close

Enter

Log in using OpenID

Conto corrente Formula Affari - Cassa di Risparmio di Cento

embedDownload
Foglio informativo
CONTO CORRENTE FORMULA AFFARI
INFORMAZIONI SULLA BANCA
Cassa di Risparmio di Cento S.p.A.
Sede Legale e Direzione generale: Via Matteotti 8/B - 44042 CENTO (FE)
Tel. 051 6833111 - Fax 051 6833237
CODICE FISCALE, PARTITA IVA e Numero Iscrizione Registro Imprese di Ferrara 01208920387
Codice ABI: 6115.0 - REA n. 138272
Sito Internet: www.crcento.it - E-mail: [email protected]
N° iscrizione Albo delle Banche: 5099
Aderente al Fondo nazionale di garanzia ed al Fondo interbancario di tutela dei depositi
IN CASO DI OFFERTA FUORI SEDE
Dati e qualifica soggetto incaricato dell’offerta fuori sede/a distanza:
_______________________________
Nome e cognome/Ragione sociale
_____________________________
Sede (indirizzo)
_____________________________
Telefono e e-mail
_______________________________
Iscrizione ad Albi o elenchi
_____________________________
Numero delibera iscrizione
Albo/elenco
_____________________________
Qualifica
CHE COS’E’
Il conto corrente è un contratto con il quale la banca svolge un servizio di cassa per il cliente: custodisce i suoi risparmi
e gestisce il denaro con un a serie di servizi (versamenti, prelievi e pagamenti nei limiti del saldo disponibile.
Al conto corrente sono di solito collegati altri servizi quali carta di debito, carta di credito, assegni, bonifici, domiciliazione delle bollette, fido.
Formula Affari è un conto corrente a pacchetto, disponibile in due versioni, dedicato alle piccole imprese e ai liberi professionisti. Tramite il pagamento di un canone mensile, offre una serie di prodotti e servizi dedicati.
Principali rischi:Il conto corrente è un prodotto sicuro. Il rischio principale è il rischio di controparte, cioè l’eventualità
che la banca non sia in grado di rimborsare al correntista, in tutto o in parte, il saldo disponibile. Per questo la Cassa di
Risparmio di Cento SpA aderisce al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che assicura a ciascun correntista una
copertura fino a 100.000,00 euro.Altri rischi possono essere legati allo smarrimento o al furto di assegni, carta di debito,
carta di credito, dati identificativi e parole chiave per l’accesso al conto su internet, ma sono anche ridotti al minimo se il
correntista osserverà le comuni regole di prudenza e attenzione.
Per saperne di più:
La Guida pratica al conto corrente, che orienta nella scelta del conto, è disponibile sul sito www.bancaditalia.it, sul
sito www.crcento.it e presso tutte le filiali della Cassa di Risparmio di Cento SpA.
PRINCIPALI CONDIZIONI ECONOMICHE
QUANTO PUO’ COSTARE IL FIDO
Ipotesi: affidamento di 1.500 euro, a durata indeterminata, con utilizzo pieno per l’intero trimestre
Accordato
Tasso debitore nominale annuo (*)
Commissione per la messa a disposizione dei fondi
Spese collegate all’erogazione del credito
Altre spese
Interessi
Oneri
TAEG
1.500 euro
5,772%
1,40% su base annua con addebito massimo trimestrale
0,35%
0
0
21,65 euro
5,25 euro
8,00%
I costi riportati nella tabella sono orientativi e si riferiscono all’ipotesi di operatività indicata dalla banca d’Italia.
Le voci di spesa riportate nel prospetto che segue rappresentano, con buona approssimazione, la gran parte dei costi
complessivi sostenuti da un consumatore medio titolare di un conto corrente.
Questo vuole dire che il prospetto non include tutte le voci di costo. Alcune voci escluse potrebbero essere importanti in relazione sia al singolo conto sia all’operatività del singolo cliente.
Prima di scegliere e firmare il contratto è quindi necessario leggere attentamente anche la sezione “Altre condizioni
economiche”.
