close

Enter

Log in using OpenID

all. cc44 - piano finanziario di gestione tari 2014

embedDownload
COMUNE DI RAGALNA
Provincia di Catania
TASSA SUI RIFIUTI
(TARI)
PIANO FINANZIARIO
DI GESTIONE 2014
1 ‐ Premessa
Il presente documento riporta gli elementi caratteristici del Piano Finanziario di gestione della
Tassa sui Rifiuti dell’anno 2014.
Con deliberazione n. 32 dell’ 8 settembre 2014, il Consiglio Comunale ha adottato il Regolamento per la
disciplina dell’Imposta Unica Comunale (I.U.C.), il cui titolo 3 (artt. 19-45), concernente la Tassa sui
Rifiuti (TARI), stabilisce tra l’altro:
a) la classificazione delle categorie di attività con omogenea potenzialità di produzione di rifiuti;
b) la disciplina delle riduzioni tassarie;
c) la disciplina delle eventuali riduzioni ed esenzioni;
d) l’individuazione di categorie di attività produttive di rifiuti speciali alle quali applicare, nell’obiettiva
difficoltà di delimitare le superfici ove tali rifiuti si formano, percentuali di riduzione rispetto all’intera
superficie su cui l’attività viene svolta;
e) i termini di presentazione della dichiarazione e di versamento della tassa.
Il C onsiglio C omunale deve approvare le tariffe della TARI entro il termine fissato da norme statali
per l’approvazione del bilancio di previsione, in conformità al piano finanziario di gestione del
servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani.
Per il servizio di gestione dei rifiuti assimilati prodotti da soggetti che occupano o detengono
temporaneamente, con o senza autorizzazione, locali od aree pubbliche o di uso pubblico, i Comuni
stabiliscono nel Regolamento le modalità di applicazione della tassa.
La misura tassaria finanziaria di gestione è determinata in base alla tassa annuale, rapportata a ciascun
giorno, maggiorata di un importo percentuale non superiore al 100 per cento.
Il versamento della tassa nonché dell’eventuale maggiorazione, secondo le disposizioni di cui
all’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, va effettuato tramite apposito
bollettino di conto corrente postale, al quale si applicano le disposizioni di cui al citato articolo
17, in quanto compatibili. Con uno o più decreti del Direttore Generale del Dipartimento delle Finanze
del Ministero dell’Economia e delle Finanze, di concerto con il Direttore dell’Agenzia delle Entrate e
sentita l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, sono stabilite le modalità di versamento,
assicurando in ogni caso la massima semplificazione degli adempimenti da parte dei soggetti
7
interessati, prevedendo anche forme che rendano possibile la previa compilazione dei modelli di
pagamento. La tassa va versata esclusivamente al Comune. Il versamento della tassa per l’anno di
riferimento finanziario va effettuato in tre rate scadenti nei mesi di Ottobre, Novembre e Dicembre
per l’anno 2014. I Comuni possono variare la scadenza e il numero delle rate di versamento. il
versamento a conguaglio finanziario di gestione va effettuato entro il 28/02/2015.
2 ‐ Gli obiettivi di fondo dell’Amministrazione Comunale
Il Piano finanziario di gestione costituisce lo strumento attraverso il quale i Ccomuni definiscono
la propria strategia di gestione dei rifiuti urbani. É quindi necessario partire dagli obiettivi che il
Comune di Ragalna si pone :
Raccolta rifiuti solidi urbani con “contenitori stradali”.
Tale servizio è attuato nelle zone esterne periferiche e riguarda i rifiuti urbani non ingombranti o ad essi assimilabili,
nonché quelli speciali assimilabili agli urbani.
Tutti i cassonetti per il servizio in oggetto sono forniti dalla Società che gestisce il servizio. La frequenza del servizio è di
6/7 giorni la settimana.
Raccolta rifiuti solidi urbani “porta a porta”.
Tale servizio è attuato nelle zone ricadenti all’interno dei perimetro urbano e riguarda i rifiuti urbani non ingombranti o ad
essi assimilabili, nonché quelli speciali assimilabili agli urbani. La frequenza del servizio è di 6/7 giorni la settimana.
Raccolta dei rifiuti urbani ingombranti.
Il servizio è effettuato direttamente presso l’isola ecologica con conferimento a carico dell’utente.
Altri servizi previsti:
▪
▪
▪
▪
▪
Raccolta di carcasse animali domestici;
Asportazione di rifiuti abbandonati assimilati costituenti le cosiddette “discariche abusive”;
Raccolta dei rifiuti potenzialmente infetti (aghi, siringhe, ecc.);
Asportazione di rifiuti abbandonati non assimilati;
Lavaggio, disinfezione e manutenzione dei contenitori per la raccolta dei rifiuti.
