close

Enter

Log in using OpenID

74. AteneoNews 31-3-2014

embedDownload
NEWS N.25 DEL 31 MARZO 2014
In questo numero:
IN PRIMO PIANO
Utile indice in clinica elaborato a Palermo dal gruppo endocrinologico ed accettato
a livello internazionale
NOVITÀ UNIPA
Erasmus Day, la Scuola Politecnica presenta il programma Erasmus
L’eccellenza del Sud: per la ricerca in arrivo fibra a 100 Giga
Mythos: Rivista internazionale di Storia delle religioni
BANDI – CONCORSI – OPPORTUNITA’
Torneo Social Innovation dell’Istituto Banca Europea per gli Investimenti
Premio Tesi di Laurea o di Dottorato di Ricerca “Alfredo Canessa”
Global University Summit (G8)
Premio “Marisa Colbacchini”
Premio “Cecilia Cioffrese”
Tirocini presso l’Agenzia Europea dei Medicinali a Londra
Borse di studio per studiare presso le Università Russe
Agenti contrattuali amministratori — ricercatori nel settore della
parlamentare presso il Parlamento Europeo
Premio “Angelo Marai”
ricerca
INCONTRI, CONFERENZE, CONVEGNI, SPETTACOLI
Ciclo di seminari “Un libro in biblioteca” con la scrittrice Silvana Grasso
Convegno-Dibattito su “Sviluppo contro”
Giornata di studi su “La città che vogliamo per l’uomo che desideriamo”
Al Dipartimento di Scienze Giuridiche si presenta il libro "E Mozart finì in una fossa
comune. Vizi e virtù del copyright"
Presentazione del volume sul federalismo fiscale
All’Orto Botanico la mostra di piante rare ed inusuali “La Zagara”
Al Polo di Agrigento convegno internazionale “Sguardi di genere e sapere sociologico
fra le rotte del Mediterraneo”
ECO DELLA STAMPA
Indagine ANVUR sulle competenze generali dei laureati italiani
Eliminare numero chiuso per affrontare crisi Sistema Sanitario
__________________________________________________________________________
IN PRIMO PIANO
1. Utile indice in clinica elaborato a Palermo dal gruppo endocrinologico ed accettato a
livello internazionale
Un’ulteriore conferma circa la validità del Visceral
Adiposity Index, l’indice messo al punto nel 2010 dal
gruppo di ricerca di Endocrinologia diretto dalla prof.
Carla Giordano, nell’individuare i pazienti che
presentano un’alterata funzione del loro tessuto
adiposo, arriva da una recente pubblicazione sulla
prestigiosa rivista Plos One. Lo studio che porta il
titolo “Visceral Adiposity Index (VAI) is predictive of
an altered adipokine profile in patients with type 2
Diabetes“, dimostra che fra tutti i comuni indici
antropometrici utilizzati (BMI, circonferenza, vita,
rapporto vita fianchi etc etc), il VAI è l’unico che
presenta una forte correlazione con un pannello
completo di citochine prodotte dal tessuto adiposo,
espressione di alterata funzione dello stesso. Applicando il VAI, spiega la professoressa Giordano,
oggi è possibile poter differenziare facilmente l’obesità “metabolicamente sana” da quella a rischio
cardiometabolico, così come è possibile individuare il rischio cardiometabolico nei soggetti
considerati normopeso. Questo studio, che si va ad aggiungere ai circa 40 lavori della letteratura
internazionale che fino ad oggi hanno testato il VAI, rappresenta una sorta di prova inconfutabile
circa la capacità di questo indice (basato su semplici parametri quali peso, altezza, circonferenza
vita, trigliceridemia e HDL colesterolo) di rappresentare una “disfunzione del tessuto adiposo”. Per
una corretta applicazione del VAI bisogna comunque conoscere bene i limiti applicativi dell’indice
stesso già descritti in una lettera alla rivista NMCD ed in una recente review in corso di
pubblicazione. Nello studio pubblicato su Plos One il VAI ha mostrato nei soggetti diabetici di tipo 2
senza Sindrome Metabolica una correlazione fortissima con una serie di adipocitochine non
facilmente dosabili nei comuni laboratori di analisi, ma la quale alterata produzione è indicativa di
una disfunzione adiposa: visfatina, resistina, adiponectina, leptina, IL-6, IL-18, HGF, ghrelina e
VEGF. Lo studio ci suggerisce che il VAI rappresenta oggi un facile strumento per indagare il rischio
cardiometabolico associato alla disfunzione adiposa, in assenza di una sindrome metabolica
conclamata.