Aggiornato al 17 dicembre 2014
pagina 1 di 12
Foglio informativo
CONTO CORRENTE FORMULA AFFARI
(*) Tasso di interesse nominale annuo calcolato sull’Euribor 3M mmp (alla data di agg.to del presente documento 0,272)
variabile mensilmente a cui va aggiunto il seguente spread 5,50%
Servizi di pagamento
Home Banking
SPESE FISSE
Gestione liquidità
VOCI DI COSTO
Spese per l’apertura del conto
0€
Canone periodico
20 € mensili
Numero di operazioni incluse nel canone periodico
0
Spese annue per conteggio interessi e competenze
0€
Canone annuo carti di debito Centum Internazionale
15 €
Canone annuo carta di credito Cartasi Business
0€
Canone mensile POS :
Fisso Desktop
Cordless
GSM
Ethernet fisso
Ethernet cordless
7,50 €
15,00 €
30,00 €
30,00 €
45,00 €
MOBILE POS
Attivazione
Canone mensile
60,00 €
8,00 €
Canone mensile INmyBank
0€
Canone mensile CoRe Banking
Monobanca
Multibanca
Delega
11 €
12,50 €
5€
SMS Bank
Canone annuo
Costo per ogni SMS ricevuto
Canone disattivazione
5,00 €
0,15 €
10,00 €
SMS Flash
Canone annuo
Costo per ogni SMS ricevuto
Canone disattivazione
0€
0,10 €
10 €
Spese per operazione
Spese per singola operazione on line
Gestione liquidità
SPESE VARIABILI
VALORE
Numero operazioni esenti
Spese invio estratto conto a mezzo supporto cartaceo
Spese invio estratto conto a mezzo posta elettronica
Spese invio estratto conto tramite Home Banking, se attivato
Spese invio documento di sintesi a mezzo supporto cartaceo
Aggiornato al 17 dicembre 2014
1,00 €
1,00 €
50 nel trimestre
0,70 €
0€
0€
0,7 €
pagina 2 di 12
Foglio informativo
CONTO CORRENTE FORMULA AFFARI
Spese invio documento di sintesi a mezzo posta elettronica
Spese invio documento di sintesi tramite Home Banking, se attivato
Frequenza invio estratto conto
Frequenza invio documento di sintesi
0
0€
Trimestrale
Annuale
Carta Centum Internazionale:
Commissioni per operazioni Zona Euro
Prelievo presso sportelli ATM
0€
Pagamenti presso esercizi commerciali
0€
Pagamenti di pedaggi autostradali (funzione "Fastpay")
0,77 €
Servizi di pagamento
SPESE VARIABILI
Commissioni per operazioni Altri Paesi
Prelievo presso sportelli che espongono il marchio "CIRRUS"
2,50 % dell'importo prelevato
Minimo
4,00 €
Pagamenti presso esercizi commerciali che espongono il marchio
MAESTRO
2,00% dell'importo pagato
Minimo
2,00 €
CartaSi Business
Commissioni su anticipo contante (su sportello bancario o ATM)
Zona Euro
4% minimo euro 0,52
Altri Paesi
4% minimo euro 5,16
POS
Commissione bancaria mensile
0€
Commissione tecnica mensile, applicata all’importo complessivo dei
1,30%
pagamenti ricevuti nel mese
MOBILE POS
Commissioni per transazione accettata
0,25 €
Polizza Chiara Conto
(a richiesta)
12,00 €
Polizza Protezione Conto
(a richiesta)
n
ti
in
a
s
INTERESSI
SOMME DEPOSITATE
il sottoscrittore deve avere un età non superiore ai 69 anni compiuti
Interessi Creditori
Tasso creditore annuo nominale
66,00€/100,00€
-(valore
determinato a seconda del
piano sottoscritto)
T.A.N.
T.A.E.
0,005%
0,005%
T.A.N.
T.A.E.
