close

Enter

Log in using OpenID

BANDO_DSU - Politecnico di Milano

embedDownload
Area Servizi agli Studenti e ai Dottorandi
Il Dirigente
Milano, 24 giugno 2014
Prot. N° 24962
N. Repertorio 2036/2014
Titolo
V Classe 5
Fascicolo
VISTI gli artt. 3, secondo comma, e 34, terzo comma, della Costituzione;
VISTO il Decreto Legislativo 31 marzo 1998 n. 109 e successive modifiche e
integrazioni, recante la disciplina dell'ISEE (Indicatore della Situazione Economica
Equivalente), quale parametro di valutazione delle condizioni economiche degli studenti
universitari per l'accesso ai benefici a concorso;
VISTO il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 aprile 2001 «Disposizioni
per l'uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari, ai sensi dell'articolo 4
della L. 2 dicembre 1991 n. 390»;
VISTA la Legge Regionale 13 dicembre 2004, n. 33 «Norme sugli interventi regionali
per il diritto allo studio universitario»;
VISTO il protocollo d’Intesa sottoscritto in data 19 luglio 2010 tra la Regione
Lombardia ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca;
VISTA la legge 30 dicembre 2010 «Norme in materia di organizzazione delle
università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per
incentivare la qualità e l’efficienza del sistema universitario» ed in particolare l’art. 5,
comma 6;
VISTO il decreto Legislativo 29 marzo 2012, n. 68 «Revisione della normativa di
principio in materia di diritto allo studio e valorizzazione dei collegi universitari
legalmente riconosciuti»;
VISTO il parere favorevole della Commissione Permanente Studenti acquisito in via
telematica in data 19 giugno 2014;
VISTA la delibera del C.d.A del Politecnico di Milano del 24 giugno 2014;
Politecnico di Milano
Area Servizi agli Studenti e ai Dottorandi
Piazza Leonardo da Vinci, 32
20133 Milano
Tel. 02 23991
Fax 02 23994468
www.polimi.it
Partita Iva: 04376620151
Codice fiscale: 80057930150
Nelle more dell’approvazione dei Decreti Ministeriali che definiscono gli indicatori
ISEE/ISPE, l’importo minimo delle borse di studio a.a. 2014/2015, nonché del Decreto
Ministeriale recante “Definizione dei Paesi in via di Sviluppo, ai fini delle disposizioni di
cui all’art. 13, comma 5, del DPCM 9 aprile 2001”;
Nelle more dell’approvazione della delibera della Giunta Regionale della Regione
Lombardia avente ad oggetto “Modalità operative e previsioni minime di finanziamento
regionale per l’assegnazione dei benefici a concorso per il diritto allo studio
universitario – a.a. 2014/2015”;
Nelle more dell’attuazione di quanto previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio
dei Ministri 3 Dicembre 2013 recante “Regolamento concernente la revisione delle
modalità di determinazione e i campi di applicazione dell’indicatore ISEE”;
DECRETA
l’emanazione del Bando per l’assegnazione dei benefici per il diritto allo studio per
l’anno accademico 2014/2015 che costituisce parte integrante del presente atto
amministrativo.
F.to Il Dirigente
Dott.ssa Assunta Marrese
.
2
BANDO DI CONCORSO
PER L’ASSEGNAZIONE DEI
BENEFICI PER IL DIRITTO
ALLO STUDIO
UNIVERSITARIO
A.A. 2014/2015
3
PARTE GENERALE
(I benefici erogati, i requisiti per ottenerli
e le modalità per presentare la domanda)
4
Art. 1 I BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO
I benefici per il diritto allo studio sono:





le borse di studio
le integrazioni della borsa di studio per la partecipazione ai programmi di mobilità
internazionale
le integrazioni della borsa di studio per gli studenti laureati (c.d. premi di laurea)
il servizio abitativo a tariffa agevolata
il servizio di ristorazione per gli studenti idonei/beneficiari di borsa di studio
I benefici di cui sopra sono esenti dall’Imposta sui Redditi, come previsto dalla Circolare n. 109/E
del 6 aprile 1995 del Ministero delle Finanze.
Art. 2 DESTINATARI DEI BENEFICI
Possono partecipare al concorso tutti gli studenti del Politecnico di Milano che sono in possesso dei
requisiti di reddito e di merito descritti agli artt. 4 e 7 che seguono e che, per l’a.a.
2014/2015, si iscrivono o intendono iscriversi per la prima volta:








ad un corso di laurea, di laurea magistrale a ciclo unico, di laurea magistrale;
ad un ulteriore anno, oltre a quelli previsti dall’ordinamento didattico del corso di studio
frequentato;
a due anni ulteriori, oltre a quelli previsti dall’ordinamento didattico, nel caso di
partecipazione al concorso di studenti portatori di handicap, con invalidità pari o
superiore al 66%;
a tre anni ulteriori, oltre a quelli previsti dall’ordinamento didattico del corso di studio
frequentato, nel caso di studenti portatori di handicap con invalidità pari o
superiore al 66%, che presentano domanda per l’assegnazione del posto alloggio a
tariffa agevolata;
ad un corso di specializzazione;
ad un corso di dottorato di ricerca;
ai corsi singoli al fine dell’acquisizione delle integrazioni curriculari richieste per
l’iscrizione ai corsi di laurea magistrale a partire dal secondo semestre;
ai corsi di laurea magistrale a partire dal secondo semestre.
ART. 3 REGOLARITA’ DELL’ISCRIZIONE
Gli studenti possono presentare la domanda anche prima di essersi iscritti/immatricolati
all’anno accademico 2014/2015, tuttavia l’effettiva l’assegnazione dei benefici è subordinata al
perfezionamento dell’iscrizione/immatricolazione da parte dello studente.
5
ATTENZIONE: per essere considerato regolarmente iscritto lo studente deve pagare le tasse ed i
contributi universitari entro le seguenti scadenze. In particolare:



gli studenti che devono iscriversi ai PRIMI ANNI dei corsi di laurea, di laurea magistrale a
ciclo unico e di laurea magistrale devono rispettare le scadenze fissate dall’Ateneo per
l’immatricolazione;
gli studenti che si iscrivono agli ANNI SUCCESSIVI al primo dei corsi di laurea, di laurea
magistrale a ciclo unico e di laurea magistrale, ivi compresi gli studenti che si
laureano nell’ultimo appello relativo all’anno accademico 2013/14, devono
iscriversi all’a.a. 2014/15 pagando le tasse e i contributi dovuti entro il 6 ottobre 2014;
gli studenti che si iscrivono ai CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA devono rispettare le
scadenze fissate dal bando di concorso per l’ammissione al Dottorato e dal relativo
Regolamento;
Non possono partecipare al concorso gli studenti ISCRITTI AD UN’UNIVERSITÀ STRANIERA che
sono stati ammessi a frequentare i corsi attivati dal Politecnico nell’ambito di accordi di scambio.
Art. 4 REQUISITI DI CONDIZIONE ECONOMICA
Le condizioni economiche dello studente vengono valutate sulla base dell’Indicatore della
Situazione Economica Equivalente Universitario (di seguito ISEEU) e dell’Indicatore della
Situazione Patrimoniale Equivalente Universitario (di seguito ISPEU) che forniscono i dati relativi ai
redditi ed al valore dei patrimoni mobiliari/immobiliari posseduti dal nucleo familiare dello
studente alla data di presentazione della domanda.
Casi in cui il reddito dello studente non viene integrato con quello del nucleo familiare
(c.d. “Studente indipendente”)
Il reddito dello studente non è integrato con quello del suo nucleo familiare in presenza di
ENTRAMBI i seguenti requisiti:
A. RESIDENZA dello studente - risultante dal certificato anagrafico – diversa da
quella della famiglia di origine da almeno due anni rispetto alla data di
presentazione della domanda. La residenza dello studente non deve essere
situata presso un immobile di proprietà di un componente del nucleo familiare
di origine;
B. l’acquisizione – da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della
domanda - di REDDITI PROPRI, fiscalmente dichiarati non inferiori a euro
7.766 annui, derivanti da rapporto di lavoro subordinato o da rapporti assimilati
al lavoro dipendente. Ai fini di tale disposizione, è necessario che non si tratti di
attività lavorativa prestata alle dipendenze di un familiare dello studente.
L’importo di cui al punto B che precede potrebbe subire variazioni in forza di apposita
delibera Regionale. Eventuali variazioni saranno adeguatamente pubblicizzate a mezzo
di
un’integrazione
al
presente
Bando
visibile
sul
sito
http://www.polimi.it/studenti/agevolazioni-economiche/diritto-allo-studio-universitariobando/
6
Qualora lo studente indipendente risulti, dallo stato di famiglia anagrafico, convivente con un'altra
persona, devono obbligatoriamente essere considerati i redditi di entrambi, anche se non
sussistono vincoli di parentela.
ATTENZIONE: L’ ISEEU e l’ISPEU devono obbligatoriamente essere riferiti - pena l’esclusione dal
concorso - ai redditi percepiti nel 2013 ed al valore dei patrimoni mobiliari ed immobiliari
posseduti al 31 dicembre 2013 - sia in Italia che all’estero - dal nucleo familiare dello studente.
I valori entro ISEEU/ISPEU - entro i quali sarà possibile fare la domanda per i benefici
del diritto allo studio - sono in fase di definizione con apposito Decreto Ministeriale di
cui verrà data comunicazione tramite un’integrazione al presente bando che verrà
pubblicata sul sito http://www.polimi.it/studenti/agevolazioni-economiche/dirittoallo-studio-universitario-bando/
Art. 5 COME PROCURARSI L’ISEEU ed ISPEU
Gli studenti italiani e stranieri che intendono procurarsi l’ISEEU/ISPEU, devono rivolgersi ai
CENTRI AUTORIZZATI DI ASSISTENZA FISCALE (di seguito anche «CAAF»).
Nel territorio italiano esistono CAAF CONVENZIONATI CON IL POLITECNICO e CAAF NON
CONVENZIONATI con l’Ateneo.
Cosa fare se ci si rivolge ad un CAAF Convenzionato
I CAAF convenzionati con il Politecnico garantiscono