NOVITÀ UNIPA
1. Erasmus Day, la Scuola Politecnica presenta il programma Erasmus
La Scuola Politecnica presenta ai suoi studenti il
programma Erasmus in occasione dell’Erasmus Day.
L’evento si svolgerà mercoledì 9 aprile 2014, a
partire dalle ore 9.30 presso l’Aula Magna della
Scuola Politecnica, di viale delle Scienze, Edificio 7.
Obiettivo dell’iniziativa è presentare agli studenti le
opportunità di studio all’estero presenti nel bando
Erasmus 2014/2015. Durante la giornata il delegato
della
Scuola
Politecnica
per
la
Mobilità
Internazionale,
Ignazio
Vinci,
illustrerà
le
destinazioni per l’anno accademico 2014/15.
A seguire Adriana Ragonese, responsabile UOA
Politiche di Internazionalizzazione per la mobilità, informerà gli studenti circa i contenuti e gli
aspetti procedurali dell’Erasmus 2014.
Info: http://www.younipa.it/wp-content/uploads/allegato_a.xls
2. L’eccellenza del Sud: per la ricerca in arrivo fibra a 100 Giga
In pochi mesi dall’avvio del progetto nel luglio scorso, prende già forma l’infrastruttura digitale
GARR-X Progress, finanziata dal MIUR nell’ambito del Piano di Azione e Coesione, rivolto alle
quattro Regioni della Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia).
Dopo l’aggiudicazione della gara a Telecom Italia e Fastweb, sono partiti gli ordini per la fornitura di
fibra ottica per dorsale e accesso: in totale quasi 3500 km di nuovi collegamenti che saranno
rilasciati a partire da luglio prossimo. Si tratta dell’infrastruttura più evoluta in Italia che
permetterà alle regioni del Sud di competere a livello internazionale grazie alla dorsale a 100 Gbps
tra Napoli, Bari, Catania e Palermo.
La rete servirà centinaia di sedi, tra università e centri di ricerca, e coinvolgerà decine di scuole
che hanno già confermato il loro interesse alla connessione a banda ultralarga. I collegamenti
previsti per le scuole, tutti di tipo simmetrico e bidirezionale, avranno infatti la capacità di almeno
100 Mbps.
“Per il nostro Paese non è così abituale rispettare i piani annunciati. Grazie ad un lavoro molto
intenso siamo riusciti in pochi mesi a bandire gare pubbliche e avviare l’implementazione. Ciò ci
riempie di soddisfazione soprattutto perché parliamo di finanziamenti pubblici e di un’infrastruttura
che proietta le regioni del Sud in un ruolo di primo piano a livello mondiale”, commenta Claudia
Battista, coordinatore del progetto GARR-X Progress.
Il progetto, articolato e ambizioso, procede con grande velocità: pochi giorni fa è stato pubblicato
il bando per la fornitura di apparati trasmissivi di ultima generazione. Il 15 aprile inizieranno le
lezioni del Master universitario di II livello sulle infrastrutture digitali ospitato dall’Università degli
Studi di Bari e che coinvolgerà decine di giovani ricercatori del Sud. La formazione di alto livello
sulle nuove tecnologie rappresenta senza dubbio un’importante opportunità di crescita e sviluppo
con ricadute positive per tutto il territorio. L’offerta formativa sarà arricchita da corsi di
formazione a distanza, che inizieranno nei prossimi mesi, dedicati alla comprensione e
valorizzazione delle infrastrutture digitali e rivolti al personale direttivo di università, enti di ricerca,
istituzioni culturali, scuole, pubblica amministrazione e imprese innovative. La prima presentazione
pubblica di GARR-X Progress, dal titolo Sud Laboratorio Digitale, sarà un appuntamento importante
non solo per illustrare le prospettive future, ma anche per mostrare le attività già concretamente
avviate.
Dal 31 marzo al 2 aprile, presso l’Area della Ricerca di Palermo del CNR, GARR dà appuntamento alla
comunità dell’istruzione e della ricerca e a tutti i protagonisti del mondo produttivo e delle
amministrazioni che sono coinvolti in processi di innovazione, per discutere del ruolo delle
infrastrutture digitali per lo sviluppo del territorio. Tre giornate dedicate a molti temi:
dall’importanza dell’investimento per la banda ultralarga, al ruolo che l’ICT può avere per la ricerca
d’eccellenza e per far diventare il Sud un luogo attrattivo per le collaborazioni internazionali.
In programma nella seconda giornata anche un panel con rappresentanti di università,
amministrazioni e operatori TLC per discutere delle opportunità che il progetto e le sinergie tra i
diversi attori possono aprire per lo sviluppo del territorio.