Giacenza media minima infruttifera
Sconfinamenti in assenza di fido
Aggiornato al 17 dicembre 2014
pagina 3 di 12
Foglio informativo
CAPITALIZZAZIONE
SERVIZI
DI INCASSO
CONTO CORRENTE FORMULA AFFARI
Tasso debitore nominale annuo sulle somme utilizzate
14,500%
15,308%
Tasso a Debito per rapporti affidati
T.A.N.
T.A.E.
Tasso debitore per utilizzo entro il limite di portafoglio SBF e/o anticipo documenti
8,000%
8,243%
Periodicità
Il calcolo degli interessi è eseguito con riferimento alla durata
dell'anno civile (divisore 365/366)
Trimestrale a tasso nominale
ALTRE SPESE
SCONFINAMENTI EXTRA-FIDO
SE CLIENTE CONSUMATORE
€ 0,00
Commissioni di Istruttoria Veloce (CIV)*
SE CLIENTE NON CONSUMATORE
€ 60,00
Commissioni di Istruttoria Veloce (CIV)*
* La CIV è dovuta ogni volta che si verifica un utilizzo, o comunque un addebito di somme di denaro in mancanza di affidamento, in eccedenza rispetto al saldo del Conto (c.d. “sconfinamento in assenza di fido”, di seguito
anche solo “sconfinamento”) oppure un addebito che aumenta uno sconfinamento già esistente. La CIV, quindi,
può essere applicata anche più volte nello stesso trimestre solare.
Solamente per la clientela “Consumatori”, la CIV non è dovuta quando ricorrono entrambe le seguenti condizioni:
-
lo sconfinamento, anche se derivante da più addebiti, è inferiore o pari a euro 500,00
-
lo sconfinamento ha durata non superiore a 7 giorni di calendario consecutivi
Questa esclusione si applica una volta per ciascun trimestre solare.
Il Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM), previsto dall’art. 2 della legge sull’usura (l. n. 108/1996), relativo alle operazioni di apertura di credito in conto corrente, può essere consultato in filiale e sul sito internet della cassa di Risparmio di
Cento SpA www.crcento.it.
Operatività corrente e gestione liquidità
ALTRE SPESE ECONOMICHE
ALTRE CONDIZIONI ECONOMICHE
Spese di tenuta conto trimestrali
0€
Imposta di bollo persone fisiche
34,20 € (non dovuta quando il
valore medio di giacenza annuo è
non superiore a € 5.000)
Imposta di bollo soggetti diversi dalle persone fisiche
100 €
Spesa estinzione rapporto
0€
Spese per invio comunicazioni mezzo supporto cartaceo
0€
Spese per invio comunicazioni mezzo posta elettronica
0€
Spese per invio comunicazioni tramite Home Banking, se attivato
0€
Spese stampa movimenti c/c allo sportello
0€
Aggiornato al 17 dicembre 2014
pagina 4 di 12
Foglio informativo
Carta Centum
Internazionale
Assegni
SERVIZI DI PAGAMENTO
CONTO CORRENTE FORMULA AFFARI
Sostituzione carta a seguito di deterioramento, smarrimento furto
15 €
Ricerca di prelievi/pagamenti archiviati
15 €
Costo assegni
0€
Ritiro assegni c/o Ufficiale Giudiziario
6€
Fotocopia assegni in archivio
3,00 € per assegno
Fotocopia assegni in archivio in assenza di dati completi utili alla
ricerca (es. numero assegno )
Fotocopia assegni circolari emessi da CrCento
7,00 € per assegno
12,00 € per assegno
Richiamo assegni c/o corrispondenti
7€
Spese per comunicazioni mancato pagamento assegno (proc. Esito
15 €
Elettronico)
Bonifici singoli
Commissioni per addebito allo sportello
A favore di correntista CRCento
3,50 €
A favore di correntista di altre banche
4,50 €
Di importo rilevante (BIR)
15,00 €
Bonifici in partenza /SCT
SERVIZI DI PAGAMENTO
Commissioni per addebito tramite Self - Service
A favore di correntista CRCento
0,00 €
A favore di correntista di altre banche
0,00 €
Commissioni per addebito tramite Home Banking
A favore di correntista CRCento
0€
A favore di correntista di altre banche
0€
