close

Enter

Log in using OpenID

deliberazione del consiglio comunale

embedDownload
Copia Conforme
COMUNE DI VERGIATE
(Provincia di Varese)
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
N. 20 DEL 11/06/2014
OGGETTO:
ESAME ED APPROVAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2014, DEL
BILANCIO PLURIENNALE 2014/2016, D.U.P. (DOCUMENTO UNICO
PROGRAMMAZIONE) ( D.L. 118/2011).
L’anno 2014, addì 11 del mese di Giugno alle ore 21.00, presso la Sala Consiliare Comunale,
previa notifica degli inviti personali, avvenuta nei modi e termini di legge, si è riunito il Consiglio
Comunale in sessione Ordinaria ed in seduta pubblica di prima convocazione.
I consiglieri presenti risultano dal seguente prospetto:
N. Nominativo
1 LEORATO Maurizio
2 PACCINI Cristina
3 PARRINO Daniele
4 PASTORELLO Ivan Riccardo
5 GENTILE Stefania
6 DELLA FERRERA Gisella
7 POROTTI Massimiliano
8 TAMBORINI Giampietro
9 CREPALDI Luca
10 MAFFIOLI Alessandro
11 BUSO Maurizio
12 VIGANO' Maurizio
13 BASSI Beatrice
Presenti n.13 (tredici)
Presenza
PRESENTE
PRESENTE
PRESENTE
PRESENTE
PRESENTE
PRESENTE
PRESENTE
PRESENTE
PRESENTE
PRESENTE
PRESENTE
PRESENTE
PRESENTE
Assenti n. 0 (zero)
Partecipa il Segretario comunale AVV. GIOVANNI CURABA
Risulta presente l’Assessore esterno sig. Giuseppe Intrieri
Il Consigliere DELLA FERRERA Gisella, assunta la Presidenza e constatata la legalità
dell’adunanza, dichiara aperta la seduta e pone in discussione la seguente pratica segnata all’ordine
del giorno :
OGGETTO: ESAME ED APPROVAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2014, DEL
BILANCIO PLURIENNALE 2014/2016, D.U.P. (DOCUMENTO UNICO
PROGRAMMAZIONE) ( D.L. 118/2011).
Il Presidente del Consiglio Comunale, Sig.ra Gisella Della Ferrera, dichiarata aperta la
discussione sulla proposta di deliberazione avente ad oggetto “Esame ed approvazione
del Bilancio di previsione 2014, del Bilancio pluriennale 2014/2016, D.U.P. (Documento
Unico Programmazione) ( D.L. 118/2011)”, invita l’Assessore al Bilancio, Sig. Massimiliano
Porotti, a spiegare l’argomento posto al n. 8 dell’ordine del giorno.
L’assessore al Bilancio – dopo aver precisato che non sono pervenuti entro il 3 giugno
2014 emendamenti all’approvando Bilancio – chiarisce a) le principali caratteristiche del
nuovo Bilancio armonizzato, che lo contraddistinguono rispetto al classico Bilancio; b) si
sofferma sui contenuti del D.U.P, che di fatto sostituisce la Relazione previsionale e
programmatica ed il Piano Generale di sviluppo; c) presenta i principali dati contabili con
particolare riguardo alle spese correnti; alle spese per investimenti e alle entrate tributarie;
d) si sofferma sui contenuti della missione n. 20; e) spiega i criteri da utilizzare ai fini del
calcolo del rispetto del Patto di stabilità.
Conclusa la spiegazione a cura dell’Assessore al Bilancio chiede ed ottiene la parola il
Consigliere Comunale, Avv. Alessandro Maffioli, il quale chiede chiarimenti in ordine alle
missioni nn. 3 e 10, rubricate rispettivamente “Ordine pubblico e sicurezza” e “Trasporti e
diritto alla mobilità”.
Seguono chiarimenti a cura del Responsabile del Servizio Economico-Finanziario.
Concluso l’intervento del Rag. Alfonso Francese, segue la dichiarazione di voto del
Consigliere Comunale, Avv. Alessandro Maffioli: “apprezziamo il lavoro svolto dagli Uffici
per passare dal Bilancio classico al nuovo Bilancio armonizzato, che sicuramente è più
chiaro e leggibile di quello di prima. Tuttavia è evidente che per come è impostato, il
Bilancio finirà per avere effetti sulle famiglie, chiamate a pagare di più. Noi avremo
auspicato un’applicazione più bassa delle tariffe. Riteniamo che il modo con il quale
vengono reperite le risorse rappresenti una politica completamente sbagliata : non si può
aumentare la tassazione per garantire i servizi minimi. E’ un bilancio conservativo,
abbiamo assistito in questi ultimi due/tre anni sia ad un costante progressivo aumento
della pressione fiscale a livello statale sia ad un blocco degli investimenti sul territorio di
Vergiate ed in altri Comuni. Per queste motivazioni noi voteremo contro il Bilancio di
previsione”.
