close

Enter

Log in using OpenID

CDI (Centri Diurni Integrati)

embedDownload
SPI Monza-Brianza
SPI Monza-Brianza
ASSISTENZA
AGLI AUTOSUFFICIENTI O AI PARZIALMENTE AUTOSUFFICIENTI
C.D.I. ( CENTRI DIURNI INTEGRATI E ALZHEIMER)
Descrizione
Assistenza diurna per anziani parzialmente autosufficienti o non autosufficienti, situazione intermedia
tra l’assistenza domiciliare e l’assistenza residenziale.
L’assistenza diurna socio-sanitaria viene erogata nel Centro Diurno Integrato (CDI).
Per chi
Per gli anziani parzialmente autosufficienti o non autosufficienti, con necessità di assistenza diurna e
cure sanitarie che superano la capacità del solo intervento domiciliare, ma che non richiedono ancora
un ricovero in struttura residenziale.
Prestazioni o modalità
L’assistenza fornita è personalizzata e di tipo integrato multiprofessionale con prestazioni sanitarie
mediche, infermieristiche, riabilitative; assistenziali (ad esempio, aiuto nella alimentazione e cura
dell’igiene personale) e attività educativa (di gruppo o individuale) e di socializzazione, quali attività
manuali e pratiche(lettura, pittura, colloqui, ecc..) al fine di contenere il rallentamento psicomotorio e la
propensione all’isolamento sociale e culturale che caratterizza in particolare la non autosufficienza.
Tra gli obiettivi vi è quello di fornire un sostegno ai casi più gravi, che durante il giorno sarebbero soli, e
di garantire alla famiglia il sollievo della gravosità dell’assistenza diurna.
Accanto a queste prestazioni sopraesposte esistono nel territorio Centri Diurni Integrati per la patologia
di Alzheimer ai quali si accede presentando la diagnosi specialistica.
Dove si eroga
Presso i Centri diurni integrati accreditati nella Regione Lombardia. In ogni Asl di riferimento sono
disponibili gli elenchi dei CDI relativi alla loro ubicazione.
Costi
L’Asl autorizza la frequenza dell’utente al CDI sostenendo i costi sanitari della retta. Restano a carico
del singolo i costi assistenziali definiti in autonomia dall’Ente gestore e pubblicizzati nella “Carta dei
Servizi” del CDI.
Percorso di accesso
Per l’accesso al CDI è necessario presentare alla struttura scelta dell’interessato la richiesta del
Medico di Medicina Generale (medico di famiglia). La struttura valuta la richiesta, comunicando poi
all’Asl l’eventuale avvenuto inserimento.
Ruolo dell’ASL
Oltre a sostenere gli oneri sanitari per le persone non autosufficienti, l’Asl ha il compito di controllare
l’appropriatezza e la qualità delle prestazioni erogate e di verificare i requisiti strutturali, gestionali ed
organizzativi necessari al CDI per mantenere l’accreditamento regionale.
VADEMECUM NON-AUTOSUFFICIENZA
Pagina 19
SPI Monza-Brianza
SPI Monza-Brianza
Dove
Agrate Brianza : CDI “Gimot” Via da Agrate .
Arcore: CDI “ L’Arca” Via Sant’Apollinare 1 .
Bellusco: CDI “Maria Bambina” Via Roma 7 .
Besana in Brianza: CDI c/o RSA Scola Via Cavour 27 .
Brugherio: CDI c/0 RSA Bosco in Città, Via Cavour 27 .
Cavenago Brianza: CDI “Cavaliere” c/o RSA Le Querce Via .
Desio: CDI “Arcobaleno” Corso Italia 61 .
Giussano: CDI Alzheimer c/o RSA Residenza Amica Via M. D’Azeglio 70 .
Monza: CDI Alzheimer Via Molise 13 .
Monza: CDI Alzheimer Via Gallarana .
Monza: CDI “Il Sole” c/o RSA Don Bellani .
Monza: CDI c/o RSA San Pietro Via Cesare Battisti 1 .
Monza: CDI “Costa Bassa” Viale per Biassono 2 .
Monza: CDI “Preziosissimo Sangue” Via Riberti 17 .
Ronco Briantino: CDI “la Rosa D’Argento” c/o RSA .
Seregno: CDI “Le Solei” Via Vicinale Cassina Bonsaglio 80 .
Villasanta: CDI Via Bestetti 6 .
Vimercate: CDI “San Giuseppe” c/o RSA Via General Cantore 7 .
VADEMECUM NON-AUTOSUFFICIENZA
Pagina 20
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
764 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content