close

Enter

Log in using OpenID

articolo de La Provincia del 29 Agosto 2014

embedDownload
12
VENERDÌ
29 AGOSTO 2014
CRONACA DI CREMONA
La Provincia
www.laprovinciacr.it
La storia
Il cuore grande
dei cremonesi
La 16enne affetta
da scoliosi idiopatica
potrà essere operata
negli Stati Uniti: raccolti
con la ‘Giorgio Conti’
tutti i soldi necessari
IN BREVE
LA VICENDA
Dall’appello su ‘La Provincia’
all’incessante corsa benefica
Adriana Rinaldi Conti fra Ivan Cazzulani e Pierina Vaccaro, papà e mamma di Aurora
Aurora soffre di scoliosi idiopatica e il
peggioramento progressivo della malattia le
provoca crescenti danni fisici, causa di
problemi respiratori e allergie ai farmaci.
Deve essere operata in quanto
l’alimentazione, la digestione, l’intestino e i
polmoni sono compromessi. Un anno fa, il
suo caso è stato esaminato da George Picetti,
medico luminare italo americano, originario
della Sicilia, che ha illustrato le modalità con
cui avrebbe operato la ragazza risolvendo il
suo problema. Servivano, però, 115mila
dollari. Lo scorso luglio, l’appello con una
lettera a La Provincia. La corsa solidale. E
l’intervento decisivo della Giorgio Conti.
Gara di solidarietà vincente
Adesso Aurora può sperare
LA RAGAZZA
«Grazie a tutti
per l’affetto
dimostrato»
Preferisce non farsi
fotografare: «Non
adesso, lo farò volentieri
al ritorno, quando spero
di essere tranquilla ad
intervento eseguito».
Poi Aurora,
esprimendosi con il
linguaggio tipico dei suoi
16 anni ma manifestando
una maturità non
comune a quell’età,
ringrazia tutti: «Mi
rendo conto adesso di
quanti soldi sono e di
quanta solidarietà ho
potuto beneficiare —
argomenta la
studentessa bergamasca
—. Si sono spesi in tanti e
ringrazio tutti, a partire
da Adriana fino al
giornale e a tutti i
cremonesi che hanno
voluto dare una mano a
me e alla mia famiglia.
Non mi aspettavo tanto
affetto».
Poi la mente di Aurora si
sposta all’intervento:
«Sono stata visitata da
decine di medici —
riferisce — ma quando
ho incontrato Picetti ho
capito che volevo essere
operata da lui. Solo da
lui. Lo chiamano l’angelo
californiano e a me ha
dato davvero
quell’impressione: per la
professionalità, ma
soprattutto per l’umanità
che mi ha dimostrato,
l’ho percepito come un
padre».
di Mauro Cabrini
Adesso Aurora può sperare. Soprattutto, può partire. Con destinazione Sacramento, California, Sutter Medical Health
Center Foundation: volo fissato
per il 9 settembre, intervento
chirurgico il 15, rientro previsto il 7 ottobre. In mezzo, l’operazione che la riporterà ad una
vita normale:
sarà il luminare George Picetti a risolvere, con una
tecnica che
s o l o n e l l ’ ospedale statunitense praticano, i problemi causati alla ragazza dalla scoliosi
idiopatica.
Servivano
115mila dollari, alla famiglia della
16enne di Casirate d’Adda
— provincia
di Bergamo
ma diocesi di
Cremona —,
per sostenere
le spese previ- Il Sutter
ste dal model- Medical
l o s a n i t a r i o Health Center
a m e r i c a n o . Foundation
Non li aveva- di Sacramento
no, papà Ivan in California
Cazzulani e
mamma Pierina Vaccaro: «Lavoriamo e abbiamo tanti amici
che ci stanno vicini — spiegano
i genitori —ma 85mila euro non
sono mica patate che si trovano
nell’orto». Ora, quei soldi ci sono. Li hanno raccolti grazie alle
donazioni di enti, aziende, Avis
e privati che si sono mobilitati
dopo la lettera appello pubblicata il 25 giugno scorso sul quotidiano La Provincia. E li hanno
a disposizione grazie, in particolare, alla spinta decisiva, e
non solo economica, dell’asso-
ciazione Giorgio Conti, in prima linea da subito, con la presidente Adriana Rinaldi Conti,
nel convogliare il sostegno e
nel mettere sul piatto, con la
sensibilità di sempre, i fondi
necessari ad arrivare alla cifra
richiesta. Anzi, di più: al momento, i Cazzulani possono contare su 110mila euro. Solidarietà ancora una volta vincente.
