close

Enter

Log in using OpenID

classe 5A - Liceo Classico Psicopedagogico Cesare Valgimigli

embedDownload
LICEO “G. CESARE – M. VALGIMIGLI”
* Classico – * Linguistico – * Scienze Umane – * Sc. Umane / Economico Sociali
Presidenza e Segreteria: Via Brighenti, 38 – 47921 Rimini
Tel. 0541-23523 Fax 0541-54592
E-mail: [email protected] – Web: www.liceocesarevalgimigli.it
C.M. RNPC01000V - C.F. 91059030402
LICEO CLASSICO PSICOPEDAGOGICO
‘ G. CESARE – M. VALGIMIGLI’- RIMINI
Liceo Classico – Liceo di Scienze della Formazione
Liceo Linguistico– Liceo di Scienze Sociali
Via Brighenti, 38 – Rimi
Documento del Consiglio di Classe
Classe 5A
Indirizzo di Studi: Liceo Linguistico
Anno Scolastico 2013-2014
Indice
Finalità generali del corso di studi e quadro orario
Membri del Consiglio di classe
Profilo della classe
Storia della classe
Uscite didattiche, viaggi d’istruzione ed altre attività didattiche
Obiettivi didattici trasversali perseguiti e raggiunti
Programmi effettivamente svolti
Simulazioni di terza prova
Strumenti e criteri di valutazione
Allegati:
1. Copia delle simulazioni di terza prova assegnate durante l’anno scolastico
2. Copia delle griglie di valutazione utilizzate per la correzione delle simulazioni
3. Griglie di valutazione
FINALITA’ GENERALI DELL’INDIRIZZO DI STUDIO E QUADRO ORARIO
•
L’ offerta formativa del liceo linguistico mira
l’insegnamento di tre lingue straniere.
alla padronanza delle competenze linguistiche attraverso
•
La dimensione formativa è assicurata per tutto il triennio dal contributo dei tre assi fondamentali (
linguistico-letterario-artistico, storico filosofico, matematico-scientifico), dalla metodologia che ne
caratterizza l’insegnamento e dall’analisi della cultura occidentale, in particolare europea, attraverso
l’apprendimento delle lingue.
•
L’asse culturale del liceo linguistico si fonda sul linguaggio inteso quale oggetto privilegiato di riflessione e
centro di riferimenti culturali e di dinamiche conoscitive e propositive. In tale contesto vanno valorizzati sia gli
aspetti specifici dei singoli linguaggi sia il concetto di lingua nelle sue diverse valenze di strumento di
comunicazione e di relazione, di veicolo di conoscenza, di fattore culturale.
•
Il profilo formativo dell’allievo al termine del quinquennio risulta quello di persona consapevole della propria
identità culturale, curiosa nei riguardi di altre culture e disponibile a confrontarsi con esse, dotata quindi della
capacità di riflettere in modo critico su altri sistemi culturali, partendo dal proprio.
QUADRO ORARIO DEL LICEO LINGUISTICO v.o.
Materie
Religione/alternativa
Italiano
Latino
Storia
Geografia
Diritto ed economia
Filosofia
Inglese
Tedesco/francese
Francese/tedesco
Matematica con
informatica
Fisica
Scienze Naturali
Storia dell'arte
Storia della musica
Educazione motoria
Totale unità
didattiche
1°anno
2°anno
3°anno
4°anno
5°anno
1
4
4
2
2
2
4*
4*
3*
1
4
4
2
2
2
-4*
4*
3*
1
4
3
3
1
4
2
3
1
4
3
3
-2
3*
4*
3*
-3
3*
3*
4*
-3
4*
3*
3*
3
3
3
3
3
2
2
2
-2
-2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
34
34
35
34
35
* un'ora di compresenza con l’insegnante madrelingua.
Orario 8 – 13.30
Membri del Consiglio di Classe
La composizione del Consiglio di classe della V A., per l’anno scolastico 2013-14, è riportata nella tabella sottostante.
Nel corso del quinquennio si sono registrati i seguenti avvicendamenti:
I anno di corso: regolare
II anno di corso: matematica, storia e geografia, scienze, francese.
III anno di corso: latino, italiano, francese, scienze.
IV anno di corso: fisica, latino, storia, scienze, francese, francese conversazione,
V anno di corso: fisica, italiano, latino, storia, scienze.
Disciplina
Italiano
Latino
Storia
Matematica
Fisica
Scienze
Filosofia
Inglese
Inglese madrelingua
Francese
Francese madrelingua
Tedesco
Tedesco madrelingua
Storia dell’Arte
Religione
Ed. Fisica
Orario annuo
132
99
99
99
66
66
99
99
33
66
33
66
33
66
33
66
Docente
Raimondo Giuseppina
Raimondo Giuseppina
Patrassi Claudia
Soggia Oriella
Soggia Oriella
Drudi Maurizio
Borzi Maria
Casablanca Fernanda
Ferrara Rosa Anna
Livi Donatella
Dinh Christine
Pecci Paola
Muller Barbel
Pazzaglia Davide
Perez Francesco
Paoli Luisa
La classe è composta dai seguenti alunni:
Cognome
Nome
1
ASTOLFI
ANNALISA
2
BATTISTINI
ZUZANNA BARBARA
3
DI POMPONIO
JORJA
4
FERRARI
CAMILLA
5
GIROLOMINI
ELISABETTA
6
GOLINUCCI
SERENA
7
GUCCI
REA SILVIA
8
GUIDI
GIORGIA
9
HERNANDEZ
JULIANA
10
KOKALE
ENDRIT
11
MARTYNOVYCH
VIKTORIYA
12
MONACO
GIORGIA
13
PAGLIERO
CLARA JULIA
14
PLANGG
MICHELLE
15
SPINELLI
CATERINA
16
STEFANO
BEATRICE
17
SUCCI
MARTINA
18
TOTARO
FEDERICO
19
VEZZU’
ENRICO
20
ZAVATTA
SABRINA
Storia della classe
La tabella riporta i dati numerici relativi agli iscritti e all’esito finale dei cinque anni di studi.
Anno scolastico
Iscritti
Ritirati o trasferiti
Respinti
Promossi
1° anno
2009/2010
2° anno
2010/2011
3° anno
20011/2012
4° anno
2012/2013
5° anno
2013/2014
29
1
9
20
1
2
17+3 resp.+1
inserim.
18+1resp.
0
3
0
0
19 (5 con sospensione del
giudizio)
17 (6 con sospensione del
giudizio)
18 (5 con sospensione del
giudizio)
19 (2 con sospensione del
giudizio)
19+1inserim.
0
Sospensioni del giudizio:
I anno n. 5
alunni
II anno n. 6
alunni
III anno n. 5
alunni
IV anno n. 2
alunni
Uscite didattiche, viaggi d’istruzione ed altre attività didattiche
Nel corso del triennio la classe è stata coinvolta nelle seguenti iniziative:
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.
21.
22.
23.
24.
25.
26.
Stage linguistico a Londra di 15 giorni presso la King School di Beckenham
Stage linguistico di 7 giorni in Costa Azzurra (Antibes)
Stage linguistico di 15 giorni a Berlino presso la Carl Duisburg Centrum
Uscita didattica a Cesena presso la Biblioteca Malatestiana
Visita guidata a Castel Sismondo alla mostra “Parigi, gli anni meravigliosi”
Visita guidata a Castel Sismondo alla mostra “Da Vermeer a Kandisky”
Uscita didattica alla mostra “Senza Atomica”
Uscita didattica “Incontro col testimone” sopravvissuti ad Auschwitz
Uscita didattica al Film festival San Marino visione de “La Tregua”di Francesco Rosi e incontro con
JohnTurturro
Rappresentazione teatrale in lingua francese : Musical “Cabaret”
Rappresentazione teatrale in lingua francese: “Sans Papier”
Rappresentazioni teatrali in lingua inglese: ‘ Midsummer night’s dream” e “The blues Brothers”
Rappresentazione teatrale “La mandragola”.
Certificazioni esterne di lingua inglese, tedesca e francese: First Certificate, Delf B2 , ZDJ
Partecipazione di alcuni allievi al progetto “Educazione alla memoria” organizzato dal comune di Rimini
Partecipazione alla gara di lettura presso Libreria Viale dei Ciliegi.
Progetto di Primo soccorso
Progetto DNA Finger Printing
Partecipazione al progetto OLIMPIADI DELLA DANZA
Progetto Avis
Attività di orientamento presso varie università della regione
Progetto “nordic walking”
Partecipazione incontro organizzato dalla Provincia ‘ Mobilità estero- lavoro giovanile e studio’.
Partecipazione al concorso “Jugendpreis” (3° posto) e ritiro del premio a Francoforte da parte di alcuni allievi.
Sperimentazione di alcuni moduli Clil con l’intervento di un assistente di lingua tedesca
Realizzazione di moduli Clil in lingua inglese riguardante la filosofia per temi.
Simulazioni Terza prova
Il Consiglio di classe, nella seduta del …..novembre ha deliberato di utilizzare nelle simulazioni di terza prova scritta la
tipologia A indicata come trattazione sintetica di un argomento.
Sono state eseguite n. 2 simulazioni:
-
La prima, in data 10 dicembre 2013 relativa alle seguenti discipline: scienze, arte, tedesco e inglese .
-
La seconda, in data 24 aprile 2014, relativa alle seguenti discipline: matematica, filosofia, e due tra
francese/tedesco/inglese (in base alla scelta fatta per la simulazione della seconda prova) .
In allegato, vengono riportati i testi delle simulazioni assegnate agli alunni e i criteri di valutazione utilizzati .
Per lo svolgimento delle prove è stato assegnato un tempo di 3 ore.
Sono state inoltre svolte una simulazione relativa alla prima prova scritta d’esame in data 15 aprile 2014 ed una relativa
alla seconda prova in data 16 aprile 2014. Anche per le rispettive griglie di valutazione si rimanda agli allegati.
Obiettivi cognitivi e educativi trasversali
Strumenti e criteri di valutazione
Obiettivi comportamentali
Consolidare – acquisire corrette capacità relazionali
nei rapporti con i docenti, con i compagni, con i
soggetti esterni eventualmente coinvolti nelle attività
didattiche curriculari ed extracurriculari;
Rafforzare la consapevolezza delle proprie
responsabilità ed impegni;
Consolidare - ampliare gli interessi culturali;
Consolidare la motivazione sottesa alla scelta del
corso di studi anche in vista di future scelte di studio
o di lavoro;
Arrivare ad una prima consapevolezza della
complessità del reale;
Educare alla tolleranza e all’accettazione della
diversità e al rispetto reciproco.
Strumenti/metodi
Attività disciplinari e multidisciplinari
Lavori di gruppo
Dibattiti
Visite guidate e viaggio di istruzione;
Promozione della lettura intensiva ed estensiva in
particolare per le lingue straniere;
Promozione della partecipazione ad attività culturali
Obiettivi/competenze
Conoscenza: capacità di rievocare
Modalità di verfica
Modalità di verifica
Livello di partecipazione e interesse rispetto alle
attività svolte in classe;
Discussione e dibattiti;
Assiduità e motivazione nella partecipazione alle
attività svolte
Indicatori di livello
Valutazione
• Colloqui
•
Elementi specifici
• Relazioni
• Scarsa
• 2-4
•
Modi e mezzi per usarli
• Analisi testuali
• Limitata
• 4-5
•
Dati universali
• Prove strutturate e/o semistrutturate
• Sufficiente
• 6
• Produzioni di varia tipologia
• Ampia
• 7-8
• Esauriente
• 9-10
• Approssimativa
• 2-4
• Superficiale
• 4-5
• Corretta
• 6
• Consapevole
• 7-8
• Completa
• 9-10
utilizzando codici diversi
Comprensione: capacità di afferrare il senso di una
•
Colloqui
comunicazione
•
Relazioni
•
Trasformare
•
Analisi testuali
•
Interpretare
•
Prove
•
Estrapolare
strutturate
e/o
semistrutturate.
•
Costruzioni
di
mappe
concettuali.