Segue intervento del Vice Sindaco, Dott. Daniele Parrino “mi trovo d’accordo sulle
considerazioni che hai fatto in ordine alla pressione fiscale, che la legislazione nazionale
ha finito per accentuare negli ultimi anni, tuttavia non comprendo la conclusione finale
alla quale arrivi. Da un lato, dai ragione a noi, che dobbiamo barcamenarci in una
situazione nazionale complessa, dall’altro lato concludi che voterai contro”.
Segue intervento del Consigliere Comunale, Avv. Alessandro Maffioli : “per esempio si
potevano fare scelte diverse – meno pesanti – in ordine all’applicazione delle aliquote
TASI” e ciò a differenza di quanto è stato fatto da altri Comuni.
Segue intervento del Vice Sindaco, Dott. Daniele Parrino: “ricordo che l’unico momento
storico in cui si è registrato un aumento della tassazione locale è stato nel 2006, quando
l’IRPEF è passata dallo 0,4 allo 0,8”.
Segue intervento del Consigliere Comunale, Avv. Alessandro Maffioli : “È vero che
all’epoca noi abbiamo aumentato l’IRPEF, però è anche vero che abbiamo ridotto l’IMU.
C’è una bella differenza tra l’IRPEF e l’IMU. L’IRPEF è un’imposta progressiva sul reddito
mentre l’IMU sulla prima casa è pagata da tutti i cittadini”.
Segue intervento del Sindaco: “rettifico che l’anno è il 2007. Faccio una dichiarazione di
voto. Ovviamente noi voteremo a favore: abbiamo una maggioranza unita e siamo
coscienti delle scelte che portiamo avanti sempre. Innanzitutto, ringrazio gli Uffici
Comunali per aver accolto la proposta dell’Amministrazione in carica relativa al
passaggio al nuovo sistema del Bilancio armonizzato”.
Successivamente, il Sindaco, Sig. Maurizio Leorato, chiarisce che è impossibile
paragonare un Comune con un altro, dal momento che sono diversi i contesti sociali ed
economici: così ad esempio, rispetto al 2006, il Comune di Vergiate aveva entrate diverse
e possibilità diverse di ricevere trasferimenti dallo Stato.
Il Sindaco precisa che l’Amministrazione Comunale - che lo stesso rappresenta - in
questi tre anni di mandato ha fatto delle scelte: 1) ha ottimizzato le risorse a propria
disposizione, evitando, ad esempio, lo spreco di carta o ancora ricorrendo al mercato on
line; 2) ha deciso di non ridurre i servizi primari; 3) ha scelto di non ridurre le spese per i
servizi sociali, in considerazione del fatto che, purtroppo, ogni giorno cresce il numero
delle famiglie che vengono a trovarsi in serie difficoltà economiche; 4) ha deciso di
realizzare opere pubbliche solo se e quando il Comune ha constatato di essere nelle reali
condizioni di poter pagare le stesse opere; e ciò anche a costo di dire “no” alle richieste
presentate dalla Comunità locale.