Chiude l’evento, una giornata di riflessione sulla formazione e la scuola digitale. Saranno esposti i
piani del MIUR, con la presenza di Marco Scancarello della Direzione Generale per gli studi, la
statistica e i sistemi informativi e sarà presentato il modello di collegamento alla rete per gli istituti
scolastici proposto dal GARR. Le scuole saranno coinvolte in prima persona con la presentazione di
progetti e iniziative di successo che, così come i modelli attuati dalle Università di Cassino e di
Pisa, saranno oggetto di discussione e approfondimento con dirigenti scolastici, insegnanti, esperti
e istituzioni.
3. Mythos: Rivista internazionale di Storia delle religioni
Novità Salvatore Sciascia Editore la Rivista di Storia delle religioni n. 6 e n. 7. Mythos è il frutto di
una collaborazione tra l'Ateneo di Palermo e quello di Toulouse 2 Le Mirail, nel quadro di un accordo
di cooperazione a firma dei due Rettori. La rivista, considerata tra i principali strumenti di ricerca
del settore in campo internazionale, è plurilingue e accetta contributi sottoposti a peer review. E'
diretta da Nicola Cusumano (Università di Palermo) e da Corinne Bonnet (Université de Toulouse-Le
Mirail).
Info: Salvatore Sciascia Editore - corso Umberto I, 111 - 93100 Caltanissetta - Tel. e Fax 0934
551509 - E-mail: [email protected]
BANDI – CONCORSI – OPPORTUNITA’
1. Torneo Social Innovation dell’Istituto Banca Europea per gli Investimenti
L’Istituto Banca Europea per gli Investimenti (BEI) sta
organizzando la terza edizione del torneo di Social
Innovation, un’iniziativa di punta del suo Programma
Sociale. Il torneo di Social Innovation mira a
promuovere la generazione di idee innovative nella
lotta contro l’esclusione sociale. Tutti i progetti
gareggeranno per il 1°e 2° Premio Categoria Generale
rispettivamente di 25.000 e 10.000 Euro. I progetti
che rientrano nella Categoria Speciale dell’Ambiente
gareggeranno anche per il Premio Categoria Speciale di
25.000 Euro.
Info:http://institute.eib.org/programmes/social/social-innovation-tournmant/
2. Premio Tesi di Laurea o di Dottorato di Ricerca “Alfredo Canessa”
Sistema Moda Italia, per stimolare approfondimenti culturali e scientifici sulla lotta alla
contraffazione in ambito universitario e allo scopo di favorire nei giovani l’attenzione e la sensibilità
verso questo problema, mette a disposizione una somma di 1.500 euro, per un premio intitolato ad
Alfredo Canessa.
Il premio sarà assegnato alla migliore tesi di laurea specialistica o magistrale o di dottorato di
ricerca, avente per oggetto il tema della difesa della Proprietà Intellettuale, della Lotta alla
Contraffazione e del “Made in Italy”. Potranno concorrere coloro che avranno discusso una tesi nel
periodo compreso tra il 1° aprile 2013 e il 31 marzo 2014. Il termine per la presentazione delle
domande scade il 15 aprile 2014.
Info: Tel. 02/64119320 - E-mail: [email protected]
3. Global University Summit (G8)
Il Global University Summit (G8), che si svolgerà nell'ambito della presidenza russa del G8 del 2014,
avrà come tema “Managing global risks managing the future. The prognostic role of universities”.
Organizzato dall’Università statale per le relazioni internazionali di Mosca, l’Università statale di
Mosca” Lomonossov”, l’Università Russa per l’amicizia tra popoli e l’Università per l’acciaio e le
leghe di Mosca, la grande assise si svolgerà a Mosca dal 23 al 25 aprile 2014, con inizio alle ore
20, nella sala del Pilastro, presso la Casa dei Sindacati.
Il Global Summit 2014 University, ospiterà ministri, rettori e insigni studiosi delle più importanti
università del G8, insieme con i principali funzionari di politica estera, i rappresentanti delle
principali organismi mondiali e imprenditoriali .
I partecipanti al Global Summit University discuteranno una serie di questioni, tra cui la non
proliferazione nucleare, i conflitti internazionali, il terrorismo, l'ecologia, la salute e la sicurezza
alimentare, il narcotraffico, i disastri naturali e i danni provocati dall'uomo.
In aggiunta a questi argomenti il vertice, esaminerà questioni inerenti l’istruzione, compresi i temi
inerenti i soggetti educativi e quelli di qualità, le valutazioni universitarie, la formazione a distanza
e la formazione aziendale.