Con una corsa benefica che
Adriana Conti definisce, giustamente, «miracolosa per la
rapidità con cui ha raggiunto
l’obiettivo: in nemmeno tre mesi, abbiamo raccolto centomila
euro e non è un fatto normale.
Non lo è in generale e non lo è,
ancor di più, in un momento di
crisi economica come quello
che si sta vivendo».
Il cuore, però, sa andare oltre. E c’è andato anche stavolta: «Sono sincero — racconta
Ivan Cazzulani con la moglie
Pierina al fianco e con gli occhi
lucidi —: il contributo della
Giorgio Conti è stato determinante anche a livello morale.
Sono bastati venti minuti di colloquio con la presidente e mi sono sentito dire ‘ci pensiamo noi,
non preoccupatevi: andrete in
America e potrete far operare
vostra figlia’. Ecco, quella vicinanza immediatamente garantita è stata uno stimolo fondamentale, ci ha dato forza e sicurezza: ci ha sorpreso, quasi
scioccato, ci siamo sentiti gratificati e abbiamo visto la salvezza. Mi viene da dire che, per
quello che ha fatto per noi, la signora Conti è come fosse la nostra seconda mamma».
Sempre questione di cuore.
Oltre l’ostacolo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
LA FORZA DEI GENITORI
‘Una commovente
onda di sostegno’
Servivano 85mila euro. Conti: «E’stato un miracolo»
Il giorno della raccolta fondi
completata è anche, di riflesso,
il momento dei ringraziamenti: «Non so perché — attacca il
padre di Aurora, Ivan Cazzulani — ma quando ho pensato di
affidarmi ai media per l’appello mi è subito venuta in mente
Cremona, città cui sono legato
perché vengo spesso, di domenica, a frequentare gruppi di
preghiera. Ho chiamato il quotidiano La Provincia e mi è stato passato il direttore. Ho chiesto se potesse pubblicare la nostra lettera e Vittoriano Zanolli ha mostrato da subito grande
sensibilità: mi ha detto subito
‘si’, senza tergiversare un secondo. Lo ringrazio di cuore.
Perché da quel momento si è
mossa tutta quell’onda solida-
le che, fra donazioni private
continue, bonifici dei lettori
sul conto corrente che avevamo aperto e che il giornale ha
evidenziato, e intervento della
Giorgio Conti, consente ora a
me e a mia moglie Pierina di
avere speranze concrete di una
vita migliore per nostra figlia.
Quella di Adriana, di Viso Visigalli e dei cremonesi è stata, a
seguire, una risposta commovente. Non lo dimenticherò».
