close

Enter

Log in using OpenID

Anticipo su POS

embedDownload
Foglio informativo ANPOS– “Apertura di credito Anticipazione POS”
INFORMAZIONI SULLA BANCA
GBM BANCA SpA
Sede Legale e Amministrativa: Lungotevere Michelangelo n. 5 00192 Roma.
Capitale sociale al 31.12.2010: € 28.579.000,00
Iscritta al Registro delle Imprese al n. P.I. 06150120720
Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi e al Fondo Nazionale di Garanzia
Codice ABI 03323. Iscritta all’albo delle Banche con il n. 5630
Gruppo bancario di appartenenza e relativo codice di iscrizione all’albo dei gruppi bancari tenuto dalla Banca d’Italia: “GBM- Gruppo
Bancario Mediterraneo Holding”, cod.gruppo 20042
Sito internet: www.gbmbanca.it mail: [email protected] Tel. 06/3223199 Fax 06/68300986
DA COMPILARE SOLO IN CASO DI “OFFERTA FUORI SEDE”
NOME E COGNOME DEL SOGGETTO CHE
CONSEGNA IL MODULO AL CLIENTE
QUALIFICA DEL SOGGETTO CHE CONSEGNA IL
MODULO AL CLIENTE
Dipendente di GBM BANCA
Il sottoscritto _____________________________________________________________ dichiara di aver ricevuto copia del presente foglio informativo.
Data _____________________________
Firma _____________________________________________
APERTURA DI CREDITO “ANTICIPAZIONE POS”
Tutte le dipendenze della Banca sono abilitate alla stipula del contratto di cui al presente foglio informativo.
CHE COS’E’ L’ APERTURA DI CREDITO “ANTICIPO TRANSATO POS”
L’apertura di credito “Anticipo Transato Pos” è una linea di credito a tasso fisso con cui la Banca mette a disposizione del Cliente, titolare
di un’attività imprenditoriale (ditte individuali, società, liberi professionisti), a tempo determinato e per un periodo massimo di 1 anno,
eventualmente rinnovabile, una somma di denaro, a fronte dei futuri incassi effettuati attraverso il servizio POS.
L’utilizzo dell’affidamento può avvenire con cadenza mensile, trimestrale, semestrale o annuale per l’importo pari all’affidamento stesso
all’atto della stipula del contratto.
Per la concessione dell’apertura di credito “Anticipo Transato Pos” è necessario che il Cliente sia titolare di un servizio POS e di un
rapporto di conto corrente di corrispondenza presso la Banca fino alla scadenza dell’apertura di credito stessa.
Gli utilizzi avvengono tramite accredito su conto corrente intestato al Cliente presso la stessa Banca. Tutte le somme incassate mediante
servizio POS a valere sul medesimo rapporto di conto corrente su cui sono accreditati gli importi utilizzati sono imputati a decurtazione
dell’esposizione derivante dall’Anticipo Transato Pos.
Salvo diverso accordo, il Cliente può utilizzare la somma concessagli in una o più volte, ed il ripristino della disponibilità del credito
avviene mediante gli incassi POS riferiti al periodo di utilizzo.
Rischi specifici legati alla tipologia di contratto
I principali rischi connessi al servizio “Idea Anticipo POS” sono dovuti:
•
alla variazione in senso sfavorevole delle condizioni economiche come tassi di interesse o altre commissioni e spese del servizio, a
fronte delle quali al cliente viene riservata la facoltà di recesso nei termini previsti dal contratto;
•
alla revoca dell’affidamento per volontà della Banca a fronte di un uso non corretto della stessa e/o a seguito di atti che incidano
negativamente sulla situazione patrimoniale, finanziaria, legale od economica del richiedente o dell’eventuale garante.
Aggiornato al 10.09.2014
Pagina | 1
Foglio informativo ANPOS– “Apertura di credito Anticipazione POS”
PRINCIPALI CONDIZIONI ECONOMICHE
N.B.: le condizioni economiche sotto riportate sono indicate nella misura minima (se a favore del cliente) e massima (se a carico del cliente),
sono valide fino a nuovo avviso e non tengono conto di eventuali particolari spese aggiuntive, sostenute e/o reclamate da terzi o previste da
specifici accordi in deroga, imposte o quant'altro dovuto per legge, che non sia immediatamente quantificabile; tali eventuali oneri aggiuntivi
saranno oggetto di recupero integrale a parte.