3 ‐ Effettuazione del servizio di raccolta differenziata
I materiali previsti nella raccolta sono :
a) Plastica
b) Carta
c) Imballaggi in cartone
d) Imballaggi in vetro
e) Materiali ferrosi e in alluminio di piccole dimensioni
f) Materiali legnosi di piccole dimensioni
g) Imballaggi in polietilene
h) Vetri grandi
i) Raccolta selettiva del verde (sfalci, potature)
j) Pile esauste
8
k) Medicinali scaduti
l) Prodotti tossici o infiammabili (T/F)
m) frazione secca residuale non riciclabile; frazione organica;);
Raccolta monomateriale “Porta a Porta”. Utenze domestiche
Il servizio di raccolta dei predetti materiali è espletato con il metodo “porta a porta” presso le utenze domestiche, in
sacchetti di plastica, con cadenza settimanale.
Raccolta monomateriale “Porta a Porta”. Utenze collettive
Il servizio di raccolta dei rifiuti di cui ai predetti materiali è espletato con il metodo “porta a porta” presso le utenze
collettive con cadenza variabile, secondo l’esigenza.
Raccolta monomateriale “con contenitori stradali” e/o presso le Isole Ecologiche ed i Centri Comunali di Raccolta.
I predetti materiali possono essere conferiti anche negli appositi contenitori sistemati opportunamente nelle Isole
Ecologiche e nei C.C.R.
4 ‐ Servizi di igiene ambientale
Spazzamento manuale e svuotamento cestini.
Per la loro esecuzione è prevista una ripartizione del territorio Comunale in zone d’intervento, in ciascuna delle quali
deve operare a tempo pieno uno o più netturbini destinati esclusivamente ai servizi di nettezza urbana.
Spazzamento meccanizzato.
Lo spazzamento meccanizzato è effettuato con l’impiego di autospazzatrici.
Altri servizi previsti:
▪ Pulizia, sgombero dai rifiuti e lavaggio delle aree mercatali o fiere e manifestazione varie
▪ Lavaggio delle aree pubbliche, vie e piazze
▪ Lavaggio e disinfezione delle fontane pubbliche
▪ Spurgo e pulizia caditoie stradali
▪ Estirpazione e diserbo
‐ Obiettivo d’igiene urbana
Lo spazzamento e lavaggio delle strade e piazze del territorio comunale viene effettuato dal Comune
o dalla società appaltatrice con frequenza media mensile, mediante l’impiego dei sotto elencati
mezzi in dotazione :
n. 1 spazzatrice meccanica;
n. 1 autocarro GASOLON
n. 2 operatori ecologici
9
L’obiettivo finanziario di gestione consiste nel migliorare il livello di pulizia delle strade e del contesto
urbano in genere.
‐ Obiettivo di riduzione della produzione di RSU
L’obiettivo di riduzione della produzione di RSU si dovrà raggiungere attraverso una campagna di
sensibilizzazione rivolta a tutti i cittadini per una maggiore differenziazione dei rifiuti (separazione
carta, vetro, ecc). Il raggiungimento di tale obiettivo, oltre alla riduzione complessiva del rifiuto
prodotto dall’intera comunità, consentirà all’Amministrazione Comunale di attuare una più equa
applicazione della tassazione.
‐ Obiettivo di gestione del ciclo dei servizi concernenti i RSU indifferenziati
L’obiettivo riguardante il ciclo dei rifiuti indifferenziati è di ridurre la quantità di prodotto
indifferenziato da raccogliere, per il quale si devono sostenere costi sempre maggiori nel servizio di
trasporto e smaltimento, e di incrementare la quantità da differenziare e conferire alla piazzola
ecologica.
a) Modalità di raccolta, trasporto, smaltimento rifiuti indifferenziati
La raccolta indifferenziata è realizzata un giorno alla settimana “porta a porta”.
Il servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti e gestito dalla societa “Ecolandia” fino al
31/12/2014. La suddetta società opera con proprie strutture operative e decisionali e conferisce i
rifiuti prevalentemente presso la discarica “Oikos” di Misterbianco.
‐ Obiettivi di gestione del ciclo della raccolta differenziata
a) Raccolta differenziata
La raccolta differenziata e realizzata attraverso:
- Raccolta domiciliare (Sacchetto trasparente per vetro, bottiglie di plastica e lattine, definiti,
imballaggi in materiali misti);
- Raccolta domiciliare di carta e cartone
Raccolta domiciliare per indifferenziata
‐ Raccolta ingombranti presso l’isola ecologica comunale
- Raccolta domiciliare dell’umido presso utenze domestiche e non domestiche
b) Trattamento e riciclo dei materiali raccolti
Tutti i materiali della raccolta differenziata (ferro, alluminio, carta, plastica, vetro, verde, umido ecc)
sono conferiti ad aziende specializzate che provvedono al recupero degli stessi.
