close

Enter

Log in using OpenID

Brochure TGS EBV 2014 BASSA 01 SINGOLE ITA

embedDownload
Innovation in Diagnostics
EBV
Epstein Barr Virus
ID INFECTIOUS
DISEASES
IT
EBV:
DIAGNOSI DIFFERENZIALE
In corso di sospetta infezione da
EBV la diagnosi sierologica è lo strumento principe per la valutazione
dello stato immune del soggetto. L’indagine sierologica di routine misura
la risposta anticorpale alle proteine
virali espresse durante il ciclo litico
e/o durante la latenza; consente, quasi
sempre, di distinguere tra infezione
acuta e pregressa, infine, permette
di monitorare la storia dell’infezione
nel tempo e di evidenziare eventuali
riattivazioni. Tale indagine consiste
nel dosaggio delle immunoglobuline
IgM verso l’antigene VCA, e nel dosaggio delle immunoglobuline IgG verso
EA(D), VCA ed EBNA-1.
Early Antigen (EA)
Le EA(D) sono proteine espresse nelle
fasi precoci del ciclo litico.
Dopo qualche settimana dall’infezione
compaiono nell’80% dei pazienti IgG
verso l’EA(D). Le IgG anti–EA(D) scompaiono in convalescenza anche se
circa il 20-30% dei pazienti mantengono un basso livello di IgG anti-EA(D)
nel tempo. Questi anticorpi possono
essere presenti nelle riattivazioni.
Viral Capsid Antigen (VCA)
Le VCA sono proteine strutturali
che costituiscono il capside virale.
Durante le fasi iniziali dell’infezione,
i primi anticorpi che compaiono nel
siero della maggior parte dei pazienti
sono di tipo IgM anti-VCA che raggiungono un picco e poi scompaiono dopo
qualche settimana (eccezionalmente
possono permanere per settimane o
addirittura per anni). A seguire compaiono anticorpi IgG verso il VCA, che
permangono indefinitamente e stabilmente nel tempo.
Epstein-Barr Nuclear Antigen (EBNA)
Il complesso EBNA è costituito da
almeno 6 proteine (EBNA 1-6). Dopo
qualche settimana/mese dall’esordio,
compaiono anticorpi IgG anti EBNA-1,
considerati come marcatore di convalescenza. Gli anticorpi anti-EBNA-1
sono quindi generalmente assenti
nella fase acuta dell’infezione primaria ed a seguire sono relazionati alla
memoria immunologica dell’individuo.
EBV: SIERODIAGNOSI DELL’INFEZIONE
Sintomi
VCA IgG VCA IgM EBNA-1 IgG EA IgG
VCA IgG
INFEZIONE
VCA IgM
EBNA-1 IgG
-1
0
1
2
3 mesi
Anni
RIATTIVAZIONE
EA IgG
EA IgG
Mesi
INNOVATION IN DIAGNOSTICS
Diagnosi
-
-
-
-
Non immune
-/+
+
-
+/-
Infezione Primaria Acuta
+
+ /-
-/+
+/-
Infezione Primaria Recente
+
-
+/-
-/+
Infezione Pregressa
+
+/-
+/-
+
Riattivazione/Cronicizzazione
TGS TA: METODO
I test per il dosaggio delle immunoglobuline IgG (EA(D),
VCA ed EBNA-1) ed IgM (VCA) della linea TGS TA impiegano
un metodo sandwich a 2 Step. Il test TGS TA EBV VCA
CLIA
2 STEP
1
IgM prevede una fase di pre-trattamento del campione
per eliminare le interferenze del Fattore Reumatoide
e delle Immunoglobuline di classe IgG.
2
3
I Step
CLIA
2 STEP
CON PRETRATTAMENTO
4
II Step
P
1
2
3
4
IgM
α - hIgG
IgG
FR
FR
I Step
Pre-Trattamento
P
1
2
3
4
II Step
Pre-trattamento del campione per eliminare le interferenze del Fattore Reumatoide e delle Immunoglobuline di classe IgG.
Il campione in esame viene messo in contatto con la fase solida costituita da particelle magnetiche sensibilizzate.
Formazione di un complesso tra le particelle magnetiche e gli anticorpi specifici.
Dispensazione del coniugato (Ab anti-h-IgG oppure Ab anti-h-IgM) marcato con un derivato dell’estere di acridinio.
Il coniugato reagisce con il complesso fase solida – ab specifico. Viene attivata una reazione di chemiluminescenza e misurato
il segnale luminoso generato.
TGS TA: CARATTERISTICHE DELLA LINEA
ELEVATA
SEMPLICITÀ D’USO
AFFIDABILITÀ
FLESSIBILITÀ
EFFICIENZA
In completa automazione e tutti
i reagenti pronti all’uso.
Profili diagnostici per paziente
e differenti modalità operative.
Grazie all’impiego di
micro‑particelle sensibilizzate
aventi una superficie di coating
ampia e uniforme.
Elevata resa analitica, reagenti
on board, rapidità primo risultato.
ACCURATEZZA
L’impiego delle proteine ricombinanti garantisce un’accurata
rilevazione degli anticorpi anti-EBV
permettendo di evitare le interferenze con altri herpes virus.
INNOVATION IN DIAGNOSTICS
TGS TA EBV VCA IgG
TGS TA EBV VCA IgM
TGS TA EBV EBNA-1 IgG
TGS TA EBV EA IgG
Produttività
Primo risultato
Sensibilità Relativa
Specificità Relativa
Shelf life
YB500024
p18 Rec.
100
10’+ 10’
3 settimane
0.0 – 750 UA/mL.
Neg < 10 UA/mL
Pos ≥ 10 UA/mL
70 test/ora
24 minuti
97,3%
99,1%
12 mesi
YB500026
p18 Rec.
100
10‘ + 20’ + 10’
3 settimane
0.0 – 330 UA/mL.
Neg < 15 UA/mL
Pos ≥ 15 UA/mL
38 test/ora
35 minuti
93,5%
97,9%
12 mesi
YB500023
EBNA-1 Rec.
100
10’+ 10’
3 settimane
0.0 – 835 UA/mL.
Neg < 10 UA/mL
Pos ≥ 10 UA/mL
70 test/ora
24 minuti
96,3%
95,7%
12 mesi
YB500025
p54 Rec.
50
10’+ 10’
3 settimane
0.0 – 640 UA/mL.
Neg < 10 UA/mL
Pos ≥ 10 UA/mL
70 test/ora
24 minuti
92,0%
100,0%
12 mesi
Metodo
CLIA - 2 Step
CLIA - 2 Step
con pretrattamento
CLIA – 2 Step
CLIA – 2 Step
Codice
Antigene
Numero Test
Incubazioni
Stabilità calibrazione
Range di misura
Risultati attesi
EBV Control Set
TGS TA EBV Control Set – codice YB500030
TGS TA
ANALYSER 120
¾¾
¾¾
¾¾
¾¾
¾¾
Cuvette monouso per evitare cross-reazioni.
Ricalibrazione a 2 punti della curva memorizzata.
Primo risultato: 24 min.
Massima resa analitica: 70 test/ora.
Fino a 15 parametri a bordo strumento.
Technogenetics Srl via Vanvitelli 4 – 20129 Milano, Italia
Email: [email protected] – www.technogenetics.it
Vers.: 06/2014
¾¾ Profili diagnostici per paziente.
¾¾ Modalità di lavoro con accesso random, batch e STAT.
¾¾ Caricamento continuo con identificazione positiva dei
campioni e dei reagenti tramite codice a barre.
¾¾ Conservazione dei reattivi refrigerati a bordo strumento.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
8
File Size
856 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content