Per partecipare al Global Summit dell'University 2014 occorre registrarsi sul sito internet del Global
Università Summit 2014: http://www.gus2014.org
4. Premio “Marisa Colbacchini”
L’ASIS Associazione Studi sull’Industria della Salute, insieme alla Fondazione Carlo Erba bandiscono
un premio rivolto ai dottori di ricerca, intitolato alla memoria di Marisa Colbacchini.
Il premio del valore di 5000 euro, sarà assegnato a un dottore di ricerca del XXV e XXVI ciclo, che
abbia conseguito il titolo alla data del 18 luglio 2014, e che durante il suo periodo di dottorato
abbia svolto ricerche nel settore delle malattie oncologiche.
La domanda di partecipazione al bando deve pervenire entro il 18 luglio 2014, alla segreteria della
Fondazione Carlo Erba, Via G.Vigoni,10 20122 Milano.
Info: www.asios-studisalute.it - www.fondazionecarloerba.org
5. Premio “Cecilia Cioffrese”
Riservato a laureati in Medicina e Chirurgia, in Scienze Biologiche, in Farmacia, in Chimica e
Tecnologia Farmaceutiche, in Chimica, e in altre discipline biomediche il premio “Cecilia Cioffrese”,
bandito dalla Fondazione Carlo Erba, premia le migliori ricerche nel settore del cancro e delle
malattie virali. Al vincitore verrà assegnato ad un premio di 10.000 euro.
La domanda di partecipazione al concorso deve pervenire entro il 18 luglio 2014, alla Segreteria
della Fondazione Carlo Erba, Via G. Vigoni, 1020122 Milano.
Info: www.fondazionecarloerba.org
6. Tirocini presso l’Agenzia Europea dei Medicinali a Londra
L’Agenzia Europea dei Medicinali, offre la possibilità di svolgere un tirocinio retribuito della durata
da 6 a 9 mesi, a studenti o laureati in medicina, chimica, farmacia, scienze e simili.
Possono partecipare alle selezioni anche laureati in giurisprudenza esperti nel campo della
regolamentazione del settore farmaceutico e candidati con interesse nel campo delle risorse
umane e della contabilità, della comunicazione e delle scienze dell’informazione. Per partecipare
alla selezione è richiesta la conoscenza della lingua l'inglese. I tirocinanti verranno retribuiti con
una somma di 1350 sterline, mensili più rimborso delle spese di viaggio.
Il tirocinio si svolgerà nella sede di Londra con inizio nel mese di ottobre 2014, nel settore del
Controllo e della valutazione dei medicinali.
Le domande devono essere inviate entro il 15 giugno 2014, utilizzando il relativo form disponibile
nell’apposita sezione del sito www.ema.europa.eu
7. Borse di studio per studiare presso le Università Russe
Il Ministero dell’istruzione e della Scienza della Federazione Russa, bandisce una selezione per
l’attribuzione di 23 borse di studio a favore di cittadini italiani, russi e apolidi per seguire nell’anno
accademico 2014/2015, un Corso di laurea o post laurea presso le Università Russe.
Le borse di studio sono così suddivise: 16 borse per corsi di laurea, 5 borse di studio per corsi di
dottorato di ricerca; 2 borse di studio per corsi postlaurea e tirocini. Il borsista riceverà un
assegno di studio mensile di 1.500 rubli e l’alloggio. Il termine per la presentazione delle domande
scade l‛1 aprile 2014.
Info: www.fondazionecarloerba.org - Tel. 06/88816333 - E-mail: [email protected]
8. Agenti contrattuali amministratori — ricercatori nel settore della ricerca parlamentare
presso il Parlamento Europeo
E’ stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea del 26 febbraio 2014, il bando
relativo ad un invito relativo alla costituzione di una base di dati di candidati suscettibili di essere
assunti come Agenti contrattuali amministratori — ricercatori (gruppo di funzioni IV), nel settore
della ricerca parlamentare. La sede di servizio principalmente sarà Bruxelles con possibili missioni
negli altri luoghi di lavoro del Parlamento europeo.
Il numero di posti disponibili è di circa 50 per il 2014. Il contratto avrà una durata iniziale di un
anno e potrà essere rinnovato, senza che la durata complessiva possa superare i sei anni, con una
retribuzione base mensile che oscilla tra i 3.145,45 euro e i 5.832,42 euro.
Per partecipare alla selezione occorre essere cittadino di uno degli Stati membri dell'Unione
europea, godere di tutti i diritti politici, essere in regola rispetto agli obblighi militari imposti dalle
leggi del paese di origine, fornire le garanzie di moralità richieste per le funzioni da svolgere e
richiesto un diploma ufficialmente riconosciuto corrispondente a un ciclo completo di studi
universitari di almeno tre anni in uno dei seguenti settori: scienze politiche, scienze economiche,
studi europei, amministrazione pubblica, diritto, scienze sociali, relazioni internazionali, scienze
naturali, statistica, storia e almeno tre anni di esperienza professionale in rapporto con la natura
delle funzioni.
