close

Enter

Log in using OpenID

con delibera di Giunta comunale n.180 del 6

embedDownload
Comune di Avellino
COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
06/06/2014
N. 180
OGGETTO: DEVOLUZIONE DEI PROVENTI ART. 208, COMMA 4 DEL CODICE DELLA STRADA.
L’anno duemilaquattordici il giorno sei del mese di giugno alle ore 11,50 nella sala delle adunanze del
Comune suddetto si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.
Presiede il Sig. Foti Paolo
nella sua qualità di Sindaco e sono rispettivamente presenti e assenti, i seguenti Sigg. Assessori:
COGNOME E NOME
FOTI PAOLO
LA VERDE STEFANO
BARRA CATERINA
CIGNARELLA NUNZIO
RUBERTO GIUSEPPE
SPAGNUOLO ANGELINA
VANACORE ROBERTO
VIETRI LUCIA
MARCHITIELLO ANNA RITA
D'AVANZO GUIDO
QUALIFICA
SINDACO
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
ASSESSORE
PRESENTE
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
Partecipa il Segretario Generale MUOLLO GIOVANNA - Incaricato della redazione del verbale.
IL PRESIDENTE
Constatato il numero legale degli intervenuti, dichiara aperta l’adunanza ed invita i presenti alla trattazione
dell’argomento indicato in oggetto.
Premesso che sulla proposta della presente deliberazione hanno espresso parere, ai sensi dell’art. 49 del
D.L.G.S. 267/2000
- il responsabile del servizio interessato, per quanto concerne la regolarità tecnica, esprime parere:
FAVOREVOLE
- il responsabile di Ragioneria, per quanto concerne la regolarità contabile, esprime parere:
FAVOREVOLE
- su proposta dell’Assessore Ruberto Giuseppe
LA GIUNTA COMUNALE
Premesso che:
il C.d.S., all’art. 208 comma 1, stabilisce che i proventi delle sanzioni amministrative
pecuniarie per le violazioni previste dal medesimo Codice sono devoluti ai comuni quando le
violazioni siano accertate da funzionari, ufficiali ed agenti del Comune stesso;
-
l’art. 208 del C.d.S., così come integrato dalla legge 29/07/10 n. 120, al comma 4,
stabilisce che la quota di detti proventi, destinata alle finalità in esso indicate, è stabilita nella
misura minima del 50 %;
-
l’art.208 C.d.S., al comma 5, stabilisce che la determinazione delle quote da destinare
alle finalità di cui al comma 4 è attribuita ai comuni ed è stabilita con delibera della Giunta
comunale;
-
la Corte costituzionale, con sentenza n. 426 del 17 ottobre 2000, ha stabilito che:
“...E’ legittima la destinazione dei proventi così come previsti dall’art. 208 del C.d.S.”;
-
la somma da destinare alle finalità di cui all’art. 208 del C.d.S. per l’anno 2014,
ammonta ad € 354.175,00, pari a al 50% dell’effettivo riscosso dalle sanzioni amministrative
nell’anno 2013 (€ 708.350,03 circa), così come comunicato dal Dirigente dell’Ufficio Ragioneria
con nota di cui al prot. 26630/2014;
-
che l’art. 393 del regolamento di esecuzione del Codice della strada, approvato con
D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495 prevede “Gli enti locali sono tenuti a iscrivere nel proprio
bilancio annuale appositi capitoli di entrate ed uscite dei proventi a essi spettanti a norma
dell’art. 208 del Codice”;
-
che l’art. 208, comma 4 del Codice della strada stabilisce, inoltre, che la
determinazione di devoluzione dei proventi alle suidicate finalità sia comunicata al Ministero delle
Infrastrutture e dei Trasporti;
Tenuto conto inoltre delle disposizioni di cui al comma 12-quater dell’art. 142 del D.Lgs n.
285/1992;
Viste
•
la delibera n. 104 del 15 settembre 2010 con la quale la Corte dei Conti, sez.
Toscana, ha chiarito che i proventi delle contravvenzioni possono essere utilizzati anche per
potenziare i servizi esterni di vigilanza (controllo e accertamento delle violazioni) con
l’attuazione di appositi progetti, oltrechè per finanziare la previdenza integrativa del
personale in divisa;
•
la deliberazione della Corte dei Conti, sez. Lombardia, n. 961/2010 sulla tipologia di
spese finanziabili con tali proventi;
Vista la circolare del Ministero dell’Interno 8 marzo 2007, n. FL 05/2007;
Visti i pareri favorevoli, relativi alla regolarità tecnica e contabile del provvedimento, espressi dagli
uffici competenti, ai sensi e per gli effetti dell’art. 49 co. 1, D.Lgs. n. 267 del 18.08.2000 e che si
allegano al presente atto per formarne parte integrante e sostanziale;
Accertata la competenza a provvedere ai sensi dell’art. 48 D.Lgs. n. 267 del 18.08.2000;
DELIBERA
• di dare atto che la somma da destinare alle finalità di cui all’art. 208 del C.d.S., per l’anno
2014, risulta essere di € 354.175,00;
