fino a 2
tocchi contemporanei sulla superficie di lavoro) utilizzabile con le dita o con la penna. La superficie
di interazione con tecnologia capacitiva è antiriflesso, antigraffio, resistente agli urti (anche ad un
pugno diretto), lavabile. La connessione al PC è gestita tramite cavo USB (fornito in dotazione).
Caratteristiche tecniche:
77” in 4:3
risoluzione al tocco di 32000x32000 punti per pollice
1 penna, senza ausilio di batterie o altra forma di mantenimento
2 altoparlanti stereo della stessa marca della LIM
Software autore per la gestione di tutte le funzionalità della
LIM: disegno, importazione/esportazione di file, immagini, file multimediali; registratore,
riconoscimento forme e testo, etc. Gestione di documenti in formato .IWB (formato universale di
interscambio tra LIM diverse). Registratore video e lettore video interattivo incorporato. archivio
multimediale di contenuti con funzione di ricerca. Banca widget – archivio di mini-applicazioni
aggiornabile via web comprendente, ad es., calcolatrice, orologio, tavola periodica, goniometro,
compasso, righello, tendina, dado, sudoku, carte parole, tangram etc.
La LIM deve essere di una marca nota presente a livello nazionale ed internazionale nel mondo
della DIDATTICA
N. 22 - Videoproiettori a distanza focale ultra corta
Caratteristiche tecniche:
a tecnologia LCD con 3 pannelli
risoluzione nativa XGA (1024 x 768) 4:3
luminosità minima di 2600 ANSI Lumens
rapporto di contrasto 3,000:1 (Full on / Full off)
rapporto di proiezione 0.31:1
io di gestione Via-LAN
altoparlante integrato
l’accessorio per il collegamento Wireless al computer
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
Il videoproiettore deve avere i seguenti input PC: LAN, USB - A/V: S-V., HDMI, V.Composite
essere completo di staffa a parete omologata dallo stesso produttore del
proiettore
essere di una marca nota presente a livello nazionale ed internazionale nel
mondo dell'elettronica di consumo e della didattica
N. 22 - NOTEBOOK: processore I5 - HD 750GB – RAM 4GB DDR3 1600MHz – Sk. Video 1GB
dedicato - ODD S-Multi DL, 15,6" HD (1366 x 768) LED, 802.11bgn, 10/100 LAN HD, 1x USB 2.0
1x USB 3.0 HDMI, Tastierino Numerico LCD ZBD - Windows 7/8
N. 1 - Rete lan e wireless d'istituto per completare l'attuale infrastruttura di rete della scuola. La
soluzione proposta deve permettere di offrire la connettività alla maggior parte dei laptop, tablet,
notebook, netbook e delle schede wireless disponibili sul mercato. La rete wireless avrà uno schema di
autenticazione WEP/WPA2 a 128 bit. Sarà effettuata la configurazione dei dispositivi wireless
esistenti e di quelli presenti in questa richiesta, tramite password. Una volta autenticato, il pc, notebook,
tablet o smartphone salva la configurazione senza dover in futuro autenticarsi di nuovo.
N. 1 armadio rack da 6 unità 19'
N. 2 switch da 24 porte cat. 10/100/1000
N. 2 pannello di rete da 24 porte categoria 6 FTP
N. 2 ciabatta per armadio rack 6 posizioni
N. 1 presa da 16 ampere (tipo BOSCH) per collegamento elettrico dell'armadio rack
Canaline e cavi di rete cat. 6 per i colleg. ACCESS POINT e per il colleg. all'armadio rack esistente
N. 16 prese di rete per il collegamento ACCESS POINT/RIPETITORE
N. 16 ACCESS POINT/RIPETITORE
N. 13 PUNTI RETE IN AULE
Rilascio finale certificazione di conformità 37/08.
N. 24 - Armadietti blindati per notebook
• Realizzati in ferro verniciato a forno
• Dimensioni: 60x55x13cm
• Peso: 14Kg
• Chiusura con chiave di sicurezza tipo antifurto
• Serrature con chiave tubolare ideali per un’ampia gamma di applicazioni destinate
soprattutto agli ambienti pubblici
• Vano per alimentatore e alloggio cavi con chiusura a scomparsa (apribile solo a ribaltina
Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania
aperta), misure interne 54x15x13cm. Compatibile con notebook fino a 17"
• Ribaltina 37x53cm con doppia cerniera frizionata, con supporto per sostegno notebook
completa di banda per fissaggio notebook - CABLAGGIO CAVI
N. 1 - ARMADIO PER SERVER DI RETE E RETE LAN SEGRETERIA PER N. 15 PUNTI RETE
- DA PAVIMENTO –
Al fine di velocizzare l’analisi comparativa delle offerte pervenute è assolutamente necessario
preparare la propria offerta tecnica compilando l’allegato 4 e corredarlo delle schede tecniche dei
prodotti proposti e di quant’altro utile per la determinazione dei prodotti offerti. D’altro canto, l’offerta
economica va compilata in ogni sua parte sull’allegato 5.
Saviano, 01/04/2014
Il Dirigente Scolastico
prof. Paolino Scotti
Firma omessa ai sensi dell’art.3
comma 2 del D.Lgs. 39/1993
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
726 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content