un’assistenza gratuita
la trasmissione in via telematica al Servizio Diritto allo Studio e Mobilità Internazionale dei
dati relativi all’ISEEU dello studente
Per
un
elenco
dei
CAAF
convenzionati
http://www.polimi.it/studenti/carriera/tasse/caaf/.
si
veda
il
sito
ATTENZIONE: se lo studente decide di rivolgersi ai CAAF convenzionati l’ISEEU/ISPEU dovrà
essere rilasciato dai CAAF entro la data di scadenza per la presentazione della domanda.
7
Cosa fare se ci si rivolge ad un CAAF non convenzionato
ATTENZIONE: a pena dell’esclusione dal concorso, se lo studente decide di rivolgersi ai
CAAF non convenzionati dovrà:
1. inserire i dati ISEEU/ISPEU in fase di compilazione della domanda online, oppure tramite
l’applicazione disponibile nei servizi online personalizzati;
2. consegnare all’ufficio per il diritto allo studio la copia cartacea dell’attestazione ISEEU/ISPEU
entro la data di scadenza per presentare la domanda.
A pena di inammissibilità della domanda, i dati inseriti dallo studente e quelli certificati dal
CAAF devono coincidere.
In vista della chiusura estiva degli uffici pubblici, si consiglia agli studenti che intendono fare
richiesta del servizio abitativo a tariffa agevolata di anticipare il più possibile la produzione
dell’attestazione ISEEU/ISPEU
Art. 6 L’ISEEU/ISPEU PER GLI STUDENTI STRANIERI
Gli studenti stranieri (UE ed extra UE) sono OBBLIGATI ad avvalersi dell’assistenza dei
CAAF convenzionati.
Per agevolare la compilazione dell’attestazione ISEEU ed ISPEU sono stati individuati alcuni CAAF
competenti ad accettare in via preferenziale la documentazione proveniente dagli studenti stranieri
(per
un
elenco
dettagliato
di
queste
sedi
si
veda
il
http://www.polimi.it/studenti/carriera/tasse/caaf/caaf-foreign-students/).
Art. 6.1. Studenti stranieri provenienti da Paesi particolarmente poveri
Per gli studenti stranieri provenienti da Paesi particolarmente poveri, la valutazione
della condizione economica può essere certificata dalla Rappresentanza Italiana nel
paese di provenienza, la quale deve attestare che lo studente non appartiene ad
una famiglia notoriamente di alto reddito e di elevato livello sociale.
Per gli studenti iscritti ad un’Università nel Paese di provenienza, collegata da accordi o
convenzioni con il Politecnico di Milano, tale certificazione può essere rilasciata anche
dalla predetta Università.
Per gli studenti che si iscrivono al primo anno dei corsi di laure/laurea a ciclo unico e
laurea magistrale la predetta certificazione può anche essere rilasciata da Enti Italiani
abilitati alle prestazioni di garanzia di copertura economica1. In tal caso, l’Ente che
1
Vedi le disposizioni in materia di immatricolazione degli studenti stranieri nelle università italiane
8
rilascia tale certificazione assume la garanzia della restituzione della borsa di studio e di
tutto quanto percepito dallo studente in caso di revoca dei benefici.
Art. 6.2 Studenti apolidi o rifugiati politici
Gli studenti apolidi o rifugiati politici devono allegare alla domanda l’attestato
ufficiale relativo alla condizione di apolidi o rifugiati politici, rilasciato dal
Ministero dell’Interno Italiano o dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite – Ufficio per
l’Italia.
Ai fini della valutazione della condizione economica, l’ISEEU di tale studenti sarà
elaborato tenendo conto solo di eventuali redditi percepiti e dei patrimoni detenuti in
Italia alla data del 31 dicembre 2013.
Art. 7 REQUISITI DI MERITO
STUDENTI ISCRITTI AI CORSI DI LAUREA/LAUREA MAGISTRALE A CICLO
UNICO/LAUREA MAGISTRALE
A) REGOLARITÀ SCOLASTICA
Non si devono verificare interruzioni nella regolare progressione degli anni di corso per il
livello di studi per i quali viene chiesto il benefico (ad esempio: rinuncia agli studi con nuova
iscrizione, decadenza dagli studi con nuova iscrizione, ecc….).
B) OFA
Gli studenti che si iscrivono al primo anno dei corsi di laurea/ laurea magistrale a ciclo unico
devono immatricolarsi senza OFA totali o parziali.
ATTENZIONE: La presenza o l’assenza di OFA verrà valutata esclusivamente al momento
dell’immatricolazione dello studente. Pertanto, è assolutamente irrilevante, ai fini della concessione
dei benefici per il diritto allo studio, il superamento dell’OFA in una data successiva alla data di
immatricolazione.
ATTENZIONE: Non costituisce causa di esclusione l’immatricolazione ai corsi di laurea/laurea
magistrale a ciclo unico con il solo OFA di inglese.
C) VOTO TEST/VOTO DI MATURITA’
Fermi restando tutti i requisiti di merito prescritti nel presente articolo:
 Gli studenti che si immatricolano al primo anno dei corsi di laurea di design
possono accedere al presente concorso solo se hanno superato il test di
ammissione con punteggio uguale o superiore a 60,00/100
 Gli studenti che si immatricolano al corso di laurea di Urbanistica possono
accedere al presente concorso solo se hanno conseguito un voto uguale o
9
superiore a 70/100 all’esame di maturità, od un voto equivalente nel caso di
titolo conseguito all’estero.
D) CREDITI FORMATIVI RICHIESTI (CFU)
Relativamente agli iscritti ai corsi di laurea, di laurea magistrale a ciclo unico, di laurea
magistrale il «requisito di merito» si valuta anche in considerazione del numero dei crediti
formativi (di seguito anche «CFU») che lo studente è tenuto a conseguire per
l’assegnazione/mantenimento del beneficio richiesto.
ATTENZIONE: Il numero di crediti richiesti va calcolato con riferimento all’anno di prima
IMMATRICOLAZIONE ASSOLUTA, cioè con riferimento al primo anno in cui lo studente ha
effettuato un’iscrizione presso qualsiasi Università, sia in Italia che all’estero relativamente al
livello di studi per il quale viene richiesto il beneficio.
Il principio dell’immatricolazione assoluta si applica, fra gli altri, in tutti i casi di iscrizione ai corsi
del Politecnico a seguito di un passaggio di Ateneo, Scuola o Corso di Studio (ad esempio:
uno studente che si iscrive al primo anno a seguito di un passaggio di Ateneo sarà considerato
come studente iscritto ad un anno successivo). In tali casi, verrà preso in considerazione il
numero di CFU riconosciuti dal relativo Consiglio di Corso di Studio entro la data di
pagamento della seconda rata della borsa di studio.
CFU RICHIESTI AGLI STUDENTI CHE SI ISCRIVONO AL PRIMO ANNO
Per tutti gli studenti iscritti al primo anno dei corsi di laurea/laurea magistrale a ciclo unico/laurea
magistrale i benefici vengono corrisposti tenendo prevalentemente conto dei requisiti di
condizione economica certificati dallo studente al momento di presentazione della domanda (per i
dettagli circa i criteri di formulazione delle graduatorie si veda l’art. 5.1. parte speciale – Borse di
Studio).
La conferma dei benefici, ed in particolare il pagamento della seconda rata della borsa di studio,
è subordinata al conseguimento, entro il 10 agosto 2015:


di un minimo di 35 CFU per gli studenti iscritti ai corsi di studio delle Scuole di Ingegneria
ed Architettura;
di un minimo di 40 CFU per gli studenti iscritti ai corsi di studio della Scuola del Design.
Gli studenti che si iscrivono ai corsi di laurea magistrale a partire dal secondo semestre dovranno
conseguire 29 CFU entro il 10 agosto 2015 per ottenere la seconda rata della borsa di studio
per il primo anno ed, eventualmente, la borsa di studio anche per il secondo anno (a.a.
2015/2016).
Gli studenti che si iscrivono al primo anno di laurea magistrale a partire dal secondo
semestre ed il Manifesto degli Studi preveda - per lo stesso semestre - un numero massimo di
CFU INFERIORE al numero di crediti richiesti dal presente bando per ottenere
l’assegnazione dei benefici per il secondo anno, è sufficiente che, entro il 10 agosto 2015,
10
conseguano un numero di crediti corrispondente a quelli (inferiori) previsti dallo stesso Manifesto
degli Studi.
Lo studente che consegue il numero dei crediti di cui sopra successivamente al 10 agosto
2015, ma entro il 30 novembre 2015, pur NON maturando il diritto all’assegnazione della
seconda rata della borsa, potrà trattenere la prima rata della borsa, fermo restando l’obbligo di
pagare l’alloggio a tariffa agevolata di cui abbia eventualmente fruito dal 16 febbraio 2015 ed il
valore monetario del servizio di ristorazione a partire dal 16 maggio 2015.
In tal caso lo studente avrà diritto all’esonero totale dal pagamento della tassa di iscrizione e ad un
esonero pari alla metà dei contributi dovuti.
Il beneficio sarà REVOCATO qualora lo studente non consegua, entro il 30 novembre
2015, i crediti richiesti per il conseguimento della seconda rata della borsa
In caso di revoca, allo studente non solo non verrà corrisposta la seconda rata della borsa di
studio, ma dovrà anche restituire il valore dei servizi effettivamente goduti nel corso dell’anno
accademico 2014/2015 (es. servizio di ristorazione e servizio abitativo).
Agli studenti in situazione di handicap, con invalidità pari o superiore al 66%, non sono applicate le
disposizioni riguardanti la revoca dei benefici ed i limiti minimi di merito cui è condizionato il
pagamento della seconda rata.
CFU RICHIESTI PER GLI STUDENTI CHE SI ISCRIVONO AGLI ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO
Lo studente che si iscrive agli anni successivi al primo dei corsi di laurea, dei corsi di laurea
magistrale a ciclo unico, dei corsi di laurea magistrale, deve conseguire, entro il 10 agosto 2014, il
numero di crediti formativi specificato nelle seguenti tabelle.
Corsi di laurea, laurea magistrale a ciclo unico e laurea magistrale a partire dall’anno
accademico 2011/2012
Corsi di
studio
Laurea
Laurea
magistrale a
ciclo unico
Laurea
magistrale
11
Anno di corso
2°
3°
4°
5°
Ultimo semestre
35
90
------
------
150
35
90
150
210
270
35
-----
------
------
90
Corsi della Scuola del Design a partire dall’anno accademico 2011/2012
Corsi di
studio
Laurea
Laurea
magistrale
Anno di corso
2°
3°
40
90
40
-----
4°
-----------
5°
Ultimo semestre
------
150
------
90
Corsi a programmazione nazionale per gli studenti immatricolati fino all’anno
accademico 2010/11
Corsi di studio
5°
Laurea
magistrale a
ciclo unico
Ultimo semestre
210
270
ISCRITTI AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA
Primi anni e Anni successivi al primo
Per gli iscritti ai corsi di specializzazione e di dottorato di ricerca, i requisiti di merito sono
soddisfatti con l’ammissione ai corsi senza ripetenza secondo le modalità previste dai
rispettivi bandi.
STUDENTI PORTATORI DI HANDICAP
Per gli studenti in situazione di disabilità, con invalidità pari o superiore al 66%, possono essere
definiti requisiti di merito individualizzati, sulla base della tipologia di disabilità, che potranno
discostarsi fino a un massimo del 40% rispetto a quelli sopra indicati. I requisiti di merito saranno
stabiliti da un’apposita commissione anche sentendo il docente delegato all’integrazione degli
studenti in situazioni di disabilità.
Art. 8 ISCRIZIONE AI CORSI SINGOLI ED INSEGNAMENTI IN SOPRANNUMERO
Ai fini della valutazione dei requisiti di merito sono considerati solo i crediti formativi conseguiti
dallo studente che si iscrive ai corsi singoli al fine di acquisire le integrazioni curriculari
necessarie all’ammissione ai corsi di laurea magistrale a partire dal secondo semestre
e regolarmente convalidati nella carriera di laurea magistrale.
12
Art. 9 BONUS
Gli studenti che, nell’anno accademico 2014/2015, si iscrivono agli anni successivi al primo dei
corsi di laurea e dei corsi di laurea magistrale a ciclo unico, possono utilizzare, in aggiunta
ai CFU effettivamente conseguiti, un bonus di crediti. In particolare:
5 crediti, se utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici per il secondo anno
accademico o per il mantenimento della prima rata della borsa di studio;
12 crediti, se utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici per il terzo anno
accademico;
15 crediti, se utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici per gli anni
accademici successivi.
Il bonus può essere utilizzato una sola volta e non è cumulabile.
Modalità di utilizzo del bonus
Il bonus matura esclusivamente durante il corso di laurea e di laurea magistrale a
ciclo unico (fino al terzo anno) e può essere utilizzato secondo le seguenti modalità:






i crediti di bonus vanno aggiunti ai crediti - effettivamente conseguiti dallo studente esclusivamente per raggiungere il requisito minimo di merito richiesto dal bando;
se lo studente fa ricorso solo ad una parte del bonus, potrà usare, negli anni accademici
successivi, solo la quota residua non utilizzata;
lo studente iscritto ai corsi di laurea magistrale può utilizzare solo la quota di bonus
maturata e non utilizzata nel corso di laurea;
lo studente iscritto agli anni successivi al terzo dei corsi di laurea magistrale a ciclo
unico può utilizzare solo la quota di bonus non utilizzata entro il terzo anno di corso;
gli studenti iscritti ai corsi di laurea magistrale non possono utilizzare il bonus per
il mantenimento della prima rata della borsa di studio;
gli studenti provenienti da altri Atenei italiani che si iscrivono ai corsi di laurea magistrale
del Politecnico, devono dimostrare di non aver mai fatto ricorso al bonus durante il corso di
laurea triennale o di aver utilizzato solo una quota del bonus maturato.
Art. 10 MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Entro i termini fissati dal bando in relazione a ciascun beneficio lo studente dovrà:

compilare l’apposito modulo online disponibile nei servizi on-line personalizzati sotto la
voce “Agevolazioni e Convenzioni -> Presentazione domanda benefici Diritto allo Studio”;
ATTENZIONE: lo studente dovrà “confermare” la domanda online solo dopo aver accertato che
la stessa è completa e corretta in tutti i suoi elementi. Una volta “confermata”, la domanda non è
ulteriormente modificabile. Per confermare la domanda occorre cliccare sul link Chiusura
domanda e stampa ricevuta
13
Successivamente alla conferma della domanda, lo studente riceverà una scheda riepilogativa
all’indirizzo di posta elettronica istituzionale oppure all’indirizzo indicato dallo studente in fase di
registrazione.
NON E’ NECESSARIO INVIARE/CONSEGNARE COPIA DELLA DOMANDA CARTACEA AL
SERVIZIO DIRITTO ALLO STUDIO E MOBILITA’ INTERNAZIONALE

trasmettere al Servizio Diritto allo Studio e Mobilità Internazionale l’attestazione ISEEU
in tutti i casi in cui lo studente si sia rivolto ai CAAF NON convenzionati con il Politecnico,
ed ogni altro documento eventualmente richiesto dal presente bando.
Gli studenti stranieri che si iscrivono per la prima volta al Politecnico dovranno inviare al Servizio
Diritto allo Studio e Mobilità Internazionale COPIA DELLA DICHIARAZIONE DI VALORE
attestante la validità ed il valore dei titoli di studio conseguiti all’estero.
Lo studente dovrà trasmettere la documentazione di cui al presente punto al Servizio Diritto allo
Studio e Mobilità Internazionale in uno dei seguenti modi:




tramite fax al numero 02.2399.4468;
tramite posta ordinaria all’indirizzo Politecnico di Milano, Area Servizi agli Studenti e ai
Dottorandi - Servizio Diritto allo Studio e Mobilità Internazionale - Via Golgi, 42 - 20133
Milano;
tramite posta elettronica all’indirizzo [email protected];
recandosi personalmente agli sportelli del Servizio Diritto allo Studio e Mobilità
Internazionale, con sede in Via Golgi 42 ed aperti al pubblico dal Lunedì al Venerdì dalle
9.30 alle 12.30
Gli studenti dovranno comunicare al Servizio Diritto allo Studio e Mobilità Internazionale
ogni mutamento rilevante ai fini dell’assegnazione dei benefici che si verifichi
successivamente alla presentazione della domanda (a titolo esemplificativo e non esaustivo:
ottenimento di una diversa borsa di studio o di altro aiuto economico, trasferimento ad altra
Università, sopraggiunta attività lavorativa, impossibilità di proseguire gli studi, ritiro dell’iscrizione,
mutamento dello stato civile ed economico dello studente, ecc.).
10.1 Presentazione della domanda in caso di trasferimento ad altra sede
universitaria
Nel caso in cui, dopo l’inizio dell’anno accademico, lo studente decida di trasferirsi ad
altra Università, la domanda verrà trasmessa d’ufficio all’Ente competente per il Diritto
allo Studio dell’Università presso la quale ha richiesto il trasferimento. Dal momento
della comunicazione del trasferimento, lo studente decadrà dal diritto di usufruire di
qualsivoglia beneficio eventualmente riconosciuto dal Politecnico di Milano, con obbligo
di restituzione di tutto quanto sino a quel momento percepito.
Lo studente che si trasferisce al Politecnico di Milano da altra Università, dovrà
chiedere all’Ente per il Diritto allo Studio dell’Università di provenienza la trasmissione
d’ufficio della domanda, purché presentata entro i termini previsti dal bando di
concorso dell’Università di provenienza. La regolarizzazione del trasferimento dovrà
14
essere perfezionata prima della pubblicazione della graduatoria definitiva relativa al
beneficio richiesto.
L’ammissione in graduatoria sarà subordinata al possesso dei requisiti richiesti dal
presente bando ed alla disponibilità di risorse.
Art. 11 CONDIZIONI PER L’ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI
Non possono essere assegnatari dei benefici a concorso per l’a.a. 2014/2015 gli studenti che:


sono in possesso di un TITOLO DI STUDIO - conseguito sia in Italia2 che all’estero - di
LIVELLO PARI O SUPERIORE al corso di studi per il quale viene richiesto il beneficio
per l’a.a. 2014/2015;
sono BENEFICIARI DI ALTRE FORME DI AIUTO ECONOMICO erogate (o che
saranno erogate) dal Politecnico o da altri Enti pubblici o privati oppure sono
ASSEGNATARI DI POSTI GRATUITI IN COLLEGI, RESIDENZE O CONVITTI NON
GESTITI DAL POLITECNICO DI MILANO.
Lo studente che abbia fatto o che farà domanda di altre forme di aiuto economico (o per
l’assegnazione di posti gratuiti in collegi, convitti ecc) per l’anno accademico 2014/2015 è
tenuto a darne tempestiva comunicazione scritta al Servizio Diritto allo Studio.
Fermo restando l’obbligo di cui al paragrafo precedente, in tutti i casi in cui lo studente sia
beneficiario di altre forme di aiuto economico, può scegliere se trattenere i benefici per il
diritto allo studio e rinunciare agli altri benefici o viceversa. L’atto di scelta dovrà essere
scritto ed inviato al servizio Diritto allo Studio e Mobilità Internazionale entro 15 giorni
dalla data di pubblicazione della graduatoria provvisoria. Se entro questo termine lo
studente non sa (ancora) di essere beneficiario di altre forme di aiuto economico (ad
esempio: non ha ancora presentato domanda per un altro beneficio, non è ancora stata
pubblicata la graduatoria ecc), dovrà effettuare una scelta e renderla nota per iscritto al
Servizio Diritto allo Studio entro 10 giorni dal momento in cui viene a conoscenza di essere
vincitore di un'altra borsa o di altro aiuto economico.
ATTENZIONE: Qualora la gratuità del posto alloggio in collegi, residenze o
convitti sia parziale, allo studente verranno assegnati i benefici che spettano
agli studenti “in sede” a prescindere dal luogo di residenza del richiedente.
ATTENZIONE: Sono compatibili con l’assegnazione di contributi per il diritto allo studio:
 le borse/contributi per la mobilità internazionale;
 i contributi - alloggio assegnati dalla Scuola di Dottorato.
2
A tale fine si intendono anche i titoli rilasciati precedentemente all’attuazione del D.M. 509/1999
15
Art. 12 ESCLUSIONE DALLE GRADUATORIE
Sono automaticamente esclusi dalle graduatorie gli studenti che:






presentano la domanda oltre la scadenza dei termini oppure presentano una domanda non
completa dei dati richiesti oppure non confermano la domanda;
non presentano la documentazione obbligatoria richiesta dal bando oppure presentano dei
documenti falsi/irregolari;
non perfezionano l’iscrizione ai corsi del Politecnico per l’anno accademico 2014/2015 entro
i termini previsti dal presente bando;
presentano una certificazione ISEEU/ISPEU non riferita ai redditi/patrimoni posseduti nel
2013
all’atto della presentazione della domanda hanno PENDENZE ECONOMICHE nei
confronti del Politecnico;
frequentano i corsi attivati dal Politecnico ma SONO ISCRITTI AD UN’ALTRA
UNIVERSITÀ nell’ambito dei progetti di scambio internazionali.
Art. 13 DECADENZA DALL’ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI
Il diritto ai benefici di cui al presente bando decade qualora lo studente:


incorra in sanzioni disciplinari superiori alla censura scritta per infrazioni compiute nei
confronti del Politecnico di Milano;
a seguito di accertamenti d’ufficio, risulti aver presentato una dichiarazione non veritiera o
un documento irregolare.
In caso di decadenza dal diritto, lo studente dovrà restituire tutto quanto fino a quel momento
percepito, ivi compreso il valore monetario dei servizi eventualmente fruiti (es. servizio di
ristorazione, servizio abitativo).
Art. 14 CONTROLLI SULLA VERIDICITA’ DELLE DICHIARAZIONI
Il Politecnico di Milano, verificherà la veridicità delle dichiarazioni rilasciate dallo studente anche
successivamente all’assegnazione dei benefici oggetto del presente bando, avvalendosi
delle facoltà previste dalle vigenti disposizioni di legge, in particolare dall’art. 10 D.Lgs n. 68/2012,
e dal D.P.R. n. 445/2000 art. 71.
A tal fine Il Politecnico provvederà ad effettuare i suddetti controlli:


su un campione minimo del 20% degli idonei ai benefici del Diritto allo Studio;
su tutti gli studenti appartenenti a nuclei familiari che dichiarino reddito nullo.
In caso di dichiarazioni non veritiere saranno revocati i benefici assegnati e saranno applicate le
sanzioni previste dagli artt. 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000 e dall’art. 10 D.Lgs n. 68/2012 cit.
E’, in ogni caso, fatta salva l’applicazione di sanzioni disciplinari e delle norme penali, qualora il
fatto costituisca reato.
16
I singoli benefici
per il Diritto allo Studio
17
CAPITOLO I
LE BORSE DI STUDIO
Art. 1 NUMERO DELLE BORSE DI STUDIO
Il numero delle borse di studio messo a concorso è pari a 1700 da ripartire fra i diversi concorsi nel
modo seguente:
Corsi di studio
Numero borse
Studenti iscritti al primo anno dei corsi di
laurea o dei corsi di laurea magistrale a
ciclo unico
250
Studenti iscritti al primo anno dei corsi di
laurea magistrale
290
Studenti iscritti al primo anno dei corsi
di dottorato di ricerca e specializzazione
10
Studenti iscritti agli anni successivi al
primo di tutti i corsi di studio
1.130
Studenti iscritti agli anni successivi al
primo dei corsi di dottorato di ricerca e
specializzazione
20
Art. 2 TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Il termine entro il quale presentare la domanda scade alle ore 12.00 del giorno:
8 agosto 2014, per gli studenti che si iscrivono agli anni successivi al primo di
tutti i corsi di studio, compresi gli studenti che si iscrivono agli anni successivi al
primo dei corsi di dottorato di ricerca e specializzazione;
3 settembre 2014, per gli studenti che si iscrivono ai primi anni di tutti i corsi di
laurea, compresi gli studenti che si iscrivono al primo anno dei corsi di laurea
magistrale a partire dal secondo semestre e compresi gli studenti che si iscrivono
al primo anno dei corsi di dottorato di ricerca e specializzazione.
18
Art. 3 CONCESSIONE DELLE BORSE DI STUDIO
Lo studente può fare richiesta di borsa di studio:





per un periodo di 7 semestri, a partire dall’anno di prima immatricolazione assoluta, per gli
iscritti ai corsi di laurea;
per un periodo pari alla durata prevista dagli ordinamenti didattici più un semestre, a
partire dall’anno di prima immatricolazione assoluta per gli iscritti ai corsi di laurea
magistrale a ciclo unico;
per un periodo di 5 semestri a partire dall’anno di prima immatricolazione assoluta per gli
iscritti ai corsi di laurea magistrale;
per un periodo di tempo pari alla durata prevista dai rispettivi ordinamenti didattici a
partire dall’anno di prima immatricolazione assoluta per gli iscritti ai corsi di
specializzazione ed ai corsi di dottorato di ricerca;
per un periodo pari a 3 semestri oltre la durata normale del corso di studi frequentato per
gli studenti in situazione di handicap, con invalidità pari o superiore al 66%.
Lo studente che intende ottenere la CONFERMA DEL BENEFICIO per i successivi anni accademici
è tenuto a ripresentare la domanda secondo le modalità prescritte nel presente bando di
concorso.
Art. 4 AMMONTARE DELLA BORSA DI STUDIO
L’ammontare della borsa di studio è differenziato sia in base alla fascia di reddito, sia in base
alla provenienza geografica dello studente.
Le fasce di reddito e l’ammontare della borsa saranno determinate dalla Regione Lombardia con
apposita deliberazione. Non appena disponibili, verrà pubblicata un’apposita integrazione al
presente
bando
sul
sito
http://www.polimi.it/studenti/agevolazionieconomiche/diritto-allo-studio-universitario-bando/
Provenienza geografica dello studente
STUDENTE IN SEDE: residente nel comune ove hanno sede i corsi di studio frequentati o in un
Comune limitrofo, ovvero in un Comune classificato di area urbana ai sensi della Legge regionale
n. 6/2012 (art. 2, comma 3, lett. b) – per una lista dettagliata dei Comuni di “Area Urbana” cfr.
allegato A al presente Bando.
STUDENTE PENDOLARE: residente in un comune diverso da quelli di cui al comma precedente,
dai quali sia possibile raggiungere quotidianamente la sede del corso frequentato impiegando, con
i mezzi pubblici, fino a 90 minuti.
STUDENTE FUORI SEDE: per essere considerato fuori sede è necessario che concorrano le
seguenti condizioni:

essere residente in un comune diverso rispetto alla sede del corso di studi frequentato;
19


prendere alloggio a titolo oneroso per un periodo non inferiore a 10 mesi, presso la sede
del corso di studio utilizzando sia strutture residenziali pubbliche sia alloggi privati od
appartenenti ad altri enti;
impossibilità di raggiungere la sede del corso, utilizzando i mezzi pubblici, in un tempo
inferiore a 90 minuti.
I minuti di percorrenza saranno calcolati tenendo conto esclusivamente del tempo di
percorrenza dalla prima stazione/fermata di partenza all’ultima stazione/fermata di
arrivo nella sede del corso.
Ai fini della determinazione dell’importo della borsa di studio, gli studenti stranieri (UE ed extra
UE) saranno comunque considerati «fuori sede», indipendentemente dal luogo di residenza
in Italia, ad eccezione del caso in cui il nucleo familiare dello studente risieda in Italia.
Lo studente “fuori sede” deve presentare al Servizio Diritto allo Studio e Mobilità Internazionale,
alternativamente:


la copia del contratto di locazione regolarmente registrato e sottoscritto, intestato allo
studente o ad un suo genitore;
la certificazione o altra documentazione fiscalmente valida relativa al pagamento del
canone di locazione, nel caso in cui sia domiciliato presso collegi, residenze per studenti o
convitti non gestiti dal Politecnico di Milano.
Qualora lo studente, nell’anno accademico 2013/2014, abbia già prodotto il contratto o la
certificazione fiscale al Servizio Diritto allo Studio e Mobilità Internazionale, e non siano
intercorse variazioni rispetto alla situazione già certificata, lo stesso studente ha la
facoltà di riconfermare i dati con autocertificazione, trasmettendo al Servizio Diritto allo
Studio solamente la copia aggiornata del certificato di registrazione del contratto. Resta
salva la facoltà del Politecnico di procedere ai relativi controlli.
Lo studente che nell’anno accademico 2014/2015 si trova all’estero per partecipare ad un
programma di mobilità internazionale sarà considerato fuori sede tenuto conto del luogo in cui
risiede in Italia e della sede del corso frequentato presso il Politecnico di Milano. In tal caso lo
studente “fuori sede” dovrà presentare al Servizio Diritto allo Studio un contratto (o altro
documento equivalente) attestante la circostanza che lo studente ha preso alloggio a titolo oneroso
presso il Paese ospitante. Anche questo documento dovrà essere intestato/cointestato allo studente
ed avere una durata pari a tutta la durata della mobilità.
Qualora la mobilità duri solo parte dell’anno accademico lo studente dovrà consegnare anche copia
del contratto locazione stipulato in Italia secondo quanto prescritto dal presente articolo.
La documentazione di cui sopra va presentata perentoriamente entro:

il 15 ottobre 2014 quanto agli studenti iscritti ai corsi di laurea, di laurea magistrale a
ciclo unico e di laurea magistrale, nonché per gli studenti iscritti ai corsi di dottorato di
ricerca;
20

il 18 marzo 2015 quanto agli studenti iscritti ai corsi di laurea magistrale a partire dal
secondo semestre:
ATTENZIONE: lo studente sarà considerato pendolare (a prescindere dalla distanza fra il luogo di
residenza e la sede del corso di studio frequentato) sia in caso di mancata presentazione della
documentazione richiesta al presente articolo; sia in caso di presentazione della documentazione
priva dei requisiti richiesti dal Bando.
Art. 4.1 Ammontare delle borse di studio per gli studenti portatori di
handicap
Qualora il beneficiario appartenga alla categoria dei mutilati e degli invalidi civili di cui all’art. 2
della L. 30 marzo 1971 n. 1183, oppure ad altre categorie di disabili tutelate dalla legge, con
invalidità riconosciuta pari o superiore al 66%, l’importo annuale della borsa di studio può essere
aumentato.
L’esatto ammontare della borsa per questa categoria di studenti sarà determinato dalla Regione
Lombardia. Non appena disponibili gli importi, verrà pubblicata un’apposita integrazione al
presente
bando
sul
sito
http://www.polimi.it/studenti/agevolazionieconomiche/diritto-allo-studio-universitario-bando/
ATTENZIONE: Contestualmente alla presentazione della domanda, l’interessato può fare
richiesta di conversione della borsa in: dotazione di attrezzature specialistiche e materiale didattico
differenziato, posti in strutture abitative, assegnazione di accompagnatore o assistente per gli
studi o interprete o comunque di ogni altro strumento idoneo a superare particolari difficoltà
individuali.
Art. 5 PROCEDURE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE
Le graduatorie di idoneità sono distinte fra:





Studenti iscritti al primo anno dei corsi di laurea e dei corsi di laurea magistrale a ciclo
unico;
Studenti iscritti al primo anno dei corsi di laurea magistrale;
Studenti iscritti agli anni successivi al primo di tutti i corsi di laurea, laurea magistrale a
ciclo unico e laurea magistrale;
Studenti iscritti al primo anno dei corsi di specializzazione e di dottorato di ricerca;
Studenti iscritti agli anni successivi al primo dei corsi di specializzazione e di dottorato di
ricerca.
3
Agli effetti della legislazione in vigore, si considerano mutilati ed invalidi civili i cittadini affetti da minorazioni
congenite o acquisite, anche a carattere progressivo, compresi gli irregolari psichici per oligofrenie di carattere
organico o dismetabolico, insufficienze mentali derivanti da difetti sensoriali e funzionali che abbiano subìto
una riduzione permanente della capacità lavorativa non inferiore a un terzo o, se minori di anni 18, che
abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età.
21
Criteri di formazione delle graduatorie
La graduatoria sarà formata secondo i seguenti criteri:
A) Studenti iscritti al primo anno di tutti i corsi di studio
Ad ogni studente che ha fatto domanda di borsa di studio è attribuito un punteggio relativo alla
situazione economica determinato secondo la seguente formula:
[1- (ISEEU studente/LIMITE ISEEU)] x 1.000
A parità di punteggio prevale il voto relativo al titolo di studio e, successivamente, l’età anagrafica
minore.
B) Studenti iscritti agli anni successivi al primo di tutti i corsi di studio
Ad ogni studente iscritto agli anni successivi al primo è attribuito un punteggio relativo al merito
scolastico. I punti attribuibili sono 1.000 così distribuiti:
600 in base al numero dei crediti formativi acquisiti entro il 10 agosto 2014 e da calcolarsi
secondo la seguente formula:
(Crediti studente - Crediti minimi) X [600/(Crediti max - Crediti min)]
400 in base alla votazione media degli esami superati entro il 10 agosto 2014 e da calcolarsi
secondo la seguente formula:
(Votazione media studente -18) X [400/(30 -18)]
A parità di punteggio di merito, precede in graduatoria lo studente che non ha utilizzato il bonus, e
quindi lo studente con il punteggio relativo alla situazione economica maggiore.
In caso di ulteriore parità prevale lo studente iscritto all’anno di corso più elevato e
successivamente lo studente più giovane di età.
Gli studenti in situazione di handicap, con invalidità pari o superiore al 66%, se inseriti nella
graduatoria di idoneità, hanno diritto alla assegnazione della borsa di studio anche in eccedenza
rispetto al numero di borse disponibili.
C) Studenti che si immatricolano ai corsi di laurea magistrale a partire dal secondo
semestre
Gli studenti che presentano la domanda di borsa di studio in qualità di studenti che si iscrivono ai
corsi di laurea magistrale a partire dal secondo semestre (ivi compresi gli studenti iscritti a corsi
singoli per l’acquisizione delle integrazioni curriculari) saranno collocati alla fine delle graduatorie
di idoneità «con riserva».
22
La riserva sarà sciolta al momento del perfezionamento dell’iscrizione
e, in ogni caso, lo studente avrà diritto al pagamento della borsa di
studio solo in presenza di disponibilità di fondi.
D) Studenti inseriti in graduatoria con riserva della valutazione del requisiti di merito
Gli studenti in attesa del riconoscimento dei CFU da parte del Consiglio di Corso di Studio
dovranno dichiararlo al momento della compilazione della domanda online e saranno inseriti alla
fine della graduatoria di idoneità con riserva della valutazione dei requisiti di merito.(es. gli
studenti che fanno domanda a seguito di un passaggio di Ateneo, Scuola o Corso di Studio)
La riserva sarà sciolta al momento in cui lo studente, entro la data di
pagamento della seconda rata della borsa di studio, comprova l’avvenuto
riconoscimento dei CFU.
In ogni caso, lo studente avrà diritto al pagamento della borsa di studio solo in
presenza di disponibilità di fondi.
Art. 6 PUBBLICAZIONE DELLE GRADUATORIE E RICORSI
Lo studente potrà prendere visione della sua posizione nella graduatoria provvisoria collegandosi
ai servizi on-line personalizzati a partire dal’ 14 ottobre 2014.
Eventuali ricorsi dovranno essere presentati al Servizio Diritto allo Studio e Mobilità Internazionale
entro e non oltre il 21 ottobre 2014.
I ricorsi dovranno essere presentati utilizzando esclusivamente l’apposito link “presenta ricorso”
disponibile sulla pagina in cui è pubblicata la graduatoria provvisoria. Gli studenti dovranno
allegare al ricorso tutti i documenti indispensabili a prova delle affermazioni contenute nello stesso
ricorso. I documenti dovranno essere in formato pdf e di dimensione non superiore a 5 MB.
I ricorsi presentati oltre i termini o in forme diverse da quelle prescritte dal presente bando
saranno considerati inammissibili.
Lo studente avrà conoscenza dell’esito del ricorso solo con la pubblicazione delle
graduatorie definitive.
Una volta concluso l’esame dei ricorsi da parte dell’amministrazione competente, lo studente potrà
prendere visione della sua posizione nella graduatoria definitiva collegandosi ai servizi on-line
personalizzati a partire dal 4 novembre 2014.
I ricorsi verso la graduatoria definitiva devono essere presentati agli organismi competenti nei
termini e secondo le formalità previste dalla normativa vigente.
23
Art. 7 MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE DELLE BORSE DI STUDIO
Le borse di studio saranno assegnate sino alla concorrenza del numero fissato dal presente bando.
Qualora in alcune graduatorie vi sia un’eccedenza di borse rispetto al numero degli studenti
beneficiari, le borse residue saranno assegnate a studenti utilmente collocati in altra graduatoria,
sino al completamento del numero di borse di studio stabilito dal presente bando.
L’assegnazione delle borse di studio agli studenti stranieri non appartenenti all’Unione Europea
avviene nel rispetto delle disposizioni regionali di cui al Decreto del Direttore Generale della
Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro del 13 novembre 2002, n. 21650. In particolare, il
numero delle borse di studio da destinare agli studenti iscritti al primo anno di tutti i corsi di
studio è ripartito nel modo seguente:


67% per gli studenti provenienti dai Paesi UE;
33% per gli studenti provenienti da Paesi non appartenenti all’UE.
Art. 8 TERMINI DI PAGAMENTO
Il pagamento della borsa di studio verrà effettuato secondo le seguenti modalità:
A) Studenti iscritti al primo anno dei corsi di laurea, dei corsi di laurea magistrale a
ciclo unico e dei corsi di laurea magistrale a partire dal primo semestre
La borsa di studio verrà pagata in due rate, in particolare:


la prima rata verrà corrisposta entro il 25 novembre 2014;
la seconda rata sarà corrisposta entro il 20 ottobre 2015, relativamente a tutti gli
studenti che conseguono il numero di crediti formativi richiesto per il pagamento della
seconda rata entro il 10 agosto 2015.
B) Studenti iscritti agli anni successivi al primo di tutti i corsi di studio
La borsa di studio sarà erogata in due rate, in particolare:


la prima rata della borsa di studio sarà corrisposta entro il 25 novembre 2014;
la seconda rata della borsa di studio sarà corrisposta entro il 29 giugno 2015;
C) Studenti iscritti ai corsi di dottorato di ricerca e di specializzazione
La borsa di studio sarà corrisposta, per gli iscritti al primo anno, in un’unica soluzione entro il 25
novembre 2014. Per gli iscritti ad anni successivi entro il 28 febbraio 2015.
I termini di cui alle lettere A) B) C) che precedono sono da intendersi come ORDINATORI, cioè
potrebbero subire dei ritardi in ragione delle procedure da seguire al fine di effettuare il
pagamento.
24
D) Studenti che si immatricolano ai corsi di laurea magistrale a partire dal secondo
semestre
La borsa di studio sarà erogata ai vincitori in due rate, in particolare:
1) la prima rata sarà corrisposta entro il 29 giugno 2015;
2) la seconda rata sarà corrisposta entro il 20 ottobre 2015, previa verifica del conseguimento
di 29 CFU entro il 10 agosto 2015.
E) Studenti inseriti in graduatoria con riserva della valutazione del requisiti di merito
La borsa di studio sarà erogata in un’unica soluzione entro il 24 luglio 2015.
Art. 9 MODALITÀ DI PAGAMENTO
I vincitori del concorso riceveranno il pagamento della borsa di studio secondo le modalità indicate
tramite l’applicativo “indicazione modalità di pagamento” disponibile nei servizi on-line
personalizzati.
25
CAPITOLO II
I CONTRIBUTI PER LA MOBILITA’
INTERNAZIONALE
Art. 1 DESTINATARI
Gli studenti assegnatari di borsa di studio per l’a.a. 2014/2015 e gli idonei non assegnatari
(compresi gli studenti iscritti ai corsi di dottorato di ricerca), possono beneficiare di
un’integrazione della borsa per la partecipazione a programmi di mobilità internazionale
certificati dalla competente struttura del Politecnico di Milano.
I contributi per la partecipazione a programmi di mobilità internazionale e stage sono concessi per
una sola volta per ciascun corso di studi frequentato
Gli studenti che partecipano ai progetti di doppia laurea attivati dal Politecnico di Milano, pur
trascorrendo all’estero due anni accademici posso richiedere l’integrazione di cui alla presente
norma solo per 1 anno accademico
Art. 2 NUMERO DEI CONTRIBUTI PER LA MOBILITÀ INTERNAZIONALE
Il Politecnico mette a concorso n. 50 contributi per la mobilità internazionale, da ripartire nei
diversi corsi nel modo seguente:
Corsi di studio
Studenti iscritti al PRIMO ANNO dei corsi di laurea
magistrale e dei corsi di dottorato di ricerca
Studenti iscritti agli ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO
di tutti i corsi di studio
Numero Contributi
10
40
N.B. Il numero dei contributi potrà subire variazioni in seguito alle successive determinazioni della
Regione Lombardia. Eventuali modifiche saranno adeguatamente pubblicizzate.
Art. 3 AMMONTARE DEI CONTRIBUTI PER LA MOBILITÀ’ INTERNAZIONALE
Il contributo è di 550 euro al mese per la durata del periodo di permanenza all’estero, sino a
un massimo di 10 mesi.
Dall’importo è comunque dedotto l’ammontare di eventuali altri contributi concessi con i
fondi dell’Unione Europea o di altri soggetti pubblici o privati, oppure a seguito di accordi bilaterali
- anche non comunitari.
26
Gli studenti hanno altresì diritto al rimborso delle spese di viaggio di andata e ritorno fino ad un
importo di euro 150 (per i Paesi europei) e fino ad un importo di euro 500 (per i Paesi
extraeuropei).
Durante tutto il periodo di permanenza all’estero è fatto divieto allo studente di usufruire del
servizio di ristorazione a tariffa agevolata. Tale divieto opera anche nel caso in cui - durante
il periodo di permanenza all’estero - lo studente rientri in Italia per qualsivoglia motivo (es. per
sostenere esami, per le vacanze natalizie ecc).
Resta comunque salvo il diritto dello studente al rimborso della trattenuta mensa in proporzione
alla durata del periodo trascorso all’estero.
Art. 4 TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La domanda va presentata contestualmente alla domanda per l’assegnazione della borsa di
studio.
Il programma di studio all’estero deve essere certificato dalla struttura competente in materia di
scambi internazionali.
Art. 5 TERMINI DI PAGAMENTO
L’integrazione per la partecipazione a programmi di mobilità internazionale ed il rimborso delle
spese di viaggio saranno pagati agli studenti entro il 30 novembre 2015, fatta salva la regolare
chiusura del periodo di mobilità.
Tale termine è da intendersi come ORDINATORIO, e cioè potrebbe subire dei ritardi in ragione
delle procedure da seguire per effettuare il pagamento.
Ai fini del rimborso delle spese di viaggio lo studente deve presentare al Servizio Diritto allo Studio
e Mobilità Internazionale, entro e non oltre 30 giorni dalla cessazione della mobilità, la
documentazione relativa ai titoli di viaggio.
27
CAPITOLO III
I PREMI DI LAUREA
Art. 1 CONDIZIONI GENERALI DI PARTECIPAZIONE
Il premio di laurea è un’integrazione di 1000 euro dell’ultima borsa di studio assegnata allo
studente iscritto ad un corso di laurea magistrale o ad un corso di laurea magistrale a
ciclo unico.
Ai fini dell’assegnazione del beneficio in esame è necessario che concorrano le seguenti
condizioni:

lo studente deve essersi laureato in un numero di anni pari alla durata normale del corso di
laurea magistrale o della laurea a ciclo unico per il quale chiede il premio di laurea. La
“durata normale” va calcolata a partire dall’anno di prima immatricolazione assoluta (per la
nozione di “immatricolazione assoluta” si veda l’art.7, Parte Generale);
In deroga al presente punto, possono fare domanda per l’assegnazione del premio di
laurea anche gli studenti che si iscrivono all’anno accademico 2014/2015 - ai fini
dell’assegnazione dei benefici del Diritto allo Studio – ma che si laureano nell’ultimo
appello dell’anno accademico 2013/2014.


lo studente deve aver beneficiato, per l’anno accademico relativamente al quale chiede il
premio di laurea, della borsa di studio per il diritto allo studio;
lo studente non deve aver già beneficiato del premio di laurea nel corso di tutta la sua
carriera universitaria.
La domanda deve essere presentata tramite apposito servizio presente nei “servizi on line”
personalizzati (Sezione “Agevolazioni e Convenzioni -> Presentazione domanda benefici
per il diritto allo studio”) entro 60 giorni dal conseguimento della laurea.
28
CAPITOLO IV
Il SERVIZIO ABITATIVO A TARIFFA
AGEVOLATA
Art. 1 PREMESSA GENERALE
Il concorso per l’assegnazione del posto alloggio a tariffa agevolata si rivolge agli studenti che
rientrano nella categoria di “studente fuori sede”, secondo la definizione riportata all’art. 4 –
Parte Speciale “Borse di Studio” - del presente Bando.
Art. 2 TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Il termine entro il quale compilare la domanda scade alle ore 12.00 del giorno:
 8 agosto 2014, per gli studenti che si iscrivono agli anni successivi al primo
di tutti i corsi di laurea, ivi compresi gli studenti che si iscrivono agli anni
successivi al primo dei corsi di dottorato e specializzazione;
 3 settembre 2014, per gli studenti che si iscrivono ai primi anni di tutti i
corsi di laurea, ivi compresi gli studenti che si iscrivono al primo anno di
laurea magistrale a partire dal secondo semestre e per gli studenti che si
iscrivono al primo anno dei corsi di dottorato di ricerca e specializzazione.
Art. 3 NUMERO DI POSTI ALLOGGIO A TARIFFA AGEVOLATA
Il Politecnico di Milano mette a disposizione 620 posti alloggio.
I posti alloggio saranno ripartiti fra i diversi corsi di studio nel seguente modo:
RIPARTIZIONE POSTI ALLOGGIO
studenti iscritti al PRIMO ANNO dei corsi di laurea di
primo livello, di laurea magistrale a ciclo unico
studenti iscritti al PRIMO ANNO dei corsi di laurea
magistrale
studenti iscritti al PRIMO ANNO dei corsi di
dottorato di ricerca/specializzazione
studenti iscritti ad ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO di
tutti i corsi di studio
studenti iscritti ad ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO dei
corsi di dottorato di ricerca/specializzazione
29
130
100
10
360
20
Art. 4 CONCESSIONE DEL BENEFICIO
Lo studente può fare richiesta di servizio abitativo a tariffa agevolata:





per un periodo di 8 semestri a partire dall’anno di prima immatricolazione assoluta per gli
iscritti ai corsi di laurea;
per un periodo pari alla durata prevista dagli ordinamenti didattici più due semestri, a
partire dall’anno di prima immatricolazione assoluta per gli iscritti ai corsi di laurea
magistrale a ciclo unico;
per un periodo di 6 semestri a partire dall’anno di prima immatricolazione assoluta per gli
iscritti ai corsi di laurea magistrale;
per un periodo di tempo pari alla durata prevista dai rispettivi ordinamenti didattici a
partire dall’anno di prima immatricolazione per gli iscritti ai corsi di specializzazione ed ai
corsi di dottorato di ricerca;
per un periodo di 9 semestri per i corsi di laurea, di 7 semestri per i corsi di laurea
magistrale e di 15 semestri per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico per gli studenti in
situazione di handicap con invalidità non inferiore al 66%.
Lo studente che intende usufruire del beneficio per i successivi anni accademici è
tenuto a ripresentare la domanda secondo le modalità prescritte nel presente bando di
concorso.
Art. 5 REQUISITI DI MERITO
Fatto salvo quanto previsto dal presente bando in materia di requisiti di merito (vedi la Parte
Generale), gli studenti che, nell’anno accademico 2014/2015:


si iscrivono agli anni successivi al primo dei corsi di laurea, dei corsi di laurea magistrale a
ciclo unico e dei corsi di laurea magistrale;
hanno beneficiato del servizio abitativo nel precedente anno accademico;
beneficiano di una priorità nell’assegnazione del posto alloggio se, entro il 10 agosto 2014,
conseguono il numero di crediti formativi specificato nella tabella che segue, SENZA
UTILIZZARE IL BONUS EVENTUALMENTE MATURATO.
Anno di corso
Corsi di studio
Laurea
Laurea magistrale a ciclo
unico
Laurea magistrale
30
2°
3°
40
90
40
90
40
4°
150
ultimo
anno
150
5°
210
270
90
ATTENZIONE: Gli studenti che nell’anno accademico 2013/2014 si sono immatricolati ai corsi di
laurea magistrale a partire dal secondo semestre beneficiano di una priorità nell’assegnazione del
posto alloggio se entro il 10 agosto 2014 conseguono 29 CFU senza utilizzare il bonus
eventualmente maturato.
N.B. Qualora il Manifesto degli Studi preveda - per lo stesso semestre - un numero massimo di
CFU INFERIORE al numero di crediti richiesti dal presente bando per ottenere
l’assegnazione dei benefici per il secondo anno, è sufficiente che, entro il 10 agosto 2015,
conseguano un numero di crediti corrispondente a quelli (inferiori) previsti dallo stesso Manifesto
degli Studi.
Art. 6 REVOCA DEL BENEFICIO
Gli studenti iscritti al primo anno di tutti i corsi di laurea e assegnatari, per l’a.a. 2014/2015, di
borsa di studio e di alloggio, in caso di revoca della borsa per mancato raggiungimento
dei requisiti di merito sono obbligati a restituire al Politecnico il valore monetario del
posto alloggio di cui hanno usufruito (cfr. Parte Generale, art.7).
L’importo da restituire a titolo di costo dell’alloggio è pari alla quota forfettaria trattenuta dalla
borsa di studio. Tale importo andrà proporzionalmente ridotto nel caso in cui - per le cause
indicate al successivo articolo 10 - lo studente usufruisca del posto alloggio per un numero di mesi
inferiore.
Art. 7 PROCEDURE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE
Le procedure per la formazione delle graduatorie in materia di assegnazione dei posti alloggio a
tariffa agevolata corrispondono a quelle previste per l’assegnazione delle borse di studio.
Gli studenti in situazione di handicap con invalidità pari o superiore al 66% hanno priorità rispetto
agli altri studenti.
Analogamente a quanto previsto nel bando di concorso relativo all’assegnazione della borsa di
studio, gli studenti che si iscrivono al primo anno dei corsi di laurea magistrale a partire dal
secondo semestre, ivi compresi gli studenti iscritti a corsi singoli per l’acquisizione delle
integrazioni curriculari, sono collocati alla fine delle graduatorie di idoneità “con riserva”.
La riserva sarà sciolta al momento del perfezionamento dell’iscrizione e
in ogni caso lo studente avrà diritto all’assegnazione dell’alloggio solo a
fronte di disponibilità di alloggi riservati per il diritto allo studio.
Gli studenti che si iscrivono ai corsi singoli per l’acquisizione delle integrazioni curriculari, in attesa
di potersi iscrivere al primo anno dei corsi di laurea magistrale, accedono alle residenze solo dopo
31
aver esaurito le graduatorie degli aventi diritto. In tal caso gli studenti dovranno pagare il posto
alloggio alla tariffa speciale di euro 350,00 mensili. Qualora nel corso dell’anno maturino il diritto
alla borsa di studio, l’importo della trattenuta alloggio sarà pari a 5/11 della trattenuta annua
Gli studenti inseriti in graduatoria con “riserva di valutazione del merito” perché in attesa di
riconoscimento di CFU da parte del Consiglio del Corso di studio, accedono alle residenze dopo il
riconoscimento ufficiale dei CFU, qualora la loro posizione in graduatoria consenta l’assegnazione
del beneficio. In caso di ammissione anticipata, gli studenti dovranno pagare la tariffa speciale di
euro 350,00 mensili. In caso di assegnazione della borsa di studio, la trattenuta alloggio terrà
conto della data di maturazione del diritto.
Art. 8 PUBBLICAZIONE DELLE GRADUATORIE E RICORSI
Lo studente potrà prendere visione della sua posizione nella graduatoria collegandosi ai servizi
on-line personalizzati.
Anni successivi al primo
Gli studenti (iscritti agli anni successivi al primo di tutti i corsi di studio - ivi compresi gli studenti
iscritti agli anni successivi al primo dei corsi di dottorato e di specializzazione) potranno prendere
visione della loro posizione nella graduatoria provvisoria collegandosi ai servizi on-line
personalizzati dal 20 agosto 2014.
Eventuali ricorsi dovranno essere presentati al Servizio Diritto allo Studio e Mobilità Internazionale
entro e non oltre il 24 agosto 2014.
I ricorsi dovranno essere presentati utilizzando esclusivamente l’apposito link “presenta ricorso”
disponibile sulla pagina in cui è pubblicata la graduatoria provvisoria. Gli studenti dovranno
allegare al ricorso tutti i documenti indispensabili a prova delle affermazioni contenute nello stesso
ricorso. I documenti dovranno essere in formato pdf e di dimensione non superiore a 5 MB.
I ricorsi presentati oltre i termini o in forme diverse da quelle prescritte dal presente bando
saranno considerati inammissibili.
Lo studente avrà conoscenza dell’esito del ricorso solo con la pubblicazione delle
graduatorie definitive.
Una volta concluso l’esame dei ricorsi, gli studenti potranno prendere visione della loro posizione
nella graduatoria definitiva collegandosi ai servizi on-line personalizzati dal 27 agosto 2014.
I ricorsi verso la decisione definitiva dovranno essere presentati agli organismi competenti nei
termini e secondo le formalità previste dalla normativa vigente.
Primi anni
Gli studenti iscritti al primo anno di tutti i corsi di studio, ivi compresi gli studenti iscritti al primo
anno dei corsi di dottorato di ricerca e specializzazione potranno prendere visione della loro
posizione nella graduatoria provvisoria collegandosi ai servizi on-line personalizzati dal 23
settembre 2014.
32
Eventuali ricorsi dovranno essere presentati al Servizio Diritto allo Studio e Mobilità Internazionale
entro e non oltre il 25 settembre 2014.
I ricorsi dovranno essere presentati utilizzando esclusivamente l’apposito link “presenta ricorso”
disponibile sulla pagina in cui è pubblicata la graduatoria provvisoria. Gli studenti dovranno
allegare al ricorso tutti i documenti indispensabili a prova delle affermazioni contenute nello stesso
ricorso. I documenti dovranno essere in formato pdf e di dimensione non superiore a 5 MB.
I ricorsi presentati oltre i termini o in forme diverse da quelle prescritte dal presente bando
saranno considerati inammissibili.
Lo studente avrà conoscenza dell’esito del ricorso solo con la pubblicazione delle
graduatorie definitive.
Una volta concluso l’esame dei ricorsi da parte dell’amministrazione competente, lo studente potrà
prendere visione della sua posizione nella graduatoria definitiva collegandosi ai servizi on-line
personalizzati a partire dal 29 settembre 2014.
I ricorsi verso la graduatoria definitiva devono essere presentati agli organismi competenti nei
termini e secondo le formalità previste dalla normativa vigente.
Art. 9 ASSEGNAZIONE DEL POSTO ALLOGGIO
Gli studenti vincitori del concorso, iscritti ad anni successivi al primo di tutti i corsi di studio hanno
diritto a fruire del posto alloggio loro assegnato a decorrere dal 1 settembre 2014 e fino al 31
luglio 2015.
Gli studenti vincitori del concorso, iscritti al primo anno di tutti i corsi di studio, hanno diritto a
fruire del posto alloggio loro assegnato a decorrere dall’inizio dei corsi (come specificati nel
Calendario Accademico) – previa verifica dell’effettiva iscrizione - e fino al 31 luglio 2015.
L’assegnazione del posto alloggio è garantita agli aventi diritto sino a esaurimento
delle disponibilità.
L’assegnazione dei posti alloggio a tariffa agevolata è ripartita fra gli studenti iscritti al primo
anno di tutti i corsi di studio attivati dal Politecnico nel modo seguente4:


67% per gli studenti provenienti dai Paesi UE;
33% per gli studenti provenienti da Paesi non appartenenti all’UE.
Lo studente sarà considerato RINUNCIATARIO se non formalizza l’accettazione dell’alloggio
assegnato entro 3 giorni dalla comunicazione dell’assegnazione. In tale caso il posto alloggio
sarà automaticamente assegnato agli studenti che seguono in graduatoria.
4
Si veda il Decreto del Direttore Generale della Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro del 13 novembre
2002, n. 21650
33
L’assegnazione della residenza è effettuata – tenendo conto dei posti disponibili - sulla base della
preferenza espressa dallo studente nonché del suo merito scolastico e della sede del corso
frequentato.
Agli studenti vincitori del concorso sarà assegnato un posto in camera doppia. Compatibilmente
con la disponibilità dei posti, gli studenti iscritti ai corsi di dottorato di ricerca e specializzazione e
ai corsi di laurea magistrale, potrà essere assegnato un posto alloggio in camera singola.
Gli studenti che, in attesa di conseguire la laurea di primo livello nel mese di settembre,
fanno richiesta di posto alloggio come studenti iscritti al primo anno dei corsi di laurea magistrale,
durante il mese di settembre - in attesa del perfezionamento dell’iscrizione al corso di laurea
magistrale - potranno usufruire, a pagamento, di un posto alloggio che sarà scelto dall’Area
Servizi Residenziali. La tariffa applicata è pari a


euro 350,00 per l’intero mese di settembre o per un periodo superiore ai 15 giorni;
euro 175,00 per periodi inferiori ai 15 giorni.
ATTENZIONE: Gli
[email protected]
studenti
interessati
devono
inviare
richiesta
scritta
all’indirizzo
La retta non sarà rimborsata
Gli studenti beneficiari di alloggio a tariffa agevolata devono liberare il posto alloggio
loro assegnato entro le ore 10,00 del 31 luglio 2015.
Il Politecnico di Milano si impegna a mettere a disposizione idonei spazi per la custodia dei loro
effetti personali.
Il Politecnico di Milano si impegna a fornire una soluzione abitativa adeguata agli studenti
impossibilitati a ritornare nel Paese di origine nel mese di agosto che ne faranno richiesta. In tal
caso, il costo del servizio è a carico dello studente richiedente.
Art. 10 COSTO DEL POSTO ALLOGGIO
Studenti beneficiari della borsa di studio
Agli studenti beneficiari della borsa di studio, verrà effettuata una trattenuta sulla borsa di studio
quale quota forfettaria del costo del posto alloggio dalla data di assegnazione (di cui alla
precedente paragrafo) al 31 luglio 2015.
L’esatto ammontare della trattenuta sarà determinato dalla Regione Lombardia con apposita
deliberazione. Non appena disponibili gli importi, verrà pubblicata un’apposita integrazione al
presente
bando
sul
sito
http://www.polimi.it/studenti/agevolazionieconomiche/diritto-allo-studio-universitario-bando/
34
La trattenuta sarà proporzionalmente diminuita nel caso in cui lo studente
usufruisca del posto alloggio per un numero di mesi inferiore a causa:
 della partecipazione a programmi di mobilità internazionale;
 dell’assegnazione del posto alloggio in date successive a quelle sopra specificate;
 di circostanze eccezionali ed imprevedibili non dipendenti dalla sua volontà e
debitamente comprovate.
Il conguaglio verrà effettuato con il pagamento della seconda rata della borsa.
Studenti beneficiari di borsa di studio semestrale
Gli studenti beneficiari di borsa di studio semestrale possono fruire del posto alloggio loro
assegnato sino al 31 luglio 2015. A partire dal 16 febbraio 2015 pagheranno una tariffa
mensile pari all’1/11 della trattenuta praticata agli studenti beneficiari di borsa di studio.
Studenti “idonei” non beneficiari della borsa di studio
Gli studenti vincitori di un posto alloggio a tariffa agevolata che non dovessero beneficiare di una
borsa di studio devono pagare una retta mensile pari all’1/11 della trattenuta praticata agli
studenti beneficiari di borsa di studio.
Studenti assegnatari di borsa di studio ed idonei non assegnatari di posto alloggio a
tariffa agevolata
Gli studenti assegnatari della borsa di studio ma idonei non assegnatari di un posto alloggio a
tariffa agevolata devono pagare la retta mensile corrispondente alla tariffa piena.
Art. 11 OBBLIGHI DEGLI STUDENTI AMMESSI ALLE RESIDENZE
Gli studenti assegnatari di un posto alloggio devono:


versare al Politecnico di Milano la somma di euro 400 a titolo di cauzione;
sottoscrivere, per accettazione, la lettera di ammissione al posto alloggio.
Art. 12 DECADENZA DAL DIRITTO
Lo studente assegnatario di posto alloggio decade dal beneficio nel caso di:





trasferimento ad altra università;
rinuncia agli studi;
applicazione di sanzioni disciplinari previste dal Regolamento delle Residenze del
Politecnico di Milano;
mancato pagamento della retta per due mesi continuativi;
conseguimento della laurea e mancata iscrizione ad un corso di studio di livello superiore.
In tal caso lo studente deve lasciare definitivamente il posto letto entro i 7 giorni successivi
35
al conseguimento della laurea. A fronte di disponibilità di posti, lo studente che presenti
richiesta motivata può usufruire del posto alloggio a tariffa intera fino al 31 luglio 2015.
36
CAPITOLO V
IL SERVIZIO DI RISTORAZIONE A
TARIFFA AGEVOLATA
Art. 1 DESTINATARI
Hanno diritto di usufruire del servizio di ristorazione tutti gli studenti ASSEGNATARI e tutti gli
studenti IDONEI NON ASSEGNATARI di borsa di studio per l’anno accademico 2014/2015,
secondo le modalità specificate all’art. 3 che segue.
Ai sensi dell’art. 9, comma 5, del D.P.C.M. 9 aprile 2001 a tali studenti verrà effettuata una
trattenuta forfettaria sull’importo della borsa di studio.
L’importo della trattenuta sarà successivamente determinato dalla Regione Lombardia con
apposita
deliberazione.
Verrà
pertanto
pubblicata
sul
sito
http://www.polimi.it/studenti/agevolazioni-economiche/diritto-allo-studiouniversitario-bando/ un’apposita integrazione al presente bando.
ATTENZIONE: In caso di mancato utilizzo del servizio di ristorazione lo studente non avrà diritto
ad alcun rimborso, salvo il caso in cui lo studente prenda parte a programmi di mobilità
internazionale non inferiore a 3 mesi. In tal caso il rimborso della trattenuta mensa sarà
proporzionale alla durata del periodo trascorso all’estero debitamente documentato. La richiesta
dovrà essere presentata entro 30 giorni dal rientro.
ATTENZIONE: durante tutto il periodo di permanenza all’estero è fatto divieto di usufruire del
servizio di ristorazione a tariffa agevolata. Tale divieto opera anche nel caso in cui - durante il
periodo di permanenza all’estero - lo studente rientri in Italia per qualsivoglia motivo (es. per
sostenere esami, per le vacanze natalizie ecc).
Art. 2 DURATA DEL SERVIZIO
Per tutti gli studenti iscritti ai primi anni dei corsi di laurea, di laurea magistrale a ciclo
unico e di laurea magistrale, nonché per tutti gli studenti iscritti ai corsi di dottorato di
ricerca il servizio di ristorazione sarà attivo dal 17 novembre 2014 al 16 novembre 2015.
Per tutti gli studenti iscritti agli anni successivi di tutti i corsi di laurea, di laurea
magistrale a ciclo unico e di laurea magistrale, il servizio di ristorazione sarà attivo dal 1
dicembre 2014 al 30 novembre 2015. Per gli studenti che percepiscono una borsa di studio
semestrale il servizio sarà attivo fino al 15 maggio 2015.
37
Per gli studenti iscritti agli anni successivi dei corsi di dottorato di ricerca il servizio di
ristorazione sarà attivo dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2015.
Il servizio di ristorazione sarà sospeso per tutto il mese di agosto 2015.
Art. 3 IMPORTO DEL BUONO PASTO E MODALITA’ DI UTILIZZO
I buoni pasto devono essere utilizzati nell’arco della giornata. Se non utilizzati non
possono essere cumulati con quelli utilizzati nei giorni successivi
IMPORTI:
A) Studenti ASSEGNATARI di borsa di studio
B) Studenti IDONEI NON ASSEGNATARI di borsa di studio iscritti agli ANNI
SUCCESSIVI AL PRIMO dei corsi di studio
Studenti Fuori Sede
Hanno diritto ad un pasto al giorno dal Lunedì alla Domenica.
Il valore giornaliero del buono pasto è di euro 5,00.
Studenti in Sede e Pendolari
Hanno diritto ad un pasto al giorno dal Lunedì al Venerdì.
Il valore giornaliero del buono pasto è pari ad euro 4,50.
C) Studenti IDONEI NON ASSEGNATARI di borsa di studio iscritti ai PRIMI ANNI dei
corsi di studio
Studenti Fuori Sede
Hanno diritto ad un pasto al giorno dal Lunedì alla Domenica.
Il valore giornaliero del buono pasto è pari ad euro 3,00.
Studenti in Sede e Pendolari
Hanno diritto ad un pasto al giorno dal Lunedì al Venerdì.
Il valore giornaliero del buono pasto è pari ad euro 3,00.
Le modalità operative per l’attivazione del servizio e il rilascio della card elettronica saranno
comunicate con apposita informazione inviata all’indirizzo di posta elettronica istituzionale.
38
Art. 4 UTILIZZO DELLA CARD ELETTRONICA
La card elettronica è STRETTAMENTE PERSONALE, non cedibile a terzi e non può
essere convertita in denaro.
La Card Elettronica va restituita al Servizio Diritto allo Studio in tutti i casi in cui lo studente cessa
di essere uno studente attivo del Politecnico di Milano (es. a seguito del conseguimento della
laurea).La restituzione va effettuata entro il termine perentorio di 10 giorni dall’evento che
determina la cessazione dello status di studente.
Smarrimento - Furto
In caso di smarrimento o di furto della card elettronica lo studente dovrà presentare entro 5
giorni dall’avvenuta conoscenza dell’evento una denuncia scritta e sottoscritta al
Servizio Diritto allo Studio e Mobilità Internazionale a mezzo fax (02,23994468) o e mail
([email protected]) oppure recandosi personalmente presso gli uffici competenti durante
gli orari di sportello.
Tutti i pasti fruiti tra la data dello smarrimento o del furto e la data di segnalazione
dello stesso, verranno addebitati al titolare della Card Elettronica.
Utilizzo “Improprio” della Card Elettronica
In caso di utilizzo “improprio” della card Elettronica al trasgressore verranno comminate sanzioni
proporzionate alla gravità delle infrazioni commesse, oltre all’addebito del costo effettivo di
tutti pasti consumati irregolarmente.
In via esemplificativa e non esaustiva costituiscono condizioni di “uso improprio” della card
elettronica i seguenti casi:





possesso e/o utilizzo di un numero di card elettronica superiore a uno;
cessione della propria card elettronica a terzi;
rifiuto di esibire o consegnare la card elettronica e/o un documento di identità ai
funzionari dell’Ateneo, o a personale appositamente incaricato, o ai ristoratori che ne
facciano richiesta;
mancata segnalazione al Servizio Diritto allo Studio e Mobilità Internazionale dell’avvenuto
furto o smarrimento della card elettronica;
mancata restituzione della Card in tutti i casi in cui lo studente cessa di essere uno
“studente attivo” del Politecnico di Milano.
Art. 5 SERVIZIO DI RISTORAZIONE PER TUTTI GLI ALTRI STUDENTI
Tutti gli altri studenti (iscritti al Politecnico non assegnatari di borsa di studio, studenti in mobilità
Internazionale, studenti iscritti ai corsi singoli, ecc. ecc.) avranno la facoltà di avvalersi del servizio
di ristorazione a prezzi calmierati presso gli esercizi situati all’interno delle varie sedi dell’Ateneo.
39
Informativa sull’uso dei dati personali e sui diritti del dichiarante
(art. 13 Legge n. 196/2003)
1. I dati forniti dallo studente verranno trattati con il fine di accertare la
situazione economica del nucleo familiare, i requisiti di accesso al beneficio e la
determinazione dello stesso, secondo i criteri di cui al presente bando e per ogni
altro fine previsto dalla legge.
2. I dati forniti dallo studente potranno, inoltre, essere trattati con il fine di
elaborare informazioni di carattere statistico.
3. Il trattamento sarà effettuato con l’utilizzo di supporti informatici ed archivi
cartacei, idonei a garantire la massima sicurezza e riservatezza, nel rispetto della
normativa vigente e secondo le finalità e modalità illustrate nella presente
informativa.
4. Il conferimento dei dati, per le finalità di cui al punto 1 è obbligatorio e
l’eventuale rifiuto di fornirli comporta l’inammissibilità della domanda presentata
dallo studente e l’immediata esclusione dal procedimento per l’assegnazione del
beneficio. Il conferimento dei dati per le finalità di cui al punto 2 è facoltativo e
l’eventuale rifiuto di fornire i dati non comporta alcuna conseguenza
5. I dati non saranno oggetto di diffusione, né di comunicazione a soggetti
privati, salvo che ciò sia imposto da una norma di legge o di regolamento.
6. I dati possono essere comunicati ad altri enti pubblici, ivi compresi il Ministero
delle Finanze e la Guardia di Finanza, qualora ciò sia previsto da una norma di
legge o regolamento, o in mancanza, qualora la comunicazione sia necessaria per
lo svolgimento delle funzioni istituzionali dell’ente.
7. Ai sensi degli artt. 20, 21, 68, 73, comma 2, 95 del D.lgs n. 196/2003, il
trattamento potrebbe riguardare anche dati personali rientranti nel novero dei
dati sensibili, quali, ad esempio, i dati idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica
dello studente, nonché i dati idonei a rivelare il suo stato di salute.
8. Il trattamento di tali dati sensibili sarà effettuato secondo le modalità volte a
prevenire le violazioni dei diritti, delle libertà fondamentali e della dignità
dell’interessato e, comunque, in modo non eccedente rispetto alle finalità per le
quali sono stati raccolti. Il trattamento sarà effettuato con l’utilizzo di supporti
informatici ed archivi cartacei, idonei a garantire la massima sicurezza e
riservatezza, nel rispetto della normativa sopra richiamata e secondo le finalità
illustrate nella presente informativa.
9. I dati sensibili non saranno oggetto di diffusione.
40
10. Il Titolare del trattamento è il Politecnico di Milano.
11. Il Responsabile del trattamento è il Servizio Diritto allo Studio e Mobilità
Internazionale del Politecnico di Milano con sede in Milano, via Golgi n. 42.
12. I dati personali saranno trattati, oltre che dal Titolare e dal Responsabile,
anche dai soggetti Incaricati del trattamento ovvero dai dipendenti del Politecnico
appositamente designati dal Titolare/Responsabile. Agli Incaricati verranno
impartite specifiche istruzioni affinché dati siano trattati conformemente alla
normativa in materia di tutela dei dati personali con particolare riferimento agli
aspetti relativi alla sicurezza.
13. In ogni momento l’Interessato potrà esercitare i Suoi diritti nei confronti del
Titolare del trattamento, ai sensi e per gli effetti dell’art. 7 del D. Lgs. n.
196/2003.
Gli aggiornamenti, le rettifiche, le integrazioni e le cancellazioni richieste
dall’interessato avranno effetto sulla graduatoria solo se effettuate entro la data
di scadenza per la presentazione dei ricorsi contro le graduatorie provvisorie
inerenti i vari benefici a concorso.
Con la presentazione della domanda per l’assegnazione del beneficio lo studente
dichiara di avere preso visione e letto in ogni sua parte la sopraestesa
informativa di cui all’art. 13 del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 e di prestare il
suo consenso al trattamento dei dati personali, anche sensibili, per le finalità e
con le modalità indicate nella suddetta informativa.
41
ALLEGATO A
Comuni classificati di area urbana
Comune capoluogo
Como
Cernobbio, Manslianico, S.Fermo della Battaglia,
Montano Lucino, Grandate, Casnate, Lipomo,
Tavernerio, Capiago Intimiano, Brunate e Senna
Comasco.
Cremona
Bonemerse, Castelverde, Gadesco Pieve Delmona,
Persico Dosimo, Sesto Cremonese, Spinadesco.
Lecco
Calolziocorte, Civate, Garlate, Malgrate, Olginate,
Pescate, Valgreghentino, Valmadrera, Bellagio,
Erba e Vercurago.
APPENDICI: Ballabio, Carenno, Erve, Galbiate,
Monte Marenzio, Oliveto Lario e Torre De Busi.
Mantova
Milano
42
Area Urbana
Marmirolo, Porto Mantovano, Virgilio, Curtatone
e San Giorgio.
Cinisello Balsamo, Sesto San Giovanni, Cologno
Monzese, Vimodrone, Segrate, Pioltello, Peschiera
Borromeo, S.Giuliano, S.Donato M.se, Locate
Triulzi, Opera, Pieve Emanuele, Basiglio, Rozzano,
Assago, Buccinasco, Corsico, Trezzano sul Naviglio,
Cesano Boscone, Cusago, Bareggio, Settimo M.se,
Cornaredo, Pero, Rho, Arese, Bollate,
Novate M.se, Cormano, Cusano M.no, Bresso.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
3
File Size
260 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content