•
Risoluzione di problemi
Applicazione:
• Relazioni orali e scritte
capacità di utilizzare dati o procedimenti conosciuti
• Analisi testuali
• Errata
• 2-4
riuscendo a
• Risoluzione di problemi
• Incerta
• 4-5
• Accettabile
• 6
• Sicura
• 7-8
• Autonoma
• 9-10
•
Collegare
• Costruzioni di mappe
•
Organizzare
• Costruzioni di tabelle
•
Generalizzare
• Produzioni
di
varia
tipologia
utilizzando codici diversi
Analisi:capacità di separare gli elementi costitutivi di una
• Analisi testuali
• confusa
• 2-4
comunicazione per evidenziare
• Risoluzione di problemi
• superficiale
• 4-5
•
elementi
• Costruzioni di mappe
• essenziale
• 6
•
relazioni
• Costruzioni di tabelle
. articolata
• 7-8
•
principi organizzativi
• profonda
• 9-10
Sintesi: capacità di riunire elementi al fine di formare, in
• Relazioni orali e scritte
• confusa
• 2-4
modo coerente, comunicazioni uniche, piani di azione,
• Relazioni orali e scritte
• frammentaria
• 4-5
insiemi di relazioni astratte
• Risoluzione di problemi
• coerente
• 6
• efficace
• 7-8
• personale
• 9-10
Espressione: capacità di esprimere/comunicare il proprio
• Colloqui
pensiero in modo
• Relazioni orali e scritte
•
Aderente
•
Coerente
•
Fluido
• Produzioni
di
varia
utilizzando codici diversi
tipologia
• Scorretta/confusa
• 2-4
• Incerta
• 4-5
• Corretta
• 6
• Chiara
• 7-8
• Disinvolta
• 9-10
Programmi effettivamente svolti
Le pagine che seguono in allegato riportano, per ciascuna disciplina, gli argomenti effettivamente svolti
MATERIA: ITALIANO
DOCENTE: prof. RAIMONDO GIUSEPPINA
Testi in adozione: -Luperini-Cataldi-Marchiani-Tinacci, Il nuovo “La Scrittura e l’interpretazione” (ed. arancione)
Leopardi, il primo dei moderni - vol.5, vol. 6, G. B. Palumbo
- Dante Alighieri, Commedia, Paradiso, a cura di A.M. Chiavacci, Zanichelli
Metodologia:
L'insegnamento della disciplina è stato svolto integrando la tradizionale lezione ex cathedra con altre
metodologie. La lezione frontale è stata utile a delineare un profilo dei diversi fenomeni e per analizzare i testi
letterari. Lezioni frontali si sono alternate a momenti interattivi miranti a valorizzare i contributi dell’utenza e a
monitorare il grado di comprensione delle tematiche: i ragazzi sono stati sollecitati ad intervenire durante le
lezioni con richiami ad argomenti studiati, a cogliere collegamenti interdisciplinari, a discutere (problem
solving) e a riflettere sul messaggio e i valori di cui il testo è portatore. I contenuti sono stati sviluppati
generalmente in diacronia con metodo ora induttivo (dal testo all’autore ad un inquadramento storico –
culturale) ora deduttivo (dal contesto al testo) e per ogni periodo si sono messi in rilievo i momenti più
significativi e i nodi problematici. Nell’ambito di questo percorso di base sono state individuate delle
intersezioni a carattere modulare (Incontro con l’autore e / o con l’opera, temi, generi letterari) che hanno
consentito di istituire collegamenti all’interno della disciplina e con altre della stessa area. Si è cercato di far
scorrere in uno stretto intreccio la ricostruzione storico – letteraria e l’interpretazione dei testi, cercando, ove
possibile, di attualizzarli e di sottolinearne la valenza per l’uomo d’oggi. Una lettura più attenta e un’ analisi più
approfondita di alcuni testi è stata effettuata in un corso di potenziamento, tenutosi nel secondo quadrimestre
in orario extracurriculare. Si è cercato di stimolare il più possibile negli allievi il piacere della lettura non
necessariamente finalizzato a produzioni scolastiche, tentando di far capire che i classici costituiscono un
nutrimento dell’anima. A tal fine, durante l’anno, sono state assegnate alcune letture individuali di brani
antologizzati o romanzi del Novecento in versione integrale. Nonostante i tempi della didattica sempre
alquanto ridotti, si è riservato “un cantuccio” per la lettura in classe di parti significative di un romanzo (P. Levi,
Se questo è un uomo) con analisi guidata dall’insegnante. Riguardo la preparazione alle prove scritte, i
discenti si sono cimentati con tutte le tipologie di scrittura previste dal nuovo Esame di Stato. Durante l’anno,
tramite correzione delle verifiche o di qualche esercitazione, è stato possibile chiarire eventuali dubbi sulle
modalità di svolgimento. Qualche lezione è stata dedicata ad un apprendimento multimediale tramite dvd o
collegamenti a siti internet per la visione e ascolto di qualche argomento inerente le tematiche affrontate con lo
scopo di porre a confronto diversi linguaggi, differenziare gli stimoli informativi, incentivare la motivazione e
l’interesse. Si sono rese necessarie fotocopie per la semplificazione e schematizzazione di alcuni contenuti
affrontati in modo poco chiaro o esaustivo nei libri di testo in adozione.
AUTORI ED ARGOMENTI
APPROFONDIMENTI / LETTURE SVOLTE
MODULO “INCONTRO CON L’AUTORE”
G. LEOPARDI
La vita. Le lettere. Il “sistema” filosofico: le varie fasi del
pessimismo leopardiano. La poetica. Lo Zibaldone.
Le Operette morali: struttura, tempi di composizione,
temi. Lo stile. I Canti: struttura, temi, metri, lingua e
-Epistolario: “Alla sorella Paolina da Pisa”
-Zibaldone: 143-44: “Immaginazione degli antichi
e sentimento dei moderni; 4175-4177: “Il giardino
sofferente”; 4192: “La teoria del piacere”; 4418:
stile. La prima fase della poesia leopardiana (1818 –
1822): Le canzoni civili. Le canzoni del suicidio. Gli
“Idilli”. La seconda fase della poesia leopardiana (1828
– 1830): I canti pisano-recanatesi. La terza fase della
poesia leopardiana (1831 – 1837): Il “ciclo di Aspasia”.
Il messaggio conclusivo della “Ginestra”. La ricezione
MODULO SUL GENERE
IL ROMANZO
Storia ed evoluzione del genere.
Il romanzo storico: A. Manzoni, “I Promessi Sposi”
(sintesi della trattazione avvenuta negli anni
precedenti).
Il romanzo in Inghilterra: C. Dickens
Il romanzo verista: G. Verga, “I Malavoglia”
Il romanzo decadente: G. D’Annunzio, “Il Piacere”
Il romanzo novecentesco: L. Pirandello,”Il fu Mattia
Pascal”.
I. Svevo, “La coscienza di Zeno”
Il romanzo neorealista. Memorie e testimonianze negli
anni del Neorealismo: Primo Levi
MODULO STORICO -CULTURALE
“La doppia visione”; 4426 “La rimembranza”
-Le Operette morali: “Dialogo della Natura e di
un Islandese”; “Dialogo di Tristano e di un
amico”.
-Canti: “L’infinito”; “La sera del dì di festa”; “A
Silvia”; “Canto notturno di un pastore errante
dell’Asia”; “La quiete dopo la tempesta”; “Il
sabato del villaggio”; “A se stesso”; “La ginestra”
( vv. 1 - 86; 111 – 154; 297 - 317)
Letture individuali integrali dei seguenti romanzi:
- C. Dickens: “Tempi difficili” (dal testo in adozione,
libro II, cap. V “Un operaio espone l’ideologia
dell’anticapitalismo romantico”) e /o “Oliver Twist”
- G. Verga: “Storia di una capinera” - “I Malavoglia”
- G. D’ Annunzio: “Il Piacere”
- L. Pirandello: “Il fu Mattia Pascal” e / o “Uno,
nessuno, centomila”
- P. Levi “Se questo è un uomo” (capitoli letti in
classe: 1-5; 9; 11; 17)
IL REALISMO E IL VERISMO
L’età dell’imperialismo e del Naturalismo. Le ideologie,
le trasformazioni dell’immaginario, i temi della
letteratura. I generi letterari: centralità del romanzo e
rilancio della novella in Italia. Le poetiche: Il Realismo. il E. Zola: “L’ammazzatoio” cap. I
Naturalismo francese. Il Verismo italiano.
G. VERGA. La rivoluzione stilistica e tematica. La vita e
le opere. L’ideologia. La poetica. I romanzi fiorentini
giovanili e Nedda. L’adesione al verismo e il ciclo dei
“Vinti”. Le novelle: Vita dei campi. I Malavoglia: il titolo,
la composizione. Il progetto letterario e la poetica. La
genesi sociale del romanzo. La struttura e la vicenda. Il
sistema dei personaggi, il tempo e lo spazio.
L’ideologia,la “religione della famiglia”. Le Novelle
rusticane. Mastro -don Gesualdo: il titolo, la genesi, la
struttura, la trama. La poetica, i personaggi, i temi,
l’ideologia, lo stile. La ricezione.
MODULO SUL GENERE: LA LIRICA MODERNA
G. Verga
- Eva: la prefazione
-L’amante di Gramigna: Dedicatoria a Salvatore
Farina
-Vita dei Campi “Nedda”: L’amore fra Nedda e
Janu e la morte della figlioletta – “Rosso
Malpelo”- “La lupa”
-Novelle rusticane: “La roba” – “Libertà”
-I Malavoglia. La prefazione ai Malavoglia; cap. I
“L’inizio dei Malavoglia”; cap. II “Mena, compare
Alfio”; cap. VII “La rivoluzione per il dazio sulla
pece”; cap. XV “L’addio di ‘Ntoni”
-Mastro Don Gesualdo, Parte Prima, cap. IV “La
giornata di Gesualdo” – Parte Quarta, cap. VI “La
morte di Gesualdo”
Luoghi e tempi. Simbolismo e decadentismo. La figura
dell’artista, la perdita dell’”aureola” e la crisi del
letterato. Il dandy e il poeta – vate. La crisi del letterato
tradizionale e la funzione del poeta: il vate e l’esteta.
I generi letterari. Le poetiche. Il Decadentismo europeo O. Wilde: Il ritratto di Dorian Gray “La
e il Decadentismo italiano.
prefazione”
La nascita della poesia moderna in Europa. La poesia
in Francia. La Scapigliatura lombarda e piemontese.
G. PASCOLI: la biografia, la visione del mondo, la
poetica e il saggio Il fanciullino. Le Myricae:
composizione, titolo, struttura e organizzazione interna.
I temi. Il simbolismo impressionistico. Metrica, lingua e
stile. I Canti di Castelvecchio. I Poemetti. I Poemi
conviviali. Le raccolte della retorica civile. Pascoli e la
poesia del Novecento. La ricezione
G. D’ANNUNZIO: La biografia e le opere. L’ideologia e
la poetica. Il panismo estetizzante del superuomo. La
produzione poetica. Gli esordi. L’estetismo come ideale
di vita. Il piacere. La fase della “bontà”. I romanzi del
superuomo. Le Laudi. Alcyone: Composizione,
struttura,temi. L’ideologia e la poetica: la “vacanza” del
superuomo. Lo stile,la lingua, la metrica. Il teatro.
L’ultima fase della produzione dannunziana.
D’Annunzio, il pubblico e l’influenza sulla poesia del
Novecento
La tendenza all’avanguardia in Italia: i crepuscolari e la
“vergogna” della poesia. S. Corazzini. G. Gozzano. A.
Palazzeschi tra Crepuscolarismo e Futurismo. Gli
espressionisti “vociani” e la poetica del frammento.
L’avanguardia futurista.
G.Pascoli
-Il fanciullino, Prose
-Myricae : “Lavandare”, “X Agosto”, “L’assiuolo”,
“Temporale”, “Novembre”. “Il lampo”
-Canti di Castelvecchio: “Il Gelsomino notturno”
G.D’Annunzio
-Alcyone: “La sera fiesolana”,” La pioggia nel
pineto”, “I pastori”.
-Il piacere: Libro Primo, cap. II “Ritratto di un
esteta”: Andrea Sperelli. Libro Quarto, cap.III “La
conclusione del romanzo”
- S. Corazzini, Piccolo libro inutile: “Desolazione
del povero poeta sentimentale”
- G. Gozzano, I Colloqui: “La Signorina Felicita
ovvero La Felicità”(I, III, VI, VIII)
- A. Palazzeschi, Poemi: “Chi sono?”
L’Ermetismo. La nuova condizione sociale degli L’incendiario: “Lasciatemi divertire”
intellettuali. Le ideologie e l’immaginario: i temi. I generi - F.T. Marinetti, “Il primo manifesto del
letterari.
Futurismo”
G. UNGARETTI: La vita, la formazione, la poetica. La
produzione poetica. L’Allegria: composizione, titolo,
struttura, temi, stile, metrica. La ricezione
- G.Ungaretti, L’Allegria: “In memoria”, “San
Martino del Carso”, “Veglia”, “Mattina”, “Soldati”,
E. MONTALE: La vita e le opere. Il pensiero. La “Commiato”
poetica. Le varie fasi della produzione poetica. Ossi di -Sentimento del tempo: “La madre”
seppia. Il secondo Montale: Le Occasioni. Il terzo -Il dolore, “Non gridate più”.