QUANTO PUO’ COSTARE IL FIDO
Condizioni Standard
IPOTESI
Esempio: Affidamento di
50.000,00 euro interamente
utilizzato con durata 90
giorni
Utilizzato (pari all’accordato)
Tasso debitore nominale annuo
Commissione su fido
Interessi
TAEG
50.000,00 euro
10,00% al 11/07/2014
250 euro
1.250 euro
12,55%
I costi riportati nella tabella sono orientativi e si riferiscono a una ipotesi di operatività indicata dalla Banca d’Italia.
Le voci di spesa riportate nel prospetto che segue rappresentano, con buona approssimazione, la gran parte dei costi complessivi sostenuti da un
consumatore medio titolare di un conto corrente.
Questo vuol dire che il prospetto non include tutte le voci di costo. Alcune delle voci escluse potrebbero essere importanti in relazione sia al singolo
conto sia all’operatività del singolo cliente.
Prima di scegliere e firmare il contratto è quindi necessario leggere attentamente anche la sezione “Altre condizioni economiche”.
Aggiornato al 10.09.2014
Pagina | 2
Foglio informativo ANPOS– “Apertura di credito Anticipazione POS”
VOCI DI COSTO
Canone trimestrale
Gestione liquidità
0,00 €
Numero di operazioni incluse nel canone (a trimestre)
Operazioni forfettarie
SPESE FISSE
Servizi di
pagamento
Home banking
Gestione liquidità
SPESE VARIABILI
Servizi di
pagamento
INTERESSI SOMME
DEPOSITATE
Interessi creditori
Num. Oper. 0
Canone annuo carta di debito: circuito nazionale
Bancomat/Pagobancomat, Internazionale, Cirrus Maestro
0,00 €
Canone annuo carta di credito - Carta SI Base
0€
Corporate banking attivo
Canone annuo per
0€
Corporate banking passivo
Registrazione di ogni operazione non inclusa nel canone (si
aggiunge al costo dell’operazione)
Gratuito
Spese di invio estratto conto cartaceo
Invio estratto conto Spese di invio estratto conto online
1,80 €
0,00 €
0,00 €
Prelievo sportello automatico presso la stessa banca in Italia
0,00 €
Prelievo sportello automatico presso altra banca in Italia
0,00 €
Prelievo sportello automatico area non euro
Bonifici disposti allo sportello con
Bonifico verso Italia addebito in c/c
fino a 50.000 euro
con addebito in c/c Bonifici online
0,00€
0,00 €
Domiciliazione utenze (RID debitore)
0,0 €
0,0 €
Tasso creditore annuo nominale (al lordo della ritenuta fiscale
0%
vigente tempo per tempo)
Tasso effettivo creditore annuo (al lordo della ritenuta fiscale
0%
vigente tempo per tempo)
Parametro di
indicizzazione
Tasso debitore
annuo nominale
sulle somme
utilizzate ( T.A.N.)
0
0,00 €
Tasso di rifinanziamento dell’Eurosistema stabilito dalla B.C.E. (Banca Centrale Europea):
0,15 % al 11.07.2014
Per anticipi
BCE + 9,85%: 10,00 % al 01 luglio 2014
TASSI E INTERESSI
Tasso debitore
effettivo annuo (con
capitalizzaz.
Per anticipi
trimestrale) sulle
somme utilizzate
(T.A.E.)
CAPITALIZZAZIONE
10,38%
Commissione su fido (periodicità trimestrale)
0,50%
Frequenza liquidazione
Trimestrale
DISPONIBILITA’
SOMME VERSATE
Giorni di indisponibilità su
versamento
IMPOSTA DI BOLLO
SULL’ESTRATTO
CONTO
Assoggettamento al bollo
Versamento
Versamento assegno F/P
Versamento assegno S/P
Versamento assegni circolari
Versamento assegno bancario GBM Banca
Versamento assegni postali
Stesso giorno lavorativo
4 giorni lavorativi
4 giorni lavorativi
2 giorni lavorativi
Stesso giorno
4 giorni lavorativi
Vigente tempo per tempo
Il Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM), previsto dall’art. 2 della legge sull’usura (l. n. 108/1996), relativo alle operazioni di apertura
di credito in conto corrente, può essere consultato in filiale e sul sito internet www.gbmbanca.it.