Di importo rilevante (BIR)
0€
My Bank
1,75 €
Bonifici multipli (presentazione distinte in filiale)
Tramite supporto cartaceo
A favore di correntista CRCento
3,50 €
A favore di correntista di altre banche
4,50 €
Di importo rilevante (BIR)
5,00 €
Tramite supporto magnetico
Commissione per elaborazione supporto magnetico
7,75 €
A favore di correntista CRCento
0,75 €
A favore di correntista di altre banche
1,25 €
Aggiornato al 17 dicembre 2014
pagina 5 di 12
Foglio informativo
CONTO CORRENTE FORMULA AFFARI
Di importo rilevante (BIR)
5,00 €
Tramite home banking
A favore di correntista CRCento
0€
A favore di correntista di altre banche
0€
Di importo rilevante (BIR)
0€
Ordini ripetitivi
Commissioni senza invio contabile
0€
Commissioni con invio contabile
0€
Altre Commissioni – Bonifici SCT
Commissioni per Disposizioni Respinte (Reject)
Commissioni per Disposizioni Stornate (Return)
Commissioni per Disposizioni Richiamate (Recall)
Commissioni per rettifica valuta su Disposizioni già a bance
10,00 €
10,00 €
10,00 € oltre ad eventuali spese
reclamate da Banche
10,00 €
Pagamenti diversi
SERVIZI DI PAGAMENTO
Ri.ba.
Commissioni per addebito allo sportello
0€
Commissioni per addebito tramite Home Banking
0€
Mav
Commissioni per addebito allo sportello
0€
Commissioni per addebito tramite Home Banking
0€
RID/Utenze/SDD(con addebito permanente in conto corrente)
Commissioni di addebito
Massimo 1,55 €
Commissioni per Disposizioni Stornate
1,29 €
Utenze (con addebito allo sportello)
Commissioni addebito
Massimo 3 €
Bollettino postale
Commissioni addebito tramite Home Banking
0,60 € - oltre a spese postali
Bollettino postale Servizio CBILL
Commissioni addebito tramite Home Banking
1,00 €
Bollettino freccia
Commissioni addebito
1€
Rav
Commissioni addebito
Aggiornato al 17 dicembre 2014
1,30 €
pagina 6 di 12
Foglio informativo
CONTO CORRENTE FORMULA AFFARI
Pagamento imposte, tasse e contributi
Commissioni addebito F23
0€
Commissioni addebito F24 allo sportello
0€
Commissioni addebito F24 tramite Home Banking
0€
Commissioni addebito ICI
Massimo 3,00 €
Commissioni addebito canone RAI tramite Home Banking
1€
TERMINI DI STORNABILITA'
Degli accrediti derivanti da versamenti allo sportello di assegni bancari e circolari
Assegni circolari
7 giorni
Assegni bancari tratti sulla stessa dipendenza accreditante, in Euro
su conti Italia
1 giorno
Assegni bancari tratti su altra Filiale della Cassa, in Euro su conti
Italia
7 giorni
Assegni bancari in Euro tratti su altre banche italiane e assegni
postali standardizzati in Euro
7 giorni
Assegni in divisa tratti sulla stessa dipendenza accreditante o su
altra Filiale della Cassa
7 giorni
Degli accrediti derivanti da versamenti tramite Self Service di assegni bancari e circolari
Assegni circolari
7 giorni
Assegni bancari tratti sulla stessa dipendenza accreditante, in Euro
su conti Italia
2 giorni
Assegni bancari tratti su altra Filiale della Cassa, in Euro su conti
Italia
7 giorni
Assegni bancari in Euro tratti su altre banche italiane e assegni
postali standardizzati in Euro
7 giorni
Versamenti allo sportello
VALUTE E DISPONIBILITA'
Contante e valori assimilati
Assegni circolari
Assegni bancari tratti su filiali della Cassa, in euro su conti Italia
Data versamento / Data versamento
1 giorno lavorativo / Data versamento
Data versamento / Data versamento
Assegni bancari in euro tratti su altre banche italiane e assegni postali standardizzati in euro
3 giorni lavorativi / 4 giorni lavorativi
Altri valori (vaglia, assegni postali non standardizzati, ecc.)