‐ Obiettivo economico
L’obiettivo
economico è stabilito dalla normativa vigente per l’anno 2014, e pertanto
l’Amministrazione Comunale è tenuta a rispettarlo. Il quadro finanziario di gestione concerne la
copertura del 100% dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti
assimilati avviati allo smaltimento, svolto in regime di privativa pubblica, ai sensi della vigente
1
normativa ambientale.
0
- Obiettivo sociale
Il Comune, secondo i propri programmi d’intervento socio–assistenziale e alla disponibilità
finanziaria, potrà accordare, a soggetti che si trovano in condizione di grave disagio sociale ed
economico, una riduzione/esenzione della TARI.
5 ‐ Relazione al Piano finanziario
La redazione del Piano finanziario di gestione è necessaria per la determinazione del costo del
servizio da coprire con il gettito della TARI, determinato con metodo normalizzato. Il Piano è
costituito dai seguenti elementi:
a) Piano finanziario di gestione degli investimenti;
b) Programma degli interventi necessari;
c) Specifica dei beni, delle strutture e dei servizi disponibili, nonché ricorso all’eventuale utilizzo di
beni e strutture di terzi, o all’affidamento di servizi a terzi;
d) Risorse finanziarie necessarie;
1)
2)
3)
4)
Si dà atto che:
- in quest’anno di gestione in house del servizio si è proceduto all’appalto dello stesso per
quanto riguarda:
Raccolta differenziata potenziata “porta a porta”;
Trasporto presso centri di raccolta specializzati ordinati su base regionale, come da normativa
vigente;
Stoccaggio e smaltimento in apposite “isole ecologiche” approntate e utilizzate in precedenza
dalla società “Simeto Ambiente” dietro autorizzazione del Comune di Ragalna;
Conferimento presso le piattaforme per i vari tipi di rifiuto.
-
-
tutto ciò ha consentito un risparmio di spesa anche in considerazione del fatto che non
sono stati sostenuti dei costi tipici del metodo normalizzato che difatti sono stati inclusi
nel costo del servizio appaltato (vedesi CK, Ammortamenti, Utili, Costi comuni ecc.);
in considerazione, altresì, del fatto che l’Ente sta procedendo in house anche alle fasi di
accertamento e riscossione, effettuate dall’Ufficio Tributi con risparmio delle unità che in
ogni caso dovevano essere utilizzate ed adibite all’ufficio T.A.R.I.
Tali informazioni vengono ricavate attraverso:
1. il modello attuale del servizio e dei risultati relativi
2. gli obiettivi di qualità del servizio previsti per il 2014
3. il Piano dei costi e degli interventi necessari a conseguire gli obiettivi prefissati;
4. la descrizione del modello gestionale ed organizzativo
La gestione dei rifiuti solidi urbani nell’anno finanziario di gestione è tipicamente definita come la
raccolta, il trasporto, il recupero e lo smaltimento dei rifiuti sia in discarica che presso gli impianti di
smaltimento.
Il Comune di Ragalna conta, al 31 agosto 2014, n. ________ abitanti.
1
1
La tabella seguente riporta il dettaglio delle modalità e frequenza delle attività previste nella gestione
del ciclo RSU gestite dalla società Ecolandia, come da ordinanza sindacale n. 13 del 30 giugno
2014.