Montale: La bufera e le prose. Il quarto Montale. La
svolta di Satura. I Diari. La ricezione
- E. Montale, Ossi di seppia, “I limoni”,
“Meriggiare pallido e assorto”, “Non chiederci la
parola”, “Spesso il male di vivere ho incontrato”
- Le Occasioni, “Addii, fischi nel buio, cenni,
MODULO “INCONTRO CON L’AUTORE”
tosse”, “Non recidere, forbice, quel volto”
L. PIRANDELLO
- Satura, “Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un
La vita, la formazione e le varie fasi dell’attività artistica. milione di scale”
La visione del mondo. La poetica dell’umorismo. Le
caratteristiche principali dell’arte umoristica di L.Pirandello
Pirandello. Tra Verismo e umorismo: i romanzi siciliani. - L’umorismo:Parte Seconda, cap. V “La “forma”
I romanzi umoristici: Il fu Mattia Pascal: la e la “vita”; Parte Seconda, cap. II “La differenza
composizione, la vicenda, i personaggi, il tempo e lo fra umorismo e comicità: la vecchia imbellettata”
spazio,i modelli narrativi. “Il Fu Mattia Pascal” e la - Il fu Mattia Pascal cap. V “Mi vidi, in
poetica dell’umorismo. I temi principali e l’ideologia. La
struttura e lo stile. I Quaderni di Serafino Gubbio
operatore. Uno, nessuno e centomila. Le Novelle per un
anno: dall’umorismo al Surrealismo. Gli scritti teatrali. Il
“teatro nel teatro”. L’ultimo Pirandello: i“miti”: I giganti
della montagna. La ricezione
quell’istante, attore d’una tragedia”; cap. XII “Lo
strappo nel cielo di carta”, cap. IX “Mattia Pascal
– Adriano Meis si aggira per Milano: le macchine
e la natura in gabbia; cap. XV “Adriano Meis e la
sua ombra”; cap. XVIII “L’ultima pagina del
romanzo: Pascal porta i fiori alla propria tomba”
-Quaderni di Serafino Gubbio operatore:
Quaderno Primo, capp. I – II “Serafino Gubbio, le
macchine e la modernità”
- Uno nessuno centomila, Libro Quarto, cap. VI
“Il furto”; Libro Ottavo, cap. IV “La vita non
conclude”
- Novelle: “Il treno ha fischiato”
- Così è (se vi pare): atto III,scene 7-9 “Io sono
colei che mi si crede”
- Sei personaggi in cerca d’autore, “L’irruzione
dei personaggi sul palcoscenico”
- Enrico IV , atto III, “La vita, la maschera, la
pazzia”
MODULO “INCONTRO CON L’AUTORE”
I. SVEVO
La vita e le opere. La cultura e la poetica. I romanzi
sveviani. Una vita, caratteri, vicenda, temi, soluzioni
formali. Senilità. La produzione novellistica e teatrale.
La Coscienza di Zeno: la composizione, il titolo, la
struttura, la vicenda. La psicoanalisi. L’ironia. Il tempo
narrativo
MODULO “INCONTRO CON L’OPERA”
IL “PARADISO”
La terza cantica: composizione, struttura, temi, lingua e - Senilità, cap. I “Inettitudine e “senilità””; cap. XII
stile
“L’ultimo appuntamento con Angiolina”; cap. XIV
“La pagina finale del romanzo”
- La coscienza di Zeno, dal cap. “La morte di mio
padre”: “Lo schiaffo del padre”; dal cap. “Psico –
analisi”: “La vita è una malattia”; dal cap. “La
MODULI TEMATICI
moglie e l’amante”: “La salute di Augusta”
IL TEMPO E LA MEMORIA
LA CRISI DELL’IO TRA OTTOCENTO E
NOVECENTO
-Le donne: Beatrice, canto I, XXXI; Piccarda,
Costanza d’Altavilla, canto III.
-L’impegno politico e la concezione della storia:
canto VI L’antica Firenze: canto XV. L’esilio:
Cacciaguida, canto XVII
Dopo la data del 15 maggio, salvo imprevisti, si -L’amore spirituale nel cielo di Venere: Carlo
svolgeranno o completeranno i seguenti argomenti:
Martello, canto VIII.
- I. Svevo: “La coscienza di Zeno”
-La concezione spirituale e pauperistica della
- E. Montale
chiesa: canto XI, San Francesco.
- L’Empireo: canto XXXIII.
- Il flusso di coscienza nell’“Ulisse” di J. Joyce
-“La coscienza di Zeno” (I. Svevo)
- “Non recidere forbice quel volto” (E. Montale)
- “Se questo è un uomo” (P. Levi)
- “Il fu Mattia Pascal” (L. Pirandello)
- “Uno, nessuno e centomila” (L. Pirandello)
- “La coscienza di Zeno” (I. Svevo)
MATERIA: LATINO
DOCENTE: prof. RAIMONDO GIUSEPPINA
Testo in adozione: G. De Bernardis, Sorci, “Roma antica - letteratura e dintorni”, volume III: “Dai Giulio – Claudi alla fine
dell’impero”, Ed. Palumbo
Metodologia:
Secondo il principio pedagogico – didattico della flessibilità delle strategie, le lezioni sono state svolte seguendo diverse
metodologie.
Lezione frontale. I contenuti sono stati sviluppati in diacronia con metodo in genere deduttivo (dal contesto al testo).
Nell’ambito di questo itinerario, gli argomenti sono stati collegati tra loro in una struttura a rete che permettesse agli
allievi di organizzare le conoscenze in modo anche non sequenziale e di cogliere relazioni sincroniche e diacroniche in
ambito disciplinare e pluridisciplinare.
Con un approccio sistematico al manuale sotto la guida del docente, per ogni periodo è stato delineato un quadro storico
– culturale in cui sono stati messi in evidenza i rapporti della cultura col potere, i processi di formazione degli intellettuali,
per poi presentarli con una scelta di testi significativi, cercando di sottolinearne la valenza per l’uomo d’oggi. Per quanto
riguarda la traduzione, si è utilizzato il metodo del metaphrasing. Attraverso le operazioni di smontaggio e rimontaggio
dei testi d’autore si è cercato di potenziare negli allievi non solo la capacità di comprensione, ma anche di riflessione, di
analisi grammaticale - stilistico - retorica e di contestualizzazione.
Lezioni frontali si sono alternate a momenti interattivi: i ragazzi sono stati sollecitati ad intervenire durante le lezioni con
richiami ad argomenti studiati, ad individuare sul testo elementi morfo – sintattici, a cogliere i messaggi di cui il testo è
portatore; spazio è stato dato alla discussione (problem solving) e riflessione su tematiche universali e valori trasmessi
dagli antichi allo scopo di stimolare gli allievi ad un confronto continuo con la modernità. Si sono rese necessarie alcune
fotocopie per la schematizzazione di alcuni concetti o per spiegare qualche argomento o brano non presente nel libro di
testo in adozione.
AUTORI ED ARGOMENTI
APPROFONDIMENTI / LETTURE SVOLTE
L’ETA’ GIULIO-CLAUDIA
La pesante eredità di Augusto. Quadro storico – culturale. I
Giulio – Claudi e gli intellettuali.
FEDRO. La favolistica. I cinque libri di favole. I rapporti con il Fedro: Fabulae,I “Prologo” (in fotocopia, in latino) I,I
modello. La fortuna nei secoli.
“Il lupo e l’agnello” (in fotocopia, in latino); I,5 “La
prepotenza del leone” (in latino); I,15 “L’asino e il
vecchio” (in latino). Approfondimenti: Variazioni della
favola de “Il lupo e l’agnello” nei secoli (in fotocopia)
LUCANO. La vita. La morte di Lucano raccontata da Tacito. Lucano: “Annales” XV, 70, 1 “La morte di Lucano”
La Pharsalia: il contenuto, caratteri e novità. Lo stile.
raccontata da Tacito (in latino). Pharsalia, I, 1-9 “Il
proemio” (in italiano); II, 380 – 391 “La figura di
Catone” (in italiano)
SENECA
La vita. Il pensiero filosofico. Le opere: le Consolationes, i Seneca: Annales” XV, 64, 3 - 4 “La morte di Seneca”
Dialogi. Altre opere filosofiche: il De clementia. Il De raccontata da Tacito (in latino).
beneficiis. Le Naturales Quaestiones. L’Apokolocyntosis. Le
Epistulae morales ad Lucilium. Il teatro. Lo stile. La fortuna.
- Consolationes. C. ad Marciam 12, 3-5 “La
ricompensa di Marcia: aver amato il figlio” (in italiano);
C. ad Polybium 13 “Appello alla clemenza di Claudio”
(in italiano); C. ad Helviam matrem 6 “Che cos’è
l’esilio” (in italiano)
- De Brevitate vitae,
I, 1, 3 “La brevità della vita e il suo cattivo uso”(in
latino);
II, 1 (in latino), 2 (da “quibusdam” a “tempus est”,in
latino);
X,2, “La vita degli affaccendati”(in latino) 4 (da “ille” a
“timeat”, in latino), 5 (da “securae” a “non possunt”, in
latino), 6 (da “praesens” a praecipitatur” e da “solum”
a subducitur”, in latino)
XIII, 1-2 “L’erudizione è perdita di tempo?” (in latino)
- De vita beata, 23, 1-5 “Le ricchezze del saggio” (in
italiano)
-De otio,3, 2-5 “Una teoria di autogiustificazione” (in
italiano)
- De Providentia 1-5 “La provvidenza divina e il male
nel mondo” (in italiano)
- De clementia I,2-4 “Tengo pronta la clemenza” (in
italiano)
- Le Epistulae morales ad Lucilium
I, 1 “Il valore del tempo”; I, 1, 2 (in fotocopia, in latino)
3 (da “omnia” a “vult”, in latino)
47, “Gli schiavi sono uomini”1 (in latino),2 (da “Itaque”
a “cenare”, in latino), 3 (in latino), 5 (da “alia” a
“colligit”, in latino), 10 (da “vis” a “servum”, in latino),
11 (da “nolo” a “vivere”, in latino),12 (in latino), 13 (da
“vive” a “convictum” (in latino),17 (da “sed fortasse” a
“omnes timori”, in latino)
93, 1-4 “Non conta quanto, ma come si vive” (in
fotocopia, in italiano)
PERSIO La vita. Le Saturae. Lo stile
Persio: Saturae V, 14 -16 “Occorre liberarsi dalle
passioni” (in italiano)
PETRONIO L’intellettuale gaudente. La questione
petroniana. Il Satyricon, trama, struttura. Il Satyricon è un
“romanzo”. Le intersezioni tematiche del Satyricon. Il
“realismo” di Petronio. Lo stile
Petronio: “Annales” XVI, 79, 1-3 “La morte di
Petronio” raccontata da Tacito (in latino).
Letture in italiano dal Satyricon: I,2 “Condanna
dell’eloquenza del tempo”; 32 – 33 “Ecco
Trimalchione!; 71-72 “Il testamento di Trimalchione”;
111 – 112 “La matrona di Efeso”
L’ETA’ DEI FLAVI
Quadro storico – culturale. La ricerca del consenso
MARZIALE. La vita. L’epigramma e la sua storia. La poetica.
Le opere. Una lettura realistica e satirica della società
romana. L’altro volto di Marziale. Il gusto per la battuta a
sorpresa
Marziale: Epigrammata, X, 4 “L’epigramma e il
significato di una scelta” (in italiano)
I, 47 “Medico o becchino?” (in latino); I, 91 “Contro i
poetastri malevoli” (in latino); V, 34 “Per la piccola
Erotion” (in italiano); IV, 65 (in latino)
QUINTILIANO. La vita. Il suo ruolo intellettuale. Le opere
perdute. L’Institutio oratoria. Lo stile.
Quintiliano : Institutio oratoria, I, 1 -1, 2 “Come si
impartiscono i primi saperi”(in latino);
I,2, 20, 1 -3 “L’apprendimento come gioco” (in latino);
II, 9, 1-3 “Doveri degli allievi” (in latino)
I, 9 – 10 “L’ideale del perfetto oratore” (in italiano)
PLINIO IL VECCHIO. La vita. La Naturalis historia
Plinio il Vecchio: Nat. Hist. XXII, 15 -17 “La natura
benevola e provvidenziale”(in italiano); VII, 1-5 “La
natura matrigna” (in italiano)
L’ETA’ DI TRAIANO
Quadro storico- culturale. L’apparente ritorno alla libertas. Il
rapporto con gli intellettuali.
TACITO L’ultimo grande storico di Roma. Il corpus tacitiano.
La riflessione sul Principato e il pensiero politico. Le opere:
l’Agricola. La Germania. Il Dialogus de oratoribus. Le
Historiae. Gli Annales. Il metodo storiografico. L’artista: un
poeta della storia. Lo stile. La fortuna.
Tacito
- Agricola, 3 (da “Nunc demum” a “Traianus”; da
“natura” a “revocaveris”; da “Non tamen” a
composuisse”, in latino); XXX – XXXI “Il discorso di
Calgaco” (in italiano)
- Germania, XIX, 1 -4 “Rigore morale dei Germani”(in
latino)
- Dialogus de oratoribus, 32 “La crisi dell’eloquenza”
(in italiano)
- Historiae, I, 1, 3, 4 “Proemio” (in fotocopia, in latino);
V, 4, 1,2, 4 - 6 “Le usanze religiose degli Ebrei” (in
latino)
- Annales, I, 1, 1-4 “Senza pregiudizi” (in italiano);
XV, 38, 1, 4, 6 “ Divampa l’incendio” (in latino), XV,
39, 1 -3 “Soccorsi in favore della popolazione” (in
italiano); XV 44,2 - 5 “I cristiani accusati dell’incendio”
(in latino); XV, 64, 3 - 4 “La morte di Seneca” (in
latino); XV, 70, 1 “La morte di Lucano” (in latino); XVI,
19, 1-3 “La morte di Petronio” (in latino)
GIOVENALE Il poeta “indignato”. Le Satire. Il linguaggio.