I candidati devono possedere una conoscenza approfondita di una delle lingue ufficiali dell'Unione
Europea e un'ottima conoscenza del francese, dell'inglese o del tedesco.
Le domande di partecipazione al concorso devono pervenire online entro il 31 marzo 2014, sul sito
internet di EPSO, all'indirizzo: http://europa.eu/epso/apply/jobs/index_en.htm
9. Premio “Angelo Marai”
La Fondazione Carlo Erba, insieme all’Associazione Studi sull’Industria della Salute, ha istituito un
premio riservato ai dottori di ricerca intitolato alla memoria di Angelo Marai. Il premio sarà
assegnato a un dottore di ricerca che durante il periodo di dottorato di ricerca abbia svolto
ricerche particolarmente innovative e che possano costituire base di programmi futuri nel campo
delle malattie neurodegenerative.
Il premio del valore di 5000 euro è riservato ai dottorandi del xxv e xxv ciclo e che abbiano
conseguito il titolo entro il 18 luglio 2014.
Le domande devono essere inviate entro il 18 luglio 2014, alla Fondazione Carlo Erba, Via
G.Vigoni,10 20122 Milano.
Info: www.fondazionecarloerba.org
CONFERENZE, CONVEGNI, SPETTACOLI
1. Ciclo di seminari “Un libro in biblioteca” con la scrittrice Silvana Grasso
Inaugurato presso la Sala Lettura della Biblioteca di
Sant’Antonino del Dipartimento di Scienze Umanistiche
dell’Università di Palermo, il ciclo di seminari “Un libro in
biblioteca”, a cura dei dottorandi in “Studi letterari,
filologici e linguistici”.
L’incontro ha visto come protagonista la scrittrice Silvana
Grasso, in occasione della pubblicazione del racconto “Il
cuore a destra” con la prefazione dalla prof.ssa Marina
Castiglione. Il testo, edito dalla casa editrice Le Farfalle, è
stato introdotto e commentato dalla dottoranda Stefania
Centorbi e dal dottorando Luciano Longo. La prima si è
concentrata sulla struttura narrativa del testo, il secondo
ha invece “provocato” la scrittrice con una serie di domande sul processo della scrittura e della
variantistica. L’incontro, molto partecipato, è stato aperto anche agli studenti del corso di Laurea
specialistica in Filologia moderna e italianistica.
Silvana Grasso, esuberante e generosa, ha parlato del testo, ma anche del binomio vitaletteratura, spiazzando talora la platea con visioni assai poco edulcorate e poco prevedibili sul suo
personale rapporto con i libri scritti e da scrivere. La mattina si è conclusa dopo due ore fitte di
dibattito.
L’incontro è stato un momento inaugurale importante sia per il Dottorato, di cui costituisce il primo
evento dopo l’inaugurazione avvenuta giorno 6 marzo, sia per il Dipartimento che ha così messo a
disposizione degli studenti e degli studiosi un nuovo spazio aperto alla ricerca e alla cultura.
2. Convegno-Dibattito su “Sviluppo contro”
“Sviluppo contro” è il tema di una serie di conferenze promosse dal Rotary Club Palermo Est per
condurre una riflessione approfondita e a più voci sulla necessità di invertire una pericolosa
tendenza all’impoverimento intellettuale e sociale della città di Palermo e più in generale della
nostra Regione. La prima si svolgerà lunedì 31 marzo alle ore 9.30 nella sala Conferenze della
Camera di Commercio di Palermo.
Nelle riunioni del gruppo di lavoro coordinato dal Prof. Michele Masellis, è stato raggiunto un
comune sentire su questi temi e deciso di escludere forme di dibattito che possano costituire
passerelle per politici e rappresentanti di categorie le più diverse.
E’ stato scelto che ad intervenire, in forma dinamica, in dibattiti coordinati da esperti, siano
protagonisti di storie concrete. E in questo primo incontro, sarà ospitato un imprenditore di
successo, un medico palermitano di ruolo in un ospedale inglese, un medico che ha scelto di
tornare al lavoro della terra (autore di un progetto di successo), una giovane editrice, un migrante
a Palermo, e il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, per la sua formazione multiculturale e per il suo
progetto multiculturale di governo della città.
Saranno invitati a sedere in platea esponenti delle diverse associazioni professionali e
imprenditoriali, nonché dei sindacati, dell’Università e delle istituzioni. Il pubblico presente potrà
brevemente prender la parola alla fine del dibattito, che avrà una durata non superiore a due ore.