10 giorni lavorativi / 11 giorni lavorativi
Versamenti tramite Self Service
Contante
Assegni circolari
Assegni bancari tratti su filiali della Cassa, in euro su conti Italia
Aggiornato al 17 dicembre 2014
Data versamento / Data versamento
1 giorno lavorativo / 3 giorni lavorativi
Data versamento / 3 giorni lavorativi
pagina 7 di 12
Foglio informativo
CONTO CORRENTE FORMULA AFFARI
Assegni bancari in Euro tratti su altre banche italiane e assegni
postali standardizzati in Euro
3 giorni lavorativi / 4 giorni lavorativi
Contante
Data prelevamento
Prelevamento presso ATM
Data operazione
Pagamento presso esercizi commerciali
Data operazione
Bonifici in partenza
Valuta addebito
Data di esecuzione
Tempi massimi di esecuzione a favore di correntista CRCento
Giornata operativa di esecuzione
Tempi massimi di esecuzione a favore di correntista di altre banche
Massimo 1 giorno lavorativo successivo alla data di esecuzione
Tempi massimi di esecuzione bonifici di importo rilevante (BIR)
Giornata operativa di esecuzione
Bonifici in arrivo
Valuta
Disponibilità
Stesso giorno di accredito alla
banca
Stesso giorno di accredito alla
banca
Pagamento Ri.ba.
Valuta
Giorno del pagamento=data scadenza
Pagamento M.A.V.
Valuta
Giorno del pagamento
Pagamento RID/Utenze/SDD
Valuta
Giorno del pagamento=data scadenza
Pagamento Utenze
Valuta
Giorno del pagamento
Pagamento Bollettino Freccia
Valuta
Giorno del pagamento
Pagamento R.A.V.
Valuta
Giorno del pagamento
Versamenti
Assegni
OPERAZIONI ESTERO
Negoziazione Assegni
Commissioni di servizio
2,00‰ minimo 4 €
Spese
6,50 €
Spread su cambio
0,20% su tutte le divise
Valute Assegni
Tratti in euro o divisa (1) su banca estera UE
16 giorni lavorativi
Disponibilità
30 giorni fissi
Aggiornato al 17 dicembre 2014
pagina 8 di 12
Foglio informativo
CONTO CORRENTE FORMULA AFFARI
2
IRREGOLARI in euro o in divisa (compresi TC su banca estera)
16 giorni lavorativi
Disponibilità
30 giorni fissi
In euro tratti su banca italiana (compresi TC su banca italiana)
3 giorni lavorativi
Disponibilità
4 giorni lavorativi
in divisa tratti su c/c in val. su CRC
3 giorni lavorativi
Disponibilità
4 giorni lavorativi
su Banche di paese diverso dal paese della divisa
al dopo incasso
Commissione su cambio
0,20%
Insoluti
Spese insoluto
15 €
Commissioni di servizio
2,00‰ minimo 4 €
Diritto gestione insoluto
Spread su cambio
Valuta di addebito
6,50 €
0,20% su tutte le divise
data operazione originaria
Emissione Assegni Esteri
Pagamenti a mezzo assegni est. Emessi da CRC e consegnati
all'ordinante
12 €
Pagamenti a mezzo assegni est. Emessi da CRC inviati all’estero
18 €
Commissione di servizio
2,00‰ minimo 4 €
Valuta di addebito
data esecuzione
Stop payment assegni smarriti e/o rubati
60 €
1
assegni emessi nella divisa del paese della Banca, detti anche assegni REGOLARI
paese della Banca, detti anche assegni IRREGOLARI
2
Assegni in divisa diversa dal
1
Transfrontalieri in partenza
Stessi valori applicati ai BONIFICI
ORDINARI DOMESTICI IN PARTENZA nella stessa divisa
Ai sensi del D.Lgs. 27.1.2010 n. 11 e reg EU n. 924/2009 modificato con il reg. EUn. 260/2012