Giovenale: Saturae I “Si natura negat, facit indignatio
versum” (in italiano); III 21-68 “Roma, città del
malcostume” (in italiano)
PLINIO IL GIOVANE Il letterato che dialoga con il potere. Il
Panegyricus. L’epistolario. I temi. Plinio e i cristiani. Lo stile
Plinio il Giovane: Panegirico I “Traiano” (in italiano)
Epistulae X, 96 “Come comportarsi con i cristiani?” (in
italiano)
L’ETA’ DI ADRIANO E DEGLI ANTONINI
Quadro storico - culturale. Il rapporto con gli intellettuali. La
poesia: i “poetae novelli”. La prosa: Svetonio. Il De viris
illustribus. Il De vita Caesarum
APULEIO La vita. Le opere. Apuleio romanziere: I Apuleio: letture in italiano dalle Metamorphoses: III,
Metamorphoseon libri (Asinus aureus): struttura, fonte, 24 -26 “La metamorfosi di Lucio in asino”; V, 22-23
pubblico, stile
“Psiche alla vista di Cupido”; XI, 12 - 15 “La
metamorfosi di Lucio – asino in uomo”
DAI SEVERI ALLA TARDA ETA’ IMPERIALE
La tarda età imperiale (quadro di sintesi)
SANT’AGOSTINO: Il De civitate Dei. Le Confessiones.
Agostino: Confessiones, XI, 14. 17; 20. 26; 26. 33;
27. 36; 28. 37 “La riflessione sul tempo” (in fotocopia,
in italiano)
PERCORSO TEMATICO
IL VALORE DEL TEMPO
Seneca :
- De Brevitate vitae I, 1, 3 “La brevità della vita e il
suo cattivo uso”(in latino);
II, 1 (in latino), 2 (da “quibusdam” a “tempus est”,in
latino);
X,2, “La vita degli affaccendati”(in latino) 4 (da “ille” a
“timeat”, in latino), 5 (da “securae” a “non possunt”, in
latino), 6 (da “praesens” a praecipitatur” e da “solum”
a subducitur”, in latino)
XIII, 1-2 “L’erudizione è perdita di tempo?” (in latino)
- Epistulae morales ad Lucilium I, 1 “Il valore del
tempo”; I, 1, 2 (in fotocopia, in latino) 3 (da “omnia” a
“vult”, in latino)
93, 1-4 “Non conta quanto, ma come si vive” (in
fotocopia, in italiano)
Agostino
- Confessiones XI, 14. 17; 20. 26; 26. 33; 27. 36; 28.
37 “La riflessione sul tempo” (in fotocopia, in italiano)
Dopo la data del 15 maggio, si svolgeranno, salvo imprevisti,
i seguenti argomenti:
La tarda età imperiale (quadro di sintesi). Sant’Agostino
MATERIA: Inglese
DOCENTE: prof. Fernanda Casablanca
Testi in adozione: Spiazzi/ Tavella Only Connect New Directions Vol.2/3 Zanichelli Editore
Premessa:
Rispetto al programma preventivato si sono dovute operare alcune modifiche per una serie di concomitanze con attività
didattiche extrascolastiche che sono spesso coincise con le ore d’inglese. Il programma è stato svolto tuttavia in maniera
regolare anche se i tagli dovuti alla perdita di ore hanno ridotto il numero di autori che si sarebbe voluto prendere in
esame.
Metodologia:
Nel corso dell'anno si è cercato di far acquisire agli studenti una sufficiente competenza comunicativa, lavorando sulle
abilità di comprensione e di produzione orale e scritta di testi di argomento prevalentemente letterario. Il lavoro in classe
e a casa ha avuto inoltre lo scopo di migliorare la precisione morfo-sintattica scritta e orale, con risultati diversi nei
singoli alunni.
AUTORI ED ARGOMENTI
APPROFONDIMENTI / LETTURE SVOLTE
Further reading: Robert Burns
The Romantic Age
The second generation of Romantic poets
Text analysis
A red,red rose
George Gordon Byron
The Byronic hero
Text analysis
From Childe Harold's Pilgrimage, stanzas
113-114
She Walks in Beauty
Percy Bysshe Shelley
John Keats: negative capability, beauty and truth
The Novel in the Romantic Age : Jane Austen
Pride and Prejudice themes and characters, the
heroine and the hero
Austen’s style
The Victorian Age
Historical and social background
The Victorian Compromise
The Victorian frame of mind
The Victorian Novel
Text analysis
England in 1819
Further reading The Dirge
Text analysis
La Belle Dame sans Merci
Visione del film in lingua originale
( Joe Wright 2005)
Charles Dickens: life, features of his novels,the Bildungsroman
novel.
Text analysis
From Oliver Twist chapters 2, 3
From David Copperfield chapters 4, 11
Visione del film in lingua originale ( BBC)
From Hard Times, chapters1,5
Robert Louis Stevenson
The theme of the double
Text analysis
From The Strange Case of Dr Jekyll and
Mr Hyde, chapters 4,10
The second half of the 19th century
Aestheticism and Decadence
Oscar Wilde: the rebel and the dandy
Fin de Siècle
The archetypal decadent: Huysmans, Wilde and D’Annunzio
Wilde as a playwright
The Double Life in The Importance of Being Earnest
Text analysis
From The Picture of Dorian Gray,
chapters1,11,20
From The Importance of Being Earnest,
act1.
A selection of Wilde’s aphorisms
Visione film lingua originale The Importance of Being
Earnest
The Edwardian Age: social background
Britain and World War I
The transition from traditional to modern novel
-
Man and psyche
Subjective time
Freud’s new model of the mind
The breakdown of traditional literary genres
The fragmentation of the traditional idea of time and
place ( Bergson and James)
The collapse of traditional plot
The use of language
The use of myth
The free verse in poetry
The new literary techniques
Lettura integrale dei seguenti testi:
V. Woolf Mrs Dalloway
J. Joyce Dubliners
The Age of anxiety
Modernist writers
James Joyce and T. S. Eliot:
-
the mythical method and the concept of history
The correlative objective
The role of the artist
James Joyce
The impersonality of the artist and the subjective
perception of time
Text analysis
From Dubliners , Eveline, The Dead
From Ulysses,The Funeral, Molly’s
monologue
Text analysis
From The Waste Land , The Burial of the dead
section 1, The Fire Sermon section III, The Hollow
Men
Modernism in poetry
T.S.Eliot
.
Dystopian Novels : George Orwell and Aldous Huxley
G. Orwell , The importance of memory
A.Huxley
Brave New World : a study of dehumanization
- attitude towards progress
- Attitude towards history
- Totalitarian systems
- The use of technology to control society
- The consumer society
Text analysis
From 1984 , chapters 1, 5
From Brave New World Chapter 2
From Waiting for Godot, Act 1,2
Post War Drama : the theatre of the absurd
Samuel Beckett , the meaninglessness of time and the
disintegration of language
Programma di conversazione inglese.
Conversazione sui daily routines dai quali vorrebbero evadere intraprendendo un viaggio, con il supporto della lettura di
un articolo del Daily Times “Disappearing into Africa”.
Lavoro di gruppo su argomento di attualità: la violenza sulle donne vista in tutto il mondo. È stato approfondito come le
donne subiscono violenze in Australia, Sud America, USA, Brasile, Venezuela, Afghanistan, Pakistan, India, Africa e
Europa con dibattito di classe dopo ogni ricerca. È stato anche visto come in alcuni paesi le donne hanno bisogno di un
aiuto psicologico da parte di persone qualificate. È stato messo in evidenza come spesso le leggi non aiutano le donne e
le autorità non prendono gli adeguati provvedimenti.
È stato inoltre trattato l’argomento riguardante il razzismo: razzismo nello sport nel mondo, le origini del razzismo
attraverso la storia, razzismo legato all’immigrazione (cause ed effetti).
Bullismo e Cyrberbullismo nelle scuole e gli effetti che questo fenomeno ha sulla psiche dei ragazzi.
Omosessualità nel mondo, in particolare sono stati effettuate ricerche per capire come l’argomento viene affrontato in
alcuni paesi come la Russia, Cina e India, dove le leggi sono piuttosto crudeli.
Razzismo visto anche nei film della Disney: sono stati analizzati alcuni cartoni animati con aspetti di razzismo.
Antisemitismo: dalle origini fino ai nostri giorni.
Ku – Klux – Klan – Apartheid: è stato esaminato questo argomento in tutti i suoi aspetti.
È stato trattato un testo letterario di esame di stato con il titolo “The road not taken”, di Robert Frost; la prova è stata
svolta interamente: domande, riassunto e composizione (rivisto e corretto in classe).
Testo d’esame del 2012: “Legancy or Lunacy”. Anche questo testo è stato svolto interamente: domande, riassunto e
composizione.
Visione di alcuni film in lingua originale: “David Cooperfield” e “Pride and Prejudice”.
MATERIA: FRANCESE
DOCENTE: prof. DONATELLA LIVI - DHIN THU HA (Conversazione francese)
Testi in adozione: Bertini -Accornero-Giachino-Bongiovanni ed.Einaudi scuola
Programma svolto
L'Art et la beauté
Charles Baudelaire
L'oeuvre
Les Fleurs du mal : L'Albatros,Correspondances,Le serpent qui danse, “Que diras -tu ce soir”
L'invitation au voyage, Spleen
L'Art pour l'Art, Bohemien, Flaneur, Haussmann,Parnasse, Spleen
Emile Zola
L'Oeuvre
Les Rougon -Maquart
L'Assommoir
Paul Verlaine
L'Oeuvre
Symbolisme
Art poétique
Clair de lune
Romances sans paroles : “Les sanglots longs des violons” et le “Chant de la pluie”
Sagesse: “Le ciel est par dessus le toit”
Arthur Rimbaud
L'Oeuvre
Poésies complètes: Voyelles
Illuminations: Aube
Année folles
Avant -Garde
Dada
Musique Hall :Une Star du musique Hall : Joséphine Baker
Mythe
Psychanalise
L'Esprit Nouveau
Guillaume Apollinaire
L'Oeuvre
Alcools et Calligrammes
Calligrammes: Il Pleut, Paris
Le Surréalisme
André Breton : L'union Libre
Marcel Proust
L'Oeuvre
Du coté de chez Swann: “Tout.....est sorti …..de ma tasse de thé”, Du coté de chez Swann , A l'ombre des
jeunes filles en fleurs ,Le coté de Guermantes,Sodome et Gomorre,La Prisonnière,Albertine disparue
Louis -Ferdinand Céline
L'Oeuvre
Mort à crédit : “ Et plac!.....d'un bloc là vlac!..
L'Existentialisme
Absurde : Albert Camus (l'étranger) ,E.Ionesco ( Rhinoceros) Lecture complète
Au féminin
Marguerite Yourcenar
L'Oeuvre
Mémoires d'Hadrien
Marguerite Duras
L'Oeuvre
L'Amant
Argomenti studiati con la Prof Dinh Thu Hà (conversazione francese)
1) La guerre:
documents “L'état d'urgence permanent” (Nouvel Observateur 2005)
“Le courage de dire non “ (Phosphore)
“Le dormeur du val” (Arthur Rimbaud”
“ Le Mal “ (Arthur Rimbaud)
2) Les impressionnistes
Emile Zola : “ Notes parisiennes . Une exposition : les peintres Impressionnistes “
19 avril 1877
3) La mondialisation
Les deux aspects : le village planétaire ,la balkanisation de la planète
“ Que ferions-nous sans la Chine ?” (2a prova di maturità)
4) Les problèmes éthiques
“le cardinal et le biologiste” (Le nouvel Observateur 2008)
5) Alber Camus
“L' ètranger “ : La consciense de l'absurde, la révolte, l'engagement.
Lecture complète de l'oeuvre
Su tali argomenti sono state effettuate esercitazioni di esposizione e riassunti orali ,nonchè esercizi scritti di
preparazione alla seconda prova di maturità attraverso domande,riassunti e produzione scritta
MATERIA: LINGUA E LETTERATURA TEDESCA
DOCENTE: prof.sse PAOLA PECCI – BÄRBEL IRMA MÜLLER
Testi in adozione: Leitfaden durch die deutschen Literatur Casa editrice Bulgarini – Innocenti
PREMESSA:
L’insegnamento del tedesco è stato improntato allo sviluppo graduale delle quattro abilità linguistiche. Nel triennio , con lo
studio della letteratura, ho cercato di abituare gli alunni il più possibile alla lezione partecipata. Il testo letterario è stato
letto – insieme a scuola o a casa - e poi attraverso un lavoro di gruppo o individuale si è cercato di analizzarlo e di
giungere alla formulazione di un giudizio personale. Il contesto storico in cui si inseriscono i vari movimenti è sempre
stato trattato per dare loro le coordinate spazio-temporali e ove possibile si sono fatti collegamenti interdisciplinari con
filosofia, arte e le letterature straniere studiate.