Alla comunicazione degli eventi, lavorerà un esperto, individuato grazie alla collaborazione e
all’esperienza del consocio Rino Alessi. Proposta inoltre la costituzione di una commissione
permanente interna al Club che possa affrontare con costanza questi temi, e rivolgersi alla città in
modo critico e con un approccio contemporaneo.
3. Giornata di studi su “La città che vogliamo per l’uomo che desideriamo”
Mercoledì 2 aprile 2014, alle ore 15.30, nella sala Magna di Palazzo Chiaramonte – Steri a piazza
Marina 61 a Palermo, si terrà un incontro su “La città che vogliamo per l’uomo che desideriamo”,
riflessioni sul volume di Cesare Capitti, “Governo del Territorio e Dottrina Sociale della Chiesa in
Architettura, Urbanistica, Ambiente e Paesaggio”.
La giornata di studi rappresenta per la comunità cittadina e gli studenti del Politecnico
dell’Università di Palermo, un’occasione per una riflessione sull’unità disciplinare architettura urbanistica. Il testo di Cesare Capitti interseca le esigenze urbanistiche ed ambientali della
progettualità con i principi di un’etica comportamentale che appartengono alla società intera.
L’etica non è una prerogativa esclusiva della Dottrina Sociale della Chiesa, ma per la sapiente
dottrina contenuta nelle varie encicliche a partire dalla “Rerum Novarum” a cui si fa riferimento,
induce a dare concretezza ad un nuovo modo di pensare il progetto di sviluppo urbano della città e
del territorio. Gli interventi programmati consentiranno di riscoprire il significato ed il ruolo delle
discipline (urbanistica ed architettura) per garantire bellezza, armonia e decoro delle città,
efficienza dei sistemi insediativi e delle reti infrastrutturali, equità e giustizia distributiva di beni e
servizi tra i cittadini. Fine ultimo di tali discipline è porsi al servizio dell’uomo affinchè si realizzi
come persona e cresca nella sua dimensione spirituale e materiale.
4. Al Dipartimento di Scienze Giuridiche si presenta il libro "E Mozart finì in una fossa
comune. Vizi e virtù del copyright"
Un libro che analizza il diritto d'autore in maniera semplice e completa, mettendo in luce vizi e virtù
e proponendo soluzioni per aggiornarlo al mondo della rete. un libro che alimenta la discussione su
un tema che mai come oggi divide gli autori e i produttori dei contenuti culturali degli utilizzatori
della rete. E’ il libro di Fabio Macaluso, "E Mozart finì in una fossa comune. Vizi e virtù del
copyright" (Egea, 2013) che sarà presentato mercoledì 2 aprile 2014, alle ore 16, presso l'Aula
Antonio Romano del Dipartimento di Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport.
Interverranno con l'Autore Vincenzo Meli, ordinario di Diritto Commerciale presso l'Università degli
Studi di Palermo, Ignazio Pardo, consigliere presso la Corte d'Appello di Palermo e Marco Pomar,
scrittore. Modera Stefania Petyx, giornalista.
5. Presentazione del volume sul federalismo fiscale
Giovedì 3 aprile 2014, alle ore 16, si presenta a Roma nella sala dell’Istituto Santa Maria in Aquiro,
a piazza Capranica, il volume “Federalismo fiscale e perequazione: L’autonomia della responsabilità”
a cura di Gaetano Armao, docente di “Diritto Amministravo” presso l’Università di Palermo. Dopo i
saluti d’apertura Mario Ferrara, Senatore della Repubblica Fabio Sanfratello, Presidente ANCE
Palermo – Associazione Costruttori Edili ed affini di Palermo e Provincia e Gioacchino Onorati,
Editore e fondatore di Aracne editrice, interverranno Vito Riggio, Presidente ENAC – Ente Nazionale
per l'Aviazione Civile, Adriano Giannola, Presidente SVIMEZ – Associazione per lo sviluppo
dell’industria nel Mezzogiorno, Luca Antonini, Capo Dipartimento per le Riforme Istituzionali,
Presidenza del Consiglio dei Ministri, Marco Salvalaggio, Capo area sud Europa sul debito sovrano e
Project Financing, Royal Bank of Scotland e Pietro Busetta, Presidente Fondazione Curella – Centro
Ricerche Economiche. Modera Mario Cavalieri, Caporedattore della Gazzetta del Sud. Sarà
presente Gaetano Armao, Curatore.