Bonifici
OPERAZIONI ESTERO
Bonifici in EURO e in CORONE SVEDESI di qualsiasi importo
Commissione per bonifici in euro regolati in conto corrente disposti
allo sportello (opzione spese SHA)
4,50 €
Commissioni per bonifici in Euro a banche regolati per cassa
6,00 €
Spese in assenza di IBAN
10,00 €
Valuta di addebito
data esecuzione
Valuta di accredito della banca
1 giorno lavorativo
Bonifici in partenza con spese Italia/Estero a carico ordinante, ove
ammesso
40,00
Spread su cambio
0,20%
Aggiornato al 17 dicembre 2014
pagina 9 di 12
Foglio informativo
CONTO CORRENTE FORMULA AFFARI
Transfrontalieri in arrivo compresi i bonifici SEPA SCT
Bonifici in EURO e in CORONE SVEDESI di qualsiasi importo
Stessi valori applicati ai BONIFICI
ORDINARI DOMESTICI IN ARRIVO nella stessa divisa
Ai sensi del D.Lgs. 27.1.2010 n. 11 e reg EU n. 924/2009 modificato con il reg. EU n. 260/2012
Commissione per bonifici in euro regolati in c/c (opzione spese
SHA)
0€
Spese in assenza di IBAN
10 €
Valuta in accredito
giorno di ricezione da parte della
banca del beneficiario
Spread su cambio
0,20%
* Il cambio è letto dai listini Telekurs con un aggiornamento periodico durante
la giornata
2
Bonifici Esteri in partenza
Non soggetti al reg EU n. 924/2009 modificato con il reg. EU n. 260/2012
Commissioni di servizio
2,00‰ minimo 4 €
Spese swift
18 €
Spread su cambio
0,20%
Valuta di addebito
data esecuzione
Valuta di accredito
1 giorno lavorativo
Commissioni di servizio
2,00‰ minimo 4 €
Spese
6,50 €
Spread su cambio
0,20%
Valuta in accredito
Bonifici
OPERAZIONI ESTERO
Bonifici Esteri in arrivo
Non soggetti al reg EU n. 924/2009 modificato con il reg. EU n. 260/2012
2 giorni lavorativi
Bonifici Interni (a favore di beneficiari c/o filiali della Banca con accredito in c/c)
Ai sensi del D.Lgs. 27.1.2010 n. 11 e reg EU n. 924/2009 modificato con il reg. EU n. 260/2012
Soggetti al regolamento eu 924/2009 e alla Direttiva PSD
Commissioni di servizio
0€
Spese
3,50 €
Valuta di addebito
data esecuzione
Valuta di accredito
data esecuzione
Spread su cambio
0,20%
Bonifici Interni (a favore di beneficiari c/o filiali della Banca con accredito in c/c)
Ai sensi del D.Lgs. 27.1.2010 n. 11 e non soggetti al reg EU n. 924/2009 modificato con il reg. EU
n. 260/2012
Non soggetti al regolamento eu 924/2009 ma alla Direttiva PSD
Commissioni di servizio
2,00‰ minimo 4 €
Spese
6,50 €
Aggiornato al 17 dicembre 2014
pagina 10 di 12
Foglio informativo
CONTO CORRENTE FORMULA AFFARI
Valuta di addebito
data esecuzione
Valuta di accredito
data esecuzione
Spread su cambio
0,20%
Bonifici Interni (a favore di beneficiari c/o filiali della Banca con accredito in c/c)
Esclusi dal D.Lgs. 27.1.2010 n. 11 e non soggetti al reg EU n. 924/2009 modificato con il reg. EU
n. 260/2012
Non soggetti al regolamento eu 924/2009 e non soggetti alla Direttiva PSD
Commissioni di servizio
2,00‰ minimo 4 €
Spese
6,50 €
Valuta di addebito
data esecuzione
Valuta di accredito
Spread su cambio
2 giorni lavorativi
0,20%
Eventuali spese reclamate da altre banche saranno addebitate integralmente.