Concluso l’intervento del Sindaco, Sig. Maurizio Leorato, non si registrano richieste di
intervento da parte dei Consiglieri Comunali presenti; pertanto, il Presidente del Consiglio
dichiara aperta la votazione:
IL CONSIGLIO COMUNALE
Premesso che in data 29 Aprile è stato pubblicato il decreto del Ministro dell’interno che
differisce al 31 luglio 2014 il termine per l’approvazione del bilancio di previsione
2014/2016;
Considerato che con delibera G.C. n. 79 del 24 settembre 2013 il Comune di Vergiate ha
deliberato di partecipare alla sperimentazione di cui al D.Lgs. n. 118/2011 per l’anno
2014;
Dato atto il Comune di Vergiate con decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze
del 15 novembre è stato ammesso per l’anno 2014 alla sperimentazione di cui all’art. 36
del D.lgs. 23.6.2011 n. 118, come integrato e modificato dal comma 2 dell’articolo 9 del
DL. 102 del 31 agosto 2013, convertito con modificazioni dalla L. 124 del 28 ottobre 2013;
Visto che il nuovo sistema è operativo del 1 gennaio 2014 e che si è provveduto alla
conversione degli stanziamenti del 2 anno del bilancio pluriennale 2013/2015 come
previsto dai nuovi principi contabili;
Precisato che il bilancio previsionale 2014 – 2016 viene redatto secondo i nuovi principi
contabili di cui al D.Lgs 118/2011, applicati ai sensi del DPCM 28.12.2011;
Precisato che per il 2014 si applica inoltre il nuovo principio contabile della
programmazione, che introduce il nuovo Documento Unico di Programmazione in
sostituzione della Relazione Previsionale e Programmatica e si prevede un Bilancio
triennale unico, in sostituzione del bilancio annuale e pluriennale;
Visti:
- il paragrafo 8 dell’all. 2 versione 2014 del DPCM Sperimentazione Principio contabile
applicato concernente la contabilità finanziaria su esercizio provvisorio e gestione
provvisoria;
- l’art. 187 c.3 del T.U. n. 267/2000 “Avanzo di amministrazione“;
- l’art. 166 che definisce le modalità di calcolo del Fondo di riserva;
- la Legge n° 147 del 27/12/2013 pubblicata sulla GU del 27/12/2013 suppl. ordinario n°87
“Disposizione per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge
di stabilità 2014);
- Il Decreto Ministeriale del 29 aprile 2014 che proroga ulteriormente l’approvazione del
bilancio di previsione dal 30 Aprile 2014 al 31 luglio 2014;
- il D.L. 174 del 10 Ottobre 2012 e provvedimenti collegati relativo ai controlli;
- il D.L. n. 95 del 6-7-2012 recante “Disposizioni urgenti per la revisione della spesa
pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini nonché misure di rafforzamento patrimoniale
delle imprese del settore bancario”, pubblicato nella G.U. 6 luglio 2012, n. 156, S.O.
(spending review);
- art. 1, comma 557 della Legge n. 296/2006, cosi come modificato dalla L.122/2010 in
materia di personale;
- la Legge 122 del 30 Luglio 2010 recante “Conversione in legge con modificazione del
decreto legge 31 maggio 2010 n° 78 recante misure urgenti in materia di stabilizzazione
finanziaria e di competitività economica - limiti di spesa;
- il D.L. n. 16/2014 di approvazione di disposizioni urgenti in materia di finanza locale;
Vista la deliberazione della Giunta Comunale n. 82 dell'8.10.2013, esecutiva ai sensi di
legge, avente ad oggetto: “Adozione del Programma Triennale dei Lavori Pubblici 20142016 e dell'elenco annuale 2014 dei Lavori Pubblici ai sensi dell'art. 128 del Decreto
Legislativo n. 163 del 12/04/2006”;
Vista la Deliberazione della Giunta Comunale n. 49 del 20/05/2014 avente per oggetto
“Approvazione dello Schema di Bilancio Triennale 2014-2016, del Documento Unico di
Programmazione (DUP) 2014/2016”;
Vista la Deliberazione del Consiglio comunale n.12 del 20/05/2014 avente ad oggetto:
“BILANCIO DI PREVISIONE 2014, BILANCIO PLURIENNALE 2014/2016, (D.L.118/2011)
PRESENTAZIONE”;
Dato atto che tra gli allegati al bilancio sono compresi quelli previsti dal D.L. 112 del
25/06/2008 convertito nella Legge 133/2008 e successive modificazioni ed in particolare:
- il Rendiconto dell'esercizio 2013, esecutivo ai sensi di legge, approvato con
Deliberazione consiliare n. 9 del 20.05.2014, dal quale si evince che l'Ente non risulta
essere strutturalmente deficitario ai sensi dell'art. 228, comma 5 del T.U.E.L. (D.lgs
267/2000);
- la Deliberazione consiliare n.19 adottata nella seduta odierna, recante il limite di spesa
per gli incarichi di collaborazione a soggetti esterni (art.9 comma 28 del D.L. n. 78/2010);
- non essendo previste vendite di proprieta’ immobiliari non è stato redatto il Piano delle