6. All’Orto Botanico la mostra di piante rare ed inusuali “La Zagara”
Si svolgerà dal 5 al 6 aprile 2014, all’Orto botanico di Palermo, l’ottava edizione della mostra di
piante rare ed inusuali “La Zagara”. Ottanta gli espositori provenienti da tutta Italia. Il comitato
organizzatore sta mettendo a punto il cartellone, ricco di eventi e mostre. La Zagara è tra gli
eventi più seguiti a Palermo. Ogni anno, nelle due edizioni primaverile ed autunnale della mostra, si
registrano trentamila visitatori.
7. Al Polo di Agrigento convegno internazionale “Sguardi di genere e sapere sociologico fra
le rotte del Mediterraneo”
Sono aperte le iscrizioni al convegno internazionale “Sguardi di genere e sapere sociologico fra le
rotte del Mediterraneo”, che si svolgerà nei giorni 29 e 30 maggio, presso il Polo universitario di
Agrigento.
Esso nasce dalla necessità di una riflessione “sulle rotte che i generi” e, in particolare, le donne del
Mediterraneo hanno percorso e percorrono nella ricerca di una propria identità socialmente
riconosciuta.
Storie collettive di paesi come quelle dei Balcani o del Nord Africa, in cui lungamente le guerre, con
il loro carico di violenze sui più deboli e di vessazioni frutto del pregiudizio e del fanatismo hanno
spesso calpestato in diritto all’autodeterminazione di genere, impongono una analisi comparata
finalizzata a:
a. dar luogo a un’occasione di scambio di esperienze e confronti teorici qualificati tra ambienti
accademici delle diverse sponde del Mediterraneo,
b. costituire un vero e proprio network fra realtà accademiche impegnate negli stessi ambiti
disciplinari e aventi le stesse finalità peculiari di sviluppo di un medesimo sapere sociologico e di
confrontarsi sulle politiche sociali ,
c. porre in rete realtà non accademiche orientate a tesaurizzare la loro esperienza ricollocandola
nell’alveo più ampio dell’area vasta del Mediterraneo avviando un dialogo per promuovere la
cooperazione e la ricerca interdisciplinare fra le aree del Mediterraneo.
Il convegno si avvarrà delle relazioni di: SHALVA WEIL, prof. ord. Hebrew University
FRANCA BIMBI, prof. ord. Università di Padova LISA RAE MUFTIC, prof. ord. Sam Houston State
University CONSUELO CORRADI, prof. ord. Università Lumsa di Roma
ALEXANDER JUGOVIĆ, prof. ass. Università di Belgrado
Introdurrà i lavori PAOLO JEDLOSKI, prof. ord. Università della Calabria e Vicepresidente Air
Chiuderà i lavori del convegno e coordinerà la tavola rotonda conclusiva: VINCENZO CESAREO,
prof. ord. Università Cattolica di Milano.
Saranno inoltre attivati un numero di workshop, coordinati da autorevoli studiosi, con lo scopo di
porre a confronto esperienze professionali e culturali di carattere medico-sanitario, politicosociale, giuridico-filosofico.
Il convegno, patrocinato oltre che da numerose istituzioni internazionali, anche dall’Ordine degli
Assistenti sociali, consente l’attribuzione di 10 crediti formativi ai professionisti del settore.
Per informazioni sulla partecipazione e sulla iscrizione è possibile consultare il link:
http://portale.unipa.it/dipartimenti/beniculturalistudiculturali/sguardi_di_genere/
ECO DELLA STAMPA
1. Indagine ANVUR sulle competenze generali dei laureati italiani
Da una indagine effettuata dall’ANVUR attraverso il TECO (Test
sulle competenze generali dei laureati italiani), si è riscontrato
una discrepanza notevole delle competenze acquisite dai laureati
durante il loro periodo di studio, nei settori umanistico e
scientifico.
Una minima parte di studenti ha raggiunto posizioni di rilievo
capaci di certificare le generic skills, che si basano: sulla
capacità di affrontare problemi personali e collettivi in contesti
socio-economici e lavorativi non noti a priori, utilizzando
conoscenze, abilità e competenze acquisite; sul saper leggere e
discutere un testo, esercitando su di esso pensiero critico, capacità di risolvere problemi nuovi,
assumere decisioni coerenti e comunicare oralmente o per iscritto.
L’iniziativa non aveva gli intenti di misurare il livello di cultura generale, ma quello di spostare
l’attenzione dal teaching al learning, dall´attività dell´insegnamento a quella dell´apprendimento
degli studenti.
L’indagine effettuata con le piattaforme tecnologiche del CINECA e del Council for Aid to Education
- CAE è stata limitata per motivi economici a circa 6.000 studenti universitari di 12 atenei
regionali: Piemonte Orientale, Padova, Milano), Udine, Bologna, Firenze, Roma La Sapienza, Roma
Tor Vergata, Napoli Federico II, Salento, Cagliari, Messina, inscritti al III e IV.