1
Si definiscono “bonifici transfrontalieri”, le operazioni per le quali ricorrono i seguenti requisiti:
- il bonifico è in EURO, corone svedesi (SEK) o altra valuta di paese dell’Unione Europea (UE) o dello Spazio Economico
Europeo (SEE) ;
- il bonifico è disposto su iniziativa di un ordinante (consumatore o non consumatore) tramite un ente o una sua succursale insediati in uno Stato membro dell’Unione Europea, a favore di un beneficiario presso un ente o una sua succursale
di un altro Stato membro;
- l’ordinante e il beneficiario possono essere la stessa persona.
2
Si definiscono “bonifici esteri”, i bonifici eseguiti in valuta diversa dall’Euro, le corone svedesi (SEK) o altre
valute di Paesi dello Spazio Economico Europeo.
RECESSO E RECLAMI
Recesso dal contratto
Ciascuna delle parti - salvo diverso accordo - ha il diritto di:
esigere l'immediato pagamento di tutto quanto è comunque dovuto;
recedere in qualsiasi momento, con preavviso di almeno un giorno, dal contratto di conto corrente e dalla
convenzione di assegno dandone comunicazione scritta all'altra parte.
Il recesso dal contratto determina la chiusura del conto, che dovrà avvenire entro il termine massimo di 15 (quindici)
giorni lavorativi dalla data di ricezione della comunicazione di recesso.
Il Correntista potrà recedere dal contratto senza alcuna penalità e senza spese di chiusura del conto.
Tempi massimi di chiusura del rapporto contrattuale
n. 15 giorni
Reclami – Ricorso a sistemi di risoluzione stragiudiziale delle controversie
1. I reclami vanno inviati all’Ufficio Reclami della Banca istituito presso la Direzione Generale, Via G. Matteotti, 8/B,
44042 Cento (FE) a mezzo raccomandata A.R. oppure per via telematica all’indirizzo di posta: [email protected]
L’Ufficio Reclami dovrà rispondere entro il termine massimo di trenta giorni dal ricevimento del reclamo.
2. Nel caso di insoddisfacente o non tempestiva risposta dell'Ufficio Reclami, il Cliente potrà rivolgersi all’”Arbitro
Bancario Finanziario" (di seguito “ABF”). Se la richiesta ha ad oggetto la corresponsione di una somma di denaro, a qualunque titolo, la controversia rientra nella cognizione dell’ABF solo se l’importo richiesto non è superiore
ad Euro 100.000,00 (centomila/00). Il Cliente può presentare il ricorso anche a mezzo di un’associazione di categoria. Il Cliente deve redigere il ricorso utilizzando la modulistica pubblicata sul sito internet dell’ "ABF", reperibile
anche presso tutte le Filiali della Banca d’Italia aperte al pubblico. Il Cliente deve inviare tempestivamente una
copia del ricorso alla Banca a mezzo lettera raccomandata A.R. o posta elettronica certificata. Il ricorso all'ABF
non può essere proposto qualora siano trascorsi più di 12 (dodici) mesi dalla presentazione del reclamo alla
Banca. L'ABF adotterà una decisione nel termine di 60 (sessanta) giorni dalla data in cui la segreteria tecnica ha
ricevuto le controdeduzioni della Banca, ovvero dalla scadenza del termine previsto per la presentazione di tali
controdeduzioni. Il suddetto termine di 60 (sessanta) giorni può esser sospeso una o più volte, e in ogni caso per
un periodo non superiore a 60 (sessanta) giorni, dalla segreteria tecnica. Il ricorso è gratuito per il Cliente, salvo il
versamento di un importo di Euro 20,00 (venti/00) per contributo alle spese di procedura, che in caso di accogliAggiornato al 17 dicembre 2014
pagina 11 di 12
Foglio informativo
CONTO CORRENTE FORMULA AFFARI
mento anche solo parziale del ricorso verrà tuttavia rimborsato dalla Banca. Presso ogni Filiale della Banca il Cliente può trovare una Guida Pratica relativa all’accesso ai meccanismi di soluzione stragiudiziale delle controversie (ABF).