Nel corso dell’anno sono stati proiettati i seguenti video per approfondire la storia di Berlino e alcune opere
letterarie :
Effi Briest (Szenen 19-21)
Siddhartha
Der Tod in Venedig (einige Abschnitte)
PROGRAMMA DI LETTERATURA
Der Realismus:
Aus Theodor Fontane:
Effi Briest pag 213 –die Rolle der Frau im 19. bzw.20.Jahrhundert
Effi Briest (fotocopia) Wiedersehen mit der Tochter
Effi Briest(fotocopia) Endteil
Aus Friedrich Hebbel pag 201-204 „Maria Magdalene“
Der Naturalismus:
wichtige Merkmale, Vergleich mit dem Realismus pag 225,26,27
Die Jahrhundertwende:
Der Impressionismus ( Stil und Technik - Allgemeine Merkmale)pag241-242
Bildbeschreibung Monets Die aufgehende Sonne
Arthur Schnitzler
Fräulein Else in fotocopia. Lettera e parte finale
Hugo von Hofmannsthal:
Manche freilich…..der Albatross oder über die Rolle des Dichters;in fotocopia
Die Ballade des äußeren Lebens;pag. 250
Die beiden pag.252
Die Sprachkrise:
Brief des Lord Chandos pag 253
Der Symbolismus: pag.243
Merkmale
Rilke:
Der Panther pag.263
Herbst pag.262
Aus dem Stundenbuch pag 260
Ich fürchte mir so sehr vor Menschen Wort; E Montale: Non chiederci la parola
Die Prosa in der Jahrhundertwende pag.285-86-87
Thomas Mann und seine Epoche
Tonio Kröger pag.289
(aus dem ersten, vierten und neunten Kapitel) in fotocopia
Der Tod in Venedig
( aus dem 3. und 4. Kapitel) pag 297-299
F. Kafka pag 322-23
Gibs auf pag.325
Vor dem Gesetz pag 327
Brief an den Vater (Anfangsteil)in fotocopia
Eine kaiserliche Botschaft in fotocopia
Hochzeitvorbereitungen auf dem Lande pag.324
Hermann Hesse
Siddartha:
Bei den Samanas pag. 305
Am Fluss in fotocopia
Begegnung zwischen Siddartha und Govinda pag. 308
Das Theater
Bertold Brecht: das epische Theater pag 333-34-36
Aus den Geschichten von Herrn Keuner:
Wenn die Menschen Häifische wären“
Maßnahmen gegen die Gewalt
Gedichte:
Der politische Analphabet (in focopia)
Mein Bruder war ein Flieger pag. 356
Der Krieg, der kommen wird pag.355
Dopo il 15 maggio si presume di effettuare le seguenti letture:
Literatur in der Diktatur
Die Stunde null: die Kurzgeschichte als literarische Gattung pag. 375
Bender Forgive me in fotocopia
Borchert Die Küchenuhr
B. Schlink Der Vorleser
TEDESCO CONVERSAZIONE:
Jugend ohne Gott“ Cideb Editore Lesen und Üben, Zusammenfassung der einzelnen Kapitel und
Interpretationsansätze.
LV „Shoppen bis zum Umfallen“ – Der irische Bekleidungsdiscounter „Primark“
Thema „Umwelt“ – Umweltschutz in Deutschland, Verankerung im Grundgesetz, von der Nach- zur Vorsorge,
Nachhaltigkeit , Klimawandel und erneuerbare Energien
Die wichtigsten Etappen der deutschen Geschichte: vom Ende des Ersten Weltkriegs bis heute: Weimarer
Republik, Hitler an der Macht, die nationalsozialistische Ideologie, Widerstand gegen das NS-Regime, die
Judenverfolgung, der Zweite Weltkrieg, politische Maßnahmen der vier Siegermächte, der Marshallplan,
Berliner Blockade, Gründung der BRD und der DDR, die Berliner Mauer und die 1960er Jahre.
Vergleich zwischen BRD und DDR: Wirtschaft, Rolle des Staates, alltägliches Leben („Mangelware“, Preise,
Luxusgüter), Beruf und Karriere, Reise- und Meinungsfreiheit.
Da svolgere in Maggio e Giugno 2014:
Der Mauerfall 1989 und die Bundesrepublik im 21. Jahrhundert.
DVD „Der Tunnel“: Der Film schildert an Hand des abenteuerlichen Plans eines Tunnelbaus von West- nach
Ostberlin die Schicksale der Fluchthelfergruppe, die mit eisernem Willen und Hoffnung auf Erfolg ihr Vorhaben
zu Ende führen; verschiedene Fluchtversuche werden fast originalgetreu nachgestellt und auch die Rolle der
„Stasi“ wird deutlich gezeigt.
Rimini,3 maggio 2014
Le docenti
gli studenti
MATERIA: STORIA
DOCENTE: prof.ssa PATRASSI CLAUDIA
Testi in adozione: Chiaroscuro 3, Dal Novecento ai nostri giorni, F. M. Feltri-M.M. Vertazzoni-F. Neri
Metodologia: lezione frontale, analisi delle fonti, collegamenti interdisciplinari, approfondimenti degli studenti,
visione di un film attinente al programma svolto
ARGOMENTI
Modulo 1: L'età giolittiana
- Le riforme sociali, economiche e la crescita
industriale italiana
- La guerra di Libia
- Il patto Gentiloni
Modulo 2: La Prima Guerra Mondiale
- Le concause del conflitto
- Dalla guerra lampo alla guerra di logoramento
- L'Italia tra neutralisti e interventisti
- L'Italia in guerra
- Il 1917
- La sconfitta tedesca
- I 14 punti di Wilson
Modulo 3: Il Comunismo in Russia
- La Russia di Nicola II
- Menscevichi e Bolscevichi
- La Rivoluzione d'ottobre
- Terrore bianco vs Terrore rosso: il comunismo
di guerra
- La NEP
- Morte di Lenin e lotta per la successione
- Stalin, la collettivizzazione delle campagne e
l'industrializzazione della Russia
- La deportazione dei kulaki, le purghe staliniane
- Il Comunismo e la religione: da Marx ai
sacerdoti ortodossi detenuti nelle isole Solovki
Modulo 4: L'Italia del primo dopoguerra e il
Fascismo
- La 'vittoria mutilata' e l'impresa di Fiume
- I Fasci di combattimento e il programma del
1919
- Nascita del Partito popolare italiano
- Nascita del Partito comunista
- Il Partito nazionale fascista e la Marcia su
Roma
- Il delitto Matteotti
APPROFONDIMENTI / LETTURE SVOLTE
- La grande proletaria si è mossa, G. Pascoli
–
Il Futurismo: Manifesto del Futurismo, F. T.
Marinetti
–
Freud e la nascita della psicoanalisi
–
D'Annunzio, il discorso del 5 maggio a
Quarto e le grandi adunate
–
Cadorna e l'attacco frontale: L'assalto
frontale, Un anno sull'altipiano, E. Lussu
–
Fratelli, G. Ungaretti
–
Il fenomeno dell'ammutinamento e
dell'autolesionismo
–
Guerra e follia
–
La condizione dei Kulaki deportati, Storia del
Gulag, O. V. Chlevnjuk
La letteratura negli anni del Fascismo: l'Ermetismo
–
La retorica fascista, il linguaggio della
persuasione: Mussolini annuncia l'inizio della guerra
d'Etiopia, Il colonialismo italiano, G. Rochat
- La dittatura fascista e la distruzione dello Stato
liberale: le leggi fascistissime, i Patti lateranensi,
il corporativismo, le leggi razziali
- Il Totalitarismo fascista: rifare l'uomo
- L'autarchia e l'impresa di Etiopia
- L'Asse Roma-Berlino
Modulo 5: Il Nazionalsocialismo in Germania
- la Repubblica di Weimar e la patria disonorata
- A. Hitler e Il Mein Kampf: bolscevismo
giudaico, superiorità dell'ariano, eugenetica,
pangermanesimo, spazio vitale
- I successi elettorali del Partito nazista
- L'incendio del Reichstag
- La dittatura nazista
- Arbeit macht frei: i lager, da strumenti di
rieducazione a strumenti di produzione
economica e di sterminio
Verso la II Guerra Mondiale: la politica estera
degli anni 1937-1938
-Il razzismo nella cultura occidentale (Kant, Hume,
Martin Lutero)
- Letture dal Mein Kampf: Gli Ebrei responsabili della
sconfitta tedesca del 1918; Ebrei e marxisti devono
essere eliminati; L'antisemitismo della ragione; La
superiorità dell'uomo ariano
–
Hurbinek, La Tregua, P. Levi
–
Il Grande dittatore, Charlie Chaplin (visione
del film)
Modulo 6: Gli Stati Uniti tra le due guerre
–
I ruggenti anni Venti: il decollo
economico, il consumo di massa e il razzismo
(Ku Klux Klan; Sacco e Vanzetti)
- Il Taylorismo e l'alienazione
- La crisi del '29 e il New Deal di Roosevelt
Modulo 7: La Guerra civile spagnola
- Dalla repubblica alla guerra civile
- L'appoggio della Chiesa spagnola ai militari di
Franco
- L'intervento di Germania e Italia
- Il bombardamento di Guernica
Modulo 8: La Seconda Guerra Mondiale
–
Il patto d'Acciaio, il patto di non
aggressione e l'invasione della Polonia
–
L'invasione della Francia e l'entrata in
guerra dell'Italia
–
Le campagne di Grecia e d'Africa e gli
insuccessi italiani
–
Operazione Leone Marino
–
Operazione Barbarossa
–
Pearl Harbor
–
La grande svolta: Isole Midway,
Stalingrado, El Alamein
–
Dallo sbarco in Sicilia al 25 aprile del
1945; il ruolo della Resistenza
–
Dallo sbarco in Normandia
all'occupazione di Berlino
–
Gli accordi di Yalta
–
Truman e la bomba atomica
–
La tragedia delle foibe
Guernica, P. Picasso: analisi dell'opera e cenni
biografici
–
I prigionieri russi e l'antropofagia:
Indifferenza e razzismo nei confronti dei prigionieri
russi, Comandante ad Auschwitz. Memoriale
autobiografico di Rudolf Hoss, R. Hoss
–
Alle fronde dei salici, S. Quasimodo
–
Violenze nazi-fasciste e ostentazione della
Modulo 9: La guerra fredda
–
Il piano Marshall
–
La caccia alle streghe
–
Il Cominform e il blocco di Berlino
–
Le democrazie popolari
–
Il rapporto Kruscev
–
La destalinizzazione in Polonia e in
Ungheria
–
Il muro di Berlino
–
La rivoluzione cubana
–
La crisi dei missili a Cuba
–
La guerra in Vietnam
–
L'assassinio di Kennedy: la teoria del
complotto
morte:
L'ostentazione fascista della morte, Il corpo del
nemico ucciso, G. De Luca
–
Piazza Tre Martiri
–
A. Moravia: La Ciociara e l'esperienza
biografica dell'autore durante la II Guerra Mondiale
- La foiba di Vines - La foiba di Basovizza, Foibe,
R.Pupo - R.Spazzali
- La guerra in Vietnam una prova di resistenza, Storia
della guerra del Vietnam, S. Karnow
Modulo 10: l'Italia del II dopoguerra
2 giugno 1946
–
Togliatti e la politica moderata
–
L'influenza della politica estera su
quella interna: le politiche del 1948 e la vittoria
della Democrazia Cristiana
–
De Gasperi e la laicità dello Stato
–
Il miracolo economico
–
Gli anni di piombo
Modulo 11: La Cina: un
nuovo protagonista dell'economia mondiale
–
La fine dell'impero cinese: comunisti e
nazionalisti
–
La lunga marcia
–
La Repubblica popolare cinese e il
grande balzo in avanti
–
La rivoluzione culturale
–
La Cina dopo Mao: il decollo
economico e il 'secolo cinese'
–
La Cina e l'Italia nel mercato
globale
–
Le violenze dell'immediato dopoguerra
contro i fascisti/collaborazionisti
–
Una nuova cultura, Politecnico, E. Vittorini
–
La campagna elettorale del 1948, Le elezioni
del Quarantotto, E. Novelli
–
Disposizioni del cardinale Schuster, Le
elezioni del Quarantotto, E. Novelli
–
L'Italia e la Cina: solo concorrenza o
occasione da non perdere?, Le geografie della
globalizzazione, G. Mezzetti
Modulo 12: Il conflitto arabo-israeliano e il
fondamentalismo islamico
–
L'ONU e la nascita dello stato di Israele
–
La nascita della OLP
–
Il risveglio musulmano
–
La guerra santa all'Occidente e gli
attentati islamici del XXI secolo
Modulo 13: La scrittura
–
Il saggio breve di argomento storicopolitico
–
Il tema di storia
Donne e Islam: vivere in Afghanistan sotto il governo
dei Talebani
MATERIA: MATEMATICA
DOCENTE: prof. ORIELLA SOGGIA
Testo in adozione: Bergamini, Trifone, Barozzi MATEMATICA.AZZURRO VOL.5 Zanichelli
Metodologia: i teoremi sono stati solo enunciati. I vari argomenti sono stati introdotti dapprima in maniera intuitiva, con
la presentazione di esempi appropriati e facendo seguire solo in un secondo momento la formulazione rigorosa. Le
applicazioni sono state di un livello non elevato di difficoltà, valorizzando maggiormente gli aspetti concettuali piuttosto
che la complessità del calcolo.