Aggiornato al 10.09.2014
Pagina | 3
Foglio informativo ANPOS– “Apertura di credito Anticipazione POS”
ALTRE CONDIZIONI ECONOMICHE
OPERATIVITÀ CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITÀ
Spese comunicazioni “trasparenza”
0,00 €
Spese per invio contabili cartacee (CPO)
Spese per contabili online (POSTAWEB)
Spese per rilascio fotocopia assegno
Spese stampa E/C allo sportello
Spese per rilascio estratto conto aggiuntivo
Rilascio altre certificazioni
Rilascio duplicato carta bancomat
1,00 € per ogni busta inviata
0,00 €
15,00€
1,00 €
10,00 €
10,00 €
0,00 €
SERVIZI DI PAGAMENTO: CARTA DI DEBITO
Limiti massimi di prelievo da ATM:
250,00€
1.500,00€
giornalieri
mensili
Limiti di utilizzo Pagobancomat:
-
500,00€
1.500,00€
giornalieri
mensili
SERVIZI DI PAGAMENTO : ASSEGNI
Costo assegni
0,00€
Recupero imposta di bollo per richiesta assegno bancario in forma libera
1,50€
Recupero imposta di bollo per richiesta assegno circolare in forma libera
0,50€
Spese invio messaggi impagato assegni cartacei
20,00 €
Spese invio messaggi impagato assegni tramite flusso elettronico (CKT)
10,00 €
Spesa invio messaggio di “pagato” assegno
10,00 €
Commissioni assegni impagati ricevuti (oltre le spese reclamate)
5,58 €
Commissioni assegni richiamati (oltre le spese reclamate)
6,00 €
PAGAMENTI VARI
Commissione addebito RID preautorizzati
0,00
Pagamento bolletta ENEL
1,75
Pagamento RAV
1,75 €
Pagamento bollettino FRECCIA
0,00 €
Pagamento MAV
0,00 €
Pagamento bolletta TELECOM
0,00 €
Pagamento TRIBUTI modd. F23/F24, pagamento ICI (comuni convenzionati)
1,75 €
Commissioni addebito Ri.Ba. cartaceo ns banca
0,20 €
Commissioni addebito Ri.Ba. cartaceo di terzi
0,20 €
Commissioni addebito Ri.Ba. elettronico banca
0,20 €
Commissioni addebito Ri.Ba. elettronico terzi
0,20 €
SPESE PARTICOLARI PER CAUSALI
Spesa particolare per causale
Aggiornato al 10.09.2014
Carnet assegni
Commissioni
Commissioni Bancomat
0,50
0,00
0,00
Pagina | 4
Foglio informativo ANPOS– “Apertura di credito Anticipazione POS”
Pagobancomat
Prelevamento Bancomat
Rettifica valuta
Storno scrittura
Addebito preautorizzazione (RID)
POS/Carte di credito
Utenze telefoniche
ENEL/GAS/ACQUA
0,00
0,00
0,00
0,00
1,75
0,00
1,75
1,75
DISPOSIZIONE BONIFICI ALLO SPORTELLO CON ADDEBITO SU C/C
Disposizioni su nostra Banca
Disposizioni verso altra Banca
Disposizioni su nostra Banca – stesso NDG
4,00
4,00
4,00
DISPOSIZIONE BONIFICI PERMANENTI CON ADDEBITO SU C/C
Disposizioni permanenti su nostra banca – stesso NDG
Disposizioni permanenti su nostra banca – NDG diversi
Disposizioni permanenti verso altra banca
1,80
1,80
1,80
DISPOSIZIONE BONIFICI DA REMOTE BANKING (CBI)
Disposizioni via remote per emolumenti su nostra banca
Disposizioni via remote per emolumenti verso altra banca
Disposizioni via remote su nostre banche
Disposizioni via remote su nostra banca – stesso NDG
Disposizioni via remote verso altra banca
0,00
0,80
0,00
0,00
0,80
DISPOSIZIONE BONIFICI DA HOME BANKING (MITO)
Disposizioni da MITO su nostra banca
Disposizioni da MITO su nostra banca – stesso NDG
Disposizioni da MITO verso altra banca
Importo massimo bonifici MITO
1,50
1,50
1,50
50.0000,00 euro
BONIFICI DI IMPORTO RILEVANTE (BIR)
Commissioni bonifico importo rilevante (BIR)
4,00
RICARICHE CABELPAY
Ricariche CabelPay – stesso NDG
Ricariche CabelPay – stesso NDG
1,50
1,50
VALUTE – OPERAZIONI DI VERSAMENTO
Valuta particolare per causale
VALUTE – OPERAZIONI DI PRELEVAMENTO
Con assegno bancario
Allo sportello
Tramite Bancomat
Aggiornato al 10.09.2014
Versamento cassa continua
Versamento
Versamento assegno F/P
Versamento assegno S/P
Versamento assegno circolare
Versamento assegno bancario GBM Banca
Versamento assegno CIRC/PR
Versamento assegni postali
Stesso giorno del versamento
Stesso giorno del versamento
3 gg. lav. successivi al versamento
3 gg. lav. successivi al versamento
1 gg. lav. successivo al versamento
Stesso giorno del versamento
2 gg. lav. successivo al versamento
3 gg. lav. successivi al versamento
Data emissione
Data prelevamento
Data prelevamento
Pagina | 5
Foglio informativo ANPOS– “Apertura di credito Anticipazione POS”
ELENCO DELLE CAUSALI A CUI VERRA’ APPLICATO IL COSTO PREVISTO PER “Registrazione di ogni operazione non inclusa nel
canone (si aggiunge al costo dell’operazione)” PREVISTO DAL PRESENTE FOGLIO INFORMATIVO PARI A 2 EURO
DESCRIZIONE E/C
DESCRIZIONE E/C
DESCRIZIONE E/C
FATTURE VAL. SBF
RIMBORSO
TELEFONO
ANTIC. FATTURE SBF
INTERESSI C/ANT
PAG.TO POS ESTERO
EFF. SBF VAL. PROVV.