3. In relazione al preventivo esperimento di tentativo di conciliazione ai fini della risoluzione stragiudiziale delle controversie che possano sorgere da, o in relazione a, questo contratto, il Cliente e la Banca, singolarmente o in
forma congiunta, qualunque sia il valore della controversia, possono ricorrere all'Organismo di Conciliazione
Bancaria costituito dal Conciliatore Bancario Finanziario - Associazione per la soluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie – ADR (Organismo abilitato alla mediazione iscritto nel registro tenuto dal Ministero
della Giustizia). Il Regolamento del Conciliatore Bancario Finanziario può essere consultato sul sito
www.conciliatorebancario.it o chiesto alla Banca. È fatta salva la possibilità per la Banca ed il Cliente di indicare
concordemente un altro organismo di conciliazione abilitato alla mediazione, iscritto nell’apposito registro tenuto
dal Ministero della Giustizia. È fatta comunque salva la possibilità per il Cliente di adire, in alternativa all'Organismo di Conciliazione Bancaria, l’ABF ai sensi del precedente comma 2. Resta ferma la possibilità di ricorrere
all'autorità giudiziaria ordinaria nel caso in cui il tentativo di conciliazione si dovesse concludere senza il raggiungimento di un accordo.
Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Per sapere come rivolgersi all’Arbitro si può consultare il sito
www.arbitrobancariofinanziario.it, chiedere presso le Filiali della Banca d’Italia oppure chiedere alla Cassa di Risparmio
di Cento SPA.
LEGENDA
Spese fisse per la gestione del conto.
Numero di giorni successivi alla data dell’operazione dopo i quali il cliente
può utilizzare le somme versate.
Somma che la banca si impegna a mettere a disposizione del cliente oltre il
Fido o affidamento
saldo disponibile.
Somma disponibile sul conto, che il cliente può utilizzare.
Saldo disponibile
Sconfinamento in assenza di fido e scon- Somma che la banca ha accettato di pagare quando il cliente ha impartito un
ordine. di pagamento (assegno, domiciliazione utenza) senza avere sul conto
finamento extra-fido
corrente la disponibilità.
Si ha sconfinamento anche quando la somma pagata eccede il fido utilizzabile.
Spesa singola operazione non compresa Spesa per la registrazione contabile di ogni operazione oltre quelle eventualmente comprese nel canone fisso.
nel canone
Spese per il conteggio periodico degli interessi, creditori e debitori, per il calSpese annue per conteggio interessi e
colo delle competenze.
competenze
Commissioni che la banca applica ogni volta che invia un estratto conto, seSpese per invio estratto conto
condo la periodicità e il canale di comunicazione stabiliti nel contratto.
Tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi sulle somme
Tasso creditore annuo nominale
depositate (interessi creditori), che sono poi accreditati sul conto, al netto
delle ritenute fiscali.
Tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi a carico del
Tasso debitore annuo nominale
cliente sulle somme utilizzate in relazione al fido e/o allo sconfinamento. Gli
interessi sono poi addebitati sul conto.
Asso di interesse pubblicato ogni tre mesi dal ministero dell’economia e delle
Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM)
finanze come previsto dalla legge sull’usura. Per verificare se un tasso di
interesse è usurario e, quindi, vietato, bisogna individuare, tra tutti quelli pubblicati, il TEGM degli affidamenti in conto corrente, aumentarlo della metà e
accertare che quanto richiesto dalla banca non sia superiore.
Numero operazioni comprese nel cano- Indica il numero di operazioni comprese nel canone fisso/forfait.
ne/forfait
Numero dei giorni che intercorrono tra la data del prelievo e la data dalla quaValute sui prelievi
le iniziano ad essere addebitati gli interessi. Quest’ultima potrebbe anche
essere precedente alla data del prelievo.
Numero dei giorni che intercorrono tra la data del versamento e la data dalla
Valute sui versamenti
quale iniziano ad essere accreditati gli interessi.
Canone annuo
Disponibilità delle somme versate
Aggiornato al 17 dicembre 2014
pagina 12 di 12
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
125 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content