E non la scorderà nemmeno
Adriana Rinaldi Conti: «In effetti è accaduto qualcosa di
speciale — riconosce la presidente dell’associazione ammettendo anche la poca fiducia dell’inizio —: quasi un miracolo per la rapidità e per la
somma raccolta, davvero in-
Musica, fumetti e fanfara
lungo corso Garibaldi
Da oggi eventi in serie
Incontri. L’ex senatore parlerà del ‘sogno europeo’
Un nuovo intenso fine settimana di animazione e appuntamenti è in programma nel tratto
pedonale di corso Garibaldi. Oggi alle 18 aperitivo con i Pink Floyd, con Flavio Bissolati e
Andrea Rossini. Sarà attiva inoltre una postazione del centro fumetto Andrea Pazienza con
‘Fumetti sul corso: disegni dal vivo’. Domani,
sempre dalle 18, aperitivo con la Fanfara Città
dei Mille con sfilata partendo da San Luca. E
domenica, dalle 21, ‘Notti in Musica: corso Garibaldi meets Quelli che ... il night’, concerto
dedicato in particolare a Giorgio Gaber, Gorni
Kramer e Fred Buscaglione. Il primo appuntamento è con i See Emily Play: nascono come
progetto di musica d’insieme e successivamente come tribute band dei Pink Floyd. Poi la fanfara Città dei Mille di Bergamo, gruppo musicale oggi conosciuto e affermato non solo in
Italia ma anche all'estero. Infine, l’esibizione
di Luigi Copercini (tastiera), Beppe Corbari
(clarinetto sax), Luigi Bigio Ruggeri (tromba),
Renzo Donzelli ( ch it a rr a) , Piero Guaragni
(batteria e voce), Mara Conserva (voce), Ivano
Paroli (basso) ed Emy Mori (presentatrice).
Braccio destro di Giulio Andreotti e per cinque anni capo di gabinetto
del sindaco Oreste Perri, il senatore Walter Montini torna in scena e lo
fa parlando, grazie alle sue conoscenze e alle sue esperienze personali, di Alcide De Gasperi. Alla figura del grande statista è dedicata la
due giorni in programma a Pieve Tesino (Trento) il 13 e 14 settembre
«Puntiamo — dicono gli organizzatori, il Centro De Gasperi di Castegnato (Bs) — ad incontrare De Gasperi nell’ambiente dove è nato e
vissuto, attraverso brevi lezioni». Quella di Montini sarà il 13 settembre, alle 17.30. Titolo: ‘L’Europa di De Gasperi: un sogno infranto’.
De Gasperi visto da vicino
Montini racconta lo statista
«Quello di De Gasperi — si legge
nella bozza della relazione che sta
preparando — era un cristianesimo
sospinto in avanti, impegnato sul
piano civile, testimoniato personalmente. Ma la sua grande passione
era l’Europa. Accanto a un De Gasperi ‘ricostruttore’ e difensore dello stato democratico, c’è un De Gasperi politico europeo. Vedeva la
possibile realizzazione di due obiettivi: uno di civile convivenza, l’altro
di progresso per il nostro popolo».
Ma di quella visione sembra essere
rimasto poco. «Il Vecchio continente è senz’anima, si afferma da più
parti. Vanno allora resuscitate le
idee etiche di un’Europa unità di popoli, anche molto differenti tra loro,
partendo dal recupero delle radici
cristiane dell’Europa ma anche dalle responsabilità che è anche nostra, di ognuno di noi, e che può fare
la differenza. E’ la nostra voce che
può costituire l’insieme di una nuova speranza». Per Montini «bisogna
che, ad esempio, le nostre città siano vere comunità solidali, inclusi-
gente. Al primo incontro con
Aurora, di fronte al suo volto
non ho avuto tentennamenti:
ovviamente non avevo i soldi
necessari e nemmeno sapevo
se saremmo riusciti a racimolarli ma ho sentito di dover andare avanti con decisione in
una missione che si presentava, anche per noi che pure siamo abituati a quel tipo di sostegno, come tutt’altro che rutinaria. Ora ce l’abbiamo fatta, siamo arrivati alla fine. Ringrazio
tutti quelli che hanno contribuito e cito un dettaglio: si è rivelata fondamentale la spinta
della somma raccolta grazie alle donazioni di un matrimonio
che si è tenuto in maggio. Adesso, penseremo anche all’eventuale assistenza».