TESORERIA MANDATO N
PAG. IMPOSTE/TASSE
RETT. VAL. EFF. SBF
RESTO
PREMIO ASSICUR.
IMP. SOST. CAP. GAIN
ORDINE E CONTO
PENSIONE /R.INAIL
VEN/ ACQ DIVISA
LIBERA
TESOR. REVERSALE
ACCREDITO
PAGAM. DIVERSI
ACCREDITO MUTUO
BONIFICO EST.
FAST PAY
EFFETTO RITIR.
VOLTURA A SOFF.
PRELEVAMENTO
RATA PIC. PRESTITO
ASSEGNI CIRCOL.
RIMESS. ASSEGNI-VAGL.
G.CONTO/ DISPOSIZ
RIMBORSO OBBLIGAZ
ASS. IMPAGATI
RATA MUTUO
DEPOSITO
RIC. ASS/EFF.DI
ACCENSIONE MUTUO
EROG. FIN EXPORT
VEND. TIT. EST.
ESTIN/ABBAT. MUTUO
CEDOLE/DIVIDENDI
PREST. OBBLIGAZ.
STIPUL. FIANZ.TO
EROG. FINANZ.
ACQ. TITOLI EST.
EROG. CONTEST. FIN.
COMPETENZE
DELEGA F24
ANTICIPO EFF. SBF
EROG. FIN . IMPORT
RICHIAMO ASSEGNI
RIM.ASS/BB EST.
RIMB. FIN. EXPORT
SCONTO
INSOL.PROTESTO
RIMB. FIN. IMPORT
SIST. OPERATIVO ESTERO
VE. ORD. E CONTO
POLIZZE VITA/ASS.
SPESE
VERS. CASSA COT.
DOCUMENTI/FATTURE
GIRO. ALTTRO INT
EMOLUMENTI
OPERAZ. ESTERO
VENDITA B/B EST
VERSAMENTO
DISPOSIZIONE
NEGOZ. TITOLI
VERS. ASS. F. PIAZZA
ANTICIPI VARI
VENDITA TITOLI
VERSAM. ASS. S/P
DIVISA
SPESE ISTR. PRATICA
VERS. ASS. CIRCOLARE
RIMB. FINANZ.
RIM. EFF. TRAMITE
VERS. ASS. GBM BANCA
EFF. VALUTA SBF
G. CONTO / DISPOSIZ.
VERS. ASS. CIRCO/PROP
RICHIAMO EFFETTI
DELEGA F23
VERS. ASS. POSTALI
PREL. ATM ALTRI IST
PRELEV. ATM ESTERO
ASSEGNO ESTERO
RECESSO E RECLAMI
RECESSO DAL CONTRATTO
La Banca in ogni caso, anche in deroga all'art. 1845 c.c., ha la facoltà di recedere in ogni momento dall'apertura di credito mediante
comunicazione scritta.
Per effetto dell'esercizio del recesso cessa immediatamente l’utilizzo dell'apertura di credito e il Cliente deve restituire entro quindici giorni
tutto quanto dovuto alla Banca per capitale, interessi, commissioni ed accessori, ivi inclusi gli eventuali interessi di mora maturati fino al
momento della restituzione.
Al Cliente spetta analoga facoltà di recedere dal contratto in ogni momento mediante il contestuale pagamento alla Banca di quanto
dovuto per capitale, interessi, commissioni ed accessori maturati fino a quel momento. A tal fine il Cliente deve inviare alla Banca la
Aggiornato al 10.09.2014
Pagina | 6
Foglio informativo ANPOS– “Apertura di credito Anticipazione POS”
dichiarazione di recesso a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento. Nessun compenso è dovuto alla Banca a titolo di penale per
l'estinzione anticipata. In ogni caso, gli interessi e le commissioni saranno calcolate fino alla data di effettivo versamento.