• che la predetta somma sarà destinata alle finalità indicate al comma 4 dell’art. 208 del C.d.S.
secondo il seguente schema, riportante le quote ed i relativi importi:
Finalità
Interventi di sostituzione, di ammodernamento, di
potenziamento, di messa a norma e di manutenzione della
segnaletica delle strade di proprietà dell'ente
- Art. 208 c. 4 lett. a)
Capitolo
3142.01
Percentuale
25
Importo
88.544,00
Potenziamento delle attività di controllo e di accertamento
delle violazioni in materia di circolazione stradale anche
attraverso l’acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature,
esemplificando: radio, misuratori di velocità, etilometro,
banche dati Aci e MCTC, custodia veicoli, spese ufficio
mobile, spese automezzi, formazione personale Pl
- Art. 208 c. 4 lett. b)
2326.2
13
45.000,00
Potenziamento delle attività di controllo e di accertamento
delle violazioni in materia di circolazione stradale
attraverso piani di produttività.
- Art. 208 c. 4 lett. b)
Redazione e attività relative al piano urbano del traffico, al
piano urbano della mobilità urbana e misure/prestazioni
connesse
Art. 208, comma 4, lett. c)
Progetto circolazione stradale per domeniche ecologiche,
sforamenti pm10, limitazioni della circolazione in generale
e attività connesse
Art. 208, comm 4, lett. c)
Manutenzione delle strade di proprietà dell'ente,
all'installazione, all'ammodernamento, al potenziamento,
alla messa a norma e alla manutenzione delle barriere e
alla sistemazione del manto stradale delle medesime
strade, a interventi per la sicurezza stradale a tutela degli
utenti deboli, quali bambini, anziani, disabili, pedoni e
ciclisti, anche per la stesura dei piani della mobilità
sostenibile o ciclabile.
- Art. 208 c. 4 lett. c)
12
18
43.544,00
65.000,00
5.000.00
976.1
10.631,03
Corsi didattici nelle scuole di ogni ordine e grado
finalizzati all’educazione stradale
- Art. 208 c. 4 lett. c)
Misure di assistenza e di previdenza per il personale di cui
alle lettere d-bis) ed e) del comma 1 dell'articolo 12 C.d.S.
- Art. 208 c. 4 lett. c)
Misure di assistenza e di previdenza per il personale di cui
alle lettere d-bis) ed e) del comma 1 dell'articolo 12 C.d.S.
per la vigilanza armata al Tribunale.
- Art. 208 c. 4 lett. c)
980.00
1.000,00
471.00
65.000,00
386.
6
10.000,00
- Art. 208 c. 4 lett. c) per il finanziamento di progetti di
potenziamento dei servizi di controlli finalizzati alla
sicurezza urbana e sicurezza stradale nonchè a progetti di
potenziamento dei servizi notturni e di prevenzione delle
violazioni di cui all’art.186/186 bis e 187 del CdS.
20.456,00
- Art. 208 c. 4 lett. c)
100,00
354.175,03
• copia della presente deliberazione sarà inviata al Ministero delle Infrastrutture e dei
Trasporti ai sensi del comma 4 dell’art. 208 del D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 e successive
modificazioni;
• di dare atto che il responsabile del servizio finanziario ha reso sulla presente deliberazione,
“attestazione della relativa copertura finanziaria”, così come prescritto dall’art. 153 comma
5 D.Lgs. n. 267 del 18.08.2000;
• successivamente, si è proceduto a votazione per la dichiarazione di immediata eseguibilità,
data l’urgenza della pratica, con voti unanimi favorevoli resi in forma palese ai sensi
dell’art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267 del 18.08.2000 la presente deliberazione viene
dichiarata immediatamente eseguibile.
ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE
Lì, 12/06/2014
Della suestesa deliberazione, ai sensi dell’art. 124 Decreto Legislativo n. 267/2000, viene iniziata
oggi la pubblicazione all’Albo Pretorio per quindici giorni consecutivi.
IL SEGRETARIO GENERALE
f.to
L’oggetto della suestesa deliberazione è stato comunicato, con lettera n. _________ in data
_____________, ai signori capigruppo consiliari così come previsto nell’art. 125 Decreto
Legislativo n. 267/2000.
Il Messo Comunale
Il Funzionario Atti G.C.
f.to
f.to
Il sottoscritto Vice Segretario Generale, visti gli atti d’ufficio,
ATTESTA
che la presente deliberazione:

E' stata affissa all’albo pretorio comunale per quindici giorni consecutivi dal 12/06/2014 come
prescritto dall’art. 124 per rimanervi come prescritto dall’art. 124, comma 1, del D.Leg.vo n.
267/2000;


E' divenuta esecutiva il _____________
Perché dichiarata immediatamente eseguibile (Art. 134, comma 4 D.L. n. 267/2000);
Avellino, lì ______________
IL SEGRETARIO GENERALE
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
112 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content