PROGRAMMA SVOLTO
Le funzioni e le loro proprietà
Le funzioni reali di variabile reale: definizione e classificazione. Funzioni iniettive, suriettive e biunivoche.
Funzioni pari e dispari. Funzioni crescenti e decrescenti in un intervallo. Funzioni monotone. Determinazione del dominio
di una funzione.
Limiti
Intervalli e intorni. I punti isolati e di accumulazione.
Definizione di limite finito per x che tende ad un numero finito. Teoremi generali sui limiti (senza dimostrazione): teorema
di unicità del limite, teorema della permanenza del segno, teorema del confronto.
L’algebra dei limiti
Teoremi sul calcolo dei limiti (senza dimostrazione) e forme indeterminate
Ricerca degli asintoti verticali, orizzontali e obliqui di una funzione.
;
;
.
Funzioni continue
Funzione continua in un punto e in un intervallo. Punti di discontinuità di prima, seconda e terza specie.
Proprietà delle funzioni continue (senza dimostrazione): teorema di esistenza degli zeri, teorema di Weierstrass.
Derivata di una funzione
Definizioni e nozioni fondamentali. Derivate fondamentali. Regole di derivazione. Derivata di una funzione composta.
Significato geometrico della derivata e ricerca della tangente alla curva in un punto. Punti di non derivabilità.
La continuità e la derivabilità.
Teoremi sulle funzioni derivabili (senza dimostrazione)
Teorema di Lagrange. Teorema di Rolle. Teorema di De L’Hospital.
Funzioni derivabili crescenti e decrescenti in un intervallo. Definizioni di massimo e minimo relativo.
Teoremi sui massimi e minimi relativi. Ricerca dei massimi e minimi relativi. Concavità di una curva e ricerca dei punti di
flesso.
Studio di funzione
Lettura grafici. Studio di funzioni prevalentemente algebriche razionali intere e fratte.
Rimini 15 maggio 2014
Il docente
gli studenti
MATERIA: FISICA
DOCENTE: prof. ORIELLA SOGGIA
Testo in adozione:
U. Amaldi
CORSO DI FISICA (volume 2)
Zanichelli
PROGRAMMA SVOLTO
Elettrostatica
L’elettrizzazione per strofinio. Conduttori e isolanti. L’elettrizzazione per contatto. La definizione operativa della carica
elettrica. Legge di Coulomb. La forza di Coulomb nella materia. L’elettrizzazione per induzione. Polarizzazione degli
isolanti. Campo elettrico. Il vettore campo elettrico. Campo elettrico di una carica puntiforme. Linee di forza. Energia
potenziale elettrica. Potenziale elettrico. Il potenziale di una carica puntiforme. Superfici equipotenziali. Distribuzione di
carica.
Corrente elettrica
Intensità di corrente. I generatori. Circuito elettrico. Resistenza elettrica e prima legge di Ohm. Prima legge di Kirchhoff.
Collegamenti di resistenze in serie e in parallelo. La potenza elettrica. L’effetto Joule. La forza elettromotrice. I
conduttori metallici. La seconda legge di Ohm. Resistività. L’effetto Volta e la disputa con Galvani.
Campi magnetici e correnti
Magneti. La forza magnetica e le linee del campo magnetico. Forze tra magneti e correnti: l'esperienza di Oersted,
l’esperienza di Faraday. Forze fra correnti e definizione dell' ampère. L’intensità del campo magnetico. La forza
magnetica su un filo percorso da corrente. Il campo magnetico di un filo percorso da corrente. La forza di Lorentz. Le
proprietà magnetiche dei materiali. Induzione elettromagnetica. Le correnti indotte. Il ruolo del flusso del campo
magnetico. La legge di Lenz .
Rimini 15 maggio 2014
Il docente
gli studenti
MATERIA: FILOSOFIA
DOCENTE: prof.ssa MARIA BORZI
Testi in adozione: M.De Bartolomeo V.Magni, I sentieri della ragione. Ed.Atlas
Titolo del corso: Dall’apogeo del soggetto alla frantumazione dell’io.
Il tema della conoscenza :
G. W. Hegel: la coincidenza di pensiero e realtà.
La dialettica hegeliana e i suoi precedenti storici.
La fenomenologia dello spirito e le sue influenze sulla filosofia successiva.
Cenni sulla logica, la filosofia della natura e la filosofia dello spirito.
La filosofia della storia.
La reazione antihegeliana: il ritorno al noumeno kantiano di A.Schopenhauer.
Irrazionalismo e razionalismo nel confronto con Hegel.
La volontà ed il velo di Maya.
Le vie della liberazione umana.
Le filosofie dell’esistenza:
S.Kierkegaard: la rivendicazione della categoria del singolo.
La religiosità ed il senso del Cristianesimo.
La curvatura esistenziale del suo pensiero.
La dialettica dell’esistenza e la scelta.
L’esistenzialismo di J. P. Sartre: l’assenza dei valori e l’impegno etico.
Dall’etica all’ontologia: la libertà ed il nulla ; l’essere in sé e l’essere per sé.
Cenni all’impegno politico .
Dall’ontologia sartriana a quella heideggeriana: analisi di Essere e tempo.Gli esiti della svolta l pensiero del filosofo.
Filosofia e politica
Il pensiero di K. Marx:
il rovesciamento della dialettica hegeliana.
Alienazione e materialismo storico.
Le tematiche principali del ‘Capitale.’
La cultura del sospetto:
La decadenza dell’occidente secondo Nietzsche.
Il nichilismo e la critica al Cristianesimo.
La critica a Socrate e la distruzione della metafisica.
La critica della verità.
L’eterno ritorno e l’oltreuomo.
Lettura della prefazione e della prima parte di ‘Cosi parlò Zaratustra.
S.Freud e la nascita della psicanalisi
Cenni sulle principali tematiche del metodo psicanalitico: tripartizione dell’inconscio, l’interpretazione dei sogni, Eros
e Thànatos.
MATERIA: SCIENZE NATURALI
DOCENTE: prof. MAURIZIO DRUDI
Testi in adozione: Campbell, Reece, Taylor, Simon, Dickey Il nuovo immagini della biologia- Volume C
Linx Editore
Metodologia
Ho sviluppato il programma prevalentemente attraverso l’uso della lezione frontale per la quale ho sempre proposto gli
schemi della lezione stessa alla lavagna o, molto più frequentemente, schemi in fotocopia.
Alcuni approfondimenti del programma sono stati realizzati dal punto di vista dell’educazione alla salute. Nella proposta
dei temi svolti ho sempre usato e preteso un linguaggio rigorosamente scientifico e ho cercato di fare esempi che si
riferiscono alle possibili esperienze quotidiane degli studenti.
Programma svolto
Struttura e funzioni degli animali
I livelli di organizzazione degli organismi viventi – Nozione di tessuto – Il tessuto epiteliale – I diversi tipi di tessuto
connettivo – Il tessuto muscolare – Il tessuto nervoso – Nozione di organo – I sistemi di organi del corpo umano – Il
sistema tegumentario
Alimentazione e digestione
La trasformazione del cibo – Struttura dell’apparato digerente umano – La cavità orale – Deglutizione, esofago e
peristalsi – Struttura e funzioni dello stomaco – Struttura e funzioni dell’intestino tenue – Funzioni digestive di pancreas e
fegato – Struttura e funzioni dell’intestino crasso – Aspetti generali relativi all’alimentazione
Gli scambi gassosi
La superficie respiratoria e lo scambio dei gas –Fasi degli scambi gassosi –Struttura generale del sistema respiratorio –
Il meccanismo della respirazione – Il sistema di controllo della respirazione – Trasporto sanguigno dei gas – Funzioni
dell’emoglobina – Il feto e gli scambi alimentari e respiratori
Sangue e sistema circolatorio
Sistema circolatorio aperto e chiuso – La circolazione doppia – La struttura del cuore – Il ciclo cardiaco – Regolazione
del ritmo cardiaco – Cenni sull’infarto del miocardio – La struttura dei vasi sanguigni – La pressione sanguigna – Il
sangue: plasma e frazione cellulare – Le cellule staminali multipotenti – Il meccanismo della coagulazione del sangue
Il sistema endocrino
I messaggeri chimici – Tipologia di ormoni – Le principali ghiandole endocrine e i relativi ormoni prodotti – Cenni su
epifisi e timo – Ipotalamo, neuroipofisi e adenoipofisi – Le funzioni della tiroide e i relativi meccanismi ormonali di
controllo – La regolazione della calcemia – La regolazione del livello del glucosio nel sangue – Cenni sul diabete –
Struttura e funzioni delle ghiandole surrenali – Gli ormoni sessuali
Il sistema nervoso
Aspetti generali sulla struttura del sistema nervoso – Struttura e funzionamento dei neuroni (formazione e trasmissione
del segnale nervoso, le sinapsi) – Cenni sui neurotrasmettitori – Centralizzazione e cefalizzazione del sistema nervoso –
Sistemi di protezione del SNC (segue)
[Questo è il programma svolto alla data di consegna di questa relazione per la realizzazione del cosiddetto “documento
del 15 maggio”. Di seguito viene riportato il programma che, presumibilmente, verrà realizzato entro la fine dell’anno
scolastico.]
Sistema nervoso
Il sistema nervoso periferico – Struttura dell’encefalo umano – La corteccia cerebrale – Ciclo sonno veglia – Il sistema
limbico
Cenni sulla riproduzione
L’anatomia del sistema riproduttore femminile – L’anatomia del sistema riproduttore maschile – Il controllo del ciclo
ovarico e mestruale – Malattie sessualmente trasmissibile – Contraccezione – Nozioni introduttive allo sviluppo
embrionale
Rimini, 26 aprile 2014
Maurizio Drudi
MATERIA: STORIA DELL’ARTE
DOCENTE: prof. DAVIDE PAZZAGLIA
Testi in adozione: ARTI VISIVE 2A 3A ATLAS edizioni
Metodologia:
Nello svolgimento del programma si sono privilegiati i caratteri principali delle epoche trattate e delle poetiche dei singoli
autori. Si è scelta una trattazione sintetica per permettere ai discenti di orientarsi correttamente tra gli autori e le correnti
artistiche, confrontandole, quando possibile, per evidenziare analogie e differenze. Per mantenere fede a tali obiettivi
mai si è scesi in una trattazione nozionistica. Si è invece privilegiata, attraverso riflessioni e discussioni in classe, la
comprensione delle problematiche artistiche nella loro progressione storica e le ragioni poetiche dei singoli artisti.
Di seguito l’elenco delle epoche, degli autori, delle correnti, delle opere e dei nuclei tematici svolti.
PROGRAMMA SVOLTO
IL ROMANTICISMO
Genio e sregolatezza. L’individualità nazionale. Il paesaggio come specchio dell’anima. Dalla regola al sentimento. Il
rapporto con il passato. Il sublime.
THÉODORE GÉRICAULT L’uomo al limite della sua umanità. I “Salons”. La zattera della Medusa, Ritratti di Alienati.
EUGÈNE DELACROIX L’arte nel proprio tempo, tra suggestioni del passato e ideali romantici. La Libertà che guida il
popolo.
FRANCESCO HAYEZ Il Romanticismo in Italia tra Accademismo e Risorgimento.Il bacio
IL REALISMO
La fine della mitizzazione del passato
LA FOTOGRAFIA. L'invenzione del secolo. Lo strumento che costringe la pittura a ridefinire se stessa.
GUSTAVE COURBET.La poetica del vero, lo scandalo del Realismo. Fanciulle sulle rive della Senna; L’atelier del
pittore.
GIOVANNI FATTORI. La poetica della “macchia”, Diego Martelli e il Caffè Michelangelo, il ruolo marginale dell’Italia nel
dibattito artistico dell‘800. La rotonda di Palmieri
LA NUOVA ARCHITETTURA DEL FERRO
La rivoluzione dell’acciaio e del vetro, le esposizioni universali. J. PAXTON, Il palazzo di cristallo. G.A. EIFFEL, Torre
Eiffel.
L'IMPRESSIONISMO
La giustapposizione cromatica, la luce, la pittura en plein air, i soggetti moderni, le stampe giapponesi.
LA FOTOGRAFIA L'invenzione del secolo. Lo strumento che costringe la pittura a ridefinire se stessa.
EDOUARD MANET. La nuova pittura e lo scandalo della verità. La pittura d’atelier. La colazione sull’erba, Olympia.
CLAUDE MONET. La pittura delle impressioni, la luce nel suo divenire. Impressione, sole nascente; La cattedrale di
Rouen.