TEMPI MASSIMI DI CHIUSURA DEL RAPPORTO
Il rapporto, a fronte di richiesta di estinzione anticipata, sarà chiuso nel termine massimo di 15 giorni lavorativi a condizione che il titolare
del rapporto di conto corrente abbia provveduto a sanare eventuali posizioni debitorie irregolari.
RECLAMI
MEZZI DI TUTELA STRAGIUDIZIALE DI CUI IL CLIENTE PUÒ AVVALERSI
I reclami vanno inviati all’Ufficio Reclami della banca via Abate Gimma, 136 70122 Bari e mail [email protected], che risponde
entro 30 giorni dal ricevimento.
Se il cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta entro i 30 giorni può rivolgersi a:
-
Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Per sapere come rivolgersi all’Arbitro si può consultare il sito
www.arbitrobancariofinanziario.it., chiedere presso le Filiali della Banca d'Italia, oppure chiedere alla banca;
Conciliatore BancarioFinanziario. Se sorge una controversia con la banca, il cliente può attivare una procedura di mediazione
finalizzata alla conciliazione, che consiste nel tentativo di raggiungere un accordo con la banca, grazie all’assistenza di un
conciliatore indipendente. Per questo servizio è possibile rivolgersi al Conciliatore BancarioFinanziario (Organismo iscritto nel
Registro tenuto dal Ministero della Giustizia), con sede a Roma, Via delle Botteghe Oscure 54, tel. 06.674821, sito internet
www.conciliatorebancario.it.
Se il cliente intende rivolgersi al giudice egli - se non si è già avvalso della facoltà di ricorrere ad uno degli strumenti alternativi al giudizio
sopra indicati - deve preventivamente, pena l’improcedibilità della relativa domanda, rivolgersi all’ABF oppure attivare una procedura di
mediazione finalizzata alla conciliazione presso il Conciliatore BancarioFinanziario. Le parti possono concordare, anche successivamente
alla conclusione del contratto, di rivolgersi ad un organismo di mediazione diverso dal Conciliatore BancarioFinanziario purché iscritto
nell’apposito registro ministeriale.
Il Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM) previsto dall’art. 2 della legge sull’usura (l. n. 108/1996, relativo agli anticipi, può essere
consultato in filiale e sul sito internet (www.gbmbanca.it)
LEGENDA DELLE PRINCIPALI NOZIONI DELL’OPERAZIONE
Fido o affidamento
Liquidazione
Periodicità della
liquidazione
Tasso Annuo Nominale
(TAN)
Tasso Annuo Effettivo
(TAE)
Tasso Annuo Effettivo
Globale (TAEG)
Tasso Effettivo Globale
Medio (TEGM)
Valuta
Aggiornato al 10.09.2014
Somma che la banca si impegna a mettere a disposizione del Cliente oltre il saldo disponibile.
Calcolo e determinazione periodica degli interessi riguardanti il finanziamento
Frequenza con cui vengono calcolati gli interessi del finanziamento
E’ il tasso che viene applicato per il calcolo degli interessi, con riferimento all’anno.
E’ il tasso debitore o creditore effettivamente risultante dalla capitalizzazione degli interessi; in caso di
liquidazione infrannuale degli interessi (es trimestrale), questi vengono sommati al capitale e su tale
importo complessivo vengono conteggiati gli interessi successivi.
Il tasso risultante, su base annua, è appunto denominato TAE (tasso annuo effettivo)
Indica il costo totale del finanziamento su base annua ed è espresso in percentuale sull'ammontare del
finanziamento concesso. Comprende il tasso di interesse e altre voci di spesa.
Tasso di interesse pubblicato ogni tre mesi dal Ministero dell’Economia e Finanze come previsto dalla
legge sull’usura. Per verificare se un tasso di interesse è usurario, quindi vietato, bisogna: (a) individuare,
tra tutti quelli pubblicati, il TEGM degli anticipi, aumentarlo di un quarto ed aggiungere un margine di
ulteriori 4 punti percentuali; la differenza tra il limite così individuato ed il tasso medio non può
comunque essere superiore a 8 punti percentuali; (b) accertare che quanto richiesto dalla
banca/intermediario non sia superiore al limite rilevato secondo le modalità di cui alla lettera (a)”.
E’ la data di decorrenza della maturazione degli interessi: viene determinata aggiungendo giorni
lavorativi bancari (L) o giorni di calendario (C) alla data dell’operazione.
Pagina | 7
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
7
File Size
239 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content