Flusso di raccolta
Raccolta Indifferenziata
Rottami ferrosi
Vetro
Frequenza
Settimanale
Modalità attuazione
Porta a porta e piattaforma ecologica
Settimanale
Conferimento presso
piattaforma ecologica
Settimanale
Porta a porta e conferimento
piattaforma ecologica
Conferimento presso
piattaforma ecologica
Legno
Settimanale
Verde – Rifiuti biodegradabili
Conferimento presso isola
ecologica
Farmaci
Bidoni farmacia
Carta e Cartone
Settimanale
Raccolta domiciliare
/conferimento presso isola
ecologica
Apparecchiature contenenti
clorofluorocarburi
Conferimento presso
piattaforma ecologica
Batterie e accumulatori
Conferimento presso
piattaforma ecologica
Apparecchiature elettriche ed
elettroniche
Conferimento presso
piattaforma ecologica
Imballaggi in materiali misti (multi
materiale)
Raccolta
domiciliare/conferimento
presso isola ecologica
Abbigliamento
Conferimento presso isola ecologica
Pneumatici fuori uso
Conferimento presso
piattaforma ecologica
Rifiuti organici (umido)
Trisettimanale
Porta a porta
1
2
Tabella delle quantità di rifiuti raccolti nel periodo gennaio 2013 al settembre 2013 (fonte:
“Simeto Ambiente”)
000012.0001 RAGALNA
TERRITORIO COMUNALE 95030 RAGALNA CT
150102 [KG] ..........3.820
150106 [KG] .........47.460
150107 [KG] .........26.180
200101 [KG] .........49.680
200108 [KG] ........331.380
200123 [KG] ............650
200132 [KG] ...........96,5
200134 [KG] ...........90,5
200135 [KG] ............220
200136 [KG] ............200
200138 [KG] ..........2.300
200201 [KG] ..........8.880
200301 [KG] ........600.600
200303 [KG] .........37.080
-----------------------------To.Pro [KG] ......1.108.637
-----------------------------Totale [KG] 1.108.637
Periodo gestito dal comune di Ragalna
RIEPILOGO RIFIUTI SOLIDI URBANI
R.
MESE
R. IND. DIFF. TOTALE
OTTOBRE/2013
53240
59900 113140
NOVEMBRE/2013
73360
45300 118660
DICEMBRE/2013
56360
45300 101660
Totale annuale
783560
650537 1414997
Con il modello gestionale ed organizzativo operativo, nel corso dell’anno 2013 il Comune di
Ragalna è stato in grado di raccogliere in modo differenziato 650.537 Kg di rifiuti solidi urbani, pari al
45,66% del totale dei rifiuti.
La restante parte dei rifiuti solidi urbani prodotti, pari al 54.34% del totale, per 1.441.497 Kg, è
stata smaltita in modo indifferenziato.
6. Obiettivi di gestione del ciclo della raccolta differenziata per il periodo 2014
In relazione al livello di raccolta differenziata raggiunto nel 2013, il Comune di Ragalna ha fissato
l’obiettivo del 50% al 31/12/2014.
Al fine di incrementare la percentuale di raccolta differenziata, l’Amministrazione Comunale ha in
previsione una maggiore estensione del servizio di raccolta differenziata, facendo ricorso a un
programma più incisivo di sensibilizzazione della popolazione
7. Analisi dei costi relativi al servizio e Piano finanziario
Dopo aver descritto il modello gestionale ed organizzativo adottato dall'Ent,e sono stati valutati
analiticamente i costi di gestione del Servizio da coprire con la tassa calcolata con metodo
normalizzato.
Per una corretta valutazione dei costi bisogna tener conto di due aspetti:
a) la qualità del servizio che si intende fornire alla comunità,
b) l'obbligo di assicurare l'integrale copertura dei costi
I costi così valutati sono classificati, aggregati ed indicati nel presente Piano Finanziario di gestione
secondo le categorie che seguono.
La struttura dei costi finanziari di gestione è infatti articolata nelle seguenti macrocategorie:
costi di gestione
COSTI FISSI
CGC COMPOSTO DA COSTO DEL PERSOLALE ADDETTO ALLA RACCOLTA RIFIUTI
CGC costo del personale per raccolta rifiuti RSU: si e previsto un costo di € 21.000,00 mensile per i mesi
da gennaio a giugno, e da ottobre a dicembre, ed un costo di € 24.104,00 per i mesi di luglio agosto e
settembre , per complessive (€21.000*9)+( € 24.104*3)=€ 261.000,00. Deducendo € 59.000,00 da
conferire per il trasporto dei rifiuto nei costi variabili restano € 202.000,00
CCD costi comuni
Rimborso spese di gestione alla Simeto Ambiente: € 37.512,80, IVA compresa
Costo complessivo costi fissi: €239.512.00
COSTI VARIABILI
CTS costi di conferimento in discarica: € 76.000
CRT Costi raccolta e trasporti
Costo del personale per il conferimento: € 200.000
(di cui € 59.000,00 costo del personale ed € 141,000,00 costo per il trasporto dei rifiuti)
Costo piattaforme: € 50.000,00
Costo complessivo costi variabili € 326.000,00
PARTE FISSA E PARTE VARIABILE
Stabiliti i costi di gestione del servizio di igiene urbana, il passaggio successivo finanziario è
l’individuazione della natura di tali valori:
a) fissi
b) variabili
: CSL + CARC + CGG + CCD + AC + CK
: CRT + CTS +CRD + CTR
La parte fissa della TARI è destinata alla copertura delle componenti essenziali del servizio, la parte
variabile è correlata alla effettiva produzione di rifiuto.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
Geom. Francesco Costanzo
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
106 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content