alienazioni e valorizzazioni immobiliari (D.L.112/2008 art. 58, comma 1);
Dato atto, altresì, che il Bilancio di Previsione annuale e pluriennale prevede entrate e
uscite in termini di competenza mista in misura tale da consentire il raggiungimento
dell'obiettivo programmatico del Patto di stabilità interno determinato per ciascun anno;
Visti gli elaborati predisposti dall’Area Finanziaria sulla base degli indirizzi politicoprogrammatici indicati dalla Giunta comunale e sulla base delle normative vigenti, relativi
a:
- Bilancio di Previsione 2014-2016 secondo gli schemi del bilancio armonizzato ai sensi
del D.Lgs 118/2011 e schemi sperimentali ex DPCM 28.12.2011 (aggiornati al 2014);
- Documento Unico di programmazione 2014/2016;
- Il Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2014-2016;
Visto l'art. 1, comma 557 della Legge n. 296/2006, cosi come modificato dalla
L.122/2010, in base al quale gli enti sottoposti al patto di stabilita’ assicurano la riduzione
delle spese di personale, al lordo degli oneri riflessi, con la sola esclusione degli oneri
relativi ai rinnovi contrattuali;
Preso atto che le previsioni di spesa di personale 2014, risultano inferiori a quelle relative
al Bilancio 2013 assestato;
Visto l'art. 4, comma 102 della Legge n. 183/2011 che aggiunge gli Enti Locali tra gli Enti
che devono rispettare le disposizioni di cui all'art. 9, comma 28 della Legge n.122/2010 in
merito al vincolo del 50% della spesa sostenuta nell'anno 2009 per assunzioni di
personale a tempo determinato, con contratti di collaborazione coordinata e continuativa,
contratti di formazione e lavoro, somministrazione di lavoro e lavoro accessorio;
Visto l’art. 9, comma 8, della Legge 124/2013 che aggiunge all’art. 9, comma 28, della
Legge 122/2010, l’innalzamento del predetto vincolo al 60% per gli enti locali che
partecipano alla sperimentazione dei nuovi sistemi contabili;
Visto il suddetto comma 28 dell'art. 9, come modificato dall’art. 4-ter, comma 12-bis della
legge n. 44/2012, nel senso di stabilire che a decorrere dal 2013 gli enti locali possono
superare il predetto limite per assunzioni strettamente necessarie a garantire l’esercizio
delle funzioni di istruzione pubblica e del settore sociale;
Preso atto che il limite del 60% per le assunzioni in esame è rispettato nella previsione di
spesa del 2014;
Preso atto che nel Bilancio sono stanziati i fondi destinati ai compensi spettanti agli
amministratori dell’Ente nella misura stabilita dalla legge;
Richiamata la propria deliberazione adottata in data odierna, avente per oggetto: "Aree
P.E.E.P. da cedere in proprietà o in diritto di superficie nell’anno 2014 – Adempimenti di
cui all'art. 172 del T.U. n. 267/2000 ordinamento Enti Locali";
Richiamata la propria deliberazione n. 10 adottata in data 20/05/2014, avente per
oggetto: “I.U.C. IMPOSTA UNICA COMUNALE APPROVAZIONE ALIQUOTE E TARIFFE
ANNO 2014”;
Richiamata la propria deliberazione n. 11 adottata in data 20/05/2014, avente per
oggetto: “APPROVAZIONE REGOLAMENTO I.U.C. IMPOSTA UNICA COMUNALE”;
VISTO l'art.15 della Legge Regionale n. 6/89 sulla destinazione del 10% degli oneri di
urbanizzazione per l'eliminazione delle barriere architettoniche.
VISTA la Legge Regionale n.20 del 09.05.1992 sulla destinazione di una quota non
inferiore all'8% degli oneri di urbanizzazione secondaria per la realizzazione di edifici di
culto ed attrezzature destinate ai servizi religiosi.
Dato atto che nel Titolo IV dell'Entrata trovano allocazione, oltre ai proventi integrali delle
concessioni edilizie e delle relative sanzioni, anche quelli relativi alle concessioni
cimiteriali, i trasferimenti erariali e i contributi regionali destinati a spese in c/capitale, i
proventi da monetizzazione area standard e le indennità risarcitorie per violazione in
materia ambientale.
Visto il parere del Revisore unico sulla proposta di Bilancio;
Visti i pareri favorevoli espressi in ordine alla regolarità tecnica e contabile dal
Responsabile Finanziario, ai sensi dell’art. 49, comma 1, del T.U. 267/2000 ordinamento
degli enti locali;
Dato atto che la presente proposta è stata sottoposta all’esame della Commissione
Consiliare Affari Generali-Tributi-Finanze-Servizi sociali nella seduta del 03 giugno 2014;
Ritenuto che sussistano tutte le condizioni per l'approvazione del bilancio di previsione
2014-2016 e degli altri documenti contabili allo stesso allegati.
VISTO l’art. 42 del T.U.E.L in merito alle competenze dei consigli.