Il senatore
Walter Montini,
ex capo
di gabinetto
del sindaco
Oreste
Perri,
relazionerà
su De Gasperi
Sottopasso: lavori
In via Brescia
cambia viabilità
Dal primo settembre saranno riaperti via Cavo Cerca e
via Francesco Soldi, ma sarà
ristretta la carreggiata nel
tratto compreso tra via Vecchia Dogana e Largo madre
Agata Carelli, tra San Bernardo e palazzo Duemiglia:
è il cambio di viabilità legato ai lavori in corso per il sottopasso. Sarà disposto il divieto si sosta e fermata e sarà ristretta la carreggiata,
comunque percorribile nei
due sensi di marcia. Questa
nuova modifica della viabilità resterà in vigore fino al
19 settembre.
Il 14 settembre
in sella con l’Avis
L’Asd gruppo cicloamatori
Avis organizza per il 14 settembre la 27esima edizione di
‘Pedalare è bello con l’Avis’,
classica pedalata non competitiva aperta a tutti: uomini,
donne e bambini purché muniti di bicicletta o tandem (per
i minori si consiglia l’uso del
casco). Ritrovo in piazza Stradivari alle 8,30, partenza alle
9,30 per una ciclopasseggiata
sulle strade cittadine. Arrivo
alle 11 alle sede Avis di via
Massarotti 65, dove seguirà
un rinfresco con la premiazione dei gruppi più numerosi.
Via Decia in piazza
Domani la festa
Torna domani, nella piazzetta davanti al bar ‘La corte
dei miracoli’, la festa di
quartiere ‘Via Decia in piazza’. La kermesse (preparazione di panini alla piastra e
birra) si svolgerà dalle 19.30
alle 24, dalle 21 musica dal
vivo con il gruppo ‘F our
Sound’. Durante la manifestazione saranno vendute
magliette con il logo della serata. Una parte del ricavato
sarà devoluto in beneficenza all’associazione ‘Unione
sportiva san Michele’.
Ex allievi Beltrami
Corsi di informatica
L’associazione Ex allievi
dell’Itc Beltrami organizza
tre corsi di informatica a partire dalla prima settimana di
ottobre sino a fine novembre, presso l’Itc Beltrami di
via Palestro 33. Un corso base di Windows-Word-Excel
si terrà il lunedì dalle 18.30
alle 20.30; un corso di internet base si terrà il mercoledì
dalle 18.30 alle 20.30; un corso avanzato di Word-Excel il
venerdì dalle 18.30 alle
20.30. Informazioni e iscrizioni al 3272015601.
Ciclopedalata
con Acsi e Ail
Il pedale cremonese Acsi,
in collaborazione con Ail
Cremona, organizza per domenica 7 settembre una ciclopedalata di quindici chilometri libera a tutti e con
ogni tipo di bicicletta. Si
tratta della quarta ‘Ciclopedalata della Solidarietà’. Il
ritrovo è fissato alle 8,30 in
piazza Stradivari, la partenza indicativamente alle
9,30 e l’arrivo è previsto per
le 11 con premiazione e rinfresco. Informazioni e iscrizioni allo 0372/416038.
Consolato Tci: gita
per l’anniversario
ve, abitate e vissute da cittadini con
mentalità europea, consapevoli dei
propri diritti come dei propri doveri. Cittadini che non dimentichino
che insieme con l’«io» conta il «noi»
e che le due dimensioni possono
convivere e, anzi, alimentarsi l’una
con l’altra. Abbiamo avuto gratis
questa Europa, pur con tutti i suoi limiti, ma frutto di idee di uomini che
sognavano, sì, ma vedevano lontano. E’ compito di tutti non infrangere questo sogno: basta crederci».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Domenica 7 settembre si effettuerà una gita in motonave
a Piacenza per festeggiare il
120esimo anniversario di fondazione del Consolato TCI a
Cremona, che inaugurò la
propria attività con un’escursione ciclistica da Cremona a
Piacenza (la prima iniziativa
del genere in Italia). La prenotazione è obbligatoria entro martedì prossimo, 2 settembre, contattando i numeri
0372/32245-20742-39175.
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
214 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content