Emerge un problema sconosciuto: il percorso di chi si laurea è piuttosto irregolare, perfino tra
coloro che si laureano in corso. Dalla sperimentazione TECO emerge che fra gli studenti del terzo e
quarto anno del ciclo triennale, solo il 14-19% circa (a seconda che si consideri prima o dopo la
sessione estiva di esami) ha completato tutti i crediti formativi di base e caratterizzanti: solo circa
il 18-21% degli studenti del terzo e del quarto anno sarebbero regolari (e dunque aventi diritto a
partecipare al test TECO). Di conseguenza, può accadere che quasi ben 2/3 dei laureati entro il
terzo anno accademico della triennale conseguano il titolo senza aver terminato i corsi di base e
caratterizzanti da almeno un semestre.
Gli studenti italiani ottengono ottimi punteggi nella parte "letteraria" del test o in quella
"scientifico-quantitativa" ma mediamente ci sono pochi studenti che ottengono buoni punteggi in
entrambe. I laureandi in Psicologia sono quelli che ottengono i risultati più equilibrati tra le due
aree. Quelli di Medicina e Matematica-Fisica-Statistica ottengono risultati più brillanti nella parte
"scientifico-quantitativa", mentre i giuristi sono quelli che riescono meglio nella parte "umanistica".
In generale i risultati migliori nei test sono ottenuti dagli studenti di Medicina, seguiti a ruota da
quelli di Matematica, Fisica, Statistica e Psicologia. Ciò potrebbe dipendere dal meccanismo di
selezione con accessi programmati nazionali (Medicina), o locali ma estesi al 100% dei giovani
(Psicologia), o di autoselezione (Matematica-Fisica-Statistica) dove entra chi ha i voti di diploma
più alti, pur sapendo di andare in una facoltà avara nei voti universitari. I risultati peggiori sono
quelli degli studenti iscritti a Scienze della Formazione primaria, ovvero coloro che diventeranno
maestri e maestre. Discipline estremamente importanti nel nostro Paese quali Filosofia, Storia e
Giurisprudenza nel campo umanistico-sociale o Biologia o Ingegneria nel campo scientifico superano
la media ma senza brillare.
Info: www.anvur.it
2. Eliminare numero chiuso per affrontare crisi Sistema Sanitario
Blocco del turn over e tagli ai corsi di specializzazione di area medica rischiano di portare il sistema
sanitario nazionale al collasso. A lanciare il grido d'allarme è l'associazione universitaria Link
coordinamento universitaria. "A fronte di quasi 60mila pensionamenti di medici nei prossimi dieci
anni, solo 45mila professionisti termineranno il loro percorso di specializzazione, configurando un
gap di quasi 15mila unità, e questo solo per quanto riguarda l’assistenza sanitaria di secondo
livello". Snocciolano dati su dati i ragazzi di Link. "A fronte di tutto questo - denuncia
l'associazione studentesca - si continua a tagliare, sia sul finanziamento del fondo sanitario
nazionale, sia sulla formazione dei nuovi specialisti: ad oggi, per il nuovo concorso nazionale per le
scuole di specializzazione, sono disponibili solo 3.500 borse, sulle oltre 8.000 che le regioni
richiedono per far fronte alla domanda assistenziale". "Assistiamo, infatti, ad un “fallimento
pilotato” dell’intero sistema sanitario - dichiara Alberto Campailla, Portavoce nazionale di LINK Coordinamento Universitario - ormai attaccato più volte sia sul fronte della sostenibilità, sia su
quello della formazione delle nuove generazioni di operatori. Non è possibile, infatti, slegare la
giusta protesta degli studenti per un maggiore finanziamento delle borse di specializzazione
dall’analisi complessiva sia del modello formativo dei professionisti della salute, sia dallo stato del
nostro sistema sanitario pubblico. Le tre situazioni sono legate e derivano da scelte politiche
errate che mirano alla privatizzazione del servizio ed alla trasformazione della salute in merce sulla
quale speculare.""Il sistema sanitario italiano creatosi anche a seguito delle straordinarie
elaborazioni degli anni '70 - conclude Alberto Campailla di LINK - resta uno dei migliori al mondo, sia
per accessibilità sia per costi, ma oggi è a forte rischio. Per continuare è necessario abolire il
numero chiuso".
(www.uninews24.com)
Author
Document
Category
Uncategorized
Views
0
File Size
2 234 KB
Tags
1/--pages
Report inappropriate content