In conformità dell’esito di votazione, espressa in forma palese, per alzata di mano,
debitamente accertato e proclamato dalla Presidente del Consiglio:
- presenti e votanti n. 13 (TREDICI);
- Consiglieri astenuti n. 0 (ZERO);
- Voti favorevoli n. 9 (NOVE) legalmente espressi;
- Voti contrari n. 4 (QUATTRO) (Sig.ri Beatrice Bassi; Maurizio Buso; Alessandro
Maffioli; Maurizio Vigano)
DELIBERA
per le motivazioni in premessa indicate e che costituiscono parte integrante e
sostanziale del presente atto:
di approvare:
- il Bilancio di previsione 2014-2016 che si prevede in pareggio come da tabella sotto
riportata:
composto dai seguenti documenti:
-
Entrate
Spese
Riepilogo generale spese per titolo
Riepilogo generale delle spese per missione
Funzione delegate dalla Regione
Quadro generale riassuntivo
-
Equilibri di bilancio
Spese per missioni programmi e macroaggregati titolo 1
Spese per missioni programmi e macroaggregati titolo 2 e 3
Spese per missioni programmi e macroaggregati titolo 4
Spese per missioni programmi e macroaggregati titolo 7
Spese per titoli e macroaggregati
Composizione FONDO PLURIENNALE VINCOLATO
Composizione FONDO CREDITI DI DUBBIA ESIGIBILITA’
Prospetto del rispetto dei vincoli di indebitamento
Quadro investimenti
Prospetto patto di stabilità
Tabella parametri di riscontro della situazione di deficitarietà strutturale
Risultato presunto d’amministrazione;
- il documento unico di programmazione (DUP) 2014-2016 composto dalla Sezione
Strategica (SeS) e Sezione Operativa (SeO);
SUCCESSIVAMENTE
su proposta del Presidente del Consiglio, con separata votazione, espressa per alzata di
mano, che ha dato le seguenti risultanze:
- presenti n. 13 (TREDICI);
- Consiglieri astenuti n. 1 (UNO) (Avv. Alessandro Maffioli);
- Voti favorevoli n. 12 (DODICI) legalmente espressi;
- Voti contrari n. 0 (ZERO).
IL CONSIGLIO COMUNALE
delibera di dichiarare, attesa l’urgenza di provvedere in merito, la presente Deliberazione
immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, comma 4, del D.Lgs. 18/08/2000, n. 267
e s.mi..
SEDUTA DI CONSIGLIO COMUNALE
OGGETTO:ESAME ED APPROVAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2014, DEL
BILANCIO PLURIENNALE 2014/2016, D.U.P. (DOCUMENTO UNICO
PROGRAMMAZIONE) ( D.L. 118/2011).
Vista la proposta di deliberazione, si esprime, ai sensi dell’art.49, comma 1, del T.U.E.L.
approvato con decreto legislativo n. 267 del 18/08/2000 recante: “Testo unico delle leggi
sull’ordinamento degli Enti Locali”, parere favorevole in ordine alla regolarità
tecnica/contabile, essendo conforme alle norme ed alle regole tecniche inerenti la materia.
Vergiate, 10/06/2014
Il responsabile
Area N.2 : Economia e Finanza
f.to Francese Alfonso
Letto, approvato e sottoscritto.
IL PRESIDENTE
F.to DELLA FERRERA Gisella
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to AVV. GIOVANNI CURABA
________________________________________________________________________________
CERTIFICATO DI INIZIATA PUBBLICAZIONE
Il sottoscritto Segretario comunale certifica che la pubblicazione della presente deliberazione è
iniziata il giorno 04/07/2014 ai sensi e per gli effetti del 1°comma dell’art.124 del T.U.E.L.
approvato con D.lgs.n.267 del 18/08/2000.
Dalla residenza municipale di Vergiate, 04/07/2014
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to AVV. GIOVANNI CURABA
Ai sensi dell’art.18 del D.P.R. 28/12/2000 n.445, si attesta che la presente copia è conforme al
verbale originale, depositato presso la segreteria dell’Ente.
Dalla residenza municipale di Vergiate, 04/07/2014
IL SEGRETARIO COMUNALE
AVV. GIOVANNI CURABA
__________________________
________________________________________________________________________________
CERTIFICATO DI ESECUTIVITA’
Certifico io sottoscritto Segretario Comunale che la presente deliberazione proprio perché dichiarata
immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art.134, comma 4, del D. Lgs. n. 267 del 18/08/2000 è
divenuta esecutiva il 11/06/2014.
Dalla residenza municipale di Vergiate, 04/07/2014
IL SEGRETARIO COMUNALE
F.to AVV. GIOVANNI CURABA
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
350 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content