EDGAR DEGAS. La sintesi visiva attraverso il disegno e la memoria. Il taglio fotografico. Le stiratrici, Ballerina sulla
scena.
AUGUSTE RENOIR. La gioia di vivere. La mobilità della luce e gli svaghi nella Parigi degli impressionisti. Moulin de la
Galette, Bagnanti.
TENDENZE POST-IMPRESSIONISTE
Il superamento della superficialità dell’impressionismo
PAUL CÉZANNE. «Trattare la natura secondo il cilindro, la sfera e il cono». La rappresentazione dello spazio senza
prospettiva geometrica. La montagna Sainte-Victoire, due giocatori di carte.
GEORGES SEURAT. Il Neoimpressionismo o Impressionismo scientifico. Un dimanche après-midi à l’Île de la Grande
Jatte.
PAUL GAUGUIN. Una visione antinaturalista: la ricerca di un’espressività primitiva. Il Cristo giallo; Da dove veniamo?
Chi siamo? Dove Andiamo?
VINCENT VAN GOGH. «Se un quadro di contadini sa di pancetta, fumo, vapori... va bene, non è malsano». Il colore
come espressione interiore. I mangiatori di patate; Autoritratto con cappello di feltro grigio.
HENRY DE TOULOUSE LAUTREC. Il disegno che interpreta ed esprime la vita notturna parigina tra grottesco e nobiltà.
Le affiches. Au Moulin Rouge, Jane Avril.
ART NOUVEAU
Il nuovo gusto borghese. Caratteri generali.
GUSTAV KLIMT La secessione. Oro, linea, colore. Arte e decorativismo tra eros e thanatos. Giuditta Ie II;le tre età della
donna.
ANTONI GAUDI Lo spazio fluido della Sagrada Familia
L'ESPRESSIONISMO
L'esasperazione della forma. Impressione ed espressione.
EDVARD MUNCH. Il grido della disperazione. L’angoscia dell’uomo di fronte alla morte. La fanciulla malata; Il grido
HENRI MATISSE. Fauves: il colore sbattuto in faccia. L’espressività pura del colore e della linea. La stanza rossa
ERNST LUDWIG KIRCHNER. Il gruppo Die brücke «Una fune sopra un abisso». L’angoscia dell’uomo nella città. Il
rapporto con la natura. Cinque donne per la strada
IL NOVECENTO DELLE AVANGUARDIE STORICHE
Un secolo di grandi speranze e di straordinarie delusioni.
IL CUBISMO Cézanne, l’arte primitiva, la nuova rappresentazione spaziale. Fase analitica e sintetica. Picasso
PABLO PICASSO Il periodo Blu e Rosa. Les demoiselles d’Avignon; Natura morta con sedia impagliata;
Guernica.
IL FUTURISMO Filippo Tommaso Marinetti e l'estetica futurista. Il Manifesto. Boccioni. Sant’Elia
DADA Il Dadaismo e la guerra. Arte come provocazione. Il nonsenso e l’ironia, il ready-made. Man Ray, Marcel
Duchamp
MATERIA: EDUCAZIONE FISICA
DOCENTE: prof. LUISA PAOLI
Programma di Educazione Fisica
Potenziamento fisiologico:
esercizi, andature,ciclette, corse e giochi per stimolare i sistemi aerobico e anaerobico
test di forza veloce (lancio del vortex)
esercizi di tonificazione e potenziamento isotonico e isometrico dei principali gruppi muscolari a carico naturale, con
palloni, funicelle, bacchette ed anche in coppia con un compagno (es. di opposizione e resistenza)
esercizi di mobilizzazione attiva in forma dinamica e statica (stretchig) a corpo libero o attraverso i piccoli attrezzi
soprattutto a livello della catena posteriore
Rielaborazione degli schemi motori:
esercizi di coordinazione sia generale che oculo manuale-podalica con i piccoli attrezzi, con i palloni e con le racchette
esercizi di educazione posturale
esercizi di rilassamento
esercizi di riscaldamento e brevi combinazioni eseguiti su base musicale
giochi a squadre di mira anche con un attrezzo non convenzionale (roverino)
_ danze latino-americane
Conoscenza e pratica delle specialità sportive:
pallavolo (fondamentali individuali e di squadra, regolamento)
pallacanestro (fondamentali individuali e alcune regole di gioco)
badminton (fondamentali e regolamento)
ultimate (fondamentali e regolamento)
_ calcetto
_ tennis tavolo
Conoscenze Teoriche
_ cenni teorici di anatomia, meccanica articolare e fisiologia legati alla pratica
motoria
_ cenni sul mangiar sano e sull'abitudine alla pratica motoria come giusto stile di vita
_ libera autogestione del riscaldamento delle ultime lezioni dell'anno da parte degli
alunni che, a turno, hanno proposto a tutta la classe alcuni esercizi o attività
corrispondenti agli obbiettivi prescelti.
MATERIA: RELIGIONE CATTOLICA
DOCENTE: prof. FRANCESCO PEREZ
Testi in adozione: G.MARINONI C.CASSINOTTI, La domanda dell’uomo, Marietti Scuola, 2010
PROGRAMMA SVOLTO
•
•
•
•
•
•
•
QUANDO L’UOMO CERCA DIO
Chi è Dio per te?
Dio come padre
Un Dio che si comunica
I grandi interrogativi dell’uomo
L’ateismo
Miracoli e guarigioni
I filosofi e la ricerca di Dio
•
•
•
SOCIETA’ E MORALE
Il valore della della famiglia nella religione cattolica e nelle religioni monoteiste
Il valore della della famiglia nella religione cattolica e nelle religioni monoteiste (ebraismo)
Il valore della della famiglia nella religione cattolica e nelle religioni monoteiste (islam)
•
•
•
•
•
•
•
•
L’ETICA DELLA VITA
La vita umana e il suo rispetto
La sofferenza e la malattia
La sessualità dimensione fondamentale della persona umana e la teoria “Gender”
La sessualità: a cosa serve?
La castità
Eros, corpo e amore umano
La visione biblica della coppia umana
L’apertura alla vita e l’educazione dei figli
L’ETICA DELLE RELAZIONI
• Dialogo tra le generazioni nella famiglia
Allegati 1
Prima simulazione delle III prove
LICEO CLASSICO-LICEO PSICOPEDAGOGICO
“G.CESARE”-“M. VALGIMIGLI”
Simulazione
TERZA PROVA SCRITTA
Candidato/a………………………………………………………….Classe V sez. AL
Materia: TEDESCO
(ungefähr 150 -180 Worte)
1) Die Dichtung und die Prosa der ersten Jahrzehnten des 20. Jahrhunderts weisen
Erneuerungen sowohl in der Form als auch in dem Inhalt auf. Versuche beide Aspekte zu
erklären.
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
LICEO LINGUISTICO
“ G. CESARE- M.. VALGIMIGLI “
Rimini
Simulazione terza prova d’esame 10/12/2013
Tipologia A
Inglese
Classe V sez AL
Nome del candidato ………………………………………………
Each of the Romantic poets had his own special view on poetry and a particular feature
that distinguished him from the others. Discuss the topic referring to the poets of the
second generation you have studied.
(about 150 words)
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
Liceo Classico / Pedagogico - G.Cesare / M.Valgimigli – Rimini
Simulazione terza prova
Classe
Le
teorie
Storia dell’arte
dicembre 2013
alunno
del
Sublime
e
del
Pittoresco
caratterizzano
fortemente
l’estetica romantica. Descrivile brevemente con opportuni riferimenti.
Massimo 20 righe
Liceo Linguistico “Manara Valgimigli” – Classe V A – A.S. 2013/2014
Simulazione di terza prova dell’Esame di Stato – Tipologia A
Materia: Scienze naturali
Alunno/a: …………………………………………
L’intestino tenue: struttura; enzimi digestivi; digestione e assimilazione
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Allegati 2
Seconda simulazione delle III prove
LICEO LINGUISTICO “M. VALGIMIGLI”
SIMULAZIONE TERZA PROVA
MATEMATICA
5Al
ALUNNO:
24 Aprile 2014
Studiare e rappresentare graficamente la funzione
2
y= x
4− x
E’ consentito l’uso della calcolatrice.
2
LICEO LINGUISTICO
A.S. 2013/2014
SIMULAZIONE DI TERZA PROVA
DISCIPLINA: FILOSOFIA
CLASSE 5AL
24/04/14
NOME DEL CANDIDATO:______________
“La virtù cardinale della filosofia è la sua responsività, la sua capacità e attitudine a rispondere.
Il ruolo del filosofo si profila cioè come quello di Socrate che, nel Simposio, resta sveglio e parla
quando tutti gli altri sono ormai addormentati”
Stanley Cavell
Se dunque il domandare filosofico è anche un rispondere universale o, più modestamente,
storicamente determinato, analizzate i diversi strumenti dei filosofi ovvero quelli concettuali,
esistenziali o di critica radicale alle categorie del pensiero occidentale che hanno permesso loro di
dare un personale contributo alla storia della filosofia moderna.
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
LICEO LINGUISTICO “G.CESARE-M.VALGIMIGLI”
a.s. 2013/2014
SIMULAZIONE TERZA PROVA
FRANCESE
Docente: professoressa Donatella Livi
Data ________
Classe: 5AL
“ Une volonté de subversion générale nous possedait”
Expliquez cette phrase de breton en montrant les liens qui unissent les deux
mouvements d'avant-garde :Dada et Surréalisme (20 righe )
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
LICEO LINGUISTICO “G.CESARE”-“M. VALGIMIGLI”
SIMULAZIONE
TERZA PROVA (tipologia A)
Candidato/a………………………………………………………….Classe V sez. AL
Materia: TEDESCO
Ampiezza 20 righe
1) Welche symbolische Rolle spielt die väterliche Gestalt in den ersten Jahrzehnten des
20. Jahrhunderts? Denke sowohl an Kafka als auch an Th Mann.
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
LICEO LINGUISTICO “G.CESARE”-“M. VALGIMIGLI”
SIMULAZIONE
TERZA PROVA (tipologia A)
Candidato/a………………………………………………………….Classe V sez. AL
Materia: Inglese
Ampiezza 20 righe
1) Explain how the new concept of time at the beginning of the XX th century is applied
to English poetry and fiction.
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
Allegati 3
GRIGLIA DI VALUTAZIONE TERZA PROVA D’ESAME LINGUE STRANIERE
TIPOLOGIA A
MATERIA: ............................................. CANDIDATO ..........................................................CLASSE..............
Obiettivo
Prova in bianco
Prova fuori traccia
Conoscenza dei
contenuti specifici e
relativi al contesto
Competenze
linguistiche e/o
specifiche ( correttezza
formale, uso del lessico
specifico)
Capacità
descrittore
Indicatori d livello
Svolta ma senza alcuna
attinenza con la consegna
Il candidato
conosce gli
argomenti richiesti
-
-
Punti
1
2
1.
2.
3.
4.
5.
6.
In modo gravemente lacunoso
In modo generico con lacune e scorrettezze
In modo approssimativo e con alcune imprecisioni
In modo essenziale e complessivamente corretto
In modo completo ed esauriente
In modo approfondito e dettagliato
1.
In modo gravemente scorretto tale da impedire la
comprensione
In modo scorretto con una terminologia impropria
In modo essenziale, non sempre corretto ma globalmente
comprensibile
In modo per semplice e corretto
In modo chiaro, corretto, appropriato
In modo chiaro, corretto, preciso e con ricchezza lessicale.
Il candidato si
esprime applicando
le proprie
conoscenze
ortografiche,
morfosintattiche,
lessicali di lessico
specifico
4.
5.
6.
Di sintesi
Logiche
Di rielaborazione
1.
2.
2.
3.
Nessi logici assenti o appena accennati, sintesi poco efficace
Nessi logici esplicitati in modo semplice, sintesi non del tutto
esauriente e/o rielaborazione non personale.
2,5. Nessi logici appropriati e sviluppati, sintesi efficace,
e/o rielaborazione con sufficiente senso critico
3.
Coerenza logica, sintesi efficace e appropriata,
rielaborazione critica e personale
-
Totale Punteggio
Il Presidente
…………………………………………………
I commissari
………………………………………………….
………………………………………………………..
…………………………………………………………
…………………………………………………………
………………………………………………………….
…………/15
…./15
…/15
…./15
Terza Prova Scritta – Materia: Filosofia
Griglia di valutazione con uso descrittori
(valutazione in 15esimi)
Candidato
______________________________________________________Classe_________________
Indicatori
Punteggio massimo
attribuibile
all’indicatore
1) Conoscenza dei
contenuti e
capacità di
analizzare
l’argomento nei
suoi aspetti
essenziali.
2) Capacità di
organizzare in
modo coerente e
sintetico le
informazioni e i
concetti.
3) Correttezza e
proprietà
linguistica.
8 punti
5 punti
2 punti
Livelli di valore/
valutazione
4
5
6
7
8
- Scarso
- Mediocre
- Sufficiente
- Discreto
- Buono/Ottimo
1
2
3
4
5
- Scarso
- Mediocre
- Sufficiente
- Discreto
- Buono/Ottimo
0
0,5
1
1,5
2
Voto attribuito all’indicatore
- Scarso
- Mediocre
- Sufficiente
- Discreto
- Buono/Ottimo
_____________________ il _____________ Voto Complessivo attribuito alla prova _______ / 15
Il Presidente
DISCIPLINA: SCIENZE NATURALI
Griglia per la valutazione della terza prova dell’esame di stato – Classe V A – A.S. 2013/14
Professor Maurizio Drudi
CONTENUTI
Punti 8
Gravemente insufficiente
Insufficiente
Sufficiente
Discreto
Buono
Ottimo
Voto 1,5
Voto 2,5
Voto 5
Voto 5,5
Voto 6,5
Voto 8
USO DEL LINGUAGGIO
SCIENTIFICO E
CORRETTEZZA FORMALE
Punti 4
Gravemente insufficiente
Insufficiente
Sufficiente/Discreto
Buono
Ottimo
Voto 1
Voto 2
Voto 3
Voto 3,5
Voto 4
Insufficiente
Sufficiente
Buono
Voto 1
Voto 2
Voto 3
CAPACITA’ DI SINTESI
Punti 3
Terza Prova Scritta – Materia: Arte
Griglia di valutazione con uso descrittori
(valutazione in 15esimi)
Candidato
______________________________________________________Classe_________________
Indicatori
Punteggio massimo
attribuibile
all’indicatore
1) Conoscenza dei
contenuti e
capacità di
analizzare
l’argomento nei
suoi aspetti
essenziali.
2) Capacità di
organizzare in
modo coerente e
sintetico le
informazioni e i
concetti.
3) Correttezza e
proprietà
linguistica.
8 punti
5 punti
2 punti
Livelli di valore/
valutazione
4
5
6
7
8
- Scarso
- Mediocre
- Sufficiente
- Discreto
- Buono/Ottimo
1
2
3
4
5
- Scarso
- Mediocre
- Sufficiente
- Discreto
- Buono/Ottimo
0
0,5
1
1,5
2
Voto attribuito all’indicatore
- Scarso
- Mediocre
- Sufficiente
- Discreto
- Buono/Ottimo
_____________________ il _____________ Voto Complessivo attribuito alla prova _______ / 15
Il Presidente
Liceo Linguistico “G.Cesare-Valgimigli” Rimini
CRITERI DI VALUTAZIONE TERZA PROVA SCRITTA DI MATEMATICA
Cognome Nome: ..................................................... Classe VA
Indicatori
Livello di valore
1) Padronanza del linguaggio specifico e corretto uso del simbolismo matematico
(da 1 a 5)
2) Grado di conoscenza degli argomenti proposti
(da 1 a 6)
3) Capacità di sintesi e/o di
collegamento delle
conoscenze e competenze
(da 1 a 4)
TOTALE
Rimini, lì _____________
I COMMISSARI
Scarso
Mediocre
Parziale
Sufficiente
Adeguato
Discreto
Buono
Ottimo
Scarso
Mediocre
Parziale
Sufficiente
Adeguato
Discrete
Buone
Ottime
Scarsa
Mediocre
Inadeguata
Sufficiente
Discreta
Buona/Ottima
Punteggio
corrispondente
1
2
2.5
3
3.5
4
4.5
5
1-2
3
3.5
4
4.5
5
5.5
6
1
2
2.5
3
3.5
4
Voto
attribuito
Sufficienza 10/15
Punteggio complessivo attribuito alla prova ____/15
IL PRESIDENTE
Nome_________________________________________________Data________________Classe________
Griglia prima prova di Italiano
Tipologia A : analisi di un testo letterario.
C 1. CONOSCENZE in relazione a
Punti
1) Struttura formale del testo
2) Poetica dell'autore
3) Contesto storico-letterario
a. Riconosce correttamente e in modo completo la struttura formale, la poetica dell'autore (se richiesta), il
contesto storico-letterario
b. Il riconoscimento è parziale, ma corretto
c. Il riconoscimento è molto limitato
d. Non riconosce gli elementi più significativi
5-4
3
2-1
0
C 2. COMPETENZE in relazione a
a) Comprensione del significato del testo
b) Forma linguistico-espressiva
a.1- Comprende il testo nella totalità del significato. Sa parafrasare/riassumere
2- Comprende gli elementi essenziali del significato.
3- Comprende il testo in modo frammentario. Parafrasi/riassunto talora incerti
4- Fraintende il testo/non ne coglie gli aspetti essenziali
3
2
1
0
b. 1- Si esprime in forma corretta, con sintassi e lessico adeguati
2- Si esprime in forma nel complesso corretta e abbastanza appropriata dal punto di vista
lessicale
3- Si esprime in forma sostanzialmente chiara, ma con qualche ripetizione/errore di ortografia*/
connettivi*/morfologia*/sintassi*/lessico*/paragrafazione*/punteggiatura*
4- Si esprime in più punti in forma scorretta/confusa
5- Si esprime in forma gravemente scorretta/confusa
*Gli indicatori valgono anche per b.4 e b.5
4
3
2
1
0
C 3. CAPACITÀ di interpretazione ed elaborazione critica delle conoscenze
a.
b.
c.
d.
Sa elaborare in modo personale e coerente i contenuti
L'interpretazione non è sempre debitamente motivata né esemplificata
Interpreta in modo piuttosto semplicistico e/o superficiale le tematiche proposte
Esprime valutazioni incongrue/ Non esprime valutazioni
3
2
1
0
Voto complessivo_____/15
Voto in decimi:_____
Nome: ________________________________________Data______________________Classe________
Griglia prima prova di Italiano
Tipologia B : articolo di giornale; saggio espositivo-argomentativo di carattere artistico-letterario, tecnicoscientifico, socioeconomico o storico-politico.
C 1. CONOSCENZE in relazione ai contenuti essenziali di ogni argomento
Punti
a) Espone conoscenze corrette e complete./Utilizza in modo appropriato i dati forniti
b) Espone informazioni essenziali o comunque utili per lo svolgimento, ma utilizza
parzialmente i dati forniti
c) Espone informazioni generiche/imprecise. /Utilizza in modo poco efficace i dati forniti
d) Espone informazioni scorrette./Non utilizza i dati forniti
5-4
3
2-1
0
C 2. COMPETENZE in relazione a
a) Individuazione e utilizzo corretto della tipologia testuale
b) Forma linguistico-espressiva
a.1- Comprende le indicazioni di svolgimento e adotta un tipo testuale chiaro, rispettandone
pienamente le caratteristiche
2- Comprende in modo parziale le indicazioni di svolgimento, adotta un tipo testuale chiaro,
ma ne rispetta solo in parte le caratteristiche
3- Non individua le indicazioni di svolgimento e non rispetta le caratteristiche della
tipologia testuale richiesta
b. 1- Si esprime in forma corretta, con sintassi e lessico adeguati
2- Si esprime in forma nel complesso corretta e abbastanza appropriata dal punto di vista
lessicale
3- Si esprime in forma sostanzialmente chiara, ma con qualche ripetizione/errore di ortografia*/
connettivi*/morfologia*/sintassi*/lessico*/paragrafazione*/punteggiatura*
4- Si esprime in più punti in forma scorretta/confusa
5- Si esprime in forma gravemente scorretta/confusa
*Gli indicatori valgono anche per b.4 e b.5
2
1
0
4
3-2
1
0,5
0
C 3. CAPACITÀ di interpretazione ed elaborazione critica delle conoscenze
a. Sa proporre una interpretazione adeguatamente esemplificata/argomentata/approfondita, con
eventuali contributi personali
b. Esprime giudizi, ma non sempre debitamente motivati/chiaramente riconoscibili/approfonditi/
esemplificati
c. Interpreta in modo piuttosto semplicistico e/o superficiale le tematiche proposte
d. Esprime valutazioni incongrue/ Non esprime valutazioni
4
3
2-1
0
Voto complessivo: /15
Voto in decimi:
Nome_________________________________________________Data________________Classe________
Griglia prima prova di Italiano
Tipologia C e D : temi di storia e di attualità
C 1. CONOSCENZE
-
Punti
dei fatti essenziali e dei problemi del periodo storico oggetto di analisi
delle tematiche e delle informazioni significative e caratterizzanti l'argomento
a. Propone informazioni corrette e significative
b. Propone informazioni essenziali, comunque utili allo svolgimento
c. Propone informazioni generiche / imprecise
d. Propone informazioni scorrette / non pertinenti
3
2
1
0
C 2. COMPETENZE in relazione a
a) Comprensione della traccia e della tematica proposta
b) Organizzazione delle conoscenze
c) Forma linguistico-espressiva
a.1- Comprende la traccia e il problema proposto
2- Individua il problema proposto in modo parziale / generico
3- Non individua il problema proposto
2
1
0
b. 1- Organizza il testo in modo logico e consequenziale
2- Organizza il testo in modo semplice ma coerente
3- Espone i contenuti in modo non sempre organico
4- Espone i contenuti in modo disorganico / non coeso
3
2
1
0
c. 1- Si esprime in forma corretta, con sintassi e lessico adeguati
2- Si esprime in forma nel complesso corretta e abbastanza appropriata dal punto di vista
lessicale
3- Si esprime in forma sostanzialmente chiara, ma con qualche ripetizione/errore di ortografia*/
connettivi*/morfologia*/sintassi*/lessico*/paragrafazione*/punteggiatura*
4- Si esprime in più punti in forma scorretta/confusa
5- Si esprime in forma gravemente scorretta/confusa
*Gli indicatori valgono anche per c.4 e c.5
4
3
2
1
0
C 3. CAPACITÀ di interpretazione ed elaborazione critica delle conoscenze
a. Sa proporre una interpretazione adeguatamente esemplificata/argomentata/approfondita, con
eventuali contributi personali
b. Rielabora le conoscenze in modo personale
c. Tratta superficialmente le tematiche proposte
d. Esprime valutazioni incongrue
3
2
1
0
Voto complessivo_____/15
Voto in decimi:_____
LICEO CLASSICO-PSICOPEDAGOGICO “G.CESARE-M.VALGIMIGLI” RIMINI
ESAMI DI STATO 2013/2014 - SECONDA PROVA SCRITTA
LINGUA STRANIERA
Candidato: ____________________________________________ Classe: 5
COMPRENSIONE
Capacità di focalizzare il messaggio del testo rispondendo
in modo puntuale alle domande
• completa
• buona
• discreta
• sufficiente
• parziale
• nulla
Capacità di rielaborare in modo personale i contenuti del
testo e di argomentare efficacemente le proprie
affermazioni/risposte
• ottima
• buona
• discreta
• sufficiente
• limitata
• scarsa
• nulla
Capacità di riproporre sinteticamente gli elementi
essenziali di un testo (riassunto)
• sintesi efficace
• sintesi personalmente rielaborata, anche se non
sempre puntuale
• sintesi parzialmente rielaborata rispetto al testo
• sintesi incompleta o ridondante
• sintesi non autonoma rispetto al testo
• sintesi inefficace
• sintesi nulla
Correttezza formale
• padronanza nell'uso delle strutture grammaticali,
qualche lieve errore
• alcuni errori non gravi/ di scelta lessicale che non
compromettono l'efficacia espressiva
• qualche errore circoscritto ad alcune aree
grammaticali
• diversi errori attinenti a più aree grammaticali, di
cui alcuni gravi
• alcuni gravi errori che compromettono l'efficacia
espressiva
• numerosi errori gravi attinenti alle strutture
grammaticali di base
3
2,5
2
1,5
1
0
4
3,5
3
2,5
2
1
0
4
3,5
3
2,5
2
1
0
4
3,5
3
2,5
2
1
/15
voto
LICEO CLASSICO-PSICOPEDAGOGICO “G.CESARE-M.VALGIMIGLI"
ESAMI DI STATO 2012/2013 - SECONDA PROVA SCRITTA
LINGUA STRANIERA
Candidato: ____________________________________________ Classe: 5
PRODUZIONE
Aderenza al "tema" proposto come oggetto di analisi/
riflessione
• completa
• parziale
• incompleta
• nulla
Correttezza formale
• padronanza nell'uso delle strutture grammaticali,
qualche lieve errore
• alcuni errori non gravi che non compromettono
l'efficacia espressiva
• qualche errore circoscritto ad alcune aree
grammaticali
• diversi errori attinenti a più aree grammaticali di
cui alcuni gravi
• alcuni gravi errori che compromettono l'efficacia
espressiva
• numerosi errori gravi attinenti alle strutture
grammaticali di base
Ricchezza lessicale
• lessico ricco ed appropriato
• lessico abbastanza appropriato, ma limitato
• lessico limitato e talvolta inappropriato
• lessico molto limitato e quasi sempre inadeguato
Articolazione del discorso
• coerente ed efficace
• coerente, ma poco analitica
• schematica
• qualche incongruenza
• incoerente e disordinata
Il Presidente
4
3,5
3
2,5
2
1
4
3
2
1
3
2,5
2
1
0,5
voto
Rimini ____________
4
3
2
1
/15
Voto attribuito alla prova _______/ 15
I Commissari
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
412 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content